29 January 2023

Torna Modena Play: dal 20 al 22 maggio la fiera del gioco da tavolo che attira migliaia di visitatori

[ 0 ]

Circa 18mila metri quadrati di padiglioni, ai quali si somma l’area esterna coperta per circa 5 mila metri quadrati da tensostrutture, più di 150 espositori, cento associazioni coinvolte, una cinquantina di ospiti tra cui star internazionali del gioco da tavolo, 2.500 tavoli pronti per giocare, 7 mila sedie, migliaia di titoli tra grandi classici, ultime novità e anteprime mondiali, incontri e convegni sul ruolo fondamentale del gioco nella nostra vita. Sono i numeri in sintesi dell’edizione 2022 di Modena Play: il festival del gioco torna dal 20 al 22 maggio a ModenaFiere, forte del supporto di un’industria, quella dell’intrattenimento ludico offline, che sta registrando un tasso di crescita composto annuo pari al +13% da qui al 2025 (secondo il Global Board Games Market Report 2021), anno in cui il mercato mondiale raggiungerà i 21,65 miliardi di dollari. E anche l’Italia si inserisce in tale trend, con un volume d’affari dei giochi da tavolo che si stima oggi aggirarsi attorno ai 100 milioni di euro l’anno.

Un evento importante, insomma, perché “giocare è una cosa seria” come recita il claim della fiera, che non può non generare anche un indotto consistente sui flussi turistici verso la città emiliana. E infatti Modena e alcune località della provincia si sono riempite già dallo scorso 13 maggio, e per oltre una settimana, con eventi di alto livello e ampio respiro organizzati in una sorta di Fuori Salone, che coinvolge direttamente i partner culturali del territorio. E ancora: oltre 1.300 studenti hanno prenotato gratuitamente una visita al festival con i loro insegnanti. E non solo da Modena e dalla provincia ma anche da fuori regione. Per loro Play propone percorsi e attività ad hoc.

L’evento è organizzato da ModenaFiere, in collaborazione con Ludo Labo e il supporto di Club TreEmme, la Tana dei Goblin, la Gilda del Grifone e altre decine di associazioni ludiche italiane. Il festival si avvale del patrocinio del comune di Modena, regione Emilia-Romagna, Università di Modena e Reggio Emilia, azienda Usl di Modena. Play è inoltre partner del Festivaldeigiovani e quest’anno conta sulla collaborazione di alcuni dei più importanti enti di ricerca italiani che saranno presenti con le loro proposte: l’Istituto nazionale di astrofisica (Inaf), l’Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn) e l’Ogs di Trieste, ovvero l’Istituto nazionale di oceanografia e di geofisica sperimentale.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438022 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Skyscanner ha analizzato decine di migliaia di dati relativi ai viaggiatori di dieci Paesi nel mondo per rivelare ai viaggiatori come risparmiare ancora di più sui voli. Mettendo a confronto due tra i più popolari e diffusi trucchi di viaggio (quando prenotare e quando viaggiare), Skyscanner è stata in grado di rivelare come una prenotazione e una partenza al momento giusto possano far risparmiare ai viaggiatori italiani in media rispettivamente 52 euro e 48 euro. Ad oggi, il momento migliore per prenotare voli dall'Italia è, in media, 19 settimane prima della partenza e il giorno più economico della settimana per viaggiare dall'Italia è il sabato. Tuttavia, la piattaforma, che ha analizzato milioni di prenotazioni di voli nell'ultimo anno per le sue destinazioni più popolari, ha svelato alcuni interessanti retroscena: non solo questi “trucchi” cambiano a seconda della destinazione, ma anche del mese in cui si controlla la medesima destinazione, ad esempio: Il momento migliore per prenotare un volo da Roma ad Amsterdam è con 20 settimane di anticipo mentre da Roma-Parigi è con 31 settimane di anticipo; Per Milano, il giorno più economico della settimana per viaggiare a Ibiza a luglio è un martedì, mentre per Tenerife è il lunedì; Il giorno più economico della settimana per andare a Valencia da Bologna in agosto è il mercoledì, mentre in settembre è il lunedì. I viaggiatori possono utilizzare il ‘Savings Generator’ di Skyscanner (il generatore di risparmio) per il 2023 per calcolare da soli come risparmiare. «La maggior parte delle persone non è a conoscenza di alcuni semplici consigli e trucchi di viaggio che potrebbero consentire loro di risparmiare cifre importanti - spiega Laura Lindsay, esperta di trend di viaggio per Skyscanner - Si tratta di un aspetto fondamentale, soprattutto alla luce del contesto di inflazione attuale. Queste intuizioni di risparmio non devono per forza essere frutto del sentito dire del settore: in Skyscanner abbiamo accesso a milioni di dati per mettere a disposizione di tutti i viaggiatori queste informazioni. Stiamo sperimentando la condivisione di queste informazioni tramite il nostro ‘Savings Generator’ per consentire ai viaggiatori italiani di calcolare da soli i risparmi del viaggio sulla base delle nostre 15 rotte più popolari per ogni mese dell'anno. Quando si cerca il prezzo migliore, sappiamo quanto sia importante essere informati, ecco perché gli strumenti di Skyscanner sono pensati per consentire ai viaggiatori di sentirsi sicuri quando prenotano. Iscriversi agli avvisi sui prezzi di Skyscanner è un ottimo modo per tenersi aggiornati sulle variazioni per la propria destinazione preferita, in modo da essere i primi a sapere di eventuali cali di prezzo e poter così cogliere le migliori occasioni di viaggio».   La recente ricerca di Skyscanner sulle Tendenze di Viaggio ha rivelato che i consumatori italiani prevedono di viaggiare ancora di più nel 2023, ma soprattutto che cercheranno di ottenere la migliore offerta possibile per i loro viaggi. Il modo migliore per garantirsi un buon prezzo è confrontare le opzioni tra operatori, date e destinazioni. [post_title] => Skyscanner, consigli e trucchi per risparmiare nella prenotazione dei viaggi [post_date] => 2023-01-26T15:07:07+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674745627000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437987 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il grande ritorno dell'eCommerce nel turismo. Infatti il 2022 è stato l’anno della ripresa per il mercato complessivo del turismo (online + offline) in Italia, tornato vicinissimo ai valori pre-pandemia. Se per la componente offline il divario da colmare è ancora significativo (da -45% a -16% rispetto al 2019 per i differenti comparti), guardando solo all’eCommerce dei viaggi il sorpasso sul 2019, in alcuni casi, è già avvenuto. Nell’ospitalità i valori del 2022 per l’online superano, infatti, quelli del pre-pandemia (16,4 contro i 14,6 miliardi del 2019) mentre nei trasporti vi sono ormai vicini (11,2 miliardi rispetto a i 12 di tre anni fa). Anche il turismo organizzato ha ripreso a correre: il mercato del tour operating nel 2022 vale il 70% di quanto fatturava nel 2019 e il comparto delle agenzie di viaggio si attesta al -19% sul pre-pandemia. Rispetto al 2021 la ripartenza è evidente: +106% per il tour operating e +189% per le agenzie di viaggio. Sono alcuni dei dati emersi dalla nona edizione dell'Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo della School of Management del Politecnico di Milano, presentati in occasione del convegno “Travel Innovation Day – Il Travel riprende quota: il digitale ai comandi” insieme alla ricerca dell’Osservatorio Business Travel, svolta in partnership con il Center for Advanced Studies in Tourism (CAST) dell’Università di Bologna. Crescita Anche in fase di prenotazione l’online la fa da padrone: per l’alloggio la quota di chi ha utilizzato esclusivamente canali online raggiunge il 59%, mentre nei trasporti il 63%. Inoltre, il 22% dei viaggiatori si rivolge all’agenzia o consulente di viaggio per acquisire informazioni o prenotare la vacanza. Continua a crescere anche il numero di viaggiatori che ha acquistato tramite eCommerce prodotti legati alla località visitata e che rappresenta il 33% del totale, contro il 12% del 2019 e il 9% del 2018. Anche l’offerta si sta adeguando alla crescente richiesta di esperienze neverending, ossia esperienze turistiche estese nel tempo e nello spazio: il 12% delle strutture ricettive offre ai propri clienti la possibilità di acquistare prodotti della destinazione (enogastronomici, di artigianato etc.) tramite eCommerce. [post_title] => L'eCommerce vola. Il turismo organizzato si difende bene [post_date] => 2023-01-26T11:11:55+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674731515000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437925 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => A partire dall'inizio del 2023, Finnair implementerà gradualmente la continuità dei prezzi nei canali di vendita attraverso Finnair.com e l'App mobile Finnair, nonché i canali Ndc per gli agenti partner. Ciò si traduce in prezzi più competitivi sui canali moderni rispetto a quelli offerti con il precedente sistema Edifact. Inoltre, nell’ottica di accelerare ulteriormente la trasformazione tecnologica del vettore, eliminerà gli itinerari nazionali finlandesi dalla distribuzione Edifact. I voli nazionali saranno disponibili ai clienti da maggio sui canali diretti della compagnia e nei punti vendita abilitati Ndc di Finnair. Questi cambiamenti non influiscono sui viaggi intercontinentali che partono dalla Finlandia verso un altro Paese o sulle rotte che partono all’estero per la Finlandia. Afferma Jenni Suomela, vice president, global sales and channel management del vettore. "Invitiamo i nostri partner b2b a unirsi a questo viaggio, cosicché i nostri clienti possano usufruire di questi vantaggi e siamo pronti a sostenere e aiutare i nostri partner in questa trasformazione". Digitalizzazione Questi cambiamenti sono fondamentali nel percorso dell'azienda verso la modernizzazione dei canali di vendita. Nel settembre 2021, infatti, l'aviolinea ha annunciato di voler adottare una distribuzione digitale entro la fine del 2025, eliminando gradualmente lo standard Edifact utilizzato finora. Dopo aver investito per anni nei canali diretti e nell'Ndc, Finnair aspira a passare alla distribuzione digitale moderna. Nel dicembre 2022, la compagnia ha annunciato un investimento informatico a lungo termine per rafforzare le capacità di vendita al dettaglio attraverso una gestione delle offerte e degli ordini all’avanguardia. Lo scorso anno, inoltre, Finnair ha introdotto il supplemento Edifact per le rotte dall’Europa, in diversi mercati dell'Asia (viaggi in partenza da Hong Kong, India, Giappone, Corea, Singapore, Thailandia e mercati offline) ma anche del Medio Oriente (viaggi che partono da Israele, Qatar ed Emirati Arabi Uniti) e ha rimosso il marchio Finnair Light da Edifact. [post_title] => Finnair rafforza gradualmente le nuove modalità di vendita [post_date] => 2023-01-25T12:10:14+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674648614000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437911 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_437915" align="alignleft" width="300"] Lublino[/caption] La Polonia rilancia la scommessa sul mercato Italia per il 2023 con più collegamenti aerei, numerose novità e una ancor più presente attività di formazione al trade. Obiettivo: consolidare i risultati 2019, quando si erano registrati arrivi per oltre 600.000 italiani. “La Polonia è una meta moderna e dinamica, molto apprezzata dagli italiani, che prediligono fra tutto le nostre città d’arte (Cracovia, Varsavia, Danzica e Breslavia fra tutte) – afferma Barbara Minczewa, direttrice dell’Ente nazionale polacco per il turismo in Italia - ma la promozione della destinazione per il 2023 sarà incentrata su una Polonia meno nota, una terra che attrae per il ricco patrimonio storico-culturale ma che deve oggi rivelare al grande pubblico la sua bellezza naturalistica, la biodiversità, le possibilità legate all’outdoor e la squisita offerta gastronomica”. Nei primi 10 mesi del 2022, il numero di pernottamenti dei visitatori italiani non ha ancora raggiunto i dati dello stesso periodo del 2019 (anche se si attestano al 60%), ma con un aumento del +90% se si guarda al 2021. “Sono dati al momento ancora parziali, ma che ci mostrano un trend in crescita, non solo per quanto riguarda il turismo dall’Italia, ma in generale per i flussi provenienti dall’Unione europea”. In calendario incontri di formazione online e fam trip, così da dare ad agenti e operatori l’occasione di approfondire la propria conoscenza sulla destinazione, ma anche la partecipazione a fiere ed eventi insieme ai dmc polacchi. Sul fronte dei collegamenti spiccano i due nuovi per Lublino, città accademica e importante punto di unione fra l’Europa occidentale e quella orientale e, in secondo luogo, il grande ritorno del volo diretto Roma-Danzica. “La nostra forza sta nei numerosi collegamenti aerei che permettono a molti italiani di raggiungere il nostro paese in ogni stagione dell’anno grazie a operativi che consentono di organizzare long weekend oppure di approfittare dei ponti di primavera, per una breve vacanza o, ancora, del periodo delle festività natalizie, quando si svolgono i mercatini di Natale”.   [post_title] => La Polonia scommette sulle mete meno note. Più voli e tanta formazione al trade [post_date] => 2023-01-25T11:11:30+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674645090000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437864 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => EasyJet punta i riflettori sulla rotta Milano Malpensa-Marrakech: «È una rotta che operiamo dal 2007, una destinazione storica da Malpensa, che ha sempre funzionato molto bene - sottolinea Lorenzo Lagorio, country manager di easyJet Italia -  e che oggi viene proposta con fino a otto frequenze settimanali. Lavoriamo tutto l'anno con un misto di clientela che viaggia per turismo e una grossa componente vfr. Dal 2007 sono stati trasportati in Marocco più di 1,2 milioni di passeggeri italiani: un risultato straordinario che, con l’inizio del 2023, ci ha portato ad aumentare del 48% il numero di posti disponibili rispetto al 2019, l’ultimo anno prima della pandemia». Marrakech offre al viaggiatore il fascino della tradizione e della storia, insieme con la vitalità di una città moderna, spaziosa, sicura e ricca di opportunità per il turista. Le atmosfere del passato e di una cultura millenaria sono nella Medina, la città antica dove il minareto della Moschea della Koutoubia si innalza sulla vasta piazza Jemaa el-Fna, brulicante a tutte le ore di venditori, piena del suono delle percussioni berbere, di cibi speziati e di incantatori di serpenti. Proprio nella Medina si può riscoprire il passato nelle testimonianze raccolte al Museo delle Confluenze, allestito nel palazzo del pascià – e il tradizionale Hammam Les Bains du Lotus – per sperimentare i locali riti dell’acqua e un intenso massaggio. E poi il raffinato palazzo del Moroccan Culinary Arts Museum, per cucinare i piatti della tradizione marocchina. Dalle porte che si aprono nelle mura si diramano eleganti viali dove si trovano hotel raffinati e pieni di tradizione (Jadali Hotel & Spa) e ristoranti in design dalla proposta gastronomica locale, pieni di musica, raffinati e accoglienti (Dar Rhizlane, Nouba, Lotus Garden). A Marrakech si trova anche un museo dedicato allo stilista Yves Saint Laurent, che qui, a fianco degli incantevoli Giardini Majorelle, visse per lunghi periodi a partire dal 1966 e mise i colori del Marocco nelle sue creazioni. Nell’antica capitale del paese c’è spazio anche per il lifestyle e il lusso di M Street, la strada pensata da Nebile Slitine che ospita un centro culturale interattivo, eventi artistici, ristoranti cosmopoliti e hotel di design. E Marrakech è anche avventura e sport: un volo in mongolfiera per ammirare nel silenzio il sorgere del sole (Marrakech Dream Ballooning). Un the nel deserto al tramonto nell’esclusivo Yeswacamp Bivouac e nelle sue tende/stanze affascinanti e colorate. Oppure un’escursione in mountain-bike a partire dal parco avventura Terres d'Amanar, presso Agafay, per scoprire le pendici della catena dell’Atlante.  [gallery ids="437868,437865,437866,437867,437869,437870"] [post_title] => Il Marocco di easyJet: viaggio a Marrakech fra passato e futuro [post_date] => 2023-01-25T09:15:09+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674638109000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437873 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Esordio in Liguria per IOBUS, la start up tutta italiana che, dopo aver lanciato su Roma, nell’aprile scorso, i tour esperienziali in otto lingue, estende questa tipologia d’offerta turistica a La Spezia, proponendo due tour nel famoso e suggestivo Golfo dei Poeti, programmati a Lerici e a Porto Venere.  Il progetto nasce da una partnership siglata con SAT di Viaggi Capa, storico operatore locale, da sempre impegnato nello sviluppo turistico di La Spezia e Massa Carrara, che attualmente dispone di una flotta di bus Gt composta da minibus a nove posti e pullman fino a 88 posti. I tour Il primo tour, identificato con la ‘Linea Rossa’ prevede fermate a Piazza Chiodo, di fronte al Museo tecnico Navale, a Porto Venere, Patrimonio Unesco con sosta al borgo, e rientro a La Spezia lungo la Via Napoleonica. Il secondo tour, ‘Linea Blu’, è programmato con fermate a Venere Azzurra/San Terenzo, baia caratterizzata da Villa Marigola del XVIII secolo, ed a Lerici col suo borgo dominato dal Castello del 1152. «Il lancio di questi nuovi tours – sottolinea il Presidente di Iobus, Giuseppe Cilia – è la conferma di una strategia di sviluppo sul territorio nazionale, che avevamo già espresso agli esordi nella capitale la scorsa primavera. Ora, in soli 8 mesi e con un partner affidabile come SAT di Viaggi Capa, ampliamo le nostre proposte di tours cittadini, realizzando due itinerari di grande suggestione alla scoperta di una eccellenza ligure come il Golfo dei Poeti che ogni anno attira migliaia di turisti italiani e stranieri e numerosi crocieristi. Riguardo poi l’andamento del nostro primo anno di attività su Roma siamo pienamente soddisfatti dei risultati raggiunti e anche nel 2023 proseguiremo le collaborazioni con i più importanti tour operator». Viva soddisfazione espressa anche dal partner dell’operazione: «Da anni – osserva infatti Luca Lorenzini, titolare di SAT di Viaggi Capa - abbiamo sviluppato un servizio di tour operating dedicato al turismo in arrivo ai vari Porti di La Spezia, Marina di Carrara e Livorno offrendo possibilità di raggiungere le più famose località turistiche della Toscana e della Liguria; con questo nuovo servizio si consolida l’offerta incoming locale con l’eccellenza di un territorio come il Golfo dei Poeti. Con questo nuovo progetto di Iobus La Spezia, puntiamo ad internazionalizzare l’offerta, sia con le navi da crociera che con i turisti fai da te». [post_title] => IOBUS lancia i tours nel Golfo dei Poeti a La Spezia [post_date] => 2023-01-25T08:45:14+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674636314000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437810 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Fiavet lazio e Assoturismo denunciano un fatto assai grave. Le agenzie di viaggio del Lazio sono costrette a segnalare le criticità emerse dalla misura Lazio Experience proprio per il comparto delle agenzie di viaggio e tour operator. Il presidente della Fiavet Lazio Stefano Corbari evidenzia che «La misura è partita ad aprile 2022 e purtroppo, ad oggi, le agenzie sono ancora in attesa di sapere se le rendicontazioni presentate sono corrette oppure no, naturalmente sono anche in attesa di ricevere il rimborso degli importi già anticipati ai clienti per migliaia di euro». Una misura che grava ancora di più sulle adv Da parte sua il presidente di Assoturismo Roma e Lazio Angelo Di Porto è stato molto chiaro. «Questa iniziativa che era nata per sostenere le agenzie di viaggio del Lazio, provate dalla pandemia e per promuovere il turismo nella nostra regione. Si è alla fine rivelata molto meno efficace del previsto e anzi è andata a gravare ancora di più su aziende già molto provate e che infatti hanno smesso di approfittare di questa misura proprio per le criticità che adesso stiamo segnalando».  Questa situazione, sostengono le due associazioni, non è più accettabile. Le aziende chiedono il pagamento del dovuto per le pratiche eseguite correttamente. Ed inoltre comunicazioni ufficiali per le pratiche non in regola in modo da presentare eventuali documenti integrativi o correzioni ove possibile. [post_title] => Fiavet Lazio: le agenzie ancora in attesa dei pagamenti dalla regione [post_date] => 2023-01-24T11:20:24+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674559224000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437800 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Airlink torna a operare, dal prossimo 30 gennaio, i collegamenti di linea fra il Sudafrica e il Madagascar, dopo una sospensione di quasi tre anni. La ripresa dei voli che collegano Johannesburg con Antananarivo segue la revoca delle restrizioni di viaggio in Madagascar e il conseguente divieto di operare servizi aerei da e per il Sudafrica. Il Sudafrica è un importante mercato e un collegamento strategico per la catena di approvvigionamento del settore turistico business e leisure del Madagascar. L'aeroporto internazionale O.R. Tambo di Johannesburg sorge in una posizione ideale sia per le aziende basate in Madagascar sia per i viaggiatori che desiderano visitare le località all'interno del Sudafrica. Inoltre, grazie alle compagnie aeree partner di Airlink, possono raggiungere numerose destinazioni nelle Americhe, Regno Unito e Europa. Il servizio Johannesburg-Antananarivo, operato con Embraer, riprenderà con un volo settimanale ogni lunedì, per poi incrementare a tre voli settimanali dal 14 febbraio 2023. L’intenzione è di ripristinare i collegamenti quotidiani con l'aumento della domanda. [post_title] => Airlink torna in Madagascar con il ripristino dei voli da Johannesburg ad Antananarivo [post_date] => 2023-01-24T10:29:45+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674556185000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437767 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si chiama Th Costa Rei - Free Beach Resort il nuovo indirizzo sardo del gruppo Th, che sale in questo modo a quota 16 strutture mare, undici montagna e quattro urban, tutte localizzate in Italia. La nuova acquisizione è stata condotta in partnership con Iti Marina Hotels & Resorts e riguarda l'ex Free Beach Resort, già di proprietà di Giovanni Nonne, ex presidente Gestitur. Il complesso, situato in una delle aree più suggestive della costa sudorientale dell'isola, è dotato di 400 camere disposte in un anfiteatro naturale e immerse nella macchia mediterranea di fronte alla spiaggia di Costa Rei. “Quella che festeggiamo oggi è una tappa importante - spiega il presidente del gruppo Th, Graziano Debellini -: il Th Costa Rei - Free Beach Resort era nei nostri obiettivi da tempo e consolida ulteriormente il nostro posizionamento e la nostra presenza sull’isola". Dopo il Th Chia - Parco Torre Chia, la compagnia padovana torna quindi a investire in Sardegna, dove gestisce anche il Th San Teodoro - Liscia Eldi e il Tci La Maddalena, nel nord dell’isola. “Questi anni sono stati una grande sfida che ci sentiamo di aver vinto con grande sacrificio, flessibilità, fiducia e un forte spirito di squadra, che caratterizza da sempre la famiglia Th - aggiunge l’amministratore del gruppo, Giuliano Gaiba -. L’entrata nel nostro portfolio sardo di questo importante e storico villaggio vacanze, molto apprezzato a livello internazionale, rientra nel nostro progetto di crescita ed espansione, che vede tra i tanti obiettivi l’acquisizione di un altro resort entro i prossimi mesi”. “Il poter annoverare, dopo 45 anni di attività sul territorio, lo storico e rinomato Free Beach Resort tra le nostre 35 proprietà è, per me e la mia famiglia, motivo di forte orgoglio e sentita soddisfazione professionale, oltreché personale - conclude infine Piero Loi, direttore generale Iti Marina Hotels & Resorts. [post_title] => Th Resorts cresce in Sardegna con lo storico Free Beach Resort [post_date] => 2023-01-23T11:55:47+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674474947000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "torna modena play dal 20 al 22 maggio la fiera del gioco da tavolo che attira migliaia di visitatori" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":91,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1877,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438022","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Skyscanner ha analizzato decine di migliaia di dati relativi ai viaggiatori di dieci Paesi nel mondo per rivelare ai viaggiatori come risparmiare ancora di più sui voli. Mettendo a confronto due tra i più popolari e diffusi trucchi di viaggio (quando prenotare e quando viaggiare), Skyscanner è stata in grado di rivelare come una prenotazione e una partenza al momento giusto possano far risparmiare ai viaggiatori italiani in media rispettivamente 52 euro e 48 euro.\r\n\r\nAd oggi, il momento migliore per prenotare voli dall'Italia è, in media, 19 settimane prima della partenza e il giorno più economico della settimana per viaggiare dall'Italia è il sabato. Tuttavia, la piattaforma, che ha analizzato milioni di prenotazioni di voli nell'ultimo anno per le sue destinazioni più popolari, ha svelato alcuni interessanti retroscena: non solo questi “trucchi” cambiano a seconda della destinazione, ma anche del mese in cui si controlla la medesima destinazione, ad esempio: Il momento migliore per prenotare un volo da Roma ad Amsterdam è con 20 settimane di anticipo mentre da Roma-Parigi è con 31 settimane di anticipo; Per Milano, il giorno più economico della settimana per viaggiare a Ibiza a luglio è un martedì, mentre per Tenerife è il lunedì; Il giorno più economico della settimana per andare a Valencia da Bologna in agosto è il mercoledì, mentre in settembre è il lunedì.\r\n\r\nI viaggiatori possono utilizzare il ‘Savings Generator’ di Skyscanner (il generatore di risparmio) per il 2023 per calcolare da soli come risparmiare.\r\n\r\n«La maggior parte delle persone non è a conoscenza di alcuni semplici consigli e trucchi di viaggio che potrebbero consentire loro di risparmiare cifre importanti - spiega Laura Lindsay, esperta di trend di viaggio per Skyscanner - Si tratta di un aspetto fondamentale, soprattutto alla luce del contesto di inflazione attuale. Queste intuizioni di risparmio non devono per forza essere frutto del sentito dire del settore: in Skyscanner abbiamo accesso a milioni di dati per mettere a disposizione di tutti i viaggiatori queste informazioni. Stiamo sperimentando la condivisione di queste informazioni tramite il nostro ‘Savings Generator’ per consentire ai viaggiatori italiani di calcolare da soli i risparmi del viaggio sulla base delle nostre 15 rotte più popolari per ogni mese dell'anno. Quando si cerca il prezzo migliore, sappiamo quanto sia importante essere informati, ecco perché gli strumenti di Skyscanner sono pensati per consentire ai viaggiatori di sentirsi sicuri quando prenotano. Iscriversi agli avvisi sui prezzi di Skyscanner è un ottimo modo per tenersi aggiornati sulle variazioni per la propria destinazione preferita, in modo da essere i primi a sapere di eventuali cali di prezzo e poter così cogliere le migliori occasioni di viaggio».\r\n\r\n \r\n\r\nLa recente ricerca di Skyscanner sulle Tendenze di Viaggio ha rivelato che i consumatori italiani prevedono di viaggiare ancora di più nel 2023, ma soprattutto che cercheranno di ottenere la migliore offerta possibile per i loro viaggi. Il modo migliore per garantirsi un buon prezzo è confrontare le opzioni tra operatori, date e destinazioni.","post_title":"Skyscanner, consigli e trucchi per risparmiare nella prenotazione dei viaggi","post_date":"2023-01-26T15:07:07+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1674745627000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437987","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il grande ritorno dell'eCommerce nel turismo. Infatti il 2022 è stato l’anno della ripresa per il mercato complessivo del turismo (online + offline) in Italia, tornato vicinissimo ai valori pre-pandemia. Se per la componente offline il divario da colmare è ancora significativo (da -45% a -16% rispetto al 2019 per i differenti comparti), guardando solo all’eCommerce dei viaggi il sorpasso sul 2019, in alcuni casi, è già avvenuto. Nell’ospitalità i valori del 2022 per l’online superano, infatti, quelli del pre-pandemia (16,4 contro i 14,6 miliardi del 2019) mentre nei trasporti vi sono ormai vicini (11,2 miliardi rispetto a i 12 di tre anni fa).\r\n\r\nAnche il turismo organizzato ha ripreso a correre: il mercato del tour operating nel 2022 vale il 70% di quanto fatturava nel 2019 e il comparto delle agenzie di viaggio si attesta al -19% sul pre-pandemia. Rispetto al 2021 la ripartenza è evidente: +106% per il tour operating e +189% per le agenzie di viaggio. Sono alcuni dei dati emersi dalla nona edizione dell'Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo della School of Management del Politecnico di Milano, presentati in occasione del convegno “Travel Innovation Day – Il Travel riprende quota: il digitale ai comandi” insieme alla ricerca dell’Osservatorio Business Travel, svolta in partnership con il Center for Advanced Studies in Tourism (CAST) dell’Università di Bologna.\r\nCrescita\r\nAnche in fase di prenotazione l’online la fa da padrone: per l’alloggio la quota di chi ha utilizzato esclusivamente canali online raggiunge il 59%, mentre nei trasporti il 63%. Inoltre, il 22% dei viaggiatori si rivolge all’agenzia o consulente di viaggio per acquisire informazioni o prenotare la vacanza.\r\n\r\nContinua a crescere anche il numero di viaggiatori che ha acquistato tramite eCommerce prodotti legati alla località visitata e che rappresenta il 33% del totale, contro il 12% del 2019 e il 9% del 2018. Anche l’offerta si sta adeguando alla crescente richiesta di esperienze neverending, ossia esperienze turistiche estese nel tempo e nello spazio: il 12% delle strutture ricettive offre ai propri clienti la possibilità di acquistare prodotti della destinazione (enogastronomici, di artigianato etc.) tramite eCommerce.","post_title":"L'eCommerce vola. Il turismo organizzato si difende bene","post_date":"2023-01-26T11:11:55+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1674731515000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437925","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"A partire dall'inizio del 2023, Finnair implementerà gradualmente la continuità dei prezzi nei canali di vendita attraverso Finnair.com e l'App mobile Finnair, nonché i canali Ndc per gli agenti partner. Ciò si traduce in prezzi più competitivi sui canali moderni rispetto a quelli offerti con il precedente sistema Edifact.\r\n\r\nInoltre, nell’ottica di accelerare ulteriormente la trasformazione tecnologica del vettore, eliminerà gli itinerari nazionali finlandesi dalla distribuzione Edifact. I voli nazionali saranno disponibili ai clienti da maggio sui canali diretti della compagnia e nei punti vendita abilitati Ndc di Finnair. Questi cambiamenti non influiscono sui viaggi intercontinentali che partono dalla Finlandia verso un altro Paese o sulle rotte che partono all’estero per la Finlandia.\r\n\r\nAfferma Jenni Suomela, vice president, global sales and channel management del vettore. \"Invitiamo i nostri partner b2b a unirsi a questo viaggio, cosicché i nostri clienti possano usufruire di questi vantaggi e siamo pronti a sostenere e aiutare i nostri partner in questa trasformazione\".\r\nDigitalizzazione\r\nQuesti cambiamenti sono fondamentali nel percorso dell'azienda verso la modernizzazione dei canali di vendita. Nel settembre 2021, infatti, l'aviolinea ha annunciato di voler adottare una distribuzione digitale entro la fine del 2025, eliminando gradualmente lo standard Edifact utilizzato finora. Dopo aver investito per anni nei canali diretti e nell'Ndc, Finnair aspira a passare alla distribuzione digitale moderna. Nel dicembre 2022, la compagnia ha annunciato un investimento informatico a lungo termine per rafforzare le capacità di vendita al dettaglio attraverso una gestione delle offerte e degli ordini all’avanguardia.\r\n\r\nLo scorso anno, inoltre, Finnair ha introdotto il supplemento Edifact per le rotte dall’Europa, in diversi mercati dell'Asia (viaggi in partenza da Hong Kong, India, Giappone, Corea, Singapore, Thailandia e mercati offline) ma anche del Medio Oriente (viaggi che partono da Israele, Qatar ed Emirati Arabi Uniti) e ha rimosso il marchio Finnair Light da Edifact.","post_title":"Finnair rafforza gradualmente le nuove modalità di vendita","post_date":"2023-01-25T12:10:14+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1674648614000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437911","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_437915\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Lublino[/caption]\r\n\r\nLa Polonia rilancia la scommessa sul mercato Italia per il 2023 con più collegamenti aerei, numerose novità e una ancor più presente attività di formazione al trade. Obiettivo: consolidare i risultati 2019, quando si erano registrati arrivi per oltre 600.000 italiani.\r\n\r\n“La Polonia è una meta moderna e dinamica, molto apprezzata dagli italiani, che prediligono fra tutto le nostre città d’arte (Cracovia, Varsavia, Danzica e Breslavia fra tutte) – afferma Barbara Minczewa, direttrice dell’Ente nazionale polacco per il turismo in Italia - ma la promozione della destinazione per il 2023 sarà incentrata su una Polonia meno nota, una terra che attrae per il ricco patrimonio storico-culturale ma che deve oggi rivelare al grande pubblico la sua bellezza naturalistica, la biodiversità, le possibilità legate all’outdoor e la squisita offerta gastronomica”.\r\n\r\nNei primi 10 mesi del 2022, il numero di pernottamenti dei visitatori italiani non ha ancora raggiunto i dati dello stesso periodo del 2019 (anche se si attestano al 60%), ma con un aumento del +90% se si guarda al 2021. “Sono dati al momento ancora parziali, ma che ci mostrano un trend in crescita, non solo per quanto riguarda il turismo dall’Italia, ma in generale per i flussi provenienti dall’Unione europea”.\r\n\r\nIn calendario incontri di formazione online e fam trip, così da dare ad agenti e operatori l’occasione di approfondire la propria conoscenza sulla destinazione, ma anche la partecipazione a fiere ed eventi insieme ai dmc polacchi.\r\n\r\nSul fronte dei collegamenti spiccano i due nuovi per Lublino, città accademica e importante punto di unione fra l’Europa occidentale e quella orientale e, in secondo luogo, il grande ritorno del volo diretto Roma-Danzica. “La nostra forza sta nei numerosi collegamenti aerei che permettono a molti italiani di raggiungere il nostro paese in ogni stagione dell’anno grazie a operativi che consentono di organizzare long weekend oppure di approfittare dei ponti di primavera, per una breve vacanza o, ancora, del periodo delle festività natalizie, quando si svolgono i mercatini di Natale”.\r\n\r\n ","post_title":"La Polonia scommette sulle mete meno note. Più voli e tanta formazione al trade","post_date":"2023-01-25T11:11:30+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1674645090000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437864","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"EasyJet punta i riflettori sulla rotta Milano Malpensa-Marrakech: «È una rotta che operiamo dal 2007, una destinazione storica da Malpensa, che ha sempre funzionato molto bene - sottolinea Lorenzo Lagorio, country manager di easyJet Italia -  e che oggi viene proposta con fino a otto frequenze settimanali. Lavoriamo tutto l'anno con un misto di clientela che viaggia per turismo e una grossa componente vfr. Dal 2007 sono stati trasportati in Marocco più di 1,2 milioni di passeggeri italiani: un risultato straordinario che, con l’inizio del 2023, ci ha portato ad aumentare del 48% il numero di posti disponibili rispetto al 2019, l’ultimo anno prima della pandemia».\r\n\r\nMarrakech offre al viaggiatore il fascino della tradizione e della storia, insieme con la vitalità di una città moderna, spaziosa, sicura e ricca di opportunità per il turista. Le atmosfere del passato e di una cultura millenaria sono nella Medina, la città antica dove il minareto della Moschea della Koutoubia si innalza sulla vasta piazza Jemaa el-Fna, brulicante a tutte le ore di venditori, piena del suono delle percussioni berbere, di cibi speziati e di incantatori di serpenti. Proprio nella Medina si può riscoprire il passato nelle testimonianze raccolte al Museo delle Confluenze, allestito nel palazzo del pascià – e il tradizionale Hammam Les Bains du Lotus – per sperimentare i locali riti dell’acqua e un intenso massaggio. E poi il raffinato palazzo del Moroccan Culinary Arts Museum, per cucinare i piatti della tradizione marocchina. Dalle porte che si aprono nelle mura si diramano eleganti viali dove si trovano hotel raffinati e pieni di tradizione (Jadali Hotel & Spa) e ristoranti in design dalla proposta gastronomica locale, pieni di musica, raffinati e accoglienti (Dar Rhizlane, Nouba, Lotus Garden).\r\n\r\nA Marrakech si trova anche un museo dedicato allo stilista Yves Saint Laurent, che qui, a fianco degli incantevoli Giardini Majorelle, visse per lunghi periodi a partire dal 1966 e mise i colori del Marocco nelle sue creazioni. Nell’antica capitale del paese c’è spazio anche per il lifestyle e il lusso di M Street, la strada pensata da Nebile Slitine che ospita un centro culturale interattivo, eventi artistici, ristoranti cosmopoliti e hotel di design. E Marrakech è anche avventura e sport: un volo in mongolfiera per ammirare nel silenzio il sorgere del sole (Marrakech Dream Ballooning). Un the nel deserto al tramonto nell’esclusivo Yeswacamp Bivouac e nelle sue tende/stanze affascinanti e colorate. Oppure un’escursione in mountain-bike a partire dal parco avventura Terres d'Amanar, presso Agafay, per scoprire le pendici della catena dell’Atlante. \r\n\r\n[gallery ids=\"437868,437865,437866,437867,437869,437870\"]","post_title":"Il Marocco di easyJet: viaggio a Marrakech fra passato e futuro","post_date":"2023-01-25T09:15:09+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1674638109000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437873","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Esordio in Liguria per IOBUS, la start up tutta italiana che, dopo aver lanciato su Roma, nell’aprile scorso, i tour esperienziali in otto lingue, estende questa tipologia d’offerta turistica a La Spezia, proponendo due tour nel famoso e suggestivo Golfo dei Poeti, programmati a Lerici e a Porto Venere. \r\nIl progetto nasce da una partnership siglata con SAT di Viaggi Capa, storico operatore locale, da sempre impegnato nello sviluppo turistico di La Spezia e Massa Carrara, che attualmente dispone di una flotta di bus Gt composta da minibus a nove posti e pullman fino a 88 posti.\r\n\r\nI tour\r\n\r\nIl primo tour, identificato con la ‘Linea Rossa’ prevede fermate a Piazza Chiodo, di fronte al Museo tecnico Navale, a Porto Venere, Patrimonio Unesco con sosta al borgo, e rientro a La Spezia lungo la Via Napoleonica. Il secondo tour, ‘Linea Blu’, è programmato con fermate a Venere Azzurra/San Terenzo, baia caratterizzata da Villa Marigola del XVIII secolo, ed a Lerici col suo borgo dominato dal Castello del 1152.\r\n\r\n«Il lancio di questi nuovi tours – sottolinea il Presidente di Iobus, Giuseppe Cilia – è la conferma di una strategia di sviluppo sul territorio nazionale, che avevamo già espresso agli esordi nella capitale la scorsa primavera. Ora, in soli 8 mesi e con un partner affidabile come SAT di Viaggi Capa, ampliamo le nostre proposte di tours cittadini, realizzando due itinerari di grande suggestione alla scoperta di una eccellenza ligure come il Golfo dei Poeti che ogni anno attira migliaia di turisti italiani e stranieri e numerosi crocieristi. Riguardo poi l’andamento del nostro primo anno di attività su Roma siamo pienamente soddisfatti dei risultati raggiunti e anche nel 2023 proseguiremo le collaborazioni con i più importanti tour operator».\r\n\r\nViva soddisfazione espressa anche dal partner dell’operazione: «Da anni – osserva infatti Luca Lorenzini, titolare di SAT di Viaggi Capa - abbiamo sviluppato un servizio di tour operating dedicato al turismo in arrivo ai vari Porti di La Spezia, Marina di Carrara e Livorno offrendo possibilità di raggiungere le più famose località turistiche della Toscana e della Liguria; con questo nuovo servizio si consolida l’offerta incoming locale con l’eccellenza di un territorio come il Golfo dei Poeti. Con questo nuovo progetto di Iobus La Spezia, puntiamo ad internazionalizzare l’offerta, sia con le navi da crociera che con i turisti fai da te».","post_title":"IOBUS lancia i tours nel Golfo dei Poeti a La Spezia","post_date":"2023-01-25T08:45:14+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1674636314000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437810","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Fiavet lazio e Assoturismo denunciano un fatto assai grave. Le agenzie di viaggio del Lazio sono costrette a segnalare le criticità emerse dalla misura Lazio Experience proprio per il comparto delle agenzie di viaggio e tour operator.\r\n\r\nIl presidente della Fiavet Lazio Stefano Corbari evidenzia che «La misura è partita ad aprile 2022 e purtroppo, ad oggi, le agenzie sono ancora in attesa di sapere se le rendicontazioni presentate sono corrette oppure no, naturalmente sono anche in attesa di ricevere il rimborso degli importi già anticipati ai clienti per migliaia di euro».\r\nUna misura che grava ancora di più sulle adv\r\nDa parte sua il presidente di Assoturismo Roma e Lazio Angelo Di Porto è stato molto chiaro. «Questa iniziativa che era nata per sostenere le agenzie di viaggio del Lazio, provate dalla pandemia e per promuovere il turismo nella nostra regione. Si è alla fine rivelata molto meno efficace del previsto e anzi è andata a gravare ancora di più su aziende già molto provate e che infatti hanno smesso di approfittare di questa misura proprio per le criticità che adesso stiamo segnalando».\r\n\r\n Questa situazione, sostengono le due associazioni, non è più accettabile. Le aziende chiedono il pagamento del dovuto per le pratiche eseguite correttamente. Ed inoltre comunicazioni ufficiali per le pratiche non in regola in modo da presentare eventuali documenti integrativi o correzioni ove possibile.","post_title":"Fiavet Lazio: le agenzie ancora in attesa dei pagamenti dalla regione","post_date":"2023-01-24T11:20:24+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1674559224000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437800","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Airlink torna a operare, dal prossimo 30 gennaio, i collegamenti di linea fra il Sudafrica e il Madagascar, dopo una sospensione di quasi tre anni. La ripresa dei voli che collegano Johannesburg con Antananarivo segue la revoca delle restrizioni di viaggio in Madagascar e il conseguente divieto di operare servizi aerei da e per il Sudafrica.\r\n\r\nIl Sudafrica è un importante mercato e un collegamento strategico per la catena di approvvigionamento del settore turistico business e leisure del Madagascar. L'aeroporto internazionale O.R. Tambo di Johannesburg sorge in una posizione ideale sia per le aziende basate in Madagascar sia per i viaggiatori che desiderano visitare le località all'interno del Sudafrica. Inoltre, grazie alle compagnie aeree partner di Airlink, possono raggiungere numerose destinazioni nelle Americhe, Regno Unito e Europa.\r\n\r\nIl servizio Johannesburg-Antananarivo, operato con Embraer, riprenderà con un volo settimanale ogni lunedì, per poi incrementare a tre voli settimanali dal 14 febbraio 2023. L’intenzione è di ripristinare i collegamenti quotidiani con l'aumento della domanda.","post_title":"Airlink torna in Madagascar con il ripristino dei voli da Johannesburg ad Antananarivo","post_date":"2023-01-24T10:29:45+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1674556185000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437767","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si chiama Th Costa Rei - Free Beach Resort il nuovo indirizzo sardo del gruppo Th, che sale in questo modo a quota 16 strutture mare, undici montagna e quattro urban, tutte localizzate in Italia. La nuova acquisizione è stata condotta in partnership con Iti Marina Hotels & Resorts e riguarda l'ex Free Beach Resort, già di proprietà di Giovanni Nonne, ex presidente Gestitur. Il complesso, situato in una delle aree più suggestive della costa sudorientale dell'isola, è dotato di 400 camere disposte in un anfiteatro naturale e immerse nella macchia mediterranea di fronte alla spiaggia di Costa Rei.\r\n\r\n“Quella che festeggiamo oggi è una tappa importante - spiega il presidente del gruppo Th, Graziano Debellini -: il Th Costa Rei - Free Beach Resort era nei nostri obiettivi da tempo e consolida ulteriormente il nostro posizionamento e la nostra presenza sull’isola\". Dopo il Th Chia - Parco Torre Chia, la compagnia padovana torna quindi a investire in Sardegna, dove gestisce anche il Th San Teodoro - Liscia Eldi e il Tci La Maddalena, nel nord dell’isola.\r\n\r\n“Questi anni sono stati una grande sfida che ci sentiamo di aver vinto con grande sacrificio, flessibilità, fiducia e un forte spirito di squadra, che caratterizza da sempre la famiglia Th - aggiunge l’amministratore del gruppo, Giuliano Gaiba -. L’entrata nel nostro portfolio sardo di questo importante e storico villaggio vacanze, molto apprezzato a livello internazionale, rientra nel nostro progetto di crescita ed espansione, che vede tra i tanti obiettivi l’acquisizione di un altro resort entro i prossimi mesi”. “Il poter annoverare, dopo 45 anni di attività sul territorio, lo storico e rinomato Free Beach Resort tra le nostre 35 proprietà è, per me e la mia famiglia, motivo di forte orgoglio e sentita soddisfazione professionale, oltreché personale - conclude infine Piero Loi, direttore generale Iti Marina Hotels & Resorts.","post_title":"Th Resorts cresce in Sardegna con lo storico Free Beach Resort","post_date":"2023-01-23T11:55:47+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1674474947000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti