25 February 2024

Sonoma county: quando il turismo incontra la beneficenza

[ 0 ] Fiere & Eventi

Paesaggi idilliaci nella Sonoma County, California

Sonoma County Tourism (SCT) lancia un’iniziativa di valore biennale con Kind Traveller, la prima piattaforma di prenotazione e formazione alberghiera “Give + Get” socialmente consapevole che permette ai viaggiatori di creare una comunità positiva e un impatto ambientale sulle destinazioni visitata.
E’ una relazione “triple winn” quella che si potrà instaurare, per Viaggiatori, Hotel, Charities.
I viaggiatori potranno accedere a tariffe esclusive e vantaggi speciali prenotando direttamente con Kind Traveller (www.kindtraveler.com/destinations/sonoma) e la sua lista di “kind hotel”. Una donazione di $ 10 a notte andrà a un ente di assistenza, locale, che avrà un impatto positivo sulla destinazione visitata.
Il viaggio unito all’impegno civile e sociale sostiene le cause locali.

Un tratto del Russian River, Sonoma, con l’Old Guerneville Bridge

Gli hotel partecipanti nella contea di Sonoma offriranno tariffe esclusive e vantaggi speciali a Kind Traveller per consentire ai viaggiatori di sostenere le buone cause locali. Le proprietà coinvolte includono Farmhouse Inn, Timber Cove Resort, Vintners Inn, Hyatt Regency Sonoma, Flamingo Conference Resort e Spa, The Sandman Hotel e Hotel E. 
Il soggiorno in una di queste “properties” sosterrà uno dei tre enti di beneficenza della contea di Sonoma: la Redwood Empire Food Bank, la più grande organizzazione per la lotta alla fame della contea di Sonoma, della quale beneficiano 82mila persone, . Il Russian Riverkeeper ripristina e sostiene la salute del fiume che passa per la contea, mentre il Sonoma Land Trust protegge più di 50mila acri di terreno produttivo ed ecologico all’interno e nei dintorni di Sonoma County.

L’occupazione del Jack London historic state park, Sonoma

L’impatto previsto dall’operazione è facilmente quantificabile: una donazione di $ 10 a Redwood Empire Food Bank contribuirà a fornire 20 pasti, a Russian Riverkeeper aiuterà a ripulire 250 chili di spazzatura dal fiume, al Sonoma Land Trust contribuirà a mantenere un miglio di sentieri dedicati alle escursioni.
Da tempo la contea di Sonoma è un leader nel modo dell’eco-consapevolezza, protezione ambientale e sostenibilità. L’autore Jack London elesse la Sonoma Valley a propria dimora, aprendo la strada a molti dei principi che oggi costituiscono il fondamento dell’agricoltura biologica. Il suo ranch e la sua casa sono protetti come Jack London historic state park.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462150 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Cook Islands Tourism Corporation accende i riflettori sulla sicurezza del delicato ecosistema dell'arcipelago, nonché dei suoi abitanti e visitatori attraverso una nuova pagina web con alcune indicazioni e suggerimenti generali.  Tra queste, spiccano il richiamo alla consapevolezza di ciò che ci circonda e l’appello al rispetto della cultura locale; non mancano le raccomandazioni alla preventiva informazione rispetto alle condizioni atmosferiche, nel caso in cui si pianificassero attività outdoor, né i consigli su come muoversi con i tour operator locali, per l’organizzazione di incontri ravvicinati, con la fauna locale, come le tartarughe, per esempio. “Un viaggio alle Isole Cook - spiega  Nicholas Costantini, marketing manager Southern Europe - può davvero essere un viaggio senza pensieri, ma come sempre il turista va richiamato alla consapevolezza, alla partecipazione attiva in qualche modo, fornendo il proprio contributo al mantenimento dello stato delle cose. Si tratta come sempre, di viaggiare - e anche ‘essere’ - responsabilmente, guardando al futuro e a nuove forme di turismo”. E a proposito di sicurezza, per il 2024 è Air New Zealand a detenere lo scettro di compagnia aerea più sicura al mondo, mentre tra le low cost, spicca Jetstar, che ha annunciato il quarto volo settimanale da Sydney a Rarotonga a partire dal prossimo 23 marzo 2024. [post_title] => Isole Cook da scoprire in tutta sicurezza, nel rispetto di natura e cultura locale [post_date] => 2024-02-23T09:55:59+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708682159000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462136 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tradizione da una parte e sguardo rivolto al futuro dall'altra: lo Jutland, penisola della Danimarca, è una terra da vivere in famiglia e praticando diversi sport. Un luogo dove immergersi nella bellezza della natura e in quella dell’arte, lasciandosi conquistare dall’offerta gastronomica. E, soprattutto, l’angolo di mondo ideale per scoprire la “hygge”: quel sentimento di calorosa accoglienza, sicurezza e comodità tipicamente danese che spinge a trovare la felicità nelle piccole cose. Tante le connessioni con l’Italia, operate da Sas, easyJet e Ryanair: i voli raggiungono Copenhagen, ma anche lo Jutland. Molteplici le attività sportive all’aperto, che diventano un momento di incontro. Quest'anno sará la città di Brønderslev ad ospitare la maratona Royal Run, mentre Skagen ha voluto rinnovare il museo marittimo Maskinrummet e Saeby celebra con vivaci festeggiamenti i suoi 500 anni di storia. Si svolgerà poi davanti a 150mila spettatori del Danish Air Show ospitato dalla base aerea di Aalborg. La regione è scarsamente urbanizzata, ideale per praticare kayak, ciclismo, passeggiate, equitazione, bird-watching, nuoto, pesca. Ma anche per ammirare l'onda di sabbia in costante movimento di Råbjerg Mile, che ogni anno si sposta di 15 metri verso nord-est. O assistere allo scontro tra le acque di due mari che si incontrano sulla punta dello Jutland. Il Nordyjlland, il nord dello Jutland è anche una meta amata per i city-break e la tanto attuale street art, riccamente testimoniata sui palazzi di Skagen e Alborg, quest'ultima nota per le innovative strutture architettoniche e gli spazi dedicati all'arte come il museo Kunsten, il centro culturale Utzon, e il Musikken Hus. Grande poi, il fascino di Skagen, la città più settentrionale della Danimarca e, quindi, quella con il più alto indice di luminosità. Con la sua atmosfera bohémien, le spiagge infinite e i siti naturali unici, ha attirato l'interesse di artisti internazionali e degli impressionisti danesi: sono ben 1800 le loro opere esposte nel museo della città. Le famiglie e gli amanti delle escursioni all’aria aperta - a piedi o in bicicletta - potranno poi raggiungere il Kystlandet, la cosa orientale dello Jutland, che si stende per 266 km e offre ben 25 spiagge: i bambini resteranno affascinati dal Giardino Ecologico di Odder - una graziosa cittadina affacciata sul fiume e dal fascino danese - dal "Safari delle alghe" organizzato sull’isola di Endelave e dai tanti parchi giochi attrezzati. Incantevoli le piccole città come Juelsminde con il suo bellissimo porto o Horsens, crocevia tra Europa e Scandinavia, dove vivere un’esperienza alternativa visitando FÆNGSLET - Il Museo della Prigione: il più grande museo carcerario d'Europa.   [post_title] => Danimarca: ecco lo Jutland fra tradizioni, natura e street art [post_date] => 2024-02-23T09:30:27+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708680627000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462061 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Due eventi esperienziali organizzati nella Galleria d'arte moderna di Milano (Gam) e a Pompei, nonché altrettanti incontri esclusivi con i top partner realizzati a Roma e a Torino. Con quattro appuntamenti dedicati alle agenzie Trident Club in una serie di città italiane che hanno coinvolto circa 70 partecipanti, Club Med si è preparata all'apertura delle vendite per l'inverno 2024-2025, che si terrà dal 5 all’8 marzo. Il momento è particolarmente importante perché come vuole tradizione consente di prenotare una vacanza bloccando il prezzo con la migliore tariffa garantita della stagione su tutte le date di partenza e con riduzioni di prezzo: del 20% sulle Premium room (deluxe & suite) e del 15% per tutte le altre camere, anche a Natale e Capodanno. “Ogni anno che passa notiamo un’anticipazione delle prenotazioni dei clienti italiani. Durante l'ultima apertura vendite inverno 23-24 abbiamo registrato il numero di vendite più alto degli ultimi dieci anni (+76% rispetto all’anno precedente); la crescita record del +154% è stata realizzata dal segmento montagna - commenta Rabeea Ansari, managing director Southern Europe & emerging markets di Club Med -. Il nostro premium all inclusive è forte: in montagna, oltre a un’offerta completa che comprende anche skipass e lezioni di sci, offriamo la garanzia neve per tutelare i nostri clienti in caso di impianti chiusi”. La stagione invernale appena trascorsa ha in particolare registrato risultati più che positivi, facendo segnare per i soggiorni in montagna una crescita del 12%. In particolare, i resort di Pragelato Sestriere, nel comprensorio sciistico della Vialattea in Italia, e La Rosière, con il suo nuovissimo spazio di suite Exclusive Collection, hanno attirato l’attenzione di molti turisti italiani. La novità è Serre-Chevalier, nel cuore delle soleggiate Alpi del Sud e facilmente raggiungibile dall’Italia (a sole 3 ore e 30 minuti di auto da Milano), che riapre quest’anno completamente rinnovato. Anche il lungo raggio è stato particolarmente apprezzato dai clienti italiani. In particolare nei resort che possono essere definiti gli evergreen di Club Med. A partire dalle Maldive, la destinazione perfetta per una fuga romantica nelle Ville di Finolhu o nello spazio Exclusive Collection Manta del resort di Kani, fino alle Mauritius o alla Repubblica Dominicana, dove sorge il resort Michès Playa Esmeralda, che nel 2023 ha avuto una crescita globale del +236% rispetto all’anno precedente. O ancora, dalle Bahamas fino alle Antille Francesi, che ospitano i resort La Caravelle (Guadalupa) e Les Boucaniers (Martinica), immersi nella natura e nel blu del mar dei Caraibi. E sempre in tema di mete di lungo raggio, da menzionare anche il Club Med Phuket, tra i templi buddisti e le verdi montagne della Thailandia, che di recente è stato ampliato e rinnovato completamente. Novità anche per gli amanti del padel, per i quali Club Med ha investito in tredici dei propri resort predisponendo in tutto 44 campi da gioco.   [post_title] => Club Med: si avvicina l'apertura delle vendite invernali; incentivi e sconti dal 5 all'8 marzo [post_date] => 2024-02-22T11:52:55+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708602775000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462063 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Come avevamo ampiamente previsto tutte le norme, le normette, le ideuzze i proclami delle istituzioni che affermavano di aver risolto o in via di risoluzione il problema dei passaporti sono falliti. I tempi non si sono ridotti, anzi. Per questo il turismo organizzato ha scritto al ministro dell'interno per sollecitare il dossier, per evidenziare il mancato guadagno da questa incomprensibile questione, e per capire i motivi. Vediamo cosa risponderà il ministero dell'interno e se risponderà.  Ecco la nota del turismo organizzato. Sono stati eliminati i contributi di tutti i presidenti delle associazioni perché sostanzialmente dicevano tutti la stessa cosa. «Non sono bastati servizi di Striscia la notizia e Report, centinaia di articoli sulla carta stampata, scandali su truffe ai danni dei cittadini, comunicazioni accorate di appello per trovare una soluzione a una burocrazia che fa male ai cittadini e alle imprese dei viaggi, rimaste inascoltate. Il nodo dei tempi di rilascio o rinnovo dei passaporti italiani, a due anni dall'uscita dell'emergenza Covid, rimane purtroppo scandalosamente inaccettabile. Come se non bastasse, anche per l’emissione delle carte di identità elettroniche si verificano problemi analoghi. Piantedosi Il turismo organizzato, già proiettato sulla vendita delle vacanze estive, a nome dei presidenti delle principali associazioni di categoria, chiede ancora una volta al ministro dell’interno, Matteo Piantedosi, a cui ha inviato due giorni fa una ulteriore lettera sollecitando un incontro, di intervenire per tutelare il diritto degli italiani di viaggiare e a difesa degli imprenditori del comparto che continuano a perdere fatturato a causa della burocrazia. Secondo una stima effettuata, i tempi lunghi o lunghissimi per ottenere o rinnovare un passaporto hanno, infatti, mandato in fumo nel biennio 2022-2023 167mila viaggi internazionali per un giro d'affari di 300 milioni di euro. Purtroppo, anche la soluzione “Polis”, che riguarda esclusivamente i comuni con meno di 15mila abitanti, rischia di essere una ulteriore comunicazione priva di efficacia reale e rappresentare solo una proroga di questa agonia legata alla pubblica amministrazione».     [post_title] => Passaporti: i tempi sono ancora scandalosamente inaccettabili [post_date] => 2024-02-22T10:36:50+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708598210000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462056 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La scoperta di Volterra abbinata alla partecipazione a un vero torneo di basket tre contro tre aperto a tutti: famiglie con bambini, sportivi, appassionati e dilettanti. E' la nuova proposta per una vacanza di Pasqua fuori dagli schemi griffata Kkm Group. I pacchetti sono disponibili per partenze in programma da venerdì 29 marzo a lunedì di Pasquetta, l'1 aprile. Tutte le proposte comprendono la partecipazione al torneo di basket, organizzato su tre giorni: briefing e presentazione delle squadre e delle regole il primo giorno, prima fase del torneo il secondo e grande finale il terzo, per un totale di minimo tre partite garantite. Il tutto scandito da escursioni, visite guidate a Volterra e tanti momenti di aggregazione, divertimento e relax, come la Serata stelle dello sport, con cena a buffet, premiazioni e dj set. Le partite si giocano presso il Palazzetto dello sport con regole semplificate. Si può partecipare con una squadra precostituita o individualmente. E quindi conoscere in loco nuovi amici con cui condividere la gara. Le quote partono da 197 euro a persona per il pacchetto di due notti e da 258 euro a persona per il pacchetto di tre, con riduzioni per i bambini. Ma per gli amanti dello sport, le proposte non finiscono qui: dall’11 al 16 aprile a Orlando il basket incontra il cinema e i viaggi spaziali. Approfittando di un’esclusiva offerta Kkm Group si potrà infatti assistere a una partita degli Orlando Magic all’Amway Center e visitare the Wizarding world of Harry Potter e Jurassic Park river adventure per vivere anche un'esperienza di cinema. Infine, durante il soggiorno si potrà entrare a Cape Canaveral, per scoprire la storia dello spazio americana. Garantita la presenza di un accompagnatore dall’Italia e transfer inclusi. [post_title] => A Volterra per una Pasqua all'insegna di basket e cultura griffata Kkm Group [post_date] => 2024-02-22T10:24:48+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708597488000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462047 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Saranno Algeria, Iraq e Perù le destinazioni su cui si concentreranno i due momenti di approfondimento che Kel 12 organizzerà in occasione di TourismA - salone dell'archeologia e del turismo culturale, in programma al palazzo dei congressi di Firenze dal 23 al 25 febbraio. Entrambi gli incontri sono in programma nella mattinata di sabato 24. Alle 10.30 si viaggerà con l'archeologo ed esperto dell'operatore milanese, Fabio Coppo alla scoperta di Algeria ed Iraq nell’appuntamento dal titolo da Algeri a Baghdad: breve itinerario archeologico tra l’antico e il contemporaneo. Coppo, laureato in archeologia e specializzando in archeologia classica all'università Statale di Milano, ha preso parte a numerose campagne di scavo in Grecia e Sud Italia e collabora con il museo civico archeologico Sutermeister di Legnano, sua città natale. A seguire, alle 11, l'antichista di Kel 12 Fabio Bourbon curerà l'incontro sulle Strade dell’impero Inca: come fu costruito un impero senza ferro né cavalli. Si andrà così alla scoperta del Perù lasciandosi guidare dalla voce e dalla profonda conoscenza di Bourbon: un antichista e saggista di formazione classica, autore di numerosi reportage di viaggio e specializzato nella divulgazione della storia e dell’arte delle civiltà del passato. Dal 1989 ha collaborato con svariate case editrici pubblicando oltre 40 libri, tradotti in più lingue e distribuiti in tutto il mondo. Proprio per trasmettere la sua passione per l’archeologia, oltre che per una naturale predisposizione verso il viaggio inteso come strumento di crescita interiore, da una decina di anni a questa parte è divenuto accompagnatore di viaggi culturali. Come lui stesso racconta: «Condividere le proprie conoscenze, ma anche l’entusiasmo, è un’esperienza appagante e mi piace pensare che chi ritorna da un viaggio ben condotto, porti con sé un tesoro indelebile». [post_title] => Kel 12 sarà al TourismA di Firenze a parlare di Algeria, Iraq e Perù [post_date] => 2024-02-22T10:09:57+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708596597000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461877 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si chiude con un boom di pubblico la nona edizione di Agri e Slow Travel Expo a Bergamo, con 23 mila visitatori in tre giorni, 180 eventi, 40 buyer italiani e stranieri, oltre 200 espositori. Appuntamento al prossimo anno per un settore che punta su un turismo più sostenibile, in sintonia con la natura e sempre più accessibile a tutti: appassionati, curiosi, sportivi e amanti dei piccoli borghi e delle tradizioni locali. I numeri parlano chiaro: ben 23 mila persone hanno visitato la fiera nei tre giorni di esposizione, attratti dall’offerta di oltre 200 realtà presenti tra enti pubblici e privati, tour operator, associazioni, consorzi in rappresentanza di 14 regioni italiane. A sostenere la manifestazione fieristica, anche 180 eventi tra spettacoli folkloristici, esibizioni, show cooking, concerti, convegni, talk e approfondimenti su otto temi trainanti di un settore in netta crescita: sostenibilità, enogastronomia, cicloturismo, montagna, cammini, accessibilità, vie d’acqua, folklore. Tra i momenti clou, il primo Agrigravel 2024, una gara non competitiva dedicata agli amanti delle bici gravel che stanno spopolando per la loro versatilità di utilizzo su più superfici, dalla ghiaia fino al terreno più scosceso. Erano oltre 200 i partecipanti che si sono divertiti su un percorso di 70 chilometri tra le bellezze della bergamasca, testando anche il nuovo tratto nord-est dell’anello ciclopedonale che si collega direttamente con l’aeroporto Bgy, primo scalo bike friendly in Italia e partner della fiera. Un evento sostenuto anche da Enit, l’Agenzia nazionale del turismo italiano da sempre attenta ai temi e ai valori portati avanti di edizione in edizione. «La formula che unisce l’area business riservata agli operatori con quella dedicata al grande pubblico - spiega Luciano Patelli, presidente Promoberg - è un unicum nel panorama delle nostre fiere e più in generale in quello di settore. Il format sta conquistando a ogni edizione sempre più apprezzamenti e ha incoronato anche quest’anno per tre giorni Bergamo quale capitale europea del turismo slow e sostenibile. Se si fa rete con sinergie e obiettivi condivisi, il made in Bergamo può imporsi anche a livello internazionale. Per ultimo, ma di certo non meno importante, desidero ricordare le molteplici ricadute positive per il nostro territorio date dalle nostre manifestazioni, in particolare se internazionali come la stessa Agritravel fiera dei territori. In molti, tra espositori, buyer e visitatori, hanno voluto trovare il tempo per visitare anche la nostra città e il nostro territorio: uno scrigno colmo di arte, storia, cultura e paesaggi di rara bellezza; una meta che riassume splendidamente tutti i temi al centro del nostro progetto. Siamo onorati di contribuire allo sviluppo economico e alla promozione turistica di Bergamo in Italia e nel mondo«. «Fiera dei territori – Agri Travel e Slow Travel Expo rappresenta il posizionamento del quartiere fieristico nel settore del turismo sostenibile, slow e outdoor - aggiunge Stefania Pendezza, project manager -. Il turista è sempre più attratto da esperienze autentiche, vuole scoprire e arricchirsi. Fiera dei territori intercetta questo tipo di turismo, favorisce il matching tra domanda e offerta, sostiene e facilita la nascita di sinergie tra le destinazioni, le aziende e le istituzioni di tutto nostro Paese e internazionali. La manifestazione è stata un momento di grandi opportunità e proficui scambi, a partire dal grande successo del b2b di venerdì 16, che ha visto coinvolti numerosi operatori italiani e internazionali che hanno generato 800 incontri business«. Nei 13 mila metri quadrati della fiera, oltre 200 espositori presenti tra enti pubblici e privati, tour operator, associazioni, consorzi in rappresentanza di 14 regioni italiane (Trentino, Veneto, Lombardia, Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, Lazio, Marche, Abruzzo, Sardegna, Sicilia, Calabria, Campania, Puglia) hanno svelato i luoghi e le prelibatezze del palato.   ­ ­ ­ ­ ­ ­ ­ ­ ­ ­ ­ [post_title] => Agri e Slow Travel Expo Bergamo: 23 mila visitatori alla fiera dei territori [post_date] => 2024-02-21T10:01:59+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708509719000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461859 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_461860" align="alignleft" width="300"] Il nuovo resort Our Habitas a Ras Abrouq in Qatar[/caption] A solo un'ora di auto da Doha, la capitale del Qatar, tra dune calcaree, acque cristalline e tramonti maestosi è stato recentemente inaugurato il resort Ras Abrouq, nato dalla joint venture tra Our Habitas e Qatar Airways: 42 ville che si rifanno idealmente allo stile delle tende del deserto, in versione luxury, arredate con tonalità della terra, trame naturali ed elementi di design locale, forniscono un'interpretazione moderna del tessuto culturale della regione. Di diversa grandezza, possono ospitare fino a un massimo di otto persone e offrono un’esperienza unica grazie anche alla piscina privata e a un'ampia terrazza dalla quale ammirare le acque del golfo Persico. La filosofia del gruppo Our Habitas è rappresentata appieno anche in questo nuovo resort, dove musica, benessere, arte, avventura, cibo e apprendimento rendono unica l’esperienza del viaggio.  «Attraverso questi pilastri creiamo mondi magici in cui gli estranei diventano amici e gli amici diventano familiari. Questo è ciò che chiamiamo lusso per l'anima» dichiarano dalla direzione di Our Habitas Ras Abrouq. Il resort è situato ai margini della riserva della biosfera di Al-Reem, protetta dall'Unesco, e l’attenzione al territorio si ritrova anche nell’offerta gastronomica del ristorante Qissa, che propone piatti della tradizione locale preparati con ingredienti freschi di provenienza dai produttori del territorio, e permette di cenare godendo di uno dei tramonti più affascinanti sul golfo Persico. Gli ospiti vengono accolti al resort con una welcome ceremony, che regala un'esperienza di rilassamento e meditazione avvolti dall'incenso. E durante tutto il soggiorno sono davvero numerose le attività tra cui scegliere: sport acquatici come kayak e stand up paddleboarding, paddle tennis e avventure sulla terraferma, tra cui mountain bike, escursioni ed esplorazioni nel deserto. Ma anche yoga rigenerante all'alba, respirazione e cerimonie sonore illuminate dalle stelle per un'esperienza multisensoriale. Ad Our Habitas Ras Abrouq è possibile inoltre immergersi in antiche tradizioni, come l'artigianato della ceramica, l'arte della calligrafia e i laboratori di tessitura Al Sadu. L'amministratore delegato del gruppo Qatar Airways, Badr Mohammed Al-Meer ha dichiarato: «In qualità di compagnia aerea di bandiera dello stato del Qatar, stiamo contribuendo a portare avanti la Visione nazionale 2030 attraverso le nostre partnership. Insieme a Our Habitas stiamo lavorando per sbloccare il futuro dei viaggi curando esperienze innovative uniche nel loro genere. La nostra Habitas Ras Abrouq è davvero una destinazione desertica del Qatar di una bellezza mozzafiato e ora i viaggiatori di tutto il mondo, attraverso la rete Qatar Airways, possono sperimentare questo paesaggio in un modo unico quando volano a Doha». [gallery ids="461861,461863,461864,461866,461865,461862"] [post_title] => In Qatar aperto il nuovo resort nato dalla jv tra Our Habitas e Qatar Airways [post_date] => 2024-02-21T09:21:08+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => discover-qatar [1] => qatar [2] => qatar-airways ) [post_tag_name] => Array ( [0] => discover qatar [1] => Qatar [2] => qatar airways ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708507268000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461946 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Con il ritorno su Venezia, dal prossimo 12 giugno con voli giornalieri, Qatar Airways moltiplica le opportunità a disposizione dei passeggeri per raggiungere destinazioni quali Giappone, Cina, Australia e Thailandia attraverso l’Hamad International Airport di Doha. E fino al 29 febbraio, la compagnia promuove i voli con tariffe a partire da 429 euro, per viaggiare dal 12 giugno 2024. La promozione si ispira alla Via della Seta che attraversava l'Asia Centrale e il Medio Oriente, collegando la Cina all'Asia Minore e al Mediterraneo, passando per il Giappone e l'India. Ma una relazione ancora più importante lega Venezia all'Oriente: fu infatti Marco Polo, il giovane mercante veneziano, a intraprendere nel 1271 il viaggio in Oriente lungo la Via della Seta per stabilire nuovi rapporti commerciali tra le due civiltà. Per ripercorrere i passi del celebre viaggiatore, è possibile pianificare un itinerario che parte proprio dalla cosmopolita Venezia attraverso i luoghi del passato, punti di incontro tra Oriente e Occidente. Tra le destinazioni di questo itinerario nella storia non può mancare l'Uzbekistan, raggiungibile grazie alla nuova rotta di Qatar Airways per Tashkent, nel cuore dell'Asia Centrale, una regione nota per la sua ricca storia e multiculturalità, condivisa con i Paesi confinanti del Kazakistan, Turkmenistan, Tagikistan e Kirghizistan. La destinazione è la seconda città del Kazakistan servita dalla Compagnia aerea nazionale dello Stato del Qatar nel mercato dell'Asia centrale dopo Almaty. Imperdibile in questo viaggio è anche la Cina, che ora può essere visitata senza visto dall'Italia e dove Qatar Airways vola 33 volte a settimana verso le città di Pechino, Shanghai, Guangzhou, Hangzhou, Chengdu, Wenzhou e Chongqing. [post_title] => Qatar Airways promuove il ritorno su Venezia e le rotte lungo la Via della Seta [post_date] => 2024-02-21T09:15:03+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708506903000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "sonoma county turismo incontra la beneficenza" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":39,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":928,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462150","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La Cook Islands Tourism Corporation accende i riflettori sulla sicurezza del delicato ecosistema dell'arcipelago, nonché dei suoi abitanti e visitatori attraverso una nuova pagina web con alcune indicazioni e suggerimenti generali. \r\nTra queste, spiccano il richiamo alla consapevolezza di ciò che ci circonda e l’appello al rispetto della cultura locale; non mancano le raccomandazioni alla preventiva informazione rispetto alle condizioni atmosferiche, nel caso in cui si pianificassero attività outdoor, né i consigli su come muoversi con i tour operator locali, per l’organizzazione di incontri ravvicinati, con la fauna locale, come le tartarughe, per esempio.\r\n“Un viaggio alle Isole Cook - spiega  Nicholas Costantini, marketing manager Southern Europe - può davvero essere un viaggio senza pensieri, ma come sempre il turista va richiamato alla consapevolezza, alla partecipazione attiva in qualche modo, fornendo il proprio contributo al mantenimento dello stato delle cose. Si tratta come sempre, di viaggiare - e anche ‘essere’ - responsabilmente, guardando al futuro e a nuove forme di turismo”.\r\nE a proposito di sicurezza, per il 2024 è Air New Zealand a detenere lo scettro di compagnia aerea più sicura al mondo, mentre tra le low cost, spicca Jetstar, che ha annunciato il quarto volo settimanale da Sydney a Rarotonga a partire dal prossimo 23 marzo 2024.","post_title":"Isole Cook da scoprire in tutta sicurezza, nel rispetto di natura e cultura locale","post_date":"2024-02-23T09:55:59+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1708682159000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462136","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Tradizione da una parte e sguardo rivolto al futuro dall'altra: lo Jutland, penisola della Danimarca, è una terra da vivere in famiglia e praticando diversi sport. Un luogo dove immergersi nella bellezza della natura e in quella dell’arte, lasciandosi conquistare dall’offerta gastronomica.\r\nE, soprattutto, l’angolo di mondo ideale per scoprire la “hygge”: quel sentimento di calorosa accoglienza, sicurezza e comodità tipicamente danese che spinge a trovare la felicità nelle piccole cose.\r\nTante le connessioni con l’Italia, operate da Sas, easyJet e Ryanair: i voli raggiungono Copenhagen, ma anche lo Jutland. Molteplici le attività sportive all’aperto, che diventano un momento di incontro. Quest'anno sará la città di Brønderslev ad ospitare la maratona Royal Run, mentre Skagen ha voluto rinnovare il museo marittimo Maskinrummet e Saeby celebra con vivaci festeggiamenti i suoi 500 anni di storia. Si svolgerà poi davanti a 150mila spettatori del Danish Air Show ospitato dalla base aerea di Aalborg.\r\nLa regione è scarsamente urbanizzata, ideale per praticare kayak, ciclismo, passeggiate, equitazione, bird-watching, nuoto, pesca. Ma anche per ammirare l'onda di sabbia in costante movimento di Råbjerg Mile, che ogni anno si sposta di 15 metri verso nord-est. O assistere allo scontro tra le acque di due mari che si incontrano sulla punta dello Jutland.\r\nIl Nordyjlland, il nord dello Jutland è anche una meta amata per i city-break e la tanto attuale street art, riccamente testimoniata sui palazzi di Skagen e Alborg, quest'ultima nota per le innovative strutture architettoniche e gli spazi dedicati all'arte come il museo Kunsten, il centro culturale Utzon, e il Musikken Hus.\r\nGrande poi, il fascino di Skagen, la città più settentrionale della Danimarca e, quindi, quella con il più alto indice di luminosità. Con la sua atmosfera bohémien, le spiagge infinite e i siti naturali unici, ha attirato l'interesse di artisti internazionali e degli impressionisti danesi: sono ben 1800 le loro opere esposte nel museo della città.\r\nLe famiglie e gli amanti delle escursioni all’aria aperta - a piedi o in bicicletta - potranno poi raggiungere il Kystlandet, la cosa orientale dello Jutland, che si stende per 266 km e offre ben 25 spiagge: i bambini resteranno affascinati dal Giardino Ecologico di Odder - una graziosa cittadina affacciata sul fiume e dal fascino danese - dal \"Safari delle alghe\" organizzato sull’isola di Endelave e dai tanti parchi giochi attrezzati. Incantevoli le piccole città come Juelsminde con il suo bellissimo porto o Horsens, crocevia tra Europa e Scandinavia, dove vivere un’esperienza alternativa visitando FÆNGSLET - Il Museo della Prigione: il più grande museo carcerario d'Europa.\r\n ","post_title":"Danimarca: ecco lo Jutland fra tradizioni, natura e street art","post_date":"2024-02-23T09:30:27+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1708680627000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462061","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Due eventi esperienziali organizzati nella Galleria d'arte moderna di Milano (Gam) e a Pompei, nonché altrettanti incontri esclusivi con i top partner realizzati a Roma e a Torino. Con quattro appuntamenti dedicati alle agenzie Trident Club in una serie di città italiane che hanno coinvolto circa 70 partecipanti, Club Med si è preparata all'apertura delle vendite per l'inverno 2024-2025, che si terrà dal 5 all’8 marzo.\r\n\r\nIl momento è particolarmente importante perché come vuole tradizione consente di prenotare una vacanza bloccando il prezzo con la migliore tariffa garantita della stagione su tutte le date di partenza e con riduzioni di prezzo: del 20% sulle Premium room (deluxe & suite) e del 15% per tutte le altre camere, anche a Natale e Capodanno.\r\n\r\n“Ogni anno che passa notiamo un’anticipazione delle prenotazioni dei clienti italiani. Durante l'ultima apertura vendite inverno 23-24 abbiamo registrato il numero di vendite più alto degli ultimi dieci anni (+76% rispetto all’anno precedente); la crescita record del +154% è stata realizzata dal segmento montagna - commenta Rabeea Ansari, managing director Southern Europe & emerging markets di Club Med -. Il nostro premium all inclusive è forte: in montagna, oltre a un’offerta completa che comprende anche skipass e lezioni di sci, offriamo la garanzia neve per tutelare i nostri clienti in caso di impianti chiusi”.\r\n\r\nLa stagione invernale appena trascorsa ha in particolare registrato risultati più che positivi, facendo segnare per i soggiorni in montagna una crescita del 12%. In particolare, i resort di Pragelato Sestriere, nel comprensorio sciistico della Vialattea in Italia, e La Rosière, con il suo nuovissimo spazio di suite Exclusive Collection, hanno attirato l’attenzione di molti turisti italiani. La novità è Serre-Chevalier, nel cuore delle soleggiate Alpi del Sud e facilmente raggiungibile dall’Italia (a sole 3 ore e 30 minuti di auto da Milano), che riapre quest’anno completamente rinnovato.\r\n\r\nAnche il lungo raggio è stato particolarmente apprezzato dai clienti italiani. In particolare nei resort che possono essere definiti gli evergreen di Club Med. A partire dalle Maldive, la destinazione perfetta per una fuga romantica nelle Ville di Finolhu o nello spazio Exclusive Collection Manta del resort di Kani, fino alle Mauritius o alla Repubblica Dominicana, dove sorge il resort Michès Playa Esmeralda, che nel 2023 ha avuto una crescita globale del +236% rispetto all’anno precedente. O ancora, dalle Bahamas fino alle Antille Francesi, che ospitano i resort La Caravelle (Guadalupa) e Les Boucaniers (Martinica), immersi nella natura e nel blu del mar dei Caraibi. E sempre in tema di mete di lungo raggio, da menzionare anche il Club Med Phuket, tra i templi buddisti e le verdi montagne della Thailandia, che di recente è stato ampliato e rinnovato completamente. Novità anche per gli amanti del padel, per i quali Club Med ha investito in tredici dei propri resort predisponendo in tutto 44 campi da gioco.\r\n\r\n ","post_title":"Club Med: si avvicina l'apertura delle vendite invernali; incentivi e sconti dal 5 all'8 marzo","post_date":"2024-02-22T11:52:55+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1708602775000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462063","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Come avevamo ampiamente previsto tutte le norme, le normette, le ideuzze i proclami delle istituzioni che affermavano di aver risolto o in via di risoluzione il problema dei passaporti sono falliti. I tempi non si sono ridotti, anzi. Per questo il turismo organizzato ha scritto al ministro dell'interno per sollecitare il dossier, per evidenziare il mancato guadagno da questa incomprensibile questione, e per capire i motivi. Vediamo cosa risponderà il ministero dell'interno e se risponderà. \r\nEcco la nota del turismo organizzato. Sono stati eliminati i contributi di tutti i presidenti delle associazioni perché sostanzialmente dicevano tutti la stessa cosa.\r\n«Non sono bastati servizi di Striscia la notizia e Report, centinaia di articoli sulla carta stampata, scandali su truffe ai danni dei cittadini, comunicazioni accorate di appello per trovare una soluzione a una burocrazia che fa male ai cittadini e alle imprese dei viaggi, rimaste inascoltate. Il nodo dei tempi di rilascio o rinnovo dei passaporti italiani, a due anni dall'uscita dell'emergenza Covid, rimane purtroppo scandalosamente inaccettabile. Come se non bastasse, anche per l’emissione delle carte di identità elettroniche si verificano problemi analoghi.\r\n\r\nPiantedosi\r\nIl turismo organizzato, già proiettato sulla vendita delle vacanze estive, a nome dei presidenti delle principali associazioni di categoria, chiede ancora una volta al ministro dell’interno, Matteo Piantedosi, a cui ha inviato due giorni fa una ulteriore lettera sollecitando un incontro, di intervenire per tutelare il diritto degli italiani di viaggiare e a difesa degli imprenditori del comparto che continuano a perdere fatturato a causa della burocrazia.\r\nSecondo una stima effettuata, i tempi lunghi o lunghissimi per ottenere o rinnovare un passaporto hanno, infatti, mandato in fumo nel biennio 2022-2023 167mila viaggi internazionali per un giro d'affari di 300 milioni di euro.\r\nPurtroppo, anche la soluzione “Polis”, che riguarda esclusivamente i comuni con meno di 15mila abitanti, rischia di essere una ulteriore comunicazione priva di efficacia reale e rappresentare solo una proroga di questa agonia legata alla pubblica amministrazione».\r\n \r\n ","post_title":"Passaporti: i tempi sono ancora scandalosamente inaccettabili","post_date":"2024-02-22T10:36:50+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1708598210000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462056","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La scoperta di Volterra abbinata alla partecipazione a un vero torneo di basket tre contro tre aperto a tutti: famiglie con bambini, sportivi, appassionati e dilettanti. E' la nuova proposta per una vacanza di Pasqua fuori dagli schemi griffata Kkm Group. I pacchetti sono disponibili per partenze in programma da venerdì 29 marzo a lunedì di Pasquetta, l'1 aprile.\r\n\r\nTutte le proposte comprendono la partecipazione al torneo di basket, organizzato su tre giorni: briefing e presentazione delle squadre e delle regole il primo giorno, prima fase del torneo il secondo e grande finale il terzo, per un totale di minimo tre partite garantite. Il tutto scandito da escursioni, visite guidate a Volterra e tanti momenti di aggregazione, divertimento e relax, come la Serata stelle dello sport, con cena a buffet, premiazioni e dj set. Le partite si giocano presso il Palazzetto dello sport con regole semplificate. Si può partecipare con una squadra precostituita o individualmente. E quindi conoscere in loco nuovi amici con cui condividere la gara. Le quote partono da 197 euro a persona per il pacchetto di due notti e da 258 euro a persona per il pacchetto di tre, con riduzioni per i bambini.\r\n\r\nMa per gli amanti dello sport, le proposte non finiscono qui: dall’11 al 16 aprile a Orlando il basket incontra il cinema e i viaggi spaziali. Approfittando di un’esclusiva offerta Kkm Group si potrà infatti assistere a una partita degli Orlando Magic all’Amway Center e visitare the Wizarding world of Harry Potter e Jurassic Park river adventure per vivere anche un'esperienza di cinema. Infine, durante il soggiorno si potrà entrare a Cape Canaveral, per scoprire la storia dello spazio americana. Garantita la presenza di un accompagnatore dall’Italia e transfer inclusi.","post_title":"A Volterra per una Pasqua all'insegna di basket e cultura griffata Kkm Group","post_date":"2024-02-22T10:24:48+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1708597488000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462047","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Saranno Algeria, Iraq e Perù le destinazioni su cui si concentreranno i due momenti di approfondimento che Kel 12 organizzerà in occasione di TourismA - salone dell'archeologia e del turismo culturale, in programma al palazzo dei congressi di Firenze dal 23 al 25 febbraio. Entrambi gli incontri sono in programma nella mattinata di sabato 24.\r\n\r\nAlle 10.30 si viaggerà con l'archeologo ed esperto dell'operatore milanese, Fabio Coppo alla scoperta di Algeria ed Iraq nell’appuntamento dal titolo da Algeri a Baghdad: breve itinerario archeologico tra l’antico e il contemporaneo. Coppo, laureato in archeologia e specializzando in archeologia classica all'università Statale di Milano, ha preso parte a numerose campagne di scavo in Grecia e Sud Italia e collabora con il museo civico archeologico Sutermeister di Legnano, sua città natale.\r\n\r\nA seguire, alle 11, l'antichista di Kel 12 Fabio Bourbon curerà l'incontro sulle Strade dell’impero Inca: come fu costruito un impero senza ferro né cavalli. Si andrà così alla scoperta del Perù lasciandosi guidare dalla voce e dalla profonda conoscenza di Bourbon: un antichista e saggista di formazione classica, autore di numerosi reportage di viaggio e specializzato nella divulgazione della storia e dell’arte delle civiltà del passato. Dal 1989 ha collaborato con svariate case editrici pubblicando oltre 40 libri, tradotti in più lingue e distribuiti in tutto il mondo. Proprio per trasmettere la sua passione per l’archeologia, oltre che per una naturale predisposizione verso il viaggio inteso come strumento di crescita interiore, da una decina di anni a questa parte è divenuto accompagnatore di viaggi culturali. Come lui stesso racconta: «Condividere le proprie conoscenze, ma anche l’entusiasmo, è un’esperienza appagante e mi piace pensare che chi ritorna da un viaggio ben condotto, porti con sé un tesoro indelebile».","post_title":"Kel 12 sarà al TourismA di Firenze a parlare di Algeria, Iraq e Perù","post_date":"2024-02-22T10:09:57+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1708596597000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461877","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si chiude con un boom di pubblico la nona edizione di Agri e Slow Travel Expo a Bergamo, con 23 mila visitatori in tre giorni, 180 eventi, 40 buyer italiani e stranieri, oltre 200 espositori. Appuntamento al prossimo anno per un settore che punta su un turismo più sostenibile, in sintonia con la natura e sempre più accessibile a tutti: appassionati, curiosi, sportivi e amanti dei piccoli borghi e delle tradizioni locali.\r\n\r\nI numeri parlano chiaro: ben 23 mila persone hanno visitato la fiera nei tre giorni di esposizione, attratti dall’offerta di oltre 200 realtà presenti tra enti pubblici e privati, tour operator, associazioni, consorzi in rappresentanza di 14 regioni italiane. A sostenere la manifestazione fieristica, anche 180 eventi tra spettacoli folkloristici, esibizioni, show cooking, concerti, convegni, talk e approfondimenti su otto temi trainanti di un settore in netta crescita: sostenibilità, enogastronomia, cicloturismo, montagna, cammini, accessibilità, vie d’acqua, folklore.\r\n\r\nTra i momenti clou, il primo Agrigravel 2024, una gara non competitiva dedicata agli amanti delle bici gravel che stanno spopolando per la loro versatilità di utilizzo su più superfici, dalla ghiaia fino al terreno più scosceso. Erano oltre 200 i partecipanti che si sono divertiti su un percorso di 70 chilometri tra le bellezze della bergamasca, testando anche il nuovo tratto nord-est dell’anello ciclopedonale che si collega direttamente con l’aeroporto Bgy, primo scalo bike friendly in Italia e partner della fiera.\r\n\r\nUn evento sostenuto anche da Enit, l’Agenzia nazionale del turismo italiano da sempre attenta ai temi e ai valori portati avanti di edizione in edizione. «La formula che unisce l’area business riservata agli operatori con quella dedicata al grande pubblico - spiega Luciano Patelli, presidente Promoberg - è un unicum nel panorama delle nostre fiere e più in generale in quello di settore. Il format sta conquistando a ogni edizione sempre più apprezzamenti e ha incoronato anche quest’anno per tre giorni Bergamo quale capitale europea del turismo slow e sostenibile. Se si fa rete con sinergie e obiettivi condivisi, il made in Bergamo può imporsi anche a livello internazionale. Per ultimo, ma di certo non meno importante, desidero ricordare le molteplici ricadute positive per il nostro territorio date dalle nostre manifestazioni, in particolare se internazionali come la stessa Agritravel fiera dei territori. In molti, tra espositori, buyer e visitatori, hanno voluto trovare il tempo per visitare anche la nostra città e il nostro territorio: uno scrigno colmo di arte, storia, cultura e paesaggi di rara bellezza; una meta che riassume splendidamente tutti i temi al centro del nostro progetto. Siamo onorati di contribuire allo sviluppo economico e alla promozione turistica di Bergamo in Italia e nel mondo«.\r\n\r\n«Fiera dei territori – Agri Travel e Slow Travel Expo rappresenta il posizionamento del quartiere fieristico nel settore del turismo sostenibile, slow e outdoor - aggiunge Stefania Pendezza, project manager -. Il turista è sempre più attratto da esperienze autentiche, vuole scoprire e arricchirsi. Fiera dei territori intercetta questo tipo di turismo, favorisce il matching tra domanda e offerta, sostiene e facilita la nascita di sinergie tra le destinazioni, le aziende e le istituzioni di tutto nostro Paese e internazionali. La manifestazione è stata un momento di grandi opportunità e proficui scambi, a partire dal grande successo del b2b di venerdì 16, che ha visto coinvolti numerosi operatori italiani e internazionali che hanno generato 800 incontri business«.\r\n\r\nNei 13 mila metri quadrati della fiera, oltre 200 espositori presenti tra enti pubblici e privati, tour operator, associazioni, consorzi in rappresentanza di 14 regioni italiane (Trentino, Veneto, Lombardia, Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, Lazio, Marche, Abruzzo, Sardegna, Sicilia, Calabria, Campania, Puglia) hanno svelato i luoghi e le prelibatezze del palato.\r\n\r\n \r\n\r\n­\r\n­\r\n­\r\n­\r\n­\r\n\r\n­\r\n\r\n­\r\n\r\n­\r\n\r\n­\r\n\r\n­\r\n\r\n­","post_title":"Agri e Slow Travel Expo Bergamo: 23 mila visitatori alla fiera dei territori","post_date":"2024-02-21T10:01:59+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1708509719000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461859","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_461860\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Il nuovo resort Our Habitas a Ras Abrouq in Qatar[/caption]\r\n\r\nA solo un'ora di auto da Doha, la capitale del Qatar, tra dune calcaree, acque cristalline e tramonti maestosi è stato recentemente inaugurato il resort Ras Abrouq, nato dalla joint venture tra Our Habitas e Qatar Airways: 42 ville che si rifanno idealmente allo stile delle tende del deserto, in versione luxury, arredate con tonalità della terra, trame naturali ed elementi di design locale, forniscono un'interpretazione moderna del tessuto culturale della regione. Di diversa grandezza, possono ospitare fino a un massimo di otto persone e offrono un’esperienza unica grazie anche alla piscina privata e a un'ampia terrazza dalla quale ammirare le acque del golfo Persico.\r\n\r\nLa filosofia del gruppo Our Habitas è rappresentata appieno anche in questo nuovo resort, dove musica, benessere, arte, avventura, cibo e apprendimento rendono unica l’esperienza del viaggio.  «Attraverso questi pilastri creiamo mondi magici in cui gli estranei diventano amici e gli amici diventano familiari. Questo è ciò che chiamiamo lusso per l'anima» dichiarano dalla direzione di Our Habitas Ras Abrouq.\r\n\r\nIl resort è situato ai margini della riserva della biosfera di Al-Reem, protetta dall'Unesco, e l’attenzione al territorio si ritrova anche nell’offerta gastronomica del ristorante Qissa, che propone piatti della tradizione locale preparati con ingredienti freschi di provenienza dai produttori del territorio, e permette di cenare godendo di uno dei tramonti più affascinanti sul golfo Persico. Gli ospiti vengono accolti al resort con una welcome ceremony, che regala un'esperienza di rilassamento e meditazione avvolti dall'incenso. E durante tutto il soggiorno sono davvero numerose le attività tra cui scegliere: sport acquatici come kayak e stand up paddleboarding, paddle tennis e avventure sulla terraferma, tra cui mountain bike, escursioni ed esplorazioni nel deserto. Ma anche yoga rigenerante all'alba, respirazione e cerimonie sonore illuminate dalle stelle per un'esperienza multisensoriale. Ad Our Habitas Ras Abrouq è possibile inoltre immergersi in antiche tradizioni, come l'artigianato della ceramica, l'arte della calligrafia e i laboratori di tessitura Al Sadu.\r\n\r\nL'amministratore delegato del gruppo Qatar Airways, Badr Mohammed Al-Meer ha dichiarato: «In qualità di compagnia aerea di bandiera dello stato del Qatar, stiamo contribuendo a portare avanti la Visione nazionale 2030 attraverso le nostre partnership. Insieme a Our Habitas stiamo lavorando per sbloccare il futuro dei viaggi curando esperienze innovative uniche nel loro genere. La nostra Habitas Ras Abrouq è davvero una destinazione desertica del Qatar di una bellezza mozzafiato e ora i viaggiatori di tutto il mondo, attraverso la rete Qatar Airways, possono sperimentare questo paesaggio in un modo unico quando volano a Doha».\r\n\r\n[gallery ids=\"461861,461863,461864,461866,461865,461862\"]","post_title":"In Qatar aperto il nuovo resort nato dalla jv tra Our Habitas e Qatar Airways","post_date":"2024-02-21T09:21:08+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":["discover-qatar","qatar","qatar-airways"],"post_tag_name":["discover qatar","Qatar","qatar airways"]},"sort":[1708507268000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461946","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Con il ritorno su Venezia, dal prossimo 12 giugno con voli giornalieri, Qatar Airways moltiplica le opportunità a disposizione dei passeggeri per raggiungere destinazioni quali Giappone, Cina, Australia e Thailandia attraverso l’Hamad International Airport di Doha.\r\nE fino al 29 febbraio, la compagnia promuove i voli con tariffe a partire da 429 euro, per viaggiare dal 12 giugno 2024. La promozione si ispira alla Via della Seta che attraversava l'Asia Centrale e il Medio Oriente, collegando la Cina all'Asia Minore e al Mediterraneo, passando per il Giappone e l'India. Ma una relazione ancora più importante lega Venezia all'Oriente: fu infatti Marco Polo, il giovane mercante veneziano, a intraprendere nel 1271 il viaggio in Oriente lungo la Via della Seta per stabilire nuovi rapporti commerciali tra le due civiltà.\r\nPer ripercorrere i passi del celebre viaggiatore, è possibile pianificare un itinerario che parte proprio dalla cosmopolita Venezia attraverso i luoghi del passato, punti di incontro tra Oriente e Occidente. Tra le destinazioni di questo itinerario nella storia non può mancare l'Uzbekistan, raggiungibile grazie alla nuova rotta di Qatar Airways per Tashkent, nel cuore dell'Asia Centrale, una regione nota per la sua ricca storia e multiculturalità, condivisa con i Paesi confinanti del Kazakistan, Turkmenistan, Tagikistan e Kirghizistan. La destinazione è la seconda città del Kazakistan servita dalla Compagnia aerea nazionale dello Stato del Qatar nel mercato dell'Asia centrale dopo Almaty.\r\nImperdibile in questo viaggio è anche la Cina, che ora può essere visitata senza visto dall'Italia e dove Qatar Airways vola 33 volte a settimana verso le città di Pechino, Shanghai, Guangzhou, Hangzhou, Chengdu, Wenzhou e Chongqing.","post_title":"Qatar Airways promuove il ritorno su Venezia e le rotte lungo la Via della Seta","post_date":"2024-02-21T09:15:03+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708506903000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti