25 June 2024

G2 Travel

Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email: data.rome@g2-travel.com
Provincia: • 
Comune: • 

Settore: • 
Mansione: • 


Testo dell'annuncio

G2 Travel , azienda multinazionale leader nel turismo ricettivo, ricerca per il proprio ufficio di Roma
Impiegata/o madrelingua Giapponese con ottima conoscenza della lingua Inglese.

Area Funzionale: Coordination Service & Operations

Si cerca per la propria sede di Roma una valida risorsa da inserire in ambito Coordination Service & Operations che, riportando direttamente al Coordination & Data Manager, si occuperà di supportarlo nella gestione e nel coordinamento di tutte le attività di front e back office, gestendo anche in prima persona l’operatività di on site.
Principali mansioni:
• Supporto e controllo di attività di front/back office
• Gestione eccezioni/Problematiche on site

• Gestione reclami
• Supporto al responsabile nel coordinamento dell’operatività e nell’organizzazione dei processi operativi
Istruzione: • Diploma di Maturità/Laurea
• Conoscenze linguistiche: Giapponese – Madrelingua, Inglese – Ottimo, Italiano – ottimo
• Buona conoscenza di Microsoft Office 2007 soprattutto excel
• Buona dialettica e predisposizione al contatto con il cliente
• Esperienza minima 3 anni in area customer care nel settore turistico ricettivo
• Domicilio a Roma e provincia
• Disponibilità Full Time da fine maggio 2013
• Disponibilità a lavorare anche su turni Lunedì-Sabato 9-20 e tenere contatto di emergenza
Caratteristiche personali: • creatività, proattività e problem solving • rigore, ottima organizzazione e pragmatismo • capacità di lavoro in autonomia e in squadra • capacità di lavoro a ritmi sostenuti • dinamicità e self control in situazioni delicate. Ricerca valida per ambosessi.

Se pensi di possedere i requisiti richiesti per questo ruolo e sei interessato ad entrare a far parte del nostro team, inviaci la tua candidatura allegando Curriculum Vitae con foto e una breve lettera motivazionale scrivendo a : data.rome@g2-travel.com

 


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 470153 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_470156" align="aligncenter" width="448"] Fam Trip Gattinoni Travel a Cuba[/caption] "La forza di appartenere al network Gattinoni" è il titolo del nuovo Reportage di Travel Quotidiano dedicato a Gattinoni Travel. Un approfondimento sui servizi offerti dal network, i prodotti, le masterclass nell’hub milanese del Gruppo, le Academy online, i fam trip, i piani di marketing, di comunicazione e di incentivazione del brand (Best Performer). Sul Reportage anche informazioni sui plus della piattaforma B2B2C, gli esclusivi Tour Experience, Tour Explore e i viaggi sostenibili. [gallery ids="470159,470160,470161"] Il network Gattinoni poggia su basi solide, promuove un business concreto, lungimirante ed articolato. All’insegna dell’etica del giusto guadagno, è forte grazie a passione e creatività, gioco di squadra e affidabilità, investimenti e valore di un brand sempre più affermato. Scopri di più sul Reportage di Gattinoni Travel. [post_title] => "La forza di appartenere al network Gattinoni". Il nuovo Reportage [post_date] => 2024-06-25T14:42:08+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => gattinoni-travel [1] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => gattinoni travel [1] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1719326528000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 470135 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’Osservatorio del Turismo Outdoor, condotto da Human Company in collaborazione con Thrends, stima per il turismo open air  56,5 milioni le presenze da giugno a settembre, con il mercato estero che gioca un ruolo sempre più cruciale: si prevede infatti la miglior performance dal 2017, con circa 30 milioni di presenze (pari al 53% del totale). Questo dato ancora una volta conferma l'enorme attrattiva che le bellezze naturali, culturali e artistiche dell'Italia esercitano sui turisti stranieri, in particolare quelli provenienti da mercati europei chiave per il turismo all'aperto, come l'area DACH e il Benelux. È con queste premesse che fervono i preparativi della 15^ edizione del Salone del Camper, in programma dal 14 al 22 settembre 2024 presso le Fiere di Parma, in collaborazione con APC (Associazioni Produttori Camper) il più atteso e prestigioso di settore (primo in Italia e secondo in Europa). Con una crescita costante e un impatto economico significativo, il Salone del Camper rappresenta un'opportunità unica per esplorare le tendenze del mercato, incontrare i leader del settore e scoprire le innovazioni più recenti.  Da 15 anni il Salone del Camper ha consolidato la sua reputazione come punto di riferimento per il settore Open air e i numeri dell'ultima edizione 2023 parlano chiaro: più di 100.000 visitatori, oltre 50.000 ticket on line, più di 50.000 mezzi parcheggiati negli stalli in fiera, 5 Padiglioni per oltre 110.000 metri quadrati di superficie espositiva (+20%), più di 300 espositori (di cui 54 produttori di veicoli ricreazionali), oltre 600 veicoli ricreazionali esposti, 520 presenze tra giornalisti blogger e influencer, oltre 70 eventi che hanno garantito l'ampia offerta tra workshop, convegni, presentazioni. Il Salone del Camper non è solo una vetrina per gli appassionati del camperismo, ma è un volano economico per l'intero settore, una manifestazione indispensabile non solo alla sola filiera di settore ma anche per tutto l’indotto che vi opera. Il suo impatto economico contribuisce significativamente alla crescita del mercato del turismo open air, creando opportunità di sviluppo per le aziende, promuovendo così una maggiore partecipazione e interesse da parte del pubblico. L'Italia si posiziona come il terzo maggior produttore di camper in Europa per volumi, superata solo da Germania e Francia. Il panorama italiano vanta una ricca varietà di brand rinomati nel settore tra cui Arca, CI, Elnagh, Etrusco, Giottiline, Laika, McLouis, Mobilvetta, Rimor, Roller Team, Top Group e XGO.  Inoltre, circa il 20% di tutti i camper immatricolati annualmente in Europa ha origine proprio dall'Italia. Un mercato in continua espansione. Il camper si rivela essere il mezzo ideale per coloro che cercano un approccio al turismo sensibile alla sostenibilità, particolarmente adatto alle famiglie e ai gruppi di amici. Secondo i dati raccolti, il camper mostra la migliore efficienza energetica su un volume da 4 a 5 passeggeri, ma i suoi benefici ambientali si estendono a qualsiasi composizione di equipaggio.    [post_title] => Parma 15° Salone del Camper, dal 14 al 22 settembre focus su tendenze ed innovazione [post_date] => 2024-06-25T13:27:43+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1719322063000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 470105 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il brand Tribe, nato in Australia nel 2017 ed entrato a far parte del segmento midscale di Accor nel 2023, porta a Milano Malpensa un nuovo concetto di ospitalità. Il tutto in una location adatta ai viaggiatori leisure, business e bleisure, situata vicina a Rho Fiera Milano, a Milano, Varese e Como, agli outlet piemontesi e alla Svizzera. "Il pilastro fondamentale del brand è un design moderno, audace e, al tempo stesso, elegante e sofisticato - spiega Chiara Fratantonio, brand manager degli hotel Tribe in Europa, in occasione della presentazione ufficiale dell'hotel aperto lo scorso febbraio -: un mix-and-match di pezzi iconici di design con oggetti quotidiani, come libri e accessori. Oggi i viaggiatori si concentrano su quello che conta davvero: pochi servizi ma fatti bene, senza costi nascosti e alcunché di superfluo". Il cuore dell’hotel è il Social Hub: uno spazio multifunzionale dotato di diverse aree e sedute adatte a un momento di privacy o a una riunione. Un luogo per lavorare, rilassarsi, incontrare gli amici e mangiare o bere qualcosa. Anche Enrico Perari, general manager del Tribe Milano Malpensa, sottolinea l’importanza di questo ambiente: "È il cuore logistico del concept di Tribe. Mi piace definirlo una hall diffusa. Attraverso questo spazio diciamo ai nostri ospiti che non vogliamo essere solo un hotel, ma un punto di unione e inclusione per la clientela e le diverse etnie che ospitiamo". Le camere del Tribe Milano Malpensa sono 240. Per garantire prezzi accessibili (a partire da 145 euro) il marchio ha scelto di realizzarle di dimensioni comprese tra i 17 e i 22 mq di media, ma in ogni stanza prosegue il racconto del brand con il ripetersi di tre elementi: un oggetto iconico, un’opera d’arte e una sedia di design. "I prodotti che utilizziamo sono di alta qualità - aggiunge Perari -: in ogni camera sono disponibili un televisore Chromecast da 55 pollici, un asciugacapelli professionale, un ferro da stiro verticale e una macchina per il caffè espresso, oltre al bollitore per farsi una tazza di tè. Inoltre la catena offre in tutto il mondo i cosmetici del noto brand australiano Kevin Murphy". Tribe vanta anche un’importante offerta f&b, a cominciare dalla colazione. Tutto il giorno prosegue l’offerta caffetteria arricchita da cocktail di ogni genere e poi c’è il ristorante. Gli hotel Tribe hanno quattro concetti di ristorazione: american diner, asiatico e californiano e italiano. Nell’hotel ci sono anche sale riunioni che possono ospitare fino a 100 persone, una grande piscina sul rooftop, e la palestra. La sostenibilità. infine, è un altro degli impegni del gruppo. Come precisa Perari, "Tribe è quasi totalmente green: abbiamo pannelli solari per produrre l’energia necessaria alla struttura, l’acqua di scarico dei wc è quella piovana e ci stiamo impegnando nel sociale collaborando con aziende e realtà che ci sono vicine: il 30 giugno si terrà nella nostra piscina il party di chiusura del Pride con l’Associazione Pride di Varese". I dati raccolti nei quattro mesi dall’apertura di Tribe Milano Malpensa parlano di un andamento positivo, con un’occupazione che ha già raggiunto oggi il 60% - 70% per una clientela prettamente aeroportuale, per l’80% straniera. Frattanto prosegue la crescita del brand Tribe: sono 16 attualmente gli hotel aperti in dieci paesi, con 2.548 camere. Entro il 2026 se ne aggiungeranno 26 e sono nella pipeline altre 50 strutture.   [gallery ids="470107,470108,470109,470111,470110,470112"] [post_title] => Il debutto italiano di Tribe: a Malpensa un hotel di design all'insegna dell'inclusione e della socialità [post_date] => 2024-06-25T11:29:34+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1719314974000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 470101 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Naturalmente visti i sondaggi e le proiezioni quest'anno dovrebbe essere l'anno d'oro del turismo italiano in ingresso. E allora si impone sempre lo stesso problema: la tassa di soggiorno. Che presa nel suo complesso dovrebbe essere molto cospicua. Direi che è arrivato il momento di fare un vero ragionamento su questa imposta che viene impiegata dai comuni per tappare buchi di bilancio, oppure viene impiegata su altre voci. Bene è arrivato il momento di fare un provvedimento stabile per destinare la tassa di soggiorno al turismo. Trasformare questa imposta in una vera imposta di scopo. In questo modo ogni comune potrebbe rafforzare la propria offerta turistica, impiegando questi denari nei modo e nelle maniere che attengono al sistema turistico della città o della regione. A Cesare quel che è di Cesare E' assurdo, ed è una battaglia che facciamo ma quando la tassa di soggiorno è stata reintrodotta, che l'importo complessivo venga destinato ad altro. Il turismo si compone di decine e decine di fattori, per cui è necessario avere le risorse fresche per rimediare proprio nei punti più critici, per ampliare la forza attrattiva di una città, di migliorare l'offerta, e di iniziare a dare a Cesare quel che è di Cesare, e allo stato quello che è dello stato. per chi non l'avesse capita, in questo caso Cesare è il turismo. [post_title] => La tassa di soggiorno deve essere spesa esclusivamente per il turismo. Punto [post_date] => 2024-06-25T11:02:49+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => topnews ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Top News ) ) [sort] => Array ( [0] => 1719313369000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 470085 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sono partiti i lavori per la completa ristrutturazione dell'ex hotel Mondial di Roma, acquisito lo scorso autunno dal gruppo Omnia. Una volta terminato l'intervento a fine anno, la struttura riaprirà con il nome di Aria Palace, in omaggio alla lirica, considerata la stretta vicinanza con il teatro dell’Opera di Roma. L'albergo sarà dotato di camere dallo stile contemporaneo, ristorante, lounge bar e sale riunioni, con il plus di un’area benessere con palestra, un comodo garage per chi arriva in auto e un rooftop con piscina, aperto alla città di Roma. “Il nuovo Aria Palace sarà una bella novità che si aggiunge al nostro portfolio – afferma Francesco Lazzarini, ceo di Omnia Hotels -. Un progetto che ci vede impegnati da mesi insieme alla riqualificazione dell’hotel Imperiale di via Veneto e al proseguimento dei lavori allo Shangri La dell’Eur, che vedranno la riapertura dello storico ristorante insieme alla rivisitazione degli spazi esterni con una nuova piscina e ulteriori 70 camere per gli ospiti. Dall’inizio del nostro cammino, portando avanti l’eredità dei nostri genitori insieme a mio fratello Riccardo, abbiamo continuato a investire sulla città di Roma, recuperando edifici anche abbandonati, valorizzando così il quartiere di riferimento”. [post_title] => Gruppo Omnia: al via i lavori per il nuovo Aria Palace, già hotel Mondial di Roma [post_date] => 2024-06-25T10:32:12+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1719311532000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 470076 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => I contenuti Ndc di Emirates con le funzionalità di servizio migliorate sono disponibili nella piattaforma Travelport+.  Con questo lancio, le agenzie clienti Travelport potranno facilmente visualizzare e confrontare offerte Ndc e servizi aggiuntivi più dinamici del vettore e creare un'esperienza più snella e personalizzata per i viaggiatori. La soluzione Ndc completa di Travelport per Emirates offre inoltre agli agenti la possibilità di gestire le prenotazioni Ndc, compresi i cambi e le cancellazioni.   «Le agenzie che utilizzano Travelport+ avranno ora accesso a contenuti migliori e più arricchiti, disponibili solo attraverso il canale Ndc di Emirates - ha spiegato  Adnan Kazim, deputy president e cco del vettore di Dubai -. L'integrazione dei nostri sistemi rafforzerà l'espansione della nostra portata nella comunità globale dei travel retailer e consentirà loro di offrire ai viaggiatori una maggiore scelta tra i nostri prodotti e servizi, i migliori della categoria». «Siamo all'avanguardia nel fornire i contenuti Ndc di Emirates ai travel retailer e dare agli agenti la possibilità di confrontare e prenotare le migliori offerte e servizi disponibili da Emirates su Travelport+ - ha affermato Jason Clarke, cco, Travel Partners di Travelport -. Questa pietra miliare Ndc con Emirates dimostra che Travelport è in prima linea nel retail moderno con la nostra capacità di fornire i migliori contenuti e gli strumenti più evoluti di cui gli agenti hanno bisogno per creare esperienze di prenotazione e di servizio superiori per i loro clienti». Questa nuova soluzione è inizialmente disponibile alle agenzie clienti in Australia, Indonesia, Emirati Arabi Uniti e Regno Unito e sarà successivamente resa accessibile ai clienti delle agenzie situate in altri Paesi nelle prossime settimane.   [post_title] => Contenuti e servizi Ndc di Emirates atterrano su Travelport+ [post_date] => 2024-06-25T10:04:07+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1719309847000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 470065 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Spetta ancora a Qatar Airways quello che è definito l'Oscar dell'aviazione commerciale: il vettore qatariota ha conquistato il titolo di migliore compagnia aerea al mondo assegnato in occasione dei World Airline Awards di Skytrax, per l'ottava volta in 25 anni di storia dei prestigiosi premi.  La top ten della classifica vede Singapore Airlines al secondo posto, seguita da Emirates al terzo, All Nippon Airways al quarto, Cathay Pacific al quinto, Japan Airlines al sesto, Turkish Airlines al settimo, Eva Air all'ottavo, Air France al nono e Swiss International Airlines al decimo. Anche questa volta nessuna compagnia del Nord America compare tra i primi dieci posti. Oltre al primo gradino del podio, Qatar Airways si è aggiudicata anche i premi per la migliore business class del mondo, la migliore lounge di business class del mondo e la migliore compagnia del Medio Oriente. Singapore Airlines ha ottenuto anche i massimi riconoscimenti per il Miglior personale di cabina del mondo e le sue Suite di prima classe hanno continuato a dominare vincendo il premio come miglior prima classe del mondo. In una delle regioni globali più competitive per gli standard di servizio delle compagnie aeree, il vettore si è aggiudicato anche il riconoscimento di Migliore Compagnia Aerea dell'Asia. Saudi Arabian Airlines ha vinto il premio per i miglioramenti più significativi ottenuti nel 2024,  precedendo Starlux Airlines al secondo posto e Play al terzo: questo premio riflette il miglioramento della qualità di una compagnia aerea nell'ambito dell'intero programma, valutando la variazione di ciascun vettore nel rating globale e le sue prestazioni nelle diverse categorie di premi. AirAsia ha vinto nuovamente il premio come migliore compagnia low-cost del mondo, titolo che ha conquistato ininterrottamente dal 2010. Scoot ha ricevuto il massimo riconoscimento come migliore low-cost a lungo raggio del mondo. Volotea è stata premiata come migliore compagnia aerea low-cost d'Europa, un grande risultato per un mercato così competitivo. Transavia France si è classificata al secondo posto in Europa e Vueling al terzo. In Nord America, Delta Air Lines ha ricevuto il premio come migliore compagnia aerea della regione, ottenendo anche il massimo riconoscimento per il Miglior Servizio di Personale Aereo. Air Transat è stata nominata migliore compagnia aerea al mondo per il tempo libero, un premio che la compagnia canadese leisure ha vinto in cinque precedenti occasioni. Ethiopian Airlines ha vinto il premio come migliore compagnia in Africa per il sesto anno consecutivo, Turkish Airlines è stata la Migliore Compagnia Aerea in Europa, Hainan Airlines è stata nominata Migliore Compagnia Aerea in Cina. Air France è stata plurivincitrice nel 2024, con tre premi per il miglior catering di prima classe al mondo, il miglior lounge dining di prima casse (CDG) e la miglior compagnia aerea dell'Europa Occidentale. Star Alliance ha ritirato il premio come migliore alleanza aerea del mondo e ha vinto anche il premio per la migliore lounge dell'alleanza aerea per la sua nuova lounge dell'aeroporto di Parigi Cdg.   [post_title] => Qatar Airways domina la classifica dei migliori vettori al mondo di Skytrax [post_date] => 2024-06-25T09:54:12+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1719309252000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 470060 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Secondo alcune indiscrezioni il brand Park Hyatt raddoppierà presto la propria presenza in Italia con un nuovo indirizzo capitolino, che seguirà la struttura milanese aperta nel 2013. Situato tra via del Corso e la fontana di Trevi, di proprietà del gruppo real estate israeliano Omnam, l'albergò sarà un 5 stelle da 130 camere e sarà gestito tramite un accordo di management. La sua inaugurazione è prevista per il 2026. Hyatt sta peraltro vivendo una fase di forte espansione in Italia. Oltre alle voci sul nuovo hotel romano, sempre nella capitale è infatti atteso già per quest'anno il debutto tricolore del marchio Thompson: un altro 5 stelle da 70 camere ricavato dalla conversione dell'ex sede del Pci di via delle Botteghe Oscure. L'immobile è stato affittato da una joint venture tra Rossfin e l'operatore Ag Group, che ha a sua volta siglato  un accordo di franchising con la compagnia Usa. Sempre a Roma, l'ex Radisson Es Hotel Dovrebbe segnare a fine 2025 l'approdo in Italia anche di Hyatt Regency, grazie a un'operazione di rebranding condotta dalla società di asset management Garnet Hospitality Partners. Infine, a Siena, sono in corso i lavori di ristrutturazione di Palazzo Sozzini Malvolti. Nel 2026 ci si aspetta che entri nella collezione Unbound by Hyatt, sempre sotto la gestione Ag Group. [post_title] => Il brand Park Hyatt prepara lo sbarco a Roma. Aprirà nel 2026 [post_date] => 2024-06-24T14:22:18+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1719238938000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 470032 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si chiamerà Prestige la nuova classe di navi della flotta Regent Seven Seas Cruise. Debutterà nel 2026, dieci anni dopo il lancio della classe Explorer, l'ultima del brand di casa Norwegian Cruise Line Holdings. L'unità in costruzione è la Seven Seas Prestige, prima di due navi in pipeline. Entrambe avranno una stazza di 77 mila tonnellate e potranno ospitare fino a 850 ospiti, con uno dei rapporti passeggeri-spazio a bordo più elevato di tutto il settore. La nuova nave includerà nuove categorie di cabine, inclusa una rinnovata suite Regent, e inedite esperienza culinarie, i cui dettagli saranno rinviate più avanti. La seconda nave della classe Prestige dovrebbe entrare in servizio nel 2029.   [post_title] => Prestige è la nuova classe di navi della flotta Regent Seven Seas [post_date] => 2024-06-24T11:37:42+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1719229062000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "g2 travel" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":45,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":5294,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"470153","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_470156\" align=\"aligncenter\" width=\"448\"] Fam Trip Gattinoni Travel a Cuba[/caption]\r\n\r\n\"La forza di appartenere al network Gattinoni\" è il titolo del nuovo Reportage di Travel Quotidiano dedicato a Gattinoni Travel.\r\n\r\nUn approfondimento sui servizi offerti dal network, i prodotti, le masterclass nell’hub milanese del Gruppo, le Academy online, i fam trip, i piani di marketing, di comunicazione e di incentivazione del brand (Best Performer).\r\n\r\nSul Reportage anche informazioni sui plus della piattaforma B2B2C, gli esclusivi Tour Experience, Tour Explore e i viaggi sostenibili.\r\n\r\n[gallery ids=\"470159,470160,470161\"]\r\n\r\nIl network Gattinoni poggia su basi solide, promuove un business concreto, lungimirante ed articolato. All’insegna dell’etica del giusto guadagno, è forte grazie a passione e creatività, gioco di squadra e affidabilità, investimenti e valore di un brand sempre più affermato.\r\n\r\nScopri di più sul Reportage di Gattinoni Travel.","post_title":"\"La forza di appartenere al network Gattinoni\". Il nuovo Reportage","post_date":"2024-06-25T14:42:08+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":["gattinoni-travel","in-evidenza"],"post_tag_name":["gattinoni travel","In evidenza"]},"sort":[1719326528000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"470135","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L’Osservatorio del Turismo Outdoor, condotto da Human Company in collaborazione con Thrends, stima per il turismo open air  56,5 milioni le presenze da giugno a settembre, con il mercato estero che gioca un ruolo sempre più cruciale: si prevede infatti la miglior performance dal 2017, con circa 30 milioni di presenze (pari al 53% del totale).\r\n\r\nQuesto dato ancora una volta conferma l'enorme attrattiva che le bellezze naturali, culturali e artistiche dell'Italia esercitano sui turisti stranieri, in particolare quelli provenienti da mercati europei chiave per il turismo all'aperto, come l'area DACH e il Benelux.\r\nÈ con queste premesse che fervono i preparativi della 15^ edizione del Salone del Camper, in programma dal 14 al 22 settembre 2024 presso le Fiere di Parma, in collaborazione con APC (Associazioni Produttori Camper) il più atteso e prestigioso di settore (primo in Italia e secondo in Europa). Con una crescita costante e un impatto economico significativo, il Salone del Camper rappresenta un'opportunità unica per esplorare le tendenze del mercato, incontrare i leader del settore e scoprire le innovazioni più recenti. \r\n\r\nDa 15 anni il Salone del Camper ha consolidato la sua reputazione come punto di riferimento per il settore Open air e i numeri dell'ultima edizione 2023 parlano chiaro: più di 100.000 visitatori, oltre 50.000 ticket on line, più di 50.000 mezzi parcheggiati negli stalli in fiera, 5 Padiglioni per oltre 110.000 metri quadrati di superficie espositiva (+20%), più di 300 espositori (di cui 54 produttori di veicoli ricreazionali), oltre 600 veicoli ricreazionali esposti, 520 presenze tra giornalisti blogger e influencer, oltre 70 eventi che hanno garantito l'ampia offerta tra workshop, convegni, presentazioni.\r\n\r\nIl Salone del Camper non è solo una vetrina per gli appassionati del camperismo, ma è un volano economico per l'intero settore, una manifestazione indispensabile non solo alla sola filiera di settore ma anche per tutto l’indotto che vi opera. Il suo impatto economico contribuisce significativamente alla crescita del mercato del turismo open air, creando opportunità di sviluppo per le aziende, promuovendo così una maggiore partecipazione e interesse da parte del pubblico.\r\nL'Italia si posiziona come il terzo maggior produttore di camper in Europa per volumi, superata solo da Germania e Francia. Il panorama italiano vanta una ricca varietà di brand rinomati nel settore tra cui Arca, CI, Elnagh, Etrusco, Giottiline, Laika, McLouis, Mobilvetta, Rimor, Roller Team, Top Group e XGO. \r\nInoltre, circa il 20% di tutti i camper immatricolati annualmente in Europa ha origine proprio dall'Italia. Un mercato in continua espansione.\r\n\r\nIl camper si rivela essere il mezzo ideale per coloro che cercano un approccio al turismo sensibile alla sostenibilità, particolarmente adatto alle famiglie e ai gruppi di amici. Secondo i dati raccolti, il camper mostra la migliore efficienza energetica su un volume da 4 a 5 passeggeri, ma i suoi benefici ambientali si estendono a qualsiasi composizione di equipaggio. \r\n\r\n ","post_title":"Parma 15° Salone del Camper, dal 14 al 22 settembre focus su tendenze ed innovazione","post_date":"2024-06-25T13:27:43+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1719322063000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"470105","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il brand Tribe, nato in Australia nel 2017 ed entrato a far parte del segmento midscale di Accor nel 2023, porta a Milano Malpensa un nuovo concetto di ospitalità. Il tutto in una location adatta ai viaggiatori leisure, business e bleisure, situata vicina a Rho Fiera Milano, a Milano, Varese e Como, agli outlet piemontesi e alla Svizzera. \"Il pilastro fondamentale del brand è un design moderno, audace e, al tempo stesso, elegante e sofisticato - spiega Chiara Fratantonio, brand manager degli hotel Tribe in Europa, in occasione della presentazione ufficiale dell'hotel aperto lo scorso febbraio -: un mix-and-match di pezzi iconici di design con oggetti quotidiani, come libri e accessori. Oggi i viaggiatori si concentrano su quello che conta davvero: pochi servizi ma fatti bene, senza costi nascosti e alcunché di superfluo\".\r\n\r\nIl cuore dell’hotel è il Social Hub: uno spazio multifunzionale dotato di diverse aree e sedute adatte a un momento di privacy o a una riunione. Un luogo per lavorare, rilassarsi, incontrare gli amici e mangiare o bere qualcosa. Anche Enrico Perari, general manager del Tribe Milano Malpensa, sottolinea l’importanza di questo ambiente: \"È il cuore logistico del concept di Tribe. Mi piace definirlo una hall diffusa. Attraverso questo spazio diciamo ai nostri ospiti che non vogliamo essere solo un hotel, ma un punto di unione e inclusione per la clientela e le diverse etnie che ospitiamo\".\r\n\r\nLe camere del Tribe Milano Malpensa sono 240. Per garantire prezzi accessibili (a partire da 145 euro) il marchio ha scelto di realizzarle di dimensioni comprese tra i 17 e i 22 mq di media, ma in ogni stanza prosegue il racconto del brand con il ripetersi di tre elementi: un oggetto iconico, un’opera d’arte e una sedia di design. \"I prodotti che utilizziamo sono di alta qualità - aggiunge Perari -: in ogni camera sono disponibili un televisore Chromecast da 55 pollici, un asciugacapelli professionale, un ferro da stiro verticale e una macchina per il caffè espresso, oltre al bollitore per farsi una tazza di tè. Inoltre la catena offre in tutto il mondo i cosmetici del noto brand australiano Kevin Murphy\".\r\n\r\nTribe vanta anche un’importante offerta f&b, a cominciare dalla colazione. Tutto il giorno prosegue l’offerta caffetteria arricchita da cocktail di ogni genere e poi c’è il ristorante. Gli hotel Tribe hanno quattro concetti di ristorazione: american diner, asiatico e californiano e italiano. Nell’hotel ci sono anche sale riunioni che possono ospitare fino a 100 persone, una grande piscina sul rooftop, e la palestra.\r\n\r\nLa sostenibilità. infine, è un altro degli impegni del gruppo. Come precisa Perari, \"Tribe è quasi totalmente green: abbiamo pannelli solari per produrre l’energia necessaria alla struttura, l’acqua di scarico dei wc è quella piovana e ci stiamo impegnando nel sociale collaborando con aziende e realtà che ci sono vicine: il 30 giugno si terrà nella nostra piscina il party di chiusura del Pride con l’Associazione Pride di Varese\".\r\n\r\nI dati raccolti nei quattro mesi dall’apertura di Tribe Milano Malpensa parlano di un andamento positivo, con un’occupazione che ha già raggiunto oggi il 60% - 70% per una clientela prettamente aeroportuale, per l’80% straniera. Frattanto prosegue la crescita del brand Tribe: sono 16 attualmente gli hotel aperti in dieci paesi, con 2.548 camere. Entro il 2026 se ne aggiungeranno 26 e sono nella pipeline altre 50 strutture.\r\n\r\n \r\n\r\n[gallery ids=\"470107,470108,470109,470111,470110,470112\"]","post_title":"Il debutto italiano di Tribe: a Malpensa un hotel di design all'insegna dell'inclusione e della socialità","post_date":"2024-06-25T11:29:34+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1719314974000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"470101","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Naturalmente visti i sondaggi e le proiezioni quest'anno dovrebbe essere l'anno d'oro del turismo italiano in ingresso. E allora si impone sempre lo stesso problema: la tassa di soggiorno. Che presa nel suo complesso dovrebbe essere molto cospicua. Direi che è arrivato il momento di fare un vero ragionamento su questa imposta che viene impiegata dai comuni per tappare buchi di bilancio, oppure viene impiegata su altre voci.\r\n\r\nBene è arrivato il momento di fare un provvedimento stabile per destinare la tassa di soggiorno al turismo. Trasformare questa imposta in una vera imposta di scopo. In questo modo ogni comune potrebbe rafforzare la propria offerta turistica, impiegando questi denari nei modo e nelle maniere che attengono al sistema turistico della città o della regione.\r\nA Cesare quel che è di Cesare\r\nE' assurdo, ed è una battaglia che facciamo ma quando la tassa di soggiorno è stata reintrodotta, che l'importo complessivo venga destinato ad altro. Il turismo si compone di decine e decine di fattori, per cui è necessario avere le risorse fresche per rimediare proprio nei punti più critici, per ampliare la forza attrattiva di una città, di migliorare l'offerta, e di iniziare a dare a Cesare quel che è di Cesare, e allo stato quello che è dello stato. per chi non l'avesse capita, in questo caso Cesare è il turismo.","post_title":"La tassa di soggiorno deve essere spesa esclusivamente per il turismo. Punto","post_date":"2024-06-25T11:02:49+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":["topnews"],"post_tag_name":["Top News"]},"sort":[1719313369000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"470085","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sono partiti i lavori per la completa ristrutturazione dell'ex hotel Mondial di Roma, acquisito lo scorso autunno dal gruppo Omnia. Una volta terminato l'intervento a fine anno, la struttura riaprirà con il nome di Aria Palace, in omaggio alla lirica, considerata la stretta vicinanza con il teatro dell’Opera di Roma. L'albergo sarà dotato di camere dallo stile contemporaneo, ristorante, lounge bar e sale riunioni, con il plus di un’area benessere con palestra, un comodo garage per chi arriva in auto e un rooftop con piscina, aperto alla città di Roma.\r\n\r\n“Il nuovo Aria Palace sarà una bella novità che si aggiunge al nostro portfolio – afferma Francesco Lazzarini, ceo di Omnia Hotels -. Un progetto che ci vede impegnati da mesi insieme alla riqualificazione dell’hotel Imperiale di via Veneto e al proseguimento dei lavori allo Shangri La dell’Eur, che vedranno la riapertura dello storico ristorante insieme alla rivisitazione degli spazi esterni con una nuova piscina e ulteriori 70 camere per gli ospiti. Dall’inizio del nostro cammino, portando avanti l’eredità dei nostri genitori insieme a mio fratello Riccardo, abbiamo continuato a investire sulla città di Roma, recuperando edifici anche abbandonati, valorizzando così il quartiere di riferimento”.","post_title":"Gruppo Omnia: al via i lavori per il nuovo Aria Palace, già hotel Mondial di Roma","post_date":"2024-06-25T10:32:12+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1719311532000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"470076","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"I contenuti Ndc di Emirates con le funzionalità di servizio migliorate sono disponibili nella piattaforma Travelport+.  Con questo lancio, le agenzie clienti Travelport potranno facilmente visualizzare e confrontare offerte Ndc e servizi aggiuntivi più dinamici del vettore e creare un'esperienza più snella e personalizzata per i viaggiatori.\r\n\r\nLa soluzione Ndc completa di Travelport per Emirates offre inoltre agli agenti la possibilità di gestire le prenotazioni Ndc, compresi i cambi e le cancellazioni.  \r\n\r\n«Le agenzie che utilizzano Travelport+ avranno ora accesso a contenuti migliori e più arricchiti, disponibili solo attraverso il canale Ndc di Emirates - ha spiegato  Adnan Kazim, deputy president e cco del vettore di Dubai -. L'integrazione dei nostri sistemi rafforzerà l'espansione della nostra portata nella comunità globale dei travel retailer e consentirà loro di offrire ai viaggiatori una maggiore scelta tra i nostri prodotti e servizi, i migliori della categoria».\r\n\r\n«Siamo all'avanguardia nel fornire i contenuti Ndc di Emirates ai travel retailer e dare agli agenti la possibilità di confrontare e prenotare le migliori offerte e servizi disponibili da Emirates su Travelport+ - ha affermato Jason Clarke, cco, Travel Partners di Travelport -. Questa pietra miliare Ndc con Emirates dimostra che Travelport è in prima linea nel retail moderno con la nostra capacità di fornire i migliori contenuti e gli strumenti più evoluti di cui gli agenti hanno bisogno per creare esperienze di prenotazione e di servizio superiori per i loro clienti».\r\n\r\nQuesta nuova soluzione è inizialmente disponibile alle agenzie clienti in Australia, Indonesia, Emirati Arabi Uniti e Regno Unito e sarà successivamente resa accessibile ai clienti delle agenzie situate in altri Paesi nelle prossime settimane.  ","post_title":"Contenuti e servizi Ndc di Emirates atterrano su Travelport+","post_date":"2024-06-25T10:04:07+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1719309847000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"470065","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Spetta ancora a Qatar Airways quello che è definito l'Oscar dell'aviazione commerciale: il vettore qatariota ha conquistato il titolo di migliore compagnia aerea al mondo assegnato in occasione dei World Airline Awards di Skytrax, per l'ottava volta in 25 anni di storia dei prestigiosi premi. \r\n\r\nLa top ten della classifica vede Singapore Airlines al secondo posto, seguita da Emirates al terzo, All Nippon Airways al quarto, Cathay Pacific al quinto, Japan Airlines al sesto, Turkish Airlines al settimo, Eva Air all'ottavo, Air France al nono e Swiss International Airlines al decimo. Anche questa volta nessuna compagnia del Nord America compare tra i primi dieci posti.\r\n\r\nOltre al primo gradino del podio, Qatar Airways si è aggiudicata anche i premi per la migliore business class del mondo, la migliore lounge di business class del mondo e la migliore compagnia del Medio Oriente.\r\n\r\nSingapore Airlines ha ottenuto anche i massimi riconoscimenti per il Miglior personale di cabina del mondo e le sue Suite di prima classe hanno continuato a dominare vincendo il premio come miglior prima classe del mondo. In una delle regioni globali più competitive per gli standard di servizio delle compagnie aeree, il vettore si è aggiudicato anche il riconoscimento di Migliore Compagnia Aerea dell'Asia.\r\n\r\nSaudi Arabian Airlines ha vinto il premio per i miglioramenti più significativi ottenuti nel 2024,  precedendo Starlux Airlines al secondo posto e Play al terzo: questo premio riflette il miglioramento della qualità di una compagnia aerea nell'ambito dell'intero programma, valutando la variazione di ciascun vettore nel rating globale e le sue prestazioni nelle diverse categorie di premi.\r\n\r\nAirAsia ha vinto nuovamente il premio come migliore compagnia low-cost del mondo, titolo che ha conquistato ininterrottamente dal 2010. Scoot ha ricevuto il massimo riconoscimento come migliore low-cost a lungo raggio del mondo.\r\n\r\nVolotea è stata premiata come migliore compagnia aerea low-cost d'Europa, un grande risultato per un mercato così competitivo. Transavia France si è classificata al secondo posto in Europa e Vueling al terzo.\r\n\r\nIn Nord America, Delta Air Lines ha ricevuto il premio come migliore compagnia aerea della regione, ottenendo anche il massimo riconoscimento per il Miglior Servizio di Personale Aereo.\r\nAir Transat è stata nominata migliore compagnia aerea al mondo per il tempo libero, un premio che la compagnia canadese leisure ha vinto in cinque precedenti occasioni.\r\n\r\nEthiopian Airlines ha vinto il premio come migliore compagnia in Africa per il sesto anno consecutivo, Turkish Airlines è stata la Migliore Compagnia Aerea in Europa, Hainan Airlines è stata nominata Migliore Compagnia Aerea in Cina.\r\n\r\nAir France è stata plurivincitrice nel 2024, con tre premi per il miglior catering di prima classe al mondo, il miglior lounge dining di prima casse (CDG) e la miglior compagnia aerea dell'Europa Occidentale.\r\n\r\nStar Alliance ha ritirato il premio come migliore alleanza aerea del mondo e ha vinto anche il premio per la migliore lounge dell'alleanza aerea per la sua nuova lounge dell'aeroporto di Parigi Cdg.\r\n\r\n ","post_title":"Qatar Airways domina la classifica dei migliori vettori al mondo di Skytrax","post_date":"2024-06-25T09:54:12+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1719309252000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"470060","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Secondo alcune indiscrezioni il brand Park Hyatt raddoppierà presto la propria presenza in Italia con un nuovo indirizzo capitolino, che seguirà la struttura milanese aperta nel 2013. Situato tra via del Corso e la fontana di Trevi, di proprietà del gruppo real estate israeliano Omnam, l'albergò sarà un 5 stelle da 130 camere e sarà gestito tramite un accordo di management. La sua inaugurazione è prevista per il 2026.\r\n\r\nHyatt sta peraltro vivendo una fase di forte espansione in Italia. Oltre alle voci sul nuovo hotel romano, sempre nella capitale è infatti atteso già per quest'anno il debutto tricolore del marchio Thompson: un altro 5 stelle da 70 camere ricavato dalla conversione dell'ex sede del Pci di via delle Botteghe Oscure. L'immobile è stato affittato da una joint venture tra Rossfin e l'operatore Ag Group, che ha a sua volta siglato  un accordo di franchising con la compagnia Usa. Sempre a Roma, l'ex Radisson Es Hotel Dovrebbe segnare a fine 2025 l'approdo in Italia anche di Hyatt Regency, grazie a un'operazione di rebranding condotta dalla società di asset management Garnet Hospitality Partners. Infine, a Siena, sono in corso i lavori di ristrutturazione di Palazzo Sozzini Malvolti. Nel 2026 ci si aspetta che entri nella collezione Unbound by Hyatt, sempre sotto la gestione Ag Group.","post_title":"Il brand Park Hyatt prepara lo sbarco a Roma. Aprirà nel 2026","post_date":"2024-06-24T14:22:18+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1719238938000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"470032","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si chiamerà Prestige la nuova classe di navi della flotta Regent Seven Seas Cruise. Debutterà nel 2026, dieci anni dopo il lancio della classe Explorer, l'ultima del brand di casa Norwegian Cruise Line Holdings. L'unità in costruzione è la Seven Seas Prestige, prima di due navi in pipeline. Entrambe avranno una stazza di 77 mila tonnellate e potranno ospitare fino a 850 ospiti, con uno dei rapporti passeggeri-spazio a bordo più elevato di tutto il settore.\r\n\r\nLa nuova nave includerà nuove categorie di cabine, inclusa una rinnovata suite Regent, e inedite esperienza culinarie, i cui dettagli saranno rinviate più avanti. La seconda nave della classe Prestige dovrebbe entrare in servizio nel 2029.  ","post_title":"Prestige è la nuova classe di navi della flotta Regent Seven Seas","post_date":"2024-06-24T11:37:42+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1719229062000]}]}}