16 April 2024

1101

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

Banconista con pluriennale esperienza con titolo di direttore tecnico, vendita pacchetti t.o., creazione viaggi su misura, prenotazioni alberghiere, aeree e marittime. Offresi per lavoro in agenzia zona Milano e provincia. Contatto: 339 32 85 821.


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465181 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' un Airbus A321neo il 400° aeromobile consegnato da Airbus a easyJet: il velivolo porta una livrea speciale, con il numero 400 composto da aeromobili in miniatura. Dalla consegna del primo aeromobile della famiglia Airbus A320 di easyJet, avvenuta 20 anni fa, la compagnia aerea si è affermata come uno dei maggiori operatori al mondo di aeromobili della famiglia A320 a corridoio singolo di Airbus, con oltre 330 aeromobili attualmente in servizio. "Nel portare avanti il nostro programma di rinnovamento della flotta con aeromobili della famiglia A320neo, più efficienti dal punto di vista dei consumi e più silenziosi, siamo orgogliosi di continuare a lavorare con Airbus e Cfm, che hanno entrambi un approccio solido alla sostenibilità nella produzione e continuano a essere partner affidabili per easyJet" ha dichiarato David Morgan, chief operating officer del vettore. La compagnia ha recentemente confermato un ordine definitivo per altri 157 aeromobili della famiglia A320neo che comprende 56  A320neo e 101 A321neo e include anche il ridimensionamento di un ordine esistente per 35 A320neo nei più grandi A321neo. Grazie all'integrazione di efficienze operative, tra cui i motori di nuova generazione e gli Sharklet, l'aeromobile consente di ridurre del 50% la rumorosità in fase di decollo e atterraggio e di ottenere un risparmio di carburante e una riduzione di CO2 fino al 15% rispetto agli aeromobili a corridoio singolo della precedente generazione.   [post_title] => EasyJet: il rinnovo della flotta continua con l'arrivo del 400° aeromobile Airbus, un A321neo [post_date] => 2024-04-10T08:57:23+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712739443000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464934 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il turismo continua nella sua inarrestabile crescita. Infatti secondo il World Travel & Tourism Council il 2024 sarà un anno da record per i viaggi e il turismo. Il settore infatti sembra destinato a raggiungere il suo massimo storico con ricavi per 11,1 trilioni di dollari. Secondo le stime dell’ultimo Economic Impact Research pubblicato dall’ente globale del turismo, il settore travel & tourism crescerà di ulteriori 770 miliardi di dollari rispetto al record precedente: in pratica su 10 dollari generati in tutto il mondo, uno riguarderà proprio il settore turistico. Inoltre il Wttc prevede che 142 paesi su 185 analizzati supereranno i precedenti record nazionali. Secondo il rapporto sono 348 milioni i posti di lavoro a livello globale, più di 13,6 milioni di posti di lavoro in più rispetto al suo punto più alto nel 2019. Si stima che la spesa dei visitatori internazionali arriverà a sfiorare il picco raggiunto 2019 con 1,89 trilioni di dollari, mentre i turisti nazionali spenderanno più che in qualsiasi altro anno registrato (5,4 trilioni di dollari). Usa e Cina “In un contesto di incertezza, il settore dei viaggi e del turismo rimane una potenza economica globale. Non si tratta solo di battere record, non parliamo più di ripresa: questa è la storia del settore che torna al suo meglio dopo alcuni anni difficili, fornendo una significativa spinta economica ai paesi di tutto il mondo e sostenendo milioni di persone di posti di lavoro – ha dichiarato Julia Simpson, presidente e ceo del Wttc –: .Tuttavia esiste il rischio: abbiamo bisogno che i governi statunitense e cinese sostengano i loro settori nazionali di viaggi e turismo. Gli Stati Uniti e la Cina continueranno a soffrire, mentre altri paesi vedranno il ritorno dei visitatori internazionali molto più velocemente”. Guardando al futuro, il Wttc prevede un promettente decennio, caratterizzato da una crescita robusta e opportunità di carriera senza precedenti. Entro il 2034, il settore potenzierà l’economia globale con l’incredibile cifra di 16 trilioni di dollari, pari all’11,4% dell’intero panorama economico. [post_title] => Wttc molto fiducioso: crescita di 770 miliardi di dollari nel 2024 [post_date] => 2024-04-05T11:01:28+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712314888000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464840 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Inizia l'anno col giusto passo Aegean che ha chiuso il primo trimestre 2024 con numeri significativamente positivi nel traffico passeggeri: una crescita dell'11% sia nel network domestico che in quello internazionale. Nel trimestre tradizionalmente più debole dell'anno, la compagnia aerea greca ha trasportato circa 2,9 milioni di passeggeri, 278 mila in più rispetto al 2023, a fronte di una capacità offerta di 3,5 milioni di posti. La crescita è stata altrettanto equilibrata rispetto al 2023, sia per le operazioni del network internazionale di Atene (+10%) che per quelle di Salonicco (+10%), a conferma dell'impegno del vettore a sviluppare ulteriormente il potenziale di crescita di entrambi i principali aeroporti greci con un significativo traffico internazionale durante l'inverno. La rete invernale di Aegean comprende 85 collegamenti diretti con destinazioni internazionali, 10 dei quali operati per la prima volta durante l'inverno, tra cui Bilbao, Bratislava, Tallinn e Barcellona da Salonicco, oltre alla nuova rotta per Dubai. Da sottolineare come l'aumento del traffico passeggeri internazionale abbia superato il 27% per Atene e il 32% per Salonicco rispetto al corrispondente periodo del 2019, registrando i primi risultati significativamente positivi per la compagnia e per il turismo greco, derivanti dal continuo investimento di Aegean nel mantenimento della rete, dell'interconnettività e delle frequenze del Paese durante il periodo invernale. L'anno scorso il vettore ha offerto più di 18,5 milioni di posti, con 11,1 milioni di posti internazionali, 2 milioni in più rispetto al 2022 e 800.000 in più rispetto al 2019. La rete della compagnia ha coperto un totale di 180 destinazioni in 49 Paesi con 307 rotte operate con 76 aeromobili, a seguito anche di 9 nuove consegne di aeromobili Airbus 320/321 neo. [post_title] => Aegean: passeggeri a +11% nel primo trimestre. Forte crescita del traffico internazionale [post_date] => 2024-04-04T10:07:18+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712225238000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464611 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'aeroporto di Reggio Calabria rimarrà chiuso al traffico dal 9 all'11 aprile, dalle 17:30 alle 9:30 del mattino successivo, per lavori di riqualifica alle infrastrutture di volo e contestuale attività di implementazione di sistemi e infrastrutture nel terminal passeggerei. Secondo quanto spiegato dalla Sacal, la società di gestione degli aeroporti calabresi, "la chiusura comporterà la cancellazione dei soli voli provenienti da Roma Fiumicino con arrivo a Reggio Calabria alle ore 22:45 (Az 1161) nelle date del 9 e 11 aprile ed in partenza dall'aeroporto di Reggio Calabria alle ore 6:40 (AZ 1154) nelle date del 10 e 12 aprile, per un totale di quattro voli".   I lavori riguardano: sostituzione e riqualifica degli aiuti visivi luminosi per la sicurezza del volo e realizzazione di un nuovo impianto luci soglia pista 15 e 33. In particolare le luci della pista saranno aggiornate con sistemi a led innovativi di maggiore efficienza e con notevole riduzione dei consumi energetici e quindi con minore impatto ambientale. Prevista anche un'indagine (carotaggio) sulla pavimentazione dell'area di movimento, il varo delle travi per gli impalcati sul torrente Sant'Agata necessari per la messa in sicurezza della viabilità perimetrale con interventi sul sistema di smistamento bagagli; le lavorazioni di impiantistica antincendio nella nuova sala arrivi. "Questi interventi - sottolinea la nota Sacal - fanno parte del programma di ristrutturazione ed adeguamento tecnologico dell'aeroporto di Reggio Calabria finalizzato non solo al miglioramento delle infrastrutture di volo ma ad una riqualificazione dell'attuale terminal necessario per il traffico di passeggeri provenienti dai Paesi extra Ue". [post_title] => Reggio Calabria: scalo chiuso tra il 9 e l'11 aprile per lavori di riqualificazione [post_date] => 2024-03-29T09:17:25+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1711703845000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464480 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Profitti record per il 2023 di Tap Air Portugal che ha incassato lo scorso anno 177,3 milioni di euro, rispetto ai  65,6 milioni dell'esercizio precedente, su ricavi operativi storici a quota 4,2 miliardi di euro, +20,9%rispetto al 2022.   L'ebitda ha toccato i 871,6 milioni, con un margine del 21%, mentre l'ebit ricorrente si è attestato a 385,8 milioni, con un margine del 9%. «gli ottimi risultati del 2023 confermano il percorso di recupero di Tap degli ultimi anni - ha commentato Luís Rodrigues, ceo della compagnia aerea lusitana -. Ricavi record, che hanno superato la soglia dei 4 miliardi di euro, margini operativi solidi e una chiara tendenza alla riduzione della leva finanziaria confermano la solidità finanziaria del gruppo. L'aumento della puntualità e della regolarità nella seconda metà dell'anno, sottolinea l'attenzione nell’offrire un miglioramento del servizio ai nostri passeggeri. La firma dei nuovi contratti collettivi di lavoro conferma il riconoscimento e l'impegno nei confronti del nostro personale. Il 2024 sarà un anno impegnativo che metterà alla prova il focus organizzativo, per il quale avremo bisogno dell'impegno di tutti i nostri team per affermare Tap come una delle aziende più interessanti del settore». Nel 2023 TAP ha trasportato 15,9 milioni di passeggeri, (+15,2%) rispetto al 2022, pari al 93% del totale trasportato nel 2019. Sempre nel 2023, anche il numero totale di voli operati è aumentato dell'11,0%, raggiungendo l'88% dei livelli pre-crisi.   La capacità ha superato i livelli pre-crisi del 2019, raggiungendo il 101%, con un aumento del 14,9% rispetto al 2022. Il load factor è aumentato dello 0,8% su base annua, raggiungendo l'80,8% nel 2023, con un miglioramento dello 0,7% rispetto al 2019.     [post_title] => Tap Air Portugal vola alto con profitti e ricavi ai massimi storici [post_date] => 2024-03-28T09:41:11+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1711618871000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464451 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Con 26.000 meeting organizzati e oltre 2.000 persone tra operatori e giornalisti da tutto il mondo si è chiusa ieri la tappa di Tolosa del salone Rendez-Vous en France. Gli oltre 635 espositori provenienti da ogni parte della Francia hanno avuto l’opportunità di raggiungere nei due giorni dell’evento circa 900 tour operator internazionali, 28 giornalisti provenienti da tutto il mondo, oltre ai 53 fam trip che hanno preceduto il salone. Il 2024 è un anno importante per la Francia, non solo per la presenza dei Giochi Olimpici e Paralimpici a Parigi tra luglio e ottobre, ma anche per altri eventi significativi come i 150 anni dell’Impressionismo, l’80° anniversario dello Sbarco in Normandia, il Francophonie summit alla Cité internationale de la langue française in Villers-Cotterêts,  la Vendee Globe - tour del mondo in barca a vela in solitario,  il 111° Tour de France, e la tanto attesa riapertura della Cattedrale di Notre Dame de Paris. «Lo sport farà da fil rouge tra i vari territori, ma non solo. Città e regioni puntano infatti su un’offerta sempre più in linea con le nuove richieste del mercato e dei clienti - ha dichiarato Caroline Leboucher, ceo di Atout France -. Sostenibilità e tutela ambientale le parole chiave che caratterizzano le proposte, dalla Nouvelle-Aquitaine, alla Provenza - Alpi del Sud e Costa Azzurra, l’Occitania, la Normandia, il Nord della Francia, la Regione di Parigi, la Corsica, la Bretagne, l’Auvergne Rhône Alpes, la Valle della Loira. Operatori e policy makers puntano sul territorio, un territorio che è sinonimo di patrimonio, prodotti, tradizioni, natura, luoghi, gastronomia, vino, cultura, verde, arte di vivere». Un anno particolare quindi per riscoprire tutta la Francia, con nuove proposte nel segno dell’innovazione e della creatività tipiche francesi. L’interesse del mercato italiano, oltre a confermare la scelta delle regioni come Corsica, Costa Azzurra, Provenza, Castelli della Loira e Parigi, è da diversi anni in crescita anche in altri territori francesi come la Bretagna, la Loira, l’Occitania e la Normandia solo per citarne alcune. [caption id="attachment_464453" align="alignleft" width="300"] La campagna #ExploreFrance[/caption] «La prima parte dell’anno conferma le previsioni di crescita del mercato italiano, che ha registrato un anno record nel 2023 - ha commentato Frédéric Meyer, direttore Atout France per l’Italia -. Come dichiarato anche dal nostro Ministro del Turismo lo scorso anno sono state registrate entrate nel settore per 75 miliardi di euro, e il mercato italiano è il 4° per il numero di visitatori, con 7,3 milioni di visitatori italiani in Francia nel 2023, e al 6° posto per le entrate turistiche con 3.5 miliardi di euro. E sono dati importanti anche quelli registrati in questi due giorni della tappa di Tolosa del Rdvef 2024: 26 tour operator e 2 giornalisti italiani, oltre allo staff di Atout France Italia. L’appuntamento per il prossimo Rendez-vous en France è a Lione, ad aprile 2025. La nuova campagna #ExploreFrance Nel frattempo proseguiamo con la campagna #ExploreFrance con 16 sotto-campagne specifiche dedicate alle nostre regioni, e tra queste faremo un investimento importante sulla Corsica. Oltre a una specifica campagna di conversione per sostenere le vendite degli operatori italiani sul mercato francese». [gallery ids="464455,464456,464457,464458,464461,464462"] [post_title] => Grandi numeri registrati dal Rendez-vous en France a Tolosa [post_date] => 2024-03-28T09:30:16+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( [0] => atout-francia [1] => francia ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Atout Francia [1] => francia ) ) [sort] => Array ( [0] => 1711618216000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464059 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tempo di utili per le principali compagnie aeree  europee, a chiusura di un 2023 nel segno della ripresa. I protagonisti del trasporto aereo del Vecchio Continente, a cominciare dal gruppo Lufthansa a quello di Air France-Klm, dal gruppo Ryanair a Iag, hanno tutti archiviato l'ultimo esercizio con risultati positivi.  Secondo un'analisi de Il Sole 24 Ore i quattro gruppi hanno registrato un fatturato di 106,16 miliardi di euro nel 2023, pari ad una crescita del +18,9% (16,87 miliardi), mentre gli utili netti aggregati sono cresciuti del +110% (7,45 miliardi). A centrare i migliori risultati è stato il gruppo Iag con ricavi per 29,45 miliardi (+27,6%), un utile operativo di 3,51 miliardi (+174%) e un utile netto più che quadruplicato a quota 2,655 miliardi. Anche Lufthansa ha fatto bene, ottenendo il terzo miglior risultato della storia (+15% di ricavi; +76% di utile operativo; +112% di utile netto). Si tratta di un trend significativo, se si considera che il volume del traffico internazionale è ancora al di sotto dei livelli pre-pandemici, segnando un -4,3% rispetto al 2019, mentre il traffico domestico è aumentato del +6,7% rispetto al gennaio di cinque anni fa. Intanto, nel gennaio 2024, la domanda di viaggio globale è aumentata del +16,6% rispetto allo stesso periodo del 2023, e quella europea del +10%. Una tendenza che conferma la buona performance registrata negli ultimi mesi dello scorso anno. Per questo motivo, l'associazione delle compagnie aeree europee Airlines for Europe (A4E) prevede che nell'estate del 2024 il traffico in Europa sarà del 96% rispetto ai livelli del 2019.   [post_title] => Le compagnie aeree europee ritrovano profitti e ricavi record nel 2023 [post_date] => 2024-03-22T10:11:52+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1711102312000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 463361 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'Austria entra di gran carriera nel 2024 con il lancio della nuova campagna di comunicazione globale che fa perno su un'unica parola chiave: “Lebensgefühl”.  Termine che è stato «volutamente mantenuto in lingua tedesca su tutti i mercati - spiega Herwig Kolzer, direttore di Austria Turismo in Italia, in occasione del workshop per agenzie e tour operator che si è svolto ieri a Milano e farà tappa oggi a Verona, per poi terminare a Roma - e identifica lo stile di vita austriaco: in altre parole, apprezzare il momento, godersi i piaceri della vita e sentirsi connessi con ciò che ci circonda. Sensazioni che condividiamo con i nostri ospiti quando sono in vacanza in Austria». La campagna, presentata alla recente Itb di Berlino, coinvolge 11 paesi, in collaborazione con 77 partner austriaci «e da aprile sarà visibile attraverso smart tv, out of home a Milano, anche con un tram brandizzato, e Brescia». Intanto, il consuntivo 2023 registra un trend positivo per i flussi dall'Italia: «Gli arrivi sono stati 1,01 milioni, per una crescita del 24% e il numero di pernottamenti è aumentato del 20% rispetto al 2022, per un totale di 2,6 milioni». Dati che non riportano ancora ai numeri del 2019 «siamo in difetto di un 7%» ma che posizionano comunque il nostro Paese «al quinto posto tra i principali mercati di provenienza in termini di arrivi, dopo Germania, Paesi Bassi, Svizzera, e Cechia e al 7° posto a livello di pernottamenti». Un turista italiano che predilige ancora una volta la ricca offerta culturale delle città austriache: «Parliamo in gran parte di coppie, che visitano il nostro Paese tra maggio e ottobre nel 65% dei casi, per periodi che in città si aggirano sui tre giorni mentre nelle regioni di Carinzia e Tirolo fino alla settimana; il restante 35% si reca in Austria in inverno, complice l'elevata attrattività dei mecatini di Natale». I nostri connazionali si affidano «nel 35% dei casi alla consulenza di agenzie e to per raggiungere l'Austria e anche per questo continuiamo a investire sulla formazione al trade, innanzitutto con i workshop e i webinar». Proprio il 2023 è stato caratterizzato da un significativo aumento del turismo in città e del turismo culturale: a Vienna, ad esempio, il numero di ospiti provenienti dall'Italia è aumentato del 45% rispetto al 2022. Oltre a Vienna, anche l’offerta culturale nelle altre capitali delle nove regioni è stata molto richiesta durante tutto l'anno. «Il 52% degli arrivi di ospiti italiani avviene oggi nei capoluoghi di provincia dell'Austria e di questi, i due terzi scelgono Vienna».   Cultura, sostenibilità e gastronomia   Nel 2024 in cui spicca il ruolo della cittadina storica di Bad Ischl che con altri 22 comuni rurali del territorio del Salzkammergut è Capitale Europea della Cultura (190 progetti per un totale di 300 eventi), i focus di Austria Turismo si concentrano poi oltre che sulle città, «sulla sostenibilità, con l'obiettivo di diventare una destinazione leader a livello mondiale in questo ambito».  A questo proposito, la capitale austriaca ospiterà dal 5 aprile al 14 luglio 2024 la prima Biennale del Clima: un programma interdisciplinare e interattivo ruoterà intorno all’arte e all’ecologia, e coinvolgerà tutta la città con l'obiettivo di trovare risposte comuni alla crisi climatica e lanciare nuove idee il futuro. Riflettori puntati anche sulla musica, con numerosi eventi legati a diversi anniversari: Nel 2024 il mondo della musica festeggia i 200 anni di Anton Bruckner, il poliedrico Arnold Schönberg fu il pioniere del metodo dodecafonico: a Vienna e a Mödling molte istituzioni parteciperanno all’anniversario dei 150 anni dalla sua nascita. Uno sguardo al 2025 porta invece al grande appuntamento a Vienna per i 200 anni dalla nascita di Johann Strauss. Infine, spazio alla gastronomia: «La Guida Michelin torna in Austria nel 2025, in collaborazione con Austria Turismo e otto enti regionali per la nuova selezione di ristoranti per l'Austria. La guida verrà pubblicata nel gennaio 2025».     [post_title] => Austria Turismo vara la nuova campagna 'Lebensgefühl'. Arrivi dall'Italia a +24% [post_date] => 2024-03-13T11:07:54+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1710328074000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 463268 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sconti fino al 40% su oltre 40 attrazioni della città, oltre a opportunità di accesso "salta la fila" e sconti esclusivi su visti per gli Emirati Arabi Uniti, carte sim, trasporti e altri servizi legati al viaggio: questi alcuni dei vantaggi garantiti dall'Abu Dhabi Pass, lanciato da Experience Abu Dhabi. I titolari del pass possono personalizzare la loro esperienza scegliendo tra tre opzioni di pass che si adattano a viaggi di durata e budget diversi. Il pacchetto Smart (da 31 dollari) è ideale per viaggi di due o tre giorni e garantisce l'ingresso a sette attrazioni, fino al 30% di sconto sulle esperienze e il 5% di sconto sulle prenotazioni alberghiere. Per i viaggi da quattro a sei giorni c’è il pacchetto Classic (da 101 dollari) e garantisce un risparmio fino al 35%, con accesso a 16 attrazioni e fino al 7% di sconto sulle prenotazioni alberghiere. Infine, per i soggiorni da sette a dieci giorni, il pacchetto Explorer (da 133 dollari) offre l'accesso a 19 attrazioni, con un risparmio fino al 40% e uno sconto del 10% sulle prenotazioni alberghiere.   [post_title] => Abu Dhabi Pass: tre opzioni diverse per un'esperienza di viaggio personalizzata [post_date] => 2024-03-12T10:39:42+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1710239982000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1101" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":6,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":138,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465181","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" E' un Airbus A321neo il 400° aeromobile consegnato da Airbus a easyJet: il velivolo porta una livrea speciale, con il numero 400 composto da aeromobili in miniatura.\r\nDalla consegna del primo aeromobile della famiglia Airbus A320 di easyJet, avvenuta 20 anni fa, la compagnia aerea si è affermata come uno dei maggiori operatori al mondo di aeromobili della famiglia A320 a corridoio singolo di Airbus, con oltre 330 aeromobili attualmente in servizio.\r\n\"Nel portare avanti il nostro programma di rinnovamento della flotta con aeromobili della famiglia A320neo, più efficienti dal punto di vista dei consumi e più silenziosi, siamo orgogliosi di continuare a lavorare con Airbus e Cfm, che hanno entrambi un approccio solido alla sostenibilità nella produzione e continuano a essere partner affidabili per easyJet\" ha dichiarato David Morgan, chief operating officer del vettore.\r\n\r\nLa compagnia ha recentemente confermato un ordine definitivo per altri 157 aeromobili della famiglia A320neo che comprende 56  A320neo e 101 A321neo e include anche il ridimensionamento di un ordine esistente per 35 A320neo nei più grandi A321neo.\r\nGrazie all'integrazione di efficienze operative, tra cui i motori di nuova generazione e gli Sharklet, l'aeromobile consente di ridurre del 50% la rumorosità in fase di decollo e atterraggio e di ottenere un risparmio di carburante e una riduzione di CO2 fino al 15% rispetto agli aeromobili a corridoio singolo della precedente generazione.\r\n ","post_title":"EasyJet: il rinnovo della flotta continua con l'arrivo del 400° aeromobile Airbus, un A321neo","post_date":"2024-04-10T08:57:23+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712739443000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464934","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il turismo continua nella sua inarrestabile crescita. Infatti secondo il World Travel & Tourism Council il 2024 sarà un anno da record per i viaggi e il turismo. Il settore infatti sembra destinato a raggiungere il suo massimo storico con ricavi per 11,1 trilioni di dollari. Secondo le stime dell’ultimo Economic Impact Research pubblicato dall’ente globale del turismo, il settore travel & tourism crescerà di ulteriori 770 miliardi di dollari rispetto al record precedente: in pratica su 10 dollari generati in tutto il mondo, uno riguarderà proprio il settore turistico. Inoltre il Wttc prevede che 142 paesi su 185 analizzati supereranno i precedenti record nazionali.\r\n\r\nSecondo il rapporto sono 348 milioni i posti di lavoro a livello globale, più di 13,6 milioni di posti di lavoro in più rispetto al suo punto più alto nel 2019. Si stima che la spesa dei visitatori internazionali arriverà a sfiorare il picco raggiunto 2019 con 1,89 trilioni di dollari, mentre i turisti nazionali spenderanno più che in qualsiasi altro anno registrato (5,4 trilioni di dollari).\r\n\r\nUsa e Cina\r\n\r\n“In un contesto di incertezza, il settore dei viaggi e del turismo rimane una potenza economica globale. Non si tratta solo di battere record, non parliamo più di ripresa: questa è la storia del settore che torna al suo meglio dopo alcuni anni difficili, fornendo una significativa spinta economica ai paesi di tutto il mondo e sostenendo milioni di persone di posti di lavoro – ha dichiarato Julia Simpson, presidente e ceo del Wttc –: .Tuttavia esiste il rischio: abbiamo bisogno che i governi statunitense e cinese sostengano i loro settori nazionali di viaggi e turismo. Gli Stati Uniti e la Cina continueranno a soffrire, mentre altri paesi vedranno il ritorno dei visitatori internazionali molto più velocemente”.\r\n\r\nGuardando al futuro, il Wttc prevede un promettente decennio, caratterizzato da una crescita robusta e opportunità di carriera senza precedenti. Entro il 2034, il settore potenzierà l’economia globale con l’incredibile cifra di 16 trilioni di dollari, pari all’11,4% dell’intero panorama economico.","post_title":"Wttc molto fiducioso: crescita di 770 miliardi di dollari nel 2024","post_date":"2024-04-05T11:01:28+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1712314888000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464840","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Inizia l'anno col giusto passo Aegean che ha chiuso il primo trimestre 2024 con numeri significativamente positivi nel traffico passeggeri: una crescita dell'11% sia nel network domestico che in quello internazionale. Nel trimestre tradizionalmente più debole dell'anno, la compagnia aerea greca ha trasportato circa 2,9 milioni di passeggeri, 278 mila in più rispetto al 2023, a fronte di una capacità offerta di 3,5 milioni di posti.\r\n\r\nLa crescita è stata altrettanto equilibrata rispetto al 2023, sia per le operazioni del network internazionale di Atene (+10%) che per quelle di Salonicco (+10%), a conferma dell'impegno del vettore a sviluppare ulteriormente il potenziale di crescita di entrambi i principali aeroporti greci con un significativo traffico internazionale durante l'inverno. La rete invernale di Aegean comprende 85 collegamenti diretti con destinazioni internazionali, 10 dei quali operati per la prima volta durante l'inverno, tra cui Bilbao, Bratislava, Tallinn e Barcellona da Salonicco, oltre alla nuova rotta per Dubai.\r\n\r\nDa sottolineare come l'aumento del traffico passeggeri internazionale abbia superato il 27% per Atene e il 32% per Salonicco rispetto al corrispondente periodo del 2019, registrando i primi risultati significativamente positivi per la compagnia e per il turismo greco, derivanti dal continuo investimento di Aegean nel mantenimento della rete, dell'interconnettività e delle frequenze del Paese durante il periodo invernale.\r\n\r\nL'anno scorso il vettore ha offerto più di 18,5 milioni di posti, con 11,1 milioni di posti internazionali, 2 milioni in più rispetto al 2022 e 800.000 in più rispetto al 2019. La rete della compagnia ha coperto un totale di 180 destinazioni in 49 Paesi con 307 rotte operate con 76 aeromobili, a seguito anche di 9 nuove consegne di aeromobili Airbus 320/321 neo.","post_title":"Aegean: passeggeri a +11% nel primo trimestre. Forte crescita del traffico internazionale","post_date":"2024-04-04T10:07:18+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712225238000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464611","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'aeroporto di Reggio Calabria rimarrà chiuso al traffico dal 9 all'11 aprile, dalle 17:30 alle 9:30 del mattino successivo, per lavori di riqualifica alle infrastrutture di volo e contestuale attività di implementazione di sistemi e infrastrutture nel terminal passeggerei.\r\nSecondo quanto spiegato dalla Sacal, la società di gestione degli aeroporti calabresi, \"la chiusura comporterà la cancellazione dei soli voli provenienti da Roma Fiumicino con arrivo a Reggio Calabria alle ore 22:45 (Az 1161) nelle date del 9 e 11 aprile ed in partenza dall'aeroporto di Reggio Calabria alle ore 6:40 (AZ 1154) nelle date del 10 e 12 aprile, per un totale di quattro voli\".\r\n \r\nI lavori riguardano: sostituzione e riqualifica degli aiuti visivi luminosi per la sicurezza del volo e realizzazione di un nuovo impianto luci soglia pista 15 e 33. In particolare le luci della pista saranno aggiornate con sistemi a led innovativi di maggiore efficienza e con notevole riduzione dei consumi energetici e quindi con minore impatto ambientale. Prevista anche un'indagine (carotaggio) sulla pavimentazione dell'area di movimento, il varo delle travi per gli impalcati sul torrente Sant'Agata necessari per la messa in sicurezza della viabilità perimetrale con interventi sul sistema di smistamento bagagli; le lavorazioni di impiantistica antincendio nella nuova sala arrivi.\r\n\r\n\"Questi interventi - sottolinea la nota Sacal - fanno parte del programma di ristrutturazione ed adeguamento tecnologico dell'aeroporto di Reggio Calabria finalizzato non solo al miglioramento delle infrastrutture di volo ma ad una riqualificazione dell'attuale terminal necessario per il traffico di passeggeri provenienti dai Paesi extra Ue\".","post_title":"Reggio Calabria: scalo chiuso tra il 9 e l'11 aprile per lavori di riqualificazione","post_date":"2024-03-29T09:17:25+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1711703845000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464480","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Profitti record per il 2023 di Tap Air Portugal che ha incassato lo scorso anno 177,3 milioni di euro, rispetto ai  65,6 milioni dell'esercizio precedente, su ricavi operativi storici a quota 4,2 miliardi di euro, +20,9%rispetto al 2022. \r\n \r\nL'ebitda ha toccato i 871,6 milioni, con un margine del 21%, mentre l'ebit ricorrente si è attestato a 385,8 milioni, con un margine del 9%. «gli ottimi risultati del 2023 confermano il percorso di recupero di Tap degli ultimi anni - ha commentato Luís Rodrigues, ceo della compagnia aerea lusitana -. Ricavi record, che hanno superato la soglia dei 4 miliardi di euro, margini operativi solidi e una chiara tendenza alla riduzione della leva finanziaria confermano la solidità finanziaria del gruppo. L'aumento della puntualità e della regolarità nella seconda metà dell'anno, sottolinea l'attenzione nell’offrire un miglioramento del servizio ai nostri passeggeri. La firma dei nuovi contratti collettivi di lavoro conferma il riconoscimento e l'impegno nei confronti del nostro personale. Il 2024 sarà un anno impegnativo che metterà alla prova il focus organizzativo, per il quale avremo bisogno dell'impegno di tutti i nostri team per affermare Tap come una delle aziende più interessanti del settore».\r\n\r\nNel 2023 TAP ha trasportato 15,9 milioni di passeggeri, (+15,2%) rispetto al 2022, pari al 93% del totale trasportato nel 2019. Sempre nel 2023, anche il numero totale di voli operati è aumentato dell'11,0%, raggiungendo l'88% dei livelli pre-crisi.\r\n \r\nLa capacità ha superato i livelli pre-crisi del 2019, raggiungendo il 101%, con un aumento del 14,9% rispetto al 2022. Il load factor è aumentato dello 0,8% su base annua, raggiungendo l'80,8% nel 2023, con un miglioramento dello 0,7% rispetto al 2019.\r\n\r\n \r\n ","post_title":"Tap Air Portugal vola alto con profitti e ricavi ai massimi storici","post_date":"2024-03-28T09:41:11+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1711618871000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464451","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Con 26.000 meeting organizzati e oltre 2.000 persone tra operatori e giornalisti da tutto il mondo si è chiusa ieri la tappa di Tolosa del salone Rendez-Vous en France. Gli oltre 635 espositori provenienti da ogni parte della Francia hanno avuto l’opportunità di raggiungere nei due giorni dell’evento circa 900 tour operator internazionali, 28 giornalisti provenienti da tutto il mondo, oltre ai 53 fam trip che hanno preceduto il salone.\r\n\r\nIl 2024 è un anno importante per la Francia, non solo per la presenza dei Giochi Olimpici e Paralimpici a Parigi tra luglio e ottobre, ma anche per altri eventi significativi come i 150 anni dell’Impressionismo, l’80° anniversario dello Sbarco in Normandia, il Francophonie summit alla Cité internationale de la langue française in Villers-Cotterêts,  la Vendee Globe - tour del mondo in barca a vela in solitario,  il 111° Tour de France, e la tanto attesa riapertura della Cattedrale di Notre Dame de Paris.\r\n\r\n«Lo sport farà da fil rouge tra i vari territori, ma non solo. Città e regioni puntano infatti su un’offerta sempre più in linea con le nuove richieste del mercato e dei clienti - ha dichiarato Caroline Leboucher, ceo di Atout France -. Sostenibilità e tutela ambientale le parole chiave che caratterizzano le proposte, dalla Nouvelle-Aquitaine, alla Provenza - Alpi del Sud e Costa Azzurra, l’Occitania, la Normandia, il Nord della Francia, la Regione di Parigi, la Corsica, la Bretagne, l’Auvergne Rhône Alpes, la Valle della Loira. Operatori e policy makers puntano sul territorio, un territorio che è sinonimo di patrimonio, prodotti, tradizioni, natura, luoghi, gastronomia, vino, cultura, verde, arte di vivere».\r\n\r\nUn anno particolare quindi per riscoprire tutta la Francia, con nuove proposte nel segno dell’innovazione e della creatività tipiche francesi.\r\n\r\nL’interesse del mercato italiano, oltre a confermare la scelta delle regioni come Corsica, Costa Azzurra, Provenza, Castelli della Loira e Parigi, è da diversi anni in crescita anche in altri territori francesi come la Bretagna, la Loira, l’Occitania e la Normandia solo per citarne alcune.\r\n\r\n\r\n[caption id=\"attachment_464453\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] La campagna #ExploreFrance[/caption]\r\n\r\n«La prima parte dell’anno conferma le previsioni di crescita del mercato italiano, che ha registrato un anno record nel 2023 - ha commentato Frédéric Meyer, direttore Atout France per l’Italia -. Come dichiarato anche dal nostro Ministro del Turismo lo scorso anno sono state registrate entrate nel settore per 75 miliardi di euro, e il mercato italiano è il 4° per il numero di visitatori, con 7,3 milioni di visitatori italiani in Francia nel 2023, e al 6° posto per le entrate turistiche con 3.5 miliardi di euro. E sono dati importanti anche quelli registrati in questi due giorni della tappa di Tolosa del Rdvef 2024: 26 tour operator e 2 giornalisti italiani, oltre allo staff di Atout France Italia. L’appuntamento per il prossimo Rendez-vous en France è a Lione, ad aprile 2025.\r\n\r\nLa nuova campagna #ExploreFrance\r\n\r\nNel frattempo proseguiamo con la campagna #ExploreFrance con 16 sotto-campagne specifiche dedicate alle nostre regioni, e tra queste faremo un investimento importante sulla Corsica. Oltre a una specifica campagna di conversione per sostenere le vendite degli operatori italiani sul mercato francese».\r\n\r\n[gallery ids=\"464455,464456,464457,464458,464461,464462\"]","post_title":"Grandi numeri registrati dal Rendez-vous en France a Tolosa","post_date":"2024-03-28T09:30:16+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":["atout-francia","francia"],"post_tag_name":["Atout Francia","francia"]},"sort":[1711618216000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464059","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Tempo di utili per le principali compagnie aeree  europee, a chiusura di un 2023 nel segno della ripresa. I protagonisti del trasporto aereo del Vecchio Continente, a cominciare dal gruppo Lufthansa a quello di Air France-Klm, dal gruppo Ryanair a Iag, hanno tutti archiviato l'ultimo esercizio con risultati positivi. \r\n\r\nSecondo un'analisi de Il Sole 24 Ore i quattro gruppi hanno registrato un fatturato di 106,16 miliardi di euro nel 2023, pari ad una crescita del +18,9% (16,87 miliardi), mentre gli utili netti aggregati sono cresciuti del +110% (7,45 miliardi).\r\n\r\nA centrare i migliori risultati è stato il gruppo Iag con ricavi per 29,45 miliardi (+27,6%), un utile operativo di 3,51 miliardi (+174%) e un utile netto più che quadruplicato a quota 2,655 miliardi. Anche Lufthansa ha fatto bene, ottenendo il terzo miglior risultato della storia (+15% di ricavi; +76% di utile operativo; +112% di utile netto).\r\n\r\nSi tratta di un trend significativo, se si considera che il volume del traffico internazionale è ancora al di sotto dei livelli pre-pandemici, segnando un -4,3% rispetto al 2019, mentre il traffico domestico è aumentato del +6,7% rispetto al gennaio di cinque anni fa.\r\n\r\nIntanto, nel gennaio 2024, la domanda di viaggio globale è aumentata del +16,6% rispetto allo stesso periodo del 2023, e quella europea del +10%. Una tendenza che conferma la buona performance registrata negli ultimi mesi dello scorso anno. Per questo motivo, l'associazione delle compagnie aeree europee Airlines for Europe (A4E) prevede che nell'estate del 2024 il traffico in Europa sarà del 96% rispetto ai livelli del 2019.\r\n\r\n ","post_title":"Le compagnie aeree europee ritrovano profitti e ricavi record nel 2023","post_date":"2024-03-22T10:11:52+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1711102312000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"463361","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'Austria entra di gran carriera nel 2024 con il lancio della nuova campagna di comunicazione globale che fa perno su un'unica parola chiave: “Lebensgefühl”. \r\n\r\nTermine che è stato «volutamente mantenuto in lingua tedesca su tutti i mercati - spiega Herwig Kolzer, direttore di Austria Turismo in Italia, in occasione del workshop per agenzie e tour operator che si è svolto ieri a Milano e farà tappa oggi a Verona, per poi terminare a Roma - e identifica lo stile di vita austriaco: in altre parole, apprezzare il momento, godersi i piaceri della vita e sentirsi connessi con ciò che ci circonda. Sensazioni che condividiamo con i nostri ospiti quando sono in vacanza in Austria».\r\n\r\nLa campagna, presentata alla recente Itb di Berlino, coinvolge 11 paesi, in collaborazione con 77 partner austriaci «e da aprile sarà visibile attraverso smart tv, out of home a Milano, anche con un tram brandizzato, e Brescia».\r\n\r\nIntanto, il consuntivo 2023 registra un trend positivo per i flussi dall'Italia: «Gli arrivi sono stati 1,01 milioni, per una crescita del 24% e il numero di pernottamenti è aumentato del 20% rispetto al 2022, per un totale di 2,6 milioni». Dati che non riportano ancora ai numeri del 2019 «siamo in difetto di un 7%» ma che posizionano comunque il nostro Paese «al quinto posto tra i principali mercati di provenienza in termini di arrivi, dopo Germania, Paesi Bassi, Svizzera, e Cechia e al 7° posto a livello di pernottamenti».\r\n\r\nUn turista italiano che predilige ancora una volta la ricca offerta culturale delle città austriache: «Parliamo in gran parte di coppie, che visitano il nostro Paese tra maggio e ottobre nel 65% dei casi, per periodi che in città si aggirano sui tre giorni mentre nelle regioni di Carinzia e Tirolo fino alla settimana; il restante 35% si reca in Austria in inverno, complice l'elevata attrattività dei mecatini di Natale». I nostri connazionali si affidano «nel 35% dei casi alla consulenza di agenzie e to per raggiungere l'Austria e anche per questo continuiamo a investire sulla formazione al trade, innanzitutto con i workshop e i webinar».\r\nProprio il 2023 è stato caratterizzato da un significativo aumento del turismo in città e del turismo culturale: a Vienna, ad esempio, il numero di ospiti provenienti dall'Italia è aumentato del 45% rispetto al 2022. Oltre a Vienna, anche l’offerta culturale nelle altre capitali delle nove regioni è stata molto richiesta durante tutto l'anno. «Il 52% degli arrivi di ospiti italiani avviene oggi nei capoluoghi di provincia dell'Austria e di questi, i due terzi scelgono Vienna».\r\n \r\nCultura, sostenibilità e gastronomia\r\n \r\nNel 2024 in cui spicca il ruolo della cittadina storica di Bad Ischl che con altri 22 comuni rurali del territorio del Salzkammergut è Capitale Europea della Cultura (190 progetti per un totale di 300 eventi), i focus di Austria Turismo si concentrano poi oltre che sulle città, «sulla sostenibilità, con l'obiettivo di diventare una destinazione leader a livello mondiale in questo ambito». \r\n\r\n\r\nA questo proposito, la capitale austriaca ospiterà dal 5 aprile al 14 luglio 2024 la prima Biennale del Clima: un programma interdisciplinare e interattivo ruoterà intorno all’arte e all’ecologia, e coinvolgerà tutta la città con l'obiettivo di trovare risposte comuni alla crisi climatica e lanciare nuove idee il futuro.\r\n\r\n\r\nRiflettori puntati anche sulla musica, con numerosi eventi legati a diversi anniversari: Nel 2024 il mondo della musica festeggia i 200 anni di Anton Bruckner, il poliedrico Arnold Schönberg fu il pioniere del metodo dodecafonico: a Vienna e a Mödling molte istituzioni parteciperanno all’anniversario dei 150 anni dalla sua nascita. Uno sguardo al 2025 porta invece al grande appuntamento a Vienna per i 200 anni dalla nascita di Johann Strauss.\r\n\r\n\r\nInfine, spazio alla gastronomia: «La Guida Michelin torna in Austria nel 2025, in collaborazione con Austria Turismo e otto enti regionali per la nuova selezione di ristoranti per l'Austria. La guida verrà pubblicata nel gennaio 2025».\r\n\r\n \r\n\r\n\r\n ","post_title":"Austria Turismo vara la nuova campagna 'Lebensgefühl'. Arrivi dall'Italia a +24%","post_date":"2024-03-13T11:07:54+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1710328074000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"463268","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sconti fino al 40% su oltre 40 attrazioni della città, oltre a opportunità di accesso \"salta la fila\" e sconti esclusivi su visti per gli Emirati Arabi Uniti, carte sim, trasporti e altri servizi legati al viaggio: questi alcuni dei vantaggi garantiti dall'Abu Dhabi Pass, lanciato da Experience Abu Dhabi.\r\nI titolari del pass possono personalizzare la loro esperienza scegliendo tra tre opzioni di pass che si adattano a viaggi di durata e budget diversi.\r\nIl pacchetto Smart (da 31 dollari) è ideale per viaggi di due o tre giorni e garantisce l'ingresso a sette attrazioni, fino al 30% di sconto sulle esperienze e il 5% di sconto sulle prenotazioni alberghiere.\r\nPer i viaggi da quattro a sei giorni c’è il pacchetto Classic (da 101 dollari) e garantisce un risparmio fino al 35%, con accesso a 16 attrazioni e fino al 7% di sconto sulle prenotazioni alberghiere.\r\nInfine, per i soggiorni da sette a dieci giorni, il pacchetto Explorer (da 133 dollari) offre l'accesso a 19 attrazioni, con un risparmio fino al 40% e uno sconto del 10% sulle prenotazioni alberghiere.\r\n ","post_title":"Abu Dhabi Pass: tre opzioni diverse per un'esperienza di viaggio personalizzata","post_date":"2024-03-12T10:39:42+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1710239982000]}]}}

Lascia un commento