14 July 2024

I Tap Awards hanno premiato quest’anno Gattinoni e Welcome Travel Group

[ 0 ]
Tap Air Portugal accende i riflettori sul trade con i tradizionali Tap Awards, che anche nel 2024 hanno premiato gli agenti di viaggio che si sono maggiormente distinti nella vendita di biglietti del vettore nei principali mercati in cui opera la compagnia aerea portoghese.
 
L’evento, presieduto dal presidente e ceo della compagnia Luís Rodrigues, ha visto la partecipazione adv provenienti da Portogallo, Brasile, Stati Uniti e dai principali mercati europei. L’attore portoghese e ambasciatore Tap, Ricardo Pereira, è stato il maestro di cerimonie della serata, che si è conclusa con un’esibizione musicale della cantante di fado portoghese Cuca Roseta.
 
I riconoscimenti sono stati assegnati agli agenti di viaggio che si sono maggiormente distinti nel 2023 per il volume di vendite realizzate sui voli Tap, che ha così rafforzato il riconoscimento dell’importanza dei propri partner commerciali privilegiati nello sviluppo dell’attività e nel potenziamento dell’industria dei viaggi e del turismo e del contributo che questi danno al consolidamento delle vendite e della sostenibilità del vettore.
 
Per l’Italia, i premi sono stati assegnati a Gattinoni, in qualità di Top Seller, e a Welcome Travel Group, in qualità di Top Seller Business Class.
 
Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471376 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il turismo rischia di rivelarsi il peggior nemico di sé stesso. E se l’allarme è ormai collettivo ma in cerca di risposte, la Spagna, indicata da Lonely Planet come destinazione leader per la sostenibilità, è la prima referente dell’Ue sul tema. Dal 2023, è capofila degli “Spain Talks. Caring for the Future”, format di carattere globale coordinato da Turespaña che a Milano, al suo terzo appuntamento, ha visto l’Ente spagnolo del turismo, Turismo di Lanzarote e Visit Valencia, celebrare l’eccellenza, l’impegno e l’innovazione di coloro che si sono distinti a favore di un  turismo sempre più responsabile. Prima al mondo per riserve della biosfera, Bandiere Blu e riciclo di acqua con oltre il 36% della superficie terrestre protetta e il 47% di energia generata rinnovabile, la Spagna è una meta turistica di punta e avverte la grande responsabilità di un settore che sta crescendo senza regole.  Da anni sta raccogliendo i frutti di una politica che guarda al futuro, impegnata a fare rete e condividere le sfide del settore, offrendo soluzioni per affrontarle, e individuando le scommesse chiave del futuro. “Negli ultimi otto anni la spesa turistica nell’entroterra è cresciuta del 68%, e quella della Costa Atlantica, la Spagna verde, del 64% - ha dichiarato Isabel Garaña Corces, direttrice dell’ente spagnolo del turismo in Italia -. Un risultato reso possibile da investimenti strutturali supportati anche dai 2,4 miliardi di Euro del fondo Next Gen Eu di cui circa 1,8 destinati ai piani di sostenibilità delle singole destinazioni iberiche, parte al recupero del patrimonio storico e parte per le aziende” Gli effetti positivi sono evidenti ed hanno favorito un cambio di percezione della destinazione che ha visto calare del 21,6%  il tradizionale prodotto sole&mare, incrementando  del 10% i soggiorni culturali e del + 2% le visite in bassa stagione. SpainTalks ha alternato presentazioni di realtà turistiche spagnole a tavole rotonde, panel e confronti con enti, esperti e operatori italiani, nell’ottica di un sinergico scambio di esperienze. Ne sono emersi spunti interessanti. Dalla necessità di politiche che mettano la sostenibilità al centro della gestione pubblica del settore così da favorire il conseguimento di riconoscimenti internazionali; all’importanza di una governance pubblica e privata condivisa, così come di affrontare collettivamente la sostenibilità. Ezequiel García Collantes, direttore delle Relazioni istituzionali della società Segittur della Segreteria Generale del Turismo di Spagna, vero pioniere nella gestione di destinazioni chiave di sostenibilità, ha illustrato come una rete innovativa può migliorare la competitività delle località turistiche e la qualità della vita dei suoi residenti. Blanca Pérez Sauquillo López, vicedirettrice generale di Marketing di Turespaña  e dal prossimo settembre nuovo direttore dell’Ente Spagnolo a Milano, ha poi dialogato con Simona Tedesco, direttrice di Dove, sulla credibilità del turismo come settore che lavora per preservare e migliorare l’ambiente e la vita sia viaggiatori che dei residenti dei luoghi visitati. Tema ripreso dal panel, “Il turismo come impatto positivo nelle comunità”, moderato dalla direttrice scientifica del Food & Wine Tourism Forum, Roberta Milano, che ha evidenziato vari progetti: dalla rete dei caseifici artigianali iberici, alla protezione delle aree naturali, sino alla valorizzazione delle risorse locali e di ecoturismo. Francesco Tapinassi, direttore Toscana Promozione Turistica, ha poi sottolineato il ruolo delle sensazioni del viaggiatore, mentre Marilù Cavallero, presidente di Dafne Viaggi, ha parlato del progetto Quality Made che mira a valorizzare  la qualità dei territori partendo dalle persone che li abitano e li curano. In chiusura,  la chef stellata galizana Lucia Freitas ha illustrato “Amas de terra”, progetto dedicato a tutte quelle donne che quotidianamente lavorano dietro le quinte attorno all’esperienza gastronomica curata da grandi chef. L’edizione milanese di ‘Spain Talks. Caring for the Future’ si è chiusa con l’assegnazione dei Gala Awards a mezzi di comunicazione e aziende impegnate nella promozione della sostenibilità. Alessandro Antonino di ‘Eden’ (La 7) ha vinto il Media Awards, per la miglior copertura della Spagna come destinazione impegnata nella sostenibilità; a Irene Colzi di Irene’s Closet è stato assegnato  l’Ambassador Awards, dedicato a blogger e influencer. L’Experience Awards, per i tour operator con il miglior prodotto turistico sostenibile, ha premiato Travel World Escape Tour Operator; mentre il Business Awards dedicato a tutte le aziende sostenibili: è andato a Samovar Mice. [post_title] => Spagna: le buone pratiche del turismo del futuro. A settembre cambio al vertice dell’ente a Milano [post_date] => 2024-07-12T13:25:14+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720790714000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471328 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Secondo l’ultima ricerca Skyscanner, ben l'81% degli italiani sarebbe tentato di prenotare un ulteriore viaggio se trovasse un'offerta di alloggio conveniente per quest'estate. La piattaforma ha quindi deciso di analizzare i numeri per rivelare le destinazioni più economiche dell’estate per soggiorni in hotel a 3, 4 e 5 stelle (per i mesi di luglio e agosto). A Praga, per esempio, la tariffa media a notte in un 3 stelle è di soli 85 euro, a Tirana in un 4 stelle è di 95 euro, mentre a Sharm El Sheikh, il prezzo medio a notte in un resort lusso a 5 stelle, ad agosto, parte da 235 euro. Per questa estate, oltre 7 italiani su 10 (72%) dichiarano inoltre di volersi attenere a un budget prestabilito per quanto riguarda i costi dell’alloggio (rispetto a solo il 45% che fa lo stesso quando si tratta di spesa per il noleggio auto). Le destinazioni che quest’estate hanno subito il maggior calo di prezzo (rispetto al 2023) sono quindi Chania, a Creta (-35%), Sant Antoni de Portmany, a Ibiza (–33%), Tokio (-25%), Istanbul (-17%) e Budapest (-13%). "La maggior parte dei viaggiatori italiani si concentra sul trovare il volo più economico, ma si lascia sfuggire enormi risparmi non applicando la stessa comparazione dei prezzi nella ricerca di un alloggio",  commenta Stefano Maglietta, travel expert di Skyscanner. [post_title] => SkyScanner: le mete più economiche dell'estate tra Creta, Ibiza e Giappone [post_date] => 2024-07-12T12:35:27+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720787727000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471312 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Prosegue l'intensa attività del gruppo Soges che, dopo lo sbarco in Borsa dello scorso giugno, mette a segna la terza operazione in circa un mese (le altre riguardano il Park Hotel Chianti e l'Art Hotel Atelier di Firenze, ndr). La compagnia toscana ha infatti sottoscritto pochi giorni fa il contratto di affitto nove più nove per la gestione dell’azienda ricettivo-alberghiera Hotel Malaspina di Firenze, di proprietà della società Indipendenza di Benedetta Torrigiani e c. La struttura si trova nel centro storico, in piazza dell’Indipendenza 24. L’hotel, chiuso dal periodo del Covid, dispone attualmente di 31 camere, di cui nove singole e 22 doppie, ma sarà oggetto di importanti interventi da parte di Soges per la sua riqualificazione energetica e la riorganizzazione degli interni. L’obiettivo è quello di riaprire agli ospiti con il brand Place of Charme indicativamente nel mese di aprile 2025 . L'accordo prevede un canone di 280 mila euro annui a decorrere dal 5 marzo 2025 per il primo biennio, di 270 mila euro per il terzo anno, di 220 mila a partire dal quarto e di 250 mila dall’eventuale decimo anno di affitto (esclusa l'Iva). L’efficacia del contratto è tuttavia condizionata al rilascio da parte del giudice delle esecuzioni entro il 30 settembre dell’autorizzazione alla concedente alla sottoscrizione del medesimo accordo. L’immobile dove è sito l’hotel Malaspina è infatti attualmente sottoposto a pignoramento, per cui è pendente davanti al tribunale di Firenze una procedura esecutiva immobiliare promossa da un creditore per taluni debiti della concedente nei confronti di quest’ultimo. “La gestione dell’Hotel Malaspina rappresenta per noi un importante passo avanti - spiega il ceo di Soges Group, Andrea Galardi -. Si tratta di un progetto di riqualificazione di grande valore. L’hotel, chiuso a causa della pandemia, ha un enorme potenziale e siamo entusiasti di riportarlo in vita. La nostra decisione di investire in questa struttura è strategica perché consolida la presenza a Firenze, una delle città turistiche più importanti d’Italia, del brand Place of Charme". [post_title] => Soges acquisisce la gestione del Malaspina di Firenze. Dopo il restyling diventerà un Place of Charme [post_date] => 2024-07-12T11:47:08+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720784828000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471233 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dal 12 luglio al 5 settembre si svolge a Cervo la 61esima edizione del Festival Internazionale di Musica da Camera. Oltre al repertorio cameristico di altissimo livello ci saranno appuntamenti dedicati al jazz, al teatro, ai più piccoli, e alla musica d’autore grazie a una serie di importanti collaborazioni consolidate nel tempo con enti internazionali e realtà culturali di rilievo sul territorio. Ventuno spettacoli in cinque diverse location di altissimo pregio artistico e paesaggistico rendono ricco il calendario del Festival 2024. Il Festival internazionale di Musica da Camera  unisce un'offerta culturale di grande valore alle bellezze paesaggistiche del Borgo con 21 spettacoli su 5 location, dai diversi suggestivi scorci di Cervo all'ex chiesa Fortezza di San Pietro a Lingueglietta. Come da ormai affermata tradizione ci sarà spazio anche per giovani talenti e per i progetti portati avanti dagli studenti. Non indifferente quest'anno lo sforzo di offrire un calendario innovativo che spazia su diversi generi musicali dal repertorio cameristico al jazz alla musica d'autore sino al teatro collegandoli a realtà storiche suggestive, svelate anche dai volontari del FAI con un impegno di divulgazione culturale encomiabile. Il cartellone si apre il 12 luglio in piazza dei Corallini con Pensieri e Parole, evento realizzato in collaborazione con Club Tenco, un omaggio in jazz all’universo poetico di Lucio Battisti, che coinvolge, tra gli altri, Peppe Servillo, Fabrizio Bosso e Rita Marcotulli. Alcuni spettacoli saranno allestiti in situazioni suggestive in grado di regalare al pubblico esperienze uniche. Se il concerto nella chiesa dei Corallini del 23 luglio vedrà l’edificio valorizzato con un disegno luci immersivo e site-specific appositamente studiato per dare risalto alle architetture e agli artisti, il concerto del 11 agosto porterà il pubblico a fruire gli spazi dell’Oratorio di Santa Caterina in una atmosfera completamente diversa. La Monella, con la partecipazione di Margherita Pupulin e de Il Violino Fantastico, verrà realizzato nella forma di Candle light concert. L’evento è realizzato in coproduzione con la Fondazione Pietà de’ Turchini di Napoli, uno dei più importanti enti culturali attivi in campo nazionale nell’ambito di ricerca e produzione di musica antica. Tra le partnership del Festival tornerà quella con il FAI Liguria: in occasione dei concerti del 30 luglio e del 23 agosto il Comune di Cervo, in collaborazione con FAI, organizzerà due visite didattiche gratuite al borgo, aperte a tutti. Il Festival Internazionale di Musica da Camera è realizzato dal Comune di Cervo con il contributo di Ministero della Cultura e il patrocinio di Regione Liguria e Camera di Commercio Riviere di Liguria. Main corporate sponsor Raineri Spa, sponsor Alberti Spa, Il Giardino dell’edilizia.  [post_title] => Liguria, dal 12 luglio al 5 settembre il 61° Festival Internazionale di Cervo [post_date] => 2024-07-11T12:21:42+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720700502000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471225 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Musica, teatro, danza, esperienze immersive per le famiglie e un ricco programma di incontri con luminari del suono. Tra concerti all’imbrunire e atmosfere bohémien Lari, nelle colline pisane, si prepara alla ventiseiesima edizione di Collinarea, Festival del Suono. Anche quest’anno Collinarea Festival del Suono è realizzato da Sartoria Caronte e sostenuto dal Ministero della Cultura, dalla Fondazione Pisa, da Confcommercio Provincia di Pisa, dal Comune di Casciana Terme Lari. Per la prima volta, ha il sostegno anche del Comune di Pontedera. Vede la compartecipazione di Camera di Commercio Toscana Nord Ovest - Terre di Pisa e la collaborazione di importanti realtà del panorama nazionale: Fabbrica Europa, Toscana Produzione Musica, Prima Onda Festival, Vidart, SAM Studio, Manifatture Digitali, Fondazione Festival Pucciniano, Wavents, Music Edu. Con il patrocinio di Rai Toscana e la media partnership di TGR. Il ritorno sulle colline pisane è caratterizzato da tre settimane di eventi, da venerdì 12 luglio a sabato 3 agosto: 27 gli spettacoli in calendario, tra i quali 4 produzioni, 1 coproduzione, 10 tra prime e anteprime nazionali. Inoltre, laboratori che spaziano dalla drammaturgia alla danza, dalla sartoria alla voce . Un programma all’insegna della multidisciplinarietà e del coinvolgimento di cittadine e cittiadini. Quest’anno Collinarea, Festival del Suono farà scalo, oltre che nello splendido borgo di Lari, nella suggestiva Torre Aquisana di Casciana Terme (Pi) e nel bellissimo Parco fluviale di La Rotta, frazione del Comune di Pontedera (Pi). «Il Festival, giunto quest'anno alla sua 26esima edizione è un appuntamento centrale della proposta culturale estiva non solo della Valdera ma di tutta la Toscana -  spiega l'assessore regionale Alessandra Nardini - E’ capace di offrire una proposta che mette insieme innovazione, avanguardia e socialità, educando all'ascolto in un mondo in costante mutamento anche a livello sonoro, grazie alle nuove tecnologie. Un Festival che si svolge nella splendida cornice di Lari, di Casciana Terme e, quest'anno, anche del parco fluviale di La Rotta a Pontedera, unendo così la Valdera. Collinarea è dunque anche un’occasione preziosissima per far conoscere e valorizzare i nostri territori. Come Regione Toscana siamo convinti che investire sulla cultura, in ogni sua forma, sia una scelta doverosa e siamo felici e orgogliosi che nel nostro territorio si siano svulippate sinergie virtuose che hanno dato vita a questo Festival ». «Collinarea è molto più di un festival, è un evento unico nel cuore della ‘Toscana da scoprire’, è un insieme di avvenimenti che trasforma un territorio.  Lari offre una cornice suggestiva e senza tempo, dove storia e arte si fondono in un'esperienza speciale - afferma il Sindaco di Casciana Terme Lari Paolo Mori - Partecipare a Collinarea significa anche riscoprire e valorizzare il nostro territorio. Durante il festival è possibile apprezzare il patrimonio storico e naturale del borgo di Lari con balconi naturali che offrono cartoline mozzafiato, degustare i nostri prodotti tipici e vivere un’esperienza autentica della Toscana. È un’occasione per promuovere la nostra comunità e le eccellenze del nostro Comune». [post_title] => Toscana, al via Collinarea 26° Festival dedicato a musica, danza ed esperienze immersive [post_date] => 2024-07-11T11:02:58+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720695778000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471196 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un giugno nel segno della crescita per Ethiopian Airlines, che lo scorso mese ha aperto quattro nuove rotte internazionali e domestiche, oltre ad aver aumentato la frequenza dei voli su sei rotte e festeggiato i prestigiosi premi ricevuti da Skytrax ed Apex. Sul fronte internazionale, la compagnia aerea africana ha ampliato il network con le nuove destinazioni di Freetown in Sierra Leone e Maun in Botswana; anche Varsavia è entrata a far parte della vasta rete globale di Ethiopian come 24ª destinazione in Europa, dallo scorso 1° luglio. A livello nazionale, il vettore ha inaugurato voli per Axum e Nekemte. Oltre alle nuove rotte, Ethiopian Airlines ha incrementato le frequenze su diverse rotte esistenti: dal 31 maggio 2024, i passeggeri sulla rotta da/per Ouagadougou godono ora di voli giornalieri. Anche Conakry ha visto un aumento dei voli giornalieri a partire dal 1° giugno 2024. Nuove partenze mattutine da Addis Abeba per Kilimanjaro e Zanzibar sono iniziate il 16 giugno, insieme a partenze aggiuntive a mezzogiorno per Kigali. Le operazioni serali per Douala inizieranno a luglio 2024, seguite da Lubumbashi nella Repubblica Democratica del Congo. Giugno è stato anche il mese dei riconoscimenti internazionali: Ethiopian è stata nominata da Skytrax come Migliore Compagnia Aerea in Africa per il settimo anno consecutivo; agli Apex Passenger Choice Awards 2024, Ethiopian ha invece ottenuto i titoli come Miglior Intrattenimento in Africa e Miglior wi-fi in Africa. «Giugno 2024 è stato un mese storico per Ethiopian Airlines, sottolineato da numerosi traguardi significativi - ha commentato il ceo della compagnia, Mesfin Tasew -.Questi traguardi riflettono la nostra vasta esperienza e capacità di attuare iniziative strategiche in modo rapido ed efficace. Estendo la mia sincera gratitudine ai nostri stimati passeggeri per la loro costante lealtà e fiducia, così come ai nostri dedicati dipendenti, il cui duro lavoro e impegno hanno reso possibili questi successi. Rimane ferma la nostra dedizione a raggiungere traguardi ancora più elevati in futuro». [post_title] => Ethiopian Airlines: giugno nel segno della crescita con 4 nuove destinazioni e più voli su 6 rotte [post_date] => 2024-07-11T09:15:43+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720689343000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471205 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Villa La Massa, hotel a 5 stelle nei pressi di Firenze e parte del gruppo Villa d’Este Hotels, insieme a Canossa Events, annuncia la seconda edizione di “Villa La Massa Excellence” dall’11 al 13 ottobre 2024: una tre giorni dedicata all’alta ospitalità e alle più iconiche Supercar di manifattura, auto costruite a partire dagli anni 90 fino ai nostri giorni, nate uniche o rese tali da personalizzazioni che ne valorizzino ulteriormente il prestigio. Dopo il successo dell’evento dello scorso anno, che ha visto la Ferrari F40 Prototipo aggiudicarsi il premio “Coppa d’Oro Villa la Massa” -  ispirato alla “Coppa d’Oro” del Concorso di Eleganza della “sorella” Villa d’Este - Villa La Massa torna ad essere il palcoscenico di questa manifestazione esclusiva accogliendo collezionisti internazionali che, oltre all’orgoglio di presentare le proprie vetture, hanno il piacere di una ospitalità d’eccellenza unita alla ricchezza gastronomica del territorio e alla magnificenza di Firenze. Il motto “Assaporare la vita al massimo” sintetizza la filosofia alla base dell'evento. Villa La Massa Excellence, infatti dedica il suo Concorso d’Eleganza a straordinarie auto moderne e contemporanea, come fece Villa d’Este negli anni 20 del secolo scorso, dove le auto presentate erano quelle più ambite del momento. Un ritorno al passato fortemente atteso da protagonisti e pubblico. Da venerdì 11 a domenica 13 ottobre, nella cornice della Villa - gioiello architettonico dell’epoca Medicea immersa in un parco di 10 ettari - saranno accolte, esposte e sfileranno guidate dai collezionisti che le presentano le importanti auto selezionate per l’edizione 2024 del Concorso. La Giuria, che premierà i vincitori, presieduta da Massimo Delbò, include esperti del settore automobilistico, nomi illustri della cucina, dello sport e dell’arte.   La serata di sabato culminerà con la cena gourmet dello Chef stellato Vito Mollica, ospitata al Ristorante «Atto» a Palazzo Portinari Salviati a Firenze. Durante la Cena di Gala si terrà la cerimonia di premiazione e alla consegna degli awards. Domenica 13 ottobre, la musica dei motori delle Supercar in concorso accompagnerà la driving experience con partenza in mattinata da Villa La Massa per il tour alla scoperta delle colline del Mugello. Il weekend si concluderà all'Antica Osteria Nandone con il pranzo dei saluti all’insegna dei migliori sapori toscani e della passione per i motori. Villa La Massa Excellence è un'esperienza esclusiva e indimenticabile da vivere appieno acquistando il pacchetto con soggiorno di due notti a Villa La Massa con incluse tutte le esperienze del programma o in alternativa con l’ingresso al Public Day di sabato 12 ottobre.  [post_title] => Villa La Massa Excellence, dall'11 al 13 ottobre tra alta ospitalità e le auto più iconiche [post_date] => 2024-07-10T15:02:40+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720623760000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471173 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un tour di 14 giorni e 11 notti che attraversa la terra del Siam esplorandone i tesori da non perdere a Bangkok, Chiang Mai e Chiang Rai, con un rilassante soggiorno mare a Phuket. Il viaggio bestseller del Capodanno Dimensione Turismo è il tour del nord della Thailandia. Partenza garantita a prezzo bloccato il 24 dicembre da Milano, Venezia e Bologna con Turkish Airlines, soggiorno 3 o 4 stelle con trattamento di pernottamento e prima colazione. Per la partenza da Milano la durata del soggiorno prevede un giorno in più. Anche il Vietnam e la Cambogia sono mete sempre più apprezzate. Il tour in Vietnam si snoda in particolare tra Hanoi, il tesoro Unesco della baia di Halong, il fiume della magica Hoi Han con le lanterne variopinte, fino alla capitale Saigon, esplorata sia nella dimensione urbana, sia in quella fluviale dei villaggi lungo il Mekong. La parte della Cambogia tocca invece la capitale Phnom Penh, con i mercati locali e le residenze regali, e Siem Reap, in cui si visiterà il sito Unesco di Angkor. Il tour è di 12 giorni e nove notti, partenza garantita a prezzo bloccato il 27 dicembre da Milano Malpensa con Singapore Airlines. Soggiorno in hotel 4 stelle con trattamento di mezza pensione. Quest’anno Dimensione Turismo propone infine pure Bali in combinata con Singapore. Una meta di elezione della programmazione estiva del to, che si conferma molto adatta anche nel periodo invernale, con clima buono e mare dalle acque tiepide. Bali viene proposta nella sua versione più autentica, tra fonti sacre, danze rituali, templi e risaie patrimonio Unesco dell’umanità. A chiudere il tour, due notti a Singapore. Itinerario su base privata e guida in italiano di 11 giorni e nove notti con soggiorno in hotel 4 stelle con prima colazione e alcuni pasti come da programma. Partenza garantita a prezzo bloccato il 26 dicembre da Milano Malpensa con Singapore Airlines.   [post_title] => Il Capodanno di Dimensione Turismo tra Thailandia, Vietnam, Cambogia, Bali e Singapore [post_date] => 2024-07-10T13:21:13+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720617673000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471144 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_471147" align="alignleft" width="300"] Gonzalo Aguilar[/caption] Cambio ai vertici di Minor Hotels Europe & Americas (già gruppo Nh): l'attuale ceo Ramón Aragonés andrà in pensione il prossimo 1° gennaio e verrà sostituito nel suo ruolo da Gonzalo Aguilar. Questi si unirà alla compagnia già a partire da inizio ottobre per iniziare un periodo di inserimento di tre mesi con Aragonés, che continuerà comunque a esser parte del consiglio di amministrazione come vicepresidente non esecutivo. Aguilar porta in Minor Hotels più di 30 anni di esperienza nel settore. Si unisce al gruppo dopo essere stato chief operating officer Emea del gruppo Marriott. Durante la sua carriera nella compagnia Usa Aguilar ha contribuito al raggiungimento di numerosi traguardi, tra cui l'integrazione di Ac Hotels a seguito della sua acquisizione da parte del gruppo con sede nel Maryland. Aguilar è stato anche direttore generale delle proprietà Marriott in tutte le Americhe prima di passare a posizioni dirigenziali in Europa. Ha iniziato la sua carriera negli Stati Uniti nel 1994 come restaurant manager presso il Denver Marriott Tech in Colorado. "Ramón ha dedicato la sua intera carriera al settore alberghiero - è il commento del ceo di Minor Hotels e presidente di Minor Hotels Europe & Americas, Dillip Rajakarier -. Da quando è entrato a far parte del gruppo nel 2009, allora noto come Nh Hotel Group, è stato determinante nel trasformarlo in uno dei principali colossi nel settore dell’ospitalità in Europa e nelle Americhe, dimostrando leadership, visione e dedizione instancabile per tutto il suo mandato. Oggi, mentre celebriamo la sua straordinaria eredità, estendiamo anche la nostra gratitudine per il suo contributo eccezionale a Minor Hotels. La profonda esperienza di Gonzalo nel settore dell'ospitalità e la sua comprovata leadership saranno fondamentali per guidare ed eseguire il piano aziendale strategico di Minor Hotels Europe & Americas". [post_title] => Minor Europe e Americas: il ceo Ramon Aragonés lascia. Al suo posto arriva Gonzalo Aguilar [post_date] => 2024-07-10T11:53:49+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720612429000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "i tap awards hanno premiato questanno gattinoni e welcome travel group" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":57,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":2462,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471376","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il turismo rischia di rivelarsi il peggior nemico di sé stesso. E se l’allarme è ormai collettivo ma in cerca di risposte, la Spagna, indicata da Lonely Planet come destinazione leader per la sostenibilità, è la prima referente dell’Ue sul tema. Dal 2023, è capofila degli “Spain Talks. Caring for the Future”, format di carattere globale coordinato da Turespaña che a Milano, al suo terzo appuntamento, ha visto l’Ente spagnolo del turismo, Turismo di Lanzarote e Visit Valencia, celebrare l’eccellenza, l’impegno e l’innovazione di coloro che si sono distinti a favore di un  turismo sempre più responsabile.\r\n\r\nPrima al mondo per riserve della biosfera, Bandiere Blu e riciclo di acqua con oltre il 36% della superficie terrestre protetta e il 47% di energia generata rinnovabile, la Spagna è una meta turistica di punta e avverte la grande responsabilità di un settore che sta crescendo senza regole.  Da anni sta raccogliendo i frutti di una politica che guarda al futuro, impegnata a fare rete e condividere le sfide del settore, offrendo soluzioni per affrontarle, e individuando le scommesse chiave del futuro.\r\n\r\n“Negli ultimi otto anni la spesa turistica nell’entroterra è cresciuta del 68%, e quella della Costa Atlantica, la Spagna verde, del 64% - ha dichiarato Isabel Garaña Corces, direttrice dell’ente spagnolo del turismo in Italia -. Un risultato reso possibile da investimenti strutturali supportati anche dai 2,4 miliardi di Euro del fondo Next Gen Eu di cui circa 1,8 destinati ai piani di sostenibilità delle singole destinazioni iberiche, parte al recupero del patrimonio storico e parte per le aziende” Gli effetti positivi sono evidenti ed hanno favorito un cambio di percezione della destinazione che ha visto calare del 21,6%  il tradizionale prodotto sole&mare, incrementando  del 10% i soggiorni culturali e del + 2% le visite in bassa stagione.\r\n\r\nSpainTalks ha alternato presentazioni di realtà turistiche spagnole a tavole rotonde, panel e confronti con enti, esperti e operatori italiani, nell’ottica di un sinergico scambio di esperienze. Ne sono emersi spunti interessanti. Dalla necessità di politiche che mettano la sostenibilità al centro della gestione pubblica del settore così da favorire il conseguimento di riconoscimenti internazionali; all’importanza di una governance pubblica e privata condivisa, così come di affrontare collettivamente la sostenibilità. Ezequiel García Collantes, direttore delle Relazioni istituzionali della società Segittur della Segreteria Generale del Turismo di Spagna, vero pioniere nella gestione di destinazioni chiave di sostenibilità, ha illustrato come una rete innovativa può migliorare la competitività delle località turistiche e la qualità della vita dei suoi residenti. Blanca Pérez Sauquillo López, vicedirettrice generale di Marketing di Turespaña  e dal prossimo settembre nuovo direttore dell’Ente Spagnolo a Milano, ha poi dialogato con Simona Tedesco, direttrice di Dove, sulla credibilità del turismo come settore che lavora per preservare e migliorare l’ambiente e la vita sia viaggiatori che dei residenti dei luoghi visitati.\r\n\r\nTema ripreso dal panel, “Il turismo come impatto positivo nelle comunità”, moderato dalla direttrice scientifica del Food & Wine Tourism Forum, Roberta Milano, che ha evidenziato vari progetti: dalla rete dei caseifici artigianali iberici, alla protezione delle aree naturali, sino alla valorizzazione delle risorse locali e di ecoturismo. Francesco Tapinassi, direttore Toscana Promozione Turistica, ha poi sottolineato il ruolo delle sensazioni del viaggiatore, mentre Marilù Cavallero, presidente di Dafne Viaggi, ha parlato del progetto Quality Made che mira a valorizzare  la qualità dei territori partendo dalle persone che li abitano e li curano. In chiusura,  la chef stellata galizana Lucia Freitas ha illustrato “Amas de terra”, progetto dedicato a tutte quelle donne che quotidianamente lavorano dietro le quinte attorno all’esperienza gastronomica curata da grandi chef.\r\n\r\nL’edizione milanese di ‘Spain Talks. Caring for the Future’ si è chiusa con l’assegnazione dei Gala Awards a mezzi di comunicazione e aziende impegnate nella promozione della sostenibilità. Alessandro Antonino di ‘Eden’ (La 7) ha vinto il Media Awards, per la miglior copertura della Spagna come destinazione impegnata nella sostenibilità; a Irene Colzi di Irene’s Closet è stato assegnato  l’Ambassador Awards, dedicato a blogger e influencer. L’Experience Awards, per i tour operator con il miglior prodotto turistico sostenibile, ha premiato Travel World Escape Tour Operator; mentre il Business Awards dedicato a tutte le aziende sostenibili: è andato a Samovar Mice.","post_title":"Spagna: le buone pratiche del turismo del futuro. A settembre cambio al vertice dell’ente a Milano","post_date":"2024-07-12T13:25:14+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1720790714000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471328","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Secondo l’ultima ricerca Skyscanner, ben l'81% degli italiani sarebbe tentato di prenotare un ulteriore viaggio se trovasse un'offerta di alloggio conveniente per quest'estate. La piattaforma ha quindi deciso di analizzare i numeri per rivelare le destinazioni più economiche dell’estate per soggiorni in hotel a 3, 4 e 5 stelle (per i mesi di luglio e agosto). A Praga, per esempio, la tariffa media a notte in un 3 stelle è di soli 85 euro, a Tirana in un 4 stelle è di 95 euro, mentre a Sharm El Sheikh, il prezzo medio a notte in un resort lusso a 5 stelle, ad agosto, parte da 235 euro.\r\n\r\nPer questa estate, oltre 7 italiani su 10 (72%) dichiarano inoltre di volersi attenere a un budget prestabilito per quanto riguarda i costi dell’alloggio (rispetto a solo il 45% che fa lo stesso quando si tratta di spesa per il noleggio auto). Le destinazioni che quest’estate hanno subito il maggior calo di prezzo (rispetto al 2023) sono quindi Chania, a Creta (-35%), Sant Antoni de Portmany, a Ibiza (–33%), Tokio (-25%), Istanbul (-17%) e Budapest (-13%). \"La maggior parte dei viaggiatori italiani si concentra sul trovare il volo più economico, ma si lascia sfuggire enormi risparmi non applicando la stessa comparazione dei prezzi nella ricerca di un alloggio\",  commenta Stefano Maglietta, travel expert di Skyscanner.","post_title":"SkyScanner: le mete più economiche dell'estate tra Creta, Ibiza e Giappone","post_date":"2024-07-12T12:35:27+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1720787727000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471312","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Prosegue l'intensa attività del gruppo Soges che, dopo lo sbarco in Borsa dello scorso giugno, mette a segna la terza operazione in circa un mese (le altre riguardano il Park Hotel Chianti e l'Art Hotel Atelier di Firenze, ndr). La compagnia toscana ha infatti sottoscritto pochi giorni fa il contratto di affitto nove più nove per la gestione dell’azienda ricettivo-alberghiera Hotel Malaspina di Firenze, di proprietà della società Indipendenza di Benedetta Torrigiani e c.\r\n\r\nLa struttura si trova nel centro storico, in piazza dell’Indipendenza 24. L’hotel, chiuso dal periodo del Covid, dispone attualmente di 31 camere, di cui nove singole e 22 doppie, ma sarà oggetto di importanti interventi da parte di Soges per la sua riqualificazione energetica e la riorganizzazione degli interni. L’obiettivo è quello di riaprire agli ospiti con il brand Place of Charme indicativamente nel mese di aprile 2025 .\r\n\r\nL'accordo prevede un canone di 280 mila euro annui a decorrere dal 5 marzo 2025 per il primo biennio, di 270 mila euro per il terzo anno, di 220 mila a partire dal quarto e di 250 mila dall’eventuale decimo anno di affitto (esclusa l'Iva). L’efficacia del contratto è tuttavia condizionata al rilascio da parte del giudice delle esecuzioni entro il 30 settembre dell’autorizzazione alla concedente alla sottoscrizione del medesimo accordo. L’immobile dove è sito l’hotel Malaspina è infatti attualmente sottoposto a pignoramento, per cui è pendente davanti al tribunale di Firenze una procedura esecutiva immobiliare promossa da un creditore per taluni debiti della concedente nei confronti di quest’ultimo.\r\n\r\n“La gestione dell’Hotel Malaspina rappresenta per noi un importante passo avanti - spiega il ceo di Soges Group, Andrea Galardi -. Si tratta di un progetto di riqualificazione di grande valore. L’hotel, chiuso a causa della pandemia, ha un enorme potenziale e siamo entusiasti di riportarlo in vita. La nostra decisione di investire in questa struttura è strategica perché consolida la presenza a Firenze, una delle città turistiche più importanti d’Italia, del brand Place of Charme\".","post_title":"Soges acquisisce la gestione del Malaspina di Firenze. Dopo il restyling diventerà un Place of Charme","post_date":"2024-07-12T11:47:08+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1720784828000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471233","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Dal 12 luglio al 5 settembre si svolge a Cervo la 61esima edizione del Festival Internazionale di Musica da Camera.\r\n\r\nOltre al repertorio cameristico di altissimo livello ci saranno appuntamenti dedicati al jazz, al teatro, ai più piccoli, e alla musica d’autore grazie a una serie di importanti collaborazioni consolidate nel tempo con enti internazionali e realtà culturali di rilievo sul territorio. Ventuno spettacoli in cinque diverse location di altissimo pregio artistico e paesaggistico rendono ricco il calendario del Festival 2024.\r\n\r\nIl Festival internazionale di Musica da Camera  unisce un'offerta culturale di grande valore alle bellezze paesaggistiche del Borgo con 21 spettacoli su 5 location, dai diversi suggestivi scorci di Cervo all'ex chiesa Fortezza di San Pietro a Lingueglietta. Come da ormai affermata tradizione ci sarà spazio anche per giovani talenti e per i progetti portati avanti dagli studenti. Non indifferente quest'anno lo sforzo di offrire un calendario innovativo che spazia su diversi generi musicali dal repertorio cameristico al jazz alla musica d'autore sino al teatro collegandoli a realtà storiche suggestive, svelate anche dai volontari del FAI con un impegno di divulgazione culturale encomiabile.\r\n\r\nIl cartellone si apre il 12 luglio in piazza dei Corallini con Pensieri e Parole, evento realizzato in collaborazione con Club Tenco, un omaggio in jazz all’universo poetico di Lucio Battisti, che coinvolge, tra gli altri, Peppe Servillo, Fabrizio Bosso e Rita Marcotulli.\r\n\r\nAlcuni spettacoli saranno allestiti in situazioni suggestive in grado di regalare al pubblico esperienze uniche. Se il concerto nella chiesa dei Corallini del 23 luglio vedrà l’edificio valorizzato con un disegno luci immersivo e site-specific appositamente studiato per dare risalto alle architetture e agli artisti, il concerto del 11 agosto porterà il pubblico a fruire gli spazi dell’Oratorio di Santa Caterina in una atmosfera completamente diversa. La Monella, con la partecipazione di Margherita Pupulin e de Il Violino Fantastico, verrà realizzato nella forma di Candle light concert. L’evento è realizzato in coproduzione con la Fondazione Pietà de’ Turchini di Napoli, uno dei più importanti enti culturali attivi in campo nazionale nell’ambito di ricerca e produzione di musica antica.\r\n\r\nTra le partnership del Festival tornerà quella con il FAI Liguria: in occasione dei concerti del 30 luglio e del 23 agosto il Comune di Cervo, in collaborazione con FAI, organizzerà due visite didattiche gratuite al borgo, aperte a tutti.\r\n\r\nIl Festival Internazionale di Musica da Camera è realizzato dal Comune di Cervo con il contributo di Ministero della Cultura e il patrocinio di Regione Liguria e Camera di Commercio Riviere di Liguria. Main corporate sponsor Raineri Spa, sponsor Alberti Spa, Il Giardino dell’edilizia. ","post_title":"Liguria, dal 12 luglio al 5 settembre il 61° Festival Internazionale di Cervo","post_date":"2024-07-11T12:21:42+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1720700502000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471225","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Musica, teatro, danza, esperienze immersive per le famiglie e un ricco programma di incontri con luminari del suono. Tra concerti all’imbrunire e atmosfere bohémien Lari, nelle colline pisane, si prepara alla ventiseiesima edizione di Collinarea, Festival del Suono.\r\n\r\nAnche quest’anno Collinarea Festival del Suono è realizzato da Sartoria Caronte e sostenuto dal Ministero della Cultura, dalla Fondazione Pisa, da Confcommercio Provincia di Pisa, dal Comune di Casciana Terme Lari. Per la prima volta, ha il sostegno anche del Comune di Pontedera. Vede la compartecipazione di Camera di Commercio Toscana Nord Ovest - Terre di Pisa e la collaborazione di importanti realtà del panorama nazionale: Fabbrica Europa, Toscana Produzione Musica, Prima Onda Festival, Vidart, SAM Studio, Manifatture Digitali, Fondazione Festival Pucciniano, Wavents, Music Edu. Con il patrocinio di Rai Toscana e la media partnership di TGR.\r\n\r\nIl ritorno sulle colline pisane è caratterizzato da tre settimane di eventi, da venerdì 12 luglio a sabato 3 agosto: 27 gli spettacoli in calendario, tra i quali 4 produzioni, 1 coproduzione, 10 tra prime e anteprime nazionali. Inoltre, laboratori che spaziano dalla drammaturgia alla danza, dalla sartoria alla voce . Un programma all’insegna della multidisciplinarietà e del coinvolgimento di cittadine e cittiadini.\r\n\r\nQuest’anno Collinarea, Festival del Suono farà scalo, oltre che nello splendido borgo di Lari, nella suggestiva Torre Aquisana di Casciana Terme (Pi) e nel bellissimo Parco fluviale di La Rotta, frazione del Comune di Pontedera (Pi).\r\n\r\n«Il Festival, giunto quest'anno alla sua 26esima edizione è un appuntamento centrale della proposta culturale estiva non solo della Valdera ma di tutta la Toscana -  spiega l'assessore regionale Alessandra Nardini - E’ capace di offrire una proposta che mette insieme innovazione, avanguardia e socialità, educando all'ascolto in un mondo in costante mutamento anche a livello sonoro, grazie alle nuove tecnologie. Un Festival che si svolge nella splendida cornice di Lari, di Casciana Terme e, quest'anno, anche del parco fluviale di La Rotta a Pontedera, unendo così la Valdera. Collinarea è dunque anche un’occasione preziosissima per far conoscere e valorizzare i nostri territori. Come Regione Toscana siamo convinti che investire sulla cultura, in ogni sua forma, sia una scelta doverosa e siamo felici e orgogliosi che nel nostro territorio si siano svulippate sinergie virtuose che hanno dato vita a questo Festival ».\r\n\r\n«Collinarea è molto più di un festival, è un evento unico nel cuore della ‘Toscana da scoprire’, è un insieme di avvenimenti che trasforma un territorio.  Lari offre una cornice suggestiva e senza tempo, dove storia e arte si fondono in un'esperienza speciale - afferma il Sindaco di Casciana Terme Lari Paolo Mori - Partecipare a Collinarea significa anche riscoprire e valorizzare il nostro territorio. Durante il festival è possibile apprezzare il patrimonio storico e naturale del borgo di Lari con balconi naturali che offrono cartoline mozzafiato, degustare i nostri prodotti tipici e vivere un’esperienza autentica della Toscana. È un’occasione per promuovere la nostra comunità e le eccellenze del nostro Comune».","post_title":"Toscana, al via Collinarea 26° Festival dedicato a musica, danza ed esperienze immersive","post_date":"2024-07-11T11:02:58+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1720695778000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471196","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un giugno nel segno della crescita per Ethiopian Airlines, che lo scorso mese ha aperto quattro nuove rotte internazionali e domestiche, oltre ad aver aumentato la frequenza dei voli su sei rotte e festeggiato i prestigiosi premi ricevuti da Skytrax ed Apex.\r\n\r\nSul fronte internazionale, la compagnia aerea africana ha ampliato il network con le nuove destinazioni di Freetown in Sierra Leone e Maun in Botswana; anche Varsavia è entrata a far parte della vasta rete globale di Ethiopian come 24ª destinazione in Europa, dallo scorso 1° luglio. A livello nazionale, il vettore ha inaugurato voli per Axum e Nekemte.\r\n\r\nOltre alle nuove rotte, Ethiopian Airlines ha incrementato le frequenze su diverse rotte esistenti: dal 31 maggio 2024, i passeggeri sulla rotta da/per Ouagadougou godono ora di voli giornalieri. Anche Conakry ha visto un aumento dei voli giornalieri a partire dal 1° giugno 2024. Nuove partenze mattutine da Addis Abeba per Kilimanjaro e Zanzibar sono iniziate il 16 giugno, insieme a partenze aggiuntive a mezzogiorno per Kigali. Le operazioni serali per Douala inizieranno a luglio 2024, seguite da Lubumbashi nella Repubblica Democratica del Congo.\r\n\r\nGiugno è stato anche il mese dei riconoscimenti internazionali: Ethiopian è stata nominata da Skytrax come Migliore Compagnia Aerea in Africa per il settimo anno consecutivo; agli Apex Passenger Choice Awards 2024, Ethiopian ha invece ottenuto i titoli come Miglior Intrattenimento in Africa e Miglior wi-fi in Africa.\r\n\r\n«Giugno 2024 è stato un mese storico per Ethiopian Airlines, sottolineato da numerosi traguardi significativi - ha commentato il ceo della compagnia, Mesfin Tasew -.Questi traguardi riflettono la nostra vasta esperienza e capacità di attuare iniziative strategiche in modo rapido ed efficace. Estendo la mia sincera gratitudine ai nostri stimati passeggeri per la loro costante lealtà e fiducia, così come ai nostri dedicati dipendenti, il cui duro lavoro e impegno hanno reso possibili questi successi. Rimane ferma la nostra dedizione a raggiungere traguardi ancora più elevati in futuro».","post_title":"Ethiopian Airlines: giugno nel segno della crescita con 4 nuove destinazioni e più voli su 6 rotte","post_date":"2024-07-11T09:15:43+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1720689343000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471205","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Villa La Massa, hotel a 5 stelle nei pressi di Firenze e parte del gruppo Villa d’Este Hotels, insieme a Canossa Events, annuncia la seconda edizione di “Villa La Massa Excellence” dall’11 al 13 ottobre 2024: una tre giorni dedicata all’alta ospitalità e alle più iconiche Supercar di manifattura, auto costruite a partire dagli anni 90 fino ai nostri giorni, nate uniche o rese tali da personalizzazioni che ne valorizzino ulteriormente il prestigio.\r\n\r\nDopo il successo dell’evento dello scorso anno, che ha visto la Ferrari F40 Prototipo aggiudicarsi il premio “Coppa d’Oro Villa la Massa” -  ispirato alla “Coppa d’Oro” del Concorso di Eleganza della “sorella” Villa d’Este - Villa La Massa torna ad essere il palcoscenico di questa manifestazione esclusiva accogliendo collezionisti internazionali che, oltre all’orgoglio di presentare le proprie vetture, hanno il piacere di una ospitalità d’eccellenza unita alla ricchezza gastronomica del territorio e alla magnificenza di Firenze.\r\n\r\nIl motto “Assaporare la vita al massimo” sintetizza la filosofia alla base dell'evento.\r\n\r\nVilla La Massa Excellence, infatti dedica il suo Concorso d’Eleganza a straordinarie auto moderne e contemporanea, come fece Villa d’Este negli anni 20 del secolo scorso, dove le auto presentate erano quelle più ambite del momento. Un ritorno al passato fortemente atteso da protagonisti e pubblico.\r\n\r\nDa venerdì 11 a domenica 13 ottobre, nella cornice della Villa - gioiello architettonico dell’epoca Medicea immersa in un parco di 10 ettari - saranno accolte, esposte e sfileranno guidate dai collezionisti che le presentano le importanti auto selezionate per l’edizione 2024 del Concorso.\r\n\r\nLa Giuria, che premierà i vincitori, presieduta da Massimo Delbò, include esperti del settore automobilistico, nomi illustri della cucina, dello sport e dell’arte.\r\n\r\n \r\n\r\nLa serata di sabato culminerà con la cena gourmet dello Chef stellato Vito Mollica, ospitata al Ristorante «Atto» a Palazzo Portinari Salviati a Firenze. Durante la Cena di Gala si terrà la cerimonia di premiazione e alla consegna degli awards.\r\n\r\nDomenica 13 ottobre, la musica dei motori delle Supercar in concorso accompagnerà la driving experience con partenza in mattinata da Villa La Massa per il tour alla scoperta delle colline del Mugello. Il weekend si concluderà all'Antica Osteria Nandone con il pranzo dei saluti all’insegna dei migliori sapori toscani e della passione per i motori.\r\n\r\nVilla La Massa Excellence è un'esperienza esclusiva e indimenticabile da vivere appieno acquistando il pacchetto con soggiorno di due notti a Villa La Massa con incluse tutte le esperienze del programma o in alternativa con l’ingresso al Public Day di sabato 12 ottobre. ","post_title":"Villa La Massa Excellence, dall'11 al 13 ottobre tra alta ospitalità e le auto più iconiche","post_date":"2024-07-10T15:02:40+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1720623760000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471173","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un tour di 14 giorni e 11 notti che attraversa la terra del Siam esplorandone i tesori da non perdere a Bangkok, Chiang Mai e Chiang Rai, con un rilassante soggiorno mare a Phuket. Il viaggio bestseller del Capodanno Dimensione Turismo è il tour del nord della Thailandia. Partenza garantita a prezzo bloccato il 24 dicembre da Milano, Venezia e Bologna con Turkish Airlines, soggiorno 3 o 4 stelle con trattamento di pernottamento e prima colazione. Per la partenza da Milano la durata del soggiorno prevede un giorno in più.\r\n\r\nAnche il Vietnam e la Cambogia sono mete sempre più apprezzate. Il tour in Vietnam si snoda in particolare tra Hanoi, il tesoro Unesco della baia di Halong, il fiume della magica Hoi Han con le lanterne variopinte, fino alla capitale Saigon, esplorata sia nella dimensione urbana, sia in quella fluviale dei villaggi lungo il Mekong. La parte della Cambogia tocca invece la capitale Phnom Penh, con i mercati locali e le residenze regali, e Siem Reap, in cui si visiterà il sito Unesco di Angkor. Il tour è di 12 giorni e nove notti, partenza garantita a prezzo bloccato il 27 dicembre da Milano Malpensa con Singapore Airlines. Soggiorno in hotel 4 stelle con trattamento di mezza pensione.\r\n\r\nQuest’anno Dimensione Turismo propone infine pure Bali in combinata con Singapore. Una meta di elezione della programmazione estiva del to, che si conferma molto adatta anche nel periodo invernale, con clima buono e mare dalle acque tiepide. Bali viene proposta nella sua versione più autentica, tra fonti sacre, danze rituali, templi e risaie patrimonio Unesco dell’umanità. A chiudere il tour, due notti a Singapore. Itinerario su base privata e guida in italiano di 11 giorni e nove notti con soggiorno in hotel 4 stelle con prima colazione e alcuni pasti come da programma. Partenza garantita a prezzo bloccato il 26 dicembre da Milano Malpensa con Singapore Airlines.\r\n\r\n ","post_title":"Il Capodanno di Dimensione Turismo tra Thailandia, Vietnam, Cambogia, Bali e Singapore","post_date":"2024-07-10T13:21:13+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1720617673000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471144","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_471147\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Gonzalo Aguilar[/caption]\r\n\r\nCambio ai vertici di Minor Hotels Europe & Americas (già gruppo Nh): l'attuale ceo Ramón Aragonés andrà in pensione il prossimo 1° gennaio e verrà sostituito nel suo ruolo da Gonzalo Aguilar. Questi si unirà alla compagnia già a partire da inizio ottobre per iniziare un periodo di inserimento di tre mesi con Aragonés, che continuerà comunque a esser parte del consiglio di amministrazione come vicepresidente non esecutivo.\r\n\r\nAguilar porta in Minor Hotels più di 30 anni di esperienza nel settore. Si unisce al gruppo dopo essere stato chief operating officer Emea del gruppo Marriott. Durante la sua carriera nella compagnia Usa Aguilar ha contribuito al raggiungimento di numerosi traguardi, tra cui l'integrazione di Ac Hotels a seguito della sua acquisizione da parte del gruppo con sede nel Maryland. Aguilar è stato anche direttore generale delle proprietà Marriott in tutte le Americhe prima di passare a posizioni dirigenziali in Europa. Ha iniziato la sua carriera negli Stati Uniti nel 1994 come restaurant manager presso il Denver Marriott Tech in Colorado.\r\n\r\n\"Ramón ha dedicato la sua intera carriera al settore alberghiero - è il commento del ceo di Minor Hotels e presidente di Minor Hotels Europe & Americas, Dillip Rajakarier -. Da quando è entrato a far parte del gruppo nel 2009, allora noto come Nh Hotel Group, è stato determinante nel trasformarlo in uno dei principali colossi nel settore dell’ospitalità in Europa e nelle Americhe, dimostrando leadership, visione e dedizione instancabile per tutto il suo mandato. Oggi, mentre celebriamo la sua straordinaria eredità, estendiamo anche la nostra gratitudine per il suo contributo eccezionale a Minor Hotels. La profonda esperienza di Gonzalo nel settore dell'ospitalità e la sua comprovata leadership saranno fondamentali per guidare ed eseguire il piano aziendale strategico di Minor Hotels Europe & Americas\".","post_title":"Minor Europe e Americas: il ceo Ramon Aragonés lascia. Al suo posto arriva Gonzalo Aguilar","post_date":"2024-07-10T11:53:49+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1720612429000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti