30 May 2024

Turicchi: “Con Lufthansa ulteriore crescita per Ita. Ottimisti sulla Ue”

[ 0 ]

Siamo ottimisti? “Assolutamente sì”. Antonino Turicchi, presidente di Ita Airways, risponde così a Travel Quotidiano sull’attesa risposta dall’Unione europea in merito all’accordo con Lufthansa, a margine della presentazione a Linate del nuovo servizio di FaceBoarding. Decisione che proprio ieri da Bruxelles hanno protratto ancora, fino a luglio.

Un rinvio dopo l’altro che potrebbe in qualche modo inficiare le performance della compagnia aerea in un periodo, quello estivo, tra i più redditizi per i vettori? Non secondo il presidente, che anzi pone l’accento sulla crescita, costante, che la compagnia persegue sin dalla sua nascita: “Stiamo portando avanti il nostro piano che è stato oggetto di condivisione con Lufthansa. Ieri siamo arrivati a 91 aerei e riteniamo che quando l’operazione avrà il via libera dall’Ue darà un ulteriore elemento di crescita alla compagnia“.

Linate strategico

Turicchi ricorda poi la strategicità di Linate e della ristrutturazione a firma Sea Aeroporti e città di Milano: “Si tratta di investimenti importanti per un aeroporto per noi fondamentale, il secondo dopo Fiumicino e dove l’anno scorso abbiamo trasportato 5 milioni di passeggeri sui 15 milioni complessivi. Da qui operiamo 28 destinazioni sia business sia leisure: in particolare puntiamo molto sul traffico bt che ci vede proporre 48 voli settimanali su London City. Aumenteranno quest’estate anche le rotte leisure”.

Quanto allo storico collegamento Roma-Milano, per Ita sembra protagonista di una nuova primavera: “Il servizio offerto dalla metropolitana (M4, ndr) che collega l’aeroporto con il centro città ha permesso al trasporto aereo di invertire il trend rispetto al treno. Abbiamo registrato un enorme aumento di traffico sui voli tra Roma e Milano, dove operiamo 15 voli giornalieri”. 

In generale un trend di crescita positivo per il traffico su Milano, “destinato a proseguire in vista delle Olimpiadi invernale 2026”.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468358 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ci stiamo avvicinando a grandi passi al momento in cui Lufthansa, stanca di tutte queste vessazioni imposte dall'Europa, deciderà di chiudere la trattativa con Ita e di ritirarsi in buon ordine. Ora la cosa che è veramente inaccettabile è che la commissaria antitrust europea stia facendo una battaglia all'ultimo sangue proprio per evitare che Ita e Lufthansa stiano insieme. O al massimo che siano del tutto depotenziate rispetto a determinate rotte molto redditizie. Che è come dire a due cuochi: sì, potete aprire un ristorante insieme ma non potete cucinare i vostri piatti migliori.  Che senso ha? Ma poi se vediamo in giro ci accorgiamo che di monopoli di più grande portata sono in qualche modo tollerati in Europa. Facciamo i nomi. Google Alphabet, Amazon, Apple, Tik Tok, Facebook Meta, Microsoft, Samsung. Che ve ne pare. Risposte sbagliate Certo, potrebbero rispondere da Strasburgo, ma queste mega aziende hanno fornito i dati all'Ue per rientrare nella nuova normativa che impedisce loro di esercitare un monopolio. Ma naturalmente si tratta di azioni formali che con la sostanza delle cose non ha niente a che fare. Quelle aziende sono tutte monopoliste, che si voglia e che non si voglia. Allora il pugno di ferro venga applicato anche a Amazon, per esempio. Cara Amazon tu non puoi lavorare nelle zone d'Europa che sono per te più redditizie. Ecco se uscisse un provvedimento del genere cosa accadrebbe? Un putiferio. Perché potrebbe anche intromettersi il governo americano. Bene allora se le cose stanno così sarebbe necessario che i governi tedesco e italiano inizino a protestare in modo serio difronte a queste lungaggini, a questo trattamento ingiusto e illogico. Vediamo cosa succede. Giuseppe Aloe [post_title] => L'Europa punta a far sfumare l'accordo Ita-Lufthansa. Non ci sono dubbi [post_date] => 2024-05-29T11:25:23+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => topnews ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Top News ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716981923000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468173 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un 2024 dai grandi numeri per l’aeroporto di Olbia che si appresta a superare il proprio record di passeggeri movimentati, superando quota 3,5 milioni. Il nuovo primato – come evidenzia La Nuova Sardegna – è figlio del boom del turismo post pandemia, ma soprattutto delle strategie portate avanti dalla Geasar, la società di gestione che è passata nelle mani del fondo infrastrutturale F2I. «Le prospettive sono ottime, sotto il profilo del volume complessivo dei transiti del 2024 ci aspettiamo circa 3,5 milioni di passeggeri, in aumento di circa il 10% rispetto all’anno scorso, che già era stato un anno record per il Costa Smeralda – sottolinea Mario Garau, responsabile sviluppo rotte di Geasar –. Il dato di assoluto rilievo è quello che la stagione ha avuto inizio molto prima rispetto al passato e siamo in crescita di circa il 45% rispetto al maggio del 2023:tutte le nostre compagnie partner, da quelle low cost, come easyjet, Volotea e Wizz Air, ma anche Lufthansa a Iag, con British Airways e Iberia, hanno deciso di anticipare le operazioni con prodotti turistici anche nella cosiddetta stagione di spalla». Nord Sardegna avanti tutta Dallo scorso 31 marzo e fino al 26 ottobre 2024, il network degli aeroporti di Alghero e Olbia è stato ampliato grazie all’aggiunta di 14 novità, per un totale di 149 collegamenti, di cui cento internazionali e quarantanove domestici, operati da quaranta compagnie aeree che collegheranno il Nord Sardegna con ventiquattro Paesi. Nei due scali saranno messi in vendita 5,8 milioni di posti offerti, il 14% in più rispetto allo scorso anno. Per l’aeroporto di Alghero si prospetta una delle migliori stagioni di sempre. L’aeroporto Costa Smeralda si arricchisce di 13 nuovi destinazioni e di due nuove compagnie aree: Ryanair, che inaugura 10 collegamenti (Bergamo, Bologna, Bruxelles Charleroi, Copenaghen, Cracovia, Londra Stansted, Parigi Beauvais, Trieste e Vienna), la compagnia BA City Flyer, sussidiaria di British Airways, che collegherà Olbia con Edimburgo. Tra le novità, Volotea amplia l’offerta dei voli con la Francia, aggiungendo Brest, ed Eurowings attiva il collegamento con Hannover. Altra ottima notizia per Olbia è poi l’avanzamento del progetto per il collegamento ferroviario che unirà il Costa Smeralda con la rete dell'Isola, del valore di 231 milioni di euro. Intervento che rientra fra le opere comprese nel perimetro del Pnrr. Rete Ferroviaria Italiana ha concluso le procedure di valutazione per la progettazione esecutiva e la realizzazione dei lavori. Il piano prevede la realizzazione di un nuovo tracciato di circa 3,4 chilometri che, partendo dalla linea Golfo Aranci - Macomer, attraverso la stazione Olbia Terranova, arriva presso l'aeroporto Costa Smeralda dove verrà realizzata una nuova stazione di testa a due binari. Il progetto prevede inoltre il collegamento alla linea in direzione sud, verso Chilivani/Macomer, mediante un collegamento ferroviario di circa 1 chilometro. All'attuale individuazione del migliore offerente farà seguito l'avvio della progettazione esecutiva segnando così un importante traguardo nello sviluppo dell'opera la cui attivazione è prevista entro il 2026. [post_title] => Olbia verso i 3,5 mln di passeggeri. E nel 2026 arriva il collegamento ferroviario [post_date] => 2024-05-28T09:25:09+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716888309000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468219 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sembra destinato ad arenarsi lungo le sponde dell'Atlantico il matrimonio fra Ita Airways e Lufthansa. Ad oggi, almeno, il decollo dell'acquisizione del 41% del capitale della compagnia aerea italiana da parte dei tedeschi rimane bloccato dalle obiezioni delle autorità antitrust europee sotto la guida di Margrethe Vestager. Non sono stati ritenuti sufficienti neppure gli ultimi rimedi presentati dalle due parti, che prevedono la separazione per due anni delle attività di Ita Airways sul Nord Atlantico da quelle di Francoforte; e l'offerta di convogliare passeggeri in viaggio tra l’Italia e Usa/Canada sugli hub di compagnie competitor - come Air France, Klm, Iberia, British Airways - siglando con loro accordi commerciali. Richieste Dalla Commissione Ue la richiesta a questo punto sarebbe andata ben oltre: come riferisce Il Corriere della Sera, Ita dovrebbe restare fuori, per sempre, dalla joint venture transatlantica A++ (quella che accomuna Lufthansa con United Airlines ed Air Canada), anche quando il gruppo tedesco avrà rilevato il 100% del capitale del vettore italiano. Richiesta difficile da comprendere anche secondo gli esperti consultati dal quotidiano, che viene giudicata addirittura di poco senso sia dal punto di vista industriale sia per la tutela del consumatore. Una barriera non da poco quella che si trova davanti al ceo di Lufthansa, Carsten Spohr, ammesso che il colosso tedesco si sempre disposto a volerla superare o - come affermato settimane fa -, "ci sono linee rosse che non supereremo". [post_title] => Ita-Lufthansa e il muro dell'Ue sull'Atlantico: le rotte della discordia [post_date] => 2024-05-28T08:45:33+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716885933000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468124 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dopo Palermo, il nuovo Customer Information Assistance Office – Ciao di Ita Airways ha debuttato a Cosenza. La Calabria rappresenta per la compagnia aerea un territorio di estrema rilevanza, con oltre 60 frequenze settimanali, che sfiorano le 80 nel picco della stagione estiva, che collegano Roma Fiumicino e Milano Linate con gli aeroporti di Reggio Calabria e Lamezia Terme. L’apertura del Customer Information Assistance Office entra quindi nel solco di questa attenzione al territorio calabrese da parte di Ita, con un investimento sul territorio che mette a disposizione dei propri dipendenti un luogo di lavoro innovativo e confortevole, valorizzando le professionalità locali di cui si compone questo ufficio. “Il nostro nuovo progetto è partito due giorni fa da Palermo con l’impegno di valorizzare e far crescere le persone ​portandole ad esprimere a pieno il proprio potenziale, per costruire insieme un’eccellenza​ italiana nella customer satisfaction – ha commentato il presidente di Ita Airways, Antonino Turicchi -.  Anche oggi mi preme sottolineare l’importanza della centralità del cliente nel nostro business, continuiamo a lavorare per individuare le soluzioni migliori per soddisfare tutte le esigenze dei diversi target di clientela”. Il nuovo centro, ha aggiunto Giovanna Di Vito, chief program office, Esg & customer operations officer del vettore - "rappresenta tutto lo spirito della compagnia, coerentemente con il suo ruolo di ambasciatrice dei valori e della qualità del Made in Italy nel mondo. Lo abbiamo chiamato Ciao per fare emergere da subito l’importanza che riveste per Ita Airways la relazione con il cliente. Una semplice parola, conosciuta globalmente, in grado di esprimere da sola la confidenza, l’empatia e l’allegria, ​informale ed autentica, simbolo della nostra unicità, dell’accoglienza tutta italiana”. [post_title] => Ita Airways: il nuovo centro di assistenza Ciao è attivo anche a Cosenza [post_date] => 2024-05-27T09:56:48+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716803808000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467965 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Swiss allunga lo sguardo all'inverno 2024-25 con un network composto da 93 destinazioni servite da Zurigo e Ginevra. La compagnia del gruppo Lufthansa continuerà a servire una serie di destinazioni che sono state aggiunte recentemente alla rete estiva. Tra le mete a lungo raggio spicca Washington, DC, operata da cinque voli settimanali anche durante l'inverno. Sul fronte del corto raggio, Swiss volerà ogni giorno su Londra Gatwick e tre volte a settimana su Cluj-Napoca (Romania) e Košice (Slovacchia). Previsto anche l'aumento delle frequenze di volo su alcune rotte intercontinentali: i collegamenti tra Zurigo e le città californiane di Los Angeles e San Francisco saranno portati a frequenza giornaliera, mentre sulla Zurigo-Miami sarà operato un collegamento due volte al giorno. Swiss effettuerà durante l'inverno anche un collegamento giornaliero tra Zurigo e Shanghai. I passeggeri che viaggiano da Ginevra potranno continuare a usufruire del collegamento non-stop da e per la capitale norvegese Oslo anche nella winter: la rotta Ginevra-Oslo è stata aggiunta al network Swiss quest'estate e sarà operata con quattro frequenze settimanali nel prossimo orario invernale. Sempre da Ginevra i passeggeri avranno una maggiore scelta di servizi anche per Copenaghen (aumentati a cinque frequenze settimanali) e per Valencia e Malaga (ciascuno aumentato a tre voli settimanali).   [post_title] => Swiss manterrà anche nell'orario invernale i voli per Washington e Londra Gatwick [post_date] => 2024-05-24T09:10:43+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716541843000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467885 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ita Airways ha inaugurato a Palazzo Gamma a Palermo il nuovo Customer information assistance office - Ciao: il progetto di customer care della compagnia si distingue per il dna tutto italiano ed è all’insegna dell’inclusività, della competenza e dell’efficienza, con l'intento di «rappresentare l’accoglienza del nostro Paese in modo sempre credibile e autorevole fin dal primo contatto telefonico con la clientela». «Il nostro impegno ​è quello di valorizzare e far crescere le persone ​portandole ad esprimere a pieno il proprio potenziale, per costruire insieme un’eccellenza​ italiana nella customer satisfaction.  Il cliente è al centro del nostro business –ha dichiarato Antonino Turicchi, presidente di Ita - e fin dalla nostra nascita ci siamo impegnati nel trovare le soluzioni migliori per soddisfare tutte le esigenze dei diversi target di clientela. Oggi abbiamo raggiunto un nuovo importante obiettivo del nostro percorso di crescita e miglioramento inaugurando questa nuova sede, che conferma inoltre l’attenzione della compagnia alle eccellenze lavorative dei territori italiani». «Il Customer Information Assistance Office Ita Airways di Palermo, che da oggi ospiterà 178 colleghi nei suoi spazi, è stato pensato per rappresentare al meglio lo spirito e la passione delle nostre persone, l’identità e i valori della nostra compagnia - ha dichiarato Giovanna Di Vito, chief program office, Esg & customer operations officer della compagnia aerea -. Lo abbiamo chiamato Ciao per fare emergere da subito l’importanza che riveste per Ita Airways la relazione con il cliente. Una semplice parola, conosciuta globalmente, in grado di esprimere da sola la confidenza, l’empatia e l’allegria, ​informale ed autentica, simbolo della nostra unicità, dell’accoglienza tutta italiana». La Sicilia rappresenta per Ita un territorio di assoluta rilevanza, vista l’importanza dei collegamenti operati per favorire la connettività del suo territorio e dei suoi cittadini, che la Compagnia si impegna ad assicurare collegando l’Isola dagli aeroporti di Palermo e Catania con i propri aeroporti di riferimento di Roma Fiumicino e Milano Linate (con un operativo che nel picco estivo prevede oltre 150 frequenze settimanali complessive su Roma Fiumicino e circa 100 su Milano Linate) e, attraverso le prosecuzioni dai due aeroporti, con le destinazioni domestiche, internazionali ed intercontinentali servite dal proprio network. Il prossimo 24 maggio verrà inaugurata anche la nuova sede del Ciao a Cosenza. [post_title] => Ita Airways: taglio del nastro a Palermo del nuovo Customer information assistance office - Ciao [post_date] => 2024-05-23T09:48:26+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716457706000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467807 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Quattro villaggi, cinque settimane di attività per altrettante esibizioni di artisti italiani e tanto divertimento. Sono i numeri della rinnovata collaborazione tra Alpitour World e Radio Italia, che in estate proporrà una serie di dirette radio e appuntamenti live. Dal 10 al 15 giugno Radio Italia sarà in particolare al salentino Bravo Alimini, dall’1 al 6 luglio al Siciliano Bravo Baia di Tindari e dall’8 al 13 luglio al Voi Arenella Resort, sempre sull'isola più grande del Mediterraneo. Dal 22 al 3 agosto sarà infine la volta del Voi Tanka Village in Sardegna. In ogni struttura sarà presente una postazione radio da cui trasmetteranno i conduttori Giuditta Arecco e Marco Falivelli (dalle 15 alle 17, Bravo Alimini), nonché Daniela Cappelletti ed Emiliano Picardi (dalle 17 alle 19, Bravo Alimini); Paoletta (dalle 9 alle 12, Bravo Baia di Tindari), nonché Mauro Marino e Manola Moslehi (dalle 13 alle 16, , Bravo Baia di Tindari); Giuditta Arecco e Marco Falivelli (dalle 15 alle 17, Voi Arenella Resort), nonché Daniela Cappelletti ed Emiliano Picardi (dalle 17 alle 19, Voi Arenella Resort); Paoletta (dalle 9 alle 12, Voi Tanka Village), nonché Mauro Marino e Manola Moslehi (dalle 13 alle 16, Voi Tanka Village). Ospiti ai microfoni e protagonisti di Radio Italia Live Estate saranno i Ricchi e Poveri (Bravo Alimini), Alfa (Bravo Baia di Tindari); Irama (Voi Arenella Resort) Francesco Gabbani (Voi Tanka Village) e Rose Villain (Voi Tanka Village). Copertura prevista anche sul sito e sui canali social dell’emittente Facebook, Instagram, X. “Anche quest’anno siamo al fianco di Radio Italia per offrire ai nostri ospiti, oltre ad un piacevole soggiorno, un ricco palinsesto di musica e intrattenimento - commenta Tommaso Bertini, chief marketing officer di Alpitour World -. Il rapporto speciale che ci lega a Radio Italia, da ormai diversi anni, ci consente di garantire un’estate unica a tutti coloro che sceglieranno di volare con la nostra compagnia Neos e di trascorrere una vacanza nei nostri villaggi Bravo e Voihotels, insieme ai nomi più importanti della musica italiana”. [post_title] => Anche questa estate Radio Italia sarà ospite dei villaggi Bravo e Voi di casa Alpitour [post_date] => 2024-05-22T10:05:56+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716372356000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467803 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' al vaglio dell'Antitrust europeo l'ultima proposta firmata Ita Airways e Lufthansa per venire incontro ai dubbi di Bruxelles sulle conseguenze delle nozze in materia di competitività. Ieri sera, come riferisce oggi Il Corriere della Sera, citando fonti vicine al dossier, è stato consegnato il nuovo documento che presenterebbe maggiore flessibilità su Linate ma non sulle redditizie rotte di lungo raggio verso il Nord America. Al city airport milanese le compagnie aeree lascerebbero 19 coppie giornaliere di slot rispetto alle 11-12 inizialmente proposte, ma meno delle 30 chieste dall'Ue. Sulle rotte transatlantiche, il quotidiano cita la non "disponibilità di United Airlines a modificare gli accordi di joint venture con Lufthansa e Air Canada". Il Tesoro e i tedeschi concordano sulla separazione di due anni delle operazioni di Ita Airways sul Nord Atlantico da quelle di Lh, ma al termine del biennio "spetterebbe comunque all’Ue autorizzare l’abbattimento del muro tra le attività". Tra le richieste Ue c'è anche la rinuncia da parte di Lufthansa dei ricavi della jv dai voli Italia-Usa o alla parte di fatturato di Ita sulle medesime tratte.  Spetterà a Margrethe Vestager nei prossimi giorni - giovedì o venerdì secondo le fonti Ue citate - fare di nuovo il punto con i vertici di Lufthansa, dopo che la scorsa settimana c'era stato l'incontro con il ministro dell'economia, Giancarlo Giorgetti.  [post_title] => Ita-Lufthansa e i nuovi rimedi su Linate e sulle rotte del Nord Atlantico [post_date] => 2024-05-22T09:44:35+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716371075000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467675 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Domani, 21 maggio, è il termine ultimo fissato dall'Ue affinché Ita Airways e Lufthansa inoltrino la "revisione" del pacchetto di rimedi volto a ottenere il via libera all'acquisizione dei tedeschi del 41% del capitale della compagnia italiana.  Ennesimo aggiustamento che è successivo ai rimedi inviati dalle due parti lo scorso 6 maggio e che era stato giudicato insufficiente dalla Commissione europea, il cui responso definitivo è atteso entro il 4 luglio. La trattativa con le autorità Antitrust europee è aperta su più fronti: da quello sulle rotte transatlantiche (con un passo indietro sui redditizi collegamenti verso il Nord America e verso il Giappone) a quello sui collegamenti intra-europei, al tema caldissimo della cessione di slot negli aeroporti di Roma Fiumicino, Milano Malpensa e Linate. Sul city airport milanese, in particolare, si concentrano gli interessi maggiori: qui, il sacrificio richiesto dall'Ue non collima affatto - almeno finora - con quanto proposto dai tedeschi e dal Tesoro (principale azionista di Ita). Cessione Come anticipato da Il Corriere della Sera, la richiesta di Bruxelles vedrebbe la cessione del 30% degli slot che Ita Airways e Lufthansa detengono oggi a Linate: in pratica una sessantina di slot al giorno, cioè 30 coppie, rispetto alla cessione di 11-12 coppie prevista dai rimedi inviati da tedeschi e italiani. In questo modo la quota dei diritti di decollo e atterraggio su Linate di Lh e Ita scenderebbe dal 64% al 45%. In altre parole, alle due parti viene chiesto di rinunciare a 175 milioni di euro all'anno di ricavi - sempre secondo le stime del Corriere, che cita i report di analisti, perizie e dati economici dello scalo milanese. Attualmente infatti gli slot di Linate sono i più preziosi all’interno dell’Unione europea e i secondi più cari, considerando l’intero continente (dopo quelli di Londra Heathrow).  [post_title] => Ita-Lh: L'Ue attende per domani la revisione su cessione slot e tagli rotte [post_date] => 2024-05-20T12:59:26+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => topnews ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Top News ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716209966000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "turicchi lufthansa" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":15,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":446,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468358","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ci stiamo avvicinando a grandi passi al momento in cui Lufthansa, stanca di tutte queste vessazioni imposte dall'Europa, deciderà di chiudere la trattativa con Ita e di ritirarsi in buon ordine. Ora la cosa che è veramente inaccettabile è che la commissaria antitrust europea stia facendo una battaglia all'ultimo sangue proprio per evitare che Ita e Lufthansa stiano insieme. O al massimo che siano del tutto depotenziate rispetto a determinate rotte molto redditizie. Che è come dire a due cuochi: sì, potete aprire un ristorante insieme ma non potete cucinare i vostri piatti migliori. \r\n\r\nChe senso ha? Ma poi se vediamo in giro ci accorgiamo che di monopoli di più grande portata sono in qualche modo tollerati in Europa. Facciamo i nomi. Google Alphabet, Amazon, Apple, Tik Tok, Facebook Meta, Microsoft, Samsung. Che ve ne pare.\r\nRisposte sbagliate\r\nCerto, potrebbero rispondere da Strasburgo, ma queste mega aziende hanno fornito i dati all'Ue per rientrare nella nuova normativa che impedisce loro di esercitare un monopolio. Ma naturalmente si tratta di azioni formali che con la sostanza delle cose non ha niente a che fare. Quelle aziende sono tutte monopoliste, che si voglia e che non si voglia.\r\n\r\nAllora il pugno di ferro venga applicato anche a Amazon, per esempio. Cara Amazon tu non puoi lavorare nelle zone d'Europa che sono per te più redditizie. Ecco se uscisse un provvedimento del genere cosa accadrebbe? Un putiferio. Perché potrebbe anche intromettersi il governo americano. Bene allora se le cose stanno così sarebbe necessario che i governi tedesco e italiano inizino a protestare in modo serio difronte a queste lungaggini, a questo trattamento ingiusto e illogico. Vediamo cosa succede.\r\n\r\nGiuseppe Aloe","post_title":"L'Europa punta a far sfumare l'accordo Ita-Lufthansa. Non ci sono dubbi","post_date":"2024-05-29T11:25:23+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":["topnews"],"post_tag_name":["Top News"]},"sort":[1716981923000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468173","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un 2024 dai grandi numeri per l’aeroporto di Olbia che si appresta a superare il proprio record di passeggeri movimentati, superando quota 3,5 milioni. Il nuovo primato – come evidenzia La Nuova Sardegna – è figlio del boom del turismo post pandemia, ma soprattutto delle strategie portate avanti dalla Geasar, la società di gestione che è passata nelle mani del fondo infrastrutturale F2I.\r\n\r\n«Le prospettive sono ottime, sotto il profilo del volume complessivo dei transiti del 2024 ci aspettiamo circa 3,5 milioni di passeggeri, in aumento di circa il 10% rispetto all’anno scorso, che già era stato un anno record per il Costa Smeralda – sottolinea Mario Garau, responsabile sviluppo rotte di Geasar –. Il dato di assoluto rilievo è quello che la stagione ha avuto inizio molto prima rispetto al passato e siamo in crescita di circa il 45% rispetto al maggio del 2023:tutte le nostre compagnie partner, da quelle low cost, come easyjet, Volotea e Wizz Air, ma anche Lufthansa a Iag, con British Airways e Iberia, hanno deciso di anticipare le operazioni con prodotti turistici anche nella cosiddetta stagione di spalla».\r\n\r\nNord Sardegna avanti tutta\r\n\r\nDallo scorso 31 marzo e fino al 26 ottobre 2024, il network degli aeroporti di Alghero e Olbia è stato ampliato grazie all’aggiunta di 14 novità, per un totale di 149 collegamenti, di cui cento internazionali e quarantanove domestici, operati da quaranta compagnie aeree che collegheranno il Nord Sardegna con ventiquattro Paesi. Nei due scali saranno messi in vendita 5,8 milioni di posti offerti, il 14% in più rispetto allo scorso anno.\r\n\r\nPer l’aeroporto di Alghero si prospetta una delle migliori stagioni di sempre. L’aeroporto Costa Smeralda si arricchisce di 13 nuovi destinazioni e di due nuove compagnie aree: Ryanair, che inaugura 10 collegamenti (Bergamo, Bologna, Bruxelles Charleroi, Copenaghen, Cracovia, Londra Stansted, Parigi Beauvais, Trieste e Vienna), la compagnia BA City Flyer, sussidiaria di British Airways, che collegherà Olbia con Edimburgo. Tra le novità, Volotea amplia l’offerta dei voli con la Francia, aggiungendo Brest, ed Eurowings attiva il collegamento con Hannover.\r\n\r\nAltra ottima notizia per Olbia è poi l’avanzamento del progetto per il collegamento ferroviario che unirà il Costa Smeralda con la rete dell'Isola, del valore di 231 milioni di euro. Intervento che rientra fra le opere comprese nel perimetro del Pnrr. Rete Ferroviaria Italiana ha concluso le procedure di valutazione per la progettazione esecutiva e la realizzazione dei lavori. Il piano prevede la realizzazione di un nuovo tracciato di circa 3,4 chilometri che, partendo dalla linea Golfo Aranci - Macomer, attraverso la stazione Olbia Terranova, arriva presso l'aeroporto Costa Smeralda dove verrà realizzata una nuova stazione di testa a due binari. Il progetto prevede inoltre il collegamento alla linea in direzione sud, verso Chilivani/Macomer, mediante un collegamento ferroviario di circa 1 chilometro.\r\nAll'attuale individuazione del migliore offerente farà seguito l'avvio della progettazione esecutiva segnando così un importante traguardo nello sviluppo dell'opera la cui attivazione è prevista entro il 2026.","post_title":"Olbia verso i 3,5 mln di passeggeri. E nel 2026 arriva il collegamento ferroviario","post_date":"2024-05-28T09:25:09+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1716888309000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468219","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sembra destinato ad arenarsi lungo le sponde dell'Atlantico il matrimonio fra Ita Airways e Lufthansa. Ad oggi, almeno, il decollo dell'acquisizione del 41% del capitale della compagnia aerea italiana da parte dei tedeschi rimane bloccato dalle obiezioni delle autorità antitrust europee sotto la guida di Margrethe Vestager.\r\n\r\nNon sono stati ritenuti sufficienti neppure gli ultimi rimedi presentati dalle due parti, che prevedono la separazione per due anni delle attività di Ita Airways sul Nord Atlantico da quelle di Francoforte; e l'offerta di convogliare passeggeri in viaggio tra l’Italia e Usa/Canada sugli hub di compagnie competitor - come Air France, Klm, Iberia, British Airways - siglando con loro accordi commerciali.\r\nRichieste\r\nDalla Commissione Ue la richiesta a questo punto sarebbe andata ben oltre: come riferisce Il Corriere della Sera, Ita dovrebbe restare fuori, per sempre, dalla joint venture transatlantica A++ (quella che accomuna Lufthansa con United Airlines ed Air Canada), anche quando il gruppo tedesco avrà rilevato il 100% del capitale del vettore italiano. Richiesta difficile da comprendere anche secondo gli esperti consultati dal quotidiano, che viene giudicata addirittura di poco senso sia dal punto di vista industriale sia per la tutela del consumatore.\r\n\r\nUna barriera non da poco quella che si trova davanti al ceo di Lufthansa, Carsten Spohr, ammesso che il colosso tedesco si sempre disposto a volerla superare o - come affermato settimane fa -, \"ci sono linee rosse che non supereremo\".","post_title":"Ita-Lufthansa e il muro dell'Ue sull'Atlantico: le rotte della discordia","post_date":"2024-05-28T08:45:33+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1716885933000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468124","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Dopo Palermo, il nuovo Customer Information Assistance Office – Ciao di Ita Airways ha debuttato a Cosenza.\r\n\r\nLa Calabria rappresenta per la compagnia aerea un territorio di estrema rilevanza, con oltre 60 frequenze settimanali, che sfiorano le 80 nel picco della stagione estiva, che collegano Roma Fiumicino e Milano Linate con gli aeroporti di Reggio Calabria e Lamezia Terme.\r\n\r\nL’apertura del Customer Information Assistance Office entra quindi nel solco di questa attenzione al territorio calabrese da parte di Ita, con un investimento sul territorio che mette a disposizione dei propri dipendenti un luogo di lavoro innovativo e confortevole, valorizzando le professionalità locali di cui si compone questo ufficio.\r\n\r\n“Il nostro nuovo progetto è partito due giorni fa da Palermo con l’impegno di valorizzare e far crescere le persone ​portandole ad esprimere a pieno il proprio potenziale, per costruire insieme un’eccellenza​ italiana nella customer satisfaction – ha commentato il presidente di Ita Airways, Antonino Turicchi -.  Anche oggi mi preme sottolineare l’importanza della centralità del cliente nel nostro business, continuiamo a lavorare per individuare le soluzioni migliori per soddisfare tutte le esigenze dei diversi target di clientela”.\r\n\r\nIl nuovo centro, ha aggiunto Giovanna Di Vito, chief program office, Esg & customer operations officer del vettore - \"rappresenta tutto lo spirito della compagnia, coerentemente con il suo ruolo di ambasciatrice dei valori e della qualità del Made in Italy nel mondo. Lo abbiamo chiamato Ciao per fare emergere da subito l’importanza che riveste per Ita Airways la relazione con il cliente. Una semplice parola, conosciuta globalmente, in grado di esprimere da sola la confidenza, l’empatia e l’allegria, ​informale ed autentica, simbolo della nostra unicità, dell’accoglienza tutta italiana”.","post_title":"Ita Airways: il nuovo centro di assistenza Ciao è attivo anche a Cosenza","post_date":"2024-05-27T09:56:48+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1716803808000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467965","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Swiss allunga lo sguardo all'inverno 2024-25 con un network composto da 93 destinazioni servite da Zurigo e Ginevra. La compagnia del gruppo Lufthansa continuerà a servire una serie di destinazioni che sono state aggiunte recentemente alla rete estiva. Tra le mete a lungo raggio spicca Washington, DC, operata da cinque voli settimanali anche durante l'inverno. Sul fronte del corto raggio, Swiss volerà ogni giorno su Londra Gatwick e tre volte a settimana su Cluj-Napoca (Romania) e Košice (Slovacchia).\r\n\r\nPrevisto anche l'aumento delle frequenze di volo su alcune rotte intercontinentali: i collegamenti tra Zurigo e le città californiane di Los Angeles e San Francisco saranno portati a frequenza giornaliera, mentre sulla Zurigo-Miami sarà operato un collegamento due volte al giorno. Swiss effettuerà durante l'inverno anche un collegamento giornaliero tra Zurigo e Shanghai.\r\n\r\nI passeggeri che viaggiano da Ginevra potranno continuare a usufruire del collegamento non-stop da e per la capitale norvegese Oslo anche nella winter: la rotta Ginevra-Oslo è stata aggiunta al network Swiss quest'estate e sarà operata con quattro frequenze settimanali nel prossimo orario invernale. Sempre da Ginevra i passeggeri avranno una maggiore scelta di servizi anche per Copenaghen (aumentati a cinque frequenze settimanali) e per Valencia e Malaga (ciascuno aumentato a tre voli settimanali).\r\n\r\n ","post_title":"Swiss manterrà anche nell'orario invernale i voli per Washington e Londra Gatwick","post_date":"2024-05-24T09:10:43+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1716541843000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467885","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ita Airways ha inaugurato a Palazzo Gamma a Palermo il nuovo Customer information assistance office - Ciao: il progetto di customer care della compagnia si distingue per il dna tutto italiano ed è all’insegna dell’inclusività, della competenza e dell’efficienza, con l'intento di «rappresentare l’accoglienza del nostro Paese in modo sempre credibile e autorevole fin dal primo contatto telefonico con la clientela».\r\n«Il nostro impegno ​è quello di valorizzare e far crescere le persone ​portandole ad esprimere a pieno il proprio potenziale, per costruire insieme un’eccellenza​ italiana nella customer satisfaction.  Il cliente è al centro del nostro business –ha dichiarato Antonino Turicchi, presidente di Ita - e fin dalla nostra nascita ci siamo impegnati nel trovare le soluzioni migliori per soddisfare tutte le esigenze dei diversi target di clientela. Oggi abbiamo raggiunto un nuovo importante obiettivo del nostro percorso di crescita e miglioramento inaugurando questa nuova sede, che conferma inoltre l’attenzione della compagnia alle eccellenze lavorative dei territori italiani».\r\n«Il Customer Information Assistance Office Ita Airways di Palermo, che da oggi ospiterà 178 colleghi nei suoi spazi, è stato pensato per rappresentare al meglio lo spirito e la passione delle nostre persone, l’identità e i valori della nostra compagnia - ha dichiarato Giovanna Di Vito, chief program office, Esg & customer operations officer della compagnia aerea -. Lo abbiamo chiamato Ciao per fare emergere da subito l’importanza che riveste per Ita Airways la relazione con il cliente. Una semplice parola, conosciuta globalmente, in grado di esprimere da sola la confidenza, l’empatia e l’allegria, ​informale ed autentica, simbolo della nostra unicità, dell’accoglienza tutta italiana».\r\nLa Sicilia rappresenta per Ita un territorio di assoluta rilevanza, vista l’importanza dei collegamenti operati per favorire la connettività del suo territorio e dei suoi cittadini, che la Compagnia si impegna ad assicurare collegando l’Isola dagli aeroporti di Palermo e Catania con i propri aeroporti di riferimento di Roma Fiumicino e Milano Linate (con un operativo che nel picco estivo prevede oltre 150 frequenze settimanali complessive su Roma Fiumicino e circa 100 su Milano Linate) e, attraverso le prosecuzioni dai due aeroporti, con le destinazioni domestiche, internazionali ed intercontinentali servite dal proprio network.\r\n\r\nIl prossimo 24 maggio verrà inaugurata anche la nuova sede del Ciao a Cosenza.","post_title":"Ita Airways: taglio del nastro a Palermo del nuovo Customer information assistance office - Ciao","post_date":"2024-05-23T09:48:26+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1716457706000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467807","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Quattro villaggi, cinque settimane di attività per altrettante esibizioni di artisti italiani e tanto divertimento. Sono i numeri della rinnovata collaborazione tra Alpitour World e Radio Italia, che in estate proporrà una serie di dirette radio e appuntamenti live. Dal 10 al 15 giugno Radio Italia sarà in particolare al salentino Bravo Alimini, dall’1 al 6 luglio al Siciliano Bravo Baia di Tindari e dall’8 al 13 luglio al Voi Arenella Resort, sempre sull'isola più grande del Mediterraneo. Dal 22 al 3 agosto sarà infine la volta del Voi Tanka Village in Sardegna.\r\n\r\nIn ogni struttura sarà presente una postazione radio da cui trasmetteranno i conduttori Giuditta Arecco e Marco Falivelli (dalle 15 alle 17, Bravo Alimini), nonché Daniela Cappelletti ed Emiliano Picardi (dalle 17 alle 19, Bravo Alimini); Paoletta (dalle 9 alle 12, Bravo Baia di Tindari), nonché Mauro Marino e Manola Moslehi (dalle 13 alle 16, , Bravo Baia di Tindari); Giuditta Arecco e Marco Falivelli (dalle 15 alle 17, Voi Arenella Resort), nonché Daniela Cappelletti ed Emiliano Picardi (dalle 17 alle 19, Voi Arenella Resort); Paoletta (dalle 9 alle 12, Voi Tanka Village), nonché Mauro Marino e Manola Moslehi (dalle 13 alle 16, Voi Tanka Village). Ospiti ai microfoni e protagonisti di Radio Italia Live Estate saranno i Ricchi e Poveri (Bravo Alimini), Alfa (Bravo Baia di Tindari); Irama (Voi Arenella Resort) Francesco Gabbani (Voi Tanka Village) e Rose Villain (Voi Tanka Village). Copertura prevista anche sul sito e sui canali social dell’emittente Facebook, Instagram, X.\r\n\r\n“Anche quest’anno siamo al fianco di Radio Italia per offrire ai nostri ospiti, oltre ad un piacevole soggiorno, un ricco palinsesto di musica e intrattenimento - commenta Tommaso Bertini, chief marketing officer di Alpitour World -. Il rapporto speciale che ci lega a Radio Italia, da ormai diversi anni, ci consente di garantire un’estate unica a tutti coloro che sceglieranno di volare con la nostra compagnia Neos e di trascorrere una vacanza nei nostri villaggi Bravo e Voihotels, insieme ai nomi più importanti della musica italiana”.","post_title":"Anche questa estate Radio Italia sarà ospite dei villaggi Bravo e Voi di casa Alpitour","post_date":"2024-05-22T10:05:56+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1716372356000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467803","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' al vaglio dell'Antitrust europeo l'ultima proposta firmata Ita Airways e Lufthansa per venire incontro ai dubbi di Bruxelles sulle conseguenze delle nozze in materia di competitività.\r\n\r\nIeri sera, come riferisce oggi Il Corriere della Sera, citando fonti vicine al dossier, è stato consegnato il nuovo documento che presenterebbe maggiore flessibilità su Linate ma non sulle redditizie rotte di lungo raggio verso il Nord America.\r\n\r\nAl city airport milanese le compagnie aeree lascerebbero 19 coppie giornaliere di slot rispetto alle 11-12 inizialmente proposte, ma meno delle 30 chieste dall'Ue. Sulle rotte transatlantiche, il quotidiano cita la non \"disponibilità di United Airlines a modificare gli accordi di joint venture con Lufthansa e Air Canada\".\r\n\r\nIl Tesoro e i tedeschi concordano sulla separazione di due anni delle operazioni di Ita Airways sul Nord Atlantico da quelle di Lh, ma al termine del biennio \"spetterebbe comunque all’Ue autorizzare l’abbattimento del muro tra le attività\". Tra le richieste Ue c'è anche la rinuncia da parte di Lufthansa dei ricavi della jv dai voli Italia-Usa o alla parte di fatturato di Ita sulle medesime tratte. \r\n\r\nSpetterà a Margrethe Vestager nei prossimi giorni - giovedì o venerdì secondo le fonti Ue citate - fare di nuovo il punto con i vertici di Lufthansa, dopo che la scorsa settimana c'era stato l'incontro con il ministro dell'economia, Giancarlo Giorgetti. ","post_title":"Ita-Lufthansa e i nuovi rimedi su Linate e sulle rotte del Nord Atlantico","post_date":"2024-05-22T09:44:35+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1716371075000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467675","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Domani, 21 maggio, è il termine ultimo fissato dall'Ue affinché Ita Airways e Lufthansa inoltrino la \"revisione\" del pacchetto di rimedi volto a ottenere il via libera all'acquisizione dei tedeschi del 41% del capitale della compagnia italiana. \r\n\r\nEnnesimo aggiustamento che è successivo ai rimedi inviati dalle due parti lo scorso 6 maggio e che era stato giudicato insufficiente dalla Commissione europea, il cui responso definitivo è atteso entro il 4 luglio.\r\n\r\nLa trattativa con le autorità Antitrust europee è aperta su più fronti: da quello sulle rotte transatlantiche (con un passo indietro sui redditizi collegamenti verso il Nord America e verso il Giappone) a quello sui collegamenti intra-europei, al tema caldissimo della cessione di slot negli aeroporti di Roma Fiumicino, Milano Malpensa e Linate. Sul city airport milanese, in particolare, si concentrano gli interessi maggiori: qui, il sacrificio richiesto dall'Ue non collima affatto - almeno finora - con quanto proposto dai tedeschi e dal Tesoro (principale azionista di Ita).\r\nCessione\r\nCome anticipato da Il Corriere della Sera, la richiesta di Bruxelles vedrebbe la cessione del 30% degli slot che Ita Airways e Lufthansa detengono oggi a Linate: in pratica una sessantina di slot al giorno, cioè 30 coppie, rispetto alla cessione di 11-12 coppie prevista dai rimedi inviati da tedeschi e italiani. In questo modo la quota dei diritti di decollo e atterraggio su Linate di Lh e Ita scenderebbe dal 64% al 45%.\r\n\r\nIn altre parole, alle due parti viene chiesto di rinunciare a 175 milioni di euro all'anno di ricavi - sempre secondo le stime del Corriere, che cita i report di analisti, perizie e dati economici dello scalo milanese. Attualmente infatti gli slot di Linate sono i più preziosi all’interno dell’Unione europea e i secondi più cari, considerando l’intero continente (dopo quelli di Londra Heathrow). \r\n\r\n","post_title":"Ita-Lh: L'Ue attende per domani la revisione su cessione slot e tagli rotte","post_date":"2024-05-20T12:59:26+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["topnews"],"post_tag_name":["Top News"]},"sort":[1716209966000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti