13 June 2024

Federturismo, Iorio: il rilancio dell’Expo un gesto importante per il Paese

[ 0 ]

renzo iorioIn relazione all’intervento del primo ministro Enrico Letta sul deciso rilancio dell’Expo 2015, Renzo Iorio, presidente di Federturismo Confindustria, riconoscendone l’importanza per l’Italia in questo momento, dichiara: «E’ un segnale molto importante, che il neo primo ministro Enrico Letta abbia immediatamente affrontato il tema Expo, ribadendo la portata nazionale dell’evento e la necessità di un suo sostegno coerente nell’azione di governo. Expo 2015 rappresenta una grande opportunità per l’economia del nostro Paese, la sua attrattività turistica e la nostra immagine nel mondo. L’iniziativa, conclude Iorio, costituisce una reale occasione sulla quale dobbiamo investire per creare opportunità di lavoro per i giovani diffusa sui territori, per portare la cultura e l’eccellenza italiana nel mondo e per generare sviluppo nei prossimi anni».

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469323 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sulla scia del grande successo della versione invernale, la Val d’Ega Summer Challenge aggiunge un pizzico di sana competitività alle vacanze estive. Rivolta ad amanti dell’escursionismo di qualsiasi ordine e grado, la sfida ha come scenario il cuore delle Dolomiti (BZ) e prevede il completamento,durante la stagione estiva, di sei suggestivi obiettivi, per rendere il soggiorno una conquista di benessere all’insegna di natura, ecologia e gusto.  Si può cominciare prendendo posto in almeno uno dei cinema di montagna, nome sotto il quale vengono riuniti sei punti panoramici lungo i sentieri escursionistici di Nova Ponente, Obereggen, Collepietra e Nova Levante-Carezza.  Per restare in argomento panoramico, il Latemar.360° è il sentiero tematico che conduce a una piattaforma in larice unica nel proprio genere, posta a 2.200 metri di altitudine. Se gli spunti per guardarsi intorno sono infiniti, forse è il caso di cambiare prospettiva e alzare lo sguardo verso l’infinito, inoltrandosi sul Sentiero dei Pianeti di San Valentino in Campo, fiore all’occhiello del primo Astrovillaggio d’Europa. Poiché aderire alla missione ecosostenibile della Val d’Ega è di massima importanza, una delle tappe della sfida non poteva che riguardare il rispetto dell’ambiente. Il viaggio in autobus, che è oltretutto gratuito grazie al Guest Pass ricevuto in omaggio all’arrivo, diventa dunque una delle prove da sostenere e testimoniare con una fotografia. E vale senza dubbio la fatica e un’immagine l’aquila bronzea che, al termine del sentiero Masarè di fronte alle pareti del massiccio del Catinaccio, ricorda fieramente Theodor Christomannos, pioniere del turismo nelle Dolomiti e ideatore della strada che porta da Nova Levante a Cortina. L’ultima delle tappe è anche la più buona, perché ha a che fare con le delizie della tavola che la Val d’Ega ha da offrire a chi ama i sapori genuini. Il raggiungimento di ognuna delle sei tappe, da conseguire in 10 giorni totali, dovrà essere certificato da altrettante fotografie caricate sul sito eggental.com, in virtù delle quali sarà possibile recarsi presso uno degli uffici turistici della valle e ricevere un premio.     [post_title] => Val d'Ega Summer Challenge, la sfida estiva in sei tappe [post_date] => 2024-06-12T10:49:38+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718189378000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469280 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Giappone, Cina, Thailandia, Indonesia. Sono le principali protagoniste del 2024 di Idee per Viaggiare. "Il successo di una destinazione dipende certo dalla programmazione e dalla qualità del prodotto. Ma pesa anche il mood del mercato. E questo è sicuramente il momento dell'Oriente, come un po' di anni fa è stato per Dubai", racconta il ceo di Idee per Viaggiare, Danilo Curzi. Il Giappone in particolare è ormai diventato la seconda meta per importanza dell'operatore capitolino, in termini di volumi e di marginalità. "La vera sorpresa dell'anno è stata però la Cina. Entrata nel nostro portfolio meno di un anno fa con l'acquisizione di Chinasia, ha immediatamente scalato tantissime posizioni e ora è al sesto-settimo posto, su una trentina di destinazioni totali, per fatturato generato. Laura Grassi (co-fondatrice di Chinasia, ndr) mi aveva raccontato delle potenzialità del prodotto. E ha avuto ragione. Sono felice ora di vederla contenta". Il boom dell'Oriente si inserisce peraltro in un contesto molto positivo per IpV. Dopo aver chiuso a fine ottobre lo scorso anno finanziario superando per la prima volta nella propria storia la soglia dei 100 milioni di euro di fatturato (toccando quota 107 mln), il to continua infatti nel suo trend di espansione: "Nel primo semestre abbiamo siamo già a +15% in termini di produzione e marginalità. E aumenta anche la quota di advance booking, con la nostra finestra media di prenotazione che si attesta ormai attorno ai 140 giorni di anticipo. Una tendenza che ci permette di pianificare meglio la programmazione, a volte persino consentendoci di aumentare l'offerta seguendo le esigenze del mercato. Ai clienti dà invece la possibilità di accedere a quotazioni più vantaggiose, grazie alle policy di pricing dinamico di vettori e strutture alberghiere". Il fenomeno è talmente importante che oggi Curzi può persino affermare che le tariffe medie di IpV sono in calo rispetto al 2023, nonostante il perdurare del contesto inflattivo globale. In tale scenario, gli Stati Uniti rimangono pur sempre la destinazione di punta del to. "Anche se devo ammettere che nell'ultimo mese abbiamo registrato una lieve flessione delle prenotazioni, attorno al 4%-5%. Un piccolo decremento, non in grado comunque di intaccare il trend di crescita registrato dagli Usa dell'anno finanziario preso nel suo complesso". Altro tassello importante del mondo IpV è poi quello rappresentato dall'attività di consolidatore: una delle nuove linee di business lanciate dall'operatore, diventate tanto importante "da portarci oggi a dire che non siamo più un semplice tour operator ma un'azienda che offre servizi turistici a 360 gradi", conclude Curzi.   [post_title] => Curzi, IpV: è il momento dell'Oriente. Giappone la conferma, Cina la sorpresa [post_date] => 2024-06-11T15:10:20+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718118620000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469189 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Proposte su misura per ogni tipologia di regime alimentare: il nuovo menù estivo di Vueling risponde alle esigenze di ciascuno con numerose novità che spaziano dall'hamburger a base vegetale di Heüra alla bevanda di soia di ViveSoy, fino ai pop-corn di broccoli gluten-free, senza dimenticare la recente introduzione del petfood del brand di cibo etico per animali Edgard & Cooper. La compagnia aerea del Gruppo Iag ha incluso tra le sue proposte il nuovo hamburger di Heüra, prima opzione 100% a base di proteine vegetali di Vueling. Eccellente fonte di vitamina B12 e ferro, sarà servito in un morbido panino, accompagnato da fette di formaggio Violife al gusto di cheddar, pomodori secchi e basilico Continua dall’anno scorso, inoltre, la vendita di petfood Edgard & Cooper per i cani a bordo, proposta introdotta da Vueling nel menù invernale 2023 come prima compagnia in Europa. L’azienda ha sempre avuto un particolare occhio di riguardo per gli animali domestici che - con un peso fino a 8 kg (compreso il trasportino omologato) - possono viaggiare in cabina con i loro proprietari, un animale per passeggero per un massimo di cinque per volo. [post_title] => Vueling rinnova il menù estivo con proposte per tutti, dai vegani ai celiaci [post_date] => 2024-06-11T09:25:05+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718097905000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469152 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Con Autentico Hotels il mare è relax, natura e sport  tra Liguria, Sardegna, costiera Amalfitana e Puglia. Tra le new entry due strutture: una in Liguria, il Villa Riviera Resort di Sestri Levante, e una in Puglia, il Leonardo Trulli Resort di Locorotondo. Situato tra Portofino e le Cinque Terre, il Villa Riviera Resort offre un soggiorno in un parco di 15 mila mq nel quale si trovano due ville storiche, Villa ‘800 e Villa ‘900, che includono 15 camere elegantemente arredate. A disposizione anche una infinity pool riscaldata che affaccia sulla riviera ligure e una spa racchiusa in una cornice di ulivi e resti di pietra antica. Nella valle d’Itria, a sud della Puglia, sulle colline che separano lo Ionio e l'Adriatico, si trova il Leonardo Trulli Resort, dove si può vivere appieno la tradizione locale: dalla cucina tipica che offre anche un corso per chi vuole sentirsi chef per un giorno, alla struttura stessa costituita dai classici trulli e case padronali ristrutturati. Tre le altre attività, padel, passeggiate a cavallo, degustazioni sia di olio sia di vino. Il Gallia Palace Beach Golf & Spa Resort di Punta Ala mette poi a disposizione 70 camere totali, nelle quali possono entrare gli amici a quattro zampe di piccola taglia, una piscina esterna di 25 metri, una nuova spa di 500 metri quadrati e molti altri servizi, tra cui un beach club dove gli ospiti possono godersi appieno spiaggia e mare, con a disposizione pure uno yacht privato. Oltre al relax e alla esclusività, la struttura offre attività di svago come scuola di vela, vari sport acquatici, degustazioni gastronomiche ed escursioni a cavallo. L’isola di Ischia, appartenente all’insieme delle Flegree, ospita il San Montano Resort & Spa. Dispone dell'Ocean Blue Spa, l’unica con vista mare di Ischia ma permette anche di fare una passeggiata a piedi scalzi nel nuovo limoneto con il profumo della lavanda e del gelsomino. Undici le piscine presenti con vista Vesuvio, con possibilità di tour in una delle barche private alla scoperta delle altre isole del golfo. Sono anche previste attività all’interno della struttura come la degustazione dei vini e la cooking class. La costiera Amalfitana ospita l’unico 5 stelle su una scogliera a picco sul mare con la spiaggia di sabbia. Al Borgo Santandrea si può andare alla scoperta della cucina italiana e locale. La struttura organizza varie attività per i propri ospiti, come la scuola di vela e diversi sport acquatici e, per gli appassionati,  degustazioni enogastronomiche, lezioni di cucina tipica e molto altro. A pochi chilometri da Sorrento e a picco sul mare si trova poi l'hotel Mediterraneo che si può raggiungere passeggiando o, se si preferisce, con una navetta elettrica gratuita. Oltre a godersi l’ospitalità è possibile intrattenersi in attività come la degustazione di vini o la cooking class. Il Lanthia Resort di Santa Maria Navarrese, in Sardegna è una struttura elegante con un design accogliente. Il ristorante omonimo rende omaggio alla tradizione locale utilizzando prodotti del territorio e proponendo piatti tipici con una dose di creatività. Disponibili pure attività come trekking, lezioni sulla cultura locale, escursionismo via mare e via terra, escursioni a cavallo, nonché suggestive cene in pineta o con musica dal vivo. Nella Sardegna sud-occidentale, nell’immensa costa Verde, si trova infine l'hotel Le Dune Piscinas, che riapre la stagione dopo tre anni di lavori. La struttura offe tre ristoranti tra cui quello gourmet, un american bar e altri servizi come spa e gym. Sono previsti trattamenti estetici e rigenerativi, yoga e fitness e, per i più briosi, attività come diving & snorkeling e visite ai musei di Cabras, Cagliari e Oristano.   [post_title] => Autentico Hotels, relax al mare tra Liguria, costiera Amalfitana, Puglia e Sardegna [post_date] => 2024-06-11T09:18:58+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718097538000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469033 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_469036" align="alignleft" width="300"] Il Th Ostuni[/caption] L'estate Th Resorts è ufficialmente a pieno regime. Tutte e 32 le strutture del gruppo mare e montagna sono infatti operative e le previsioni per i prossimo mesi sono davvero più che rosee. “Gli andamenti delle prenotazioni sono estremamente positivi e questo ci conforta per il proseguo della stagione – spiega Stefano Maria Simei, direttore commerciale e marketing Th Group –. Per l’estate 2024 ci aspettiamo una crescita, con 12 mila ospiti e 75 mila pernottamenti in più rispetto all’estate 2023. Il grosso dell’incremento dovrebbe provenire dai viaggiatori stranieri, da cui ci si attende un +8%, mentre i vacanzieri italiani dovrebbero aumentare intorno al 2%. I numeri sono realmente molto confortanti su tutte le linee di prodotto dedicate a mare e montagna”. Relativamente alle località balneari il trend è in particolare di un più 25% di prenotazioni, con Sardegna, Puglia e Toscana a trainare le vendite. "Anche per quanto riguarda la montagna, dopo una stagione invernale che si è chiusa con +20% di presenze, ci si aspetta una stagione estiva estremamente positiva, a riconferma del rilancio delle vacanze in mezzo alla natura e all’insegna dello sport e del benessere - conclude Simei -. A oggi le prenotazioni registrano dunque un +10%, con il Trentino come regione più ricercata”. [post_title] => Simei, Th Resorts: ci aspetta un'ottima estate. Dati confortanti per mare e montagna [post_date] => 2024-06-07T09:41:27+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717753287000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468967 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Gruppo Una presenta il rinnovato Maison Roma Piazza di Spagna Una Esperienze. Dopo un’attenta operazione di renaming e restyling il piccolo boutique hotel 4 stelle di design, già Hotel Art by the Spanish Steps, propone ai propri ospiti una nuova esperienza negli spazi ricavati da un collegio religioso, dove il sacro incontra il profano, l’antico il moderno. La direttrice Francesca Fiumanò ripercorre l’operazione: "Il nome rende giustizia all’hotel per tre motivi: maison è il temine internazionale per casa e parla di un’accoglienza familiare; nell’agio e nell’eleganza i nostri ospiti trovano un’attenzione personalizzata e dedicata. L’esperienza è parte del brand, perché ogni soggiorno è un’occasione unica e irripetibile. La location, Roma Piazza di Spagna, non ha infine bisogno di presentazioni. L’albergo si trova in una posizione eccezionale: a metà strada tra piazza del Popolo e piazza di Spagna, affacciato su via Margutta, la storica via degli artisti e degli artigiani. Sin dal momento dell’arrivo i nostri ospiti apprezzano la pace e la serenità della zona, anche se è vicinissima alle attrazioni principali della città". Fiumanò è stata scelta dal gruppo per guidare questa nuova avventura “per il suo human touch e per il suo gusto e capacità di interpretare il genius loci", sottolinea l’a.d. del Gruppo Una Giorgio Marchegiani. Il Maison Roma dispone di 46 camere di diverse categorie, adatte a soddisfare le esigenze degli ospiti che scelgono il nostro hotel per una vacanza da soli o con la famiglia, ma anche per un soggiorno di lavoro. La hall, un tempo la cappella dell’istituto, viene utilizzata per molteplici scopi: dai cocktail conviviali proposti dal bar Margutta agli interessanti workshop organizzati dall’associazione Botteghiamo per scoprire le arti antiche, come la pittura con l’oro. Ogni mattina Maison Roma si concentra sul momento della colazione, richiamando il concetto di casa. "Una delle caratteristiche della nostra compagnia è il sottolineare l’importanza dei prodotti autentici, come i dolci appena sfornati dalla nostra cuoca - aggiunge Francesca Fiumanò -. La struttura offre poi una bellissima corte che può ospitare colazioni, aperitivi ed eventi di ogni genere e anche uno spazio meeting non convenzionale adatto a piccole riunioni». "Con il Maison Roma sono diventati quattro gli hotel del nostro gruppo nella capitale - riprende Marchegiani -. Fino al 2021 avevamo solo il Decò, vicino alla stazione Termini, quindi sono stati inseriti l'Art (oggi appunto Maison Roma), l’Empire (dietro a Via Veneto) e nel 2022 è stato aperto l’hotel di Trastevere, con la sua splendida terrazza. Roma è una città molto importante per noi, così come per il turismo italiano. Grazie alla posizione dei nostri hotel vogliamo portare valori come il legame con il territorio accogliendo nei diversi rioni del centro storico i turisti italiani e quelli stranieri, che rappresentano circa la metà del flusso turistico. Roma è un pezzetto del Gruppo Una, oggi composto da 53 strutture esclusivamente in Italia: 34 gestite direttamente da noi e 19 in franchising, a cui presto se ne aggiungeranno altre due: una a Siracusa, vicino al castello Maniace, l’apertura è prevista tra qualche settimana, l’altra vicino a Matera. Con le nostre 5.800 camere siamo la più grande catena di hotellerie italiana per dimensione. Nel 2023 abbiamo registrato un fatturato di 208 milioni di euro, con un utile netto di 25 milioni". [gallery ids="468968,468976,468975,468973,468971,468970"] [post_title] => Una Esperienze: dal restyling dell'Art nasce il nuovo Maison Roma [post_date] => 2024-06-06T13:27:35+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717680455000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468909 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il programma di rilancio della strada statale 452, meglio conosciuta come Strada della Contessa è stato presentato presso la sede dell’Enit a Roma. Presenti Amerigo Varotti, direttore di Confcommercio Marche Nord, Barbara Marcolini, vicepresidente di Confcommercio Marche Nord, Barbara Marsili, presidente di Confcommercio Umbria-Gubbio, e Ivana Jelinic, ad Enit. Durante il periodo di otto mesi di chiusura per lavori di manutenzione straordinaria della strada (un collegamento cruciale tra Gubbio, nel nord-est dell’Umbria, e la provincia di Pesaro e Urbino nelle Marche) le attività turistiche della zona hanno subito perdite significative, con un calo del fatturato di oltre il 10% nella sola provincia di Pesaro e Urbino, equivalente a circa 2 milioni di euro.  E allora le due regioni hanno ideato il progetto turistico “Contessa, una porta tra terra e mare”.  “Ora, l'attenzione è rivolta al rilancio economico attraverso iniziative che mettono in risalto le specialità enogastronomiche locali -, ha detto Amerigo Varotti -. Oltre ai percorsi dedicati alla scoperta di ristoranti e prodotti tipici tra Umbria e Marche, il progetto prevede percorsi storici e culturali che attraversano luoghi storici legati ai Montefeltro e ai Della Rovere, mentre sul fronte archeologico, il progetto prevede visite a siti di grande interesse come il Teatro Romano di Gubbio e il Ponte Mallio a Cagli, oltre al museo e al parco archeologico di Fossombrone, fino a raggiungere l’Arco di Augusto a Fano”. Barbara Marsili ha voluto enfatizzare l’importanza di valorizzare le eccellenze condivise dalle due regioni, contrastando la tendenza a bypassare il centro Italia sottolineando che “grazie al supporto del comune di Gubbio, della Camera di commercio di Perugia e della regione Umbria, questo progetto mira a mettere in luce le potenzialità turistiche del territorio, promuovendo una collaborazione interregionale che travalica i confini amministrativi”. [post_title] => 'Contessa, una porta tra terra e mare': riaperta la storica strada fra Umbria e Marche [post_date] => 2024-06-06T09:40:39+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717666839000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468745 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Chianciano vara la proposta di legge per il suo rilancio come meta turistico-termale, che consentirà, approvata dal Consiglio regionale, di assegnare al Comune di Chianciano Terme un contributo straordinario fino a un massimo di 3 milioni e 900mila euro finalizzato all’acquisto di alcuni beni immobili di proprietà della società in liquidazione Chianciano Immobiliare spa. I beni in questione sono il Parco Acquasanta, comprensivo del Salone Nervi, del Salone della Mescita, della Sala Fellini e di altre pertinenze, a esclusione delle terme sensoriali. Inoltre la pdl regionale include anche un finanziamento, per una quota massima di 565mila euro, destinato a contribuire al recupero e alla valorizzazione del Parco Furcoli, di proprietà del Comune. Non solo, ma il percorso avviato consentirà il consolidamento del brand turistico di Chianciano Terme come destinazione di alto profilo nel segmento “MICE” (Meeting, Incentives, Conferences and Exhibitions), favorendo così l’incremento delle presenze sul territorio anche attraverso la destagionalizzazione dei flussi turistici. [post_title] => Chianciano, al via il rilancio come meta turistico-termale [post_date] => 2024-06-04T10:56:25+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717498585000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468724 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Prodotto, distribuzione e assistenza. Ecco i tre step che rappresentano anche i punti di forza dell’attività di Geco Vacation Rentals. Da qualche anno GeCo, specializzato sul revenue management e ideatore del network alberghiero Gecohotels, ha deciso di ampliare la sua trentennale attività con un network di strutture extra-alberghiere. Dalle ville lussuose alle masserie, dalle case vacanze alle fattorie di campagna, tutte le strutture nel portfolio GeCo Vacation Rentals sono accomunate dall’obbiettivo di massimizzare i propri risultati di produzione garantiti dalla piattaforma GECO® che distribuisce i prodotti su tutti i fronti: oltre 200 Tour Operator e agenzie specializzate, il proprio sito web ed oltre 80 portali online dedicati al mondo delle case vacanze. «Nel 2024 abbiamo sfiorato le 800 unità - spiega Marco Fabbroni, AD Geco Consulenze Alberghiere – Tra gli obiettivi c’è quello di allargare la presenza nelle diverse regioni d’Italia. Rispetto al 2023 siamo cresciuti molto ma dobbiamo rafforzare la presenza in aree come la Liguria, i Laghi , il Veneto, Roma, Firenze, Milano, la Costiera Amalfitana, la Puglia e la Sicilia. Anche Francia (Costa Azzurra) e Croazia, dove abbiamo fatto capolino di recente. L’obiettivo è di superare nel 2025 le 1000 unità». In Europa il settore delle Case Vacanze è in crescita ed in evoluzione, soprattutto a livello normativo. Nel 2023 sono state vendute 678 milioni di notti solo tramite OTA. La crescita registrata nel 2021, rispetto al 2020, è pari al 34%, nel 2022 ha sfiorato il 64%, mentre nel 2023 ha toccato quota +14%. L’Italia con 103 milioni di notti vendute è al terzo posto, dopo Francia e Spagna. Un fenomeno importante che ha ancora ampi margini di crescita. «Il settore è una vera e propria Galassia – aggiunge Fabbroni – Manca una normativa nazionale e ogni regione fornisce indicazioni diverse, a parte qualche punto in comune. Una Galassia anche dal punto di vista dei prodotti, con tanti soggetti in gioco». Ultimamente  c’è stato qualche cambiamento per quanto riguarda gli affitti brevi, un passo importante per il tracciamento a livello fiscale. «Entro breve infatti sarà obbligatorio il Codice CIN che tutti dovranno avere, anche per accedere ai portali – commenta Fabbroni – Non solo ma grazie ad una direttiva Europea è stato attivato lo scambio di dati, per regolare un settore in grande crescita. Ricordiamo anche la recente modifica fiscale inserita, che stabilisce l’applicazione della cedolare secca (21%) solo per una casa. Al resto sarà applicata la tassazione del 26%». I punti di forza di Geco rappresentano anche i focus sui quali concentrare le energie. «Non offriamo solo un portafoglio omogeneo – conclude Fabbroni – che si allarga grazie ai recruiter, ma anche una Piattaforma che interfaccia altri 80 portali, perché crediamo che la collaborazione sia importante per garantire ottime performance. E poi ancora la rete agenziale: oltre 200 agenzie in tutto il mondo che si collegano direttamente alla piattaforma per prenotare. Il punto di forza per eccellenza e che ci distingue sul mercato, è l’assistenza che garantiamo 365 giorni all’anno».   [post_title] => Geco Vacation Rentals cresce, obiettivo per il 2025 superare le 1000 unità [post_date] => 2024-06-04T10:53:18+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717498398000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "federturismo iorio il rilancio dellexpo un gesto importante per il paese" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":50,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":614,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469323","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sulla scia del grande successo della versione invernale, la Val d’Ega Summer Challenge aggiunge un pizzico di sana competitività alle vacanze estive.\r\n\r\nRivolta ad amanti dell’escursionismo di qualsiasi ordine e grado, la sfida ha come scenario il cuore delle Dolomiti (BZ) e prevede il completamento,durante la stagione estiva, di sei suggestivi obiettivi, per rendere il soggiorno una conquista di benessere all’insegna di natura, ecologia e gusto. \r\n\r\nSi può cominciare prendendo posto in almeno uno dei cinema di montagna, nome sotto il quale vengono riuniti sei punti panoramici lungo i sentieri escursionistici di Nova Ponente, Obereggen, Collepietra e Nova Levante-Carezza.  Per restare in argomento panoramico, il Latemar.360° è il sentiero tematico che conduce a una piattaforma in larice unica nel proprio genere, posta a 2.200 metri di altitudine.\r\n\r\nSe gli spunti per guardarsi intorno sono infiniti, forse è il caso di cambiare prospettiva e alzare lo sguardo verso l’infinito, inoltrandosi sul Sentiero dei Pianeti di San Valentino in Campo, fiore all’occhiello del primo Astrovillaggio d’Europa.\r\n\r\nPoiché aderire alla missione ecosostenibile della Val d’Ega è di massima importanza, una delle tappe della sfida non poteva che riguardare il rispetto dell’ambiente. Il viaggio in autobus, che è oltretutto gratuito grazie al Guest Pass ricevuto in omaggio all’arrivo, diventa dunque una delle prove da sostenere e testimoniare con una fotografia.\r\n\r\nE vale senza dubbio la fatica e un’immagine l’aquila bronzea che, al termine del sentiero Masarè di fronte alle pareti del massiccio del Catinaccio, ricorda fieramente Theodor Christomannos, pioniere del turismo nelle Dolomiti e ideatore della strada che porta da Nova Levante a Cortina.\r\n\r\nL’ultima delle tappe è anche la più buona, perché ha a che fare con le delizie della tavola che la Val d’Ega ha da offrire a chi ama i sapori genuini.\r\n\r\nIl raggiungimento di ognuna delle sei tappe, da conseguire in 10 giorni totali, dovrà essere certificato da altrettante fotografie caricate sul sito eggental.com, in virtù delle quali sarà possibile recarsi presso uno degli uffici turistici della valle e ricevere un premio.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Val d'Ega Summer Challenge, la sfida estiva in sei tappe","post_date":"2024-06-12T10:49:38+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1718189378000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469280","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Giappone, Cina, Thailandia, Indonesia. Sono le principali protagoniste del 2024 di Idee per Viaggiare. \"Il successo di una destinazione dipende certo dalla programmazione e dalla qualità del prodotto. Ma pesa anche il mood del mercato. E questo è sicuramente il momento dell'Oriente, come un po' di anni fa è stato per Dubai\", racconta il ceo di Idee per Viaggiare, Danilo Curzi. Il Giappone in particolare è ormai diventato la seconda meta per importanza dell'operatore capitolino, in termini di volumi e di marginalità. \"La vera sorpresa dell'anno è stata però la Cina. Entrata nel nostro portfolio meno di un anno fa con l'acquisizione di Chinasia, ha immediatamente scalato tantissime posizioni e ora è al sesto-settimo posto, su una trentina di destinazioni totali, per fatturato generato. Laura Grassi (co-fondatrice di Chinasia, ndr) mi aveva raccontato delle potenzialità del prodotto. E ha avuto ragione. Sono felice ora di vederla contenta\".\r\n\r\nIl boom dell'Oriente si inserisce peraltro in un contesto molto positivo per IpV. Dopo aver chiuso a fine ottobre lo scorso anno finanziario superando per la prima volta nella propria storia la soglia dei 100 milioni di euro di fatturato (toccando quota 107 mln), il to continua infatti nel suo trend di espansione: \"Nel primo semestre abbiamo siamo già a +15% in termini di produzione e marginalità. E aumenta anche la quota di advance booking, con la nostra finestra media di prenotazione che si attesta ormai attorno ai 140 giorni di anticipo. Una tendenza che ci permette di pianificare meglio la programmazione, a volte persino consentendoci di aumentare l'offerta seguendo le esigenze del mercato. Ai clienti dà invece la possibilità di accedere a quotazioni più vantaggiose, grazie alle policy di pricing dinamico di vettori e strutture alberghiere\". Il fenomeno è talmente importante che oggi Curzi può persino affermare che le tariffe medie di IpV sono in calo rispetto al 2023, nonostante il perdurare del contesto inflattivo globale.\r\n\r\nIn tale scenario, gli Stati Uniti rimangono pur sempre la destinazione di punta del to. \"Anche se devo ammettere che nell'ultimo mese abbiamo registrato una lieve flessione delle prenotazioni, attorno al 4%-5%. Un piccolo decremento, non in grado comunque di intaccare il trend di crescita registrato dagli Usa dell'anno finanziario preso nel suo complesso\". Altro tassello importante del mondo IpV è poi quello rappresentato dall'attività di consolidatore: una delle nuove linee di business lanciate dall'operatore, diventate tanto importante \"da portarci oggi a dire che non siamo più un semplice tour operator ma un'azienda che offre servizi turistici a 360 gradi\", conclude Curzi.\r\n\r\n ","post_title":"Curzi, IpV: è il momento dell'Oriente. Giappone la conferma, Cina la sorpresa","post_date":"2024-06-11T15:10:20+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1718118620000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469189","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Proposte su misura per ogni tipologia di regime alimentare: il nuovo menù estivo di Vueling risponde alle esigenze di ciascuno con numerose novità che spaziano dall'hamburger a base vegetale di Heüra alla bevanda di soia di ViveSoy, fino ai pop-corn di broccoli gluten-free, senza dimenticare la recente introduzione del petfood del brand di cibo etico per animali Edgard & Cooper.\r\n\r\nLa compagnia aerea del Gruppo Iag ha incluso tra le sue proposte il nuovo hamburger di Heüra, prima opzione 100% a base di proteine vegetali di Vueling. Eccellente fonte di vitamina B12 e ferro, sarà servito in un morbido panino, accompagnato da fette di formaggio Violife al gusto di cheddar, pomodori secchi e basilico\r\n\r\nContinua dall’anno scorso, inoltre, la vendita di petfood Edgard & Cooper per i cani a bordo, proposta introdotta da Vueling nel menù invernale 2023 come prima compagnia in Europa. L’azienda ha sempre avuto un particolare occhio di riguardo per gli animali domestici che - con un peso fino a 8 kg (compreso il trasportino omologato) - possono viaggiare in cabina con i loro proprietari, un animale per passeggero per un massimo di cinque per volo.\r\n\r\n","post_title":"Vueling rinnova il menù estivo con proposte per tutti, dai vegani ai celiaci","post_date":"2024-06-11T09:25:05+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1718097905000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469152","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Con Autentico Hotels il mare è relax, natura e sport  tra Liguria, Sardegna, costiera Amalfitana e Puglia. Tra le new entry due strutture: una in Liguria, il Villa Riviera Resort di Sestri Levante, e una in Puglia, il Leonardo Trulli Resort di Locorotondo.\r\n\r\nSituato tra Portofino e le Cinque Terre, il Villa Riviera Resort offre un soggiorno in un parco di 15 mila mq nel quale si trovano due ville storiche, Villa ‘800 e Villa ‘900, che includono 15 camere elegantemente arredate. A disposizione anche una infinity pool riscaldata che affaccia sulla riviera ligure e una spa racchiusa in una cornice di ulivi e resti di pietra antica.\r\n\r\nNella valle d’Itria, a sud della Puglia, sulle colline che separano lo Ionio e l'Adriatico, si trova il Leonardo Trulli Resort, dove si può vivere appieno la tradizione locale: dalla cucina tipica che offre anche un corso per chi vuole sentirsi chef per un giorno, alla struttura stessa costituita dai classici trulli e case padronali ristrutturati. Tre le altre attività, padel, passeggiate a cavallo, degustazioni sia di olio sia di vino.\r\n\r\nIl Gallia Palace Beach Golf & Spa Resort di Punta Ala mette poi a disposizione 70 camere totali, nelle quali possono entrare gli amici a quattro zampe di piccola taglia, una piscina esterna di 25 metri, una nuova spa di 500 metri quadrati e molti altri servizi, tra cui un beach club dove gli ospiti possono godersi appieno spiaggia e mare, con a disposizione pure uno yacht privato. Oltre al relax e alla esclusività, la struttura offre attività di svago come scuola di vela, vari sport acquatici, degustazioni gastronomiche ed escursioni a cavallo.\r\n\r\nL’isola di Ischia, appartenente all’insieme delle Flegree, ospita il San Montano Resort & Spa. Dispone dell'Ocean Blue Spa, l’unica con vista mare di Ischia ma permette anche di fare una passeggiata a piedi scalzi nel nuovo limoneto con il profumo della lavanda e del gelsomino. Undici le piscine presenti con vista Vesuvio, con possibilità di tour in una delle barche private alla scoperta delle altre isole del golfo. Sono anche previste attività all’interno della struttura come la degustazione dei vini e la cooking class.\r\n\r\nLa costiera Amalfitana ospita l’unico 5 stelle su una scogliera a picco sul mare con la spiaggia di sabbia. Al Borgo Santandrea si può andare alla scoperta della cucina italiana e locale. La struttura organizza varie attività per i propri ospiti, come la scuola di vela e diversi sport acquatici e, per gli appassionati,  degustazioni enogastronomiche, lezioni di cucina tipica e molto altro.\r\n\r\nA pochi chilometri da Sorrento e a picco sul mare si trova poi l'hotel Mediterraneo che si può raggiungere passeggiando o, se si preferisce, con una navetta elettrica gratuita. Oltre a godersi l’ospitalità è possibile intrattenersi in attività come la degustazione di vini o la cooking class.\r\n\r\nIl Lanthia Resort di Santa Maria Navarrese, in Sardegna è una struttura elegante con un design accogliente. Il ristorante omonimo rende omaggio alla tradizione locale utilizzando prodotti del territorio e proponendo piatti tipici con una dose di creatività. Disponibili pure attività come trekking, lezioni sulla cultura locale, escursionismo via mare e via terra, escursioni a cavallo, nonché suggestive cene in pineta o con musica dal vivo.\r\n\r\nNella Sardegna sud-occidentale, nell’immensa costa Verde, si trova infine l'hotel Le Dune Piscinas, che riapre la stagione dopo tre anni di lavori. La struttura offe tre ristoranti tra cui quello gourmet, un american bar e altri servizi come spa e gym. Sono previsti trattamenti estetici e rigenerativi, yoga e fitness e, per i più briosi, attività come diving & snorkeling e visite ai musei di Cabras, Cagliari e Oristano.\r\n\r\n ","post_title":"Autentico Hotels, relax al mare tra Liguria, costiera Amalfitana, Puglia e Sardegna","post_date":"2024-06-11T09:18:58+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1718097538000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469033","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_469036\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Il Th Ostuni[/caption]\r\n\r\nL'estate Th Resorts è ufficialmente a pieno regime. Tutte e 32 le strutture del gruppo mare e montagna sono infatti operative e le previsioni per i prossimo mesi sono davvero più che rosee. “Gli andamenti delle prenotazioni sono estremamente positivi e questo ci conforta per il proseguo della stagione – spiega Stefano Maria Simei, direttore commerciale e marketing Th Group –. Per l’estate 2024 ci aspettiamo una crescita, con 12 mila ospiti e 75 mila pernottamenti in più rispetto all’estate 2023. Il grosso dell’incremento dovrebbe provenire dai viaggiatori stranieri, da cui ci si attende un +8%, mentre i vacanzieri italiani dovrebbero aumentare intorno al 2%. I numeri sono realmente molto confortanti su tutte le linee di prodotto dedicate a mare e montagna”.\r\n\r\nRelativamente alle località balneari il trend è in particolare di un più 25% di prenotazioni, con Sardegna, Puglia e Toscana a trainare le vendite. \"Anche per quanto riguarda la montagna, dopo una stagione invernale che si è chiusa con +20% di presenze, ci si aspetta una stagione estiva estremamente positiva, a riconferma del rilancio delle vacanze in mezzo alla natura e all’insegna dello sport e del benessere - conclude Simei -. A oggi le prenotazioni registrano dunque un +10%, con il Trentino come regione più ricercata”.","post_title":"Simei, Th Resorts: ci aspetta un'ottima estate. Dati confortanti per mare e montagna","post_date":"2024-06-07T09:41:27+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1717753287000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468967","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il Gruppo Una presenta il rinnovato Maison Roma Piazza di Spagna Una Esperienze. Dopo un’attenta operazione di renaming e restyling il piccolo boutique hotel 4 stelle di design, già Hotel Art by the Spanish Steps, propone ai propri ospiti una nuova esperienza negli spazi ricavati da un collegio religioso, dove il sacro incontra il profano, l’antico il moderno.\r\n\r\nLa direttrice Francesca Fiumanò ripercorre l’operazione: \"Il nome rende giustizia all’hotel per tre motivi: maison è il temine internazionale per casa e parla di un’accoglienza familiare; nell’agio e nell’eleganza i nostri ospiti trovano un’attenzione personalizzata e dedicata. L’esperienza è parte del brand, perché ogni soggiorno è un’occasione unica e irripetibile. La location, Roma Piazza di Spagna, non ha infine bisogno di presentazioni. L’albergo si trova in una posizione eccezionale: a metà strada tra piazza del Popolo e piazza di Spagna, affacciato su via Margutta, la storica via degli artisti e degli artigiani. Sin dal momento dell’arrivo i nostri ospiti apprezzano la pace e la serenità della zona, anche se è vicinissima alle attrazioni principali della città\".\r\n\r\nFiumanò è stata scelta dal gruppo per guidare questa nuova avventura “per il suo human touch e per il suo gusto e capacità di interpretare il genius loci\", sottolinea l’a.d. del Gruppo Una Giorgio Marchegiani. Il Maison Roma dispone di 46 camere di diverse categorie, adatte a soddisfare le esigenze degli ospiti che scelgono il nostro hotel per una vacanza da soli o con la famiglia, ma anche per un soggiorno di lavoro. La hall, un tempo la cappella dell’istituto, viene utilizzata per molteplici scopi: dai cocktail conviviali proposti dal bar Margutta agli interessanti workshop organizzati dall’associazione Botteghiamo per scoprire le arti antiche, come la pittura con l’oro. Ogni mattina Maison Roma si concentra sul momento della colazione, richiamando il concetto di casa.\r\n\r\n\"Una delle caratteristiche della nostra compagnia è il sottolineare l’importanza dei prodotti autentici, come i dolci appena sfornati dalla nostra cuoca - aggiunge Francesca Fiumanò -. La struttura offre poi una bellissima corte che può ospitare colazioni, aperitivi ed eventi di ogni genere e anche uno spazio meeting non convenzionale adatto a piccole riunioni».\r\n\r\n\"Con il Maison Roma sono diventati quattro gli hotel del nostro gruppo nella capitale - riprende Marchegiani -. Fino al 2021 avevamo solo il Decò, vicino alla stazione Termini, quindi sono stati inseriti l'Art (oggi appunto Maison Roma), l’Empire (dietro a Via Veneto) e nel 2022 è stato aperto l’hotel di Trastevere, con la sua splendida terrazza. Roma è una città molto importante per noi, così come per il turismo italiano. Grazie alla posizione dei nostri hotel vogliamo portare valori come il legame con il territorio accogliendo nei diversi rioni del centro storico i turisti italiani e quelli stranieri, che rappresentano circa la metà del flusso turistico. Roma è un pezzetto del Gruppo Una, oggi composto da 53 strutture esclusivamente in Italia: 34 gestite direttamente da noi e 19 in franchising, a cui presto se ne aggiungeranno altre due: una a Siracusa, vicino al castello Maniace, l’apertura è prevista tra qualche settimana, l’altra vicino a Matera. Con le nostre 5.800 camere siamo la più grande catena di hotellerie italiana per dimensione. Nel 2023 abbiamo registrato un fatturato di 208 milioni di euro, con un utile netto di 25 milioni\".\r\n\r\n[gallery ids=\"468968,468976,468975,468973,468971,468970\"]","post_title":"Una Esperienze: dal restyling dell'Art nasce il nuovo Maison Roma","post_date":"2024-06-06T13:27:35+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1717680455000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468909","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il programma di rilancio della strada statale 452, meglio conosciuta come Strada della Contessa è stato presentato presso la sede dell’Enit a Roma. Presenti Amerigo Varotti, direttore di Confcommercio Marche Nord, Barbara Marcolini, vicepresidente di Confcommercio Marche Nord, Barbara Marsili, presidente di Confcommercio Umbria-Gubbio, e Ivana Jelinic, ad Enit.\r\n\r\nDurante il periodo di otto mesi di chiusura per lavori di manutenzione straordinaria della strada (un collegamento cruciale tra Gubbio, nel nord-est dell’Umbria, e la provincia di Pesaro e Urbino nelle Marche) le attività turistiche della zona hanno subito perdite significative, con un calo del fatturato di oltre il 10% nella sola provincia di Pesaro e Urbino, equivalente a circa 2 milioni di euro.  E allora le due regioni hanno ideato il progetto turistico “Contessa, una porta tra terra e mare”.\r\n\r\n “Ora, l'attenzione è rivolta al rilancio economico attraverso iniziative che mettono in risalto le specialità enogastronomiche locali -, ha detto Amerigo Varotti -. Oltre ai percorsi dedicati alla scoperta di ristoranti e prodotti tipici tra Umbria e Marche, il progetto prevede percorsi storici e culturali che attraversano luoghi storici legati ai Montefeltro e ai Della Rovere, mentre sul fronte archeologico, il progetto prevede visite a siti di grande interesse come il Teatro Romano di Gubbio e il Ponte Mallio a Cagli, oltre al museo e al parco archeologico di Fossombrone, fino a raggiungere l’Arco di Augusto a Fano”.\r\n\r\nBarbara Marsili ha voluto enfatizzare l’importanza di valorizzare le eccellenze condivise dalle due regioni, contrastando la tendenza a bypassare il centro Italia sottolineando che “grazie al supporto del comune di Gubbio, della Camera di commercio di Perugia e della regione Umbria, questo progetto mira a mettere in luce le potenzialità turistiche del territorio, promuovendo una collaborazione interregionale che travalica i confini amministrativi”.","post_title":"'Contessa, una porta tra terra e mare': riaperta la storica strada fra Umbria e Marche","post_date":"2024-06-06T09:40:39+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1717666839000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468745","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Chianciano vara la proposta di legge per il suo rilancio come meta turistico-termale, che consentirà, approvata dal Consiglio regionale, di assegnare al Comune di Chianciano Terme un contributo straordinario fino a un massimo di 3 milioni e 900mila euro finalizzato all’acquisto di alcuni beni immobili di proprietà della società in liquidazione Chianciano Immobiliare spa. I beni in questione sono il Parco Acquasanta, comprensivo del Salone Nervi, del Salone della Mescita, della Sala Fellini e di altre pertinenze, a esclusione delle terme sensoriali.\r\n\r\nInoltre la pdl regionale include anche un finanziamento, per una quota massima di 565mila euro, destinato a contribuire al recupero e alla valorizzazione del Parco Furcoli, di proprietà del Comune.\r\n\r\nNon solo, ma il percorso avviato consentirà il consolidamento del brand turistico di Chianciano Terme come destinazione di alto profilo nel segmento “MICE” (Meeting, Incentives, Conferences and Exhibitions), favorendo così l’incremento delle presenze sul territorio anche attraverso la destagionalizzazione dei flussi turistici.","post_title":"Chianciano, al via il rilancio come meta turistico-termale","post_date":"2024-06-04T10:56:25+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1717498585000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468724","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Prodotto, distribuzione e assistenza. Ecco i tre step che rappresentano anche i punti di forza dell’attività di Geco Vacation Rentals.\r\n\r\nDa qualche anno GeCo, specializzato sul revenue management e ideatore del network alberghiero Gecohotels, ha deciso di ampliare la sua trentennale attività con un network di strutture extra-alberghiere.\r\n\r\nDalle ville lussuose alle masserie, dalle case vacanze alle fattorie di campagna, tutte le strutture nel portfolio GeCo Vacation Rentals sono accomunate dall’obbiettivo di massimizzare i propri risultati di produzione garantiti dalla piattaforma GECO® che distribuisce i prodotti su tutti i fronti: oltre 200 Tour Operator e agenzie specializzate, il proprio sito web ed oltre 80 portali online dedicati al mondo delle case vacanze.\r\n\r\n«Nel 2024 abbiamo sfiorato le 800 unità - spiega Marco Fabbroni, AD Geco Consulenze Alberghiere – Tra gli obiettivi c’è quello di allargare la presenza nelle diverse regioni d’Italia. Rispetto al 2023 siamo cresciuti molto ma dobbiamo rafforzare la presenza in aree come la Liguria, i Laghi , il Veneto, Roma, Firenze, Milano, la Costiera Amalfitana, la Puglia e la Sicilia. Anche Francia (Costa Azzurra) e Croazia, dove abbiamo fatto capolino di recente. L’obiettivo è di superare nel 2025 le 1000 unità».\r\n\r\nIn Europa il settore delle Case Vacanze è in crescita ed in evoluzione, soprattutto a livello normativo. Nel 2023 sono state vendute 678 milioni di notti solo tramite OTA. La crescita registrata nel 2021, rispetto al 2020, è pari al 34%, nel 2022 ha sfiorato il 64%, mentre nel 2023 ha toccato quota +14%. L’Italia con 103 milioni di notti vendute è al terzo posto, dopo Francia e Spagna.\r\n\r\nUn fenomeno importante che ha ancora ampi margini di crescita.\r\n\r\n«Il settore è una vera e propria Galassia – aggiunge Fabbroni – Manca una normativa nazionale e ogni regione fornisce indicazioni diverse, a parte qualche punto in comune. Una Galassia anche dal punto di vista dei prodotti, con tanti soggetti in gioco».\r\n\r\nUltimamente  c’è stato qualche cambiamento per quanto riguarda gli affitti brevi, un passo importante per il tracciamento a livello fiscale. «Entro breve infatti sarà obbligatorio il Codice CIN che tutti dovranno avere, anche per accedere ai portali – commenta Fabbroni – Non solo ma grazie ad una direttiva Europea è stato attivato lo scambio di dati, per regolare un settore in grande crescita. Ricordiamo anche la recente modifica fiscale inserita, che stabilisce l’applicazione della cedolare secca (21%) solo per una casa. Al resto sarà applicata la tassazione del 26%».\r\n\r\nI punti di forza di Geco rappresentano anche i focus sui quali concentrare le energie.\r\n\r\n«Non offriamo solo un portafoglio omogeneo – conclude Fabbroni – che si allarga grazie ai recruiter, ma anche una Piattaforma che interfaccia altri 80 portali, perché crediamo che la collaborazione sia importante per garantire ottime performance. E poi ancora la rete agenziale: oltre 200 agenzie in tutto il mondo che si collegano direttamente alla piattaforma per prenotare. Il punto di forza per eccellenza e che ci distingue sul mercato, è l’assistenza che garantiamo 365 giorni all’anno».\r\n\r\n ","post_title":"Geco Vacation Rentals cresce, obiettivo per il 2025 superare le 1000 unità","post_date":"2024-06-04T10:53:18+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1717498398000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti