6 October 2022

Gli aeroporti di Roma, Venezia, Bologna e Cote d’Azur lanciano Urban Blue

[ 0 ]
Lo scalo Marco Polo di Venezia

Venezia Aeroporto

Nasce Urban Blue, un progetto di mobilità sostenibile che prevede la costituzione di una società partecipata da Aeroporti di Roma, Aeroporto di Venezia, Aeroports de la Cote d’Azur e Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna per lo sviluppo delle infrastrutture di mobilità aerea urbana a livello internazionale.

La società, che sarà aperta a nuovi partner industriali, tecnologici e finanziari per la progressiva espansione dell’Uam in diverse area geografiche, oltre che inizialmente in Italia e Francia, si occuperà di studiare, progettare, costruire e gestire le infrastrutture – anche conosciute come vertiporti – indispensabili per permettere ai velivoli elettrici a decollo verticale (e-VTOL) di collegare gli aeroporti con i centri abitati e favorire la mobilità intra-city, favorendo il decongestionamento del traffico nei centri urbani.

La Uam rappresenta una delle forme di mobilità innovativa e sostenibile più promettenti per i prossimi anni. Il potenziale del settore è in forte crescita, con un valore di mercato per l’Europa stimabile in oltre 4,0 miliardi di euro al 2030. La crescente accettazione pubblica di tale tecnologia, i progressi tecnologici ed i cambiamenti di regolamentazione in corso stanno accrescendo sempre più l’interesse degli investitori nel settore.

In tale contesto, Urban Blue intende posizionarsi come leader facendo leva su alcuni elementi distintivi: unico player attivo nel segmento con profonde competenze integrate di masterplanning e gestione di infrastrutture per aviazione commerciale, generale ed elicotteri; forte esperienza specifica nella Uam maturata negli ultimi due anni nell’ambito delle principali taskforce italiane ed europee, contribuendo attivamente nel disegno della regolamentazione del settore e nella definizione del business model di riferimento; portafoglio di progetti vertiportuali ad elevato potenziale di sviluppo già identificato nelle specifiche geografie di riferimento; relazione consolidata con costruttori e operatori e-VTOL leader a livello globale; ampio network di relazioni di settore ed industriali per un roll-out a livello internazionale.

La società conterà sulla partnership industriale attivata nel 2020 con Volocopter, prima società al mondo a sviluppare ed operare velivoli e-VTOL per il trasporto di passeggeri e merci all’interno delle aree urbane, con elevato potenziale di first-mover per le certificazioni di riferimento. Inoltre, EDF Invest, azionista di Aeroports de la Cote d’Azur, supporterà Urban Blue quale player di riferimento internazionale nel segmento della mobilità innovativa e sostenibile.

Il network iniziale di vertiporti includerà le aree di riferimento dei partners fondatori e potrà essere ampliato su altre geografie di interesse; in particolare a Roma, Nizza e Venezia l’avvio delle operazioni è ad oggi pianificato entro il 2024.

Tali aree urbane prospettano infatti un elevato potenziale di mercato già all’avvio quali destinazioni di interesse mondiale, oltre a presentare elementi particolarmente adatti ai primi sviluppi di questa forma di mobilità, come ad esempio condizioni meteo favorevoli (che incrementano l’operabilità dei velivoli eVTOL) e geomorfologie pianeggianti o costiere.

In una prima fase, Urban Blue realizzerà studi di fattibilità tecnico-economici e masterplan, in coordinamento con tutti gli attori del nuovo ecosistema, propedeutici alla fase autorizzativa e alla successiva realizzazione e gestione dei vertiporti.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431789 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' stato inaugurato oggi a Fiumicino il primo vertiporto italiano. Aeroporti di Roma, Volocopter, UrbanV e Atlantia sono stati i protagonisti del primo volo in Italia di un eVTOL equipaggiato, primo test a un anno dalla presentazione del primo prototipo di eVTOL nel mostro paese. Negli ultimi dodici mesi, sono stati fatti progressi significativi dal punto di vista delle tecnologie di volo, della progettazione dei vertiporti e delle normative necessarie per consentire ai primi servizi AAM tra l'aeroporto di Fiumicino e la città di Roma di “spiccare il volo” entro il 2024. Il pilota collaudatore di Volocopter, a bordo dell'elicottero elettrico Volocopter 2X, ha volato a 40 km/h per 5 minuti a 40 metri di altezza, performando una traiettoria di volo “a 8 davanti agli spettatori, dopo aver ottenuto tutte le autorizzazioni necessarie da parte delle autorità italiane competenti. L'aerotaxi elettrico di Volocopter è stato progettato per consentire ai passeggeri di effettuare voli rapidi e senza emissioni in ambienti urbani, sia su rotte terrestri particolarmente trafficate, sia sopra a flussi d’acqua. Le caratteristiche dell’aerotaxy rispecchiano la volontà di Atlantia e di Aeroporti di Roma di svolgere un ruolo pionieristico nel rendere praticabile e accessibile al pubblico la mobilità area urbana. [post_title] => Fiumicino alza il sipario sul primo vertiporto italiano: decolla il Volocopter [post_date] => 2022-10-06T11:56:10+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665057370000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431694 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Croazia, meta ideale da scoprire sulle due ruote di una bicicletta: dalle strade sterrate a quelle asfaltate, ci sono percorsi adatti per tutti gusti, sia per ciclisti amatoriali che per atleti professionisti. Partendo dall'Istria, la penisola più conosciuta per i ciclisti in Croazia, è possibile esplorare l'interno o scendere alle profumate isole del Quarnaro. Il Gorski kotar e le strade storiche della Lika conducono ai passi più alti e alle splendide montagne del Carso Dinarico. E quando la vista si estende fino al mare, la corsa diventa particolarmente magica. Al contrario, i campi di grano dorati della Slavonia raccontano storie bellissime: la Croazia Centrale ha un paesaggio collinare; i suoi castelli, manieri e chiese raccontano storie del passato e conducono all’oasi ciclistica urbana di Zagabria.  E' in calendario per il prossimo 8 ottobre, a Parenzo, l'evento sportivo, “Istria300”, un percorso lungo fino a 300 chilometri, che parte e termina in questa cittadina costiera, dopo aver attraversato alcuni dei più bei percorsi della regione, alla scoperta di località spettacolari che garantiranno un’esperienza ciclistica indimenticabile. [post_title] => La Croazia vista dalle due ruote di una bici: i percorsi più belli, dall'Istria alla Slavonia [post_date] => 2022-10-05T11:46:05+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664970365000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431643 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Blue Air ha rimandato la ripresa dei voli programmata per il 10 ottobre. La compagnia aerea aveva sospeso i voli lo scorso 6 settembre, dopo aver accusato il Ministero dell'Ambiente di aver bloccato l'accesso ai suoi conti bancari. Nella nota ufficiale in cui annuncia che i voli non ripartiranno il 10 ottobre, la low cost rumena spiega che sta lavorando "al meglio per riprendere le operazioni di volo (...) A tal fine, Blue Air sta attualmente discutendo con potenziali investitori, finanziatori e il governo rumeno per ristrutturare il suo profilo di capitale in modo da poter riprendere le operazioni aeree". Grave incertezza per i passeggeri: sarebbero infatti già stati venduti circa 16.000 biglietti per voli previsti tra il 10 ottobre 2022 e il 30 ottobre 2023. [post_title] => Blue Air resta a terra: posticipata la ripresa dei voli prevista per il 10 ottobre [post_date] => 2022-10-05T08:50:31+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664959831000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431595 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuovi pacchetti, nuovi prodotti di nicchia, nuove idee, per stare al passo coi tempi. E per soddisfare o stuzzicare gli operatori italiani del turismo outgoing. La Repubblica Ceca si presenterà così a Rimini in occasione della prossima edizione del Ttg Travel Experience. Al suo stand (Pad C1 – 63/98) CzechTourism non si limiterà a ribadire le proprie strategie promozionali, ma fornirà una serie di nuove suggestioni pensate ad hoc per il mercato italiano. Tour operator e agenti di viaggio saranno quindi ancora una volta coadiuvati nel perfezionare o arricchire la propria offerta estera. Forte di un’offerta classic ampissima e di alto livello, che proprio per la sua intensità e unicità, non passa mai di moda e non smette di affascinare, CzechTourism parte dall’evergreen per elaborare nuove proposte, sempre più in chiave esperienziale. Lungi dallo stancare e venir sorpassati, storia e cultura in Cechia si rinnovano, trasformandosi in pretesti per esperienze indimenticabili. Tra monumenti storici, castelli, antiche tradizioni e siti Unesco da una parte, una ricca gastronomia, fiumi di birre e vini, artigianato prezioso e folklore dall’altra, il passato in questo Paese dai mille volti non si scontra, anzi si incontra con il presente e il futuro, disegnati da moderni skyline, città in continua evoluzione, design e designer d’eccellenza, riconversioni industriali e tendenze urban. Ampia scelta anche per la vacanza attiva, dal cicloturismo al trekking, all'hiking o alle semplici passeggiate nei parchi naturali. [post_title] => Repubblica Ceca: nuovi spunti per scoprire il Paese, fra cultura e attività outdoor [post_date] => 2022-10-04T12:10:27+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664885427000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431571 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «Credo che quest'anno, in autunno, ci saranno più fallimenti di compagnie aeree che fusioni o acquisti», così ha affermato Johan Lundgren, l'amministratore delegato di Easyjet. Nel caso pensaste che si riferisse alla sua stessa compagnia, che nell'ultimo semestre aveva ancora perdite significative, ha anche chiarito che Easyjet ha un grande futuro perché è una delle compagnie aeree con meno debiti e «una delle poche che ha un rating del tuo credito molto positivo» Lundgren ha aggiunto che «per un certo numero di compagnie aeree le difficoltà sono molte e se le cose si mettono male ora, penso che alcuni colleghi affronteranno un futuro cupo». Poi ha ricordato la crisi di Blue Air in Romania. I media gli hanno chiesto se conoscesse altre compagnie aeree a rischio e lui ha risposto: «Sì, ma non te lo dico». Lundgren è soddisfatto di come sta la sua azienda. «Se si guarda a luglio e agosto, in questi due mesi abbiamo trasportato 16 milioni di clienti, con meno difficoltà rispetto al 2019. Ma non è stato facile, perché non tutto è sotto il nostro controllo». Il manager ha aggiunto che l'estate è stata benefica, ma l'intero anno sarà un'altra cosa. [post_title] => Lundgren (easyJet): «Molte compagnie aeree sull'orlo del fallimento» [post_date] => 2022-10-04T09:40:05+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664876405000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431536 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’Estonia, un mix accattivante di natura, cultura, gastronomia, tecnologia e sostenibilità, si è presentata a Roma e Milano con queste carte vincenti agli operatori e alla stampa specializzata italiana. Con gli occhi puntati in modo particolare sulla capitale Tallinn, Capitale Verde d’Europa nel 2023 e su Tartu, la seconda città estone. Posizionata nel meridione del paese quest'ultima mira in alto per il 2024, puntando a un milione di visitatori quando sarà una delle tre città europee Capitali della Cultura.   Ottimi i collegamenti tra l’Estonia e l’Italia grazie ai collegamenti Ryanair e Wizz Air con oltre 20 voli settimanali da otto città italiane. E da altre città europee c’è un’ottima scelta di voli operati sia da vettori low cost che di linea. Per molti visitatori è Tallinn il primo punto d’arrivo nel paese baltico, una città Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco che vanta un tessuto urbano medievale attentamente conservato e strutture ricettive in grado di soddisfare ogni esigenza. Presenti alle serate italiane Kristina Talisainen, b2b marketing e Kadri Gröön, international media di Visit Estonia insieme ai partner Visit Tartu, Ibis Hotel Tallinn e Eckero Line, compagnia di traghetti che collegano Tallinn e Helsinki.  “Dall’inizio dell’anno fino alla fine di luglio 2022 l’Estonia ha accolto 791.983 visitatori internazionali, e di questi 11.338 erano italiani”, ha sottolineato Kristina Talisaninen. Un’incremento nel numero di visitatori dal Belpaese del 190% rispetto allo spesso periodo del 2021.  Molto apprezzato dagli italiani, ha aggiunto Kadri Gröön, la cucina estone: “Una cucina sostenibile con oltre 31 dei nostri ristoranti inseriti nella prestigiosa Guida Michelin”.   [post_title] => Estonia pronta a conquistare il favore dei turisti italiani [post_date] => 2022-10-03T13:39:05+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664804345000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431082 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_431083" align="alignleft" width="300"] Roberto Catanzaro[/caption] Nexi e Global Blue hanno stretto una partnership strategica finalizzata all'integrazione delle soluzioni di pagamento di Nexi con le piattaforme PMS (Property Management System) e i Point of Sale di Oracle. L’accordo consolida in modo significativo la collaborazione di lungo termine tra i due player e segue quello relativo al servizio DCC (Dynamic Currency Conversion) che - grazie allo status di Global Blue di Payment System Integrator Gold-level certificato Oracle® - consente agli esercenti dei 25 Paesi in cui opera Nexi di accettare pagamenti attraverso la suite di prodotti Oracle®. «La partnership strategica con Global Blue rafforza ulteriormente le nostre capacità di offrire a commercianti e aziende la migliore combinazione di scala europea e vicinanza al cliente - afferma Roberto Catanzaro, group chief strategy & transformation officer di Nexi - Estenderemo le nostre soluzioni di accettazione omnicanale e continueremo a fornire proposte che consentano nuove esperienze utente per i consumatori e nuove opportunità di business per i commercianti, con un focus specifico sui verticali dell'hotellerie, dell'ospitalità e del retail». Grazie alla semplificazione dei processi operativi e alla riduzione del carico di lavoro del personale addetto a Front Desk e Back Office, questa integrazione offre vantaggi significativi ai retailers che utilizzano le piattaforme Oracle OPERA Cloud Property Management, Simphony Point of Sale and Oracle Retail XStore Point-of-Service. I merchant, infatti, possono beneficiare di un’esperienza omnicanale davvero fluida, traendo un vantaggio concreto dal connubio tra la scala europea e la profonda competenza a livello locale di Nexi, mentre per i consumatori l'esperienza di acquisto diventa più semplice, più veloce e più sicura, nel rispetto dei più elevati standard di sicurezza e della Tokenizzazione end-to-end per l'archiviazione sicura dei dati delle carte.   «Attraverso questa collaborazione, Global Blue si conferma partner leader nel settore tecnologico e dei pagamenti e consente a chi opera nell’ambito dell’hospitality, della ristorazione e del commercio al dettaglio di disporre di uno strumento gestionale integrato e omnicanale per un’esperienza di acquisto ancora più fluida” - ha detto Damian Cecchi, svp added value payment solutions – “In qualità di fornitore di questa soluzione innovativa, possiamo e intendiamo continuare ad essere il punto di riferimento di tutti i nostri acquirer e partner che vedono le nostre competenze come necessarie per poter migliorare le proprie performance sul mercato». [post_title] => Nexi e Global Blue: partnership strategica per integrare le soluzioni [post_date] => 2022-09-26T11:11:49+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664190709000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430755 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sono oltre una sessantina gli sviluppi di hotel di lusso previsti in Italia per i prossimi tre anni. Lo ha rivelato  il direttore di Thrends, Giorgio Ribaudo, in occasione della seconda edizione della Luxury Hospitality Conference, organizzata la settimana scorsa a Milano da Teamwork, in collaborazione con HotelMyPassion. Il dato è un'anticipazione del Luxury Report 2022 realizzato sempre da Thrends, che sarà presentato ufficialmente in occasione della Italian Hospitality Investment Conference (Ithic), in programma a Rimini dal 10 all'11 ottobre. Sul territorio nazionale le strutture a 5 stelle passeranno quindi dalle attuali 652 unità a 682 nel 2023, diventeranno poi 702 nel 2024 e infine 712 nel 2025. Ulteriori tre aperture sono inoltre già previste negli anni successivi, ovvero entro il 2027. Nel dettaglio, sono le destinazioni urbane a concentrare la maggior quota (38%) di nuove aperture del segmento, seguite poi dalle mete leisure non urbane (30%) e da quelle sun & beach (22%). In termini di location, invece, sono Roma (8 hotel in pipeline), Venezia (7) e Milano (6) a catalizzare il maggior numero di aperture, seguite poi da Firenze (4) e Cortina d’Ampezzo (3). [post_title] => Thrends: in arrivo oltre 60 hotel di lusso in Italia nei prossimi tre anni [post_date] => 2022-09-20T11:01:03+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663671663000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430734 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Buenos Aires e l'Argentina rinsaldano il legame con il mercato italiano, puntando a ripristinare al più presto i flussi turistici pre-pandemia. Ecco quindi la serata tutta romana organizzata dall’ambasciata argentina, che ha acceso i riflettori su plus e novità della capitale sudamericana, dove nel 2019 i viaggiatori italiani si classificavano all'ottavo posto per numero di arrivi stranieri. “Presentare le attrattive di Buenos Aires a Roma è per noi estremamente importante, poiché questo tipo di scambio di esperienze contribuisce alla ripresa del settore" ha spiegato Lucas Delfino, presidente dell'Ente del Turismo di Buenos Aires. Nei primi mesi del 2022, da gennaio a maggio, sono stati 688.000 gli arrivi internazionali in Argentina, e di questi 18.000 era di origine italiana secondo i dati forniti dalla Direzione Nazionale delle Migrazioni. Nello stesso periodo del 2019 i viaggiatori italiani erano 44.000, ma va precisato che durante i primi cinque mesi del 2022 non ci sono stati collegamenti diretti con l'Italia, e che la connettività è stata in parte recuperata solo tra giugno e luglio con otto voli settimanali. “Buenos Aires è una destinazione che ruota su tre assi principali: cultura, gastronomia e natura; una città che presenta tanta varietà”, ha detto Karina Perticone, executive director di Visit Buenos Aires, un nuovo ente di promozione focalizzato sui segmenti di fascia alta, Lgbt e Mice, che si concentra su temi come la gastronomia, la cultura e le attività urbane all'aperto.     [post_title] => Buenos Aires a Roma con tutte le novità fra cultura, gastronomia e natura [post_date] => 2022-09-20T10:32:44+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663669964000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "urban blue" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":10,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":376,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431789","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' stato inaugurato oggi a Fiumicino il primo vertiporto italiano. Aeroporti di Roma, Volocopter, UrbanV e Atlantia sono stati i protagonisti del primo volo in Italia di un eVTOL equipaggiato, primo test a un anno dalla presentazione del primo prototipo di eVTOL nel mostro paese. Negli ultimi dodici mesi, sono stati fatti progressi significativi dal punto di vista delle tecnologie di volo, della progettazione dei vertiporti e delle normative necessarie per consentire ai primi servizi AAM tra l'aeroporto di Fiumicino e la città di Roma di “spiccare il volo” entro il 2024.\r\n\r\nIl pilota collaudatore di Volocopter, a bordo dell'elicottero elettrico Volocopter 2X, ha volato a 40 km/h per 5 minuti a 40 metri di altezza, performando una traiettoria di volo “a 8 davanti agli spettatori, dopo aver ottenuto tutte le autorizzazioni necessarie da parte delle autorità italiane competenti.\r\n\r\nL'aerotaxi elettrico di Volocopter è stato progettato per consentire ai passeggeri di effettuare voli rapidi e senza emissioni in ambienti urbani, sia su rotte terrestri particolarmente trafficate, sia sopra a flussi d’acqua. Le caratteristiche dell’aerotaxy rispecchiano la volontà di Atlantia e di Aeroporti di Roma di svolgere un ruolo pionieristico nel rendere praticabile e accessibile al pubblico la mobilità area urbana.","post_title":"Fiumicino alza il sipario sul primo vertiporto italiano: decolla il Volocopter","post_date":"2022-10-06T11:56:10+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1665057370000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431694","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Croazia, meta ideale da scoprire sulle due ruote di una bicicletta: dalle strade sterrate a quelle asfaltate, ci sono percorsi adatti per tutti gusti, sia per ciclisti amatoriali che per atleti professionisti.\r\nPartendo dall'Istria, la penisola più conosciuta per i ciclisti in Croazia, è possibile esplorare l'interno o scendere alle profumate isole del Quarnaro. Il Gorski kotar e le strade storiche della Lika conducono ai passi più alti e alle splendide montagne del Carso Dinarico. E quando la vista si estende fino al mare, la corsa diventa particolarmente magica.\r\nAl contrario, i campi di grano dorati della Slavonia raccontano storie bellissime: la Croazia Centrale ha un paesaggio collinare; i suoi castelli, manieri e chiese raccontano storie del passato e conducono all’oasi ciclistica urbana di Zagabria. \r\nE' in calendario per il prossimo 8 ottobre, a Parenzo, l'evento sportivo, “Istria300”, un percorso lungo fino a 300 chilometri, che parte e termina in questa cittadina costiera, dopo aver attraversato alcuni dei più bei percorsi della regione, alla scoperta di località spettacolari che garantiranno un’esperienza ciclistica indimenticabile.","post_title":"La Croazia vista dalle due ruote di una bici: i percorsi più belli, dall'Istria alla Slavonia","post_date":"2022-10-05T11:46:05+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1664970365000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431643","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Blue Air ha rimandato la ripresa dei voli programmata per il 10 ottobre. La compagnia aerea aveva sospeso i voli lo scorso 6 settembre, dopo aver accusato il Ministero dell'Ambiente di aver bloccato l'accesso ai suoi conti bancari.\r\n\r\nNella nota ufficiale in cui annuncia che i voli non ripartiranno il 10 ottobre, la low cost rumena spiega che sta lavorando \"al meglio per riprendere le operazioni di volo (...) A tal fine, Blue Air sta attualmente discutendo con potenziali investitori, finanziatori e il governo rumeno per ristrutturare il suo profilo di capitale in modo da poter riprendere le operazioni aeree\".\r\n\r\nGrave incertezza per i passeggeri: sarebbero infatti già stati venduti circa 16.000 biglietti per voli previsti tra il 10 ottobre 2022 e il 30 ottobre 2023.","post_title":"Blue Air resta a terra: posticipata la ripresa dei voli prevista per il 10 ottobre","post_date":"2022-10-05T08:50:31+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1664959831000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431595","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuovi pacchetti, nuovi prodotti di nicchia, nuove idee, per stare al passo coi tempi. E per soddisfare o stuzzicare gli operatori italiani del turismo outgoing. La Repubblica Ceca si presenterà così a Rimini in occasione della prossima edizione del Ttg Travel Experience. Al suo stand (Pad C1 – 63/98) CzechTourism non si limiterà a ribadire le proprie strategie promozionali, ma fornirà una serie di nuove suggestioni pensate ad hoc per il mercato italiano. Tour operator e agenti di viaggio saranno quindi ancora una volta coadiuvati nel perfezionare o arricchire la propria offerta estera.\r\n\r\nForte di un’offerta classic ampissima e di alto livello, che proprio per la sua intensità e unicità, non passa mai di moda e non smette di affascinare, CzechTourism parte dall’evergreen per elaborare nuove proposte, sempre più in chiave esperienziale. Lungi dallo stancare e venir sorpassati, storia e cultura in Cechia si rinnovano, trasformandosi in pretesti per esperienze indimenticabili. Tra monumenti storici, castelli, antiche tradizioni e siti Unesco da una parte, una ricca gastronomia, fiumi di birre e vini, artigianato prezioso e folklore dall’altra, il passato in questo Paese dai mille volti non si scontra, anzi si incontra con il presente e il futuro, disegnati da moderni skyline, città in continua evoluzione, design e designer d’eccellenza, riconversioni industriali e tendenze urban. Ampia scelta anche per la vacanza attiva, dal cicloturismo al trekking, all'hiking o alle semplici passeggiate nei parchi naturali.","post_title":"Repubblica Ceca: nuovi spunti per scoprire il Paese, fra cultura e attività outdoor","post_date":"2022-10-04T12:10:27+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1664885427000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431571","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"«Credo che quest'anno, in autunno, ci saranno più fallimenti di compagnie aeree che fusioni o acquisti», così ha affermato Johan Lundgren, l'amministratore delegato di Easyjet. Nel caso pensaste che si riferisse alla sua stessa compagnia, che nell'ultimo semestre aveva ancora perdite significative, ha anche chiarito che Easyjet ha un grande futuro perché è una delle compagnie aeree con meno debiti e «una delle poche che ha un rating del tuo credito molto positivo»\r\n\r\nLundgren ha aggiunto che «per un certo numero di compagnie aeree le difficoltà sono molte e se le cose si mettono male ora, penso che alcuni colleghi affronteranno un futuro cupo». Poi ha ricordato la crisi di Blue Air in Romania. I media gli hanno chiesto se conoscesse altre compagnie aeree a rischio e lui ha risposto: «Sì, ma non te lo dico».\r\n\r\nLundgren è soddisfatto di come sta la sua azienda. «Se si guarda a luglio e agosto, in questi due mesi abbiamo trasportato 16 milioni di clienti, con meno difficoltà rispetto al 2019. Ma non è stato facile, perché non tutto è sotto il nostro controllo». Il manager ha aggiunto che l'estate è stata benefica, ma l'intero anno sarà un'altra cosa.","post_title":"Lundgren (easyJet): «Molte compagnie aeree sull'orlo del fallimento»","post_date":"2022-10-04T09:40:05+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1664876405000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431536","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L’Estonia, un mix accattivante di natura, cultura, gastronomia, tecnologia e sostenibilità, si è presentata a Roma e Milano con queste carte vincenti agli operatori e alla stampa specializzata italiana. Con gli occhi puntati in modo particolare sulla capitale Tallinn, Capitale Verde d’Europa nel 2023 e su Tartu, la seconda città estone. Posizionata nel meridione del paese quest'ultima mira in alto per il 2024, puntando a un milione di visitatori quando sarà una delle tre città europee Capitali della Cultura.  \r\n\r\nOttimi i collegamenti tra l’Estonia e l’Italia grazie ai collegamenti Ryanair e Wizz Air con oltre 20 voli settimanali da otto città italiane. E da altre città europee c’è un’ottima scelta di voli operati sia da vettori low cost che di linea. Per molti visitatori è Tallinn il primo punto d’arrivo nel paese baltico, una città Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco che vanta un tessuto urbano medievale attentamente conservato e strutture ricettive in grado di soddisfare ogni esigenza.\r\n\r\nPresenti alle serate italiane Kristina Talisainen, b2b marketing e Kadri Gröön, international media di Visit Estonia insieme ai partner Visit Tartu, Ibis Hotel Tallinn e Eckero Line, compagnia di traghetti che collegano Tallinn e Helsinki.  “Dall’inizio dell’anno fino alla fine di luglio 2022 l’Estonia ha accolto 791.983 visitatori internazionali, e di questi 11.338 erano italiani”, ha sottolineato Kristina Talisaninen. Un’incremento nel numero di visitatori dal Belpaese del 190% rispetto allo spesso periodo del 2021.  Molto apprezzato dagli italiani, ha aggiunto Kadri Gröön, la cucina estone: “Una cucina sostenibile con oltre 31 dei nostri ristoranti inseriti nella prestigiosa Guida Michelin”.\r\n\r\n ","post_title":"Estonia pronta a conquistare il favore dei turisti italiani","post_date":"2022-10-03T13:39:05+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1664804345000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431082","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_431083\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Roberto Catanzaro[/caption]\r\n\r\nNexi e Global Blue hanno stretto una partnership strategica finalizzata all'integrazione delle soluzioni di pagamento di Nexi con le piattaforme PMS (Property Management System) e i Point of Sale di Oracle. L’accordo consolida in modo significativo la collaborazione di lungo termine tra i due player e segue quello relativo al servizio DCC (Dynamic Currency Conversion) che - grazie allo status di Global Blue di Payment System Integrator Gold-level certificato Oracle® - consente agli esercenti dei 25 Paesi in cui opera Nexi di accettare pagamenti attraverso la suite di prodotti Oracle®.\r\n\r\n«La partnership strategica con Global Blue rafforza ulteriormente le nostre capacità di offrire a commercianti e aziende la migliore combinazione di scala europea e vicinanza al cliente - afferma Roberto Catanzaro, group chief strategy & transformation officer di Nexi - Estenderemo le nostre soluzioni di accettazione omnicanale e continueremo a fornire proposte che consentano nuove esperienze utente per i consumatori e nuove opportunità di business per i commercianti, con un focus specifico sui verticali dell'hotellerie, dell'ospitalità e del retail».\r\n\r\nGrazie alla semplificazione dei processi operativi e alla riduzione del carico di lavoro del personale addetto a Front Desk e Back Office, questa integrazione offre vantaggi significativi ai retailers che utilizzano le piattaforme Oracle OPERA Cloud Property Management, Simphony Point of Sale and Oracle Retail XStore Point-of-Service.\r\n\r\nI merchant, infatti, possono beneficiare di un’esperienza omnicanale davvero fluida, traendo un vantaggio concreto dal connubio tra la scala europea e la profonda competenza a livello locale di Nexi, mentre per i consumatori l'esperienza di acquisto diventa più semplice, più veloce e più sicura, nel rispetto dei più elevati standard di sicurezza e della Tokenizzazione end-to-end per l'archiviazione sicura dei dati delle carte.  \r\n\r\n«Attraverso questa collaborazione, Global Blue si conferma partner leader nel settore tecnologico e dei pagamenti e consente a chi opera nell’ambito dell’hospitality, della ristorazione e del commercio al dettaglio di disporre di uno strumento gestionale integrato e omnicanale per un’esperienza di acquisto ancora più fluida” - ha detto Damian Cecchi, svp added value payment solutions – “In qualità di fornitore di questa soluzione innovativa, possiamo e intendiamo continuare ad essere il punto di riferimento di tutti i nostri acquirer e partner che vedono le nostre competenze come necessarie per poter migliorare le proprie performance sul mercato».","post_title":"Nexi e Global Blue: partnership strategica per integrare le soluzioni","post_date":"2022-09-26T11:11:49+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1664190709000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430755","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sono oltre una sessantina gli sviluppi di hotel di lusso previsti in Italia per i prossimi tre anni. Lo ha rivelato  il direttore di Thrends, Giorgio Ribaudo, in occasione della seconda edizione della Luxury Hospitality Conference, organizzata la settimana scorsa a Milano da Teamwork, in collaborazione con HotelMyPassion. Il dato è un'anticipazione del Luxury Report 2022 realizzato sempre da Thrends, che sarà presentato ufficialmente in occasione della Italian Hospitality Investment Conference (Ithic), in programma a Rimini dal 10 all'11 ottobre.\r\n\r\nSul territorio nazionale le strutture a 5 stelle passeranno quindi dalle attuali 652 unità a 682 nel 2023, diventeranno poi 702 nel 2024 e infine 712 nel 2025. Ulteriori tre aperture sono inoltre già previste negli anni successivi, ovvero entro il 2027. Nel dettaglio, sono le destinazioni urbane a concentrare la maggior quota (38%) di nuove aperture del segmento, seguite poi dalle mete leisure non urbane (30%) e da quelle sun & beach (22%).\r\nIn termini di location, invece, sono Roma (8 hotel in pipeline), Venezia (7) e Milano (6) a catalizzare il maggior numero di aperture, seguite poi da Firenze (4) e Cortina d’Ampezzo (3).","post_title":"Thrends: in arrivo oltre 60 hotel di lusso in Italia nei prossimi tre anni","post_date":"2022-09-20T11:01:03+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1663671663000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430734","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\r\n\r\nBuenos Aires e l'Argentina rinsaldano il legame con il mercato italiano, puntando a ripristinare al più presto i flussi turistici pre-pandemia. Ecco quindi la serata tutta romana organizzata dall’ambasciata argentina, che ha acceso i riflettori su plus e novità della capitale sudamericana, dove nel 2019 i viaggiatori italiani si classificavano all'ottavo posto per numero di arrivi stranieri.\r\n\r\n“Presentare le attrattive di Buenos Aires a Roma è per noi estremamente importante, poiché questo tipo di scambio di esperienze contribuisce alla ripresa del settore\" ha spiegato Lucas Delfino, presidente dell'Ente del Turismo di Buenos Aires.\r\n\r\nNei primi mesi del 2022, da gennaio a maggio, sono stati 688.000 gli arrivi internazionali in Argentina, e di questi 18.000 era di origine italiana secondo i dati forniti dalla Direzione Nazionale delle Migrazioni. Nello stesso periodo del 2019 i viaggiatori italiani erano 44.000, ma va precisato che durante i primi cinque mesi del 2022 non ci sono stati collegamenti diretti con l'Italia, e che la connettività è stata in parte recuperata solo tra giugno e luglio con otto voli settimanali.\r\n\r\n“Buenos Aires è una destinazione che ruota su tre assi principali: cultura, gastronomia e natura; una città che presenta tanta varietà”, ha detto Karina Perticone, executive director di Visit Buenos Aires, un nuovo ente di promozione focalizzato sui segmenti di fascia alta, Lgbt e Mice, che si concentra su temi come la gastronomia, la cultura e le attività urbane all'aperto.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Buenos Aires a Roma con tutte le novità fra cultura, gastronomia e natura","post_date":"2022-09-20T10:32:44+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1663669964000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti