24 April 2024

Volotea marca stretto Olbia: due nuove rotte per Madrid e Nizza

[ 0 ]

Volotea rilancia una volta di più l’investimento su Olbia: dal 26 maggio, infatti, prenderà il via il volo alla volta di Madrid, collegamento che avrà 3 frequenze a settimana, ogni lunedì, mercoledì e venerdì per un totale di oltre 20.800 posti, pari a 116 voli. Inoltre, la low-cost ha confermato l’avvio di una seconda nuova rotta per Nizza, il cui volo inaugurale è in calendario per il 28 maggio, con due frequenze settimanali, il mercoledì e la domenica, per un totale di oltre 14.000 posti e 78 voli. Il network di Volotea da Olbia conta così 22 destinazioni, di cui 7 in Francia, 2 in Spagna e 13 in Italia.

Proprio sullo scalo della Costa Smeralda la compagnia ha una delle sue basi operative e nelle scorse settimane ha manifestato interesse per gestire i voli in regime di continuità e senza alcuna compensazione economica alla volta di Roma Fiumicino.

“L’annuncio di oggi, oltre a incrementare i flussi turistici da e per la Sardegna, riconferma il ruolo chiave del mercato sardo nei nostri piani di investimento – ha dichiarato Valeria Rebasti, country manager Italy & Southeastern Europe del vettore –Contiamo di annunciare presto importanti novità a Olbia, dove stiamo lavorando insieme al management dell’aeroporto per creare nuove direttrici turistiche internazionali”.

Diventano così 22 le destinazioni collegate da Volotea all’aeroporto di Olbia, 7 in Francia (Bordeaux, Deauville, Lille, Lione, Nantes, Strasburgo e Nizza – Novità 2023), 2 in Spagna (Barcellona e Madrid – Novità 2023) e 13 in Italia (Ancona, Bologna, Catania, Firenze – Novità 2023, Genova, Milano Bergamo, Napoli, Palermo, Pisa, Roma Fiumicino, Torino, Venezia e Verona).

 

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466217 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Continuano gli scioperi del trasporto aereo in Francia. Infatti sarà un giovedì nero domani 25 aprile per chi ha previsto un viaggio in aereo in Francia. Saranno infatti cancellati - secondo quanto riferiscono i media francesi - il 75% dei voli all'aeroporto di Parigi Orly e 65% a Parigi Roissy Charles de Gaulle a causa dello sciopero dei controllori di volo. A Marsiglia si prevede il 65% dei voli cancellati, il 60% a Tolosa e il 70% a Nizza. La Sncta, il principale sindacato dei controllori di volo, riferisce il canale all news francese 'Bfm', ha minacciato anche di fare sciopero i 9, 10 e 11 maggio. Non si sa cosa accadrà ai sorvoli, ma i controllori francesi di solito li paralizzano, anche se in misura minore. Fallimento dei negoziati I sindacati invocano lo sciopero dopo il fallimento dei negoziati sulle misure di accompagnamento alla revisione del controllo del traffico aereo. La principale sigla sindacale del settore, l'Sncta, chiede aumenti salariali: un'argomentazione denunciata da Pascal de Izaguirre, presidente della Federazione nazionale dell'aviazione e delle sue professioni (Fnam), in quanto il bilancio dell'Autorità dell'aviazione civile francese (Dgac) è finanziato dalle tariffe pagate dalle compagnie aeree e non dal biglietto o dalle tasse dei contribuenti francesi. Questo costo aggiuntivo "verrebbe in ultima analisi trasferito ai passeggeri", ha spiegato il dirigente, che è anche Ceo di Corsair. A destare maggiore preoccupazione per la Fnam, è il deteriorarsi della competitività della Francia, le cui compagnie aeree perdono ogni anno quote di mercato a favore dei vettori turchi e del Golfo. Il costo ulteriore sarà sostenuto principalmente dalle compagnie aeree francesi, pesando negativamente sulla loro competitività.    [post_title] => Francia: sciopero controllori aeroporti per domani 25 aprile [post_date] => 2024-04-24T10:42:52+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => topnews ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Top News ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713955372000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466213 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Partirà il prossimo 1° agosto alla scoperta delle meraviglie nascoste della Lituania il primo Mindfulness on the road, la capsule collection  della Shiruq by Mappamondo, il concept lanciato a fine 2022 dal to milanese in collaborazione con il cantautore e musicista Jack Jaselli. “La mindfulness in viaggio ci prende per mano e ci accompagna nell’intento - spiega la product manager, Francesca Lorusso -. Riprendiamo i nostri sensi e siamo completamente presenti alla meraviglia. Questo viene coltivato con pratiche di consapevolezza corporea e di meditazione che attingono alla millenaria tradizione orientale. Ci sediamo con la nostra mente, la invitiamo a prendere un tè nel deserto per conoscerla meglio. Avere qualche strumento per sincronizzare tempo esteriore e interiore può davvero fare una grande differenza: ed ecco l’unità di intenti tra scoprire e meditare". La Lituania sarà dunque la prima meta della collezione Mindfulness on the road 24-25, con il suggestivo itinerario Una porta verso nord, in partenza il 1° agosto. Il tour di cinque giorni offrirà una vasta gamma di esperienze a stretto contatto con la natura, in una dimensione che rilassa mente e spirito. I partecipanti, massimo 12 persone, saranno condotti, sia nel tour culturale sia nel percorso di mindfulness, dallo stesso Jaselli. Non servono competenze di mindfulness per iscriversi al viaggio, che risulta adatto anche ai neofiti della disciplina. “Quando riusciamo a essere consapevoli di ciò a cui prestiamo attenzione, possiamo essere noi a decidere, liberamente, di dare piena attenzione al momento presente, vivendolo appieno e con tutti i nostri sensi - sottolinea Jaselli -. Diventiamo liberi di scegliere di coltivare le nostre attitudini in luogo delle abitudini. L’ascolto, la presenza, la gentilezza sono fra questi tesori di inestimabile valore”. [post_title] => Shiruq by Mappamondo ripropone la capsule collection Mindfulness on the Road [post_date] => 2024-04-24T10:36:51+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713955011000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466201 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuove acquisizioni a Roma, Venezia e Firenze per il gruppo Numa che con le new entry porta il proprio portfolio tricolore a quota 300 unità. Nella capitale, Numa Verso è un edificio di 28 chiavi situato in via Ippolito Nievo 12, nel quartiere Trastevere. Offre un design per il viaggiatore moderno, oltre a servizi completamente digitalizzati. A Venezia, la compagnia ha rilevato un hotel storico di 20 unità nel distretto di San Marco, in calle Loredan 2353. La struttura offre viste sul fiume di San Marcuola. L’apertura è prevista per la tarda primavera o in estate. Sono infine tre gli immobili di nuova locazione a Firenze, grazie a un accordo con un unico proprietario: Numa Felice è uno storico edificio di dieci chiavi in piazza San Felice. Numa Santo Spirito è un immobile di sette unità, situato in via dei Velluti 8, con splendidi affreschi. Numa Goldoni è un edificio di cinque unità, situato in via del Moro 3, in zona Santa Maria Novella, a quattro minuti a piedi da via Tornabuoni, il quadrilatero della moda di Firenze. "Siamo attivamente alla ricerca di immobili in città come Roma, Milano, Firenze, Venezia, Napoli, Bologna, Verona e Torino", spiega il general manager Italia di Numa Group, Umberto Ottaviani   [post_title] => Numa si espande a Roma, Venezia e Firenze [post_date] => 2024-04-24T10:06:31+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713953191000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466199 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Taglio del nastro per la nuova base Ryanair di Trieste, che vede un nuovo Boeing 737 8-200 posizionato sullo scalo, con un investimento da 100 milioni di dollari. Il Trieste Airport è la 19esima base in Italia della low cost irlandese che da qui servirà per l'estate 2024 un network di 18 rotte, comprese 7 nuove rotte per Berlino, Brindisi, Budapest, Cracovia, Olbia, Parigi e Siviglia. «Ryanair ha risposto prontamente all’iniziativa della regione Friuli Venezia Giulia di abolire l’ingiustificata tassa comunale/turistica assegnando 1 nuovo aereo “Gamechanger” 8-200 - ha sottolineato il ceo della low cost, Eddie Wilson -. La crescita in termini di capacità di Ryanair e le sette nuove rotte potenzieranno la crescita economica della Regione con la creazione di 600 posti di lavoro locali». «La stagione voli estiva, iniziata il 31 marzo 2024, è partita molto bene e sta già registrando un trend positivo anche per quanto riguarda le nuove destinazioni inaugurate grazie all'apertura della base Ryanair - ha sottolineato il ceo di Trieste Airport,Marco Consalvo -. Anche la destinazione Budapest, in partenza dal prossimo 2 giugno, ha ottimi livelli di prenotazione. Grazie a questa operazione con Ryanair, offriamo nuove opportunità di viaggio per i residenti e si rafforza il turismo incoming grazie ai collegamenti su nuovi mercati turistici strategici per il Friuli Venezia Giulia come quello tedesco, polacco, francese e spagnolo». [post_title] => Ryanair, taglio del nastro per la base di Trieste: 7 le nuove destinazioni [post_date] => 2024-04-24T09:55:49+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713952549000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466178 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_466182" align="alignleft" width="300"] Fulvio Fassone, Fulvio Fassone, managing director di Heinemann Italia e Antonio Maria Vasile, presidente di Adp[/caption] Aeroporti di Puglia diventa trait d'union tra il mondo del food pugliese e uno dei leader del travel retail e duty free, il gruppo Gebr Heinemann. Il Karol Wojtyla di Bari ha infatti ospitato un'iniziativa, con il supporto di Unioncamere Puglia, che ha fatto incontrare 250 aziende pugliesi, rappresentative di circa 2,5milioni di euro di fatturato, che costituiscono un’eccellenza assoluta della produzione agroalimentare della regione, con il colosso del retail. Si è trattato, per le imprese di un territorio ricco di eccellenze per tipicità di prodotti nel settore food di un’opportunità straordinaria di promozione che hanno potuto conoscere le "regole del gioco" di questo sempre più importante canale commerciale e di alzare il livello di proposizione commerciale internazionale dell’economia pugliese. «I nostri aeroporti divengono la vetrina ideale delle eccellenze agroalimentari della Puglia - ha affermato il presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Maria Vasile -. Con questa iniziativa restituiamo a un'eccellenza assoluta del territorio, la possibilità, enorme, di essere presente su oltre 450 scaffali di grande pregio nel comparto aeroportuale mondiale. Grazie a Heinemann, colosso mondiale del Duty free, accompagniamo le nostre imprese affinché, sotto il marchio Puglia, possano affacciarsi a un mercato globale. Per le nostreè arrivato il momento di pensare in grande, non limitandosi a essere presenti nell’aeroporto di Bari, ma a considerarlo quale rampa di lancio perché i passeggeri che qui troveranno i nostri prodotti possano ritrovarli sugli scaffali dei mercati del nord Europa e del mondo». Il gruppo Gebr Heinemann, con una storia di oltre 140 anni nel settore, è leader nel mercato europeo e fornisce oltre 1.000 clienti in oltre 100 Paesi. Nel settore del commercio al dettaglio, la società gestisce oltre 340 negozi Heinemann Duty Free & Travel Value, boutique di marchi di moda su licenza e concept store in 74 aeroporti in 28 Paesi, oltre a negozi ai valichi di frontiera e a bordo di navi da crociera.   [post_title] => Adp e gruppo Heinemann: le eccellenze del food pugliese si affacciano al mondo [post_date] => 2024-04-24T09:27:01+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713950821000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466150 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sicani Villages continua a raccogliere consensi nel panorama turistico grazie alla sua offerta basata sull'esperienzialità e sull'autenticità dei luoghi. Dopo il successo riscontrato alla Borsa Mediterranea del Turismo, il nuovo network di realtà sicane ha recentemente concluso un educational tour con un selezionato gruppo di top buyer provenienti da Europa, Stati Uniti e Sudamerica. Un viaggio che ha permesso loro di scoprire i tesori nascosti di questi luoghi, vivendo in prima persona le diverse offerte e immergendosi nell'anima del territorio grazie all'incontro con le persone che lo abitano. I dati preliminari sui flussi turistici in Sicilia, presentati durante la Bit 2024, confermano un incremento del 10,8% rispetto al 2022, con una componente straniera in crescita del 24,8%. Questa tendenza è dovuta in parte all'allungamento della stagione turistica e alla diversificazione dell'offerta, che ha portato a una maggiore attenzione verso la destinazione anche al di fuori dei mesi estivi. Tra le proposte più richieste e apprezzate di Sicani Villages spiccano quindi le esperienze relazionali, come le cene conviviali negli home restaurant e l'opportunità di immergersi nella vita locale come veri insider, entrando a stretto contatto con un capitale umano dal valore inestimabile. La rete si propone come un progetto turistico unico, con un network di attori dell'accoglienza locale, guidati da un tour operator specializzato nell'organizzazione di viaggi su misura per viaggiatori desiderosi di appartenere al territorio. “A sei mesi dal lancio del progetto siamo sempre più convinti che sia importante offrire un turismo al di fuori dei soliti percorsi – afferma Laura Massoni, Pure Sicily –, che permetta ai viaggiatori di connettersi profondamente con luoghi e persone. Gli Stati Uniti e il Sudamerica, in particolare l'Argentina, rappresentano una quota significativa del mercato estero per i Borghi Sicani, attratti dalla ricerca di un viaggio alla scoperta delle proprie origini familiari e dalla voglia di scoprire autentiche località e comunità siciliane”. [post_title] => Sicani Villages sempre più internazionale. Cresce l'interesse da Europa, Stati Uniti e Sudamerica [post_date] => 2024-04-23T12:37:58+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713875878000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466126 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuove proposte per un turismo slow ed esperienziale. Cresce la domanda per l'India e la proposta Mistral si arricchisce di prodotti inediti per venire incontro alle richieste emergenti. Sono stati quindi rallentati i ritmi di alcuni itinerari per lasciare spazio alla soddisfazione di particolari interessi ed esigenze specifiche dei viaggiatori, che potranno così aggiungere al loro itinerario occasioni di scoperta personalizzate. “L’India, quinta tra le superpotenze al mondo, si avvia a una crescita economica sempre più importante - spiega la product manager Marta Lion -: un’evoluzione che corre di pari passo al suo progresso tecnologico, al potenziamento delle infrastrutture, allo sviluppo dei servizi e all’ammodernamento degli alberghi. Una trasformazione che, di pari passo, valorizza e consolida le sue profonde radici culturali e il suo charme, permettendo al paese di mostrarsi oggi con la sua miglior veste. Questa fase di radicale cambiamento determina anche il momento ideale per scoprire questo paese. Abbiamo quindi lavorato profondamente per arricchire la programmazione inserita all’interno di un nuovo catalogo rinnovato, ampliato nella foliazione, in distribuzione da inizio luglio”. Nel turismo esperienziale rientra tra le altre cose la necessità espressa dalla clientela di poter scoprire il lato più nascosto di un paese; per questo Mistral ha in particolare valorizzato e potenziato la programmazione di viaggi che coprono l’India del Sud. Un’area del paese meno conosciuta ma non per questo meno affascinante, grazie alla forte spiritualità che si avverte lungo tutti i percorsi di viaggio proposti e al variegato patrimonio architettonico e naturalistico custodito. Tra i luoghi più belli in assoluto del paese da scoprire si consigliano così i tesori nascosti di Hampi, Karnataka, le grotte di Ajanta ed Ellora e lo Stupa di Sanchi. Mistral ha inoltre potenziato le partenze per i numerosi festival che si tengono ogni anno nel paese e ha ampliato la programmazione con la proposta Kerala Experience che, alla spiritualità del sud dell’India, abbina soggiorni da dedicare a trattamenti ayurvedici e al puro relax, avvolti da paesaggi tropicali e lagune. [post_title] => La nuova India di Mistral: viaggi più slow dalla vocazione esperienziale [post_date] => 2024-04-23T11:22:13+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713871333000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466090 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => EasyJet ha aperto il nuovo programma di formazione per cadetti Generazione easyJet, che consentirà ad aspiranti piloti in possesso di poca esperienza, o anche neofiti, di entrare nella cabina di pilotaggio di un aereo commerciale Airbus A320 in circa due anni, in qualità di co-pilota qualificato. Nel corso della campagna di reclutamento quinquennale avviata dalla compagnia, oltre 1.000 nuovi piloti entreranno a far parte del personale del vettore entro il 2027, con circa 200 posti già disponibili a partire da quest'anno. La formazione si svolge in collaborazione con Cae – partner della compagnia aerea – presso le sedi dell'accademia aeronautica di Gatwick, Milano, Bruxelles o Madrid, mentre le fasi di addestramento al volo si svolgono negli Stati Uniti. Una volta completata con successo la formazione, i diplomati possono iniziare la loro carriera come co-piloti presso la compagnia. Poiché oggi in tutto il mondo solo circa il 6% dei piloti è donna, easyJet continua a impegnarsi attivamente per affrontare questa cruciale sfida del settore, anche attraverso  diverse iniziative come campagne di reclutamento, programmi di visite alle scuole per piloti e la sua Summer Flight School. Grazie a questo costante impegno, oggi ci sono circa 300 donne, di cui 99 comandanti, che volano per la compagnia. Questo è solo l’inizio di un lavoro che easyJet affronta quotidianamente per combattere gli stereotipi di genere e incoraggiare il maggior numero possibile di donne a candidarsi. Per iscriversi al Programma di formazione di easyJet, i cadetti devono aver compiuto 18 anni al momento dell'inizio della formazione e possedere un minimo di 5 certificati generali di istruzione secondaria (Gcse) di grado C o superiore (o equivalente), tra cui matematica, scienze e lingua inglese; non sono richieste qualifiche superiori o lauree. [post_title] => EasyJet: 1.000 nuovi piloti entro il 2027. Aperte le candidature per la formazione dei cadetti [post_date] => 2024-04-23T08:45:49+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713861949000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466062 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_466070" align="alignright" width="300"] Boris Iraheta, segretario generale Cata[/caption] Con il tema ‘Tejiendo Conexiones’ (Intrecciare Connessioni’) si è svolta nei giorni scorsi a El Salvador l’edizione 2024 del Catm, Centroamérica Travel Market, che ha visto la partecipazione di 80 tour operator internazionali provenienti da Europa (Italia inclusa), Nord America e Sud America. L’evento si conferma la piattaforma più importante di commercializzazione e promozione turistica per il rilancio del turismo in Centroamérica, con focus sui paesi di Belize, El Salvador, Guatemala, Honduras, Nicaragua, Panamá e Repubblica Dominicana. "Posizionare correttamente la regione dei Paesi del Cata in Europa significa attrarre nuovi visitatori e ciò resta uno dei nostri principali obiettivi - ha spiegato Boris Iraheta, segretario generale di Cata, Agenzia centroamericana di promozione turistica -. Stiamo lavorando per creare contenuti spingendo le notizie positive attraverso i media dei nostri mercati principali, in modo che questa regione ancora poco conosciuta e a volte ritenuta poco sicura si passi a una nuova percezione. Il Catm riprende dopo la pausa pandemica per ristabilire i contatti commerciali con il mercato europeo, nord americano e sud americano: soprattutto con l’Europa, che nel 2023 ha portato nella regione 2 milioni di visitatori, il 14% sul totale; il 60% dei visitatori è arrivato invece dal Nord America”. Complessivamente, nel 2023 gli arrivi si sono attestati a quota 24,1 milioni, superando quindi il dato pre-pandemia del 2019, quando i turisti erano stati 17,3 milioni; gli italiani, sempre nel 2019, erano stati 169.491, nel 2022, 161.181 ma manca ancora il dato dell'anno scorso. Un prodotto quanto mai ricco e diversificato quello dei paesi centroamericani, che fa perno su antiche civiltà e tesori archeologici come quelli dei Maya, trait d’union di molte destinazioni Cata, foreste tropicali brulicanti di fauna selvatica, il mare, da quello caraibico al Pacifico. La fiera ha mostrato il potenziale dei segmenti emergenti, come il turismo legato al surf, con la particolarità di poter praticare questo sport nei Caraibi e nell'Atlantico durante lo stesso viaggio; il birdwatching e il turismo gastronomico, basato sulla fusione unica di sapori ancestrali e influenze europee e orientali che convergono proprio in quest’area. [caption id="attachment_466071" align="alignleft" width="300"] Morena Valdez, ministra del turismo El Salvador[/caption] "La nostra azione insieme al Catm contribuisce a rafforzare l'economia regionale e a potenziare lo sviluppo del settore turistico attraverso una attenta collaborazione tra pubblico e privato - ha evidenziato Morena Valdez, ministra del turismo salvadoregno durante il Catm 2024 -. Fra gli obiettivi, un forte impegno al miglioramento delle infrastrutture tecnologiche e aeroportuali in primis. Implementare le strutture alberghiere, rendere la destinazione sicura e investire nella formazione. El Salvador vanta una natura unica tra vulcani, laghi, gastronomia e patrimoni Unesco. Nel settore alberghiero si evidenziano cooperazione anche di investimenti italiani".  [gallery ids="466073,466074,466075,466076,466077,466078"] [post_title] => Catm 2024: i Paesi del Centroamerica puntano ad attrarre più turisti dall’Europa [post_date] => 2024-04-22T15:03:51+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713798231000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "volotea marca stretto olbia due nuove rotte per madrid e nizza" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":50,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1585,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466217","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Continuano gli scioperi del trasporto aereo in Francia. Infatti sarà un giovedì nero domani 25 aprile per chi ha previsto un viaggio in aereo in Francia. Saranno infatti cancellati - secondo quanto riferiscono i media francesi - il 75% dei voli all'aeroporto di Parigi Orly e 65% a Parigi Roissy Charles de Gaulle a causa dello sciopero dei controllori di volo.\r\nA Marsiglia si prevede il 65% dei voli cancellati, il 60% a Tolosa e il 70% a Nizza. La Sncta, il principale sindacato dei controllori di volo, riferisce il canale all news francese 'Bfm', ha minacciato anche di fare sciopero i 9, 10 e 11 maggio.\r\nNon si sa cosa accadrà ai sorvoli, ma i controllori francesi di solito li paralizzano, anche se in misura minore.\r\nFallimento dei negoziati\r\nI sindacati invocano lo sciopero dopo il fallimento dei negoziati sulle misure di accompagnamento alla revisione del controllo del traffico aereo. La principale sigla sindacale del settore, l'Sncta, chiede aumenti salariali: un'argomentazione denunciata da Pascal de Izaguirre, presidente della Federazione nazionale dell'aviazione e delle sue professioni (Fnam), in quanto il bilancio dell'Autorità dell'aviazione civile francese (Dgac) è finanziato dalle tariffe pagate dalle compagnie aeree e non dal biglietto o dalle tasse dei contribuenti francesi.\r\n\r\nQuesto costo aggiuntivo \"verrebbe in ultima analisi trasferito ai passeggeri\", ha spiegato il dirigente, che è anche Ceo di Corsair. A destare maggiore preoccupazione per la Fnam, è il deteriorarsi della competitività della Francia, le cui compagnie aeree perdono ogni anno quote di mercato a favore dei vettori turchi e del Golfo. Il costo ulteriore sarà sostenuto principalmente dalle compagnie aeree francesi, pesando negativamente sulla loro competitività. \r\n ","post_title":"Francia: sciopero controllori aeroporti per domani 25 aprile","post_date":"2024-04-24T10:42:52+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["topnews"],"post_tag_name":["Top News"]},"sort":[1713955372000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466213","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Partirà il prossimo 1° agosto alla scoperta delle meraviglie nascoste della Lituania il primo Mindfulness on the road, la capsule collection  della Shiruq by Mappamondo, il concept lanciato a fine 2022 dal to milanese in collaborazione con il cantautore e musicista Jack Jaselli. “La mindfulness in viaggio ci prende per mano e ci accompagna nell’intento - spiega la product manager, Francesca Lorusso -. Riprendiamo i nostri sensi e siamo completamente presenti alla meraviglia. Questo viene coltivato con pratiche di consapevolezza corporea e di meditazione che attingono alla millenaria tradizione orientale. Ci sediamo con la nostra mente, la invitiamo a prendere un tè nel deserto per conoscerla meglio. Avere qualche strumento per sincronizzare tempo esteriore e interiore può davvero fare una grande differenza: ed ecco l’unità di intenti tra scoprire e meditare\".\r\n\r\nLa Lituania sarà dunque la prima meta della collezione Mindfulness on the road 24-25, con il suggestivo itinerario Una porta verso nord, in partenza il 1° agosto. Il tour di cinque giorni offrirà una vasta gamma di esperienze a stretto contatto con la natura, in una dimensione che rilassa mente e spirito. I partecipanti, massimo 12 persone, saranno condotti, sia nel tour culturale sia nel percorso di mindfulness, dallo stesso Jaselli. Non servono competenze di mindfulness per iscriversi al viaggio, che risulta adatto anche ai neofiti della disciplina.\r\n\r\n“Quando riusciamo a essere consapevoli di ciò a cui prestiamo attenzione, possiamo essere noi a decidere, liberamente, di dare piena attenzione al momento presente, vivendolo appieno e con tutti i nostri sensi - sottolinea Jaselli -. Diventiamo liberi di scegliere di coltivare le nostre attitudini in luogo delle abitudini. L’ascolto, la presenza, la gentilezza sono fra questi tesori di inestimabile valore”.","post_title":"Shiruq by Mappamondo ripropone la capsule collection Mindfulness on the Road","post_date":"2024-04-24T10:36:51+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1713955011000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466201","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuove acquisizioni a Roma, Venezia e Firenze per il gruppo Numa che con le new entry porta il proprio portfolio tricolore a quota 300 unità. Nella capitale, Numa Verso è un edificio di 28 chiavi situato in via Ippolito Nievo 12, nel quartiere Trastevere. Offre un design per il viaggiatore moderno, oltre a servizi completamente digitalizzati.\r\n\r\nA Venezia, la compagnia ha rilevato un hotel storico di 20 unità nel distretto di San Marco, in calle Loredan 2353. La struttura offre viste sul fiume di San Marcuola. L’apertura è prevista per la tarda primavera o in estate. Sono infine tre gli immobili di nuova locazione a Firenze, grazie a un accordo con un unico proprietario: Numa Felice è uno storico edificio di dieci chiavi in piazza San Felice. Numa Santo Spirito è un immobile di sette unità, situato in via dei Velluti 8, con splendidi affreschi. Numa Goldoni è un edificio di cinque unità, situato in via del Moro 3, in zona Santa Maria Novella, a quattro minuti a piedi da via Tornabuoni, il quadrilatero della moda di Firenze. \"Siamo attivamente alla ricerca di immobili in città come Roma, Milano, Firenze, Venezia, Napoli, Bologna, Verona e Torino\", spiega il general manager Italia di Numa Group, Umberto Ottaviani\r\n\r\n ","post_title":"Numa si espande a Roma, Venezia e Firenze","post_date":"2024-04-24T10:06:31+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1713953191000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466199","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Taglio del nastro per la nuova base Ryanair di Trieste, che vede un nuovo Boeing 737 8-200 posizionato sullo scalo, con un investimento da 100 milioni di dollari. Il Trieste Airport è la 19esima base in Italia della low cost irlandese che da qui servirà per l'estate 2024 un network di 18 rotte, comprese 7 nuove rotte per Berlino, Brindisi, Budapest, Cracovia, Olbia, Parigi e Siviglia.\r\n\r\n«Ryanair ha risposto prontamente all’iniziativa della regione Friuli Venezia Giulia di abolire l’ingiustificata tassa comunale/turistica assegnando 1 nuovo aereo “Gamechanger” 8-200 - ha sottolineato il ceo della low cost, Eddie Wilson -. La crescita in termini di capacità di Ryanair e le sette nuove rotte potenzieranno la crescita economica della Regione con la creazione di 600 posti di lavoro locali».\r\n\r\n«La stagione voli estiva, iniziata il 31 marzo 2024, è partita molto bene e sta già registrando un trend positivo anche per quanto riguarda le nuove destinazioni inaugurate grazie all'apertura della base Ryanair - ha sottolineato il ceo di Trieste Airport,Marco Consalvo -. Anche la destinazione Budapest, in partenza dal prossimo 2 giugno, ha ottimi livelli di prenotazione. Grazie a questa operazione con Ryanair, offriamo nuove opportunità di viaggio per i residenti e si rafforza il turismo incoming grazie ai collegamenti su nuovi mercati turistici strategici per il Friuli Venezia Giulia come quello tedesco, polacco, francese e spagnolo».","post_title":"Ryanair, taglio del nastro per la base di Trieste: 7 le nuove destinazioni","post_date":"2024-04-24T09:55:49+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1713952549000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466178","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_466182\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Fulvio Fassone, Fulvio Fassone, managing director di Heinemann Italia e Antonio Maria Vasile, presidente di Adp[/caption]\r\n\r\nAeroporti di Puglia diventa trait d'union tra il mondo del food pugliese e uno dei leader del travel retail e duty free, il gruppo Gebr Heinemann. Il Karol Wojtyla di Bari ha infatti ospitato un'iniziativa, con il supporto di Unioncamere Puglia, che ha fatto incontrare 250 aziende pugliesi, rappresentative di circa 2,5milioni di euro di fatturato, che costituiscono un’eccellenza assoluta della produzione agroalimentare della regione, con il colosso del retail.\r\n\r\nSi è trattato, per le imprese di un territorio ricco di eccellenze per tipicità di prodotti nel settore food di un’opportunità straordinaria di promozione che hanno potuto conoscere le \"regole del gioco\" di questo sempre più importante canale commerciale e di alzare il livello di proposizione commerciale internazionale dell’economia pugliese.\r\n\r\n«I nostri aeroporti divengono la vetrina ideale delle eccellenze agroalimentari della Puglia - ha affermato il presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Maria Vasile -. Con questa iniziativa restituiamo a un'eccellenza assoluta del territorio, la possibilità, enorme, di essere presente su oltre 450 scaffali di grande pregio nel comparto aeroportuale mondiale. Grazie a Heinemann, colosso mondiale del Duty free, accompagniamo le nostre imprese affinché, sotto il marchio Puglia, possano affacciarsi a un mercato globale. Per le nostreè arrivato il momento di pensare in grande, non limitandosi a essere presenti nell’aeroporto di Bari, ma a considerarlo quale rampa di lancio perché i passeggeri che qui troveranno i nostri prodotti possano ritrovarli sugli scaffali dei mercati del nord Europa e del mondo».\r\n\r\nIl gruppo Gebr Heinemann, con una storia di oltre 140 anni nel settore, è leader nel mercato europeo e fornisce oltre 1.000 clienti in oltre 100 Paesi. Nel settore del commercio al dettaglio, la società gestisce oltre 340 negozi Heinemann Duty Free & Travel Value, boutique di marchi di moda su licenza e concept store in 74 aeroporti in 28 Paesi, oltre a negozi ai valichi di frontiera e a bordo di navi da crociera.\r\n\r\n ","post_title":"Adp e gruppo Heinemann: le eccellenze del food pugliese si affacciano al mondo","post_date":"2024-04-24T09:27:01+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1713950821000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466150","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sicani Villages continua a raccogliere consensi nel panorama turistico grazie alla sua offerta basata sull'esperienzialità e sull'autenticità dei luoghi. Dopo il successo riscontrato alla Borsa Mediterranea del Turismo, il nuovo network di realtà sicane ha recentemente concluso un educational tour con un selezionato gruppo di top buyer provenienti da Europa, Stati Uniti e Sudamerica. Un viaggio che ha permesso loro di scoprire i tesori nascosti di questi luoghi, vivendo in prima persona le diverse offerte e immergendosi nell'anima del territorio grazie all'incontro con le persone che lo abitano.\r\n\r\nI dati preliminari sui flussi turistici in Sicilia, presentati durante la Bit 2024, confermano un incremento del 10,8% rispetto al 2022, con una componente straniera in crescita del 24,8%. Questa tendenza è dovuta in parte all'allungamento della stagione turistica e alla diversificazione dell'offerta, che ha portato a una maggiore attenzione verso la destinazione anche al di fuori dei mesi estivi.\r\n\r\nTra le proposte più richieste e apprezzate di Sicani Villages spiccano quindi le esperienze relazionali, come le cene conviviali negli home restaurant e l'opportunità di immergersi nella vita locale come veri insider, entrando a stretto contatto con un capitale umano dal valore inestimabile. La rete si propone come un progetto turistico unico, con un network di attori dell'accoglienza locale, guidati da un tour operator specializzato nell'organizzazione di viaggi su misura per viaggiatori desiderosi di appartenere al territorio.\r\n\r\n“A sei mesi dal lancio del progetto siamo sempre più convinti che sia importante offrire un turismo al di fuori dei soliti percorsi – afferma Laura Massoni, Pure Sicily –, che permetta ai viaggiatori di connettersi profondamente con luoghi e persone. Gli Stati Uniti e il Sudamerica, in particolare l'Argentina, rappresentano una quota significativa del mercato estero per i Borghi Sicani, attratti dalla ricerca di un viaggio alla scoperta delle proprie origini familiari e dalla voglia di scoprire autentiche località e comunità siciliane”.","post_title":"Sicani Villages sempre più internazionale. Cresce l'interesse da Europa, Stati Uniti e Sudamerica","post_date":"2024-04-23T12:37:58+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1713875878000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466126","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuove proposte per un turismo slow ed esperienziale. Cresce la domanda per l'India e la proposta Mistral si arricchisce di prodotti inediti per venire incontro alle richieste emergenti. Sono stati quindi rallentati i ritmi di alcuni itinerari per lasciare spazio alla soddisfazione di particolari interessi ed esigenze specifiche dei viaggiatori, che potranno così aggiungere al loro itinerario occasioni di scoperta personalizzate.\r\n\r\n“L’India, quinta tra le superpotenze al mondo, si avvia a una crescita economica sempre più importante - spiega la product manager Marta Lion -: un’evoluzione che corre di pari passo al suo progresso tecnologico, al potenziamento delle infrastrutture, allo sviluppo dei servizi e all’ammodernamento degli alberghi. Una trasformazione che, di pari passo, valorizza e consolida le sue profonde radici culturali e il suo charme, permettendo al paese di mostrarsi oggi con la sua miglior veste. Questa fase di radicale cambiamento determina anche il momento ideale per scoprire questo paese. Abbiamo quindi lavorato profondamente per arricchire la programmazione inserita all’interno di un nuovo catalogo rinnovato, ampliato nella foliazione, in distribuzione da inizio luglio”.\r\n\r\nNel turismo esperienziale rientra tra le altre cose la necessità espressa dalla clientela di poter scoprire il lato più nascosto di un paese; per questo Mistral ha in particolare valorizzato e potenziato la programmazione di viaggi che coprono l’India del Sud. Un’area del paese meno conosciuta ma non per questo meno affascinante, grazie alla forte spiritualità che si avverte lungo tutti i percorsi di viaggio proposti e al variegato patrimonio architettonico e naturalistico custodito. Tra i luoghi più belli in assoluto del paese da scoprire si consigliano così i tesori nascosti di Hampi, Karnataka, le grotte di Ajanta ed Ellora e lo Stupa di Sanchi. Mistral ha inoltre potenziato le partenze per i numerosi festival che si tengono ogni anno nel paese e ha ampliato la programmazione con la proposta Kerala Experience che, alla spiritualità del sud dell’India, abbina soggiorni da dedicare a trattamenti ayurvedici e al puro relax, avvolti da paesaggi tropicali e lagune.","post_title":"La nuova India di Mistral: viaggi più slow dalla vocazione esperienziale","post_date":"2024-04-23T11:22:13+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1713871333000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466090","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"EasyJet ha aperto il nuovo programma di formazione per cadetti Generazione easyJet, che consentirà ad aspiranti piloti in possesso di poca esperienza, o anche neofiti, di entrare nella cabina di pilotaggio di un aereo commerciale Airbus A320 in circa due anni, in qualità di co-pilota qualificato.\r\nNel corso della campagna di reclutamento quinquennale avviata dalla compagnia, oltre 1.000 nuovi piloti entreranno a far parte del personale del vettore entro il 2027, con circa 200 posti già disponibili a partire da quest'anno.\r\nLa formazione si svolge in collaborazione con Cae – partner della compagnia aerea – presso le sedi dell'accademia aeronautica di Gatwick, Milano, Bruxelles o Madrid, mentre le fasi di addestramento al volo si svolgono negli Stati Uniti. Una volta completata con successo la formazione, i diplomati possono iniziare la loro carriera come co-piloti presso la compagnia.\r\nPoiché oggi in tutto il mondo solo circa il 6% dei piloti è donna, easyJet continua a impegnarsi attivamente per affrontare questa cruciale sfida del settore, anche attraverso  diverse iniziative come campagne di reclutamento, programmi di visite alle scuole per piloti e la sua Summer Flight School.\r\nGrazie a questo costante impegno, oggi ci sono circa 300 donne, di cui 99 comandanti, che volano per la compagnia. Questo è solo l’inizio di un lavoro che easyJet affronta quotidianamente per combattere gli stereotipi di genere e incoraggiare il maggior numero possibile di donne a candidarsi.\r\nPer iscriversi al Programma di formazione di easyJet, i cadetti devono aver compiuto 18 anni al momento dell'inizio della formazione e possedere un minimo di 5 certificati generali di istruzione secondaria (Gcse) di grado C o superiore (o equivalente), tra cui matematica, scienze e lingua inglese; non sono richieste qualifiche superiori o lauree.","post_title":"EasyJet: 1.000 nuovi piloti entro il 2027. Aperte le candidature per la formazione dei cadetti","post_date":"2024-04-23T08:45:49+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1713861949000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466062","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_466070\" align=\"alignright\" width=\"300\"] Boris Iraheta, segretario generale Cata[/caption]\r\n\r\nCon il tema ‘Tejiendo Conexiones’ (Intrecciare Connessioni’) si è svolta nei giorni scorsi a El Salvador l’edizione 2024 del Catm, Centroamérica Travel Market, che ha visto la partecipazione di 80 tour operator internazionali provenienti da Europa (Italia inclusa), Nord America e Sud America.\r\n\r\nL’evento si conferma la piattaforma più importante di commercializzazione e promozione turistica per il rilancio del turismo in Centroamérica, con focus sui paesi di Belize, El Salvador, Guatemala, Honduras, Nicaragua, Panamá e Repubblica Dominicana.\r\n\r\n\"Posizionare correttamente la regione dei Paesi del Cata in Europa significa attrarre nuovi visitatori e ciò resta uno dei nostri principali obiettivi - ha spiegato Boris Iraheta, segretario generale di Cata, Agenzia centroamericana di promozione turistica -. Stiamo lavorando per creare contenuti spingendo le notizie positive attraverso i media dei nostri mercati principali, in modo che questa regione ancora poco conosciuta e a volte ritenuta poco sicura si passi a una nuova percezione. Il Catm riprende dopo la pausa pandemica per ristabilire i contatti commerciali con il mercato europeo, nord americano e sud americano: soprattutto con l’Europa, che nel 2023 ha portato nella regione 2 milioni di visitatori, il 14% sul totale; il 60% dei visitatori è arrivato invece dal Nord America”.\r\n\r\nComplessivamente, nel 2023 gli arrivi si sono attestati a quota 24,1 milioni, superando quindi il dato pre-pandemia del 2019, quando i turisti erano stati 17,3 milioni; gli italiani, sempre nel 2019, erano stati 169.491, nel 2022, 161.181 ma manca ancora il dato dell'anno scorso.\r\n\r\nUn prodotto quanto mai ricco e diversificato quello dei paesi centroamericani, che fa perno su antiche civiltà e tesori archeologici come quelli dei Maya, trait d’union di molte destinazioni Cata, foreste tropicali brulicanti di fauna selvatica, il mare, da quello caraibico al Pacifico. La fiera ha mostrato il potenziale dei segmenti emergenti, come il turismo legato al surf, con la particolarità di poter praticare questo sport nei Caraibi e nell'Atlantico durante lo stesso viaggio; il birdwatching e il turismo gastronomico, basato sulla fusione unica di sapori ancestrali e influenze europee e orientali che convergono proprio in quest’area.\r\n\r\n[caption id=\"attachment_466071\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Morena Valdez, ministra del turismo El Salvador[/caption]\r\n\r\n\"La nostra azione insieme al Catm contribuisce a rafforzare l'economia regionale e a potenziare lo sviluppo del settore turistico attraverso una attenta collaborazione tra pubblico e privato - ha evidenziato Morena Valdez, ministra del turismo salvadoregno durante il Catm 2024 -. Fra gli obiettivi, un forte impegno al miglioramento delle infrastrutture tecnologiche e aeroportuali in primis. Implementare le strutture alberghiere, rendere la destinazione sicura e investire nella formazione. El Salvador vanta una natura unica tra vulcani, laghi, gastronomia e patrimoni Unesco. Nel settore alberghiero si evidenziano cooperazione anche di investimenti italiani\". \r\n\r\n[gallery ids=\"466073,466074,466075,466076,466077,466078\"]","post_title":"Catm 2024: i Paesi del Centroamerica puntano ad attrarre più turisti dall’Europa","post_date":"2024-04-22T15:03:51+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1713798231000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti