24 April 2024

“Israele nel cuore”: torna anche quest’anno il premio stampa dedicato ai reportage più emozionanti

[ 0 ]

Nuovo appuntamento ieri a Milano per l’Ufficio Nazionale Israeliano per il Turismo, con il consueto Premio stampa. Israel, land of Creation, è apparsa su oltre 1000 uscite, 987 giornali senza contare la parte social. Per questo il premio stampa “Israele nel cuore” ogni anno vuole premiare i reportage più emozionanti e approfonditi.

La categoria spiritualità la vince Elio Buonsignore per il programma televisivo che appare sulle reti Mediaset, i Viaggi del Cuore con un fervido racconto di Gerusalemme e della Terra Santa. La categoria culturale la vince Roberto Sveva Burchiello con il programma Moto Excape. La categoria natura la vincono Domenico Gambardella per Kilimangiaro e ancora Daniela Rainaldi produttore e Angela Costantino autore per Linea Verde Life, Leopoldo Gasparotto per Little Big Italy.

Per la categoria sport vince il premio Lorenzo Franculli di Gazzetta dello Sport, per la categoria content creator è premiata Camilla Gullà. Menzione speciale per Canale 5 a Giancarlo Scheri ed Emiliano Facchinetti per lo straordinario concerto dalla Torre di Davide a Gerusalemme. Ritornata due mesi fa, infine, Rosa Stella Brienza di Panorama, è stata la prima giornalista ad andare in Israele dopo lo scoppio della guerra. 

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466272 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuovi provvedimenti contro il turismo di massa ad Amsterdam, che non permetterà più la costruzione di nuovi strutture alberghiere. «Vogliamo rendere e mantenere la città vivibile per i residenti e i visitatori - spiega una nota del governo, ripresa da Reuters -. Ciò significa: niente turismo eccessivo, niente nuovi hotel e non più di 20 milioni di pernottamenti all'anno in hotel da parte dei turisti». Un nuovo hotel potrà essere costruito solo a fronte della chiusura di un altro albergo, se il numero di posti letto non aumenta e se la nuova struttura sarà migliore, ad esempio più sostenibile. La norma non è retroattiva e non si applica quindi agli alberghi la cui realizzazione era già stata autorizzata.  Il limite arriva dopo che i cittadini si sono lamentati degli effetti dell'elevato numero di turisti: nel 2023, la città ha totalizzato 20.665.000 pernottamenti solo negli hotel, senza considerare le case vacanza, i bed and breakfast e gli arrivi dei crocieristi. Il regolamento è l'ultima di una serie di misure adottate dalla città di Amsterdam per far fronte all'overtourism: quest'anno la tassa di soggiorno è passata dal 7% al 12,5%, la più alta d'Europa.  [post_title] => Amsterdam contro il turismo di massa: vietata la costruzione di nuovi alberghi [post_date] => 2024-04-24T12:43:27+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713962607000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466234 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ripartono da oggi mercoledì 24 aprile i collegamenti SNAV da Ancona per il porto di Spalato, in Croazia. La compagnia del Gruppo MSC impegnerà sulla linea il cruise ferry MSC Aurelia, dotato di ampi spazi e comfort per i passeggeri. I collegamenti sono previsti fino ad ottobre con tre partenze settimanali, il lunedì, mercoledì e venerdì da Ancona con rientro il martedì, giovedì e la domenica da Spalato. Nei periodi di alta stagione, per offrire una maggiore disponibilità, le partenze saranno giornaliere. Per l’inizio della linea Ancona-Spalato, SNAV ha lanciato la “Promo 25 Aprile” con uno sconto fino al 20% più auto e moto gratis sul viaggio di ritorno, escluso supplementi e diritti. L’offerta è soggetta a disponibilità limitata ed è valida per le prenotazioni effettuate dal 23 al 29 aprile, per i viaggi da aprile e giugno 2024. Anche quest’anno SNAV conferma la formula “Zero Pensieri” che prevede la possibilità di cancellazione della prenotazione con rimborso del 100% (escluso i diritti di prevendita, di prenotazione e assicurazione) fino a 30 giorni prima della partenza.       [post_title] => Snav, al via i collegamenti per la Croazia con Msc Aurelia [post_date] => 2024-04-24T11:53:58+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713959638000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466155 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dopo 11 anni di assenza, e una lunga parentesi in Costa Crociere, Neil Palomba torna in Msc Cruises, per cui ricoprirà il ruolo di executive vice president of operations della divisione statunitense, con la responsabilità di gestire e sviluppare l'attività della compagnia in Nord America. Dal 1996 al 2013, Palomba aveva ricoperto vari incarichi nel gruppo italo-svizzero, tra cui quello di chief operating officer a Fort Lauderdale, dal 2006 al 2010. Tre anni dopo era quindi entrato in Carnival, diventando prima direttore generale Costa Crociere con base a Genova, e poi vicepresidente esecutivo e direttore operativo di Carnival Cruise Line a Miami. Lasciata la compagnia Usa, Palomba aveva quindi fondato una società di consulenza negli Stati Uniti. [post_title] => Neil Palomba torna alle origini e diventa numero due negli Usa di Msc Crociere [post_date] => 2024-04-23T12:49:58+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713876598000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466146 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' stato confermato anche per l'estate 2024 il volo Neos Milano - Freeport, frutto della partnership tra la compagnia aerea, il brand Bravo (entrambi di casa Alpitour), nonché il ministero del Turismo, investimenti e aviazione delle Bahamas e il Viva Fortuna Beach by Wyndham. A seguito degli ottimi risultati raggiunti nel 2023, il collegamento quest'anno allunga persino la stagione iniziando il 6 giugno e concludendosi il 5 settembre con voli in calendario ogni giovedì. “Abbiamo ampliato la stagionalità dell’operazione anticipando le partenze di due settimane - conferma Matteo Bolognesi, destination manager mainstream Caribbean & South America Alpitour World -. Per il 2024 ci siamo prefissati un obiettivo sfidante e siamo estremamente fiduciosi di raggiungere il risultato, complice anche il trend positivo del segmento gruppi; in termini, generali attualmente registriamo + 64% prenotazioni rispetto a pari periodo 2023”. Situato sulla costa meridionale dell’isola di Grand Bahama, a 15 chilometri dall’aeroporto e a otto da Port Lucaya, da giugno a settembre la formula Bravo Viva Fortuna Beach arricchisce la proposta del resort con un tocco made in Italy, grazie alla presenza di chef, animatori e assistenti tricolori. Sul fronte prodotto, il gruppo Viva Resorts by Wyndham ha investito nel restyling della struttura con particolare attenzione alle camere destinate al mercato italiano che sono state oggetto di interventi di miglioria, sia negli arredi, sia negli elementi di decoro. Il resort integra anche la proposta f&b. Oltre a quello a buffet, sono presenti tre ristoranti à la carte: Dolce Vita, che propone cucina italiana; Hacienda Don Diego, che offre un menù messicano, in sostituzione di quello asiatico; Viva Cafe, con cucina fusion. Il programma di intrattenimento e le attività completano l’offerta turistica: tra le novità dell’estate 2024 sono inclusi quattro campi da pickleball e una nuova sala giochi e sport, aperta dalle 18 alle 22. “Siamo entusiasti dell’operazione con Alpitour World che, anno dopo anno, si consolida su una destinazione con gli scorci balneari più suggestivi e incontaminati dei Caraibi - aggiunge Giuliana Carniel, vice president sales and revenue management di Viva Resorts by Wyndham -. Il binomio Bravo-Viva Resorts by Wyndham si rafforza costantemente. E anche noi puntiamo a una stagione senza precedenti”. [post_title] => Confermato il binomio Bravo - Viva Fortuna Beach. Si allunga la stagione del Milano-Freeport di Neos [post_date] => 2024-04-23T12:28:11+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713875291000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466130 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Fondato nel 2019, oggi ViA(E) è un progetto di successo, che coinvolge oltre 40 enti pubblici e privati di Piemonte, Liguria, Lombardia, Toscana e presto della Sardegna. Un team di tour operator che ogni giorno produce pacchetti turistici ed experience (oltre 150 a catalogo!) distribuite a una rete di oltre 2.100 agenzie di viaggio in Italia e all’estero. Il mercato di riferimento oggi è il b2b, ma già da fine anno alcuni prodotti in esclusiva, come la vera Cerca dell’oro, saranno disponibili anche al b2c. L'Economia delle Relazioni Un grande contenitore, dunque, di prodotti turistici ideati e creati confrontandosi anche con le comunità locali che, grazie a un processo denominato “Economia delle Relazioni” e al modello “MirrorMood” permette a cittadini e operatori locali di diventare loro stessi ispiratori e protagonisti delle experience che i tour operator commercializzeranno. Un modello che stravolge il lavoro del destination manager: l’offerta turistica diventa protagonista già nella prima fase del lavoro di posizionamento di una destinazione e non più alla fine. Grazie al modello MirrorMood ideato da Liana Pastorin, architetto e comunicatrice, il prodotto turistico è davvero esperienziale e il tour operator insieme al cittadino, diventano gli attori centrali. Un po' dmo e allo stesso tempo dmc «Siamo partiti nell’ormai lontano 2019 con un progetto di comunicazione». Così Andrea Cerrato co-founder di ViA(E) e ceo di Promo Comunicazione: «Oggi ci rendiamo conto di aver creato un contenitore un po’ dmo e allo stesso tempo dmc: una forma dunque ibrida con l’obiettivo di commercializzare quelle che noi definiamo le Piccole Italie. Ci piace considerarlo un cluster dove i diversi player sono riuniti secondo criteri e obiettivi specifici». I progetti Casa Martini e Tamburello Tra le ultime novità ecco allora il progetto di dei tour esperienziali ViA(E) per Viaggiare dedicati a Casa Martini, arricchiti da una serie di podcast ad hoc, nonché l'educational Tamburello in fase di lancio proprio in questi giorni. «Il tamburello, in particolare la versione a muro, è uno degli sport più antichi del Monferrato - spiega sempre Cerrato -: si gioca ai piedi dei bastioni e ancora oggi attira centinaia di persone tutte le domeniche. Gioco di scommesse e di miti che ora diventando un’experience. Si tratta di un prodotto che fa parte di un progetto più vasto chiamato “true sounds, suoni dal cuore del Monferrato”». Uno strumento al servizio dei territori che vogliono diventare destinazione Oggi ViA(E) è insomma uno strumento al servizio di quei territori che vogliono creare o riposizionarsi come destinazione; grazie proprio al processo “Economia delle Relazioni” è infatti in grado di sviluppare un’offerta turistica esperienziale, dove sostenibilità e fruibilità del territorio diventano i principi cardini, così come il beneficio del cittadino ospitante deve essere di pari valore alla felicità del turista. [post_title] => Il progetto ViA(E): pacchetti ed experience distribuite a oltre 2.100 adv [post_date] => 2024-04-23T12:14:21+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713874461000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466134 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_466136" align="aligncenter" width="501"] ph credits: Ricardo Frantz[/caption] Minorca è spesso percepita come un rifugio pacifico in confronto al caos del turismo di massa che predomina in molte delle sue vicine nel Mediterraneo. Quest'isola, situata nell'arcipelago delle Baleari, si distingue per essere la meno urbanizzata e industrializzata, facendo da paradiso per coloro che cercano serenità e un ritmo di vita meno frenetico. Grazie a un paesaggio incantevole, composto da lunghe distese di spiagge incontaminate e una natura quasi intatta, Minorca offre un ambiente ideale per il ristoro del corpo e dello spirito. Inoltre, l’isola sta assumendo un ruolo sempre più rilevante nell'arena internazionale come esempio di sostenibilità e conservazione ambientale nel contesto del cambiamento climatico e delle sfide ecologiche contemporanee. La posizione geografica e l'importanza ecologica di Minorca L'isola di Minorca in Spagna rappresenta un eccezionale esempio di biodiversità e conservazione culturale nel Mediterraneo. Essendo stata nominata Riserva della Biosfera dall'UNESCO nel 1993, ha stabilito un precedente per la protezione e la gestione sostenibile degli ecosistemi insulari. Le autorità locali hanno implementato politiche ambientali stringenti che hanno preservato le principali riserve naturali dell'isola da sviluppi invasivi, salvaguardando così diverse specie di flora e fauna che altrimenti sarebbero a rischio di estinzione. Questi sforzi hanno permesso a Minorca di mantenere una qualità ambientale superiore rispetto a molte altre destinazioni turistiche. La svolta verso il turismo sostenibile Recentemente, Minorca ha compiuto grandi progressi nel promuovere pratiche di turismo sostenibile che integrano la protezione dell’ambiente con lo sviluppo economico locale. Alberghi che utilizzano energie rinnovabili, restrizioni sul traffico motorizzato nelle zone più vulnerabili e il sostegno ai produttori locali sono solo alcune delle iniziative che l'isola ha adottato per ridurre l'impatto ambientale del turismo. Queste misure non solo proteggono il paesaggio naturale di Minorca, ma offrono anche ai visitatori un'esperienza più autentica e rispettosa dell'ecosistema isolano. L'impatto del cambiamento climatico su Minorca Il cambiamento climatico rappresenta una minaccia significativa per la delicatezza ecologica di Minorca. L'incremento delle temperature, l'alterazione dei cicli di precipitazioni e l'innalzamento del livello del mare potrebbero devastare gli habitat naturali dell'isola, mettendo in pericolo le specie endemiche e alterando irreversibilmente la biodiversità locale. La comunità di Minorca è profondamente consapevole di questi rischi e sta lavorando per implementare strategie che possano mitigare gli effetti del riscaldamento globale e promuovere la resilienza ecologica. L'arte e la cultura come veicoli di educazione ambientale Minorca non è solamente un luogo di interesse naturale; la sua ricca storia e le diverse influenze culturali che ha ricevuto nel corso dei secoli hanno creato un patrimonio artistico e tradizionale unico. Le festività tradizionali, i musei locali e i programmi educativi svolgono un ruolo cruciale nell'insegnare ai residenti e ai turisti l'importanza del rispetto ambientale. Attraverso l'arte, la musica e la letteratura, Minorca diffonde un messaggio di sostenibilità che spera di ispirare una maggiore consapevolezza ecologica tra i visitatori. Le strategie future per minorca Guardando al futuro, Minorca si pone come obiettivo il rafforzamento delle sue politiche ambientali e lo sviluppo di ulteriori iniziative di turismo eco-compatibile. L'espansione delle aree protette, l'aumento delle attività educative sulla sostenibilità e il supporto per le tecnologie verdi sono tutti elementi chiave nella visione a lungo termine dell'isola. Questi sforzi mirano a preservare la bellezza e l'integrità naturale di Minorca per le generazioni future, consolidando il suo status di leader in pratiche turistiche sostenibili nel Mediterraneo. Dunque Minorca non è solo un luogo di vacanze nel Mediterraneo, ma un esempio vivo di come il turismo responsabile possa effettivamente contribuire alla conservazione ambientale. L'impegno continuo dell'isola nella protezione della sua unicità naturale e culturale offre un modello replicabile per altre destinazioni che aspirano a un equilibrio tra accoglienza turistica e sostenibilità ambientale. Minorca dimostra che è possibile godere della bellezza del mondo naturale mentre si contribuisce attivamente alla sua conservazione. [post_title] => Minorca: un'oasi di pace nel cuore del Mediterraneo [post_date] => 2024-04-23T11:57:11+00:00 [category] => Array ( [0] => estero [1] => informazione-pr ) [category_name] => Array ( [0] => Estero [1] => Informazione PR ) [post_tag] => Array ( [0] => arte-e-cultura-a-minorca [1] => baleari-spagna [2] => ecologia-minorca [3] => minorca [4] => minorca-spagna [5] => mnorca-baleari-spagna [6] => sostenibilita-minorca [7] => vacanze-a-minorca [8] => vacanze-nel-mediterraneo ) [post_tag_name] => Array ( [0] => arte e cultura a minorca [1] => Baleari Spagna [2] => ecologia minorca [3] => Minorca [4] => minorca spagna [5] => Mnorca Baleari Spagna [6] => sostenibilità minorca [7] => vacanze a minorca [8] => vacanze nel mediterraneo ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713873431000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466090 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => EasyJet ha aperto il nuovo programma di formazione per cadetti Generazione easyJet, che consentirà ad aspiranti piloti in possesso di poca esperienza, o anche neofiti, di entrare nella cabina di pilotaggio di un aereo commerciale Airbus A320 in circa due anni, in qualità di co-pilota qualificato. Nel corso della campagna di reclutamento quinquennale avviata dalla compagnia, oltre 1.000 nuovi piloti entreranno a far parte del personale del vettore entro il 2027, con circa 200 posti già disponibili a partire da quest'anno. La formazione si svolge in collaborazione con Cae – partner della compagnia aerea – presso le sedi dell'accademia aeronautica di Gatwick, Milano, Bruxelles o Madrid, mentre le fasi di addestramento al volo si svolgono negli Stati Uniti. Una volta completata con successo la formazione, i diplomati possono iniziare la loro carriera come co-piloti presso la compagnia. Poiché oggi in tutto il mondo solo circa il 6% dei piloti è donna, easyJet continua a impegnarsi attivamente per affrontare questa cruciale sfida del settore, anche attraverso  diverse iniziative come campagne di reclutamento, programmi di visite alle scuole per piloti e la sua Summer Flight School. Grazie a questo costante impegno, oggi ci sono circa 300 donne, di cui 99 comandanti, che volano per la compagnia. Questo è solo l’inizio di un lavoro che easyJet affronta quotidianamente per combattere gli stereotipi di genere e incoraggiare il maggior numero possibile di donne a candidarsi. Per iscriversi al Programma di formazione di easyJet, i cadetti devono aver compiuto 18 anni al momento dell'inizio della formazione e possedere un minimo di 5 certificati generali di istruzione secondaria (Gcse) di grado C o superiore (o equivalente), tra cui matematica, scienze e lingua inglese; non sono richieste qualifiche superiori o lauree. [post_title] => EasyJet: 1.000 nuovi piloti entro il 2027. Aperte le candidature per la formazione dei cadetti [post_date] => 2024-04-23T08:45:49+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713861949000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466066 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' Antonio Lazazzera, l'Hotel general manager of the year 2024 di Ehma. Il direttore dell'Excelsior Venice Lido Resort ha ritirato il premio in occasione della serata di gala organizzata presso la sala degli Specchi della stessa struttura lagunare, nel contesto dell'assemblea generale della European Hotel Managers Association. La giuria ha premiato la sua capacità di innovazione manageriale unita a un'eccellente vocazione per la valorizzazione delle risorse territoriali e delle risorse umane. A contendere il premio, Ivica Max Krizmanić, direttore generale dell'Esplanade Zagreb Hotel. “La sua trentennale esperienza ha permesso a Lazazzera di affrontare e superare brillantemente anni recenti non facili con totale dedizione e attenzione alle risorse umane - sottolinea il presidente Ehma Panos Almyrantis -. Appassionato del suo lavoro, dotato di rara intelligenza emotiva, è un esempio di leadership visionaria. Da anni punto di riferimento dell’ospitalità veneziana, è indubbia la sua capacità di ispirare le persone intorno a sé, sostenendo e orientando innanzitutto il suo team nella scoperta dei propri talenti”. Campano di nascita, Lazazzera vanta un importante percorso professionale, con esperienze in alcuni dei più famosi alberghi italiani. Dal 1989 al 2002 ha ricoperto posizioni di crescente rilevanza in Ciga Hotels, Itt Sheraton, Starwood Hotels & Resorts e Relais & Chateaux, acquisendo una  conoscenza a 360 gradi in ogni comparto dell'ospitalità. Dal 2002 al 2015 è al Grand Hotel Quisisana di Capri, affiliato The Leading Hotels of the World. Successivamente opera come gm al St. Regis Venice San Clemente Palace e poi al Falisia, Luxury Collection Resort & Spa, Portopiccolo, Trieste. Dal 2017 è general manager dell’Excelsior Venice Lido Resort and Complex Lido activities Venezia. [post_title] => Antonio Lazazzera European hotel manager of the year 2024 di Ehma [post_date] => 2024-04-22T12:43:18+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713789798000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466044 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Taglio del nastro per la nuova base operativa di Volotea a Brest, in Francia: è la 20esima base a livello europeo e la nona nel mercato francese. Da qui, il vettore spagnolo offrirà 18 destinazioni, di cui tre in Italia: in queste settimane sono decollati i primi voli alla volta di Palermo, Roma Fiumicino e Olbia. Prossimo appuntamento proprio in Italia, a Bari, con l’apertura ufficiale della ventunesima base del vettore, annunciata lo scorso novembre. Le 18 destinazioni disponibili a Brest sono dislocate in cinque Paesi (Francia, Spagna, Portogallo, Italia e Grecia) e per quest'anno ci sono oltre 355.000 posti disponibili (+188% rispetto al 2023), una cifra record per la nuova base francese. Inoltre, a Brest Volotea ha posizionato un nuovo Airbus A320, creando 30 nuovi posti di lavoro diretti e 170 indiretti. “L'apertura della nostra base a Brest, la nona in Francia e la ventesima in Europa, testimonia ancora una volta la nostra crescita significativa a livello europeo – ha commentato Carlos Muñoz, ceo di Volotea -. La nuova base rappresenta non solo un'opportunità per i nostri passeggeri, attraverso una ricca offerta in termini di destinazioni e posti, ma anche un catalizzatore per lo sviluppo economico locale, creando posti di lavoro e incentivando il turismo nella regione. Siamo orgogliosi di questo importante traguardo e siamo pronti alle prossime novità che ci aspettano. Infatti, non ci fermeremo qui e presto celebreremo anche l’apertura della ventunesima base Volotea a Bari”. [post_title] => Volotea: a Brest il taglio del nastro della 20esima base. Poi sarà la volta di Bari [post_date] => 2024-04-22T11:46:16+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713786376000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "israele nel cuore torna anche questanno il premio stampa dedicato ai reportage piu emozionanti" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":79,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":2748,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466272","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuovi provvedimenti contro il turismo di massa ad Amsterdam, che non permetterà più la costruzione di nuovi strutture alberghiere. «Vogliamo rendere e mantenere la città vivibile per i residenti e i visitatori - spiega una nota del governo, ripresa da Reuters -. Ciò significa: niente turismo eccessivo, niente nuovi hotel e non più di 20 milioni di pernottamenti all'anno in hotel da parte dei turisti».\r\n\r\nUn nuovo hotel potrà essere costruito solo a fronte della chiusura di un altro albergo, se il numero di posti letto non aumenta e se la nuova struttura sarà migliore, ad esempio più sostenibile. La norma non è retroattiva e non si applica quindi agli alberghi la cui realizzazione era già stata autorizzata. \r\n\r\nIl limite arriva dopo che i cittadini si sono lamentati degli effetti dell'elevato numero di turisti: nel 2023, la città ha totalizzato 20.665.000 pernottamenti solo negli hotel, senza considerare le case vacanza, i bed and breakfast e gli arrivi dei crocieristi.\r\n\r\nIl regolamento è l'ultima di una serie di misure adottate dalla città di Amsterdam per far fronte all'overtourism: quest'anno la tassa di soggiorno è passata dal 7% al 12,5%, la più alta d'Europa. ","post_title":"Amsterdam contro il turismo di massa: vietata la costruzione di nuovi alberghi","post_date":"2024-04-24T12:43:27+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1713962607000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466234","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ripartono da oggi mercoledì 24 aprile i collegamenti SNAV da Ancona per il porto di Spalato, in Croazia.\r\n\r\nLa compagnia del Gruppo MSC impegnerà sulla linea il cruise ferry MSC Aurelia, dotato di ampi spazi e comfort per i passeggeri.\r\n\r\nI collegamenti sono previsti fino ad ottobre con tre partenze settimanali, il lunedì, mercoledì e venerdì da Ancona con rientro il martedì, giovedì e la domenica da Spalato. Nei periodi di alta stagione, per offrire una maggiore disponibilità, le partenze saranno giornaliere.\r\n\r\nPer l’inizio della linea Ancona-Spalato, SNAV ha lanciato la “Promo 25 Aprile” con uno sconto fino al 20% più auto e moto gratis sul viaggio di ritorno, escluso supplementi e diritti. L’offerta è soggetta a disponibilità limitata ed è valida per le prenotazioni effettuate dal 23 al 29 aprile, per i viaggi da aprile e giugno 2024.\r\n\r\nAnche quest’anno SNAV conferma la formula “Zero Pensieri” che prevede la possibilità di cancellazione della prenotazione con rimborso del 100% (escluso i diritti di prevendita, di prenotazione e assicurazione) fino a 30 giorni prima della partenza.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Snav, al via i collegamenti per la Croazia con Msc Aurelia","post_date":"2024-04-24T11:53:58+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1713959638000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466155","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Dopo 11 anni di assenza, e una lunga parentesi in Costa Crociere, Neil Palomba torna in Msc Cruises, per cui ricoprirà il ruolo di executive vice president of operations della divisione statunitense, con la responsabilità di gestire e sviluppare l'attività della compagnia in Nord America.\r\n\r\nDal 1996 al 2013, Palomba aveva ricoperto vari incarichi nel gruppo italo-svizzero, tra cui quello di chief operating officer a Fort Lauderdale, dal 2006 al 2010. Tre anni dopo era quindi entrato in Carnival, diventando prima direttore generale Costa Crociere con base a Genova, e poi vicepresidente esecutivo e direttore operativo di Carnival Cruise Line a Miami. Lasciata la compagnia Usa, Palomba aveva quindi fondato una società di consulenza negli Stati Uniti.","post_title":"Neil Palomba torna alle origini e diventa numero due negli Usa di Msc Crociere","post_date":"2024-04-23T12:49:58+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1713876598000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466146","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' stato confermato anche per l'estate 2024 il volo Neos Milano - Freeport, frutto della partnership tra la compagnia aerea, il brand Bravo (entrambi di casa Alpitour), nonché il ministero del Turismo, investimenti e aviazione delle Bahamas e il Viva Fortuna Beach by Wyndham. A seguito degli ottimi risultati raggiunti nel 2023, il collegamento quest'anno allunga persino la stagione iniziando il 6 giugno e concludendosi il 5 settembre con voli in calendario ogni giovedì.\r\n\r\n“Abbiamo ampliato la stagionalità dell’operazione anticipando le partenze di due settimane - conferma Matteo Bolognesi, destination manager mainstream Caribbean & South America Alpitour World -. Per il 2024 ci siamo prefissati un obiettivo sfidante e siamo estremamente fiduciosi di raggiungere il risultato, complice anche il trend positivo del segmento gruppi; in termini, generali attualmente registriamo + 64% prenotazioni rispetto a pari periodo 2023”.\r\n\r\nSituato sulla costa meridionale dell’isola di Grand Bahama, a 15 chilometri dall’aeroporto e a otto da Port Lucaya, da giugno a settembre la formula Bravo Viva Fortuna Beach arricchisce la proposta del resort con un tocco made in Italy, grazie alla presenza di chef, animatori e assistenti tricolori. Sul fronte prodotto, il gruppo Viva Resorts by Wyndham ha investito nel restyling della struttura con particolare attenzione alle camere destinate al mercato italiano che sono state oggetto di interventi di miglioria, sia negli arredi, sia negli elementi di decoro. Il resort integra anche la proposta f&b. Oltre a quello a buffet, sono presenti tre ristoranti à la carte: Dolce Vita, che propone cucina italiana; Hacienda Don Diego, che offre un menù messicano, in sostituzione di quello asiatico; Viva Cafe, con cucina fusion. Il programma di intrattenimento e le attività completano l’offerta turistica: tra le novità dell’estate 2024 sono inclusi quattro campi da pickleball e una nuova sala giochi e sport, aperta dalle 18 alle 22.\r\n\r\n“Siamo entusiasti dell’operazione con Alpitour World che, anno dopo anno, si consolida su una destinazione con gli scorci balneari più suggestivi e incontaminati dei Caraibi - aggiunge Giuliana Carniel, vice president sales and revenue management di Viva Resorts by Wyndham -. Il binomio Bravo-Viva Resorts by Wyndham si rafforza costantemente. E anche noi puntiamo a una stagione senza precedenti”.","post_title":"Confermato il binomio Bravo - Viva Fortuna Beach. Si allunga la stagione del Milano-Freeport di Neos","post_date":"2024-04-23T12:28:11+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1713875291000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466130","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Fondato nel 2019, oggi ViA(E) è un progetto di successo, che coinvolge oltre 40 enti pubblici e privati di Piemonte, Liguria, Lombardia, Toscana e presto della Sardegna. Un team di tour operator che ogni giorno produce pacchetti turistici ed experience (oltre 150 a catalogo!) distribuite a una rete di oltre 2.100 agenzie di viaggio in Italia e all’estero. Il mercato di riferimento oggi è il b2b, ma già da fine anno alcuni prodotti in esclusiva, come la vera Cerca dell’oro, saranno disponibili anche al b2c.\r\n\r\nL'Economia delle Relazioni\r\n\r\nUn grande contenitore, dunque, di prodotti turistici ideati e creati confrontandosi anche con le comunità locali che, grazie a un processo denominato “Economia delle Relazioni” e al modello “MirrorMood” permette a cittadini e operatori locali di diventare loro stessi ispiratori e protagonisti delle experience che i tour operator commercializzeranno. Un modello che stravolge il lavoro del destination manager: l’offerta turistica diventa protagonista già nella prima fase del lavoro di posizionamento di una destinazione e non più alla fine. Grazie al modello MirrorMood ideato da Liana Pastorin, architetto e comunicatrice, il prodotto turistico è davvero esperienziale e il tour operator insieme al cittadino, diventano gli attori centrali.\r\n\r\nUn po' dmo e allo stesso tempo dmc\r\n\r\n«Siamo partiti nell’ormai lontano 2019 con un progetto di comunicazione». Così Andrea Cerrato co-founder di ViA(E) e ceo di Promo Comunicazione: «Oggi ci rendiamo conto di aver creato un contenitore un po’ dmo e allo stesso tempo dmc: una forma dunque ibrida con l’obiettivo di commercializzare quelle che noi definiamo le Piccole Italie. Ci piace considerarlo un cluster dove i diversi player sono riuniti secondo criteri e obiettivi specifici».\r\n\r\nI progetti Casa Martini e Tamburello\r\n\r\nTra le ultime novità ecco allora il progetto di dei tour esperienziali ViA(E) per Viaggiare dedicati a Casa Martini, arricchiti da una serie di podcast ad hoc, nonché l'educational Tamburello in fase di lancio proprio in questi giorni. «Il tamburello, in particolare la versione a muro, è uno degli sport più antichi del Monferrato - spiega sempre Cerrato -: si gioca ai piedi dei bastioni e ancora oggi attira centinaia di persone tutte le domeniche. Gioco di scommesse e di miti che ora diventando un’experience. Si tratta di un prodotto che fa parte di un progetto più vasto chiamato “true sounds, suoni dal cuore del Monferrato”».\r\n\r\nUno strumento al servizio dei territori che vogliono diventare destinazione\r\n\r\nOggi ViA(E) è insomma uno strumento al servizio di quei territori che vogliono creare o riposizionarsi come destinazione; grazie proprio al processo “Economia delle Relazioni” è infatti in grado di sviluppare un’offerta turistica esperienziale, dove sostenibilità e fruibilità del territorio diventano i principi cardini, così come il beneficio del cittadino ospitante deve essere di pari valore alla felicità del turista.","post_title":"Il progetto ViA(E): pacchetti ed experience distribuite a oltre 2.100 adv","post_date":"2024-04-23T12:14:21+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1713874461000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466134","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_466136\" align=\"aligncenter\" width=\"501\"] ph credits: Ricardo Frantz[/caption]\r\n\r\nMinorca è spesso percepita come un rifugio pacifico in confronto al caos del turismo di massa che predomina in molte delle sue vicine nel Mediterraneo. Quest'isola, situata nell'arcipelago delle Baleari, si distingue per essere la meno urbanizzata e industrializzata, facendo da paradiso per coloro che cercano serenità e un ritmo di vita meno frenetico. Grazie a un paesaggio incantevole, composto da lunghe distese di spiagge incontaminate e una natura quasi intatta, Minorca offre un ambiente ideale per il ristoro del corpo e dello spirito. Inoltre, l’isola sta assumendo un ruolo sempre più rilevante nell'arena internazionale come esempio di sostenibilità e conservazione ambientale nel contesto del cambiamento climatico e delle sfide ecologiche contemporanee.\r\n\r\nLa posizione geografica e l'importanza ecologica di Minorca\r\n\r\nL'isola di Minorca in Spagna rappresenta un eccezionale esempio di biodiversità e conservazione culturale nel Mediterraneo. Essendo stata nominata Riserva della Biosfera dall'UNESCO nel 1993, ha stabilito un precedente per la protezione e la gestione sostenibile degli ecosistemi insulari. Le autorità locali hanno implementato politiche ambientali stringenti che hanno preservato le principali riserve naturali dell'isola da sviluppi invasivi, salvaguardando così diverse specie di flora e fauna che altrimenti sarebbero a rischio di estinzione. Questi sforzi hanno permesso a Minorca di mantenere una qualità ambientale superiore rispetto a molte altre destinazioni turistiche.\r\n\r\nLa svolta verso il turismo sostenibile\r\n\r\nRecentemente, Minorca ha compiuto grandi progressi nel promuovere pratiche di turismo sostenibile che integrano la protezione dell’ambiente con lo sviluppo economico locale. Alberghi che utilizzano energie rinnovabili, restrizioni sul traffico motorizzato nelle zone più vulnerabili e il sostegno ai produttori locali sono solo alcune delle iniziative che l'isola ha adottato per ridurre l'impatto ambientale del turismo. Queste misure non solo proteggono il paesaggio naturale di Minorca, ma offrono anche ai visitatori un'esperienza più autentica e rispettosa dell'ecosistema isolano.\r\n\r\nL'impatto del cambiamento climatico su Minorca\r\n\r\nIl cambiamento climatico rappresenta una minaccia significativa per la delicatezza ecologica di Minorca. L'incremento delle temperature, l'alterazione dei cicli di precipitazioni e l'innalzamento del livello del mare potrebbero devastare gli habitat naturali dell'isola, mettendo in pericolo le specie endemiche e alterando irreversibilmente la biodiversità locale. La comunità di Minorca è profondamente consapevole di questi rischi e sta lavorando per implementare strategie che possano mitigare gli effetti del riscaldamento globale e promuovere la resilienza ecologica.\r\n\r\nL'arte e la cultura come veicoli di educazione ambientale\r\n\r\nMinorca non è solamente un luogo di interesse naturale; la sua ricca storia e le diverse influenze culturali che ha ricevuto nel corso dei secoli hanno creato un patrimonio artistico e tradizionale unico. Le festività tradizionali, i musei locali e i programmi educativi svolgono un ruolo cruciale nell'insegnare ai residenti e ai turisti l'importanza del rispetto ambientale. Attraverso l'arte, la musica e la letteratura, Minorca diffonde un messaggio di sostenibilità che spera di ispirare una maggiore consapevolezza ecologica tra i visitatori.\r\n\r\nLe strategie future per minorca\r\n\r\nGuardando al futuro, Minorca si pone come obiettivo il rafforzamento delle sue politiche ambientali e lo sviluppo di ulteriori iniziative di turismo eco-compatibile. L'espansione delle aree protette, l'aumento delle attività educative sulla sostenibilità e il supporto per le tecnologie verdi sono tutti elementi chiave nella visione a lungo termine dell'isola. Questi sforzi mirano a preservare la bellezza e l'integrità naturale di Minorca per le generazioni future, consolidando il suo status di leader in pratiche turistiche sostenibili nel Mediterraneo.\r\n\r\nDunque Minorca non è solo un luogo di vacanze nel Mediterraneo, ma un esempio vivo di come il turismo responsabile possa effettivamente contribuire alla conservazione ambientale. L'impegno continuo dell'isola nella protezione della sua unicità naturale e culturale offre un modello replicabile per altre destinazioni che aspirano a un equilibrio tra accoglienza turistica e sostenibilità ambientale. Minorca dimostra che è possibile godere della bellezza del mondo naturale mentre si contribuisce attivamente alla sua conservazione.","post_title":"Minorca: un'oasi di pace nel cuore del Mediterraneo","post_date":"2024-04-23T11:57:11+00:00","category":["estero","informazione-pr"],"category_name":["Estero","Informazione PR"],"post_tag":["arte-e-cultura-a-minorca","baleari-spagna","ecologia-minorca","minorca","minorca-spagna","mnorca-baleari-spagna","sostenibilita-minorca","vacanze-a-minorca","vacanze-nel-mediterraneo"],"post_tag_name":["arte e cultura a minorca","Baleari Spagna","ecologia minorca","Minorca","minorca spagna","Mnorca Baleari Spagna","sostenibilità minorca","vacanze a minorca","vacanze nel mediterraneo"]},"sort":[1713873431000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466090","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"EasyJet ha aperto il nuovo programma di formazione per cadetti Generazione easyJet, che consentirà ad aspiranti piloti in possesso di poca esperienza, o anche neofiti, di entrare nella cabina di pilotaggio di un aereo commerciale Airbus A320 in circa due anni, in qualità di co-pilota qualificato.\r\nNel corso della campagna di reclutamento quinquennale avviata dalla compagnia, oltre 1.000 nuovi piloti entreranno a far parte del personale del vettore entro il 2027, con circa 200 posti già disponibili a partire da quest'anno.\r\nLa formazione si svolge in collaborazione con Cae – partner della compagnia aerea – presso le sedi dell'accademia aeronautica di Gatwick, Milano, Bruxelles o Madrid, mentre le fasi di addestramento al volo si svolgono negli Stati Uniti. Una volta completata con successo la formazione, i diplomati possono iniziare la loro carriera come co-piloti presso la compagnia.\r\nPoiché oggi in tutto il mondo solo circa il 6% dei piloti è donna, easyJet continua a impegnarsi attivamente per affrontare questa cruciale sfida del settore, anche attraverso  diverse iniziative come campagne di reclutamento, programmi di visite alle scuole per piloti e la sua Summer Flight School.\r\nGrazie a questo costante impegno, oggi ci sono circa 300 donne, di cui 99 comandanti, che volano per la compagnia. Questo è solo l’inizio di un lavoro che easyJet affronta quotidianamente per combattere gli stereotipi di genere e incoraggiare il maggior numero possibile di donne a candidarsi.\r\nPer iscriversi al Programma di formazione di easyJet, i cadetti devono aver compiuto 18 anni al momento dell'inizio della formazione e possedere un minimo di 5 certificati generali di istruzione secondaria (Gcse) di grado C o superiore (o equivalente), tra cui matematica, scienze e lingua inglese; non sono richieste qualifiche superiori o lauree.","post_title":"EasyJet: 1.000 nuovi piloti entro il 2027. Aperte le candidature per la formazione dei cadetti","post_date":"2024-04-23T08:45:49+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1713861949000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466066","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' Antonio Lazazzera, l'Hotel general manager of the year 2024 di Ehma. Il direttore dell'Excelsior Venice Lido Resort ha ritirato il premio in occasione della serata di gala organizzata presso la sala degli Specchi della stessa struttura lagunare, nel contesto dell'assemblea generale della European Hotel Managers Association. La giuria ha premiato la sua capacità di innovazione manageriale unita a un'eccellente vocazione per la valorizzazione delle risorse territoriali e delle risorse umane. A contendere il premio, Ivica Max Krizmanić, direttore generale dell'Esplanade Zagreb Hotel.\r\n\r\n“La sua trentennale esperienza ha permesso a Lazazzera di affrontare e superare brillantemente anni recenti non facili con totale dedizione e attenzione alle risorse umane - sottolinea il presidente Ehma Panos Almyrantis -. Appassionato del suo lavoro, dotato di rara intelligenza emotiva, è un esempio di leadership visionaria. Da anni punto di riferimento dell’ospitalità veneziana, è indubbia la sua capacità di ispirare le persone intorno a sé, sostenendo e orientando innanzitutto il suo team nella scoperta dei propri talenti”.\r\n\r\nCampano di nascita, Lazazzera vanta un importante percorso professionale, con esperienze in alcuni dei più famosi alberghi italiani. Dal 1989 al 2002 ha ricoperto posizioni di crescente rilevanza in Ciga Hotels, Itt Sheraton, Starwood Hotels & Resorts e Relais & Chateaux, acquisendo una  conoscenza a 360 gradi in ogni comparto dell'ospitalità. Dal 2002 al 2015 è al Grand Hotel Quisisana di Capri, affiliato The Leading Hotels of the World. Successivamente opera come gm al St. Regis Venice San Clemente Palace e poi al Falisia, Luxury Collection Resort & Spa, Portopiccolo, Trieste. Dal 2017 è general manager dell’Excelsior Venice Lido Resort and Complex Lido activities Venezia.","post_title":"Antonio Lazazzera European hotel manager of the year 2024 di Ehma","post_date":"2024-04-22T12:43:18+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1713789798000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466044","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Taglio del nastro per la nuova base operativa di Volotea a Brest, in Francia: è la 20esima base a livello europeo e la nona nel mercato francese.\r\nDa qui, il vettore spagnolo offrirà 18 destinazioni, di cui tre in Italia: in queste settimane sono decollati i primi voli alla volta di Palermo, Roma Fiumicino e Olbia. Prossimo appuntamento proprio in Italia, a Bari, con l’apertura ufficiale della ventunesima base del vettore, annunciata lo scorso novembre.\r\nLe 18 destinazioni disponibili a Brest sono dislocate in cinque Paesi (Francia, Spagna, Portogallo, Italia e Grecia) e per quest'anno ci sono oltre 355.000 posti disponibili (+188% rispetto al 2023), una cifra record per la nuova base francese. Inoltre, a Brest Volotea ha posizionato un nuovo Airbus A320, creando 30 nuovi posti di lavoro diretti e 170 indiretti.\r\n“L'apertura della nostra base a Brest, la nona in Francia e la ventesima in Europa, testimonia ancora una volta la nostra crescita significativa a livello europeo – ha commentato Carlos Muñoz, ceo di Volotea -. La nuova base rappresenta non solo un'opportunità per i nostri passeggeri, attraverso una ricca offerta in termini di destinazioni e posti, ma anche un catalizzatore per lo sviluppo economico locale, creando posti di lavoro e incentivando il turismo nella regione. Siamo orgogliosi di questo importante traguardo e siamo pronti alle prossime novità che ci aspettano. Infatti, non ci fermeremo qui e presto celebreremo anche l’apertura della ventunesima base Volotea a Bari”.","post_title":"Volotea: a Brest il taglio del nastro della 20esima base. Poi sarà la volta di Bari","post_date":"2024-04-22T11:46:16+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1713786376000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti