5 February 2023

1673

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

Banconista con pluriennale esperienza e con titolo di direttore tecnico disponibile, vendita pacchetti t.o., creazione viaggi su misura, prenotazioni aeree, ferroviarie e marittime, offresi per lavoro in agenzia zona Milano e provincia. Disponibilità immediata part time o full time.
Contatti: 339 32 85 821.


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438577 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Air France alza la posta sul Canada con il lancio di un nuovo collegamento per Ottawa, unico volo diretto verso la capitale canadese dall'Europa. Durante la prossima estate saliranno così fino a 50 i voli settimanali della compagnia aerea verso 5 destinazioni in Canada: oltre a Ottawa ci sono infatti Quebec City (nuovo servizio nel 2022), Montreal, Toronto e Vancouver (destinazioni servite tutto l'anno da Air France). Il servizio tra Paris-Charles de Gaulle e Ottawa Macdonald-Cartier decollerà il prossimo 27 giugno e sarà operato cinque volte alla settimana - lunedì, martedì, giovedì, sabato e domenica - con Airbus A330-200 configurato con 224 posti (36 in Business, 21 in Premium Economy e 167 in Economy). La Parigi-Quebec City riprenderà quest'anno dal 2 maggio, con tre frequenze settimanali operate da Boeing 787-9 il martedì, il venerdì e la domenica. Verranno inoltre incrementati i voli verso le destinazioni servite tutto l'anno da Air France, aumentando la capacità di volo complessiva verso il Canada di oltre il 25% rispetto al 2019. Di conseguenza, Air France collegherà i viaggiatori tra l’ hub di Parigi-Charles de Gaulle e: Montreal con un massimo di tre voli giornalieri; Toronto con due voli giornalieri; Vancouver con un volo giornaliero. Anche Klm propone un operativo significativo sulle rotte per il Canada: da Amsterdam-Schiphol per Toronto con fino a 13 voli settimanali, Calgary con 7 voli settimanali, Vancouver con un massimo di 7 voli settimanali, Montreal con un massimo di 5 voli settimanali, Edmonton con fino a 4 voli settimanali. Un servizio di autobus Klm collega Montreal-Trudeau a Ottawa. [post_title] => Air France vola a Ottawa: sale del 25% la capacità offerta sulle rotte per il Canada [post_date] => 2023-02-03T09:08:17+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675415297000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438468 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il 2022 si consolida come l'anno della ripresa del turismo dopo la pandemia. Secondo le previsioni del Ministero di Industria, Commercio e Turismo spagnolo, nel 2022 i turisti internazionali che avranno visitato la Spagna supereranno i 71,5 milioni e la spesa totale raggiungerà gli 87.100 milioni di euro. C’è molto ottimismo per il 2023. «La gastronomia, i nostri prodotti storico-culturali unici e il nostro patrimonio naturale – spiega  Isabel Garaña, Direttrice Ente Spagnolo del Turismo a Milano - sono attivi fondamentali e grazie all’eccellente connettività aerea con la Spagna, tutti facilmente raggiungibili dall’Italia. Nel 2023 promuoveremo esperienze, prodotti e servizi turistici che includano sempre criteri di sostenibilità, asse centrale delle politiche del turismo spagnolo. Nel 2023 continueremo attuando il Piano Nazionale del Turismo per l'Enogastronomia 2022-2023 che pone il turismo enogastronomico come esperienza per posizionare la Spagna come destinazione turistica e come strumento di competitività internazionale». Quest’anno si celebra il 50º anniversario della morte di Picasso. Il programma "Picasso Celebracion 1973-2023" comprende una cinquantina di mostre in tutto il mondo, 16 in Spagna, in città strettamente legate all'artista: Malaga, Madrid, Barcellona, ​​A Coruña e Bilbao. L'evento è sostenuto da una campagna pubblicitaria che verrà lanciata nel primo trimestre del 2023 e più di 40 azioni in 21 paesi organizzate dalle diverse sedi dell’Ente spagnolo del turismo all'estero. L'obiettivo è rafforzare la posizione della Spagna come destinazione leader del turismo culturale. Nel 2022 sono state attuate le azioni previste dal Piano per la Modernizzazione e la competitività del settore turistico spagnolo, finanziato con 3.400 milioni di euro a carico dei fondi Next Generation EU, per veicolare il modello verso un turismo sostenibile, digitale, accessibile, inclusivo e sicuro per migliorare la competitività del settore turistico spagnolo. La Spagna continuerà a collaborare con i tour operator e gli agenti di viaggio con un occhio di riguardo alla formazione. «Nello specifico promuoviamo – conclude Isabel Garaña - lo “Spain Specialist Programma SPP”, la nostra piattaforma online di formazione per gli agenti di viaggio, dov’è possibile completare un percorso formativo gratuito e di qualità sulla destinazione Spagna e che è stato arricchito ultimamente con nuovi contenuti. In questo momento stiamo lavorando nel disegno della nuova edizione del Roadshow Spagna, il nostro workshop itinerante, che vedrà la nostra presenza in diverse città italiane, continueremo con la programmazione di nuove puntate di webinars della serie “WebinSpain” e con la collaborazione di tour operator e rete di agenzie attraverso giornate di formazione e presentazione di destinazione agli operatori».   [post_title] => Spagna, promuovere esperienze e servizi turistici che includano criteri di sostenibilità [post_date] => 2023-02-03T09:03:43+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675415023000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438428 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'Osservatorio Fto segnala gli andamenti del jet fuel per fornire un dato essenziale agli operatori e alle agenzie di viaggio. Il sito Ita, alla scheda jet fuel monitor, pubblica le quotazioni settimanali del jet fuel fino al 27/01. Possiamo fornire i dati relativi al mese di gennaio che si chiude con una media per tonnellata metrica pari a 1089,29 dollari. Rispetto al mese precedente si segnala un incremento pari a 140,35 dollari, pari al +14,8%. La media mensile di gennaio si posiziona nuovamente sopra la barriera dei 1000 dollari. Rispetto al mese di gennaio dell’anno precedente l’aumento è stato di 281,87 dollari pari al +34,91%. Il cambio medio del dollaro a gennaio viene dichiarato dalla BCE pari a 1,0769 dollari per un euro, quindi con un apprezzamento del 1,70% rispetto al mese precedente. Nei grafici che seguono viene mostrato l’andamento dal 2008 al 2022 e quello del 2022-2023, del prezzo del jet fuel espresso in dollari per tonnellata metrica. Nei grafici viene anche indicata la media mobile bimestrale che meglio evidenzia l’andamento del prezzo.   [post_title] => Fto: il prezzo media del jet fuel torna ad una media superiore ai mille dollari [post_date] => 2023-02-01T11:19:34+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675250374000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438249 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Spagna ottimista per la nuova stagione 2023, dopo il consolidamento del 2022 come anno della ripresa del turismo dopo la pandemia. Secondo le previsioni del Ministero di Industria, Commercio e Turismo spagnolo, i dati a chiusura dell'anno vedranno un totale di oltre 71,5 milioni di turisti internazionali e la spesa totale raggiungerà gli 87.100 milioni di euro. “La gastronomia, i prodotti storico-culturali unici e il patrimonio naturale – spiega  Isabel Garaña, direttrice Ente Spagnolo del Turismo a Milano - sono asset fondamentali della nostra proposta, facilmente fruibili anche grazie all’eccellente connettività aerea in essere con dall'Italia. E quest'anno proseguirà l'attuazione del Piano Nazionale del Turismo per l'Enogastronomia 2022-2023 che fa del turismo enogastronomico un'esperienza centrale per posizionare la Spagna come destinazione turistica e come strumento di competitività internazionale”. L'Italia, in particolare, si conferma quarto mercato per importanza, con 3.745.875 di arrivi nei primi 11 mesi del 2022, pari a circa l'89% di turisti italiani giunti in Spagna nel 2019. Altro caposaldo della promozione 2023 è quello legato al 50º anniversario della morte di Picasso. Il programma "Picasso Celebracion 1973-2023" comprende una cinquantina di mostre in tutto il mondo, 16 in Spagna, in città strettamente legate all'artista: Malaga, Madrid, Barcellona, ​​A Coruña e Bilbao. L'evento è sostenuto da una campagna pubblicitaria che verrà lanciata nel primo trimestre del 2023 e più di 40 azioni in 21 paesi organizzate dalle diverse sedi dell’Ente spagnolo del turismo all'estero. Nel 2022 sono state attuate le azioni previste dal Piano per la Modernizzazione e la competitività del settore turistico spagnolo, finanziato con 3.400 milioni di euro a carico dei fondi Next Generation EU, per veicolare il modello verso un turismo sostenibile, digitale, accessibile, inclusivo e sicuro per migliorare la competitività del settore turistico spagnolo. “Per quanto riguarda gli investimenti privati nel settore alberghiero, la ripresa del turismo dopo il lockdown ha trasformato la Spagna in una delle mete preferite da investitori e brand alberghieri internazionali. Madrid fa la parte del leone per quanto riguarda le aperture nel segmento quattro e cinque stelle. L'Ocean Drive, ne è solo un esempio, a cui se ne aggiungono altri come The Madrid Edition (5* GL) e il Thompson Hotel Madrid (4)”. [post_title] => La Spagna 2023 fra gastronomia, cultura e natura. Nuovi investimenti alberghieri di fascia alta [post_date] => 2023-01-30T14:04:12+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675087452000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437502 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' il Midas di Roma il secondo investimento di Zeitgeist Asset Management in Italia, dopo quella dello scorso giugno relativa a un immobile a uso uffici sempre nella Capitale. La società di gestione e sviluppo immobiliare ceca è approdata nel nostro Paese a gennaio dell'anno scorso, grazie a una joint venture con gli imprenditori Filippo Bianchini-Scudellari e Sebastiano Canessa. L'obiettivo è di investire fino a 500 milioni di euro in Italia, con focus prevalente nelle aree centro-settentrionali. Il tutto anche tramite il contributo di fondi istituzionali tedeschi, con cui Zeitgeist collabora da tempo. La parte finanziaria dell’operazione Midas è stata inoltre gestita da Incanto sgr, con il team guidato da Martino Cutillo ed Edoardo Schieppati, che ha fornito nuova finanza attraverso i propri fondi. Il Midas è un 4 stelle situato nel quartiere romano Aurelio. Dispone di 349 camere di circa 24 metri quadrati ciascuna, tutte dotate di balcone. Ospita inoltre tre ristoranti, un lounge bar e un cocktail garden, un centro congressi e diverse sale per l’organizzazione di eventi e meeting, una piscina all'aperto e campi da tennis. Costruito nel 1973, è stato oggetto di un importante intervento di riqualificazione nel 2021, che ha consentito tra le altre cose di rinnovare completamente la facciata e migliorare l’efficienza energetica dell’hotel, anche grazie all'introduzione di un nuovo impianto fotovoltaico sul tetto. “Riteniamo che questa operazione sia un segnale positivo per un mercato che al momento è in fase attendista, con gli operatori fermi in attesa di comprendere le possibili evoluzioni dello scenario - spiega Filippo Bianchini-Scudellari, co-founder e amministratore delegato di Zeitgeist Asset Management Italia -. In questo contesto, abbiamo individuato nell’acquisizione dell’hotel Midas un’ottima opportunità per consolidare la nostra presenza in Italia, dove contiamo di chiudere altre operazioni nei prossimi mesi. Con l’acquisizione della struttura capitolina abbiamo la possibilità di entrare nel mercato alberghiero di Roma, che si caratterizza per un buon mix sia tra domanda infrasettimanale e del weekend, che tra clienti business e leisure. Si trova inoltre in una posizione che offre interessanti prospettive, grazie soprattutto al progetto di espansione dell’aeroporto di Fiumicino, dove è prevista la realizzazione di un nuovo terminal, due nuove piste e nuovi parcheggi e servizi che consentiranno allo scalo di servire fino a 100 milioni di passeggeri all'anno”. Zeitgeist Asset Management è stata fondata a Praga nel 2014 e sviluppa e gestisce asset immobiliari per investitori privati e istituzionali in Germania, Europa Centrale e Orientale e in Italia. È presente in cinque Paesi (Repubblica Ceca, Germania, Polonia, Ungheria e Italia), dove opera attraverso le sedi di Praga, Berlino, Varsavia, Budapest e Milano. I settori in cui opera sono il residenziale (con oltre 700 appartamenti in gestione), residenze per studenti (oltre  mille i posti letto gestiti) e uffici, oltre a sviluppo urbanistico e soluzioni energetiche. La società gestisce oltre 45 progetti immobiliari per una superficie complessiva di più di 200 mila metri quadrati e ha asset in gestione per un valore di oltre 800 milioni di euro. Tra i propri clienti conta uno dei principali fondi pensione tedesco, con asset investiti per circa 5 miliardi di euro.   [post_title] => Zeitgeist Asset Management focus sull'Italia: acquisito il Midas di Roma [post_date] => 2023-01-18T11:40:36+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674042036000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437381 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Qatar si posiziona per il quinto anno consecutivo al vertice della classifica dei paesi più sicuri, secondo il Numbeo Crime Index by Country 2023. Numbeo è il più grande database sul costo della vita al mondo ed è anche un database globale su qualità della vita, indicatori abitativi, tassi di criminalità percepiti, qualità dell'assistenza sanitaria, qualità dei trasporti e altre statistiche. L'indice ha esaminato 142 paesi, con quattro nazioni del Golfo nella top ten, tra cui Emirati Arabi Uniti (2), Oman (5) e Bahrain (10). Altri nella top 10 includono Taiwan (3), Isola di Man (4), Hong Kong (6), Armenia (7), Giappone (8) e Svizzera (9). Nella categoria città, Doha si è classificata seconda alle spalle di Abu Dhabi come la città più sicura al mondo secondo il rapporto Numbeo Crime Index by City. "La posizione del Qatar al primo posto può essere attribuita al lavoro delle autorità competenti, come il Ministero dell'Interno, nel garantire la sicurezza all'interno della nazione e ai suoi confini - si legge in una nota diffusa da Qatar Tourism -. La stessa Coppa del Mondo Fifa Qatar 2022, valutato come il torneo più sicuro nella storia, registrando nessun grave crimine. I fan in visita, le famiglie e le donne che viaggiano da sole rivelano di sentirsi più al sicuro nel paese, e questa stabilità promuove la crescita economica, attrae investimenti esteri diretti (IDE) e un ambiente favorevole all'innovazione". L'anno scorso, il Global Peace Index ha classificato il Qatar come il paese più pacifico nella regione del Medio Oriente e del Nord Africa (Mena) e su 163 paesi, il Qatar si è classificato al 23° posto. [post_title] => Il Qatar al vertice della classifica 2023 dei paesi più sicuri stilata da Numbeo [post_date] => 2023-01-17T09:15:26+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1673946926000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437257 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ras Al Khaimah da record per numero di arrivi nel 2022: i visitatori sono stati 1,13 milioni, il +15,6% rispetto al 2021 ma anche in crescita rispetto al dato pre pandemia. "Il 2022 è stato per noi un anno significativo - ha commentato Raki Phillips, ceo di Ras Al Khaimah Tourism Development Authority -. Dall'annuncio a gennaio del multimiliardario resort integrato Wynn - un progetto che inaugurerà una nuova era di sviluppo economico attraverso il turismo - all'ottenimento di due Guinness World Record per i fuochi d'artificio e lo spettacolo di droni di Capodanno, abbiamo dimostrato quanto Ras Al Khaimah sia una destinazione dinamica. Con una ferma attenzione alla diversificazione, all’accessibilità e alla sostenibilità, siamo sulla buona strada per compiere passi ancora più grandi nel 2023”.   I risultati dell'intero anno fanno seguito alla forte performance di dicembre, in cui l'Emirato ha registrato il più alto afflusso di visitatori di sempre in un solo mese, con oltre 128.000 arrivi, pari a un aumento del 23% rispetto a dicembre 2021.  [post_title] => Ras Al Khaimah viaggia oltre i numeri pre pandemia con più di 1,13 milioni di arrivi nel 2022 [post_date] => 2023-01-13T10:23:22+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1673605402000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 436641 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ras Al Khaimah ha festeggiato l'arrivo del 2023 con uno spettacolare show piro-musicale che è valso all'Emirato la conquista di due nuovi Guinness World Records, che si sommano ai diversi riconoscimenti già ottenuti in passato. Celebre per i suoi fuochi d’artificio, il paese si è assicurato il titolo per il "maggior numero di multirotori/droni telecomandati che lanciano fuochi d'artificio simultaneamente" con il record di 671 droni operanti e ha stabilito il nuovo record mondiale per la “più grande frase aerea formata da multirotori/dron creata con 673 droni".   Lo spettacolo ha coinvolto 600 droni, nano luci e colori per una incredibile coreografia a ritmo di musica. Coprendo un tratto di oltre 4,7 km, lo show ha raggiunto un'altezza di 1.100m battendo inoltre il precedente record che vide l’utilizzo di 458 droni. Culminando con il più alto messaggio di "Happy New Year 2023" per segnalare un nuovo inizio, i droni hanno poi assunto una nuova posizione creando l'iconico logo "RAKashida" dell'Emirato, per ricollegarsi alla destinazione. Ispirandosi al concetto di "kashida" nell’alfabeto arabo - una linea che collega le lettere per formare una parola - il logo rappresenta i tre elementi naturali riconoscibili dell'Emirato: il mare con il suo perpetuo alzarsi e abbassarsi, il deserto con le sue dune ondulate e le montagne con le loro altezze vertiginose.   "Ras Al Khaimah ha dimostrato ancora una volta la sua posizione di destinazione turistica leader che accoglie visitatori da tutto il mondo - ha commentato Raki Phillips, ceo della Ras Al Khaimah Tourism Development Authority -. Non solo abbiamo stabilito due nuovi record per le nostre celebrazioni di #RAKNYE2023, ma soprattutto abbiamo offerto a migliaia di visitatori e residenti uno spettacolo di Capodanno indimenticabile. Questo è un ottimo inizio per quello che sarà un anno emozionante e pieno di impegni che ci vedrà in prima linea per continuare a rafforzare la reputazione di Ras Al Khaimah quale destinazione imperdibile per il 2023". [post_title] => Ras Al Khaimah: lo spettacolo pirotecnico di fine 2022 ottiene altri due Guinness World Records [post_date] => 2023-01-03T09:51:17+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1672739477000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435905 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La prenotazione crescono in modo inarrestabile. Il predominio schiacciante della più grande agenzia online d'Europa (Booking) continua a sfidare gli albergatori, che vedono come stia assorbendo sempre più prenotazioni, conferendole un potere che continua a tradursi in condizioni più impegnative per loro.  Secondo i dati pubblicati da Hotrec, le ota rappresentano il 27,1% delle vendite alberghiere nel continente europeo. Di questa percentuale, Booking rappresenta il 71,2%, leader praticamente in tutti i Paesi e molto distante dai concorrenti.  Dal canto suo, Expedia ha chiuso il 2021 con una quota del 12,5%, ben lontana dal 16,3% che occupava prima della pandemia, percentuale che manteneva dal 2013. Il calo delle prenotazioni nel nostro Paese si traduce in un aumento di questa , prendendone il 20%. Contrasti Secondo il rapporto, la perdita di potere dell'ota americana nel vecchio continente potrebbe essere dovuta al fatto che è fortemente dipendente dagli hotel di lusso e business delle grandi città che sono state fortemente colpite durante la pandemia. HRS è senza dubbio l'agenzia online più colpita dalla pandemia e dall'aumento delle prenotazioni. Nove anni fa superava persino Expedia in quota di mercato (16,6%), ma ora è crollata a un misero 6,7% e a un ridicolo 1,8% in Spagna. Questi andamenti hanno causato diversi contrasti, tuttora in vigore, tra Booking e albergatori. Negli ultimi anni questi ultimi hanno denunciato pratiche abusive contrarie al diritto della concorrenza, come presunte commissioni esorbitanti o la controversa clausola di parità. [post_title] => La marcia di Booking è inarrestabile e preoccupa gli albergatori [post_date] => 2022-12-14T10:24:15+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1671013455000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1673" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":5,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":45,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438577","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Air France alza la posta sul Canada con il lancio di un nuovo collegamento per Ottawa, unico volo diretto verso la capitale canadese dall'Europa. Durante la prossima estate saliranno così fino a 50 i voli settimanali della compagnia aerea verso 5 destinazioni in Canada: oltre a Ottawa ci sono infatti Quebec City (nuovo servizio nel 2022), Montreal, Toronto e Vancouver (destinazioni servite tutto l'anno da Air France).\r\nIl servizio tra Paris-Charles de Gaulle e Ottawa Macdonald-Cartier decollerà il prossimo 27 giugno e sarà operato cinque volte alla settimana - lunedì, martedì, giovedì, sabato e domenica - con Airbus A330-200 configurato con 224 posti (36 in Business, 21 in Premium Economy e 167 in Economy).\r\nLa Parigi-Quebec City riprenderà quest'anno dal 2 maggio, con tre frequenze settimanali operate da Boeing 787-9 il martedì, il venerdì e la domenica. Verranno inoltre incrementati i voli verso le destinazioni servite tutto l'anno da Air France, aumentando la capacità di volo complessiva verso il Canada di oltre il 25% rispetto al 2019. Di conseguenza, Air France collegherà i viaggiatori tra l’ hub di Parigi-Charles de Gaulle e: Montreal con un massimo di tre voli giornalieri; Toronto con due voli giornalieri; Vancouver con un volo giornaliero.\r\n\r\nAnche Klm propone un operativo significativo sulle rotte per il Canada: da Amsterdam-Schiphol per Toronto con fino a 13 voli settimanali, Calgary con 7 voli settimanali, Vancouver con un massimo di 7 voli settimanali, Montreal con un massimo di 5 voli settimanali, Edmonton con fino a 4 voli settimanali. Un servizio di autobus Klm collega Montreal-Trudeau a Ottawa.","post_title":"Air France vola a Ottawa: sale del 25% la capacità offerta sulle rotte per il Canada","post_date":"2023-02-03T09:08:17+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1675415297000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438468","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il 2022 si consolida come l'anno della ripresa del turismo dopo la pandemia. Secondo le previsioni del Ministero di Industria, Commercio e Turismo spagnolo, nel 2022 i turisti internazionali che avranno visitato la Spagna supereranno i 71,5 milioni e la spesa totale raggiungerà gli 87.100 milioni di euro. C’è molto ottimismo per il 2023.\r\n\r\n«La gastronomia, i nostri prodotti storico-culturali unici e il nostro patrimonio naturale – spiega  Isabel Garaña, Direttrice Ente Spagnolo del Turismo a Milano - sono attivi fondamentali e grazie all’eccellente connettività aerea con la Spagna, tutti facilmente raggiungibili dall’Italia. Nel 2023 promuoveremo esperienze, prodotti e servizi turistici che includano sempre criteri di sostenibilità, asse centrale delle politiche del turismo spagnolo. Nel 2023 continueremo attuando il Piano Nazionale del Turismo per l'Enogastronomia 2022-2023 che pone il turismo enogastronomico come esperienza per posizionare la Spagna come destinazione turistica e come strumento di competitività internazionale».\r\n\r\nQuest’anno si celebra il 50º anniversario della morte di Picasso. Il programma \"Picasso Celebracion 1973-2023\" comprende una cinquantina di mostre in tutto il mondo, 16 in Spagna, in città strettamente legate all'artista: Malaga, Madrid, Barcellona, ​​A Coruña e Bilbao. L'evento è sostenuto da una campagna pubblicitaria che verrà lanciata nel primo trimestre del 2023 e più di 40 azioni in 21 paesi organizzate dalle diverse sedi dell’Ente spagnolo del turismo all'estero. L'obiettivo è rafforzare la posizione della Spagna come destinazione leader del turismo culturale.\r\n\r\nNel 2022 sono state attuate le azioni previste dal Piano per la Modernizzazione e la competitività del settore turistico spagnolo, finanziato con 3.400 milioni di euro a carico dei fondi Next Generation EU, per veicolare il modello verso un turismo sostenibile, digitale, accessibile, inclusivo e sicuro per migliorare la competitività del settore turistico spagnolo.\r\n\r\nLa Spagna continuerà a collaborare con i tour operator e gli agenti di viaggio con un occhio di riguardo alla formazione.\r\n\r\n«Nello specifico promuoviamo – conclude Isabel Garaña - lo “Spain Specialist Programma SPP”, la nostra piattaforma online di formazione per gli agenti di viaggio, dov’è possibile completare un percorso formativo gratuito e di qualità sulla destinazione Spagna e che è stato arricchito ultimamente con nuovi contenuti. In questo momento stiamo lavorando nel disegno della nuova edizione del Roadshow Spagna, il nostro workshop itinerante, che vedrà la nostra presenza in diverse città italiane, continueremo con la programmazione di nuove puntate di webinars della serie “WebinSpain” e con la collaborazione di tour operator e rete di agenzie attraverso giornate di formazione e presentazione di destinazione agli operatori».\r\n\r\n ","post_title":"Spagna, promuovere esperienze e servizi turistici che includano criteri di sostenibilità","post_date":"2023-02-03T09:03:43+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1675415023000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438428","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'Osservatorio Fto segnala gli andamenti del jet fuel per fornire un dato essenziale agli operatori e alle agenzie di viaggio. \r\n\r\nIl sito Ita, alla scheda jet fuel monitor, pubblica le quotazioni settimanali del jet fuel fino al 27/01.\r\n\r\nPossiamo fornire i dati relativi al mese di gennaio che si chiude con una media per tonnellata metrica pari a 1089,29 dollari. Rispetto al mese precedente si segnala un incremento pari a 140,35 dollari, pari al +14,8%. La media mensile di gennaio si posiziona nuovamente sopra la barriera dei 1000 dollari.\r\n\r\nRispetto al mese di gennaio dell’anno precedente l’aumento è stato di 281,87 dollari pari al +34,91%. Il cambio medio del dollaro a gennaio viene dichiarato dalla BCE pari a 1,0769 dollari per un euro, quindi con un apprezzamento del 1,70% rispetto al mese precedente.\r\n\r\nNei grafici che seguono viene mostrato l’andamento dal 2008 al 2022 e quello del 2022-2023, del prezzo del jet fuel espresso in dollari per tonnellata metrica. Nei grafici viene anche indicata la media mobile bimestrale che meglio evidenzia l’andamento del prezzo.\r\n\r\n ","post_title":"Fto: il prezzo media del jet fuel torna ad una media superiore ai mille dollari","post_date":"2023-02-01T11:19:34+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1675250374000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438249","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Spagna ottimista per la nuova stagione 2023, dopo il consolidamento del 2022 come anno della ripresa del turismo dopo la pandemia. Secondo le previsioni del Ministero di Industria, Commercio e Turismo spagnolo, i dati a chiusura dell'anno vedranno un totale di oltre 71,5 milioni di turisti internazionali e la spesa totale raggiungerà gli 87.100 milioni di euro.\r\n\r\n“La gastronomia, i prodotti storico-culturali unici e il patrimonio naturale – spiega  Isabel Garaña, direttrice Ente Spagnolo del Turismo a Milano - sono asset fondamentali della nostra proposta, facilmente fruibili anche grazie all’eccellente connettività aerea in essere con dall'Italia. E quest'anno proseguirà l'attuazione del Piano Nazionale del Turismo per l'Enogastronomia 2022-2023 che fa del turismo enogastronomico un'esperienza centrale per posizionare la Spagna come destinazione turistica e come strumento di competitività internazionale”.\r\n\r\nL'Italia, in particolare, si conferma quarto mercato per importanza, con 3.745.875 di arrivi nei primi 11 mesi del 2022, pari a circa l'89% di turisti italiani giunti in Spagna nel 2019.\r\n\r\nAltro caposaldo della promozione 2023 è quello legato al 50º anniversario della morte di Picasso. Il programma \"Picasso Celebracion 1973-2023\" comprende una cinquantina di mostre in tutto il mondo, 16 in Spagna, in città strettamente legate all'artista: Malaga, Madrid, Barcellona, ​​A Coruña e Bilbao. L'evento è sostenuto da una campagna pubblicitaria che verrà lanciata nel primo trimestre del 2023 e più di 40 azioni in 21 paesi organizzate dalle diverse sedi dell’Ente spagnolo del turismo all'estero.\r\n\r\nNel 2022 sono state attuate le azioni previste dal Piano per la Modernizzazione e la competitività del settore turistico spagnolo, finanziato con 3.400 milioni di euro a carico dei fondi Next Generation EU, per veicolare il modello verso un turismo sostenibile, digitale, accessibile, inclusivo e sicuro per migliorare la competitività del settore turistico spagnolo. “Per quanto riguarda gli investimenti privati nel settore alberghiero, la ripresa del turismo dopo il lockdown ha trasformato la Spagna in una delle mete preferite da investitori e brand alberghieri internazionali. Madrid fa la parte del leone per quanto riguarda le aperture nel segmento quattro e cinque stelle. L'Ocean Drive, ne è solo un esempio, a cui se ne aggiungono altri come The Madrid Edition (5* GL) e il Thompson Hotel Madrid (4)”.","post_title":"La Spagna 2023 fra gastronomia, cultura e natura. Nuovi investimenti alberghieri di fascia alta","post_date":"2023-01-30T14:04:12+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1675087452000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437502","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' il Midas di Roma il secondo investimento di Zeitgeist Asset Management in Italia, dopo quella dello scorso giugno relativa a un immobile a uso uffici sempre nella Capitale. La società di gestione e sviluppo immobiliare ceca è approdata nel nostro Paese a gennaio dell'anno scorso, grazie a una joint venture con gli imprenditori Filippo Bianchini-Scudellari e Sebastiano Canessa. L'obiettivo è di investire fino a 500 milioni di euro in Italia, con focus prevalente nelle aree centro-settentrionali. Il tutto anche tramite il contributo di fondi istituzionali tedeschi, con cui Zeitgeist collabora da tempo. La parte finanziaria dell’operazione Midas è stata inoltre gestita da Incanto sgr, con il team guidato da Martino Cutillo ed Edoardo Schieppati, che ha fornito nuova finanza attraverso i propri fondi.\r\n\r\nIl Midas è un 4 stelle situato nel quartiere romano Aurelio. Dispone di 349 camere di circa 24 metri quadrati ciascuna, tutte dotate di balcone. Ospita inoltre tre ristoranti, un lounge bar e un cocktail garden, un centro congressi e diverse sale per l’organizzazione di eventi e meeting, una piscina all'aperto e campi da tennis. Costruito nel 1973, è stato oggetto di un importante intervento di riqualificazione nel 2021, che ha consentito tra le altre cose di rinnovare completamente la facciata e migliorare l’efficienza energetica dell’hotel, anche grazie all'introduzione di un nuovo impianto fotovoltaico sul tetto.\r\n\r\n“Riteniamo che questa operazione sia un segnale positivo per un mercato che al momento è in fase attendista, con gli operatori fermi in attesa di comprendere le possibili evoluzioni dello scenario - spiega Filippo Bianchini-Scudellari, co-founder e amministratore delegato di Zeitgeist Asset Management Italia -. In questo contesto, abbiamo individuato nell’acquisizione dell’hotel Midas un’ottima opportunità per consolidare la nostra presenza in Italia, dove contiamo di chiudere altre operazioni nei prossimi mesi. Con l’acquisizione della struttura capitolina abbiamo la possibilità di entrare nel mercato alberghiero di Roma, che si caratterizza per un buon mix sia tra domanda infrasettimanale e del weekend, che tra clienti business e leisure. Si trova inoltre in una posizione che offre interessanti prospettive, grazie soprattutto al progetto di espansione dell’aeroporto di Fiumicino, dove è prevista la realizzazione di un nuovo terminal, due nuove piste e nuovi parcheggi e servizi che consentiranno allo scalo di servire fino a 100 milioni di passeggeri all'anno”.\r\n\r\nZeitgeist Asset Management è stata fondata a Praga nel 2014 e sviluppa e gestisce asset immobiliari per investitori privati e istituzionali in Germania, Europa Centrale e Orientale e in Italia. È presente in cinque Paesi (Repubblica Ceca, Germania, Polonia, Ungheria e Italia), dove opera attraverso le sedi di Praga, Berlino, Varsavia, Budapest e Milano. I settori in cui opera sono il residenziale (con oltre 700 appartamenti in gestione), residenze per studenti (oltre  mille i posti letto gestiti) e uffici, oltre a sviluppo urbanistico e soluzioni energetiche. La società gestisce oltre 45 progetti immobiliari per una superficie complessiva di più di 200 mila metri quadrati e ha asset in gestione per un valore di oltre 800 milioni di euro. Tra i propri clienti conta uno dei principali fondi pensione tedesco, con asset investiti per circa 5 miliardi di euro. \r\n\r\n ","post_title":"Zeitgeist Asset Management focus sull'Italia: acquisito il Midas di Roma","post_date":"2023-01-18T11:40:36+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1674042036000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437381","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il Qatar si posiziona per il quinto anno consecutivo al vertice della classifica dei paesi più sicuri, secondo il Numbeo Crime Index by Country 2023. Numbeo è il più grande database sul costo della vita al mondo ed è anche un database globale su qualità della vita, indicatori abitativi, tassi di criminalità percepiti, qualità dell'assistenza sanitaria, qualità dei trasporti e altre statistiche.\r\nL'indice ha esaminato 142 paesi, con quattro nazioni del Golfo nella top ten, tra cui Emirati Arabi Uniti (2), Oman (5) e Bahrain (10). Altri nella top 10 includono Taiwan (3), Isola di Man (4), Hong Kong (6), Armenia (7), Giappone (8) e Svizzera (9). Nella categoria città, Doha si è classificata seconda alle spalle di Abu Dhabi come la città più sicura al mondo secondo il rapporto Numbeo Crime Index by City.\r\n\"La posizione del Qatar al primo posto può essere attribuita al lavoro delle autorità competenti, come il Ministero dell'Interno, nel garantire la sicurezza all'interno della nazione e ai suoi confini - si legge in una nota diffusa da Qatar Tourism -. La stessa Coppa del Mondo Fifa Qatar 2022, valutato come il torneo più sicuro nella storia, registrando nessun grave crimine. I fan in visita, le famiglie e le donne che viaggiano da sole rivelano di sentirsi più al sicuro nel paese, e questa stabilità promuove la crescita economica, attrae investimenti esteri diretti (IDE) e un ambiente favorevole all'innovazione\".\r\nL'anno scorso, il Global Peace Index ha classificato il Qatar come il paese più pacifico nella regione del Medio Oriente e del Nord Africa (Mena) e su 163 paesi, il Qatar si è classificato al 23° posto.","post_title":"Il Qatar al vertice della classifica 2023 dei paesi più sicuri stilata da Numbeo","post_date":"2023-01-17T09:15:26+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1673946926000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437257","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ras Al Khaimah da record per numero di arrivi nel 2022: i visitatori sono stati 1,13 milioni, il +15,6% rispetto al 2021 ma anche in crescita rispetto al dato pre pandemia.\r\n\r\n\"Il 2022 è stato per noi un anno significativo - ha commentato Raki Phillips, ceo di Ras Al Khaimah Tourism Development Authority -. Dall'annuncio a gennaio del multimiliardario resort integrato Wynn - un progetto che inaugurerà una nuova era di sviluppo economico attraverso il turismo - all'ottenimento di due Guinness World Record per i fuochi d'artificio e lo spettacolo di droni di Capodanno, abbiamo dimostrato quanto Ras Al Khaimah sia una destinazione dinamica. Con una ferma attenzione alla diversificazione, all’accessibilità e alla sostenibilità, siamo sulla buona strada per compiere passi ancora più grandi nel 2023”.\r\n \r\nI risultati dell'intero anno fanno seguito alla forte performance di dicembre, in cui l'Emirato ha registrato il più alto afflusso di visitatori di sempre in un solo mese, con oltre 128.000 arrivi, pari a un aumento del 23% rispetto a dicembre 2021. ","post_title":"Ras Al Khaimah viaggia oltre i numeri pre pandemia con più di 1,13 milioni di arrivi nel 2022","post_date":"2023-01-13T10:23:22+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1673605402000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"436641","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ras Al Khaimah ha festeggiato l'arrivo del 2023 con uno spettacolare show piro-musicale che è valso all'Emirato la conquista di due nuovi Guinness World Records, che si sommano ai diversi riconoscimenti già ottenuti in passato. Celebre per i suoi fuochi d’artificio, il paese si è assicurato il titolo per il \"maggior numero di multirotori/droni telecomandati che lanciano fuochi d'artificio simultaneamente\" con il record di 671 droni operanti e ha stabilito il nuovo record mondiale per la “più grande frase aerea formata da multirotori/dron creata con 673 droni\".\r\n \r\nLo spettacolo ha coinvolto 600 droni, nano luci e colori per una incredibile coreografia a ritmo di musica. Coprendo un tratto di oltre 4,7 km, lo show ha raggiunto un'altezza di 1.100m battendo inoltre il precedente record che vide l’utilizzo di 458 droni. Culminando con il più alto messaggio di \"Happy New Year 2023\" per segnalare un nuovo inizio, i droni hanno poi assunto una nuova posizione creando l'iconico logo \"RAKashida\" dell'Emirato, per ricollegarsi alla destinazione. Ispirandosi al concetto di \"kashida\" nell’alfabeto arabo - una linea che collega le lettere per formare una parola - il logo rappresenta i tre elementi naturali riconoscibili dell'Emirato: il mare con il suo perpetuo alzarsi e abbassarsi, il deserto con le sue dune ondulate e le montagne con le loro altezze vertiginose.\r\n \r\n\"Ras Al Khaimah ha dimostrato ancora una volta la sua posizione di destinazione turistica leader che accoglie visitatori da tutto il mondo - ha commentato Raki Phillips, ceo della Ras Al Khaimah Tourism Development Authority -. Non solo abbiamo stabilito due nuovi record per le nostre celebrazioni di #RAKNYE2023, ma soprattutto abbiamo offerto a migliaia di visitatori e residenti uno spettacolo di Capodanno indimenticabile. Questo è un ottimo inizio per quello che sarà un anno emozionante e pieno di impegni che ci vedrà in prima linea per continuare a rafforzare la reputazione di Ras Al Khaimah quale destinazione imperdibile per il 2023\".","post_title":"Ras Al Khaimah: lo spettacolo pirotecnico di fine 2022 ottiene altri due Guinness World Records","post_date":"2023-01-03T09:51:17+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1672739477000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435905","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La prenotazione crescono in modo inarrestabile. Il predominio schiacciante della più grande agenzia online d'Europa (Booking) continua a sfidare gli albergatori, che vedono come stia assorbendo sempre più prenotazioni, conferendole un potere che continua a tradursi in condizioni più impegnative per loro. \r\n\r\nSecondo i dati pubblicati da Hotrec, le ota rappresentano il 27,1% delle vendite alberghiere nel continente europeo. Di questa percentuale, Booking rappresenta il 71,2%, leader praticamente in tutti i Paesi e molto distante dai concorrenti. \r\n\r\nDal canto suo, Expedia ha chiuso il 2021 con una quota del 12,5%, ben lontana dal 16,3% che occupava prima della pandemia, percentuale che manteneva dal 2013. Il calo delle prenotazioni nel nostro Paese si traduce in un aumento di questa , prendendone il 20%.\r\nContrasti\r\nSecondo il rapporto, la perdita di potere dell'ota americana nel vecchio continente potrebbe essere dovuta al fatto che è fortemente dipendente dagli hotel di lusso e business delle grandi città che sono state fortemente colpite durante la pandemia.\r\n\r\nHRS è senza dubbio l'agenzia online più colpita dalla pandemia e dall'aumento delle prenotazioni. Nove anni fa superava persino Expedia in quota di mercato (16,6%), ma ora è crollata a un misero 6,7% e a un ridicolo 1,8% in Spagna.\r\n\r\nQuesti andamenti hanno causato diversi contrasti, tuttora in vigore, tra Booking e albergatori. Negli ultimi anni questi ultimi hanno denunciato pratiche abusive contrarie al diritto della concorrenza, come presunte commissioni esorbitanti o la controversa clausola di parità.","post_title":"La marcia di Booking è inarrestabile e preoccupa gli albergatori","post_date":"2022-12-14T10:24:15+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1671013455000]}]}}

Lascia un commento