24 May 2024

Bolzano: l’anima su due ruote del capoluogo altoatesino

[ 0 ]

Il binomio che vede legate Bolzano e la bici è forte: ogni luogo d’interesse della città può essere raggiunto in bicicletta. Questo perché la vasta rete di piste ciclabili, ben 50 km, collega tutti i luoghi strategici della città, dal centro alla periferia.

Bolzano è davvero una città bike friendly, che esprime la sua anima green anche sulle due ruote.
La media annuale di quasi il 30% di mobilità ciclabile, che include anche gli spostamenti dei pendolari, fa di Bolzano una delle migliori della classe tra le città italiane, vincente anche nel confronto europeo, con otto piste ciclabili principali e molti percorsi secondari sparsi per la città e la periferia.

Il capoluogo altoatesino gode di un vantaggio naturale: essere situata all’incrocio tra la Valle dell’Adige, la Valle Isarco e la Val Sarentino e questo regalala agli appassionati di ciclismo un innegabile vantaggio da sfruttare per disegnare itinerari sempre differenti. La segnaletica colorata dedicata ai percorsi in bici indica zone e luoghi di interesse nelle vicinanze, mentre un servizio di noleggio di biciclette in posizione centrale, da Pasqua a ottobre, anche economico, facilita le attività sulle due ruote. Tantissimi poi gli eventi ciclistici che durante tutto l’anno attraggono pro e appassionati in città e fuori.

Insomma, possiamo dire che l’equazione Bolzano = Bike City vale. E? il momento di provare: gli itinerari sono davvero tanti, da scegliere in base alle proprie capacità, all’umore e al tempo a disposizione.

Se si viaggia in bici a noleggio e con i mezzi pubblici si può arrivare più lontano con un’offerta speciale, la Bikemobil Card: il biglietto combinato per l’uso di autobus, treno e bici a noleggio con validità provinciale è disponibile come biglietto giornaliero, da 3 giorni e da 7 giorni, e consente di esplorare tre dei più noti percorsi ciclabili dell’Alto Adige: la pista della Val Venosta lungo la storica Via Claudia Augusta, la Ciclovia del Brennero nelle Valli Isarco e Wipptal fino al Brennero e le piste ciclabili lungo la Strada del Vino.

Bolzano, poi, offre interessanti pacchetti vacanze in bicicletta fino al 31 ottobre 2021, ciascuno con tre pernottamenti e prima colazione (arrivo il giovedì), sconti sul noleggio delle bici e su un’escursione guidata su due ruote, coprisella e borraccia in regalo.

M.Terracina

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467625 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «I numeri del turismo a Salisburgo sono nuovamente positivi - afferma Ines Wizany, marketing manager di Tourismus Salzburg -. L’Italia è al quinto posto per pernottamenti dopo Germania, Austria, Usa e Uk. Gli italiani visitano Salisburgo per la natura, la cultura, Mozart e i mercatini dell’Avvento. A Salisburgo vivono 160.000 persone, quindi è una piccola città che si può visitare camminando. Tutto il centro storico è pedonale e poi c’è molto verde e una grande offerta per le famiglie. A Salisburgo c’è qualcosa per tutti i gusti. Il Museo di Storia Naturale, il famoso Castello di Hellbrunn con il suo enorme parco e il giardino zoologico… Inoltre Salisburgo è la capitale austriaca della birra: il birrificio Stiegl, fondato nel 1492, è oggi la più grande birreria privata del paese. Risale invece al 1621 la birreria degli agostiniani. In queste settimane soleggiate riaprono tutti i giardini e noi salisburghesi usciamo per fare sport e stare con gli amici. È questo il Lebensgefühl, tema della campagna turistica dell’Austria per il 2024». Salisburgo è uno splendido centro barocco, dove si incontrano architettura, storia, cultura e natura. Una città da scoprire a piedi, ma anche in bicicletta e con la Salzburg Card all-inclusive, che permette di vistare tutte le attrazioni e musei e di utilizzare i trasporti pubblici gratuitamente.  Piazze spaziose e vasti palazzi ospitano lo straordinario “Dom Quartier”, complesso museale che oggi festeggia i 10 anni dalla sua inaugurazione e consente di scoprire una città che è un gioiello barocco, patrimonio mondiale Unesco dal 1997. Per celebrare la ricorrenza dal prossimo 21 giugno e fino al 6 gennaio 2025 si potrà visitare presso la Residenzgalerie la mostra "I colori della Serenissima. Maestri veneziani dal Kunsthistorisches Museum di Vienna" dove, oltre ai capolavori viennesi, saranno esposti arazzi, bronzi, armature, capolavori e oggetti curiosi provenienti dalla leggendaria Kunstkammer dell'ex casa imperiale asburgica. Quest’anno ricorre anche il 450° anniversario della nascita del principe vescovo Markus Sittikus, a cui si deve la costruzione dell’attuale duomo di Salisburgo (dopo l’incendio del 1598) e del sontuoso il palazzo di Hellbrunn con il parco e i famosi giochi d’acqua. Tante le importanti ricorrenze - tra cui i 100 anni del Museo etnografico (Volkskundemuseum) - ma bisogna ricordare che Salisburgo è entrata a far parte del patrimonio mondiale dell'Umanità anche per le sue straordinarie creazioni in campo musicale. A partire dalla metà del 1300 i principi vescovi, infatti, accolsero in città compositori e musicisti da tutta Europa, tra cui il salisburghese Wolfgang Amadeus Mozart. Da allora la città ospita numerosi eventi musicali, spettacoli teatrali e festival. La prossima estate, dal 18 luglio al 31 agosto, si terrà la 104esima edizione del Festival di Salisburgo - diretto dalla regista e drammaturga Marina Davydova – che quest’anno metterà l’accento sulla musica spirituale e sul dialogo interreligioso. Salisburgo è un grandissimo palcoscenico all’aperto, con 4.500 eventi culturali ogni anno, tra i quali quelli legati al Teatro delle Marionette, che quest’anno compie 111 anni e, dal 2016, fa parte del patrimonio culturale immateriale dell'Unesco.La città è tanto amata anche per il luminoso periodo dell’Avvento, quando il centro storico barocco di Salisburgo, secondo una tradizione di oltre 500 anni, offre una cornice spettacolare ai suggestivi mercatini natalizi. «A Salisburgo c’è una bellissima combinazione tra cultura e natura. È una città da scoprire - conclude Ines Wizany - A poca distanza dal centro urbano ci sono le Grotte di Ghiaccio, la Strada Alpina del Großglockner e le Miniere di Sale. E poi c’è il Salzkammergut: l’area dei 70 laghi naturali. Il suo capoluogo, Bad Ischl, si trova a soli 20’ da Salisburgo ed è quest’anno capitale europea della cultura, con tutto il suo territorio». [post_title] => Austria: nella città barocca di Salisburgo la cultura abbraccia la natura [post_date] => 2024-05-24T10:12:49+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716545569000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467860 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Lignano Sabbiadoro è pronta a proporre un programma estivo ricco di esperienze, attività outdoor ed eventi per tutti. Oltre ad essere una meta ideale per chi decide di trascorrere le vacanze al mare in tutto relax, Lignano Sabbiadoro è anche un’oasi pensata per tutti coloro che cercano benessere e movimento all’aria aperta. Nel calendario estivo sono tante e diverse le attività proposte in tal senso. Una di queste è la Camminata Metabolica: a partire dal 10 giugno e fino al 26 agosto, presso il bagno 3 di Sabbiadoro, sarà possibile migliorare il proprio benessere fisico e mentale, con delle pratiche di respirazione profonda pensate per la concentrazione. Dall’11 giugno al 27 agosto, invece, ci si potrà dedicare al Nordic Walking: una dolce camminata che apporta benefici a mente e corpo utilizzando specifici bastoncini per allenare la muscolatura di tutto il corpo. C’è poi anche il Forest Bathing: pratica nata in Giappone che consiste nel fare lunghe passeggiate nel bosco, in modo da respirare per diverse ore l’aria naturalmente arricchita delle sostanze volatili terapeutiche emesse dagli alberi. Un soggiorno a Lignano per loro si trasforma in puro divertimento: dall’animazione presso i miniclub delle spiagge alle attrazioni del lunapark, dall’adrenalina del circuito di Go kart ai 25.000 metri quadrati del Parco Junior pieni di proposte nel verde per i più piccoli. Tra le attività formato famiglia, spicca anche l’escursione Bike&Hike, una pedalata alternata a momenti di camminata tra alberi centenari, dune fossili e scrigni di biodiversità: un tour per tutta la famiglia a ritmo lento, per scoprire i paesaggi e la natura che questo territorio offre. Da giugno a settembre, si parte ogni mercoledì dal Beach Village (ufficio spiaggia 7), per proseguire in bici sulla ciclabile Bellaitalia, immettersi nel verde della Pineta e raggiungere Lignano Riviera. Arrivati al fiume Tagliamento, si lasciano le bici per un breve trekking nel bosco dunale, Pineda Sinistra, un’area verde di grande valore paesaggistico e floristico con dune che raggiungono i 6 metri di altezza, prima di rimettersi in sella per tornare al Beach Village. Chi voglia imparare qualcosa in più sulla natura e sulla biodiversità, troverà nel Parco Zoo Punta Verde di Lignano il suo paradiso, con oltre 200 specie tra mammiferi, uccelli e rettili. Il divertimento è assicurato anche grazie ai parchi tematici. “I Gommosi”, nell’area “Parco del Mare” di Lignano Pineta, regala pura energia ai bambini con i suoi giganteschi palloni ad aria su cui rimbalzare, con un ingresso valido senza vincoli di tempo. Altra oasi di allegria è l’Aquasplash: scivoli per scendere a tutta velocità, percorsi entusiasmanti e aree idromassaggio lo rendono un vero e proprio paese delle meraviglie acquatiche. Ispirato alle grandi strutture d’oltreoceano, è stato il primo parco acquatico d’Italia, ideale per chi è alla ricerca di emozioni forti. Altro indirizzo per tutta la famiglia è il Parco Termale Riviera Resort. Con i suoi 1.500 mq di piscine di acqua marina e riscaldata a cielo aperto con affaccio sul mare, offre momenti di relax adatti a tutti- Molte le attività sulla spiaggia o in acqua in diverse strutture attrezzate con istruttori esperti. Oltre a quelle classiche, tra cui la vela, il kitesurf, il windsurf, il beach volley e il beach tennis, ci si può cimentare con il wakeboard, a metà tra sci nautico e snowboard, il Sup (Stand Up Paddle) tradizionale oppure elettrico, lo Yoga Sup o ancora le Fat Sand Bike, biciclette da spiaggia con ruote molto larghe che danno più stabilità sulla sabbia e hanno bisogno di una minore quantità di energia rispetto a quelle tradizionali. Come ogni solstizio d’estate che si rispetti, a Lignano Sabbiadoro c’è un appuntamento da non perdere, quello con il concerto all’alba del 21 giugno. Si tratta di una celebrazione pensata per i più romantici, un omaggio al solstizio d’estate a suon di orchestra d’archi, che farà vivere un turbinio di emozioni legate al potere catartico della musica. Si svolge nei pressi del Faro Rosso, sulla punta est di Sabbiadoro. Oltre ad essere un’oasi votata allo svago, al relax e allo sport, Lignano ha dunque anche una forte anima musicale moderna. Tra gli altri appuntamenti in programma, vale la pena segnalare alcuni dei concerti estivi più di spicco, come quelli di Sfera Ebbasta (sabato 15 giugno presso lo Stadio Teghil), Calcutta (sabato 22 giugno presso lo Stadio Teghil) e Mahmood (lunedì 12 agosto presso l’Arena Alpe Adria).   [post_title] => Lignano Sabbiadoro 2024, programma estivo con esperienze, attività outdoor ed eventi per tutti [post_date] => 2024-05-23T09:32:59+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716456779000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467855 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_467856" align="alignleft" width="300"] Elena Carlino[/caption] È trascorso poco più di un anno dall’apertura della filiale Business Travel a Treviso. Era il febbraio 2023, con tre persone dedicate. Oggi le risorse sono salite a 17, di cui tre commerciali. Un anno fa è stato fatto l’investimento, che conteneva anche una scommessa, guadagnare la fiducia di un tessuto fortemente produttivo, composto da piccole e medie imprese, in gran parte storiche. Gattinoni Business Travel non solo ha vinto la scommessa ma non si aspettava che avvenisse in tempi così rapidi. Una delle chiavi del successo è stata la presenza di persone molto conosciute - e stimate - in ambito regionale, a partire da Alessandra Trevisan, area manager triveneto. La presenza fisica, la conoscenza delle dinamiche, il coordinamento locale si sono rivelati valore aggiunto agli occhi delle aziende. Commenta Elena Carlino, direttrice commerciale Gattinoni Business Travel: «Siamo riusciti ad acquisire ampie quote di mercato, anche grazie alle ottime referenze ricevute, che sul territorio hanno una forte valenza. In questa parte d’Italia c’è grande spazio per fare un buon lavoro e i nostri progetti sono di espanderci e crescere». Obiettivo In tema di numeriche, nel 2023 il fatturato di Gattinoni Business Travel Triveneto è aumentato del 51% rispetto al 2022; l’obiettivo è far sì che questi notevoli risultati siano sono l’inizio, e che nell’arco del triennio la business unit conquisti una significativa quota di mercato delle aziende presenti nel territorio. Gattinoni Business Travel ha rotto gli schemi, penetrando un sentiment di leggera ritrosia attraverso competenza e serietà, apportando la visibilità di un brand sempre più forte a livello nazionale e la capacità sul campo.  Continua Elena Carlino: «Il Triveneto è punteggiato da piccole e medie imprese, ma noi abbiamo adottato le modalità che applichiamo alle grandi aziende; abbiamo garantito interlocutori e referenti costanti, con un approccio molto diretto e molto umano. Con questa convinzione avevamo inaugurato la filiale di Treviso e il passaparola è stato più rapido rispetto ai nostri piani. Un segnale molto incoraggiante che ci fa guardare al 2024 con ottimismo. «Un ringraziamento speciale va a tutto lo staff operativo di Gattinoni Business Travel, il cui impegno, dedizione e professionalità sono stati fondamentali per il successo finora conquistato su questo importante territorio. Senza il loro costante sforzo e la loro passione, non avremmo potuto raggiungere questi risultati straordinari. La loro competenza e il loro spirito di squadra hanno permesso di superare le sfide e di creare solide relazioni con le aziende locali, contribuendo in modo significativo alla nostra crescita e affermazione sul mercato». [post_title] => Gattinoni Business: in Triveneto il fatturata è cresciuto del 51% [post_date] => 2024-05-22T12:13:59+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716380039000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467831 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un itinerario in bicicletta di 33 chilometri che alterna strade sterrate a singletrack attraversando vigneti, meleti e castagneti. E' il tour dei Castelli, una delle novità Valtellina Turismo per questo 2024. Con i suoi due parchi nazionali e le sue sette riserve naturali, la destinazione si presta infatti naturalmente alle vacanze attive. Il tema è stato quindi al centro di una presentazione ad hoc organizzato dalla stessa Valtellina Turismo la settimana scorsa a Roma. La meta offre numerose opportunità per gli amanti del turismo su due ruote grazie alle sue ciclabili diffuse, a cui si aggiungono itinerari speciali come il Sentiero Valtellina: dal lago di Como a Bormio, 114 chilometri seguendo il corso del fiume Adda. Oppure la Ciclabile Valchiavenna, 40 chilometri dal lago di Como alla val Bregaglia, e la Raetica Classica, tour ad anello a cavallo con la Svizzera, all’insegna della sostenibilità, fruibile con mezzi di trasporto pubblici e/o bici. Ma a disposizione dei cicloturisti c'è anche il Wine Bike Tour, tra cantine e terrazzamenti, nonché il Bormio 360 Adventure Trail, percorso mtb in dieci tappe attorno al comprensorio di Bormio. Da segnalare pure i cinque bike park. A ciò si aggiunge il fitto calendario di eventi, tra cui quello delle Enjoy Stelvio Valtellina: manifestazione non competitiva e senza obbligo di registrazione, rivolta a ciclisti ed escursionisti, che nel 2023 ha visto la partecipazione di oltre 23 mila persone. Dopo la tappe in cui Livigno è stata protagonista del Giro d'Italia, come località di partenza e arrivo, sono inoltre numerose le gare ufficiali che vedono la Valtellina protagonista dello sport a due ruote, in tutte le sue declinazioni. L'area è poi luogo ideale per il trekking, grazie ai suoi percorsi religiosi, agli itinerari legati alla Prima guerra mondiale e a quelli sui ponti sospesi, con oltre 70 rifugi a disposizione tra cui il più alto della Lombardia. L'offerta per le famiglie si declina in contesti come l'osservatorio eco-faunistico in Aprica e le esperienza in Malga. Un’iniziativa del mandamento Sondrio e Valmalenco, nata per valorizzare e promuovere i numerosi alpeggi del territorio e incentivare i turisti a scoprirli durante l’estate, prevede poi il rilascio di un vero proprio passaporto: vademecum che mostra tutti gli alpeggi presenti in valle, una breve descrizione e le indicazioni necessarie per poterli raggiungere. Il tutto arricchito da esperienze enogastronomiche lungo la Strada del Vino della Valtellina, nonché da un calendario intenso di eventi food fino al mese di ottobre. Importante infine anche l'offerta wellness, con i Qc Terme Bagni Vecchi, Qc Terme Bagni Nuovi e Bormio Terme. Cresce infine l'attesa per i Giochi Olimpici Invernali in previsione dal 6 al 22 febbraio 2026, durante i quali la Valtellina ospiterà le gare di sci alpino maschile, di sci alpinismo maschile e femminile (per la prima volta disciplina olimpica) nonché di snowboard e freestyle. [post_title] => Valtellina destinazione d'élite per le vacanze attive [post_date] => 2024-05-22T11:25:44+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716377144000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467842 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La moto è, più che un semplice veicolo, una vera e propria scuola di vita. Rappresenta un modo di viaggiare dove si è più a contatto con la natura e il paesaggio: un’esperienza in un certo senso primitiva, un po’ come accade quando si usa la bicicletta, complice il contatto maggiore con il contesto circostante. Allo stesso tempo, essendo caratterizzata da una spiccata esposizione del corpo, si rivela fondamentale adottare delle strategie per mettersi in totale sicurezza. Oggi vi proponiamo una serie di consigli utili per i principianti - ma anche per i guidatori più esperti per i quali un recap non guasta mai - così da spostarsi fuori dai confini abituali in piena tranquillità e vivere al massimo le emozioni che solo una due ruote riesce a offrire. Assicurazione moto: la prima tutela quando si viaggia su strada La polizza assicurativa è in primo luogo una misura obbligatoria per legge: un aspetto che non va mai sottovalutato così da farsi trovare in regola in caso di controlli. È, inoltre, essenziale per via del fatto che permette di tutelarsi qualora vengano arrecati danni a cose e persone. Non tutte le coperture sono uguali e tra le migliori assicurazioni moto online segnaliamo quella di Telepass, in grado di garantire la massima tutela del veicolo a due ruote in ogni momento. L’attivazione, così come la fruizione, è semplice e pratica: questo grazie a l’accessibilità tramite app che permette di averla a portata di mano in qualsiasi situazione tramite smartphone o tablet. Tra le polizze accessorie più interessanti segnaliamo anche quella di assistenza stradale, capace di intervenire non solo durante un sinistro ma anche in presenza di guasto, cosa che può capitare per quanto riguarda il motore o le varie parti del mezzo, gomme comprese. Verificare di avere la polizza in corso di validità e con tutto il necessario è perciò da intendersi come il primo requisito per viaggiare in sicurezza. L’importanza di controllare la moto prima dei viaggi lunghi Il controllo della due ruote si rivela qualcosa da programmare con regolarità, in modo da predisporre un monitoraggio preciso e puntuale delle sue condizioni: questo soprattutto se la meta che si desidera raggiungere è piuttosto distante. Quali parti è bene verificare, così da prevenire eventuali imprevisti? Di seguito le principali: Olio motore: se non è a livello bisogna rabboccarlo. Se invece è trascorso un certo intervallo chilometrico indicato dalla casa produttrice serve sostituirlo. Catena: deve trovarsi alla giusta tensione, ben lubrificata e pulita. In presenza di un tragitto a lunga percorrenza è buona abitudine portare con sé uno spray lubrificante, in modo da poter dare una mano ulteriore durante lo spostamento. Freni: da monitorare pastiglie, liquido dei freni e dischi. Pneumatici: da verificare la pressione e se sono usurati. Si tratta di una parte essenziale, in quanto è l’unica a diretto contatto con l’asfalto. Incide direttamente sulla performance e sull’affidabilità del veicolo, soprattutto per quanto riguarda la frenata. Fari e frecce: vanno controllati perché permettono agli altri guidatori di avere una visibilità ottimale del mezzo. La scelta dell’abbigliamento da moto La scelta dell’abbigliamento per un motociclista è qualcosa di fondamentale, dal momento che incide da un lato sulla comodità alla guida e dall’altro sulla visibilità su strada. Vediamo insieme cosa è bene sempre acquistare: Guanti da moto: sono una protezione cruciale dal freddo, dagli agenti atmosferici e, soprattutto, qualora si verificasse un incidente. È preferibile scegliere un modello di una taglia più grande, così da poter inserire dei sottoguanti, più aderenti e in grado di favorire la circolazione. Esistono, inoltre, tipologie ancora più protettive: sono quelle in carbonio o in kevlar. Il consiglio è in ogni caso di misurare i guanti, in maniera tale da capire quale soluzione è più in linea con le proprie esigenze. Scarpe, pantaloni e giubbotti: è essenziale che aderiscano perfettamente. Per quanto riguarda le calzature, si rivelano decisamente validi gli stivali da motociclista, soprattutto se si percorrono strade sterrate. Per gli spostamenti notturni, sono invece da prediligere le versioni contenenti inserti luminescenti. La giacca, insieme ai pantaloni, è imprescindibile qualora capitasse di cadere dal veicolo per varie ragioni e consente di contenere non poco l’entità dell’infortunio. Tuta da moto: per il mototurismo è consigliabile un capo a due pezzi, che permette di avere separati giubbotto e pantalone. La scelta deve essere fatta principalmente in base al comfort, un fattore soggettivo e che influisce, al contempo, sulla postura adottata alla guida. Fare in modo di essere visibili Chi viaggia sulle due ruote è consapevole dei rischi a cui va incontro e dell’importanza di risultare ben percepibili dagli altri guidatori. Sotto questo punto di vista, è fondamentale indossare un abbigliamento dai colori vivaci o rifrangenti. Per aumentare la percezione del mezzo è inoltre buona norma applicare delle luci come supplemento durante le ore notturne o in caso di eventi atmosferici avversi, come la pioggia. Questo consiglio è valido, inoltre, nel momento in cui ci si accosta lungo una piazzola; in caso di imprevisto è bene segnalare la propria presenza con una luce rossa intermittente. Guidare con prudenza: il fattore che fa la differenza Una guida attenta, prudente e rispettosa del Codice della Strada è il vero fattore che fa la differenza quando si sta sulle due ruote: vale per chi è alle prime armi come per chi ha una maggiore confidenza del mezzo. Un aspetto da non sottovalutare vista l’adrenalina che genera lo stare in sella, soprattutto in strade all’apparenza poco trafficate o piacevoli da percorrere. Rispettare i limiti di velocità, i segnali stradali e avere un’andatura tale da consentire di frenare agevolmente sono piccole abitudini di buon senso, virtuose e in grado di garantire una maggiore sicurezza. Attenzione allo slalom tra le autovetture, specialmente quando si ha un bagaglio considerevole o si ospita a bordo un’altra persona: perdere l’equilibrio è un attimo. Il manto stradale presenta spesso delle imperfezioni, come buche, foglie che fanno slittare gli pneumatici e via dicendo: possono mettere a dura prova persino un guidatore esperto. Meglio, prima di partire, dare un’occhiata al meteo, così da essere più consapevoli rispetto alle condizioni che si vanno ad affrontare. [post_title] => Mototurismo per principianti: i consigli per viaggiare sicuri [post_date] => 2024-05-22T11:14:22+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => assicurazione-moto [1] => consigli-per-viaggiare-sicuri [2] => migliori-assicurazioni-moto-online [3] => mototurismo [4] => polizza-assicurativa-moto [5] => telepass [6] => viaggiare-in-moto [7] => viaggiare-sicuri-in-moto ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Assicurazione moto [1] => consigli per viaggiare sicuri [2] => migliori assicurazioni moto online [3] => mototurismo [4] => polizza assicurativa moto [5] => telepass [6] => viaggiare in moto [7] => viaggiare sicuri in moto ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716376462000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467812 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La cena con vista ed il luogo sono fattori importanti, una sorte di cornice della vacanza, soprattutto se la vista è emozionante.  Profumano di mare le cene al ristorante à la carte Aquadulci a Chia (CA), nel sud della Sardegna, dalle grandi vetrate cielo terra che aprono la vista sul rigoglioso giardino che confina con la spiaggia di Su Giudeu, tra le più belle dell’isola. Qui l’inquinamento luminoso è totalmente assente, a incorniciare la serata solo le stelle che trapuntano il cielo e il parco con la bellissima piscina. Il ristorante propone le eccellenze isolane: dall’aragosta di Sant’Antioco al prosciutto di Villagrande, dalla bottarga di Cabras ai pomodori Camona di Pula, e ancora le paste fresche tradizionali e la pasticceria, rigorosamente fatte a mano e il pescato del giorno. Res, il ristorante di Laghi Nabi, con le sue architetture dominate da materiali naturali che lasciano spazio a grandi vetrate che si affacciano sul lago, è lo scrigno di gusto della prima Oasi Naturale della Campania, nata da ex cave di sabbia un tempo in stato di abbandono sul Litorale Domizio (CE) e oggi eclettico resort in cui tende luxury e lodge ecosostenibili sono sospesi tra le acque e la vegetazione. Le ricette sono un connubio di alta gastronomia, materie prime coltivate sul territorio e nuove creative sperimentazioni in linea con la stagionalità. La bellezza dello scenario naturale è parte integrante dell’esperienza enogastronomica. Gli amanti del mare non possono che rimanere estasiati di fronte al panorama che si gode dal ristorante dello storico Hotel Nettuno di Villamarina (FC) - Ricci Hotels, dove la spiaggia si srotola davanti agli occhi mentre si gusta un’esperienza gastronomica sorprendente alla scoperta delle specialità del territorio, con prodotti sempre freschissimi delle campagne vicine e del podere La Fattoria, cascinale di fine Ottocento della famiglia Ricci, dove vengono coltivate le uve che danno un vino genuino e le olive dal quale viene ricavato l’olio extravergine. ALTO, sofisticato rooftop restaurant dell’Executive Spa Hotel di Fiorano Modenese (MO), regno del talentuoso Chef Mattia Trabetti, grazie al soffitto a moduli basculanti, mostra il firmamento in tutto il suo splendore, e dalle sue vetrate apre la vista sulle colline appenniniche e sulla suggestiva Basilica della Beata Vergine del Castello di Fiorano. Il territorio è il punto di partenza di un peculiare concetto enogastronomico che dialoga costantemente con i produttori della zona, in un’ottica di comprensione e valorizzazione concepita come presupposto per un’articolazione del gusto di stampo esperienziale. L'Excelsior Dolomites Life Resort di San Viglio di Marebbe (BZ), votato alla più genuina vita di montagna e immerso nel Parco Naturale di Fanes-Sennes-Braies offre uno spettacolo naturale unico attraverso le immense vetrate del ristorante.  A tavola vengono serviti piatti che nascono da materie prime di alta qualità dei piccoli produttori locali e dell’Alto Adige, coi menu ispirati alle antiche ricette altoatesine e arricchiti da influenze dell'alta cucina mediterranea e internazionale.     [post_title] => Dalla Sardegna alle Dolomiti, quando la cena con vista è il punto forte della proposta di vacanza [post_date] => 2024-05-22T10:33:54+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716374034000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467804 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La stagione al Bad Moos Aqua Spa Resort a Sesto, in Val Fiscalina, prende il via con una proposta che valorizza il territorio, i piccoli produttori e la gastronomia. Formaggi locali e vini altoatesini ma anche la fonte d’acqua solfata, preziosa per i trattamenti benessere nella Spa Soma & Anima. Il Bad Moos Aqua Spa Resort dedica il mese di giugno 2024 agli intenditori e buongustai che apprezzano la cucina locale e amano conoscere le specialità del posto. Il pacchetto si chiama “Visite gastronomiche al Bad Moos” e permette di conoscere un produttore di formaggio di Sesto, i vini altoatesini più apprezzati e la vicina fonte di acqua solfata. L’offerta comprende: 3 pernottamenti, ricca colazione a buffet, tradizionale merenda altoatesina pomeridiana e cena con menù a scelta da 4 a 5 portate, menu feel good, programma di attività move & balance, libero utilizzo della Spa Soma & Anima, utilizzo gratuito degli impianti di risalita della Croda Rossa. Ma soprattutto, compresa nel pacchetto, anche la visita al caseificio Unteroltl, degustazione di vini in hotel con sommelier e tour alla sorgente d’acqua solfata San Valentino. Il tutto a partire da 500 euro a persona. Tra i produttori scelti per una visita c’è il maso Unteroltlhof, che si trova in fondo alla Valle di Sesto a 1.450 m di quota. Qui vengono allevati una cinquantina di capre e una ventina di pecore, mucche, maiali, galline e un cavallo, e anche alcune razze a rischio estinzione. L’alimentazione sana a base di foraggio di propria produzione permette di ottenere un latte di alta qualità e infatti è proprio il piccolo caseificio artigianale il vero fiore all’occhiello del maso. Dal latte di mucca e di capra si ottiene una gamma di formaggi molto varia di prima qualità, da quelli freschi a quelli a pasta semidura, oltre allo yogurt. Il pacchetto permette anche di conoscere e apprezzare i vini del territorio direttamente in hotel grazie alla degustazione con sommelier. Tutto è speciale, a cominciare dalla location: la sala relax Old Stube, un ambiente intimo e raccolto, ricavato in un’antica Stube gotica del 13esimo secolo che fa parte dell’area sauna. Spazio in particolare a una selezione di etichette locali, per conoscere i prodotti di nicchia del territorio altoatesino e apprendere anche l’abc della degustazione, alcune regole basilari che permettono di assaporare al meglio questi prodotti eccellenti.    C’è un’altra proposta a disposizione degli ospiti del Bad Moos Aqua Spa Resort. Sempre nel mese di giugno 2024 infatti si può scegliere il pacchetto “Short stay con upgrade & mountain card” comprensivo di: 2 pernottamenti con upgrade della camera, ricca colazione a buffet, tradizionale merenda altoatesina pomeridiana e cena con menù a scelta da 4 a 5 portate, menu feel good, programma di attività move & balance, libero utilizzo della Spa Soma & Anima. L’offerta prevede anche la Mountain Card per poter usufruire di una tratta gratuita dalla stazione a valle a quella a monte. Il tutto a partire da 400 euro a persona. Gli impianti della Croda Rossa, che in inverno aprono le porte al comprensorio sciistico delle 3 Zinnen, in estate permettono di dedicarsi una passeggiata in quota o un’escursione tra le cime altoatesine.         [post_title] => Bad Moos Aqua Spa Resort, proposte enogastronomiche per valorizzare i produttori locali [post_date] => 2024-05-22T10:20:20+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716373220000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467800 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_467468" align="alignleft" width="300"] Adriano Apicella[/caption] Per Welcome Travel Group la chiusura del primo semestre dell’anno è contrassegnata da un evidente segno più per tutte le aree di business – dal leisure, ai vettori passando per il business travel e le assicurazioni – che hanno registrato trend positivi di crescita sia per volumi sia per numero di passeggeri gestiti, rilevando anche un aumento del valore medio della spesa per pratica. Un andamento in linea con i risultati del 2023, archiviato con un volume d'affari gestito di 1 miliardo e 437 milioni, in crescita del 44% rispetto all’anno precedente. Le previsioni per il 2024 indicano un ulteriore incremento del 13%. Questi risultati riconfermano l’attrattività delle Agenzie appartenenti al Network e la robusta domanda che ha caratterizzato la stagione invernale. «Siamo molto soddisfatti dell’andamento della stagione in corso – afferma Adriano Apicella, amministratore delegato Welcome Travel Group –. Il 2024 è partito con segnali davvero incoraggianti, tutti gli indicatori confermano le previsioni di crescita di questo settore, dove la vacanza è ormai considerata un bene primario a cui difficilmente si rinuncia. Le agenzie Welcome e Geo continuano a dimostrare capacità e interesse nell’utilizzo dei servizi e delle iniziative commerciali sviluppate dal Network che stanno generando un evidente vantaggio competitivo funzionale alla crescita dei volumi prodotti da ciascun punto vendita». Leisure Il consuntivo dell'inverno evidenzia un aumento dei volumi leisure sviluppati dal Network, registrando un valore di 1 miliardo e 69 milioni, dal 1° novembre 2023 al 30 aprile 2024, con una crescita del 12% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Allo stesso modo, il venduto  con i vettori nello stesso periodo è stato di 315 milioni, registrando un incremento dell'11%. La costante crescita del traffico leisure è sostenuta anche da un significativo incremento delle prenotazioni anticipate, che hanno registrato performance positive e incoraggianti durante tutto l'inverno, prospettando quindi una promettente stagione estiva.   Gli investimenti strategici sul fronte della tecnologia, del prodotto in esclusiva e dello sviluppo qualitativo delle affiliazioni, realizzati negli ultimi anni dal Gruppo guidato da Adriano Apicella, si sono rivelati fondamentali. La politica commerciale, i servizi e gli strumenti offerti hanno, infatti, puntato a rafforzare il ruolo del Network come anello di congiunzione tra Operatori e Agenzie con l’obiettivo di acquisire nuove quote di mercato attraverso un incremento dei rispettivi volumi di vendita, a vantaggio di tutta la filiera. Lo evidenziano con chiarezza i numeri di andamento, che continuano a segnare per i Partner commerciali performance superiori a quelle di mercato.   [post_title] => Welcome Travel Group: primo semestre positivo in tutte le aree di business [post_date] => 2024-05-22T07:26:14+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716362774000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467616 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una nuotata nel lago nel silenzio del mattino. Il profumo di un giardino dopo il temporale. Un giro in città animate da arte e musica. Un bicchiere di vino sotto le stelle. È questo il “Lebensgefühl”, la “capacità di capovolgere le prospettive” che è al centro della campagna di comunicazione globale dell’Austria per il 2024. Lebensgefühl è una parola che identifica lo stile di vita austriaco, capace di apprezzare il momento, godersi i piaceri della vita e sentirsi connessi con ciò che ci circonda. Su queste note positive e mentre Vienna ospita la prima Biennale del Clima - un momento interdisciplinare e interattivo sui temi dell’arte e all’ecologia, volto a trovare risposte comuni alla crisi climatica e a lanciare nuove idee per il futuro - l’Austria si propone come destinazione privilegiata per la stagione estiva. Herwig Kolzer, direttore di Austria Turismo in Italia, presenta i dati dell’andamento turistico e delle connessioni tra i due paesi: «I numeri del turismo stanno crescendo molto bene. Nel 2023 abbiamo avuto una crescita del 20% nei pernottamenti di ospiti italiani e anche gli ultimi mesi sono andati molto bene. Speriamo che il trend prosegua positivo. Abbiamo ottime connessioni ferroviarie in particolare tra Verona e Innsbruck. La Öbb ha nuovi Nightjet (servizi di treni passeggeri notturni) molto moderni e innovativi. È il nostro nuovo standard qualitativo. In settembre sarà disponibile un ulteriore collegamento. Al momento sono attivi quelli tra Genova e Vienna e tra Roma e Vienna, a cui verranno aggiunti nuovi vagoni per aumentare la disponibilità di posti. La connessione dovrebbe diventare operativa anche da Milano nel 2026». E poi uno sguardo alla ricca offerta della destinazione. «Quest’anno la capitale della cultura è Bad Ischl, che si trova in un’area rurale. È la prima volta che accade. La regione del Salzkammergut è molto nota in Austria, ma dev’essere ancora scoperta dai turisti italiani; abbiamo l’opportunità di rendere questa zona più popolare. Per diversificare la nostra proposta offriamo ai nostri ospiti affascinanti festival musicali - come quello noto di Salisburgo - eventi come la Designweek di Vienna e anche il festival Ars Electronica di Linz, che ci aiuta nell’intento di promuovere destinazioni meno popolari ma molto interessanti, le cosiddette “second cities” come, appunto, Linz, Graz e Innsbruck. Un tema molto importante per l’Austria è la sostenibilità. «La nostra visione è quella di diventare la destinazione più sostenibile al mondo e tutto il nostro sforzo è rivolto a rendere il turismo un settore che guardi alla sostenibilità e in cui tutti possano impegnarsi, dagli austriaci ai turisti». Quest’anno, all’approssimarsi della stagione estiva l’Austria promuove, in particolare, la Carinzia e l’area di Salisburgo. La Carinzia è una destinazione dove immergersi nella natura. Ideale per famiglie e per chi ama il turismo attivo. Da vivere su due ruote lungo il Gran Tour dei Laghi lungo ben 420km, oppure godendo di quel turismo “slow”, anche gastronomico, che ha fatto della Carinzia la prima Slow Food Travel Destination al mondo. La città di Salisburgo è invece un gioiello del barocco e patrimonio dell’umanità dell’Unesco. Racconta una ricca offerta culturale e architettonica, oltre ai numerosi festival musicali, teatrali ed interpretati dalle note marionette. In queste settimane, al sopraggiungere della bella stagione, il centro cittadino ha ripreso vita con l’apertura dei giardini della birra - di cui Salisburgo è la capitale in Austria - e si celebra proprio il Lebensgefül. [post_title] => Austria: andamento positivo e impegno per l’ambiente. Focus Carinzia e Salisburgo [post_date] => 2024-05-20T09:32:06+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716197526000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "bolzano lanima due ruote del capoluogo altoatesino" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":53,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":592,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467625","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"«I numeri del turismo a Salisburgo sono nuovamente positivi - afferma Ines Wizany, marketing manager di Tourismus Salzburg -. L’Italia è al quinto posto per pernottamenti dopo Germania, Austria, Usa e Uk. Gli italiani visitano Salisburgo per la natura, la cultura, Mozart e i mercatini dell’Avvento. A Salisburgo vivono 160.000 persone, quindi è una piccola città che si può visitare camminando. Tutto il centro storico è pedonale e poi c’è molto verde e una grande offerta per le famiglie. A Salisburgo c’è qualcosa per tutti i gusti. Il Museo di Storia Naturale, il famoso Castello di Hellbrunn con il suo enorme parco e il giardino zoologico… Inoltre Salisburgo è la capitale austriaca della birra: il birrificio Stiegl, fondato nel 1492, è oggi la più grande birreria privata del paese. Risale invece al 1621 la birreria degli agostiniani. In queste settimane soleggiate riaprono tutti i giardini e noi salisburghesi usciamo per fare sport e stare con gli amici. È questo il Lebensgefühl, tema della campagna turistica dell’Austria per il 2024».\r\n\r\nSalisburgo è uno splendido centro barocco, dove si incontrano architettura, storia, cultura e natura. Una città da scoprire a piedi, ma anche in bicicletta e con la Salzburg Card all-inclusive, che permette di vistare tutte le attrazioni e musei e di utilizzare i trasporti pubblici gratuitamente. \r\n\r\nPiazze spaziose e vasti palazzi ospitano lo straordinario “Dom Quartier”, complesso museale che oggi festeggia i 10 anni dalla sua inaugurazione e consente di scoprire una città che è un gioiello barocco, patrimonio mondiale Unesco dal 1997. Per celebrare la ricorrenza dal prossimo 21 giugno e fino al 6 gennaio 2025 si potrà visitare presso la Residenzgalerie la mostra \"I colori della Serenissima. Maestri veneziani dal Kunsthistorisches Museum di Vienna\" dove, oltre ai capolavori viennesi, saranno esposti arazzi, bronzi, armature, capolavori e oggetti curiosi provenienti dalla leggendaria Kunstkammer dell'ex casa imperiale asburgica.\r\n\r\nQuest’anno ricorre anche il 450° anniversario della nascita del principe vescovo Markus Sittikus, a cui si deve la costruzione dell’attuale duomo di Salisburgo (dopo l’incendio del 1598) e del sontuoso il palazzo di Hellbrunn con il parco e i famosi giochi d’acqua. Tante le importanti ricorrenze - tra cui i 100 anni del Museo etnografico (Volkskundemuseum) - ma bisogna ricordare che Salisburgo è entrata a far parte del patrimonio mondiale dell'Umanità anche per le sue straordinarie creazioni in campo musicale.\r\n\r\nA partire dalla metà del 1300 i principi vescovi, infatti, accolsero in città compositori e musicisti da tutta Europa, tra cui il salisburghese Wolfgang Amadeus Mozart. Da allora la città ospita numerosi eventi musicali, spettacoli teatrali e festival. La prossima estate, dal 18 luglio al 31 agosto, si terrà la 104esima edizione del Festival di Salisburgo - diretto dalla regista e drammaturga Marina Davydova – che quest’anno metterà l’accento sulla musica spirituale e sul dialogo interreligioso.\r\n\r\nSalisburgo è un grandissimo palcoscenico all’aperto, con 4.500 eventi culturali ogni anno, tra i quali quelli legati al Teatro delle Marionette, che quest’anno compie 111 anni e, dal 2016, fa parte del patrimonio culturale immateriale dell'Unesco.La città è tanto amata anche per il luminoso periodo dell’Avvento, quando il centro storico barocco di Salisburgo, secondo una tradizione di oltre 500 anni, offre una cornice spettacolare ai suggestivi mercatini natalizi.\r\n\r\n«A Salisburgo c’è una bellissima combinazione tra cultura e natura. È una città da scoprire - conclude Ines Wizany - A poca distanza dal centro urbano ci sono le Grotte di Ghiaccio, la Strada Alpina del Großglockner e le Miniere di Sale. E poi c’è il Salzkammergut: l’area dei 70 laghi naturali. Il suo capoluogo, Bad Ischl, si trova a soli 20’ da Salisburgo ed è quest’anno capitale europea della cultura, con tutto il suo territorio».","post_title":"Austria: nella città barocca di Salisburgo la cultura abbraccia la natura","post_date":"2024-05-24T10:12:49+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1716545569000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467860","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Lignano Sabbiadoro è pronta a proporre un programma estivo ricco di esperienze, attività outdoor ed eventi per tutti.\r\n\r\nOltre ad essere una meta ideale per chi decide di trascorrere le vacanze al mare in tutto relax, Lignano Sabbiadoro è anche un’oasi pensata per tutti coloro che cercano benessere e movimento all’aria aperta.\r\n\r\nNel calendario estivo sono tante e diverse le attività proposte in tal senso. Una di queste è la Camminata Metabolica: a partire dal 10 giugno e fino al 26 agosto, presso il bagno 3 di Sabbiadoro, sarà possibile migliorare il proprio benessere fisico e mentale, con delle pratiche di respirazione profonda pensate per la concentrazione.\r\n\r\nDall’11 giugno al 27 agosto, invece, ci si potrà dedicare al Nordic Walking: una dolce camminata che apporta benefici a mente e corpo utilizzando specifici bastoncini per allenare la muscolatura di tutto il corpo.\r\n\r\nC’è poi anche il Forest Bathing: pratica nata in Giappone che consiste nel fare lunghe passeggiate nel bosco, in modo da respirare per diverse ore l’aria naturalmente arricchita delle sostanze volatili terapeutiche emesse dagli alberi.\r\n\r\nUn soggiorno a Lignano per loro si trasforma in puro divertimento: dall’animazione presso i miniclub delle spiagge alle attrazioni del lunapark, dall’adrenalina del circuito di Go kart ai 25.000 metri quadrati del Parco Junior pieni di proposte nel verde per i più piccoli.\r\n\r\nTra le attività formato famiglia, spicca anche l’escursione Bike&Hike, una pedalata alternata a momenti di camminata tra alberi centenari, dune fossili e scrigni di biodiversità: un tour per tutta la famiglia a ritmo lento, per scoprire i paesaggi e la natura che questo territorio offre. Da giugno a settembre, si parte ogni mercoledì dal Beach Village (ufficio spiaggia 7), per proseguire in bici sulla ciclabile Bellaitalia, immettersi nel verde della Pineta e raggiungere Lignano Riviera. Arrivati al fiume Tagliamento, si lasciano le bici per un breve trekking nel bosco dunale, Pineda Sinistra, un’area verde di grande valore paesaggistico e floristico con dune che raggiungono i 6 metri di altezza, prima di rimettersi in sella per tornare al Beach Village.\r\n\r\nChi voglia imparare qualcosa in più sulla natura e sulla biodiversità, troverà nel Parco Zoo Punta Verde di Lignano il suo paradiso, con oltre 200 specie tra mammiferi, uccelli e rettili.\r\n\r\nIl divertimento è assicurato anche grazie ai parchi tematici. “I Gommosi”, nell’area “Parco del Mare” di Lignano Pineta, regala pura energia ai bambini con i suoi giganteschi palloni ad aria su cui rimbalzare, con un ingresso valido senza vincoli di tempo. Altra oasi di allegria è l’Aquasplash: scivoli per scendere a tutta velocità, percorsi entusiasmanti e aree idromassaggio lo rendono un vero e proprio paese delle meraviglie acquatiche. Ispirato alle grandi strutture d’oltreoceano, è stato il primo parco acquatico d’Italia, ideale per chi è alla ricerca di emozioni forti. Altro indirizzo per tutta la famiglia è il Parco Termale Riviera Resort. Con i suoi 1.500 mq di piscine di acqua marina e riscaldata a cielo aperto con affaccio sul mare, offre momenti di relax adatti a tutti-\r\n\r\nMolte le attività sulla spiaggia o in acqua in diverse strutture attrezzate con istruttori esperti. Oltre a quelle classiche, tra cui la vela, il kitesurf, il windsurf, il beach volley e il beach tennis, ci si può cimentare con il wakeboard, a metà tra sci nautico e snowboard, il Sup (Stand Up Paddle) tradizionale oppure elettrico, lo Yoga Sup o ancora le Fat Sand Bike, biciclette da spiaggia con ruote molto larghe che danno più stabilità sulla sabbia e hanno bisogno di una minore quantità di energia rispetto a quelle tradizionali.\r\n\r\nCome ogni solstizio d’estate che si rispetti, a Lignano Sabbiadoro c’è un appuntamento da non perdere, quello con il concerto all’alba del 21 giugno. Si tratta di una celebrazione pensata per i più romantici, un omaggio al solstizio d’estate a suon di orchestra d’archi, che farà vivere un turbinio di emozioni legate al potere catartico della musica. Si svolge nei pressi del Faro Rosso, sulla punta est di Sabbiadoro.\r\n\r\nOltre ad essere un’oasi votata allo svago, al relax e allo sport, Lignano ha dunque anche una forte anima musicale moderna. Tra gli altri appuntamenti in programma, vale la pena segnalare alcuni dei concerti estivi più di spicco, come quelli di Sfera Ebbasta (sabato 15 giugno presso lo Stadio Teghil), Calcutta (sabato 22 giugno presso lo Stadio Teghil) e Mahmood (lunedì 12 agosto presso l’Arena Alpe Adria).\r\n\r\n ","post_title":"Lignano Sabbiadoro 2024, programma estivo con esperienze, attività outdoor ed eventi per tutti","post_date":"2024-05-23T09:32:59+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1716456779000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467855","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_467856\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Elena Carlino[/caption]\r\nÈ trascorso poco più di un anno dall’apertura della filiale Business Travel a Treviso. Era il febbraio 2023, con tre persone dedicate. Oggi le risorse sono salite a 17, di cui tre commerciali.\r\nUn anno fa è stato fatto l’investimento, che conteneva anche una scommessa, guadagnare la fiducia di un tessuto fortemente produttivo, composto da piccole e medie imprese, in gran parte storiche. Gattinoni Business Travel non solo ha vinto la scommessa ma non si aspettava che avvenisse in tempi così rapidi.\r\nUna delle chiavi del successo è stata la presenza di persone molto conosciute - e stimate - in ambito regionale, a partire da Alessandra Trevisan, area manager triveneto. La presenza fisica, la conoscenza delle dinamiche, il coordinamento locale si sono rivelati valore aggiunto agli occhi delle aziende.\r\nCommenta Elena Carlino, direttrice commerciale Gattinoni Business Travel: «Siamo riusciti ad acquisire ampie quote di mercato, anche grazie alle ottime referenze ricevute, che sul territorio hanno una forte valenza. In questa parte d’Italia c’è grande spazio per fare un buon lavoro e i nostri progetti sono di espanderci e crescere».\r\n\r\nObiettivo\r\nIn tema di numeriche, nel 2023 il fatturato di Gattinoni Business Travel Triveneto è aumentato del 51% rispetto al 2022; l’obiettivo è far sì che questi notevoli risultati siano sono l’inizio, e che nell’arco del triennio la business unit conquisti una significativa quota di mercato delle aziende presenti nel territorio.\r\nGattinoni Business Travel ha rotto gli schemi, penetrando un sentiment di leggera ritrosia attraverso competenza e serietà, apportando la visibilità di un brand sempre più forte a livello nazionale e la capacità sul campo.  Continua Elena Carlino: «Il Triveneto è punteggiato da piccole e medie imprese, ma noi abbiamo adottato le modalità che applichiamo alle grandi aziende; abbiamo garantito interlocutori e referenti costanti, con un approccio molto diretto e molto umano. Con questa convinzione avevamo inaugurato la filiale di Treviso e il passaparola è stato più rapido rispetto ai nostri piani. Un segnale molto incoraggiante che ci fa guardare al 2024 con ottimismo.\r\n«Un ringraziamento speciale va a tutto lo staff operativo di Gattinoni Business Travel, il cui impegno, dedizione e professionalità sono stati fondamentali per il successo finora conquistato su questo importante territorio. Senza il loro costante sforzo e la loro passione, non avremmo potuto raggiungere questi risultati straordinari. La loro competenza e il loro spirito di squadra hanno permesso di superare le sfide e di creare solide relazioni con le aziende locali, contribuendo in modo significativo alla nostra crescita e affermazione sul mercato».","post_title":"Gattinoni Business: in Triveneto il fatturata è cresciuto del 51%","post_date":"2024-05-22T12:13:59+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1716380039000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467831","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un itinerario in bicicletta di 33 chilometri che alterna strade sterrate a singletrack attraversando vigneti, meleti e castagneti. E' il tour dei Castelli, una delle novità Valtellina Turismo per questo 2024. Con i suoi due parchi nazionali e le sue sette riserve naturali, la destinazione si presta infatti naturalmente alle vacanze attive. Il tema è stato quindi al centro di una presentazione ad hoc organizzato dalla stessa Valtellina Turismo la settimana scorsa a Roma.\r\n\r\nLa meta offre numerose opportunità per gli amanti del turismo su due ruote grazie alle sue ciclabili diffuse, a cui si aggiungono itinerari speciali come il Sentiero Valtellina: dal lago di Como a Bormio, 114 chilometri seguendo il corso del fiume Adda. Oppure la Ciclabile Valchiavenna, 40 chilometri dal lago di Como alla val Bregaglia, e la Raetica Classica, tour ad anello a cavallo con la Svizzera, all’insegna della sostenibilità, fruibile con mezzi di trasporto pubblici e/o bici.\r\n\r\nMa a disposizione dei cicloturisti c'è anche il Wine Bike Tour, tra cantine e terrazzamenti, nonché il Bormio 360 Adventure Trail, percorso mtb in dieci tappe attorno al comprensorio di Bormio. Da segnalare pure i cinque bike park. A ciò si aggiunge il fitto calendario di eventi, tra cui quello delle Enjoy Stelvio Valtellina: manifestazione non competitiva e senza obbligo di registrazione, rivolta a ciclisti ed escursionisti, che nel 2023 ha visto la partecipazione di oltre 23 mila persone. Dopo la tappe in cui Livigno è stata protagonista del Giro d'Italia, come località di partenza e arrivo, sono inoltre numerose le gare ufficiali che vedono la Valtellina protagonista dello sport a due ruote, in tutte le sue declinazioni.\r\n\r\nL'area è poi luogo ideale per il trekking, grazie ai suoi percorsi religiosi, agli itinerari legati alla Prima guerra mondiale e a quelli sui ponti sospesi, con oltre 70 rifugi a disposizione tra cui il più alto della Lombardia. L'offerta per le famiglie si declina in contesti come l'osservatorio eco-faunistico in Aprica e le esperienza in Malga. Un’iniziativa del mandamento Sondrio e Valmalenco, nata per valorizzare e promuovere i numerosi alpeggi del territorio e incentivare i turisti a scoprirli durante l’estate, prevede poi il rilascio di un vero proprio passaporto: vademecum che mostra tutti gli alpeggi presenti in valle, una breve descrizione e le indicazioni necessarie per poterli raggiungere.\r\n\r\nIl tutto arricchito da esperienze enogastronomiche lungo la Strada del Vino della Valtellina, nonché da un calendario intenso di eventi food fino al mese di ottobre. Importante infine anche l'offerta wellness, con i Qc Terme Bagni Vecchi, Qc Terme Bagni Nuovi e Bormio Terme. Cresce infine l'attesa per i Giochi Olimpici Invernali in previsione dal 6 al 22 febbraio 2026, durante i quali la Valtellina ospiterà le gare di sci alpino maschile, di sci alpinismo maschile e femminile (per la prima volta disciplina olimpica) nonché di snowboard e freestyle.","post_title":"Valtellina destinazione d'élite per le vacanze attive","post_date":"2024-05-22T11:25:44+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1716377144000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467842","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La moto è, più che un semplice veicolo, una vera e propria scuola di vita. Rappresenta un modo di viaggiare dove si è più a contatto con la natura e il paesaggio: un’esperienza in un certo senso primitiva, un po’ come accade quando si usa la bicicletta, complice il contatto maggiore con il contesto circostante.\r\n\r\nAllo stesso tempo, essendo caratterizzata da una spiccata esposizione del corpo, si rivela fondamentale adottare delle strategie per mettersi in totale sicurezza.\r\n\r\nOggi vi proponiamo una serie di consigli utili per i principianti - ma anche per i guidatori più esperti per i quali un recap non guasta mai - così da spostarsi fuori dai confini abituali in piena tranquillità e vivere al massimo le emozioni che solo una due ruote riesce a offrire.\r\nAssicurazione moto: la prima tutela quando si viaggia su strada\r\nLa polizza assicurativa è in primo luogo una misura obbligatoria per legge: un aspetto che non va mai sottovalutato così da farsi trovare in regola in caso di controlli.\r\n\r\nÈ, inoltre, essenziale per via del fatto che permette di tutelarsi qualora vengano arrecati danni a cose e persone.\r\n\r\nNon tutte le coperture sono uguali e tra le migliori assicurazioni moto online segnaliamo quella di Telepass, in grado di garantire la massima tutela del veicolo a due ruote in ogni momento. L’attivazione, così come la fruizione, è semplice e pratica: questo grazie a l’accessibilità tramite app che permette di averla a portata di mano in qualsiasi situazione tramite smartphone o tablet.\r\n\r\nTra le polizze accessorie più interessanti segnaliamo anche quella di assistenza stradale, capace di intervenire non solo durante un sinistro ma anche in presenza di guasto, cosa che può capitare per quanto riguarda il motore o le varie parti del mezzo, gomme comprese.\r\n\r\nVerificare di avere la polizza in corso di validità e con tutto il necessario è perciò da intendersi come il primo requisito per viaggiare in sicurezza.\r\nL’importanza di controllare la moto prima dei viaggi lunghi\r\nIl controllo della due ruote si rivela qualcosa da programmare con regolarità, in modo da predisporre un monitoraggio preciso e puntuale delle sue condizioni: questo soprattutto se la meta che si desidera raggiungere è piuttosto distante.\r\n\r\nQuali parti è bene verificare, così da prevenire eventuali imprevisti? Di seguito le principali:\r\n\r\n \tOlio motore: se non è a livello bisogna rabboccarlo. Se invece è trascorso un certo intervallo chilometrico indicato dalla casa produttrice serve sostituirlo.\r\n \tCatena: deve trovarsi alla giusta tensione, ben lubrificata e pulita. In presenza di un tragitto a lunga percorrenza è buona abitudine portare con sé uno spray lubrificante, in modo da poter dare una mano ulteriore durante lo spostamento.\r\n \tFreni: da monitorare pastiglie, liquido dei freni e dischi.\r\n \tPneumatici: da verificare la pressione e se sono usurati. Si tratta di una parte essenziale, in quanto è l’unica a diretto contatto con l’asfalto. Incide direttamente sulla performance e sull’affidabilità del veicolo, soprattutto per quanto riguarda la frenata.\r\n \tFari e frecce: vanno controllati perché permettono agli altri guidatori di avere una visibilità ottimale del mezzo.\r\n\r\nLa scelta dell’abbigliamento da moto\r\nLa scelta dell’abbigliamento per un motociclista è qualcosa di fondamentale, dal momento che incide da un lato sulla comodità alla guida e dall’altro sulla visibilità su strada. Vediamo insieme cosa è bene sempre acquistare:\r\n\r\n \tGuanti da moto: sono una protezione cruciale dal freddo, dagli agenti atmosferici e, soprattutto, qualora si verificasse un incidente. È preferibile scegliere un modello di una taglia più grande, così da poter inserire dei sottoguanti, più aderenti e in grado di favorire la circolazione. Esistono, inoltre, tipologie ancora più protettive: sono quelle in carbonio o in kevlar. Il consiglio è in ogni caso di misurare i guanti, in maniera tale da capire quale soluzione è più in linea con le proprie esigenze.\r\n \tScarpe, pantaloni e giubbotti: è essenziale che aderiscano perfettamente. Per quanto riguarda le calzature, si rivelano decisamente validi gli stivali da motociclista, soprattutto se si percorrono strade sterrate. Per gli spostamenti notturni, sono invece da prediligere le versioni contenenti inserti luminescenti. La giacca, insieme ai pantaloni, è imprescindibile qualora capitasse di cadere dal veicolo per varie ragioni e consente di contenere non poco l’entità dell’infortunio.\r\n \tTuta da moto: per il mototurismo è consigliabile un capo a due pezzi, che permette di avere separati giubbotto e pantalone. La scelta deve essere fatta principalmente in base al comfort, un fattore soggettivo e che influisce, al contempo, sulla postura adottata alla guida.\r\n\r\nFare in modo di essere visibili\r\nChi viaggia sulle due ruote è consapevole dei rischi a cui va incontro e dell’importanza di risultare ben percepibili dagli altri guidatori. Sotto questo punto di vista, è fondamentale indossare un abbigliamento dai colori vivaci o rifrangenti.\r\n\r\nPer aumentare la percezione del mezzo è inoltre buona norma applicare delle luci come supplemento durante le ore notturne o in caso di eventi atmosferici avversi, come la pioggia.\r\n\r\nQuesto consiglio è valido, inoltre, nel momento in cui ci si accosta lungo una piazzola; in caso di imprevisto è bene segnalare la propria presenza con una luce rossa intermittente.\r\nGuidare con prudenza: il fattore che fa la differenza\r\nUna guida attenta, prudente e rispettosa del Codice della Strada è il vero fattore che fa la differenza quando si sta sulle due ruote: vale per chi è alle prime armi come per chi ha una maggiore confidenza del mezzo.\r\n\r\nUn aspetto da non sottovalutare vista l’adrenalina che genera lo stare in sella, soprattutto in strade all’apparenza poco trafficate o piacevoli da percorrere.\r\n\r\nRispettare i limiti di velocità, i segnali stradali e avere un’andatura tale da consentire di frenare agevolmente sono piccole abitudini di buon senso, virtuose e in grado di garantire una maggiore sicurezza.\r\n\r\nAttenzione allo slalom tra le autovetture, specialmente quando si ha un bagaglio considerevole o si ospita a bordo un’altra persona: perdere l’equilibrio è un attimo.\r\n\r\nIl manto stradale presenta spesso delle imperfezioni, come buche, foglie che fanno slittare gli pneumatici e via dicendo: possono mettere a dura prova persino un guidatore esperto. Meglio, prima di partire, dare un’occhiata al meteo, così da essere più consapevoli rispetto alle condizioni che si vanno ad affrontare.","post_title":"Mototurismo per principianti: i consigli per viaggiare sicuri","post_date":"2024-05-22T11:14:22+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":["assicurazione-moto","consigli-per-viaggiare-sicuri","migliori-assicurazioni-moto-online","mototurismo","polizza-assicurativa-moto","telepass","viaggiare-in-moto","viaggiare-sicuri-in-moto"],"post_tag_name":["Assicurazione moto","consigli per viaggiare sicuri","migliori assicurazioni moto online","mototurismo","polizza assicurativa moto","telepass","viaggiare in moto","viaggiare sicuri in moto"]},"sort":[1716376462000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467812","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La cena con vista ed il luogo sono fattori importanti, una sorte di cornice della vacanza, soprattutto se la vista è emozionante. \r\n\r\nProfumano di mare le cene al ristorante à la carte Aquadulci a Chia (CA), nel sud della Sardegna, dalle grandi vetrate cielo terra che aprono la vista sul rigoglioso giardino che confina con la spiaggia di Su Giudeu, tra le più belle dell’isola. Qui l’inquinamento luminoso è totalmente assente, a incorniciare la serata solo le stelle che trapuntano il cielo e il parco con la bellissima piscina. Il ristorante propone le eccellenze isolane: dall’aragosta di Sant’Antioco al prosciutto di Villagrande, dalla bottarga di Cabras ai pomodori Camona di Pula, e ancora le paste fresche tradizionali e la pasticceria, rigorosamente fatte a mano e il pescato del giorno.\r\n\r\nRes, il ristorante di Laghi Nabi, con le sue architetture dominate da materiali naturali che lasciano spazio a grandi vetrate che si affacciano sul lago, è lo scrigno di gusto della prima Oasi Naturale della Campania, nata da ex cave di sabbia un tempo in stato di abbandono sul Litorale Domizio (CE) e oggi eclettico resort in cui tende luxury e lodge ecosostenibili sono sospesi tra le acque e la vegetazione. Le ricette sono un connubio di alta gastronomia, materie prime coltivate sul territorio e nuove creative sperimentazioni in linea con la stagionalità. La bellezza dello scenario naturale è parte integrante dell’esperienza enogastronomica.\r\n\r\nGli amanti del mare non possono che rimanere estasiati di fronte al panorama che si gode dal ristorante dello storico Hotel Nettuno di Villamarina (FC) - Ricci Hotels, dove la spiaggia si srotola davanti agli occhi mentre si gusta un’esperienza gastronomica sorprendente alla scoperta delle specialità del territorio, con prodotti sempre freschissimi delle campagne vicine e del podere La Fattoria, cascinale di fine Ottocento della famiglia Ricci, dove vengono coltivate le uve che danno un vino genuino e le olive dal quale viene ricavato l’olio extravergine.\r\n\r\nALTO, sofisticato rooftop restaurant dell’Executive Spa Hotel di Fiorano Modenese (MO), regno del talentuoso Chef Mattia Trabetti, grazie al soffitto a moduli basculanti, mostra il firmamento in tutto il suo splendore, e dalle sue vetrate apre la vista sulle colline appenniniche e sulla suggestiva Basilica della Beata Vergine del Castello di Fiorano. Il territorio è il punto di partenza di un peculiare concetto enogastronomico che dialoga costantemente con i produttori della zona, in un’ottica di comprensione e valorizzazione concepita come presupposto per un’articolazione del gusto di stampo esperienziale.\r\n\r\nL'Excelsior Dolomites Life Resort di San Viglio di Marebbe (BZ), votato alla più genuina vita di montagna e immerso nel Parco Naturale di Fanes-Sennes-Braies offre uno spettacolo naturale unico attraverso le immense vetrate del ristorante.  A tavola vengono serviti piatti che nascono da materie prime di alta qualità dei piccoli produttori locali e dell’Alto Adige, coi menu ispirati alle antiche ricette altoatesine e arricchiti da influenze dell'alta cucina mediterranea e internazionale.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Dalla Sardegna alle Dolomiti, quando la cena con vista è il punto forte della proposta di vacanza","post_date":"2024-05-22T10:33:54+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1716374034000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467804","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La stagione al Bad Moos Aqua Spa Resort a Sesto, in Val Fiscalina, prende il via con una proposta che valorizza il territorio, i piccoli produttori e la gastronomia. Formaggi locali e vini altoatesini ma anche la fonte d’acqua solfata, preziosa per i trattamenti benessere nella Spa Soma & Anima.\r\n\r\nIl Bad Moos Aqua Spa Resort dedica il mese di giugno 2024 agli intenditori e buongustai che apprezzano la cucina locale e amano conoscere le specialità del posto. Il pacchetto si chiama “Visite gastronomiche al Bad Moos” e permette di conoscere un produttore di formaggio di Sesto, i vini altoatesini più apprezzati e la vicina fonte di acqua solfata.\r\n\r\nL’offerta comprende: 3 pernottamenti, ricca colazione a buffet, tradizionale merenda altoatesina pomeridiana e cena con menù a scelta da 4 a 5 portate, menu feel good, programma di attività move & balance, libero utilizzo della Spa Soma & Anima, utilizzo gratuito degli impianti di risalita della Croda Rossa. Ma soprattutto, compresa nel pacchetto, anche la visita al caseificio Unteroltl, degustazione di vini in hotel con sommelier e tour alla sorgente d’acqua solfata San Valentino. Il tutto a partire da 500 euro a persona.\r\n\r\nTra i produttori scelti per una visita c’è il maso Unteroltlhof, che si trova in fondo alla Valle di Sesto a 1.450 m di quota. Qui vengono allevati una cinquantina di capre e una ventina di pecore, mucche, maiali, galline e un cavallo, e anche alcune razze a rischio estinzione. L’alimentazione sana a base di foraggio di propria produzione permette di ottenere un latte di alta qualità e infatti è proprio il piccolo caseificio artigianale il vero fiore all’occhiello del maso. Dal latte di mucca e di capra si ottiene una gamma di formaggi molto varia di prima qualità, da quelli freschi a quelli a pasta semidura, oltre allo yogurt.\r\n\r\nIl pacchetto permette anche di conoscere e apprezzare i vini del territorio direttamente in hotel grazie alla degustazione con sommelier. Tutto è speciale, a cominciare dalla location: la sala relax Old Stube, un ambiente intimo e raccolto, ricavato in un’antica Stube gotica del 13esimo secolo che fa parte dell’area sauna. Spazio in particolare a una selezione di etichette locali, per conoscere i prodotti di nicchia del territorio altoatesino e apprendere anche l’abc della degustazione, alcune regole basilari che permettono di assaporare al meglio questi prodotti eccellenti. \r\n \r\nC’è un’altra proposta a disposizione degli ospiti del Bad Moos Aqua Spa Resort. Sempre nel mese di giugno 2024 infatti si può scegliere il pacchetto “Short stay con upgrade & mountain card” comprensivo di: 2 pernottamenti con upgrade della camera, ricca colazione a buffet, tradizionale merenda altoatesina pomeridiana e cena con menù a scelta da 4 a 5 portate, menu feel good, programma di attività move & balance, libero utilizzo della Spa Soma & Anima. L’offerta prevede anche la Mountain Card per poter usufruire di una tratta gratuita dalla stazione a valle a quella a monte. Il tutto a partire da 400 euro a persona.\r\n\r\nGli impianti della Croda Rossa, che in inverno aprono le porte al comprensorio sciistico delle 3 Zinnen, in estate permettono di dedicarsi una passeggiata in quota o un’escursione tra le cime altoatesine.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Bad Moos Aqua Spa Resort, proposte enogastronomiche per valorizzare i produttori locali","post_date":"2024-05-22T10:20:20+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1716373220000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467800","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_467468\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Adriano Apicella[/caption]\r\nPer Welcome Travel Group la chiusura del primo semestre dell’anno è contrassegnata da un evidente segno più per tutte le aree di business – dal leisure, ai vettori passando per il business travel e le assicurazioni – che hanno registrato trend positivi di crescita sia per volumi sia per numero di passeggeri gestiti, rilevando anche un aumento del valore medio della spesa per pratica. Un andamento in linea con i risultati del 2023, archiviato con un volume d'affari gestito di 1 miliardo e 437 milioni, in crescita del 44% rispetto all’anno precedente. Le previsioni per il 2024 indicano un ulteriore incremento del 13%. Questi risultati riconfermano l’attrattività delle Agenzie appartenenti al Network e la robusta domanda che ha caratterizzato la stagione invernale.\r\n«Siamo molto soddisfatti dell’andamento della stagione in corso – afferma Adriano Apicella, amministratore delegato Welcome Travel Group –. Il 2024 è partito con segnali davvero incoraggianti, tutti gli indicatori confermano le previsioni di crescita di questo settore, dove la vacanza è ormai considerata un bene primario a cui difficilmente si rinuncia. Le agenzie Welcome e Geo continuano a dimostrare capacità e interesse nell’utilizzo dei servizi e delle iniziative commerciali sviluppate dal Network che stanno generando un evidente vantaggio competitivo funzionale alla crescita dei volumi prodotti da ciascun punto vendita».\r\nLeisure\r\nIl consuntivo dell'inverno evidenzia un aumento dei volumi leisure sviluppati dal Network, registrando un valore di 1 miliardo e 69 milioni, dal 1° novembre 2023 al 30 aprile 2024, con una crescita del 12% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Allo stesso modo, il venduto  con i vettori nello stesso periodo è stato di 315 milioni, registrando un incremento dell'11%.\r\nLa costante crescita del traffico leisure è sostenuta anche da un significativo incremento delle prenotazioni anticipate, che hanno registrato performance positive e incoraggianti durante tutto l'inverno, prospettando quindi una promettente stagione estiva.\r\n \r\nGli investimenti strategici sul fronte della tecnologia, del prodotto in esclusiva e dello sviluppo qualitativo delle affiliazioni, realizzati negli ultimi anni dal Gruppo guidato da Adriano Apicella, si sono rivelati fondamentali. La politica commerciale, i servizi e gli strumenti offerti hanno, infatti, puntato a rafforzare il ruolo del Network come anello di congiunzione tra Operatori e Agenzie con l’obiettivo di acquisire nuove quote di mercato attraverso un incremento dei rispettivi volumi di vendita, a vantaggio di tutta la filiera. Lo evidenziano con chiarezza i numeri di andamento, che continuano a segnare per i Partner commerciali performance superiori a quelle di mercato.\r\n ","post_title":"Welcome Travel Group: primo semestre positivo in tutte le aree di business","post_date":"2024-05-22T07:26:14+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1716362774000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467616","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Una nuotata nel lago nel silenzio del mattino. Il profumo di un giardino dopo il temporale. Un giro in città animate da arte e musica. Un bicchiere di vino sotto le stelle. È questo il “Lebensgefühl”, la “capacità di capovolgere le prospettive” che è al centro della campagna di comunicazione globale dell’Austria per il 2024.\r\n\r\nLebensgefühl è una parola che identifica lo stile di vita austriaco, capace di apprezzare il momento, godersi i piaceri della vita e sentirsi connessi con ciò che ci circonda. Su queste note positive e mentre Vienna ospita la prima Biennale del Clima - un momento interdisciplinare e interattivo sui temi dell’arte e all’ecologia, volto a trovare risposte comuni alla crisi climatica e a lanciare nuove idee per il futuro - l’Austria si propone come destinazione privilegiata per la stagione estiva.\r\n\r\nHerwig Kolzer, direttore di Austria Turismo in Italia, presenta i dati dell’andamento turistico e delle connessioni tra i due paesi: «I numeri del turismo stanno crescendo molto bene. Nel 2023 abbiamo avuto una crescita del 20% nei pernottamenti di ospiti italiani e anche gli ultimi mesi sono andati molto bene. Speriamo che il trend prosegua positivo. Abbiamo ottime connessioni ferroviarie in particolare tra Verona e Innsbruck. La Öbb ha nuovi Nightjet (servizi di treni passeggeri notturni) molto moderni e innovativi. È il nostro nuovo standard qualitativo. In settembre sarà disponibile un ulteriore collegamento. Al momento sono attivi quelli tra Genova e Vienna e tra Roma e Vienna, a cui verranno aggiunti nuovi vagoni per aumentare la disponibilità di posti. La connessione dovrebbe diventare operativa anche da Milano nel 2026».\r\n\r\nE poi uno sguardo alla ricca offerta della destinazione. «Quest’anno la capitale della cultura è Bad Ischl, che si trova in un’area rurale. È la prima volta che accade. La regione del Salzkammergut è molto nota in Austria, ma dev’essere ancora scoperta dai turisti italiani; abbiamo l’opportunità di rendere questa zona più popolare. Per diversificare la nostra proposta offriamo ai nostri ospiti affascinanti festival musicali - come quello noto di Salisburgo - eventi come la Designweek di Vienna e anche il festival Ars Electronica di Linz, che ci aiuta nell’intento di promuovere destinazioni meno popolari ma molto interessanti, le cosiddette “second cities” come, appunto, Linz, Graz e Innsbruck.\r\n\r\nUn tema molto importante per l’Austria è la sostenibilità. «La nostra visione è quella di diventare la destinazione più sostenibile al mondo e tutto il nostro sforzo è rivolto a rendere il turismo un settore che guardi alla sostenibilità e in cui tutti possano impegnarsi, dagli austriaci ai turisti». \r\n\r\nQuest’anno, all’approssimarsi della stagione estiva l’Austria promuove, in particolare, la Carinzia e l’area di Salisburgo. La Carinzia è una destinazione dove immergersi nella natura. Ideale per famiglie e per chi ama il turismo attivo. Da vivere su due ruote lungo il Gran Tour dei Laghi lungo ben 420km, oppure godendo di quel turismo “slow”, anche gastronomico, che ha fatto della Carinzia la prima Slow Food Travel Destination al mondo.\r\n\r\nLa città di Salisburgo è invece un gioiello del barocco e patrimonio dell’umanità dell’Unesco. Racconta una ricca offerta culturale e architettonica, oltre ai numerosi festival musicali, teatrali ed interpretati dalle note marionette. In queste settimane, al sopraggiungere della bella stagione, il centro cittadino ha ripreso vita con l’apertura dei giardini della birra - di cui Salisburgo è la capitale in Austria - e si celebra proprio il Lebensgefül.","post_title":"Austria: andamento positivo e impegno per l’ambiente. Focus Carinzia e Salisburgo","post_date":"2024-05-20T09:32:06+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1716197526000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti