24 February 2024

I parchi permanenti si rivolgono all’Europa per concorrenza sleale

[ 0 ]

Il presidente dell’associazione, Luciano Pareschi

L’associazione Parchi permanenti italiani – Federturismo Confindustria si è appellata nei giorni scorsi alla Commissione Europea e ha promosso un’interrogazione parlamentare per valutare la legittimità della normativa italiana che regola i sistemi di biglietteria automatizzata, alla luce della disciplina sulla libera concorrenza nel mercato interno dell’Unione.

 
Normativa che, secondo stime al ribasso, genererebbe ogni anno perdite per 15 milioni di euro in termini di mancati introiti da biglietteria, per un danno totale di oltre 100 milioni di euro, considerando anche i ricavi ancillari, legati ad esempio alla ristorazione e al merchandising, a favore dei parchi negli altri paesi europei.

Maurizio Crisanti, segretario nazionale dell’Associazione

Maurizio Crisanti, segretario nazionale dell’associazione Parchi Permanenti Italiani, dichiara: “Si tratta di una normativa senza eguali in Europa che deve essere sottoposta a una profonda semplificazione. Impone vincoli tecnici e formali tali da rendere di fatto impossibile ai parchi italiani la distribuzione dei biglietti sulle piattaforme e-commerce internazionali, alcune delle quali vendono oltre 120 milioni di biglietti di parchi nel mondo ogni anno. Oltre ai mancati introiti, rileviamo un danno competitivo, perché i parchi degli altri paesi europei possono avvalersi di questo canale distributivo. Non è quindi possibile competere a parità di condizioni con le imprese degli altri Stati membri”.

Il problema è noto ed è stato segnalato all’Agenzia delle Entrate: tra le norme più restrittive, il limite di 10 biglietti per singola transazione online e l’obbligo di certificare l’intero processo di vendita attraverso il sistema “opt-in”, ovvero l’inserimento di un codice ricevuto via SMS per confermare l’acquisto, che, oltre a limitare le potenzialità di vendita, offre una pessima esperienza di acquisto.
“Sarà interessante conoscere le valutazioni della Commissione, chiamata a esprimersi entro sei settimane – aggiunge il presidente dell’associazione, Luciano Pareschi – soprattutto in riferimento all’impossibilità per i parchi italiani di competere in Europa. Il nostro è un paese a vocazione turistica: ci sono parchi con oltre il 30% di clientela straniera che è abituata ad acquistare i biglietti online prima della partenza sulle piattaforme e-commerce. Tra inflazione, tassi di interesse alle stelle e continui investimenti in innovazione, l’industria italiana dei parchi non può essere penalizzata nelle sue potenzialità di crescita”.
Con l’interrogazione parlamentare si vuole stimolare le istituzioni italiane ad affrontare finalmente in modo oggettivo i limiti di una normativa secondaria, nata per limitare il fenomeno del secondary ticketing, ed erroneamente applicata anche al settore dei parchi, che non è soggetto a bagarinaggio e rivendita a prezzo maggiorato. Una disciplina che al momento ha l’unico effetto di limitare le vendite e i flussi di ospiti stranieri nei parchi divertimento italiani.
Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462136 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tradizione da una parte e sguardo rivolto al futuro dall'altra: lo Jutland, penisola della Danimarca, è una terra da vivere in famiglia e praticando diversi sport. Un luogo dove immergersi nella bellezza della natura e in quella dell’arte, lasciandosi conquistare dall’offerta gastronomica. E, soprattutto, l’angolo di mondo ideale per scoprire la “hygge”: quel sentimento di calorosa accoglienza, sicurezza e comodità tipicamente danese che spinge a trovare la felicità nelle piccole cose. Tante le connessioni con l’Italia, operate da Sas, easyJet e Ryanair: i voli raggiungono Copenhagen, ma anche lo Jutland. Molteplici le attività sportive all’aperto, che diventano un momento di incontro. Quest'anno sará la città di Brønderslev ad ospitare la maratona Royal Run, mentre Skagen ha voluto rinnovare il museo marittimo Maskinrummet e Saeby celebra con vivaci festeggiamenti i suoi 500 anni di storia. Si svolgerà poi davanti a 150mila spettatori del Danish Air Show ospitato dalla base aerea di Aalborg. La regione è scarsamente urbanizzata, ideale per praticare kayak, ciclismo, passeggiate, equitazione, bird-watching, nuoto, pesca. Ma anche per ammirare l'onda di sabbia in costante movimento di Råbjerg Mile, che ogni anno si sposta di 15 metri verso nord-est. O assistere allo scontro tra le acque di due mari che si incontrano sulla punta dello Jutland. Il Nordyjlland, il nord dello Jutland è anche una meta amata per i city-break e la tanto attuale street art, riccamente testimoniata sui palazzi di Skagen e Alborg, quest'ultima nota per le innovative strutture architettoniche e gli spazi dedicati all'arte come il museo Kunsten, il centro culturale Utzon, e il Musikken Hus. Grande poi, il fascino di Skagen, la città più settentrionale della Danimarca e, quindi, quella con il più alto indice di luminosità. Con la sua atmosfera bohémien, le spiagge infinite e i siti naturali unici, ha attirato l'interesse di artisti internazionali e degli impressionisti danesi: sono ben 1800 le loro opere esposte nel museo della città. Le famiglie e gli amanti delle escursioni all’aria aperta - a piedi o in bicicletta - potranno poi raggiungere il Kystlandet, la cosa orientale dello Jutland, che si stende per 266 km e offre ben 25 spiagge: i bambini resteranno affascinati dal Giardino Ecologico di Odder - una graziosa cittadina affacciata sul fiume e dal fascino danese - dal "Safari delle alghe" organizzato sull’isola di Endelave e dai tanti parchi giochi attrezzati. Incantevoli le piccole città come Juelsminde con il suo bellissimo porto o Horsens, crocevia tra Europa e Scandinavia, dove vivere un’esperienza alternativa visitando FÆNGSLET - Il Museo della Prigione: il più grande museo carcerario d'Europa.   [post_title] => Danimarca: ecco lo Jutland fra tradizioni, natura e street art [post_date] => 2024-02-23T09:30:27+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708680627000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462018 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Aumento di capitale e nuovo socio per Terme di Chianciano che entra in questo modo nella fase due del suo programma di rilancio. Il fondo Salvaguardia Imprese, promosso dal ministero delle Imprese e del made in Italy e gestito da Invitalia, è infatti da poco entrato nel capitale sociale di Terme di Chianciano, nell’ambito del piano di risanamento della società, a fianco dell’azionista Terme Italia che ha lavorato per due anni alla ristrutturazione dell’azienda. L'operazione è stata accompagna da un aumento di capitale per circa 6 milioni di euro, di cui circa 3,1 milioni immessi da parte di Terme Italia e 2,9 milioni da parte di Invitalia. I nuovi fondi saranno destinati, in parte, alla chiusura del concordato in continuità omologato a luglio 2023 e per oltre 3 milioni di euro alla riqualificazione dei complessi. Terme di Chianciano ha potuto inoltre beneficiare della misura destinata anche ai marchi storici, in quanto è stato classificato Marchio storico nazionale, grazie anche al lavoro del nuovo azionista Terme Italia. Il disegno di sviluppo futuro del complesso toscano presta particolare attenzione alla filiera di produzione e distribuzione nazionale delle sue acque, allo sviluppo dell’attività leisure e alla razionalizzazione dell’offerta sanitaria integrata, anche grazie all’acquisto del ramo di azienda ex-Upmc. [post_title] => Invitalia nuovo socio di Terme di Chianciano: aumento di capitale per 6 mln [post_date] => 2024-02-22T10:33:43+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708598023000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461694 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si rafforza la collaborazione tra MySunSea tour operator e l’aeroporto Luigi Ridolfi di Forlì. «Lo scalo ha iniziato a operare una serie di collegamenti da Forlì, grazie alla charterizzazione di aeromobili Air Mediterranean – spiega Rosita Angelini, ceo dell'operatore emiliano –, con cui effettueremo molte operazioni congiunte e la garanzia di una partnership affidabile e consolidata». Per il 2024, MySunSea torna inoltre a stampare un catalogo cartaceo, che sarà distribuito direttamente nelle agenzie con visite commerciali mirate e con quattro eventi in Emilia Romagna, a Imola, Cesena, Forlì e Rimini, dal 20 al 23 febbraio in collaborazione con l’aeroporto (programma richiedibile scrivendo a info@mysunsea.net). «Per la summer 2024 possiamo contare su un’ampia proposta di Mediterraneo - prosegue Angelini -. Ci saranno voli su tutte le isole ioniche, Zante, Cefalonia, Lefkada e Corfù, e anche sulla meravigliosa Karpathos, nel Dodecaneso. Voli previsti da Forlì, Verona e Venezia. L'altra protagonista della nostra estate sarà, come sempre, Lampedusa, disponibile con una vasta proposta di alloggi e servizi aggiuntivi per rendere la permanenza sulla piccola isola indimenticabile. Lampedusa si raggiunge da Forlì, Bologna, Bergamo, Verona e Venezia, nella stagionalità giugno-ottobre. Sempre per il 2024 proponiamo anche due novità di prodotto: Pantelleria, isola che raggiungeremo con voli da Bologna, Bergamo e Verona, tutti i sabati e un tour del Marocco con partenze garantite minimo 2 in lingua italiana, abbinabili ai voli low cost prenotabili sul nostro sito». Il to ha lavorato inoltre sul prezzo fisso per i pacchetti MySunSea con volo charter e land arrangement garantito, per non essere in balia delle impennate dei prezzi dei pacchetti dinamici. «Vorrei concludere segnalando la promozione Black February, già proposta nel 2023, con un ottimo gradimento da parte del mercato che, sia su Lampedusa sia sulle isole greche, propone un interessante due per uno sul segmento di prodotto dedicato alle case vacanza, in date prestabilite con partenze da tutti gli aeroporti».   [post_title] => MySunSea to cresce sullo scalo di Forlì e lancia le novità Pantelleria e tour del Marocco [post_date] => 2024-02-16T12:34:24+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708086864000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461645 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' in arrivo il primo bus totalmente elettrico del Parco nazionale delle Cinque Terre. Il mezzo, realizzato nell’ambito del bando “Parchi per il Clima” del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, andrà ad arricchire il servizio di collegamento interno ai borghi, offrendo a residenti e visitatori l’esperienza di muoversi ad impatto 0. Si tratta di un bus a propulsione elettrica di ultima generazione, con 30 posti e una autonomia di 200 km, che sarà utilizzato a Corniglia dal gestore del trasporto pubblico locale per il servizio di trasporto dalla stazione ferroviaria al borgo. Il parco e l’area marina protetta sono impegnati in progetti di mobilità sostenibile ed efficientamento energetico per la mitigazione e l'adattamento ai cambiamenti climatici, inseriti nell'ambito dei programmi promossi dal Ministero dell'Ambiente, come appunto Parchi per il Clima avviato dal 2019. «Emissioni 0 è un traguardo possibile da raggiungere con tutti i mezzi.  – commenta la Presidente del Parco, Donatella Bianchi - Ogni anno migliaia di persone raggiungono e si spostano sul nostro territorio creando impatti che possiamo contribuire a ridurre attraverso l’impiego di energie pulite nel trasporto pubblico collettivo. Il nuovo bus del Parco 100% elettrico – aggiunge Bianchi - è completamente personalizzato per comunicare con immediatezza la relazione tra la protezione della natura e l’impegno nella riduzione delle emissioni, un obiettivo comune da sostenere attraverso investimenti in ricerca e innovazione e al contempo con le nostre scelte quotidiane in tema di mobilità».   [post_title] => Parco Cinque Terre più green, arriva il primo bus 100% elettrico [post_date] => 2024-02-16T10:16:27+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708078587000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461649 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => EDreams Odigeo e Travelport hanno ampliato la loro partnership strategica segnando una tappa significativa nell'evoluzione e nell'adozione globale della tecnologia New Distribution Capability. Entrambe le parti sono infatti impegnate nello sviluppare congiuntamente la piattaforma Ndc più avanzata sul mercato, incorporando funzionalità retail uniche, una suite completa di servizi accessori e funzioni di post-prenotazione di alto livello. Le principali compagnie aeree sono già attivamente coinvolte nella distribuzione Ndc. Quest'ultima consente alle compagnie aeree di essere presenti sul mercato dei viaggi proponendo offerte più competitive e flessibili, a vantaggio di tutti i consumatori. Come parte dell'accordo ampliato, Travelport continuerà a supportare la piattaforma di vendita al dettaglio di viaggi leader di eDreams Odigeo, consentendo l'accesso a una vasta gamma di contenuti, tariffe e offerte che miglioreranno l'esperienza dei 20 milioni di clienti che prenotano attraverso i marchi di agenzie di viaggio leader di eDreams Odigeo: eDreams, Opodo, GO Voyages, Travellink. "La nostra collaborazione è stata fondamentale per migliorare l'esperienza di vendita al dettaglio di viaggi per i 20 milioni di clienti che scelgono i nostri principali marchi di agenzie di viaggio - afferma Javier Bellido, Air Content Strategies director di eDreams Odigeo -. Ci avventuriamo in questa nuova fase con funzionalità ampliate, inclusi i contenuti Ndc e siamo entusiasti delle opportunità con Travelport". "L'ampliamento della nostra partnership è una testimonianza dell’efficacia del nostro piano Ndc e della nostra tecnologia all'avanguardia nel settore - aggiunge Jason Toothman, cco - Agency di Travelport, ha dichiarato: Siamo onorati di essere stati selezionati come uno dei partner principali da eDreams ODIGEO dopo un confronto approfondito con altri fornitori tecnologici globali. La fiducia di una delle principali agenzie di viaggi online al mondo è una prova del nostro impegno nel focalizzarci sull'innovazione mantenendo una vasta scelta." [post_title] => EDreams Odigeo amplia la partnership con Travelport sul fronte Ndc [post_date] => 2024-02-16T10:00:23+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708077623000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461516 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Basilicata è sempre più una regione che dà spazio a luoghi unici, insoliti, lontani dalle rotte del turismo di massa e attento a riscoprire luoghi di autentica bellezza, cultura e tradizione.  Molteplici sono le possibilità di dare un senso “terapeutico” alle tanto desiderate vacanze dedicandosi ad attività rigeneranti immergendosi nella natura, riscoprendo il fascino delle tradizioni, gustando i piatti tipici e praticando sport e attività all’aria aperta. Il progetto Turismo delle Passioni ha individuato come mete di turismo lucano alcuni ambiti   meno conosciuti, ma decisamente non scontati e da scoprire.  Erbe spontanee e fiori: la Lucania con la sua incredibile biodiversità, tutelata e protetta da due parchi nazionali, tre parchi regionali e riserve naturali, è davvero il luogo ideale per trascorrere momenti unici di condivisione. La Basilicata è la terra ideale per ammirare chiaramente le stelle di notte nelle campagne, in montagna, o nei dintorni dei piccoli borghi arroccati; l’inquinamento luminoso è infatti molto basso con cieli bui che consentono di sentirsi in collegamento diretto con l’universo  in diverse modalità: Osservatorio astronomico di Anzi (PZ), tra i più accreditati in Italia per la divulgazione scientifica e astronomica è possibile ammirare circa 4500 stelle del cielo boreale e australe; SPARKme Space Academy – Museo della Scienza e dello Spazio a Matera, sito di divulgazione scientifica che propone all’utenza visite immersive nel mondo della scienza e dello spazio; Osservatorio per detriti spaziali di Castelgrande (PZ) a 1258 metri di quota, con 2 cupole con altrettanti telescopi di 20 e 40 cm.  Fiabe e Magia: alla scoperta di nuove idee di viaggio in una regione misteriosa e ancestrale, che conserva la sua bellezza antropologica lontana dagli sguardi indiscreti del turismo di massa. Il viaggio parte da Rapone (PZ) il Paese delle Fiabe e da un libro “Lo Cunto de Li Cunti” scritto nel 1600 dal napoletano Giambattista Basile che, ispirato dal territorio lucano, raccoglie e traduce numerosi racconti popolari. Si prosegue poi verso Albano di Lucania (PZ), il “Paese della Magia” già al centro degli studi durante le spedizioni in Lucania di Ernesto De Martino negli anni ’50, con un percorso–rituale “La Rocca del Cappello”, passando per Colobraro, con la coinvolgente iniziativa “Sogno di una notte a quel paese”, per giungere ad Agromonte, il paese degli indovinelli, tra le vette del Parco Nazionale del Pollino, dichiarato nel 2015 patrimonio naturale dell’Unesco. Non dimentichiamo, comunque, le altre meravigliose attrattive della Basilicata da vivere e gustare en plain air grazie ai parchi nazionali e alle aree protette, dove il verde dei boschi domina ampie valli e fiumi sinuosi. Qui puoi rigenerarti in completa simbiosi con la natura, scegliendo tra le tantissime attività dedicate a escursionisti e appassionati della montagna da scegliere tra Nordic Walking, River Walking, Ciaspolate sulla neve, torrentismo tra le cascate di Savoia, diverse offerte di Trekking guidato nel parco nazionale dell’Appennino Lucano, passeggiate botaniche nell’area del Vulture e molto altro ancora.  Anche il mare gioca un ruolo fondamentale nella proposta turistica lucana, sia sulla costa di Maratea che quella Ionica, in un coast to coast imperdibile e sorprendente: l’offerta prevede veleggiate sulla rotta dei delfini, escursioni in gozzo a Maratea, percorsi in barca tra le due coste, veleggiate in catamarano a partire da Policoro o marina di Pisticci, servizi sportivi come canoa e kayak e proposte di pesca sportiva. Il fascino unico della Basilicata è da scoprire nei piccoli borghi e nelle città d’arte, alla ricerca di tesori nascosti. Qui, dove la storia ha lasciato nei secoli segni e vestigia di popoli provenienti da ogni dove, puoi regalarti momenti unici in perfetta armonia tra arte e cultura. Partendo da Matera con i suoi Sassi e il parco della Murgia materana, ecco alcuni esempi da scoprire come  Montescaglioso, uno dei borghi più belli della Basilicata con il suo monumento più rappresentativo: l’Abbazia benedettina di San Michele Arcangelo; Tricarico, città d’arte e città arabo normanna; Pietrapertosa, il paese più alto della Regione e uno dei borghi più belli d’Italia immerso nel Parco Regionale di Gallipoli Cognato; Castelmezzano, per la sua rara bellezza offerta dallo scenario delle Dolomiti Lucane che gli fanno da sfondo. E non dimentichiamo infine il turismo esperienziale per conciliare, negli appositi laboratori, tempo libero e apprendimento grazie a esperienze multisensoriali che portano alla scoperta di luoghi inediti, antiche tradizioni e gustosi piatti tipici.     ­ [post_title] => Basilicata, nuove idee di viaggio alla scoperta di luoghi insoliti e unici [post_date] => 2024-02-15T09:41:09+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707990069000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461472 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => “Overtourism? Riflessioni per la tutela del patrimonio nazionale e un turismo sostenibile. Il caso del parco delle Cinque Terre”. E' questo il titolo dell'evento organizzato a Roma dallo stesso parco in partnership con la rappresentanza in Italia della Commissione europea e con l’ufficio in Italia del Parlamento europeo: un’occasione di scambio, riflessione e confronto tra istituzioni, decisori politici, operatori e tecnici sul fenomeno dell’overtourism, sempre più impattante nel nostro paese. L'overtourism rappresenta una sfida significativa per moltissime destinazioni del nostro paese. Destinazioni turistiche culturali come Roma, Venezia e Firenze, ma anche aree di interesse naturalistico quali il parco nazionale delle Cinque Terre, si trovano a gestire flussi eccessivi di turisti, con conseguenti problematiche legate a impatti ambientali, abbassamento della qualità dell’esperienza di visita e di vivibilità per le comunità locali. Per controllare il fenomeno, che va di pari passo con la crescita dell'industria turistica, si studiano formule per gestire al meglio le presenze e per regolamentare gli accessi promuovendo l'off-season, implementando misure di programmazione basate sulla prenotabilità delle destinazioni, e sensibilizzando i visitatori sull'importanza del turismo informato e sostenibile. Partendo dall’esperienza maturata, dalle azioni già intraprese e dallo studio sul tema commissionato dall’ente parco, l’evento è stato l’occasione per portare all’attenzione una riflessione corale e di ampio respiro sull’importanza di una gestione coordinata del patrimonio naturale e culturale e la valorizzazione di esperienze più responsabili e attente alle specificità dei luoghi di pregio e meritevoli di protezione. Nell’arco della mattinata sono state prese in esame esperienze diverse, tra cui quella delle città di Firenze, di Venezia e della Federazione italiana parchi e riserve naturali. Un focus particolare si è poi stato dedicato al caso del parco delle Cinque Terre attraverso lo studio dei flussi turistici redatto da Mic Hub e delle soluzioni intraprese per la salvaguardia dei suoi fragili territori verticali, come l’adesione alla Carta europea per il turismo sostenibile, la voluntary review del parco  e il suo il piano di adattamento ai cambiamenti climatici. «La nostra esperienza, quella di un parco nazionale amato in tutto il mondo e scelto da milioni di turisti ogni anno, è simile a quella di altre realtà come Firenze e Venezia. Servono momenti e tavoli di confronto a livello nazionale per fare rete e condividere risultati e obiettivi che guardino alla sostenibilità ambientale, sociale ed economica. - afferma la presidente del parco nazionale delle Cinque Terre, Donatella Bianchi -. Partiamo da un chiaro quadro conoscitivo per applicare poi, attivando momenti di confronto e partnership tra istituzioni, operatori e società civile, le soluzioni individuate dagli studi di settore.  È necessaria, perciò, una gestione coordinata del patrimonio naturale, sociale e culturale, con particolare attenzione alla protezione dei territori fragili».     [post_title] => Overtourism: dal parco delle Cinque Terre focus su regole e soluzioni innovative [post_date] => 2024-02-14T13:02:51+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707915771000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461462 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => C'è anche Alpitour tra i grandi marchi inclusi nella mostra Identitalia - The Iconic Italian Brands. Voluta dal ministero delle Imprese e del made in Italy, l'esposizione è ospitata a palazzo Piacentini a Roma. L'iniziativa, a cui hanno aderito 100 aziende, per un totale di 113 marchi, del settore abbigliamento e cura della persona, arredamento, automotive e agroalimentare, nasce per celebrare i 140 anni dell’Ufficio italiano brevetti e marchi, che nel 2019 si è arricchito del Registro speciale dei marchi storici di interesse nazionale, contenente i brand iscritti da più di cinquant’anni e ancora attivi. Lo scopo della mostra, curata dai professori Carlo Martino e Francesco Zurlo, docenti di design all’università La Sapienza di Roma e al Politecnico di Milano, disponibile fino al 6 aprile nell’atrio principale di palazzo Piacentini, è quello di valorizzare un patrimonio industriale, progettuale e materiale di inestimabile valore per il Paese, fatto di storie imprenditoriali di successo e di designer che hanno cambiato il modo di comunicare l’immagine aziendale dei prodotti. “Essere stati scelti dal Mimit ci onora e ci rende orgogliosi – sottolinea Gabriele Burgio, presidente e amministratore delegato di Apitour World – perché significa che Alpitour ha saputo rimanere nel cuore e nella mente di milioni di italiani, crescendo insieme a loro. In questi 75 anni abbiamo raggiunto grandi risultati con impegno, passione e lavoro di squadra. Oggi il brand Alpitour è più vivo che mai e presta il suo nome anche al gruppo, Alpitour World: un’eredità che abbiamo sempre voluto proteggere e celebrare, perché questo marchio ha fatto il turismo italiano”. [post_title] => Alpitour tra i grandi marchi presenti alla mostra Identitalia - The Iconic Italian Brands [post_date] => 2024-02-14T11:23:12+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707909792000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461403 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Yichun City e la sua provincia, per la prima volta in Italia, dalla vetrina della Bit 2024 strizzano l’occhio al mercato Italia, pronti ad affascinare i viaggiatori nostrani. Una città situata a nord ovest della regione Jiangxi, fra le 35 aree amministrative cinesi, Yichun City e provincia puntano a far conoscere agli europei un prodotto turistico che attrae principalmente i mercati di Corea, Giappone e Africa, praticamente ancora sconosciuta al pubblico di casa nostra. Un'area immersa nel verde, tra colline e montagne, foreste che ricoprono più del 68% del territorio. Paesaggi e panorami unici, 28 parchi forestali provinciali e 3 parchi nazionali ecologici, ricca di preziose materie prime esportate in tutto il mondo. 4503 luoghi storici e culturali da visitare e ottima cucina. La montagna Mingyue con i suoi 1736 metri sprigiona benessere anche dalle sue acque ricche di minerali che sgorga anche a una temperatura di 70 gradi, preziosa per i bagni termali. Sono numerosi infatti centri di benessere per la cura delle malattie fra terme e resort. Le strutture alberghiere, moderne e tradizionali, offrono confortevole ospitalità per tutte le tasche. “I trasporti sono il fiore all’occhiello della Cina. È molto diffusa l’alta velocità ferroviaria in tutto il Paese – conferma Lan Ya Qing vice presidente della provincia -. Ottimi collegamenti anche con i principali aeroporti internazionali, in particolare su Pechino, Shanghai e Yuanzhou. Il Mingyue Mountain Airport collega 20 tra le principali città del Paese. Shanghai è raggiungibile in un’ora e mezza di volo e 4 ore in treno; 3 ore per Yuanzhou. Dall’Italia è comodissimo il volo diretto Milano Malpensa - Yuanzhou”. Yichun City è una città ricca di storia, lunga oltre 2000 anni, dal patrimonio culturale e naturale di straordinaria ricchezza. Sin dall’antichità è conosciuta come il paese dell’agricoltura, tra le 28 maggiori aree produttrici di grano e bamboo e poi e prodotti organici agricoli fonte della tradizionale medicina cinese; territorio ricco di minerali. Clima mite in tutte le stagioni, immersa nel verde di colline e montagne, ricca di acque e cascate. Una città industriale in crescita che vanta primati sulla nuova energia al litio, medicina biologica, elettronica, mobili, tessile e green food. Wanzai, una delle principali città della provincia, è custode di 4 patrimoni culturali: un particolare tessuto, un tamburo speciale, una maschera tradizionale e i fuochi d’artificio, dotati di una tecnologia avanzata, esportati in tutto il mondo, un esempio è su Disney Paris o lo spettacolo di apertura dei giochi olimpici di Pechino. Yifeng è la città del bamboo, esportato in tutto il mondo sia come prodotto edibile sia come legno. Da qui si esporta il prezioso litio. Città conosciuta anche per le terme dalle acque molto salutari e luogo di origine della cultura Zen. Tonguu è famosa per le piante pregiate utilizzate dalla medicina cinese. Il taxus, utilizzato contro il cancro, risulta più caro dell’oro. Seconda area in tutta la Cina per ricchezza di foreste. Ottima qualità dell’aria e dell’acqua, ricca di centri termali. Qui è famoso il té nero e la sua storia ultra millenaria, come il bamboo e la sua cucina. Qui a 1400 metri è praticabile anche lo sci.  [gallery ids="461407,461405,461406"]   [post_title] => Cina: Yichun City e provincia fanno capolino sul mercato Italia, focus sulla natura [post_date] => 2024-02-14T09:15:20+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( [0] => jiangxi [1] => yichun-city ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Jiangxi [1] => Yichun City ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707902120000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "i parchi permanenti" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":74,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":551,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462136","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Tradizione da una parte e sguardo rivolto al futuro dall'altra: lo Jutland, penisola della Danimarca, è una terra da vivere in famiglia e praticando diversi sport. Un luogo dove immergersi nella bellezza della natura e in quella dell’arte, lasciandosi conquistare dall’offerta gastronomica.\r\nE, soprattutto, l’angolo di mondo ideale per scoprire la “hygge”: quel sentimento di calorosa accoglienza, sicurezza e comodità tipicamente danese che spinge a trovare la felicità nelle piccole cose.\r\nTante le connessioni con l’Italia, operate da Sas, easyJet e Ryanair: i voli raggiungono Copenhagen, ma anche lo Jutland. Molteplici le attività sportive all’aperto, che diventano un momento di incontro. Quest'anno sará la città di Brønderslev ad ospitare la maratona Royal Run, mentre Skagen ha voluto rinnovare il museo marittimo Maskinrummet e Saeby celebra con vivaci festeggiamenti i suoi 500 anni di storia. Si svolgerà poi davanti a 150mila spettatori del Danish Air Show ospitato dalla base aerea di Aalborg.\r\nLa regione è scarsamente urbanizzata, ideale per praticare kayak, ciclismo, passeggiate, equitazione, bird-watching, nuoto, pesca. Ma anche per ammirare l'onda di sabbia in costante movimento di Råbjerg Mile, che ogni anno si sposta di 15 metri verso nord-est. O assistere allo scontro tra le acque di due mari che si incontrano sulla punta dello Jutland.\r\nIl Nordyjlland, il nord dello Jutland è anche una meta amata per i city-break e la tanto attuale street art, riccamente testimoniata sui palazzi di Skagen e Alborg, quest'ultima nota per le innovative strutture architettoniche e gli spazi dedicati all'arte come il museo Kunsten, il centro culturale Utzon, e il Musikken Hus.\r\nGrande poi, il fascino di Skagen, la città più settentrionale della Danimarca e, quindi, quella con il più alto indice di luminosità. Con la sua atmosfera bohémien, le spiagge infinite e i siti naturali unici, ha attirato l'interesse di artisti internazionali e degli impressionisti danesi: sono ben 1800 le loro opere esposte nel museo della città.\r\nLe famiglie e gli amanti delle escursioni all’aria aperta - a piedi o in bicicletta - potranno poi raggiungere il Kystlandet, la cosa orientale dello Jutland, che si stende per 266 km e offre ben 25 spiagge: i bambini resteranno affascinati dal Giardino Ecologico di Odder - una graziosa cittadina affacciata sul fiume e dal fascino danese - dal \"Safari delle alghe\" organizzato sull’isola di Endelave e dai tanti parchi giochi attrezzati. Incantevoli le piccole città come Juelsminde con il suo bellissimo porto o Horsens, crocevia tra Europa e Scandinavia, dove vivere un’esperienza alternativa visitando FÆNGSLET - Il Museo della Prigione: il più grande museo carcerario d'Europa.\r\n ","post_title":"Danimarca: ecco lo Jutland fra tradizioni, natura e street art","post_date":"2024-02-23T09:30:27+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1708680627000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462018","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\r\n\r\nAumento di capitale e nuovo socio per Terme di Chianciano che entra in questo modo nella fase due del suo programma di rilancio. Il fondo Salvaguardia Imprese, promosso dal ministero delle Imprese e del made in Italy e gestito da Invitalia, è infatti da poco entrato nel capitale sociale di Terme di Chianciano, nell’ambito del piano di risanamento della società, a fianco dell’azionista Terme Italia che ha lavorato per due anni alla ristrutturazione dell’azienda.\r\n\r\nL'operazione è stata accompagna da un aumento di capitale per circa 6 milioni di euro, di cui circa 3,1 milioni immessi da parte di Terme Italia e 2,9 milioni da parte di Invitalia. I nuovi fondi saranno destinati, in parte, alla chiusura del concordato in continuità omologato a luglio 2023 e per oltre 3 milioni di euro alla riqualificazione dei complessi.\r\n\r\nTerme di Chianciano ha potuto inoltre beneficiare della misura destinata anche ai marchi storici, in quanto è stato classificato Marchio storico nazionale, grazie anche al lavoro del nuovo azionista Terme Italia. Il disegno di sviluppo futuro del complesso toscano presta particolare attenzione alla filiera di produzione e distribuzione nazionale delle sue acque, allo sviluppo dell’attività leisure e alla razionalizzazione dell’offerta sanitaria integrata, anche grazie all’acquisto del ramo di azienda ex-Upmc.","post_title":"Invitalia nuovo socio di Terme di Chianciano: aumento di capitale per 6 mln","post_date":"2024-02-22T10:33:43+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1708598023000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461694","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si rafforza la collaborazione tra MySunSea tour operator e l’aeroporto Luigi Ridolfi di Forlì. «Lo scalo ha iniziato a operare una serie di collegamenti da Forlì, grazie alla charterizzazione di aeromobili Air Mediterranean – spiega Rosita Angelini, ceo dell'operatore emiliano –, con cui effettueremo molte operazioni congiunte e la garanzia di una partnership affidabile e consolidata». Per il 2024, MySunSea torna inoltre a stampare un catalogo cartaceo, che sarà distribuito direttamente nelle agenzie con visite commerciali mirate e con quattro eventi in Emilia Romagna, a Imola, Cesena, Forlì e Rimini, dal 20 al 23 febbraio in collaborazione con l’aeroporto (programma richiedibile scrivendo a info@mysunsea.net).\r\n\r\n«Per la summer 2024 possiamo contare su un’ampia proposta di Mediterraneo - prosegue Angelini -. Ci saranno voli su tutte le isole ioniche, Zante, Cefalonia, Lefkada e Corfù, e anche sulla meravigliosa Karpathos, nel Dodecaneso. Voli previsti da Forlì, Verona e Venezia. L'altra protagonista della nostra estate sarà, come sempre, Lampedusa, disponibile con una vasta proposta di alloggi e servizi aggiuntivi per rendere la permanenza sulla piccola isola indimenticabile. Lampedusa si raggiunge da Forlì, Bologna, Bergamo, Verona e Venezia, nella stagionalità giugno-ottobre. Sempre per il 2024 proponiamo anche due novità di prodotto: Pantelleria, isola che raggiungeremo con voli da Bologna, Bergamo e Verona, tutti i sabati e un tour del Marocco con partenze garantite minimo 2 in lingua italiana, abbinabili ai voli low cost prenotabili sul nostro sito».\r\n\r\nIl to ha lavorato inoltre sul prezzo fisso per i pacchetti MySunSea con volo charter e land arrangement garantito, per non essere in balia delle impennate dei prezzi dei pacchetti dinamici. «Vorrei concludere segnalando la promozione Black February, già proposta nel 2023, con un ottimo gradimento da parte del mercato che, sia su Lampedusa sia sulle isole greche, propone un interessante due per uno sul segmento di prodotto dedicato alle case vacanza, in date prestabilite con partenze da tutti gli aeroporti».\r\n\r\n ","post_title":"MySunSea to cresce sullo scalo di Forlì e lancia le novità Pantelleria e tour del Marocco","post_date":"2024-02-16T12:34:24+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1708086864000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461645","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' in arrivo il primo bus totalmente elettrico del Parco nazionale delle Cinque Terre.\r\n\r\nIl mezzo, realizzato nell’ambito del bando “Parchi per il Clima” del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, andrà ad arricchire il servizio di collegamento interno ai borghi, offrendo a residenti e visitatori l’esperienza di muoversi ad impatto 0.\r\n\r\nSi tratta di un bus a propulsione elettrica di ultima generazione, con 30 posti e una autonomia di 200 km, che sarà utilizzato a Corniglia dal gestore del trasporto pubblico locale per il servizio di trasporto dalla stazione ferroviaria al borgo.\r\n\r\nIl parco e l’area marina protetta sono impegnati in progetti di mobilità sostenibile ed efficientamento energetico per la mitigazione e l'adattamento ai cambiamenti climatici, inseriti nell'ambito dei programmi promossi dal Ministero dell'Ambiente, come appunto Parchi per il Clima avviato dal 2019.\r\n\r\n«Emissioni 0 è un traguardo possibile da raggiungere con tutti i mezzi.  – commenta la Presidente del Parco, Donatella Bianchi - Ogni anno migliaia di persone raggiungono e si spostano sul nostro territorio creando impatti che possiamo contribuire a ridurre attraverso l’impiego di energie pulite nel trasporto pubblico collettivo. Il nuovo bus del Parco 100% elettrico – aggiunge Bianchi - è completamente personalizzato per comunicare con immediatezza la relazione tra la protezione della natura e l’impegno nella riduzione delle emissioni, un obiettivo comune da sostenere attraverso investimenti in ricerca e innovazione e al contempo con le nostre scelte quotidiane in tema di mobilità».\r\n\r\n ","post_title":"Parco Cinque Terre più green, arriva il primo bus 100% elettrico","post_date":"2024-02-16T10:16:27+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1708078587000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461649","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"EDreams Odigeo e Travelport hanno ampliato la loro partnership strategica segnando una tappa significativa nell'evoluzione e nell'adozione globale della tecnologia New Distribution Capability.\r\nEntrambe le parti sono infatti impegnate nello sviluppare congiuntamente la piattaforma Ndc più avanzata sul mercato, incorporando funzionalità retail uniche, una suite completa di servizi accessori e funzioni di post-prenotazione di alto livello. Le principali compagnie aeree sono già attivamente coinvolte nella distribuzione Ndc. Quest'ultima consente alle compagnie aeree di essere presenti sul mercato dei viaggi proponendo offerte più competitive e flessibili, a vantaggio di tutti i consumatori.\r\nCome parte dell'accordo ampliato, Travelport continuerà a supportare la piattaforma di vendita al dettaglio di viaggi leader di eDreams Odigeo, consentendo l'accesso a una vasta gamma di contenuti, tariffe e offerte che miglioreranno l'esperienza dei 20 milioni di clienti che prenotano attraverso i marchi di agenzie di viaggio leader di eDreams Odigeo: eDreams, Opodo, GO Voyages, Travellink.\r\n\"La nostra collaborazione è stata fondamentale per migliorare l'esperienza di vendita al dettaglio di viaggi per i 20 milioni di clienti che scelgono i nostri principali marchi di agenzie di viaggio - afferma Javier Bellido, Air Content Strategies director di eDreams Odigeo -. Ci avventuriamo in questa nuova fase con funzionalità ampliate, inclusi i contenuti Ndc e siamo entusiasti delle opportunità con Travelport\".\r\n\"L'ampliamento della nostra partnership è una testimonianza dell’efficacia del nostro piano Ndc e della nostra tecnologia all'avanguardia nel settore - aggiunge Jason Toothman, cco - Agency di Travelport, ha dichiarato: Siamo onorati di essere stati selezionati come uno dei partner principali da eDreams ODIGEO dopo un confronto approfondito con altri fornitori tecnologici globali. La fiducia di una delle principali agenzie di viaggi online al mondo è una prova del nostro impegno nel focalizzarci sull'innovazione mantenendo una vasta scelta.\"","post_title":"EDreams Odigeo amplia la partnership con Travelport sul fronte Ndc","post_date":"2024-02-16T10:00:23+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1708077623000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461516","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La Basilicata è sempre più una regione che dà spazio a luoghi unici, insoliti, lontani dalle rotte del turismo di massa e attento a riscoprire luoghi di autentica bellezza, cultura e tradizione. \r\nMolteplici sono le possibilità di dare un senso “terapeutico” alle tanto desiderate vacanze dedicandosi ad attività rigeneranti immergendosi nella natura, riscoprendo il fascino delle tradizioni, gustando i piatti tipici e praticando sport e attività all’aria aperta.\r\n\r\nIl progetto Turismo delle Passioni ha individuato come mete di turismo lucano alcuni ambiti   meno conosciuti, ma decisamente non scontati e da scoprire. \r\nErbe spontanee e fiori: la Lucania con la sua incredibile biodiversità, tutelata e protetta da due parchi nazionali, tre parchi regionali e riserve naturali, è davvero il luogo ideale per trascorrere momenti unici di condivisione.\r\n\r\n La Basilicata è la terra ideale per ammirare chiaramente le stelle di notte nelle campagne, in montagna, o nei dintorni dei piccoli borghi arroccati; l’inquinamento luminoso è infatti molto basso con cieli bui che consentono di sentirsi in collegamento diretto con l’universo  in diverse modalità: Osservatorio astronomico di Anzi (PZ), tra i più accreditati in Italia per la divulgazione scientifica e astronomica è possibile ammirare circa 4500 stelle del cielo boreale e australe; SPARKme Space Academy – Museo della Scienza e dello Spazio a Matera, sito di divulgazione scientifica che propone all’utenza visite immersive nel mondo della scienza e dello spazio; Osservatorio per detriti spaziali di Castelgrande (PZ) a 1258 metri di quota, con 2 cupole con altrettanti telescopi di 20 e 40 cm. \r\n\r\nFiabe e Magia: alla scoperta di nuove idee di viaggio in una regione misteriosa e ancestrale, che conserva la sua bellezza antropologica lontana dagli sguardi indiscreti del turismo di massa. Il viaggio parte da Rapone (PZ) il Paese delle Fiabe e da un libro “Lo Cunto de Li Cunti” scritto nel 1600 dal napoletano Giambattista Basile che, ispirato dal territorio lucano, raccoglie e traduce numerosi racconti popolari. Si prosegue poi verso Albano di Lucania (PZ), il “Paese della Magia” già al centro degli studi durante le spedizioni in Lucania di Ernesto De Martino negli anni ’50, con un percorso–rituale “La Rocca del Cappello”, passando per Colobraro, con la coinvolgente iniziativa “Sogno di una notte a quel paese”, per giungere ad Agromonte, il paese degli indovinelli, tra le vette del Parco Nazionale del Pollino, dichiarato nel 2015 patrimonio naturale dell’Unesco.\r\n\r\nNon dimentichiamo, comunque, le altre meravigliose attrattive della Basilicata da vivere e gustare en plain air grazie ai parchi nazionali e alle aree protette, dove il verde dei boschi domina ampie valli e fiumi sinuosi. Qui puoi rigenerarti in completa simbiosi con la natura, scegliendo tra le tantissime attività dedicate a escursionisti e appassionati della montagna da scegliere tra Nordic Walking, River Walking, Ciaspolate sulla neve, torrentismo tra le cascate di Savoia, diverse offerte di Trekking guidato nel parco nazionale dell’Appennino Lucano, passeggiate botaniche nell’area del Vulture e molto altro ancora. \r\n\r\nAnche il mare gioca un ruolo fondamentale nella proposta turistica lucana, sia sulla costa di Maratea che quella Ionica, in un coast to coast imperdibile e sorprendente: l’offerta prevede veleggiate sulla rotta dei delfini, escursioni in gozzo a Maratea, percorsi in barca tra le due coste, veleggiate in catamarano a partire da Policoro o marina di Pisticci, servizi sportivi come canoa e kayak e proposte di pesca sportiva.\r\n\r\nIl fascino unico della Basilicata è da scoprire nei piccoli borghi e nelle città d’arte, alla ricerca di tesori nascosti. Qui, dove la storia ha lasciato nei secoli segni e vestigia di popoli provenienti da ogni dove, puoi regalarti momenti unici in perfetta armonia tra arte e cultura. Partendo da Matera con i suoi Sassi e il parco della Murgia materana, ecco alcuni esempi da scoprire come  Montescaglioso, uno dei borghi più belli della Basilicata con il suo monumento più rappresentativo: l’Abbazia benedettina di San Michele Arcangelo; Tricarico, città d’arte e città arabo normanna; Pietrapertosa, il paese più alto della Regione e uno dei borghi più belli d’Italia immerso nel Parco Regionale di Gallipoli Cognato; Castelmezzano, per la sua rara bellezza offerta dallo scenario delle Dolomiti Lucane che gli fanno da sfondo.\r\n\r\nE non dimentichiamo infine il turismo esperienziale per conciliare, negli appositi laboratori, tempo libero e apprendimento grazie a esperienze multisensoriali che portano alla scoperta di luoghi inediti, antiche tradizioni e gustosi piatti tipici.\r\n \r\n \r\n\r\n­","post_title":"Basilicata, nuove idee di viaggio alla scoperta di luoghi insoliti e unici","post_date":"2024-02-15T09:41:09+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1707990069000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461472","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"“Overtourism? Riflessioni per la tutela del patrimonio nazionale e un turismo sostenibile. Il caso del parco delle Cinque Terre”. E' questo il titolo dell'evento organizzato a Roma dallo stesso parco in partnership con la rappresentanza in Italia della Commissione europea e con l’ufficio in Italia del Parlamento europeo: un’occasione di scambio, riflessione e confronto tra istituzioni, decisori politici, operatori e tecnici sul fenomeno dell’overtourism, sempre più impattante nel nostro paese.\r\n\r\nL'overtourism rappresenta una sfida significativa per moltissime destinazioni del nostro paese. Destinazioni turistiche culturali come Roma, Venezia e Firenze, ma anche aree di interesse naturalistico quali il parco nazionale delle Cinque Terre, si trovano a gestire flussi eccessivi di turisti, con conseguenti problematiche legate a impatti ambientali, abbassamento della qualità dell’esperienza di visita e di vivibilità per le comunità locali.\r\n\r\nPer controllare il fenomeno, che va di pari passo con la crescita dell'industria turistica, si studiano formule per gestire al meglio le presenze e per regolamentare gli accessi promuovendo l'off-season, implementando misure di programmazione basate sulla prenotabilità delle destinazioni, e sensibilizzando i visitatori sull'importanza del turismo informato e sostenibile.\r\n\r\nPartendo dall’esperienza maturata, dalle azioni già intraprese e dallo studio sul tema commissionato dall’ente parco, l’evento è stato l’occasione per portare all’attenzione una riflessione corale e di ampio respiro sull’importanza di una gestione coordinata del patrimonio naturale e culturale e la valorizzazione di esperienze più responsabili e attente alle specificità dei luoghi di pregio e meritevoli di protezione.\r\n\r\nNell’arco della mattinata sono state prese in esame esperienze diverse, tra cui quella delle città di Firenze, di Venezia e della Federazione italiana parchi e riserve naturali. Un focus particolare si è poi stato dedicato al caso del parco delle Cinque Terre attraverso lo studio dei flussi turistici redatto da Mic Hub e delle soluzioni intraprese per la salvaguardia dei suoi fragili territori verticali, come l’adesione alla Carta europea per il turismo sostenibile, la voluntary review del parco  e il suo il piano di adattamento ai cambiamenti climatici.\r\n\r\n«La nostra esperienza, quella di un parco nazionale amato in tutto il mondo e scelto da milioni di turisti ogni anno, è simile a quella di altre realtà come Firenze e Venezia. Servono momenti e tavoli di confronto a livello nazionale per fare rete e condividere risultati e obiettivi che guardino alla sostenibilità ambientale, sociale ed economica. - afferma la presidente del parco nazionale delle Cinque Terre, Donatella Bianchi -. Partiamo da un chiaro quadro conoscitivo per applicare poi, attivando momenti di confronto e partnership tra istituzioni, operatori e società civile, le soluzioni individuate dagli studi di settore.  È necessaria, perciò, una gestione coordinata del patrimonio naturale, sociale e culturale, con particolare attenzione alla protezione dei territori fragili».\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Overtourism: dal parco delle Cinque Terre focus su regole e soluzioni innovative","post_date":"2024-02-14T13:02:51+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1707915771000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461462","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"C'è anche Alpitour tra i grandi marchi inclusi nella mostra Identitalia - The Iconic Italian Brands. Voluta dal ministero delle Imprese e del made in Italy, l'esposizione è ospitata a palazzo Piacentini a Roma. L'iniziativa, a cui hanno aderito 100 aziende, per un totale di 113 marchi, del settore abbigliamento e cura della persona, arredamento, automotive e agroalimentare, nasce per celebrare i 140 anni dell’Ufficio italiano brevetti e marchi, che nel 2019 si è arricchito del Registro speciale dei marchi storici di interesse nazionale, contenente i brand iscritti da più di cinquant’anni e ancora attivi. Lo scopo della mostra, curata dai professori Carlo Martino e Francesco Zurlo, docenti di design all’università La Sapienza di Roma e al Politecnico di Milano, disponibile fino al 6 aprile nell’atrio principale di palazzo Piacentini, è quello di valorizzare un patrimonio industriale, progettuale e materiale di inestimabile valore per il Paese, fatto di storie imprenditoriali di successo e di designer che hanno cambiato il modo di comunicare l’immagine aziendale dei prodotti.\r\n\r\n“Essere stati scelti dal Mimit ci onora e ci rende orgogliosi – sottolinea Gabriele Burgio, presidente e amministratore delegato di Apitour World – perché significa che Alpitour ha saputo rimanere nel cuore e nella mente di milioni di italiani, crescendo insieme a loro. In questi 75 anni abbiamo raggiunto grandi risultati con impegno, passione e lavoro di squadra. Oggi il brand Alpitour è più vivo che mai e presta il suo nome anche al gruppo, Alpitour World: un’eredità che abbiamo sempre voluto proteggere e celebrare, perché questo marchio ha fatto il turismo italiano”.","post_title":"Alpitour tra i grandi marchi presenti alla mostra Identitalia - The Iconic Italian Brands","post_date":"2024-02-14T11:23:12+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1707909792000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461403","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Yichun City e la sua provincia, per la prima volta in Italia, dalla vetrina della Bit 2024 strizzano l’occhio al mercato Italia, pronti ad affascinare i viaggiatori nostrani.\r\n\r\nUna città situata a nord ovest della regione Jiangxi, fra le 35 aree amministrative cinesi, Yichun City e provincia puntano a far conoscere agli europei un prodotto turistico che attrae principalmente i mercati di Corea, Giappone e Africa, praticamente ancora sconosciuta al pubblico di casa nostra.\r\n\r\nUn'area immersa nel verde, tra colline e montagne, foreste che ricoprono più del 68% del territorio. Paesaggi e panorami unici, 28 parchi forestali provinciali e 3 parchi nazionali ecologici, ricca di preziose materie prime esportate in tutto il mondo. 4503 luoghi storici e culturali da visitare e ottima cucina. La montagna Mingyue con i suoi 1736 metri sprigiona benessere anche dalle sue acque ricche di minerali che sgorga anche a una temperatura di 70 gradi, preziosa per i bagni termali. Sono numerosi infatti centri di benessere per la cura delle malattie fra terme e resort. Le strutture alberghiere, moderne e tradizionali, offrono confortevole ospitalità per tutte le tasche.\r\n\r\n“I trasporti sono il fiore all’occhiello della Cina. È molto diffusa l’alta velocità ferroviaria in tutto il Paese – conferma Lan Ya Qing vice presidente della provincia -. Ottimi collegamenti anche con i principali aeroporti internazionali, in particolare su Pechino, Shanghai e Yuanzhou. Il Mingyue Mountain Airport collega 20 tra le principali città del Paese. Shanghai è raggiungibile in un’ora e mezza di volo e 4 ore in treno; 3 ore per Yuanzhou. Dall’Italia è comodissimo il volo diretto Milano Malpensa - Yuanzhou”.\r\n\r\nYichun City è una città ricca di storia, lunga oltre 2000 anni, dal patrimonio culturale e naturale di straordinaria ricchezza. Sin dall’antichità è conosciuta come il paese dell’agricoltura, tra le 28 maggiori aree produttrici di grano e bamboo e poi e prodotti organici agricoli fonte della tradizionale medicina cinese; territorio ricco di minerali. Clima mite in tutte le stagioni, immersa nel verde di colline e montagne, ricca di acque e cascate. Una città industriale in crescita che vanta primati sulla nuova energia al litio, medicina biologica, elettronica, mobili, tessile e green food.\r\n\r\nWanzai, una delle principali città della provincia, è custode di 4 patrimoni culturali: un particolare tessuto, un tamburo speciale, una maschera tradizionale e i fuochi d’artificio, dotati di una tecnologia avanzata, esportati in tutto il mondo, un esempio è su Disney Paris o lo spettacolo di apertura dei giochi olimpici di Pechino.\r\n\r\nYifeng è la città del bamboo, esportato in tutto il mondo sia come prodotto edibile sia come legno. Da qui si esporta il prezioso litio. Città conosciuta anche per le terme dalle acque molto salutari e luogo di origine della cultura Zen.\r\n\r\nTonguu è famosa per le piante pregiate utilizzate dalla medicina cinese. Il taxus, utilizzato contro il cancro, risulta più caro dell’oro. Seconda area in tutta la Cina per ricchezza di foreste. Ottima qualità dell’aria e dell’acqua, ricca di centri termali. Qui è famoso il té nero e la sua storia ultra millenaria, come il bamboo e la sua cucina. Qui a 1400 metri è praticabile anche lo sci. \r\n\r\n[gallery ids=\"461407,461405,461406\"]\r\n\r\n ","post_title":"Cina: Yichun City e provincia fanno capolino sul mercato Italia, focus sulla natura","post_date":"2024-02-14T09:15:20+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":["jiangxi","yichun-city"],"post_tag_name":["Jiangxi","Yichun City"]},"sort":[1707902120000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti