23 July 2024

Tornano gli eventi mice all’estero: a Dubai il meeting distributori di Vorwerk firmato Gattinoni

[ 0 ]

Torna la domanda per eventi e incentive in giro per il mondo. Lo dimostra il caso della multinazionale tedesca Vorwerk, top player nella distribuzione diretta di prodotti per la casa, che si è affidata a Gattinoni Mice per l’organizzazione dell’annuale Distributor conference meeting & incentive: dall’ideazione del concept 2GoBeyond allo scouting della location, fino alla gestione della parte tecnica e logistica. L’evento si è svolto dal 4 al 9 ottobre scorso a Dubai e ha coinvolto oltre 70 distributori provenienti da ogni parte del mondo, che si sono ritrovati nell’esclusivo hotel Mandarin Oriental Jumeirah.

I primi giorni sono stati dedicati a meeting, conferenze e breakout, scanditi da cene speciali in giro per la città. Terminata la fase istituzionale, i migliori distributori sono giunti ad Abu Dhabi per partecipare a un incentive super esclusivo, che è iniziato con un team building adrenalinico presso il circuito F1 Yas Marina circuit, a bordo di Aston Martin e Ferrari. In serata si sono recati presso l’Hakkasan, rinomato ristorante stellato situato presso l’Emirate Palace. Nei giorni seguenti, il programma ha quindi previsto la visita al Louvre, al palazzo reale Qasr Al Watan e alla Gran Moschea dello sceicco Zayed. Il viaggio è terminato con un pranzo tipico emiratino presso il Sheikh Mohammed Bin Rashid Al Maktoum centre for cultural understanding.

L’evento è stato organizzato e realizzato da un team dedicato composto da direttore creativo Samuele Rasola, dall’account manager Enzo Vitale, dalla producer Augusta Franzè, dall’art director Adriano Colombo, dall’operativo Laura Zuccotti, e dalla programmazione Francesca Rossoni.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471956 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_465560" align="alignleft" width="300"] Elisa Presutti[/caption] Gattinoni Events, divisione del Gruppo Gattinoni, annuncia il buon andamento del primo semestre dell’anno realizzando, da gennaio a giugno 2024, un aumento del 12% del fatturato rispetto allo stesso periodo dello scorso anno; il dato assume un valore ancora maggiore considerando il 2023 un anno record, con crescita complessiva pari a 71,8% rispetto al 2022. L’obiettivo economico della business unit per il 2024 è di consolidare i numeri straordinari del 2023. A conclusione del primo semestre 2024, i risultati raggiunti e le attività prospect in corso, inducono ottimismo nel raggiungimento del target. La marginalità è in crescita come da business plan triennale. La business unit Gattinoni Events nutre un altro traguardo ambizioso, prefiggendosi di valorizzare l’intero staff – attualmente circa 100 persone – come massimo bene intangibile. Se i risultati economici sono così soddisfacenti è anche, e soprattutto, merito della coesione, della motivazione e del senso di appartenenza. Nel 2024 si afferma l’orientamento di Gattinoni Events verso i Grandi Eventi; il 50% del business è rappresentato da attività in grado di generare singolarmente oltre 1 milione di euro. Ogni area della business unit - dalla logistica da sempre trainante per l’organizzazione alla Live Communication, fino all’Healthcare – ha sposato infatti l’orientamento ai Grandi Eventi, raccogliendo la sfida che il mercato richiedeva. Soddisfazione Commenta Elisa Presutti, managing director Gattinoni Events: “Siamo soddisfatti della crescita registrata in questo semestre, realizzata grazie ai  frutti dei tanti investimenti, in risorse umane, tecnologia, creatività e commerciale. Il dato semestrale del +12% ci fa guardare con ottimismo al raggiungimento dell’obiettivo di fine anno, che prevede una crescita dei ricavi del 6,5% rispetto al 2023, anno in cui eravamo cresciuti in maniera straordinaria rispetto all’esercizio precedente. Oggi un nostro punto di forza è la reale sinergia fra i reparti; dallo storico e fondamentale ramo della Logistica, a quello della Live Communication, all’Healthcare che ha raggiunto risultati straordinari in un anno, con clienti di altissimo profilo e volumi più che raddoppiati". Ha contribuito con peso significativo il reparto Healthcare, che nel 2024 si è presentato molto scalabile, fermi restando i requisiti necessari di credibilità e autorevolezza. Il segmento farmaceutico in Gattinoni Events, estremamente specializzato, può contare su uno staff di 16 elementi, che nel 2023 ha più che raddoppiato il fatturato e che nel primo semestre del 2024 ha attratto grandi player. Il reparto Healthcare di Gattinoni Events ha una connotazione in linea con il posizionamento dell’agenzia: porta la creatività in questo ambiente legato a modalità più tradizionali. Il 50% degli eventi Pharma firmati da Gattinoni Events si basa proprio sull’originalità. La tecnologia mai potrà sostituire il capitale umano, bensì rappresenta un supporto indispensabile; in ambito software ottimizza la gestione della quotidianità, interna e dei clienti, e come strumento della Live Communication facilita la spettacolarizzazione.  Il 2024 vede farsi tangibile l’ampio tema della sostenibilità. A contatto con svariati rami dell’imprenditoria, Gattinoni Events è testimone di quanto sia cambiato l’atteggiamento delle aziende nei confronti della sostenibilità. Se fino all’anno scorso la tematica era circoscritta all’appeal del trend, alla percezione della necessità di adottare pratiche sostenibili soprattutto nella mobilità, nel 2024 le aziende la considerano una realtà. I clienti chiedono di muoversi in modo massiccio e la business unit lascia presagire novità cospicue nel prossimo semestre. Dalla certificazione ISO 20121 all’organizzazione di eventi completamente green, in destinazioni scandinave, in cui la sensibilità nei confronti dell’ambiente è di tipo culturale.     [post_title] => Gattinoni Events: fatturato in crescita del 12% durante il primo semestre [post_date] => 2024-07-22T12:31:19+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721651479000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471931 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Partirà a ottobre 2024 la quarta edizione di Sensory Academy Management, che quest'anno beneficerà anche di una collaborazione con il Sole 24 Ore Formazione: il progetto formativo, ideato da Sara Abdel Masih (già presidente dell'Associazione direttori d'albergo Lombardia), è nato dalle suggestioni del mondo dell’hospitality del lusso ma è stato pensato per chi opera in tutti i settori di attività. Il programma, destinato a un gruppo di 20, massimo 25 persone,  si declina quest'anno in tre appuntamenti organizzati a Milano e a Dubai. La prima tappa, dal 12 al 13 ottobre, si svolgerà quindi nel Four Seasons del capoluogo lombardo: i partecipanti lavoreranno su introduzione e orientamento al lusso e su acume sensoriale e comunicazione strategica. A Dubai dal 10 al 14 novembre 2024, gli iscritti vivranno invece un’esperienza in un ambiente esclusivo e stimolante. Il programma prevede un esercizio sensoriale e una visual experience presso la struttura che accoglie il gruppo; una morning mindfulness e al termine delle giornate il sunset meeting, il momento della raccolta delle suggestioni emerse durante l’esperienza svolto all’aperto, con i colori del tramonto; e ancora l'olfactory experience e un tour presso l'Atlantis The Royal, il Jumeirah Al Qasr hotel, il Bulgari hotel e l'Armani hotel. Accanto a Sara Abdel Masih in tutti gli appuntamenti si alterneranno docenti e formatori con un solido background professionale e un approccio personale distintivo. Tra loro, Stefano Barni, head of visual merchandising and creativity di Tod’s, ed Enrico Galletti, giornalista di Rtl 102.5 e collaboratore del Corriere della Sera e di Forbes. Il terzo incontro è infine organizzato in partnership con il Sole 24 Ore Formazione e si svolgerà presso la sede del quotidiano a Milano. Le giornate del 13 e 14 dicembre 2024, aperte anche a chi non partecipa all'intero percorso, avranno la formula del bootcamp con sessioni interattive, case study, attività pratiche e simulazioni dedicate specificatamente alle tematiche della programmazione neuro-linguistica (pnl). Il focus comprenderà le tecniche sensoriali nel management e l'applicazione avanzata della pnl con la loro capacità di potenziare le competenze comunicative, gestionali e di leadership, migliorando la comprensione delle dinamiche interpersonali e l'influenza positiva sui team di lavoro. Al termine delle due giornate ai partecipanti sarà rilasciata una certificazione che attesta l’acquisizione di competenze avanzate in tecniche sensoriali e pnl. Le iscrizioni sono subordinate a un primo colloquio durante il quale gli interessati raccolgono informazioni e il team di Sensory Academy Management valuta attitudine e interesse al percorso. I primi dieci iscritti potranno beneficiare di una tariffa speciale early booking. “La Sensory Academy Management non è solo un percorso formativo ma un intenso viaggio sensoriale e personale - spiega la stessa Sara Abdel Masih -. Fin dal suo esordio abbiamo voluto offrire un paradigma davvero innovativo e realmente capace di rispondere alle rinnovate esigenze del mondo del lavoro. Con questa nuova edizione il nostro obiettivo è fornire ai partecipanti gli strumenti necessari per sviluppare una maggiore acutezza sensoriale. Vogliamo consentire a chi partecipa al nostro percorso di percepire con maggiore consapevolezza tutte le sfumature dell'ambiente e le sfaccettature dei comportamenti umani”. [post_title] => Tre tappe per la Sensory Academy Management 2024. Ci sarà anche il Sole 24 Ore Formazione [post_date] => 2024-07-22T12:03:34+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721649814000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471920 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Saudia chiude in positivo il primo semestre 2024, con 16,3 milioni di passeggeri trasportati pari ad una crescita del 19% rispetto allo stesso periodo del 2023. Questa crescita è stata sostenuta dall'operatività di oltre 94.300 voli, per un incremento dell'11%.  Sul network internazionale la compagnia di bandiera dell'Arabia Saudita ha registrato oltre 9,1 milioni di viaggiatori, con un aumento del 24% rispetto all'anno precedente, e ha effettuato 42.000 voli, +13% rispetto allo stesso periodo del 2023. A livello nazionale, Saudia ha servito più di 7,2 milioni di ospiti, con un aumento del 14%. Intanto, il gruppo Saudia ha siglato un ordine con la tedesca Lilium per l'acquisto di 100 navette volanti completamente elettriche, ancora in fase di sviluppo. L'accordo include un ordine fermo per 50 jet elettrici a decollo e atterraggio verticale (eVtol) di Lilium, più un'opzione per altri 50. Le prime navette, che hanno da quattro a sei posti e sono progettate per sostituire i viaggi su strada o i brevi spostamenti in aereo o in elicottero, dovrebbero entrare a far parte della flotta di Saudia nel 2026. L'utilizzo di questi nuovi velivoli migliorerà la connettività, con collegamenti di prima e ultima tratta senza soluzione di continuità negli hub regionali del Gruppo Saudia e nuovi collegamenti da città a città, come Jeddah a Makkah, che dovrebbero ridurre i tempi di viaggio regionali fino al 90%. «Questi jet supporteranno i pellegrinaggi Hajj e Umrah, offriranno un accesso più rapido ai principali eventi sportivi e di intrattenimento a Riyadh e apriranno nuove possibilità per esplorare destinazioni turistiche difficili da raggiungere in tutto il Regno - spiega una nota del vettore -. Inoltre, i viaggiatori d'affari che partecipano a conferenze ed eventi beneficeranno di un accesso migliore e di un trasporto più rapido». Le operazioni saranno gestite e condotte da Saudia Private, una consociata di Saudia Group. Il Lilium Jet sarà dotato di ampie cabine premium con capacità fino a sei passeggeri più i bagagli. [post_title] => Saudia: +24% i passeggeri internazionali del semestre. Mega ordine a Lilium per 100 eVtol [post_date] => 2024-07-22T10:54:48+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721645688000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471889 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Più 3%: questa la stima di aumento delle consegne di velivoli nei prossimi 20 anni in casa Boeing, che cita la piena ripresa del trasporto aereo e il superamento della domanda pre-pandemia. Le compagnie aeree richiederanno quasi 44.000 nuovi aeromobili commerciali entro il 2043. Sono i dati salienti che la casa costruttrice di Seattle evidenzia nel recente Commercial Market Outlook, pubblicato in vista del Farnborough International Airshow, che prevede anche che i mercati emergenti e la domanda globale di aerei a corridoio singolo rimarranno i principali motori di crescita per il settore. La domanda di viaggi aerei continua a superare la crescita economica in un mondo sempre più connesso. Quattro anni dopo che la pandemia ha messo a terra la maggior parte della flotta mondiale, la crescita del traffico aereo è tornata alla tendenza a lungo termine prevista da Boeing 20 anni fa. Rispetto al 2023, il traffico aereo passeggeri aumenterà in media del 4,7% all'anno nei prossimi due decenni, secondo l'Ocm. «Questa è un'epoca impegnativa e stimolante per l'aviazione. Il ritorno a una crescita del traffico più tipica dimostra la capacità di recupero del nostro settore, anche se tutti noi lavoriamo con le continue limitazioni della catena di approvvigionamento e della produzione e con altre sfide globali», ha dichiarato Brad McMullen, vicepresidente senior di commercial sales and marketing Boeing. La tariffa media globale delle compagnie aeree è circa la stessa di 20 anni fa, anche se i prezzi al consumo sono raddoppiati, mentre il numero di rotte globali servite dalle compagnie aeree commerciali è tornato ai livelli del 2019, anche se quasi il 20% di queste sono nuove. Il traffico passeggeri dell'Asia meridionale aumenterà del 7,4%, seguito da quello del Sud-est asiatico (7,2%) e dell'Africa (6,4%), in quanto i mercati emergenti torneranno a registrare i trend di crescita storici nel periodo di previsione. Secondo le proiezioni, l'Eurasia sarà in testa a tutti i mercati con il maggior numero di consegne di aeromobili (22% del totale), seguita da Nord America (20%) e Cina (20%). Gli aerei a corridoio singolo costituiranno il 71% della flotta del 2043, dopo 33.380 nuove consegne, e serviranno con versatilità le rotte di breve e medio raggio. La flotta globale di widebody sarà più che raddoppiata, con i twin-aisle che costituiranno il 44% della flotta del Medio Oriente.   [post_title] => Boeing traccia la crescita dei prossimi 20 anni: serviranno 44.000 nuovi velivoli nel 2043 [post_date] => 2024-07-22T09:47:08+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721641628000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471869 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Buone notizie dal turismo scolastico che è tornato a livelli pre-pandemici, addirittura superando il 2019, ma sono in calo le esperienze naturalistiche a causa delle condizioni meteorologiche imprevedibili. L'indagine "Turismo scolastico, strumenti e prodotti di supporto alla didattica: dati e tendenze degli istituti scolastici italiani" 2023/2024, condotta da Didatour (www.didatour.it), piattaforma online del Gruppo La Fabbrica dedicata al mondo della scuola, ha coinvolto insegnanti di ogni ordine e grado in tutta Italia, rivelando un aumento significativo delle uscite didattiche e dei viaggi d'istruzione. Rispetto allo scorso anno scolastico, aumentano le mete artistiche e culturali, che vengono scelte dal 49% delle scuole primarie, dal 77% delle secondarie di primo grado e dal 59% delle secondarie di secondo grado. Anche nell'anno scolastico 2023/2024, per le gite di più giorni, docenti e studenti preferiscono l'Italia (43% contro l'11% delle mete estere). Le città più visitate sono Firenze, Napoli e Roma seguite da Trieste, Venezia, Milano, Perugia e Torino. Per i viaggi di più giorni i requisiti più importanti per i docenti sono: l'accessibilità dei luoghi, le proposte di attività per studenti con bisogni educativi apeciali, la possibilità di svolgere attività in lingua inglese e l'utilizzo di strumenti digitali durante l'esperienza. La maggioranza degli studenti (69%) spende intorno ai 300 euro per soggiorni di due giorni in su. [post_title] => Grande ripresa del turismo scolastico che supera i numeri del 2019 [post_date] => 2024-07-19T12:35:44+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721392544000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471858 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_444005" align="alignleft" width="300"] Carlo Sangalli[/caption] E' stato siglato un protocollo d'intesa fra Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio-Imprese per l’Italia, e da Oscar De Bona, presidente di Unaie (Unione nazionale delle associazioni degli immigrati e degli emigrati). L'accordo ha lo scopo di promuovere percorsi di analisi, sperimentazione e condivisione di strumenti con l’obiettivo di sviluppare un’offerta turistica in linea con le motivazioni di viaggio e di esperienza dei turisti delle radici, individuare forme di promozione efficaci, valorizzare le produzioni dei territori, in un’ottica di promozione del “Made in Italy”, e migliorare lo scambio di informazioni per favorire l’inserimento lavorativo, in Italia, degli italiani all’estero e degli italo-discendenti. Tra gli obiettivi previsti dal protocollo che ha durata triennale: mettere a sistema le competenze delle imprese del turismo, del commercio e dei servizi con quelle delle organizzazioni rappresentative delle comunità di italiani e italo-discendenti nel mondo; realizzare percorsi di aggiornamento sul tema delle radici culturali italiane nel mondo; condividere analisi e ricerche e sviluppare strumenti di supporto, come banche dati e piattaforme di incontro di domanda e offerta, per rafforzare le relazioni con le suddette comunità; favorire la collaborazione nella realizzazione di iniziative ed eventi a livello europeo, nazionale e locale; supportare congiuntamente proposte normative nazionali e regionali per lo sviluppo del turismo delle radici e dei rapporti con le comunità italiane all’estero. La programmazione, il monitoraggio e la valutazione di tutte le azioni previste dal Protocollo sono affidate ad un tavolo di coordinamento costituito da rappresentanti di Confcommercio e U [post_title] => Confcommercio, intesa con Unaie per valorizzare il turismo delle radici [post_date] => 2024-07-19T12:04:47+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721390687000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471796 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Da oltre 30 anni Ponant è sinonimo di viaggio per mare con stile, con sport e benessere sempre in primo piano grazie alla marina a poppa per esercitare varie attività acquatiche e agli Zodiac sempre a disposizione per visitare le spiagge o per navigazioni tra i ghiacciai. Il centro benessere e la spa, dotate dei prodotti dei più prestigiosi brand francesi, includono bagno turco, sauna, snow room e altro ancora. A bordo gli ospiti possono accedere per tutta la durata della crociera all’open bar e degustare una cucina gourmet grazie al primo ristorante in mare del celebre chef francese Alain Ducasse. In Italia Ponant è distribuito da Gioco Viaggi, che propone moltissime varietà di itinerari: da novembre 2024 a bordo dello yacht di lusso a tre alberi Le Ponant, membro Relais&Chateaux, si può per esempio riscoprire the finest way to travel sulla rotta verso le isole Sopravento e Saint Vincent e Grenadines, Tobago Cays, Santa Lucia, Guadalupa e Isole Vergini britanniche. Tra febbraio e aprile 2025 Ponant offre poi cinque itinerari tra Malesia, Micronesia e Papua Nuova Guinea. Sulla rotta Nuova Caledonia-Auckland-Cairns si potrà così far visita alle rovine della prigione di Kingston, patrimonio mondiale dell’Unesco, e scoprire le isole della Fedeltà legate alla cultura del popolo Kanak. Viaggiando tra la Papua Nuova Guinea e le isole Solomon si incontreranno i famosi scultori delle isole Ghizo e Njari, ma si esplorerà anche la regione dei tufi chiamata Scandinavia dei Tropici. La crociera alle isole Solomon e Micronesia offrirà quindi un’immersione in fondali marini unici, con la possibilità di visitare veri musei sottomarini sulla Seconda guerra mondiale, mentre la crociera dalla Nuova Caledonia alla Micronesia si svolgerà tra spiagge bianche, snorkeling e ancora immersioni. Si andrà infine alla scoperta di tradizioni secolari e una natura lussureggiante con la crociera tra le meraviglie della Melanesia: Papua Nuova Guinea, Vanuatu, le isole Solomon e Fiji. Per scoprire l’Asia, Ponant offre ben 26 crociere differenti, tra cui la Odissea Tropicale tra Nord-Est Australia e Indonesia. Da novembre a giugno, le Lofoten a nord-ovest della Norvegia saranno invece le protagoniste del sogno nordico. Sulle rotte Narvik-Bergen, Tromso-Tromso e Tromso-Kopenhagen si viaggerà tra i più suggestivi fiordi della Norvegia, vicino al Circolo polare artico. La spedizione polare, da Bergen verso Longyearbyen, è perciò un vero must e un’esperienza da vivere almeno una volta nella vita. Spirit of Ponant è infine il nuovo catamarano che ha debuttato a giugno in Corsica. Un’innovativa imbarcazione di 24 metri con sole sei lussuose cabine che per tutta l’estate prevederà itinerari di otto giorni/sette notti nel Mediterraneo per poi raggiungere le Seychelles nell’inverno 2025.                         [post_title] => Tutte le offerte Gioco Viaggi per una crociera firmata Ponant [post_date] => 2024-07-19T10:37:59+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721385479000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471795 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' un momento di particolare fermento per il gruppo Soges dopo la recente quotazione in Borsa. Sono infatti passati solo pochi giorni dall'annuncio della sigla del documento per l'acquisizione del toscano Park Hotel Chianti, il cui closing è stato peraltro posticipato al prossimo 30 settembre "a causa di un ritardo nella consegna di alcuni documenti da parte della proprietà", che la compagnia ha infatti già concluso un'altra compravendita in regione. Oggetto della transazione l'hotel Borgo di Cortefreda di Barberino Tavernelle, già gestito da Soges tramite il suo brand Place of Charme e di proprietà della società Immobiliare Chiostrini. L'operazione ha un valore complessivo poco sopra i 5,1 milioni di euro, la maggior parte dei quali finanziati da Intesa Sanpaolo. Borgo di Cortefreda è un 4 stelle immerso tra le colline del Chianti dotato di 55 camere, ristorante, bar, sale meeting per congressi ed eventi, piscina e spa. “Con il closing si è finalmente conclusa un’operazione avviata nel corso del 2021 e inserita nel piano di sviluppo del gruppo - spiega il fondatore e presidente di Soges, Paolo Galardi -. Proseguono così, in linea con la strategia e la tempistica delineata in sede di Ipo, le operazioni di acquisizione della società, che rafforzano la nostra posizione nel settore dell’ospitalità alberghiera e congressuale sotto l’egida del brand Place of Charme”.   [post_title] => Nuova operazione per Soges che acquisisce il Borgo di Cortefreda già gestito come Place of Charme [post_date] => 2024-07-19T10:04:52+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721383492000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471635 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Emirates ha inaugurato il nuovo Travel Store a Hong Kong, il primo nella regione dell'Asia orientale: primo passo di un progetto di vendita al dettaglio che si svilupperà in fasi successive in tutta l'area e nella rete globale della compagnia di Dubai. Situato nel Nexxus Building, l'ultimo concept store offre una gamma completa di servizi premium che comprendono prenotazioni di voli, emissione di biglietti e assistenza personalizzata ai clienti. «Questa città è sempre stata strategicamente importante per la compagnia e con il lancio del nostro primo travel store nel centro di Hong Kong, intendiamo offrire ai nostri clienti un'esperienza di travel retail elevata, e offrire meglio l'ospitalità di Emirates in ogni fase del customer journey - ha dichiarato Orhan Abbas, senior vice president, commercial operations -. In linea con la nostra promessa 'Fly Better', il travel store di Emirates combina la tecnologia avanzata con il servizio personalizzato fornito dai nostri consulenti di viaggio esperti, per garantire un'esperienza perfetta e arricchente per i passeggeri». Emirates opera attualmente 21 voli settimanali tra Hong Kong e Dubai. A sottolineare il suo impegno verso il mercato di Hong Kong, la compagnia aerea ha recentemente firmato un Memorandum of Understanding (MoU) con l'Hong Kong Tourism Board per incrementare il turismo inbound verso la città da diverse aree chiave in Europa e Medio Oriente. Inoltre, la rinnovata Emirates Lounge all'aeroporto internazionale di Hong Kong è stata riaperta ai passeggeri, mentre la copertura del servizio gratuito di Chauffeur-drive è stata estesa ai passeggeri di Business Class a Hong Kong, migliorando ulteriormente la loro esperienza di viaggio. [gallery ids="471637,471639,471640"] [post_title] => Emirates: taglio del nastro per un nuovo Travel Store a Hong Kong, primo in Asia orientale [post_date] => 2024-07-18T09:15:02+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721294102000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "tornano gli eventi mice gattinoni allestero organizzato a dubai il distributor conference meeting di vorwerk" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":107,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1554,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471956","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_465560\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Elisa Presutti[/caption]\r\n\r\nGattinoni Events, divisione del Gruppo Gattinoni, annuncia il buon andamento del primo semestre dell’anno realizzando, da gennaio a giugno 2024, un aumento del 12% del fatturato rispetto allo stesso periodo dello scorso anno; il dato assume un valore ancora maggiore considerando il 2023 un anno record, con crescita complessiva pari a 71,8% rispetto al 2022.\r\n\r\nL’obiettivo economico della business unit per il 2024 è di consolidare i numeri straordinari del 2023. A conclusione del primo semestre 2024, i risultati raggiunti e le attività prospect in corso, inducono ottimismo nel raggiungimento del target. La marginalità è in crescita come da business plan triennale.\r\n\r\nLa business unit Gattinoni Events nutre un altro traguardo ambizioso, prefiggendosi di valorizzare l’intero staff – attualmente circa 100 persone – come massimo bene intangibile. Se i risultati economici sono così soddisfacenti è anche, e soprattutto, merito della coesione, della motivazione e del senso di appartenenza.\r\n\r\nNel 2024 si afferma l’orientamento di Gattinoni Events verso i Grandi Eventi; il 50% del business è rappresentato da attività in grado di generare singolarmente oltre 1 milione di euro. Ogni area della business unit - dalla logistica da sempre trainante per l’organizzazione alla Live Communication, fino all’Healthcare – ha sposato infatti l’orientamento ai Grandi Eventi, raccogliendo la sfida che il mercato richiedeva.\r\nSoddisfazione\r\nCommenta Elisa Presutti, managing director Gattinoni Events: “Siamo soddisfatti della crescita registrata in questo semestre, realizzata grazie ai  frutti dei tanti investimenti, in risorse umane, tecnologia, creatività e commerciale. Il dato semestrale del +12% ci fa guardare con ottimismo al raggiungimento dell’obiettivo di fine anno, che prevede una crescita dei ricavi del 6,5% rispetto al 2023, anno in cui eravamo cresciuti in maniera straordinaria rispetto all’esercizio precedente. Oggi un nostro punto di forza è la reale sinergia fra i reparti; dallo storico e fondamentale ramo della Logistica, a quello della Live Communication, all’Healthcare che ha raggiunto risultati straordinari in un anno, con clienti di altissimo profilo e volumi più che raddoppiati\".\r\n\r\nHa contribuito con peso significativo il reparto Healthcare, che nel 2024 si è presentato molto scalabile, fermi restando i requisiti necessari di credibilità e autorevolezza. Il segmento farmaceutico in Gattinoni Events, estremamente specializzato, può contare su uno staff di 16 elementi, che nel 2023 ha più che raddoppiato il fatturato e che nel primo semestre del 2024 ha attratto grandi player. Il reparto Healthcare di Gattinoni Events ha una connotazione in linea con il posizionamento dell’agenzia: porta la creatività in questo ambiente legato a modalità più tradizionali. Il 50% degli eventi Pharma firmati da Gattinoni Events si basa proprio sull’originalità.\r\n\r\nLa tecnologia mai potrà sostituire il capitale umano, bensì rappresenta un supporto indispensabile; in ambito software ottimizza la gestione della quotidianità, interna e dei clienti, e come strumento della Live Communication facilita la spettacolarizzazione.\r\n\r\n Il 2024 vede farsi tangibile l’ampio tema della sostenibilità. A contatto con svariati rami dell’imprenditoria, Gattinoni Events è testimone di quanto sia cambiato l’atteggiamento delle aziende nei confronti della sostenibilità. Se fino all’anno scorso la tematica era circoscritta all’appeal del trend, alla percezione della necessità di adottare pratiche sostenibili soprattutto nella mobilità, nel 2024 le aziende la considerano una realtà. I clienti chiedono di muoversi in modo massiccio e la business unit lascia presagire novità cospicue nel prossimo semestre. Dalla certificazione ISO 20121 all’organizzazione di eventi completamente green, in destinazioni scandinave, in cui la sensibilità nei confronti dell’ambiente è di tipo culturale.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Gattinoni Events: fatturato in crescita del 12% durante il primo semestre","post_date":"2024-07-22T12:31:19+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1721651479000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471931","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Partirà a ottobre 2024 la quarta edizione di Sensory Academy Management, che quest'anno beneficerà anche di una collaborazione con il Sole 24 Ore Formazione: il progetto formativo, ideato da Sara Abdel Masih (già presidente dell'Associazione direttori d'albergo Lombardia), è nato dalle suggestioni del mondo dell’hospitality del lusso ma è stato pensato per chi opera in tutti i settori di attività. Il programma, destinato a un gruppo di 20, massimo 25 persone,  si declina quest'anno in tre appuntamenti organizzati a Milano e a Dubai. La prima tappa, dal 12 al 13 ottobre, si svolgerà quindi nel Four Seasons del capoluogo lombardo: i partecipanti lavoreranno su introduzione e orientamento al lusso e su acume sensoriale e comunicazione strategica.\r\n\r\nA Dubai dal 10 al 14 novembre 2024, gli iscritti vivranno invece un’esperienza in un ambiente esclusivo e stimolante. Il programma prevede un esercizio sensoriale e una visual experience presso la struttura che accoglie il gruppo; una morning mindfulness e al termine delle giornate il sunset meeting, il momento della raccolta delle suggestioni emerse durante l’esperienza svolto all’aperto, con i colori del tramonto; e ancora l'olfactory experience e un tour presso l'Atlantis The Royal, il Jumeirah Al Qasr hotel, il Bulgari hotel e l'Armani hotel. Accanto a Sara Abdel Masih in tutti gli appuntamenti si alterneranno docenti e formatori con un solido background professionale e un approccio personale distintivo. Tra loro, Stefano Barni, head of visual merchandising and creativity di Tod’s, ed Enrico Galletti, giornalista di Rtl 102.5 e collaboratore del Corriere della Sera e di Forbes.\r\n\r\nIl terzo incontro è infine organizzato in partnership con il Sole 24 Ore Formazione e si svolgerà presso la sede del quotidiano a Milano. Le giornate del 13 e 14 dicembre 2024, aperte anche a chi non partecipa all'intero percorso, avranno la formula del bootcamp con sessioni interattive, case study, attività pratiche e simulazioni dedicate specificatamente alle tematiche della programmazione neuro-linguistica (pnl). Il focus comprenderà le tecniche sensoriali nel management e l'applicazione avanzata della pnl con la loro capacità di potenziare le competenze comunicative, gestionali e di leadership, migliorando la comprensione delle dinamiche interpersonali e l'influenza positiva sui team di lavoro. Al termine delle due giornate ai partecipanti sarà rilasciata una certificazione che attesta l’acquisizione di competenze avanzate in tecniche sensoriali e pnl.\r\n\r\nLe iscrizioni sono subordinate a un primo colloquio durante il quale gli interessati raccolgono informazioni e il team di Sensory Academy Management valuta attitudine e interesse al percorso. I primi dieci iscritti potranno beneficiare di una tariffa speciale early booking. “La Sensory Academy Management non è solo un percorso formativo ma un intenso viaggio sensoriale e personale - spiega la stessa Sara Abdel Masih -. Fin dal suo esordio abbiamo voluto offrire un paradigma davvero innovativo e realmente capace di rispondere alle rinnovate esigenze del mondo del lavoro. Con questa nuova edizione il nostro obiettivo è fornire ai partecipanti gli strumenti necessari per sviluppare una maggiore acutezza sensoriale. Vogliamo consentire a chi partecipa al nostro percorso di percepire con maggiore consapevolezza tutte le sfumature dell'ambiente e le sfaccettature dei comportamenti umani”.","post_title":"Tre tappe per la Sensory Academy Management 2024. Ci sarà anche il Sole 24 Ore Formazione","post_date":"2024-07-22T12:03:34+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1721649814000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471920","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Saudia chiude in positivo il primo semestre 2024, con 16,3 milioni di passeggeri trasportati pari ad una crescita del 19% rispetto allo stesso periodo del 2023. Questa crescita è stata sostenuta dall'operatività di oltre 94.300 voli, per un incremento dell'11%. \r\n\r\nSul network internazionale la compagnia di bandiera dell'Arabia Saudita ha registrato oltre 9,1 milioni di viaggiatori, con un aumento del 24% rispetto all'anno precedente, e ha effettuato 42.000 voli, +13% rispetto allo stesso periodo del 2023. A livello nazionale, Saudia ha servito più di 7,2 milioni di ospiti, con un aumento del 14%.\r\n\r\nIntanto, il gruppo Saudia ha siglato un ordine con la tedesca Lilium per l'acquisto di 100 navette volanti completamente elettriche, ancora in fase di sviluppo.\r\nL'accordo include un ordine fermo per 50 jet elettrici a decollo e atterraggio verticale (eVtol) di Lilium, più un'opzione per altri 50.\r\nLe prime navette, che hanno da quattro a sei posti e sono progettate per sostituire i viaggi su strada o i brevi spostamenti in aereo o in elicottero, dovrebbero entrare a far parte della flotta di Saudia nel 2026.\r\n\r\nL'utilizzo di questi nuovi velivoli migliorerà la connettività, con collegamenti di prima e ultima tratta senza soluzione di continuità negli hub regionali del Gruppo Saudia e nuovi collegamenti da città a città, come Jeddah a Makkah, che dovrebbero ridurre i tempi di viaggio regionali fino al 90%. «Questi jet supporteranno i pellegrinaggi Hajj e Umrah, offriranno un accesso più rapido ai principali eventi sportivi e di intrattenimento a Riyadh e apriranno nuove possibilità per esplorare destinazioni turistiche difficili da raggiungere in tutto il Regno - spiega una nota del vettore -. Inoltre, i viaggiatori d'affari che partecipano a conferenze ed eventi beneficeranno di un accesso migliore e di un trasporto più rapido».\r\n\r\nLe operazioni saranno gestite e condotte da Saudia Private, una consociata di Saudia Group. Il Lilium Jet sarà dotato di ampie cabine premium con capacità fino a sei passeggeri più i bagagli.","post_title":"Saudia: +24% i passeggeri internazionali del semestre. Mega ordine a Lilium per 100 eVtol","post_date":"2024-07-22T10:54:48+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1721645688000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471889","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Più 3%: questa la stima di aumento delle consegne di velivoli nei prossimi 20 anni in casa Boeing, che cita la piena ripresa del trasporto aereo e il superamento della domanda pre-pandemia. Le compagnie aeree richiederanno quasi 44.000 nuovi aeromobili commerciali entro il 2043.\r\n\r\nSono i dati salienti che la casa costruttrice di Seattle evidenzia nel recente Commercial Market Outlook, pubblicato in vista del Farnborough International Airshow, che prevede anche che i mercati emergenti e la domanda globale di aerei a corridoio singolo rimarranno i principali motori di crescita per il settore.\r\n\r\nLa domanda di viaggi aerei continua a superare la crescita economica in un mondo sempre più connesso. Quattro anni dopo che la pandemia ha messo a terra la maggior parte della flotta mondiale, la crescita del traffico aereo è tornata alla tendenza a lungo termine prevista da Boeing 20 anni fa. Rispetto al 2023, il traffico aereo passeggeri aumenterà in media del 4,7% all'anno nei prossimi due decenni, secondo l'Ocm.\r\n\r\n«Questa è un'epoca impegnativa e stimolante per l'aviazione. Il ritorno a una crescita del traffico più tipica dimostra la capacità di recupero del nostro settore, anche se tutti noi lavoriamo con le continue limitazioni della catena di approvvigionamento e della produzione e con altre sfide globali», ha dichiarato Brad McMullen, vicepresidente senior di commercial sales and marketing Boeing.\r\n\r\nLa tariffa media globale delle compagnie aeree è circa la stessa di 20 anni fa, anche se i prezzi al consumo sono raddoppiati, mentre il numero di rotte globali servite dalle compagnie aeree commerciali è tornato ai livelli del 2019, anche se quasi il 20% di queste sono nuove.\r\n\r\nIl traffico passeggeri dell'Asia meridionale aumenterà del 7,4%, seguito da quello del Sud-est asiatico (7,2%) e dell'Africa (6,4%), in quanto i mercati emergenti torneranno a registrare i trend di crescita storici nel periodo di previsione.\r\nSecondo le proiezioni, l'Eurasia sarà in testa a tutti i mercati con il maggior numero di consegne di aeromobili (22% del totale), seguita da Nord America (20%) e Cina (20%).\r\n\r\nGli aerei a corridoio singolo costituiranno il 71% della flotta del 2043, dopo 33.380 nuove consegne, e serviranno con versatilità le rotte di breve e medio raggio.\r\nLa flotta globale di widebody sarà più che raddoppiata, con i twin-aisle che costituiranno il 44% della flotta del Medio Oriente.\r\n\r\n ","post_title":"Boeing traccia la crescita dei prossimi 20 anni: serviranno 44.000 nuovi velivoli nel 2043","post_date":"2024-07-22T09:47:08+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1721641628000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471869","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Buone notizie dal turismo scolastico che è tornato a livelli pre-pandemici, addirittura superando il 2019, ma sono in calo le esperienze naturalistiche a causa delle condizioni meteorologiche imprevedibili.\r\n\r\nL'indagine \"Turismo scolastico, strumenti e prodotti di supporto alla didattica: dati e tendenze degli istituti scolastici italiani\" 2023/2024, condotta da Didatour (www.didatour.it), piattaforma online del Gruppo La Fabbrica dedicata al mondo della scuola, ha coinvolto insegnanti di ogni ordine e grado in tutta Italia, rivelando un aumento significativo delle uscite didattiche e dei viaggi d'istruzione.\r\n\r\nRispetto allo scorso anno scolastico, aumentano le mete artistiche e culturali, che vengono scelte dal 49% delle scuole primarie, dal 77% delle secondarie di primo grado e dal 59% delle secondarie di secondo grado. Anche nell'anno scolastico 2023/2024, per le gite di più giorni, docenti e studenti preferiscono l'Italia (43% contro l'11% delle mete estere).\r\n\r\nLe città più visitate sono Firenze, Napoli e Roma seguite da Trieste, Venezia, Milano, Perugia e Torino. Per i viaggi di più giorni i requisiti più importanti per i docenti sono: l'accessibilità dei luoghi, le proposte di attività per studenti con bisogni educativi apeciali, la possibilità di svolgere attività in lingua inglese e l'utilizzo di strumenti digitali durante l'esperienza. La maggioranza degli studenti (69%) spende intorno ai 300 euro per soggiorni di due giorni in su.","post_title":"Grande ripresa del turismo scolastico che supera i numeri del 2019","post_date":"2024-07-19T12:35:44+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1721392544000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471858","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_444005\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Carlo Sangalli[/caption]\r\n\r\nE' stato siglato un protocollo d'intesa fra Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio-Imprese per l’Italia, e da Oscar De Bona, presidente di Unaie (Unione nazionale delle associazioni degli immigrati e degli emigrati).\r\n\r\nL'accordo ha lo scopo di promuovere percorsi di analisi, sperimentazione e condivisione di strumenti con l’obiettivo di sviluppare un’offerta turistica in linea con le motivazioni di viaggio e di esperienza dei turisti delle radici, individuare forme di promozione efficaci, valorizzare le produzioni dei territori, in un’ottica di promozione del “Made in Italy”, e migliorare lo scambio di informazioni per favorire l’inserimento lavorativo, in Italia, degli italiani all’estero e degli italo-discendenti.\r\n\r\nTra gli obiettivi previsti dal protocollo che ha durata triennale: mettere a sistema le competenze delle imprese del turismo, del commercio e dei servizi con quelle delle organizzazioni rappresentative delle comunità di italiani e italo-discendenti nel mondo; realizzare percorsi di aggiornamento sul tema delle radici culturali italiane nel mondo; condividere analisi e ricerche e sviluppare strumenti di supporto, come banche dati e piattaforme di incontro di domanda e offerta, per rafforzare le relazioni con le suddette comunità; favorire la collaborazione nella realizzazione di iniziative ed eventi a livello europeo, nazionale e locale; supportare congiuntamente proposte normative nazionali e regionali per lo sviluppo del turismo delle radici e dei rapporti con le comunità italiane all’estero.\r\n\r\nLa programmazione, il monitoraggio e la valutazione di tutte le azioni previste dal Protocollo sono affidate ad un tavolo di coordinamento costituito da rappresentanti di Confcommercio e U","post_title":"Confcommercio, intesa con Unaie per valorizzare il turismo delle radici","post_date":"2024-07-19T12:04:47+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1721390687000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471796","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Da oltre 30 anni Ponant è sinonimo di viaggio per mare con stile, con sport e benessere sempre in primo piano grazie alla marina a poppa per esercitare varie attività acquatiche e agli Zodiac sempre a disposizione per visitare le spiagge o per navigazioni tra i ghiacciai. Il centro benessere e la spa, dotate dei prodotti dei più prestigiosi brand francesi, includono bagno turco, sauna, snow room e altro ancora. A bordo gli ospiti possono accedere per tutta la durata della crociera all’open bar e degustare una cucina gourmet grazie al primo ristorante in mare del celebre chef francese Alain Ducasse.\r\n\r\nIn Italia Ponant è distribuito da Gioco Viaggi, che propone moltissime varietà di itinerari: da novembre 2024 a bordo dello yacht di lusso a tre alberi Le Ponant, membro Relais&Chateaux, si può per esempio riscoprire the finest way to travel sulla rotta verso le isole Sopravento e Saint Vincent e Grenadines, Tobago Cays, Santa Lucia, Guadalupa e Isole Vergini britanniche. Tra febbraio e aprile 2025 Ponant offre poi cinque itinerari tra Malesia, Micronesia e Papua Nuova Guinea. Sulla rotta Nuova Caledonia-Auckland-Cairns si potrà così far visita alle rovine della prigione di Kingston, patrimonio mondiale dell’Unesco, e scoprire le isole della Fedeltà legate alla cultura del popolo Kanak. Viaggiando tra la Papua Nuova Guinea e le isole Solomon si incontreranno i famosi scultori delle isole Ghizo e Njari, ma si esplorerà anche la regione dei tufi chiamata Scandinavia dei Tropici. La crociera alle isole Solomon e Micronesia offrirà quindi un’immersione in fondali marini unici, con la possibilità di visitare veri musei sottomarini sulla Seconda guerra mondiale, mentre la crociera dalla Nuova Caledonia alla Micronesia si svolgerà tra spiagge bianche, snorkeling e ancora immersioni. Si andrà infine alla scoperta di tradizioni secolari e una natura lussureggiante con la crociera tra le meraviglie della Melanesia: Papua Nuova Guinea, Vanuatu, le isole Solomon e Fiji.\r\n\r\nPer scoprire l’Asia, Ponant offre ben 26 crociere differenti, tra cui la Odissea Tropicale tra Nord-Est Australia e Indonesia. Da novembre a giugno, le Lofoten a nord-ovest della Norvegia saranno invece le protagoniste del sogno nordico. Sulle rotte Narvik-Bergen, Tromso-Tromso e Tromso-Kopenhagen si viaggerà tra i più suggestivi fiordi della Norvegia, vicino al Circolo polare artico.\r\nLa spedizione polare, da Bergen verso Longyearbyen, è perciò un vero must e un’esperienza da vivere almeno una volta nella vita.\r\n\r\nSpirit of Ponant è infine il nuovo catamarano che ha debuttato a giugno in Corsica. Un’innovativa imbarcazione di 24 metri con sole sei lussuose cabine che per tutta l’estate prevederà itinerari di otto giorni/sette notti nel Mediterraneo per poi raggiungere le Seychelles nell’inverno 2025.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Tutte le offerte Gioco Viaggi per una crociera firmata Ponant","post_date":"2024-07-19T10:37:59+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1721385479000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471795","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' un momento di particolare fermento per il gruppo Soges dopo la recente quotazione in Borsa. Sono infatti passati solo pochi giorni dall'annuncio della sigla del documento per l'acquisizione del toscano Park Hotel Chianti, il cui closing è stato peraltro posticipato al prossimo 30 settembre \"a causa di un ritardo nella consegna di alcuni documenti da parte della proprietà\", che la compagnia ha infatti già concluso un'altra compravendita in regione. Oggetto della transazione l'hotel Borgo di Cortefreda di Barberino Tavernelle, già gestito da Soges tramite il suo brand Place of Charme e di proprietà della società Immobiliare Chiostrini. L'operazione ha un valore complessivo poco sopra i 5,1 milioni di euro, la maggior parte dei quali finanziati da Intesa Sanpaolo.\r\n\r\nBorgo di Cortefreda è un 4 stelle immerso tra le colline del Chianti dotato di 55 camere, ristorante, bar, sale meeting per congressi ed eventi, piscina e spa. “Con il closing si è finalmente conclusa un’operazione avviata nel corso del 2021 e inserita nel piano di sviluppo del gruppo - spiega il fondatore e presidente di Soges, Paolo Galardi -. Proseguono così, in linea con la strategia e la tempistica delineata in sede di Ipo, le operazioni di acquisizione della società, che rafforzano la nostra posizione nel settore dell’ospitalità alberghiera e congressuale sotto l’egida del brand Place of Charme”.\r\n\r\n ","post_title":"Nuova operazione per Soges che acquisisce il Borgo di Cortefreda già gestito come Place of Charme","post_date":"2024-07-19T10:04:52+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1721383492000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471635","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Emirates ha inaugurato il nuovo Travel Store a Hong Kong, il primo nella regione dell'Asia orientale: primo passo di un progetto di vendita al dettaglio che si svilupperà in fasi successive in tutta l'area e nella rete globale della compagnia di Dubai.\r\n\r\nSituato nel Nexxus Building, l'ultimo concept store offre una gamma completa di servizi premium che comprendono prenotazioni di voli, emissione di biglietti e assistenza personalizzata ai clienti.\r\n\r\n«Questa città è sempre stata strategicamente importante per la compagnia e con il lancio del nostro primo travel store nel centro di Hong Kong, intendiamo offrire ai nostri clienti un'esperienza di travel retail elevata, e offrire meglio l'ospitalità di Emirates in ogni fase del customer journey - ha dichiarato Orhan Abbas, senior vice president, commercial operations -. In linea con la nostra promessa 'Fly Better', il travel store di Emirates combina la tecnologia avanzata con il servizio personalizzato fornito dai nostri consulenti di viaggio esperti, per garantire un'esperienza perfetta e arricchente per i passeggeri».\r\n\r\nEmirates opera attualmente 21 voli settimanali tra Hong Kong e Dubai. A sottolineare il suo impegno verso il mercato di Hong Kong, la compagnia aerea ha recentemente firmato un Memorandum of Understanding (MoU) con l'Hong Kong Tourism Board per incrementare il turismo inbound verso la città da diverse aree chiave in Europa e Medio Oriente. Inoltre, la rinnovata Emirates Lounge all'aeroporto internazionale di Hong Kong è stata riaperta ai passeggeri, mentre la copertura del servizio gratuito di Chauffeur-drive è stata estesa ai passeggeri di Business Class a Hong Kong, migliorando ulteriormente la loro esperienza di viaggio.\r\n\r\n[gallery ids=\"471637,471639,471640\"]","post_title":"Emirates: taglio del nastro per un nuovo Travel Store a Hong Kong, primo in Asia orientale","post_date":"2024-07-18T09:15:02+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1721294102000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti