2 March 2024

Lo stellato Berton ancora alla guida del ristorante underwater H20 dello You&Me Maldives

[ 0 ]

Sarà ancora lo chef stellato Andrea Berton a guidare il ristorante subacqueo H20 Underwater dello You&Me Maldives by The Cocoon Collection. Per il 2024, proporrà un menù rinnovato, in cui i tratti distintivi della sua cucina incontrano la materia prima dell’isola come cocco, papaya, aragosta e tonno. “Sono davvero felice di continuare questo percorso culinario – sottolinea lo stesso Berton -. In qualità di chef, il mio compito è quello di far sognare e di far stare bene gli ospiti con la mia cucina e, per fare questo, non bisogna mai fermarsi, ma studiare nuovi piatti con ingredienti unici. Per il quarto anno di partnership con l’H20, ho creato un menu che abbina alla materia prima dell’isola i tratti caratteristici della mia linea gastronomica”.

“La nostra passione per l’hospitality, la qualità dei servizi e per il benessere dei nostri ospiti sono da sempre i valori che ci guidano – aggiunge il founder e corporate manager The Cocoon Collection, Attilio Azzola -. Siamo molto felici di continuare la collaborazione con lo Chef Berton, il quale è un maestro nel creare esperienze uniche e indimenticabili. Tutti i clienti del ristorante subacqueo H2O Underwater possono infatti godere non solo di un menu eccellente, ma anche di uno spettacolo naturale senza eguali”.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462646 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Richieste in crescita con partenze di Pasqua e aprile già sold-out. Il risveglio della Cina è un dato di fatto, ha spiegato Laura Grassi, responsabile Chinasia by Idee per Viaggiare, in una delle prime uscite ufficiali del brand entrato nel gruppo IpV a luglio dell’anno scorso. L’occasione, un incontro di formazione svoltosi a Roma con la partecipazione di circa 50 agenzie di viaggio nella sede di Idee per Viaggiare e Act, l'Accademia Creativa Turismo, impegnata nel training per il trade. La ripresa è stata favorita anche dall'abolizione del visto per gli italiani per soggiorni inferiori a 15 giorni. «È stato un grande volano, unito all'appeal crescente di una destinazione più organizzata dopo la Pandemia e con moderne infrastrutture – ha aggiunto Laura Grassi -. Ci sono infatti più servizi per il turismo internazionale. La nostra offerta si focalizza da sempre su itinerari culturali e aspetti naturalistici. Proponiamo tour di diversa durata, a date fisse e prenotabili tutto l’anno, completi di servizi a terra. A breve usciremo anche con una brochure dedicata. La meta si conferma adatta a partenze programmate in piccoli gruppi con accompagnatori parlanti italiano o sinologi. Abbiamo anche aggiunto la possibilità delle estensioni mare con Maldive, Thailandia o Emirati Arabi, ideali per i viaggi di nozze grazie alla programmazione IpV e il volato di linea». [post_title] => Grassi, Chinasia by IpV: la Cina è tornata. Pasqua e aprile già sold-out [post_date] => 2024-03-01T15:32:40+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709307160000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462491 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Malta Tourism Authority apre ufficialmente le porte alla stagione estiva con la partecipazione alla Bmt di Napoli, nuova occasione per riconfermare il solido rapporto con il comparto turistico del Centro e Sud Italia. Tra i progetti di grande visibilità su cui l’ente sta lavorando per spingere la stagione, quello realizzato in collaborazione con lo chef Bruno Barbieri che ha avviato una rubrica di viaggi gastronomici sul suo canale Youtube, decidendo di iniziare con una serie di 12 episodi girati proprio a Malta e dedicati sia alla cultura che alla gastronomia dell’arcipelago. La scelta di un testimonial come Bruno Barbieri è in linea anche con le strategie promozionali in corso, a supporto del segmento luxury: recentemente è uscita la prima guida curata da Mta e dedicata a questo target. L’ente, inoltre, sta realizzando precise attività in collaborazione con operatori specializzati sul lusso come lo speciale fam trip dello scorso gennaio. Azioni che ottengono il loro risultato, in considerazione della nomina di Malta quale Preferred Destinations Partner da parte di Serandipians (il network di realtà legate al mondo del luxury travel), dei numerosi riconoscimenti ottenuti dagli hotel maltesi inseriti nella prestigiosa Forbes Travel Guide e dall’aumento del numero di ristoranti di fine dining inclusi nella Guida Michelin. Pronto l’ampio piano voli, con 5 compagnie attive - la nuova compagnia di bandiera KM Malta Airlines, Ryanair, Ita Airways, easyJet, Hellofly - che collegheranno con voli diretti 19 città italiane a Malta. «Arriviamo da un anno eccezionale per i flussi di turisti dall’Italia verso l’arcipelago e non mancheranno le occasioni per Malta Tourism Authority di incontrare il trade e il consumatore finale per mantenere vivo l’interesse verso la destinazione - dichiara Ester Tamasi, direttore Malta Tourism Authority Italia -. Una meta che grazie ai collegamenti costanti, al ricco programma di eventi durante tutto l’anno,  alla proposta culturale e naturalmente al clima è una meta da scoprire e riscoprire in qualsiasi stagione». Ester Tamasi sarà inoltre tra le protagoniste del panel dal titolo "Il Luxury world nella logica esperienziale: turismo e produzioni di eccellenza" che si terrà in Sala Adriatico giovedì 14 marzo alle ore 14.   [post_title] => L'estate di Malta va in scena alla Bmt: voli diretti da 19 città italiane [post_date] => 2024-03-01T10:20:34+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709288434000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462460 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Itinerari self drive o selezionati tour con guida, alla scoperta del vero Ovest Americano. Da Denver a Salt Lake City, Kibo accompagna i viaggiatori sulle tracce di pistoleri e nativi americani. Un'esperienza da fare cullati da ballate country, in una sequenza di tappe che tocca i luoghi più significativi dell’avanzata dell’uomo bianco negli sterminati territori dei nativi americani. Da segnalare per esempio l’itinerario, che parte da Denver, in Colorado, e arriva a Salt Lake City, nello Utah. Presentato in due versioni, da otto giorni e sette notti o da 15 giorni e 14 notti, permette di visitare città che conservano intatto un certo spirito di frontiera, qualcosa di intangibile e romantico, una linfa che ha ispirato anche l’ultimo libro di Alessandro Baricco: il suo western metafisico Abel. Si sosta a Cheyenne, nel Wyoming, Deadwood, in South Dakota, per tornare in Wyoming a Cody e nella valle di Jackson Hole, passando naturalmente per lo Yellowstone National Park. Ogni località ha molte storie da raccontare, che si intrecciano con quelle della grande Storia americana, tra fuorilegge e sceriffi, grandi pascoli e duro lavoro quotidiano alla ricerca di un futuro ancora tutto da scrivere. Mentre Cheyenne, città magica delle pianure deve la sua prosperità alla posizione strategica per la costruzione della Union Pacific Railroad nella seconda metà dell’800, Deadwood è celebre per essere stata teatro dell’uccisione del pistolero Wild Bill, protagonista di molti fumetti di Tex Willer. Qui visse anche la leggendaria Calamity Jane, donna carovaniera che partecipò alla corsa all’oro e che era nota per sparare come un uomo. Il mistero di una relazione sentimentale tra i due non è mai stato chiarito, ma a tutt’oggi la cittadina vive del loro ricordo, e ogni giorno viene rappresentata l’uccisione di Wild Bill come in un teatro di posa a cielo aperto. Cody, gemma delle Montagne Rocciose, fu fondata da Buffalo Bill: è la città del rodeo. Lo Yellowstone National Park è uno dei più grandi e famosi parchi nazionali degli Stati Uniti e comprende canyon, fiumi, catene montuose e laghi di bellezza assoluta. Ultima tappa prima di Salt Lake City è Jackson Hole: una valle che è situata a oltre 2 mila metri di altitudine, diventata negli anni una famosa stazione sciistica e che ha ospitato diverse competizioni internazionali. [post_title] => Il West di Kibo sulle tracce di pistoleri e nativi americani cullati dalle ballate country [post_date] => 2024-02-29T10:14:38+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709201678000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462382 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Aria di rinnovamento all’interno dello storico hotel Metropole di Montecarlo con l’apertura del salon Méditerranée. Luogo opera del designer e architetto parigino Jacque Garcia, si tratta di uno spazio elegante e raffinato adatto per feste private, cene eleganti o meeting aziendali. L’area misura 120 mq ed è dotata di wifi, video proiettore, televisione, aria condizionata, line telefonica privata, bloc notes e penne per i convegni. La capienza, che varia anche in base alla disposizione degli arredi da definire in base all’evento, raggiunge le 60 persone. L’atmosfera del salone è resa calda e accogliente dalla luce solare che filtra dalle ampie finestre presenti lungo la parete interna, irradiando gli affreschi decorativi disegnati da Delphine Nény, definita Miglior artigiana di Francia. Queste opere adornano dei pannelli presenti nella stanza che possono essere aperti, permettendo agli ospiti di ammirare la brigata di cucina all’opera. Particolare attenzione ricade sui green events, ossia eventi organizzabili all’interno dell’albergo durante i quali, tramite misure ad hoc, viene ridotto al minimo il consumo di plastiche grazie all’utilizzo di materiali riciclabili: dalle bottiglie d’acqua alle capsule per il caffè. Il Metropole offre inoltre alcune brevi attività interamente sostenibili da svolgere nelle pause dei seminari di business. In particolare, sarà possibile frequentare alcuni corsi di pasticceria a opera del pastry chef Patrick Mesiano, utilizzando solo ingredienti di stagione, oppure svolgere una pedalata per Monaco grazie alle apposite biciclette elettriche. Il servizio catering durante questi eventi è guidato da Christophe Cussac, head chef in grado di incontrare tutte le richieste degli ospiti, dai vegetariani ai gluten-free. Come per le classi di pasticceria, anche nella cucina il rispetto della stagionalità è d’obbligo nella scelta degli ingredienti, preservati e serviti senza l’utilizzo di confezioni o box di plastica. Si affianca il servizio del barman, in particolare durante i cocktail party. Tramite l’acquisto di due cocktail pensati dal Metropole, è tra l'altro possibile raccogliere fondi da trasferire in piani di riforestazione per la tutela e crescita del cosiddetto Polmone verde. [post_title] => Al Metropole di Montecarlo apre il salon Méditerranée per feste ed eventi [post_date] => 2024-02-28T10:40:01+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709116801000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462275 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nove itinerari in India e Nepal per assistere al Maha Kumbh Mela di Allahabad, il 3 febbraio 2025. Li propone Kel 12 per chi vuole partecipare al più grande raduno religioso al mondo, che va in scena ogni 12 anni sulle rive del Gange, in una della quattro città più sacre del paese: un rito antichissimo, uno dei più grandi spettacoli umani che esistano, in cui i fedeli arrivano per purificarsi attraverso il bagno nel fiume; milioni di persone che superano divisioni di casta, religione e provenienza. “Niente è come il Maha Kumbh Mela. E per poter vivere questa esperienza, questo viaggio nell’anima più intima e profonda dell’India, abbiamo studiato nove differenti tour che convergeranno tutti ad Allahabad tra il 2 e 3 febbraio - spiega la product manager Kel 12 - Viaggi Levi, Rosanna Locati -. Sette proposte sono già online, mentre altre due sono di prossima uscita e prevedono tour sul Gange a bordo di una barca in esclusiva: viaggi evento nell’evento, con partenza garantita, studiati per poter far scoprire l’anima più autentica e spirituale di questo paese. Ad Allahabad i nostri gruppi, per un totale di 200 persone, avranno la possibilità di sostare per tre giorni in un campo tendato dotato di una tenda-ristorante e di tende con più ambienti, provviste di veri e propri letti, lenzuola, coperte, bagno privato con doccia, veranda ed elettricità. Ogni gruppo manterrà la propria autonomia organizzativa nella gestione delle giornate, tranne che per i momenti dei pasti". [post_title] => Kel 12: nove itinerari per assistere in India al più grande raduno religioso al mondo [post_date] => 2024-02-27T09:25:22+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709025922000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462200 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La via Francigena toscana prova a ripensare se stessa e la Regione, cinque anni dopo la firma della convenzione siglata nel 2020 per gestirla, propone un nuova organizzazione, con un momento annuale di confronto a partire dai quattro comuni capofila (con Monteriggioni candidato ad esserne il coordinatore) e la valorizzazione  del terzo settore, portato a sintesi e rappresentato da un’associazione regionale. La proposta arriva direttamente dal presidente Eugenio Giani e dall’assessore al turismo Leonardo Marras. «La Regione Toscana crede molto nella valorizzazione della via Francigena e nel progetto “Comuni in cammino” - afferma il presidente Eugenio Giani - Dal 2009 la Regione ha investito oltre venti milioni di euro sulla via Francigena, per percorrerla in sicurezza a piedi, in  bicicletta o a cavallo. E’ un modo diverso, suggestivo, per conoscere la nostra regione e riscoprirne storia e tradizioni: un progetto, quello del ‘camininar lento’, a cui teniamo molto e sono contento che lo scorso dicembre siano finalmente stati sbloccati i fondi statali per la candidatura della strada come patrimonio Unesco. La Toscana è capofila, in questo progetto, delle altre sette regioni italiane coinvolte».    La Francigena, con i suoi mille e settecento chilometri da Canterbury in Inghilterra a Roma ed altri mille e trecento nel suo proseguimento ideale fino a Santa Maria di Leuca in Puglia, è da trent’anni un itinerario culturale riconosciuto dal Consiglio europeo.  Cinque stati e sedici diverse regioni coinvolte, circa centocinquanta tappe tra i venti e trenta chilometri l’una. Un crogiolo di culture e territori.   Il 2024 è un compleanno importante e nel 2025 ci sarà il Giubileo, anche se quella religiosa non è la sola dimensione del cammino come, ugualmente è stato sottolineato stamani, non solo di prodotto turistico si tratta: un turismo lento e sostenibile.  La strada è qualcosa di più ed attraversa la Toscana per quasi quattrocento chilometri. Passa per i territori di trentanove comuni, con quattro  amministrazioni capofila (Fucecchio, Lucca, Siena e Pontremoli) a rappresentare altrettante sezioni in cui si divide.   «Ebbene - aggiunge l’assessore Marras - serve un momento di sintesi e confronto annuale. Serve anche una responsabilizzazione di tutte le amministrazioni comunali e i soggetti coinvolti. Le varie sezioni della Francigena toscana devono poter dialogare fra loro». La Regione, che fino ad oggi ha finanziato la Francigena con 120 mila euro l’anno, non fa passi indietro, ma auspica un momento di confronto stabile: per programmare meglio all’inizio di ogni anno strategie ed interventi. «E la nostra proposta  - prosegue Marras – è di affidare al Comune di Monteriggioni il ruolo di coordinamento tra i Comuni capofila, attorno ad un tavolo dove ci sia anche il terzo settore, rappresentato da un’associazione regionale che raccolga le varie realtà, e la Regione naturalmente, con i rappresentanti di giunta e Consiglio regionale”». Ma quello della nuova governance pubblica e del ruolo e rappresentanza del terzo settore sono solo due dei cinque punti del manifesto che l’assessore lancia e che battezza come il manifesto di Monteriggioni 2024.  «C’è anche lo sviluppo di nuove iniziative in vista del Giubileo 2025 – racconta -. C’è la ricerca di finanziamenti statali, ad esempio sull’ippovia, e l’approvazione, entro il 2024, di una legge sui cammini».      [post_title] => Via Francigena, dalla Toscana la proposta di un coordinamento stabile [post_date] => 2024-02-26T10:21:54+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708942914000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462061 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Due eventi esperienziali organizzati nella Galleria d'arte moderna di Milano (Gam) e a Pompei, nonché altrettanti incontri esclusivi con i top partner realizzati a Roma e a Torino. Con quattro appuntamenti dedicati alle agenzie Trident Club in una serie di città italiane che hanno coinvolto circa 70 partecipanti, Club Med si è preparata all'apertura delle vendite per l'inverno 2024-2025, che si terrà dal 5 all’8 marzo. Il momento è particolarmente importante perché come vuole tradizione consente di prenotare una vacanza bloccando il prezzo con la migliore tariffa garantita della stagione su tutte le date di partenza e con riduzioni di prezzo: del 20% sulle Premium room (deluxe & suite) e del 15% per tutte le altre camere, anche a Natale e Capodanno. “Ogni anno che passa notiamo un’anticipazione delle prenotazioni dei clienti italiani. Durante l'ultima apertura vendite inverno 23-24 abbiamo registrato il numero di vendite più alto degli ultimi dieci anni (+76% rispetto all’anno precedente); la crescita record del +154% è stata realizzata dal segmento montagna - commenta Rabeea Ansari, managing director Southern Europe & emerging markets di Club Med -. Il nostro premium all inclusive è forte: in montagna, oltre a un’offerta completa che comprende anche skipass e lezioni di sci, offriamo la garanzia neve per tutelare i nostri clienti in caso di impianti chiusi”. La stagione invernale appena trascorsa ha in particolare registrato risultati più che positivi, facendo segnare per i soggiorni in montagna una crescita del 12%. In particolare, i resort di Pragelato Sestriere, nel comprensorio sciistico della Vialattea in Italia, e La Rosière, con il suo nuovissimo spazio di suite Exclusive Collection, hanno attirato l’attenzione di molti turisti italiani. La novità è Serre-Chevalier, nel cuore delle soleggiate Alpi del Sud e facilmente raggiungibile dall’Italia (a sole 3 ore e 30 minuti di auto da Milano), che riapre quest’anno completamente rinnovato. Anche il lungo raggio è stato particolarmente apprezzato dai clienti italiani. In particolare nei resort che possono essere definiti gli evergreen di Club Med. A partire dalle Maldive, la destinazione perfetta per una fuga romantica nelle Ville di Finolhu o nello spazio Exclusive Collection Manta del resort di Kani, fino alle Mauritius o alla Repubblica Dominicana, dove sorge il resort Michès Playa Esmeralda, che nel 2023 ha avuto una crescita globale del +236% rispetto all’anno precedente. O ancora, dalle Bahamas fino alle Antille Francesi, che ospitano i resort La Caravelle (Guadalupa) e Les Boucaniers (Martinica), immersi nella natura e nel blu del mar dei Caraibi. E sempre in tema di mete di lungo raggio, da menzionare anche il Club Med Phuket, tra i templi buddisti e le verdi montagne della Thailandia, che di recente è stato ampliato e rinnovato completamente. Novità anche per gli amanti del padel, per i quali Club Med ha investito in tredici dei propri resort predisponendo in tutto 44 campi da gioco.   [post_title] => Club Med: si avvicina l'apertura delle vendite invernali; incentivi e sconti dal 5 all'8 marzo [post_date] => 2024-02-22T11:52:55+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708602775000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461859 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_461860" align="alignleft" width="300"] Il nuovo resort Our Habitas a Ras Abrouq in Qatar[/caption] A solo un'ora di auto da Doha, la capitale del Qatar, tra dune calcaree, acque cristalline e tramonti maestosi è stato recentemente inaugurato il resort Ras Abrouq, nato dalla joint venture tra Our Habitas e Qatar Airways: 42 ville che si rifanno idealmente allo stile delle tende del deserto, in versione luxury, arredate con tonalità della terra, trame naturali ed elementi di design locale, forniscono un'interpretazione moderna del tessuto culturale della regione. Di diversa grandezza, possono ospitare fino a un massimo di otto persone e offrono un’esperienza unica grazie anche alla piscina privata e a un'ampia terrazza dalla quale ammirare le acque del golfo Persico. La filosofia del gruppo Our Habitas è rappresentata appieno anche in questo nuovo resort, dove musica, benessere, arte, avventura, cibo e apprendimento rendono unica l’esperienza del viaggio.  «Attraverso questi pilastri creiamo mondi magici in cui gli estranei diventano amici e gli amici diventano familiari. Questo è ciò che chiamiamo lusso per l'anima» dichiarano dalla direzione di Our Habitas Ras Abrouq. Il resort è situato ai margini della riserva della biosfera di Al-Reem, protetta dall'Unesco, e l’attenzione al territorio si ritrova anche nell’offerta gastronomica del ristorante Qissa, che propone piatti della tradizione locale preparati con ingredienti freschi di provenienza dai produttori del territorio, e permette di cenare godendo di uno dei tramonti più affascinanti sul golfo Persico. Gli ospiti vengono accolti al resort con una welcome ceremony, che regala un'esperienza di rilassamento e meditazione avvolti dall'incenso. E durante tutto il soggiorno sono davvero numerose le attività tra cui scegliere: sport acquatici come kayak e stand up paddleboarding, paddle tennis e avventure sulla terraferma, tra cui mountain bike, escursioni ed esplorazioni nel deserto. Ma anche yoga rigenerante all'alba, respirazione e cerimonie sonore illuminate dalle stelle per un'esperienza multisensoriale. Ad Our Habitas Ras Abrouq è possibile inoltre immergersi in antiche tradizioni, come l'artigianato della ceramica, l'arte della calligrafia e i laboratori di tessitura Al Sadu. L'amministratore delegato del gruppo Qatar Airways, Badr Mohammed Al-Meer ha dichiarato: «In qualità di compagnia aerea di bandiera dello stato del Qatar, stiamo contribuendo a portare avanti la Visione nazionale 2030 attraverso le nostre partnership. Insieme a Our Habitas stiamo lavorando per sbloccare il futuro dei viaggi curando esperienze innovative uniche nel loro genere. La nostra Habitas Ras Abrouq è davvero una destinazione desertica del Qatar di una bellezza mozzafiato e ora i viaggiatori di tutto il mondo, attraverso la rete Qatar Airways, possono sperimentare questo paesaggio in un modo unico quando volano a Doha». [gallery ids="461861,461863,461864,461866,461865,461862"] [post_title] => In Qatar aperto il nuovo resort nato dalla jv tra Our Habitas e Qatar Airways [post_date] => 2024-02-21T09:21:08+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => discover-qatar [1] => qatar [2] => qatar-airways ) [post_tag_name] => Array ( [0] => discover qatar [1] => Qatar [2] => qatar airways ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708507268000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461683 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Primo cruise operator in Italia, Gioco Viaggi in Bit ha presentato la sua variegata selezione di rotte che solcano i mari dei cinque continenti e dei fiumi d’Europa. Crociere di puro svago come di scoperta, firmate da dodici delle compagnie più importanti al mondo, di cui alcune proposte in esclusiva dall’operatore genovese. Accanto a Giorgio Torre e a Chiara Lagioni, rispettivamente presidente e product manager di Gioco Viaggi, nello stand si sono avvicendati i responsabili di quattro delle compagnie rappresentate, testimonial d’eccezione, a conferma di come oggi la crociera sia un prodotto estremamente versatile e in grado di offrire esperienze, ambienti, soluzioni differenziate secondo target e aspettative della clientela. Per supportare le agenzie di viaggi, Gioco Viaggi ha presentato quindi l’edizione aggiornata di Top Reasons: una sorta di manuale che evidenzia le peculiarità di ogni compagnia e le varie destinazioni. Nel 2024, riflettori puntati in particolare su Princess e Cunard. Alla prima è stata da poco consegnata  la Sun Princess (anche se non è ancora operativa, ndr), la nave più grande mai costruita fino a oggi in Italia con le sue 175.500 tonnellate; mentre la Queen Anne, ammiraglia della Cunard, partirà il 10 maggio da Southampton per il viaggio inaugurale a Lisbona con scalo a Madeira, Lanzarote, Gran Canaria, Tenerife e La Coruña. Accanto al mare da navigare, quello da vivere dalla costa di una Corsica magica, che da tre anni, insieme a una curata Montagna Collection, rappresentano il nuovo segmento dell’operatore ligure curato da Flavia Ottonello: due cataloghi distinti con soggiorni individuali e tour con accompagnatore, escursioni, trekking con guida o in libertà…. Il primo prevede soggiorni in residence e hotel di oltre trenta località corse, incluse alcune interne; il secondo soluzioni classiche in hotel o più esclusive in baite e chalet in Italia, Francia e Austria. Dal 29 giugno al 25 agosto torna anche Alpibus, formula bus più otto notti in hotel di località trentine con partenze da Genova, Savona, Sestri Levante, Tortona, Voghera, Piacenza e Cremona . [post_title] => Gioco Viaggi: nel 2024 focus su Princess e Cunard. E poi Corsica, montagna e Alpibus [post_date] => 2024-02-16T12:00:05+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708084805000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "lo stellato berton ancora alla guida del ristorante underwater h20 dello youme maldives" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":63,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":654,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462646","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Richieste in crescita con partenze di Pasqua e aprile già sold-out. Il risveglio della Cina è un dato di fatto, ha spiegato Laura Grassi, responsabile Chinasia by Idee per Viaggiare, in una delle prime uscite ufficiali del brand entrato nel gruppo IpV a luglio dell’anno scorso. L’occasione, un incontro di formazione svoltosi a Roma con la partecipazione di circa 50 agenzie di viaggio nella sede di Idee per Viaggiare e Act, l'Accademia Creativa Turismo, impegnata nel training per il trade.\r\n\r\nLa ripresa è stata favorita anche dall'abolizione del visto per gli italiani per soggiorni inferiori a 15 giorni. «È stato un grande volano, unito all'appeal crescente di una destinazione più organizzata dopo la Pandemia e con moderne infrastrutture – ha aggiunto Laura Grassi -. Ci sono infatti più servizi per il turismo internazionale. La nostra offerta si focalizza da sempre su itinerari culturali e aspetti naturalistici. Proponiamo tour di diversa durata, a date fisse e prenotabili tutto l’anno, completi di servizi a terra. A breve usciremo anche con una brochure dedicata. La meta si conferma adatta a partenze programmate in piccoli gruppi con accompagnatori parlanti italiano o sinologi. Abbiamo anche aggiunto la possibilità delle estensioni mare con Maldive, Thailandia o Emirati Arabi, ideali per i viaggi di nozze grazie alla programmazione IpV e il volato di linea».","post_title":"Grassi, Chinasia by IpV: la Cina è tornata. Pasqua e aprile già sold-out","post_date":"2024-03-01T15:32:40+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1709307160000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462491","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Malta Tourism Authority apre ufficialmente le porte alla stagione estiva con la partecipazione alla Bmt di Napoli, nuova occasione per riconfermare il solido rapporto con il comparto turistico del Centro e Sud Italia.\r\nTra i progetti di grande visibilità su cui l’ente sta lavorando per spingere la stagione, quello realizzato in collaborazione con lo chef Bruno Barbieri che ha avviato una rubrica di viaggi gastronomici sul suo canale Youtube, decidendo di iniziare con una serie di 12 episodi girati proprio a Malta e dedicati sia alla cultura che alla gastronomia dell’arcipelago.\r\nLa scelta di un testimonial come Bruno Barbieri è in linea anche con le strategie promozionali in corso, a supporto del segmento luxury: recentemente è uscita la prima guida curata da Mta e dedicata a questo target. L’ente, inoltre, sta realizzando precise attività in collaborazione con operatori specializzati sul lusso come lo speciale fam trip dello scorso gennaio. Azioni che ottengono il loro risultato, in considerazione della nomina di Malta quale Preferred Destinations Partner da parte di Serandipians (il network di realtà legate al mondo del luxury travel), dei numerosi riconoscimenti ottenuti dagli hotel maltesi inseriti nella prestigiosa Forbes Travel Guide e dall’aumento del numero di ristoranti di fine dining inclusi nella Guida Michelin.\r\nPronto l’ampio piano voli, con 5 compagnie attive - la nuova compagnia di bandiera KM Malta Airlines, Ryanair, Ita Airways, easyJet, Hellofly - che collegheranno con voli diretti 19 città italiane a Malta.\r\n«Arriviamo da un anno eccezionale per i flussi di turisti dall’Italia verso l’arcipelago e non mancheranno le occasioni per Malta Tourism Authority di incontrare il trade e il consumatore finale per mantenere vivo l’interesse verso la destinazione - dichiara Ester Tamasi, direttore Malta Tourism Authority Italia -. Una meta che grazie ai collegamenti costanti, al ricco programma di eventi durante tutto l’anno,  alla proposta culturale e naturalmente al clima è una meta da scoprire e riscoprire in qualsiasi stagione».\r\nEster Tamasi sarà inoltre tra le protagoniste del panel dal titolo \"Il Luxury world nella logica esperienziale: turismo e produzioni di eccellenza\" che si terrà in Sala Adriatico giovedì 14 marzo alle ore 14.\r\n ","post_title":"L'estate di Malta va in scena alla Bmt: voli diretti da 19 città italiane","post_date":"2024-03-01T10:20:34+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1709288434000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462460","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Itinerari self drive o selezionati tour con guida, alla scoperta del vero Ovest Americano. Da Denver a Salt Lake City, Kibo accompagna i viaggiatori sulle tracce di pistoleri e nativi americani. Un'esperienza da fare cullati da ballate country, in una sequenza di tappe che tocca i luoghi più significativi dell’avanzata dell’uomo bianco negli sterminati territori dei nativi americani.\r\n\r\nDa segnalare per esempio l’itinerario, che parte da Denver, in Colorado, e arriva a Salt Lake City, nello Utah. Presentato in due versioni, da otto giorni e sette notti o da 15 giorni e 14 notti, permette di visitare città che conservano intatto un certo spirito di frontiera, qualcosa di intangibile e romantico, una linfa che ha ispirato anche l’ultimo libro di Alessandro Baricco: il suo western metafisico Abel.\r\n\r\nSi sosta a Cheyenne, nel Wyoming, Deadwood, in South Dakota, per tornare in Wyoming a Cody e nella valle di Jackson Hole, passando naturalmente per lo Yellowstone National Park. Ogni località ha molte storie da raccontare, che si intrecciano con quelle della grande Storia americana, tra fuorilegge e sceriffi, grandi pascoli e duro lavoro quotidiano alla ricerca di un futuro ancora tutto da scrivere. Mentre Cheyenne, città magica delle pianure deve la sua prosperità alla posizione strategica per la costruzione della Union Pacific Railroad nella seconda metà dell’800, Deadwood è celebre per essere stata teatro dell’uccisione del pistolero Wild Bill, protagonista di molti fumetti di Tex Willer. Qui visse anche la leggendaria Calamity Jane, donna carovaniera che partecipò alla corsa all’oro e che era nota per sparare come un uomo. Il mistero di una relazione sentimentale tra i due non è mai stato chiarito, ma a tutt’oggi la cittadina vive del loro ricordo, e ogni giorno viene rappresentata l’uccisione di Wild Bill come in un teatro di posa a cielo aperto.\r\n\r\nCody, gemma delle Montagne Rocciose, fu fondata da Buffalo Bill: è la città del rodeo. Lo Yellowstone National Park è uno dei più grandi e famosi parchi nazionali degli Stati Uniti e comprende canyon, fiumi, catene montuose e laghi di bellezza assoluta. Ultima tappa prima di Salt Lake City è Jackson Hole: una valle che è situata a oltre 2 mila metri di altitudine, diventata negli anni una famosa stazione sciistica e che ha ospitato diverse competizioni internazionali.","post_title":"Il West di Kibo sulle tracce di pistoleri e nativi americani cullati dalle ballate country","post_date":"2024-02-29T10:14:38+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1709201678000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462382","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Aria di rinnovamento all’interno dello storico hotel Metropole di Montecarlo con l’apertura del salon Méditerranée. Luogo opera del designer e architetto parigino Jacque Garcia, si tratta di uno spazio elegante e raffinato adatto per feste private, cene eleganti o meeting aziendali. L’area misura 120 mq ed è dotata di wifi, video proiettore, televisione, aria condizionata, line telefonica privata, bloc notes e penne per i convegni. La capienza, che varia anche in base alla disposizione degli arredi da definire in base all’evento, raggiunge le 60 persone.\r\n\r\nL’atmosfera del salone è resa calda e accogliente dalla luce solare che filtra dalle ampie finestre presenti lungo la parete interna, irradiando gli affreschi decorativi disegnati da Delphine Nény, definita Miglior artigiana di Francia. Queste opere adornano dei pannelli presenti nella stanza che possono essere aperti, permettendo agli ospiti di ammirare la brigata di cucina all’opera.\r\n\r\nParticolare attenzione ricade sui green events, ossia eventi organizzabili all’interno dell’albergo durante i quali, tramite misure ad hoc, viene ridotto al minimo il consumo di plastiche grazie all’utilizzo di materiali riciclabili: dalle bottiglie d’acqua alle capsule per il caffè. Il Metropole offre inoltre alcune brevi attività interamente sostenibili da svolgere nelle pause dei seminari di business. In particolare, sarà possibile frequentare alcuni corsi di pasticceria a opera del pastry chef Patrick Mesiano, utilizzando solo ingredienti di stagione, oppure svolgere una pedalata per Monaco grazie alle apposite biciclette elettriche.\r\n\r\nIl servizio catering durante questi eventi è guidato da Christophe Cussac, head chef in grado di incontrare tutte le richieste degli ospiti, dai vegetariani ai gluten-free. Come per le classi di pasticceria, anche nella cucina il rispetto della stagionalità è d’obbligo nella scelta degli ingredienti, preservati e serviti senza l’utilizzo di confezioni o box di plastica. Si affianca il servizio del barman, in particolare durante i cocktail party. Tramite l’acquisto di due cocktail pensati dal Metropole, è tra l'altro possibile raccogliere fondi da trasferire in piani di riforestazione per la tutela e crescita del cosiddetto Polmone verde.","post_title":"Al Metropole di Montecarlo apre il salon Méditerranée per feste ed eventi","post_date":"2024-02-28T10:40:01+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1709116801000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462275","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nove itinerari in India e Nepal per assistere al Maha Kumbh Mela di Allahabad, il 3 febbraio 2025. Li propone Kel 12 per chi vuole partecipare al più grande raduno religioso al mondo, che va in scena ogni 12 anni sulle rive del Gange, in una della quattro città più sacre del paese: un rito antichissimo, uno dei più grandi spettacoli umani che esistano, in cui i fedeli arrivano per purificarsi attraverso il bagno nel fiume; milioni di persone che superano divisioni di casta, religione e provenienza.\r\n\r\n“Niente è come il Maha Kumbh Mela. E per poter vivere questa esperienza, questo viaggio nell’anima più intima e profonda dell’India, abbiamo studiato nove differenti tour che convergeranno tutti ad Allahabad tra il 2 e 3 febbraio - spiega la product manager Kel 12 - Viaggi Levi, Rosanna Locati -. Sette proposte sono già online, mentre altre due sono di prossima uscita e prevedono tour sul Gange a bordo di una barca in esclusiva: viaggi evento nell’evento, con partenza garantita, studiati per poter far scoprire l’anima più autentica e spirituale di questo paese. Ad Allahabad i nostri gruppi, per un totale di 200 persone, avranno la possibilità di sostare per tre giorni in un campo tendato dotato di una tenda-ristorante e di tende con più ambienti, provviste di veri e propri letti, lenzuola, coperte, bagno privato con doccia, veranda ed elettricità. Ogni gruppo manterrà la propria autonomia organizzativa nella gestione delle giornate, tranne che per i momenti dei pasti\".","post_title":"Kel 12: nove itinerari per assistere in India al più grande raduno religioso al mondo","post_date":"2024-02-27T09:25:22+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1709025922000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462200","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La via Francigena toscana prova a ripensare se stessa e la Regione, cinque anni dopo la firma della convenzione siglata nel 2020 per gestirla, propone un nuova organizzazione, con un momento annuale di confronto a partire dai quattro comuni capofila (con Monteriggioni candidato ad esserne il coordinatore) e la valorizzazione  del terzo settore, portato a sintesi e rappresentato da un’associazione regionale.\r\n\r\nLa proposta arriva direttamente dal presidente Eugenio Giani e dall’assessore al turismo Leonardo Marras.\r\n\r\n«La Regione Toscana crede molto nella valorizzazione della via Francigena e nel progetto “Comuni in cammino” - afferma il presidente Eugenio Giani - Dal 2009 la Regione ha investito oltre venti milioni di euro sulla via Francigena, per percorrerla in sicurezza a piedi, in  bicicletta o a cavallo. E’ un modo diverso, suggestivo, per conoscere la nostra regione e riscoprirne storia e tradizioni: un progetto, quello del ‘camininar lento’, a cui teniamo molto e sono contento che lo scorso dicembre siano finalmente stati sbloccati i fondi statali per la candidatura della strada come patrimonio Unesco. La Toscana è capofila, in questo progetto, delle altre sette regioni italiane coinvolte».   \r\n\r\nLa Francigena, con i suoi mille e settecento chilometri da Canterbury in Inghilterra a Roma ed altri mille e trecento nel suo proseguimento ideale fino a Santa Maria di Leuca in Puglia, è da trent’anni un itinerario culturale riconosciuto dal Consiglio europeo.  Cinque stati e sedici diverse regioni coinvolte, circa centocinquanta tappe tra i venti e trenta chilometri l’una. Un crogiolo di culture e territori.  \r\n\r\nIl 2024 è un compleanno importante e nel 2025 ci sarà il Giubileo, anche se quella religiosa non è la sola dimensione del cammino come, ugualmente è stato sottolineato stamani, non solo di prodotto turistico si tratta: un turismo lento e sostenibile.  La strada è qualcosa di più ed attraversa la Toscana per quasi quattrocento chilometri. Passa per i territori di trentanove comuni, con quattro  amministrazioni capofila (Fucecchio, Lucca, Siena e Pontremoli) a rappresentare altrettante sezioni in cui si divide.  \r\n\r\n«Ebbene - aggiunge l’assessore Marras - serve un momento di sintesi e confronto annuale. Serve anche una responsabilizzazione di tutte le amministrazioni comunali e i soggetti coinvolti. Le varie sezioni della Francigena toscana devono poter dialogare fra loro». La Regione, che fino ad oggi ha finanziato la Francigena con 120 mila euro l’anno, non fa passi indietro, ma auspica un momento di confronto stabile: per programmare meglio all’inizio di ogni anno strategie ed interventi.\r\n\r\n«E la nostra proposta  - prosegue Marras – è di affidare al Comune di Monteriggioni il ruolo di coordinamento tra i Comuni capofila, attorno ad un tavolo dove ci sia anche il terzo settore, rappresentato da un’associazione regionale che raccolga le varie realtà, e la Regione naturalmente, con i rappresentanti di giunta e Consiglio regionale”».\r\n\r\nMa quello della nuova governance pubblica e del ruolo e rappresentanza del terzo settore sono solo due dei cinque punti del manifesto che l’assessore lancia e che battezza come il manifesto di Monteriggioni 2024.  «C’è anche lo sviluppo di nuove iniziative in vista del Giubileo 2025 – racconta -. C’è la ricerca di finanziamenti statali, ad esempio sull’ippovia, e l’approvazione, entro il 2024, di una legge sui cammini». \r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Via Francigena, dalla Toscana la proposta di un coordinamento stabile","post_date":"2024-02-26T10:21:54+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1708942914000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462061","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Due eventi esperienziali organizzati nella Galleria d'arte moderna di Milano (Gam) e a Pompei, nonché altrettanti incontri esclusivi con i top partner realizzati a Roma e a Torino. Con quattro appuntamenti dedicati alle agenzie Trident Club in una serie di città italiane che hanno coinvolto circa 70 partecipanti, Club Med si è preparata all'apertura delle vendite per l'inverno 2024-2025, che si terrà dal 5 all’8 marzo.\r\n\r\nIl momento è particolarmente importante perché come vuole tradizione consente di prenotare una vacanza bloccando il prezzo con la migliore tariffa garantita della stagione su tutte le date di partenza e con riduzioni di prezzo: del 20% sulle Premium room (deluxe & suite) e del 15% per tutte le altre camere, anche a Natale e Capodanno.\r\n\r\n“Ogni anno che passa notiamo un’anticipazione delle prenotazioni dei clienti italiani. Durante l'ultima apertura vendite inverno 23-24 abbiamo registrato il numero di vendite più alto degli ultimi dieci anni (+76% rispetto all’anno precedente); la crescita record del +154% è stata realizzata dal segmento montagna - commenta Rabeea Ansari, managing director Southern Europe & emerging markets di Club Med -. Il nostro premium all inclusive è forte: in montagna, oltre a un’offerta completa che comprende anche skipass e lezioni di sci, offriamo la garanzia neve per tutelare i nostri clienti in caso di impianti chiusi”.\r\n\r\nLa stagione invernale appena trascorsa ha in particolare registrato risultati più che positivi, facendo segnare per i soggiorni in montagna una crescita del 12%. In particolare, i resort di Pragelato Sestriere, nel comprensorio sciistico della Vialattea in Italia, e La Rosière, con il suo nuovissimo spazio di suite Exclusive Collection, hanno attirato l’attenzione di molti turisti italiani. La novità è Serre-Chevalier, nel cuore delle soleggiate Alpi del Sud e facilmente raggiungibile dall’Italia (a sole 3 ore e 30 minuti di auto da Milano), che riapre quest’anno completamente rinnovato.\r\n\r\nAnche il lungo raggio è stato particolarmente apprezzato dai clienti italiani. In particolare nei resort che possono essere definiti gli evergreen di Club Med. A partire dalle Maldive, la destinazione perfetta per una fuga romantica nelle Ville di Finolhu o nello spazio Exclusive Collection Manta del resort di Kani, fino alle Mauritius o alla Repubblica Dominicana, dove sorge il resort Michès Playa Esmeralda, che nel 2023 ha avuto una crescita globale del +236% rispetto all’anno precedente. O ancora, dalle Bahamas fino alle Antille Francesi, che ospitano i resort La Caravelle (Guadalupa) e Les Boucaniers (Martinica), immersi nella natura e nel blu del mar dei Caraibi. E sempre in tema di mete di lungo raggio, da menzionare anche il Club Med Phuket, tra i templi buddisti e le verdi montagne della Thailandia, che di recente è stato ampliato e rinnovato completamente. Novità anche per gli amanti del padel, per i quali Club Med ha investito in tredici dei propri resort predisponendo in tutto 44 campi da gioco.\r\n\r\n ","post_title":"Club Med: si avvicina l'apertura delle vendite invernali; incentivi e sconti dal 5 all'8 marzo","post_date":"2024-02-22T11:52:55+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1708602775000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461859","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_461860\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Il nuovo resort Our Habitas a Ras Abrouq in Qatar[/caption]\r\n\r\nA solo un'ora di auto da Doha, la capitale del Qatar, tra dune calcaree, acque cristalline e tramonti maestosi è stato recentemente inaugurato il resort Ras Abrouq, nato dalla joint venture tra Our Habitas e Qatar Airways: 42 ville che si rifanno idealmente allo stile delle tende del deserto, in versione luxury, arredate con tonalità della terra, trame naturali ed elementi di design locale, forniscono un'interpretazione moderna del tessuto culturale della regione. Di diversa grandezza, possono ospitare fino a un massimo di otto persone e offrono un’esperienza unica grazie anche alla piscina privata e a un'ampia terrazza dalla quale ammirare le acque del golfo Persico.\r\n\r\nLa filosofia del gruppo Our Habitas è rappresentata appieno anche in questo nuovo resort, dove musica, benessere, arte, avventura, cibo e apprendimento rendono unica l’esperienza del viaggio.  «Attraverso questi pilastri creiamo mondi magici in cui gli estranei diventano amici e gli amici diventano familiari. Questo è ciò che chiamiamo lusso per l'anima» dichiarano dalla direzione di Our Habitas Ras Abrouq.\r\n\r\nIl resort è situato ai margini della riserva della biosfera di Al-Reem, protetta dall'Unesco, e l’attenzione al territorio si ritrova anche nell’offerta gastronomica del ristorante Qissa, che propone piatti della tradizione locale preparati con ingredienti freschi di provenienza dai produttori del territorio, e permette di cenare godendo di uno dei tramonti più affascinanti sul golfo Persico. Gli ospiti vengono accolti al resort con una welcome ceremony, che regala un'esperienza di rilassamento e meditazione avvolti dall'incenso. E durante tutto il soggiorno sono davvero numerose le attività tra cui scegliere: sport acquatici come kayak e stand up paddleboarding, paddle tennis e avventure sulla terraferma, tra cui mountain bike, escursioni ed esplorazioni nel deserto. Ma anche yoga rigenerante all'alba, respirazione e cerimonie sonore illuminate dalle stelle per un'esperienza multisensoriale. Ad Our Habitas Ras Abrouq è possibile inoltre immergersi in antiche tradizioni, come l'artigianato della ceramica, l'arte della calligrafia e i laboratori di tessitura Al Sadu.\r\n\r\nL'amministratore delegato del gruppo Qatar Airways, Badr Mohammed Al-Meer ha dichiarato: «In qualità di compagnia aerea di bandiera dello stato del Qatar, stiamo contribuendo a portare avanti la Visione nazionale 2030 attraverso le nostre partnership. Insieme a Our Habitas stiamo lavorando per sbloccare il futuro dei viaggi curando esperienze innovative uniche nel loro genere. La nostra Habitas Ras Abrouq è davvero una destinazione desertica del Qatar di una bellezza mozzafiato e ora i viaggiatori di tutto il mondo, attraverso la rete Qatar Airways, possono sperimentare questo paesaggio in un modo unico quando volano a Doha».\r\n\r\n[gallery ids=\"461861,461863,461864,461866,461865,461862\"]","post_title":"In Qatar aperto il nuovo resort nato dalla jv tra Our Habitas e Qatar Airways","post_date":"2024-02-21T09:21:08+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":["discover-qatar","qatar","qatar-airways"],"post_tag_name":["discover qatar","Qatar","qatar airways"]},"sort":[1708507268000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461683","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Primo cruise operator in Italia, Gioco Viaggi in Bit ha presentato la sua variegata selezione di rotte che solcano i mari dei cinque continenti e dei fiumi d’Europa. Crociere di puro svago come di scoperta, firmate da dodici delle compagnie più importanti al mondo, di cui alcune proposte in esclusiva dall’operatore genovese. Accanto a Giorgio Torre e a Chiara Lagioni, rispettivamente presidente e product manager di Gioco Viaggi, nello stand si sono avvicendati i responsabili di quattro delle compagnie rappresentate, testimonial d’eccezione, a conferma di come oggi la crociera sia un prodotto estremamente versatile e in grado di offrire esperienze, ambienti, soluzioni differenziate secondo target e aspettative della clientela.\r\n\r\nPer supportare le agenzie di viaggi, Gioco Viaggi ha presentato quindi l’edizione aggiornata di Top Reasons: una sorta di manuale che evidenzia le peculiarità di ogni compagnia e le varie destinazioni. Nel 2024, riflettori puntati in particolare su Princess e Cunard. Alla prima è stata da poco consegnata  la Sun Princess (anche se non è ancora operativa, ndr), la nave più grande mai costruita fino a oggi in Italia con le sue 175.500 tonnellate; mentre la Queen Anne, ammiraglia della Cunard, partirà il 10 maggio da Southampton per il viaggio inaugurale a Lisbona con scalo a Madeira, Lanzarote, Gran Canaria, Tenerife e La Coruña.\r\n\r\nAccanto al mare da navigare, quello da vivere dalla costa di una Corsica magica, che da tre anni, insieme a una curata Montagna Collection, rappresentano il nuovo segmento dell’operatore ligure curato da Flavia Ottonello: due cataloghi distinti con soggiorni individuali e tour con accompagnatore, escursioni, trekking con guida o in libertà…. Il primo prevede soggiorni in residence e hotel di oltre trenta località corse, incluse alcune interne; il secondo soluzioni classiche in hotel o più esclusive in baite e chalet in Italia, Francia e Austria. Dal 29 giugno al 25 agosto torna anche Alpibus, formula bus più otto notti in hotel di località trentine con partenze da Genova, Savona, Sestri Levante, Tortona, Voghera, Piacenza e Cremona .","post_title":"Gioco Viaggi: nel 2024 focus su Princess e Cunard. E poi Corsica, montagna e Alpibus","post_date":"2024-02-16T12:00:05+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1708084805000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti