27 May 2024

Assoturismo: oltre 212 milioni di presenze in Italia. Stranieri al top

[ 0 ]
Firenze

Continuano ad aumentare i turisti dall’estero: quest’estate saranno più che nel 2019

Nonostante le incertezze meteo di giugno, per il turismo si prevede un’estate calda: nel trimestre estivo il sistema ricettivo italiano dovrebbe registrare 212,8 milioni di presenze, circa 12,5 milioni in più rispetto all’estate 2022 (+6,2%). A trainare la crescita, ancora una volta, i turisti stranieri (+9,6%).

È quanto emerge dall’indagine di Assoturismo-Confesercenti, realizzata dal Centro studi turistici di Firenze, su un campione di 1.492 imprenditori della ricettività in Italia.

Previsioni positive, che potrebbero anche migliorare: la sensazione di tutto il comparto è che i valori ritorneranno oltre i livelli pre-Covid grazie alle partenze di coloro che ancora non hanno programmato il viaggio.

Domanda straniera

Gli stranieri. Per la domanda straniera, la ripresa è già arrivata. Il crollo scatenato dalla pandemia è stato recuperato, e quest’estate ci saranno più turisti stranieri rispetto al pre-Covid. Si prevedono infatti per il trimestre oltre 101,2 milioni di presenze straniere, il +9,6% rispetto allo scorso anno e un valore più alto (+0,9%) anche di quello registrato nell’estate 2019.

Gli incrementi più significativi sono stati segnalati per i flussi tedeschi -presenti in tutte le aree e tipologie di offerta, ma soprattutto nelle località dei laghi – francesi, svizzeri, olandesi, britannici, austriaci e belgi. Tra i mercati extraeuropei aumentano soprattutto i visitatori USA: l’interesse dei turisti americani è orientato prevalentemente verso le città/centri d’arte e le aree rurali e della collina.

Italiani

Gli italiani. Anche il numero di turisti italiani continua a crescere, sebbene più lentamente. Per l’estate si prevede un aumento del +3,3%, con oltre 111,6 milioni di presenze stimate, ancora il -1,2% rispetto al 2019. Dunque, per la prossima estate dovrebbe ridursi sensibilmente la differenza tra le due componenti del mercato: la quota della domanda italiana è stimata al 52,4%, contro il 47,6% della domanda estera (i valori del 2019 erano rispettivamente 52,9% e 47,1%).

Alberghiero ed extralberghiero. Per il settore alberghiero le aspettative di crescita si attestano al +6,4%, trainate dal +10,7% di richieste giunte dai mercati esteri. Prenotazioni in crescita anche per il settore extralberghiero, con un +5,9%; ancora determinanti sono le richieste degli stranieri, stimate al +8,4% rispetto al 2022.

Le destinazioni. Durante il periodo estivo la crescita del mercato sarà avvertita in tutte le aree del Paese, anche se non in maniera uniforme. Infatti, l’andamento migliore è stato segnalato dagli imprenditori del Nord Ovest e del Sud/Isole, sostenuto grazie alle prenotazioni dei turisti stranieri rispettivamente del +14,8% e del +16,2%. Valori altrettanto positivi sono stati segnalati dagli imprenditori del Centro e del Nord Est, anche questi trainati dalle richieste della domanda straniera.

Città e altre destinazioni

Città d’arte le più gettonate. I risultati migliori del periodo sono attesi per le imprese ricettive delle città d’arte/centri minori, con una crescita stimata del +8,3%. Per l’estate la crescita stimata degli italiani è del +5,7%, mentre le presenze straniere aumentano del +9,7%. Cresce anche il grado di internazionalizzazione delle città, borghi e centri minori, che ospiteranno prevalentemente stranieri (64,5% del totale).

Per le località dei laghi e le aree rurali e di collina la variazione attesa è del +7,8%. In crescita anche il movimento turistico delle località marine e montane, rispettivamente con il +5,9% e il +6,6%. Abbastanza positiva anche la percezione delle imprese che operano nelle località termali e ad “altro interesse”, con una crescita stimata rispettivamente del +3,5% e del +3,4%.

“Finalmente quest’estate, dopo tre anni, possiamo dire che è i visitatori stranieri sono tornati ai livelli pre-pandemia, anche se sul fronte della domanda italiana si sente l’erosione della capacità di spesa delle famiglie”, commenta Vittorio Messina, presidente di Assoturismo Confesercenti.

“Le previsioni per l’estate restano comunque assolutamente positive. Una conferma dell’attrattività della destinazione Italia e del dinamismo del comparto, che però va più che mai sostenuto. I buoni risultati non devono farci dimenticare vecchi e nuovi problemi, dalla mancanza di infrastrutture alla concorrenza sleale dell’abusivismo turistico, dalla carenza di personale all’incremento dei tassi di interesse sui mutui. Il Piano Strategico deve essere l’occasione per programmare insieme alle parti sociali, come non si è mai fatto, il futuro del turismo italiano, tra i più vitali della nostra economia”.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467886 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuova operazione del gruppo Statuto, che prosegue la propria espansione internazionale con l'acquisizione del Six Senses London, hotel di debutto nel Regno Unito del brand lusso di casa Ihg. La struttura, dotata di 109 camere più 14 residenze da uno o due camere da letto e spa, aprirà all'inizio del 2025 all'interno degli ex magazzini commerciali vittoriani Whiteleys, situati a Bayswater, l’area a nord di Hyde Par. Un progetto imponente che include pure 139 serviced apartments, operati sempre da Six Senses e realizzati dallo sviluppatore Finchatton in collaborazione con i partner investitori della joint venture  Mark e C C Land. Il complesso disporrà pure di sala fitness, campi da paddle, piscina, sala musica, area bambini, 20 fra negozi e ristoranti, nonché un cinema e una palestra. Il costo dell'operazione relativa all'hotel ammonta a 180 milioni di sterline, pari a oltre 210 milioni di euro, per un prezzo di 1,65 milioni di sterline per chiave (1,94 milioni di euro). Spartan Advisors e Taylor Wessing hanno agito come advisor per conto della parte venditrice, The Whiteley, mentre Baker McKenzie ha supportato il gruppo Statuto. Six Senses vanta un accordo di 30 anni, estendibile ulteriormente, per la gestione dell'albergo. Si rafforza così la partnership tra Statuto e il marchio Ihg, che vede le due realtà collaborare per i Six Senses di Roma e Milano, nonché all'estero per quello di Parigi. Stando a quanto riportano gli spagnoli di Iberian Property, il gruppo italiano avrebbe in questi giorni acquisito anche il Six Senses Ibiza dal fondo di private equity Metric Capital Partners. Non si conoscono tuttavia ancora i dettagli finanziari dell'operazione.   [post_title] => Il gruppo Statuto acquisisce il Six Senses London, che aprirà all'interno del complesso The Whiteley [post_date] => 2024-05-23T10:35:03+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716460503000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467853 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_467857" align="alignleft" width="300"] L'area della masseria Maviglia - Foto di Tommaso1963 - Licenza Creative Commons[/caption] Nuovo progetto a 5 stelle lusso in Puglia. Quello che già alcuni etichettano come il concorrente ionico di Borgo Egnazia sorgerà a Maruggio, in provincia di Taranto, nella terra dove viene prodotto il Primitivo. La Maviglia Golf & Spa Resort è un'iniziativa della società svizzera Ultimate Collection, a sua volta guidata dall’ex banchiere italo-svizzero e proprietario del Southampton, Nicola Cortese. Progettato da Oppenheim Architecture e dagli architetti paesaggisti Enea, il resort si svilupperà all'interno di una tenuta di 202 ettari che comprende oltre 40 trulli saraceni e alcuni uliveti. La proprietà sarebbe stata acquistata nel 2023 per 12 milioni di euro, mentre l'investimento complessivo per l'intera operazione raggiungerebbe i 200 milioni. Al termine dei lavori, previsti per il 2027, il complesso includerà un resort da 70 suite, di superficie compresa tra i 55 e i 150 mq, nonché un campo da golf a 18 buche sviluppato su oltre 75 ettari di terreno, a cui si affiancherà un Golfer's Lodge dotato di 20 camere di circa 35 mq. Sarà realizzata pure una clubhouse con ristorante, bar, lounge e sale conferenze. I piani prevedono inoltre la costruzione di ulteriori 35 ville da una a sei camere da letto, con living e dining area, ambienti esterni e piscine, per superfici che spazieranno dai 90 ai 450 mq. A tutto ciò si aggiungeranno altri quattro ristoranti e una medical spa da 5 mila mq.   [post_title] => L'ex presidente del Southampton apre un 5 stelle in Puglia: sarà il concorrente ionico di Borgo Egnazia [post_date] => 2024-05-22T12:27:28+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716380848000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467705 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_412861" align="alignleft" width="217"] Maria Carmela Colaiacovo[/caption] Dal prossimo 30 giugno non sarà più possibile beneficiare dell’esonero contributivo previsto da Decontribuzione Sud. Una misura operativa dal 2021 che ha contribuito al mantenimento e rilancio dell’occupazione nel settore per le regioni del sud Italia. «La notizia arriva proprio alla vigilia dell’avvio della stagione turistica quando imprese e lavoratori sono nella fase di massimo impegno. L’esonero contributivo del 30% ha giocato un ruolo importante nel settore alberghiero dove impegno e risorse umane hanno un ruolo centrale. Imprese labour intensive che si misurano, in particolare proprio nel sud Italia con una concorrenza internazionale sostenuta da un sistema di costi fortemente competitivo». «È necessario un ripensamento, le misure previste nel Decreto Coesione, che dovrebbero surrogare all’assenza di Decontribuzione Sud, non si adattano alle esigenze del settore alberghiero» ha dichiarato Maria Carmela Colaiacovo, presidente di Associazione Italiana Confindustria Alberghi.” [post_title] => Dal 30 giugno stop a Decontribuzione Sud. Preoccupazione di Aica [post_date] => 2024-05-20T14:34:42+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716215682000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467649 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Mancano soli cinque giorni al debutto di Delta Air Lines sulla Napoli-New York Jfk: da sabato, 25 maggio, decollerà infatti il nuovo collegamento giornaliero che consentirà inoltre ai passeggeri di proseguire il proprio viaggio dal Jfk verso oltre 70 destinazioni in tutto il Nord America. «Dopo Roma, Milano e Venezia, Napoli sarà la quarta città italiana servita da Delta dagli Stati Uniti - afferma Matteo Curcio, senior vice president Delta per l’Europa, il Medio Oriente, l’Africa e l’India -. La città partenopea, con la regione Campania e la Costiera Amalfitana, è una meta molto richiesta dal mercato statunitense, e siamo convinti che il nostro servizio avvantaggerà l’economia della regione per quanto riguarda il turismo in arrivo, oltre ad offrire una maggiore connettività da Napoli verso gli Stati Uniti rispetto a qualsiasi altro vettore. L’Italia è un mercato molto importante per Delta e quest’estate voleremo il nostro network transatlantico più grande di sempre». Quest'estate infatti la compagnia aerea aumenta l'offerta voli dall’Italia per gli Stati Uniti del 17% anno su anno, dopo aver trasportato nel 2023 Delta più di un milione di passeggeri tra i due Paesi. «Siamo entusiasti di aver riattivato, grazie a Delta, il volo giornaliero Napoli - New York Jfk ed orgogliosi dell’enorme lavoro svolto per incrementare la connettività dello scalo partenopeo - ha commentato Roberto Barbieri, amministratore delegato di Gesac -. La nuova rotta risponde ad una visione strategica che predilige un network di qualità, composto da 116 destinazioni, di cui 20 hub dai quali, grazie alla capillarità dei collegamenti, è possibile raggiungere, con un solo transito, qualsiasi parte del mondo. Con l’ingresso di Delta, si rafforza la partnership con il gruppo Air France-Klm e si consolida il segmento di mercato intercontinentale, fondamentale per lo sviluppo dei flussi turistici tra il Mezzogiorno e gli Stati Uniti»  «Da americana che vive e lavora a Napoli da quasi due anni – ha osservato la Console Generale degli Stati Uniti Tracy Roberts-Pounds - mi accorgo che c'è un legame speciale tra Napoli e New York, quindi mi congratulo con Delta Air Lines per aver fatto una scelta sicuramente vincente. Consiglierei a tutti coloro che viaggeranno su questo nuovo volo di considerare New York non soltanto come destinazione finale, ma anche una porta d’accesso verso tante altre mete negli Stati Uniti. Il nostro è un paese vasto, e ogni stato, ogni città ha caratteristiche diverse e ugualmente affascinanti». Sulla Napoli-New York Delta impiegherà un Boeing 767-300 da 211 posti, configurato con le classi Delta One - con poltrone completamente reclinabili -, Delta Premium Select, Delta Comfort+ e Main Cabin.  Nel picco della summer 2024, il vettore opererà fino a 94 voli settimanali tra l’Italia e gli Stati Uniti. In aggiunta alla rotta per Napoli, l’orario complessivo Delta includerà i collegamenti diretti da Roma Fiumicino per New York-Jfk, Atlanta, Boston e Detroit, da Milano Malpensa per New York-Jfk e Atlanta, e da Venezia Marco Polo per New York-Jfk e per Atlanta. [post_title] => Delta Air Lines: tra cinque giorni decolla il nuovo volo diretto Napoli-New York Jfk [post_date] => 2024-05-20T10:47:32+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716202052000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467601 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Colorato, ibrido, eclettico e ricco di esperienze da vivere. Mama Shelter, l'hotel nato nel 2021 alle porte del Vaticano, presenta le Mama Roma Experiences: master cocktail class, master coffee class, cooking class e molto altro. Si tratta di attività di gruppo che hanno l'obiettivo di avvicinare le aziende al lifestyle e di innovare il concetto di meeting aziendale. «Nelle sempre più popolari cooking class - spiega il direttore  Hasan Saad - si mettono letteralmente le mani in pasta. Le mixology class permettono ai nostri ospiti di immergersi nel mondo dei cocktail che ispirano le nostre drink list stagionali». Le esperienze sono pensate tanto per il team building quanto per l'arricchimento personale degli ospiti e vengono arricchite da un intrattenimento dedicato, musicale e non solo: DJ, performer, giochi di luce e maghi. Inclusività, accessibilità e un pizzico di irriverenza sono le direttrici su cui il progetto Mama Shelter si sviluppa. L'atmosfera è informale, rilassata, accogliente, particolare, "grazie ad allestimenti creativi - continua il direttore -, alle proposte F&B a tema e alle attività da svolgere tra una sessione di meeting e una pausa caffè, dove ci si sfida a biliardino o su un campo da bocce". [gallery columns="4" ids="467607,467608,467609,467610"] Design e socializzazione Le 217 camere, suddivise nelle categorie M, L e XL, sono vivacemente decorate e offrono specchi personalizzabili con messaggi a scelta degli ospiti. La lobby è decorata con elementi che evocano il patrimonio romano, come le arcate che ricordano il Colosseo e dettagli ispirati alla cupola di San Pietro. Oltre a rappresentare un luogo di accoglienza glamour e di design, il Mama Shelter si propone come spazio dinamico per la socializzazione e il divertimento. Il ristorante Giardino d’Inverno, circondato da una vegetazione tropicale, si collega al Giardino d’Estate, che offre un'atmosfera più rilassata e informale. Il Mama Pizzeria e il rooftop con bar completano l'offerta gastronomica, arricchendo l'esperienza culinaria con una vista notevole sulla città.   Le iniziative di fidelizzazione Mama Shelter Roma aderisce al programma Accor All e Accor All Meeting Planner, che permette sia ai viaggiatori individuali, che agli organizzatori di eventi, di accumulare punti in molti degli hotel del gruppo Accor sparsi in tutto il mondo. Questo è un tool per noi importante, che ci permette di incentivare le prenotazioni dirette, offrendo loro al tempo stesso la vasta scelta che un gruppo come Accor può dare. Espansione del marchio Con l'apertura imminente del Mama Shelter Nice sulla Costa Azzurra, il marchio prosegue la sua espansione, portando avanti la sua visione di ospitalità combinata con servizi di alto livello e un design distintivo. Questo rafforza l'impegno del brand a offrire esperienze alberghiere che mescolano praticità per i viaggiatori d'affari e piacere per i turisti.   [post_title] => Esperienze e business travel a Roma: la proposta di Mama Shelter [post_date] => 2024-05-17T15:03:48+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715958228000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466780 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Norwegian comincia nel segno della crescita la stagione estiva, con 1.892.362 passeggeri nel mese di aprile, cui si sommano quelli trasportati da Widerøe, 315.495, per un totale di 2.207.857 per il gruppo. La capacità di Norwegian è aumentata del 18% rispetto all'aprile dello scorso anno, mentre il load factor è stato dell'80,3%. La compagnia aerea ha operato con una media di 81 aeromobili questo mese, rispetto ai 73 di marzo. La regolarità ha subito un impatto negativo in aprile, in gran parte a causa di problemi Atc nello spazio aereo norvegese. «Aprile ha segnato un significativo aumento della capacità e abbiamo avuto in media 14 aeromobili in più in funzione rispetto allo stesso mese dell'anno scorso - ha dichiarato Geir Karlsen, ceo di Norwegian -. Il numero di passeggeri mostra un aumento del 13% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso». In aprile sono state aperte da Norwegian nove nuove rotte: Istanbul da Oslo, Malaga da Billund e Aarhus e Alicante da Monaco sono stati alcuni dei punti salienti di un programma estivo che comprende un totale di 47 nuove rotte. «L'operativo estivo presenta diverse nuove destinazioni. In particolare, soluzioni migliorate con una maggiore capacità in Danimarca, il nostro secondo mercato più grande. I danesi potranno contare su un totale di 17 nuove rotte verso destinazioni come Valencia, Tolosa, Bilbao e Milano. Inoltre, i numeri di Widerøe per il mese di aprile sono incoraggianti».   [post_title] => Norwegian: il gruppo avanza sull'estate con un aprile da 2,2 milioni di passeggeri [post_date] => 2024-05-07T10:07:14+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715076434000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466759 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Innalzare ulteriormente il posizionamento degli Stati Uniti come destinazione turistica d’eccellenza, con l'ambizione di ospitare entro il 2027 90 milioni di visitatori che spenderanno 279 miliardi di dollari all'anno (in linea i target della National Travel and Tourism Strategy del 2022): questi i principali obiettivi degli Stati Uniti, confermati dal presidente e ceo di Brand Usa, Chris Thompson, in occasione della sua ultima conferenza stampa a Los Angeles, dopo oltre un decennio di mandato.   «L'interesse per i viaggi sta vivendo un nuovo slancio, e gli Stati Uniti continuano a dominare la scena mondiale degli arrivi dei viaggi a lungo raggio .Provo diverse emozioni in merito al mio ritiro ma il settore è forte e Brand Usa è ben posizionata. Tutto questo mi rende tranquillo nel passare il testimone».   L'anno scorso, gli Stati Uniti hanno accolto quasi 67 milioni di visitatori che hanno speso 213 miliardi di dollari in viaggi e attività legate al turismo, con un aumento del 28% rispetto all'anno precedente. Gli arrivi dall'India hanno già superato i livelli del 2019 e si stima lo stesso trend per il 2025 per Australia, Brasile, Canada, Francia, Germania, Italia e Regno Unito. Una ricerca recente di Brand Usa conferma che gli Stati Uniti rimangono la destinazione più ambita, posizionandosi al primo posto tra i viaggiatori internazionali in Brasile, Canada, Cina, Giappone e Messico. Un dato interessante riguarda i visitatori cinesi il cui interesse verso gli Stati Uniti è aumentato in modo considerevole nella seconda metà dello scorso anno, raggiungendo poi il picco del 55% nel marzo 2024.   Le ultime previsioni di Tourism Economics indicano che si attende l'arrivo di quasi 78 milioni di visitatori negli Usa entro la fine del 2024, e si prevede che le spese dei viaggiatori internazionali aumenteranno del 74% tra il 2023 e il 2027. Brand Usa intende coinvolgere i viaggiatori con nuove modalità, capitalizzando sugli eventi internazionali che si terranno negli Stati Uniti nei prossimi 3-4 anni, tra cui il World Pride a Washington DC, il centenario della Route 66, la Fifa World Cup e le Olimpiadi estive del 2028 a Los Angeles.   «L'impegno di Brand Usanel portare i viaggiatori internazionali negli Stati Uniti è una delle principali ragioni per cui gli USA rimangono la destinazione di viaggio più ambita al mondo», ha affermato Thompson. Al termine della conferenza stampa, Todd Davidson, Board Chair di Brand Usa e ceo di Travel Oregon, ha dato il benvenuto a Fred Dixon, il nuovo presidente e ceo di Brand Usa. Dixon è attualmente il ceo di New York City Tourism + Conventions e assumerà la guida di Brand Usa il 15 luglio 2024. [post_title] => Brand Usa: Stati Uniti verso i 78 milioni di visitatori entro fine 2024 [post_date] => 2024-05-07T09:15:58+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715073358000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466502 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => “Amare” è il nuovo Airbus A320neo che Brussels Airlines dedica a Tomorrowland, il celebre festival belga di musica elettronica, la cui livrea quest'anno incorpora per la prima volto al mondo, la realtà aumentata. Una partnership storica quella fra la compagnia e l'evento che richiama migliaia di fan da tutta Europa, che vede anche un rinnovato impegno volto a rendere i voli di Tomorrowland più sostenibili.  L'intero processo di progettazione della nuova livrea ha richiesto circa 15 mesi e una grande attenzione ai dettagli, dalle piume degli uccelli alle scintille dei fuochi d'artificio che si trasformano nel logo di Brussels Airlines. L'esperienza di Tomorrowland continuerà naturalmente all'interno dell'aeromobile, dove i passeggeri potranno godere di una “imponente installazione musicale” e di una speciale illuminazione d'atmosfera in cabina. Entrambi i partner sono consapevoli del loro impatto ambientale e da diversi anni lavorano per ridurlo: il nuovo velivolo è il secondo A320neo, che ha debuttato nella flotta di Brussels Airlines nel dicembre 2023. Il neo emette fino al 20% in meno di CO2 e fino al 50% in meno di rumore rispetto ai suoi predecessori. La magica creatura che ricopre la fusoliera prende vita quando viene scansionata su specifici canali di social media come Instagram e TikTok. Questa funzione propone una prima storia aumentata attraverso l'uccello Amare, che simboleggia l'unità e la trascendenza del tempo e dello spazio. Tutti i pacchetti Global Journey che Brussels Airlines e Tomorrowland vendono insieme prevedono tariffe green: i biglietti compensano infatti le emissioni dei voli con carburante sostenibile per l'aviazione (20%) e con investimenti in programmi qualitativi di riduzione delle emissioni di CO2 (80%). Infine, il vettore e Tomorrowland hanno firmato un accordo per investire nell'acquisto di Saf per compensare le emissioni totali di carbonio di tutti i voli di gruppo che saranno operati. «Brussels Airlines è partner di Tomorrowland dal 2012 e sono lieto di annunciare che estenderemo questa partnership fino al 2028 - ha dichiarato Dorothea von Boxberg, ceo di Brussels Airlines -. Abbiamo molti punti in comune, come la passione per l'esplorazione del mondo e la connessione tra culture, ma anche la consapevolezza della nostra impronta ambientale e la volontà di adottare le misure necessarie per ridurre il nostro impatto». [post_title] => Brussels Airlines: la realtà aumentata sull'A320neo dedicato a Tomorrowland [post_date] => 2024-05-03T09:00:29+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1714726829000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466548 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Punta tutto sull’estate il ceo di Lufthansa, Carsten Spohr: i mesi più caldi dell’anno, in tutti i sensi, saranno quelli che dovrebbero vedere l’arrivo del benestare dell’Ue per l’accordo con Ita Airways e saranno quelli che porteranno il ritorno all’utile, dopo un primo trimestre 2024 scivolato in rosso a causa degli scioperi. «Ci aspettiamo l’approvazione del deal con Ita Airways e Lufthansa da parte di Bruxelles nell’estate – ha affermato il ceo in occasione della presentazione dei risultati del trimestre aggiungendo che «non c’è un piano B» e che «Lufthansa può andare avanti senza Ita, ma Ita non può andare avanti senza Lufthansa perché ha bisogno un partner per crescere». Seppure ottimista Spohr, ripreso da Il Sole 24 Ore, ha però evidenziato in relazione al recente posticipo del termine per la decisione di Bruxelles che «ci sono linee rosse che non supereremo (..) La compagnia aerea italiana ha bisogno di un futuro, merita un futuro, e quel futuro ha un piano che si chiama integrazione con Lufthansa». I conti del trimestre Intanto, come anticipato nelle scorse settimane, la compagnia tedesca archivia i tre mesi gennaio-marzo con una perdita netta di 734 milioni di euro rispetto ai 467 milioni di euro nello stesso periodo del 2023 e un ricavi a +5% a 7,4 miliardi di euro. Il vettore ha confermato le stime per un utile operativo di 2,2 miliardi di euro. «Abbiamo raggiunto accordi salariali a lungo termine per la maggior parte dei nostri dipendenti. Ciò significa certezza e chiarezza di pianificazione per i prossimi anni - ha ricordato Spohr -. Stiamo ancora assistendo a una forte domanda, che per l’estate è addirittura significativamente superiore a quella dell’anno scorso». Summer: prenotazioni a +16% I dati del trimestre non intaccano comunque il trend positivo che caratterizza il booking per il mesi estivi, con le destinazioni più richieste che si confermano ancora una volta Spagna, Portogallo, Italia e la Grecia e, per il lungo raggio, gli Stati Uniti, il Giappone e l'Africa meridionale. Oltre all'ottima domanda nel segmento dei viaggi leisure, si legge in una nota del gruppo tedesco, anche la tendenza nel segmento dei viaggi d'affari è positiva. Questo vale in particolare per i voli a lungo raggio, che vede ampliare progressivamente l'offerta disponibile. Oltre alle rotte nordamericane, tradizionalmente forti, quest'anno sta crescendo la domanda dei viaggiatori d'affari soprattutto sulle rotte per l'India e il Giappone. Complessivamente, le prenotazioni per il periodo estivo (da aprile a ottobre) sono aumentate del 16% rispetto all'anno precedente. [post_title] => Lh-Ita: Spohr ottimista sulla Ue. “Ma ci sono linee rosse che non supereremo” [post_date] => 2024-05-02T08:31:58+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1714638718000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "assoturismo oltre 212 milioni" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":36,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":283,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467886","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuova operazione del gruppo Statuto, che prosegue la propria espansione internazionale con l'acquisizione del Six Senses London, hotel di debutto nel Regno Unito del brand lusso di casa Ihg. La struttura, dotata di 109 camere più 14 residenze da uno o due camere da letto e spa, aprirà all'inizio del 2025 all'interno degli ex magazzini commerciali vittoriani Whiteleys, situati a Bayswater, l’area a nord di Hyde Par. Un progetto imponente che include pure 139 serviced apartments, operati sempre da Six Senses e realizzati dallo sviluppatore Finchatton in collaborazione con i partner investitori della joint venture  Mark e C C Land. Il complesso disporrà pure di sala fitness, campi da paddle, piscina, sala musica, area bambini, 20 fra negozi e ristoranti, nonché un cinema e una palestra.\r\n\r\nIl costo dell'operazione relativa all'hotel ammonta a 180 milioni di sterline, pari a oltre 210 milioni di euro, per un prezzo di 1,65 milioni di sterline per chiave (1,94 milioni di euro). Spartan Advisors e Taylor Wessing hanno agito come advisor per conto della parte venditrice, The Whiteley, mentre Baker McKenzie ha supportato il gruppo Statuto. Six Senses vanta un accordo di 30 anni, estendibile ulteriormente, per la gestione dell'albergo. Si rafforza così la partnership tra Statuto e il marchio Ihg, che vede le due realtà collaborare per i Six Senses di Roma e Milano, nonché all'estero per quello di Parigi. Stando a quanto riportano gli spagnoli di Iberian Property, il gruppo italiano avrebbe in questi giorni acquisito anche il Six Senses Ibiza dal fondo di private equity Metric Capital Partners. Non si conoscono tuttavia ancora i dettagli finanziari dell'operazione.\r\n\r\n ","post_title":"Il gruppo Statuto acquisisce il Six Senses London, che aprirà all'interno del complesso The Whiteley","post_date":"2024-05-23T10:35:03+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1716460503000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467853","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_467857\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] L'area della masseria Maviglia - Foto di Tommaso1963 - Licenza Creative Commons[/caption]\r\n\r\nNuovo progetto a 5 stelle lusso in Puglia. Quello che già alcuni etichettano come il concorrente ionico di Borgo Egnazia sorgerà a Maruggio, in provincia di Taranto, nella terra dove viene prodotto il Primitivo. La Maviglia Golf & Spa Resort è un'iniziativa della società svizzera Ultimate Collection, a sua volta guidata dall’ex banchiere italo-svizzero e proprietario del Southampton, Nicola Cortese. Progettato da Oppenheim Architecture e dagli architetti paesaggisti Enea, il resort si svilupperà all'interno di una tenuta di 202 ettari che comprende oltre 40 trulli saraceni e alcuni uliveti. La proprietà sarebbe stata acquistata nel 2023 per 12 milioni di euro, mentre l'investimento complessivo per l'intera operazione raggiungerebbe i 200 milioni.\r\n\r\nAl termine dei lavori, previsti per il 2027, il complesso includerà un resort da 70 suite, di superficie compresa tra i 55 e i 150 mq, nonché un campo da golf a 18 buche sviluppato su oltre 75 ettari di terreno, a cui si affiancherà un Golfer's Lodge dotato di 20 camere di circa 35 mq. Sarà realizzata pure una clubhouse con ristorante, bar, lounge e sale conferenze. I piani prevedono inoltre la costruzione di ulteriori 35 ville da una a sei camere da letto, con living e dining area, ambienti esterni e piscine, per superfici che spazieranno dai 90 ai 450 mq. A tutto ciò si aggiungeranno altri quattro ristoranti e una medical spa da 5 mila mq.\r\n\r\n ","post_title":"L'ex presidente del Southampton apre un 5 stelle in Puglia: sarà il concorrente ionico di Borgo Egnazia","post_date":"2024-05-22T12:27:28+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1716380848000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467705","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_412861\" align=\"alignleft\" width=\"217\"] Maria Carmela Colaiacovo[/caption]\r\n\r\nDal prossimo 30 giugno non sarà più possibile beneficiare dell’esonero contributivo previsto da Decontribuzione Sud. Una misura operativa dal 2021 che ha contribuito al mantenimento e rilancio dell’occupazione nel settore per le regioni del sud Italia.\r\n\r\n«La notizia arriva proprio alla vigilia dell’avvio della stagione turistica quando imprese e lavoratori sono nella fase di massimo impegno. L’esonero contributivo del 30% ha giocato un ruolo importante nel settore alberghiero dove impegno e risorse umane hanno un ruolo centrale. Imprese labour intensive che si misurano, in particolare proprio nel sud Italia con una concorrenza internazionale sostenuta da un sistema di costi fortemente competitivo».\r\n\r\n«È necessario un ripensamento, le misure previste nel Decreto Coesione, che dovrebbero surrogare all’assenza di Decontribuzione Sud, non si adattano alle esigenze del settore alberghiero» ha dichiarato Maria Carmela Colaiacovo, presidente di Associazione Italiana Confindustria Alberghi.”","post_title":"Dal 30 giugno stop a Decontribuzione Sud. Preoccupazione di Aica","post_date":"2024-05-20T14:34:42+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1716215682000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467649","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Mancano soli cinque giorni al debutto di Delta Air Lines sulla Napoli-New York Jfk: da sabato, 25 maggio, decollerà infatti il nuovo collegamento giornaliero che consentirà inoltre ai passeggeri di proseguire il proprio viaggio dal Jfk verso oltre 70 destinazioni in tutto il Nord America.\r\n\r\n«Dopo Roma, Milano e Venezia, Napoli sarà la quarta città italiana servita da Delta dagli Stati Uniti - afferma Matteo Curcio, senior vice president Delta per l’Europa, il Medio Oriente, l’Africa e l’India -. La città partenopea, con la regione Campania e la Costiera Amalfitana, è una meta molto richiesta dal mercato statunitense, e siamo convinti che il nostro servizio avvantaggerà l’economia della regione per quanto riguarda il turismo in arrivo, oltre ad offrire una maggiore connettività da Napoli verso gli Stati Uniti rispetto a qualsiasi altro vettore. L’Italia è un mercato molto importante per Delta e quest’estate voleremo il nostro network transatlantico più grande di sempre».\r\n\r\nQuest'estate infatti la compagnia aerea aumenta l'offerta voli dall’Italia per gli Stati Uniti del 17% anno su anno, dopo aver trasportato nel 2023 Delta più di un milione di passeggeri tra i due Paesi.\r\n\r\n«Siamo entusiasti di aver riattivato, grazie a Delta, il volo giornaliero Napoli - New York Jfk ed orgogliosi dell’enorme lavoro svolto per incrementare la connettività dello scalo partenopeo - ha commentato Roberto Barbieri, amministratore delegato di Gesac -. La nuova rotta risponde ad una visione strategica che predilige un network di qualità, composto da 116 destinazioni, di cui 20 hub dai quali, grazie alla capillarità dei collegamenti, è possibile raggiungere, con un solo transito, qualsiasi parte del mondo. Con l’ingresso di Delta, si rafforza la partnership con il gruppo Air France-Klm e si consolida il segmento di mercato intercontinentale, fondamentale per lo sviluppo dei flussi turistici tra il Mezzogiorno e gli Stati Uniti» \r\n\r\n«Da americana che vive e lavora a Napoli da quasi due anni – ha osservato la Console Generale degli Stati Uniti Tracy Roberts-Pounds - mi accorgo che c'è un legame speciale tra Napoli e New York, quindi mi congratulo con Delta Air Lines per aver fatto una scelta sicuramente vincente. Consiglierei a tutti coloro che viaggeranno su questo nuovo volo di considerare New York non soltanto come destinazione finale, ma anche una porta d’accesso verso tante altre mete negli Stati Uniti. Il nostro è un paese vasto, e ogni stato, ogni città ha caratteristiche diverse e ugualmente affascinanti».\r\n\r\nSulla Napoli-New York Delta impiegherà un Boeing 767-300 da 211 posti, configurato con le classi Delta One - con poltrone completamente reclinabili -, Delta Premium Select, Delta Comfort+ e Main Cabin. \r\n\r\nNel picco della summer 2024, il vettore opererà fino a 94 voli settimanali tra l’Italia e gli Stati Uniti. In aggiunta alla rotta per Napoli, l’orario complessivo Delta includerà i collegamenti diretti da Roma Fiumicino per New York-Jfk, Atlanta, Boston e Detroit, da Milano Malpensa per New York-Jfk e Atlanta, e da Venezia Marco Polo per New York-Jfk e per Atlanta.","post_title":"Delta Air Lines: tra cinque giorni decolla il nuovo volo diretto Napoli-New York Jfk","post_date":"2024-05-20T10:47:32+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1716202052000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467601","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Colorato, ibrido, eclettico e ricco di esperienze da vivere. Mama Shelter, l'hotel nato nel 2021 alle porte del Vaticano, presenta le Mama Roma Experiences: master cocktail class, master coffee class, cooking class e molto altro.\r\n\r\nSi tratta di attività di gruppo che hanno l'obiettivo di avvicinare le aziende al lifestyle e di innovare il concetto di meeting aziendale.\r\n\r\n«Nelle sempre più popolari cooking class - spiega il direttore  Hasan Saad - si mettono letteralmente le mani in pasta. Le mixology class permettono ai nostri ospiti di immergersi nel mondo dei cocktail che ispirano le nostre drink list stagionali».\r\n\r\nLe esperienze sono pensate tanto per il team building quanto per l'arricchimento personale degli ospiti e vengono arricchite da un intrattenimento dedicato, musicale e non solo: DJ, performer, giochi di luce e maghi.\r\n\r\nInclusività, accessibilità e un pizzico di irriverenza sono le direttrici su cui il progetto Mama Shelter si sviluppa. L'atmosfera è informale, rilassata, accogliente, particolare, \"grazie ad allestimenti creativi - continua il direttore -, alle proposte F&B a tema e alle attività da svolgere tra una sessione di meeting e una pausa caffè, dove ci si sfida a biliardino o su un campo da bocce\".\r\n\r\n[gallery columns=\"4\" ids=\"467607,467608,467609,467610\"]\r\n\r\nDesign e socializzazione\r\n\r\nLe 217 camere, suddivise nelle categorie M, L e XL, sono vivacemente decorate e offrono specchi personalizzabili con messaggi a scelta degli ospiti. La lobby è decorata con elementi che evocano il patrimonio romano, come le arcate che ricordano il Colosseo e dettagli ispirati alla cupola di San Pietro.\r\n\r\nOltre a rappresentare un luogo di accoglienza glamour e di design, il Mama Shelter si propone come spazio dinamico per la socializzazione e il divertimento. Il ristorante Giardino d’Inverno, circondato da una vegetazione tropicale, si collega al Giardino d’Estate, che offre un'atmosfera più rilassata e informale. Il Mama Pizzeria e il rooftop con bar completano l'offerta gastronomica, arricchendo l'esperienza culinaria con una vista notevole sulla città.\r\n\r\n \r\n\r\nLe iniziative di fidelizzazione\r\n\r\nMama Shelter Roma aderisce al programma Accor All e Accor All Meeting Planner, che permette sia ai viaggiatori individuali, che agli organizzatori di eventi, di accumulare punti in molti degli hotel del gruppo Accor sparsi in tutto il mondo. Questo è un tool per noi importante, che ci permette di incentivare le prenotazioni dirette, offrendo loro al tempo stesso la vasta scelta che un gruppo come Accor può dare.\r\n\r\nEspansione del marchio\r\n\r\nCon l'apertura imminente del Mama Shelter Nice sulla Costa Azzurra, il marchio prosegue la sua espansione, portando avanti la sua visione di ospitalità combinata con servizi di alto livello e un design distintivo. Questo rafforza l'impegno del brand a offrire esperienze alberghiere che mescolano praticità per i viaggiatori d'affari e piacere per i turisti.\r\n\r\n ","post_title":"Esperienze e business travel a Roma: la proposta di Mama Shelter","post_date":"2024-05-17T15:03:48+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1715958228000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466780","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Norwegian comincia nel segno della crescita la stagione estiva, con 1.892.362 passeggeri nel mese di aprile, cui si sommano quelli trasportati da Widerøe, 315.495, per un totale di 2.207.857 per il gruppo.\r\n\r\nLa capacità di Norwegian è aumentata del 18% rispetto all'aprile dello scorso anno, mentre il load factor è stato dell'80,3%. La compagnia aerea ha operato con una media di 81 aeromobili questo mese, rispetto ai 73 di marzo. La regolarità ha subito un impatto negativo in aprile, in gran parte a causa di problemi Atc nello spazio aereo norvegese.\r\n\r\n«Aprile ha segnato un significativo aumento della capacità e abbiamo avuto in media 14 aeromobili in più in funzione rispetto allo stesso mese dell'anno scorso - ha dichiarato Geir Karlsen, ceo di Norwegian -. Il numero di passeggeri mostra un aumento del 13% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso».\r\n\r\nIn aprile sono state aperte da Norwegian nove nuove rotte: Istanbul da Oslo, Malaga da Billund e Aarhus e Alicante da Monaco sono stati alcuni dei punti salienti di un programma estivo che comprende un totale di 47 nuove rotte.\r\n\r\n«L'operativo estivo presenta diverse nuove destinazioni. In particolare, soluzioni migliorate con una maggiore capacità in Danimarca, il nostro secondo mercato più grande. I danesi potranno contare su un totale di 17 nuove rotte verso destinazioni come Valencia, Tolosa, Bilbao e Milano. Inoltre, i numeri di Widerøe per il mese di aprile sono incoraggianti».\r\n\r\n ","post_title":"Norwegian: il gruppo avanza sull'estate con un aprile da 2,2 milioni di passeggeri","post_date":"2024-05-07T10:07:14+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1715076434000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466759","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Innalzare ulteriormente il posizionamento degli Stati Uniti come destinazione turistica d’eccellenza, con l'ambizione di ospitare entro il 2027 90 milioni di visitatori che spenderanno 279 miliardi di dollari all'anno (in linea i target della National Travel and Tourism Strategy del 2022): questi i principali obiettivi degli Stati Uniti, confermati dal presidente e ceo di Brand Usa, Chris Thompson, in occasione della sua ultima conferenza stampa a Los Angeles, dopo oltre un decennio di mandato.\r\n \r\n«L'interesse per i viaggi sta vivendo un nuovo slancio, e gli Stati Uniti continuano a dominare la scena mondiale degli arrivi dei viaggi a lungo raggio .Provo diverse emozioni in merito al mio ritiro ma il settore è forte e Brand Usa è ben posizionata. Tutto questo mi rende tranquillo nel passare il testimone».\r\n \r\nL'anno scorso, gli Stati Uniti hanno accolto quasi 67 milioni di visitatori che hanno speso 213 miliardi di dollari in viaggi e attività legate al turismo, con un aumento del 28% rispetto all'anno precedente. Gli arrivi dall'India hanno già superato i livelli del 2019 e si stima lo stesso trend per il 2025 per Australia, Brasile, Canada, Francia, Germania, Italia e Regno Unito.\r\n\r\nUna ricerca recente di Brand Usa conferma che gli Stati Uniti rimangono la destinazione più ambita, posizionandosi al primo posto tra i viaggiatori internazionali in Brasile, Canada, Cina, Giappone e Messico. Un dato interessante riguarda i visitatori cinesi il cui interesse verso gli Stati Uniti è aumentato in modo considerevole nella seconda metà dello scorso anno, raggiungendo poi il picco del 55% nel marzo 2024.\r\n \r\nLe ultime previsioni di Tourism Economics indicano che si attende l'arrivo di quasi 78 milioni di visitatori negli Usa entro la fine del 2024, e si prevede che le spese dei viaggiatori internazionali aumenteranno del 74% tra il 2023 e il 2027. Brand Usa intende coinvolgere i viaggiatori con nuove modalità, capitalizzando sugli eventi internazionali che si terranno negli Stati Uniti nei prossimi 3-4 anni, tra cui il World Pride a Washington DC, il centenario della Route 66, la Fifa World Cup e le Olimpiadi estive del 2028 a Los Angeles.\r\n \r\n«L'impegno di Brand Usanel portare i viaggiatori internazionali negli Stati Uniti è una delle principali ragioni per cui gli USA rimangono la destinazione di viaggio più ambita al mondo», ha affermato Thompson.\r\n\r\nAl termine della conferenza stampa, Todd Davidson, Board Chair di Brand Usa e ceo di Travel Oregon, ha dato il benvenuto a Fred Dixon, il nuovo presidente e ceo di Brand Usa. Dixon è attualmente il ceo di New York City Tourism + Conventions e assumerà la guida di Brand Usa il 15 luglio 2024.","post_title":"Brand Usa: Stati Uniti verso i 78 milioni di visitatori entro fine 2024","post_date":"2024-05-07T09:15:58+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1715073358000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466502","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"“Amare” è il nuovo Airbus A320neo che Brussels Airlines dedica a Tomorrowland, il celebre festival belga di musica elettronica, la cui livrea quest'anno incorpora per la prima volto al mondo, la realtà aumentata.\r\n\r\nUna partnership storica quella fra la compagnia e l'evento che richiama migliaia di fan da tutta Europa, che vede anche un rinnovato impegno volto a rendere i voli di Tomorrowland più sostenibili. \r\n\r\nL'intero processo di progettazione della nuova livrea ha richiesto circa 15 mesi e una grande attenzione ai dettagli, dalle piume degli uccelli alle scintille dei fuochi d'artificio che si trasformano nel logo di Brussels Airlines. L'esperienza di Tomorrowland continuerà naturalmente all'interno dell'aeromobile, dove i passeggeri potranno godere di una “imponente installazione musicale” e di una speciale illuminazione d'atmosfera in cabina.\r\n\r\nEntrambi i partner sono consapevoli del loro impatto ambientale e da diversi anni lavorano per ridurlo: il nuovo velivolo è il secondo A320neo, che ha debuttato nella flotta di Brussels Airlines nel dicembre 2023. Il neo emette fino al 20% in meno di CO2 e fino al 50% in meno di rumore rispetto ai suoi predecessori.\r\n\r\nLa magica creatura che ricopre la fusoliera prende vita quando viene scansionata su specifici canali di social media come Instagram e TikTok. Questa funzione propone una prima storia aumentata attraverso l'uccello Amare, che simboleggia l'unità e la trascendenza del tempo e dello spazio.\r\n\r\nTutti i pacchetti Global Journey che Brussels Airlines e Tomorrowland vendono insieme prevedono tariffe green: i biglietti compensano infatti le emissioni dei voli con carburante sostenibile per l'aviazione (20%) e con investimenti in programmi qualitativi di riduzione delle emissioni di CO2 (80%).\r\n\r\nInfine, il vettore e Tomorrowland hanno firmato un accordo per investire nell'acquisto di Saf per compensare le emissioni totali di carbonio di tutti i voli di gruppo che saranno operati. «Brussels Airlines è partner di Tomorrowland dal 2012 e sono lieto di annunciare che estenderemo questa partnership fino al 2028 - ha dichiarato Dorothea von Boxberg, ceo di Brussels Airlines -. Abbiamo molti punti in comune, come la passione per l'esplorazione del mondo e la connessione tra culture, ma anche la consapevolezza della nostra impronta ambientale e la volontà di adottare le misure necessarie per ridurre il nostro impatto».","post_title":"Brussels Airlines: la realtà aumentata sull'A320neo dedicato a Tomorrowland","post_date":"2024-05-03T09:00:29+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1714726829000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466548","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Punta tutto sull’estate il ceo di Lufthansa, Carsten Spohr: i mesi più caldi dell’anno, in tutti i sensi, saranno quelli che dovrebbero vedere l’arrivo del benestare dell’Ue per l’accordo con Ita Airways e saranno quelli che porteranno il ritorno all’utile, dopo un primo trimestre 2024 scivolato in rosso a causa degli scioperi.\r\n\r\n«Ci aspettiamo l’approvazione del deal con Ita Airways e Lufthansa da parte di Bruxelles nell’estate – ha affermato il ceo in occasione della presentazione dei risultati del trimestre aggiungendo che «non c’è un piano B» e che «Lufthansa può andare avanti senza Ita, ma Ita non può andare avanti senza Lufthansa perché ha bisogno un partner per crescere».\r\n\r\nSeppure ottimista Spohr, ripreso da Il Sole 24 Ore, ha però evidenziato in relazione al recente posticipo del termine per la decisione di Bruxelles che «ci sono linee rosse che non supereremo (..) La compagnia aerea italiana ha bisogno di un futuro, merita un futuro, e quel futuro ha un piano che si chiama integrazione con Lufthansa».\r\n\r\nI conti del trimestre\r\n\r\nIntanto, come anticipato nelle scorse settimane, la compagnia tedesca archivia i tre mesi gennaio-marzo con una perdita netta di 734 milioni di euro rispetto ai 467 milioni di euro nello stesso periodo del 2023 e un ricavi a +5% a 7,4 miliardi di euro. Il vettore ha confermato le stime per un utile operativo di 2,2 miliardi di euro.\r\n\r\n«Abbiamo raggiunto accordi salariali a lungo termine per la maggior parte dei nostri dipendenti. Ciò significa certezza e chiarezza di pianificazione per i prossimi anni - ha ricordato Spohr -. Stiamo ancora assistendo a una forte domanda, che per l’estate è addirittura significativamente superiore a quella dell’anno scorso».\r\nSummer: prenotazioni a +16%\r\nI dati del trimestre non intaccano comunque il trend positivo che caratterizza il booking per il mesi estivi, con le destinazioni più richieste che si confermano ancora una volta Spagna, Portogallo, Italia e la Grecia e, per il lungo raggio, gli Stati Uniti, il Giappone e l'Africa meridionale. Oltre all'ottima domanda nel segmento dei viaggi leisure, si legge in una nota del gruppo tedesco, anche la tendenza nel segmento dei viaggi d'affari è positiva. Questo vale in particolare per i voli a lungo raggio, che vede ampliare progressivamente l'offerta disponibile. Oltre alle rotte nordamericane, tradizionalmente forti, quest'anno sta crescendo la domanda dei viaggiatori d'affari soprattutto sulle rotte per l'India e il Giappone.\r\n\r\nComplessivamente, le prenotazioni per il periodo estivo (da aprile a ottobre) sono aumentate del 16% rispetto all'anno precedente.","post_title":"Lh-Ita: Spohr ottimista sulla Ue. “Ma ci sono linee rosse che non supereremo”","post_date":"2024-05-02T08:31:58+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1714638718000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti