27 May 2024

Amadeus: il settore dei viaggi è pronto per adottare l’NDC

[ 0 ]

Ángel Gallego, executive vice president, Travel Distribution, Amadeus

Il nuovo report Amadeus, a cui  hanno contribuito aziende come Allianz, American Airlines, British Airways, Iata, Qantas, Travix e Volkswagen, rivela che il settore dei viaggi è pronto per NDC e indica il 2021 come l’anno NDC.

I consumatori di oggi hanno nei confronti delle agenzie di viaggio le stesse aspettative che hanno nei confronti di marchi come Amazon, Netflix e Spotify: un’esperienza senza soluzione di continuità, rilevante e personalizzata. Per un settore più flessibile e agile, in grado di soddisfare le mutevoli esigenze dei viaggiatori, New Distribution Capability (NDC) di Iata rappresenta la base per una distribuzione digitale.

Ci sono opinioni contrastanti sull’impatto che la pandemia da Covid-19 sta avendo sul processo NDC. Tuttavia, il nuovo studio di Amadeus fornisce indicazioni sul grado di maturità di questo standard in tutto il settore. Approfondimenti provenienti da compagnie aeree, agenzie di viaggio e aziende, così come gli esperti Amadeus stessi evidenziano che lo sviluppo di NDC ha subito un’accelerazione nel corso degli ultimi 18 mesi, arrivando ad affermare che il 2021 sarà l’anno in cui NDC verrà adottato su larga scala. 

Ángel Gallego, executive vice president, Travel Distribution, Amadeus, ha commentato così i risultati emersi nel report: “Se confrontiamo il punto in cui eravamo 18 mesi fa con quello di oggi, è chiaro che nonostante la tensione causata da Covid-19, il settore non ha sacrificato il suo impegno verso NDC. Per quanto riguarda le compagnie aeree, stiamo vedendo nuovi pacchetti di prodotti e prezzi diversificati. Per quanto riguarda gli agenti di viaggi, ogni operatore Amadeus sarà in grado di prenotare il contenuto NDC, insieme alle offerte provenienti da altri canali, entro la fine di quest’anno. Per quanto riguarda la tecnologia, abbiamo continuato a mantenere la nostra promessa di offrire soluzioni scalabili e innovative che includono funzioni vitali come l’assistenza post-booking”.

Le compagnie aeree stanno iniziando a rendere disponibili offerte su misura, così come a sperimentare novità come il ‘continuous pricing’ e nuovi tipi di offerte in bundle. Le agenzie di viaggio di qualsiasi tipo e dimensione si stanno attivando in tutto il mondo, con oltre 2.500 agenzie di viaggio in 50 mercati che sono ora in grado di prenotare e gestire i contenuti delle compagnie aeree tramite NDC grazie alle soluzioni Amadeus. Queste soluzioni sono: Amadeus Selling Platform Connect, Amadeus Travel API e Amadeus cytric Travel & Expense.

La tecnologia che sta alla base di NDC è progredita in modo significativo.  Ora gli agenti di viaggio sono in grado di consultare i contenuti NDC e EDIFACT, insieme ai contenuti LCC distribuiti tramite API, il tutto in un unico ambiente Amadeus Travel Platform. È importante notare che il documento sottolinea come i recenti miglioramenti nell’assistenza e nella fase di preparazione dei sistemi di mid e back office delle agenzie di viaggio siano fondamentali per la scalabilità nei prossimi mesi e anni.

Continua Gabriele Rispoli, direttore commerciale di Amadeus Italia: «È incoraggiante constatare come il settore veda sempre più NDC come un fattore chiave per la ripresa e lo sviluppo. Con una moderna distribuzione digitale, i viaggi saranno basati su offerte dinamiche e questo darà un vantaggio competitivo sia alle compagnie aeree che alle agenzie di viaggio disposte ad abbracciare questo cambiamento».

Inoltre, lo studio mette in luce alcune delle barriere che ancora si frappongono all’adozione diffusa di NDC, tra cui la necessità di aggiornare i sistemi delle compagnie aeree, l’adozione di uno standard NDC comune e la trasformazione dei sistemi di mid e back office per gli agenti di viaggio.

Insomma il report invita il settore a dare priorità alla collaborazione e alla sperimentazione per far crescere l’adozione di NDC.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467625 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «I numeri del turismo a Salisburgo sono nuovamente positivi - afferma Ines Wizany, marketing manager di Tourismus Salzburg -. L’Italia è al quinto posto per pernottamenti dopo Germania, Austria, Usa e Uk. Gli italiani visitano Salisburgo per la natura, la cultura, Mozart e i mercatini dell’Avvento. A Salisburgo vivono 160.000 persone, quindi è una piccola città che si può visitare camminando. Tutto il centro storico è pedonale e poi c’è molto verde e una grande offerta per le famiglie. A Salisburgo c’è qualcosa per tutti i gusti. Il Museo di Storia Naturale, il famoso Castello di Hellbrunn con il suo enorme parco e il giardino zoologico… Inoltre Salisburgo è la capitale austriaca della birra: il birrificio Stiegl, fondato nel 1492, è oggi la più grande birreria privata del paese. Risale invece al 1621 la birreria degli agostiniani. In queste settimane soleggiate riaprono tutti i giardini e noi salisburghesi usciamo per fare sport e stare con gli amici. È questo il Lebensgefühl, tema della campagna turistica dell’Austria per il 2024». Salisburgo è uno splendido centro barocco, dove si incontrano architettura, storia, cultura e natura. Una città da scoprire a piedi, ma anche in bicicletta e con la Salzburg Card all-inclusive, che permette di vistare tutte le attrazioni e musei e di utilizzare i trasporti pubblici gratuitamente.  Piazze spaziose e vasti palazzi ospitano lo straordinario “Dom Quartier”, complesso museale che oggi festeggia i 10 anni dalla sua inaugurazione e consente di scoprire una città che è un gioiello barocco, patrimonio mondiale Unesco dal 1997. Per celebrare la ricorrenza dal prossimo 21 giugno e fino al 6 gennaio 2025 si potrà visitare presso la Residenzgalerie la mostra "I colori della Serenissima. Maestri veneziani dal Kunsthistorisches Museum di Vienna" dove, oltre ai capolavori viennesi, saranno esposti arazzi, bronzi, armature, capolavori e oggetti curiosi provenienti dalla leggendaria Kunstkammer dell'ex casa imperiale asburgica. Quest’anno ricorre anche il 450° anniversario della nascita del principe vescovo Markus Sittikus, a cui si deve la costruzione dell’attuale duomo di Salisburgo (dopo l’incendio del 1598) e del sontuoso il palazzo di Hellbrunn con il parco e i famosi giochi d’acqua. Tante le importanti ricorrenze - tra cui i 100 anni del Museo etnografico (Volkskundemuseum) - ma bisogna ricordare che Salisburgo è entrata a far parte del patrimonio mondiale dell'Umanità anche per le sue straordinarie creazioni in campo musicale. A partire dalla metà del 1300 i principi vescovi, infatti, accolsero in città compositori e musicisti da tutta Europa, tra cui il salisburghese Wolfgang Amadeus Mozart. Da allora la città ospita numerosi eventi musicali, spettacoli teatrali e festival. La prossima estate, dal 18 luglio al 31 agosto, si terrà la 104esima edizione del Festival di Salisburgo - diretto dalla regista e drammaturga Marina Davydova – che quest’anno metterà l’accento sulla musica spirituale e sul dialogo interreligioso. Salisburgo è un grandissimo palcoscenico all’aperto, con 4.500 eventi culturali ogni anno, tra i quali quelli legati al Teatro delle Marionette, che quest’anno compie 111 anni e, dal 2016, fa parte del patrimonio culturale immateriale dell'Unesco.La città è tanto amata anche per il luminoso periodo dell’Avvento, quando il centro storico barocco di Salisburgo, secondo una tradizione di oltre 500 anni, offre una cornice spettacolare ai suggestivi mercatini natalizi. «A Salisburgo c’è una bellissima combinazione tra cultura e natura. È una città da scoprire - conclude Ines Wizany - A poca distanza dal centro urbano ci sono le Grotte di Ghiaccio, la Strada Alpina del Großglockner e le Miniere di Sale. E poi c’è il Salzkammergut: l’area dei 70 laghi naturali. Il suo capoluogo, Bad Ischl, si trova a soli 20’ da Salisburgo ed è quest’anno capitale europea della cultura, con tutto il suo territorio». [post_title] => Austria: nella città barocca di Salisburgo la cultura abbraccia la natura [post_date] => 2024-05-24T10:12:49+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716545569000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467965 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Swiss allunga lo sguardo all'inverno 2024-25 con un network composto da 93 destinazioni servite da Zurigo e Ginevra. La compagnia del gruppo Lufthansa continuerà a servire una serie di destinazioni che sono state aggiunte recentemente alla rete estiva. Tra le mete a lungo raggio spicca Washington, DC, operata da cinque voli settimanali anche durante l'inverno. Sul fronte del corto raggio, Swiss volerà ogni giorno su Londra Gatwick e tre volte a settimana su Cluj-Napoca (Romania) e Košice (Slovacchia). Previsto anche l'aumento delle frequenze di volo su alcune rotte intercontinentali: i collegamenti tra Zurigo e le città californiane di Los Angeles e San Francisco saranno portati a frequenza giornaliera, mentre sulla Zurigo-Miami sarà operato un collegamento due volte al giorno. Swiss effettuerà durante l'inverno anche un collegamento giornaliero tra Zurigo e Shanghai. I passeggeri che viaggiano da Ginevra potranno continuare a usufruire del collegamento non-stop da e per la capitale norvegese Oslo anche nella winter: la rotta Ginevra-Oslo è stata aggiunta al network Swiss quest'estate e sarà operata con quattro frequenze settimanali nel prossimo orario invernale. Sempre da Ginevra i passeggeri avranno una maggiore scelta di servizi anche per Copenaghen (aumentati a cinque frequenze settimanali) e per Valencia e Malaga (ciascuno aumentato a tre voli settimanali).   [post_title] => Swiss manterrà anche nell'orario invernale i voli per Washington e Londra Gatwick [post_date] => 2024-05-24T09:10:43+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716541843000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467331 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'estate 2024 di Svizzera Turismo si apre all'insegna del rebranding del logo che per la prima volta, dopo quasi 30 anni, abbandona il fiore dorato per lasciare spazio, semplicemente, alla parola 'Switzerland'. Il nome, quindi, che identifica la destinazione così come la bandiera - nota a livello mondiale -: una croce bianca che spunta a rappresentare la lettera 'T' (intesa anche come simbolo + a identificare tutti i plus della meta) e il colore rosso, declinato in cinque sfumature diverse. Un marchio nuovo, digitale e moderno, che rappresenta la promessa turistica della Svizzera: natura, ospitalità, affidabilità.  L'ente ha presentato ieri a Milano - insieme ad alcuni dei partner storici sul mercato Italia: Zurich Tourism, Interlaken, Bls - Trenino Verde delle Alpi, Ferrovia retica e Travel Switzerland (ex Swiss Travel Sistem, che ha anch'esso cambiato brand) - la ricca offerta per la stagione estiva. E le attese sono positive: «Il solo mese di marzo - ha sottolineato Christina Glaeser, direttrice di Svizzera Turismo nel nostro Paese - ha registrato una crescita record del +5,4% in termini di pernottamenti rispetto al marzo 2023. Un ottimo risultato considerato il periodo, raggiunto sicuramente anche grazie ai costanti investimenti con campagne promozionali mirate. In questo momento è attiva quella 2x1 Eurocity in collaborazione con Trenitalia, per incentivare i viaggi in treno e che funziona davvero bene, con ottimi risultati di vendita». Positivi anche i dati del primo trimestre 2024, con un incremento degli arrivi italiani del 5,6% rispetto all'analogo periodo del 2023. L'Italia si conferma un bacino strategico per la destinazione, «come testimoniato dal grande interesse dei nostri partner per spingere il prodotto Svizzera in Italia. Vogliamo portare avanti il lavoro sulla sostenibilità che ha contraddistinto gli ultimi due anni, e che ora comincia a produrre risultati concreti». Nel mirino c'è principalmente il target «giovani, molto sensibili proprio al tema green». In quest'ottica si muovono le iniziative del Winter Village, che coinvolge «direttamente le famiglia con bimbi che sono i nostri clienti del futuro. E devo dire che la Svizzera è percepita sempre più come meta 'family friendly', con tantissime opportunità da vivere con i bambini e ragazzi, spesso proprio nella natura». Allungando lo sguardo al prossimo anno, «anticipo l'appuntamento con la Uefa Women's Euro 2025 che si svolgerà proprio in Svizzera (dal 2 al 27 luglio, ndr), che ci vedrà impegnati con un grande progetto di promozione».   [post_title] => Svizzera Turismo: l'estate si apre con il rebranding del logo, in 5 tonalità di rosso [post_date] => 2024-05-15T10:00:38+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715767238000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467187 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => "Pagare tutti per pagare meno". Sembra uno slogan da manifestazione di piazza. Invece è stato lanciato dal solitamente pacato Bernabò Bocca, in occasione della settantaquattresima assemblea nazionale di Federalberghi. Obiettivo degli strali del presidente dell'associazione una misura contenuta nell'ultima legge di bilancio: quella che, in occasione del Giubileo, consente ai comuni di incrementare imposta e contributo di soggiorno fino a due euro per notte, permettendo inoltre in via permanente di destinare il gettito così ottenuto a finanziare anche i costi relativi al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. "Tutti i discorsi, i ragionamenti, le promesse vanno a finire qui - ha chiosato Bocca a Viareggio -: la nostra attività è vista come un bancomat da molti amministratori che non riescono a garantire equilibrio alla finanza locale". A chi ha la responsabilità di definire la politica nazionale, Federalberghi chiede quindi "di imporre una corretta disciplina di bilancio al territorio, anziché di fornirgli gli strumenti per peggiorare la situazione. Nel corso di una recente audizione, abbiamo sottolineato come, a nostro avviso, sarebbe più corretto finanziare le funzioni svolte dagli enti locali in campo turistico con modalità diverse dall’imposta di soggiorno, per esempio mediante la compartecipazione degli stessi enti locali al gettito Iva di tutte le attività produttive che traggono beneficio dall'economia turistica o tramite l’istituzione di una city tax (il riferimento, in questo caso, è a quanto già avviene  a New York, dove l'imposta di soggiorno è distribuita tra molte attività produttive della destinazione, ndr)". La ripresa c'è stata ma non per tutti: bene le città d'arte, meno le località balneari D'altronde, nonostante i dati provvisori Istat relativi al 2023 delineino una situazione in ripresa per i flussi turistici, che sono finalmente tornati sopra ai livelli pre-Covid, è altrettanto vero che "il ritorno dei grandi flussi turistici dal Nordamerica ha beneficiato soprattutto le destinazioni naturali per questo segmento di mercato: le nostre grandi città d’arte. Per contro, gli ormai consolidati problemi legati alla domanda interna, unitamente al recupero di appetibilità delle mete straniere per i turisti italiani, hanno determinato una performance delle nostre mete marine al di sotto delle aspettative". Non mancano quindi le preoccupazioni per il futuro dell'ospitalità: "Lo scenario politico internazionale, in primis: le guerre, le minacce di instabilità che in brevissimo tempo potrebbero riportarci a scenari catastrofici. Ma anche l’andamento economico generale e quello in particolare del nostro Paese, poiché la domanda interna, seppur in discesa, rappresenta pur sempre la metà del giro d’affari del settore. E poi la concorrenza, quella attuale e quella potenziale derivante anche dalle innovazioni tecnologiche, che hanno dimostrato in questi anni di poter avere effetti dirompenti sugli equilibri economici". Le richieste di Federalberghi Federalberghi ritiene perciò prioritaria "una riduzione della pressione fiscale, in particolare attraverso la diminuzione delle tasse sugli immobili, al fine di alleviare il carico sulle imprese, specialmente quando sono chiuse o operano a capacità ridotta; l’incentivazione degli investimenti, mediante il potenziamento del credito di imposta per la riqualificazione delle strutture ricettive, con l'obiettivo di renderlo uno strumento strutturale e più efficace; la revisione delle norme obsolete che limitano la capacità degli alberghi di ampliare l'offerta, per esempio riguardo alla ristorazione per clienti non alloggiati, alla direttiva sui pacchetti turistici e alle concessioni demaniali prospicienti le strutture ricettive; il contrasto dell’abusivismo nel settore turistico, implementando misure efficaci per prevenire e reprimere pratiche illegali che danneggiano il mercato e compromettono la qualità dell'offerta turistica; il potenziamento infine e la modernizzazione delle reti e delle infrastrutture, al fine di garantire che l'intero territorio nazionale sia facilmente accessibile e fruibile, favorendo così lo sviluppo equilibrato del turismo in tutte le regioni". [post_title] => Bocca, Federalberghi: pagare tutti per pagare meno. Serve la city tax [post_date] => 2024-05-13T12:40:18+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715604018000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466956 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => I tesori dell’Emilia, la Terra dello Slow Mix tra Parma, Piacenza e Reggio Emilia (www.visitemilia.com) -, si svelano tra escursioni nelle meraviglie dell’Appennino Tosco Emiliano, bike tour fra le colline, pic nic nei vigneti, gli eventi nelle città d’arte e i borghi in festa e i 50 castelli, in un concentrato di esperienze originali all’insegna della cultura, la natura e l’enogastronomia.  Esperienze uniche come l’escursione per conoscere i funghi nella Riserva Guadine Pradaccio con il micologo e guida ambientale Antonio Rinaldi il quale, condurrà i visitatori anche in camminata notturna sotto la luna. Le passeggiate in vigna con degustazione a Monte delle Vigne sono un classico che si ripete ogni anno come i pic nic nel vigneto di Ziano Piacentino con l’agriturismo Civardi Racemus. Sono invece una novità le serate nel giardino dell’ Acetaia San Giacomo con cena a tema alla scoperta dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia e i percorsi guidati in e-bike fra colline, castelli e vini a cura di Comoda Bike 2 nel piacentino. In Emilia, si può anche partecipare a corsi di arrampicata con le guide alpine La Pietra sull’iconica Pietra di Bismantova, che affascinò anche Dante, tanto da citarla nella sua Divina Commedia, ci si può lanciare da una zip line al Parco Avventura Cerwood, il più grande d’Italia o, per i più temerari, sperimentare un viaggio in mongolfiera con Volare in Mongolfiera di Carpineti. In programma le Giornate Verdi nei Castelli del Ducato, che organizzano coinvolgenti eventi: la colazione nel giardino pensile della Rocca Sanvitale di Fontanellato, le visite naturalistiche alle Gole del Vezzeno o le esperienze sotto le stelle del Castello di Gropparello, e gli spettacoli di falconeria con aquile e gufi al Castello di Tabiano. Più “immersive” le Challenge experience dei Castelli del Ducato, sfide ed enigmi da risolvere fra 32 borghi, piazze e città d’arte. E poi tantissimi eventi culturali nei teatri e nei musei, tra cui la 19° edizione di Fotografia Europea a Reggio Emilia: fino al 9 giugno un ricco programma di esposizioni, conferenze, installazioni, incontri, proiezioni e spettacoli, con fotografi e artisti che riflettono sul tema “La natura ama nascondersi”. Molti gli appuntamenti sportivi, dedicati soprattutto al bike. Imperdibile è la Gravel Gourmet dell’11 e 12 maggio 2024, la pedalata dedicata agli amanti della gastronomia, che attraverseranno su due ruote i piccoli centri della provincia parmense deliziati da merende e banchetti a base di prodotti locali. E poi la Vetto Bike Festival il 25 e 26 maggio per sfrecciare in mountain bike nei paesaggi dell’Appennino Reggiano. Il 1° giugno torna invece l’Ingorda, 80 km da Parma a Busseto lungo la Ciclovia della Food Valley Bike. Il 22 e 23 giugno c’è la ciclostorica la Polverosa. E per gli amanti dei motori, dal 21 al 23 giugno la Vernasca Silver Flag, con i più importanti collezionisti di auto da competizione.      ­ [post_title] => Visit Emilia, gli eventi tra Parma, Piacenza e Reggio Emilia [post_date] => 2024-05-09T10:27:27+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715250447000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465977 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_322977" align="alignleft" width="300"] Il Lincoln Memorial, Washington D.C.[/caption] Washington DC alza il sipario su una nuova stagione ricca di festival, attrazioni culturali e naturali e un grande impegno della città nel promuovere l’incoming, declinato anche nell’inclusività. «Nel 2023 l’Italia è stata il settimo mercato per Washington DC e nel 2025 sono previsti numerosi investimenti per favorire la brand-awarness  - spiega Letizia Sirtori, director global tourism development Destination DC -. A Washington ci sono musei, monumenti, parchi nazionali … e sono tutti gratuiti. I musei dello Smithsonian sono 17 e nove di essi e lo zoo, si trovano sulla striscia verde che è il National Mall. Il Rock Creek Park, a soli 10’ dalla Casa Bianca, è più vasto di Central Park. Ci sono molte cose da visitare, quindi consigliamo agli operatori di proporre una sosta di almeno 2, 3 notti a Washington prima di partire per un percorso turistico o un Fly&Drive negli Stati Uniti». In queste settimane la città propone degli eventi molto coinvolgenti: «Proprio in aprile si è svolto il “Festival della fioritura nazionale dei ciliegi”, per il quale viene organizzata una sfilata importante quanto quella del Ringraziamento a New York. E poi c’è il “Passport DC”: nei primi due weekend di maggio le 180 ambasciate che si trovano a Washington aprono le porte ai visitatori, consentendo di fare un mini-giro del mondo e ottenendo un piccolo passaporto. Sono previste degustazioni e momenti musicali. Non bisogna poi dimenticare il 4 luglio, Festa dell’Indipendenza degli Stati Uniti, quando i fuochi d’artificio illuminano il National Mall. Gli hotel propongono dei simpatici pic-nic, per vivere la serata insieme ai locali. Inoltre nel maggio del 2025 Washington DC ospiterà il World Pride, il grande evento inclusivo Lgbtq+. Washington è sempre stata una città inclusiva e attenta ai portatori di neurodivergenze, visibili e invisibili. Le barriere architettoniche sono poche e ovunque si trovano ascensori, rampe e - soprattutto - una grande attenzione da parte di chi lavora nelle infrastrutture. Sin dall’arrivo in aeroporto si può richiedere una piccola spilla che indica le nostre particolari esigenze e garantisce il supporto necessario. È semplice prendere i mezzi pubblici così come visitare tutti i musei. «Nel nostro ufficio una persona si occupa del programma di sostenibilità, che comprende anche l’inclusività, l’accessibilità e la diversità. Dal 2022 abbiamo creato delle borse di studio destinate a micro-imprenditori che si occupano di aspetti del turismo operati da minoranze. Micro-business come la pizzeria “Mozzeria”, completamente gestita da persone sordo-mute o con difficoltà d’udito. Oppure la catena di caffé-pasticceria Bitty&Beau’s, i cui proprietari sono i genitori di due figli con la sindrome di Down. Hanno avviato i locali proprio per offrire una possibilità professionale ai propri figli e a tanti ragazzi con neurodivergenze. Il loro messaggio è così forte che stati anche invitati alla Casa Bianca e al Congresso. Stiamo inoltre lavorando a una lista che indicherà chi offre cosa nell’ambito della sostenibilità, relativamente a hotel, ristoranti e attrazioni. Verrà fornita a chi la richiede, come accade con frequenza nel contesto del Mice». [post_title] => Brand Usa: Washington DC ai blocchi di partenza per una nuova stagione ricca di eventi [post_date] => 2024-05-08T14:33:42+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715178822000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466912 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Proposte accattivanti per promuovere itinerari meno noti offrendo al mercato nuovi spunti e idee di viaggio. E' il nuovo focus della collaborazione tra Brand Usa e Naar, che quest'anno si è concentrata sui viaggi in treno, in particolare su tratte storiche e a lunga percorrenza, seguendo un trend sempre più in crescita per un’esperienza turistica lenta e sostenibile. La partnership spazia dalla formazione alla selezione di nuove esperienze e attività congiunte. A partire dal mese di aprile, come parte dell’In-Market Immersion organizzata da Brand Usa, Naar ha in particolare coinvolto più di 40 agenti di viaggio in un workshop dedicato a quattro destinazioni: Discover Puerto Rico, Visit Utah, Destination Dc e Visit Seattle. Durante l'evento, sono state presentate opportunità di viaggio che enfatizzano la diversità, la ricchezza e il potenziale delle esperienze offerte dagli Stati Uniti. Il to milanese ha inoltre caricato sulla sua piattaforma itinerari in treno completamente personalizzabili in base alle esigenze dei viaggiatori e ha creato roll up tematici e altri materiali dedicati alla campagna Experience it all, by train, che saranno distribuiti alle agenzie di viaggi e ai loro clienti. Durante l’anno sono state poi organizzate diverse attività volte a far conoscere e a promuovere i viaggi in treno alla scoperta degli Stati Uniti, tra cui webiNaar ad hoc, durante i quali gli agenti di viaggio sono stati formati sui vari itinerari da percorrere in treno, un programma di comunicazione sui canali social e ulteriori appuntamenti dedicati gli agenti di viaggio per il mese di settembre e ottobre. Per dare maggior risalto alla collaborazione, l'operatore ha anche attivato una promozione, valida fino al 30 maggio, che prevede una scontistica per le prenotazioni che includono nel pacchetto uno o più spostamenti in treno. "Avere al nostro fianco Brand Usa è una garanzia e un incentivo costante nel comunicare prodotti alternativi e accattivanti - sottolinea la head of sales & marketing di Naar,  Mariagrazia Verna -. Il nostro obiettivo è quello di generare e sviluppare esperienze uniche che arricchiscono i viaggi e che offrono opportunità di viaggio coinvolgenti. E gli itinerari in treno sono solo un esempio della nostra profondità di prodotto”. [post_title] => I viaggi in treno al centro delle nuove iniziative Naar in collaborazione con Brand Usa [post_date] => 2024-05-08T12:15:05+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715170505000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466910 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Michael O'Leary, ceo del gruppo Ryanair, torna a sentenziare sull'operazione Ita Airways-Lufthansa al vaglio dell'Unione europea: secondo il ceo «la soluzione (per un via libera equo della Commissione europea, ndr) è semplice: dovrebbe esserci un passaggio di slot  a easyJet a Milano Linate (...) e a Ryanair a Roma Fiumicino». «Solo così avremo una vera concorrenza» commenta O'Leary, ripreso dall'Ansa, sottolineando che la decisione sull'operazione rappresenta una «sfida per l'Ue». Sempre secondo il numero uno della low cost irlandese la quota di slot da cedere da parte delle due compagnie, dovrebbe essere «del 30%» in entrambi gli aeroporti. Il manager irlandese ha puntualizzato che al momento non sono in corso trattative con Francoforte per la cessione degli slot a Ryanair. «Lufthansa non ce ne ha parlato e le ultime persone a cui vogliono distribuire gli slot siamo noi (...) Saremmo certamente interessati «Vogliamo che la fusione» tra Ita e Lufthansa sia «approvata, ma con seri rimedi alla concorrenza» ha concluso O'Leary.   [post_title] => O'Leary su Ita-Lufthansa: «Devono cedere gli slot, sia a Linate sia a Roma Fiumicino» [post_date] => 2024-05-08T11:18:35+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715167115000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466853 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Siamo ottimisti? "Assolutamente sì". Antonino Turicchi, presidente di Ita Airways, risponde così a Travel Quotidiano sull'attesa risposta dall'Unione europea in merito all'accordo con Lufthansa, a margine della presentazione a Linate del nuovo servizio di FaceBoarding. Decisione che proprio ieri da Bruxelles hanno protratto ancora, fino a luglio. Un rinvio dopo l'altro che potrebbe in qualche modo inficiare le performance della compagnia aerea in un periodo, quello estivo, tra i più redditizi per i vettori? Non secondo il presidente, che anzi pone l'accento sulla crescita, costante, che la compagnia persegue sin dalla sua nascita: "Stiamo portando avanti il nostro piano che è stato oggetto di condivisione con Lufthansa. Ieri siamo arrivati a 91 aerei e riteniamo che quando l'operazione avrà il via libera dall'Ue darà un ulteriore elemento di crescita alla compagnia". Linate strategico Turicchi ricorda poi la strategicità di Linate e della ristrutturazione a firma Sea Aeroporti e città di Milano: "Si tratta di investimenti importanti per un aeroporto per noi fondamentale, il secondo dopo Fiumicino e dove l'anno scorso abbiamo trasportato 5 milioni di passeggeri sui 15 milioni complessivi. Da qui operiamo 28 destinazioni sia business sia leisure: in particolare puntiamo molto sul traffico bt che ci vede proporre 48 voli settimanali su London City. Aumenteranno quest'estate anche le rotte leisure". Quanto allo storico collegamento Roma-Milano, per Ita sembra protagonista di una nuova primavera: "Il servizio offerto dalla metropolitana (M4, ndr) che collega l’aeroporto con il centro città ha permesso al trasporto aereo di invertire il trend rispetto al treno. Abbiamo registrato un enorme aumento di traffico sui voli tra Roma e Milano, dove operiamo 15 voli giornalieri".  In generale un trend di crescita positivo per il traffico su Milano, "destinato a proseguire in vista delle Olimpiadi invernale 2026". [post_title] => Turicchi: “Con Lufthansa ulteriore crescita per Ita. Ottimisti sulla Ue” [post_date] => 2024-05-08T08:30:55+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715157055000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "amadeus ndc" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":13,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":343,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467625","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"«I numeri del turismo a Salisburgo sono nuovamente positivi - afferma Ines Wizany, marketing manager di Tourismus Salzburg -. L’Italia è al quinto posto per pernottamenti dopo Germania, Austria, Usa e Uk. Gli italiani visitano Salisburgo per la natura, la cultura, Mozart e i mercatini dell’Avvento. A Salisburgo vivono 160.000 persone, quindi è una piccola città che si può visitare camminando. Tutto il centro storico è pedonale e poi c’è molto verde e una grande offerta per le famiglie. A Salisburgo c’è qualcosa per tutti i gusti. Il Museo di Storia Naturale, il famoso Castello di Hellbrunn con il suo enorme parco e il giardino zoologico… Inoltre Salisburgo è la capitale austriaca della birra: il birrificio Stiegl, fondato nel 1492, è oggi la più grande birreria privata del paese. Risale invece al 1621 la birreria degli agostiniani. In queste settimane soleggiate riaprono tutti i giardini e noi salisburghesi usciamo per fare sport e stare con gli amici. È questo il Lebensgefühl, tema della campagna turistica dell’Austria per il 2024».\r\n\r\nSalisburgo è uno splendido centro barocco, dove si incontrano architettura, storia, cultura e natura. Una città da scoprire a piedi, ma anche in bicicletta e con la Salzburg Card all-inclusive, che permette di vistare tutte le attrazioni e musei e di utilizzare i trasporti pubblici gratuitamente. \r\n\r\nPiazze spaziose e vasti palazzi ospitano lo straordinario “Dom Quartier”, complesso museale che oggi festeggia i 10 anni dalla sua inaugurazione e consente di scoprire una città che è un gioiello barocco, patrimonio mondiale Unesco dal 1997. Per celebrare la ricorrenza dal prossimo 21 giugno e fino al 6 gennaio 2025 si potrà visitare presso la Residenzgalerie la mostra \"I colori della Serenissima. Maestri veneziani dal Kunsthistorisches Museum di Vienna\" dove, oltre ai capolavori viennesi, saranno esposti arazzi, bronzi, armature, capolavori e oggetti curiosi provenienti dalla leggendaria Kunstkammer dell'ex casa imperiale asburgica.\r\n\r\nQuest’anno ricorre anche il 450° anniversario della nascita del principe vescovo Markus Sittikus, a cui si deve la costruzione dell’attuale duomo di Salisburgo (dopo l’incendio del 1598) e del sontuoso il palazzo di Hellbrunn con il parco e i famosi giochi d’acqua. Tante le importanti ricorrenze - tra cui i 100 anni del Museo etnografico (Volkskundemuseum) - ma bisogna ricordare che Salisburgo è entrata a far parte del patrimonio mondiale dell'Umanità anche per le sue straordinarie creazioni in campo musicale.\r\n\r\nA partire dalla metà del 1300 i principi vescovi, infatti, accolsero in città compositori e musicisti da tutta Europa, tra cui il salisburghese Wolfgang Amadeus Mozart. Da allora la città ospita numerosi eventi musicali, spettacoli teatrali e festival. La prossima estate, dal 18 luglio al 31 agosto, si terrà la 104esima edizione del Festival di Salisburgo - diretto dalla regista e drammaturga Marina Davydova – che quest’anno metterà l’accento sulla musica spirituale e sul dialogo interreligioso.\r\n\r\nSalisburgo è un grandissimo palcoscenico all’aperto, con 4.500 eventi culturali ogni anno, tra i quali quelli legati al Teatro delle Marionette, che quest’anno compie 111 anni e, dal 2016, fa parte del patrimonio culturale immateriale dell'Unesco.La città è tanto amata anche per il luminoso periodo dell’Avvento, quando il centro storico barocco di Salisburgo, secondo una tradizione di oltre 500 anni, offre una cornice spettacolare ai suggestivi mercatini natalizi.\r\n\r\n«A Salisburgo c’è una bellissima combinazione tra cultura e natura. È una città da scoprire - conclude Ines Wizany - A poca distanza dal centro urbano ci sono le Grotte di Ghiaccio, la Strada Alpina del Großglockner e le Miniere di Sale. E poi c’è il Salzkammergut: l’area dei 70 laghi naturali. Il suo capoluogo, Bad Ischl, si trova a soli 20’ da Salisburgo ed è quest’anno capitale europea della cultura, con tutto il suo territorio».","post_title":"Austria: nella città barocca di Salisburgo la cultura abbraccia la natura","post_date":"2024-05-24T10:12:49+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1716545569000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467965","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Swiss allunga lo sguardo all'inverno 2024-25 con un network composto da 93 destinazioni servite da Zurigo e Ginevra. La compagnia del gruppo Lufthansa continuerà a servire una serie di destinazioni che sono state aggiunte recentemente alla rete estiva. Tra le mete a lungo raggio spicca Washington, DC, operata da cinque voli settimanali anche durante l'inverno. Sul fronte del corto raggio, Swiss volerà ogni giorno su Londra Gatwick e tre volte a settimana su Cluj-Napoca (Romania) e Košice (Slovacchia).\r\n\r\nPrevisto anche l'aumento delle frequenze di volo su alcune rotte intercontinentali: i collegamenti tra Zurigo e le città californiane di Los Angeles e San Francisco saranno portati a frequenza giornaliera, mentre sulla Zurigo-Miami sarà operato un collegamento due volte al giorno. Swiss effettuerà durante l'inverno anche un collegamento giornaliero tra Zurigo e Shanghai.\r\n\r\nI passeggeri che viaggiano da Ginevra potranno continuare a usufruire del collegamento non-stop da e per la capitale norvegese Oslo anche nella winter: la rotta Ginevra-Oslo è stata aggiunta al network Swiss quest'estate e sarà operata con quattro frequenze settimanali nel prossimo orario invernale. Sempre da Ginevra i passeggeri avranno una maggiore scelta di servizi anche per Copenaghen (aumentati a cinque frequenze settimanali) e per Valencia e Malaga (ciascuno aumentato a tre voli settimanali).\r\n\r\n ","post_title":"Swiss manterrà anche nell'orario invernale i voli per Washington e Londra Gatwick","post_date":"2024-05-24T09:10:43+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1716541843000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467331","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'estate 2024 di Svizzera Turismo si apre all'insegna del rebranding del logo che per la prima volta, dopo quasi 30 anni, abbandona il fiore dorato per lasciare spazio, semplicemente, alla parola 'Switzerland'.\r\n\r\nIl nome, quindi, che identifica la destinazione così come la bandiera - nota a livello mondiale -: una croce bianca che spunta a rappresentare la lettera 'T' (intesa anche come simbolo + a identificare tutti i plus della meta) e il colore rosso, declinato in cinque sfumature diverse. Un marchio nuovo, digitale e moderno, che rappresenta la promessa turistica della Svizzera: natura, ospitalità, affidabilità. \r\n\r\nL'ente ha presentato ieri a Milano - insieme ad alcuni dei partner storici sul mercato Italia: Zurich Tourism, Interlaken, Bls - Trenino Verde delle Alpi, Ferrovia retica e Travel Switzerland (ex Swiss Travel Sistem, che ha anch'esso cambiato brand) - la ricca offerta per la stagione estiva. E le attese sono positive: «Il solo mese di marzo - ha sottolineato Christina Glaeser, direttrice di Svizzera Turismo nel nostro Paese - ha registrato una crescita record del +5,4% in termini di pernottamenti rispetto al marzo 2023. Un ottimo risultato considerato il periodo, raggiunto sicuramente anche grazie ai costanti investimenti con campagne promozionali mirate. In questo momento è attiva quella 2x1 Eurocity in collaborazione con Trenitalia, per incentivare i viaggi in treno e che funziona davvero bene, con ottimi risultati di vendita».\r\n\r\nPositivi anche i dati del primo trimestre 2024, con un incremento degli arrivi italiani del 5,6% rispetto all'analogo periodo del 2023.\r\n\r\nL'Italia si conferma un bacino strategico per la destinazione, «come testimoniato dal grande interesse dei nostri partner per spingere il prodotto Svizzera in Italia. Vogliamo portare avanti il lavoro sulla sostenibilità che ha contraddistinto gli ultimi due anni, e che ora comincia a produrre risultati concreti». Nel mirino c'è principalmente il target «giovani, molto sensibili proprio al tema green». In quest'ottica si muovono le iniziative del Winter Village, che coinvolge «direttamente le famiglia con bimbi che sono i nostri clienti del futuro. E devo dire che la Svizzera è percepita sempre più come meta 'family friendly', con tantissime opportunità da vivere con i bambini e ragazzi, spesso proprio nella natura».\r\n\r\nAllungando lo sguardo al prossimo anno, «anticipo l'appuntamento con la Uefa Women's Euro 2025 che si svolgerà proprio in Svizzera (dal 2 al 27 luglio, ndr), che ci vedrà impegnati con un grande progetto di promozione».\r\n\r\n\r\n\r\n ","post_title":"Svizzera Turismo: l'estate si apre con il rebranding del logo, in 5 tonalità di rosso","post_date":"2024-05-15T10:00:38+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1715767238000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467187","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\"Pagare tutti per pagare meno\". Sembra uno slogan da manifestazione di piazza. Invece è stato lanciato dal solitamente pacato Bernabò Bocca, in occasione della settantaquattresima assemblea nazionale di Federalberghi. Obiettivo degli strali del presidente dell'associazione una misura contenuta nell'ultima legge di bilancio: quella che, in occasione del Giubileo, consente ai comuni di incrementare imposta e contributo di soggiorno fino a due euro per notte, permettendo inoltre in via permanente di destinare il gettito così ottenuto a finanziare anche i costi relativi al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. \"Tutti i discorsi, i ragionamenti, le promesse vanno a finire qui - ha chiosato Bocca a Viareggio -: la nostra attività è vista come un bancomat da molti amministratori che non riescono a garantire equilibrio alla finanza locale\".\r\n\r\nA chi ha la responsabilità di definire la politica nazionale, Federalberghi chiede quindi \"di imporre una corretta disciplina di bilancio al territorio, anziché di fornirgli gli strumenti per peggiorare la situazione. Nel corso di una recente audizione, abbiamo sottolineato come, a nostro avviso, sarebbe più corretto finanziare le funzioni svolte dagli enti locali in campo turistico con modalità diverse dall’imposta di soggiorno, per esempio mediante la compartecipazione degli stessi enti locali al gettito Iva di tutte le attività produttive che traggono beneficio dall'economia turistica o tramite l’istituzione di una city tax (il riferimento, in questo caso, è a quanto già avviene  a New York, dove l'imposta di soggiorno è distribuita tra molte attività produttive della destinazione, ndr)\".\r\n\r\nLa ripresa c'è stata ma non per tutti: bene le città d'arte, meno le località balneari\r\n\r\nD'altronde, nonostante i dati provvisori Istat relativi al 2023 delineino una situazione in ripresa per i flussi turistici, che sono finalmente tornati sopra ai livelli pre-Covid, è altrettanto vero che \"il ritorno dei grandi flussi turistici dal Nordamerica ha beneficiato soprattutto le destinazioni naturali per questo segmento di mercato: le nostre grandi città d’arte. Per contro, gli ormai consolidati problemi legati alla domanda interna, unitamente al recupero di appetibilità delle mete straniere per i turisti italiani, hanno determinato una performance delle nostre mete marine al di sotto delle aspettative\".\r\n\r\nNon mancano quindi le preoccupazioni per il futuro dell'ospitalità: \"Lo scenario politico internazionale, in primis: le guerre, le minacce di instabilità che in brevissimo tempo potrebbero riportarci a scenari catastrofici. Ma anche l’andamento economico generale e quello in particolare del nostro Paese, poiché la domanda interna, seppur in discesa, rappresenta pur sempre la metà del giro d’affari del settore. E poi la concorrenza, quella attuale e quella potenziale derivante anche dalle innovazioni tecnologiche, che hanno dimostrato in questi anni di poter avere effetti dirompenti sugli equilibri economici\".\r\n\r\nLe richieste di Federalberghi\r\n\r\nFederalberghi ritiene perciò prioritaria \"una riduzione della pressione fiscale, in particolare attraverso la diminuzione delle tasse sugli immobili, al fine di alleviare il carico sulle imprese, specialmente quando sono chiuse o operano a capacità ridotta; l’incentivazione degli investimenti, mediante il potenziamento del credito di imposta per la riqualificazione delle strutture ricettive, con l'obiettivo di renderlo uno strumento strutturale e più efficace; la revisione delle norme obsolete che limitano la capacità degli alberghi di ampliare l'offerta, per esempio riguardo alla ristorazione per clienti non alloggiati, alla direttiva sui pacchetti turistici e alle concessioni demaniali prospicienti le strutture ricettive; il contrasto dell’abusivismo nel settore turistico, implementando misure efficaci per prevenire e reprimere pratiche illegali che danneggiano il mercato e compromettono la qualità dell'offerta turistica; il potenziamento infine e la modernizzazione delle reti e delle infrastrutture, al fine di garantire che l'intero territorio nazionale sia facilmente accessibile e fruibile, favorendo così lo sviluppo equilibrato del turismo in tutte le regioni\".","post_title":"Bocca, Federalberghi: pagare tutti per pagare meno. Serve la city tax","post_date":"2024-05-13T12:40:18+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1715604018000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466956","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"I tesori dell’Emilia, la Terra dello Slow Mix tra Parma, Piacenza e Reggio Emilia (www.visitemilia.com) -, si svelano tra escursioni nelle meraviglie dell’Appennino Tosco Emiliano, bike tour fra le colline, pic nic nei vigneti, gli eventi nelle città d’arte e i borghi in festa e i 50 castelli, in un concentrato di esperienze originali all’insegna della cultura, la natura e l’enogastronomia. \r\n\r\nEsperienze uniche come l’escursione per conoscere i funghi nella Riserva Guadine Pradaccio con il micologo e guida ambientale Antonio Rinaldi il quale, condurrà i visitatori anche in camminata notturna sotto la luna. Le passeggiate in vigna con degustazione a Monte delle Vigne sono un classico che si ripete ogni anno come i pic nic nel vigneto di Ziano Piacentino con l’agriturismo Civardi Racemus.\r\n\r\nSono invece una novità le serate nel giardino dell’ Acetaia San Giacomo con cena a tema alla scoperta dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia e i percorsi guidati in e-bike fra colline, castelli e vini a cura di Comoda Bike 2 nel piacentino. In Emilia, si può anche partecipare a corsi di arrampicata con le guide alpine La Pietra sull’iconica Pietra di Bismantova, che affascinò anche Dante, tanto da citarla nella sua Divina Commedia, ci si può lanciare da una zip line al Parco Avventura Cerwood, il più grande d’Italia o, per i più temerari, sperimentare un viaggio in mongolfiera con Volare in Mongolfiera di Carpineti.\r\n\r\nIn programma le Giornate Verdi nei Castelli del Ducato, che organizzano coinvolgenti eventi: la colazione nel giardino pensile della Rocca Sanvitale di Fontanellato, le visite naturalistiche alle Gole del Vezzeno o le esperienze sotto le stelle del Castello di Gropparello, e gli spettacoli di falconeria con aquile e gufi al Castello di Tabiano. Più “immersive” le Challenge experience dei Castelli del Ducato, sfide ed enigmi da risolvere fra 32 borghi, piazze e città d’arte.\r\n\r\nE poi tantissimi eventi culturali nei teatri e nei musei, tra cui la 19° edizione di Fotografia Europea a Reggio Emilia: fino al 9 giugno un ricco programma di esposizioni, conferenze, installazioni, incontri, proiezioni e spettacoli, con fotografi e artisti che riflettono sul tema “La natura ama nascondersi”.\r\n\r\nMolti gli appuntamenti sportivi, dedicati soprattutto al bike. Imperdibile è la Gravel Gourmet dell’11 e 12 maggio 2024, la pedalata dedicata agli amanti della gastronomia, che attraverseranno su due ruote i piccoli centri della provincia parmense deliziati da merende e banchetti a base di prodotti locali. E poi la Vetto Bike Festival il 25 e 26 maggio per sfrecciare in mountain bike nei paesaggi dell’Appennino Reggiano. Il 1° giugno torna invece l’Ingorda, 80 km da Parma a Busseto lungo la Ciclovia della Food Valley Bike. Il 22 e 23 giugno c’è la ciclostorica la Polverosa. E per gli amanti dei motori, dal 21 al 23 giugno la Vernasca Silver Flag, con i più importanti collezionisti di auto da competizione. \r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n­","post_title":"Visit Emilia, gli eventi tra Parma, Piacenza e Reggio Emilia","post_date":"2024-05-09T10:27:27+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1715250447000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465977","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_322977\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Il Lincoln Memorial, Washington D.C.[/caption]\r\n\r\nWashington DC alza il sipario su una nuova stagione ricca di festival, attrazioni culturali e naturali e un grande impegno della città nel promuovere l’incoming, declinato anche nell’inclusività.\r\n\r\n«Nel 2023 l’Italia è stata il settimo mercato per Washington DC e nel 2025 sono previsti numerosi investimenti per favorire la brand-awarness  - spiega Letizia Sirtori, director global tourism development Destination DC -. A Washington ci sono musei, monumenti, parchi nazionali … e sono tutti gratuiti. I musei dello Smithsonian sono 17 e nove di essi e lo zoo, si trovano sulla striscia verde che è il National Mall. Il Rock Creek Park, a soli 10’ dalla Casa Bianca, è più vasto di Central Park. Ci sono molte cose da visitare, quindi consigliamo agli operatori di proporre una sosta di almeno 2, 3 notti a Washington prima di partire per un percorso turistico o un Fly&Drive negli Stati Uniti».\r\n\r\nIn queste settimane la città propone degli eventi molto coinvolgenti: «Proprio in aprile si è svolto il “Festival della fioritura nazionale dei ciliegi”, per il quale viene organizzata una sfilata importante quanto quella del Ringraziamento a New York. E poi c’è il “Passport DC”: nei primi due weekend di maggio le 180 ambasciate che si trovano a Washington aprono le porte ai visitatori, consentendo di fare un mini-giro del mondo e ottenendo un piccolo passaporto. Sono previste degustazioni e momenti musicali. Non bisogna poi dimenticare il 4 luglio, Festa dell’Indipendenza degli Stati Uniti, quando i fuochi d’artificio illuminano il National Mall. Gli hotel propongono dei simpatici pic-nic, per vivere la serata insieme ai locali. Inoltre nel maggio del 2025 Washington DC ospiterà il World Pride, il grande evento inclusivo Lgbtq+. Washington è sempre stata una città inclusiva e attenta ai portatori di neurodivergenze, visibili e invisibili. Le barriere architettoniche sono poche e ovunque si trovano ascensori, rampe e - soprattutto - una grande attenzione da parte di chi lavora nelle infrastrutture. Sin dall’arrivo in aeroporto si può richiedere una piccola spilla che indica le nostre particolari esigenze e garantisce il supporto necessario. È semplice prendere i mezzi pubblici così come visitare tutti i musei.\r\n\r\n«Nel nostro ufficio una persona si occupa del programma di sostenibilità, che comprende anche l’inclusività, l’accessibilità e la diversità. Dal 2022 abbiamo creato delle borse di studio destinate a micro-imprenditori che si occupano di aspetti del turismo operati da minoranze. Micro-business come la pizzeria “Mozzeria”, completamente gestita da persone sordo-mute o con difficoltà d’udito. Oppure la catena di caffé-pasticceria Bitty&Beau’s, i cui proprietari sono i genitori di due figli con la sindrome di Down. Hanno avviato i locali proprio per offrire una possibilità professionale ai propri figli e a tanti ragazzi con neurodivergenze. Il loro messaggio è così forte che stati anche invitati alla Casa Bianca e al Congresso. Stiamo inoltre lavorando a una lista che indicherà chi offre cosa nell’ambito della sostenibilità, relativamente a hotel, ristoranti e attrazioni. Verrà fornita a chi la richiede, come accade con frequenza nel contesto del Mice».","post_title":"Brand Usa: Washington DC ai blocchi di partenza per una nuova stagione ricca di eventi","post_date":"2024-05-08T14:33:42+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1715178822000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466912","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Proposte accattivanti per promuovere itinerari meno noti offrendo al mercato nuovi spunti e idee di viaggio. E' il nuovo focus della collaborazione tra Brand Usa e Naar, che quest'anno si è concentrata sui viaggi in treno, in particolare su tratte storiche e a lunga percorrenza, seguendo un trend sempre più in crescita per un’esperienza turistica lenta e sostenibile. La partnership spazia dalla formazione alla selezione di nuove esperienze e attività congiunte.\r\n\r\nA partire dal mese di aprile, come parte dell’In-Market Immersion organizzata da Brand Usa, Naar ha in particolare coinvolto più di 40 agenti di viaggio in un workshop dedicato a quattro destinazioni: Discover Puerto Rico, Visit Utah, Destination Dc e Visit Seattle. Durante l'evento, sono state presentate opportunità di viaggio che enfatizzano la diversità, la ricchezza e il potenziale delle esperienze offerte dagli Stati Uniti. Il to milanese ha inoltre caricato sulla sua piattaforma itinerari in treno completamente personalizzabili in base alle esigenze dei viaggiatori e ha creato roll up tematici e altri materiali dedicati alla campagna Experience it all, by train, che saranno distribuiti alle agenzie di viaggi e ai loro clienti.\r\n\r\nDurante l’anno sono state poi organizzate diverse attività volte a far conoscere e a promuovere i viaggi in treno alla scoperta degli Stati Uniti, tra cui webiNaar ad hoc, durante i quali gli agenti di viaggio sono stati formati sui vari itinerari da percorrere in treno, un programma di comunicazione sui canali social e ulteriori appuntamenti dedicati gli agenti di viaggio per il mese di settembre e ottobre. Per dare maggior risalto alla collaborazione, l'operatore ha anche attivato una promozione, valida fino al 30 maggio, che prevede una scontistica per le prenotazioni che includono nel pacchetto uno o più spostamenti in treno.\r\n\r\n\"Avere al nostro fianco Brand Usa è una garanzia e un incentivo costante nel comunicare prodotti alternativi e accattivanti - sottolinea la head of sales & marketing di Naar,  Mariagrazia Verna -. Il nostro obiettivo è quello di generare e sviluppare esperienze uniche che arricchiscono i viaggi e che offrono opportunità di viaggio coinvolgenti. E gli itinerari in treno sono solo un esempio della nostra profondità di prodotto”.","post_title":"I viaggi in treno al centro delle nuove iniziative Naar in collaborazione con Brand Usa","post_date":"2024-05-08T12:15:05+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1715170505000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466910","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Michael O'Leary, ceo del gruppo Ryanair, torna a sentenziare sull'operazione Ita Airways-Lufthansa al vaglio dell'Unione europea: secondo il ceo «la soluzione (per un via libera equo della Commissione europea, ndr) è semplice: dovrebbe esserci un passaggio di slot  a easyJet a Milano Linate (...) e a Ryanair a Roma Fiumicino».\r\n\r\n«Solo così avremo una vera concorrenza» commenta O'Leary, ripreso dall'Ansa, sottolineando che la decisione sull'operazione rappresenta una «sfida per l'Ue». Sempre secondo il numero uno della low cost irlandese la quota di slot da cedere da parte delle due compagnie, dovrebbe essere «del 30%» in entrambi gli aeroporti.\r\n\r\nIl manager irlandese ha puntualizzato che al momento non sono in corso trattative con Francoforte per la cessione degli slot a Ryanair. «Lufthansa non ce ne ha parlato e le ultime persone a cui vogliono distribuire gli slot siamo noi (...) Saremmo certamente interessati\r\n\r\n«Vogliamo che la fusione» tra Ita e Lufthansa sia «approvata, ma con seri rimedi alla concorrenza» ha concluso O'Leary.\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n \r\n\r\n\r\n\r\n","post_title":"O'Leary su Ita-Lufthansa: «Devono cedere gli slot, sia a Linate sia a Roma Fiumicino»","post_date":"2024-05-08T11:18:35+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1715167115000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466853","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Siamo ottimisti? \"Assolutamente sì\". Antonino Turicchi, presidente di Ita Airways, risponde così a Travel Quotidiano sull'attesa risposta dall'Unione europea in merito all'accordo con Lufthansa, a margine della presentazione a Linate del nuovo servizio di FaceBoarding. Decisione che proprio ieri da Bruxelles hanno protratto ancora, fino a luglio.\r\n\r\nUn rinvio dopo l'altro che potrebbe in qualche modo inficiare le performance della compagnia aerea in un periodo, quello estivo, tra i più redditizi per i vettori? Non secondo il presidente, che anzi pone l'accento sulla crescita, costante, che la compagnia persegue sin dalla sua nascita: \"Stiamo portando avanti il nostro piano che è stato oggetto di condivisione con Lufthansa. Ieri siamo arrivati a 91 aerei e riteniamo che quando l'operazione avrà il via libera dall'Ue darà un ulteriore elemento di crescita alla compagnia\".\r\nLinate strategico\r\nTuricchi ricorda poi la strategicità di Linate e della ristrutturazione a firma Sea Aeroporti e città di Milano: \"Si tratta di investimenti importanti per un aeroporto per noi fondamentale, il secondo dopo Fiumicino e dove l'anno scorso abbiamo trasportato 5 milioni di passeggeri sui 15 milioni complessivi. Da qui operiamo 28 destinazioni sia business sia leisure: in particolare puntiamo molto sul traffico bt che ci vede proporre 48 voli settimanali su London City. Aumenteranno quest'estate anche le rotte leisure\".\r\n\r\nQuanto allo storico collegamento Roma-Milano, per Ita sembra protagonista di una nuova primavera: \"Il servizio offerto dalla metropolitana (M4, ndr) che collega l’aeroporto con il centro città ha permesso al trasporto aereo di invertire il trend rispetto al treno. Abbiamo registrato un enorme aumento di traffico sui voli tra Roma e Milano, dove operiamo 15 voli giornalieri\". \r\n\r\nIn generale un trend di crescita positivo per il traffico su Milano, \"destinato a proseguire in vista delle Olimpiadi invernale 2026\".","post_title":"Turicchi: “Con Lufthansa ulteriore crescita per Ita. Ottimisti sulla Ue”","post_date":"2024-05-08T08:30:55+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1715157055000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti