28 September 2022

Sea approva il bilancio 2016, passeggeri e utili in crescita

[ 0 ]

pietro modianoSea ha approvato il progetto di bilancio dell’esercizio 2016 e il bilancio consolidato: «Il 2016 è stato un altro anno positivo – ha commentato il presidente Pietro Modiano – a testimonianza di una ripresa strutturale che appare sostenibile nel tempo, secondo le linee del piano strategico approvato di recente dal cda. I ricavi sono aumentati del 3,3% e il margine operativo lordo è aumentato del 5,1%, da 223,1 milioni di euro a 234,4, toccando il suo massimo storico. L’utile netto è aumentato da 83,8 milioni di euro a 93,6 (+11,7%), a sua volta ai massimi storici. È proseguita un’intensa attività di investimento, concentrata soprattutto su Milano Malpensa con il completamento degli interventi di restyling dei terminal e a Milano Linate con la costruzione di un nuovo hangar per l’aviazione generale. L’indebitamento finanziario netto è pari a 529,4 milioni di euro, in riduzione di 8,9 milioni di euro rispetto all’anno precedente, a seguito della positiva generazione di cassa della gestione operativa. Il traffico ha mostrato tassi di crescita soddisfacenti (3,1% per i passeggeri e 7,2% per il cargo), con una tendenza positiva che nel corso dei mesi è andata via via rafforzandosi, fino a raggiungere a fine periodo, venuto meno l’effetto di Expo sui dati 2015, valori assai significativi anche nel confronto nazionale e internazionale. Nell’ultimo bimestre del 2016, l’incremento del traffico passeggeri è stato pari all’11,9% sullo stesso periodo del 2015, con un aumento che a Malpensa ha raggiunto il 15,3% (incremento che diventa pari al 19,1% considerando il solo mese di dicembre). Analogamente, le merci trasportate sono incrementate nell’ultimo bimestre 2016 dell’11,9% (incremento che diventa 18,4% nel solo mese di dicembre)».




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431152 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «Nel giugno del 2022 la compagnia di bandiera del Bahrain, Gulf Air, è tornata operativa in Italia con voli diretti da Roma e da Milano. Si è così aperta una nuova prospettiva per il mercato italiano - afferma Andrea Mele, presidente e a.d. di Viaggi del Mappamondo -. Il Bahrain è una destinazione “nuova” per il nostro mercato: un luogo piacevole, caldo e soleggiato d’inverno. Una terra con una storia antica. Gli alberghi sono belli, i prezzi sono interessanti ed è a sole 5 ore di volo». La ricca offerta turistica dell’arcipelago, composto da 33 isole e affacciato sul Golfo Arabico, è fatta di storia, cultura, sport e natura. La popolazione è etnicamente eterogenea e pratica numerose religioni. Tre sono i siti Unesco: le rovine di un forte portoghese del ‘500, il percorso della pesca e della lavorazione delle perle (che sono state la ricchezza del Bahrain prima della scoperta del petrolio) e un misterioso cimitero composto da circa 12mila tumuli risalente al periodo tra il 2200 e il 1750 a.C.. Interessante, poi, il sito del primo pozzo estrattivo dell’area del Golfo, attivo nel 1932. Mappamondo ha selezionato con cura 4 hotel per i suoi clienti, strutture eleganti con piscina e spiaggia: The Grove Hotel indicato per il turismo cittadino o mice, The Ritz-Carlton adatto ai viaggiatori edonisti ma anche ai bambini, The Art Hotel & Resort per le famiglie e il sontuoso Sofitel Bahrain Zallaq Thalassa Sea&Spa per chi ama la tradizione locale e il relax. L’ospite sceglierà tra la vita in spiaggia, le escursioni - anche nel deserto - e la possibilità di seguire eventi velici come le finali della SSL Golden Cup - in programma dal 28 ottobre al 20 novembre prossimi – o il Gran Premio di Formula 1, che si svolge ogni anno nel mese di marzo nel colossale Circuito Sakhir, costruito nel deserto nel 2004. E non bisogna dimenticare i souk e il divertimento. Il Bahrain è abitato da un popolo amichevole ed è amato dai turisti, come testimoniano i dati raccolti dalla Baharain Tourism & Exhibitions Authority: nel secondo trimestre del 2022 l’incremento dei visitatori in arrivo ha infatti raggiunto il 38%, mentre si attesta all’82% il dato delle presenze rispetto al 2019. L’obiettivo è raggiungere il 100% entro la fine dell’anno. Frattanto Mappamondo si prende cura dei propri clienti: «Stiamo preparando una campagna, anche digitale, che prevede diverse proposte di viaggio: - conclude infatti il presidente Mele – abbiamo pensato a un long-weekend o 6 notti in Bahrain e ad altre combinazioni, come lo stop di 2 notti in Bahrain per poi proseguire verso Dubai dove fermarsi o continuare in direzione delle Maldive o della Thailandia. Mappamondo farà tutto il possibile per lanciare questa nuova destinazione». [gallery ids="431154,431153,431157"] [post_title] => Il Bahrain con Mappamondo: un arcipelago dove la storia incontra il relax [post_date] => 2022-09-27T10:23:15+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664274195000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431150 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un nuova strategia di sostenibilità, incentrata su quattro aree tematiche, nove temi materiali e 21 obiettivi conformi agli obiettivi di Carnival Corporation e in linea con l’Agenda 2030 delle Nazioni unite. Costa Crociere presenta la sedicesima edizione del proprio bilancio di sostenibilità, relativo all’anno 2021. “Siamo arrivati alla sedicesima edizione del nostro bilancio: un dato che evidenzia quanto il nostro impegno nella sostenibilità sia consolidato e pionieristico - racconta il direttore generale della compagnia, Mario Zanetti -. In particolare, il 2021 è stato un anno contraddistinto da una profonda e sostanziale evoluzione di Costa. Abbiamo lavorato per offrire un nuovo modo di viaggiare, una proposta di valore del prodotto, che trova nella sostenibilità un asset importante. Questo lavoro proseguirà anche nei prossimi anni, con una strategia che, per quanto riguarda la sostenibilità, si basa sul potere trasformativo del viaggio, the Good power of travel, come indica il titolo del nuovo report. Ovvero un modello di business che continui a soddisfare gli ospiti e allo stesso tempo sia in grado di generare valore sociale, ambientale ed economico”. Nel documento vengono quindi individuate quattro macro-priorità, che esprimono la visione di futuro della compagnia: progredire verso la neutralità climatica; rigenerare le risorse; responsabilizzare le persone; costruire un ecosistema trasformativo. Relativamente alla prima area, la neutralità climatica, l’ambizione di Costa è quella di introdurre una nuova generazione di navi che operino a zero emissioni nette entro il 2050. La compagnia sta inoltre lavorando per migliorare ulteriormente l’efficienza energetica della flotta già in servizio e supportare l’innovazione nelle infrastrutture portuali. Fanno parte di questo ambito il debutto delle prime navi alimentate a gas naturale liquefatto (Costa Toscana e Costa Smeralda), l’installazione dei più moderni sistemi di abbattimento delle emissioni su oltre il 90% delle navi e l’impegno per l’utilizzo dello shore power (alimentazione da terra durante le soste in porto), con circa un terzo delle navi già predisposte e altre cinque in fase di predisposizione. Per quanto riguarda la rigenerazione delle risorse utilizzate, strettamente legata alla salvaguardia degli ecosistemi marini, su tutte le navi viene già effettuato il 100% di raccolta differenziata e il riciclo di materiali quali plastica, carta, vetro e alluminio. Inoltre, il 90% del fabbisogno giornaliero di acqua è soddisfatto trasformando quella del mare tramite l’utilizzo di dissalatori, valore che raggiunge il 100% sulle navi più moderne della flotta. La terza area strategica, responsabilizzare le persone, riguarda sia gli ospiti sia i dipendenti della compagnia. Relativamente agli ospiti, l’obiettivo è quello di sensibilizzarli a essere viaggiatori sempre più responsabili nelle loro scelte, mentre per i dipendenti l’obiettivo è promuovere un ambiente di lavoro equo e inclusivo, nonché di accrescere le competenze. A questo proposito nel 2021 le ore di smart working, o di flexible working,sono state oltre 774 mila, mentre quelle di formazione quasi 120 mila, erogate a una comunità di dipendenti che proviene da 70 Paesi e cinque continenti diversi. L’ultima area strategica, costruire un ecosistema trasformativo, riguarda il valore generato sui territori e sulle comunità che accolgono le navi Costa. Basti pensare che nel 2021, con le unità operative nel solo  Mediterraneo per un periodo ridotto dell’anno, le navi della compagnia hanno visitato ben 31 porti, con 17 itinerari diversi, rimettendo in moto un ecosistema che comprende quasi 16 mila fornitori. [post_title] => Costa: una nuova generazione di navi a zero emissioni tra le priorità del bilancio sostenibile 2021 [post_date] => 2022-09-27T10:06:34+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664273194000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431144 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Non più Sea, Asia, Sudamerica e Australia Explorer, ma un solo nome, World Explorer, a racchiudere l'offerta mondo nata dai 50 anni di esperienza di Africa Explorer, che invece rimane a sottolineare la profonda specializzazione dell'operatore milanese sul continente Nero. Il tutto accompagnato da un cambio, anche visivo, dei rispettivi loghi, che ora racchiudono i colori della terra, del cielo stellato, dei deserti e della savana, con linee pulite unite da un tratto grafico volto sintetizzare la sostanza dei viaggi proposti. La novità nasce dall'esigenza di dare omogeneità all'offerta del to.  “È stata un’estate, quella che si è appena conclusa, di deciso rilancio - racconta il titolare, Alessandro Simonetti, figlio del fondatore Francesco -. Abbiamo lavorato moltissimo e siamo tornati a portare i nostri clienti in Africa e in numerose altre parti del mondo. Abbiamo raccolto apprezzamenti e ringraziamenti, perché in ogni luogo raggiunto i nostri viaggiatori hanno trovato professionalità e servizi eccellenti. Era giunto, quindi, il momento di segnare, anche visivamente, un passaggio tra un prima, vessato dalla crisi pandemica che ci ha quasi messo in ginocchio, e un dopo, che per noi inizia oggi, con un nuovo look e una più netta definizione del nostro prodotto: da un lato la nostra storia, ovvero African Explorer, e dall’altro il nostro futuro prossimo, World Explorer”. [post_title] => World e African Explorer cambiano logo e riposizionano l'immagine della compagnia [post_date] => 2022-09-27T09:53:39+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => nofascione ) [post_tag_name] => Array ( [0] => nofascione ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664272419000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431099 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Per Snav una stagione in positivo. «Quella che si avvia a conclusione è stata un’estate di grande ripresa dopo due anni condizionati dalla pandemia e dall’aumento dei carburanti a causa del conflitto in Ucraina, con numeri grazie ai quali ci siamo avvicinati ai livelli del 2019 – commenta Giuseppe Langella Amministratore Delegato Snav Spa - Le linee sulle quali viaggiano le unità Snav hanno registrato finora un ottimo load factor, in particolare sulle tratte per Ischia-Casamicciola e Procida per quanto riguarda il Golfo di Napoli dove anche i collegamenti per Capri hanno confermato il loro tradizionale successo». Bilancio positivo anche per le Isole Eolie e le Isole Pontine e per le vendite sulla Croazia. Sulla linea adriatica Snav raccoglie i frutti della campagna vendita con tante tariffe promozionali senza dimenticare l’ottimo rapporto e collaborazione con l’Ente Croato del Turismo nella proposizione del territorio sul mercato italiano attraverso campagne stampa e radio. «Molte le novità per il 2023 – conclude l’ad Snav - Alcune di queste saranno dedicate agli agenti di viaggio con un piano di incentivazioni e regimi commissionali di sicuro interesse. Il trade rappresenta per noi un canale privilegiato per la vendita dei nostri servizi».   [post_title] => Snav, estate in ripresa. Per il 2023 piano di incentivazioni per il trade [post_date] => 2022-09-26T12:21:17+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664194877000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431087 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ita Airways ha aperto la data room alla cordata Certares: il fondo statunitense e Delta Air Lines sono stati autorizzati ad accedere ai dati più sensibili della compagnia, come anticipato da Il Corriere della Sera, che cita fonti ministeriali. Air France-Klm, per ora, non sarebbe stato approvato "per questioni documentali relative all’accordo di non divulgazione dei numeri". La mossa di Ita arriva su richiesta di Equita, advisor del ministero dell'Economia e delle finanze (Mef), azionista unico dell'aviolinea. L'apertura della data room, a un mese circa di distanza dalla decisione del Tesoro a favore di Certares (a scapito della cordata Msc-Lufthansa) dovrebbe consentire alla cordata vincitrice di perfezionare i dettagli dell'offerta di acquisizione del 50% del vettore. È ipotizzabile che il 28 settembre, giorno dell’"expert session" tra Certares e Ita (con delegati di Delta e Air France - Klm), il fondo Usa chieda la proroga della trattativa: decisione che, nel caso, spetterebbe al nuovo governo.  [post_title] => Ita Airways: aperta la data room al fondo Certares (e Delta Air Lines) [post_date] => 2022-09-26T11:49:21+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664192961000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431080 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_422253" align="alignleft" width="300"] Adriano Apicella[/caption] Welcome Travel Group conferma la propria partecipazione  a Ttg Travel Experience che si svolgerà a Rimini dal 12 al 14 ottobre 2022. La presenza in fiera sarà un importante momento di incontro e condivisione con le Agenzie e la direzione del Network; un’occasione per fare insieme il bilancio sui risultati dell’estate, l’andamento delle vendite, temi commerciali e progettualità in essere. «Torniamo a Ttg Travel Experience dopo due anni complicati e un'ultima estate complessa e sorprendente al tempo stesso  -  dichiara Adriano Apicella, amministratore delegato Welcome Travel Group -. La nostra  progettualità non ha mai subito battute d'arresto ed è con questo spirito che ci presentiamo all’appuntamento in Fiera. Il Ttg offre sempre la possibilità di confronti e condivisioni di business interessanti, incontreremo ‘lA GENTE dei viaggi’ attorno a cui costruiamo i nostri progetti e i Partner che ci affiancano in questo percorso. Come sempre, sarà un momento fondamentale di compartecipazione, costruzione, comprensione e scambio, utili nell'interpretazione del nuovo anno commerciale che ci apprestiamo ad affrontare, con la carica e l'entusiasmo di sempre". Protagonista all'interno dello stand sarà "lA GENTE dei viaggi". Un gioco di parole pensato per dare valore e mettere al centro le persone che da sempre sono il cuore del Network: Agenti di Viaggio e allo stesso tempo viaggiatori. Nell’ampio spazio espositivo - posizionato nel Padiglione C3  N. 125-126 - Welcome Travel Group ospiterà i brand Welcome Travel, Geo e Welcome Travel Store insieme ai co-espositori Valore Sicuro e Welcome to Italy.  All'interno, inoltre, è previsto un corner dedicato alla presentazione del nuovo CRM e dei portali WE hub e GEO space,  basati sulla tecnologia Salesforce e strutturati su misura per le esigenze delle Agenzie.   [post_title] => Welcome Travel Group sarà presente a Ttg Travel Experience [post_date] => 2022-09-26T11:06:13+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664190373000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431066 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_431069" align="alignleft" width="300"] Francesco e Riccardo Lazzarini con la director of sales and marketing, Daniela Baldelli[/caption] Dal Donna Laura Palace, il villino affacciato sul Lungotevere nel quartiere Prati che ha appena completato i lavori della facciata e del giardino interno, fino all’hotel Imperiale che darà nuovo lustro a via Veneto, con la facciata totalmente restaurata in fase di ultimazione. Il tutto passando anche dal Rose Garden Palace, il boutique hotel di via Boncompagni, che oltre ai lavori per riportare a nuova luce la facciata, verrà completamente rinnovato negli arredi e nel design, attraverso diverse fasi che interesseranno sia le camere per gli ospiti sia le aree comuni, con una particolare attenzione al giardino interno. Omnia Hotels continua a investire su Roma, nonostante le criticità degli anni recenti, quando la compagnia ha dato peraltro vita pure a una nuova apertura. Da segnalare anche i lavori allo Shangri La Roma Eur che, dopo aver completato la ristrutturazione delle camere e delle aree comuni, ora avvia lo sviluppo dell’area congressuale, con una prima realizzazione di una sala modulare di circa 200 metri quadrati, fruibile per riunioni ed eventi o addirittura come estensione del ristorante, che verrà completata entro metà ottobre. A questa seguirà poi la realizzazione del centro congressi di 1.500 metri quadrati, con piscina e aree esterne per gli ospiti, che vedrà la luce nel 2023. Un ulteriore sviluppo sarà portato avanti nel 2024: prevede un incremento di 70 camere per gli ospiti e la realizzazione del nuovo ristorante Shangri La. “Il nostro gruppo è nato pochi mesi prima del lock down ma non per questo abbiamo smesso di crederci – sottolinea il ceo Francesco Lazzarini, che insieme al fratello Riccardo ha creato Omnia Hotels da un’impresa di famiglia -. Nel 2021 abbiamo aperto un albergo, il St. Martin, a seguito della completa ristrutturazione di un edificio in disuso, riqualificando così anche la zona. Ci siamo impegnati nelle collaborazioni con alcuni dei grandi eventi della città di Roma e ora continuiamo nel nostro percorso di crescita e sviluppo, con una particolare attenzione alla formazione dei collaboratori, fulcro dell’ospitalità, e alla valorizzazione del patrimonio edilizio". Attualmente il portfolio della compagnia comprende sette strutture totali, tutte situate a Roma. [post_title] => Prosegue l'impegno di Omnia Hotels su Roma: quattro gli indirizzi in fase di restyling [post_date] => 2022-09-26T10:14:21+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664187261000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431059 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Stagione 2022 con un deciso segno più per CdsHotels che ha registrato un incremento delle prenotazioni del 35% rispetto sia al 2021, sia al 2019. La Puglia e la Sicilia, in particolare, sono state nuovamente premiate dal mercato estero: rispetto al 2019, anno in cui CdsHotels aveva raggiunto il picco di presenze provenienti dall’estero, si è riscontrato infatti un aumento di fatturato del 30 %, con una concentrazione nella prima parte della stagione. “Mentre un’altra stagione si appresta a chiudersi, è il momento di guardarsi indietro e fare un primo bilancio su questa prima parte del 2022 che, se sotto molti aspetti (rincaro dei prezzi delle materie prime e delle forniture, incertezza generale dovuta alla situazione geopolitica internazionale e a due anni di pandemia) è stata piuttosto difficile e preannuncia un futuro ancora più arduo, sotto molti altri aspetti è stata invece decisamente positiva - spiega il direttore commerciale della compagnia, Ada Miraglia -. Ciò ci permette di supporre che il mercato comincia a premiare con un gradimento sempre più elevato l’impegno che il nostro gruppo dedica al miglioramento e all’ampliamento dell’offerta". Dopo due anni di pandemia, che hanno modificato le abitudini dei consumatori portando a un incremento delle prenotazioni last minute, CdsHotels rileva inoltre un’inversione di tendenza con un ritorno dell’early booking, grazie a un picco di conferme giunte entro il 31 marzo. Anche il settore mice si è rimesso in moto e le presenze di gruppi sono aumentate rispetto al 2019, portando a un incremento di fatturato del segmento pari al 63%. Le proiezioni per l’autunno sono infine altrettanto positive: alla data del 21 settembre si registra un aumento di fatturato, rispetto alla stesso periodo del 2021, di circa il 35%, che va a confermare i trend registrati finora. “Tutti questi numeri ci fanno ben sperare – prosegue Ada Miraglia – per un futuro in crescita. Ma purtroppo bisogna essere onesti e non possiamo vedere il bicchiere del tutto pieno: insieme alla crescita dei risultati abbiamo, infatti, registrato anche un aumento esponenziale dei costi. Le nostre politiche aziendali sono da sempre orientate alla riduzione degli sprechi, anche in un’ottica di risparmio ecologico e facciamo molti sforzi per sensibilizzare i nostri ospiti verso queste necessità; gli ospiti dal canto loro si dimostrano sempre molto sensibili, ma ciò non basta ed è necessario che qualcosa si muova a livello europeo affinché il caro-prezzi venga in qualche modo contenuto e vengano impedite eventuali speculazioni in tale direzione”. [post_title] => CdsHotels: prenotazioni a +35% sul 2019. Ed è tornato anche l'early booking [post_date] => 2022-09-26T10:02:45+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664186565000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431047 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Lumiwings ha fatto il suo debutto sulla pista dell'aeroporto di Foggia, lo scorso venerdì. In attesa del primo volo per Milano Malpensa, in programma per il prossimo 30 settembre alle 18.25, un Boeing B737-300 è giunto al ‘Gino Lisa’ per un volo di familiarizzazione con l’infrastruttura foggiana. “Abbiamo mantenuto la promessa – ha dichiarato il presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Maria Vasile -. Era il 7 novembre del 2011 quando l’ultimo aereo decollò da Foggia alla volta di Milano. E oggi 23 settembre un aereo destinato ai voli commerciali atterra al ‘Gino Lisa’. 7 novembre 2011-23 settembre 2022. Sono due date importanti per Aeroporti di Puglia e per il territorio foggiano: in questi anni siamo riusciti a superare problemi tecnici di enorme complessità, ai quali si è aggiunto lo stop determinato dalla pandemia; e ci siamo riusciti grazie a un lavoro incessante, portato avanti da una squadra coesa e determinata".  "La rinascita del Gino Lisa racchiude speranze di crescita e progresso sociale, economico e culturale, nuove progettualità, il desiderio di rafforzare questa destinazione per renderla una meta turistica tutto l’anno, essendo già una terra amatissima per la ricchezza del suo patrimonio artistico e paesaggistico - ha aggiunto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano - . Quelle di oggi sono immagini che descrivono meglio delle parole la concretezza del lavoro di questi anni, un lavoro sostenuto dalla determinazione dei cittadini di Foggia che tanto hanno desiderato realizzare questo obiettivo”. [post_title] => Lumiwings atterra a Foggia e scalda i motori per il decollo su Milano Malpensa [post_date] => 2022-09-26T08:58:02+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664182682000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "sea approva bilancio 2016 passeggeri utili crescita" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":34,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1545,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431152","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"«Nel giugno del 2022 la compagnia di bandiera del Bahrain, Gulf Air, è tornata operativa in Italia con voli diretti da Roma e da Milano. Si è così aperta una nuova prospettiva per il mercato italiano - afferma Andrea Mele, presidente e a.d. di Viaggi del Mappamondo -. Il Bahrain è una destinazione “nuova” per il nostro mercato: un luogo piacevole, caldo e soleggiato d’inverno. Una terra con una storia antica. Gli alberghi sono belli, i prezzi sono interessanti ed è a sole 5 ore di volo».\r\n\r\nLa ricca offerta turistica dell’arcipelago, composto da 33 isole e affacciato sul Golfo Arabico, è fatta di storia, cultura, sport e natura. La popolazione è etnicamente eterogenea e pratica numerose religioni. Tre sono i siti Unesco: le rovine di un forte portoghese del ‘500, il percorso della pesca e della lavorazione delle perle (che sono state la ricchezza del Bahrain prima della scoperta del petrolio) e un misterioso cimitero composto da circa 12mila tumuli risalente al periodo tra il 2200 e il 1750 a.C.. Interessante, poi, il sito del primo pozzo estrattivo dell’area del Golfo, attivo nel 1932. Mappamondo ha selezionato con cura 4 hotel per i suoi clienti, strutture eleganti con piscina e spiaggia: The Grove Hotel indicato per il turismo cittadino o mice, The Ritz-Carlton adatto ai viaggiatori edonisti ma anche ai bambini, The Art Hotel & Resort per le famiglie e il sontuoso Sofitel Bahrain Zallaq Thalassa Sea&Spa per chi ama la tradizione locale e il relax.\r\n\r\nL’ospite sceglierà tra la vita in spiaggia, le escursioni - anche nel deserto - e la possibilità di seguire eventi velici come le finali della SSL Golden Cup - in programma dal 28 ottobre al 20 novembre prossimi – o il Gran Premio di Formula 1, che si svolge ogni anno nel mese di marzo nel colossale Circuito Sakhir, costruito nel deserto nel 2004. E non bisogna dimenticare i souk e il divertimento. Il Bahrain è abitato da un popolo amichevole ed è amato dai turisti, come testimoniano i dati raccolti dalla Baharain Tourism & Exhibitions Authority: nel secondo trimestre del 2022 l’incremento dei visitatori in arrivo ha infatti raggiunto il 38%, mentre si attesta all’82% il dato delle presenze rispetto al 2019.\r\n\r\nL’obiettivo è raggiungere il 100% entro la fine dell’anno. Frattanto Mappamondo si prende cura dei propri clienti: «Stiamo preparando una campagna, anche digitale, che prevede diverse proposte di viaggio: - conclude infatti il presidente Mele – abbiamo pensato a un long-weekend o 6 notti in Bahrain e ad altre combinazioni, come lo stop di 2 notti in Bahrain per poi proseguire verso Dubai dove fermarsi o continuare in direzione delle Maldive o della Thailandia. Mappamondo farà tutto il possibile per lanciare questa nuova destinazione».\r\n\r\n[gallery ids=\"431154,431153,431157\"]","post_title":"Il Bahrain con Mappamondo: un arcipelago dove la storia incontra il relax","post_date":"2022-09-27T10:23:15+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1664274195000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431150","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\r\n\r\nUn nuova strategia di sostenibilità, incentrata su quattro aree tematiche, nove temi materiali e 21 obiettivi conformi agli obiettivi di Carnival Corporation e in linea con l’Agenda 2030 delle Nazioni unite. Costa Crociere presenta la sedicesima edizione del proprio bilancio di sostenibilità, relativo all’anno 2021. “Siamo arrivati alla sedicesima edizione del nostro bilancio: un dato che evidenzia quanto il nostro impegno nella sostenibilità sia consolidato e pionieristico - racconta il direttore generale della compagnia, Mario Zanetti -. In particolare, il 2021 è stato un anno contraddistinto da una profonda e sostanziale evoluzione di Costa. Abbiamo lavorato per offrire un nuovo modo di viaggiare, una proposta di valore del prodotto, che trova nella sostenibilità un asset importante. Questo lavoro proseguirà anche nei prossimi anni, con una strategia che, per quanto riguarda la sostenibilità, si basa sul potere trasformativo del viaggio, the Good power of travel, come indica il titolo del nuovo report. Ovvero un modello di business che continui a soddisfare gli ospiti e allo stesso tempo sia in grado di generare valore sociale, ambientale ed economico”.\r\n\r\nNel documento vengono quindi individuate quattro macro-priorità, che esprimono la visione di futuro della compagnia: progredire verso la neutralità climatica; rigenerare le risorse; responsabilizzare le persone; costruire un ecosistema trasformativo. Relativamente alla prima area, la neutralità climatica, l’ambizione di Costa è quella di introdurre una nuova generazione di navi che operino a zero emissioni nette entro il 2050. La compagnia sta inoltre lavorando per migliorare ulteriormente l’efficienza energetica della flotta già in servizio e supportare l’innovazione nelle infrastrutture portuali. Fanno parte di questo ambito il debutto delle prime navi alimentate a gas naturale liquefatto (Costa Toscana e Costa Smeralda), l’installazione dei più moderni sistemi di abbattimento delle emissioni su oltre il 90% delle navi e l’impegno per l’utilizzo dello shore power (alimentazione da terra durante le soste in porto), con circa un terzo delle navi già predisposte e altre cinque in fase di predisposizione.\r\n\r\nPer quanto riguarda la rigenerazione delle risorse utilizzate, strettamente legata alla salvaguardia degli ecosistemi marini, su tutte le navi viene già effettuato il 100% di raccolta differenziata e il riciclo di materiali quali plastica, carta, vetro e alluminio. Inoltre, il 90% del fabbisogno giornaliero di acqua è soddisfatto trasformando quella del mare tramite l’utilizzo di dissalatori, valore che raggiunge il 100% sulle navi più moderne della flotta.\r\n\r\nLa terza area strategica, responsabilizzare le persone, riguarda sia gli ospiti sia i dipendenti della compagnia. Relativamente agli ospiti, l’obiettivo è quello di sensibilizzarli a essere viaggiatori sempre più responsabili nelle loro scelte, mentre per i dipendenti l’obiettivo è promuovere un ambiente di lavoro equo e inclusivo, nonché di accrescere le competenze. A questo proposito nel 2021 le ore di smart working, o di flexible working,sono state oltre 774 mila, mentre quelle di formazione quasi 120 mila, erogate a una comunità di dipendenti che proviene da 70 Paesi e cinque continenti diversi.\r\n\r\nL’ultima area strategica, costruire un ecosistema trasformativo, riguarda il valore generato sui territori e sulle comunità che accolgono le navi Costa. Basti pensare che nel 2021, con le unità operative nel solo  Mediterraneo per un periodo ridotto dell’anno, le navi della compagnia hanno visitato ben 31 porti, con 17 itinerari diversi, rimettendo in moto un ecosistema che comprende quasi 16 mila fornitori.","post_title":"Costa: una nuova generazione di navi a zero emissioni tra le priorità del bilancio sostenibile 2021","post_date":"2022-09-27T10:06:34+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1664273194000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431144","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Non più Sea, Asia, Sudamerica e Australia Explorer, ma un solo nome, World Explorer, a racchiudere l'offerta mondo nata dai 50 anni di esperienza di Africa Explorer, che invece rimane a sottolineare la profonda specializzazione dell'operatore milanese sul continente Nero. Il tutto accompagnato da un cambio, anche visivo, dei rispettivi loghi, che ora racchiudono i colori della terra, del cielo stellato, dei deserti e della savana, con linee pulite unite da un tratto grafico volto sintetizzare la sostanza dei viaggi proposti.\r\n\r\nLa novità nasce dall'esigenza di dare omogeneità all'offerta del to.  “È stata un’estate, quella che si è appena conclusa, di deciso rilancio - racconta il titolare, Alessandro Simonetti, figlio del fondatore Francesco -. Abbiamo lavorato moltissimo e siamo tornati a portare i nostri clienti in Africa e in numerose altre parti del mondo. Abbiamo raccolto apprezzamenti e ringraziamenti, perché in ogni luogo raggiunto i nostri viaggiatori hanno trovato professionalità e servizi eccellenti. Era giunto, quindi, il momento di segnare, anche visivamente, un passaggio tra un prima, vessato dalla crisi pandemica che ci ha quasi messo in ginocchio, e un dopo, che per noi inizia oggi, con un nuovo look e una più netta definizione del nostro prodotto: da un lato la nostra storia, ovvero African Explorer, e dall’altro il nostro futuro prossimo, World Explorer”.","post_title":"World e African Explorer cambiano logo e riposizionano l'immagine della compagnia","post_date":"2022-09-27T09:53:39+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["nofascione"],"post_tag_name":["nofascione"]},"sort":[1664272419000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431099","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Per Snav una stagione in positivo. «Quella che si avvia a conclusione è stata un’estate di grande ripresa dopo due anni condizionati dalla pandemia e dall’aumento dei carburanti a causa del conflitto in Ucraina, con numeri grazie ai quali ci siamo avvicinati ai livelli del 2019 – commenta Giuseppe Langella Amministratore Delegato Snav Spa - Le linee sulle quali viaggiano le unità Snav hanno registrato finora un ottimo load factor, in particolare sulle tratte per Ischia-Casamicciola e Procida per quanto riguarda il Golfo di Napoli dove anche i collegamenti per Capri hanno confermato il loro tradizionale successo».\r\n\r\nBilancio positivo anche per le Isole Eolie e le Isole Pontine e per le vendite sulla Croazia.\r\nSulla linea adriatica Snav raccoglie i frutti della campagna vendita con tante tariffe promozionali senza dimenticare l’ottimo rapporto e collaborazione con l’Ente Croato del Turismo nella proposizione del territorio sul mercato italiano attraverso campagne stampa e radio.\r\n\r\n«Molte le novità per il 2023 – conclude l’ad Snav - Alcune di queste saranno dedicate agli agenti di viaggio con un piano di incentivazioni e regimi commissionali di sicuro interesse. Il trade rappresenta per noi un canale privilegiato per la vendita dei nostri servizi».\r\n\r\n ","post_title":"Snav, estate in ripresa. Per il 2023 piano di incentivazioni per il trade","post_date":"2022-09-26T12:21:17+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1664194877000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431087","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ita Airways ha aperto la data room alla cordata Certares: il fondo statunitense e Delta Air Lines sono stati autorizzati ad accedere ai dati più sensibili della compagnia, come anticipato da Il Corriere della Sera, che cita fonti ministeriali. Air France-Klm, per ora, non sarebbe stato approvato \"per questioni documentali relative all’accordo di non divulgazione dei numeri\".\r\n\r\nLa mossa di Ita arriva su richiesta di Equita, advisor del ministero dell'Economia e delle finanze (Mef), azionista unico dell'aviolinea. L'apertura della data room, a un mese circa di distanza dalla decisione del Tesoro a favore di Certares (a scapito della cordata Msc-Lufthansa) dovrebbe consentire alla cordata vincitrice di perfezionare i dettagli dell'offerta di acquisizione del 50% del vettore.\r\n\r\nÈ ipotizzabile che il 28 settembre, giorno dell’\"expert session\" tra Certares e Ita (con delegati di Delta e Air France - Klm), il fondo Usa chieda la proroga della trattativa: decisione che, nel caso, spetterebbe al nuovo governo. ","post_title":"Ita Airways: aperta la data room al fondo Certares (e Delta Air Lines)","post_date":"2022-09-26T11:49:21+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1664192961000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431080","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_422253\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Adriano Apicella[/caption]\r\n\r\nWelcome Travel Group conferma la propria partecipazione  a Ttg Travel Experience che si svolgerà a Rimini dal 12 al 14 ottobre 2022.\r\n\r\nLa presenza in fiera sarà un importante momento di incontro e condivisione con le Agenzie e la direzione del Network; un’occasione per fare insieme il bilancio sui risultati dell’estate, l’andamento delle vendite, temi commerciali e progettualità in essere.\r\n\r\n«Torniamo a Ttg Travel Experience dopo due anni complicati e un'ultima estate complessa e sorprendente al tempo stesso  -  dichiara Adriano Apicella, amministratore delegato Welcome Travel Group -. La nostra  progettualità non ha mai subito battute d'arresto ed è con questo spirito che ci presentiamo all’appuntamento in Fiera. Il Ttg offre sempre la possibilità di confronti e condivisioni di business interessanti, incontreremo ‘lA GENTE dei viaggi’ attorno a cui costruiamo i nostri progetti e i Partner che ci affiancano in questo percorso. Come sempre, sarà un momento fondamentale di compartecipazione, costruzione, comprensione e scambio, utili nell'interpretazione del nuovo anno commerciale che ci apprestiamo ad affrontare, con la carica e l'entusiasmo di sempre\".\r\n\r\nProtagonista all'interno dello stand sarà \"lA GENTE dei viaggi\". Un gioco di parole pensato per dare valore e mettere al centro le persone che da sempre sono il cuore del Network: Agenti di Viaggio e allo stesso tempo viaggiatori.\r\n\r\nNell’ampio spazio espositivo - posizionato nel Padiglione C3  N. 125-126 - Welcome Travel Group ospiterà i brand Welcome Travel, Geo e Welcome Travel Store insieme ai co-espositori Valore Sicuro e Welcome to Italy.  All'interno, inoltre, è previsto un corner dedicato alla presentazione del nuovo CRM e dei portali WE hub e GEO space,  basati sulla tecnologia Salesforce e strutturati su misura per le esigenze delle Agenzie.\r\n\r\n ","post_title":"Welcome Travel Group sarà presente a Ttg Travel Experience","post_date":"2022-09-26T11:06:13+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1664190373000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431066","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_431069\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Francesco e Riccardo Lazzarini con la director of sales and marketing, Daniela Baldelli[/caption]\r\n\r\nDal Donna Laura Palace, il villino affacciato sul Lungotevere nel quartiere Prati che ha appena completato i lavori della facciata e del giardino interno, fino all’hotel Imperiale che darà nuovo lustro a via Veneto, con la facciata totalmente restaurata in fase di ultimazione. Il tutto passando anche dal Rose Garden Palace, il boutique hotel di via Boncompagni, che oltre ai lavori per riportare a nuova luce la facciata, verrà completamente rinnovato negli arredi e nel design, attraverso diverse fasi che interesseranno sia le camere per gli ospiti sia le aree comuni, con una particolare attenzione al giardino interno. Omnia Hotels continua a investire su Roma, nonostante le criticità degli anni recenti, quando la compagnia ha dato peraltro vita pure a una nuova apertura.\r\n\r\nDa segnalare anche i lavori allo Shangri La Roma Eur che, dopo aver completato la ristrutturazione delle camere e delle aree comuni, ora avvia lo sviluppo dell’area congressuale, con una prima realizzazione di una sala modulare di circa 200 metri quadrati, fruibile per riunioni ed eventi o addirittura come estensione del ristorante, che verrà completata entro metà ottobre. A questa seguirà poi la realizzazione del centro congressi di 1.500 metri quadrati, con piscina e aree esterne per gli ospiti, che vedrà la luce nel 2023. Un ulteriore sviluppo sarà portato avanti nel 2024: prevede un incremento di 70 camere per gli ospiti e la realizzazione del nuovo ristorante Shangri La.\r\n\r\n“Il nostro gruppo è nato pochi mesi prima del lock down ma non per questo abbiamo smesso di crederci – sottolinea il ceo Francesco Lazzarini, che insieme al fratello Riccardo ha creato Omnia Hotels da un’impresa di famiglia -. Nel 2021 abbiamo aperto un albergo, il St. Martin, a seguito della completa ristrutturazione di un edificio in disuso, riqualificando così anche la zona. Ci siamo impegnati nelle collaborazioni con alcuni dei grandi eventi della città di Roma e ora continuiamo nel nostro percorso di crescita e sviluppo, con una particolare attenzione alla formazione dei collaboratori, fulcro dell’ospitalità, e alla valorizzazione del patrimonio edilizio\". Attualmente il portfolio della compagnia comprende sette strutture totali, tutte situate a Roma.","post_title":"Prosegue l'impegno di Omnia Hotels su Roma: quattro gli indirizzi in fase di restyling","post_date":"2022-09-26T10:14:21+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1664187261000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431059","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Stagione 2022 con un deciso segno più per CdsHotels che ha registrato un incremento delle prenotazioni del 35% rispetto sia al 2021, sia al 2019. La Puglia e la Sicilia, in particolare, sono state nuovamente premiate dal mercato estero: rispetto al 2019, anno in cui CdsHotels aveva raggiunto il picco di presenze provenienti dall’estero, si è riscontrato infatti un aumento di fatturato del 30 %, con una concentrazione nella prima parte della stagione.\r\n\r\n“Mentre un’altra stagione si appresta a chiudersi, è il momento di guardarsi indietro e fare un primo bilancio su questa prima parte del 2022 che, se sotto molti aspetti (rincaro dei prezzi delle materie prime e delle forniture, incertezza generale dovuta alla situazione geopolitica internazionale e a due anni di pandemia) è stata piuttosto difficile e preannuncia un futuro ancora più arduo, sotto molti altri aspetti è stata invece decisamente positiva - spiega il direttore commerciale della compagnia, Ada Miraglia -. Ciò ci permette di supporre che il mercato comincia a premiare con un gradimento sempre più elevato l’impegno che il nostro gruppo dedica al miglioramento e all’ampliamento dell’offerta\".\r\n\r\nDopo due anni di pandemia, che hanno modificato le abitudini dei consumatori portando a un incremento delle prenotazioni last minute, CdsHotels rileva inoltre un’inversione di tendenza con un ritorno dell’early booking, grazie a un picco di conferme giunte entro il 31 marzo. Anche il settore mice si è rimesso in moto e le presenze di gruppi sono aumentate rispetto al 2019, portando a un incremento di fatturato del segmento pari al 63%. Le proiezioni per l’autunno sono infine altrettanto positive: alla data del 21 settembre si registra un aumento di fatturato, rispetto alla stesso periodo del 2021, di circa il 35%, che va a confermare i trend registrati finora.\r\n\r\n“Tutti questi numeri ci fanno ben sperare – prosegue Ada Miraglia – per un futuro in crescita. Ma purtroppo bisogna essere onesti e non possiamo vedere il bicchiere del tutto pieno: insieme alla crescita dei risultati abbiamo, infatti, registrato anche un aumento esponenziale dei costi. Le nostre politiche aziendali sono da sempre orientate alla riduzione degli sprechi, anche in un’ottica di risparmio ecologico e facciamo molti sforzi per sensibilizzare i nostri ospiti verso queste necessità; gli ospiti dal canto loro si dimostrano sempre molto sensibili, ma ciò non basta ed è necessario che qualcosa si muova a livello europeo affinché il caro-prezzi venga in qualche modo contenuto e vengano impedite eventuali speculazioni in tale direzione”.","post_title":"CdsHotels: prenotazioni a +35% sul 2019. Ed è tornato anche l'early booking","post_date":"2022-09-26T10:02:45+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1664186565000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431047","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Lumiwings ha fatto il suo debutto sulla pista dell'aeroporto di Foggia, lo scorso venerdì.\r\n\r\nIn attesa del primo volo per Milano Malpensa, in programma per il prossimo 30 settembre alle 18.25, un Boeing B737-300 è giunto al ‘Gino Lisa’ per un volo di familiarizzazione con l’infrastruttura foggiana.\r\n\r\n“Abbiamo mantenuto la promessa – ha dichiarato il presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Maria Vasile -. Era il 7 novembre del 2011 quando l’ultimo aereo decollò da Foggia alla volta di Milano. E oggi 23 settembre un aereo destinato ai voli commerciali atterra al ‘Gino Lisa’. 7 novembre 2011-23 settembre 2022. Sono due date importanti per Aeroporti di Puglia e per il territorio foggiano: in questi anni siamo riusciti a superare problemi tecnici di enorme complessità, ai quali si è aggiunto lo stop determinato dalla pandemia; e ci siamo riusciti grazie a un lavoro incessante, portato avanti da una squadra coesa e determinata\". \r\n\r\n\"La rinascita del Gino Lisa racchiude speranze di crescita e progresso sociale, economico e culturale, nuove progettualità, il desiderio di rafforzare questa destinazione per renderla una meta turistica tutto l’anno, essendo già una terra amatissima per la ricchezza del suo patrimonio artistico e paesaggistico - ha aggiunto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano - . Quelle di oggi sono immagini che descrivono meglio delle parole la concretezza del lavoro di questi anni, un lavoro sostenuto dalla determinazione dei cittadini di Foggia che tanto hanno desiderato realizzare questo obiettivo”.","post_title":"Lumiwings atterra a Foggia e scalda i motori per il decollo su Milano Malpensa","post_date":"2022-09-26T08:58:02+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1664182682000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti