9 December 2022

1721

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

Tour Operator della provincia di Varese, cerca persone di entrambi i sessi appassionate di viaggi e che abbiano la conoscenza tecnica nei più svariati settori, cultura, arte, sport, avventura, hobby,… Siamo specializzati in viaggi su misura.
La persona che cerchiamo dovrà occuparsi della preparazione pacchetti turistici dedicati al settore di competenza e dovrà inoltre svolgere azione di promozione/vendita dei pacchetti.
Anche se sarà titolo preferenziale nella scelta, il candidato non dovrà necessariamente aver lavorato in precedenza nel settore turistico.
Da parte nostra forniremo tutta l’assistenza necessaria per la corretta realizzazione del prodotto, la consulenza tecnica, amministrativa nonché le assicurazioni di legge. Il lavoro potrà essere svolto presso la nostra sede ma non necessariamente. Il candidato potrà decidere se lavorare da casa o in sedi/località di sua scelta e senza vincolo di orari di lavoro.
Obiettivo è la condivisione di solo fatturato/commissioni.
Per informazioni sig. Carlo info@2galli-travel.it oppure cell 339 1935637.


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434302 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Passa di mano la proprietà del W Rome, primo indirizzo italiano del brand lifestyle-lusso di casa Marriott. La joint venture tra il fondo pensioni Canada Pension Plan Investment Board (Cpp Investments) e la società britannica di hotel management Hamilton - Pyramid Europe lo ha infatti acquisito dai precedenti titolari (King Street Capital Management e Omnam Investment Group) per una cifra complessiva attorno ai 172 milioni di euro. La struttura, riaperta lo scorso aprile dopo un completo restyling, comprende 162 camere, oltre a un bar rooftop, un ristorante, una lounge, vari altri locali f&b, una palestra e spazi meeting. "Roma è da sempre una destinazione top a livello leisure e business - spiega il managing director, head of real estate Europa di Cpp Investments, Andrea Orlandi -. L'acquisizione del W Rome pone perciò la nostra joint venture con Hamilton - Pyramid Europe nelle migliori condizioni per sfruttare tutto l'appeal della città Eterna come destinazione turistica globale". Creata all'inizio di quest'anno la joint venture britannico-canadese è focalizzata nell'acquisizione di strutture ricettive operative nelle più importanti città europee e in selezionate destinazioni resort. Lo scorso agosto, Cpp Investments aveva annunciato un impegno per 475 milioni di euro nella stessa joint venture. L'investimento per W Rome fa parte di tale dotazione. [post_title] => Il W Rome passa nella mani di un fondo pensioni canadese e dei britannici di Hamilton - Pyramid Europe [post_date] => 2022-11-17T12:25:18+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1668687918000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 433644 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’Italia resta stabile ai primi posti del rating per presenze internazionali. E’ uno dei dati che emerge dalle ricerche Enit su dati Istat, Unwto e Banca d’Italia che saranno al centro di dibattito nei panel dell’Agenzia nazionale del turismo al Wtm di Londra. L’evento è considerato un must per il settore turistico e l’Enit si promuoverà con uno stand di oltre 1700 mq in partnership con le regioni italiane. Durante il World Travel Market stakeholder italiani e mondiali si confronteranno con nuovi trend e destinazioni. Un’opportunità per l’industria del turismo di incontrarsi e confrontarsi sulle proprie esperienze. Grande attenzione al mercato Uk che ogni anno muove oltre 100 milioni di investimenti soprattutto per la vacanza culturale in città d’arte e al mare. Cinque le regioni in testa alle preferenze dei britannici: Lombardia, Lazio, Toscana, Veneto e Campania. Dati positivi per l’Italia che sta registrando crescite da ogni Paese con entrate per 21,3 miliardi di euro (+22,7% sul 2020; -52,0% sul 2019), con una quota di mercato che è passata al 4,2% dal 3,6% del 2020, portandola al quarto posto della scala globale per entrate da turismo internazionale. Nell’anno sono salite anche le quote di Spagna (da 3,4% a 5,6%), mentre sono diminuite quelle degli Usa (da 13,3% a 11,4%) e della Germania (da 4,1% a 3,6%). Dai dati Unwto gli arrivi dei primi sette mesi dell’anno hanno raggiunto il 57% dei livelli pre-pandemia. Rispetto invece allo stesso periodo del 2021, nel periodo gennaio-luglio 2022 gli arrivi di turisti internazionali sono quasi triplicati (+172%). «I viaggiatori dal Regno Unito figurano, infatti, ai primi posti della classifica dei turisti stranieri venuti in Italia per trascorrere una vacanza. prediligono l’accoglienza in hotel (10 milioni di presenze pari al 73,5% del totale) ma non disdegnano i villaggi turistici. A spingere gli inglesi a venire in Italia sono, in primis, le attrazioni culturali, seguite dalle spiagge e dalla possibilità di praticare sport in vacanza» ha detto l’ad Enit Roberta Garibaldi. «La forte presenza dell’Italia ad un’iniziativa internazionale di grande rilievo rientra nella strategia del governo e del mio mandato di promuovere il Made in Italy in modo sinergico. Il turismo, in ogni sua declinazione, è la chiave principale per raggiungere questo obiettivo. Il Wtm inoltre è un evento che ci dà l’occasione di rivolgerci ad un mercato per noi strategico e che testimonia l’impegno del ministero e di Enit a fare squadra con operatori ed imprese nella promozione dell’offerta turistica italiana», dichiara il ministro del turismo Daniela Santanchè.   [post_title] => L'Enit al Wtm di Londra per rafforzare la promozione dell'Italia [post_date] => 2022-11-07T15:15:18+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1667834118000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 433189 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuovo impulso all'offerta ricettiva per Israele: il Ministero del Turismo si è impegnato a costruire circa 4.500 nuove camere d'albergo quest'anno e altre 4.000 nel 2023, in concomitanza con il ritorno dei viaggiatori nel Paese e la ripresa dell'industria turistica dopo le conseguenze della pandemia. "Il successo della commercializzazione dei terreni (per gli alberghi) è un altro passo verso il raggiungimento dell'obiettivo che ho fissato per il turismo in Israele: ospitare 10 milioni di turisti all'anno entro il 2030 - ha dichiarato il Ministro del Turismo Yoel Razvozov -. Continueremo ad agire per incoraggiare e accelerare la creazione di strutture ricettive nel nostro paese e per rimuovere sempre più barriere nel settore". Attualmente sono aperte diverse gare d'appalto per lo sviluppo di hotel ad Ashkelon, Kiryat Shmona, Kiryat Motzkin e Katzrin. Fanno parte dei piani del 2022 per aggiungere 770 camere nel nord del Paese, 2.100 camere nel sud e 1.650 camere intorno al mar Morto. Secondo l'Ufficio centrale di statistica, tra gennaio e settembre di quest'anno, sono stati registrati 17,1 milioni di pernottamenti in hotel rispetto ai 19,5 milioni dello stesso periodo del 2019. Complessivamente, l'occupazione alberghiera di quest'anno è stimata al 61% rispetto al 70% dei primi nove mesi del 2019. [post_title] => Israele investe sulla ripresa del turismo: 8.000 nuove camere d'albergo entro il 2023 [post_date] => 2022-10-28T11:18:59+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1666955939000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 432965 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => I turisti internazionali amano la Grecia e i flussi 2022, finora, sono in netto aumento, nonostante l'impennata dell'inflazione e la guerra in Ucraina. Da gennaio a fine agosto, secondo le statistiche ufficiali pubblicate dalla Bank of Greece, 19,12 milioni di viaggiatori stranieri hanno visitato il Paese. Questo dato rappresenta un aumento del 121% rispetto allo stesso periodo del 2021, quando le restrizioni  di viaggio imposte per limitare la diffusione del Covid-19 hanno pesato molto sul settore turistico. Nel solo mese di agosto, tradizionalmente il picco della stagione turistica mediterranea, sono giunti in Grecia oltre 5,8 milioni di visitatori stranieri, con un aumento del 44% rispetto ai dati del 2021. Tuttavia, le presenze turistiche nei primi otto mesi del 2022 sono ancora al di sotto del 12,4% rispetto allo stesso periodo del 2019. [post_title] => Grecia: oltre 19 milioni di turisti stranieri nei primi otto mesi del 2022 [post_date] => 2022-10-26T10:16:14+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1666779374000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 432471 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Comincerà a navigare da maggio del prossimo anno la Coquelicot, la nuova imbarcazione fluviale firmata Belmond. Accompagnerà i suoi ospiti in un viaggio fiabesco nella regione della Champagne, dove attraverserà scenografici canali che regalano panorami e punti di osservazione unici. Sarà dotata di tre lussuose cabine con servizi ensuite, di un salone interno con un champagne bar, frutto della partnership con Maison Ruinart, e di un ampio ponte all'aperto per momenti di relax, per consumare una squisita cena e fare due chiacchiere. Grazie proprio alla collaborazione con la più antica casa di champagne al mondo, fondata a Reims nel 1729, gli ospiti potranno tra le altre cose assaporare a bordo un pranzo di degustazione privato preparato dalla chef della Maison Ruinart, Valérie Radou, insieme al capo chef della Coquelicot. Nel quadro di questa partnership, gli ospiti della nave parteciperanno inoltre a visite guidate private dello storico vigneto Taissy, dove scopriranno anche le ultime iniziative di sostenibilità del marchio. Progettata dal rinomato duo francese Humbert & Poyet, la Coquelicot vanta anche due salotti, una cucina a vista e una zona pranzo ombreggiata. Con l'aiuto di un guest experience executive personale, gli ospiti della Coquelicot creeranno quindi il loro itinerario selezionando attività uniche da una serie di esperienze suggerite appositamente per loro dal team di esperti Belmond. La Coquelicot, A Belmond Boat, Champagne fa parte di Les Bateaux Belmond, flotta di barche del marchio in Francia. Questa include anche l'Alouette, Canal Du Midi; la Pivoine, Camargue; la Napoléon, Provence; l'Amaryllis, Burgundy; la Fleur De Lys, Burgundy e la Lilas, Burgundy. I prezzi per la Coquelicot partono da 82 mila euro. Sono disponibili trasferimenti in elicottero da Parigi su richiesta. [post_title] => Gruppo Belmond: la nuova Coquelicot navigherà da maggio tra i canali della Champagne [post_date] => 2022-10-19T09:05:06+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1666170306000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 432258 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_432299" align="alignleft" width="300"] Alberto Gutiérrez Pascual[/caption] Civitatis ha rivelato che nei mesi di luglio, agosto e settembre di quest'anno, più di 2.200.000 persone hanno usufruito di alcune delle sue attività, sparse in tutto il mondo. Si tratta del 65,58% in più rispetto agli stessi mesi del 2019. Oltre al confronto con la vita pre-pandemica, colpisce anche il confronto con l'anno in corso. Civitatis ha iniziato bene l'anno, nonostante il boom della variante omicron, e ha vissuto un secondo trimestre caratterizzato dai buoni numeri della Pasqua e dei weekend lunghi, oltre che dall'allentamento di ogni tipo di restrizione ai viaggi. Tuttavia, è nel terzo trimestre che i risultati si sono finalmente concretizzati, con un aumento del 221,54% del numero di persone che hanno prenotato il loro viaggio con Civitatis nei primi tre mesi dell'anno e un aumento del 60,39% nel secondo trimestre. Infatti, i dati dei primi sei mesi sono quasi identici a quelli dei soli mesi di luglio, agosto e settembre. Se le cifre sono scioccanti, le destinazioni preferite e le attività più prenotate lo sono meno: il convenzionale ha trionfato. I luoghi più visitati nell'ultimo trimestre, secondo le statistiche della piattaforma spagnola, sono Roma (6,12% delle prenotazioni), Parigi (5,68%), Porto (3,61%), Lisbona (3,52%) e New York (2,96%). I tour più richiesti sono stati la visita guidata ai Musei Vaticani e alla Cappella Sistina (1,62%), il tour gratuito di Parigi (1,58%), il tour dei contrasti di New York (1,43%), la gita in battello sulla Senna (1,25%) e la visita guidata al Colosseo, ai Fori e al Palatino (1,24%). «Abbiamo chiuso un trimestre con cifre davvero buone, non solo in termini di vendite, ma anche in termini di crescita dell'azienda nel suo complesso. Non mi stupisco, perché ho sempre avuto piena fiducia in quello che offriamo e perché sono un ottimista per natura». Tuttavia, Alberto Gutiérrez non si accontenta e afferma che «vogliamo di più, molto di più, come dice la canzone della nostra pubblicità, che risuona in TV in Spagna e nei Paesi dell'America Latina come Argentina e Messico. Il nostro obiettivo è chiudere l'anno con oltre 6.500.000 clienti, quasi il doppio rispetto al 2019». [post_title] => Civitatis: miglior trimestre di sempre. Gutiérrez: «Vogliamo di più» [post_date] => 2022-10-14T10:41:21+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665744081000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 432010 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_424433" align="alignleft" width="300"] Franco Gattinoni, presidente gruppo Gattinoni[/caption] Non esiste attività al mondo che non produca biossido di carbonio. Ma le emissioni di CO2 si possono – e si devono – compensare, così da svolgere il proprio business con un impatto neutro sul pianeta. Il Gruppo Gattinoni ha scelto di impegnarsi in questo percorso, insieme alla startup Up2You, azienda B Corp fra le uniche 3 in Italia autorizzate a ritirare e gestire Carbon Credit VCS (Verified Carbon Standard) attraverso progetti certificati internazionalmente e su Blockchain. L’avvio di questo percorso del Gruppo Gattinoni è in concomitanza della partecipazione alla manifestazione fieristica Ttg Travel Experience, con il primo e unico Neutral Stand. La startup greentech Up2You ha certificato le emissioni di CO2 dello stand e chi si recherà nel Padiglione C3/150-171, riceverà un braccialetto in carta biodegradabile, che potrà essere piantato e generare fiori, unitamente a un codice QR da utilizzare per aderire a uno dei progetti sostenibili certificati, selezionati dal Gruppo Gattinoni, che mirano a compensare le emissioni di CO2 dello stand. Tutti coloro che aderiranno riceveranno un certificato personalizzato con nome, logo dell’azienda e progetto supportato. «Noi guardiamo sempre al futuro, in ogni scelta che facciamo - ha commentato Franco Gattinoni, presidente Gruppo Gattinoni -. È arrivato il momento di iniziare anche il percorso di sostenibilità aziendale che riguarderà tutto il Gruppo, attraverso lo studio di soluzioni che vanno verso la riduzione dell’inquinamento. Un progetto che coinvolgerà più reparti dell’azienda: Risorse Umane, Logistica, Comunicazione, Prodotto, Business Travel, Mice; tutti i dipendenti dovranno sentirsi parte di un cambiamento culturale importante. Ci attiveremo nelle sedi e nelle agenzie di proprietà, augurandoci in un secondo momento di coinvolgere tutte le agenzie del network. La crescita del business e la tutela del patrimonio ambientale non devono essere percepiti come obiettivi in antitesi, specialmente nel nostro settore, dove far scoprire alle persone la bellezza del mondo è il cardine delle nostre attività”. Il progetto Carbon Neutral interesserà tutte le Business Unit del Gruppo e procederà per step. Sul fronte Mice, il gruppo Gattinoni propone ai propri clienti Neutral Events ovvero eventi in cui viene calcolato l’impatto ambientale e viene analizzata la strategia di coinvolgimento dei partecipanti per la neutralizzazione delle emissioni. Il primo evento Carbon Neutral è già stato realizzato per MetLife; è stato calcolato l’impatto ambientale dell’evento che si è svolto presso il ristorante di Carlo Cracco “Carlo al Naviglio”, e si sono neutralizzate le emissioni di CO2 attraverso l’adesione a un progetto green certificato internazionalmente, la conversione di un’area forestale, che ha visto come parte attiva i 70 business partner dell’azienda. In ambito Business Travel l’impegno è di certificare le emissioni delle trasferte aziendali e di proporre ai clienti opzioni di trasferte sostenibili e pacchetti di compensazione. In tema Viaggi saranno proposti viaggi certificati Zero Emissioni: il consumatore, attraverso l’acquisto di specifici tour Travel Experience, avrà la possibilità di compensare le emissioni prodotte dal viaggio e dalla permanenza nelle strutture e di scegliere a quali progetti aderire. Anche le persone del Gruppo Gattinoni non si sottrarranno alla sfida. A breve inizierà il percorso dedicato a tutti i dipendenti del Gruppo attraverso PlaNet, la piattaforma di green engagement aziendale che permette ai colleghi di sfidarsi con quiz e missioni green in un percorso mirato verso la sostenibilità ambientale. Commenta Isabella Maggi, direttore marketing & comunicazione gruppo Gattinoni: «Sul fronte della comunicazione l’impegno di Gattinoni sarà monitorabile attraverso una landing page dedicata su Up2You, attraverso il logo Carbon Neutral che sarà messo sui progetti (Up2You Certified), il widget di impatto e la Climate Map dove sono dislocati tutti i progetti sostenuti. La nostra natura si basa sulla concretezza; non ci interessa un greenwashing per darci lustro ma al contrario assumerci una maggiore responsabilità. Le nuove generazioni hanno il diritto di vivere in condizioni idonee alla loro crescita». [post_title] => Gruppo Gattinoni: avanti tutta per diventare impresa carbon neutral [post_date] => 2022-10-11T10:21:14+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665483674000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431952 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Intra Tours, Dmc con base ad Istanbul, presente sul mercato italiano dal 1980, ben 42 stagioni nelle quali ha proposto prodotti di grande interesse per tanti tour operator italiani. Anche a Ttg Travel Experience 2022 riproporrà il proprio modello, costantemente rinnovato nei contenuti. «La nostra tradizione parte da lontano, dal 1980, da quando abbiamo iniziato a lavorare con i maggiori tour operator italiani - spiega il ceo e fondatore, Arturo Karaoglu - e ci piace pensare di avere maturato una profonda conoscenza del mercato sia per quel che attiene i rapporti con le agenzie di viaggio e tour operator, sia per quello che riguarda i “desideri e le aspettative” dei loro clienti, divenute ancora più demandanti attualmente, per le condizioni instabili in cui tutti si trovano ad operare. Abbiamo maturato un’importante esperienza con i viaggiatori italiani, fondamentale, per sapere cosa serva loro e come trattarli quando visitano il nostro paese». Il bilancio consuntivo dell’estate di Intra Tours presenta uno scenario in continua evoluzione nel quale la pianificazione è stata bypassata dalla partenza delle prenotazioni, molto sotto data. «Abbiamo riscontrato una partenza della stagione molto lenta, il che di certo non rende il lavoro facile - spiega Mario Maggi direttore vendite & marketing - Grazie alla nostra organizzazione sul territorio, che ha subito importanti implementazioni e miglioramenti, ci siamo fatti trovare pronti sia dal punto di vista della risposta operativa che di prodotto, puntando sulla rapidità di risposta che sulla varietà di proposte. Poi i numeri sono saliti in maniera esponenziale portandoci a chiudere l’estate con un tutto esaurito sulle nostre destinazioni storiche e sulle proposte di inclusive tours e prodotti a la carte». «Siamo presenti a Ttg Travel Experience per la 29ma volta, sin da quando la fiera si svolgeva in altre sedi rispetto a Rimini (Riva del Garda e Stresa) - prosegue Arturo Karaoglu - dove torniamo dopo la pandemia per la prima volta con uno nostro esclusivo stand nel Padiglione C-1 stand 171 perché pensiamo che il contatto diretto e la presenza ad una manifestazione, che è indiscutibilmente la più importante del settore, sia necessaria vista la nostra costanza dei rapporti con l’Italia. Intra Tours è un partner importante per chi programma le nostre destinazioni, e ci sentiamo con l’organico rinnovato di recente, con l’ingresso di nuovi colleghi, uno dei quali Cemile Tosca sarà con noi allo stand.  Siamo cresciuti con il mercato Italiano, mercato che curiamo in maniera particolare, anche con le “missioni” alle fiere di settore perché il contatto con i nostri partner, dopo due anni davvero difficili, è la prima forma di riconnessione su cui dobbiamo puntare. «La nostra presenza alle manifestazioni di settore riprende, quindi, dopo la visita in BIT dello scorso anno ma a livello individuale, attraverso nostro stand - conclude   Karaoglu - e con un face to face che rende migliore il rapporto con i nostri clienti». [post_title] => Il Dmc turco Intra Tours presente al Ttg Travel Experience 2022 [post_date] => 2022-10-10T11:46:59+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665402419000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431387 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’Arabia Saudita è la destinazione turistica con la crescita più rapida tra i Paesi del G20. A certificarlo è il più recente Barometro dell'Unwto, che evidenza il balzo in avanti del +121% del turismo internazionale rispetto ai livelli pre-pandemia.  Il turismo rappresenta un pilastro chiave della trasformazione che l’Arabia Saudita sta conducendo nell’ottica della Vision 2030, e il Paese si pone obiettivi ambiziosi per assicurarsi che il turismo contribuisca al 10% del Pil entro il 2030, creando, nel frattempo, un milione di opportunità d’impiego. “Questo riconoscimento dell’Unwto è una pietra miliare della nostra straordinaria ripresa - ha commentato Ahmed Al Khateeb, ministro del turismo dell’Arabia Saudita e presidente del C.d.A. di Saudi Tourism Authority - e gran parte del successo risiede nella nostra capacità di esserci saputi affacciare su più fronti nella gestione della pandemia e nella capacità di accelerare il passo per un recupero del settore" Al Khateeb ricorda come il Paese abbia riaperto i suoi confini nel settembre 2019: " Attraverso un impegno continuo, abbiamo fatto progressi incredibili orientati alla realizzazione degli obiettivi che ci siamo dati per il turismo nel quadro della nostra ambiziosa Vision 2030. Ci stiamo dedicando a un futuro del turismo che sia sostenibile". [post_title] => Arabia Saudita: il turismo internazionale cresce del +121% rispetto ai livelli pre-pandemia [post_date] => 2022-09-30T09:53:14+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664531594000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1721" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":5,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":51,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434302","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Passa di mano la proprietà del W Rome, primo indirizzo italiano del brand lifestyle-lusso di casa Marriott. La joint venture tra il fondo pensioni Canada Pension Plan Investment Board (Cpp Investments) e la società britannica di hotel management Hamilton - Pyramid Europe lo ha infatti acquisito dai precedenti titolari (King Street Capital Management e Omnam Investment Group) per una cifra complessiva attorno ai 172 milioni di euro. La struttura, riaperta lo scorso aprile dopo un completo restyling, comprende 162 camere, oltre a un bar rooftop, un ristorante, una lounge, vari altri locali f&b, una palestra e spazi meeting.\r\n\r\n\"Roma è da sempre una destinazione top a livello leisure e business - spiega il managing director, head of real estate Europa di Cpp Investments, Andrea Orlandi -. L'acquisizione del W Rome pone perciò la nostra joint venture con Hamilton - Pyramid Europe nelle migliori condizioni per sfruttare tutto l'appeal della città Eterna come destinazione turistica globale\".\r\n\r\nCreata all'inizio di quest'anno la joint venture britannico-canadese è focalizzata nell'acquisizione di strutture ricettive operative nelle più importanti città europee e in selezionate destinazioni resort. Lo scorso agosto, Cpp Investments aveva annunciato un impegno per 475 milioni di euro nella stessa joint venture. L'investimento per W Rome fa parte di tale dotazione.","post_title":"Il W Rome passa nella mani di un fondo pensioni canadese e dei britannici di Hamilton - Pyramid Europe","post_date":"2022-11-17T12:25:18+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1668687918000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"433644","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L’Italia resta stabile ai primi posti del rating per presenze internazionali. E’ uno dei dati che emerge dalle ricerche Enit su dati Istat, Unwto e Banca d’Italia che saranno al centro di dibattito nei panel dell’Agenzia nazionale del turismo al Wtm di Londra. L’evento è considerato un must per il settore turistico e l’Enit si promuoverà con uno stand di oltre 1700 mq in partnership con le regioni italiane.\r\nDurante il World Travel Market stakeholder italiani e mondiali si confronteranno con nuovi trend e destinazioni. Un’opportunità per l’industria del turismo di incontrarsi e confrontarsi sulle proprie esperienze. Grande attenzione al mercato Uk che ogni anno muove oltre 100 milioni di investimenti soprattutto per la vacanza culturale in città d’arte e al mare. Cinque le regioni in testa alle preferenze dei britannici: Lombardia, Lazio, Toscana, Veneto e Campania.\r\nDati positivi per l’Italia che sta registrando crescite da ogni Paese con entrate per 21,3 miliardi di euro (+22,7% sul 2020; -52,0% sul 2019), con una quota di mercato che è passata al 4,2% dal 3,6% del 2020, portandola al quarto posto della scala globale per entrate da turismo internazionale. Nell’anno sono salite anche le quote di Spagna (da 3,4% a 5,6%), mentre sono diminuite quelle degli Usa (da 13,3% a 11,4%) e della Germania (da 4,1% a 3,6%).\r\nDai dati Unwto gli arrivi dei primi sette mesi dell’anno hanno raggiunto il 57% dei livelli pre-pandemia. Rispetto invece allo stesso periodo del 2021, nel periodo gennaio-luglio 2022 gli arrivi di turisti internazionali sono quasi triplicati (+172%).\r\n«I viaggiatori dal Regno Unito figurano, infatti, ai primi posti della classifica dei turisti stranieri venuti in Italia per trascorrere una vacanza. prediligono l’accoglienza in hotel (10 milioni di presenze pari al 73,5% del totale) ma non disdegnano i villaggi turistici. A spingere gli inglesi a venire in Italia sono, in primis, le attrazioni culturali, seguite dalle spiagge e dalla possibilità di praticare sport in vacanza» ha detto l’ad Enit Roberta Garibaldi.\r\n«La forte presenza dell’Italia ad un’iniziativa internazionale di grande rilievo rientra nella strategia del governo e del mio mandato di promuovere il Made in Italy in modo sinergico. Il turismo, in ogni sua declinazione, è la chiave principale per raggiungere questo obiettivo. Il Wtm inoltre è un evento che ci dà l’occasione di rivolgerci ad un mercato per noi strategico e che testimonia l’impegno del ministero e di Enit a fare squadra con operatori ed imprese nella promozione dell’offerta turistica italiana», dichiara il ministro del turismo Daniela Santanchè.\r\n ","post_title":"L'Enit al Wtm di Londra per rafforzare la promozione dell'Italia","post_date":"2022-11-07T15:15:18+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1667834118000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"433189","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuovo impulso all'offerta ricettiva per Israele: il Ministero del Turismo si è impegnato a costruire circa 4.500 nuove camere d'albergo quest'anno e altre 4.000 nel 2023, in concomitanza con il ritorno dei viaggiatori nel Paese e la ripresa dell'industria turistica dopo le conseguenze della pandemia.\r\n\r\n\"Il successo della commercializzazione dei terreni (per gli alberghi) è un altro passo verso il raggiungimento dell'obiettivo che ho fissato per il turismo in Israele: ospitare 10 milioni di turisti all'anno entro il 2030 - ha dichiarato il Ministro del Turismo Yoel Razvozov -. Continueremo ad agire per incoraggiare e accelerare la creazione di strutture ricettive nel nostro paese e per rimuovere sempre più barriere nel settore\".\r\n\r\nAttualmente sono aperte diverse gare d'appalto per lo sviluppo di hotel ad Ashkelon, Kiryat Shmona, Kiryat Motzkin e Katzrin. Fanno parte dei piani del 2022 per aggiungere 770 camere nel nord del Paese, 2.100 camere nel sud e 1.650 camere intorno al mar Morto.\r\n\r\nSecondo l'Ufficio centrale di statistica, tra gennaio e settembre di quest'anno, sono stati registrati 17,1 milioni di pernottamenti in hotel rispetto ai 19,5 milioni dello stesso periodo del 2019. Complessivamente, l'occupazione alberghiera di quest'anno è stimata al 61% rispetto al 70% dei primi nove mesi del 2019.","post_title":"Israele investe sulla ripresa del turismo: 8.000 nuove camere d'albergo entro il 2023","post_date":"2022-10-28T11:18:59+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1666955939000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"432965","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"I turisti internazionali amano la Grecia e i flussi 2022, finora, sono in netto aumento, nonostante l'impennata dell'inflazione e la guerra in Ucraina.\r\n\r\nDa gennaio a fine agosto, secondo le statistiche ufficiali pubblicate dalla Bank of Greece, 19,12 milioni di viaggiatori stranieri hanno visitato il Paese. Questo dato rappresenta un aumento del 121% rispetto allo stesso periodo del 2021, quando le restrizioni  di viaggio imposte per limitare la diffusione del Covid-19 hanno pesato molto sul settore turistico.\r\n\r\nNel solo mese di agosto, tradizionalmente il picco della stagione turistica mediterranea, sono giunti in Grecia oltre 5,8 milioni di visitatori stranieri, con un aumento del 44% rispetto ai dati del 2021.\r\n\r\nTuttavia, le presenze turistiche nei primi otto mesi del 2022 sono ancora al di sotto del 12,4% rispetto allo stesso periodo del 2019.","post_title":"Grecia: oltre 19 milioni di turisti stranieri nei primi otto mesi del 2022","post_date":"2022-10-26T10:16:14+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1666779374000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"432471","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Comincerà a navigare da maggio del prossimo anno la Coquelicot, la nuova imbarcazione fluviale firmata Belmond. Accompagnerà i suoi ospiti in un viaggio fiabesco nella regione della Champagne, dove attraverserà scenografici canali che regalano panorami e punti di osservazione unici. Sarà dotata di tre lussuose cabine con servizi ensuite, di un salone interno con un champagne bar, frutto della partnership con Maison Ruinart, e di un ampio ponte all'aperto per momenti di relax, per consumare una squisita cena e fare due chiacchiere.\r\n\r\nGrazie proprio alla collaborazione con la più antica casa di champagne al mondo, fondata a Reims nel 1729, gli ospiti potranno tra le altre cose assaporare a bordo un pranzo di degustazione privato preparato dalla chef della Maison Ruinart, Valérie Radou, insieme al capo chef della Coquelicot. Nel quadro di questa partnership, gli ospiti della nave parteciperanno inoltre a visite guidate private dello storico vigneto Taissy, dove scopriranno anche le ultime iniziative di sostenibilità del marchio.\r\n\r\nProgettata dal rinomato duo francese Humbert & Poyet, la Coquelicot vanta anche due salotti, una cucina a vista e una zona pranzo ombreggiata. Con l'aiuto di un guest experience executive personale, gli ospiti della Coquelicot creeranno quindi il loro itinerario selezionando attività uniche da una serie di esperienze suggerite appositamente per loro dal team di esperti Belmond.\r\n\r\nLa Coquelicot, A Belmond Boat, Champagne fa parte di Les Bateaux Belmond, flotta di barche del marchio in Francia. Questa include anche l'Alouette, Canal Du Midi; la Pivoine, Camargue; la Napoléon, Provence; l'Amaryllis, Burgundy; la Fleur De Lys, Burgundy e la Lilas, Burgundy. I prezzi per la Coquelicot partono da 82 mila euro. Sono disponibili trasferimenti in elicottero da Parigi su richiesta.","post_title":"Gruppo Belmond: la nuova Coquelicot navigherà da maggio tra i canali della Champagne","post_date":"2022-10-19T09:05:06+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1666170306000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"432258","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_432299\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Alberto Gutiérrez Pascual[/caption]\r\n\r\nCivitatis ha rivelato che nei mesi di luglio, agosto e settembre di quest'anno, più di 2.200.000 persone hanno usufruito di alcune delle sue attività, sparse in tutto il mondo. Si tratta del 65,58% in più rispetto agli stessi mesi del 2019.\r\n\r\nOltre al confronto con la vita pre-pandemica, colpisce anche il confronto con l'anno in corso. Civitatis ha iniziato bene l'anno, nonostante il boom della variante omicron, e ha vissuto un secondo trimestre caratterizzato dai buoni numeri della Pasqua e dei weekend lunghi, oltre che dall'allentamento di ogni tipo di restrizione ai viaggi.\r\n\r\nTuttavia, è nel terzo trimestre che i risultati si sono finalmente concretizzati, con un aumento del 221,54% del numero di persone che hanno prenotato il loro viaggio con Civitatis nei primi tre mesi dell'anno e un aumento del 60,39% nel secondo trimestre. Infatti, i dati dei primi sei mesi sono quasi identici a quelli dei soli mesi di luglio, agosto e settembre.\r\n\r\nSe le cifre sono scioccanti, le destinazioni preferite e le attività più prenotate lo sono meno: il convenzionale ha trionfato. I luoghi più visitati nell'ultimo trimestre, secondo le statistiche della piattaforma spagnola, sono Roma (6,12% delle prenotazioni), Parigi (5,68%), Porto (3,61%), Lisbona (3,52%) e New York (2,96%). I tour più richiesti sono stati la visita guidata ai Musei Vaticani e alla Cappella Sistina (1,62%), il tour gratuito di Parigi (1,58%), il tour dei contrasti di New York (1,43%), la gita in battello sulla Senna (1,25%) e la visita guidata al Colosseo, ai Fori e al Palatino (1,24%).\r\n\r\n«Abbiamo chiuso un trimestre con cifre davvero buone, non solo in termini di vendite, ma anche in termini di crescita dell'azienda nel suo complesso. Non mi stupisco, perché ho sempre avuto piena fiducia in quello che offriamo e perché sono un ottimista per natura». Tuttavia, Alberto Gutiérrez non si accontenta e afferma che «vogliamo di più, molto di più, come dice la canzone della nostra pubblicità, che risuona in TV in Spagna e nei Paesi dell'America Latina come Argentina e Messico. Il nostro obiettivo è chiudere l'anno con oltre 6.500.000 clienti, quasi il doppio rispetto al 2019».","post_title":"Civitatis: miglior trimestre di sempre. Gutiérrez: «Vogliamo di più»","post_date":"2022-10-14T10:41:21+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1665744081000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"432010","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_424433\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Franco Gattinoni, presidente gruppo Gattinoni[/caption]\r\n\r\nNon esiste attività al mondo che non produca biossido di carbonio. Ma le emissioni di CO2 si possono – e si devono – compensare, così da svolgere il proprio business con un impatto neutro sul pianeta. Il Gruppo Gattinoni ha scelto di impegnarsi in questo percorso, insieme alla startup Up2You, azienda B Corp fra le uniche 3 in Italia autorizzate a ritirare e gestire Carbon Credit VCS (Verified Carbon Standard) attraverso progetti certificati internazionalmente e su Blockchain.\r\n\r\nL’avvio di questo percorso del Gruppo Gattinoni è in concomitanza della partecipazione alla manifestazione fieristica Ttg Travel Experience, con il primo e unico Neutral Stand. La startup greentech Up2You ha certificato le emissioni di CO2 dello stand e chi si recherà nel Padiglione C3/150-171, riceverà un braccialetto in carta biodegradabile, che potrà essere piantato e generare fiori, unitamente a un codice QR da utilizzare per aderire a uno dei progetti sostenibili certificati, selezionati dal Gruppo Gattinoni, che mirano a compensare le emissioni di CO2 dello stand. Tutti coloro che aderiranno riceveranno un certificato personalizzato con nome, logo dell’azienda e progetto supportato.\r\n\r\n«Noi guardiamo sempre al futuro, in ogni scelta che facciamo - ha commentato Franco Gattinoni, presidente Gruppo Gattinoni -. È arrivato il momento di iniziare anche il percorso di sostenibilità aziendale che riguarderà tutto il Gruppo, attraverso lo studio di soluzioni che vanno verso la riduzione dell’inquinamento. Un progetto che coinvolgerà più reparti dell’azienda: Risorse Umane, Logistica, Comunicazione, Prodotto, Business Travel, Mice; tutti i dipendenti dovranno sentirsi parte di un cambiamento culturale importante. Ci attiveremo nelle sedi e nelle agenzie di proprietà, augurandoci in un secondo momento di coinvolgere tutte le agenzie del network. La crescita del business e la tutela del patrimonio ambientale non devono essere percepiti come obiettivi in antitesi, specialmente nel nostro settore, dove far scoprire alle persone la bellezza del mondo è il cardine delle nostre attività”.\r\n\r\nIl progetto Carbon Neutral interesserà tutte le Business Unit del Gruppo e procederà per step.\r\n\r\nSul fronte Mice, il gruppo Gattinoni propone ai propri clienti Neutral Events ovvero eventi in cui viene calcolato l’impatto ambientale e viene analizzata la strategia di coinvolgimento dei partecipanti per la neutralizzazione delle emissioni. Il primo evento Carbon Neutral è già stato realizzato per MetLife; è stato calcolato l’impatto ambientale dell’evento che si è svolto presso il ristorante di Carlo Cracco “Carlo al Naviglio”, e si sono neutralizzate le emissioni di CO2 attraverso l’adesione a un progetto green certificato internazionalmente, la conversione di un’area forestale, che ha visto come parte attiva i 70 business partner dell’azienda.\r\n\r\nIn ambito Business Travel l’impegno è di certificare le emissioni delle trasferte aziendali e di proporre ai clienti opzioni di trasferte sostenibili e pacchetti di compensazione. In tema Viaggi saranno proposti viaggi certificati Zero Emissioni: il consumatore, attraverso l’acquisto di specifici tour Travel Experience, avrà la possibilità di compensare le emissioni prodotte dal viaggio e dalla permanenza nelle strutture e di scegliere a quali progetti aderire.\r\n\r\nAnche le persone del Gruppo Gattinoni non si sottrarranno alla sfida. A breve inizierà il percorso dedicato a tutti i dipendenti del Gruppo attraverso PlaNet, la piattaforma di green engagement aziendale che permette ai colleghi di sfidarsi con quiz e missioni green in un percorso mirato verso la sostenibilità ambientale.\r\n\r\nCommenta Isabella Maggi, direttore marketing & comunicazione gruppo Gattinoni: «Sul fronte della comunicazione l’impegno di Gattinoni sarà monitorabile attraverso una landing page dedicata su Up2You, attraverso il logo Carbon Neutral che sarà messo sui progetti (Up2You Certified), il widget di impatto e la Climate Map dove sono dislocati tutti i progetti sostenuti. La nostra natura si basa sulla concretezza; non ci interessa un greenwashing per darci lustro ma al contrario assumerci una maggiore responsabilità. Le nuove generazioni hanno il diritto di vivere in condizioni idonee alla loro crescita».","post_title":"Gruppo Gattinoni: avanti tutta per diventare impresa carbon neutral","post_date":"2022-10-11T10:21:14+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1665483674000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431952","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Intra Tours, Dmc con base ad Istanbul, presente sul mercato italiano dal 1980, ben 42 stagioni nelle quali ha proposto prodotti di grande interesse per tanti tour operator italiani. Anche a Ttg Travel Experience 2022 riproporrà il proprio modello, costantemente rinnovato nei contenuti.\r\n\r\n«La nostra tradizione parte da lontano, dal 1980, da quando abbiamo iniziato a lavorare con i maggiori tour operator italiani - spiega il ceo e fondatore, Arturo Karaoglu - e ci piace pensare di avere maturato una profonda conoscenza del mercato sia per quel che attiene i rapporti con le agenzie di viaggio e tour operator, sia per quello che riguarda i “desideri e le aspettative” dei loro clienti, divenute ancora più demandanti attualmente, per le condizioni instabili in cui tutti si trovano ad operare. Abbiamo maturato un’importante esperienza con i viaggiatori italiani, fondamentale, per sapere cosa serva loro e come trattarli quando visitano il nostro paese».\r\n\r\nIl bilancio consuntivo dell’estate di Intra Tours presenta uno scenario in continua evoluzione nel quale la pianificazione è stata bypassata dalla partenza delle prenotazioni, molto sotto data.\r\n\r\n«Abbiamo riscontrato una partenza della stagione molto lenta, il che di certo non rende il lavoro facile - spiega Mario Maggi direttore vendite & marketing - Grazie alla nostra organizzazione sul territorio, che ha subito importanti implementazioni e miglioramenti, ci siamo fatti trovare pronti sia dal punto di vista della risposta operativa che di prodotto, puntando sulla rapidità di risposta che sulla varietà di proposte.\r\nPoi i numeri sono saliti in maniera esponenziale portandoci a chiudere l’estate con un tutto esaurito sulle nostre destinazioni storiche e sulle proposte di inclusive tours e prodotti a la carte».\r\n\r\n«Siamo presenti a Ttg Travel Experience per la 29ma volta, sin da quando la fiera si svolgeva in altre sedi rispetto a Rimini (Riva del Garda e Stresa) - prosegue Arturo Karaoglu - dove torniamo dopo la pandemia per la prima volta con uno nostro esclusivo stand nel Padiglione C-1 stand 171 perché pensiamo che il contatto diretto e la presenza ad una manifestazione, che è indiscutibilmente la più importante del settore, sia necessaria vista la nostra costanza dei rapporti con l’Italia.\r\n\r\nIntra Tours è un partner importante per chi programma le nostre destinazioni, e ci sentiamo con l’organico rinnovato di recente, con l’ingresso di nuovi colleghi, uno dei quali Cemile Tosca sarà con noi allo stand. \r\nSiamo cresciuti con il mercato Italiano, mercato che curiamo in maniera particolare, anche con le “missioni” alle fiere di settore perché il contatto con i nostri partner, dopo due anni davvero difficili, è la prima forma di riconnessione su cui dobbiamo puntare.\r\n\r\n«La nostra presenza alle manifestazioni di settore riprende, quindi, dopo la visita in BIT dello scorso anno ma a livello individuale, attraverso nostro stand - conclude   Karaoglu - e con un face to face che rende migliore il rapporto con i nostri clienti».","post_title":"Il Dmc turco Intra Tours presente al Ttg Travel Experience 2022","post_date":"2022-10-10T11:46:59+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1665402419000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431387","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L’Arabia Saudita è la destinazione turistica con la crescita più rapida tra i Paesi del G20. A certificarlo è il più recente Barometro dell'Unwto, che evidenza il balzo in avanti del +121% del turismo internazionale rispetto ai livelli pre-pandemia. \r\n\r\nIl turismo rappresenta un pilastro chiave della trasformazione che l’Arabia Saudita sta conducendo nell’ottica della Vision 2030, e il Paese si pone obiettivi ambiziosi per assicurarsi che il turismo contribuisca al 10% del Pil entro il 2030, creando, nel frattempo, un milione di opportunità d’impiego.\r\n\r\n“Questo riconoscimento dell’Unwto è una pietra miliare della nostra straordinaria ripresa - ha commentato Ahmed Al Khateeb, ministro del turismo dell’Arabia Saudita e presidente del C.d.A. di Saudi Tourism Authority - e gran parte del successo risiede nella nostra capacità di esserci saputi affacciare su più fronti nella gestione della pandemia e nella capacità di accelerare il passo per un recupero del settore\"\r\n\r\nAl Khateeb ricorda come il Paese abbia riaperto i suoi confini nel settembre 2019: \" Attraverso un impegno continuo, abbiamo fatto progressi incredibili orientati alla realizzazione degli obiettivi che ci siamo dati per il turismo nel quadro della nostra ambiziosa Vision 2030. Ci stiamo dedicando a un futuro del turismo che sia sostenibile\".","post_title":"Arabia Saudita: il turismo internazionale cresce del +121% rispetto ai livelli pre-pandemia","post_date":"2022-09-30T09:53:14+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1664531594000]}]}}

Lascia un commento