24 February 2024

Aiav: Avataneo riconfermato presidente dell’associazione

[ 0 ]
Fulvio Avataneo

Fulvio Avataneo

Nel corso della sua prima riunione ufficiale, svoltasi il 4 adicembre, il Consiglio nazionale di Aiav ha nominato con voto unanime Fulvio Avataneo quale presidente pro-tempore dell’associazione. Fulvio Avataneo guiderà quindi l’Aiav per un nuovo quadriennio. Durante la prossima assemblea, che si terrà entro il 20 dicembre, il Consiglio nazionale nominerà i Delegati territoriali ed i responsabili delle diverse commissioni operative.

Il nuovo Consiglio nazionale Aiav è composto al 60% da donne, imprenditrici e titolari di importanti realtà distributive su scala nazionale: Stefania De Stasio, Titolare “Nel Blu Viaggi” di Benevento, Roberta Sarasin, Titolare “PR Travels” di “Nathea Viaggi ed Eventi” di Mestrino (PD), Rita Martinelli, Titolare “Exagon Viaggi” di Modena e Orietta Ciarolu, Titolare “CT and More” di Porlezza (CO). Completano il Consiglio, Domenico Scidone, Titolare “Misha Travel” di Genova, Andrea Trincanato, Titolare “MyLoveItaly Travel & Experiences” di Roma e Fulvio Avataneo.
L’Associazione, che conta oltre 2.000 agenti di viaggio iscritti, è parte integrante di Cna turismo e commercio ed è l’unica associazione italiana di categoria aderente alla Uftaa. 
Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462108 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una Parma da scoprire leggendo: sabato 2 e domenica 3 marzo 2024, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma organizza “I like Parma. Un patrimonio da vivere”. L’evento, giunto alla sua undicesima edizione, sarà dedicato al territorio e alle opere letterarie di autori parmigiani (e non solo) che lo raccontano. Sono sette i luoghi cardine aperti in via eccezionale per questa edizione: la Chiesa e Convento della Santissima Annunziata; la Sala del Bacio di Palazzo Ducale coi suoi bellissimi affreschi; la Fondazione Bertolucci; il Convitto Maria Luigia; il Torrione Visconteo; la Corale Verdi, infine sarà aperto per la prima volta l’Archivio Storico Comunale, che metterà in mostra importanti documenti: dalla cartografia storica ai cimeli risorgimentali, dalle poesie dialettali alle fotografie della Parma di un tempo. Le visite ai luoghi, saranno anche arricchite da letture di brani letterari dedicati alla città e ai personaggi che ne hanno fatto la storia, da Renzo Pezzani, a Matteo Maria Boiardo, da Attilio Bertolucci, alla corrispondenza tra Cesare Zavattini e Giovannino Guareschi, da Bruno Barilli fino a Fra’ Salimbene. Grazie al ricco programma di aperture straordinarie e gratuite di palazzi, chiese e monumenti e percorsi guidati, insieme a mostre e musei visitabili con ingresso speciale per l’occasione, il pubblico potrà immergersi nel patrimonio storico di Parma. Un weekend quindi tra storia, arte e letteratura alla scoperta di luoghi e personaggi raccontati attraverso significative e curiose pagine d’autore. Un’occasione, con “I like Parma”, per scoprire la città dal Medioevo ad oggi: tra scrittori e poeti, sfogliando una storia che si legge come un romanzo.  Non poteva non ricordare, nella sua “Cronica”, Parma: Fra Salimbene de Adam, è famoso per essere stato uno dei più importanti cronisti medievali nelle case dove oggi si trova il Palazzo Dalla Rosa Prati, a fianco del Battistero dove venne battezzato nel 1221. Ed è una sorpresa scoprire che poco distante visse il Petrarca. Imboccando Borgo del Correggio, si trova proprio la via a lui dedicata. Parma fu per il poeta luogo privilegiato di ritiro, qui vive per 10 anni dal 1341; qui viene a sapere della morte dell’amata Laura, qui scrive tra le più belle poesie del Canzoniere. Abitava in corrispondenza del civico 9 e sopra il balcone del primo piano è visibile ancora oggi una lapide con un piccolo busto. Proseguendo alla scoperta di Parma, di poeta in poeta, con un salto cronologico di 5 secoli ci si ritrova in Oltretorrente, attraversando il torrente Parma dal Ponte di Mezzo alla scoperta di Renzo Pezzani, che ha scritto volumi di letture per bambini e per le scuole elementari, poesie in lingua e in dialetto parmigiano, testi per opere musicali. Ma Parma è anche protagonista della vita letteraria e culturale del Novecento italiano.  “Nel cuore di Parma c'è un palcoscenico", così amava ripetere Alberto Bevilacqua a proposito della sua città natale, fonte inesauribile di ispirazione per la sua produzione letteraria e cinematografica. Autore di romanzi, poeta, regista, molti dei suoi libri sono ambientati a Parma.  Un inviato molto speciale è stato Luca Goldoni, giornalista e scrittore, una carriera da grande viaggiatore e acuto osservatore di costume. E tra i molti personaggi di cui si appassionò, un posto speciale lo riservò alla sua concittadina Maria Luigia d’Austria, duchessa e moglie di Napoleone Uno dei maggiori poeti italiani del ‘900 e figura centrale nella tradizione letteraria della città, è stato Attilio Bertolucci (padre dei registi Giuseppe e Bernardo), e spesso Parma ed il parmense sono fonte di ispirazione, come la casa, dove amava rifugiarsi con la famiglia. Bertolucci fu grande amico di Cesare Zavattini (una delle figure più significative del secolo, cui si devono libri come “I poveri sono matti”, “Io sono il diavolo” e film indimenticabili come “Sciuscià” e “Ladri di biciclette”) e che, nonostante i natali in quel di Luzzara vicino a Reggio Emilia, fu molto legato alla città ducale dove strinse anche un profondo rapporto di amicizia con Giovannino Guareschi. Guareschi porta alla scoperta della Bassa parmense, patria dello scrittore e giornalista, papà di Don Camillo e Peppone e proprio qui ha ambientato il “Mondo piccolo” di quei racconti inseriti in quella “fettaccia di terra che sta tra il Po e l’Appennino”.         [post_title] => I Like Parma, dal 2 al 3 marzo itinerari alla scoperta del territorio e degli autori [post_date] => 2024-02-23T10:23:09+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708683789000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461479 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Fervono i preparativi per l’inaugurazione della nuova stagione dei giardini di Castel Trauttmansdorff che, come di consueto, è fissata per venerdì 29 marzo 2024. Ogni anno, i giardini di Castel Trauttmansdorff affrontano un tema botanico da trattare attraverso eventi, installazioni, stazioni interattive e visite guidate, dando vita a una mostra temporanea. Negli anni precedenti, per esempio, è stato approfondito l’argomento delle piante profumate ed aromatiche, delle piante carnivore, della biodiversità e del giardino come luogo di benessere. Per la stagione 2024 i riflettori saranno puntati sulle succulente: piante dall’aspetto bizzarro e variegato, con la capacità di immagazzinare l’acqua e di prosperare in luoghi molto aridi. L’esposizione temporanea “Succu…cosa?” intende illustrare proprio l’incredibile diversità e le ingegnose tecniche di sopravvivenza sviluppate da queste piante; inoltre, viene presentata anche un’ampia gamma di piante succulente utili, che producono frutti deliziosi (ananas e papaya), sostanze curative (semprevivo maggiore e aloe), fibre resistenti (agave sisalana) e persino noti liquori (tequila). I cactus, in particolare, sono probabilmente le piante succulente più conosciute, mentre che la vaniglia appartenga a questa categoria è un’informazione già meno nota. Interessante anche sapere che le fibre dell’agave sisalana possono essere impiegate per produrre bustine da tè e persino banconote. Questa e tante altre curiosità saranno a disposizione dei visitatori dei giardini di Castel Trauttmansdorff dal 29 marzo, tutti i giorni dalle 9 alle 19 (orario esteso alle 23 nei venerdì di giugno, luglio e agosto, e ridotto dalla metà di ottobre fino alla chiusura) fino al 15 novembre.   [post_title] => Castel Trauttmansdorff: riparte a marzo la stagione tra visite guidate, mostre e stazioni interattive [post_date] => 2024-02-14T13:05:18+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707915918000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 459102 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_459112" align="alignleft" width="300"] Un'immagine della serata di Trani[/caption] Proseguono le serate Azemar, che a fine anno hanno visto protagoniste due località della Puglia in collaborazione con Lux* Resorts & Hotels: giovedì 21 dicembre 2023, l'evento si è tenuto a Trani, nella cornice delle Lampare al Fortino, mentre venerdì 22 è stata la volta del ristorante la Battigia di Bari. Alle due serate hanno partecipato, per Azemar, Maila Lattanzio, in qualità di area sales Puglia e Basilicata, per Lux* la responsabile Italia, Spagna e Portogallo, Denise Cattaneo. [caption id="attachment_459113" align="alignright" width="300"] L'evento di Bari[/caption] Lux* è una collezione di resort e hotel a 5 stelle e 5 stelle lusso nell’oceano Indiano, tra Mauritius, Reunion e Maldive. Lo scorso 1° ottobre la compagnia ha visto l'attesissima riapertura del Lux* Belle Mare, 5 stelle da 174 suite e 12 ville situato sulla selvaggia costa orientale di Mauritius, immerso in lussureggianti giardini tropicali vicino al caratteristico villaggio omonimo. Dopo oltre un anno di lavori di ristrutturazione, il complesso, con la sua architettura progettata dall'architetto mauriziano Jean-Francois Adam, si presenta con un nuovo design, pur mantenendo il suo dna family-oriented. I nuovi interni dalle tonalità rilassanti, dove il minimalismo incontra lo stile tropicale, sono stati in particolare concepiti da Jean-Marc Tang, designer mauriziano di fama internazionale. Della collezione The Lux Collective, fanno parte anche i brand Tamassa e Salt, con i rispettivi Tamassa Bel Ombre e Salt of Palmar, sempre a Mauritius. Tra gli agenti di viaggio che hanno partecipato alla serata di Trani, Valeria della Gattinoni Point, Luigi, Giordano, Gianni e Anna Giulia della a Proposito di Viaggi, Gianluca e Valeria della Ormas Viaggi, Carmela della Cumira Viaggi, Nicola e Sebastiano della Vassallucci Viaggi, Simona e Antonio della My Mondo, Francesca e Antonio della Marviraise, Antonio della Matera Viaggi,  Gianluca della Bv Viaggi, Antonio della Astro Tour, Claudio della C&C, Leonardo della Tuttiviaggi, Loredana della Luci sul Mondo e Maddalena della Maddalena Colamussi. A Bari invece erano presenti sempre Valeria della Gattinoni Point e poi  Vito della Squadro Viaggi,  Simone della Safira Viaggi, Spillo e Roberta della i Viaggi di Spiro, Oronzo e Sabbino della Eurocomex, Manuel e Domenico della Aprile Viaggi, Domenica e Mariella della Vierre Viaggi, nonché Vito della Spazio Sole. [post_title] => Si sono svolte in Puglia le serate natalizie di Azemar in collaborazione con Lux* [post_date] => 2024-01-10T10:23:14+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1704882194000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 458267 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Grande successo per l’inaugurazione della nuova mostra del Museo Civico Amedeo Lia fortemente voluta dall’Amministrazione Peracchini in occasione del Natale “Gli angeli desiderano fissare lo sguardo. La Natività e l’Adorazione dei pastori e dei magi” a cura di Andrea Marmori, visitabile fino al 24 marzo 2024. Centinaia di persone hanno partecipato all'inaugurazione della mostra il cui titolo riprende le parole della Prima Lettera di Pietro del Nuovo Testamento, intende mettere a fuoco i momenti salienti della venuta di Cristo, preceduta dall’Avvento, declinati tramite la figurazione della Natività e delle Adorazioni dei pastori e dei magi. Grazie alla sequenza di dipinti selezioni per l’esposizione, in dialogo con i testi figurativi della Collezione permanente, i tre momenti della Nascita, dell’Adorazione di pastori e infine dell’Adorazione dei Magi illustrano la rivelazione al mondo della salvezza, anticipazione della Redenzione dell’umanità. L’inaugurazione della mostra è stata anche occasione per dare notizia che la Crocifissione di Castelnuovo Magra di Pieter Brueghel il Giovane della Parrocchia di Santa Maria Maddalena rimarrà almeno fino a marzo 2024 in esposizione al Museo Lia, valorizzata in un allestimento privilegiato nella sala dei dipinti del XVII secolo in accordo con la Soprintendenza ABAP Genova e La Spezia. Nell’arco del periodo natalizio, la mostra in corso si arricchirà con le seguenti attività: 19 dicembre ore 17.00 Visita guidata in inglese alla mostra “Gli angeli desiderano fissare lo sguardo. La Natività e l’Adorazione dei Pastori e dei Magi” del Museo Civico A. Lia a cura di Tara Keny. 21 dicembre ore 17.00 Concerto di archi e chitarre del Conservatorio “Giacomo Puccini” della Spezia al Museo Civico Amedeo Lia. 5 gennaio ore 17.00 visita guidata alla mostra “Gli angeli desiderano fissare lo sguardo. La Natività e l’Adorazione dei Pastori e dei Magi” al Museo Civico Amedeo Lia a cura di Andrea Marmori.   [post_title] => La Spezia, Pieter Brueghel e la Natività protagonisti al Museo Lia fino a marzo 2024 [post_date] => 2023-12-19T09:00:09+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1702976409000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 457502 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_453824" align="alignleft" width="300"] Fulvio Avataneo[/caption] Nel corso della sua prima riunione ufficiale, svoltasi il 4 adicembre, il Consiglio nazionale di Aiav ha nominato con voto unanime Fulvio Avataneo quale presidente pro-tempore dell’associazione. Fulvio Avataneo guiderà quindi l’Aiav per un nuovo quadriennio. Durante la prossima assemblea, che si terrà entro il 20 dicembre, il Consiglio nazionale nominerà i Delegati territoriali ed i responsabili delle diverse commissioni operative. Il nuovo Consiglio nazionale Aiav è composto al 60% da donne, imprenditrici e titolari di importanti realtà distributive su scala nazionale: Stefania De Stasio, Titolare “Nel Blu Viaggi” di Benevento, Roberta Sarasin, Titolare “PR Travels” di “Nathea Viaggi ed Eventi” di Mestrino (PD), Rita Martinelli, Titolare “Exagon Viaggi” di Modena e Orietta Ciarolu, Titolare “CT and More” di Porlezza (CO). Completano il Consiglio, Domenico Scidone, Titolare “Misha Travel” di Genova, Andrea Trincanato, Titolare “MyLoveItaly Travel & Experiences” di Roma e Fulvio Avataneo. L’Associazione, che conta oltre 2.000 agenti di viaggio iscritti, è parte integrante di Cna turismo e commercio ed è l’unica associazione italiana di categoria aderente alla Uftaa.  [post_title] => Aiav: Avataneo riconfermato presidente dell'associazione [post_date] => 2023-12-05T12:08:21+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1701778101000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 456309 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => In occasione della tappa milanese del roadshow europeo del Sultanato dell’Oman, lo scorso 16 novembre presso la Fondazione Catella a Milano, è stato presentato il nuovo brand 'Experience Oman' e la campagna di marketing digitale 'Oman, a gift for life'. Obiettivo della campagna, che ha inizio proprio oggi 20 novembre, è mettere in luce la variegata offerta turistica dell’Oman, con oltre 3.000 km di costa, le montagne maestose, i vasti deserti e un ricco patrimonio culturale.  “Con una storia millenaria alle spalle, l’Oman è noto per essere una destinazione accogliente e un paradiso naturale con strutture di altissimo livello, perfetto per gli odierni trendsetter, i cosiddetti 'experience seeker', alla ricerca di nuove esperienze di viaggio in contesti fuori dal comune, densi di cultura”  ha dichiarato Haitham Mohammed Al Ghassani, direttore generale del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Un territorio dunque con gli ingredienti perfetti per un viaggio adatto a qualunque tipo di viaggiatore: da chi è interessato a cultura e tradizioni all’amante dell’outdoor, da chi cerca la vacanza attiva all’amante di sole, spiagge e relax.  In parallelo con la nuova campagna di comunicazione, il Ministero sta lavorando anche per potenziare i progetti di sviluppo del Paese e punta a diversificare il prodotto turistico in termini geografici, di tematiche e di target. Il crescente interesse verso l’Oman da parte del turismo europeo in generale e italiano in particolare è dimostrato anche dai dati. “Da gennaio a settembre 2023 sono oltre 46.000 gli italiani che hanno visitato l’Oman per turismo leisure fino a settembre. È un risultato eccezionale, che colloca l’Italia al terzo posto degli arrivi europei dopo Regno Unito e Germania. Stimiamo di raggiungere un totale di 70.000 viaggiatori entro la fine dell’anno, con un incremento del +53% rispetto all’ anno precedente -  afferma Massimo Tocchetti, presidente di Aigo e rappresentante in Italia del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo del Sultanato dell’Oman - L’obiettivo è posizionare l’Oman tra le prime destinazioni leisure e Mice per i nostri connazionali nell’area Gcc. La chiave è lavorare fianco a fianco con tutti i partner turistici. Siamo attivi in tal senso con campagne pubblicitarie e numerose attività di collaborazione con i principali tour operator e network italiani, tra i quali cito Gattinoni e Quality Group, sia sul fronte advertising che con attività b2b e b2c. Oltre a collaborazioni con Welcome Travel, Cartorange, Idee per Viaggiare, Shiruq Viaggi, Il Viaggio, Alidays, Earth Viaggi, Originaltour, VolOnline. E un'importante campagna in collaborazione con Alpitour”. Tutte queste azioni hanno dunque lo scopo di far conoscere meglio le aree meno note del Sultanato. Dalla bellezza della capitale Muscat a Nizwa con il suo vivace centro, ma anche le attività outdoor da praticare sulle montagne omanite,  Jabal Akhdar e Jabal Shams,  il deserto in campi tendati di lusso, mongolfiere, o spedizioni nel Rub al Khali con campi mobili o fissi. Il roadshow, che ha fatto tappa a Milano e Roma, ha visto la partecipazione di 27 big player del turismo omanita: 12 hotel, 11 dmc e 4 compagnie aeree. [gallery ids="456314,456318,456316,456322,456323,456319"] [post_title] => Nasce 'Experience Oman', il nuovo brand del Sultanato [post_date] => 2023-11-20T09:00:09+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( [0] => brand [1] => emirati-arabi [2] => oman ) [post_tag_name] => Array ( [0] => brand [1] => Emirati Arabi [2] => Oman ) ) [sort] => Array ( [0] => 1700470809000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 455922 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Arriva dal gruppo Accor il nuovo direttore risorse umane del gruppo Nicolaus Valtur, Alessandro Arborio Mella. E ciò a conferma dell'importante sviluppo dell'azienda pugliese, anche nel comparto delle attività di hospitality. Laurea in giurisprudenza all'università Cattolica di Milano e un’esperienza dirigenziale sia in ambiti istituzionali afferenti al turismo, sia nel ramo dell’hôtellerie, negli ultimi 15 anni Arborio Mella ha ricoperto differenti ruoli manageriali nel gruppo francese Accor, dove è arrivato a rivestire la posizione di vice president human resources per Italia, Grecia, Israele e Malta. In evidenza anche il ruolo in essere di membro del collegio dei probiviri dell'Associazione italiana Confindustria alberghi (Aica) e la presidenza, svolta nel recente passato, dell’Ente bilaterale del turismo di Milano, oltreché alle altre esperienze istituzionali in Assolombarda e Federturismo. “Sono felice di questo nuovo capitolo professionale e orgoglioso di essere alla guida del team hr in un'azienda come il gruppo Nicolaus, inclusiva e fortemente orientata alla valorizzazione delle singole competenze in un’ottica corale, che vede ogni risorsa come un elemento imprescindibile per la creazione di un nuovo paradigma lavorativo in ambito turistico incentrato sulla persona - commenta lo stesso Arborio Mella -. La sfida ambiziosa è proprio quella di descrivere un orizzonte inedito in questo settore, anche attraverso la capacità di attrarre nuove risorse umane altamente qualificate e di consolidare quelle già operative. La raccolgo con entusiasmo e non vedo l’ora di esserne fattivamente parte”. [post_title] => Alessandro Arborio Mella nuovo direttore risorse umane del gruppo Nicolaus [post_date] => 2023-11-13T12:15:24+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1699877724000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 455573 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Oltre 5 mila visitatori alla Spezia in meno di cinque mesi per la mostra  Pieter Brueghel il Giovane. La Crocifissione di Castelnuovo Magra. Restauro e confronti al museo civico Amedeo Lia a cura di Valentina Tonini, della Soprintendenza Abap Genova e La Spezia, e Martina Avogrado Soprintendenza Abap di Savona e Imperia. «Una mostra apprezzata e gradita da moltissimi visitatori – dichiara il sindaco della Spezia, Pierluigi Peracchini – che ha ottenuto un grande successo. Siamo molto soddisfatti che il museo civico Amedeo Lia, oltre alla ricca e pregiata collezione permanente, ospiti esposizioni temporanee capaci di riscuotere un così vasto interesse di pubblico proveniente da tutto il mondo e offra iniziative correlate che la approfondiscano sotto molteplici aspetti. Di grande rilievo e prestigio sono stati anche gli studi eseguiti sui dipinti di Pieter Brueghel il Giovane che testimoniano ulteriormente l’ampia valenza culturale del nostro museo. Il rinnovato accordo con la famiglia Lia di comodato d’uso gratuito delle opere presenti, di fatto, ha dato il via a un nuovo corso per il museo Lia in un’ottica di valorizzazione a livello nazionale e internazionale e questa mostra, a cui ne succederanno molte altre, è stata la prima che si inserisce in questo nuovo percorso». La mostra, con prestiti importanti ed esteri, è stata accompagnata da un ricco calendario di eventi, visite guidate di storia dell’arte fiamminga, visite interdisciplinari fra la storia e la filosofia del Seicento, rimandi alla collezione civica del Lia, aperitivi in lingua inglese, laboratori per bambini e incontri specifici sulla storia del dipinto proveniente da Castelnuovo Magra, della sua travagliata storia e del suo restauro. Pieter Brueghel il Giovane. La Crocifissione di Castelnuovo Magra. Restauro e confronti è a cura di Rossana Vitiello, con la collaborazione di Andrea Marmori, Valentina Tonini e Martina Avogadro. L'allestimento è a cura di Emanuele Martera. [post_title] => La Spezia: grande successo per la mostra di Pieter Brueghel al museo Lia [post_date] => 2023-11-07T13:15:11+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1699362911000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 455124 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ha aperto ufficialmente i propri battenti circa un mese fa il primo Raffles di Londra. Ospitata all'interno dello storico Old War Office, la struttura di debutto di questo brand lusso di casa Accor è dotata di 120 camere e suite progettate dal designer Thierry Despont, nonché di 85 residenze disegnate dallo studio 1508 London. A ciò si aggiungono tre differenti proposte culinarie, curate in esclusiva dallo chef tristellato Mauro Colagreco. Presenti pure tre bar, una lounge aperta tutto il giorno e ulteriori sei ristoranti, inclusa la Pillar Kitchen, con una carta incentrata sul benessere e sul cibo salutare. A completare l'offerta una serie di aree per meeting e ricevimenti, nonché la Guerlain Spa da 27 mila metri quadrati sviluppata su quattro piani: progettato da Goddard Littlefair, lo spazio benessere include tra le altre cose una palestra, una piscina di 20 metri, una vitality pool, una sauna, un bagno turco e nove stanze per trattamenti. “Siamo onorati di far parte di questo progetto monumentale - commenta il ceo di Raffles & Orient Express, Omer Acar -. L'apertura del Raffles London The Owo all'interno di questo edificio storico segna uno dei momenti più importanti nella storia del nostro brand.” [post_title] => Debutto londinese per il brand Raffles, che apre nello storico Old War Office [post_date] => 2023-10-30T13:47:31+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1698673651000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "aiav avataneo" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":13,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":64,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462108","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Una Parma da scoprire leggendo: sabato 2 e domenica 3 marzo 2024, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma organizza “I like Parma. Un patrimonio da vivere”.\r\n\r\nL’evento, giunto alla sua undicesima edizione, sarà dedicato al territorio e alle opere letterarie di autori parmigiani (e non solo) che lo raccontano. Sono sette i luoghi cardine aperti in via eccezionale per questa edizione: la Chiesa e Convento della Santissima Annunziata; la Sala del Bacio di Palazzo Ducale coi suoi bellissimi affreschi; la Fondazione Bertolucci; il Convitto Maria Luigia; il Torrione Visconteo; la Corale Verdi, infine sarà aperto per la prima volta l’Archivio Storico Comunale, che metterà in mostra importanti documenti: dalla cartografia storica ai cimeli risorgimentali, dalle poesie dialettali alle fotografie della Parma di un tempo. Le visite ai luoghi, saranno anche arricchite da letture di brani letterari dedicati alla città e ai personaggi che ne hanno fatto la storia, da Renzo Pezzani, a Matteo Maria Boiardo, da Attilio Bertolucci, alla corrispondenza tra Cesare Zavattini e Giovannino Guareschi, da Bruno Barilli fino a Fra’ Salimbene.\r\n\r\nGrazie al ricco programma di aperture straordinarie e gratuite di palazzi, chiese e monumenti e percorsi guidati, insieme a mostre e musei visitabili con ingresso speciale per l’occasione, il pubblico potrà immergersi nel patrimonio storico di Parma. Un weekend quindi tra storia, arte e letteratura alla scoperta di luoghi e personaggi raccontati attraverso significative e curiose pagine d’autore. Un’occasione, con “I like Parma”, per scoprire la città dal Medioevo ad oggi: tra scrittori e poeti, sfogliando una storia che si legge come un romanzo. \r\n\r\nNon poteva non ricordare, nella sua “Cronica”, Parma: Fra Salimbene de Adam, è famoso per essere stato uno dei più importanti cronisti medievali nelle case dove oggi si trova il Palazzo Dalla Rosa Prati, a fianco del Battistero dove venne battezzato nel 1221.\r\n\r\nEd è una sorpresa scoprire che poco distante visse il Petrarca. Imboccando Borgo del Correggio, si trova proprio la via a lui dedicata. Parma fu per il poeta luogo privilegiato di ritiro, qui vive per 10 anni dal 1341; qui viene a sapere della morte dell’amata Laura, qui scrive tra le più belle poesie del Canzoniere. Abitava in corrispondenza del civico 9 e sopra il balcone del primo piano è visibile ancora oggi una lapide con un piccolo busto.\r\n\r\nProseguendo alla scoperta di Parma, di poeta in poeta, con un salto cronologico di 5 secoli ci si ritrova in Oltretorrente, attraversando il torrente Parma dal Ponte di Mezzo alla scoperta di Renzo Pezzani, che ha scritto volumi di letture per bambini e per le scuole elementari, poesie in lingua e in dialetto parmigiano, testi per opere musicali.\r\n\r\nMa Parma è anche protagonista della vita letteraria e culturale del Novecento italiano. \r\n\r\n“Nel cuore di Parma c'è un palcoscenico\", così amava ripetere Alberto Bevilacqua a proposito della sua città natale, fonte inesauribile di ispirazione per la sua produzione letteraria e cinematografica. Autore di romanzi, poeta, regista, molti dei suoi libri sono ambientati a Parma. \r\n\r\nUn inviato molto speciale è stato Luca Goldoni, giornalista e scrittore, una carriera da grande viaggiatore e acuto osservatore di costume. E tra i molti personaggi di cui si appassionò, un posto speciale lo riservò alla sua concittadina Maria Luigia d’Austria, duchessa e moglie di Napoleone\r\n\r\nUno dei maggiori poeti italiani del ‘900 e figura centrale nella tradizione letteraria della città, è stato Attilio Bertolucci (padre dei registi Giuseppe e Bernardo), e spesso Parma ed il parmense sono fonte di ispirazione, come la casa, dove amava rifugiarsi con la famiglia.\r\n\r\nBertolucci fu grande amico di Cesare Zavattini (una delle figure più significative del secolo, cui si devono libri come “I poveri sono matti”, “Io sono il diavolo” e film indimenticabili come “Sciuscià” e “Ladri di biciclette”) e che, nonostante i natali in quel di Luzzara vicino a Reggio Emilia, fu molto legato alla città ducale dove strinse anche un profondo rapporto di amicizia con Giovannino Guareschi.\r\n\r\nGuareschi porta alla scoperta della Bassa parmense, patria dello scrittore e giornalista, papà di Don Camillo e Peppone e proprio qui ha ambientato il “Mondo piccolo” di quei racconti inseriti in quella “fettaccia di terra che sta tra il Po e l’Appennino”.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"I Like Parma, dal 2 al 3 marzo itinerari alla scoperta del territorio e degli autori","post_date":"2024-02-23T10:23:09+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1708683789000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461479","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Fervono i preparativi per l’inaugurazione della nuova stagione dei giardini di Castel Trauttmansdorff che, come di consueto, è fissata per venerdì 29 marzo 2024.\r\nOgni anno, i giardini di Castel Trauttmansdorff affrontano un tema botanico da trattare attraverso eventi, installazioni, stazioni interattive e visite guidate, dando vita a una mostra temporanea.\r\n\r\nNegli anni precedenti, per esempio, è stato approfondito l’argomento delle piante profumate ed aromatiche, delle piante carnivore, della biodiversità e del giardino come luogo di benessere. Per la stagione 2024 i riflettori saranno puntati sulle succulente: piante dall’aspetto bizzarro e variegato, con la capacità di immagazzinare l’acqua e di prosperare in luoghi molto aridi.\r\n\r\nL’esposizione temporanea “Succu…cosa?” intende illustrare proprio l’incredibile diversità e le ingegnose tecniche di sopravvivenza sviluppate da queste piante; inoltre, viene presentata anche un’ampia gamma di piante succulente utili, che producono frutti deliziosi (ananas e papaya), sostanze curative (semprevivo maggiore e aloe), fibre resistenti (agave sisalana) e persino noti liquori (tequila). I cactus, in particolare, sono probabilmente le piante succulente più conosciute, mentre che la vaniglia appartenga a questa categoria è un’informazione già meno nota. Interessante anche sapere che le fibre dell’agave sisalana possono essere impiegate per produrre bustine da tè e persino banconote. Questa e tante altre curiosità saranno a disposizione dei visitatori dei giardini di Castel Trauttmansdorff dal 29 marzo, tutti i giorni dalle 9 alle 19 (orario esteso alle 23 nei venerdì di giugno, luglio e agosto, e ridotto dalla metà di ottobre fino alla chiusura) fino al 15 novembre.\r\n\r\n ","post_title":"Castel Trauttmansdorff: riparte a marzo la stagione tra visite guidate, mostre e stazioni interattive","post_date":"2024-02-14T13:05:18+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1707915918000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"459102","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_459112\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Un'immagine della serata di Trani[/caption]\r\n\r\nProseguono le serate Azemar, che a fine anno hanno visto protagoniste due località della Puglia in collaborazione con Lux* Resorts & Hotels: giovedì 21 dicembre 2023, l'evento si è tenuto a Trani, nella cornice delle Lampare al Fortino, mentre venerdì 22 è stata la volta del ristorante la Battigia di Bari. Alle due serate hanno partecipato, per Azemar, Maila Lattanzio, in qualità di area sales Puglia e Basilicata, per Lux* la responsabile Italia, Spagna e Portogallo, Denise Cattaneo.\r\n\r\n[caption id=\"attachment_459113\" align=\"alignright\" width=\"300\"] L'evento di Bari[/caption]\r\n\r\nLux* è una collezione di resort e hotel a 5 stelle e 5 stelle lusso nell’oceano Indiano, tra Mauritius, Reunion e Maldive. Lo scorso 1° ottobre la compagnia ha visto l'attesissima riapertura del Lux* Belle Mare, 5 stelle da 174 suite e 12 ville situato sulla selvaggia costa orientale di Mauritius, immerso in lussureggianti giardini tropicali vicino al caratteristico villaggio omonimo. Dopo oltre un anno di lavori di ristrutturazione, il complesso, con la sua architettura progettata dall'architetto mauriziano Jean-Francois Adam, si presenta con un nuovo design, pur mantenendo il suo dna family-oriented. I nuovi interni dalle tonalità rilassanti, dove il minimalismo incontra lo stile tropicale, sono stati in particolare concepiti da Jean-Marc Tang, designer mauriziano di fama internazionale. Della collezione The Lux Collective, fanno parte anche i brand Tamassa e Salt, con i rispettivi Tamassa Bel Ombre e Salt of Palmar, sempre a Mauritius.\r\n\r\nTra gli agenti di viaggio che hanno partecipato alla serata di Trani, Valeria della Gattinoni Point, Luigi, Giordano, Gianni e Anna Giulia della a Proposito di Viaggi, Gianluca e Valeria della Ormas Viaggi, Carmela della Cumira Viaggi, Nicola e Sebastiano della Vassallucci Viaggi, Simona e Antonio della My Mondo, Francesca e Antonio della Marviraise, Antonio della Matera Viaggi,  Gianluca della Bv Viaggi, Antonio della Astro Tour, Claudio della C&C, Leonardo della Tuttiviaggi, Loredana della Luci sul Mondo e Maddalena della Maddalena Colamussi.\r\n\r\nA Bari invece erano presenti sempre Valeria della Gattinoni Point e poi  Vito della Squadro Viaggi,  Simone della Safira Viaggi, Spillo e Roberta della i Viaggi di Spiro, Oronzo e Sabbino della Eurocomex, Manuel e Domenico della Aprile Viaggi, Domenica e Mariella della Vierre Viaggi, nonché Vito della Spazio Sole.","post_title":"Si sono svolte in Puglia le serate natalizie di Azemar in collaborazione con Lux*","post_date":"2024-01-10T10:23:14+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1704882194000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"458267","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Grande successo per l’inaugurazione della nuova mostra del Museo Civico Amedeo Lia fortemente voluta dall’Amministrazione Peracchini in occasione del Natale “Gli angeli desiderano fissare lo sguardo. La Natività e l’Adorazione dei pastori e dei magi” a cura di Andrea Marmori, visitabile fino al 24 marzo 2024.\r\n\r\nCentinaia di persone hanno partecipato all'inaugurazione della mostra il cui titolo riprende le parole della Prima Lettera di Pietro del Nuovo Testamento, intende mettere a fuoco i momenti salienti della venuta di Cristo, preceduta dall’Avvento, declinati tramite la figurazione della Natività e delle Adorazioni dei pastori e dei magi. Grazie alla sequenza di dipinti selezioni per l’esposizione, in dialogo con i testi figurativi della Collezione permanente, i tre momenti della Nascita, dell’Adorazione di pastori e infine dell’Adorazione dei Magi illustrano la rivelazione al mondo della salvezza, anticipazione della Redenzione dell’umanità.\r\n\r\nL’inaugurazione della mostra è stata anche occasione per dare notizia che la Crocifissione di Castelnuovo Magra di Pieter Brueghel il Giovane della Parrocchia di Santa Maria Maddalena rimarrà almeno fino a marzo 2024 in esposizione al Museo Lia, valorizzata in un allestimento privilegiato nella sala dei dipinti del XVII secolo in accordo con la Soprintendenza ABAP Genova e La Spezia.\r\n\r\nNell’arco del periodo natalizio, la mostra in corso si arricchirà con le seguenti attività:\r\n\r\n19 dicembre ore 17.00 Visita guidata in inglese alla mostra “Gli angeli desiderano fissare lo sguardo. La Natività e l’Adorazione dei Pastori e dei Magi” del Museo Civico A. Lia a cura di Tara Keny.\r\n\r\n21 dicembre ore 17.00 Concerto di archi e chitarre del Conservatorio “Giacomo Puccini” della Spezia al Museo Civico Amedeo Lia.\r\n\r\n5 gennaio ore 17.00 visita guidata alla mostra “Gli angeli desiderano fissare lo sguardo. La Natività e l’Adorazione dei Pastori e dei Magi” al Museo Civico Amedeo Lia a cura di Andrea Marmori.\r\n\r\n ","post_title":"La Spezia, Pieter Brueghel e la Natività protagonisti al Museo Lia fino a marzo 2024","post_date":"2023-12-19T09:00:09+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1702976409000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"457502","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\r\n\r\n[caption id=\"attachment_453824\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Fulvio Avataneo[/caption]\r\n\r\nNel corso della sua prima riunione ufficiale, svoltasi il 4 adicembre, il Consiglio nazionale di Aiav ha nominato con voto unanime Fulvio Avataneo quale presidente pro-tempore dell’associazione. Fulvio Avataneo guiderà quindi l’Aiav per un nuovo quadriennio. Durante la prossima assemblea, che si terrà entro il 20 dicembre, il Consiglio nazionale nominerà i Delegati territoriali ed i responsabili delle diverse commissioni operative.\r\n\r\nIl nuovo Consiglio nazionale Aiav è composto al 60% da donne, imprenditrici e titolari di importanti realtà distributive su scala nazionale: Stefania De Stasio, Titolare “Nel Blu Viaggi” di Benevento, Roberta Sarasin, Titolare “PR Travels” di “Nathea Viaggi ed Eventi” di Mestrino (PD), Rita Martinelli, Titolare “Exagon Viaggi” di Modena e Orietta Ciarolu, Titolare “CT and More” di Porlezza (CO). Completano il Consiglio, Domenico Scidone, Titolare “Misha Travel” di Genova, Andrea Trincanato, Titolare “MyLoveItaly Travel & Experiences” di Roma e Fulvio Avataneo.\r\n\r\nL’Associazione, che conta oltre 2.000 agenti di viaggio iscritti, è parte integrante di Cna turismo e commercio ed è l’unica associazione italiana di categoria aderente alla Uftaa. ","post_title":"Aiav: Avataneo riconfermato presidente dell'associazione","post_date":"2023-12-05T12:08:21+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1701778101000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"456309","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"In occasione della tappa milanese del roadshow europeo del Sultanato dell’Oman, lo scorso 16 novembre presso la Fondazione Catella a Milano, è stato presentato il nuovo brand 'Experience Oman' e la campagna di marketing digitale 'Oman, a gift for life'. Obiettivo della campagna, che ha inizio proprio oggi 20 novembre, è mettere in luce la variegata offerta turistica dell’Oman, con oltre 3.000 km di costa, le montagne maestose, i vasti deserti e un ricco patrimonio culturale. \r\n\r\n“Con una storia millenaria alle spalle, l’Oman è noto per essere una destinazione accogliente e un paradiso naturale con strutture di altissimo livello, perfetto per gli odierni trendsetter, i cosiddetti 'experience seeker', alla ricerca di nuove esperienze di viaggio in contesti fuori dal comune, densi di cultura”  ha dichiarato Haitham Mohammed Al Ghassani, direttore generale del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.\r\n\r\nUn territorio dunque con gli ingredienti perfetti per un viaggio adatto a qualunque tipo di viaggiatore: da chi è interessato a cultura e tradizioni all’amante dell’outdoor, da chi cerca la vacanza attiva all’amante di sole, spiagge e relax. \r\n\r\nIn parallelo con la nuova campagna di comunicazione, il Ministero sta lavorando anche per potenziare i progetti di sviluppo del Paese e punta a diversificare il prodotto turistico in termini geografici, di tematiche e di target. Il crescente interesse verso l’Oman da parte del turismo europeo in generale e italiano in particolare è dimostrato anche dai dati.\r\n“Da gennaio a settembre 2023 sono oltre 46.000 gli italiani che hanno visitato l’Oman per turismo leisure fino a settembre. È un risultato eccezionale, che colloca l’Italia al terzo posto degli arrivi europei dopo Regno Unito e Germania. Stimiamo di raggiungere un totale di 70.000 viaggiatori entro la fine dell’anno, con un incremento del +53% rispetto all’ anno precedente -  afferma Massimo Tocchetti, presidente di Aigo e rappresentante in Italia del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo del Sultanato dell’Oman - L’obiettivo è posizionare l’Oman tra le prime destinazioni leisure e Mice per i nostri connazionali nell’area Gcc. La chiave è lavorare fianco a fianco con tutti i partner turistici. Siamo attivi in tal senso con campagne pubblicitarie e numerose attività di collaborazione con i principali tour operator e network italiani, tra i quali cito Gattinoni e Quality Group, sia sul fronte advertising che con attività b2b e b2c. Oltre a collaborazioni con Welcome Travel, Cartorange, Idee per Viaggiare, Shiruq Viaggi, Il Viaggio, Alidays, Earth Viaggi, Originaltour, VolOnline. E un'importante campagna in collaborazione con Alpitour”.\r\n\r\nTutte queste azioni hanno dunque lo scopo di far conoscere meglio le aree meno note del Sultanato. Dalla bellezza della capitale Muscat a Nizwa con il suo vivace centro, ma anche le attività outdoor da praticare sulle montagne omanite,  Jabal Akhdar e Jabal Shams,  il deserto in campi tendati di lusso, mongolfiere, o spedizioni nel Rub al Khali con campi mobili o fissi.\r\n\r\nIl roadshow, che ha fatto tappa a Milano e Roma, ha visto la partecipazione di 27 big player del turismo omanita: 12 hotel, 11 dmc e 4 compagnie aeree.\r\n\r\n[gallery ids=\"456314,456318,456316,456322,456323,456319\"]","post_title":"Nasce 'Experience Oman', il nuovo brand del Sultanato","post_date":"2023-11-20T09:00:09+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":["brand","emirati-arabi","oman"],"post_tag_name":["brand","Emirati Arabi","Oman"]},"sort":[1700470809000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"455922","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Arriva dal gruppo Accor il nuovo direttore risorse umane del gruppo Nicolaus Valtur, Alessandro Arborio Mella. E ciò a conferma dell'importante sviluppo dell'azienda pugliese, anche nel comparto delle attività di hospitality. Laurea in giurisprudenza all'università Cattolica di Milano e un’esperienza dirigenziale sia in ambiti istituzionali afferenti al turismo, sia nel ramo dell’hôtellerie, negli ultimi 15 anni Arborio Mella ha ricoperto differenti ruoli manageriali nel gruppo francese Accor, dove è arrivato a rivestire la posizione di vice president human resources per Italia, Grecia, Israele e Malta. In evidenza anche il ruolo in essere di membro del collegio dei probiviri dell'Associazione italiana Confindustria alberghi (Aica) e la presidenza, svolta nel recente passato, dell’Ente bilaterale del turismo di Milano, oltreché alle altre esperienze istituzionali in Assolombarda e Federturismo.\r\n\r\n“Sono felice di questo nuovo capitolo professionale e orgoglioso di essere alla guida del team hr in un'azienda come il gruppo Nicolaus, inclusiva e fortemente orientata alla valorizzazione delle singole competenze in un’ottica corale, che vede ogni risorsa come un elemento imprescindibile per la creazione di un nuovo paradigma lavorativo in ambito turistico incentrato sulla persona - commenta lo stesso Arborio Mella -. La sfida ambiziosa è proprio quella di descrivere un orizzonte inedito in questo settore, anche attraverso la capacità di attrarre nuove risorse umane altamente qualificate e di consolidare quelle già operative. La raccolgo con entusiasmo e non vedo l’ora di esserne fattivamente parte”.","post_title":"Alessandro Arborio Mella nuovo direttore risorse umane del gruppo Nicolaus","post_date":"2023-11-13T12:15:24+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1699877724000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"455573","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Oltre 5 mila visitatori alla Spezia in meno di cinque mesi per la mostra  Pieter Brueghel il Giovane. La Crocifissione di Castelnuovo Magra. Restauro e confronti al museo civico Amedeo Lia a cura di Valentina Tonini, della Soprintendenza Abap Genova e La Spezia, e Martina Avogrado Soprintendenza Abap di Savona e Imperia.\r\n\r\n«Una mostra apprezzata e gradita da moltissimi visitatori – dichiara il sindaco della Spezia, Pierluigi Peracchini – che ha ottenuto un grande successo. Siamo molto soddisfatti che il museo civico Amedeo Lia, oltre alla ricca e pregiata collezione permanente, ospiti esposizioni temporanee capaci di riscuotere un così vasto interesse di pubblico proveniente da tutto il mondo e offra iniziative correlate che la approfondiscano sotto molteplici aspetti. Di grande rilievo e prestigio sono stati anche gli studi eseguiti sui dipinti di Pieter Brueghel il Giovane che testimoniano ulteriormente l’ampia valenza culturale del nostro museo. Il rinnovato accordo con la famiglia Lia di comodato d’uso gratuito delle opere presenti, di fatto, ha dato il via a un nuovo corso per il museo Lia in un’ottica di valorizzazione a livello nazionale e internazionale e questa mostra, a cui ne succederanno molte altre, è stata la prima che si inserisce in questo nuovo percorso».\r\n\r\nLa mostra, con prestiti importanti ed esteri, è stata accompagnata da un ricco calendario di eventi, visite guidate di storia dell’arte fiamminga, visite interdisciplinari fra la storia e la filosofia del Seicento, rimandi alla collezione civica del Lia, aperitivi in lingua inglese, laboratori per bambini e incontri specifici sulla storia del dipinto proveniente da Castelnuovo Magra, della sua travagliata storia e del suo restauro. Pieter Brueghel il Giovane. La Crocifissione di Castelnuovo Magra. Restauro e confronti è a cura di Rossana Vitiello, con la collaborazione di Andrea Marmori, Valentina Tonini e Martina Avogadro. L'allestimento è a cura di Emanuele Martera.","post_title":"La Spezia: grande successo per la mostra di Pieter Brueghel al museo Lia","post_date":"2023-11-07T13:15:11+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1699362911000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"455124","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ha aperto ufficialmente i propri battenti circa un mese fa il primo Raffles di Londra. Ospitata all'interno dello storico Old War Office, la struttura di debutto di questo brand lusso di casa Accor è dotata di 120 camere e suite progettate dal designer Thierry Despont, nonché di 85 residenze disegnate dallo studio 1508 London. A ciò si aggiungono tre differenti proposte culinarie, curate in esclusiva dallo chef tristellato Mauro Colagreco.\r\n\r\nPresenti pure tre bar, una lounge aperta tutto il giorno e ulteriori sei ristoranti, inclusa la Pillar Kitchen, con una carta incentrata sul benessere e sul cibo salutare. A completare l'offerta una serie di aree per meeting e ricevimenti, nonché la Guerlain Spa da 27 mila metri quadrati sviluppata su quattro piani: progettato da Goddard Littlefair, lo spazio benessere include tra le altre cose una palestra, una piscina di 20 metri, una vitality pool, una sauna, un bagno turco e nove stanze per trattamenti.\r\n\r\n“Siamo onorati di far parte di questo progetto monumentale - commenta il ceo di Raffles & Orient Express, Omer Acar -. L'apertura del Raffles London The Owo all'interno di questo edificio storico segna uno dei momenti più importanti nella storia del nostro brand.”","post_title":"Debutto londinese per il brand Raffles, che apre nello storico Old War Office","post_date":"2023-10-30T13:47:31+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1698673651000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti