16 June 2021

La Stele Lidia torna in Turchia all’interno del museo delle Civiltà Anatoliche di Ankara

[ 0 ]

Appartenuta originariamente al Tempio di Apollo Aksyros nella provincia di Manisa, fu ritrovata a Prato nel 1997.  Oggi è custodita nel Museo delle Civiltà Anatoliche di Ankara. La stele della civiltà Lidia risalente al III secolo d.C. è tornata in Turchia dopo 23 anni, da quando fu trafugata dal Tempio di Apollo Aksyros nella nella provincia occidentale di Manisa.

La stele Lidia – questo il suo nome – ha transitato in numerose città; è stata a Zurigo, Londra – dove fu presentata e battuta in una prestigiosa asta con il nome di “lapide funeraria romana” – Arezzo e infine Prato dove fu ritrovata. Sulla stele è rappresentata la storia di un Dio che punisce Melita e Makedon per aver rubato una rete da pesca e altri oggetti. I parenti dei due furfanti, disperati, chiesero aiuto ad Apollo Aksyros, donando al tempio intitolato al dio la stele in questione.

Oggi il reperto archeologico, dalle dimensioni contenute – 50cm x 30cm – ma dall’inestimabile pregio storico e dal grande valore è tornato nuovamente in patria con un volo Roma Istanbul della Turkish Airlines nei giorni scorsi; ad accompagnarlo Riza Haluk Soner, Consigliere per la Cultura e il Turismo dell’Ambasciata di Turchia in Italia. Il viaggio poi è proseguito verso Ankara dove il Ministro della Cultura e del Turismo della Repubblica di Turchia, Mehmet Nuri Ersoy, ha presentato alla stampa e al pubblico la stele Lidia con una cerimonia presso il Museo delle Civiltà Anatoliche di Ankara.

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti