23 July 2024

Aeroporto Venezia: il Consiglio di Stato annulla gli aumenti delle tasse sui biglietti

[ 0 ]

Il Consiglio di Stato ha annullato l’addizionale comunale di 2,50 euro, che era stata introdotta dal Comune di Venezia per i passeggeri in partenza dall’aeroporto Marco Polo. La decisione finale è arrivata dopo l’appello della Save, società di gestione dell’aeroporto, e di diverse compagnie aeree.

Soddisfatta della decisione è Ryanair che “accoglie con favore la decisione del Consiglio di Stato di eliminare l’eccessivo aumento del 38% imposto dal Comune di Venezia ai passeggeri in partenza dall’aeroporto Marco Polo di Venezia – ha dichiarato Jason McGuinness, cco della low cost irlandese -. Questa è un’ottima notizia per la città di Venezia, i suoi cittadini e i visitatori che beneficeranno dell’aumento della connettività nazionale e internazionale, del traffico, del turismo e delle tariffe basse di Ryanair nella stagione invernale, oltre a continuare a beneficiare dell’investimento di 400 milioni di dollari di Ryanair (4 aeromobili) a Venezia per l’estate ‘24, che altrimenti sarebbe andato perso a causa di questo eccessivo aumento delle tasse”.

Il cco ricorda che durante la scorsa stagione estiva la compagnia aerea ha rimosso 1 aeromobile e chiuso 6 rotte da e per l’aeroporto Marco Polo di Venezia a causa dell’eccessivo aumento delle tasse, con ulteriori tagli previsti per la prossima stagione invernale, tra cui una potenziale chiusura della base.

“Ma, a seguito della decisione del Consiglio di Stato di eliminare questo eccessivo aumento delle tasse, Ryanair implementerà un operativo completo da/per l’aeroporto Marco Polo di Venezia questo inverno, proteggendo i posti di lavoro locali e la connettività a basso costo. Si tratta di una gradita inversione di tendenza rispetto a ciò che Venezia Marco Polo avrebbe potuto affrontare quest’inverno, compresa una potenziale chiusura della base invernale, se avessero continuato a imporre questo eccessivo aumento delle tasse.

Ci auguriamo che il Comune di Venezia se ne accorga presto e segua l’esempio del vicino aeroporto di Trieste, che quest’inverno beneficerà del +50% di capacità di Ryanair, come conseguenza diretta della sensata decisione della Regione Friuli-Venezia Giulia di abolire l’addizionale municipale, in modo che Venezia Marco Polo possa beneficiare tutto l’anno di capacità, traffico, e crescita del turismo”.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 472061 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_472066" align="alignleft" width="300"] Giovanni Cocco[/caption] Importanti novità in casa Falk Tours, la dmc di casa Falkensteiner che espande la propria presenza europea in Croazia, Polonia e Sud Italia. Si comincia con la Falk Tours Croazia, con sede a Zara, che la dmc gestisce insieme a Boris Zgomba, ceo di Uniline, principale società di destination management per il paese balcanico e l'Europa sud-orientale. Contemporaneamente, è stata fondata anche Falk Tours Polonia, con sede a Kolberg, con Robert Zug, storico direttore commerciale dell'operatore polacco Idea Spa Travel. Falk Tours sta anche acquisendo competenze regionali per l'Italia meridionale: Nino e Franco Caronia e la loro società Norma Vacanze forniranno infatti un'offerta attrattiva per il Sud della Penisola e opereranno da Palermo sotto il marchio Falk Tours Italy South. “Da molti anni collaboriamo con i nostri partner nazionali in uno spirito di fiducia e ora stiamo consolidando queste partnership a lungo termine e su un piano di parità - spiega Andreas Arquin, che gestisce le attività europee con Giovanni Cocco nella nuova holding Falk Tours di Zurigo. Erich Falkensteiner è invece presidente del consiglio di amministrazione e, insieme al fratello Andreas, azionista di maggioranza di Falk Tours. La consolidata Falk Tours & Partner, con sede a Varna in Alto Adige, continuerà a essere responsabile delle attività nel Nord Italia e sarà gestita sempre dagli stessi Arquin e  Cocco. [caption id="attachment_472067" align="alignright" width="300"] Andreas Arquin[/caption] I primi allotment per hotel, campeggi e case mobili dei nuovi mercati dovrebbero essere disponibili per i partner del settore viaggi nelle prossime settimane. “Ci stiamo concentrando su strutture garantite con pieno accesso a prezzi e disponibilità, oltre a collegamenti con i channel manager, e puntiamo ad avere un'ampia rete nelle destinazioni”, aggiunge Cocco. I sei marchi di destinazione per Italia (Nord e Sud), Croazia, Austria, Germania e Polonia rappresentano infatti solo il primo passo di questo ambizioso progetto. “Falk Tours ha totalizzato circa 100 mila prenotazioni nel 2023. Per i nostri rivenditori, vogliamo essere uno sportello unico per tutta l'Europa”, sottolinea Arquin, che è anche alla ricerca di nuovi partner e rivenditori di tour operator in Europa occidentale e settentrionale. Nella sua rinnovata vocazione dmc, Falk Tours sottolinea come ormai detenga solo una quota di minoranza nel tour operator Falk Travel, acquisito all'inizio di quest'anno dal fondatore di Fti, Dietmar Gunz, e dall'imprenditore tecnologico Alexej Boiko. Anche il marchio precedente TraveLeague verrà dismesso. “Falk Travel è ora uno dei tanti importanti tour operator nostri partner”, conclude Cocco, che rivela come, lato tecnologico, la compagnia sia al momento pure al lavoro su un nuovo sistema di prenotazione scalabile.     [post_title] => La dmc di casa Falkensteiner, Falk Tours, si espande in Croazia, Polonia e Sud Italia [post_date] => 2024-07-23T13:04:00+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721739840000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 472052 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una nuova eruzione dell'Etna costringe la Sac alla chiusura dell'aeroporto di Catania: la società di gestione dello scalo comunica in una nota che, «a causa dell’attività eruttiva dell’Etna e contestuale emissione di cenere vulcanica in atmosfera, l’Unità di crisi ha disposto la chiusura dei settori B2 e B3 e, quindi, la sospensione di tutti i voli in arrivo e in partenza. Le operazioni riprenderanno ad avvenuta conclusione del fenomeno di ricaduta cenere e sua rimozione dalle infrastrutture di volo. La sospensione comporterà cancellazioni e/o dirottamenti su altri scali. Pertanto, i passeggeri sono pregati, prima di recarsi in aeroporto, di contattare la compagnia aerea per avere maggiori informazioni».   Secondo le stime dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, Osservatorio Etneo, di Catania, è alta ben otto chilometri la nube vulcanica che emerge dal cratere Voragine del vulcano dove, dalla notte scorsa, sono presenti delle fontane di lava. [post_title] => Aeroporto Catania: eruzione dell'Etna, stop a tutti i voli. Almeno fino alle 18.00 [post_date] => 2024-07-23T12:10:27+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721736627000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 472034 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => I taxi volanti debutteranno nei cieli della  Lombardia e del Nord Italia in un futuro ormai prossimo - il 2027 - grazie alla firma di un Memorandum of Understanding tra Lilium (produttore leader di aeromobili elettrici e pioniere della Mobilità Aerea Regionale), Sea Milan Airports e Skyports Infrastructure (specializzata nelle infrastrutture per vertiporti per l'industria della mobilità aerea regionale).   L'intesa, raggiunta al Farnborough International Airshow, getta le basi per lo sviluppo di una rete di vertiporti per aeromobili elettrici a decollo e atterraggio verticale (eVtol). Proprio la Lombardia è una location strategicamente importante per i partner: qui risiede quasi un quinto della popolazione italiana e con oltre 37 milioni di visitatori annuali, la mobilità aerea completerà e integrerà le soluzioni di mobilità già esistenti nella regione, offrendo viaggi più veloci e a basse emissioni tra le principali località.   La rete di vertiporti operati con Lilium Jet sarà attiva entro il 2027, con una serie di rotte di mobilità aerea regionale che serviranno le principali località della Lombardia: la prima collegherà l'aeroporto di Milano Malpensa - che lo scorso anno ha movimentato oltre 26 milioni di passeggeri - e il centro di Milano.   Per lo sviluppo e l’operatività dei vertiporti in Lombardia e in Italia, Sea, Skyports e il loro azionista 2i Aeroporti stanno costituendo una società in joint venture. «Nel 2030 stimiamo circa 2.000 passeggeri trasportati dai taxi volanti ogni giorno nell’area» aveva dichiarato recentemente l’ad di Sea, Armando Brunini. Per costruire i primi quattro vertiporti sono previsti investimenti per poco più di 30 milioni di euro e per il 2030 si stima un fatturato attorno ai 13 milioni di euro con un utile di circa 2 milioni. [post_title] => Taxi volanti pronti a decollare nel Nord Italia: accordo Sea, Lilium e Skyports [post_date] => 2024-07-23T11:51:09+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721735469000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 472020 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Balzo in avanti per la spesa dei turisti stranieri in India: secondo i risultati dell'ultimo Economic Survey del governo, nel 2023 le entrate in valuta estera hanno raggiunto i 27,5 miliardi di dollari, pari ad una crescita del 66% rispetto al 2022. Sempre lo scorso anno, il numero di visitatori internazionali in India ha superato i 9,2 milioni, con un aumento del 44% rispetto al 2022. Cifre ragguardevoli, anche se la gran parte della ripresa post-pandemia della destinazione è trainata dal mercato del turismo interno. Secondo un rapporto del World Travel and Tourism Council nel 2023 la spesa per i viaggi internazionali in India risulta ancora inferiore di circa il 14% rispetto ai livelli pre-pandemia. Tra gli altri dati salienti dell'Economic Survey, quello relativo all'industria dell'ospitalità che ha aggiunto 14.000 camere, la cifra più alta mai raggiunta. Il totale delle camere affiliate a catene nel paese si è attestato a 183.000 unità. Intanto, sul fronte del trasporto aereo, il primo semestre del 2024 ha registrato il numero più elevato di passeggeri nazionali di sempre per il periodo considerato: tra gennaio e giugno le compagnie aeree indiane hanno trasportato 79,35 milioni di passeggeri, oltre il 4% in più rispetto all'anno precedente. I dati della Direzione generale dell'aviazione civile indiana evidenziano che nel periodo gennaio-giugno degli ultimi 10 anni, il traffico passeggeri domestico è più che raddoppiato.    [post_title] => India: nel 2023 la spesa dei turisti stranieri ha raggiunto i 27,5 mld di dollari, +66% [post_date] => 2024-07-23T11:04:02+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721732642000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471987 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Air Canada ha rivisto al ribasso le previsioni di utile per l'intero anno, poiché yields e load factor stimati risultano inferiori al previsto e i mercati internazionali subiscono quelle che la compagnia aerea definisce “pressioni competitive”. La compagnia stima un Ebitda compreso tra 3,1 miliardi di dollari (2,26 miliardi di dollari) e 3,4 miliardi di dollari, pari ad una riduzione rispetto al precedente intervallo di riferimento di 3,7-4,2 miliardi di dollari. La compagnia prevede ora un aumento della capacità, misurata in miglia di posti disponibili, tra il 5,5% e il 6,5%, inferiore alle precedenti aspettative di un aumento tra il 6% e l'8%. «Air Canada continua a registrare un ambiente di domanda sano - spiega una nota del vettore -. I ricavi operativi del secondo trimestre rappresenterebbero un record per il periodo, con load factor che rimangono al di sopra delle medie storiche». L'utile operativo è stato di 466 milioni di dollari, con un margine operativo dell'8,4%, rispetto agli 802 milioni di dollari dello stesso trimestre dell'anno scorso. [post_title] => Air Canada abbassa le previsioni di utile per l'intero anno [post_date] => 2024-07-23T09:41:19+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721727679000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471967 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un totale di 100.136.127 passeggeri hanno affollato gli aeroporti italiani nei primi sei mesi del 2023, per una crescita del 12% rispetto all'analogo periodo del 2023.  Il dato è quello messo in evidenza dal report semestrale firmato da Enac, che ha raccolto i numeri dei servizi commerciali di linea e charter transitati nei 45 aeroporti italiani aperti al traffico commerciale. Oltre che del comparto cargo che ha segnato un incremento del +18%, con relativo superamento dei volumi pre-Covid (2019). Il traffico domestico, con 33,5 milioni di passeggeri, ha registrato un aumento del +5% rispetto al primo semestre 2023, mentre il traffico internazionale ha registrato una crescita maggiore, pari al +16%, con 66,6 milioni di passeggeri. I movimenti complessivi nei primi sei mesi del 2024 sono stati 807.376, con +9% rispetto al 2023 e +3% sul 2019 (Benchmark pre-Covid). In aumento anche la quota media di passeggeri trasportati per volo, che passa dai 114 del primo semestre del 2023 ai 124 del 2024 (circa +8,8%). [post_title] => Aeroporti italiani: oltre 100 mln di passeggeri nel primo semestre. I dati Enac [post_date] => 2024-07-22T14:13:57+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721657637000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471956 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_465560" align="alignleft" width="300"] Elisa Presutti[/caption] Gattinoni Events, divisione del Gruppo Gattinoni, annuncia il buon andamento del primo semestre dell’anno realizzando, da gennaio a giugno 2024, un aumento del 12% del fatturato rispetto allo stesso periodo dello scorso anno; il dato assume un valore ancora maggiore considerando il 2023 un anno record, con crescita complessiva pari a 71,8% rispetto al 2022. L’obiettivo economico della business unit per il 2024 è di consolidare i numeri straordinari del 2023. A conclusione del primo semestre 2024, i risultati raggiunti e le attività prospect in corso, inducono ottimismo nel raggiungimento del target. La marginalità è in crescita come da business plan triennale. La business unit Gattinoni Events nutre un altro traguardo ambizioso, prefiggendosi di valorizzare l’intero staff – attualmente circa 100 persone – come massimo bene intangibile. Se i risultati economici sono così soddisfacenti è anche, e soprattutto, merito della coesione, della motivazione e del senso di appartenenza. Nel 2024 si afferma l’orientamento di Gattinoni Events verso i Grandi Eventi; il 50% del business è rappresentato da attività in grado di generare singolarmente oltre 1 milione di euro. Ogni area della business unit - dalla logistica da sempre trainante per l’organizzazione alla Live Communication, fino all’Healthcare – ha sposato infatti l’orientamento ai Grandi Eventi, raccogliendo la sfida che il mercato richiedeva. Soddisfazione Commenta Elisa Presutti, managing director Gattinoni Events: “Siamo soddisfatti della crescita registrata in questo semestre, realizzata grazie ai  frutti dei tanti investimenti, in risorse umane, tecnologia, creatività e commerciale. Il dato semestrale del +12% ci fa guardare con ottimismo al raggiungimento dell’obiettivo di fine anno, che prevede una crescita dei ricavi del 6,5% rispetto al 2023, anno in cui eravamo cresciuti in maniera straordinaria rispetto all’esercizio precedente. Oggi un nostro punto di forza è la reale sinergia fra i reparti; dallo storico e fondamentale ramo della Logistica, a quello della Live Communication, all’Healthcare che ha raggiunto risultati straordinari in un anno, con clienti di altissimo profilo e volumi più che raddoppiati". Ha contribuito con peso significativo il reparto Healthcare, che nel 2024 si è presentato molto scalabile, fermi restando i requisiti necessari di credibilità e autorevolezza. Il segmento farmaceutico in Gattinoni Events, estremamente specializzato, può contare su uno staff di 16 elementi, che nel 2023 ha più che raddoppiato il fatturato e che nel primo semestre del 2024 ha attratto grandi player. Il reparto Healthcare di Gattinoni Events ha una connotazione in linea con il posizionamento dell’agenzia: porta la creatività in questo ambiente legato a modalità più tradizionali. Il 50% degli eventi Pharma firmati da Gattinoni Events si basa proprio sull’originalità. La tecnologia mai potrà sostituire il capitale umano, bensì rappresenta un supporto indispensabile; in ambito software ottimizza la gestione della quotidianità, interna e dei clienti, e come strumento della Live Communication facilita la spettacolarizzazione.  Il 2024 vede farsi tangibile l’ampio tema della sostenibilità. A contatto con svariati rami dell’imprenditoria, Gattinoni Events è testimone di quanto sia cambiato l’atteggiamento delle aziende nei confronti della sostenibilità. Se fino all’anno scorso la tematica era circoscritta all’appeal del trend, alla percezione della necessità di adottare pratiche sostenibili soprattutto nella mobilità, nel 2024 le aziende la considerano una realtà. I clienti chiedono di muoversi in modo massiccio e la business unit lascia presagire novità cospicue nel prossimo semestre. Dalla certificazione ISO 20121 all’organizzazione di eventi completamente green, in destinazioni scandinave, in cui la sensibilità nei confronti dell’ambiente è di tipo culturale.     [post_title] => Gattinoni Events: fatturato in crescita del 12% durante il primo semestre [post_date] => 2024-07-22T12:31:19+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721651479000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471920 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Saudia chiude in positivo il primo semestre 2024, con 16,3 milioni di passeggeri trasportati pari ad una crescita del 19% rispetto allo stesso periodo del 2023. Questa crescita è stata sostenuta dall'operatività di oltre 94.300 voli, per un incremento dell'11%.  Sul network internazionale la compagnia di bandiera dell'Arabia Saudita ha registrato oltre 9,1 milioni di viaggiatori, con un aumento del 24% rispetto all'anno precedente, e ha effettuato 42.000 voli, +13% rispetto allo stesso periodo del 2023. A livello nazionale, Saudia ha servito più di 7,2 milioni di ospiti, con un aumento del 14%. Intanto, il gruppo Saudia ha siglato un ordine con la tedesca Lilium per l'acquisto di 100 navette volanti completamente elettriche, ancora in fase di sviluppo. L'accordo include un ordine fermo per 50 jet elettrici a decollo e atterraggio verticale (eVtol) di Lilium, più un'opzione per altri 50. Le prime navette, che hanno da quattro a sei posti e sono progettate per sostituire i viaggi su strada o i brevi spostamenti in aereo o in elicottero, dovrebbero entrare a far parte della flotta di Saudia nel 2026. L'utilizzo di questi nuovi velivoli migliorerà la connettività, con collegamenti di prima e ultima tratta senza soluzione di continuità negli hub regionali del Gruppo Saudia e nuovi collegamenti da città a città, come Jeddah a Makkah, che dovrebbero ridurre i tempi di viaggio regionali fino al 90%. «Questi jet supporteranno i pellegrinaggi Hajj e Umrah, offriranno un accesso più rapido ai principali eventi sportivi e di intrattenimento a Riyadh e apriranno nuove possibilità per esplorare destinazioni turistiche difficili da raggiungere in tutto il Regno - spiega una nota del vettore -. Inoltre, i viaggiatori d'affari che partecipano a conferenze ed eventi beneficeranno di un accesso migliore e di un trasporto più rapido». Le operazioni saranno gestite e condotte da Saudia Private, una consociata di Saudia Group. Il Lilium Jet sarà dotato di ampie cabine premium con capacità fino a sei passeggeri più i bagagli. [post_title] => Saudia: +24% i passeggeri internazionali del semestre. Mega ordine a Lilium per 100 eVtol [post_date] => 2024-07-22T10:54:48+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721645688000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471899 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Battuta d'arresto per i profitti di Ryanair che nei tre mesi da aprile a giugno 2024 sono diminuiti del 46% rispetto allo stesso periodo del 2023. La low cost segnala che le tariffe aeree nei mesi chiave dell'estate saranno "materialmente più basse", se confrontate con quelle dell'anno scorso. Michael O'Leary, ceo del gruppo Ryanair, ha dichiarato di aspettarsi che il calo delle tariffe registrato in primavera si manterrà, ulteriore conferma del fatto che il boom post-pandemia di cui ha goduto l'industria del trasporto aereo ha raggiunto l'apice. Il contesto più difficile che i vettori si trovano ad affrontare ha fatto quindi calare gli utili della low cost irlandese a 360 milioni di euro nel periodo aprile-giugno (il primo trimestre dell'anno fiscale del vettore), una flessione addirittura più marcata di quanto analisti e investitori si aspettassero. Nel trimestre, le tariffe medie sono scese del 15% a 49 euro per passeggero. «Sebbene la domanda del secondo trimestre sia forte (da luglio a settembre, ndr) i prezzi rimangono più bassi di quanto ci aspettassimo e stimiamo che le tariffe del secondo trimestre saranno sostanzialmente inferiori a quelle della scorsa estate» ha osservato O'Leary. In precedenza la compagnia aerea aveva previsto tariffe “da piatte a in modesto aumento”. Nel trimestre il fatturato si è attestato a 3,63 miliardi di euro in linea con lo scorso anno (-1%) malgrado l’aumento dei passeggeri trasportati del 10% a 55,5 milioni. A pesare sui risultati anche l’aumento dei costi operativi dell’11%. [post_title] => Ryanair: brusca frenata degli utili trimestrali. Tariffe "materialmente più basse" [post_date] => 2024-07-22T10:23:25+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721643805000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "aeroporto venezia il consiglio di stato annulla gli aumenti delle tasse sui biglietti" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":101,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":2344,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"472061","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_472066\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Giovanni Cocco[/caption]\r\n\r\nImportanti novità in casa Falk Tours, la dmc di casa Falkensteiner che espande la propria presenza europea in Croazia, Polonia e Sud Italia. Si comincia con la Falk Tours Croazia, con sede a Zara, che la dmc gestisce insieme a Boris Zgomba, ceo di Uniline, principale società di destination management per il paese balcanico e l'Europa sud-orientale. Contemporaneamente, è stata fondata anche Falk Tours Polonia, con sede a Kolberg, con Robert Zug, storico direttore commerciale dell'operatore polacco Idea Spa Travel. Falk Tours sta anche acquisendo competenze regionali per l'Italia meridionale: Nino e Franco Caronia e la loro società Norma Vacanze forniranno infatti un'offerta attrattiva per il Sud della Penisola e opereranno da Palermo sotto il marchio Falk Tours Italy South.\r\n\r\n“Da molti anni collaboriamo con i nostri partner nazionali in uno spirito di fiducia e ora stiamo consolidando queste partnership a lungo termine e su un piano di parità - spiega Andreas Arquin, che gestisce le attività europee con Giovanni Cocco nella nuova holding Falk Tours di Zurigo. Erich Falkensteiner è invece presidente del consiglio di amministrazione e, insieme al fratello Andreas, azionista di maggioranza di Falk Tours. La consolidata Falk Tours & Partner, con sede a Varna in Alto Adige, continuerà a essere responsabile delle attività nel Nord Italia e sarà gestita sempre dagli stessi Arquin e  Cocco.\r\n\r\n[caption id=\"attachment_472067\" align=\"alignright\" width=\"300\"] Andreas Arquin[/caption]\r\n\r\nI primi allotment per hotel, campeggi e case mobili dei nuovi mercati dovrebbero essere disponibili per i partner del settore viaggi nelle prossime settimane. “Ci stiamo concentrando su strutture garantite con pieno accesso a prezzi e disponibilità, oltre a collegamenti con i channel manager, e puntiamo ad avere un'ampia rete nelle destinazioni”, aggiunge Cocco. I sei marchi di destinazione per Italia (Nord e Sud), Croazia, Austria, Germania e Polonia rappresentano infatti solo il primo passo di questo ambizioso progetto. “Falk Tours ha totalizzato circa 100 mila prenotazioni nel 2023. Per i nostri rivenditori, vogliamo essere uno sportello unico per tutta l'Europa”, sottolinea Arquin, che è anche alla ricerca di nuovi partner e rivenditori di tour operator in Europa occidentale e settentrionale.\r\n\r\nNella sua rinnovata vocazione dmc, Falk Tours sottolinea come ormai detenga solo una quota di minoranza nel tour operator Falk Travel, acquisito all'inizio di quest'anno dal fondatore di Fti, Dietmar Gunz, e dall'imprenditore tecnologico Alexej Boiko. Anche il marchio precedente TraveLeague verrà dismesso. “Falk Travel è ora uno dei tanti importanti tour operator nostri partner”, conclude Cocco, che rivela come, lato tecnologico, la compagnia sia al momento pure al lavoro su un nuovo sistema di prenotazione scalabile.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"La dmc di casa Falkensteiner, Falk Tours, si espande in Croazia, Polonia e Sud Italia","post_date":"2024-07-23T13:04:00+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1721739840000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"472052","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Una nuova eruzione dell'Etna costringe la Sac alla chiusura dell'aeroporto di Catania: la società di gestione dello scalo comunica in una nota che, «a causa dell’attività eruttiva dell’Etna e contestuale emissione di cenere vulcanica in atmosfera, l’Unità di crisi ha disposto la chiusura dei settori B2 e B3 e, quindi, la sospensione di tutti i voli in arrivo e in partenza.\r\nLe operazioni riprenderanno ad avvenuta conclusione del fenomeno di ricaduta cenere e sua rimozione dalle infrastrutture di volo. La sospensione comporterà cancellazioni e/o dirottamenti su altri scali. Pertanto, i passeggeri sono pregati, prima di recarsi in aeroporto, di contattare la compagnia aerea per avere maggiori informazioni».\r\n \r\nSecondo le stime dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, Osservatorio Etneo, di Catania, è alta ben otto chilometri la nube vulcanica che emerge dal cratere Voragine del vulcano dove, dalla notte scorsa, sono presenti delle fontane di lava.","post_title":"Aeroporto Catania: eruzione dell'Etna, stop a tutti i voli. Almeno fino alle 18.00","post_date":"2024-07-23T12:10:27+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1721736627000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"472034","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"I taxi volanti debutteranno nei cieli della  Lombardia e del Nord Italia in un futuro ormai prossimo - il 2027 - grazie alla firma di un Memorandum of Understanding tra Lilium (produttore leader di aeromobili elettrici e pioniere della Mobilità Aerea Regionale), Sea Milan Airports e Skyports Infrastructure (specializzata nelle infrastrutture per vertiporti per l'industria della mobilità aerea regionale).\r\n \r\nL'intesa, raggiunta al Farnborough International Airshow, getta le basi per lo sviluppo di una rete di vertiporti per aeromobili elettrici a decollo e atterraggio verticale (eVtol). Proprio la Lombardia è una location strategicamente importante per i partner: qui risiede quasi un quinto della popolazione italiana e con oltre 37 milioni di visitatori annuali, la mobilità aerea completerà e integrerà le soluzioni di mobilità già esistenti nella regione, offrendo viaggi più veloci e a basse emissioni tra le principali località.\r\n \r\nLa rete di vertiporti operati con Lilium Jet sarà attiva entro il 2027, con una serie di rotte di mobilità aerea regionale che serviranno le principali località della Lombardia: la prima collegherà l'aeroporto di Milano Malpensa - che lo scorso anno ha movimentato oltre 26 milioni di passeggeri - e il centro di Milano.\r\n \r\nPer lo sviluppo e l’operatività dei vertiporti in Lombardia e in Italia, Sea, Skyports e il loro azionista 2i Aeroporti stanno costituendo una società in joint venture.\r\n\r\n\r\n«Nel 2030 stimiamo circa 2.000 passeggeri trasportati dai taxi volanti ogni giorno nell’area» aveva dichiarato recentemente l’ad di Sea, Armando Brunini. Per costruire i primi quattro vertiporti sono previsti investimenti per poco più di 30 milioni di euro e per il 2030 si stima un fatturato attorno ai 13 milioni di euro con un utile di circa 2 milioni.\r\n\r\n","post_title":"Taxi volanti pronti a decollare nel Nord Italia: accordo Sea, Lilium e Skyports","post_date":"2024-07-23T11:51:09+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1721735469000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"472020","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Balzo in avanti per la spesa dei turisti stranieri in India: secondo i risultati dell'ultimo Economic Survey del governo, nel 2023 le entrate in valuta estera hanno raggiunto i 27,5 miliardi di dollari, pari ad una crescita del 66% rispetto al 2022.\r\n\r\nSempre lo scorso anno, il numero di visitatori internazionali in India ha superato i 9,2 milioni, con un aumento del 44% rispetto al 2022.\r\n\r\nCifre ragguardevoli, anche se la gran parte della ripresa post-pandemia della destinazione è trainata dal mercato del turismo interno. Secondo un rapporto del World Travel and Tourism Council nel 2023 la spesa per i viaggi internazionali in India risulta ancora inferiore di circa il 14% rispetto ai livelli pre-pandemia.\r\n\r\nTra gli altri dati salienti dell'Economic Survey, quello relativo all'industria dell'ospitalità che ha aggiunto 14.000 camere, la cifra più alta mai raggiunta. Il totale delle camere affiliate a catene nel paese si è attestato a 183.000 unità.\r\n\r\nIntanto, sul fronte del trasporto aereo, il primo semestre del 2024 ha registrato il numero più elevato di passeggeri nazionali di sempre per il periodo considerato: tra gennaio e giugno le compagnie aeree indiane hanno trasportato 79,35 milioni di passeggeri, oltre il 4% in più rispetto all'anno precedente.\r\n\r\nI dati della Direzione generale dell'aviazione civile indiana evidenziano che nel periodo gennaio-giugno degli ultimi 10 anni, il traffico passeggeri domestico è più che raddoppiato. \r\n\r\n ","post_title":"India: nel 2023 la spesa dei turisti stranieri ha raggiunto i 27,5 mld di dollari, +66%","post_date":"2024-07-23T11:04:02+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1721732642000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471987","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Air Canada ha rivisto al ribasso le previsioni di utile per l'intero anno, poiché yields e load factor stimati risultano inferiori al previsto e i mercati internazionali subiscono quelle che la compagnia aerea definisce “pressioni competitive”.\r\n\r\nLa compagnia stima un Ebitda compreso tra 3,1 miliardi di dollari (2,26 miliardi di dollari) e 3,4 miliardi di dollari, pari ad una riduzione rispetto al precedente intervallo di riferimento di 3,7-4,2 miliardi di dollari.\r\n\r\nLa compagnia prevede ora un aumento della capacità, misurata in miglia di posti disponibili, tra il 5,5% e il 6,5%, inferiore alle precedenti aspettative di un aumento tra il 6% e l'8%.\r\n\r\n«Air Canada continua a registrare un ambiente di domanda sano - spiega una nota del vettore -. I ricavi operativi del secondo trimestre rappresenterebbero un record per il periodo, con load factor che rimangono al di sopra delle medie storiche».\r\n\r\nL'utile operativo è stato di 466 milioni di dollari, con un margine operativo dell'8,4%, rispetto agli 802 milioni di dollari dello stesso trimestre dell'anno scorso.","post_title":"Air Canada abbassa le previsioni di utile per l'intero anno","post_date":"2024-07-23T09:41:19+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1721727679000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471967","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\r\n\r\n\r\n\r\nUn totale di 100.136.127 passeggeri hanno affollato gli aeroporti italiani nei primi sei mesi del 2023, per una crescita del 12% rispetto all'analogo periodo del 2023. \r\n\r\nIl dato è quello messo in evidenza dal report semestrale firmato da Enac, che ha raccolto i numeri dei servizi commerciali di linea e charter transitati nei 45 aeroporti italiani aperti al traffico commerciale. Oltre che del comparto cargo che ha segnato un incremento del +18%, con relativo superamento dei volumi pre-Covid (2019).\r\n\r\nIl traffico domestico, con 33,5 milioni di passeggeri, ha registrato un aumento del +5% rispetto al primo semestre 2023, mentre il traffico internazionale ha registrato una crescita maggiore, pari al +16%, con 66,6 milioni di passeggeri.\r\n\r\n\r\n\r\n\r\nI movimenti complessivi nei primi sei mesi del 2024 sono stati 807.376, con +9% rispetto al 2023 e +3% sul 2019 (Benchmark pre-Covid).\r\nIn aumento anche la quota media di passeggeri trasportati per volo, che passa dai 114 del primo semestre del 2023 ai 124 del 2024 (circa +8,8%).\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n","post_title":"Aeroporti italiani: oltre 100 mln di passeggeri nel primo semestre. I dati Enac","post_date":"2024-07-22T14:13:57+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1721657637000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471956","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_465560\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Elisa Presutti[/caption]\r\n\r\nGattinoni Events, divisione del Gruppo Gattinoni, annuncia il buon andamento del primo semestre dell’anno realizzando, da gennaio a giugno 2024, un aumento del 12% del fatturato rispetto allo stesso periodo dello scorso anno; il dato assume un valore ancora maggiore considerando il 2023 un anno record, con crescita complessiva pari a 71,8% rispetto al 2022.\r\n\r\nL’obiettivo economico della business unit per il 2024 è di consolidare i numeri straordinari del 2023. A conclusione del primo semestre 2024, i risultati raggiunti e le attività prospect in corso, inducono ottimismo nel raggiungimento del target. La marginalità è in crescita come da business plan triennale.\r\n\r\nLa business unit Gattinoni Events nutre un altro traguardo ambizioso, prefiggendosi di valorizzare l’intero staff – attualmente circa 100 persone – come massimo bene intangibile. Se i risultati economici sono così soddisfacenti è anche, e soprattutto, merito della coesione, della motivazione e del senso di appartenenza.\r\n\r\nNel 2024 si afferma l’orientamento di Gattinoni Events verso i Grandi Eventi; il 50% del business è rappresentato da attività in grado di generare singolarmente oltre 1 milione di euro. Ogni area della business unit - dalla logistica da sempre trainante per l’organizzazione alla Live Communication, fino all’Healthcare – ha sposato infatti l’orientamento ai Grandi Eventi, raccogliendo la sfida che il mercato richiedeva.\r\nSoddisfazione\r\nCommenta Elisa Presutti, managing director Gattinoni Events: “Siamo soddisfatti della crescita registrata in questo semestre, realizzata grazie ai  frutti dei tanti investimenti, in risorse umane, tecnologia, creatività e commerciale. Il dato semestrale del +12% ci fa guardare con ottimismo al raggiungimento dell’obiettivo di fine anno, che prevede una crescita dei ricavi del 6,5% rispetto al 2023, anno in cui eravamo cresciuti in maniera straordinaria rispetto all’esercizio precedente. Oggi un nostro punto di forza è la reale sinergia fra i reparti; dallo storico e fondamentale ramo della Logistica, a quello della Live Communication, all’Healthcare che ha raggiunto risultati straordinari in un anno, con clienti di altissimo profilo e volumi più che raddoppiati\".\r\n\r\nHa contribuito con peso significativo il reparto Healthcare, che nel 2024 si è presentato molto scalabile, fermi restando i requisiti necessari di credibilità e autorevolezza. Il segmento farmaceutico in Gattinoni Events, estremamente specializzato, può contare su uno staff di 16 elementi, che nel 2023 ha più che raddoppiato il fatturato e che nel primo semestre del 2024 ha attratto grandi player. Il reparto Healthcare di Gattinoni Events ha una connotazione in linea con il posizionamento dell’agenzia: porta la creatività in questo ambiente legato a modalità più tradizionali. Il 50% degli eventi Pharma firmati da Gattinoni Events si basa proprio sull’originalità.\r\n\r\nLa tecnologia mai potrà sostituire il capitale umano, bensì rappresenta un supporto indispensabile; in ambito software ottimizza la gestione della quotidianità, interna e dei clienti, e come strumento della Live Communication facilita la spettacolarizzazione.\r\n\r\n Il 2024 vede farsi tangibile l’ampio tema della sostenibilità. A contatto con svariati rami dell’imprenditoria, Gattinoni Events è testimone di quanto sia cambiato l’atteggiamento delle aziende nei confronti della sostenibilità. Se fino all’anno scorso la tematica era circoscritta all’appeal del trend, alla percezione della necessità di adottare pratiche sostenibili soprattutto nella mobilità, nel 2024 le aziende la considerano una realtà. I clienti chiedono di muoversi in modo massiccio e la business unit lascia presagire novità cospicue nel prossimo semestre. Dalla certificazione ISO 20121 all’organizzazione di eventi completamente green, in destinazioni scandinave, in cui la sensibilità nei confronti dell’ambiente è di tipo culturale.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Gattinoni Events: fatturato in crescita del 12% durante il primo semestre","post_date":"2024-07-22T12:31:19+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1721651479000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471920","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Saudia chiude in positivo il primo semestre 2024, con 16,3 milioni di passeggeri trasportati pari ad una crescita del 19% rispetto allo stesso periodo del 2023. Questa crescita è stata sostenuta dall'operatività di oltre 94.300 voli, per un incremento dell'11%. \r\n\r\nSul network internazionale la compagnia di bandiera dell'Arabia Saudita ha registrato oltre 9,1 milioni di viaggiatori, con un aumento del 24% rispetto all'anno precedente, e ha effettuato 42.000 voli, +13% rispetto allo stesso periodo del 2023. A livello nazionale, Saudia ha servito più di 7,2 milioni di ospiti, con un aumento del 14%.\r\n\r\nIntanto, il gruppo Saudia ha siglato un ordine con la tedesca Lilium per l'acquisto di 100 navette volanti completamente elettriche, ancora in fase di sviluppo.\r\nL'accordo include un ordine fermo per 50 jet elettrici a decollo e atterraggio verticale (eVtol) di Lilium, più un'opzione per altri 50.\r\nLe prime navette, che hanno da quattro a sei posti e sono progettate per sostituire i viaggi su strada o i brevi spostamenti in aereo o in elicottero, dovrebbero entrare a far parte della flotta di Saudia nel 2026.\r\n\r\nL'utilizzo di questi nuovi velivoli migliorerà la connettività, con collegamenti di prima e ultima tratta senza soluzione di continuità negli hub regionali del Gruppo Saudia e nuovi collegamenti da città a città, come Jeddah a Makkah, che dovrebbero ridurre i tempi di viaggio regionali fino al 90%. «Questi jet supporteranno i pellegrinaggi Hajj e Umrah, offriranno un accesso più rapido ai principali eventi sportivi e di intrattenimento a Riyadh e apriranno nuove possibilità per esplorare destinazioni turistiche difficili da raggiungere in tutto il Regno - spiega una nota del vettore -. Inoltre, i viaggiatori d'affari che partecipano a conferenze ed eventi beneficeranno di un accesso migliore e di un trasporto più rapido».\r\n\r\nLe operazioni saranno gestite e condotte da Saudia Private, una consociata di Saudia Group. Il Lilium Jet sarà dotato di ampie cabine premium con capacità fino a sei passeggeri più i bagagli.","post_title":"Saudia: +24% i passeggeri internazionali del semestre. Mega ordine a Lilium per 100 eVtol","post_date":"2024-07-22T10:54:48+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1721645688000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471899","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Battuta d'arresto per i profitti di Ryanair che nei tre mesi da aprile a giugno 2024 sono diminuiti del 46% rispetto allo stesso periodo del 2023. La low cost segnala che le tariffe aeree nei mesi chiave dell'estate saranno \"materialmente più basse\", se confrontate con quelle dell'anno scorso.\r\n\r\nMichael O'Leary, ceo del gruppo Ryanair, ha dichiarato di aspettarsi che il calo delle tariffe registrato in primavera si manterrà, ulteriore conferma del fatto che il boom post-pandemia di cui ha goduto l'industria del trasporto aereo ha raggiunto l'apice.\r\n\r\nIl contesto più difficile che i vettori si trovano ad affrontare ha fatto quindi calare gli utili della low cost irlandese a 360 milioni di euro nel periodo aprile-giugno (il primo trimestre dell'anno fiscale del vettore), una flessione addirittura più marcata di quanto analisti e investitori si aspettassero. Nel trimestre, le tariffe medie sono scese del 15% a 49 euro per passeggero.\r\n\r\n«Sebbene la domanda del secondo trimestre sia forte (da luglio a settembre, ndr) i prezzi rimangono più bassi di quanto ci aspettassimo e stimiamo che le tariffe del secondo trimestre saranno sostanzialmente inferiori a quelle della scorsa estate» ha osservato O'Leary. In precedenza la compagnia aerea aveva previsto tariffe “da piatte a in modesto aumento”.\r\n\r\nNel trimestre il fatturato si è attestato a 3,63 miliardi di euro in linea con lo scorso anno (-1%) malgrado l’aumento dei passeggeri trasportati del 10% a 55,5 milioni. A pesare sui risultati anche l’aumento dei costi operativi dell’11%.","post_title":"Ryanair: brusca frenata degli utili trimestrali. Tariffe \"materialmente più basse\"","post_date":"2024-07-22T10:23:25+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1721643805000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti