22 February 2024

Apre i battenti la 15esima edizione di Bto. Destinazioni al centro

[ 0 ]

Si è aperta oggi la quindicesima edizione di Bto – Be Travel Onlife, la manifestazione che da 15 anni propone spunti e confronti sull’impatto dell’innovazione e della tecnologia sul turismo e che anche quest’anno viene ospitata alla Stazione Leopolda di Firenze. 
 
Al centro dei panel che si sono tenuti nella prima giornata, il tema dell’intelligenza artificiale, con approfondimenti, seminari, workshop declinati nei quattro topic principali: destination, digital strategy, food&wine e hospitality
 
Nella sezione del programma dedicata alle destinazioni verranno esplorate ed approfondite le più recenti tendenze, sperimentazioni e buone pratiche che caratterizzano le strategie, la gestione, il marketing e la governance delle destinazioni portando testimonianze, dati e progetti di enti pubblici e operatori privati che stanno rispondendo con efficacia, creatività ed innovazione alle nuove sfide globali del turismo.
 
Focus Medio Oriente

Il Medio Oriente è protagonista della tavola rotonda “The Gift of Life”, che ha visto i rappresentanti in Italia degli uffici del turismo delle principali destinazioni arabe (Giordania, Oman, Dubai, Mar Rosso) raccontare le bellezze inedite e le strategie digitali per veicolarle: dalla Mezza Luna fertile, al mar Rosso fino alla Penisola Arabica, attraverso le nuove campagne di promozione.

Gli appuntamenti di domani

Domani, alle 9, si parlerà di ripartenza in un’intervista da remoto a Kalanit Goren, direttrice dell’Ufficio Nazionale del turismo di Israele, una destinazione da sempre tempio di start up e incubatori, concentrati nella “Silicon Wadi”.

Il viaggio di Bto prosegue in India con un’intervista allo Sherpa della Presidenza indiana G20 ed ideatore della campagna “Incredible India” per esplorare le visioni ed i progetti che hanno trasformano l’India in un faro per l’innovazione digitale nel settore turistico.

I grandi eventi

Grandi eventi ed esperienze da vivere nelle destinazioni sotto i riflettori: nel settore Mice, ad esempio, il Convention Bureau Italia, Convention Bureau Wonderful Copenhagen ed Imex, la principale fiera di settore in Europa, offrono uno sguardo approfondito su come tecnologia e sostenibilità stanno innovando l’industria di fiere e grandi manifestazioni.

Uno dei musei più importanti al mondo, Il Prado di Madrid, racconta la straordinaria esperienza olfattiva proposta per la prima volta in Italia: grazie all’Intelligenza Artificiale, è possibile “annusare” il dipinto di Brueghel “Il senso dell’olfatto”. Con la guida della casa di profumi Puig, che ha sviluppato l’Air Parfum olfactory technology, si potranno percepire infatti tutte le fragranze che popolano il quadro: piante, fiori e persino animali, senza mai saturare l’odorato.

L’itinerario prosegue all’insegna di innovazione culturale e creatività, alla scoperta di gallerie d’arte digitali, nuovi movimenti artistici virtuali e videogiochi per arricchire l’esperienza di visita di beni culturali come nel caso del progetto Live Culture di Coopculture e del Museo Mann di Napoli, il primo museo archeologico ad aver ideato un videogioco. 

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461914 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’Alpe di Siusi è una notissima meta vacanziera dell’Alto Adige situata nel cuore del territorio dolomitico. La circondano picchi montuosi di rara bellezza e suggestivi pascoli verdi. Le stagioni turistiche di punta sono quelle quella estiva e quella invernale, ma anche durante la primavera e l’autunno non mancano i visitatori in cerca di panorami mozzafiato, benessere e relax. Quando si apre la stagione sciistica, nella prima settimana di dicembre, le piste del comprensorio sciistico brulicano di appassionati che fin dalla mattina mettono alla prova le loro doti sugli sci. Se anche voi siete fra quelli che amano le varie discipline invernali, dovreste prendere in considerazione una settimana bianca in questo paradiso terrestre magari soggiornando in questo eccezionale eccezionale hotel 5 stelle sull'Alpe di Siusi, il Seiser Alm Urthaler di Compaccio, una struttura di grande raffinatezza ed eleganza gestita dalla famiglia Urthaler da ben quattro generazioni. Al Seiser Alm Urthaler gli ospiti possono usufruire di molti servizi di alto livello; solo per citarne alcuni: piscina panoramica interna con acqua riscaldata a 30 °C, piscina all’aperto, area saune (con sauna finlandese, bagno turco e biosauna), percorso Kneipp, zona relax con accesso al giardino, area fitness di 200 metri quadrati, trattamenti benessere di vario tipo (massaggi, peeling, bagno al fieno ecc.), cucina gourmet, cantina di vini e tanto altro ancora. Compaccio, la località ideale per divertirsi sull’Alpe di Siusi Scegliere di soggiornare a Compaccio è un’ottima idea per una vacanza estiva o per una settimana bianca sull’Alpe di Siusi. Da qui partono cabinovie e seggiovie che portano sull’altopiano più esteso d’Europa. Bellissimo è poi il panorama che lo circonda. Il comprensorio sciistico dell’Alpe di Siusi Non c’è un’attività invernale che non si possa svolgere soggiornando sull’Alpe di Siusi. L’area sciistica dell’Alpe, unita a quella della Val Gardena, forma un comprensorio sciistico di eccezionale livello che arriva a contare circa 180 km di piste e 79 impianti di risalita. Si deve poi sottolineare la presenza del Re Laurino Snowpark Alpe di Siusi, considerato il migliore snowpark d’Italia; non è certo un caso che abbia ricevuto molti riconoscimenti. Anche l’offerta per lo sci di fondo è notevolissima tant’è che qui vengono spesso ad allenarsi anche campioni di livello internazionale. Si ricordano per esempio la pista Compaccio-Ritsch-Compaccio (5,4 km), la pista Möser (5,5 km), la pista Col del Lupo (8,9 km), la pista Hartl (12 km), la pista Panorama (11,3) e diverse altre. Sull’Alpe di Siusi si possono poi fare interessanti e rilassanti escursioni invernali; la rete di sentieri ha una lunghezza di circa 60 km. Sul sito ufficiale dell’Alpe di Siusi si possono trovare diverse indicazioni sui sentieri da percorrere con la specifica della lunghezza e del grado di difficoltà. Se poi sentite il bisogno di un po’ di romanticismo potreste prenotare una gita in carrozza sulla neve; vi godrete panorami innevati stupendi. Per le prenotazioni basta recarsi all’Ufficio Informazioni di Compaccio. Si devono infine segnalare diverse altre iniziative invernali come per esempio i tour guidati a Castel Prösels (XIII sec.) a Fiè allo Sciliar; dopo un tour di un'ora, viene servita una bibita calda. Nel mese di marzo 2024 inoltre, dal 14 al 16 e dal 20 al 22, si terrà la 16esima edizione di Swing on Snow; è una manifestazione che prevede che per 6 giorni al mattino gli sciatori e gli snowboarder siano accompagnati dalle note musicali di varie band. A mezzogiorno invece saranno gli ospiti delle baite a godere delle melodie. Insomma, non c’è proprio modo di annoiarsi durante una settimana bianca sull’Alpe di Siusi. [post_title] => Alpe di Siusi: perché sceglierla per una settimana bianca? [post_date] => 2024-02-20T11:30:08+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio [1] => informazione-pr ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio [1] => Informazione PR ) [post_tag] => Array ( [0] => alpe-di-siusi [1] => alto-adige [2] => comprensorio-sciistico-compaccio [3] => hotel-5-stelle-alpe-di-siusi-alto-adige [4] => hotel-5-stelle-compaccio [5] => hotel-a-compaccio [6] => hotel-di-lusso-alto-adige [7] => sciare-a-compaccio [8] => seiser-alm-urthaler-di-compaccio [9] => settimana-bianca-compaccio-alto-adige [10] => vacanze-in-alto-adige ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Alpe di Siusi [1] => Alto Adige [2] => comprensorio sciistico compaccio [3] => hotel 5 stelle alpe di siusi alto adige [4] => hotel 5 stelle compaccio [5] => hotel a compaccio [6] => hotel di lusso alto adige [7] => sciare a compaccio [8] => Seiser Alm Urthaler di Compaccio [9] => settimana bianca compaccio alto adige [10] => vacanze in alto adige ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708428608000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461825 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dopo il periodo di soft opening inaugurato lo scorso luglio, apre ufficialmente i propri battenti il prossimo aprile il boutique hotel La Serena. Posizionata tra le Alpi Apuane e il Mar Mediterraneo, la nuova struttura di Forte dei Marmi intende portare un approccio giovane e fresco all'offerta locale di ospitalità con un design contemporaneo che predomina in tutti gli ambienti. La Serena offre 30 camere e suite, un ristorante di cucina toscana e mediterranea, un bar e una cantina, un lounge e una lobby, una piscina, una terrazza e un giardino. Rispecchiando la cultura artistica della zona, La Serena include inoltre una galleria, che espone opere colorate di artisti consolidati ed emergenti, posizionate negli spazi comuni, nonché nei giardini e nell'area della piscina. L'hotel offre pure un programma di residenza per artisti, che per la stagione 2024 prevede la presenza al momento di Maitha Abdalla, dal 15 aprile al 6 maggio, di Hazem Harb, dal 1° al 15 giugno, nonché di Samo Shalaby, dal 20 giugno al 20 luglio. [post_title] => Ad aprile apre La Serena: boutique hotel dalla vocazione artistica a Forte dei Marmi [post_date] => 2024-02-19T12:56:42+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708347402000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461579 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ryanair ha svelato  il network con cui debutterà nei collegamenti dalla nuova base di Reggio Calabria (la 19esima, e il 31° aeroporto in Italia) dove sarà posizionato un velivolo. Dal prossimo 1° aprile saranno otto le destinazioni in decollo, di cui ben cinque internazionali invece delle 4 previste, e 3 domestiche.  La rete nazionale include le città di Torino, Venezia e Bologna, mentre a livello internazionale da Reggio Calabria saranno raggiungibili Manchester, Marsiglia, Berlino, Barcellona e Tirana, garantendo collegamenti diretti con capitali e importanti città europee. Complessivamente, l'estate Ryanair sulla Calabria prevede 10 nuove rotte in tutti e 3 gli aeroporti (Lamezia, Crotone e Reggio). Il lancio della nuova base a Reggio Calabria creerà fino a 200 nuovi posti di lavoro insieme a un investimento sostanziale di 100 milioni di dollari in nuovi aeromobili. Da Lamezia la low cost aprirà una nuova rotta per Valencia (18 in totale) e oltre 180 voli settimanali, mentre da Crotone decollerà un nuovo collegamento per Torino (4 totali) e oltre 30 voli settimanali, con una crescita della connettività nei due scali rispettivamente del 13% e del 33%. Obiettivo della compagnia è quello di trasportare fino a 1,3 milioni di passeggeri sulla Calabria per la summer 2024, per una crescita del +20%. "Questa importante espansione segna l'inizio di una strategia a lungo termine con il presidente Occhiuto e la Regione per posizionare la Calabria come destinazione leader in Europa e far crescere il turismo in entrata, la connettività e l'occupazione, offrendo al contempo tariffe basse ai cittadini/visitatori - ha dichiarato il ceo del vettore, Eddie Wilson -. La Calabria è una destinazione tutta da scoprire sia in Italia che in Europa, e merita più connettività, più turismo tutto l'anno e più posti di lavoro. La Calabria godrà ora di un boom del turismo in entrata grazie alla crescita spettacolare fornita da Ryanair, (già sperimentata da altre regioni italiane come la Puglia e la Sardegna), con tariffe competitive e una maggiore connettività". "Ryanair ha deciso di investire in Calabria centinaia di milioni di euro, porterà 10 nuove rotte, verranno creati tanti nuovi posti di lavoro, si svilupperanno ulteriormente i nostri tre aeroporti: Reggio Calabria, Lamezia Terme e Crotone - ha commentato il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto -. Il traffico aereo nella nostra Regione nel 2023 è stato di circa 3,3 milioni di passeggeri. Nel 2024 puntiamo a 4 milioni. L’obiettivo è quello di avere in Calabria entro qualche anno 6 milioni di passeggeri: raddoppiando di fatto il dato del 2023. La sfida adesso è anche quella di migliorare la ricettività delle nostre strutture alberghiere". [post_title] => Ryanair a Reggio Calabria con la nuova base e 8 destinazioni, 5 internazionali [post_date] => 2024-02-15T12:10:26+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707999026000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461319 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'Aruba Tourism Authority traguarda un 2024 di rinnovata crescita: «Con nuovi sviluppi sul fronte dell’offerta alberghiera - spiega la ceo, Ronella Croes -, innovazioni tecnologiche, importanti appuntamenti culturali e molto altro ancora, siamo certi che la sensazione di benessere che i nostri visitatori sperimentano sull'isola resterà con loro anche una volta tornati a casa, aiutandoci a portare nel mondo quello che maggiormente caratterizza la nostra isola e che per noi è il tesoro più grande: la felicità». Tra le principali novità spiccano l’Iberostar Grand Aruba, che aprirà i battenti la prossima estate, di fronte alla pluripremiata Eagle Beach, con 240 suite premium: il resort adults-only sarà la prima struttura Iberostar nei Caraibi olandesi e costituirà un'ulteriore diversificazione delle opzioni alberghiere a disposizione dei visitatori. A fine 2024 sarà invece il turno del St. Regis Palm Beach Aruba Resort, brand che farà il suo debutto sull'isola e amplierà il suo prodotto di lusso con 220 camere esclusive, servizi a 5 stelle e un'offerta gastronomica e spa. Situato in una posizione strategica sulla vivace Palm Beach, l'hotel sarà la seconda struttura St. Regis nei Caraibi.   Le nuove aperture e gli appuntamenti culturali verranno supportati da nuove risorse in fase di implementazione per rendere sempre più semplici il viaggio da e verso l'isola. Nel mese di marzo Aruba introdurrà l'Aruba Happy One Pass, un sistema di credenziali di viaggio digitali che consentirà ai viaggiatori di completare le verifiche prima dell'imbarco, di condividere le proprie informazioni direttamente con i funzionari dell'immigrazione e di attraversare agevolmente i punti di controllo di frontiera senza dover fornire il passaporto fisico. Oltre ai voli Klm giornalieri via Amsterdam, quest'anno i viaggiatori potranno contare sul rafforzamento dei collegamenti con gli Stati Uniti e soprattutto con il Sud America, grazie al nuovo volo diretto Lima/Oranjestad operato da Latam 4 volte a settimana e all’integrazione di ulteriori voli dalla Colombia. Tali collegamenti contribuiranno a rafforzare il posizionamento di Aruba come estensione mare perfetta a seguito di un viaggio in America, facile da raggiungere e con un clima ideale tutto l’anno, anche nei mesi di agosto e settembre. Aruba e la promozione sul mercato italiano L'appuntamento sul mercato Italia con la 'One Happy Island dei Caraibi', dopo la partecipazione alla recente Bit, continuerà con un roadshow dedicato alla destinazione che si svolgerà dal 24 al 28 giugno 2024 toccando 4 diverse città italiane dando vita ad una “Carovana della Felicità”. Prosegue poi la collaborazione dell'Aruba Tourism Authority Italia con i tour operator e i principali network di agenzie di viaggio, nonché cpn la formazione e assistenza di ogni agente, consulente o viaggiatore interessato a scoprire qualcosa di più sull’isola. [post_title] => Aruba semplifica l'esperienza di viaggio. Le novità 2024 del ricettivo [post_date] => 2024-02-12T14:13:12+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707747192000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461040 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sono i Nicolaus Club Nozha Beach di Hammamet ed El Fatimi di Mahdia le due new entry tunisine del gruppo di Ostuni, che in questo modo raddoppia la propria presenza nella destinazione nordafricana. Le novità si aggiungono al Nicolaus Club Helios Beach e al Valtur Djerba Golf Resort & Spa, con una pacchettizzazione che prevede un fitto piano voli con collegamenti da Malpensa, Verona, Bergamo, Roma Fiumicino e Bologna per Monastir e Tunisi. Al Nicolaus Club Nozha Beach, precedentemente gestito dalla rinomata catena Vincci, è in corso una vasta ristrutturazione, che riguarda tutta la struttura, il ristorante principale, il mini acquapark, la spa e il centro congressi. Riaprirà i battenti in primavera caratterizzato  da tenui colori pastello che andranno a impreziosire l’immagine delle camere, pensate dalla nuova gestione con un occhio di riguardo per il gusto prettamente italiano nella scelta dei materiali, delle cromie e dei dettagli. Con la nuova apertura non mancheranno anche novità quali il ristorante à la carte mediterraneo connotato da un tocco boho style e il beach barbecue El Maro, aperto a pranzo e dislocato tra la piscina e la spiaggia. Il Nicolaus Club El Fatimi segna invece il debutto dell’operatore in una località richiestissima dal mercato italiano. Anche questo resort è in fase di totale ristrutturazione, con ingenti opere sia nelle sistemazioni sia nelle aree comuni, e come l’altra new entry aprirà nella sua inedita veste a fine aprile 2024. “Con grande soddisfazione presentiamo al mercato queste due novità che ci vedono affiancare i nomi più importanti dell’outgoing legato alla Tunisia - sottolinea la product manager Tunisia, Laura Mangialardi -. Volevamo ampliare la programmazione con strutture che garantissero un forte vantaggio competitivo, sia a noi, sia alla distribuzione. E abbiamo centrato l’obiettivo. Concentrandoci sul prodotto, possiamo dire che ci piace pensare il Nicolaus Club Nozha Beach come una struttura completa e raffinata ma al tempo stesso raccolta per avere tutto sotto mano. È una vera chicca, una sorta di bomboniera tunisina, rinnovata con gusto prettamente italiano dopo il ritorno nelle mani del proprietario: una persona giovane e dinamica che ama lo stile del made in Italy e che ha fortemente attualizzato tutta l’impostazione”.   “La Tunisia si caratterizza per un unicum che vede stare insieme un mare caraibico, siti di interesse storico e culturale e un’offerta benessere di alto livello arricchita dalle proposte di talassoterapia, il fascino del deserto e una miriade di possibilità legate allo sport, allo shopping, all’esplorazione della natura e alla nightlife - aggiunge il direttore prodotto, Paola Coccarelli -. Debuttando con due strutture, ad Hammamet e in un’area come quella di Mahdia molto amata dagli italiani, andiamo ad ampliare strategicamente e in modo competitivo il nostro raggio di azione proprio in funzione di vivere al meglio la bellezza di una meta, che è quasi un piccolo continente e che già ci vede operare in qualità di primo to a Djerba”.   [post_title] => Il gruppo Nicolaus raddoppia in Tunisia: new entry ad Hammamet e a Mahdia [post_date] => 2024-02-07T14:45:18+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707317118000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460864 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => In occasione di Bit Milano 2024, Rovigo Convention & Visitors Bureau ha presentato i nuovi strumenti di marketing, comunicazione e promozione turistica del suo territorio. Si tratta di ulteriori risorse che vanno a implementare un dialogo sempre più diretto con il visitatore, a sottolineare le molte opportunità che offre una stagione tutta da vivere e da scoprire nelle terre fra Adige Po, tra arte, storia, cultura, enogastronomia e natura. Si tratta di ville, palazzi e luoghi sacri che custodiscono piccoli e grandi tesori. «Per accompagnare la scoperta dell’offerta turistica che di anno in anno si arricchisce, il Rovigo Convention & Visitors Bureau, da sempre attivo nella promozione di viaggi leisure & business, ha creato nuovi strumenti e altrettante occasioni per una vacanza in questi luoghi - spiega Cristina Regazzo, responsabile di Rovigo Cvb -. L’intensa attività svolta ha permesso infatti di creare, supportare e avviare ulteriori asset e iniziative, grazie in particolare al sostegno di Camera di commercio Venezia-Rovigo, fondazione Cariparo e Gal Adige, associazione costituita da un partenariato pubblico-privato che si occupa della valorizzazione rurale di 17 comuni del Polesine attraverso fondi comunitari». In rassegna tutti gli strumenti: le prime sei brochure tematiche, cinque video dedicati agli itinerari open-air e un portale web che continuerà il suo sviluppo nel 2024, collegandosi al dms regionale. In più, altri due video: per la promozione delle terre fra Adige-Po come destinazione wedding e come meta meeting & eventi, nell’ambito delle azioni realizzate con la rete regionale Venice region convention bureau betwork. Il tutto, senza tralasciare la versione in inglese dell’app Discover Rovigo, divisa in quattro volumi tematici: Rovigo, piccola ma sorprendente, Delta del Po, la Vita è una giostra, “Saperi e sapori. Nuovi siti culturali apriranno inoltre i battenti nel 2024. In particolare il museo diocesano della cattedrale di Adria-Rovigo il cui vernissage è previsto per settembre, vanterà un susseguirsi di sale caratterizzate da nuclei a tema, con opere provenienti da tutta la diocesi, come quelle della quadreria della pinacoteca del Seminario, argenti e suppellettili, la Madonna della Vita e il polittico di Raccano (opere di Michele da Firenze in terracotta dipinta del ‘400 padano).  Tornano poi le grandi mostre di palazzo Roverella a Rovigo. In linea con i successi di Kandinskij e Renoir, il 2024 accende i riflettori su un altro artista francese tra i più rappresentativi della Parigi di fine secolo: Henry Toulouse-Lautrec (dal 23 febbraio al 30 giugno). L'esposizione è promossa dalla fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo con il comune di Rovigo e l’accademia dei Concordi. Il 2024 è infine anche anno di celebrazioni importanti, come i 100 dalla morte di Giacomo Matteotti, grande uomo politico polesano, pubblico amministratore, molto attivo e impegnato nell’attività sindacale delle cooperative e nell’attività parlamentare, segretario del partito Socialista Unitario. La mostra Giacomo Matteotti (1885 –1924). Storia di un uomo libero, promossa dal comitato provinciale per le Celebrazioni e sostenuta da fondazione Cariparo, si terrà dal 5 aprile al 7  luglio a palazzo Roncale.   [post_title] => Rovigo Cvb: nuovi strumenti per dialogare con il visitatore e scoprire il territorio [post_date] => 2024-02-07T13:22:00+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707312120000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460672 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_443101" align="alignleft" width="300"] Il Radisson Collection Santa Sofia Milan[/caption] C'è anche il Santa Sofia Milan tra le aperture di un 2023 da sviluppi record per Radisson. Negli scorsi 12 mesi il gruppo ha infatti inaugurato ben 250 strutture in tutto il mondo, per un totale di oltre 30 mila camere. "Il numero più alto di sempre", sottolinea l'executive vice president e global chief development officer, Elie Younes. La compagnia, che può contare oggi su un portfolio di dieci brand, ha visto peraltro aumentare le dimensioni della propria offerta del 50% negli ultimi cinque anni. Tra le novità 2023, si segnala anche l'hotel Berlin, prima proprietà Radisson Individuals nella capitale tedesca, che ha aperto i battenti come quarto albergo più grande della città con oltre 700 camere e suite. Il brand ha segnato il proprio debutto pure a Parigi e in Thailandia, con le inaugurazioni dello Yac Paris Clichy e del Lewit Hotel Pattaya. In India, sono invece due i nuovi Radisson Individuals: l'Uday Palace Navsari e il Palchan Hotel & Spa di Manali. Anche la Radisson Collection ha debuttato in India, nonché in Nigeria, Egitto e Lituania, espandendosi poi in mercati già presidiati quali il Belgio, con l’acquisizione del The National Hotel, così come in Italia, proprio con il Santa Sofia Milan, seconda proprietà nella capitale del design e della moda tricolore e quinta struttura nella Penisola. Dopo l’annuncio iniziale nel maggio 2022, nel 2023 il gruppo ha quindi accelerato la crescita globale del marchio lifestyle premium art'otel, in collaborazione con Pphe. Dopo il London Battersea Power Station e la più recente inaugurazione a Zagabria, lo sviluppo del brand prevede ora nuove aperture a Roma e a Londra Hoxton. A novembre è stata la volta del Radisson Blu Hotel at Porsche Design Tower Stuttgart, nonché dell’acquisizione di un ulteriore Radisson Blu nell’ambito del progetto Triangle a Parigi, ideato per diventare la nuova destinazione multifunzionale della città. Tra le altre new entry in pipeline si segnalano anche inediti Radisson Blu in Giordania, Marocco, India, Turchia, Polonia, Arabia Saudita e Nigeria. Ma è l'eponimo Radisson a rimanere il marchio in più rapida espansione. Nel 2023, il brand ha infatti registrato l'arrivo di quasi 40 nuove proprietà nel proprio portfolio: in Svizzera, il gruppo ha in particolare aperto il più grande hotel di Zurigo. Indirizzi inediti sono stati aggiunti pure nel Regno Unito, così come è stata rafforzata la presenza del marchio in India grazie all'inaugurazione del Sonamarg, settimo hotel nella regione del Kashmir. I debutti hanno invece riguardato l’isola tropicale della Riunione, Budapest e Baku Il brand Radisson Red ha fatto poi il suo ingresso in Serbia, a Belgrado, così come a Helsinki, a Tbilisi e a Phuket. Infine il capitolo resort, con le new entry Radisson Blu Resort, Mani in Grecia, Radisson Blu Resort, Kumbhalgarh in India e Fridays Boracay, a Radisson Collection Resort nelle Filippine, oltre a nuove aperture alle Fiji, in Turchia e in Polonia. [post_title] => Gruppo Radisson: sviluppo record nel 2023 con oltre 30 mila nuove camere [post_date] => 2024-02-02T11:54:04+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706874844000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460621 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Taglio del nastro per la nuova lounge di Tap Air Portugal all'aeroporto di Lisbona, dedicata ai passeggeri che viaggiano con voli al di fuori dell'area Schengen. Aperta tutti i giorni, dalle 5 del mattino alla mezzanotte, può ospitare circa cento persone in un'area di 380 mq.   La nuova lounge si trova subito dopo l'area di controllo passaporti dell'aeroporto Humberto Delgado. Progettata da Alma Design, la Tap Premium Lounge “Atlântico” offre ai passeggeri uno spazio per riunirsi, rilassarsi e prepararsi al resto del viaggio che celebra il patrimonio culturale portoghese e riflette la strategia di sostenibilità della compagnia aerea, anche attraverso la scelta di materiali locali, sostenibili e autentici.   «Il comfort dei clienti è una priorità per Tap, così come la varietà di soluzioni, di ambienti per il lavoro o per il relax e la diversità dell’offerta culinaria. La compagnia è costantemente focalizzata sul miglioramento della qualità del servizio ai passeggeri, era questo l’obiettivo della nuova lounge e ora che lo abbiamo raggiunto riteniamo che costituirà sicuramente una buona opzione per i nostri clienti con voli per il Sud e il Nord America, l'Africa o il Regno Unito» sottolinea Sofia Lufinha, chief customer officer del vettore lusitano.   Con materiali portoghesi in primo piano, come il sughero, il burel - un tessuto artigianale portoghese - e le ceramiche, che riprendono le facciate tipiche delle case portoghesi, i passeggeri troveranno ambienti per lavorare o rilassarsi, così come un’area ristorazione. La società Ambaar si occupa della gestione, mentre Cateringpor collabora alla realizzazione dell'area buffet, che offre pasti caldi e freddi ispirati alla cucina portoghese in ogni momento della giornata.   Il calore dell’ospitalità portoghese e degli abbracci che precedono ogni viaggio è rafforzato anche dalle esposizioni temporanee di artisti portoghesi curate da Underdogs, la piattaforma culturale di arte urbana con sede a Lisbona.  [post_title] => Tap Air Portugal: la premium lounge 'Atlantico' ha aperto i battenti all'aeroporto di Lisbona [post_date] => 2024-02-02T09:15:02+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706865302000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460307 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sorgerà a Malaga, nella piazza Manuel Azaña, proprio di fronte all’avenida de Andalucía, il nuovo CaixaForum, polo culturale che arricchirà l’offerta della città e doterà di nuove aree verdi la zona, convertendola in un centro rivitalizzante. Quest’anno partono i lavori, che termineranno nel 2026, con un investimento di 30 milioni di euro più 5 milioni per le attività, che prevedono 6 esposizioni annuali e 1.500 attività. In quasi 10.000 metri quadrati avranno posto due grandi sale espositive, un auditorium e diverse sale polivalenti al primo piano; al piano terra uno spazio educativo, una caffetteria-ristorante e una libreria, con il parcheggio sotterraneo. Fuori il grande giardino sarà il polmone verde del quartiere e accoglierà diverse attività all’aperto. Il progetto degli architetti Felipe Pich-Aguilera e Teresa Batlle e del loro team, con la collaborazione di Arup España, è stato concepito per integrarsi nel paesaggio urbano, generando un impatto positivo sul quartiere; la fluida copertura a forma di goccia d’acqua sarà l’emblema dell’edificio e permetterà di giocare con la luce facendo risaltare il suo singolare profilo, di giorno e di notte. Fungerà anche da rifugio climatico: l’edificio si orienterà seguendo il corso del sole la cui incidenza verrà modulata in sezioni secondo le stagioni dell’anno, anche grazie all’utilizzo di materiali sostenibili che mirano all’economia circolare. Il progetto, infatti, sottolinea il nuovo corso dell’architettura che, secondo i suoi progettisti, deve trovare il giusto compromesso tra società e natura. Il progetto di Malaga segue quelli della fondazione ‘la Caixa’ già presenti nelle principali città spagnole: Madrid, Barcelona, València, Sevilla, Zaragoza e Palma. [post_title] => Spagna: aprirà i battenti nel 2026 a Malaga il nuovo polo culturale CaixaForum [post_date] => 2024-01-29T13:49:18+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706536158000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "apre i battenti la 15esima edizione di bto destinazioni al centro" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":62,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":165,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461914","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L’Alpe di Siusi è una notissima meta vacanziera dell’Alto Adige situata nel cuore del territorio dolomitico. La circondano picchi montuosi di rara bellezza e suggestivi pascoli verdi. Le stagioni turistiche di punta sono quelle quella estiva e quella invernale, ma anche durante la primavera e l’autunno non mancano i visitatori in cerca di panorami mozzafiato, benessere e relax.\r\n\r\nQuando si apre la stagione sciistica, nella prima settimana di dicembre, le piste del comprensorio sciistico brulicano di appassionati che fin dalla mattina mettono alla prova le loro doti sugli sci.\r\n\r\nSe anche voi siete fra quelli che amano le varie discipline invernali, dovreste prendere in considerazione una settimana bianca in questo paradiso terrestre magari soggiornando in questo eccezionale eccezionale hotel 5 stelle sull'Alpe di Siusi, il Seiser Alm Urthaler di Compaccio, una struttura di grande raffinatezza ed eleganza gestita dalla famiglia Urthaler da ben quattro generazioni.\r\n\r\nAl Seiser Alm Urthaler gli ospiti possono usufruire di molti servizi di alto livello; solo per citarne alcuni: piscina panoramica interna con acqua riscaldata a 30 °C, piscina all’aperto, area saune (con sauna finlandese, bagno turco e biosauna), percorso Kneipp, zona relax con accesso al giardino, area fitness di 200 metri quadrati, trattamenti benessere di vario tipo (massaggi, peeling, bagno al fieno ecc.), cucina gourmet, cantina di vini e tanto altro ancora.\r\nCompaccio, la località ideale per divertirsi sull’Alpe di Siusi\r\nScegliere di soggiornare a Compaccio è un’ottima idea per una vacanza estiva o per una settimana bianca sull’Alpe di Siusi. Da qui partono cabinovie e seggiovie che portano sull’altopiano più esteso d’Europa. Bellissimo è poi il panorama che lo circonda.\r\nIl comprensorio sciistico dell’Alpe di Siusi\r\nNon c’è un’attività invernale che non si possa svolgere soggiornando sull’Alpe di Siusi. L’area sciistica dell’Alpe, unita a quella della Val Gardena, forma un comprensorio sciistico di eccezionale livello che arriva a contare circa 180 km di piste e 79 impianti di risalita.\r\n\r\nSi deve poi sottolineare la presenza del Re Laurino Snowpark Alpe di Siusi, considerato il migliore snowpark d’Italia; non è certo un caso che abbia ricevuto molti riconoscimenti.\r\n\r\nAnche l’offerta per lo sci di fondo è notevolissima tant’è che qui vengono spesso ad allenarsi anche campioni di livello internazionale. Si ricordano per esempio la pista Compaccio-Ritsch-Compaccio (5,4 km), la pista Möser (5,5 km), la pista Col del Lupo (8,9 km), la pista Hartl (12 km), la pista Panorama (11,3) e diverse altre.\r\n\r\nSull’Alpe di Siusi si possono poi fare interessanti e rilassanti escursioni invernali; la rete di sentieri ha una lunghezza di circa 60 km. Sul sito ufficiale dell’Alpe di Siusi si possono trovare diverse indicazioni sui sentieri da percorrere con la specifica della lunghezza e del grado di difficoltà.\r\n\r\nSe poi sentite il bisogno di un po’ di romanticismo potreste prenotare una gita in carrozza sulla neve; vi godrete panorami innevati stupendi. Per le prenotazioni basta recarsi all’Ufficio Informazioni di Compaccio.\r\n\r\nSi devono infine segnalare diverse altre iniziative invernali come per esempio i tour guidati a Castel Prösels (XIII sec.) a Fiè allo Sciliar; dopo un tour di un'ora, viene servita una bibita calda.\r\n\r\nNel mese di marzo 2024 inoltre, dal 14 al 16 e dal 20 al 22, si terrà la 16esima edizione di Swing on Snow; è una manifestazione che prevede che per 6 giorni al mattino gli sciatori e gli snowboarder siano accompagnati dalle note musicali di varie band. A mezzogiorno invece saranno gli ospiti delle baite a godere delle melodie.\r\n\r\nInsomma, non c’è proprio modo di annoiarsi durante una settimana bianca sull’Alpe di Siusi.","post_title":"Alpe di Siusi: perché sceglierla per una settimana bianca?","post_date":"2024-02-20T11:30:08+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio","informazione-pr"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio","Informazione PR"],"post_tag":["alpe-di-siusi","alto-adige","comprensorio-sciistico-compaccio","hotel-5-stelle-alpe-di-siusi-alto-adige","hotel-5-stelle-compaccio","hotel-a-compaccio","hotel-di-lusso-alto-adige","sciare-a-compaccio","seiser-alm-urthaler-di-compaccio","settimana-bianca-compaccio-alto-adige","vacanze-in-alto-adige"],"post_tag_name":["Alpe di Siusi","Alto Adige","comprensorio sciistico compaccio","hotel 5 stelle alpe di siusi alto adige","hotel 5 stelle compaccio","hotel a compaccio","hotel di lusso alto adige","sciare a compaccio","Seiser Alm Urthaler di Compaccio","settimana bianca compaccio alto adige","vacanze in alto adige"]},"sort":[1708428608000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461825","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Dopo il periodo di soft opening inaugurato lo scorso luglio, apre ufficialmente i propri battenti il prossimo aprile il boutique hotel La Serena. Posizionata tra le Alpi Apuane e il Mar Mediterraneo, la nuova struttura di Forte dei Marmi intende portare un approccio giovane e fresco all'offerta locale di ospitalità con un design contemporaneo che predomina in tutti gli ambienti. La Serena offre 30 camere e suite, un ristorante di cucina toscana e mediterranea, un bar e una cantina, un lounge e una lobby, una piscina, una terrazza e un giardino.\r\n\r\nRispecchiando la cultura artistica della zona, La Serena include inoltre una galleria, che espone opere colorate di artisti consolidati ed emergenti, posizionate negli spazi comuni, nonché nei giardini e nell'area della piscina. L'hotel offre pure un programma di residenza per artisti, che per la stagione 2024 prevede la presenza al momento di Maitha Abdalla, dal 15 aprile al 6 maggio, di Hazem Harb, dal 1° al 15 giugno, nonché di Samo Shalaby, dal 20 giugno al 20 luglio.","post_title":"Ad aprile apre La Serena: boutique hotel dalla vocazione artistica a Forte dei Marmi","post_date":"2024-02-19T12:56:42+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1708347402000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461579","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ryanair ha svelato  il network con cui debutterà nei collegamenti dalla nuova base di Reggio Calabria (la 19esima, e il 31° aeroporto in Italia) dove sarà posizionato un velivolo. Dal prossimo 1° aprile saranno otto le destinazioni in decollo, di cui ben cinque internazionali invece delle 4 previste, e 3 domestiche. \r\n\r\nLa rete nazionale include le città di Torino, Venezia e Bologna, mentre a livello internazionale da Reggio Calabria saranno raggiungibili Manchester, Marsiglia, Berlino, Barcellona e Tirana, garantendo collegamenti diretti con capitali e importanti città europee.\r\n\r\nComplessivamente, l'estate Ryanair sulla Calabria prevede 10 nuove rotte in tutti e 3 gli aeroporti (Lamezia, Crotone e Reggio).\r\n\r\nIl lancio della nuova base a Reggio Calabria creerà fino a 200 nuovi posti di lavoro insieme a un investimento sostanziale di 100 milioni di dollari in nuovi aeromobili. Da Lamezia la low cost aprirà una nuova rotta per Valencia (18 in totale) e oltre 180 voli settimanali, mentre da Crotone decollerà un nuovo collegamento per Torino (4 totali) e oltre 30 voli settimanali, con una crescita della connettività nei due scali rispettivamente del 13% e del 33%.\r\n\r\nObiettivo della compagnia è quello di trasportare fino a 1,3 milioni di passeggeri sulla Calabria per la summer 2024, per una crescita del +20%.\r\n\"Questa importante espansione segna l'inizio di una strategia a lungo termine con il presidente Occhiuto e la Regione per posizionare la Calabria come destinazione leader in Europa e far crescere il turismo in entrata, la connettività e l'occupazione, offrendo al contempo tariffe basse ai cittadini/visitatori - ha dichiarato il ceo del vettore, Eddie Wilson -. La Calabria è una destinazione tutta da scoprire sia in Italia che in Europa, e merita più connettività, più turismo tutto l'anno e più posti di lavoro. La Calabria godrà ora di un boom del turismo in entrata grazie alla crescita spettacolare fornita da Ryanair, (già sperimentata da altre regioni italiane come la Puglia e la Sardegna), con tariffe competitive e una maggiore connettività\".\r\n\"Ryanair ha deciso di investire in Calabria centinaia di milioni di euro, porterà 10 nuove rotte, verranno creati tanti nuovi posti di lavoro, si svilupperanno ulteriormente i nostri tre aeroporti: Reggio Calabria, Lamezia Terme e Crotone - ha commentato il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto -. Il traffico aereo nella nostra Regione nel 2023 è stato di circa 3,3 milioni di passeggeri. Nel 2024 puntiamo a 4 milioni. L’obiettivo è quello di avere in Calabria entro qualche anno 6 milioni di passeggeri: raddoppiando di fatto il dato del 2023. La sfida adesso è anche quella di migliorare la ricettività delle nostre strutture alberghiere\".","post_title":"Ryanair a Reggio Calabria con la nuova base e 8 destinazioni, 5 internazionali","post_date":"2024-02-15T12:10:26+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1707999026000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461319","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'Aruba Tourism Authority traguarda un 2024 di rinnovata crescita: «Con nuovi sviluppi sul fronte dell’offerta alberghiera - spiega la ceo, Ronella Croes -, innovazioni tecnologiche, importanti appuntamenti culturali e molto altro ancora, siamo certi che la sensazione di benessere che i nostri visitatori sperimentano sull'isola resterà con loro anche una volta tornati a casa, aiutandoci a portare nel mondo quello che maggiormente caratterizza la nostra isola e che per noi è il tesoro più grande: la felicità».\r\n\r\nTra le principali novità spiccano l’Iberostar Grand Aruba, che aprirà i battenti la prossima estate, di fronte alla pluripremiata Eagle Beach, con 240 suite premium: il resort adults-only sarà la prima struttura Iberostar nei Caraibi olandesi e costituirà un'ulteriore diversificazione delle opzioni alberghiere a disposizione dei visitatori.\r\n\r\nA fine 2024 sarà invece il turno del St. Regis Palm Beach Aruba Resort, brand che farà il suo debutto sull'isola e amplierà il suo prodotto di lusso con 220 camere esclusive, servizi a 5 stelle e un'offerta gastronomica e spa. Situato in una posizione strategica sulla vivace Palm Beach, l'hotel sarà la seconda struttura St. Regis nei Caraibi.\r\n\r\n \r\n\r\nLe nuove aperture e gli appuntamenti culturali verranno supportati da nuove risorse in fase di implementazione per rendere sempre più semplici il viaggio da e verso l'isola. Nel mese di marzo Aruba introdurrà l'Aruba Happy One Pass, un sistema di credenziali di viaggio digitali che consentirà ai viaggiatori di completare le verifiche prima dell'imbarco, di condividere le proprie informazioni direttamente con i funzionari dell'immigrazione e di attraversare agevolmente i punti di controllo di frontiera senza dover fornire il passaporto fisico.\r\n\r\nOltre ai voli Klm giornalieri via Amsterdam, quest'anno i viaggiatori potranno contare sul rafforzamento dei collegamenti con gli Stati Uniti e soprattutto con il Sud America, grazie al nuovo volo diretto Lima/Oranjestad operato da Latam 4 volte a settimana e all’integrazione di ulteriori voli dalla Colombia. Tali collegamenti contribuiranno a rafforzare il posizionamento di Aruba come estensione mare perfetta a seguito di un viaggio in America, facile da raggiungere e con un clima ideale tutto l’anno, anche nei mesi di agosto e settembre.\r\n\r\nAruba e la promozione sul mercato italiano\r\n\r\nL'appuntamento sul mercato Italia con la 'One Happy Island dei Caraibi', dopo la partecipazione alla recente Bit, continuerà con un roadshow dedicato alla destinazione che si svolgerà dal 24 al 28 giugno 2024 toccando 4 diverse città italiane dando vita ad una “Carovana della Felicità”. Prosegue poi la collaborazione dell'Aruba Tourism Authority Italia con i tour operator e i principali network di agenzie di viaggio, nonché cpn la formazione e assistenza di ogni agente, consulente o viaggiatore interessato a scoprire qualcosa di più sull’isola.","post_title":"Aruba semplifica l'esperienza di viaggio. Le novità 2024 del ricettivo","post_date":"2024-02-12T14:13:12+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1707747192000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461040","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sono i Nicolaus Club Nozha Beach di Hammamet ed El Fatimi di Mahdia le due new entry tunisine del gruppo di Ostuni, che in questo modo raddoppia la propria presenza nella destinazione nordafricana. Le novità si aggiungono al Nicolaus Club Helios Beach e al Valtur Djerba Golf Resort & Spa, con una pacchettizzazione che prevede un fitto piano voli con collegamenti da Malpensa, Verona, Bergamo, Roma Fiumicino e Bologna per Monastir e Tunisi.\r\n\r\nAl Nicolaus Club Nozha Beach, precedentemente gestito dalla rinomata catena Vincci, è in corso una vasta ristrutturazione, che riguarda tutta la struttura, il ristorante principale, il mini acquapark, la spa e il centro congressi. Riaprirà i battenti in primavera caratterizzato  da tenui colori pastello che andranno a impreziosire l’immagine delle camere, pensate dalla nuova gestione con un occhio di riguardo per il gusto prettamente italiano nella scelta dei materiali, delle cromie e dei dettagli. Con la nuova apertura non mancheranno anche novità quali il ristorante à la carte mediterraneo connotato da un tocco boho style e il beach barbecue El Maro, aperto a pranzo e dislocato tra la piscina e la spiaggia. Il Nicolaus Club El Fatimi segna invece il debutto dell’operatore in una località richiestissima dal mercato italiano. Anche questo resort è in fase di totale ristrutturazione, con ingenti opere sia nelle sistemazioni sia nelle aree comuni, e come l’altra new entry aprirà nella sua inedita veste a fine aprile 2024.\r\n\r\n“Con grande soddisfazione presentiamo al mercato queste due novità che ci vedono affiancare i nomi più importanti dell’outgoing legato alla Tunisia - sottolinea la product manager Tunisia, Laura Mangialardi -. Volevamo ampliare la programmazione con strutture che garantissero un forte vantaggio competitivo, sia a noi, sia alla distribuzione. E abbiamo centrato l’obiettivo. Concentrandoci sul prodotto, possiamo dire che ci piace pensare il Nicolaus Club Nozha Beach come una struttura completa e raffinata ma al tempo stesso raccolta per avere tutto sotto mano. È una vera chicca, una sorta di bomboniera tunisina, rinnovata con gusto prettamente italiano dopo il ritorno nelle mani del proprietario: una persona giovane e dinamica che ama lo stile del made in Italy e che ha fortemente attualizzato tutta l’impostazione”.\r\n\r\n \r\n\r\n“La Tunisia si caratterizza per un unicum che vede stare insieme un mare caraibico, siti di interesse storico e culturale e un’offerta benessere di alto livello arricchita dalle proposte di talassoterapia, il fascino del deserto e una miriade di possibilità legate allo sport, allo shopping, all’esplorazione della natura e alla nightlife - aggiunge il direttore prodotto, Paola Coccarelli -. Debuttando con due strutture, ad Hammamet e in un’area come quella di Mahdia molto amata dagli italiani, andiamo ad ampliare strategicamente e in modo competitivo il nostro raggio di azione proprio in funzione di vivere al meglio la bellezza di una meta, che è quasi un piccolo continente e che già ci vede operare in qualità di primo to a Djerba”.\r\n\r\n ","post_title":"Il gruppo Nicolaus raddoppia in Tunisia: new entry ad Hammamet e a Mahdia","post_date":"2024-02-07T14:45:18+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1707317118000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460864","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"In occasione di Bit Milano 2024, Rovigo Convention & Visitors Bureau ha presentato i nuovi strumenti di marketing, comunicazione e promozione turistica del suo territorio. Si tratta di ulteriori risorse che vanno a implementare un dialogo sempre più diretto con il visitatore, a sottolineare le molte opportunità che offre una stagione tutta da vivere e da scoprire nelle terre fra Adige Po, tra arte, storia, cultura, enogastronomia e natura.\r\n\r\nSi tratta di ville, palazzi e luoghi sacri che custodiscono piccoli e grandi tesori. «Per accompagnare la scoperta dell’offerta turistica che di anno in anno si arricchisce, il Rovigo Convention & Visitors Bureau, da sempre attivo nella promozione di viaggi leisure & business, ha creato nuovi strumenti e altrettante occasioni per una vacanza in questi luoghi - spiega Cristina Regazzo, responsabile di Rovigo Cvb -. L’intensa attività svolta ha permesso infatti di creare, supportare e avviare ulteriori asset e iniziative, grazie in particolare al sostegno di Camera di commercio Venezia-Rovigo, fondazione Cariparo e Gal Adige, associazione costituita da un partenariato pubblico-privato che si occupa della valorizzazione rurale di 17 comuni del Polesine attraverso fondi comunitari».\r\n\r\nIn rassegna tutti gli strumenti: le prime sei brochure tematiche, cinque video dedicati agli itinerari open-air e un portale web che continuerà il suo sviluppo nel 2024, collegandosi al dms regionale. In più, altri due video: per la promozione delle terre fra Adige-Po come destinazione wedding e come meta meeting & eventi, nell’ambito delle azioni realizzate con la rete regionale Venice region convention bureau betwork. Il tutto, senza tralasciare la versione in inglese dell’app Discover Rovigo, divisa in quattro volumi tematici: Rovigo, piccola ma sorprendente, Delta del Po, la Vita è una giostra, “Saperi e sapori.\r\n\r\nNuovi siti culturali apriranno inoltre i battenti nel 2024. In particolare il museo diocesano della cattedrale di Adria-Rovigo il cui vernissage è previsto per settembre, vanterà un susseguirsi di sale caratterizzate da nuclei a tema, con opere provenienti da tutta la diocesi, come quelle della quadreria della pinacoteca del Seminario, argenti e suppellettili, la Madonna della Vita e il polittico di Raccano (opere di Michele da Firenze in terracotta dipinta del ‘400 padano).\r\n\r\n Tornano poi le grandi mostre di palazzo Roverella a Rovigo. In linea con i successi di Kandinskij e Renoir, il 2024 accende i riflettori su un altro artista francese tra i più rappresentativi della Parigi di fine secolo: Henry Toulouse-Lautrec (dal 23 febbraio al 30 giugno). L'esposizione è promossa dalla fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo con il comune di Rovigo e l’accademia dei Concordi.\r\n\r\nIl 2024 è infine anche anno di celebrazioni importanti, come i 100 dalla morte di Giacomo Matteotti, grande uomo politico polesano, pubblico amministratore, molto attivo e impegnato nell’attività sindacale delle cooperative e nell’attività parlamentare, segretario del partito Socialista Unitario. La mostra Giacomo Matteotti (1885 –1924). Storia di un uomo libero, promossa dal comitato provinciale per le Celebrazioni e sostenuta da fondazione Cariparo, si terrà dal 5 aprile al 7  luglio a palazzo Roncale.\r\n\r\n ","post_title":"Rovigo Cvb: nuovi strumenti per dialogare con il visitatore e scoprire il territorio","post_date":"2024-02-07T13:22:00+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1707312120000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460672","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_443101\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Il Radisson Collection Santa Sofia Milan[/caption]\r\n\r\nC'è anche il Santa Sofia Milan tra le aperture di un 2023 da sviluppi record per Radisson. Negli scorsi 12 mesi il gruppo ha infatti inaugurato ben 250 strutture in tutto il mondo, per un totale di oltre 30 mila camere. \"Il numero più alto di sempre\", sottolinea l'executive vice president e global chief development officer, Elie Younes. La compagnia, che può contare oggi su un portfolio di dieci brand, ha visto peraltro aumentare le dimensioni della propria offerta del 50% negli ultimi cinque anni.\r\n\r\nTra le novità 2023, si segnala anche l'hotel Berlin, prima proprietà Radisson Individuals nella capitale tedesca, che ha aperto i battenti come quarto albergo più grande della città con oltre 700 camere e suite. Il brand ha segnato il proprio debutto pure a Parigi e in Thailandia, con le inaugurazioni dello Yac Paris Clichy e del Lewit Hotel Pattaya. In India, sono invece due i nuovi Radisson Individuals: l'Uday Palace Navsari e il Palchan Hotel & Spa di Manali.\r\n\r\nAnche la Radisson Collection ha debuttato in India, nonché in Nigeria, Egitto e Lituania, espandendosi poi in mercati già presidiati quali il Belgio, con l’acquisizione del The National Hotel, così come in Italia, proprio con il Santa Sofia Milan, seconda proprietà nella capitale del design e della moda tricolore e quinta struttura nella Penisola.\r\n\r\nDopo l’annuncio iniziale nel maggio 2022, nel 2023 il gruppo ha quindi accelerato la crescita globale del marchio lifestyle premium art'otel, in collaborazione con Pphe. Dopo il London Battersea Power Station e la più recente inaugurazione a Zagabria, lo sviluppo del brand prevede ora nuove aperture a Roma e a Londra Hoxton. A novembre è stata la volta del Radisson Blu Hotel at Porsche Design Tower Stuttgart, nonché dell’acquisizione di un ulteriore Radisson Blu nell’ambito del progetto Triangle a Parigi, ideato per diventare la nuova destinazione multifunzionale della città. Tra le altre new entry in pipeline si segnalano anche inediti Radisson Blu in Giordania, Marocco, India, Turchia, Polonia, Arabia Saudita e Nigeria.\r\n\r\nMa è l'eponimo Radisson a rimanere il marchio in più rapida espansione. Nel 2023, il brand ha infatti registrato l'arrivo di quasi 40 nuove proprietà nel proprio portfolio: in Svizzera, il gruppo ha in particolare aperto il più grande hotel di Zurigo. Indirizzi inediti sono stati aggiunti pure nel Regno Unito, così come è stata rafforzata la presenza del marchio in India grazie all'inaugurazione del Sonamarg, settimo hotel nella regione del Kashmir. I debutti hanno invece riguardato l’isola tropicale della Riunione, Budapest e Baku\r\n\r\nIl brand Radisson Red ha fatto poi il suo ingresso in Serbia, a Belgrado, così come a Helsinki, a Tbilisi e a Phuket. Infine il capitolo resort, con le new entry Radisson Blu Resort, Mani in Grecia, Radisson Blu Resort, Kumbhalgarh in India e Fridays Boracay, a Radisson Collection Resort nelle Filippine, oltre a nuove aperture alle Fiji, in Turchia e in Polonia.","post_title":"Gruppo Radisson: sviluppo record nel 2023 con oltre 30 mila nuove camere","post_date":"2024-02-02T11:54:04+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1706874844000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460621","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Taglio del nastro per la nuova lounge di Tap Air Portugal all'aeroporto di Lisbona, dedicata ai passeggeri che viaggiano con voli al di fuori dell'area Schengen. Aperta tutti i giorni, dalle 5 del mattino alla mezzanotte, può ospitare circa cento persone in un'area di 380 mq.\r\n \r\n\r\nLa nuova lounge si trova subito dopo l'area di controllo passaporti dell'aeroporto Humberto Delgado. Progettata da Alma Design, la Tap Premium Lounge “Atlântico” offre ai passeggeri uno spazio per riunirsi, rilassarsi e prepararsi al resto del viaggio che celebra il patrimonio culturale portoghese e riflette la strategia di sostenibilità della compagnia aerea, anche attraverso la scelta di materiali locali, sostenibili e autentici.\r\n \r\n«Il comfort dei clienti è una priorità per Tap, così come la varietà di soluzioni, di ambienti per il lavoro o per il relax e la diversità dell’offerta culinaria. La compagnia è costantemente focalizzata sul miglioramento della qualità del servizio ai passeggeri, era questo l’obiettivo della nuova lounge e ora che lo abbiamo raggiunto riteniamo che costituirà sicuramente una buona opzione per i nostri clienti con voli per il Sud e il Nord America, l'Africa o il Regno Unito» sottolinea Sofia Lufinha, chief customer officer del vettore lusitano.\r\n \r\n\r\n\r\n\r\nCon materiali portoghesi in primo piano, come il sughero, il burel - un tessuto artigianale portoghese - e le ceramiche, che riprendono le facciate tipiche delle case portoghesi, i passeggeri troveranno ambienti per lavorare o rilassarsi, così come un’area ristorazione. La società Ambaar si occupa della gestione, mentre Cateringpor collabora alla realizzazione dell'area buffet, che offre pasti caldi e freddi ispirati alla cucina portoghese in ogni momento della giornata.\r\n \r\nIl calore dell’ospitalità portoghese e degli abbracci che precedono ogni viaggio è rafforzato anche dalle esposizioni temporanee di artisti portoghesi curate da Underdogs, la piattaforma culturale di arte urbana con sede a Lisbona. \r\n\r\n","post_title":"Tap Air Portugal: la premium lounge 'Atlantico' ha aperto i battenti all'aeroporto di Lisbona","post_date":"2024-02-02T09:15:02+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1706865302000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460307","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sorgerà a Malaga, nella piazza Manuel Azaña, proprio di fronte all’avenida de Andalucía, il nuovo CaixaForum, polo culturale che arricchirà l’offerta della città e doterà di nuove aree verdi la zona, convertendola in un centro rivitalizzante.\r\n\r\nQuest’anno partono i lavori, che termineranno nel 2026, con un investimento di 30 milioni di euro più 5 milioni per le attività, che prevedono 6 esposizioni annuali e 1.500 attività. In quasi 10.000 metri quadrati avranno posto due grandi sale espositive, un auditorium e diverse sale polivalenti al primo piano; al piano terra uno spazio educativo, una caffetteria-ristorante e una libreria, con il parcheggio sotterraneo. Fuori il grande giardino sarà il polmone verde del quartiere e accoglierà diverse attività all’aperto.\r\n\r\nIl progetto degli architetti Felipe Pich-Aguilera e Teresa Batlle e del loro team, con la collaborazione di Arup España, è stato concepito per integrarsi nel paesaggio urbano, generando un impatto positivo sul quartiere; la fluida copertura a forma di goccia d’acqua sarà l’emblema dell’edificio e permetterà di giocare con la luce facendo risaltare il suo singolare profilo, di giorno e di notte. Fungerà anche da rifugio climatico: l’edificio si orienterà seguendo il corso del sole la cui incidenza verrà modulata in sezioni secondo le stagioni dell’anno, anche grazie all’utilizzo di materiali sostenibili che mirano all’economia circolare.\r\n\r\nIl progetto, infatti, sottolinea il nuovo corso dell’architettura che, secondo i suoi progettisti, deve trovare il giusto compromesso tra società e natura. Il progetto di Malaga segue quelli della fondazione ‘la Caixa’ già presenti nelle principali città spagnole: Madrid, Barcelona, València, Sevilla, Zaragoza e Palma.","post_title":"Spagna: aprirà i battenti nel 2026 a Malaga il nuovo polo culturale CaixaForum","post_date":"2024-01-29T13:49:18+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1706536158000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti