18 April 2024

Aidit sigla una partnership con la Btm di Bari

[ 0 ]

Domenico Pellegrino presidente Aidit

Aidit, l’associazione delle agenzie di viaggio aderente a Federturismo Confindustria, ha siglato una partnership con Btm Italia, l’evento dedicato al turismo ospitato alla Fiera del Levante con il patrocinio della regione Puglia, giunto alla sua decima edizione.

La partnership consentirà ad Aidit di fornire un valido contributo all’organizzazione del workshop b2c Btm travel trade, organizzato quest’anno per la prima volta con l’obiettivo di favorire l’incontro fra tour operator, compagnie aeree, marittime e servizi annessi con le agenzie di viaggio outgoing della Puglia, per rinsaldare i loro rapporti di business nell’ambito dell’evento organizzato alla Fiera del Levante dal 27 al 29 febbraio. L’accordo ha validità per le prossime edizioni e nasce sulla spinta degli imprenditori pugliesi del turismo Stefania Mandurino e Giovanni Serafino e del presidente nazionale di Aidit, Domenico Pellegrino.

“Sarà un momento di forte aggregazione – spiega Stefania Mandurino, consigliera nazionale Aidit – del quale si ha il dovere di essere protagonisti per dimostrare che il comparto sta reagendo alla crisi con spirito di abnegazione, impegno e volontà ed anche per rinsaldare i contatti, con l’unico obiettivo comune di rilanciare definitivamente il turismo organizzato ed, aggiungo, anche di farne capire il valore in termini economici ma anche e soprattutto di tutela e garanzia del cliente”.

“Abbiamo inteso cogliere l’opportunità che ci ha concesso l’organizzazione di Btm, nel cercare di organizzare al meglio il workshop dedicato al trade, offrendo il nostro supporto per la scelta di partner strategici (tour operator, compagnie aeree, assicurazioni, compagnie navali, ecc.) di fondamentale interesse per il mercato del sud Italia. – aggiunge Giuseppe Abbatepaolo, presidente di Aidit Puglia – Nell’ambito della manifestazione organizzata presso la Fiera del Levante di Bari, verrà allestito un vero e proprio Villaggio outgoing. Si tratta di un’area collettiva che ospiterà i numerosi operatori aderenti pronti a presentare le proprie novità e proposte di destinazioni nazionali ed internazionali alle numerose agenzie di viaggio presenti”.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465286 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si chiama Never Before Festival, si terrà dal 4 al 31 maggio prossimi, e coinvolgerà ben tre resort maldiviani della Cocoon Collection, arricchendo la proposta con promozioni e iniziative esclusive griffate dal to di casa, Azemar. L'evento musicale della low season alle Maldive torna anche quest'anno, trasformando il Joy Island, il Cocoon Maldives e lo You & Me Maldives in esclusive location per dj set dedicati ai soli ospiti dei resort. Al Joy Island e a al Cocoon Maldives dal 4 al 13 maggio, il festival vedrà in particolare come protagonista il celebre duo Merk & Kremont, Federico Mercuri e Giordano Cremona, produttori multi-platino di livello mondiale. Il duo, che ha si è già esibito davanti agli ospiti del Cocoon Maldives lo scorso anno con un dj set a sorpresa, sarà accompagnato dalla presenza di altri dj di eccezione. Tra gli ospiti speciali ci saranno Addal - Alessandro Addea, noto per i suoi remix di brani di artisti del calibro di Rihanna, Avicii e Sofi Tukker, nonché Eddy Veerus - Edoardo Cremona, metà del duo Il Pagante, famoso per la sua energia contagiosa e il talento non convenzionale. Successivamente sarà quindi la volta dello You & Me Maldives, terzo resort della catena alle Maldive, struttura adults-only, nota anche per il suo ristorante subacqueo H2O by chef Andrea Berton: dal 13 al 31 maggio ospiterà due dj internazionali: la super star coreana dei social Minlee, regina degli audio virali su Instagram e Tik Tok, nonché Katrin Kova, animatrice della movida contemporanea di Dubai con il suo inconfondibile sound afro-hip-hop. Dopo il successo dello scorso anno, The Cocoon Collection si impegna quindi a replicare l'evento con rinnovato entusiasmo e diverse date, rendendo speciale la low season alle Maldive. Con atmosfere tropicali e vibes isolane, il festival darà il via all'estate dei luxury resort della catena alle Maldive e a Zanzibar. E per rendere questo periodo ancora più speciale, Azemar, il tour operator che vende in esclusiva per l’Italia i resort The Cocoon Collection, ha ideato per tutti i clienti promozioni di primavera davvero uniche alla Maldive, come il trasporto in idrovolante gratuito e, sempre in omaggio, il pranzo al ristorante H2O presso lo You & Me Maldives. [post_title] => Never Before Festival: tre resort maldiviani The Cocoon Collection si trasformano in dj set esclusivi [post_date] => 2024-04-11T10:12:27+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712830347000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465058 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_465059" align="alignleft" width="300"] Massimiliano Masaracchia[/caption] Spencer & Carter, broker assicurativo internazionale con una sede a Milano, annuncia con la firma di una partnership strategica con Aidit. L'accordo appena concluso offre un'opportunità per tutte le agenzie associate ad Aidit, consentendo loro di beneficiare di una convenzione esclusiva per la stipula di polizze RC (Responsabilità Civile), garanzia insolvenza e fallimento e  l’utilizzo della piattaforma CLIKKI® per le polizze a favore dei viaggiatori. La polizza RC fornisce una copertura estesa contro eventuali danni a terzi durante l'esercizio dell'attività, garantendo la tranquillità sia per l'Agenzia stessa che per i suoi Clienti. La garanzia insolvenza e fallimento, invece, protegge le Agenzie di Viaggio nel caso in cui uno dei fornitori di servizi turistici con cui lavorano dovesse dichiarare bancarotta o diventare insolvente. Attraverso la piattaforma CLIKKI®, le Agenzie di Viaggio possono essere remunerate tramite fee e proteggere i propri Clienti con polizze innovative e competitive L'obiettivo primario di questa collaborazione è quello di fornire vantaggi tangibili e reciproci per entrambe le parti coinvolte e in particolare  a tutte le agenzie di viaggio associate, offrendo loro una maggiore tranquillità e sicurezza nell'esercizio della propria attività. Commentando l'accordo, Massimiliano Masaracchia, direttore commerciale di Spencer & Carter, ha dichiarato: “Siamo estremamente soddisfatti di questa nuova collaborazione con Aidit, Federturismo Confindustria, che rappresenta un altro importante traguardo nella nostra mission, volta a supportare gli Operatori e le Agenzie di Viaggio offrendo loro prodotti sempre più personalizzati per rispondere in modo efficace alle mutevoli esigenze dei viaggiatori”. Andrea Giannetti, consigliere Aidit con delega ai servizi per gli associati, aggiunge: “Uno dei compiti di Aidit è quello di facilitare per gli associati l’accesso ai servizi necessari per la conduzione dell'impresa. Si inquadra in quest'ottica la partnership con Spencer&Carter, broker assicurativo di affermata efficienza in grado di offrire servizi di elevato livello assieme ad una precisa assistenza consulenziale agli imprenditori di Aidit Federturismo Confindustria. La completezza dell'offerta di  Spencer & Carter è già apprezzata dai nostri associati, assieme al supporto reso disponibile in particolare da Massimiliano Masaracchia che si è impegnato con forza nella realizzazione dell'accordo. Allo stesso modo è apprezzato il continuo sviluppo da parte di Spencer&Carter di prodotti assicurativi, non soltanto concorrenziali, che offrano in questo periodo di cambiamenti una sempre migliore risposta anche in termini di sicurezza per le aziende nostre associate”. [post_title] => Aidit sigla una partnership assicurativa con Spencer & Carter [post_date] => 2024-04-08T12:35:35+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712579735000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464282 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «Porterò sempre con me il colore giallo e tutto ciò che rappresenta»: Marco Sansavini, attuale presidente e amministratore delegato di Vueling che da inizio aprile lascerà l'incarico per andare alla guida di Iberia, invia così un primo messaggio di addio attraverso il proprio profilo LinkedIn.  Il sottolinea che «questi tre anni e mezzo a Vueling sono stati tra i più emozionanti e intensi della mia vita. Dopo aver vissuto una delle più grandi crisi nella storia dell'aviazione durante il Covid, grazie all'impegno di tutti - il personale d'ufficio, il personale di terra, il personale di volo, i piloti - siamo riusciti non solo a sopravvivere alla crisi, ma a trasformare Vueling, per uscirne più forti. Per tutto questo, voglio ringraziare tutte le persone che lo hanno reso possibile». Sansavini dà il benvenuto al suo successore Carolina Martinoli, con la quale «inizia ora una nuova fase in cui, sono sicuro, porterà Vueling al suo massimo potenziale».   [post_title] => Sansavini saluta Vueling: «Anni tra i più emozionanti e intensi della mia vita» [post_date] => 2024-03-26T11:30:07+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1711452607000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 463578 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un percorso parallelo multisensoriale con contenuti interattivi, opere da toccare e da ascoltare, guide nella lingua dei segni, nuovi device multimediali e introduzione di linguaggi contemporanei, per un Museo sempre più inclusivo e accessibile che promuove la cultura dell’incontro e dell’integrazione con la diversità. Sono queste alcune delle proposte portate a compimento dal Museo di Palazzo Pretorio di Prato, e che danno l’avvio alla prima parte delle celebrazioni per i 10 anni dalla sua inaugurazione, avvenuta il 12 aprile 2014 dopo un complesso intervento di restauro dell’allora Museo Civico, chiuso da vent’anni e ospitato dal 1912 nel duecentesco Palazzo Pretorio. «In questi dieci anni il Museo di Palazzo Pretorio non ha mai smesso di saper raccontare la storia e la contemporaneità di Prato. E ancora oggi, con l'impegno di essere un Museo sempre più inclusivo e aperto, è testimone di una Città che, forte della sua identità di città partecipata, ha fatto dei temi dell’integrazione e dell’inclusione i fattori chiave di una governance multilivello - dichiara il Sindaco Matteo Biffoni - Dobbiamo sempre più prendere consapevolezza che la potenzialità e la forza competitiva di Prato sono dovute in parte alla sua capacità di essere una comunità che ha sconfitto i pregiudizi sulla diversità». Ispirato fin dalla sua riapertura ad una concezione rispettosa dei principi dell’accessibilità e dell’abbattimento delle barriere architettoniche, con una progettualità orientata all’inclusione, il Museo presenta ora nuovi interventi che insistono sulla prospettiva di una visione museologica aperta e sempre più inclusiva, realizzati grazie agli specifici fondi del PNRR dedicati alla rimozione delle barriere fisiche, cognitive e sensoriali dei musei e dei luoghi della cultura pubblici a cui il Museo di Palazzo Pretorio ha avuto accesso grazie ad un progetto di sviluppo e implementazione delle proprie dotazioni tecnologiche e tiflodidattiche, improntato alla sempre maggiore accessibilità e ad una migliore fruizione dell’esperienza di visita. «Il programma delle Celebrazioni per il decennale si arricchisce con questo progetto che riflette quello che è da sempre l’impegno del Museo: promozione dell'inclusione, abbattimento di tutte le barriere, superamento dell'idea di museo quale contenitore di opere, costruendo nel tempo narrazioni articolate e iniziative condivise per coinvolgere pubblici sempre più ampi alla vita del Pretorio», afferma l’Assessore alla Cultura Simone Mangani. «Nella consapevolezza che l’arte debba essere vettore di coesione e di integrazione sociale, il Museo di Palazzo Pretorio si mette in gioco e dà così forma a nuovi modi di leggere la bellezza», aggiunge Rita Iacopino, direttrice del Museo di Palazzo Pretorio. Il nuovo percorso parte dal piano terra con un plastico multimediale interattivo che ricostruisce tridimensionalmente in scala il Palazzo Pretorio e che consente l’esplorazione tattile dell’edificio favorendo la “leggibilità” ai visitatori con ridotte capacità visive. Audio attivabili con un tocco sui punti corrispondenti muniti di sensore permettono di ripercorrere le fasi storiche del Palazzo in un viaggio attraverso alcuni significativi elementi architettonici. Convinto che l’inclusione sia un valore, il Museo sta lavorando anche al restyling e all’aggiornamento del Sito web e dell’App, con la creazione di nuove sezioni e contenuti, progettati per rendere possibile la navigazione anche da parte di un pubblico con difficoltà sensoriali o cognitive. [post_title] => Prato, il Museo di Palazzo Pretorio si rinnova con percorsi tattili e sensoriali [post_date] => 2024-03-18T09:00:53+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1710752453000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 463610 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Poker di stelle per il 2024 di Volotea che ha ottenuto da Skytrax il significativo riconoscimento al termine dell'ultimo audit, che annualmente analizza diversi criteri, come la qualità e il servizio clienti, con valutazioni che vanno da 1 a 5 stelle. Dopo un’attenta analisi di tutti i servizi offerti dal vettore, questo audit sottolinea il costante impegno della compagnia nell’offrire un’esperienza cliente di alto livello in aree chiave, come i servizi a bordo, il catering, l’eccellente servizio del personale in volo e l’efficienza delle attività aeroportuali. Il rapporto evidenzia anche i progressi nella sicurezza in cabina e nella gestione a terra, oltre a una migliore esperienza di prenotazione sul sito web della compagnia, grazie a un processo ancora più intuitivo e user-friendly. «Si tratta di un risultato che riflette lo sforzo e l’impegno del nostro team, oltre alla fiducia e soddisfazione dei nostri passeggeri - ha commentato Alex de Jesús, chief experience officer della compagnia aerea spagnola -. Infatti, registriamo un tasso di raccomandazione del 90% da parte dei nostri clienti Megavolotea. In Volotea, ci impegniamo a migliorare ogni aspetto del viaggio, dalla prenotazione all’imbarco. Ma non vogliamo fermarci qui: siamo sempre alla ricerca di modi innovativi che ci consentono di perfezionare il nostro servizio, superando le aspettative dei nostri passeggeri». La compagnia aggiunge questa valutazione ai traguardi già ottenuti in questi anni, tra cui il riconoscimento da parte di Skytrax come “Best European Low-Cost Airline” nel 2023 - definito dai media di tutto il mondo come “l’Oscar dell’industria aeronautica”. Inoltre, proprio nelle scorse settimane, Volotea è stata premiata come “Europe’s Leading Low-Cost Airline” per il 2024 ai recenti World Travel Awards, un riconoscimento ricevuto anche nel 2021 e nel 2022, a conferma della qualità del servizio offerto nel panorama competitivo dei viaggi aerei low-cost. [post_title] => Volotea ottiene le quattro stelle da Skytrax [post_date] => 2024-03-15T13:17:41+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1710508661000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 463352 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ethiopian Airlines introdurrà nuovo volo trisettimanale tra Addis Abeba, in Etiopia, e Maun dal prossimo 10 giugno: Maun sarà la seconda destinazione del vettorein Botswana dopo Gaborone, che viene servita dal 2016. La nuova rotta offrirà ai viaggiatori dall'Etiopia e di altre parti dell'Africa, un collegamento comodo e senza interruzioni con la destinazione turistica di Maun, che è la porta di accesso al Delta dell'Okavango, sito del patrimonio mondiale dell'Unesco e uno dei più grandi delta interni del mondo. «L'aggiunta di Maun alla nostra connettività africana consente ai viaggiatori da Maun di godere di una connettività agevolata con la vasta rete globale di Ethiopian Airlines che supera le 135 destinazioni - ha dichiarato il ceo del gruppo Ethiopian Airlines, Mesfin Tasew -. Maun è un'aggiunta strategica al nostro network in quanto ci permette di offrire ai passeggeri un'opportunità unica per esplorare la bellezza naturale e la ricca biodiversità del Botswana. Il nostro nuovo volo non solo rafforza il turismo, il commercio e i legami socio-economici complessivi tra il Botswana e le destinazioni globali di Ethiopian, ma ci consente anche di rafforzare il nostro contributo nella realizzazione dello sviluppo del trasporto aereo nel continente africano». [post_title] => Ethiopian Airlines raddoppia sul Botswana con la nuova rotta per Maun, dal 10 giugno [post_date] => 2024-03-13T10:20:23+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1710325223000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462526 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuova certificazione Dream&Charme Assurance (dca) per una struttura meneghina. Dopo il Milano Scala, è questa la volta dell'Enterprise Hotel, primo albergo del gruppo Planetaria a ottenerla, in un percorso appena iniziato che mira ad accreditare in senso esg tutte le proprietà della compagnia. "Ci hanno ribaltato l'albergo come un calzino - ha raccontato alla conferenza stampa di presentazione il direttore generale del gruppo, Damiano De Crescenzo -. Siamo andati a recuperare anche i documenti di quando abbiamo costruito l’albergo, ricercando persino informazioni sulla rete fognaria e coinvolgendo l'intero staff. Ma ne vale la pena. Non solamente dal punto di vista etico: il vantaggio competitivo è notevole, anche se non facilmente misurabile. Ci sono però ormai moltissime società, non più solamente del Nord Europa ma anche italiane, che a parità di condizioni preferiscono le soluzioni certificate". E i costi, tutto sommato, sono contenuti. "Meno di quanto si possa immaginare", ha assicurato sempre De Crescenzo. Mediamente occorrono due giorni di valutazione, ha spiegato il ceo di Dream&Charme, Giorgio Caire di Lauzet: "Come realtà accreditata, inoltre, noi non possiamo per statuto svolgere alcuna attività di consulenza, per cui le nostre tariffe non sono elevate. La questione, semmai, è come fare a prepararsi. Ma a questa domanda io rispondo sempre di essere se stessi al 100%. Solo in questo modo si può infatti ottenere una fotografia più reale possibile della propria situazione contingente sul tema esg. In fondo, a me piace dire sempre che l'hotel perfettamente sostenibile non esiste. E' un percorso in divenire. E basta avere tre macro-elementi conformi su nove, per ottenere la nostra certificazione. Poi certo si può migliorare, ogni anno si fa un audit, ma nel mondo a oggi non esiste nessuna struttura che ne ha più di sette". E il campione di Dream&Charme è già abbastanza consistente, avendo rilasciato certificazioni già in 15 Paesi differenti, per un totale di oltre 32 mila camere. La società è la prima al mondo ad aver ottenuto l'accreditamento Iso 17065 specificamente dedicato al mondo ricettivo. "Dopo più di sei anni di lavoro, ce lo ha rilasciato nel 2020 Accredia, che è l'unico ente di accreditamento italiano riconosciuto a livello internazionale - ha proseguito  Caire di Lauzet -. La nostra valutazione prende in considerazione ben 1.200 parametri, suddivisi in nove macro-temi basati sull'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile dell'Onu. L'importanza di essere l'unica realtà accredita dell'ospitalità si è ulteriormente accresciuta all'inizio di quest'anno. Lo scorso 17 gennaio il Parlamento Ue ha infatti approvato in via definitiva la nuova direttiva anti green washing. La norma, che dovrà essere recepita dagli Stati membri entro 24 mesi dalla sua emissione, stabilisce tra le altre cose che i certificati di sostenibilità, quando non accreditati da enti pubblici, devono essere considerati alla stregua di pubblicità ingannevole. Questo ovviamente non vuol dire che molti dei marchi green oggi esistenti non potranno più essere utilizzati per la promozione delle strutture, ma semplicemente che questi brand non potranno essere definiti delle vere certificazioni". [post_title] => L'Enterprise Hotel di Milano conquista la certificazione esg di Dream&Charme [post_date] => 2024-02-29T13:46:15+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709214375000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462310 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_426641" align="alignleft" width="300"] Domenico Pellegrino presidente Aidit[/caption] Aidit, l’associazione delle agenzie di viaggio aderente a Federturismo Confindustria, ha siglato una partnership con Btm Italia, l’evento dedicato al turismo ospitato alla Fiera del Levante con il patrocinio della regione Puglia, giunto alla sua decima edizione. La partnership consentirà ad Aidit di fornire un valido contributo all’organizzazione del workshop b2c Btm travel trade, organizzato quest’anno per la prima volta con l’obiettivo di favorire l’incontro fra tour operator, compagnie aeree, marittime e servizi annessi con le agenzie di viaggio outgoing della Puglia, per rinsaldare i loro rapporti di business nell’ambito dell’evento organizzato alla Fiera del Levante dal 27 al 29 febbraio. L’accordo ha validità per le prossime edizioni e nasce sulla spinta degli imprenditori pugliesi del turismo Stefania Mandurino e Giovanni Serafino e del presidente nazionale di Aidit, Domenico Pellegrino. “Sarà un momento di forte aggregazione – spiega Stefania Mandurino, consigliera nazionale Aidit - del quale si ha il dovere di essere protagonisti per dimostrare che il comparto sta reagendo alla crisi con spirito di abnegazione, impegno e volontà ed anche per rinsaldare i contatti, con l’unico obiettivo comune di rilanciare definitivamente il turismo organizzato ed, aggiungo, anche di farne capire il valore in termini economici ma anche e soprattutto di tutela e garanzia del cliente”. “Abbiamo inteso cogliere l’opportunità che ci ha concesso l’organizzazione di Btm, nel cercare di organizzare al meglio il workshop dedicato al trade, offrendo il nostro supporto per la scelta di partner strategici (tour operator, compagnie aeree, assicurazioni, compagnie navali, ecc.) di fondamentale interesse per il mercato del sud Italia. – aggiunge Giuseppe Abbatepaolo, presidente di Aidit Puglia - Nell’ambito della manifestazione organizzata presso la Fiera del Levante di Bari, verrà allestito un vero e proprio Villaggio outgoing. Si tratta di un’area collettiva che ospiterà i numerosi operatori aderenti pronti a presentare le proprie novità e proposte di destinazioni nazionali ed internazionali alle numerose agenzie di viaggio presenti”. [post_title] => Aidit sigla una partnership con la Btm di Bari [post_date] => 2024-02-27T11:22:51+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709032971000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461650 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Leggendo la mia provocazione di ieri sul "fare squadra", Cesare Foa' - che ringrazio - presidente di AdvUnite e presidente Campania di Aidid ha voluto dare un suo contributo che riteniamo illuminante sullo stato del turismo italiano e che qui riportiamo. "Senza dire chi per primo avesse avuto questa idea a oggi la cosiddetta filiera turistica è pura utopia. Gli alberghi tagliano le commissioni alle agenzie ma danno fino al 25% a booking.com. I b&b e le società extralberghiere  se ne fregano delle agenzie.  I vettori aerei riducono arbitrariamente le commissioni diventando ridicole. E i tour operator pensano di ridurre le commissioni perché così possono mantenere una propria rete dai costi spesso altissimi. Ognuno gioca per sè Non parliamo poi dell'abusivismo dove tutti vendono viaggi. Intanto solo le agenzie di viaggi italiane hanno le garanzie gli altri no. Spesso dobbiamo lottare con gli organi che soprattutto in piccole città o paesi  non effettuano bene i controlli . Quindi in conclusione se il ministro vuol parlare di fare squadra basterebbe partire dalla legalità e dal rispetto dei ruoli: può imporli ?". Questa è la domanda di Foà, ma è anche la domanda di molte agenzie di viaggio e di molti player del turismo. Si ha come l'impressione che qui, né il ministro, né le federazioni, né le confederazioni possano fare niente. Perché insomma e diciamolo una buona volta, nel turismo ognuno gioca una partita a sè. E cerca di trarre il maggior profitto esclusivamente dalla propria attività. Non c'è rete, ci sono solo rapporti di lavoro, delle volte alla pari, delle altre volte no. Giuseppe Aloe [post_title] => Fare squadra? Alcuni esempi di come nel turismo la rete è un'utopia [post_date] => 2024-02-16T10:15:07+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708078507000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "aidit" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":23,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":82,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465286","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si chiama Never Before Festival, si terrà dal 4 al 31 maggio prossimi, e coinvolgerà ben tre resort maldiviani della Cocoon Collection, arricchendo la proposta con promozioni e iniziative esclusive griffate dal to di casa, Azemar. L'evento musicale della low season alle Maldive torna anche quest'anno, trasformando il Joy Island, il Cocoon Maldives e lo You & Me Maldives in esclusive location per dj set dedicati ai soli ospiti dei resort.\r\n\r\nAl Joy Island e a al Cocoon Maldives dal 4 al 13 maggio, il festival vedrà in particolare come protagonista il celebre duo Merk & Kremont, Federico Mercuri e Giordano Cremona, produttori multi-platino di livello mondiale. Il duo, che ha si è già esibito davanti agli ospiti del Cocoon Maldives lo scorso anno con un dj set a sorpresa, sarà accompagnato dalla presenza di altri dj di eccezione. Tra gli ospiti speciali ci saranno Addal - Alessandro Addea, noto per i suoi remix di brani di artisti del calibro di Rihanna, Avicii e Sofi Tukker, nonché Eddy Veerus - Edoardo Cremona, metà del duo Il Pagante, famoso per la sua energia contagiosa e il talento non convenzionale.\r\n\r\nSuccessivamente sarà quindi la volta dello You & Me Maldives, terzo resort della catena alle Maldive, struttura adults-only, nota anche per il suo ristorante subacqueo H2O by chef Andrea Berton: dal 13 al 31 maggio ospiterà due dj internazionali: la super star coreana dei social Minlee, regina degli audio virali su Instagram e Tik Tok, nonché Katrin Kova, animatrice della movida contemporanea di Dubai con il suo inconfondibile sound afro-hip-hop.\r\n\r\nDopo il successo dello scorso anno, The Cocoon Collection si impegna quindi a replicare l'evento con rinnovato entusiasmo e diverse date, rendendo speciale la low season alle Maldive. Con atmosfere tropicali e vibes isolane, il festival darà il via all'estate dei luxury resort della catena alle Maldive e a Zanzibar. E per rendere questo periodo ancora più speciale, Azemar, il tour operator che vende in esclusiva per l’Italia i resort The Cocoon Collection, ha ideato per tutti i clienti promozioni di primavera davvero uniche alla Maldive, come il trasporto in idrovolante gratuito e, sempre in omaggio, il pranzo al ristorante H2O presso lo You & Me Maldives.","post_title":"Never Before Festival: tre resort maldiviani The Cocoon Collection si trasformano in dj set esclusivi","post_date":"2024-04-11T10:12:27+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1712830347000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465058","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_465059\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Massimiliano Masaracchia[/caption]\r\nSpencer & Carter, broker assicurativo internazionale con una sede a Milano, annuncia con la firma di una partnership strategica con Aidit.\r\nL'accordo appena concluso offre un'opportunità per tutte le agenzie associate ad Aidit, consentendo loro di beneficiare di una convenzione esclusiva per la stipula di polizze RC (Responsabilità Civile), garanzia insolvenza e fallimento e  l’utilizzo della piattaforma CLIKKI® per le polizze a favore dei viaggiatori.\r\nLa polizza RC fornisce una copertura estesa contro eventuali danni a terzi durante l'esercizio dell'attività, garantendo la tranquillità sia per l'Agenzia stessa che per i suoi Clienti. La garanzia insolvenza e fallimento, invece, protegge le Agenzie di Viaggio nel caso in cui uno dei fornitori di servizi turistici con cui lavorano dovesse dichiarare bancarotta o diventare insolvente. Attraverso la piattaforma CLIKKI®, le Agenzie di Viaggio possono essere remunerate tramite fee e proteggere i propri Clienti con polizze innovative e competitive\r\nL'obiettivo primario di questa collaborazione è quello di fornire vantaggi tangibili e reciproci per entrambe le parti coinvolte e in particolare  a tutte le agenzie di viaggio associate, offrendo loro una maggiore tranquillità e sicurezza nell'esercizio della propria attività.\r\nCommentando l'accordo, Massimiliano Masaracchia, direttore commerciale di Spencer & Carter, ha dichiarato: “Siamo estremamente soddisfatti di questa nuova collaborazione con Aidit, Federturismo Confindustria, che rappresenta un altro importante traguardo nella nostra mission, volta a supportare gli Operatori e le Agenzie di Viaggio offrendo loro prodotti sempre più personalizzati per rispondere in modo efficace alle mutevoli esigenze dei viaggiatori”.\r\nAndrea Giannetti, consigliere Aidit con delega ai servizi per gli associati, aggiunge: “Uno dei compiti di Aidit è quello di facilitare per gli associati l’accesso ai servizi necessari per la conduzione dell'impresa. Si inquadra in quest'ottica la partnership con Spencer&Carter, broker assicurativo di affermata efficienza in grado di offrire servizi di elevato livello assieme ad una precisa assistenza consulenziale agli imprenditori di Aidit Federturismo Confindustria.\r\nLa completezza dell'offerta di  Spencer & Carter è già apprezzata dai nostri associati, assieme al supporto reso disponibile in particolare da Massimiliano Masaracchia che si è impegnato con forza nella realizzazione dell'accordo. Allo stesso modo è apprezzato il continuo sviluppo da parte di Spencer&Carter di prodotti assicurativi, non soltanto concorrenziali, che offrano in questo periodo di cambiamenti una sempre migliore risposta anche in termini di sicurezza per le aziende nostre associate”.","post_title":"Aidit sigla una partnership assicurativa con Spencer & Carter","post_date":"2024-04-08T12:35:35+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1712579735000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464282","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"«Porterò sempre con me il colore giallo e tutto ciò che rappresenta»: Marco Sansavini, attuale presidente e amministratore delegato di Vueling che da inizio aprile lascerà l'incarico per andare alla guida di Iberia, invia così un primo messaggio di addio attraverso il proprio profilo LinkedIn. \r\n\r\nIl sottolinea che «questi tre anni e mezzo a Vueling sono stati tra i più emozionanti e intensi della mia vita. Dopo aver vissuto una delle più grandi crisi nella storia dell'aviazione durante il Covid, grazie all'impegno di tutti - il personale d'ufficio, il personale di terra, il personale di volo, i piloti - siamo riusciti non solo a sopravvivere alla crisi, ma a trasformare Vueling, per uscirne più forti. Per tutto questo, voglio ringraziare tutte le persone che lo hanno reso possibile».\r\n\r\nSansavini dà il benvenuto al suo successore Carolina Martinoli, con la quale «inizia ora una nuova fase in cui, sono sicuro, porterà Vueling al suo massimo potenziale».\r\n\r\n ","post_title":"Sansavini saluta Vueling: «Anni tra i più emozionanti e intensi della mia vita»","post_date":"2024-03-26T11:30:07+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1711452607000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"463578","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un percorso parallelo multisensoriale con contenuti interattivi, opere da toccare e da ascoltare, guide nella lingua dei segni, nuovi device multimediali e introduzione di linguaggi contemporanei, per un Museo sempre più inclusivo e accessibile che promuove la cultura dell’incontro e dell’integrazione con la diversità.\r\n\r\nSono queste alcune delle proposte portate a compimento dal Museo di Palazzo Pretorio di Prato, e che danno l’avvio alla prima parte delle celebrazioni per i 10 anni dalla sua inaugurazione, avvenuta il 12 aprile 2014 dopo un complesso intervento di restauro dell’allora Museo Civico, chiuso da vent’anni e ospitato dal 1912 nel duecentesco Palazzo Pretorio.\r\n\r\n«In questi dieci anni il Museo di Palazzo Pretorio non ha mai smesso di saper raccontare la storia e la contemporaneità di Prato. E ancora oggi, con l'impegno di essere un Museo sempre più inclusivo e aperto, è testimone di una Città che, forte della sua identità di città partecipata, ha fatto dei temi dell’integrazione e dell’inclusione i fattori chiave di una governance multilivello - dichiara il Sindaco Matteo Biffoni - Dobbiamo sempre più prendere consapevolezza che la potenzialità e la forza competitiva di Prato sono dovute in parte alla sua capacità di essere una comunità che ha sconfitto i pregiudizi sulla diversità».\r\n\r\nIspirato fin dalla sua riapertura ad una concezione rispettosa dei principi dell’accessibilità e dell’abbattimento delle barriere architettoniche, con una progettualità orientata all’inclusione, il Museo presenta ora nuovi interventi che insistono sulla prospettiva di una visione museologica aperta e sempre più inclusiva, realizzati grazie agli specifici fondi del PNRR dedicati alla rimozione delle barriere fisiche, cognitive e sensoriali dei musei e dei luoghi della cultura pubblici a cui il Museo di Palazzo Pretorio ha avuto accesso grazie ad un progetto di sviluppo e implementazione delle proprie dotazioni tecnologiche e tiflodidattiche, improntato alla sempre maggiore accessibilità e ad una migliore fruizione dell’esperienza di visita.\r\n\r\n«Il programma delle Celebrazioni per il decennale si arricchisce con questo progetto che riflette quello che è da sempre l’impegno del Museo: promozione dell'inclusione, abbattimento di tutte le barriere, superamento dell'idea di museo quale contenitore di opere, costruendo nel tempo narrazioni articolate e iniziative condivise per coinvolgere pubblici sempre più ampi alla vita del Pretorio», afferma l’Assessore alla Cultura Simone Mangani.\r\n\r\n«Nella consapevolezza che l’arte debba essere vettore di coesione e di integrazione sociale, il Museo di Palazzo Pretorio si mette in gioco e dà così forma a nuovi modi di leggere la bellezza», aggiunge Rita Iacopino, direttrice del Museo di Palazzo Pretorio.\r\n\r\nIl nuovo percorso parte dal piano terra con un plastico multimediale interattivo che ricostruisce tridimensionalmente in scala il Palazzo Pretorio e che consente l’esplorazione tattile dell’edificio favorendo la “leggibilità” ai visitatori con ridotte capacità visive. Audio attivabili con un tocco sui punti corrispondenti muniti di sensore permettono di ripercorrere le fasi storiche del Palazzo in un viaggio attraverso alcuni significativi elementi architettonici.\r\n\r\nConvinto che l’inclusione sia un valore, il Museo sta lavorando anche al restyling e all’aggiornamento del Sito web e dell’App, con la creazione di nuove sezioni e contenuti, progettati per rendere possibile la navigazione anche da parte di un pubblico con difficoltà sensoriali o cognitive.","post_title":"Prato, il Museo di Palazzo Pretorio si rinnova con percorsi tattili e sensoriali","post_date":"2024-03-18T09:00:53+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1710752453000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"463610","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Poker di stelle per il 2024 di Volotea che ha ottenuto da Skytrax il significativo riconoscimento al termine dell'ultimo audit, che annualmente analizza diversi criteri, come la qualità e il servizio clienti, con valutazioni che vanno da 1 a 5 stelle.\r\nDopo un’attenta analisi di tutti i servizi offerti dal vettore, questo audit sottolinea il costante impegno della compagnia nell’offrire un’esperienza cliente di alto livello in aree chiave, come i servizi a bordo, il catering, l’eccellente servizio del personale in volo e l’efficienza delle attività aeroportuali. Il rapporto evidenzia anche i progressi nella sicurezza in cabina e nella gestione a terra, oltre a una migliore esperienza di prenotazione sul sito web della compagnia, grazie a un processo ancora più intuitivo e user-friendly.\r\n«Si tratta di un risultato che riflette lo sforzo e l’impegno del nostro team, oltre alla fiducia e soddisfazione dei nostri passeggeri - ha commentato Alex de Jesús, chief experience officer della compagnia aerea spagnola -. Infatti, registriamo un tasso di raccomandazione del 90% da parte dei nostri clienti Megavolotea. In Volotea, ci impegniamo a migliorare ogni aspetto del viaggio, dalla prenotazione all’imbarco. Ma non vogliamo fermarci qui: siamo sempre alla ricerca di modi innovativi che ci consentono di perfezionare il nostro servizio, superando le aspettative dei nostri passeggeri».\r\nLa compagnia aggiunge questa valutazione ai traguardi già ottenuti in questi anni, tra cui il riconoscimento da parte di Skytrax come “Best European Low-Cost Airline” nel 2023 - definito dai media di tutto il mondo come “l’Oscar dell’industria aeronautica”. Inoltre, proprio nelle scorse settimane, Volotea è stata premiata come “Europe’s Leading Low-Cost Airline” per il 2024 ai recenti World Travel Awards, un riconoscimento ricevuto anche nel 2021 e nel 2022, a conferma della qualità del servizio offerto nel panorama competitivo dei viaggi aerei low-cost.","post_title":"Volotea ottiene le quattro stelle da Skytrax","post_date":"2024-03-15T13:17:41+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1710508661000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"463352","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ethiopian Airlines introdurrà nuovo volo trisettimanale tra Addis Abeba, in Etiopia, e Maun dal prossimo 10 giugno: Maun sarà la seconda destinazione del vettorein Botswana dopo Gaborone, che viene servita dal 2016.\r\n\r\nLa nuova rotta offrirà ai viaggiatori dall'Etiopia e di altre parti dell'Africa, un collegamento comodo e senza interruzioni con la destinazione turistica di Maun, che è la porta di accesso al Delta dell'Okavango, sito del patrimonio mondiale dell'Unesco e uno dei più grandi delta interni del mondo.\r\n\r\n«L'aggiunta di Maun alla nostra connettività africana consente ai viaggiatori da Maun di godere di una connettività agevolata con la vasta rete globale di Ethiopian Airlines che supera le 135 destinazioni - ha dichiarato il ceo del gruppo Ethiopian Airlines, Mesfin Tasew -. Maun è un'aggiunta strategica al nostro network in quanto ci permette di offrire ai passeggeri un'opportunità unica per esplorare la bellezza naturale e la ricca biodiversità del Botswana. Il nostro nuovo volo non solo rafforza il turismo, il commercio e i legami socio-economici complessivi tra il Botswana e le destinazioni globali di Ethiopian, ma ci consente anche di rafforzare il nostro contributo nella realizzazione dello sviluppo del trasporto aereo nel continente africano».","post_title":"Ethiopian Airlines raddoppia sul Botswana con la nuova rotta per Maun, dal 10 giugno","post_date":"2024-03-13T10:20:23+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1710325223000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462526","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuova certificazione Dream&Charme Assurance (dca) per una struttura meneghina. Dopo il Milano Scala, è questa la volta dell'Enterprise Hotel, primo albergo del gruppo Planetaria a ottenerla, in un percorso appena iniziato che mira ad accreditare in senso esg tutte le proprietà della compagnia. \"Ci hanno ribaltato l'albergo come un calzino - ha raccontato alla conferenza stampa di presentazione il direttore generale del gruppo, Damiano De Crescenzo -. Siamo andati a recuperare anche i documenti di quando abbiamo costruito l’albergo, ricercando persino informazioni sulla rete fognaria e coinvolgendo l'intero staff. Ma ne vale la pena. Non solamente dal punto di vista etico: il vantaggio competitivo è notevole, anche se non facilmente misurabile. Ci sono però ormai moltissime società, non più solamente del Nord Europa ma anche italiane, che a parità di condizioni preferiscono le soluzioni certificate\".\r\n\r\nE i costi, tutto sommato, sono contenuti. \"Meno di quanto si possa immaginare\", ha assicurato sempre De Crescenzo. Mediamente occorrono due giorni di valutazione, ha spiegato il ceo di Dream&Charme, Giorgio Caire di Lauzet: \"Come realtà accreditata, inoltre, noi non possiamo per statuto svolgere alcuna attività di consulenza, per cui le nostre tariffe non sono elevate. La questione, semmai, è come fare a prepararsi. Ma a questa domanda io rispondo sempre di essere se stessi al 100%. Solo in questo modo si può infatti ottenere una fotografia più reale possibile della propria situazione contingente sul tema esg. In fondo, a me piace dire sempre che l'hotel perfettamente sostenibile non esiste. E' un percorso in divenire. E basta avere tre macro-elementi conformi su nove, per ottenere la nostra certificazione. Poi certo si può migliorare, ogni anno si fa un audit, ma nel mondo a oggi non esiste nessuna struttura che ne ha più di sette\".\r\n\r\nE il campione di Dream&Charme è già abbastanza consistente, avendo rilasciato certificazioni già in 15 Paesi differenti, per un totale di oltre 32 mila camere. La società è la prima al mondo ad aver ottenuto l'accreditamento Iso 17065 specificamente dedicato al mondo ricettivo. \"Dopo più di sei anni di lavoro, ce lo ha rilasciato nel 2020 Accredia, che è l'unico ente di accreditamento italiano riconosciuto a livello internazionale - ha proseguito  Caire di Lauzet -. La nostra valutazione prende in considerazione ben 1.200 parametri, suddivisi in nove macro-temi basati sull'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile dell'Onu. L'importanza di essere l'unica realtà accredita dell'ospitalità si è ulteriormente accresciuta all'inizio di quest'anno. Lo scorso 17 gennaio il Parlamento Ue ha infatti approvato in via definitiva la nuova direttiva anti green washing. La norma, che dovrà essere recepita dagli Stati membri entro 24 mesi dalla sua emissione, stabilisce tra le altre cose che i certificati di sostenibilità, quando non accreditati da enti pubblici, devono essere considerati alla stregua di pubblicità ingannevole. Questo ovviamente non vuol dire che molti dei marchi green oggi esistenti non potranno più essere utilizzati per la promozione delle strutture, ma semplicemente che questi brand non potranno essere definiti delle vere certificazioni\".","post_title":"L'Enterprise Hotel di Milano conquista la certificazione esg di Dream&Charme","post_date":"2024-02-29T13:46:15+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1709214375000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462310","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_426641\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Domenico Pellegrino presidente Aidit[/caption]\r\n\r\nAidit, l’associazione delle agenzie di viaggio aderente a Federturismo Confindustria, ha siglato una partnership con Btm Italia, l’evento dedicato al turismo ospitato alla Fiera del Levante con il patrocinio della regione Puglia, giunto alla sua decima edizione.\r\n\r\nLa partnership consentirà ad Aidit di fornire un valido contributo all’organizzazione del workshop b2c Btm travel trade, organizzato quest’anno per la prima volta con l’obiettivo di favorire l’incontro fra tour operator, compagnie aeree, marittime e servizi annessi con le agenzie di viaggio outgoing della Puglia, per rinsaldare i loro rapporti di business nell’ambito dell’evento organizzato alla Fiera del Levante dal 27 al 29 febbraio. L’accordo ha validità per le prossime edizioni e nasce sulla spinta degli imprenditori pugliesi del turismo Stefania Mandurino e Giovanni Serafino e del presidente nazionale di Aidit, Domenico Pellegrino.\r\n\r\n“Sarà un momento di forte aggregazione – spiega Stefania Mandurino, consigliera nazionale Aidit - del quale si ha il dovere di essere protagonisti per dimostrare che il comparto sta reagendo alla crisi con spirito di abnegazione, impegno e volontà ed anche per rinsaldare i contatti, con l’unico obiettivo comune di rilanciare definitivamente il turismo organizzato ed, aggiungo, anche di farne capire il valore in termini economici ma anche e soprattutto di tutela e garanzia del cliente”.\r\n\r\n“Abbiamo inteso cogliere l’opportunità che ci ha concesso l’organizzazione di Btm, nel cercare di organizzare al meglio il workshop dedicato al trade, offrendo il nostro supporto per la scelta di partner strategici (tour operator, compagnie aeree, assicurazioni, compagnie navali, ecc.) di fondamentale interesse per il mercato del sud Italia. – aggiunge Giuseppe Abbatepaolo, presidente di Aidit Puglia - Nell’ambito della manifestazione organizzata presso la Fiera del Levante di Bari, verrà allestito un vero e proprio Villaggio outgoing. Si tratta di un’area collettiva che ospiterà i numerosi operatori aderenti pronti a presentare le proprie novità e proposte di destinazioni nazionali ed internazionali alle numerose agenzie di viaggio presenti”.","post_title":"Aidit sigla una partnership con la Btm di Bari","post_date":"2024-02-27T11:22:51+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1709032971000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461650","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Leggendo la mia provocazione di ieri sul \"fare squadra\", Cesare Foa' - che ringrazio - presidente di AdvUnite e presidente Campania di Aidid ha voluto dare un suo contributo che riteniamo illuminante sullo stato del turismo italiano e che qui riportiamo.\r\n\r\n\"Senza dire chi per primo avesse avuto questa idea a oggi la cosiddetta filiera turistica è pura utopia. Gli alberghi tagliano le commissioni alle agenzie ma danno fino al 25% a booking.com. I b&b e le società extralberghiere  se ne fregano delle agenzie.  I vettori aerei riducono arbitrariamente le commissioni diventando ridicole. E i tour operator pensano di ridurre le commissioni perché così possono mantenere una propria rete dai costi spesso altissimi. \r\nOgnuno gioca per sè\r\nNon parliamo poi dell'abusivismo dove tutti vendono viaggi. Intanto solo le agenzie di viaggi italiane hanno le garanzie gli altri no. Spesso dobbiamo lottare con gli organi che soprattutto in piccole città o paesi  non effettuano bene i controlli . Quindi in conclusione se il ministro vuol parlare di fare squadra basterebbe partire dalla legalità e dal rispetto dei ruoli: può imporli ?\".\r\n\r\nQuesta è la domanda di Foà, ma è anche la domanda di molte agenzie di viaggio e di molti player del turismo. Si ha come l'impressione che qui, né il ministro, né le federazioni, né le confederazioni possano fare niente. Perché insomma e diciamolo una buona volta, nel turismo ognuno gioca una partita a sè. E cerca di trarre il maggior profitto esclusivamente dalla propria attività. Non c'è rete, ci sono solo rapporti di lavoro, delle volte alla pari, delle altre volte no.\r\n\r\nGiuseppe Aloe","post_title":"Fare squadra? Alcuni esempi di come nel turismo la rete è un'utopia","post_date":"2024-02-16T10:15:07+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1708078507000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti