22 April 2024

Alto Adige, dalla neve all’acqua calda delle piscine per una vacanza tra natura e relax

[ 0 ]

Non solo neve il Alto Adige ma anche piscine panoramiche che regalano relax ed un’immersione nella natura. Moltissimi hotel altoatesini, che offrono la vista panoramica sulle vette e sui paesaggi alpini immacolati, dispongono di piscine.

A San Vigilio di Marebbe (BZ), in Val Badia, l’Excelsior Dolomites Life Resort è la top destination per lo sci e per gli amanti del benessere, grazie a speciali servizi su misura e alla sua posizione unica. Tra i suoi 2500 metri quadrati di wellness offre la infinity pool sul rooftop della Dolomites Sky Spa dell’Excelsior Dolomites Lodge, con acqua a 33° e vista impareggiabile sulle Dolomiti, riservata agli adulti. A tutta la famiglia invece è dedicato il grande idromassaggio esterno panoramico (acqua a 35°) della Spa Dolomiti.

Sempre in Val Badia, ma a Colfosco (BZ), al cospetto dell’imponente Gruppo del Sella, sorge il Romantik Hotel Cappella. Il 5 stelle appena ristrutturato vanta un ampliamento dell’area relax esterna di oltre 1.300 m² e una vista mozzafiato dalla piscina esterna riscaldata. Immersi nell’acqua a 30° si contempla un panorama sulle Dolomiti davvero speciale ma anche sugli sciatori, che sfrecciano sulla pista che sorge proprio di fianco all’hotel. Prospettiva privilegiata anche quella offerta dal Romantik Hotel Santer di Dobbiaco (BZ), in Val Pusteria, a poca distanza dai tracciati delle 3 aree più apprezzate delle Dolomiti: Plan de Corones, Cortina e le Dolomiti di Sesto. Qui si respira l’amore per la montagna, che passa dai servizi per lo sci a quelli più rilassanti del centro benessere di circa 3mila mq, tra la piscina interna, le zone relax, la whirlpool, le saune e la piscina esterna panoramica con acqua calda a 36°.

Quello nella piscina esterna a 30° del Romantik Hotel Post Cavallino Bianco di Nova Levante (BZ), che sorge vicino al Lago di Carezza, nel cuore della Val d’Ega non può essere vissuto come un semplice bagno: nuotare circondati da un giardino d’inverno di 45mila mq, con l’imponente monte Latemar a governare un paesaggio che si perde allo sguardo, è un’esperienza totalmente rigenerante. La piscina, (14 x 9 metri), è solo una delle perle di benessere dell’hotel, che si lascia ispirare dalle Dolomiti anche nel bellissimo centro wellness panoramico di 1500 mq.

Ultima ma non ultima, la vista dalla Black Pool a 30° del 5 stelle Romantik Hotel Turm di Fié allo Sciliar (BZ) sul paesaggio circostante è da togliere il fiato. Il massiccio montuoso dello Sciliar diventa straordinariamente suggestivo quando la neve lo imbianca. Dalla piscina all’aperto si può anche accedere direttamente, attraverso un percorso d’acqua collegato, alla piscina interna, e poi magari decidere di rilassarsi nella sauna al pino mugo, nel bagno turco aromatico, oppure preferendo la grotta di sale e la nuova sauna di fuoco all’aperto, che si aggiunge alla sala fitness panoramica e alla sala relax di recente realizzazione.

 

 

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465943 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dalle sponde dei laghi di Garda, Iseo ed Idro ai monti della Valle Camonica, della Valle Sabbia e della valle Trompia, dalle dolci colline della Franciacorta alla verde pianura solcata dallo scorrere lento del fiume Oglio, la provincia di Brescia, con la sua incredibile varietà di paesaggi,propone attività ed eventi tra parchi, giardini, limonaie e orti botanici. Il lago di Garda è in primavera un’esplosione di fioriture, una cornice perfetta per tonificanti giornate nella natura, in uno dei contesti paesaggistici più affascinanti del Belpaese. Ben quattro i siti del circuito Grandi Giardini Italiani. A Gardone Riviera si trovano il Giardino Botanico André Heller e i giardini del Vittoriale degli Italiani, dimora di Gabriele D’Annunzio.  Rientrano nel circuito dei Grandi Giardini Italiani anche l’Isola del Garda - gioiello circondato d’acqua con la villa in neogotico veneziano e sontuosi giardini - e la Rocca di Lonato abbracciata da un grande parco, straordinario esempio di bosco ceduo con olivi, vigne e specie spontanee e scenografici pendii erbosi. Di grande fascino anche i giardini all’italiana con scalinate, statue, fontane e i resti dell’antica limonaia, inseriti in un parco di oliveti e agrumeti, di Villa Bettoni a Gargnano. Una chicca per veri appassionati è l’Orto botanico G.E.Ghirardi di Toscolano Maderno. Tutelate e ristrutturate come si deve a un patrimonio storico e culturale di grande valore, le caratteristiche limonaie dell’Alto Garda costituiscono già da sole motivo di una o più escursioni di primavera in riva al lago. Colline, vigneti e molto di più: la Franciacorta è la meta perfetta per una giornata tra verde, storia, cultura, cantine eccellenti dove sostare. In primavera, poi, ci sono piacevoli motivi in più, legati al verde e alla natura, per visitarla. Castello Quistini - Rovato: a partire dal primo weekend di maggio, tutti i fine settimana riapre al pubblico lo storico roseto dell’antica dimora franciacortina. Tra mura secolari sembra di entrare in un’oasi senza tempo, con una collezione unica di rose di ogni colore, profumo e specie. Tra le tante varietà, quelle inglesi di David Austin. Nella cornice già spettacolare delle celebri colline di Franciacorta, ammantate di pregiati vigneti, la mostra-mercato di rose ed erbacee perenni nell’antico borgo di Bornato (Cazzago San Martino) è diventata un appuntamento primaverile imperdibile. Quella in calendario dal 17 al 19 maggio è la 25° edizione. Anche il lago d’Iseo e la Valle Camonica e fanno da scenari ad aree botaniche, oasi naturali e parchi tutti da godere. Dove il lago d’Iseo incontra la Franciacorta, la magnifica Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino è  un luogo magico dove l’incontro tra acqua e terra dà vita a una zona di grande interesse naturalistico. Risalendo dal lago alla Valle Camonica, a Paisco Loveno, nella laterale Valle Allione, il Giardino Botanico Alpino Vivione è un’area di divulgazione scientifica con oltre 400 specie tipiche delle Orobie orientali, una xiloteca (raccolta di legni) e un’aula didattica arricchita da oggetti curiosi sul mondo degli insetti e dei minerali. Con i suoi panorami aperti, punteggiati di castelli ben conservati e da antichi borghi, la Bassa Bresciana si offre alla primavera come una tela da riempire di ogni colore, in cui immergersi durante un’escursione all’insegna del relax. Tra gli spazi verdi con le loro sorprese da non farsi sfuggire, il Parco Angelo e Lina Nocivelli a Verolanuova con i suoi coreografici giochi d’acqua, l’area attorno al Castello Bonoris a Montichiari con 3 ettari di  parco all’inglese dagli alberi secolari e l’armonioso giardino pensile “segreto” con vista, l’imponente Castello di Padernello circondato dalle acque e il vicino Ponte San Vigilio di Giuliano Mauri (il “tessitore del bosco”, primo artista italiano entrato a far parte nel 1981 del movimento Art in Nature), un’installazione artistica di grande suggestione per una coinvolgente esperienza olistica a stretto contatto con la natura. Con i suoi grandi parchi, le colline ricche di sentieri panoramici e il mitico Monte Maddalena (“la montagna dei bresciani”), Brescia è un luogo dove ci si può svagare in relax nella natura con la famiglia e praticare sport e trekking lontani dal traffico e dalla calca.     ­   ­ [post_title] => Visit Brescia, escursioni ed eventi tra parchi, giardini e limonaie [post_date] => 2024-04-19T12:47:52+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713530872000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465903 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sarà tutta nel segno delle esperienze, autentiche, la prima estate del Valtur Cervinia Cristallo Ski Resort, che prenderà il via il prossimo 21 giugno. Un'apertura immaginata come un dialogo tra l’originalità del format del resort, con dotazioni speciali quali i campi da padel più alti d’Europa, e l’identità alpina della destinazione, che anche in estate rappresenta la magnificenza della montagna nella sua forma più pura, capace di declinare felicemente l’essenza del turismo slow. Senza dimenticare le attività sulla neve, che sul Plateau Rosà, raggiungibile da Cervinia sci ai piedi, possono essere praticate anche durante la stagione più calda. “Le aspettative per questa nuova apertura sono alte e non vediamo l’ora di accogliere i nostri primi clienti in arrivo da tutto il mondo per il debutto estivo in montagna della nuova Valtur - commenta Giuseppa Pagliara, amministratore delegato del Gruppo Nicolaus -. Siamo molto soddisfatti del palinsesto di attività a cui stiamo lavorando senza sosta dall’anno scorso e che è espressione precisa della nostra filosofia di accoglienza votata all’interpretazione dei desideri del singolo ospite. Abbiamo preso il meglio che solo un luogo unico come Cervinia può esprimere e lo abbiamo fatto dialogare con l’unicità del nostro format e con la nostra visione dell’Italian Lifestyle per offrire ai potenziali ospiti una motivazione, un sogno, la possibilità di dire in primis a sé stessi: io desidero”. L’ambizione di Valtur per la sua prima stagione estiva ad alta quota è stata quella di creare le condizioni ideali per i potenziali target sensibili all’eredità unica di Cervinia, diventando un volano per l’attrattiva della destinazione. Il programma di attività e iniziative è un ponte tra interno ed esterno del resort con tre macro-aree: sport, intrattenimento e scoperta, modulati in modo originale e nuovo davvero per tutte le età. “La rivoluzione del Valtur Cervinia Cristallo Ski Resort è proprio data dall’incontro tra un’identità territoriale straordinariamente potente e una nuova visione di hôtellerie upper upscale che, dopo l’ospitalità in chiave invernale all’insegna dell’Italian Lifestyle, si appresta a mettere in scena l’interpretazione estiva, con una gamma quasi infinita di possibilità per target differenti - conclude Giuseppe Cavallo, amministratore dell'Hospitality Company del Gruppo Nicolaus -. Asse portante l’autenticità delle esperienze, dentro e fuori dal perimetro del resort, che aprendo la porta della montagna, la apre anche alle aspirazioni di grandi e bambini”. [post_title] => Il Valtur Cervinia Cristallo apre all'estate nel segno delle esperienze [post_date] => 2024-04-19T10:33:23+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713522803000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465842 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nel cuore del Salento, affacciato sul lungomare di San Foca, il Posia Retreat & Spa | UNA Esperienze è pronto per accogliere i propri ospiti per la stagione 2024. Con un design elegante e contemporaneo, si inserisce perfettamente nell’ambiente circostante, di fronte al mare e a pochissimi passi dalla spiaggia privata del Mora Mora Bistrot. Sono 23 le camere tra Deluxe, Grand Deluxe e Grand Deluxe Aqua, alcune con una splendida vista mare, altre affacciate sul borgo di San Foca, e tutte arredate con elementi di design elegante e contemporaneo. Accoglie gli ospiti in un ambiente perfettamente in sintonia con la natura circostante, luminoso e arioso di giorno, intrigante e romantico di notte.  Il legame con l’elemento dell’acqua prosegue idealmente dal mare all’interno della struttura, con le due piscine all’aperto incastonate tra gli splendidi paesaggi salentini. La Sky Pool di 23 metri, dalla quale ammirare l'orizzonte infinito del mare, in un ambiente suggestivo e rilassante. L’Infinity Pool, invece, è collocata in uno spazio adults-only, dove è  possibile anche sorseggiare un cocktail a bordo piscina.  [caption id="attachment_465845" align="alignright" width="225"] Francesco Ascalone, general manager del Posia Retreat & Spa[/caption] «L’85% della nostra clientela è rappresentata da stranieri, in particolar modo da francesi, svizzeri, tedeschi e americani. Lo scorso anno nel mese di agosto abbiamo registrato invece un incremento della clientela italiana alto-spendente. Il nostro obiettivo quindi per questa nuova stagione è incrementare anche il numero degli ospiti - italiani e non - durante tutto il periodo di apertura, puntando sempre ad un’offerta sartorizzata sulle esigenze del cliente, e ricca di esperienze uniche legate al territorio» ha dichiarato Francesco Ascalone, general manager della struttura. Grazie alla sua posizione privilegiata, questo luxury resort è il punto di partenza ideale per scoprire le meraviglie della Puglia, e del Salento in particolare: dalle spiagge ai suggestivi borghi medievali, fino alle città d'arte ricche di storia e le riserve naturali. Bike tour, laboratori gastronomici, lezioni di Golf presso l’esclusivo Acaya Golf Club, visite guidate in masseria con degustazione di olio e prodotti tipici, escursioni in kayak lungo la costa del Salento: queste sono solo alcune delle numerose esperienze a disposizione dei clienti dell’hotel. La struttura è curata nei dettagli e, grazie alle sue dimensioni contenute, ricorda una villa di design. Internamente inoltre è stata progettata con la massima attenzione al tema dell’accessibilità per persone con difficoltà motorie. Non solo nelle camere, ma anche in tutte le zona comuni, così come nella SPA e nelle piscine, gli spazi sono stati pensati  totalmente privi di barriere architettoniche. Nella hall una vertiginosa parete tropicale fa da protagonista, con una varietà di piante verdi ed orchidee. Le zone comuni sono caratterizzate da elementi di design contemporaneo, che ben si sposano con l’ architettura distintiva della struttura con ampie vetrate che offrono spettacolari vedute panoramiche sul Mar Adriatico e sui Balcani. Inoltre, grazie alla joint con la Bottega dell’Angelo, galleria d’arte di Ostuni, l’hotel ospita anche quadri e sculture di artisti affermati del panorama nazionale e internazionale, oltre a giovani artisti locali. «Ci impegniamo anche a preservare e rigenerare l'ambiente e per questo il Posia è una struttura certificata. Energia proveniente da fonti rinnovabili o prive di carbonio, fino al 40% dell'acqua calda dell’hotel viene prodotta da energia solare, sistemi di controllo per camere e sistemi di costruzione a risparmio energetico, misure di conservazione dell'acqua piovana, sono solo alcune delle azioni che abbiamo adottato per rendere la struttura sempre più sostenibile» ha precisato Ascalone. Soggiornare al Posia vuol dire anche regalarsi momenti di totale relax nella My Spa, tra sauna, bagno turco e trattamenti per il viso e per il corpo. E viziarsi con esperienze gourmet all’Aura Restaurant, dove i sapori tradizionali del Salento incontrano l’innovazione gastronomica sotto la preziosa direzione di Gabriele Castiello, executive chef. «Siamo molto contenti di avere nel portfolio UNA Esperienze la struttura del Posia,  che dopo essere entrata nel gruppo e aver alzato ulteriormente la qualità dei servizi offerti ha conquistato anche la 5 stella - ha commentato Eliana Sambrotta, responsabile comunicazione del gruppo UNA - Il Gruppo UNA Spa è la più grande catena alberghiera italiana attiva in Italia con oltre 5.800 camere in 53 hotel, resort e residence distribuiti in 25 destinazioni e 13 regioni. Il Gruppo UNA fa dell’italianità il proprio punto di forza e con UNA Esperienze, UNAhotels e UNAway raccoglie il portfolio in tre brand per interpretare al meglio tre modi di vivere l’ospitalità e rivolgersi rispettivamente ai segmenti upper-upscale, upscale e smart».  La struttura è aperta da aprile ad ottobre, ed è facilmente raggiungibile dall'aeroporto di Brindisi e dalla stazione di Lecce, grazie anche a un servizio di transfer a disposizione degli ospiti dell’hotel. [gallery ids="465850,465851,465848,465849,465847,465846"] [post_title] => Posia Retreat & Spa | Una Esperienze: al via la nuova stagione tra sostenibilità e arte [post_date] => 2024-04-19T09:00:03+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => luxury-resort [1] => puglia [2] => salento ) [post_tag_name] => Array ( [0] => luxury resort [1] => puglia [2] => Salento ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713517203000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465875 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_465876" align="aligncenter" width="498"] Da sinistra: Filippo Felloni (GM The Sense), Ciro Verrocchi (VP Operation - DG Icon), Alessandro Pipero, Riccardo Ficcanterri e Federico Ficcanterri[/caption] Al via la collaborazione con Pipero Roma per far vivere un'esperienza gastronomica da ricordare al ristorante fine dining del The Sense Experience Resort di Follonica. Una partnership gastronomica senza precedenti prende forma al ristorante fine dining Eatè del prestigioso The Sense Experience Resort di Follonica, con l'unione di due maestri della cucina italiana: l'imprenditore Alessandro Pipero e lo Chef Ciro Scamardella. Fortemente voluta dal Direttore Generale del Gruppo Icon Collection Ciro Verrocchi, questa collaborazione ha l'obiettivo di elevare l'esperienza gastronomica offerta ai propri ospiti e consolidare la reputazione di eccellenza del resort nel panorama della ristorazione di alto livello. La partnership tra Alessandro Pipero e Ciro Scamardella con il Ristorante Eatè del The Sense Experience Resort, che aprirà per la nuova stagione il prossimo 11 maggio, segna un momento unico nell'ambito dell'alta cucina italiana. "Questa collaborazione rappresenta un'eccitante fusione di talenti nell'ambito enogastronomico e visioni creative", afferma Federico Ficcanterri, proprietario del The Sense Experience Resort insieme al cugino Riccardo. "Siamo entusiasti di iniziare con loro un nuovo capitolo nell'ambito della ristorazione di alto livello presso il nostro resort e di offrire ai nostri ospiti esperienze gastronomiche sempre più sofisticate che possano essere memorabili." Per Alessandro Pipero, proprietario del rinomato Ristorante Pipero Roma 1 stella Michelin, questa partnership rappresenta un'opportunità unica per esplorare nuove frontiere culinarie e condividere la sua passione per l'ospitalità con una nuova audience. "Sono entusiasta portare insieme allo chef  Ciro Scamardella e al Restaurant Manager Achille Sardiello di portare il nostro stile inconfondibile di cucina e servizio al Ristorante Eatè del The Sense Experience Resort", afferma Pipero. "Insieme, creeremo un'esperienza gastronomica straordinaria che delizierà i palati degli ospiti e li lascerà con ricordi indelebili." [caption id="attachment_465878" align="aligncenter" width="524"] Ristorante Eatè del prestigioso The Sense Experience Resort di Follonica[/caption] Alessandro Pipero rappresenta un'icona nell'ambito dell'ospitalità italiana. Sin dai suoi esordi nel settore, ha dimostrato un'eccezionale capacità nel creare esperienze culinarie indimenticabili per i suoi ospiti. La sua carriera è stata contrassegnata da una serie di successi e riconoscimenti, tra cui Miglior Sommelier d'Italia dalla Guida de L'Espresso nel 2008 e Maitre dell'Anno da Identità Golose 2013 e da collaborazioni prestigiose in Italia e all’estero. Grazie alla sua passione per l'arte del servizio e alla sua dedizione alla perfezione, Pipero è diventato una figura di spicco nel mondo della ristorazione di lusso. La sua abilità nel coordinare le operazioni di sala e nel garantire un'esperienza gastronomica impeccabile lo ha reso un punto di riferimento nel settore. Come proprietario di Pipero Roma, continua a ispirare una nuova generazione di professionisti con la sua visione e il suo impegno per offrire ai suoi clienti momenti indimenticabili di gusto e ospitalità. [caption id="attachment_465879" align="aligncenter" width="540"] Ristorante Eatè del prestigioso The Sense Experience Resort di Follonica[/caption] Alla guida della cucina d'istinto e di sorpresa di Pipero Roma, l'Executive Chef Ciro Scamardella porta con sé un bagaglio di esperienze culinarie straordinarie, affinate accanto a chef di fama internazionale come Paolo Barrale, Antonio Cannavacciulo, Martin Barasategui, Anthony Genovese e Roy Caceres. La sua cucina, caratterizzata da sapori intensi e mediterranei, si ispira alle sue radici campane e alla sua passione per la tradizione culinaria. La collaborazione tra Pipero e Scamardella è una storia di fiducia reciproca e complementarità, fondata su un profondo rispetto per l'artigianalità culinaria e l'eccellenza gastronomica. Entrambi condividono l'obiettivo di offrire un'esperienza culinaria straordinaria, dove la creatività e la passione si uniscono per creare piatti che sorprendono e deliziano i sensi. Il Ristorante Fine Dining Eatè del The Sense Experience Resort, segnalato dal 2023 dalla Guida Michelin, diventerà presto un punto di riferimento per gli amanti della buona cucina, offrendo un'esperienza gastronomica indimenticabile arricchita dalla genialità di Alessandro Pipero e dello Chef Ciro Scamardella in una location indimenticabile, direttamente sulla spiaggia dell’affascinante golfo di Follonica nella Maremma Toscana. [post_title] => Alessandro Pipero porta l'eccellenza al ristorante Eatè del The Sense Experience Resort di Follonica [post_date] => 2024-04-19T08:00:35+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => executive-chef-ciro-scamardella [1] => ristorante-eate-del-the-sense-experience-resort [2] => ristorante-pipero-roma [3] => the-sense-experience-resort-follonica ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Executive Chef Ciro Scamardella [1] => Ristorante Eatè del The Sense Experience Resort [2] => Ristorante Pipero Roma [3] => The Sense Experience Resort Follonica ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713513635000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465817 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'aeroporto di Roma Fiumicino ha conquistato il gradino più alto del podio come migliore scalo al mondo per la sicurezza aeroportuale, in occasione dei World Airport Awards 2024 di Skytrax. Lo scalo di Fiumicino, gestito da Aeroporti di Roma, società del gruppo Mundys, ha ottenuto il riconoscimento Skytrax grazie all’attenzione sempre crescente nei confronti dei diversi aspetti della sicurezza aeroportuale, in costante coordinamento con le Forze dell’ordine, considerati dall’organizzazione di rating in fase di valutazione – i.e., controlli, tempi di attesa, sistemi di monitoraggio delle code, fast track e corsie prioritarie, tecnologie utilizzate, cortesia ed efficienza del personale aeroportuale. "L'Aeroporto di Roma Fiumicino ha investito in modo significativo nelle tecnologie e nei servizi con l’obiettivo di garantire ai passeggeri un’esperienza di viaggio efficiente e sicura" ha dichiarato Edward Plaisted, ceo di Skytrax. I World Airport Awards vengono assegnati sulla base di un sondaggio con cui i passeggeri possono annualmente valutare la propria esperienza aeroportuale su una vasta gamma di servizi ed infrastrutture aeroportuali, dal check-in agli arrivi, dallo shopping alla sicurezza fino alle partenze, in oltre 550 aeroporti in tutto il mondo. "Questo conferimento dimostra il nostro grande impegno nel quotidiano miglioramento dei servizi e delle infrastrutture presenti in aeroporto per garantire un’esperienza di viaggio da ricordare ai milioni di passeggeri che partono o arrivano nella Capitale d’Italia. E’ anche dalla promozione e implementazione della sicurezza in tutti i suoi aspetti che passa la nostra missione di delineare l’aeroporto del futuro” ha commentato Marco Stramaccioni, managing director di Adr Security.  [post_title] => Roma Fiumicino premiato da Skytrax come migliore scalo al mondo per la sicurezza [post_date] => 2024-04-18T12:10:52+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713442252000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465820 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => A Baglio Oneto dei Principi di San Lorenzo, Luxury Wine Resort di Marsala, elegante hotel a cinque stelle e tenuta agricola di eccellenza della Sicilia Occidentale, il lusso, e il privilegio di concederselo, sono qualcosa di estremamente semplice. Le raffinate suite del resort accolgono in un abbraccio gli ospiti, e offrono una vista meravigliosa sulla piscina e la torre storica. Dopo il relax è possibile fare una gita alla vicina Favignana, o alla piccola Mozia, gioiello e scrigno di preziosi reperti archeologici. Questa isola, situata nella Riserva Naturale dello Stagnone, è stata abitata dai Fenici e conserva testimonianze della sua antichissima storia. Vi si possono ammirare vestigia di templi, mosaici, costruzioni, e l’affascinante statua denominata Giovane di Mozia. La scultura, rinvenuta nel 1979 e datata al 450 a.C. raffigura probabilmente un auriga di fattura così delicata da affascinare suggerendo leggerezza e movimento. Imperdibili le saline che fanno da specchio al cielo, le passeggiate in bicicletta lungo la Riserva Naturale dello Stagnone, le lezioni di pittura sull’acqua, le uscite in canoa o in barca a vela.  Il pacchetto dedicato “Benvenuta Primavera” prevede due notti in camera matrimoniale o doppia con prima colazione, visita del Baglio antico e della cantina di affinamento con degustazione di vini e olio Evo abbinati a prodotti tipici locali, disponibile fino al 31 maggio. [post_title] => Baglio Oneto, Primavera al Luxury Wine Resort tra lusso e natura [post_date] => 2024-04-18T12:04:02+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713441842000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465780 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sarà l’elegante Venaria Reale, gioiello nel cuore del Piemonte, la protagonista della grande partenza della 107° edizione del Giro d’Italia 2024 il prossimo 4 maggio. La città, che nel 2025 sarà anche Capitale europea dello sport, offre una combinazione unica di patrimonio culturale e natura, da scoprire in occasione del grande appuntamento sportivo (e non solo) con itinerari da percorrere a piedi o in bici. Si parte all’esplorazione della città dalla Reggia di Venaria Reale, grandioso complesso che con i suoi 80mila metri quadrati di edificio monumentale e 60 ettari di giardini, è uno dei luoghi iconici del nostro Paese. Dichiarata Patrimonio dell’Umanità Unesco nel 1997, è aperta al pubblico dal 2007 dopo essere stata il cantiere di restauro più rilevante d’Europa per i beni culturali. La Reggia vanta alcune delle più alte espressioni del barocco universale: l'incantevole scenario della Sala di Diana progettato da Amedeo di Castellamonte, la solennità della Galleria Grande e della Cappella di Sant’Uberto con l’immenso complesso delle Scuderie, opere settecentesche di Filippo Juvarra, le fastose decorazioni, il celebre Bucintoro e la spettacolare Fontana del Cervo nella Corte d’onore rappresentano la cornice ideale del Teatro di Storia e Magnificenza, il percorso espositivo dedicato ai Savoia che accompagna il visitatore lungo quasi 2.000 metri, tra piano interrato e piano nobile della Reggia. In occasione della partenza del Giro d’Italia la Reggia di Venaria propone per la visita delle tariffe speciali. La visita prosegue nel centro storico: uscendo dalla Torre dell’orologio della Reggia, si attraversa Piazza a Esedra (oggi Piazza della Repubblica) e ci si incammina lungo via Mensa, animata da locali e caffè dove sostare per uno spuntino o assaggiare i prodotti enogastronomici del territorio. Da qui si giunge nella Piazza della SS. Annunziata, elegante piazza e cuore del seicentesco borgo di Venaria Reale. La piazza è dedicata all’Annunciazione di Maria, rappresentata dalle due statue, opera di Giuseppe Maria e Giovanni Domenico Carlone (1678), scultori luganesi, autori anche delle statue dei quattro Evangelisti collocate sempre sulla piazza. Sulla piazza un tempo si affacciavano due locali: Nuova Cernaia (tutt’oggi in attività) e Vecchia Cernaia (ora scomparso), denominati così in ricordo della guerra di Crimea, poiché l'artiglieria impegnata nel conflitto era partita proprio da Venaria. E' possibile spingersi alla scoperta delle vie che si snodano dal centro, cercando i molti scorsi ancora autentici della cittadina. In particolare Via Boglione, che era la sede di alcune attività artigianali com il maniscalco, la tipografia e l’erboristeria, e Via Pavesio, dove ci si immerge ancora una volta nel tempo passato camminando lungo l’edificio delle Corte pagliere, le scuderie e la Cavallerizza Lamarmora. In alternativa chi ama passeggiare nel verde urbano può percorrere i sentieri lungo la Ceronda, l’ampio torrente affluente della Stura che bagna Venaria. Un’esperienza totally green è il Parco della Mandria, un vasto parco naturale che offre splendide opportunità per escursioni, e osservazione della fauna selvatica e rappresenta il principale polmone verde dell’area torinese. Si tratta del più antico e conservato esempio di bosco planiziale (cioè in pianura) del Piemonte. Per la sera non mancano le proposte, tra cui spicca il Teatro della Concordia, cuore culturale dell’intero territorio nord ovest di Torino che compie venti anni di attività proprio nel 2024. Il suo cartellone spazia dalla stand up comedy alla grande prosa, dagli spettacoli per famiglie ai concerti. Ma non manca una tappa per i più golosi. Impossibile partire da Venaria Reale senza aver assaggiato il Canestrello di Altessano, dolce povero ma saporito che già un secolo fa faceva parlare di sé politici e letterati come Michele Lessona, venariese doc e senatore del Regno.         [post_title] => Venaria Reale, meta insolita da scoprire sulla scia del Giro d'Italia [post_date] => 2024-04-18T10:58:22+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713437902000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465788 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Mangia’s Brucoli, Sicily, ha ufficialmente riaperto i battenti il 12 aprile, dopo un'ampia ristrutturazione dell'intera struttura a seguito di un investimento di 27 milioni di euro.  Come anticipato, la riapertura segna di fatto il debutto della struttura siciliana nella Autograph Collection Hotels, parte del portafoglio globale di Marriott Bonvoy: situata nei pressi di un villaggio di pescatori sulla costa orientale della Sicilia, con viste mozzafiato sull'Etna e sul mare, dista soli 40 minuti di auto dall'aeroporto di Catania.  In seguito alla ristrutturazione, ora il resort dispone di una serie di nuove facilities, tra cui una pista da corsa, campi da tennis, beach volley e bocce, oltre ad un campo da calcio e sport acquatici, tra cui canoa e stand up paddle. Il resort ha inoltre tre piscine: la piscina principale, la piscina per adulti e la piscina per famiglie. A disposizione degli ospiti quattro ristoranti alla carta che offrono menù preparati con cura da chef esperti - Donna Floriana Bistrot, Al Grano Pizzeria, Scausu Grill e Kaigan Sushi Bar - oppure gustare un buffet di piatti italiani e internazionali presso il ristorante Mediterra. Hanno inoltre la possibilità di rilassarsi con un drink rinfrescante e uno spuntino al Lime Pool Bar e al Chosquito Bar. Non manca un centro benessere, come pure i negozi mentre per i piccoli ospiti c’è il miniclub. Inoltre, sono stati creati nuovi spazi interni, tra cui una sala di coworking e sale riunioni con una capacità fino a 750 persone, ideali per ospitare eventi Mice. [post_title] => Mangia's Brucoli, Sicily ha riaperto i battenti per la stagione 2024, dopo un'ampia ristrutturazione [post_date] => 2024-04-18T10:33:55+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713436435000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465715 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’itinerario che tocca la Scandinavia con i suoi meravigliosi fiordi registra un aumento del 6% nelle prenotazioni estive rispetto allo scorso anno, preceduto solo dalle classiche mete del Mediterraneo Occidentale e delle Isole Greche.   Secondo Crocierissime, agenzia web leader in Italia interamente dedicata al mondo delle crociere, quest’anno il Nord Europa emerge come una delle destinazioni più ambite per l'estate 2024, registrando un aumento significativo del 6% rispetto all'anno precedente. Questo trend testimonia l'attrattiva crescente delle coste e città storiche della regione, che stanno catturando l'interesse di un numero sempre più alto di viaggiatori desiderosi di esplorare nuovi orizzonti marittimi. Gli itinerari estivi per eccellenza che richiamano persone da tutto il mondo per la presenza di acque cristalline e una cultura vivace, il Nord Europa permette di navigare sia nelle suggestive e profonde acque dei fiordi norvegesi, come Hellesylt, Geiranger, Bergen o Stavanger, e di spingersi fino a Capo Nord, sia di ripercorrere le rotte degli antichi vichinghi tra le fiabesche capitali del Mar Baltico, città maestose ed eleganti ricche di cultura e tradizioni. E' possibile anche visitare gli incredibili paesaggi appena sotto il circolo polare artico, con iceberg in movimento e verdi vallate in Groenlandia, ghiacciai perenni, geyser e sorgenti termali in Islanda, grandi fiordi e spiagge "caraibiche" alle Lofoten, le spettacolari terre illuminate dal sole di mezzanotte.    Dall’indagine di Crocierissime emerge un altro dato interessante riguardo i prezzi delle crociere per luglio e agosto 2024, che mostrano una diminuzione del 4% rispetto all'anno precedente. Questo trend potrebbe essere un'opportunità per i viaggiatori di approfittare di tariffe più convenienti e di pianificare la propria vacanza estiva all’insegna del comfort senza spendere una fortuna. «In un panorama in continua evoluzione, è entusiasmante osservare il crescente interesse dei viaggiatori per il Nord Europa come meta estiva privilegiata nel 2024 - afferma Laura Amoretti, CEO di Crocierissime - I dati raccolti confermano l'ascesa di questa regione, con un aumento significativo del 6% rispetto all'anno precedente. Le coste affascinanti e le città storiche del Nord Europa esercitano un magnetismo irresistibile sui viaggiatori, sempre più desiderosi di esplorare nuove frontiere marittime. In questo contesto, le crociere si confermano una scelta eccellente per godere appieno di questa destinazione: comode, lussuose e ora ancora più accessibili grazie ad una diminuzione del 4% dei prezzi».   [post_title] => Crociere 2024, Mediterraneo, Grecia e Nord Europa le destinazioni più gettonate per l'estate [post_date] => 2024-04-17T11:33:09+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713353589000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "alto adige dalla neve allacqua calda delle piscine vacanza natura relax" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":53,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1634,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465943","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Dalle sponde dei laghi di Garda, Iseo ed Idro ai monti della Valle Camonica, della Valle Sabbia e della valle Trompia, dalle dolci colline della Franciacorta alla verde pianura solcata dallo scorrere lento del fiume Oglio, la provincia di Brescia, con la sua incredibile varietà di paesaggi,propone attività ed eventi tra parchi, giardini, limonaie e orti botanici.\r\n\r\nIl lago di Garda è in primavera un’esplosione di fioriture, una cornice perfetta per tonificanti giornate nella natura, in uno dei contesti paesaggistici più affascinanti del Belpaese.\r\n\r\nBen quattro i siti del circuito Grandi Giardini Italiani. A Gardone Riviera si trovano il Giardino Botanico André Heller e i giardini del Vittoriale degli Italiani, dimora di Gabriele D’Annunzio.  Rientrano nel circuito dei Grandi Giardini Italiani anche l’Isola del Garda - gioiello circondato d’acqua con la villa in neogotico veneziano e sontuosi giardini - e la Rocca di Lonato abbracciata da un grande parco, straordinario esempio di bosco ceduo con olivi, vigne e specie spontanee e scenografici pendii erbosi. Di grande fascino anche i giardini all’italiana con scalinate, statue, fontane e i resti dell’antica limonaia, inseriti in un parco di oliveti e agrumeti, di Villa Bettoni a Gargnano. Una chicca per veri appassionati è l’Orto botanico G.E.Ghirardi di Toscolano Maderno.\r\n\r\nTutelate e ristrutturate come si deve a un patrimonio storico e culturale di grande valore, le caratteristiche limonaie dell’Alto Garda costituiscono già da sole motivo di una o più escursioni di primavera in riva al lago.\r\n\r\nColline, vigneti e molto di più: la Franciacorta è la meta perfetta per una giornata tra verde, storia, cultura, cantine eccellenti dove sostare. In primavera, poi, ci sono piacevoli motivi in più, legati al verde e alla natura, per visitarla.\r\n\r\nCastello Quistini - Rovato: a partire dal primo weekend di maggio, tutti i fine settimana riapre al pubblico lo storico roseto dell’antica dimora franciacortina. Tra mura secolari sembra di entrare in un’oasi senza tempo, con una collezione unica di rose di ogni colore, profumo e specie. Tra le tante varietà, quelle inglesi di David Austin.\r\n\r\nNella cornice già spettacolare delle celebri colline di Franciacorta, ammantate di pregiati vigneti, la mostra-mercato di rose ed erbacee perenni nell’antico borgo di Bornato (Cazzago San Martino) è diventata un appuntamento primaverile imperdibile. Quella in calendario dal 17 al 19 maggio è la 25° edizione.\r\n\r\nAnche il lago d’Iseo e la Valle Camonica e fanno da scenari ad aree botaniche, oasi naturali e parchi tutti da godere. Dove il lago d’Iseo incontra la Franciacorta, la magnifica Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino è  un luogo magico dove l’incontro tra acqua e terra dà vita a una zona di grande interesse naturalistico.\r\n\r\nRisalendo dal lago alla Valle Camonica, a Paisco Loveno, nella laterale Valle Allione, il Giardino Botanico Alpino Vivione è un’area di divulgazione scientifica con oltre 400 specie tipiche delle Orobie orientali, una xiloteca (raccolta di legni) e un’aula didattica arricchita da oggetti curiosi sul mondo degli insetti e dei minerali.\r\n\r\nCon i suoi panorami aperti, punteggiati di castelli ben conservati e da antichi borghi, la Bassa Bresciana si offre alla primavera come una tela da riempire di ogni colore, in cui immergersi durante un’escursione all’insegna del relax. Tra gli spazi verdi con le loro sorprese da non farsi sfuggire, il Parco Angelo e Lina Nocivelli a Verolanuova con i suoi coreografici giochi d’acqua, l’area attorno al Castello Bonoris a Montichiari con 3 ettari di  parco all’inglese dagli alberi secolari e l’armonioso giardino pensile “segreto” con vista, l’imponente Castello di Padernello circondato dalle acque e il vicino Ponte San Vigilio di Giuliano Mauri (il “tessitore del bosco”, primo artista italiano entrato a far parte nel 1981 del movimento Art in Nature), un’installazione artistica di grande suggestione per una coinvolgente esperienza olistica a stretto contatto con la natura.\r\n\r\nCon i suoi grandi parchi, le colline ricche di sentieri panoramici e il mitico Monte Maddalena (“la montagna dei bresciani”), Brescia è un luogo dove ci si può svagare in relax nella natura con la famiglia e praticare sport e trekking lontani dal traffico e dalla calca.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n­\r\n \r\n\r\n­","post_title":"Visit Brescia, escursioni ed eventi tra parchi, giardini e limonaie","post_date":"2024-04-19T12:47:52+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1713530872000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465903","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sarà tutta nel segno delle esperienze, autentiche, la prima estate del Valtur Cervinia Cristallo Ski Resort, che prenderà il via il prossimo 21 giugno.\r\n\r\nUn'apertura immaginata come un dialogo tra l’originalità del format del resort, con dotazioni speciali quali i campi da padel più alti d’Europa, e l’identità alpina della destinazione, che anche in estate rappresenta la magnificenza della montagna nella sua forma più pura, capace di declinare felicemente l’essenza del turismo slow. Senza dimenticare le attività sulla neve, che sul Plateau Rosà, raggiungibile da Cervinia sci ai piedi, possono essere praticate anche durante la stagione più calda.\r\n\r\n“Le aspettative per questa nuova apertura sono alte e non vediamo l’ora di accogliere i nostri primi clienti in arrivo da tutto il mondo per il debutto estivo in montagna della nuova Valtur - commenta Giuseppa Pagliara, amministratore delegato del Gruppo Nicolaus -. Siamo molto soddisfatti del palinsesto di attività a cui stiamo lavorando senza sosta dall’anno scorso e che è espressione precisa della nostra filosofia di accoglienza votata all’interpretazione dei desideri del singolo ospite. Abbiamo preso il meglio che solo un luogo unico come Cervinia può esprimere e lo abbiamo fatto dialogare con l’unicità del nostro format e con la nostra visione dell’Italian Lifestyle per offrire ai potenziali ospiti una motivazione, un sogno, la possibilità di dire in primis a sé stessi: io desidero”.\r\n\r\nL’ambizione di Valtur per la sua prima stagione estiva ad alta quota è stata quella di creare le condizioni ideali per i potenziali target sensibili all’eredità unica di Cervinia, diventando un volano per l’attrattiva della destinazione. Il programma di attività e iniziative è un ponte tra interno ed esterno del resort con tre macro-aree: sport, intrattenimento e scoperta, modulati in modo originale e nuovo davvero per tutte le età.\r\n\r\n“La rivoluzione del Valtur Cervinia Cristallo Ski Resort è proprio data dall’incontro tra un’identità territoriale straordinariamente potente e una nuova visione di hôtellerie upper upscale che, dopo l’ospitalità in chiave invernale all’insegna dell’Italian Lifestyle, si appresta a mettere in scena l’interpretazione estiva, con una gamma quasi infinita di possibilità per target differenti - conclude Giuseppe Cavallo, amministratore dell'Hospitality Company del Gruppo Nicolaus -. Asse portante l’autenticità delle esperienze, dentro e fuori dal perimetro del resort, che aprendo la porta della montagna, la apre anche alle aspirazioni di grandi e bambini”.","post_title":"Il Valtur Cervinia Cristallo apre all'estate nel segno delle esperienze","post_date":"2024-04-19T10:33:23+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1713522803000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465842","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nel cuore del Salento, affacciato sul lungomare di San Foca, il Posia Retreat & Spa | UNA Esperienze è pronto per accogliere i propri ospiti per la stagione 2024. Con un design elegante e contemporaneo, si inserisce perfettamente nell’ambiente circostante, di fronte al mare e a pochissimi passi dalla spiaggia privata del Mora Mora Bistrot.\r\n\r\nSono 23 le camere tra Deluxe, Grand Deluxe e Grand Deluxe Aqua, alcune con una splendida vista mare, altre affacciate sul borgo di San Foca, e tutte arredate con elementi di design elegante e contemporaneo. Accoglie gli ospiti in un ambiente perfettamente in sintonia con la natura circostante, luminoso e arioso di giorno, intrigante e romantico di notte.  Il legame con l’elemento dell’acqua prosegue idealmente dal mare all’interno della struttura, con le due piscine all’aperto incastonate tra gli splendidi paesaggi salentini. La Sky Pool di 23 metri, dalla quale ammirare l'orizzonte infinito del mare, in un ambiente suggestivo e rilassante. L’Infinity Pool, invece, è collocata in uno spazio adults-only, dove è  possibile anche sorseggiare un cocktail a bordo piscina. \r\n\r\n[caption id=\"attachment_465845\" align=\"alignright\" width=\"225\"] Francesco Ascalone, general manager del Posia Retreat & Spa[/caption]\r\n\r\n«L’85% della nostra clientela è rappresentata da stranieri, in particolar modo da francesi, svizzeri, tedeschi e americani. Lo scorso anno nel mese di agosto abbiamo registrato invece un incremento della clientela italiana alto-spendente. Il nostro obiettivo quindi per questa nuova stagione è incrementare anche il numero degli ospiti - italiani e non - durante tutto il periodo di apertura, puntando sempre ad un’offerta sartorizzata sulle esigenze del cliente, e ricca di esperienze uniche legate al territorio» ha dichiarato Francesco Ascalone, general manager della struttura.\r\n\r\nGrazie alla sua posizione privilegiata, questo luxury resort è il punto di partenza ideale per scoprire le meraviglie della Puglia, e del Salento in particolare: dalle spiagge ai suggestivi borghi medievali, fino alle città d'arte ricche di storia e le riserve naturali. \r\nBike tour, laboratori gastronomici, lezioni di Golf presso l’esclusivo Acaya Golf Club, visite guidate in masseria con degustazione di olio e prodotti tipici, escursioni in kayak lungo la costa del Salento: queste sono solo alcune delle numerose esperienze a disposizione dei clienti dell’hotel.\r\n\r\nLa struttura è curata nei dettagli e, grazie alle sue dimensioni contenute, ricorda una villa di design. Internamente inoltre è stata progettata con la massima attenzione al tema dell’accessibilità per persone con difficoltà motorie. Non solo nelle camere, ma anche in tutte le zona comuni, così come nella SPA e nelle piscine, gli spazi sono stati pensati  totalmente privi di barriere architettoniche. Nella hall una vertiginosa parete tropicale fa da protagonista, con una varietà di piante verdi ed orchidee. Le zone comuni sono caratterizzate da elementi di design contemporaneo, che ben si sposano con l’ architettura distintiva della struttura con ampie vetrate che offrono spettacolari vedute panoramiche sul Mar Adriatico e sui Balcani.\r\n\r\nInoltre, grazie alla joint con la Bottega dell’Angelo, galleria d’arte di Ostuni, l’hotel ospita anche quadri e sculture di artisti affermati del panorama nazionale e internazionale, oltre a giovani artisti locali.\r\n\r\n\r\n«Ci impegniamo anche a preservare e rigenerare l'ambiente e per questo il Posia è una struttura certificata. Energia proveniente da fonti rinnovabili o prive di carbonio, fino al 40% dell'acqua calda dell’hotel viene prodotta da energia solare, sistemi di controllo per camere e sistemi di costruzione a risparmio energetico, misure di conservazione dell'acqua piovana, sono solo alcune delle azioni che abbiamo adottato per rendere la struttura sempre più sostenibile» ha precisato Ascalone.\r\n\r\nSoggiornare al Posia vuol dire anche regalarsi momenti di totale relax nella My Spa, tra sauna, bagno turco e trattamenti per il viso e per il corpo. E viziarsi con esperienze gourmet all’Aura Restaurant, dove i sapori tradizionali del Salento incontrano l’innovazione gastronomica sotto la preziosa direzione di Gabriele Castiello, executive chef.\r\n\r\n«Siamo molto contenti di avere nel portfolio UNA Esperienze la struttura del Posia,  che dopo essere entrata nel gruppo e aver alzato ulteriormente la qualità dei servizi offerti ha conquistato anche la 5 stella - ha commentato Eliana Sambrotta, responsabile comunicazione del gruppo UNA - Il Gruppo UNA Spa è la più grande catena alberghiera italiana attiva in Italia con oltre 5.800 camere in 53 hotel, resort e residence distribuiti in 25 destinazioni e 13 regioni. Il Gruppo UNA fa dell’italianità il proprio punto di forza e con UNA Esperienze, UNAhotels e UNAway raccoglie il portfolio in tre brand per interpretare al meglio tre modi di vivere l’ospitalità e rivolgersi rispettivamente ai segmenti upper-upscale, upscale e smart». \r\n\r\nLa struttura è aperta da aprile ad ottobre, ed è facilmente raggiungibile dall'aeroporto di Brindisi e dalla stazione di Lecce, grazie anche a un servizio di transfer a disposizione degli ospiti dell’hotel.\r\n\r\n[gallery ids=\"465850,465851,465848,465849,465847,465846\"]","post_title":"Posia Retreat & Spa | Una Esperienze: al via la nuova stagione tra sostenibilità e arte","post_date":"2024-04-19T09:00:03+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":["luxury-resort","puglia","salento"],"post_tag_name":["luxury resort","puglia","Salento"]},"sort":[1713517203000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465875","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_465876\" align=\"aligncenter\" width=\"498\"] Da sinistra: Filippo Felloni (GM The Sense), Ciro Verrocchi (VP Operation - DG Icon), Alessandro Pipero, Riccardo Ficcanterri e Federico Ficcanterri[/caption]\r\n\r\nAl via la collaborazione con Pipero Roma per far vivere un'esperienza gastronomica da ricordare al ristorante fine dining del The Sense Experience Resort di Follonica.\r\n\r\nUna partnership gastronomica senza precedenti prende forma al ristorante fine dining Eatè del prestigioso The Sense Experience Resort di Follonica, con l'unione di due maestri della cucina italiana: l'imprenditore Alessandro Pipero e lo Chef Ciro Scamardella. Fortemente voluta dal Direttore Generale del Gruppo Icon Collection Ciro Verrocchi, questa collaborazione ha l'obiettivo di elevare l'esperienza gastronomica offerta ai propri ospiti e consolidare la reputazione di eccellenza del resort nel panorama della ristorazione di alto livello.\r\n\r\n\r\n\r\nLa partnership tra Alessandro Pipero e Ciro Scamardella con il Ristorante Eatè del The Sense Experience Resort, che aprirà per la nuova stagione il prossimo 11 maggio, segna un momento unico nell'ambito dell'alta cucina italiana. \"Questa collaborazione rappresenta un'eccitante fusione di talenti nell'ambito enogastronomico e visioni creative\", afferma Federico Ficcanterri, proprietario del The Sense Experience Resort insieme al cugino Riccardo. \"Siamo entusiasti di iniziare con loro un nuovo capitolo nell'ambito della ristorazione di alto livello presso il nostro resort e di offrire ai nostri ospiti esperienze gastronomiche sempre più sofisticate che possano essere memorabili.\"\r\n\r\nPer Alessandro Pipero, proprietario del rinomato Ristorante Pipero Roma 1 stella Michelin, questa partnership rappresenta un'opportunità unica per esplorare nuove frontiere culinarie e condividere la sua passione per l'ospitalità con una nuova audience. \"Sono entusiasta portare insieme allo chef  Ciro Scamardella e al Restaurant Manager Achille Sardiello di portare il nostro stile inconfondibile di cucina e servizio al Ristorante Eatè del The Sense Experience Resort\", afferma Pipero. \"Insieme, creeremo un'esperienza gastronomica straordinaria che delizierà i palati degli ospiti e li lascerà con ricordi indelebili.\"\r\n\r\n[caption id=\"attachment_465878\" align=\"aligncenter\" width=\"524\"] Ristorante Eatè del prestigioso The Sense Experience Resort di Follonica[/caption]\r\n\r\nAlessandro Pipero rappresenta un'icona nell'ambito dell'ospitalità italiana. Sin dai suoi esordi nel settore, ha dimostrato un'eccezionale capacità nel creare esperienze culinarie indimenticabili per i suoi ospiti. La sua carriera è stata contrassegnata da una serie di successi e riconoscimenti, tra cui Miglior Sommelier d'Italia dalla Guida de L'Espresso nel 2008 e Maitre dell'Anno da Identità Golose 2013 e da collaborazioni prestigiose in Italia e all’estero. Grazie alla sua passione per l'arte del servizio e alla sua dedizione alla perfezione, Pipero è diventato una figura di spicco nel mondo della ristorazione di lusso. La sua abilità nel coordinare le operazioni di sala e nel garantire un'esperienza gastronomica impeccabile lo ha reso un punto di riferimento nel settore. Come proprietario di Pipero Roma, continua a ispirare una nuova generazione di professionisti con la sua visione e il suo impegno per offrire ai suoi clienti momenti indimenticabili di gusto e ospitalità.\r\n\r\n[caption id=\"attachment_465879\" align=\"aligncenter\" width=\"540\"] Ristorante Eatè del prestigioso The Sense Experience Resort di Follonica[/caption]\r\n\r\nAlla guida della cucina d'istinto e di sorpresa di Pipero Roma, l'Executive Chef Ciro Scamardella porta con sé un bagaglio di esperienze culinarie straordinarie, affinate accanto a chef di fama internazionale come Paolo Barrale, Antonio Cannavacciulo, Martin Barasategui, Anthony Genovese e Roy Caceres. La sua cucina, caratterizzata da sapori intensi e mediterranei, si ispira alle sue radici campane e alla sua passione per la tradizione culinaria.\r\n\r\nLa collaborazione tra Pipero e Scamardella è una storia di fiducia reciproca e complementarità, fondata su un profondo rispetto per l'artigianalità culinaria e l'eccellenza gastronomica. Entrambi condividono l'obiettivo di offrire un'esperienza culinaria straordinaria, dove la creatività e la passione si uniscono per creare piatti che sorprendono e deliziano i sensi.\r\n\r\nIl Ristorante Fine Dining Eatè del The Sense Experience Resort, segnalato dal 2023 dalla Guida Michelin, diventerà presto un punto di riferimento per gli amanti della buona cucina, offrendo un'esperienza gastronomica indimenticabile arricchita dalla genialità di Alessandro Pipero e dello Chef Ciro Scamardella in una location indimenticabile, direttamente sulla spiaggia dell’affascinante golfo di Follonica nella Maremma Toscana.","post_title":"Alessandro Pipero porta l'eccellenza al ristorante Eatè del The Sense Experience Resort di Follonica","post_date":"2024-04-19T08:00:35+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":["executive-chef-ciro-scamardella","ristorante-eate-del-the-sense-experience-resort","ristorante-pipero-roma","the-sense-experience-resort-follonica"],"post_tag_name":["Executive Chef Ciro Scamardella","Ristorante Eatè del The Sense Experience Resort","Ristorante Pipero Roma","The Sense Experience Resort Follonica"]},"sort":[1713513635000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465817","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'aeroporto di Roma Fiumicino ha conquistato il gradino più alto del podio come migliore scalo al mondo per la sicurezza aeroportuale, in occasione dei World Airport Awards 2024 di Skytrax.\r\n\r\nLo scalo di Fiumicino, gestito da Aeroporti di Roma, società del gruppo Mundys, ha ottenuto il riconoscimento Skytrax grazie all’attenzione sempre crescente nei confronti dei diversi aspetti della sicurezza aeroportuale, in costante coordinamento con le Forze dell’ordine, considerati dall’organizzazione di rating in fase di valutazione – i.e., controlli, tempi di attesa, sistemi di monitoraggio delle code, fast track e corsie prioritarie, tecnologie utilizzate, cortesia ed efficienza del personale aeroportuale.\r\n\r\n\"L'Aeroporto di Roma Fiumicino ha investito in modo significativo nelle tecnologie e nei servizi con l’obiettivo di garantire ai passeggeri un’esperienza di viaggio efficiente e sicura\" ha dichiarato Edward Plaisted, ceo di Skytrax.\r\n\r\nI World Airport Awards vengono assegnati sulla base di un sondaggio con cui i passeggeri possono annualmente valutare la propria esperienza aeroportuale su una vasta gamma di servizi ed infrastrutture aeroportuali, dal check-in agli arrivi, dallo shopping alla sicurezza fino alle partenze, in oltre 550 aeroporti in tutto il mondo.\r\n\r\n\"Questo conferimento dimostra il nostro grande impegno nel quotidiano miglioramento dei servizi e delle infrastrutture presenti in aeroporto per garantire un’esperienza di viaggio da ricordare ai milioni di passeggeri che partono o arrivano nella Capitale d’Italia. E’ anche dalla promozione e implementazione della sicurezza in tutti i suoi aspetti che passa la nostra missione di delineare l’aeroporto del futuro” ha commentato Marco Stramaccioni, managing director di Adr Security. ","post_title":"Roma Fiumicino premiato da Skytrax come migliore scalo al mondo per la sicurezza","post_date":"2024-04-18T12:10:52+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1713442252000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465820","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"A Baglio Oneto dei Principi di San Lorenzo, Luxury Wine Resort di Marsala, elegante hotel a cinque stelle e tenuta agricola di eccellenza della Sicilia Occidentale, il lusso, e il privilegio di concederselo, sono qualcosa di estremamente semplice.\r\n\r\nLe raffinate suite del resort accolgono in un abbraccio gli ospiti, e offrono una vista meravigliosa sulla piscina e la torre storica.\r\n\r\nDopo il relax è possibile fare una gita alla vicina Favignana, o alla piccola Mozia, gioiello e scrigno di preziosi reperti archeologici. Questa isola, situata nella Riserva Naturale dello Stagnone, è stata abitata dai Fenici e conserva testimonianze della sua antichissima storia. Vi si possono ammirare vestigia di templi, mosaici, costruzioni, e l’affascinante statua denominata Giovane di Mozia. La scultura, rinvenuta nel 1979 e datata al 450 a.C. raffigura probabilmente un auriga di fattura così delicata da affascinare suggerendo leggerezza e movimento. Imperdibili le saline che fanno da specchio al cielo, le passeggiate in bicicletta lungo la Riserva Naturale dello Stagnone, le lezioni di pittura sull’acqua, le uscite in canoa o in barca a vela. \r\n\r\nIl pacchetto dedicato “Benvenuta Primavera” prevede due notti in camera matrimoniale o doppia con prima colazione, visita del Baglio antico e della cantina di affinamento con degustazione di vini e olio Evo abbinati a prodotti tipici locali, disponibile fino al 31 maggio.","post_title":"Baglio Oneto, Primavera al Luxury Wine Resort tra lusso e natura","post_date":"2024-04-18T12:04:02+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1713441842000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465780","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sarà l’elegante Venaria Reale, gioiello nel cuore del Piemonte, la protagonista della grande partenza della 107° edizione del Giro d’Italia 2024 il prossimo 4 maggio.\r\n\r\nLa città, che nel 2025 sarà anche Capitale europea dello sport, offre una combinazione unica di patrimonio culturale e natura, da scoprire in occasione del grande appuntamento sportivo (e non solo) con itinerari da percorrere a piedi o in bici.\r\n\r\nSi parte all’esplorazione della città dalla Reggia di Venaria Reale, grandioso complesso che con i suoi 80mila metri quadrati di edificio monumentale e 60 ettari di giardini, è uno dei luoghi iconici del nostro Paese. Dichiarata Patrimonio dell’Umanità Unesco nel 1997, è aperta al pubblico dal 2007 dopo essere stata il cantiere di restauro più rilevante d’Europa per i beni culturali. La Reggia vanta alcune delle più alte espressioni del barocco universale: l'incantevole scenario della Sala di Diana progettato da Amedeo di Castellamonte, la solennità della Galleria Grande e della Cappella di Sant’Uberto con l’immenso complesso delle Scuderie, opere settecentesche di Filippo Juvarra, le fastose decorazioni, il celebre Bucintoro e la spettacolare Fontana del Cervo nella Corte d’onore rappresentano la cornice ideale del Teatro di Storia e Magnificenza, il percorso espositivo dedicato ai Savoia che accompagna il visitatore lungo quasi 2.000 metri, tra piano interrato e piano nobile della Reggia. In occasione della partenza del Giro d’Italia la Reggia di Venaria propone per la visita delle tariffe speciali.\r\n\r\nLa visita prosegue nel centro storico: uscendo dalla Torre dell’orologio della Reggia, si attraversa Piazza a Esedra (oggi Piazza della Repubblica) e ci si incammina lungo via Mensa, animata da locali e caffè dove sostare per uno spuntino o assaggiare i prodotti enogastronomici del territorio.\r\n\r\nDa qui si giunge nella Piazza della SS. Annunziata, elegante piazza e cuore del seicentesco borgo di Venaria Reale. La piazza è dedicata all’Annunciazione di Maria, rappresentata dalle due statue, opera di Giuseppe Maria e Giovanni Domenico Carlone (1678), scultori luganesi, autori anche delle statue dei quattro Evangelisti collocate sempre sulla piazza. Sulla piazza un tempo si affacciavano due locali: Nuova Cernaia (tutt’oggi in attività) e Vecchia Cernaia (ora scomparso), denominati così in ricordo della guerra di Crimea, poiché l'artiglieria impegnata nel conflitto era partita proprio da Venaria.\r\n\r\nE' possibile spingersi alla scoperta delle vie che si snodano dal centro, cercando i molti scorsi ancora autentici della cittadina. In particolare Via Boglione, che era la sede di alcune attività artigianali com il maniscalco, la tipografia e l’erboristeria, e Via Pavesio, dove ci si immerge ancora una volta nel tempo passato camminando lungo l’edificio delle Corte pagliere, le scuderie e la Cavallerizza Lamarmora.\r\n\r\nIn alternativa chi ama passeggiare nel verde urbano può percorrere i sentieri lungo la Ceronda, l’ampio torrente affluente della Stura che bagna Venaria.\r\n\r\nUn’esperienza totally green è il Parco della Mandria, un vasto parco naturale che offre splendide opportunità per escursioni, e osservazione della fauna selvatica e rappresenta il principale polmone verde dell’area torinese. Si tratta del più antico e conservato esempio di bosco planiziale (cioè in pianura) del Piemonte.\r\n\r\nPer la sera non mancano le proposte, tra cui spicca il Teatro della Concordia, cuore culturale dell’intero territorio nord ovest di Torino che compie venti anni di attività proprio nel 2024. Il suo cartellone spazia dalla stand up comedy alla grande prosa, dagli spettacoli per famiglie ai concerti.\r\n\r\nMa non manca una tappa per i più golosi. Impossibile partire da Venaria Reale senza aver assaggiato il Canestrello di Altessano, dolce povero ma saporito che già un secolo fa faceva parlare di sé politici e letterati come Michele Lessona, venariese doc e senatore del Regno.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Venaria Reale, meta insolita da scoprire sulla scia del Giro d'Italia","post_date":"2024-04-18T10:58:22+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1713437902000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465788","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il Mangia’s Brucoli, Sicily, ha ufficialmente riaperto i battenti il 12 aprile, dopo un'ampia ristrutturazione dell'intera struttura a seguito di un investimento di 27 milioni di euro. \r\nCome anticipato, la riapertura segna di fatto il debutto della struttura siciliana nella Autograph Collection Hotels, parte del portafoglio globale di Marriott Bonvoy: situata nei pressi di un villaggio di pescatori sulla costa orientale della Sicilia, con viste mozzafiato sull'Etna e sul mare, dista soli 40 minuti di auto dall'aeroporto di Catania. \r\n\r\nIn seguito alla ristrutturazione, ora il resort dispone di una serie di nuove facilities, tra cui una pista da corsa, campi da tennis, beach volley e bocce, oltre ad un campo da calcio e sport acquatici, tra cui canoa e stand up paddle. Il resort ha inoltre tre piscine: la piscina principale, la piscina per adulti e la piscina per famiglie.\r\nA disposizione degli ospiti quattro ristoranti alla carta che offrono menù preparati con cura da chef esperti - Donna Floriana Bistrot, Al Grano Pizzeria, Scausu Grill e Kaigan Sushi Bar - oppure gustare un buffet di piatti italiani e internazionali presso il ristorante Mediterra. Hanno inoltre la possibilità di rilassarsi con un drink rinfrescante e uno spuntino al Lime Pool Bar e al Chosquito Bar.\r\nNon manca un centro benessere, come pure i negozi mentre per i piccoli ospiti c’è il miniclub. Inoltre, sono stati creati nuovi spazi interni, tra cui una sala di coworking e sale riunioni con una capacità fino a 750 persone, ideali per ospitare eventi Mice.","post_title":"Mangia's Brucoli, Sicily ha riaperto i battenti per la stagione 2024, dopo un'ampia ristrutturazione","post_date":"2024-04-18T10:33:55+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1713436435000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465715","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L’itinerario che tocca la Scandinavia con i suoi meravigliosi fiordi registra un aumento del 6% nelle prenotazioni estive rispetto allo scorso anno, preceduto solo dalle classiche mete del Mediterraneo Occidentale e delle Isole Greche.\r\n\r\n \r\n\r\nSecondo Crocierissime, agenzia web leader in Italia interamente dedicata al mondo delle crociere, quest’anno il Nord Europa emerge come una delle destinazioni più ambite per l'estate 2024, registrando un aumento significativo del 6% rispetto all'anno precedente.\r\n\r\nQuesto trend testimonia l'attrattiva crescente delle coste e città storiche della regione, che stanno catturando l'interesse di un numero sempre più alto di viaggiatori desiderosi di esplorare nuovi orizzonti marittimi. Gli itinerari estivi per eccellenza che richiamano persone da tutto il mondo per la presenza di acque cristalline e una cultura vivace, il Nord Europa permette di navigare sia nelle suggestive e profonde acque dei fiordi norvegesi, come Hellesylt, Geiranger, Bergen o Stavanger, e di spingersi fino a Capo Nord, sia di ripercorrere le rotte degli antichi vichinghi tra le fiabesche capitali del Mar Baltico, città maestose ed eleganti ricche di cultura e tradizioni.\r\n\r\nE' possibile anche visitare gli incredibili paesaggi appena sotto il circolo polare artico, con iceberg in movimento e verdi vallate in Groenlandia, ghiacciai perenni, geyser e sorgenti termali in Islanda, grandi fiordi e spiagge \"caraibiche\" alle Lofoten, le spettacolari terre illuminate dal sole di mezzanotte. \r\n\r\n \r\n\r\nDall’indagine di Crocierissime emerge un altro dato interessante riguardo i prezzi delle crociere per luglio e agosto 2024, che mostrano una diminuzione del 4% rispetto all'anno precedente. Questo trend potrebbe essere un'opportunità per i viaggiatori di approfittare di tariffe più convenienti e di pianificare la propria vacanza estiva all’insegna del comfort senza spendere una fortuna.\r\n\r\n«In un panorama in continua evoluzione, è entusiasmante osservare il crescente interesse dei viaggiatori per il Nord Europa come meta estiva privilegiata nel 2024 - afferma Laura Amoretti, CEO di Crocierissime - I dati raccolti confermano l'ascesa di questa regione, con un aumento significativo del 6% rispetto all'anno precedente. Le coste affascinanti e le città storiche del Nord Europa esercitano un magnetismo irresistibile sui viaggiatori, sempre più desiderosi di esplorare nuove frontiere marittime. In questo contesto, le crociere si confermano una scelta eccellente per godere appieno di questa destinazione: comode, lussuose e ora ancora più accessibili grazie ad una diminuzione del 4% dei prezzi».\r\n\r\n ","post_title":"Crociere 2024, Mediterraneo, Grecia e Nord Europa le destinazioni più gettonate per l'estate","post_date":"2024-04-17T11:33:09+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1713353589000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti