28 September 2022

Lufthansa trova l’accordo sugli stipendi dei piloti

[ 0 ]

Lufthansa scioperoLufthansa ha stretto l’accordo per risolvere la complessa disputa sindacale relativa all’aumento degli stipendi dei propri piloti, dopo cinque anni di vertenza (dal 2012) e 14 scioperi, che si stima siano costati mezzo miliardo di dollari alla compagnia. Lufthansa e il sindacato dei piloti Cockpit hanno dichiarato di essersi accordati su una proposta di arbitrato che riguarderà oltre 5.400 piloti: la compagnia ha approvato un aumento delle paghe in quattro step pari all’8,7% e l’erogazione di un pagamento una tantum da 30 milioni che si tradurrà in 5-6mila euro per ciascun dipendente. L’intesa è valida fino alla fine del 2019. Il portavoce del sindacato, Markus Whal, ha dichiarato che i negoziatori hanno raggiunto l’accordo ma che dovranno essere gli iscritti ad approvarlo in via definitiva.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431150 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un nuova strategia di sostenibilità, incentrata su quattro aree tematiche, nove temi materiali e 21 obiettivi conformi agli obiettivi di Carnival Corporation e in linea con l’Agenda 2030 delle Nazioni unite. Costa Crociere presenta la sedicesima edizione del proprio bilancio di sostenibilità, relativo all’anno 2021. “Siamo arrivati alla sedicesima edizione del nostro bilancio: un dato che evidenzia quanto il nostro impegno nella sostenibilità sia consolidato e pionieristico - racconta il direttore generale della compagnia, Mario Zanetti -. In particolare, il 2021 è stato un anno contraddistinto da una profonda e sostanziale evoluzione di Costa. Abbiamo lavorato per offrire un nuovo modo di viaggiare, una proposta di valore del prodotto, che trova nella sostenibilità un asset importante. Questo lavoro proseguirà anche nei prossimi anni, con una strategia che, per quanto riguarda la sostenibilità, si basa sul potere trasformativo del viaggio, the Good power of travel, come indica il titolo del nuovo report. Ovvero un modello di business che continui a soddisfare gli ospiti e allo stesso tempo sia in grado di generare valore sociale, ambientale ed economico”. Nel documento vengono quindi individuate quattro macro-priorità, che esprimono la visione di futuro della compagnia: progredire verso la neutralità climatica; rigenerare le risorse; responsabilizzare le persone; costruire un ecosistema trasformativo. Relativamente alla prima area, la neutralità climatica, l’ambizione di Costa è quella di introdurre una nuova generazione di navi che operino a zero emissioni nette entro il 2050. La compagnia sta inoltre lavorando per migliorare ulteriormente l’efficienza energetica della flotta già in servizio e supportare l’innovazione nelle infrastrutture portuali. Fanno parte di questo ambito il debutto delle prime navi alimentate a gas naturale liquefatto (Costa Toscana e Costa Smeralda), l’installazione dei più moderni sistemi di abbattimento delle emissioni su oltre il 90% delle navi e l’impegno per l’utilizzo dello shore power (alimentazione da terra durante le soste in porto), con circa un terzo delle navi già predisposte e altre cinque in fase di predisposizione. Per quanto riguarda la rigenerazione delle risorse utilizzate, strettamente legata alla salvaguardia degli ecosistemi marini, su tutte le navi viene già effettuato il 100% di raccolta differenziata e il riciclo di materiali quali plastica, carta, vetro e alluminio. Inoltre, il 90% del fabbisogno giornaliero di acqua è soddisfatto trasformando quella del mare tramite l’utilizzo di dissalatori, valore che raggiunge il 100% sulle navi più moderne della flotta. La terza area strategica, responsabilizzare le persone, riguarda sia gli ospiti sia i dipendenti della compagnia. Relativamente agli ospiti, l’obiettivo è quello di sensibilizzarli a essere viaggiatori sempre più responsabili nelle loro scelte, mentre per i dipendenti l’obiettivo è promuovere un ambiente di lavoro equo e inclusivo, nonché di accrescere le competenze. A questo proposito nel 2021 le ore di smart working, o di flexible working,sono state oltre 774 mila, mentre quelle di formazione quasi 120 mila, erogate a una comunità di dipendenti che proviene da 70 Paesi e cinque continenti diversi. L’ultima area strategica, costruire un ecosistema trasformativo, riguarda il valore generato sui territori e sulle comunità che accolgono le navi Costa. Basti pensare che nel 2021, con le unità operative nel solo  Mediterraneo per un periodo ridotto dell’anno, le navi della compagnia hanno visitato ben 31 porti, con 17 itinerari diversi, rimettendo in moto un ecosistema che comprende quasi 16 mila fornitori. [post_title] => Costa: una nuova generazione di navi a zero emissioni tra le priorità del bilancio sostenibile 2021 [post_date] => 2022-09-27T10:06:34+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664273194000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431140 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Canada eliminerà, dal prossimo 1° ottobre, tutte le restanti restrizioni alle frontiere finora imposte per limitare la diffusione del Covid, compreso l'obbligo di vaccinazione per i viaggiatori. Dopo due anni e mezzo dallo scoppio della pandemia, ai viaggiatori non sarà più richiesto neppure sottoporsi a test oppure osservare periodi di quarantena; rimosso anche l'obbligo di indossare la mascherina su aerei e treni. Infine, anche l'utilizzo dell'app 'ArriveCan', per caricare i documenti sanitari all'ingresso in Canada, diventerà facoltativo. Il ministro federale della Sanità Jean-Yves Duclos ha dichiarato che il Canada si trova "in una posizione decisamente migliore" rispetto a quella in cui si trovava all'inizio della pandemia, sia grazie alla disponibilità dei vaccini sia delle opzioni di trattamento. [post_title] => Canada: stop anche alle ultime restrizioni contro il Covid, dal 1° ottobre [post_date] => 2022-09-27T09:40:13+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664271613000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431137 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => British Airways e Qatar Airways hanno completato l’ultima fase dell’espansione della loro partnership, offrendo connettività globale tra più paesi rispetto a qualsiasi altro airline joint business. Un passo che segna la realizzazione di un piano annunciato per la prima volta nel dicembre dello scorso anno ed espande la già esistente attività congiunta che copre i collegamenti tra Doha e Londra. Sebbene un "piccolo numero" di rotte richieda ancora l'approvazione normativa, i partner hanno aggiunto 42 Paesi al loro network condiviso, tra cui Italia, Norvegia, Singapore e Svezia. I due vettori sottolineano che l'accordo crea la "il più grande joint business tra due compagnie aeree al mondo", che copre destinazioni in Europa, Medio Oriente, Africa e Asia-Pacifico.  Questa espansione "consentirà viaggi in coincidenza senza soluzione di continuità con biglietti unici via Doha e Londra, portando il numero totale di destinazioni servite dalle due compagnie aeree a 185 in oltre 60 Paesi". Sean Doyle, ceo di British, descrive gli accordi come "un'enorme pietra miliare nel nostro rapporto di lunga data con Qatar Airways". Il rapporto tra British e Qatar Airways si estende oltre l'attività comune e l'alleanza condivisa, con il vettore del Golfo già azionista del gruppo Iag, proprietario della compagnia britannica. [post_title] => Qatar Airways e British ampliano la partnership per il joint business più grande di sempre [post_date] => 2022-09-27T09:18:41+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664270321000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431087 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ita Airways ha aperto la data room alla cordata Certares: il fondo statunitense e Delta Air Lines sono stati autorizzati ad accedere ai dati più sensibili della compagnia, come anticipato da Il Corriere della Sera, che cita fonti ministeriali. Air France-Klm, per ora, non sarebbe stato approvato "per questioni documentali relative all’accordo di non divulgazione dei numeri". La mossa di Ita arriva su richiesta di Equita, advisor del ministero dell'Economia e delle finanze (Mef), azionista unico dell'aviolinea. L'apertura della data room, a un mese circa di distanza dalla decisione del Tesoro a favore di Certares (a scapito della cordata Msc-Lufthansa) dovrebbe consentire alla cordata vincitrice di perfezionare i dettagli dell'offerta di acquisizione del 50% del vettore. È ipotizzabile che il 28 settembre, giorno dell’"expert session" tra Certares e Ita (con delegati di Delta e Air France - Klm), il fondo Usa chieda la proroga della trattativa: decisione che, nel caso, spetterebbe al nuovo governo.  [post_title] => Ita Airways: aperta la data room al fondo Certares (e Delta Air Lines) [post_date] => 2022-09-26T11:49:21+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664192961000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431082 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_431083" align="alignleft" width="300"] Roberto Catanzaro[/caption] Nexi e Global Blue hanno stretto una partnership strategica finalizzata all'integrazione delle soluzioni di pagamento di Nexi con le piattaforme PMS (Property Management System) e i Point of Sale di Oracle. L’accordo consolida in modo significativo la collaborazione di lungo termine tra i due player e segue quello relativo al servizio DCC (Dynamic Currency Conversion) che - grazie allo status di Global Blue di Payment System Integrator Gold-level certificato Oracle® - consente agli esercenti dei 25 Paesi in cui opera Nexi di accettare pagamenti attraverso la suite di prodotti Oracle®. «La partnership strategica con Global Blue rafforza ulteriormente le nostre capacità di offrire a commercianti e aziende la migliore combinazione di scala europea e vicinanza al cliente - afferma Roberto Catanzaro, group chief strategy & transformation officer di Nexi - Estenderemo le nostre soluzioni di accettazione omnicanale e continueremo a fornire proposte che consentano nuove esperienze utente per i consumatori e nuove opportunità di business per i commercianti, con un focus specifico sui verticali dell'hotellerie, dell'ospitalità e del retail». Grazie alla semplificazione dei processi operativi e alla riduzione del carico di lavoro del personale addetto a Front Desk e Back Office, questa integrazione offre vantaggi significativi ai retailers che utilizzano le piattaforme Oracle OPERA Cloud Property Management, Simphony Point of Sale and Oracle Retail XStore Point-of-Service. I merchant, infatti, possono beneficiare di un’esperienza omnicanale davvero fluida, traendo un vantaggio concreto dal connubio tra la scala europea e la profonda competenza a livello locale di Nexi, mentre per i consumatori l'esperienza di acquisto diventa più semplice, più veloce e più sicura, nel rispetto dei più elevati standard di sicurezza e della Tokenizzazione end-to-end per l'archiviazione sicura dei dati delle carte.   «Attraverso questa collaborazione, Global Blue si conferma partner leader nel settore tecnologico e dei pagamenti e consente a chi opera nell’ambito dell’hospitality, della ristorazione e del commercio al dettaglio di disporre di uno strumento gestionale integrato e omnicanale per un’esperienza di acquisto ancora più fluida” - ha detto Damian Cecchi, svp added value payment solutions – “In qualità di fornitore di questa soluzione innovativa, possiamo e intendiamo continuare ad essere il punto di riferimento di tutti i nostri acquirer e partner che vedono le nostre competenze come necessarie per poter migliorare le proprie performance sul mercato». [post_title] => Nexi e Global Blue: partnership strategica per integrare le soluzioni [post_date] => 2022-09-26T11:11:49+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664190709000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431076 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La sinergia fra Svizzera Turismo e Fiavet Piemonte, siglata con un accordo nel 2021, ha portato a un primo risultato concreto. «Negli ultimi 2 anni abbiamo dovuto ripensare alla nostra strategia verso tour operator e agenzie di viaggi – ha dichiarato Laura Zancolò, Key Account Manager per Svizzera Turismo in Italia - per questo abbiamo pensato di stringere accordi con le associazioni di categoria del settore con l’obiettivo di far conoscere il territorio e promuovere il turismo di prossimità». Grazie alla collaborazione con Gabriella Aires, presidente Fiavet Piemonte, sono stati realizzati dieci itinerari che esplorano altrettante aree di grande fascino del Paese. «Un primo, importante, passo concreto per promuovere questo bel territorio e offrire ai nostri associati una serie di itinerari – afferma Gabriella Aires - programmi per uno o più giorni fruibili per tutti gli associati alla Fiavet, a livello naziionale». Negli scorsi due anni Fiavet Piemonte e Svizzera Turismo hanno organizzato in stretta collaborazione una serie di tre eductour in Svizzera, nel più rigoroso rispetto delle norme sanitarie, utilizzando i periodi di sospensione del lockdown. Un manuale d’uso creato da agenzie e fornitori Spiega inoltre Aires: «Insieme ai colleghi che hanno partecipato ai tour, e ai fornitori che ci hanno accolti, abbiamo elaborato un vero e proprio manuale d’uso del Paese, con i servizi testati sui nostri percorsi, quotati per gruppi in treno e in bus, famiglie e individuali, su una decina di itinerari. La nostra segreteria ha fatto gran parte del lavoro di assemblaggio». Il manuale si intitola appunto ‘La Svizzera di Fiavet Piemonte: «C’è tutta la materia prima necessaria per rispondere a richieste di ogni gusto e per diverse fasce di spesa – chiarisce ancora Aires – tutto destinato all’uso libero, esclusivo e gratuito di tutte le agenzie Fiavet. Per rilanciare ora abbiamo tutti bisogno di prodotto di qualità che ci consenta di valorizzare la nostra professione, offrendo al cliente qualcosa di unico e speciale. Per questo Fiavet Piemonte si è fatta promotrice, grazie alla collaborazione fondamentale di Svizzera Turismo, di un’iniziativa interamente costruita dalle agenzie insieme ai fornitori. E non ci fermeremo qui». 10 itinerari a soggetto, pronti per le agenzie La Svizzera di Fiavet Piemonte presenta dieci itinerari base, per viaggi da una giornata a quattro giorni/tre notti. I pacchetti sono calibrati per partenze in treno o in bus dalle città del Nord, ma ogni agenzia può inserire le partenze da qualsiasi città in Italia, stazioni o aeroporti. Ecco cosa c’è nel manuale: - Zurigo tra arte e cultura (due giorni, in treno) - Berna, il Trenino Verde e il mondo di Kambly, il biscotto più amato (due giorni, in treno da Domodossola) - Zurigo per grandi e piccini (due giorni da Milano, per individuali) - La Lucerna di Guglielmo Tell e il Pilatus (tre giorni da Milano - Berna e la Festa della Cipolla: il 28 novembre, viaggio in giornata, in pullman da Torino. - Lugano, i borghi storici del lago e le funicolari (due giorni, in bus) - Lucerna e il Museo dei Trasporti, con navigazione sul Lago dei Quattro Cantoni (due giorni, in bus o treno) - Lugano e il Monte Generoso (gita di un giorno) - Lugano per gli eventi e le mostre d’arte (due giorni in treno da Milano, programma secondo il programma di eventi in corso) - Zurigo, Berna e Lucerna, le meravigliose città svizzere (quattro giorni, in treno da Milano) [post_title] => Accordo strategico fra Fiavet Piemonte e Svizzera Turismo [post_date] => 2022-09-26T10:57:37+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664189857000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431068 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Boeing ha deciso per il patteggiamento e pagherà dunque 200 milioni di dollari a chiusura dell'indagine sui 737 Max. La Securities and Exchange Commission (Sec, in pratica la Consob americana) - ha accusato Boeing Company e il suo ex ceo, Dennis Muilenburg, di aver rilasciato dichiarazioni pubbliche materialmente fuorvianti in seguito agli incidenti dei due Boeing nel 2018 e nel 2019, in Etiopia e in Indonesia.  Gli incidenti ai 737 Max hanno coinvolto una funzione di controllo del volo chiamata Sistema di aumento delle caratteristiche di manovra (Mcas). Secondo la Sec, dopo il primo incidente Boeing e Muilenburg sapevano che l'Mcas rappresentava un problema di sicurezza dell'aeroplano, ma hanno comunque assicurato il pubblico che il 737 Max era "sicuro come qualsiasi altro che abbia mai volato nei cieli". Successivamente, dopo il secondo incidente, Boeing e Muilenburg hanno assicurato al pubblico che non c'erano errori o lacune nel processo di certificazione rispetto a Mcas, nonostante fossero a conoscenza di informazioni contrarie. Fu quindi un software difettoso all'origine dei due disastri aerei, costati in totale 346 vittime, che il 14 marzo 2019 portarono la Federal Aviation Administration statunitense a imporre il blocco più lungo della storia dell'aviazione al modello 737 Max 8 della Boeing, tornato nei cieli il 18 novembre 2020.  [post_title] => Boeing pagherà 200 milioni di dollari a chiusura dell'indagine sugli incidenti del 737 Max [post_date] => 2022-09-26T10:17:26+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664187446000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431016 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Air Europa ha siglato un accordo di codeshare con Kuwait Airways, che entrerà in vigore nei prossimi mesi. Il vettore spagnolo aggiungerà così al proprio operativo tre voli settimanali diretti che Kuwait Airways opererà tra Madrid e il Kuwait, oltre ai collegamenti tra il Kuwait con Amsterdam, Roma e Milano. Da parte sua, Kuwait Airways rafforzerà la propria presenza nelle Americhe inserendo il suo codice sui voli transatlantici di Air Europa che collegano Madrid con Cancun, Miami, San Paolo e Bogotá oltre a quelli operati tra Madrid e Porto, Lisbona e Marrakech e su tutte le sue rotte nazionali spagnole. I passeggeri potranno beneficiare non solo di maggiori e migliori opzioni nella pianificazione dei loro voli, ma potranno anche acquistare un unico biglietto, effettuare un unico check-in e godere di collegamenti con tempi di attesa minimi. Kuwait Airways opera tre voli a settimana verso Madrid che saliranno a quattro a partire dal 9 gennaio 2023. La compagnia aerea commercializzerà 17 rotte operate da Air Europa. [post_title] => Air Europa sigla un accordo di codeshare con Kuwait Airways [post_date] => 2022-09-23T14:03:41+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663941821000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430988 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => I controllori di volo hanno revocato lo sciopero di tre giorni previsto per i prossimi 28, 29 e 30 settembre. La mobilitazione è stata annullata in seguito al raggiungimento di un accordo con l'autorità dell'aviazione civile della Francia. La conferma dell'intesa siglata nella giornata di ieri, 22 settembre, è arrivata anche da una nota ufficiale del Syndicat national des contrôleurs du trafic aérien (Sncta): i controllori di volo vedranno i loro bonus annuali aumentare del 3,5% a partire dal 1° gennaio 2023 per adeguarsi all'aumento dell'inflazione e beneficeranno di un nuovo bonus di 1.000 euro per la partecipazione agli utili, si legge nel comunicato. La Sncta chiedeva proprio un aumento degli stipendi dei dipendenti, considerando l'alto tasso di inflazione della Francia e il reclutamento di nuovi controllori del traffico aereo. Il recente sciopero dei controllori di volo, lo scorso 16 settembre, aveva causato la cancellazione di oltre 1.000 voli - la metà di quelli previsti - in tutta la Francia.   [post_title] => Francia: revocato lo sciopero dei controllori di volo previsto per la prossima settimana [post_date] => 2022-09-23T09:31:08+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663925468000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "lufthansa trova laccordo sugli stipendi dei piloti" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":41,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1822,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431150","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\r\n\r\nUn nuova strategia di sostenibilità, incentrata su quattro aree tematiche, nove temi materiali e 21 obiettivi conformi agli obiettivi di Carnival Corporation e in linea con l’Agenda 2030 delle Nazioni unite. Costa Crociere presenta la sedicesima edizione del proprio bilancio di sostenibilità, relativo all’anno 2021. “Siamo arrivati alla sedicesima edizione del nostro bilancio: un dato che evidenzia quanto il nostro impegno nella sostenibilità sia consolidato e pionieristico - racconta il direttore generale della compagnia, Mario Zanetti -. In particolare, il 2021 è stato un anno contraddistinto da una profonda e sostanziale evoluzione di Costa. Abbiamo lavorato per offrire un nuovo modo di viaggiare, una proposta di valore del prodotto, che trova nella sostenibilità un asset importante. Questo lavoro proseguirà anche nei prossimi anni, con una strategia che, per quanto riguarda la sostenibilità, si basa sul potere trasformativo del viaggio, the Good power of travel, come indica il titolo del nuovo report. Ovvero un modello di business che continui a soddisfare gli ospiti e allo stesso tempo sia in grado di generare valore sociale, ambientale ed economico”.\r\n\r\nNel documento vengono quindi individuate quattro macro-priorità, che esprimono la visione di futuro della compagnia: progredire verso la neutralità climatica; rigenerare le risorse; responsabilizzare le persone; costruire un ecosistema trasformativo. Relativamente alla prima area, la neutralità climatica, l’ambizione di Costa è quella di introdurre una nuova generazione di navi che operino a zero emissioni nette entro il 2050. La compagnia sta inoltre lavorando per migliorare ulteriormente l’efficienza energetica della flotta già in servizio e supportare l’innovazione nelle infrastrutture portuali. Fanno parte di questo ambito il debutto delle prime navi alimentate a gas naturale liquefatto (Costa Toscana e Costa Smeralda), l’installazione dei più moderni sistemi di abbattimento delle emissioni su oltre il 90% delle navi e l’impegno per l’utilizzo dello shore power (alimentazione da terra durante le soste in porto), con circa un terzo delle navi già predisposte e altre cinque in fase di predisposizione.\r\n\r\nPer quanto riguarda la rigenerazione delle risorse utilizzate, strettamente legata alla salvaguardia degli ecosistemi marini, su tutte le navi viene già effettuato il 100% di raccolta differenziata e il riciclo di materiali quali plastica, carta, vetro e alluminio. Inoltre, il 90% del fabbisogno giornaliero di acqua è soddisfatto trasformando quella del mare tramite l’utilizzo di dissalatori, valore che raggiunge il 100% sulle navi più moderne della flotta.\r\n\r\nLa terza area strategica, responsabilizzare le persone, riguarda sia gli ospiti sia i dipendenti della compagnia. Relativamente agli ospiti, l’obiettivo è quello di sensibilizzarli a essere viaggiatori sempre più responsabili nelle loro scelte, mentre per i dipendenti l’obiettivo è promuovere un ambiente di lavoro equo e inclusivo, nonché di accrescere le competenze. A questo proposito nel 2021 le ore di smart working, o di flexible working,sono state oltre 774 mila, mentre quelle di formazione quasi 120 mila, erogate a una comunità di dipendenti che proviene da 70 Paesi e cinque continenti diversi.\r\n\r\nL’ultima area strategica, costruire un ecosistema trasformativo, riguarda il valore generato sui territori e sulle comunità che accolgono le navi Costa. Basti pensare che nel 2021, con le unità operative nel solo  Mediterraneo per un periodo ridotto dell’anno, le navi della compagnia hanno visitato ben 31 porti, con 17 itinerari diversi, rimettendo in moto un ecosistema che comprende quasi 16 mila fornitori.","post_title":"Costa: una nuova generazione di navi a zero emissioni tra le priorità del bilancio sostenibile 2021","post_date":"2022-09-27T10:06:34+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1664273194000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431140","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il Canada eliminerà, dal prossimo 1° ottobre, tutte le restanti restrizioni alle frontiere finora imposte per limitare la diffusione del Covid, compreso l'obbligo di vaccinazione per i viaggiatori. Dopo due anni e mezzo dallo scoppio della pandemia, ai viaggiatori non sarà più richiesto neppure sottoporsi a test oppure osservare periodi di quarantena; rimosso anche l'obbligo di indossare la mascherina su aerei e treni.\r\n\r\nInfine, anche l'utilizzo dell'app 'ArriveCan', per caricare i documenti sanitari all'ingresso in Canada, diventerà facoltativo.\r\n\r\nIl ministro federale della Sanità Jean-Yves Duclos ha dichiarato che il Canada si trova \"in una posizione decisamente migliore\" rispetto a quella in cui si trovava all'inizio della pandemia, sia grazie alla disponibilità dei vaccini sia delle opzioni di trattamento.","post_title":"Canada: stop anche alle ultime restrizioni contro il Covid, dal 1° ottobre","post_date":"2022-09-27T09:40:13+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1664271613000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431137","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"British Airways e Qatar Airways hanno completato l’ultima fase dell’espansione della loro partnership, offrendo connettività globale tra più paesi rispetto a qualsiasi altro airline joint business.\r\n\r\nUn passo che segna la realizzazione di un piano annunciato per la prima volta nel dicembre dello scorso anno ed espande la già esistente attività congiunta che copre i collegamenti tra Doha e Londra. Sebbene un \"piccolo numero\" di rotte richieda ancora l'approvazione normativa, i partner hanno aggiunto 42 Paesi al loro network condiviso, tra cui Italia, Norvegia, Singapore e Svezia.\r\n\r\nI due vettori sottolineano che l'accordo crea la \"il più grande joint business tra due compagnie aeree al mondo\", che copre destinazioni in Europa, Medio Oriente, Africa e Asia-Pacifico.  Questa espansione \"consentirà viaggi in coincidenza senza soluzione di continuità con biglietti unici via Doha e Londra, portando il numero totale di destinazioni servite dalle due compagnie aeree a 185 in oltre 60 Paesi\".\r\n\r\nSean Doyle, ceo di British, descrive gli accordi come \"un'enorme pietra miliare nel nostro rapporto di lunga data con Qatar Airways\".\r\n\r\nIl rapporto tra British e Qatar Airways si estende oltre l'attività comune e l'alleanza condivisa, con il vettore del Golfo già azionista del gruppo Iag, proprietario della compagnia britannica.","post_title":"Qatar Airways e British ampliano la partnership per il joint business più grande di sempre","post_date":"2022-09-27T09:18:41+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1664270321000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431087","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ita Airways ha aperto la data room alla cordata Certares: il fondo statunitense e Delta Air Lines sono stati autorizzati ad accedere ai dati più sensibili della compagnia, come anticipato da Il Corriere della Sera, che cita fonti ministeriali. Air France-Klm, per ora, non sarebbe stato approvato \"per questioni documentali relative all’accordo di non divulgazione dei numeri\".\r\n\r\nLa mossa di Ita arriva su richiesta di Equita, advisor del ministero dell'Economia e delle finanze (Mef), azionista unico dell'aviolinea. L'apertura della data room, a un mese circa di distanza dalla decisione del Tesoro a favore di Certares (a scapito della cordata Msc-Lufthansa) dovrebbe consentire alla cordata vincitrice di perfezionare i dettagli dell'offerta di acquisizione del 50% del vettore.\r\n\r\nÈ ipotizzabile che il 28 settembre, giorno dell’\"expert session\" tra Certares e Ita (con delegati di Delta e Air France - Klm), il fondo Usa chieda la proroga della trattativa: decisione che, nel caso, spetterebbe al nuovo governo. ","post_title":"Ita Airways: aperta la data room al fondo Certares (e Delta Air Lines)","post_date":"2022-09-26T11:49:21+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1664192961000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431082","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_431083\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Roberto Catanzaro[/caption]\r\n\r\nNexi e Global Blue hanno stretto una partnership strategica finalizzata all'integrazione delle soluzioni di pagamento di Nexi con le piattaforme PMS (Property Management System) e i Point of Sale di Oracle. L’accordo consolida in modo significativo la collaborazione di lungo termine tra i due player e segue quello relativo al servizio DCC (Dynamic Currency Conversion) che - grazie allo status di Global Blue di Payment System Integrator Gold-level certificato Oracle® - consente agli esercenti dei 25 Paesi in cui opera Nexi di accettare pagamenti attraverso la suite di prodotti Oracle®.\r\n\r\n«La partnership strategica con Global Blue rafforza ulteriormente le nostre capacità di offrire a commercianti e aziende la migliore combinazione di scala europea e vicinanza al cliente - afferma Roberto Catanzaro, group chief strategy & transformation officer di Nexi - Estenderemo le nostre soluzioni di accettazione omnicanale e continueremo a fornire proposte che consentano nuove esperienze utente per i consumatori e nuove opportunità di business per i commercianti, con un focus specifico sui verticali dell'hotellerie, dell'ospitalità e del retail».\r\n\r\nGrazie alla semplificazione dei processi operativi e alla riduzione del carico di lavoro del personale addetto a Front Desk e Back Office, questa integrazione offre vantaggi significativi ai retailers che utilizzano le piattaforme Oracle OPERA Cloud Property Management, Simphony Point of Sale and Oracle Retail XStore Point-of-Service.\r\n\r\nI merchant, infatti, possono beneficiare di un’esperienza omnicanale davvero fluida, traendo un vantaggio concreto dal connubio tra la scala europea e la profonda competenza a livello locale di Nexi, mentre per i consumatori l'esperienza di acquisto diventa più semplice, più veloce e più sicura, nel rispetto dei più elevati standard di sicurezza e della Tokenizzazione end-to-end per l'archiviazione sicura dei dati delle carte.  \r\n\r\n«Attraverso questa collaborazione, Global Blue si conferma partner leader nel settore tecnologico e dei pagamenti e consente a chi opera nell’ambito dell’hospitality, della ristorazione e del commercio al dettaglio di disporre di uno strumento gestionale integrato e omnicanale per un’esperienza di acquisto ancora più fluida” - ha detto Damian Cecchi, svp added value payment solutions – “In qualità di fornitore di questa soluzione innovativa, possiamo e intendiamo continuare ad essere il punto di riferimento di tutti i nostri acquirer e partner che vedono le nostre competenze come necessarie per poter migliorare le proprie performance sul mercato».","post_title":"Nexi e Global Blue: partnership strategica per integrare le soluzioni","post_date":"2022-09-26T11:11:49+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1664190709000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431076","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La sinergia fra Svizzera Turismo e Fiavet Piemonte, siglata con un accordo nel 2021, ha portato a un primo risultato concreto.\r\n\r\n«Negli ultimi 2 anni abbiamo dovuto ripensare alla nostra strategia verso tour operator e agenzie di viaggi – ha dichiarato Laura Zancolò, Key Account Manager per Svizzera Turismo in Italia - per questo abbiamo pensato di stringere accordi con le associazioni di categoria del settore con l’obiettivo di far conoscere il territorio e promuovere il turismo di prossimità».\r\n\r\nGrazie alla collaborazione con Gabriella Aires, presidente Fiavet Piemonte, sono stati realizzati dieci itinerari che esplorano altrettante aree di grande fascino del Paese.\r\n\r\n«Un primo, importante, passo concreto per promuovere questo bel territorio e offrire ai nostri associati una serie di itinerari – afferma Gabriella Aires - programmi per uno o più giorni fruibili per tutti gli associati alla Fiavet, a livello naziionale».\r\n\r\nNegli scorsi due anni Fiavet Piemonte e Svizzera Turismo hanno organizzato in stretta collaborazione una serie di tre eductour in Svizzera, nel più rigoroso rispetto delle norme sanitarie, utilizzando i periodi di sospensione del lockdown.\r\n\r\nUn manuale d’uso creato da agenzie e fornitori\r\n\r\nSpiega inoltre Aires: «Insieme ai colleghi che hanno partecipato ai tour, e ai fornitori che ci hanno accolti, abbiamo elaborato un vero e proprio manuale d’uso del Paese, con i servizi testati sui nostri percorsi, quotati per gruppi in treno e in bus, famiglie e individuali, su una decina di itinerari. La nostra segreteria ha fatto gran parte del lavoro di assemblaggio».\r\n\r\nIl manuale si intitola appunto ‘La Svizzera di Fiavet Piemonte: «C’è tutta la materia prima necessaria per rispondere a richieste di ogni gusto e per diverse fasce di spesa – chiarisce ancora Aires – tutto destinato all’uso libero, esclusivo e gratuito di tutte le agenzie Fiavet. Per rilanciare ora abbiamo tutti bisogno di prodotto di qualità che ci consenta di valorizzare la nostra professione, offrendo al cliente qualcosa di unico e speciale. Per questo Fiavet Piemonte si è fatta promotrice, grazie alla collaborazione fondamentale di Svizzera Turismo, di un’iniziativa interamente costruita dalle agenzie insieme ai fornitori. E non ci fermeremo qui».\r\n\r\n10 itinerari a soggetto, pronti per le agenzie\r\n\r\nLa Svizzera di Fiavet Piemonte presenta dieci itinerari base, per viaggi da una giornata a quattro giorni/tre notti. I pacchetti sono calibrati per partenze in treno o in bus dalle città del Nord, ma ogni agenzia può inserire le partenze da qualsiasi città in Italia, stazioni o aeroporti.\r\n\r\nEcco cosa c’è nel manuale:\r\n\r\n- Zurigo tra arte e cultura (due giorni, in treno)\r\n\r\n- Berna, il Trenino Verde e il mondo di Kambly, il biscotto più amato (due giorni, in treno da Domodossola)\r\n\r\n- Zurigo per grandi e piccini (due giorni da Milano, per individuali)\r\n\r\n- La Lucerna di Guglielmo Tell e il Pilatus (tre giorni da Milano\r\n\r\n- Berna e la Festa della Cipolla: il 28 novembre, viaggio in giornata, in pullman da Torino.\r\n\r\n- Lugano, i borghi storici del lago e le funicolari (due giorni, in bus)\r\n\r\n- Lucerna e il Museo dei Trasporti, con navigazione sul Lago dei Quattro Cantoni (due giorni, in bus o treno)\r\n\r\n- Lugano e il Monte Generoso (gita di un giorno)\r\n\r\n- Lugano per gli eventi e le mostre d’arte (due giorni in treno da Milano, programma secondo il programma di eventi in corso)\r\n\r\n- Zurigo, Berna e Lucerna, le meravigliose città svizzere (quattro giorni, in treno da Milano)","post_title":"Accordo strategico fra Fiavet Piemonte e Svizzera Turismo","post_date":"2022-09-26T10:57:37+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1664189857000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431068","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Boeing ha deciso per il patteggiamento e pagherà dunque 200 milioni di dollari a chiusura dell'indagine sui 737 Max. La Securities and Exchange Commission (Sec, in pratica la Consob americana) - ha accusato Boeing Company e il suo ex ceo, Dennis Muilenburg, di aver rilasciato dichiarazioni pubbliche materialmente fuorvianti in seguito agli incidenti dei due Boeing nel 2018 e nel 2019, in Etiopia e in Indonesia. \r\n\r\nGli incidenti ai 737 Max hanno coinvolto una funzione di controllo del volo chiamata Sistema di aumento delle caratteristiche di manovra (Mcas). Secondo la Sec, dopo il primo incidente Boeing e Muilenburg sapevano che l'Mcas rappresentava un problema di sicurezza dell'aeroplano, ma hanno comunque assicurato il pubblico che il 737 Max era \"sicuro come qualsiasi altro che abbia mai volato nei cieli\". Successivamente, dopo il secondo incidente, Boeing e Muilenburg hanno assicurato al pubblico che non c'erano errori o lacune nel processo di certificazione rispetto a Mcas, nonostante fossero a conoscenza di informazioni contrarie.\r\n\r\nFu quindi un software difettoso all'origine dei due disastri aerei, costati in totale 346 vittime, che il 14 marzo 2019 portarono la Federal Aviation Administration statunitense a imporre il blocco più lungo della storia dell'aviazione al modello 737 Max 8 della Boeing, tornato nei cieli il 18 novembre 2020. ","post_title":"Boeing pagherà 200 milioni di dollari a chiusura dell'indagine sugli incidenti del 737 Max","post_date":"2022-09-26T10:17:26+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1664187446000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431016","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Air Europa ha siglato un accordo di codeshare con Kuwait Airways, che entrerà in vigore nei prossimi mesi. Il vettore spagnolo aggiungerà così al proprio operativo tre voli settimanali diretti che Kuwait Airways opererà tra Madrid e il Kuwait, oltre ai collegamenti tra il Kuwait con\r\nAmsterdam, Roma e Milano.\r\n\r\nDa parte sua, Kuwait Airways rafforzerà la propria presenza nelle Americhe inserendo il suo codice sui voli transatlantici di Air Europa che collegano Madrid con Cancun, Miami, San Paolo e Bogotá oltre a quelli operati tra Madrid e Porto, Lisbona e Marrakech e su tutte le sue rotte nazionali spagnole. I passeggeri potranno beneficiare non solo di maggiori e migliori opzioni nella pianificazione dei loro voli, ma potranno anche acquistare un unico biglietto, effettuare un unico check-in e godere di collegamenti con tempi di attesa minimi.\r\n\r\nKuwait Airways opera tre voli a settimana verso Madrid che saliranno a quattro a partire\r\ndal 9 gennaio 2023. La compagnia aerea commercializzerà 17 rotte operate da Air Europa.","post_title":"Air Europa sigla un accordo di codeshare con Kuwait Airways","post_date":"2022-09-23T14:03:41+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1663941821000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430988","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"I controllori di volo hanno revocato lo sciopero di tre giorni previsto per i prossimi 28, 29 e 30 settembre. La mobilitazione è stata annullata in seguito al raggiungimento di un accordo con l'autorità dell'aviazione civile della Francia.\r\n\r\nLa conferma dell'intesa siglata nella giornata di ieri, 22 settembre, è arrivata anche da una nota ufficiale del Syndicat national des contrôleurs du trafic aérien (Sncta): i controllori di volo vedranno i loro bonus annuali aumentare del 3,5% a partire dal 1° gennaio 2023 per adeguarsi all'aumento dell'inflazione e beneficeranno di un nuovo bonus di 1.000 euro per la partecipazione agli utili, si legge nel comunicato. La Sncta chiedeva proprio un aumento degli stipendi dei dipendenti, considerando l'alto tasso di inflazione della Francia e il reclutamento di nuovi controllori del traffico aereo.\r\n\r\nIl recente sciopero dei controllori di volo, lo scorso 16 settembre, aveva causato la cancellazione di oltre 1.000 voli - la metà di quelli previsti - in tutta la Francia.\r\n\r\n ","post_title":"Francia: revocato lo sciopero dei controllori di volo previsto per la prossima settimana","post_date":"2022-09-23T09:31:08+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1663925468000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti