20 June 2024

Visit Elba, 25 e 26 maggio le escursioni per la Giornata Europea dei Parchi

[ 0 ]

 

Per inserirsi nel solco delle iniziative legate alla Giornata Europea dei Parchi, il 25 e 26 maggio il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano (PNAT, istituito nel 1996) ha organizzato all’Elba dei trekking naturalistici accompagnati da un esperto botanico, che racconterà e mostrerà tutta la bellezza dei sentieri che attraversano l’isola e della loro vegetazione. Queste escursioni fanno parte del festival “La NATURA al centro” organizzato dal Parco, una serie di eventi e conferenze con lo scopo di divulgare i risultati delle azioni di ricerca, monitoraggio e tutela maturate sul campo.

Sarà l’occasione per scoprire il patrimonio naturalistico estremamente vario, con numerose specie animali e vegetali endemiche, in una stagione particolarmente indicata per lasciarsi conquistare dagli intensi profumi e dalla tavolozza cromatica delle specie vegetali presenti.

Scoperta dei fiordalisi dell’Elba orientale – 25 maggio

Un’escursione di 4 ore immersi nel viola dei fiordalisi dell’Elba orientale, endemici di questa zona dell’isola, in compagnia dell’esperto Lorenzo Lazzaro dell’Università di Firenze, botanico che si occupa di conservazione della biodiversità. Il percorso si snoda lungo il tracciato della Grande Traversata Elbana, nota anche come GTE, la spina dorsale verde che attraversa l’isola collegando la maggior parte dei sentieri elbani.  info@parcoarcipelago.info

Fra le prunelle dell’Elba occidentale – 26 maggio

Sempre accompagnati da Lorenzo Lazzaro dell’Università di Firenze, questo trekking parte dalla Casa del Parco a Marciana, il centro di educazione ambientale ai piedi del Monte Capanne nel nord ovest dell’isola. Si cammina verso ovest, attraversando una macchia mediterranea alta, fino al Santuario di Madonna del Monte, immerso nel verde e nei castagni secolari alle pendici del monte Giove a 627 metri, proseguendo poi per il rilievo di Serraventosa.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469825 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' disponibile online l'edizione invernale del Grande Nord di Giver Viaggi e Crociere, con una programmazione che va da ottobre 2024 a tutto aprile 2025. Il catalogo, con le sue 76 pagine, sarà inoltre distribuito nelle agenzie di viaggio a partire dalla seconda metà di luglio. Cuore della proposta anche per il 2024 - 2025 sarà l'Aurora Express: il volo diretto Giver che collegherà lo scalo di Milano Malpensa con Tromsø in collaborazione con Neos, rivolto a chi desidera ammirare il fenomeno dell'aurora boreale. Il collegamento verrà operato ogni cinque giorni da dicembre 2024 a marzo 2025. L'operatore genovese abbinerà al volo sette proposte di viaggio con accompagnatore esclusivo in lingua italiana, divise tra soggiorni collegati a numerose attività invernali e veri e propri tour itineranti nell’inverno del Grande Nord. Tra questi, la novità dei soggiorni a Skibotn: un villaggio che sorge in uno degli angoli più incontaminati e suggestivi dell’Artico norvegese. Ma l’edizione invernale del Grande Nord include molto altro, unendo ai programmi legati all’Aurora Express scelte alternative su Norvegia, Finlandia, Svezia e Islanda. Da segnalare, tra gli altri, la conferma dei soggiorni all'Haparanda Stadshotell, uno degli alberghi di inizio secolo più famosi della Scandinavia, situato nella parte orientale della Lapponia svedese, alla frontiera con la Finlandia. Come main Agent Italia di Hurtigruten, per l’inverno Giver propone inoltre navigazioni a bordo del leggendario postale norvegese, ottimo punto d’osservazione per ammirare l’aurora boreale con i 360 gradi di visuale sull’orizzonte e l’assenza assoluta in mare aperto di inquinamento luminoso, per il ponte dei Santi e il Capodanno. L'Islanda è quindi protagonista di un programma di cinque giorni con accompagnatore in lingua italiana, Fuoco, Ghiaccio e Aurora: un tour che include tutti gli highlight di un viaggio nella destinazione, con partenze programmate il 5, 12, 19 e 26 febbraio e il 5, 12, e 19 marzo. Oltre alla programmazione con volo speciale diretto esclusivo Giver da Milano Malpensa per Rovaniemi in occasione dei vari ponti festivi invernali, il to propone infine pure soluzioni individuali nella città di Babbo Natale dal 1° ottobre al 30 aprile. [post_title] => Disponibile online e in distribuzione a breve il nuovo catalogo inverno Grande Nord di Giver [post_date] => 2024-06-20T11:06:53+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718881613000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469808 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La determinazione di Iag per chiudere l'iter di acquisizione di Air Europa ha visto un ultimo rilancio alla Commissione europea: il gruppo è disposto a cedere il 52% degli slot del vettore spagnolo ad altre compagnie aeree (remedy taker) per soddisfare le richieste dell'Antitrust. La precedente offerta riguardava il 40% degli slot. La proposta risponde alla potenziale creazione di una situazione di dominio che si verrebbe a creare in seguito all'acquisto di Air Europa, sulle rotte tra la penisola iberica e le isole, sui voli verso diversi Paesi europei e su gran parte di quelli in partenza da Madrid verso l'America Latina. Le rotte messe in discussione da Bruxelles erano 58. Di fatto le operazioni combinate di Iberia ed Air Europa coprono una quota del 64% dei voli intercontinentali a Madrid-Barajas (45% per Iberia e 19% per Air Europa), con un presidio quasi totale nei collegamenti tra la capitale spagnola e i principali aeroporti di Ecuador, Panama, Uruguay, Guatemala, Paraguay e Porto Rico. La quota combinata è del 75% tra il Brasile e Madrid, e di oltre il 50% sulle rotte verso Costa Rica, Argentina, Repubblica Dominicana, El Salvador, Perù, Venezuela, Cuba, Bolivia e Stati Uniti. «La nostra nuova offerta prevede di cedere fino al 52% delle rotte operate da Air Europa a compagnie aeree competitor. Questo non significa una riduzione della capacità, ma piuttosto la garanzia che su tutte le rotte ci saranno diversi concorrenti e, quindi, diverse opzioni per i viaggiatori» spiegano da Iberia. [post_title] => Iag, ultimo rilancio all'Ue: sul piatto la cessione del 52% degli slot di Air Europa [post_date] => 2024-06-20T09:38:18+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718876298000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469799 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un vero e proprio vademecum su misura per tour operator e agenzie di viaggio: la sales guide 2024-25 della Regione internazionale del Lago di Costanza - compresa tra Germania, Svizzera, Austria e Principato del Liechtenstein - raccoglie infatti informazioni utili, spunti e curiosità che possono aiutare il trade nel programmare gli itinerari nella regione. La guida è alla sua quinta edizione, disponibile in inglese e tedesco. A livello pratico, la sales guide riporta ad esempio gli orari di apertura e il tempo medio necessario alla visita delle principali attrazioni, le distanze tra le diverse località della regione, i trasporti e i collegamenti con i mezzi pubblici, le date degli eventi, l’offerta e i prezzi delle visite guidate di gruppo e i contatti di riferimento dei diversi uffici del turismo e delle attrazioni – per una destinazione internazionale che si presta ad essere visitata in tutti i periodi dell’anno. Il lago di Costanza unisce culture e popoli diversi, accomunati dalle sponde del lago e dalla lingua tedesca. In questo angolo multiculturale d’Europa si scoprono paesaggi idilliaci e una natura incantevole – ma anche città vivaci, castelli e musei all’avanguardia e una enogastronomia autentica e variegata. La guida conduce attraverso le meraviglie e gli highlight della regione, suggerendo anche itinerari pensati secondo le inclinazioni dei partecipanti al viaggio – per proposte, per esempio, più incentrate sulla cultura, sulle vacanze attive o sulle scoperte legate al cibo, al vino e alla birra. Gli itinerari sono spunti per viaggi da effettuarsi nelle diverse stagioni dell’anno, a seconda delle attrazioni della regione o degli eventi ricorrenti, come i mercatini di Natale. [post_title] => Lago di Costanza: ecco la sales guide 2024-25 dedicata al trade [post_date] => 2024-06-19T14:53:05+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718808785000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469767 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Riparte il programma donazioni delle eccedenze alimentari a sostegno dei più bisognosi realizzato a Cagliari da Costa Crociere. L'iniziativa è stata riattivata in occasione della partenza della stagione 2024 dal porto del capoluogo sardo. Da oggi sino al 26 novembre, in tutti gli scali che la Smeralda effettuerà ogni martedì a Cagliari, il cibo in eccedenza oppure non consumato a bordo sarà distribuito a organizzazioni locali che forniscono assistenza a persone in difficoltà. La sera precedente l’arrivo della nave, al termine della cena, verranno raccolti tutti i piatti preparati nelle aree ristorazione che non sono stati serviti agli ospiti, i cosiddetti ready to eat. I pasti saranno poi riposti in appositi contenitori di alluminio che saranno sigillati ed etichettati per garantirne la tracciabilità, e successivamente conservati nelle celle frigorifere di bordo. Il giorno seguente, dopo l’attracco della nave al porto di Cagliari, i contenitori saranno sbarcati e consegnati ai volontari del Banco Alimentare, che li doneranno alla comunità della mensa del Viandante-Conferenza di San Lorenzo, e alla congregazione delle suore Missionarie della carità di Calcutta. L’iniziativa è frutto della collaborazione tra Costa Crociere, Autorità di sistema portuale del mare di Sardegna, Ufficio delle dogane di Cagliari, direzione generale della Sanità animale e dei farmaci veterinari di Cagliari, Cagliari Cruise Port, fondazione Banco Alimentare onlus. “Cagliari è un porto molto importante per noi - spiega il senior vice president guest experience e on board sales operations di Costa Crociere, Giuseppe Carino -: è stato il primo scalo in Italia dove abbiamo riattivato il nostro programma di donazioni delle eccedenze alimentari a seguito della pausa della pandemia, aprendo la strada alla successiva ripartenza anche in altre destinazioni. Dopo il successo dello scorso anno, torniamo anche nel 2024, forti della collaborazione di tutti i partner locali che condividono il nostro stesso impegno a promuovere la lotta allo spreco alimentare e il riutilizzo delle eccedenze alimentari a favore dei più bisognosi”. [post_title] => Costa: riparte il programma di donazione delle eccedenze alimentari a Cagliari [post_date] => 2024-06-19T12:42:03+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718800923000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469765 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ryanair continua la sua inarrestabile ascesa, ampliando ulteriormente le differenze con il resto delle compagnie operanti nel continente europeo. La low cost irlandese è di gran lunga quella che è cresciuta di più dal 2019, prima dello scoppio della pandemia. Secondo i dati raccolti da Eurocontrol, nell'ultima settimana analizzata Ryanair ha operato una media di 3.420 voli giornalieri, ovvero più di due decolli al minuto. Si registra inoltre una crescita del 35% rispetto allo stesso periodo del 2019. Easyjet è al secondo posto con 1.752 voli giornalieri, la metà di quelli del rivale e il 4% in meno rispetto ai livelli pre-pandemia. Turkish Airlines completa il podio con 1.479 voli, il 14% in più rispetto alle stesse date del 2019. Top ten Nella top ten europea figura solo una compagnia aerea spagnola. Si tratta di Vueling, che si colloca in decima posizione con una media giornaliera di 638 voli. La compagnia aerea IAG, il cui piano di espansione della flotta resta sospeso in attesa dell'accordo con i piloti, è ancora un punto sotto i valori pre-Covid. Completano la lista, in ordine decrescente dal quarto al nono posto, Lufthansa, Air France, JLM, British Airways, Wizz Air e SAS. Tra tutti, solo Wizz Air supera le cifre del 2019, con una percentuale del 35%. Lufthansa, Air France e SAS hanno invece subito le flessioni maggiori, con variazioni negative del 22%, 19% e 27%. [post_title] => Ryanair è la compagnia che è cresciuta di più dal 2019 (+35%) [post_date] => 2024-06-19T12:00:50+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718798450000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469757 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Stagione estiva. Oltre 4.000, tra concerti, festival, conferenze e manifestazioni sportive, calamiteranno più di 28 milioni di visitatori, sia nazionali che internazionali, nel periodo giugno-settembre 2024. Tradizioni, radici e identità: sono soprattutto i borghi e le mete meno note, ma al contempo più autentiche e genuine, a giocare un ruolo fondamentale. Sagre e feste di paese, infatti, possono far segnare un incremento del +63,8% nell’affluenza rispetto al 2023. In generale, sono 20 mila le sagre realizzate ogni anno in Italia, per le quali si contano 48 milioni di visitatori, perlopiù giovani (31%) e famiglie (45%). I due principali catalizzatori sono i circa 290 eventi sportivi, che coinvolgeranno oltre 17 milioni di presenze, e i 2.000 spettacoli musicali, ai quali prenderanno parte oltre 5 milioni di persone. Inoltre, 3,5 milioni di spettatori parteciperanno ai concerti classificati a medio impatto e quasi un milione a quelli di alto impatto. Festival e esposizioni Significativi anche gli 800 festival e le 100 esposizioni, capaci di attirare, rispettivamente, 3,7 e 1,7 milioni di partecipanti. Secondo le stime Enit su elaborazioni Data Appeal, Istat e Bankitalia, saranno circa 1,6 milioni i passeggeri aeroportuali attesi in Italia da giugno a settembre, di cui l’82,7% dall’estero e il 17,3% di origine nazionale, con la componente italiana in aumento del +4% sullo stesso periodo del 2023. Tra i primi 20 Paesi di provenienza analizzati, quasi il 30% della clientela aeroportuale è di origine europea. Gli Stati Uniti – mercato alto spendente –, con oltre 285 mila passeggeri attesi (il 18,3% del totale), sono il principale mercato in entrata, seguiti da Francia e Germania, e poi da Spagna e Regno Unito. Mediamente, si prenota il volo 120 giorni prima della partenza, per una permanenza di almeno 12 notti. [post_title] => Stagione estiva: in Italia 4 mila eventi che attireranno 28 milioni spettatori [post_date] => 2024-06-19T11:29:31+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718796571000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469747 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Francia, Portogallo, Spagna, Regno Unito, Irlanda, Danimarca, Norvegia, Finlandia e Islanda. Naar amplia le partenze garantite per i tour autunnali e invernali nel Nord Europa e presenta il prodotto Indulgence, in totale stile bespoke. “Dopo il successo della scorsa stagione, abbiamo ampliato l’offerta relativa al Nord Europa per le partenze di settembre e febbraio - spiega la product manager Europa, Valentina Bosco, appena rientrata dalla fiera Midnight Sun in Finlandia -. Abbiamo ancora disponibilità per ponti e festività ma il nostro intento, per poter offrire un’esperienza indimenticabile, è quello di dirottare le prenotazioni in altri momenti e località. La visita a Babbo Natale, per esempio, è quasi sempre inclusa ma con la specifica di evitare le attese. Durante i miei ultimi viaggi in Nord Europa ho inoltre raccolto materiale per proporre nuovi fornitori e nuove destinazioni per la stagione primavera – estate 2025, e mi sono concentrata ad ampliare la gamma di hotel ed esperienze che identifichiamo come Indulgence”. Indulgence, in inglese, rappresenta l’appagamento di un desiderio, il concedersi dei piaceri e lasciarsi coccolare. Ed è proprio con questo termine che Naar presenta al mercato una nuova linea di prodotto, che si caratterizza per l’elevata selezione di servizi d’eccellenza dedicati all’enogastronomia, all’arte, al territorio e al benessere che viziano anche i viaggiatori più esigenti. In questa linea rientrano boutique e design hotel a 5, 4 e 3 stelle di alta qualità, con un rapporto molto forte con il territorio in cui si inseriscono e che spesso fanno parte di associazioni come Relais & Chateaux, Small Luxury Hotels, Leading Hotel of the World. “La nostra Europa è la sintesi del lavoro fatto negli anni nelle altre destinazioni in programma, ed è il miglior punto di partenza per il prodotto Indulgence - aggiunge il chief operations officer and head of product, Corrado Locatelli -. L’obiettivo è enfatizzare i territori che proponiamo ai nostri clienti, attraverso la selezione di hotel ed esperienze particolari. Cogliamo le unicità e le caratteristiche naturali, culturali e gastronomiche di ogni regione e le trasmettiamo al viaggiatore attraverso i nostri itinerari bespoke prediligendo metodi di viaggio lenti e sostenibili.” [post_title] => Naar potenzia il Nord Europa e lancia la linea Indulgence [post_date] => 2024-06-19T10:54:33+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718794473000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469741 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Parte oggi iTeg: l'evento sul turismo enogastronomico e l’hospitality, che fino a domani apre le porte del circolo cittadino di Lecce a esperti, professionisti, operatori del settore, aziende e giornalisti. Tutto ruota intorno all’alta formazione del comparto e alla reciproca conoscenza degli operatori della rete. Panel, masterclass, iSkill, iTalk, laboratori esperienziali, b2e, b2c, convegni e la Green factor challenge special iTeg edition, il fitto programma di eventi all’interno della due giorni, con partecipazione gratuita previa registrazione sul sito, punta a fornire gli strumenti ai fini del miglioramento e dello sviluppo di un turismo specializzato di qualità. Fondamentale in questo sarà l’apporto degli iTalk tra cui il Teg: come Ri-disegnare il turismo enogastronomico, moderato da Barbara Politi, in diverse sessioni che vedono anche la presenza di Cristina Mascanzoni Kaiser, fondatrice di WineHo e Nicola Romanelli, fondatore e presidente di Travel Hashtag; Teg tra target e incoming con la presenza di Ruben Santopietro, founder Visit Italy, Doriana Maltese, consulente e auditor di turismo sostenibile per programmi come Travelife, Alfredo De Liguori, responsabile marketing PugliaPromozione e Paola Puzzovio, founder Teging & iTeg; Comunicare il turismo con Massimo Cicatiello, vice presidente di Fortune Italia, Silvia Famà, founder magazine Cucine d'Italia, Lamberto Funghi, fondatore di Giroviaggiando, rivolta a tutti coloro che accolgono i viaggiatori di turismo enogastronomico. E poi le masterclas,s come quella di Vivere di turismo, gestita da Giuseppe Murina, per formare gli imprenditori dell’extra alberghiero a gestire le risorse economiche per un’offerta rivolta al Teg. E ancora la sostenibilità, grande argomento di iTeg, l'impatto sui territori il futuro del turismo in una prospettiva ottimistica e non in un panel dedicato con Sabrina Cavallo per Aitr e altri esperti internazionali. Interamente pensata e ideata per iTeg è infine la Green Factor Challenge, organizzata da Concetta D'Emma, come prima rappresentante di green destinations per l'Italia: si tratta di un workshop in modalità sfida che vuole far scoprire uno storytelling più responsabile e inclusivo, che coinvolga anche le reti, con l’obiettivo principale di selezionare le eccellenze pugliesi da portare come storie di successo a livello internazionale alle prossime Top 100 stories awards. [post_title] => Inizia oggi a Lecce iTeg: l'evento sul turismo enogastronomico e l’hospitality [post_date] => 2024-06-19T10:39:56+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718793596000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469726 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => A San Vigilio di Marebbe, occupata per il 56% dai due parchi naturali Parco Fanes-Senes-Braies e Puez – Odle, la Cooperativa Turistica “San Vigilio San Martin – Dolomites” ha scelto l’autorevole Global Sustainable Tourism Council, riconosciuto a livello mondiale: si tratta di un'organizzazione senza scopo di lucro creata dalle Nazioni Unite in collaborazione con altre organizzazioni non governative (ONG) in tutto il mondo per proteggere l'ambiente. Questo territorio è stato il primo in Alto Adige e il terzo in Italia a ricevere questa importante certificazione che garantisce alcune caratteristiche di base tra cui la severa verifica del rispetto dei criteri di sostenibilità (economici, sociali e ambientali), il processo di audit dei requisiti effettuato da una terza parte accreditata dal GSTC per la concessione della certificazione, diversi standard per fornitori di alloggi, destinazioni e operatori turistici. La vocazione di tutto il territorio alla green policy è stata seguita anche da 6 strutture il cui obiettivo è offrire agli ospiti una vacanza davvero green, con tanto di certificazione.   Un esempio virtuoso è il rifugio alpino “Ütia de Börz” a ben 2.006 metri di altitudine: si trova in cima al Passo delle Erbe, alle porte del Parco Naturale Puez-Odle e delle sue meraviglie naturali. Il Kristallhotel Corona, specializzato nel benessere naturale basato sui cristalli, ha realizzato le piscine con materiali naturali e sostenibili, come la quarzite argentata dell’Alto Adige e pietre di granito, che oltre ad accumulare calore, trasmettono una particolare sensazione di armonia in sintonia con la natura.  I nuovi ed esclusivi Chalets Liondes sono un esempio di lusso e sostenibilità. Ognuno con spa privata, sauna e vasca idromassaggio, offrono anche la possibilità di avere lo chef a domicilio, che cucina con prodotti del territorio. Realizzati secondo gli standard Casa Clima A e dotati di pannelli solari, questi chalet incarnano il principio della sostenibilità. Al Garni Diamant un sistema fotovoltaico e i pannelli solari sono la soluzione ideale per non inquinare; il giardino viene irrigato con acqua piovana raccolta in una botte e la piscina ha un sistema di pulizia con il sale, ad impatto inquinante molto basso; vengono calcolate le emissioni CO2 per piantare alberi in modo da compensare l’impatto ambientale. Barbara Frenner, proprietaria dell’eco B&B Les Gomines ha il desiderio di “creare un luogo in cui l’uomo e la natura trovino lo spazio che si meritano”. La struttura è un Klimahaus rispettoso dei rigidi protocolli del risparmio energetico; i prodotti utilizzati, dalla cucina all’igiene personale e ai detersivi, sono green label; inoltre viene incentivata l’abitudine a utilizzare i mezzi di trasporto (gratuiti con il Dolomiti Holiday Pass).   L’hotel Excelsior è una struttura a basso consumo energetico, costruita come “CasaClima classe A, oltre alla certificazione GSTC vanta il marchio “Sostenibilità Alto Adige”. Un impianto di cogenerazione produce parte dell’energia elettrica, trasformando il gas naturale in calore e contribuendo a risparmiare circa il 20% di energia; la piscina panoramica con vasca in poliuretano consuma il 30% in meno rispetto ad una vasca in acciaio o di cemento.   Il 3 giugno 2024 l’hotel AMA Stay ha annunciato l'ottenimento delle certificazioni GSTC (Global Sustainable Tourism Council) e del Marchio Sostenibilità Alto Adige, che attestano l'impegno continuo verso pratiche sostenibili e responsabili. AMA Stay rappresenta un modello di ospitalità innovativa dove vacanza, lavoro e rispetto per l'ambiente si incontrano.   San Vigilio - Dolomites è la cooperativa turistica nata per promuovere questo speciale territorio che si estende tra i paesi di San Vigilio di Marebbe e di San Martino in Badia.     [post_title] => A San Vigilio di Marebbe, certificata GSTC, vacanze ad impatto sostenibile [post_date] => 2024-06-19T10:29:25+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718792965000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "visit elba 25 26 maggio le escursioni la giornata europea dei parchi" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":90,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":2544,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469825","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' disponibile online l'edizione invernale del Grande Nord di Giver Viaggi e Crociere, con una programmazione che va da ottobre 2024 a tutto aprile 2025. Il catalogo, con le sue 76 pagine, sarà inoltre distribuito nelle agenzie di viaggio a partire dalla seconda metà di luglio. Cuore della proposta anche per il 2024 - 2025 sarà l'Aurora Express: il volo diretto Giver che collegherà lo scalo di Milano Malpensa con Tromsø in collaborazione con Neos, rivolto a chi desidera ammirare il fenomeno dell'aurora boreale. Il collegamento verrà operato ogni cinque giorni da dicembre 2024 a marzo 2025.\r\n\r\nL'operatore genovese abbinerà al volo sette proposte di viaggio con accompagnatore esclusivo in lingua italiana, divise tra soggiorni collegati a numerose attività invernali e veri e propri tour itineranti nell’inverno del Grande Nord. Tra questi, la novità dei soggiorni a Skibotn: un villaggio che sorge in uno degli angoli più incontaminati e suggestivi dell’Artico norvegese.\r\n\r\nMa l’edizione invernale del Grande Nord include molto altro, unendo ai programmi legati all’Aurora Express scelte alternative su Norvegia, Finlandia, Svezia e Islanda. Da segnalare, tra gli altri, la conferma dei soggiorni all'Haparanda Stadshotell, uno degli alberghi di inizio secolo più famosi della Scandinavia, situato nella parte orientale della Lapponia svedese, alla frontiera con la Finlandia. Come main Agent Italia di Hurtigruten, per l’inverno Giver propone inoltre navigazioni a bordo del leggendario postale norvegese, ottimo punto d’osservazione per ammirare l’aurora boreale con i 360 gradi di visuale sull’orizzonte e l’assenza assoluta in mare aperto di inquinamento luminoso, per il ponte dei Santi e il Capodanno.\r\n\r\nL'Islanda è quindi protagonista di un programma di cinque giorni con accompagnatore in lingua italiana, Fuoco, Ghiaccio e Aurora: un tour che include tutti gli highlight di un viaggio nella destinazione, con partenze programmate il 5, 12, 19 e 26 febbraio e il 5, 12, e 19 marzo. Oltre alla programmazione con volo speciale diretto esclusivo Giver da Milano Malpensa per Rovaniemi in occasione dei vari ponti festivi invernali, il to propone infine pure soluzioni individuali nella città di Babbo Natale dal 1° ottobre al 30 aprile.","post_title":"Disponibile online e in distribuzione a breve il nuovo catalogo inverno Grande Nord di Giver","post_date":"2024-06-20T11:06:53+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1718881613000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469808","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La determinazione di Iag per chiudere l'iter di acquisizione di Air Europa ha visto un ultimo rilancio alla Commissione europea: il gruppo è disposto a cedere il 52% degli slot del vettore spagnolo ad altre compagnie aeree (remedy taker) per soddisfare le richieste dell'Antitrust. La precedente offerta riguardava il 40% degli slot.\r\n\r\nLa proposta risponde alla potenziale creazione di una situazione di dominio che si verrebbe a creare in seguito all'acquisto di Air Europa, sulle rotte tra la penisola iberica e le isole, sui voli verso diversi Paesi europei e su gran parte di quelli in partenza da Madrid verso l'America Latina.\r\nLe rotte messe in discussione da Bruxelles erano 58.\r\n\r\nDi fatto le operazioni combinate di Iberia ed Air Europa coprono una quota del 64% dei voli intercontinentali a Madrid-Barajas (45% per Iberia e 19% per Air Europa), con un presidio quasi totale nei collegamenti tra la capitale spagnola e i principali aeroporti di Ecuador, Panama, Uruguay, Guatemala, Paraguay e Porto Rico. La quota combinata è del 75% tra il Brasile e Madrid, e di oltre il 50% sulle rotte verso Costa Rica, Argentina, Repubblica Dominicana, El Salvador, Perù, Venezuela, Cuba, Bolivia e Stati Uniti.\r\n\r\n«La nostra nuova offerta prevede di cedere fino al 52% delle rotte operate da Air Europa a compagnie aeree competitor. Questo non significa una riduzione della capacità, ma piuttosto la garanzia che su tutte le rotte ci saranno diversi concorrenti e, quindi, diverse opzioni per i viaggiatori» spiegano da Iberia.","post_title":"Iag, ultimo rilancio all'Ue: sul piatto la cessione del 52% degli slot di Air Europa","post_date":"2024-06-20T09:38:18+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1718876298000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469799","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un vero e proprio vademecum su misura per tour operator e agenzie di viaggio: la sales guide 2024-25 della Regione internazionale del Lago di Costanza - compresa tra Germania, Svizzera, Austria e Principato del Liechtenstein - raccoglie infatti informazioni utili, spunti e curiosità che possono aiutare il trade nel programmare gli itinerari nella regione. La guida è alla sua quinta edizione, disponibile in inglese e tedesco.\r\n\r\nA livello pratico, la sales guide riporta ad esempio gli orari di apertura e il tempo medio necessario alla visita delle principali attrazioni, le distanze tra le diverse località della regione, i trasporti e i collegamenti con i mezzi pubblici, le date degli eventi, l’offerta e i prezzi delle visite guidate di gruppo e i contatti di riferimento dei diversi uffici del turismo e delle attrazioni – per una destinazione internazionale che si presta ad essere visitata in tutti i periodi dell’anno.\r\n\r\nIl lago di Costanza unisce culture e popoli diversi, accomunati dalle sponde del lago e dalla lingua tedesca. In questo angolo multiculturale d’Europa si scoprono paesaggi idilliaci e una natura incantevole – ma anche città vivaci, castelli e musei all’avanguardia e una enogastronomia autentica e variegata. La guida conduce attraverso le meraviglie e gli highlight della regione, suggerendo anche itinerari pensati secondo le inclinazioni dei partecipanti al viaggio – per proposte, per esempio, più incentrate sulla cultura, sulle vacanze attive o sulle scoperte legate al cibo, al vino e alla birra. Gli itinerari sono spunti per viaggi da effettuarsi nelle diverse stagioni dell’anno, a seconda delle attrazioni della regione o degli eventi ricorrenti, come i mercatini di Natale.","post_title":"Lago di Costanza: ecco la sales guide 2024-25 dedicata al trade","post_date":"2024-06-19T14:53:05+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1718808785000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469767","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Riparte il programma donazioni delle eccedenze alimentari a sostegno dei più bisognosi realizzato a Cagliari da Costa Crociere. L'iniziativa è stata riattivata in occasione della partenza della stagione 2024 dal porto del capoluogo sardo. Da oggi sino al 26 novembre, in tutti gli scali che la Smeralda effettuerà ogni martedì a Cagliari, il cibo in eccedenza oppure non consumato a bordo sarà distribuito a organizzazioni locali che forniscono assistenza a persone in difficoltà. La sera precedente l’arrivo della nave, al termine della cena, verranno raccolti tutti i piatti preparati nelle aree ristorazione che non sono stati serviti agli ospiti, i cosiddetti ready to eat. I pasti saranno poi riposti in appositi contenitori di alluminio che saranno sigillati ed etichettati per garantirne la tracciabilità, e successivamente conservati nelle celle frigorifere di bordo. Il giorno seguente, dopo l’attracco della nave al porto di Cagliari, i contenitori saranno sbarcati e consegnati ai volontari del Banco Alimentare, che li doneranno alla comunità della mensa del Viandante-Conferenza di San Lorenzo, e alla congregazione delle suore Missionarie della carità di Calcutta.\r\n\r\nL’iniziativa è frutto della collaborazione tra Costa Crociere, Autorità di sistema portuale del mare di Sardegna, Ufficio delle dogane di Cagliari, direzione generale della Sanità animale e dei farmaci veterinari di Cagliari, Cagliari Cruise Port, fondazione Banco Alimentare onlus. “Cagliari è un porto molto importante per noi - spiega il senior vice president guest experience e on board sales operations di Costa Crociere, Giuseppe Carino -: è stato il primo scalo in Italia dove abbiamo riattivato il nostro programma di donazioni delle eccedenze alimentari a seguito della pausa della pandemia, aprendo la strada alla successiva ripartenza anche in altre destinazioni. Dopo il successo dello scorso anno, torniamo anche nel 2024, forti della collaborazione di tutti i partner locali che condividono il nostro stesso impegno a promuovere la lotta allo spreco alimentare e il riutilizzo delle eccedenze alimentari a favore dei più bisognosi”.","post_title":"Costa: riparte il programma di donazione delle eccedenze alimentari a Cagliari","post_date":"2024-06-19T12:42:03+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1718800923000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469765","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ryanair continua la sua inarrestabile ascesa, ampliando ulteriormente le differenze con il resto delle compagnie operanti nel continente europeo. La low cost irlandese è di gran lunga quella che è cresciuta di più dal 2019, prima dello scoppio della pandemia.\r\n\r\nSecondo i dati raccolti da Eurocontrol, nell'ultima settimana analizzata Ryanair ha operato una media di 3.420 voli giornalieri, ovvero più di due decolli al minuto. Si registra inoltre una crescita del 35% rispetto allo stesso periodo del 2019.\r\n\r\nEasyjet è al secondo posto con 1.752 voli giornalieri, la metà di quelli del rivale e il 4% in meno rispetto ai livelli pre-pandemia. Turkish Airlines completa il podio con 1.479 voli, il 14% in più rispetto alle stesse date del 2019.\r\nTop ten\r\nNella top ten europea figura solo una compagnia aerea spagnola. Si tratta di Vueling, che si colloca in decima posizione con una media giornaliera di 638 voli. La compagnia aerea IAG, il cui piano di espansione della flotta resta sospeso in attesa dell'accordo con i piloti, è ancora un punto sotto i valori pre-Covid.\r\n\r\nCompletano la lista, in ordine decrescente dal quarto al nono posto, Lufthansa, Air France, JLM, British Airways, Wizz Air e SAS. Tra tutti, solo Wizz Air supera le cifre del 2019, con una percentuale del 35%. Lufthansa, Air France e SAS hanno invece subito le flessioni maggiori, con variazioni negative del 22%, 19% e 27%.","post_title":"Ryanair è la compagnia che è cresciuta di più dal 2019 (+35%)","post_date":"2024-06-19T12:00:50+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1718798450000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469757","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Stagione estiva. Oltre 4.000, tra concerti, festival, conferenze e manifestazioni sportive, calamiteranno più di 28 milioni di visitatori, sia nazionali che internazionali, nel periodo giugno-settembre 2024.\r\n\r\nTradizioni, radici e identità: sono soprattutto i borghi e le mete meno note, ma al contempo più autentiche e genuine, a giocare un ruolo fondamentale. Sagre e feste di paese, infatti, possono far segnare un incremento del +63,8% nell’affluenza rispetto al 2023. In generale, sono 20 mila le sagre realizzate ogni anno in Italia, per le quali si contano 48 milioni di visitatori, perlopiù giovani (31%) e famiglie (45%).\r\n\r\nI due principali catalizzatori sono i circa 290 eventi sportivi, che coinvolgeranno oltre 17 milioni di presenze, e i 2.000 spettacoli musicali, ai quali prenderanno parte oltre 5 milioni di persone. Inoltre, 3,5 milioni di spettatori parteciperanno ai concerti classificati a medio impatto e quasi un milione a quelli di alto impatto.\r\nFestival e esposizioni\r\nSignificativi anche gli 800 festival e le 100 esposizioni, capaci di attirare, rispettivamente, 3,7 e 1,7 milioni di partecipanti.\r\n\r\nSecondo le stime Enit su elaborazioni Data Appeal, Istat e Bankitalia, saranno circa 1,6 milioni i passeggeri aeroportuali attesi in Italia da giugno a settembre, di cui l’82,7% dall’estero e il 17,3% di origine nazionale, con la componente italiana in aumento del +4% sullo stesso periodo del 2023.\r\n\r\nTra i primi 20 Paesi di provenienza analizzati, quasi il 30% della clientela aeroportuale è di origine europea. Gli Stati Uniti – mercato alto spendente –, con oltre 285 mila passeggeri attesi (il 18,3% del totale), sono il principale mercato in entrata, seguiti da Francia e Germania, e poi da Spagna e Regno Unito.\r\n\r\nMediamente, si prenota il volo 120 giorni prima della partenza, per una permanenza di almeno 12 notti.","post_title":"Stagione estiva: in Italia 4 mila eventi che attireranno 28 milioni spettatori","post_date":"2024-06-19T11:29:31+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1718796571000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469747","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Francia, Portogallo, Spagna, Regno Unito, Irlanda, Danimarca, Norvegia, Finlandia e Islanda. Naar amplia le partenze garantite per i tour autunnali e invernali nel Nord Europa e presenta il prodotto Indulgence, in totale stile bespoke. “Dopo il successo della scorsa stagione, abbiamo ampliato l’offerta relativa al Nord Europa per le partenze di settembre e febbraio - spiega la product manager Europa, Valentina Bosco, appena rientrata dalla fiera Midnight Sun in Finlandia -. Abbiamo ancora disponibilità per ponti e festività ma il nostro intento, per poter offrire un’esperienza indimenticabile, è quello di dirottare le prenotazioni in altri momenti e località. La visita a Babbo Natale, per esempio, è quasi sempre inclusa ma con la specifica di evitare le attese. Durante i miei ultimi viaggi in Nord Europa ho inoltre raccolto materiale per proporre nuovi fornitori e nuove destinazioni per la stagione primavera – estate 2025, e mi sono concentrata ad ampliare la gamma di hotel ed esperienze che identifichiamo come Indulgence”.\r\n\r\nIndulgence, in inglese, rappresenta l’appagamento di un desiderio, il concedersi dei piaceri e lasciarsi coccolare. Ed è proprio con questo termine che Naar presenta al mercato una nuova linea di prodotto, che si caratterizza per l’elevata selezione di servizi d’eccellenza dedicati all’enogastronomia, all’arte, al territorio e al benessere che viziano anche i viaggiatori più esigenti. In questa linea rientrano boutique e design hotel a 5, 4 e 3 stelle di alta qualità, con un rapporto molto forte con il territorio in cui si inseriscono e che spesso fanno parte di associazioni come Relais & Chateaux, Small Luxury Hotels, Leading Hotel of the World.\r\n\r\n“La nostra Europa è la sintesi del lavoro fatto negli anni nelle altre destinazioni in programma, ed è il miglior punto di partenza per il prodotto Indulgence - aggiunge il chief operations officer and head of product, Corrado Locatelli -. L’obiettivo è enfatizzare i territori che proponiamo ai nostri clienti, attraverso la selezione di hotel ed esperienze particolari. Cogliamo le unicità e le caratteristiche naturali, culturali e gastronomiche di ogni regione e le trasmettiamo al viaggiatore attraverso i nostri itinerari bespoke prediligendo metodi di viaggio lenti e sostenibili.”","post_title":"Naar potenzia il Nord Europa e lancia la linea Indulgence","post_date":"2024-06-19T10:54:33+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1718794473000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469741","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Parte oggi iTeg: l'evento sul turismo enogastronomico e l’hospitality, che fino a domani apre le porte del circolo cittadino di Lecce a esperti, professionisti, operatori del settore, aziende e giornalisti. Tutto ruota intorno all’alta formazione del comparto e alla reciproca conoscenza degli operatori della rete. Panel, masterclass, iSkill, iTalk, laboratori esperienziali, b2e, b2c, convegni e la Green factor challenge special iTeg edition, il fitto programma di eventi all’interno della due giorni, con partecipazione gratuita previa registrazione sul sito, punta a fornire gli strumenti ai fini del miglioramento e dello sviluppo di un turismo specializzato di qualità.\r\n\r\nFondamentale in questo sarà l’apporto degli iTalk tra cui il Teg: come Ri-disegnare il turismo enogastronomico, moderato da Barbara Politi, in diverse sessioni che vedono anche la presenza di Cristina Mascanzoni Kaiser, fondatrice di WineHo e Nicola Romanelli, fondatore e presidente di Travel Hashtag; Teg tra target e incoming con la presenza di Ruben Santopietro, founder Visit Italy, Doriana Maltese, consulente e auditor di turismo sostenibile per programmi come Travelife, Alfredo De Liguori, responsabile marketing PugliaPromozione e Paola Puzzovio, founder Teging & iTeg; Comunicare il turismo con Massimo Cicatiello, vice presidente di Fortune Italia, Silvia Famà, founder magazine Cucine d'Italia, Lamberto Funghi, fondatore di Giroviaggiando, rivolta a tutti coloro che accolgono i viaggiatori di turismo enogastronomico. E poi le masterclas,s come quella di Vivere di turismo, gestita da Giuseppe Murina, per formare gli imprenditori dell’extra alberghiero a gestire le risorse economiche per un’offerta rivolta al Teg. E ancora la sostenibilità, grande argomento di iTeg, l'impatto sui territori il futuro del turismo in una prospettiva ottimistica e non in un panel dedicato con Sabrina Cavallo per Aitr e altri esperti internazionali.\r\n\r\nInteramente pensata e ideata per iTeg è infine la Green Factor Challenge, organizzata da Concetta D'Emma, come prima rappresentante di green destinations per l'Italia: si tratta di un workshop in modalità sfida che vuole far scoprire uno storytelling più responsabile e inclusivo, che coinvolga anche le reti, con l’obiettivo principale di selezionare le eccellenze pugliesi da portare come storie di successo a livello internazionale alle prossime Top 100 stories awards.","post_title":"Inizia oggi a Lecce iTeg: l'evento sul turismo enogastronomico e l’hospitality","post_date":"2024-06-19T10:39:56+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1718793596000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469726","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"A San Vigilio di Marebbe, occupata per il 56% dai due parchi naturali Parco Fanes-Senes-Braies e Puez – Odle, la Cooperativa Turistica “San Vigilio San Martin – Dolomites” ha scelto l’autorevole Global Sustainable Tourism Council, riconosciuto a livello mondiale: si tratta di un'organizzazione senza scopo di lucro creata dalle Nazioni Unite in collaborazione con altre organizzazioni non governative (ONG) in tutto il mondo per proteggere l'ambiente.\r\n\r\nQuesto territorio è stato il primo in Alto Adige e il terzo in Italia a ricevere questa importante certificazione che garantisce alcune caratteristiche di base tra cui la severa verifica del rispetto dei criteri di sostenibilità (economici, sociali e ambientali), il processo di audit dei requisiti effettuato da una terza parte accreditata dal GSTC per la concessione della certificazione, diversi standard per fornitori di alloggi, destinazioni e operatori turistici.\r\nLa vocazione di tutto il territorio alla green policy è stata seguita anche da 6 strutture il cui obiettivo è offrire agli ospiti una vacanza davvero green, con tanto di certificazione.\r\n \r\nUn esempio virtuoso è il rifugio alpino “Ütia de Börz” a ben 2.006 metri di altitudine: si trova in cima al Passo delle Erbe, alle porte del Parco Naturale Puez-Odle e delle sue meraviglie naturali.\r\n\r\nIl Kristallhotel Corona, specializzato nel benessere naturale basato sui cristalli, ha realizzato le piscine con materiali naturali e sostenibili, come la quarzite argentata dell’Alto Adige e pietre di granito, che oltre ad accumulare calore, trasmettono una particolare sensazione di armonia in sintonia con la natura. \r\n\r\nI nuovi ed esclusivi Chalets Liondes sono un esempio di lusso e sostenibilità. Ognuno con spa privata, sauna e vasca idromassaggio, offrono anche la possibilità di avere lo chef a domicilio, che cucina con prodotti del territorio. Realizzati secondo gli standard Casa Clima A e dotati di pannelli solari, questi chalet incarnano il principio della sostenibilità.\r\n\r\nAl Garni Diamant un sistema fotovoltaico e i pannelli solari sono la soluzione ideale per non inquinare; il giardino viene irrigato con acqua piovana raccolta in una botte e la piscina ha un sistema di pulizia con il sale, ad impatto inquinante molto basso; vengono calcolate le emissioni CO2 per piantare alberi in modo da compensare l’impatto ambientale.\r\n\r\nBarbara Frenner, proprietaria dell’eco B&B Les Gomines ha il desiderio di “creare un luogo in cui l’uomo e la natura trovino lo spazio che si meritano”. La struttura è un Klimahaus rispettoso dei rigidi protocolli del risparmio energetico; i prodotti utilizzati, dalla cucina all’igiene personale e ai detersivi, sono green label; inoltre viene incentivata l’abitudine a utilizzare i mezzi di trasporto (gratuiti con il Dolomiti Holiday Pass).\r\n \r\nL’hotel Excelsior è una struttura a basso consumo energetico, costruita come “CasaClima classe A, oltre alla certificazione GSTC vanta il marchio “Sostenibilità Alto Adige”. Un impianto di cogenerazione produce parte dell’energia elettrica, trasformando il gas naturale in calore e contribuendo a risparmiare circa il 20% di energia; la piscina panoramica con vasca in poliuretano consuma il 30% in meno rispetto ad una vasca in acciaio o di cemento.\r\n \r\nIl 3 giugno 2024 l’hotel AMA Stay ha annunciato l'ottenimento delle certificazioni GSTC (Global Sustainable Tourism Council) e del Marchio Sostenibilità Alto Adige, che attestano l'impegno continuo verso pratiche sostenibili e responsabili. AMA Stay rappresenta un modello di ospitalità innovativa dove vacanza, lavoro e rispetto per l'ambiente si incontrano.\r\n \r\nSan Vigilio - Dolomites è la cooperativa turistica nata per promuovere questo speciale territorio che si estende tra i paesi di San Vigilio di Marebbe e di San Martino in Badia.\r\n \r\n\r\n ","post_title":"A San Vigilio di Marebbe, certificata GSTC, vacanze ad impatto sostenibile","post_date":"2024-06-19T10:29:25+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1718792965000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti