3 March 2024

Leolandia, Polly Pocket e le notti magiche per il 48° compleanno

[ 0 ]

A luglio, in occasione del suo 48° compleanno Leolandia, il parco festeggia per tutto il mese con il ritorno di Polly Pocket, le amatissime bambole in miniatura con i loro mondi tascabili, gli appuntamenti live di Cristina D’Avena, la regina delle sigle dei cartoni animati, e le Notti Magiche, le serate del parco con show pirotecnici e apertura fino alle ore 22. Saranno molte le occasioni per divertirsi a Leolandia durante il mese, grazie ad eventi speciali e sorprese in arrivo. Per tutti i weekend di luglio, e per la prima volta in Italia, gli ospiti del parco potranno incontrare dal vivo la celebre Polly Pocket, divertirsi e cantare insieme a lei e infine scattare una foto ricordo. Inoltre, le famosissime mini bambole popoleranno la storica Minitalia e sarà possibile ammirarle su alcune delle più celebri piazze della nostra penisola in miniatura. A far cantare grandi e piccini saranno soprattutto gli appuntamenti musicali dell’artista disco d’oro e di platino Cristina D’Avena, con 3 live speciali durante le Notti Magiche, le serate del parco con show pirotecnici e apertura fino alle ore 22 (06,13, 27 luglio 2019). Non mancheranno inoltre le Enchantimals, un gruppo di adorabili amiche che vivono nella Foresta Incantata in compagnia dei loro amici cuccioli e adorano prendersi cura della natura, che saranno al parco tutti i weekend.  Tante anche le attrazioni per per trascorrere le calde giornate estive: La Baia dei Piccoli Surfisti, la nuova area in stile beach sarà il luogo ideale per giocare tra playground asciutti e bagnati, il grande faro da cui scivolare fino a terra, il laghetto con i giochi d’acqua e il parco giochi con le pozzanghere elastiche.E infine, le diverse aree tematiche e le moltissime attrazioni adatte a tutte le età. Tutti i contenuti sono inclusi nel biglietto d’ingresso, che per la prima volta dà la possibilità di rientrare al parco gratuitamente per un secondo giorno entro 60 giorni dalla prima visita.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462200 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La via Francigena toscana prova a ripensare se stessa e la Regione, cinque anni dopo la firma della convenzione siglata nel 2020 per gestirla, propone un nuova organizzazione, con un momento annuale di confronto a partire dai quattro comuni capofila (con Monteriggioni candidato ad esserne il coordinatore) e la valorizzazione  del terzo settore, portato a sintesi e rappresentato da un’associazione regionale. La proposta arriva direttamente dal presidente Eugenio Giani e dall’assessore al turismo Leonardo Marras. «La Regione Toscana crede molto nella valorizzazione della via Francigena e nel progetto “Comuni in cammino” - afferma il presidente Eugenio Giani - Dal 2009 la Regione ha investito oltre venti milioni di euro sulla via Francigena, per percorrerla in sicurezza a piedi, in  bicicletta o a cavallo. E’ un modo diverso, suggestivo, per conoscere la nostra regione e riscoprirne storia e tradizioni: un progetto, quello del ‘camininar lento’, a cui teniamo molto e sono contento che lo scorso dicembre siano finalmente stati sbloccati i fondi statali per la candidatura della strada come patrimonio Unesco. La Toscana è capofila, in questo progetto, delle altre sette regioni italiane coinvolte».    La Francigena, con i suoi mille e settecento chilometri da Canterbury in Inghilterra a Roma ed altri mille e trecento nel suo proseguimento ideale fino a Santa Maria di Leuca in Puglia, è da trent’anni un itinerario culturale riconosciuto dal Consiglio europeo.  Cinque stati e sedici diverse regioni coinvolte, circa centocinquanta tappe tra i venti e trenta chilometri l’una. Un crogiolo di culture e territori.   Il 2024 è un compleanno importante e nel 2025 ci sarà il Giubileo, anche se quella religiosa non è la sola dimensione del cammino come, ugualmente è stato sottolineato stamani, non solo di prodotto turistico si tratta: un turismo lento e sostenibile.  La strada è qualcosa di più ed attraversa la Toscana per quasi quattrocento chilometri. Passa per i territori di trentanove comuni, con quattro  amministrazioni capofila (Fucecchio, Lucca, Siena e Pontremoli) a rappresentare altrettante sezioni in cui si divide.   «Ebbene - aggiunge l’assessore Marras - serve un momento di sintesi e confronto annuale. Serve anche una responsabilizzazione di tutte le amministrazioni comunali e i soggetti coinvolti. Le varie sezioni della Francigena toscana devono poter dialogare fra loro». La Regione, che fino ad oggi ha finanziato la Francigena con 120 mila euro l’anno, non fa passi indietro, ma auspica un momento di confronto stabile: per programmare meglio all’inizio di ogni anno strategie ed interventi. «E la nostra proposta  - prosegue Marras – è di affidare al Comune di Monteriggioni il ruolo di coordinamento tra i Comuni capofila, attorno ad un tavolo dove ci sia anche il terzo settore, rappresentato da un’associazione regionale che raccolga le varie realtà, e la Regione naturalmente, con i rappresentanti di giunta e Consiglio regionale”». Ma quello della nuova governance pubblica e del ruolo e rappresentanza del terzo settore sono solo due dei cinque punti del manifesto che l’assessore lancia e che battezza come il manifesto di Monteriggioni 2024.  «C’è anche lo sviluppo di nuove iniziative in vista del Giubileo 2025 – racconta -. C’è la ricerca di finanziamenti statali, ad esempio sull’ippovia, e l’approvazione, entro il 2024, di una legge sui cammini».      [post_title] => Via Francigena, dalla Toscana la proposta di un coordinamento stabile [post_date] => 2024-02-26T10:21:54+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708942914000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462129 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un compleanno speciale per Le Vie del Nord che, oltre a festeggiare i propri primi dieci anni di attività, si regala per l'occasione il restyling di sito e loghi, nonché una nuova collaborazione con TrustForce. Era infatti il febbraio del 2014 quando si incontrarono due mondi: quello della Enterprise, agenzia attiva fin dal 1966, e quello di Maria Teresa Omedè, profonda conoscitrice sia del mercato Italia sia delle destinazioni nordeuropee. Una fusione da cui nacque, appunto, Le Vie del Nord. Ora l'operatore pesarese si presente con un sito dall'interfaccia utente completamente rinnovata: nuova la forma grafica, nuovo il logo, nuove le possibilità di ricerca e scoperta dei tanti prodotti presenti e degli altri servizi che completano l’offerta e il viaggio. "Il restyling del portale - spiega Maria Teresa Omedè - faciliterà l’esperienza di chi si approccia al nostro mondo. Il sito è un biglietto da visita per i nostri partner commerciali e anche per i clienti finali, che avranno così modo di farsi un’idea completa e articolata della nostra proposta”. L'inedito set di loghi è stato invece sviluppato grazie a un progetto firmato dalla web agency torinese Vg59: “Parliamo di un’immagine più moderna, facile, lineare e adatta sia alla comunicazione sia alla presenza in rete. I nuovi loghi riprendono le caratteristiche cromatiche di quello storico, per mantenere intatta la riconoscibilità del brand sul mercato”. Infine, Le Vie del Nord, in collaborazione con TrustForce, ha ampliato da gennaio 2024 il proprio team di promotori commerciali inserendo in organico, accanto ad Annalisa Cianfanelli, responsabile per Lazio, Abruzzo e Umbria, anche Marco Comelli, attivo sulla Lombardia, e Luca Scagliotti, per Piemonte e Liguria. “Dopo gli anni difficili della pandemia - conclude Maria Teresa Omedè - è importante per noi rilanciare la nostra presenza sul mercato, investendo su risorse umane di valore, consolidando e ampliando le nostre reti commerciali. In questo, i nuovi promotori ci daranno un grosso aiuto”. [post_title] => Le Vie del Nord: per i primi dieci anni restyling di sito e loghi e nuova collaborazione con TrustForce [post_date] => 2024-02-23T10:02:15+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708682535000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461224 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => CaboVerdeTime chiude il 2023 con il vento in poppa, raggiungendo un fatturato sopra ai 5 milioni di euro, una quota superiore del 18% ai livelli del 2019, ultimo anno di programmazione completa prima del Covid. Osservando nel dettaglio le cifre, si riscontra in particolare un ottimo andamento delle vendite a partire dalla seconda metà del 2023, tra maggio e dicembre, con risultati superiori alle aspettative. Il tutto frutto anche di un’occupazione media del 95% su 52 partenze, dato considerevolmente migliore di quello previsionale, tarato sul 90% di occupazione annua dei voli. Interessante anche l’analisi delle scelte dei 5.342 clienti che hanno viaggiato con CaboVerdeTime: la loro preferenza è andata alla struttura di proprietà Clubhotel Halos Casa Resort, che ha ospitato l’80% dei viaggiatori, seguito, con il 6%, dall’altra struttura in capo al gruppo lombardo, Sobrado Boutique Hotel. In forte crescita, ha beneficiato degli investimenti effettuati nell’area ristorazione, con un nuovo buffet, e dell’inedita formula di soggiorno, caratterizzata dal trattamento di full board plus: pensione completa con bevande, a cui si somma l’all inclusive presso la Halos Beach, raggiunta con un comodo servizio navetta. “Capo Verde è tornata a esprimere tutto il suo potenziale e siamo molto contenti del bilancio appena chiuso, contraddistinto da numeri che aspettavamo da tempo, risultato di un lavoro corale e di scelte di lungo periodo che hanno portato i frutti sperati - spiega il responsabile commerciale e vendite della compagnia, Pietro Dusi -. Abbiamo investito in risorse e servizi da offrire alla clientela, che la distribuzione ha immediatamente recepito e che sono state importanti per far crescere le cifre. Il 2024 è partito bene e proseguiamo con il lavoro messo in campo per valorizzare tutto il potenziale di una destinazione ricca di risorse e di un rapporto qualità-prezzo pressoché ineguagliabile e che può essere vissuta tutto l’anno". Completano le percentuali, le strutture del gruppo Meliá, Meliá Llana, 5 stelle adults only, e Meliá Dunas, 5 stelle family resort, con il 4% di clienti, e il 5 stelle Hilton Cabo Verde Sal Resort, scelto da una nicchia, costituita dal 2% amante del prodotto upscale. Il restante 8% dei viaggiatori ha scelto di prenotare il solo volo, fetta comunque importante del mercato, vista la rilevanza della comunità italiana che vive sull’isola per lavoro o per soggiorni di lungo periodo di carattere leisure. "Nell’ambito di una valutazione macro di cifre e andamenti, sono risultate premianti e in linea con le attese le forti collaborazioni con i brand Bluvacanze e Gattinoni - conclude Dusi -, partner centrali nell’attività congiunta di promozione della destinazione". [post_title] => CaboVerdeTime chiude il 2023 oltre i 5 milioni di euro: +18% sull'anno pre-Covid 2019 [post_date] => 2024-02-09T12:35:15+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707482115000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460950 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nel 2023 sono stati 10,6 milioni i viaggiatori che hanno scelto Trenord per raggiungere le località turistiche lombarde in modo sostenibile: una crescita del 20% rispetto al 2022. In 46.000 hanno viaggiato con i biglietti integrati proposti dall’iniziativa “Gite in treno”, il 32% in più rispetto all’anno precedente. In treno non solo per turismo, ma anche per i grandi eventi: 35.000 clienti, infatti, hanno scelto i biglietti speciali di Trenord per assistere a manifestazioni musicali, culturali e sportive nel territorio lombardo, come il concerto di Bruce Springsteen a Monza e il Gran Premio d’Italia di Formula 1. I dati, che una volta di più ribadiscono la costante crescita della tendenza a utilizzare il mezzo pubblico per un turismo sostenibile di prossimità, sono in aumento anche grazie alle nuove proposte inserite da Trenord nel catalogo 2023 delle “Gite in treno”: più itinerari verso i Laghi di Garda, Iseo e il Maggiore e per i parchi divertimento. A queste, per la stagione invernale 2023/24 si sono aggiunte le offerte treno+navetta+skipass dei “Treni della neve”, che quest’anno oltre ai comprensori di Aprica&Corteno e Valmalenco, propongono nuove destinazioni: le piste di Madesimo, Piani di Bobbio e Domobianca. Già 2500 clienti hanno trascorso una o due giornate sulla neve grazie ai ticket proposti da Trenord e Snowit, piattaforma digitale che offre tutti i servizi per un’esperienza sulla neve, in vendita da inizio dicembre. «Questi numeri dimostrano che le aziende di trasporto pubblico e collettivo sono anche vettori turistici – ha commentato Leonardo Cesarini, direttore commerciale di Trenord -. In Lombardia la dimensione della nostra offerta, la capillarità del nostro servizio e la costante crescita dei viaggi in treno nel tempo libero ci invita a fare sempre di più e meglio, per incoraggiare questa tendenza e diffondere la cultura di un turismo sostenibile. Per questo, lavoriamo in stretta collaborazione con il territorio e con partner specializzati, che ci aiutano a formulare una proposta sempre più ricca e accattivante». [post_title] => Trenord: 10,6 milioni di viaggiatori hanno scelto il treno per turismo nel 2023, +20% [post_date] => 2024-02-07T09:52:00+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707299520000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460719 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nasce in questo 2024 The Qc Dream Factory: il gruppo si è affidato ad artisti italiani e internazionali che, con stili e tecniche innovative, hanno portato nei suoi centri lo spettacolo e la magia. Il programma è fitto e ha delle date precise. Gli ospiti di Qc New York, comodamente immersi nelle nelle vasche che si affacciano sulla skyline della città, ogni martedì e venerdì sera e fino all’8 marzo potranno per esempio seguire la Qcirque-tacular Exibition, realizzata da una delle migliori compagnie americane di danza acrobatica con giocolieri, trampolieri, artisti del fuoco e della luce. La magia prosegue con il Qc Magic Lights di Roma: un’installazione immersiva ideata dal direttore artistico di Qc Alessandro Bolis e dallo studio Waldemeyer: natura e architettura si fondono tramite proiezioni e animazioni luminose in una foresta incantata, per raccontare l’origine del sogno Qc. Il viaggio nell’arte dello spettacolo si concluderà a San Pellegrino, dove andrà in scena il Qc Ballet sulle note del Clair de Lune e tra i riflessi delle acque termali. La nuova proposta è l’occasione per ripercorrere le tematiche nate dalla collaborazione con Jacopo Di Cera, autore della campagna Winter di Qc Spa of Wonders, che ha valorizzato il fascino dei wellness resort con nuove pratiche multisensoriali. La Giostra delle favole di Torino è una sorprendente sauna rotante, mentre ai Bagni Nuovi di Bormio il Bosco degli dei propone vasche suggestive e sale relax ispirate alla mitologia classica. Evocativi i nomi di tanti luoghi di benessere: il Sentiero astrale e la Sauna di cristallo di San Pellegrino o la Sala delle Comelle e il Bosco delle stelle alpine del Dolomiti. Nuove proposte con i giardini dei Bagni Vecchi di Bormio e le bolle magiche del Winter Wonder Terrace di Milano: sei scrigni che ospitano esperienze olfattive, massaggi e momenti di relax. «Vogliamo rendere le nostre destinazioni dei punti di accesso a un mondo delle meraviglie ricco di giochi d’acqua, luci, colori e profumi sempre diversi. - racconta Simona Sbarbaro, chief marketing officer del gruppo Qc -. Il nostro obiettivo è quello di offrire un’esperienza di benessere in continua evoluzione». [gallery ids="460729,460727,460728"] [post_title] => Qc Spa of Wonders diventa una dream factory [post_date] => 2024-02-02T15:11:30+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706886690000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460691 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tredicesimo compleanno per Easyweeks, uno dei primi tour operator completamente online del panorama turistico italiano. «Il nostro percorso vede il consolidamento delle attività in essere, che vertono principalmente sulla nostra specializzazione Nord Europa - spiega la managing director, Gianna Forlastro –. Il prodotto che proponiamo è basato su un viaggio esperienziale, non solo di località ma di attività diversificate, che spaziano fra le outdoor fino all’incontro diretto con le culture locali attraverso la conoscenza di vere persone del Nord. Forse non è una proposta per tutti, ma ci piace diversificare, andando oltre al solito, avvolgente, incantevole, eccitante Rovaniemi, che purtroppo è però diventato ormai massivo, concentrandoci sulla rotta artica». Sono cinque in particolare gli itinerari Easyweek per le Rotte artiche: Narvik – Tromsø (Norvegia); Narvik la porta di accesso alle Lofoten e Tromso la Capitale Artica. Tromsø – Lyngen (Norvegia); la capitale artica e la spettacolare penisola di Lyngen e le sue Alpi Nordiche. Tromsø – Lyngen - Alta (Norvegia); un viaggio tra la capitale artica e Alta, la città delle aurore boreali. Tromsø – Rovaniemi (Norvegia e Finlandia); dalla capitale artica a Babbo Natale. Levi – Svolvær (Finlandia – Svezia – Norvegia); dall’Alta Lapponia finlandese fino alle Lofoten passando per la Lapponia Svedese con Kiruna, la città che si muove e la famosa Abisko con il suo parco nazionale e l’Aurora Sky Station. Gli itinerari si percorrono su bus di linea granturismo lusso. Le proposte di ogni singola Rotta artica possono essere combinate tra loro, fino ad arrivare a effettuare il giro completo dei tre paesi artici: Norvegia Artica, nonché Lapponia Finlandese e Svedese. La programmazione Nord Europa prosegue poi con la Norvegia, che presenta tante attività per soddisfare ogni gusto e aspettativa. Ma Easyweeks non si ferma qui. Ci sono infatti anche i Cammini, a partire da Santiago de Compostela, Cammino dei Fari e Rota Vicentina che, visto il grande riscontro degli scorsi anni, saranno riproposti con tante nuove idee a partire dal 1° aprile 2024. «Torniamo inoltre con il Centro Sud America, in primis Messico, Colombia, Brasile, sempre con lo stesso claim Vivi l'essenza del mondo Easyweeks - conclude Gianna Forlastro -. E ancora Seychelles e Mauritius, isole sulle quali l'offerta non è basata su villaggi o singole sistemazioni, ma offre tour a partire da otto giorni, spostandosi in diverse isole e/o località selezionate, con l'opportunità di cogliere l'essenza attraverso escursioni guidate». [post_title] => Easyweeks festeggia i 13 anni di attività con tante nuove proposte [post_date] => 2024-02-02T12:10:55+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706875855000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460668 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_460669" align="alignleft" width="300"] Da sinistra, Luigi Neri, Daniela Passeri, Lidia Rescigno e Franco Coppini[/caption] Mezzo di secolo di storia. Fondata nel febbraio 1974, Space Hotels compie proprio in questi giorni il suo cinquantesimo compleanno. E lo festeggia con numeri in crescita, forte di un +36,5% registrato nel 2023 rispetto ai 12 mesi precedenti. I paesi chiave, che hanno contribuito in modo significativo a questo successo, includono non solo l'Italia, da sempre il  mercato principale, ma anche Stati Uniti, Germania, Francia, Regno Unito e la Spagna. Nel panorama delle destinazioni italiane, Roma, Milano e Torino risultano le mete di eccellenza per gli individuali. Per quanto riguarda gli eventi mice, invece, Roma continua a dominare la scena. Il gruppo ha registrato anche un notevole incremento nella domanda da parte dei gruppi turistici con un'elevata capacità di spesa, nonché da parte del segmento business travel. Nel corso del 2023 infine, la compagnia ha ampliato la sua rete affiliando a Roma il Borghese Contemporary Hotel e a Ragusa il Relais Chiaramonte. “Il 2023 è stato un anno di trionfo e consolidamento per noi: un periodo in cui abbiamo superato le aspettative, continuando a costruire su un'eredità di 50 anni", sottolinea il presidente, Franco Coppini. Space Hotels sarà presente alla Bit di Milano, in programma dal 4 al 6 febbraio, presso lo stand C110 del padiglione 3. Vi si potranno incontrare lo stesso presidente Coppini, nonché il direttore generale Lidia Rescigno, il direttore marketing Daniela Passeri, il vice presidente Luigi Neri e alcune delle responsabili vendite. [post_title] => Space Hotels festeggia i 50 anni con un numeri in crescita [post_date] => 2024-02-02T11:12:59+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => nofascione ) [post_tag_name] => Array ( [0] => nofascione ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706872379000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460105 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si chiama Falk Travel il nuovo tour operator creato dal gruppo Falkensteiner in collaborazione con Dietmar Gunz, già fondatore e managing director del terzo operatore tedesco Fti Touristik. Il to prende le mosse dalla sussidiaria del gruppo austro-alto atesino Traveleague, di cui cui lo stesso Gunz ha appena acquisito il 37% delle quote. Un ulteriore 40% è andato invece ad Alexej Boiko della società It Ets International di Norimberga. I fondatori di Traveleague Erich e Andreas Falkensteiner, nonché Giovanni Cocco e Andreas Arquin, rimarranno infine nel board come azionisti. Il nuovo to si rivolgerà in particolare al mercato tedesco, austriaco e svizzero, ma esiste già una versione del suo portale in italiano. Con sede a Basilea, in Svizzera, l'operatore punterà come prevedibile sulle 33 strutture presenti nel portfolio Falkensteiner, nonché sui servizi della dmc di casa Falk Tours, attiva in Italia, Croazia, Repubblica Ceca, Polonia, Ungheria e nelle stesse Germania e Austria. A ciò si aggiungeranno le attività della Rocket Dms, fondata dalla holding della famiglia Gunz, Temple Tree Investment, presente in Turchia, Egitto, Tunisia, alle Canarie e in Uzbekistan, con altri uffici in pipeline in Qatar, Arabia Saudita e Grecia. Sia Falk Tours, sia Rocket Dmc continueranno a operare in maniera indipendente. Giovanni Cocco e Andreas Arquin lasceranno invece i loro precedenti incarichi manageriali in Traveleague, per concentrarsi sulla direzione di Falk Tours. [post_title] => Il gruppo Falkensteiner dà il via al nuovo to Falk Travel [post_date] => 2024-01-25T12:00:32+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706184032000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 459553 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dal 24 al 28 gennaio Noleggiare, azienda specializzata nel noleggio a breve, medio e lungo termine, sarà presente alla fiera Fitur di Madrid, presso il Pad. 4, Stand 4C16. «Abbiamo deciso di presenziare a questo importante appuntamento per proporre alcune delle nostre ultime novità come, per esempio, le nuove sedi operative recentemente inaugurate presso la stazione ferroviaria di Verona e quella inserita all’interno dell’aeroporto di Trevis», afferma Franco Tomasi, ad di Noleggiare. «I principali mercati che utilizzano i nostri servizi sono per un 50% quello domestico e per il restante 50% quello internazionale, del quale fa parte, appunto, la Spagna. Realtà che intercetteremo in occasione di Fitur grazie ad una fitta rete di appuntamenti che stiamo completando proprio in questi giorni”, prosegue Franco Tomasi. In occasione della manifestazione fieristica, Noleggiare presenterà le oltre 50 filiali capillarmente distribuite lungo lo Stivale, presenti in località quali Milano, Roma, Palermo, Napoli, Genova, Torino, Catania, Brindisi, Alghero, Verona e Treviso, solo per citarne alcune. In occasione di Fitur, è stata elaborata un promo speciale che prevede uno sconto del 20% usufruibile per tutto il 2024 e disponibile a questo link.   [post_title] => Noleggiare sarà presente alla Fitur di Madrid dal 24 al 28 gennaio [post_date] => 2024-01-17T10:38:24+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1705487904000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "leolandia polly pocket le notti magiche 48 compleanno" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":46,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":162,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462200","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La via Francigena toscana prova a ripensare se stessa e la Regione, cinque anni dopo la firma della convenzione siglata nel 2020 per gestirla, propone un nuova organizzazione, con un momento annuale di confronto a partire dai quattro comuni capofila (con Monteriggioni candidato ad esserne il coordinatore) e la valorizzazione  del terzo settore, portato a sintesi e rappresentato da un’associazione regionale.\r\n\r\nLa proposta arriva direttamente dal presidente Eugenio Giani e dall’assessore al turismo Leonardo Marras.\r\n\r\n«La Regione Toscana crede molto nella valorizzazione della via Francigena e nel progetto “Comuni in cammino” - afferma il presidente Eugenio Giani - Dal 2009 la Regione ha investito oltre venti milioni di euro sulla via Francigena, per percorrerla in sicurezza a piedi, in  bicicletta o a cavallo. E’ un modo diverso, suggestivo, per conoscere la nostra regione e riscoprirne storia e tradizioni: un progetto, quello del ‘camininar lento’, a cui teniamo molto e sono contento che lo scorso dicembre siano finalmente stati sbloccati i fondi statali per la candidatura della strada come patrimonio Unesco. La Toscana è capofila, in questo progetto, delle altre sette regioni italiane coinvolte».   \r\n\r\nLa Francigena, con i suoi mille e settecento chilometri da Canterbury in Inghilterra a Roma ed altri mille e trecento nel suo proseguimento ideale fino a Santa Maria di Leuca in Puglia, è da trent’anni un itinerario culturale riconosciuto dal Consiglio europeo.  Cinque stati e sedici diverse regioni coinvolte, circa centocinquanta tappe tra i venti e trenta chilometri l’una. Un crogiolo di culture e territori.  \r\n\r\nIl 2024 è un compleanno importante e nel 2025 ci sarà il Giubileo, anche se quella religiosa non è la sola dimensione del cammino come, ugualmente è stato sottolineato stamani, non solo di prodotto turistico si tratta: un turismo lento e sostenibile.  La strada è qualcosa di più ed attraversa la Toscana per quasi quattrocento chilometri. Passa per i territori di trentanove comuni, con quattro  amministrazioni capofila (Fucecchio, Lucca, Siena e Pontremoli) a rappresentare altrettante sezioni in cui si divide.  \r\n\r\n«Ebbene - aggiunge l’assessore Marras - serve un momento di sintesi e confronto annuale. Serve anche una responsabilizzazione di tutte le amministrazioni comunali e i soggetti coinvolti. Le varie sezioni della Francigena toscana devono poter dialogare fra loro». La Regione, che fino ad oggi ha finanziato la Francigena con 120 mila euro l’anno, non fa passi indietro, ma auspica un momento di confronto stabile: per programmare meglio all’inizio di ogni anno strategie ed interventi.\r\n\r\n«E la nostra proposta  - prosegue Marras – è di affidare al Comune di Monteriggioni il ruolo di coordinamento tra i Comuni capofila, attorno ad un tavolo dove ci sia anche il terzo settore, rappresentato da un’associazione regionale che raccolga le varie realtà, e la Regione naturalmente, con i rappresentanti di giunta e Consiglio regionale”».\r\n\r\nMa quello della nuova governance pubblica e del ruolo e rappresentanza del terzo settore sono solo due dei cinque punti del manifesto che l’assessore lancia e che battezza come il manifesto di Monteriggioni 2024.  «C’è anche lo sviluppo di nuove iniziative in vista del Giubileo 2025 – racconta -. C’è la ricerca di finanziamenti statali, ad esempio sull’ippovia, e l’approvazione, entro il 2024, di una legge sui cammini». \r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Via Francigena, dalla Toscana la proposta di un coordinamento stabile","post_date":"2024-02-26T10:21:54+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1708942914000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462129","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un compleanno speciale per Le Vie del Nord che, oltre a festeggiare i propri primi dieci anni di attività, si regala per l'occasione il restyling di sito e loghi, nonché una nuova collaborazione con TrustForce. Era infatti il febbraio del 2014 quando si incontrarono due mondi: quello della Enterprise, agenzia attiva fin dal 1966, e quello di Maria Teresa Omedè, profonda conoscitrice sia del mercato Italia sia delle destinazioni nordeuropee. Una fusione da cui nacque, appunto, Le Vie del Nord.\r\n\r\nOra l'operatore pesarese si presente con un sito dall'interfaccia utente completamente rinnovata: nuova la forma grafica, nuovo il logo, nuove le possibilità di ricerca e scoperta dei tanti prodotti presenti e degli altri servizi che completano l’offerta e il viaggio. \"Il restyling del portale - spiega Maria Teresa Omedè - faciliterà l’esperienza di chi si approccia al nostro mondo. Il sito è un biglietto da visita per i nostri partner commerciali e anche per i clienti finali, che avranno così modo di farsi un’idea completa e articolata della nostra proposta”.\r\n\r\nL'inedito set di loghi è stato invece sviluppato grazie a un progetto firmato dalla web agency torinese Vg59: “Parliamo di un’immagine più moderna, facile, lineare e adatta sia alla comunicazione sia alla presenza in rete. I nuovi loghi riprendono le caratteristiche cromatiche di quello storico, per mantenere intatta la riconoscibilità del brand sul mercato”.\r\n\r\nInfine, Le Vie del Nord, in collaborazione con TrustForce, ha ampliato da gennaio 2024 il proprio team di promotori commerciali inserendo in organico, accanto ad Annalisa Cianfanelli, responsabile per Lazio, Abruzzo e Umbria, anche Marco Comelli, attivo sulla Lombardia, e Luca Scagliotti, per Piemonte e Liguria. “Dopo gli anni difficili della pandemia - conclude Maria Teresa Omedè - è importante per noi rilanciare la nostra presenza sul mercato, investendo su risorse umane di valore, consolidando e ampliando le nostre reti commerciali. In questo, i nuovi promotori ci daranno un grosso aiuto”.","post_title":"Le Vie del Nord: per i primi dieci anni restyling di sito e loghi e nuova collaborazione con TrustForce","post_date":"2024-02-23T10:02:15+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1708682535000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461224","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"CaboVerdeTime chiude il 2023 con il vento in poppa, raggiungendo un fatturato sopra ai 5 milioni di euro, una quota superiore del 18% ai livelli del 2019, ultimo anno di programmazione completa prima del Covid. Osservando nel dettaglio le cifre, si riscontra in particolare un ottimo andamento delle vendite a partire dalla seconda metà del 2023, tra maggio e dicembre, con risultati superiori alle aspettative. Il tutto frutto anche di un’occupazione media del 95% su 52 partenze, dato considerevolmente migliore di quello previsionale, tarato sul 90% di occupazione annua dei voli.\r\n\r\nInteressante anche l’analisi delle scelte dei 5.342 clienti che hanno viaggiato con CaboVerdeTime: la loro preferenza è andata alla struttura di proprietà Clubhotel Halos Casa Resort, che ha ospitato l’80% dei viaggiatori, seguito, con il 6%, dall’altra struttura in capo al gruppo lombardo, Sobrado Boutique Hotel. In forte crescita, ha beneficiato degli investimenti effettuati nell’area ristorazione, con un nuovo buffet, e dell’inedita formula di soggiorno, caratterizzata dal trattamento di full board plus: pensione completa con bevande, a cui si somma l’all inclusive presso la Halos Beach, raggiunta con un comodo servizio navetta.\r\n\r\n“Capo Verde è tornata a esprimere tutto il suo potenziale e siamo molto contenti del bilancio appena chiuso, contraddistinto da numeri che aspettavamo da tempo, risultato di un lavoro corale e di scelte di lungo periodo che hanno portato i frutti sperati - spiega il responsabile commerciale e vendite della compagnia, Pietro Dusi -. Abbiamo investito in risorse e servizi da offrire alla clientela, che la distribuzione ha immediatamente recepito e che sono state importanti per far crescere le cifre. Il 2024 è partito bene e proseguiamo con il lavoro messo in campo per valorizzare tutto il potenziale di una destinazione ricca di risorse e di un rapporto qualità-prezzo pressoché ineguagliabile e che può essere vissuta tutto l’anno\".\r\n\r\nCompletano le percentuali, le strutture del gruppo Meliá, Meliá Llana, 5 stelle adults only, e Meliá Dunas, 5 stelle family resort, con il 4% di clienti, e il 5 stelle Hilton Cabo Verde Sal Resort, scelto da una nicchia, costituita dal 2% amante del prodotto upscale. Il restante 8% dei viaggiatori ha scelto di prenotare il solo volo, fetta comunque importante del mercato, vista la rilevanza della comunità italiana che vive sull’isola per lavoro o per soggiorni di lungo periodo di carattere leisure. \"Nell’ambito di una valutazione macro di cifre e andamenti, sono risultate premianti e in linea con le attese le forti collaborazioni con i brand Bluvacanze e Gattinoni - conclude Dusi -, partner centrali nell’attività congiunta di promozione della destinazione\".","post_title":"CaboVerdeTime chiude il 2023 oltre i 5 milioni di euro: +18% sull'anno pre-Covid 2019","post_date":"2024-02-09T12:35:15+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1707482115000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460950","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nel 2023 sono stati 10,6 milioni i viaggiatori che hanno scelto Trenord per raggiungere le località turistiche lombarde in modo sostenibile: una crescita del 20% rispetto al 2022. In 46.000 hanno viaggiato con i biglietti integrati proposti dall’iniziativa “Gite in treno”, il 32% in più rispetto all’anno precedente.\r\nIn treno non solo per turismo, ma anche per i grandi eventi: 35.000 clienti, infatti, hanno scelto i biglietti speciali di Trenord per assistere a manifestazioni musicali, culturali e sportive nel territorio lombardo, come il concerto di Bruce Springsteen a Monza e il Gran Premio d’Italia di Formula 1.\r\nI dati, che una volta di più ribadiscono la costante crescita della tendenza a utilizzare il mezzo pubblico per un turismo sostenibile di prossimità, sono in aumento anche grazie alle nuove proposte inserite da Trenord nel catalogo 2023 delle “Gite in treno”: più itinerari verso i Laghi di Garda, Iseo e il Maggiore e per i parchi divertimento.\r\nA queste, per la stagione invernale 2023/24 si sono aggiunte le offerte treno+navetta+skipass dei “Treni della neve”, che quest’anno oltre ai comprensori di Aprica&Corteno e Valmalenco, propongono nuove destinazioni: le piste di Madesimo, Piani di Bobbio e Domobianca. Già 2500 clienti hanno trascorso una o due giornate sulla neve grazie ai ticket proposti da Trenord e Snowit, piattaforma digitale che offre tutti i servizi per un’esperienza sulla neve, in vendita da inizio dicembre.\r\n«Questi numeri dimostrano che le aziende di trasporto pubblico e collettivo sono anche vettori turistici – ha commentato Leonardo Cesarini, direttore commerciale di Trenord -. In Lombardia la dimensione della nostra offerta, la capillarità del nostro servizio e la costante crescita dei viaggi in treno nel tempo libero ci invita a fare sempre di più e meglio, per incoraggiare questa tendenza e diffondere la cultura di un turismo sostenibile. Per questo, lavoriamo in stretta collaborazione con il territorio e con partner specializzati, che ci aiutano a formulare una proposta sempre più ricca e accattivante».","post_title":"Trenord: 10,6 milioni di viaggiatori hanno scelto il treno per turismo nel 2023, +20%","post_date":"2024-02-07T09:52:00+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1707299520000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460719","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nasce in questo 2024 The Qc Dream Factory: il gruppo si è affidato ad artisti italiani e internazionali che, con stili e tecniche innovative, hanno portato nei suoi centri lo spettacolo e la magia. Il programma è fitto e ha delle date precise. Gli ospiti di Qc New York, comodamente immersi nelle nelle vasche che si affacciano sulla skyline della città, ogni martedì e venerdì sera e fino all’8 marzo potranno per esempio seguire la Qcirque-tacular Exibition, realizzata da una delle migliori compagnie americane di danza acrobatica con giocolieri, trampolieri, artisti del fuoco e della luce. \r\n\r\nLa magia prosegue con il Qc Magic Lights di Roma: un’installazione immersiva ideata dal direttore artistico di Qc Alessandro Bolis e dallo studio Waldemeyer: natura e architettura si fondono tramite proiezioni e animazioni luminose in una foresta incantata, per raccontare l’origine del sogno Qc. Il viaggio nell’arte dello spettacolo si concluderà a San Pellegrino, dove andrà in scena il Qc Ballet sulle note del Clair de Lune e tra i riflessi delle acque termali. La nuova proposta è l’occasione per ripercorrere le tematiche nate dalla collaborazione con Jacopo Di Cera, autore della campagna Winter di Qc Spa of Wonders, che ha valorizzato il fascino dei wellness resort con nuove pratiche multisensoriali. \r\n\r\nLa Giostra delle favole di Torino è una sorprendente sauna rotante, mentre ai Bagni Nuovi di Bormio il Bosco degli dei propone vasche suggestive e sale relax ispirate alla mitologia classica. Evocativi i nomi di tanti luoghi di benessere: il Sentiero astrale e la Sauna di cristallo di San Pellegrino o la Sala delle Comelle e il Bosco delle stelle alpine del Dolomiti. Nuove proposte con i giardini dei Bagni Vecchi di Bormio e le bolle magiche del Winter Wonder Terrace di Milano: sei scrigni che ospitano esperienze olfattive, massaggi e momenti di relax. «Vogliamo rendere le nostre destinazioni dei punti di accesso a un mondo delle meraviglie ricco di giochi d’acqua, luci, colori e profumi sempre diversi. - racconta Simona Sbarbaro, chief marketing officer del gruppo Qc -. Il nostro obiettivo è quello di offrire un’esperienza di benessere in continua evoluzione».\r\n\r\n[gallery ids=\"460729,460727,460728\"]","post_title":"Qc Spa of Wonders diventa una dream factory","post_date":"2024-02-02T15:11:30+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1706886690000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460691","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Tredicesimo compleanno per Easyweeks, uno dei primi tour operator completamente online del panorama turistico italiano. «Il nostro percorso vede il consolidamento delle attività in essere, che vertono principalmente sulla nostra specializzazione Nord Europa - spiega la managing director, Gianna Forlastro –. Il prodotto che proponiamo è basato su un viaggio esperienziale, non solo di località ma di attività diversificate, che spaziano fra le outdoor fino all’incontro diretto con le culture locali attraverso la conoscenza di vere persone del Nord. Forse non è una proposta per tutti, ma ci piace diversificare, andando oltre al solito, avvolgente, incantevole, eccitante Rovaniemi, che purtroppo è però diventato ormai massivo, concentrandoci sulla rotta artica».\r\n\r\nSono cinque in particolare gli itinerari Easyweek per le Rotte artiche: Narvik – Tromsø (Norvegia); Narvik la porta di accesso alle Lofoten e Tromso la Capitale Artica. Tromsø – Lyngen (Norvegia); la capitale artica e la spettacolare penisola di Lyngen e le sue Alpi Nordiche. Tromsø – Lyngen - Alta (Norvegia); un viaggio tra la capitale artica e Alta, la città delle aurore boreali. Tromsø – Rovaniemi (Norvegia e Finlandia); dalla capitale artica a Babbo Natale. Levi – Svolvær (Finlandia – Svezia – Norvegia); dall’Alta Lapponia finlandese fino alle Lofoten passando per la Lapponia Svedese con Kiruna, la città che si muove e la famosa Abisko con il suo parco nazionale e l’Aurora Sky Station. Gli itinerari si percorrono su bus di linea granturismo lusso. Le proposte di ogni singola Rotta artica possono essere combinate tra loro, fino ad arrivare a effettuare il giro completo dei tre paesi artici: Norvegia Artica, nonché Lapponia Finlandese e Svedese.\r\n\r\nLa programmazione Nord Europa prosegue poi con la Norvegia, che presenta tante attività per soddisfare ogni gusto e aspettativa. Ma Easyweeks non si ferma qui. Ci sono infatti anche i Cammini, a partire da Santiago de Compostela, Cammino dei Fari e Rota Vicentina che, visto il grande riscontro degli scorsi anni, saranno riproposti con tante nuove idee a partire dal 1° aprile 2024. «Torniamo inoltre con il Centro Sud America, in primis Messico, Colombia, Brasile, sempre con lo stesso claim Vivi l'essenza del mondo Easyweeks - conclude Gianna Forlastro -. E ancora Seychelles e Mauritius, isole sulle quali l'offerta non è basata su villaggi o singole sistemazioni, ma offre tour a partire da otto giorni, spostandosi in diverse isole e/o località selezionate, con l'opportunità di cogliere l'essenza attraverso escursioni guidate».","post_title":"Easyweeks festeggia i 13 anni di attività con tante nuove proposte","post_date":"2024-02-02T12:10:55+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1706875855000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460668","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_460669\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Da sinistra, Luigi Neri, Daniela Passeri, Lidia Rescigno e Franco Coppini[/caption]\r\n\r\nMezzo di secolo di storia. Fondata nel febbraio 1974, Space Hotels compie proprio in questi giorni il suo cinquantesimo compleanno. E lo festeggia con numeri in crescita, forte di un +36,5% registrato nel 2023 rispetto ai 12 mesi precedenti. I paesi chiave, che hanno contribuito in modo significativo a questo successo, includono non solo l'Italia, da sempre il  mercato principale, ma anche Stati Uniti, Germania, Francia, Regno Unito e la Spagna.\r\n\r\nNel panorama delle destinazioni italiane, Roma, Milano e Torino risultano le mete di eccellenza per gli individuali. Per quanto riguarda gli eventi mice, invece, Roma continua a dominare la scena. Il gruppo ha registrato anche un notevole incremento nella domanda da parte dei gruppi turistici con un'elevata capacità di spesa, nonché da parte del segmento business travel. Nel corso del 2023 infine, la compagnia ha ampliato la sua rete affiliando a Roma il Borghese Contemporary Hotel e a Ragusa il Relais Chiaramonte.\r\n\r\n“Il 2023 è stato un anno di trionfo e consolidamento per noi: un periodo in cui abbiamo superato le aspettative, continuando a costruire su un'eredità di 50 anni\", sottolinea il presidente, Franco Coppini. Space Hotels sarà presente alla Bit di Milano, in programma dal 4 al 6 febbraio, presso lo stand C110 del padiglione 3. Vi si potranno incontrare lo stesso presidente Coppini, nonché il direttore generale Lidia Rescigno, il direttore marketing Daniela Passeri, il vice presidente Luigi Neri e alcune delle responsabili vendite.","post_title":"Space Hotels festeggia i 50 anni con un numeri in crescita","post_date":"2024-02-02T11:12:59+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":["nofascione"],"post_tag_name":["nofascione"]},"sort":[1706872379000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460105","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si chiama Falk Travel il nuovo tour operator creato dal gruppo Falkensteiner in collaborazione con Dietmar Gunz, già fondatore e managing director del terzo operatore tedesco Fti Touristik. Il to prende le mosse dalla sussidiaria del gruppo austro-alto atesino Traveleague, di cui cui lo stesso Gunz ha appena acquisito il 37% delle quote. Un ulteriore 40% è andato invece ad Alexej Boiko della società It Ets International di Norimberga. I fondatori di Traveleague Erich e Andreas Falkensteiner, nonché Giovanni Cocco e Andreas Arquin, rimarranno infine nel board come azionisti.\r\n\r\nIl nuovo to si rivolgerà in particolare al mercato tedesco, austriaco e svizzero, ma esiste già una versione del suo portale in italiano. Con sede a Basilea, in Svizzera, l'operatore punterà come prevedibile sulle 33 strutture presenti nel portfolio Falkensteiner, nonché sui servizi della dmc di casa Falk Tours, attiva in Italia, Croazia, Repubblica Ceca, Polonia, Ungheria e nelle stesse Germania e Austria. A ciò si aggiungeranno le attività della Rocket Dms, fondata dalla holding della famiglia Gunz, Temple Tree Investment, presente in Turchia, Egitto, Tunisia, alle Canarie e in Uzbekistan, con altri uffici in pipeline in Qatar, Arabia Saudita e Grecia. Sia Falk Tours, sia Rocket Dmc continueranno a operare in maniera indipendente. Giovanni Cocco e Andreas Arquin lasceranno invece i loro precedenti incarichi manageriali in Traveleague, per concentrarsi sulla direzione di Falk Tours.","post_title":"Il gruppo Falkensteiner dà il via al nuovo to Falk Travel","post_date":"2024-01-25T12:00:32+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1706184032000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"459553","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Dal 24 al 28 gennaio Noleggiare, azienda specializzata nel noleggio a breve, medio e lungo termine, sarà presente alla fiera Fitur di Madrid, presso il Pad. 4, Stand 4C16.\r\n\r\n«Abbiamo deciso di presenziare a questo importante appuntamento per proporre alcune delle nostre ultime novità come, per esempio, le nuove sedi operative recentemente inaugurate presso la stazione ferroviaria di Verona e quella inserita all’interno dell’aeroporto di Trevis», afferma Franco Tomasi, ad di Noleggiare.\r\n\r\n«I principali mercati che utilizzano i nostri servizi sono per un 50% quello domestico e per il restante 50% quello internazionale, del quale fa parte, appunto, la Spagna. Realtà che intercetteremo in occasione di Fitur grazie ad una fitta rete di appuntamenti che stiamo completando proprio in questi giorni”, prosegue Franco Tomasi.\r\n\r\nIn occasione della manifestazione fieristica, Noleggiare presenterà le oltre 50 filiali capillarmente distribuite lungo lo Stivale, presenti in località quali Milano, Roma, Palermo, Napoli, Genova, Torino, Catania, Brindisi, Alghero, Verona e Treviso, solo per citarne alcune.\r\n\r\nIn occasione di Fitur, è stata elaborata un promo speciale che prevede uno sconto del 20% usufruibile per tutto il 2024 e disponibile a questo link.\r\n\r\n ","post_title":"Noleggiare sarà presente alla Fitur di Madrid dal 24 al 28 gennaio","post_date":"2024-01-17T10:38:24+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1705487904000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti