6 October 2022

Blu Hotels: si avvicinano i numeri del 2019

[ 0 ]

Parte la stagione estiva di Blu Hotels. Il gruppo italiano ha creduto nel proprio progetto, trasformando in potenziale di crescita il lascito dei difficili anni trascorsi. «Abbiamo approfittato di questi mesi di chiusura forzata per investire e rinnovarci, realizzando importanti ristrutturazioni e rinegoziando i contratti con i proprietari – sottolinea Nicola Risatti, presidente e amministratore delegato del gruppo –. Tra gli interventi più significativi quelli realizzati al Grand Hotel di Forte dei Marmi, al Grand Hotel Misurina, al Laconia Village e al Park Hotel Casimiro, che è di proprietà. Ora guardiamo al futuro, consapevoli che uno dei nostri maggiori punti di forza è il valore umano: l’essere una grande famiglia. Le nostre strutture turistiche al mare, in montagna e sui laghi, interpretano l’arte dell’accoglienza italiana nelle 4 C che sono l’essenza della bellezza del territorio: costume, cultura, cibo e convivialità. Blu Hotels è una realtà aziendale dinamica: miriamo a un costante miglioramento piuttosto che a una crescita fine a se stessa, nell’ottica di offrire un servizio sempre più curato e personalizzato al cliente, nel miglior equilibrio qualità/prezzo».

Un obiettivo che, dal 1993, ha garantito a Blu Hotels un’espansione costante, con un parco di due terzi di strutture in lease e un terzo di proprietà. Fondamentale il rapporto con le adv, per le quali è stato attivato un sistema di prenotazioni online, che sta funzionando molto bene: «Il nostro impegno va alla personalizzazione del soggiorno in base al cliente – spiega Manuela Miraudo, events & communication manager di Blu Hotels -: offriamo il villaggio con l’animazione e il miniclub, il servizio hotel completo con servizi come la biberoneria per chi deve preparare la pappa per il proprio bambino. E poi c’è la ricca offerta luxury dei boutique hotel, fatti su misura per le coppie. Curiamo anche le escursioni, guidate da professionisti su tutto il territorio. Il segmento mice sta facendo un ottimo fatturato: diverse strutture hanno sale meeting per organizzare eventi e lavorano molto con la clientela business. Le nostre location, in particolare quelle montane, sono ideali per viaggi incentive, dove le aziende offrono ai propri dipendenti un momento di lavoro unito a uno di svago. Importante il tema della sostenibilità. Abbiamo intrapreso un percorso fatto di tanti tasselli: dalla scelta dei materiali all’eliminazione della plastica già nei dispenser mono-dose delle camere e, ancora, l’uso di tovagliette riciclabili nei ristoranti al posto delle tovaglie di stoffa. Guardando infine all’andamento del mercato, pur essendo partiti tardi abbiamo lavorato molto bene nell’estate del 2021; nel 2022 in molte strutture raggiungeremo i numeri del 2019».




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431797 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_412544" align="alignright" width="300"] Roberta Garibaldi, ad Enit[/caption] Enit porta l'offerta congressuale italiana sul palcoscenico di Imex America, in calendario dall’11 al 13 ottobre prossimi. Ottime le performance dell’Europa per numero di meeting internazionali promossi dalle associazioni: nella Top 20 Destination Performance Index di Icca, il 70% dei paesi e l’80% delle città sono destinazioni europee. Seguono i Paesi asiatici (15%) e i Paesi nordamericani (10%), mentre l’Oceania, rappresentata dall'Australia, ha una quota di mercato del 5%. La Spagna balza di 2 posizioni rispetto al 2019 e diventa la seconda destinazione per meeting a livello globale, dopo gli Stati Uniti che restano saldi al primo posto per numero di congressi ospitati. Dopo la Germania al 3° e la Francia al 4°, l'Italia nel 2021 ottiene il 5° posto, scavalcando il Regno Unito che scende di una posizione rispetto al 2019.     Nella classifica delle città, Roma entra nelle prime 20 posizioni e si piazza al 16° posto. Nel 2021 in Italia sono stati realizzati complessivamente 86.438 eventi in presenza o in formato ibrido con una crescita del +23,7% rispetto al 2020, per un totale di 4.585.433 partecipanti (+14,7% sul 2020). Sempre lo scorso anno, la spesa internazionale per viaggi d’affari in Italia nel 2021, circa 4,3 miliardi di euro (+50,8% sul 2020), è cresciuta più di quella per vacanze (+16,8%).  Sono 10,8 milioni i viaggiatori internazionali in Italia per motivi di lavoro/affari nel 2021 (+18,2% sul 2020) per un totale di circa 33 milioni di notti (+16,7%). (Fonte Ufficio Studi su dati Banca d’Italia)    Nei primi 6 mesi del 2022, i viaggiatori dall’estero in Italia per motivi di lavoro spendono quasi 3 miliardi di euro (fonte: Ufficio Studi su dati Banca d’Italia – 2022 provvisori).     Il settore mice troverà il vigore di un tempo nel 2026. "Il successo dei meeting face to face dovrà essere basato in futuro sulla qualità dei contenuti e l’apporto che la destinazione può dare al raggiungimento degli obiettivi dell’evento, l’affiancamento di elementi virtuali, l’offerta di un’effettiva esperienza di networking, la sostenibilità" dichiara l'ad Enit, Roberta Garibaldi. "Se analizziamo i dati disponibili ci rendiamo conto di quanto sia aumentata la determinazione di fattori come la reputazione, l’accessibilità dei luoghi, i fattori ambientali, il clima, le opportunità extra conferenze, le caratteristiche delle strutture ricettive per qualità e standard di sicurezza e come ci si orienti anche su strutture con meno camere con un’ospitalità più familiare. E’ cresciuto l’interesse per strutture con aree esterne con flessibilità degli spazi, attenzione alla sostenibilità e all’enogastronomia e con avanzata dotazione tecnologica”. [post_title] => Enit porta l'Italia a Imex America: il nostro Paese è la quinta destinazione Mice al mondo [post_date] => 2022-10-06T12:41:01+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665060061000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431778 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'Irlanda si affaccia sull'inverno forte di numerosi collegamenti aerei dall'Italia, che la rendono una destinazione facilmente raggiungibile lungo tutto l'arco dell'anno. Oltre ai numerosi voli Aer Lingus e Ryanair, raggiunti i livelli 2019, quest’anno verranno lanciati nuovi voli della low cost irlandese, Genova-Dublino, attivo due volte alla settimana, dal 30 ottobre, e Roma Fiumicino-Cork, altro bisettimanale, in partenza dal 31 ottobre. Una grande novità, che si aggiunge alle rotte già attive da Milano Bergamo e da Venezia a Cork, che in passato operavano solo d’estate ed ora saranno attive anche in inverno. Altro cruciale collegamento sarà il ritorno del volo Milano Bergamo-Belfast, operato sempre da Ryanair due volte alla settimana a partire dal 31 marzo 2023. In attesa dei dati definitivi sulla stagione 2022, il Turismo Irlandese stima fin d'ora che a livello complessivo i numeri prodotti dall’Europa si avvicinano a quelli del 2019: a inizio settembre i visitatori europei sono stati 2.257.000 e ad agosto 396.000, con un 8% in meno rispetto allo stesso mese del 2019.  L'ente parteciperà al prossimo Ttg Travel Experience, dove insieme ai partner locali, metterà in risalto i temi chiave della promozione 2023: sostenibilità, natura, soft adventure e outdoor, vacanze esclusive, cultura, golf e soggiorni di alta gamma. "Ci saranno poi eventi davvero per tutti i gusti, nuovi voli, “Winter in Dublin” e una fine dell’anno con sorprese straordinarie: tutti questi elementi proiettano l’Irlanda tra i Paesi più interessanti per una vacanza invernale ideale per differenti target - commenta Marcella Ercolini, direttrice di Turismo Irlandese in Italia -. L’Italia è in linea con la buona prestazione dell’area europea che, come evidenziano le statistiche, è quella che ha prodotto i numeri migliori su scala mondiale. Non possiamo ancora isolare dei dati precisi, ma la rete dei collegamenti dall’Italia ha raggiunto i livelli del 2019, garantendo quindi un cospicuo numero di voli verso l’Irlanda. I primi feedback dal trade e dalle compagnie aeree sono incoraggianti, e aspettiamo i dati definitivi per una valutazione puntuale sulla performance dell’anno”.  [post_title] => Irlanda anche d'inverno con i nuovi voli dall'Italia. Promozione 2023, dalla cultura al golf [post_date] => 2022-10-06T11:18:25+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665055105000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431783 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un bilancio dell’anno positivo, anche se i numeri non sono ancora tornati a quelli del 2019. È quanto afferma Originaltour. “Alcune delle nostre destinazioni hanno riaperto soltanto ad anno già iniziato e nonostante una buona domanda e una altrettanto soddisfacente vendita, non siamo ancora ai livelli pre-pandemia - commenta Loredana Arcangeli, direttore generale del to -. Abbiamo venduto numerosi itinerari in Oman, abbinati alle isole dell’oceano Indiano, in particolare Seychelles e Maldive, soprattutto nel caso dei viaggi di nozze che, come prevedevamo, sono ripresi alla grande. L’Oman, che programmiamo da oltre trent’anni, continua a essere richiesto soprattutto per i sit in coach con piccoli gruppi. Relativamente alla fascia alta, sono molto gettonati gli itinerari della nostra linea Tour Avventura, che prevedono di visitare il paese in modo differente, scoprendo località insolite e con pernottamenti in campi mobili”. Buoni risultati anche per la Malesia che ha decisamente ripreso soprattutto in versione mare con molte richieste, sempre di viaggi di nozze, per l’eco-isola di Lankayan, nel mare di Sulu, a nord del Borneo Malese, che offre un ambiente intatto ed è da poco parco marino protetto, con una sola struttura, il Lankayan Dive, 24 chalet tutti realizzati con materiali naturali. “L’estate è stata caratterizzata dai cambiamenti e dagli annullamenti dei voli che hanno causato disagi se non veri e propri problemi alla nostra clientela e in molti casi ci siamo fatti carico anche di pagare gli hotel ai clienti anche se questo sarebbe stato compito delle compagnie aree, che spesso non sono intervenute - prosegue Loredana Arcangeli -. Una situazione spiacevole che è stata vissuta anche da altri colleghi tour operator. Adesso i problemi sono il rapporto euro-dollaro che ci penalizza con un cambio sfavorevole e l’aumento dei costi dei voli dovuto alla crisi energetica. Attualmente non stiamo ricorrendo ad adeguamenti prezzi e nemmeno a blocco a pagamento del prezzo del viaggio”. In estate, l’operatore ha già inserito online sul suo sito le proposte per le festività di Natale e Capodanno. Per l’Oman, partenze tra il 26 e il 30 dicembre per chi desidera festeggiare l’anno nuovo nel paese, con itinerari a bordo di fuoristrada, capodanno nel deserto ospiti di campi tendati, cenone compreso. Per queste speciali partenze sono inclusi anche i voli da Milano Malpensa con Oman Air. Quote a partire da 2.790 euro. Online anche il tour per trascorrere il Capodanno in Vietnam, con un itinerario che tocca tutte le principali località, Hanoi, Ho Chi Minh, Halong Bay, Lang Co, Da Nang e il delta del Mekong. Si parte da Milano Malpensa il 30 dicembre con volo Korean Airways e rientro l’8 gennaio; la quota parte da 2.490 euro, con trattamento di pensione completa, guida locale in italiano. [post_title] => Originaltour chiude una buona estate e si prepara all'inverno senza adeguamenti carburante [post_date] => 2022-10-06T10:59:02+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665053942000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431775 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il prossimo 11 ottobre torna al Palacongressi di Rimini l'Hospitality Day, giunto ormai alla sua nona edizione. Fin dal suo primo appuntamento, l’idea-guida dell’evento romagnolo  è sempre stata quella di offrire a un pubblico di albergatori, titolari di strutture extra alberghiere, imprenditori, architetti e designer, ristoratori e operatori turistici, investitori e sviluppatori di nuovi progetti, contenuti di alto profilo qualitativo, interessanti novità e soluzioni concrete per il settore. Organizzata da Teamwork Hospitality, società di consulenza e formazione alberghiera con 20 anni di esperienza, questa giornata costituisce un evento unico, caratterizzato da momenti di formazione e aggiornamento, con un programma di oltre 150 seminari distribuiti in 15 sale del Palacongressi. Gli interventi sono tenuti da testimonial internazionali dell’hotellerie, da imprenditori e da persone con esperienze significative da raccontare. Ma l'Hospitality Day è anche l’occasione di incontrare aziende di servizi e prodotti per la condivisione di esperienze, per raccogliere idee, stimoli e nuove ispirazioni che possano contribuire a crescere e lavorare meglio. Oltre ai seminari nelle sale, saranno inoltre in funzione cinque arene tematiche dedicate ad altrettanti argomenti: ristorazione, housekeeping, design, risorse umane e benessere. Cinque aree in cui si susseguiranno interventi, talk, interviste e dibattiti e dove si confronteranno esperti, testimonial e consulenti. Tra i relatori che hanno già confermato la loro presenza all’edizione 2022, Larry Mogelonsky, managing partner di Hotel Mogel Consulting, Andrea Berton, chef e founder, ristorante Berton Milano, Michil Costa, oste, imprenditore, uomo di natura, hotel La Perla, Berghotel Ladinia e albergo Posta Marcucci, Marco Piva, architetto e chairman dello studio omonimo, Roberto Costa, ceo & founder, Rc Group (CasaCosta e Macellaio Rc), Ludovica Rocchi, brand director R Collection Hotels, Bruno Mastroianni, filosofo, social media manager, giornalista. Al termine della giornata riminese, saranno quindi assegnati gli Hospitality Social Awards 2022: i riconoscimenti che vanno a premiare le migliori attività di social media marketing nel turismo e nell'ospitalità, giunti quest’anno all'undicesima edizione. [post_title] => L'11 ottobre torna a Rimini l'Hospitality Day [post_date] => 2022-10-06T10:45:25+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => nofascione ) [post_tag_name] => Array ( [0] => nofascione ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665053125000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431758 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un team multidisciplinare a disposizione degli agenti di viaggio, che vanta non solo addetti booking, ma anche esperti di operativo e commerciale, in grado di supportare ancora più efficacemente coloro che già utilizzano la piattaforma dinamica di self-booking. E' una delle iniziative comprese nel piano di rilancio di Jump, il tour operator dinamico di casa Uvet, che si prepara a vivere un autunno ricco di novità. E' stata infatti anche annunciata un'imminente campagna con il nuovo Claim “Jump, il velocista dinamico. Book Easy sempre, Tailor Made quando vuoi!”, creato dall’ufficio marketing del gruppo, in grado di riassumere efficacemente le caratteristiche della piattaforma: velocità di restituzione risultati, facilità di prenotazione, possibilità di acquistare prodotti già pacchettizzati o creati su misura dall’agente di viaggio unitamente alla possibilità di gestire in autonomia la propria redditività, impostando il prezzo di vendita. Al via infine pure la stampa di un folder illustrativo e il lancio di una campagna di incentivazione vendite, che verrà presentata alle agenzie di viaggio nel corso dei prossimi webinar organizzati dall’operatore, con programmi meritocratici premianti come il cashback e i membership awards. “Nel corso dell’autunno presenteremo anche alcune importanti novità che accompagnano il rilascio dell’ultima release della piattaforma – commenta Leonardo Rosatelli, coordinatore del progetto Jump –, come l’utile servizio di alert che si attiva in caso di diminuzione del prezzo di un servizio, il sistema di assegnazione dei posti volo direttamente dal portale, la ricerca di tariffe volo pubbliche o negoziate e ulteriori filtri utili nella ricerca di hotel”. [post_title] => Una campagna di incentivazione e un nuovo team multidisciplinare per il rilancio di Jump [post_date] => 2022-10-06T09:52:38+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665049958000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431752 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si è appena concluso Futuriamo: l'evento di team building organizzato da Futura Vacanze presso il cilentano Futura Club Eleamare, ultima new entry in ordine di tempo della stagione 2022. L'appuntamento ha visto il coinvolgimento di tutto il personale del to e della rappresentanza della società di gestione Fv Hotels, con la presenza di direttori, capi ricevimento, chef, maitre e staff alberghiero per un totale di oltre 100 persone. Presente, naturalmente, anche tutto il board direzionale del gruppo. Fortemente voluta, questa tre giorni di team building è stata pensata anche come una preziosa occasione per stare insieme e festeggiare i traguardi raggiunti. Attività e sfide a squadre, momenti di intrattenimento con show e party serali sono state affidate alla conduzione di Art Swiss, società di animazione di riferimento dell’operatore. L’evento è stato poi una bella occasione per fare un bilancio sulle strutture a gestione diretta e premiare i migliori risultati ottenuti per singolo villaggio, secondo gli indici di gradimento dei clienti raccolti nel corso della stagione. “Dopo questi due anni di pandemia, molto difficili, trovare le motivazioni per ripartire è stato complicato e complesso per l’intero comparto - spiega l'amministratore unico di Futura Vacanze, Stefano Brunetti  -. Il nostro gruppo però ha reagito bene e gran parte del merito di tutto ciò è anche del personale e di tutto lo staff. Quest’anno, abbiamo superato qualunque traguardo in termini di fatturato e presenze. La distribuzione e i clienti hanno potuto scegliere tra ben 20 Futura Club, il numero passeggeri è arrivato a quota 150 mila e la società di gestione del gruppo oggi conta 1.500 camere in Italia". Emozioni condivise tra dipendenti e collaboratori per festeggiare la stagione appena conclusa e per guardare tutti insieme al futuro e ai prossimi obiettivi. “Abbiamo fortemente voluto questo evento perché desideravamo ringraziare in un momento speciale i dipendenti e tutto lo staff per l’ottimo lavoro svolto - aggiunge il direttore operativo, Emanuela di Giuseppe -. Futuriamo si è dimostrata un’importante occasione per stare insieme, conoscersi meglio e divertirsi. Inaugura, quindi, una nuova tradizione per la nostra azienda, destinata a ripetersi ogni anno”.   [post_title] => Futura Vacanze: un evento di team building per celebrare quota 150 mila pax [post_date] => 2022-10-06T09:42:08+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665049328000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431751 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Cdc statunitense (Centers for Disease Control and Prevention) ha posto fine all'emissione di consigli di viaggio relativi alla situazione del Covid-19 nei singoli Paesi. D'ora in avanti verrà emesso un avviso solo nel caso in cui un Paese registri un picco di varianti di Covid-19 o un'altra situazione di salute pubblica preoccupante. Secondo quanto dichiarato dal Cdc, la decisione è stata presa in considerazione del sempre "minore numero di Paesi che sta effettuando test o segnalando casi di Covid-19 (...) La capacità del Cdc di valutare accuratamente i livelli di Covid-19 per la maggior parte delle destinazioni visitate dai viaggiatori americani è pertanto limitata".   Il Cdc consiglia comunque ai viaggiatori di effettuare test Covid di controllo, prima di imbarcarsi sui voli di ritorno verso gli Stati Uniti.   [post_title] => Il Cdc statunitense mette fine agli avvisi di viaggio sul Covid per i singoli Paesi [post_date] => 2022-10-06T09:34:25+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665048865000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431739 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Korean Air è tornata a volare nei cieli italiani, con collegamenti diretti su Seul da Milano e Roma,  a frequenza trisettimanale: da Malpensa, mercoledì, venerdì e domenica e da Fiumicino martedì, giovedì e sabato. Con l'entrata in vigore dell’orario invernale, su Malpensa dal 2 novembre sarà operativo il Boeing 787-9 con 24 posti in business e 245 in economica, da gennaio e fino alla fine di marzo è previsto l’utilizzo del B777-200 con 26 posti in business e 225 in economy; da Roma in inverno opererà il B777-300 con 64 posti business e 227 in economy. Al momento i voli non dispongono della first class. “I due collegamenti si distinguono per la tipologia di traffico - sottolinea Mihyang Seo, responsabile ufficio Korean Air Milano - I voli da Milano sono caratterizzati principalmente da una clientela business, che rappresenta la domanda del mercato del Nord Italia, mentre Roma risponde al flusso leisure”. Intanto, la flotta di 155 aeromobili con cui Korean ha trasportato nel 2019 oltre 27 milioni di passeggeri su 120 città in 43 paesi del mondo, sta ritornando alla normalità, dopo il difficile periodo della pandemia. “Non sono state ancora riaperte tutte le destinazioni. Stiamo lavorando per riattivare gradualmente tutto il network. Incrementeremo le frequenze settimanali e l’arrivo di nuovi aeromobili” sottolinea Gianfranco Antonello Pizzolla, ufficio commerciale Korean Air. Prospettive positive anche per l'aeroporto di Seul, che si è riscoperto come hub ideale sull’Asia. “Una novità da cui dobbiamo trarre vantaggio considerando la situazione asiatica, al momento stagnante – conclude Pizzolla -. Korean Air è molto appetibile, sia per la qualità dei servizi, sia per l’ampiezza del network. Abbiamo avuto ottime vendite sui proseguimenti per Bali, Ho Chi Minh, Hanoi, Manila e Sydney”. [post_title] => Korean Air vola di nuovo dall'Italia verso Seul, hub ideale sull'Asia [post_date] => 2022-10-06T09:07:58+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665047278000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431727 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Wizz Air ha inaugurato il primo volo per Male: la rotta verso le Maldive viene operata quattro volte a settimana nel mese di ottobre, ogni martedì, giovedì, sabato e domenica. Da novembre passerà a sei volte la settimana per poi diventare giornaliera, dal mese di dicembre. Il lancio della nuova rotta è in linea con i piani di espansione della compagnia aerea nazionale e sarà operata dal quinto aeromobile che si è recentemente aggiunto alla sua flotta, il nuovo A321neo. "Mentre continuiamo con i nostri piani di espansione e lavoriamo per rendere Abu Dhabi un hub per l'aviazione - ha dichiarato Michael Berlouis, managing director di Wizz Air Abu Dhabi - la nuova rotta ci aiuterà a mettere in contatto un maggior numero di turisti internazionali con la città, dando loro l'opportunità di fermarsi ed esplorare le straordinarie esperienze che ha da offrire. Sarà inoltre operata dal nostro quinto aeromobile Airbus A321neo, che è stato recentemente aggiunto alla nostra flotta, e che offre il più basso consumo di carburante, emissioni e impronta acustica". [post_title] => Wizz Air Abu Dhabi operativa sulle Maldive. Frequenze giornaliere da dicembre [post_date] => 2022-10-06T09:00:43+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665046843000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "blu hotels si avvicinano i numeri del 2019" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":39,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":3743,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431797","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_412544\" align=\"alignright\" width=\"300\"] Roberta Garibaldi, ad Enit[/caption]\r\n\r\nEnit porta l'offerta congressuale italiana sul palcoscenico di Imex America, in calendario dall’11 al 13 ottobre prossimi. Ottime le performance dell’Europa per numero di meeting internazionali promossi dalle associazioni: nella Top 20 Destination Performance Index di Icca, il 70% dei paesi e l’80% delle città sono destinazioni europee. Seguono i Paesi asiatici (15%) e i Paesi nordamericani (10%), mentre l’Oceania, rappresentata dall'Australia, ha una quota di mercato del 5%. La Spagna balza di 2 posizioni rispetto al 2019 e diventa la seconda destinazione per meeting a livello globale, dopo gli Stati Uniti che restano saldi al primo posto per numero di congressi ospitati. Dopo la Germania al 3° e la Francia al 4°, l'Italia nel 2021 ottiene il 5° posto, scavalcando il Regno Unito che scende di una posizione rispetto al 2019.  \r\n \r\nNella classifica delle città, Roma entra nelle prime 20 posizioni e si piazza al 16° posto. Nel 2021 in Italia sono stati realizzati complessivamente 86.438 eventi in presenza o in formato ibrido con una crescita del +23,7% rispetto al 2020, per un totale di 4.585.433 partecipanti (+14,7% sul 2020). Sempre lo scorso anno, la spesa internazionale per viaggi d’affari in Italia nel 2021, circa 4,3 miliardi di euro (+50,8% sul 2020), è cresciuta più di quella per vacanze (+16,8%).  Sono 10,8 milioni i viaggiatori internazionali in Italia per motivi di lavoro/affari nel 2021 (+18,2% sul 2020) per un totale di circa 33 milioni di notti (+16,7%). (Fonte Ufficio Studi su dati Banca d’Italia) \r\n \r\nNei primi 6 mesi del 2022, i viaggiatori dall’estero in Italia per motivi di lavoro spendono quasi 3 miliardi di euro (fonte: Ufficio Studi su dati Banca d’Italia – 2022 provvisori).  \r\n \r\nIl settore mice troverà il vigore di un tempo nel 2026. \"Il successo dei meeting face to face dovrà essere basato in futuro sulla qualità dei contenuti e l’apporto che la destinazione può dare al raggiungimento degli obiettivi dell’evento, l’affiancamento di elementi virtuali, l’offerta di un’effettiva esperienza di networking, la sostenibilità\" dichiara l'ad Enit, Roberta Garibaldi.\r\n\r\n\"Se analizziamo i dati disponibili ci rendiamo conto di quanto sia aumentata la determinazione di fattori come la reputazione, l’accessibilità dei luoghi, i fattori ambientali, il clima, le opportunità extra conferenze, le caratteristiche delle strutture ricettive per qualità e standard di sicurezza e come ci si orienti anche su strutture con meno camere con un’ospitalità più familiare. E’ cresciuto l’interesse per strutture con aree esterne con flessibilità degli spazi, attenzione alla sostenibilità e all’enogastronomia e con avanzata dotazione tecnologica”.","post_title":"Enit porta l'Italia a Imex America: il nostro Paese è la quinta destinazione Mice al mondo","post_date":"2022-10-06T12:41:01+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1665060061000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431778","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'Irlanda si affaccia sull'inverno forte di numerosi collegamenti aerei dall'Italia, che la rendono una destinazione facilmente raggiungibile lungo tutto l'arco dell'anno. Oltre ai numerosi voli Aer Lingus e Ryanair, raggiunti i livelli 2019, quest’anno verranno lanciati nuovi voli della low cost irlandese, Genova-Dublino, attivo due volte alla settimana, dal 30 ottobre, e Roma Fiumicino-Cork, altro bisettimanale, in partenza dal 31 ottobre. Una grande novità, che si aggiunge alle rotte già attive da Milano Bergamo e da Venezia a Cork, che in passato operavano solo d’estate ed ora saranno attive anche in inverno. Altro cruciale collegamento sarà il ritorno del volo Milano Bergamo-Belfast, operato sempre da Ryanair due volte alla settimana a partire dal 31 marzo 2023. In attesa dei dati definitivi sulla stagione 2022, il Turismo Irlandese stima fin d'ora che a livello complessivo i numeri prodotti dall’Europa si avvicinano a quelli del 2019: a inizio settembre i visitatori europei sono stati 2.257.000 e ad agosto 396.000, con un 8% in meno rispetto allo stesso mese del 2019. \r\n\r\nL'ente parteciperà al prossimo Ttg Travel Experience, dove insieme ai partner locali, metterà in risalto i temi chiave della promozione 2023: sostenibilità, natura, soft adventure e outdoor, vacanze esclusive, cultura, golf e soggiorni di alta gamma.\r\n\r\n\"Ci saranno poi eventi davvero per tutti i gusti, nuovi voli, “Winter in Dublin” e una fine dell’anno con sorprese straordinarie: tutti questi elementi proiettano l’Irlanda tra i Paesi più interessanti per una vacanza invernale ideale per differenti target - commenta Marcella Ercolini, direttrice di Turismo Irlandese in Italia -. L’Italia è in linea con la buona prestazione dell’area europea che, come evidenziano le statistiche, è quella che ha prodotto i numeri migliori su scala mondiale. Non possiamo ancora isolare dei dati precisi, ma la rete dei collegamenti dall’Italia ha raggiunto i livelli del 2019, garantendo quindi un cospicuo numero di voli verso l’Irlanda. I primi feedback dal trade e dalle compagnie aeree sono incoraggianti, e aspettiamo i dati definitivi per una valutazione puntuale sulla performance dell’anno”. ","post_title":"Irlanda anche d'inverno con i nuovi voli dall'Italia. Promozione 2023, dalla cultura al golf","post_date":"2022-10-06T11:18:25+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1665055105000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431783","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un bilancio dell’anno positivo, anche se i numeri non sono ancora tornati a quelli del 2019. È quanto afferma Originaltour. “Alcune delle nostre destinazioni hanno riaperto soltanto ad anno già iniziato e nonostante una buona domanda e una altrettanto soddisfacente vendita, non siamo ancora ai livelli pre-pandemia - commenta Loredana Arcangeli, direttore generale del to -. Abbiamo venduto numerosi itinerari in Oman, abbinati alle isole dell’oceano Indiano, in particolare Seychelles e Maldive, soprattutto nel caso dei viaggi di nozze che, come prevedevamo, sono ripresi alla grande. L’Oman, che programmiamo da oltre trent’anni, continua a essere richiesto soprattutto per i sit in coach con piccoli gruppi. Relativamente alla fascia alta, sono molto gettonati gli itinerari della nostra linea Tour Avventura, che prevedono di visitare il paese in modo differente, scoprendo località insolite e con pernottamenti in campi mobili”.\r\n\r\nBuoni risultati anche per la Malesia che ha decisamente ripreso soprattutto in versione mare con molte richieste, sempre di viaggi di nozze, per l’eco-isola di Lankayan, nel mare di Sulu, a nord del Borneo Malese, che offre un ambiente intatto ed è da poco parco marino protetto, con una sola struttura, il Lankayan Dive, 24 chalet tutti realizzati con materiali naturali.\r\n\r\n“L’estate è stata caratterizzata dai cambiamenti e dagli annullamenti dei voli che hanno causato disagi se non veri e propri problemi alla nostra clientela e in molti casi ci siamo fatti carico anche di pagare gli hotel ai clienti anche se questo sarebbe stato compito delle compagnie aree, che spesso non sono intervenute - prosegue Loredana Arcangeli -. Una situazione spiacevole che è stata vissuta anche da altri colleghi tour operator. Adesso i problemi sono il rapporto euro-dollaro che ci penalizza con un cambio sfavorevole e l’aumento dei costi dei voli dovuto alla crisi energetica. Attualmente non stiamo ricorrendo ad adeguamenti prezzi e nemmeno a blocco a pagamento del prezzo del viaggio”.\r\n\r\nIn estate, l’operatore ha già inserito online sul suo sito le proposte per le festività di Natale e Capodanno. Per l’Oman, partenze tra il 26 e il 30 dicembre per chi desidera festeggiare l’anno nuovo nel paese, con itinerari a bordo di fuoristrada, capodanno nel deserto ospiti di campi tendati, cenone compreso. Per queste speciali partenze sono inclusi anche i voli da Milano Malpensa con Oman Air. Quote a partire da 2.790 euro. Online anche il tour per trascorrere il Capodanno in Vietnam, con un itinerario che tocca tutte le principali località, Hanoi, Ho Chi Minh, Halong Bay, Lang Co, Da Nang e il delta del Mekong. Si parte da Milano Malpensa il 30 dicembre con volo Korean Airways e rientro l’8 gennaio; la quota parte da 2.490 euro, con trattamento di pensione completa, guida locale in italiano.","post_title":"Originaltour chiude una buona estate e si prepara all'inverno senza adeguamenti carburante","post_date":"2022-10-06T10:59:02+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1665053942000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431775","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il prossimo 11 ottobre torna al Palacongressi di Rimini l'Hospitality Day, giunto ormai alla sua nona edizione. Fin dal suo primo appuntamento, l’idea-guida dell’evento romagnolo  è sempre stata quella di offrire a un pubblico di albergatori, titolari di strutture extra alberghiere, imprenditori, architetti e designer, ristoratori e operatori turistici, investitori e sviluppatori di nuovi progetti, contenuti di alto profilo qualitativo, interessanti novità e soluzioni concrete per il settore.\r\n\r\nOrganizzata da Teamwork Hospitality, società di consulenza e formazione alberghiera con 20 anni di esperienza, questa giornata costituisce un evento unico, caratterizzato da momenti di formazione e aggiornamento, con un programma di oltre 150 seminari distribuiti in 15 sale del Palacongressi. Gli interventi sono tenuti da testimonial internazionali dell’hotellerie, da imprenditori e da persone con esperienze significative da raccontare. Ma l'Hospitality Day è anche l’occasione di incontrare aziende di servizi e prodotti per la condivisione di esperienze, per raccogliere idee, stimoli e nuove ispirazioni che possano contribuire a crescere e lavorare meglio. Oltre ai seminari nelle sale, saranno inoltre in funzione cinque arene tematiche dedicate ad altrettanti argomenti: ristorazione, housekeeping, design, risorse umane e benessere. Cinque aree in cui si susseguiranno interventi, talk, interviste e dibattiti e dove si confronteranno esperti, testimonial e consulenti.\r\n\r\nTra i relatori che hanno già confermato la loro presenza all’edizione 2022, Larry Mogelonsky, managing partner di Hotel Mogel Consulting, Andrea Berton, chef e founder, ristorante Berton Milano, Michil Costa, oste, imprenditore, uomo di natura, hotel La Perla, Berghotel Ladinia e albergo Posta Marcucci, Marco Piva, architetto e chairman dello studio omonimo, Roberto Costa, ceo & founder, Rc Group (CasaCosta e Macellaio Rc), Ludovica Rocchi, brand director R Collection Hotels, Bruno Mastroianni, filosofo, social media manager, giornalista.\r\n\r\nAl termine della giornata riminese, saranno quindi assegnati gli Hospitality Social Awards 2022: i riconoscimenti che vanno a premiare le migliori attività di social media marketing nel turismo e nell'ospitalità, giunti quest’anno all'undicesima edizione.","post_title":"L'11 ottobre torna a Rimini l'Hospitality Day","post_date":"2022-10-06T10:45:25+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":["nofascione"],"post_tag_name":["nofascione"]},"sort":[1665053125000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431758","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un team multidisciplinare a disposizione degli agenti di viaggio, che vanta non solo addetti booking, ma anche esperti di operativo e commerciale, in grado di supportare ancora più efficacemente coloro che già utilizzano la piattaforma dinamica di self-booking. E' una delle iniziative comprese nel piano di rilancio di Jump, il tour operator dinamico di casa Uvet, che si prepara a vivere un autunno ricco di novità.\r\n\r\nE' stata infatti anche annunciata un'imminente campagna con il nuovo Claim “Jump, il velocista dinamico. Book Easy sempre, Tailor Made quando vuoi!”, creato dall’ufficio marketing del gruppo, in grado di riassumere efficacemente le caratteristiche della piattaforma: velocità di restituzione risultati, facilità di prenotazione, possibilità di acquistare prodotti già pacchettizzati o creati su misura dall’agente di viaggio unitamente alla possibilità di gestire in autonomia la propria redditività, impostando il prezzo di vendita.\r\n\r\nAl via infine pure la stampa di un folder illustrativo e il lancio di una campagna di incentivazione vendite, che verrà presentata alle agenzie di viaggio nel corso dei prossimi webinar organizzati dall’operatore, con programmi meritocratici premianti come il cashback e i membership awards.\r\n\r\n“Nel corso dell’autunno presenteremo anche alcune importanti novità che accompagnano il rilascio dell’ultima release della piattaforma – commenta Leonardo Rosatelli, coordinatore del progetto Jump –, come l’utile servizio di alert che si attiva in caso di diminuzione del prezzo di un servizio, il sistema di assegnazione dei posti volo direttamente dal portale, la ricerca di tariffe volo pubbliche o negoziate e ulteriori filtri utili nella ricerca di hotel”.","post_title":"Una campagna di incentivazione e un nuovo team multidisciplinare per il rilancio di Jump","post_date":"2022-10-06T09:52:38+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1665049958000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431752","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si è appena concluso Futuriamo: l'evento di team building organizzato da Futura Vacanze presso il cilentano Futura Club Eleamare, ultima new entry in ordine di tempo della stagione 2022. L'appuntamento ha visto il coinvolgimento di tutto il personale del to e della rappresentanza della società di gestione Fv Hotels, con la presenza di direttori, capi ricevimento, chef, maitre e staff alberghiero per un totale di oltre 100 persone. Presente, naturalmente, anche tutto il board direzionale del gruppo.\r\n\r\nFortemente voluta, questa tre giorni di team building è stata pensata anche come una preziosa occasione per stare insieme e festeggiare i traguardi raggiunti. Attività e sfide a squadre, momenti di intrattenimento con show e party serali sono state affidate alla conduzione di Art Swiss, società di animazione di riferimento dell’operatore. L’evento è stato poi una bella occasione per fare un bilancio sulle strutture a gestione diretta e premiare i migliori risultati ottenuti per singolo villaggio, secondo gli indici di gradimento dei clienti raccolti nel corso della stagione.\r\n\r\n“Dopo questi due anni di pandemia, molto difficili, trovare le motivazioni per ripartire è stato complicato e complesso per l’intero comparto - spiega l'amministratore unico di Futura Vacanze, Stefano Brunetti  -. Il nostro gruppo però ha reagito bene e gran parte del merito di tutto ciò è anche del personale e di tutto lo staff. Quest’anno, abbiamo superato qualunque traguardo in termini di fatturato e presenze. La distribuzione e i clienti hanno potuto scegliere tra ben 20 Futura Club, il numero passeggeri è arrivato a quota 150 mila e la società di gestione del gruppo oggi conta 1.500 camere in Italia\".\r\n\r\nEmozioni condivise tra dipendenti e collaboratori per festeggiare la stagione appena conclusa e per guardare tutti insieme al futuro e ai prossimi obiettivi. “Abbiamo fortemente voluto questo evento perché desideravamo ringraziare in un momento speciale i dipendenti e tutto lo staff per l’ottimo lavoro svolto - aggiunge il direttore operativo, Emanuela di Giuseppe -. Futuriamo si è dimostrata un’importante occasione per stare insieme, conoscersi meglio e divertirsi. Inaugura, quindi, una nuova tradizione per la nostra azienda, destinata a ripetersi ogni anno”.\r\n\r\n ","post_title":"Futura Vacanze: un evento di team building per celebrare quota 150 mila pax","post_date":"2022-10-06T09:42:08+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1665049328000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431751","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il Cdc statunitense (Centers for Disease Control and Prevention) ha posto fine all'emissione di consigli di viaggio relativi alla situazione del Covid-19 nei singoli Paesi. D'ora in avanti verrà emesso un avviso solo nel caso in cui un Paese registri un picco di varianti di Covid-19 o un'altra situazione di salute pubblica preoccupante.\r\n\r\nSecondo quanto dichiarato dal Cdc, la decisione è stata presa in considerazione del sempre \"minore numero di Paesi che sta effettuando test o segnalando casi di Covid-19 (...) La capacità del Cdc di valutare accuratamente i livelli di Covid-19 per la maggior parte delle destinazioni visitate dai viaggiatori americani è pertanto limitata\".\r\n\r\n \r\n\r\nIl Cdc consiglia comunque ai viaggiatori di effettuare test Covid di controllo, prima di imbarcarsi sui voli di ritorno verso gli Stati Uniti.\r\n\r\n ","post_title":"Il Cdc statunitense mette fine agli avvisi di viaggio sul Covid per i singoli Paesi","post_date":"2022-10-06T09:34:25+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1665048865000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431739","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Korean Air è tornata a volare nei cieli italiani, con collegamenti diretti su Seul da Milano e Roma,  a frequenza trisettimanale: da Malpensa, mercoledì, venerdì e domenica e da Fiumicino martedì, giovedì e sabato. Con l'entrata in vigore dell’orario invernale, su Malpensa dal 2 novembre sarà operativo il Boeing 787-9 con 24 posti in business e 245 in economica, da gennaio e fino alla fine di marzo è previsto l’utilizzo del B777-200 con 26 posti in business e 225 in economy; da Roma in inverno opererà il B777-300 con 64 posti business e 227 in economy. Al momento i voli non dispongono della first class.\r\n\r\n“I due collegamenti si distinguono per la tipologia di traffico - sottolinea Mihyang Seo, responsabile ufficio Korean Air Milano - I voli da Milano sono caratterizzati principalmente da una clientela business, che rappresenta la domanda del mercato del Nord Italia, mentre Roma risponde al flusso leisure”.\r\n\r\nIntanto, la flotta di 155 aeromobili con cui Korean ha trasportato nel 2019 oltre 27 milioni di passeggeri su 120 città in 43 paesi del mondo, sta ritornando alla normalità, dopo il difficile periodo della pandemia. “Non sono state ancora riaperte tutte le destinazioni. Stiamo lavorando per riattivare gradualmente tutto il network. Incrementeremo le frequenze settimanali e l’arrivo di nuovi aeromobili” sottolinea Gianfranco Antonello Pizzolla, ufficio commerciale Korean Air.\r\n\r\nProspettive positive anche per l'aeroporto di Seul, che si è riscoperto come hub ideale sull’Asia. “Una novità da cui dobbiamo trarre vantaggio considerando la situazione asiatica, al momento stagnante – conclude Pizzolla -. Korean Air è molto appetibile, sia per la qualità dei servizi, sia per l’ampiezza del network. Abbiamo avuto ottime vendite sui proseguimenti per Bali, Ho Chi Minh, Hanoi, Manila e Sydney”.","post_title":"Korean Air vola di nuovo dall'Italia verso Seul, hub ideale sull'Asia","post_date":"2022-10-06T09:07:58+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1665047278000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431727","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Wizz Air ha inaugurato il primo volo per Male: la rotta verso le Maldive viene operata quattro volte a settimana nel mese di ottobre, ogni martedì, giovedì, sabato e domenica. Da novembre passerà a sei volte la settimana per poi diventare giornaliera, dal mese di dicembre.\r\n\r\nIl lancio della nuova rotta è in linea con i piani di espansione della compagnia aerea nazionale e sarà operata dal quinto aeromobile che si è recentemente aggiunto alla sua flotta, il nuovo A321neo.\r\n\r\n\"Mentre continuiamo con i nostri piani di espansione e lavoriamo per rendere Abu Dhabi un hub per l'aviazione - ha dichiarato Michael Berlouis, managing director di Wizz Air Abu Dhabi - la nuova rotta ci aiuterà a mettere in contatto un maggior numero di turisti internazionali con la città, dando loro l'opportunità di fermarsi ed esplorare le straordinarie esperienze che ha da offrire. Sarà inoltre operata dal nostro quinto aeromobile Airbus A321neo, che è stato recentemente aggiunto alla nostra flotta, e che offre il più basso consumo di carburante, emissioni e impronta acustica\".","post_title":"Wizz Air Abu Dhabi operativa sulle Maldive. Frequenze giornaliere da dicembre","post_date":"2022-10-06T09:00:43+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1665046843000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti