15 April 2024

Ita Airways spinge su Londra: fino a 100 voli settimanali fra Italia e Regno Unito

[ 0 ]

Tutto pronto in casa Ita Airways per il decollo del nuovo volo diretto da Roma Fiumicino a London City, operativo dal prossimo 31 marzo con un Airbus A220-100 e 12 frequenze settimanali.

“London City è un aeroporto di riferimento per il traffico business ma molto interessante anche per i flussi leisure – osserva Emiliana Limosani, chief commercial officer di Ita Airways e ceo di Volare -. Il Regno Unito si conferma un mercato sempre più strategico per Ita, che nell’attuale stagione estiva offre ai clienti 100 collegamenti settimanali tra l’Italia e il Regno Unito”.

Lo scalo cittadino londinese consente ai passeggeri di beneficiare della vicinanza al centro città; inoltre, i clienti potranno usufruire di comode connessioni grazie al network nazionale e quello intercontinentale operato da Ita Airways dall’hub di Roma Fiumicino, tra cui le mete del Mediteranno (Italia, Spagna e Grecia) e quelle del Sud America come Rio de Janeiro, San Paolo e Buenos Aires.

Il nuovo volo si aggiunge a quello già attivo sulla Milano Linate – London City, con quattro frequenze giornaliere dall’inizio di quest’anno. La compagnia aggiungerà ad aprile un’ulteriore frequenza giornaliera, portando il numero totale di frequenze settimanali a 31 nel picco della stagione estiva. Anche questa rotta sarà operata con l’Airbus A220-100.

A ulteriore conferma dell’importanza strategica del Regno Unito, a partire da giugno l’offerta sul mercato britannico sarà arricchita da un ulteriore collegamento da Roma Fiumicino verso l’aeroporto di Gatwick operato con 7 frequenze settimanali. Saranno così 100 i voli settimanali tra Regno Unito e Italia.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465458 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Comincia oggi ad Amalfi e proseguirà fino a domenica 14 aprile l'edizione 2024 dell'evento che ogni anno Aci blueteam dedica ai propri top client. La scelta della location campana conferisce all’evento un’aura di eleganza senza tempo. Gli ospiti hanno raggiunto la destinazione grazie al supporto logistico del partner Ita Airways e di Balsamo per i servizi di mobility management a destinazione. Il soggiorno è all’Anantara Convento di Amalfi Grand Hotel, struttura realizzata all’interno di un complesso del tredicesimo secolo, costruito a picco sulla scogliera. Il programma prevede per la prima sera una cena in terrazza con vista sul Duomo della città, per poi proseguire, il giorno dopo, con un tour lungo il litorale a bordo di storiche auto cabrio, accompagnati da guide locali, con sosta per il pranzo presso l'hotel San Pietro di Positano. Il percorso includerà fermate nei punti più panoramici della zona. La giornata culminerà con una cena di gala presso l’Anantara. Infine, l'ultimo giorno partendo da Ravello si sorvolerà la costiera amalfitana in elicottero, permettendo di godere di una vista davvero emozionante. “I momenti di incontro con i nostri clienti si sono rivelati, nel tempo, importanti occasioni di formazione, fondamentali per rinnovare e rafforzare le nostre partnership – commenta Alfredo Pezzani, cbo Aci blueteam –. La condivisione di risultati, in una delle location italiane più affascinanti, siamo certi non potrà che stimolare nuove visioni future sulle attività in sinergia e nuovi servizi da proporre, promettendo allo stesso tempo emozioni e prestigio senza eguali” [post_title] => Parte oggi ad Amalfi l'evento Aci blueteam riservato ai top client [post_date] => 2024-04-12T14:44:56+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712933096000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465454 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_465456" align="alignleft" width="300"] Il Curio Cala San Miguel[/caption] Sono ben dieci le aperture europee in calendario prima dell'estate per i brand Curio e Tapestry Collection, nonché DoubleTree del gruppo Hilton, per un totale di 1.500 camere. In vista del prossimo International hospitality investment forum (Ihif) di quest’anno, che si terrà a Berlino la prossima settimana, la compagnia con sede in Virginia ha inoltre annunciato ulteriori accordi di franchising per quattro strutture: l'Hilton Alvor aprirà in Algarve nel 2026, a seguito di un contratto di franchising siglato con Mercan Group, con cui il gruppo Usa ha aperto l’anno scorso il Tapestry Collection Arts Hotel Porto. Anche i Curio Collection Cala San Miguel e The Club Cala San Miguel a Ibiza sono frutto di un accordo di franchising. Questa volta con Hotel Investment Partners (Hip), di proprietà di fondi gestiti da Blackstone, protagonista tra le altre cose della joint venture con il gruppo italiano Aeroviaggi (Mangia's). Infine, sempre tramite affiliazione commerciale, a Creta è prevista l'apertura del Curio Collection Numo Ierapetra, di proprietà di Numo Hospitality, con cui Hilton ha già inaugurato un altro Curio cretese, il Royal Senses Resort & Spa. “La domanda da parte degli ospiti di resort di qualità è in crescita, sia nelle destinazioni internazionali più gettonate sia in quelle più emergenti. Ciò ha portato a un maggior interesse da parte dei proprietari per lo sviluppo di resort sotto i nostri marchi - spiega Patrick Fitzgibbon, senior vice president, development, Europe, Middle East e Africa, Hilton -. Solo lo scorso anno, oltre un quinto delle nostre aperture in area Emea sono state resort. Lavorando con un’ampia tipologia di proprietari, ci aspettiamo una crescita continua in questo segmento di mercato, soprattutto nelle isole del Mediterraneo”. [post_title] => Il gruppo Hilton spinge l'offerta resort in Europa [post_date] => 2024-04-12T13:52:06+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712929926000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465450 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La montagna si conferma strategica per la crescita di Garibaldi Hotels. La stagione invernale si è conclusa con un + 25% rispetto allo stesso periodo del 2023 e mantiene un trend positivo anche per le prenotazioni estive, al momento superiori persino al prodotto mare. “Il Trentino continua a darci grandi soddisfazioni: le abbondanti nevicate della seconda metà di febbraio e l’allungamento della stagione fino a fine marzo, in corrispondenza delle vacanze di Pasqua, hanno permesso ai turisti di sciare in tranquillità e godere delle bellezze della val di Fassa - spiega il direttore generale della compagnia, Fabrizio Prete -. Quest’anno abbiamo riscontrato un forte interesse da parte degli stranieri che sono arrivati numerosi sulle montagne del Trentino. E anche l'estate ci sta dando grandissime soddisfazioni: al momento le prenotazioni che abbiamo per le tre strutture in Trentino superano infatti la Puglia e la Sardegna, che seguono a ruota”. La politica commerciale del gruppo già dallo scorso anno è fortemente improntata verso i mercati internazionali, sviluppando accordi con operatori dell’Est Europa. Ma un forte interesse è arrivato anche da altri paesi come per esempio quello anglosassone. “Il primo test ha portato a risultati positivi e ci siamo attivati con riconferme anche per il prossimo anno attraverso operazioni in garantito”, continua Prete. Oltre al fatturato registra il segno positivo anche la tariffa media con una crescita del 5%, mentre le vendite sono ripartite tra gruppi (+20%), dirette (+ 25%), to e adv (+60%). Sul fronte mare le prenotazioni di Garibaldi Hotels sono partite leggermente prima rispetto allo scorso anno: “Sul pari data siamo a +32%, con un 28% in crescita sulle presenze. Dati che arrivano soprattutto da Puglia e Sardegna, mentre ancora deve decollare la Sicilia che rimane indietro rispetto alle altre proposte mare", conclude Prete. Per quanto riguarda le novità di prodotto dopo la nuova struttura in Sardegna, l’hotel Diana a Santa Teresa di Gallura, il 2024 vedrà il raddoppio di Garibaldi Hotels anche su Roma con un nuovo city hotel.   [post_title] => La montagna spinge le performance di Garibaldi Hotels. In arrivo un nuovo hotel a Roma [post_date] => 2024-04-12T12:48:53+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712926133000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465419 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Volotea amplia ulteriormente il network dei collegamenti fra Italia e Francia: oggi, venerdì 12 aprile, decolla la nuova rotta da Palermo verso Bordeaux, con due frequenze alla settimana, il martedì e il venerdì, mentre il prossimo  19 aprile,  sarà la volta di quella per Brest, sempre con frequenza bisettimanale, il lunedì e venerdì. Salgono a 20 le destinazioni offerte a Palermo dalla compagnia per il 2024: 7 verso l’Italia e 13 verso l’estero. Ieri, 11 aprile, il vettore spagnolo ha inaugurato anche il nuovo volo dalla sua base di Napoli alla volta di Lione, con due frequenze settimanali, il giovedì e la domenica. Diventano quindi 22 le destinazioni offerte dalla compagnia dallo scalo partenopeo, di cui 6 domestiche e 16 internazionali.     [post_title] => Volotea, al via le nuove rotte francesi: da Palermo per Bordeaux e Brest e da Napoli per Lione [post_date] => 2024-04-12T11:45:50+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712922350000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465409 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sono 56,8 milioni le presenze legate al fenomeno cicloturismo registrate nel 2023, per un impatto economico di oltre 5,5 miliardi di euro, in crescita del 35% sul 2022 e del 19% sul 2019 (4,6 miliardi). Questi i dati principali del quarto rapporto Isnart - Legambiente, in collaborazione con Bikenomist, Viaggiare con la bici. Lo studio è stato presentato in occasione del forum di apertura della fiera del Cicloturismo, realizzata a Bologna dal 5 al 7 aprile dalla stessa Bikenomist. L'indagine ha anche tracciato il profilo del cicloturista medio: millennial e alto-spendente (95 euro al giorno contro i 59,6 euro al giorno del turista tradizionale, con un reddito che nel 76% dei casi è medio o medio-alto). Il forum ha offerto uno sguardo dal locale all’internazionale, grazie alle esperienze di Toscana, Fiandre e Gran Canaria, nonché alla presenza di 15 buyer europei. Il focus è stato pure sullo sviluppo di nuovi modelli di business e momenti  di formazione dedicati agli hotel, che vogliono aumentare la propria attrattività nei confronti di chi pedala. Per l’occasione è stata anche creata la Guida del Cicloturismo: un elenco di oltre 100 operatori presenti all’evento per favorire il contatto tra i professionisti. Il forum ha quindi successivamente lasciato spazio alla vera e propria fiera, che ha registrato 15 mila partecipanti, confermandosi anche quest’anno piattaforma di incontro tra territori, operatori e per chi sceglie la bicicletta per le proprie vacanze. Un pubblico attento proveniente da tutta Italia quello che ha frequentato i padiglioni dello spazio DumBo e colto spunti dalle aree espositive delle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia-Giulia, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, Veneto e degli oltre 80 operatori intervenuti per proporre nuovi itinerari, servizi e infrastrutture a misura di cicloturismo. Tra le destinazioni estere, Spagna, Catalogna, Gran Canaria, Algarve in Portogallo, Turchia, Fiandre, Croazia, Slovenia, Fiandre in Belgio e Giordania. [post_title] => Alla fiera del Cicloturismo i numeri di un settore in crescita [post_date] => 2024-04-12T11:00:20+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712919620000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465398 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «Stiamo rispondendo alle obiezioni che l’Europa sta sollevando e studieremo anche le remedies legate alle sovrapposizioni, che non esistono tra noi e Lufthansa»: Antonio Turicchi, presidente di Ita Airways, risponde così in merito alle preoccupazioni espresse dalla commissione Ue sulle tratte tra Roma e il resto del mondo: «Lì non c’è il problema». In altre parole la risposta si concentrerà sulle rotte europee in sovrapposizione. L'affermazione di Turicchi, ripresa da Il Sole 24 Ore (a margine del convegno su “Modalità e sfide future tra sviluppo delle reti e crescente instabilità globale” organizzato da Regione Lombardia nell’ambito del G7 dei Trasporti a Milano), arriva in vista dell'attesa risposta della Commissione europea che nello Statement of objections inviato lo scorso 25 marzo al Mef e a Lufthansa aveva dato un mese di tempo per rispondere ai rilievi mossi sull’acquisizione da parte del colosso tedesco di una quota del 41% della compagnia aerea italiana. Le rotte Oggetto del contendere sono le rotte a corto raggio tra l'Italia e i paesi dell’Europa centrale, dove i competitor sono principalmente le low cost; le rotte di lungo raggio fra l’Italia e Stati Uniti, Canada e Giappone, considerando le attività di Ita, Lufthansa e dei suoi partner in joint venture un’unica entità (comprese, dunque, United Airlines, Air Canada e All Nippon Airways); infine, la posizione dominante di Ita nel city airport di Milano Linate. Dopo la risposta del Mef e di Lufthansa, si attende entro il 6 giugno il pronunciamento di Bruxelles: Turicchi ha precisato che Lufthansa manderà alla Commissione europea le sue proposte «prima di maggio» per avere il via libera «prima» della scadenza. Il presidente di Ita ha sottolineato che «l’operazione di consolidamento che abbiamo fatto non è di salvataggio ma per far crescere la compagnia». Dopo aver raggiunto quasi 15 milioni di passeggeri nel 2023, per quest’anno il vettore punta ai 20 milioni. «Nel 2023 la perdita è stata azzerata e abbiamo chiuso l’anno con 450 milioni in cassa, ciò ci ha permesso di guadagnare credibilità sui mercati internazionali». [post_title] => Ita Airways, Turicchi: «Entro maggio le risposte di Lufthansa all'Ue» [post_date] => 2024-04-12T10:39:32+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712918372000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465396 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Impiego del biocarburante Hvo (olio vegetale idrotrattato); riduzione dell’uso della plastica grazie al filtro Uv installato sulle houseboat; pompa dell’acqua per gestire le risorse naturali in modo più responsabile. Sono le nuove misure introdotte da Le Boat, specialista delle vacanza in barca lungo fiumi, laghi e canali d’Europa e Canada, per migliorare ulteriormente la sostenibilità ambientale della propria offerta. Le novità saranno inizialmente lanciate nella base di Douelle, nel dipartimento del Lot della regione francese dell'Occitania. L'olio vegetale idrotrattato è in particolare un combustibile rinnovabile e biodegradabile al 100%, sintetizzato da grassi riutilizzati e scarti vegetali, che riduce le emissioni di carbonio del 90%. Il filtro Uv consente invece di avere a disposizione acqua purificata e sicura a bordo per l’intera durata del viaggio. La funzionalità del sistema viene controllata durante la preparazione della barca prima di ogni noleggio, attività che si integra con la disinfezione completa dell'intero impianto idrico prima all’inizio di ogni stagione. In considerazione dei problemi di siccità e di scarsità dell’acqua dettati dai cambiamenti climatici e con l’obiettivo di gestire le risorse idriche il modo più responsabile, Le Boat ha infine installato nella base di Douelle una pompa per utilizzare l’acqua del fiume nelle operazioni di pulizia delle houseboat. [post_title] => Le Boat sempre più green: nuovi biocarburanti e sistemi per la riduzione dell'uso di acqua e plastica [post_date] => 2024-04-12T10:36:37+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712918197000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465371 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => All Nippon Airways, da quest'estate, introdurrà il wi-fi gratuito per i passeggeri di business class che viaggiano sui voli internazionali. I passeggeri della Premium Economy e della Economy Class avranno la possibilità di inviare messaggi di testo gratuiti con il servizio wi-fi di Ana sui voli internazionali entro la fine di marzo 2025. Il servizio wi-fi sui voli internazionali è stato introdotto nel 2014, consentendo ai passeggeri di accedere a Internet, alle e-mail e alle piattaforme dei social media. Da allora, l'offerta è stata ampliata per includere l'accesso wi-fi gratuito sui voli domestici e il wi-fi gratuito per i passeggeri di first cClass sui voli internazionali. «Ana si impegna a migliorare continuamente l'esperienza di viaggio, e l'ulteriore miglioramento del wi-fi, utile in volo sia per motivi personali che di lavoro, è l'ultima offerta in ordine di tempo che proponiamo ai nostri passeggeri - ha dichiarato Tomoji Ishii, executive vice president, customer experience management and planning di Ana -. I nostri continui sforzi per potenziare i servizi di bordo sono mirati a fornire ai nostri clienti un'esperienza ancora più piacevole e connessa quando viaggiano». [post_title] => Ana: wi-fi gratuito per i passeggeri di business class sulle rotte internazionali [post_date] => 2024-04-12T10:25:52+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712917552000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465341 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un giro d'affari di quasi 700 milioni di euro (precisamente 686,9 mln), per una crescita del 40% sull'anno precedente, con la sezione travel che ha contribuito con 295 mln (+40,1%), quella business travel con 254 mln (+3.,2%), gli eventi con 61 mln (+71,8%), più le società partecipate e controllate che hanno pesato per 76,9 mln (+51,6%). Il tutto corroborato da margini operativi lordi per 14,62 milioni, pari al 40% in più rispetto all'obiettivo di budget originario. Sono i numeri del 2023 di Gattinoni, a cui si devono inoltre aggiungere i 922 milioni del network (+33,4%). "Dopo l'acquisizione nel 2022 di Robintur e la coda lunga della pandemia, lo scorso è stato il primo anno in cui abbiamo potuto tracciare un bilancio completo - spiega il presidente e amministratore delegato, Franco Gattinoni - Si tratta di cifre importanti. E proprio per questo abbiamo deciso che fosse venuto il momento di mettere mano all'organizzazione: semplificandola per continuare a crescere". Da qui la decisione di creare tre distinte aree di business che opereranno tutte sotto la supervisione della capogruppo: travel (prodotto e agenzie), business travel ed events. La semplificazione riguarderà peraltro anche l’aspetto societario: l'idea è infatti di raggruppare le numerose aziende del gruppo in tre sole realtà: "Dal 1°gennaio 2025 avremo una società per ciascuna delle nostre business unit, nelle quali  confluiranno progressivamente tutte le altre", sottolinea Gattinoni. L'obiettivo è quella di dare la massima importanza a ognuna delle nostre specializzazioni, nella consapevolezza che abbiano necessità sia sinergiche, sia distinte e specifiche per ciascun segmento di mercato". A tal fine sono stati quindi nominati tre nuovi amministratore delegati: per la divisione Gattinoni Travel diventa a.d. Mario Vercesi, già direttore prodotto e regista della piattaforma tecnologica; Gattinoni Events riconferma al timone la già managing director, Elisa Presutti, mentre la divisione Business Travel si avvarrà del nuovo ingresso di Piergiulio Donzelli, che curerà il completamento della fusione fra Gattinoni Business Travel e BtExpert. Alla luce di tali cambiamenti, anche il resto dell'organigramma societario varia leggermente con una serie di conferme e alcune new entry: il cda della capogruppo è in particolare ora composto da Franco Gattinoni, presidente, Stefano Dall'Ara, vicepresidente (senza incarichi operativi, per dare continuità al retaggio Robintur, ndr), nonché Sergio Testi, Amanda Shupbach e Valeria Vaghi, consiglieri. La stessa Valeria Vaghi è poi chief financial officer, mentre responsabile del controllo di gestione e compliance è Claudio Passuti, al timone della divisione risorse umane c'è Amanda Shupbach, all'It e servizi generali, Mattia Tieghi, e al marketing, comunicazione e digital, Isabella Maggi. Infine una parola sul budget 2024: "L'anno in corso ci vedrà impegnati in questo importante processo di riorganizzazione e consolidamento, con la conclusione della fase d'integrazione con Robintur - conclude Gattinoni -. Ma prevediamo comunque di proseguire lungo il nostro percorso di espansione, stimando un incremento del giro d'affari del 12% circa, sino a quota 774,3 milioni. Salirà anche l'ebitda di una percentuale ancora maggiore. Anzi, proprio la riorganizzazione in corso mira tra le altre cose a supportare una crescita delle marginalità, puntando ad allinearle a quelle di altri settori merceologici tradizionalmente più profittevoli del mondo travel".   [post_title] => Rivoluzione Gattinoni che si riorganizza in tre business unit [post_date] => 2024-04-11T13:56:54+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712843814000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "ita airways spinge su londra fino a 100 voli settimanali fra italia e regno unito" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":83,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":4244,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465458","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Comincia oggi ad Amalfi e proseguirà fino a domenica 14 aprile l'edizione 2024 dell'evento che ogni anno Aci blueteam dedica ai propri top client. La scelta della location campana conferisce all’evento un’aura di eleganza senza tempo. Gli ospiti hanno raggiunto la destinazione grazie al supporto logistico del partner Ita Airways e di Balsamo per i servizi di mobility management a destinazione. Il soggiorno è all’Anantara Convento di Amalfi Grand Hotel, struttura realizzata all’interno di un complesso del tredicesimo secolo, costruito a picco sulla scogliera.\r\n\r\nIl programma prevede per la prima sera una cena in terrazza con vista sul Duomo della città, per poi proseguire, il giorno dopo, con un tour lungo il litorale a bordo di storiche auto cabrio, accompagnati da guide locali, con sosta per il pranzo presso l'hotel San Pietro di Positano. Il percorso includerà fermate nei punti più panoramici della zona. La giornata culminerà con una cena di gala presso l’Anantara. Infine, l'ultimo giorno partendo da Ravello si sorvolerà la costiera amalfitana in elicottero, permettendo di godere di una vista davvero emozionante.\r\n\r\n“I momenti di incontro con i nostri clienti si sono rivelati, nel tempo, importanti occasioni di formazione, fondamentali per rinnovare e rafforzare le nostre partnership – commenta Alfredo Pezzani, cbo Aci blueteam –. La condivisione di risultati, in una delle location italiane più affascinanti, siamo certi non potrà che stimolare nuove visioni future sulle attività in sinergia e nuovi servizi da proporre, promettendo allo stesso tempo emozioni e prestigio senza eguali”","post_title":"Parte oggi ad Amalfi l'evento Aci blueteam riservato ai top client","post_date":"2024-04-12T14:44:56+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1712933096000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465454","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_465456\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Il Curio Cala San Miguel[/caption]\r\n\r\nSono ben dieci le aperture europee in calendario prima dell'estate per i brand Curio e Tapestry Collection, nonché DoubleTree del gruppo Hilton, per un totale di 1.500 camere. In vista del prossimo International hospitality investment forum (Ihif) di quest’anno, che si terrà a Berlino la prossima settimana, la compagnia con sede in Virginia ha inoltre annunciato ulteriori accordi di franchising per quattro strutture: l'Hilton Alvor aprirà in Algarve nel 2026, a seguito di un contratto di franchising siglato con Mercan Group, con cui il gruppo Usa ha aperto l’anno scorso il Tapestry Collection Arts Hotel Porto.\r\n\r\nAnche i Curio Collection Cala San Miguel e The Club Cala San Miguel a Ibiza sono frutto di un accordo di franchising. Questa volta con Hotel Investment Partners (Hip), di proprietà di fondi gestiti da Blackstone, protagonista tra le altre cose della joint venture con il gruppo italiano Aeroviaggi (Mangia's). Infine, sempre tramite affiliazione commerciale, a Creta è prevista l'apertura del Curio Collection Numo Ierapetra, di proprietà di Numo Hospitality, con cui Hilton ha già inaugurato un altro Curio cretese, il Royal Senses Resort & Spa.\r\n\r\n“La domanda da parte degli ospiti di resort di qualità è in crescita, sia nelle destinazioni internazionali più gettonate sia in quelle più emergenti. Ciò ha portato a un maggior interesse da parte dei proprietari per lo sviluppo di resort sotto i nostri marchi - spiega Patrick Fitzgibbon, senior vice president, development, Europe, Middle East e Africa, Hilton -. Solo lo scorso anno, oltre un quinto delle nostre aperture in area Emea sono state resort. Lavorando con un’ampia tipologia di proprietari, ci aspettiamo una crescita continua in questo segmento di mercato, soprattutto nelle isole del Mediterraneo”.","post_title":"Il gruppo Hilton spinge l'offerta resort in Europa","post_date":"2024-04-12T13:52:06+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1712929926000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465450","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La montagna si conferma strategica per la crescita di Garibaldi Hotels. La stagione invernale si è conclusa con un + 25% rispetto allo stesso periodo del 2023 e mantiene un trend positivo anche per le prenotazioni estive, al momento superiori persino al prodotto mare. “Il Trentino continua a darci grandi soddisfazioni: le abbondanti nevicate della seconda metà di febbraio e l’allungamento della stagione fino a fine marzo, in corrispondenza delle vacanze di Pasqua, hanno permesso ai turisti di sciare in tranquillità e godere delle bellezze della val di Fassa - spiega il direttore generale della compagnia, Fabrizio Prete -. Quest’anno abbiamo riscontrato un forte interesse da parte degli stranieri che sono arrivati numerosi sulle montagne del Trentino. E anche l'estate ci sta dando grandissime soddisfazioni: al momento le prenotazioni che abbiamo per le tre strutture in Trentino superano infatti la Puglia e la Sardegna, che seguono a ruota”.\r\n\r\nLa politica commerciale del gruppo già dallo scorso anno è fortemente improntata verso i mercati internazionali, sviluppando accordi con operatori dell’Est Europa. Ma un forte interesse è arrivato anche da altri paesi come per esempio quello anglosassone. “Il primo test ha portato a risultati positivi e ci siamo attivati con riconferme anche per il prossimo anno attraverso operazioni in garantito”, continua Prete. Oltre al fatturato registra il segno positivo anche la tariffa media con una crescita del 5%, mentre le vendite sono ripartite tra gruppi (+20%), dirette (+ 25%), to e adv (+60%).\r\n\r\nSul fronte mare le prenotazioni di Garibaldi Hotels sono partite leggermente prima rispetto allo scorso anno: “Sul pari data siamo a +32%, con un 28% in crescita sulle presenze. Dati che arrivano soprattutto da Puglia e Sardegna, mentre ancora deve decollare la Sicilia che rimane indietro rispetto alle altre proposte mare\", conclude Prete. Per quanto riguarda le novità di prodotto dopo la nuova struttura in Sardegna, l’hotel Diana a Santa Teresa di Gallura, il 2024 vedrà il raddoppio di Garibaldi Hotels anche su Roma con un nuovo city hotel.\r\n\r\n ","post_title":"La montagna spinge le performance di Garibaldi Hotels. In arrivo un nuovo hotel a Roma","post_date":"2024-04-12T12:48:53+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1712926133000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465419","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Volotea amplia ulteriormente il network dei collegamenti fra Italia e Francia: oggi, venerdì 12 aprile, decolla la nuova rotta da Palermo verso Bordeaux, con due frequenze alla settimana, il martedì e il venerdì, mentre il prossimo  19 aprile,  sarà la volta di quella per Brest, sempre con frequenza bisettimanale, il lunedì e venerdì. Salgono a 20 le destinazioni offerte a Palermo dalla compagnia per il 2024: 7 verso l’Italia e 13 verso l’estero.\r\n\r\nIeri, 11 aprile, il vettore spagnolo ha inaugurato anche il nuovo volo dalla sua base di Napoli alla volta di Lione, con due frequenze settimanali, il giovedì e la domenica. Diventano quindi 22 le destinazioni offerte dalla compagnia dallo scalo partenopeo, di cui 6 domestiche e 16 internazionali.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Volotea, al via le nuove rotte francesi: da Palermo per Bordeaux e Brest e da Napoli per Lione","post_date":"2024-04-12T11:45:50+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712922350000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465409","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sono 56,8 milioni le presenze legate al fenomeno cicloturismo registrate nel 2023, per un impatto economico di oltre 5,5 miliardi di euro, in crescita del 35% sul 2022 e del 19% sul 2019 (4,6 miliardi). Questi i dati principali del quarto rapporto Isnart - Legambiente, in collaborazione con Bikenomist, Viaggiare con la bici. Lo studio è stato presentato in occasione del forum di apertura della fiera del Cicloturismo, realizzata a Bologna dal 5 al 7 aprile dalla stessa Bikenomist. L'indagine ha anche tracciato il profilo del cicloturista medio: millennial e alto-spendente (95 euro al giorno contro i 59,6 euro al giorno del turista tradizionale, con un reddito che nel 76% dei casi è medio o medio-alto).\r\n\r\nIl forum ha offerto uno sguardo dal locale all’internazionale, grazie alle esperienze di Toscana, Fiandre e Gran Canaria, nonché alla presenza di 15 buyer europei. Il focus è stato pure sullo sviluppo di nuovi modelli di business e momenti  di formazione dedicati agli hotel, che vogliono aumentare la propria attrattività nei confronti di chi pedala. Per l’occasione è stata anche creata la Guida del Cicloturismo: un elenco di oltre 100 operatori presenti all’evento per favorire il contatto tra i professionisti.\r\n\r\nIl forum ha quindi successivamente lasciato spazio alla vera e propria fiera, che ha registrato 15 mila partecipanti, confermandosi anche quest’anno piattaforma di incontro tra territori, operatori e per chi sceglie la bicicletta per le proprie vacanze. Un pubblico attento proveniente da tutta Italia quello che ha frequentato i padiglioni dello spazio DumBo e colto spunti dalle aree espositive delle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia-Giulia, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, Veneto e degli oltre 80 operatori intervenuti per proporre nuovi itinerari, servizi e infrastrutture a misura di cicloturismo. Tra le destinazioni estere, Spagna, Catalogna, Gran Canaria, Algarve in Portogallo, Turchia, Fiandre, Croazia, Slovenia, Fiandre in Belgio e Giordania.","post_title":"Alla fiera del Cicloturismo i numeri di un settore in crescita","post_date":"2024-04-12T11:00:20+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1712919620000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465398","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"«Stiamo rispondendo alle obiezioni che l’Europa sta sollevando e studieremo anche le remedies legate alle sovrapposizioni, che non esistono tra noi e Lufthansa»: Antonio Turicchi, presidente di Ita Airways, risponde così in merito alle preoccupazioni espresse dalla commissione Ue sulle tratte tra Roma e il resto del mondo: «Lì non c’è il problema». In altre parole la risposta si concentrerà sulle rotte europee in sovrapposizione.\r\n\r\nL'affermazione di Turicchi, ripresa da Il Sole 24 Ore (a margine del convegno su “Modalità e sfide future tra sviluppo delle reti e crescente instabilità globale” organizzato da Regione Lombardia nell’ambito del G7 dei Trasporti a Milano), arriva in vista dell'attesa risposta della Commissione europea che nello Statement of objections inviato lo scorso 25 marzo al Mef e a Lufthansa aveva dato un mese di tempo per rispondere ai rilievi mossi sull’acquisizione da parte del colosso tedesco di una quota del 41% della compagnia aerea italiana.\r\nLe rotte\r\nOggetto del contendere sono le rotte a corto raggio tra l'Italia e i paesi dell’Europa centrale, dove i competitor sono principalmente le low cost; le rotte di lungo raggio fra l’Italia e Stati Uniti, Canada e Giappone, considerando le attività di Ita, Lufthansa e dei suoi partner in joint venture un’unica entità (comprese, dunque, United Airlines, Air Canada e All Nippon Airways); infine, la posizione dominante di Ita nel city airport di Milano Linate.\r\nDopo la risposta del Mef e di Lufthansa, si attende entro il 6 giugno il pronunciamento di Bruxelles: Turicchi ha precisato che Lufthansa manderà alla Commissione europea le sue proposte «prima di maggio» per avere il via libera «prima» della scadenza.\r\nIl presidente di Ita ha sottolineato che «l’operazione di consolidamento che abbiamo fatto non è di salvataggio ma per far crescere la compagnia». Dopo aver raggiunto quasi 15 milioni di passeggeri nel 2023, per quest’anno il vettore punta ai 20 milioni. «Nel 2023 la perdita è stata azzerata e abbiamo chiuso l’anno con 450 milioni in cassa, ciò ci ha permesso di guadagnare credibilità sui mercati internazionali».","post_title":"Ita Airways, Turicchi: «Entro maggio le risposte di Lufthansa all'Ue»","post_date":"2024-04-12T10:39:32+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1712918372000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465396","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Impiego del biocarburante Hvo (olio vegetale idrotrattato); riduzione dell’uso della plastica grazie al filtro Uv installato sulle houseboat; pompa dell’acqua per gestire le risorse naturali in modo più responsabile. Sono le nuove misure introdotte da Le Boat, specialista delle vacanza in barca lungo fiumi, laghi e canali d’Europa e Canada, per migliorare ulteriormente la sostenibilità ambientale della propria offerta. Le novità saranno inizialmente lanciate nella base di Douelle, nel dipartimento del Lot della regione francese dell'Occitania.\r\n\r\nL'olio vegetale idrotrattato è in particolare un combustibile rinnovabile e biodegradabile al 100%, sintetizzato da grassi riutilizzati e scarti vegetali, che riduce le emissioni di carbonio del 90%. Il filtro Uv consente invece di avere a disposizione acqua purificata e sicura a bordo per l’intera durata del viaggio. La funzionalità del sistema viene controllata durante la preparazione della barca prima di ogni noleggio, attività che si integra con la disinfezione completa dell'intero impianto idrico prima all’inizio di ogni stagione. In considerazione dei problemi di siccità e di scarsità dell’acqua dettati dai cambiamenti climatici e con l’obiettivo di gestire le risorse idriche il modo più responsabile, Le Boat ha infine installato nella base di Douelle una pompa per utilizzare l’acqua del fiume nelle operazioni di pulizia delle houseboat.","post_title":"Le Boat sempre più green: nuovi biocarburanti e sistemi per la riduzione dell'uso di acqua e plastica","post_date":"2024-04-12T10:36:37+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1712918197000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465371","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"All Nippon Airways, da quest'estate, introdurrà il wi-fi gratuito per i passeggeri di business class che viaggiano sui voli internazionali. I passeggeri della Premium Economy e della Economy Class avranno la possibilità di inviare messaggi di testo gratuiti con il servizio wi-fi di Ana sui voli internazionali entro la fine di marzo 2025.\r\n\r\nIl servizio wi-fi sui voli internazionali è stato introdotto nel 2014, consentendo ai passeggeri di accedere a Internet, alle e-mail e alle piattaforme dei social media. Da allora, l'offerta è stata ampliata per includere l'accesso wi-fi gratuito sui voli domestici e il wi-fi gratuito per i passeggeri di first cClass sui voli internazionali.\r\n\r\n«Ana si impegna a migliorare continuamente l'esperienza di viaggio, e l'ulteriore miglioramento del wi-fi, utile in volo sia per motivi personali che di lavoro, è l'ultima offerta in ordine di tempo che proponiamo ai nostri passeggeri - ha dichiarato Tomoji Ishii, executive vice president, customer experience management and planning di Ana -. I nostri continui sforzi per potenziare i servizi di bordo sono mirati a fornire ai nostri clienti un'esperienza ancora più piacevole e connessa quando viaggiano».","post_title":"Ana: wi-fi gratuito per i passeggeri di business class sulle rotte internazionali","post_date":"2024-04-12T10:25:52+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712917552000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465341","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un giro d'affari di quasi 700 milioni di euro (precisamente 686,9 mln), per una crescita del 40% sull'anno precedente, con la sezione travel che ha contribuito con 295 mln (+40,1%), quella business travel con 254 mln (+3.,2%), gli eventi con 61 mln (+71,8%), più le società partecipate e controllate che hanno pesato per 76,9 mln (+51,6%). Il tutto corroborato da margini operativi lordi per 14,62 milioni, pari al 40% in più rispetto all'obiettivo di budget originario. Sono i numeri del 2023 di Gattinoni, a cui si devono inoltre aggiungere i 922 milioni del network (+33,4%).\r\n\r\n\"Dopo l'acquisizione nel 2022 di Robintur e la coda lunga della pandemia, lo scorso è stato il primo anno in cui abbiamo potuto tracciare un bilancio completo - spiega il presidente e amministratore delegato, Franco Gattinoni - Si tratta di cifre importanti. E proprio per questo abbiamo deciso che fosse venuto il momento di mettere mano all'organizzazione: semplificandola per continuare a crescere\".\r\n\r\nDa qui la decisione di creare tre distinte aree di business che opereranno tutte sotto la supervisione della capogruppo: travel (prodotto e agenzie), business travel ed events. La semplificazione riguarderà peraltro anche l’aspetto societario: l'idea è infatti di raggruppare le numerose aziende del gruppo in tre sole realtà: \"Dal 1°gennaio 2025 avremo una società per ciascuna delle nostre business unit, nelle quali  confluiranno progressivamente tutte le altre\", sottolinea Gattinoni. L'obiettivo è quella di dare la massima importanza a ognuna delle nostre specializzazioni, nella consapevolezza che abbiano necessità sia sinergiche, sia distinte e specifiche per ciascun segmento di mercato\".\r\n\r\nA tal fine sono stati quindi nominati tre nuovi amministratore delegati: per la divisione Gattinoni Travel diventa a.d. Mario Vercesi, già direttore prodotto e regista della piattaforma tecnologica; Gattinoni Events riconferma al timone la già managing director, Elisa Presutti, mentre la divisione Business Travel si avvarrà del nuovo ingresso di Piergiulio Donzelli, che curerà il completamento della fusione fra Gattinoni Business Travel e BtExpert.\r\n\r\nAlla luce di tali cambiamenti, anche il resto dell'organigramma societario varia leggermente con una serie di conferme e alcune new entry: il cda della capogruppo è in particolare ora composto da Franco Gattinoni, presidente, Stefano Dall'Ara, vicepresidente (senza incarichi operativi, per dare continuità al retaggio Robintur, ndr), nonché Sergio Testi, Amanda Shupbach e Valeria Vaghi, consiglieri. La stessa Valeria Vaghi è poi chief financial officer, mentre responsabile del controllo di gestione e compliance è Claudio Passuti, al timone della divisione risorse umane c'è Amanda Shupbach, all'It e servizi generali, Mattia Tieghi, e al marketing, comunicazione e digital, Isabella Maggi.\r\n\r\nInfine una parola sul budget 2024: \"L'anno in corso ci vedrà impegnati in questo importante processo di riorganizzazione e consolidamento, con la conclusione della fase d'integrazione con Robintur - conclude Gattinoni -. Ma prevediamo comunque di proseguire lungo il nostro percorso di espansione, stimando un incremento del giro d'affari del 12% circa, sino a quota 774,3 milioni. Salirà anche l'ebitda di una percentuale ancora maggiore. Anzi, proprio la riorganizzazione in corso mira tra le altre cose a supportare una crescita delle marginalità, puntando ad allinearle a quelle di altri settori merceologici tradizionalmente più profittevoli del mondo travel\".\r\n\r\n ","post_title":"Rivoluzione Gattinoni che si riorganizza in tre business unit","post_date":"2024-04-11T13:56:54+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1712843814000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti