25 July 2024

Torna il Cash back firmato Etnia Travel Concept

[ 0 ]

Su tutte le pratiche confermate a partire dal 24 febbraio, con partenza fra il 1° maggio e il 30 giugno, le agenzie otterranno un cash back da utilizzare sulle partenze effettuate tra il 1° novembre e il 18 dicembre 2023. Dopo il successo della scorsa estate torna il Cash back griffato Etnia Travel Concept. 

“Sono state molte le agenzie che hanno aderito alla prima fase di questa promozione, con l’opportunità di vedersi riaccreditare sconti su prenotazioni – spiega Antonio Falcone, general manager del tour operator -. La nostra mission è quella di far fidelizzare il cliente all’adv: chi sceglie di lavorare con noi diventa parte della squadra. Dedichiamo quindi gran parte del nostro lavoro a una costante ricerca di prodotto, qualitativamente selezionato, per una proposta adatta a tutti i target di clientela”.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 472032 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nei weekend dal 14 al 29 settembre 2024 torna l’edizione d’Autunno di “Ville Aperte in Brianza”, ancora più ricca di proposte, sorprese, nuove esperienze artistiche, coinvolgendo oltre 180 beni, 85 partner (tra pubblici e privati) e 5 province lombarde: Monza e Brianza, Città Metropolitana di Milano, Lecco, Como e Varese. “Trame di bellezza” è il leit motiv di quest’anno: protagoniste non solo le “ville di delizia” - le dimore di pregio costruite dal XVI al XIX secolo dalle famiglie nobiliari milanesi che in Brianza trascorrevano periodi di vacanza dedicandosi ad attività di svago - ma anche tutto quanto le circonda, musei, edifici religiosi, vie d’acqua, parchi, autentiche opere d’arte industriali, piccoli borghi e tanti altri siti culturali ricchi di bellezze nascoste. Molteplici gli eventi proposti nell’edizione autunnale.  Come “700 Marco Polo”: in occasione delle celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Marco Polo, la Provincia MB promuove attività dedicate ai temi della scoperta, del nuovo, all’incontro con l’Oriente, con laboratori educativi-didattici per bambini e famiglie. Inoltre, speciali visite ed eventi dedicati alle mode e tradizioni della Cina, dallo stile dell’oggettistica e arredo nelle ville di delizia, ma anche al ruolo che ebbe l’importazione del baco da seta nell’attività contadina nel territorio brianzolo. Proposti anche speciali itinerari tra storia, natura e arte tra le ville di delizia a cura delle associazioni di guide turistiche abilitate. Con l’Associazione Cammino di Sant’Agostino si percorrerà una tratta lecchese del “Fiore della Rosa”, parte dell’intero Cammino; inoltre, un itinerario in bicicletta permetterà di ammirare la bellezza dei paesaggi lacustri e della biodiversità, “vedute” che saranno esposte in una mostra dedicata ai paesaggi dipinti dai coniugi Federico e Carolina Lose nel corso di un viaggio in Brianza nei primi dell’Ottocento. “Ville aperte in Brianza” è anche ville accessibili e sarà riproposto il progetto Senso Comune dove a fare da guide saranno alcune persone diversamente abili, che illustreranno le bellezze di ville e palazzi. Infine, l’edizione autunnale vedrà ancora una volta la collaborazione con il “Festival del Parco di Monza” con una serie di iniziative dedicate all’ecosostenibilità, all’architettura del paesaggio, insieme a visite guidate alle ville di delizia all’interno del Parco, itinerari storici dalla città al parco e itinerari naturalistici, insieme ad attività per bambini per sensibilizzarli alla tutela dell’ambiente                                                           ­ ­     [post_title] => Ville aperte in Brianza, dal 14 al 29 settembre itinerari speciali e spettacoli a tema [post_date] => 2024-07-24T20:24:16+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721852656000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 472184 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'annuncio di Ryanair di aver dovuto abbassare i prezzi per mantenere il volume dei passeggeri non deve passare inosservato, potrebbe significare infatti la fine del boom post-pandemia, almeno in Europa. Le compagnie aeree low cost hanno spazio per adeguare i prezzi e mantenere la clientela, ma nella fascia alta, tra le compagnie aeree con costi più elevati, un calo della domanda significa semplicemente perdite. Questo è ciò che Lufthansa ha annunciato per quest'anno ed è ciò che Air France prevede che accadrà, anche se in questo caso imputa alle Olimpiadi il minor fatturato di 180 milioni di euro che avrà quest'estate. Calo della domanda Lo stesso Michael O'Leary ha spiegato ai media che, da due settimane, si rileva un notevole calo della domanda, per cui si abbassano i prezzi e provocando un calo dei profitti. Si conferma quindi una tendenza del mercato che equivale a confermare che la domanda in Europa ha raggiunto il picco. Dalla fine della pandemia, la domanda è cresciuta fortemente tanto che, non essendoci state possibilità di soddisfarla, i prezzi sono aumentati. Quest'estate ci si aspettava un'esplosione dei prezzi e della domanda finché nell'ultimo mese non si sono accumulati dati negativi. Non vi è alcuna prova che qualcosa di simile stia accadendo in generale nel mondo dell'alloggio, ma l'andamento del trasporto aereo almeno annuncia un rallentamento della crescita dei prezzi e della domanda. [post_title] => Forse è finito l'exploit della domanda post-pandemia nel trasporto aereo [post_date] => 2024-07-24T12:51:18+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => topnews ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Top News ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721825478000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 472153 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sono ben cinque gli indirizzi del gruppo Viva che si possono oggi fregiare del livello tre, Proficient (su cinque), del Wyndham Green Program. Nel solco di un impegno verso la sostenibilità che prosegue ormai da anni, la compagnia italo-caraibica ha infatti intrapreso anche il programma in cinque step del partner commerciale americano. A raggiungere i migliori risultati sono stati quindi, in Repubblica Dominicana, i Viva Dominicus Beach, Dominicus Palace e V Samaná. Da tempo il gruppo spinge infatti l’acceleratore della sostenibilità sull’isola, dove sorge la maggioranza delle proprie strutture, tutte alimentate da energie rinnovabili (nel caso del V Samaná, il 68% del fabbisogno energetico è fornito dal fotovoltaico). In Messico il livello tre è stato assegnato invece ai Viva Maya e Azteca. Nel mese di luglio è arrivato inoltre un nuovo, importante traguardo ambientale in riviera Maya: la foundation for Environmental education México ha assegnato la bandiera Blu alla spiaggia delle due strutture. I processi di analisi sono durati un anno e la certificazione ha validità luglio 2024-giugno 2025. “Crediamo davvero molto nella necessità di proteggere l’ambiente, e in particolare il mare - sottolinea la corporate director marketing and public relations Viva Resorts, Erika Sordo -: da due decadi ci adoperiamo in percorsi che rendano concreta la sostenibilità ambientale e sociale. Passo dopo passo, sposiamo iniziative che aspirano a coinvolgere tutti; i nostri team, le comunità locali dove operiamo, gli ospiti internazionali. Abbiamo la fortuna di vivere in luoghi meravigliosi, che attirano persone da vari continenti; è una responsabilità fare business minimizzando il più possibile l’impatto. Ci piace pensare a una catena circolare, in cui ciascuno riceve e dà”. [post_title] => Prosegue l'impegno eco dei Viva Resorts grazie anche al Wyndham Green Program [post_date] => 2024-07-24T11:22:10+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721820130000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 472128 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => New entry in casa Bzar Hotel&Co che acquisisce la gestione del Metropole Taormina, a sua volta recentemente passato nelle mani di un gruppo di investitori milanesi. Situata in corso Umberto, tra le mura di un palazzo storico risalente al tredicesimo secolo e sede della prima locanda cittadina, la struttura è stata riposizionata nel segmento 5 stelle e offre 25 camere e suite.  Presente pure il ristorante dallo stile mediterraneo Bellevue Bistrot, che sulla terrazza celebra il gusto delle antiche ricette siciliane accompagnando i piatti con note di musica jazz o del resident dj. Il bar diventa invece Rooftop Bellevue by Damiani, grazie a una partnership con la celebre gioielleria piemontese. A completare l'offerta, una piscina vista mare con pool bar per gli aperitivi al tramonto, nonché una spa che occupa la parte più antica dell’hotel. Il gruppo Bzar Hotel & Co è attualmente in fase di forte espansione: tra le ultime new entry, il debutto a Firenze con The Galileo Hotel, 3 stelle da 31 camere, che nasce all’interno di un antico palazzo di tre piani nei pressi del quartiere San Lorenzo. L'attuale pipeline della compagnia comprende inoltre il 4 stelle da 13 chiavi Prassede Palace Hotel di Roma, il 3 stelle da 55 stanze hotel Belvedere di Ostia, un  boutique hotel nei pressi di piazza Navona, sempre nella capitale, e un albergo a Milano. [gallery ids="472137,472138,472139"] [post_title] => Bzar continua a crescere: acquisita la gestione del Metropole di Taormina [post_date] => 2024-07-24T10:48:52+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721818132000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 472123 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Che i conti in casa Carnival stiano tornando a volgere al meglio non lo dimostrano solo i numeri dell'ultima trimestrale. Il più grande gruppo crocieristico al mondo (a cui appartiene anche il brand Costa) è infatti tornato a investire ingenti capitali nella costruzione di nuove navi, come non lo si vedeva fare ormai dall'era pre-Covid. Dopo l'annuncio delle prime due unità in pipeline nel post-pandemia, arriva infatti ora la notizia di un ulteriore accordo, questa volta con Fincantieri, per la costruzione di tre nuove navi alimentate alimentate a gas naturale liquefatto (lng). Con una stazza lorda di circa 230 mila tonnellate saranno ancora una volta dedicate al brand Carnival Cruise Line. Si tratta delle unità più grandi mai costruite da un cantiere italiano, ma anche delle più grandi mai ordinate dal gruppo Usa. Con consegna prevista rispettivamente nel 2029, nel 2031 e nel 2033, saranno dotate di 3 mila cabine per gli ospiti e potranno trasportare quasi 8 mila passeggeri a piena capacità. "Con questo ordine, abbiamo in calendario ben cinque consegne nel 2025, 2027, 2028, 2029, 2031 e 2033 - spiega il ceo di Carnival Corporation, Josh Weinstein -. Stiamo continuando nella nostra strategica di crescita attenta, indirizzando la capacità suppletiva verso le aree con la domanda più consistente al ritmo di una o due navi all'anno". Stando allo stesso Weinstein, l'accordo con Fincantieri garantirebbe a oggi al gruppo un tasso di incremento medio dell'offerta annuo dell'1,5% tra il 2025 e il 2033. "Questo ordine è un balzo in avanti nella nostra strategia di espansione e innovazione, confermando il nostro impegno verso la sostenibilità e l'efficienza energetica", conclude infine l'amministratore delegato e direttore generale di Fincantieri, Pierroberto Folgiero. [post_title] => Carnival spinge sull'acceleratore: ordinate altre tre navi a Fincantieri [post_date] => 2024-07-24T10:22:37+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721816557000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 472061 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_472066" align="alignleft" width="300"] Giovanni Cocco[/caption] Importanti novità in casa Falk Tours, la dmc di casa Falkensteiner che espande la propria presenza europea in Croazia, Polonia e Sud Italia. Si comincia con la Falk Tours Croazia, con sede a Zara, che la dmc gestisce insieme a Boris Zgomba, ceo di Uniline, principale società di destination management per il paese balcanico e l'Europa sud-orientale. Contemporaneamente, è stata fondata anche Falk Tours Polonia, con sede a Kolberg, con Robert Zug, storico direttore commerciale dell'operatore polacco Idea Spa Travel. Falk Tours sta anche acquisendo competenze regionali per l'Italia meridionale: Nino e Franco Caronia e la loro società Norma Vacanze forniranno infatti un'offerta attrattiva per il Sud della Penisola e opereranno da Palermo sotto il marchio Falk Tours Italy South. “Da molti anni collaboriamo con i nostri partner nazionali in uno spirito di fiducia e ora stiamo consolidando queste partnership a lungo termine e su un piano di parità - spiega Andreas Arquin, che gestisce le attività europee con Giovanni Cocco nella nuova holding Falk Tours di Zurigo. Erich Falkensteiner è invece presidente del consiglio di amministrazione e, insieme al fratello Andreas, azionista di maggioranza di Falk Tours. La consolidata Falk Tours & Partner, con sede a Varna in Alto Adige, continuerà a essere responsabile delle attività nel Nord Italia e sarà gestita sempre dagli stessi Arquin e  Cocco. [caption id="attachment_472067" align="alignright" width="300"] Andreas Arquin[/caption] I primi allotment per hotel, campeggi e case mobili dei nuovi mercati dovrebbero essere disponibili per i partner del settore viaggi nelle prossime settimane. “Ci stiamo concentrando su strutture garantite con pieno accesso a prezzi e disponibilità, oltre a collegamenti con i channel manager, e puntiamo ad avere un'ampia rete nelle destinazioni”, aggiunge Cocco. I sei marchi di destinazione per Italia (Nord e Sud), Croazia, Austria, Germania e Polonia rappresentano infatti solo il primo passo di questo ambizioso progetto. “Falk Tours ha totalizzato circa 100 mila prenotazioni nel 2023. Per i nostri rivenditori, vogliamo essere uno sportello unico per tutta l'Europa”, sottolinea Arquin, che è anche alla ricerca di nuovi partner e rivenditori di tour operator in Europa occidentale e settentrionale. Nella sua rinnovata vocazione dmc, Falk Tours sottolinea come ormai detenga solo una quota di minoranza nel tour operator Falk Travel, acquisito all'inizio di quest'anno dal fondatore di Fti, Dietmar Gunz, e dall'imprenditore tecnologico Alexej Boiko. Anche il marchio precedente TraveLeague verrà dismesso. “Falk Travel è ora uno dei tanti importanti tour operator nostri partner”, conclude Cocco, che rivela come, lato tecnologico, la compagnia sia al momento pure al lavoro su un nuovo sistema di prenotazione scalabile.     [post_title] => La dmc di casa Falkensteiner, Falk Tours, si espande in Croazia, Polonia e Sud Italia [post_date] => 2024-07-23T13:04:00+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721739840000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 472048 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Già preannunciata un paio di mesi fa, arriva ora l'ufficializzazione della prima spa Terme di Saturnia esterna al complesso toscano. Con l'apertura ufficiale del friulano Tivoli Portopiccolo Sistiana Wellness Resort & Spa, già in soft opening da qualche tempo, si svelano infatti i primi dettagli della sua area benessere da 3.600 metri quadrati che sarà inaugurata nel corso dell'anno: gli spazi includeranno in particolare otto sale per trattamenti, tra cui una suite spa panoramica per coppie, una grande piscina indoor e outdoor con vista sul mare, nonché saune e bagno turco. Ma la partnership con Terme di Saturnia non è l'unica novità per il resort, che si apre anche alla collaborazione con il beach club internazionale Purobeach. Già operativo, il club di Portopiccolo comprende una selezione di aree lounge: una presso la piscina vicina al ristorante e al bar, con  lettini e la musica dei dj set di Puro music; presenti pure due terrazze con piscine a sfioro, morbidi lettini bianchi e un chiringuito per spuntini e cocktail; e ancora, una spiaggia di ciottoli bianchi con pontili che sporgono sull'acqua; infine, l'area della spiaggia verde, perfetta per le famiglie, con la sua piscina e i suoi lettini in riva al mare. L'offerta gastronomica presenta un menu di ispirazione etnica delle 3M (Melbourne, Marrakech e Miami), con poke di salmone, nachos con guacamole e il Puro sandwich Club, insieme a sapori locali come pasta, risotto, pesce fresco e frutti di mare. Il ristorante è aperto a pranzo e a cena. Tivoli Portopiccolo Sistiana offre 58 camere, di cui 20 suite, oltre a 30 appartamenti. Collocato nell’edificio principale dell’hotel su una terrazza con vista sul porto turistico, il ristorante Ocyan presenta una cucina gourmet mediterranea. L'Azur Lounge Bar serve spuntini e pranzi leggeri come insalate e panini, ceviche, tartare, pasta o frittura di pesce locale. La terrazza del bar è infine perfetta per aperitivi glamour al tramonto con vista panoramica sulla marina e sul mare. [gallery ids="472057,472058,472059"] [post_title] => Il Tivoli Portopiccolo ufficializza le partnership con Terme di Saturnia e i club Purobeach [post_date] => 2024-07-23T12:34:47+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721738087000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 472028 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Continuano le proteste anti-turismo a Palma de Mallorca. Domenica erano 25 mila nelle strade a reclamare meno turisti e più case per la popolazione. Meno ubriachi per le strade, meno chiasso. Insomma meno tutto. Per carità non si può dire che abbiano torto. Le destinazione che sono diventate di massa vivono durante l'estate una sorta di trauma. Una forma di lotta continua, un disagio evidente. Naturalmente se la prendiamo esclusivamente dal punto di vista economico, queste proteste sono un danno. Perché creano una frattura fra la domanda e l'offerta. E quindi fanno da cuneo fra i due contendenti. Ma se la vediamo dal punto della Sostenibilità (lo scrivo con la maiuscola per tutte le aziende di turismo parlano a gran voce di Sostenibilità, ma non si accorgono che poi la Sostenibilità delle destinazioni è messa a dura prova), allora il quadro è oscurato, il calcolo non torna. Sostenibilità I residenti hanno un motivo per protestare e il motivo è la Sostenibilità di un luogo rispetto a centinaia di migliaia di persone che si riversano su quel luogo in poche settimane. Travolgendo ogni uso e ogni costume sempre di quel luogo e quindi rendendo quel posto più affollato, meno ecologico, più inquinato, e quindi meno vivibile. Ora c'è da dire che il turismo è una forma mondiale che rappresenta il 10% del Pil mondiale. Cercare di fermare o di attenuare un fenomeno del genere è molto complicato. Si dovrebbe allora intervenire cercando di deflazionare alcune mete e di spostare verso altre destinazioni queste masse innumerevoli che assediano sempre le stesse località. L'impresa è difficile. Il costo è alto. Non so. Giuseppe Aloe   [post_title] => Ancora proteste anti-turismo a Palma (25 mila persone). Chi ha ragione e chi no [post_date] => 2024-07-23T11:26:53+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721734013000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 472016 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' stata ancora una volta stampata in 17 mila copie la guida in cinque lingue e 120 pagine sulla Costa degli Dei, che torna questa estate per  la sua quindicesima edizione. Terza volta invece per il volume sulla Costa Viola: 10 mila copie per 80 pagine in tre lingue. "È in periodi come questi che si misurano le forze e le capacità di resistenza delle destinazioni di vacanza", spiegano i responsabili della rivista calabrese. Il riferimento è agli effetti delle varie crisi politiche (ucraina e israeliana su tutte) ed economiche (inflazione e perdita del potere di acquisto) e alla concorrenza sempre più spietata tra le località turistiche (nazionali e non), ma anche al fallimento del colosso turistico tedesco Fti, che ha cancellato di punto in bianco decine di migliaia di turisti d’oltralpe. "La comunicazione generale (e d’insieme) dell’offerta turistica di un determinato luogo è quindi fondamentale, soprattutto quando la competizione si fa più dura. È in quest’ottica che i prodotti cartacei e digitali Pronto Estate si inseriscono nella stagione estiva 2024 dei territori della Costa degli Dei e dalla Costa Viola: per ribadire ancora una volta che il turista può trovare in loco una variegata gamma di offerte e servizi che gli permetteranno di trascorrere al meglio la propria vacanza (e di suggerirla poi ai suoi conoscenti)". Nel dettaglio, all'interno della guida Costa degli Dei sono state confermate le sezioni informative principali: dalle mappe sempre aggiornate e presentate con una veste grafica elegante e di facile comprensione, alle sezioni dedicate alle dieci cose che il turista deve fare assolutamente. E poi i migliori piatti da assaggiare, gli sport da praticare, i souvenir da acquistare e le attività per famiglie e bambini. E ancora escursioni, aziende, spiagge, luoghi e informazioni utili. Anche per il 2024, nella sezione Experiences sono inoltre descritte le attività dove il semplice fare qualcosa vuole trasformarsi in una esperienza di vita. Per quanto riguarda la Costa Viola confermate anche qui le mappe 3d, le varie top10, i posti da visitare, le escursioni, il food, le spiagge, la sezione Experiences, a cui si aggiunge la novità del focus sulla città metropolitana di Reggio Calabria. Ma Pronto Estate è pure un portale web, che richiama il nome della guida cartacea ed è realizzato con una struttura html5 in grado di renderlo mobile e responsive: un portale dinamico, dunque, che consente di pianificare una vacanza a 360 gradi. Il sito, raggiungibile all’indirizzo www.prontoestate.it, può essere considerato un’evoluzione della guida turistica cartacea. "La nostra vision - concludono i responsabili della rivisti - si rispecchia nella capacità di attivare una vera e propria rete virtuale tra sponsor, privati e pubblici, collaboratori, lettori, sostenitori, enti e associazioni, che attraverso la guida e i social network contribuiscono a far conoscere al turista-viaggiatore le bellezze calabresi, sotto tutti i punti di vista". [post_title] => Le guide Pronto Estate 2024: uno strumento di resilienza della destinazione Calabria [post_date] => 2024-07-23T11:05:40+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721732740000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "torna il cash back firmato etnia travel concept" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":43,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":2327,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"472032","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nei weekend dal 14 al 29 settembre 2024 torna l’edizione d’Autunno di “Ville Aperte in Brianza”, ancora più ricca di proposte, sorprese, nuove esperienze artistiche, coinvolgendo oltre 180 beni, 85 partner (tra pubblici e privati) e 5 province lombarde: Monza e Brianza, Città Metropolitana di Milano, Lecco, Como e Varese.\r\n\r\n“Trame di bellezza” è il leit motiv di quest’anno: protagoniste non solo le “ville di delizia” - le dimore di pregio costruite dal XVI al XIX secolo dalle famiglie nobiliari milanesi che in Brianza trascorrevano periodi di vacanza dedicandosi ad attività di svago - ma anche tutto quanto le circonda, musei, edifici religiosi, vie d’acqua, parchi, autentiche opere d’arte industriali, piccoli borghi e tanti altri siti culturali ricchi di bellezze nascoste.\r\n\r\n Molteplici gli eventi proposti nell’edizione autunnale.  Come “700 Marco Polo”: in occasione delle celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Marco Polo, la Provincia MB promuove attività dedicate ai temi della scoperta, del nuovo, all’incontro con l’Oriente, con laboratori educativi-didattici per bambini e famiglie. Inoltre, speciali visite ed eventi dedicati alle mode e tradizioni della Cina, dallo stile dell’oggettistica e arredo nelle ville di delizia, ma anche al ruolo che ebbe l’importazione del baco da seta nell’attività contadina nel territorio brianzolo. Proposti anche speciali itinerari tra storia, natura e arte tra le ville di delizia a cura delle associazioni di guide turistiche abilitate.\r\n\r\nCon l’Associazione Cammino di Sant’Agostino si percorrerà una tratta lecchese del “Fiore della Rosa”, parte dell’intero Cammino; inoltre, un itinerario in bicicletta permetterà di ammirare la bellezza dei paesaggi lacustri e della biodiversità, “vedute” che saranno esposte in una mostra dedicata ai paesaggi dipinti dai coniugi Federico e Carolina Lose nel corso di un viaggio in Brianza nei primi dell’Ottocento.\r\n\r\n“Ville aperte in Brianza” è anche ville accessibili e sarà riproposto il progetto Senso Comune dove a fare da guide saranno alcune persone diversamente abili, che illustreranno le bellezze di ville e palazzi. Infine, l’edizione autunnale vedrà ancora una volta la collaborazione con il “Festival del Parco di Monza” con una serie di iniziative dedicate all’ecosostenibilità, all’architettura del paesaggio, insieme a visite guidate alle ville di delizia all’interno del Parco, itinerari storici dalla città al parco e itinerari naturalistici, insieme ad attività per bambini per sensibilizzarli alla tutela dell’ambiente\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n                                                     \r\n\r\n­\r\n\r\n­\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Ville aperte in Brianza, dal 14 al 29 settembre itinerari speciali e spettacoli a tema","post_date":"2024-07-24T20:24:16+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1721852656000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"472184","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'annuncio di Ryanair di aver dovuto abbassare i prezzi per mantenere il volume dei passeggeri non deve passare inosservato, potrebbe significare infatti la fine del boom post-pandemia, almeno in Europa.\r\n\r\nLe compagnie aeree low cost hanno spazio per adeguare i prezzi e mantenere la clientela, ma nella fascia alta, tra le compagnie aeree con costi più elevati, un calo della domanda significa semplicemente perdite. Questo è ciò che Lufthansa ha annunciato per quest'anno ed è ciò che Air France prevede che accadrà, anche se in questo caso imputa alle Olimpiadi il minor fatturato di 180 milioni di euro che avrà quest'estate.\r\nCalo della domanda\r\nLo stesso Michael O'Leary ha spiegato ai media che, da due settimane, si rileva un notevole calo della domanda, per cui si abbassano i prezzi e provocando un calo dei profitti. Si conferma quindi una tendenza del mercato che equivale a confermare che la domanda in Europa ha raggiunto il picco.\r\n\r\nDalla fine della pandemia, la domanda è cresciuta fortemente tanto che, non essendoci state possibilità di soddisfarla, i prezzi sono aumentati. Quest'estate ci si aspettava un'esplosione dei prezzi e della domanda finché nell'ultimo mese non si sono accumulati dati negativi.\r\n\r\nNon vi è alcuna prova che qualcosa di simile stia accadendo in generale nel mondo dell'alloggio, ma l'andamento del trasporto aereo almeno annuncia un rallentamento della crescita dei prezzi e della domanda.","post_title":"Forse è finito l'exploit della domanda post-pandemia nel trasporto aereo","post_date":"2024-07-24T12:51:18+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":["topnews"],"post_tag_name":["Top News"]},"sort":[1721825478000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"472153","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sono ben cinque gli indirizzi del gruppo Viva che si possono oggi fregiare del livello tre, Proficient (su cinque), del Wyndham Green Program. Nel solco di un impegno verso la sostenibilità che prosegue ormai da anni, la compagnia italo-caraibica ha infatti intrapreso anche il programma in cinque step del partner commerciale americano.\r\n\r\nA raggiungere i migliori risultati sono stati quindi, in Repubblica Dominicana, i Viva Dominicus Beach, Dominicus Palace e V Samaná. Da tempo il gruppo spinge infatti l’acceleratore della sostenibilità sull’isola, dove sorge la maggioranza delle proprie strutture, tutte alimentate da energie rinnovabili (nel caso del V Samaná, il 68% del fabbisogno energetico è fornito dal fotovoltaico).\r\n\r\nIn Messico il livello tre è stato assegnato invece ai Viva Maya e Azteca. Nel mese di luglio è arrivato inoltre un nuovo, importante traguardo ambientale in riviera Maya: la foundation for Environmental education México ha assegnato la bandiera Blu alla spiaggia delle due strutture. I processi di analisi sono durati un anno e la certificazione ha validità luglio 2024-giugno 2025.\r\n\r\n“Crediamo davvero molto nella necessità di proteggere l’ambiente, e in particolare il mare - sottolinea la corporate director marketing and public relations Viva Resorts, Erika Sordo -: da due decadi ci adoperiamo in percorsi che rendano concreta la sostenibilità ambientale e sociale. Passo dopo passo, sposiamo iniziative che aspirano a coinvolgere tutti; i nostri team, le comunità locali dove operiamo, gli ospiti internazionali. Abbiamo la fortuna di vivere in luoghi meravigliosi, che attirano persone da vari continenti; è una responsabilità fare business minimizzando il più possibile l’impatto. Ci piace pensare a una catena circolare, in cui ciascuno riceve e dà”.","post_title":"Prosegue l'impegno eco dei Viva Resorts grazie anche al Wyndham Green Program","post_date":"2024-07-24T11:22:10+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1721820130000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"472128","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"New entry in casa Bzar Hotel&Co che acquisisce la gestione del Metropole Taormina, a sua volta recentemente passato nelle mani di un gruppo di investitori milanesi. Situata in corso Umberto, tra le mura di un palazzo storico risalente al tredicesimo secolo e sede della prima locanda cittadina, la struttura è stata riposizionata nel segmento 5 stelle e offre 25 camere e suite. \r\n\r\nPresente pure il ristorante dallo stile mediterraneo Bellevue Bistrot, che sulla terrazza celebra il gusto delle antiche ricette siciliane accompagnando i piatti con note di musica jazz o del resident dj. Il bar diventa invece Rooftop Bellevue by Damiani, grazie a una partnership con la celebre gioielleria piemontese. A completare l'offerta, una piscina vista mare con pool bar per gli aperitivi al tramonto, nonché una spa che occupa la parte più antica dell’hotel.\r\n\r\nIl gruppo Bzar Hotel & Co è attualmente in fase di forte espansione: tra le ultime new entry, il debutto a Firenze con The Galileo Hotel, 3 stelle da 31 camere, che nasce all’interno di un antico palazzo di tre piani nei pressi del quartiere San Lorenzo. L'attuale pipeline della compagnia comprende inoltre il 4 stelle da 13 chiavi Prassede Palace Hotel di Roma, il 3 stelle da 55 stanze hotel Belvedere di Ostia, un  boutique hotel nei pressi di piazza Navona, sempre nella capitale, e un albergo a Milano.\r\n\r\n[gallery ids=\"472137,472138,472139\"]","post_title":"Bzar continua a crescere: acquisita la gestione del Metropole di Taormina","post_date":"2024-07-24T10:48:52+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1721818132000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"472123","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Che i conti in casa Carnival stiano tornando a volgere al meglio non lo dimostrano solo i numeri dell'ultima trimestrale. Il più grande gruppo crocieristico al mondo (a cui appartiene anche il brand Costa) è infatti tornato a investire ingenti capitali nella costruzione di nuove navi, come non lo si vedeva fare ormai dall'era pre-Covid. Dopo l'annuncio delle prime due unità in pipeline nel post-pandemia, arriva infatti ora la notizia di un ulteriore accordo, questa volta con Fincantieri, per la costruzione di tre nuove navi alimentate alimentate a gas naturale liquefatto (lng).\r\n\r\nCon una stazza lorda di circa 230 mila tonnellate saranno ancora una volta dedicate al brand Carnival Cruise Line. Si tratta delle unità più grandi mai costruite da un cantiere italiano, ma anche delle più grandi mai ordinate dal gruppo Usa. Con consegna prevista rispettivamente nel 2029, nel 2031 e nel 2033, saranno dotate di 3 mila cabine per gli ospiti e potranno trasportare quasi 8 mila passeggeri a piena capacità.\r\n\r\n\"Con questo ordine, abbiamo in calendario ben cinque consegne nel 2025, 2027, 2028, 2029, 2031 e 2033 - spiega il ceo di Carnival Corporation, Josh Weinstein -. Stiamo continuando nella nostra strategica di crescita attenta, indirizzando la capacità suppletiva verso le aree con la domanda più consistente al ritmo di una o due navi all'anno\". Stando allo stesso Weinstein, l'accordo con Fincantieri garantirebbe a oggi al gruppo un tasso di incremento medio dell'offerta annuo dell'1,5% tra il 2025 e il 2033.\r\n\r\n\"Questo ordine è un balzo in avanti nella nostra strategia di espansione e innovazione, confermando il nostro impegno verso la sostenibilità e l'efficienza energetica\", conclude infine l'amministratore delegato e direttore generale di Fincantieri, Pierroberto Folgiero.","post_title":"Carnival spinge sull'acceleratore: ordinate altre tre navi a Fincantieri","post_date":"2024-07-24T10:22:37+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1721816557000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"472061","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_472066\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Giovanni Cocco[/caption]\r\n\r\nImportanti novità in casa Falk Tours, la dmc di casa Falkensteiner che espande la propria presenza europea in Croazia, Polonia e Sud Italia. Si comincia con la Falk Tours Croazia, con sede a Zara, che la dmc gestisce insieme a Boris Zgomba, ceo di Uniline, principale società di destination management per il paese balcanico e l'Europa sud-orientale. Contemporaneamente, è stata fondata anche Falk Tours Polonia, con sede a Kolberg, con Robert Zug, storico direttore commerciale dell'operatore polacco Idea Spa Travel. Falk Tours sta anche acquisendo competenze regionali per l'Italia meridionale: Nino e Franco Caronia e la loro società Norma Vacanze forniranno infatti un'offerta attrattiva per il Sud della Penisola e opereranno da Palermo sotto il marchio Falk Tours Italy South.\r\n\r\n“Da molti anni collaboriamo con i nostri partner nazionali in uno spirito di fiducia e ora stiamo consolidando queste partnership a lungo termine e su un piano di parità - spiega Andreas Arquin, che gestisce le attività europee con Giovanni Cocco nella nuova holding Falk Tours di Zurigo. Erich Falkensteiner è invece presidente del consiglio di amministrazione e, insieme al fratello Andreas, azionista di maggioranza di Falk Tours. La consolidata Falk Tours & Partner, con sede a Varna in Alto Adige, continuerà a essere responsabile delle attività nel Nord Italia e sarà gestita sempre dagli stessi Arquin e  Cocco.\r\n\r\n[caption id=\"attachment_472067\" align=\"alignright\" width=\"300\"] Andreas Arquin[/caption]\r\n\r\nI primi allotment per hotel, campeggi e case mobili dei nuovi mercati dovrebbero essere disponibili per i partner del settore viaggi nelle prossime settimane. “Ci stiamo concentrando su strutture garantite con pieno accesso a prezzi e disponibilità, oltre a collegamenti con i channel manager, e puntiamo ad avere un'ampia rete nelle destinazioni”, aggiunge Cocco. I sei marchi di destinazione per Italia (Nord e Sud), Croazia, Austria, Germania e Polonia rappresentano infatti solo il primo passo di questo ambizioso progetto. “Falk Tours ha totalizzato circa 100 mila prenotazioni nel 2023. Per i nostri rivenditori, vogliamo essere uno sportello unico per tutta l'Europa”, sottolinea Arquin, che è anche alla ricerca di nuovi partner e rivenditori di tour operator in Europa occidentale e settentrionale.\r\n\r\nNella sua rinnovata vocazione dmc, Falk Tours sottolinea come ormai detenga solo una quota di minoranza nel tour operator Falk Travel, acquisito all'inizio di quest'anno dal fondatore di Fti, Dietmar Gunz, e dall'imprenditore tecnologico Alexej Boiko. Anche il marchio precedente TraveLeague verrà dismesso. “Falk Travel è ora uno dei tanti importanti tour operator nostri partner”, conclude Cocco, che rivela come, lato tecnologico, la compagnia sia al momento pure al lavoro su un nuovo sistema di prenotazione scalabile.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"La dmc di casa Falkensteiner, Falk Tours, si espande in Croazia, Polonia e Sud Italia","post_date":"2024-07-23T13:04:00+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1721739840000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"472048","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Già preannunciata un paio di mesi fa, arriva ora l'ufficializzazione della prima spa Terme di Saturnia esterna al complesso toscano. Con l'apertura ufficiale del friulano Tivoli Portopiccolo Sistiana Wellness Resort & Spa, già in soft opening da qualche tempo, si svelano infatti i primi dettagli della sua area benessere da 3.600 metri quadrati che sarà inaugurata nel corso dell'anno: gli spazi includeranno in particolare otto sale per trattamenti, tra cui una suite spa panoramica per coppie, una grande piscina indoor e outdoor con vista sul mare, nonché saune e bagno turco.\r\n\r\nMa la partnership con Terme di Saturnia non è l'unica novità per il resort, che si apre anche alla collaborazione con il beach club internazionale Purobeach. Già operativo, il club di Portopiccolo comprende una selezione di aree lounge: una presso la piscina vicina al ristorante e al bar, con  lettini e la musica dei dj set di Puro music; presenti pure due terrazze con piscine a sfioro, morbidi lettini bianchi e un chiringuito per spuntini e cocktail; e ancora, una spiaggia di ciottoli bianchi con pontili che sporgono sull'acqua; infine, l'area della spiaggia verde, perfetta per le famiglie, con la sua piscina e i suoi lettini in riva al mare. L'offerta gastronomica presenta un menu di ispirazione etnica delle 3M (Melbourne, Marrakech e Miami), con poke di salmone, nachos con guacamole e il Puro sandwich Club, insieme a sapori locali come pasta, risotto, pesce fresco e frutti di mare. Il ristorante è aperto a pranzo e a cena.\r\n\r\nTivoli Portopiccolo Sistiana offre 58 camere, di cui 20 suite, oltre a 30 appartamenti. Collocato nell’edificio principale dell’hotel su una terrazza con vista sul porto turistico, il ristorante Ocyan presenta una cucina gourmet mediterranea. L'Azur Lounge Bar serve spuntini e pranzi leggeri come insalate e panini, ceviche, tartare, pasta o frittura di pesce locale. La terrazza del bar è infine perfetta per aperitivi glamour al tramonto con vista panoramica sulla marina e sul mare.\r\n\r\n[gallery ids=\"472057,472058,472059\"]","post_title":"Il Tivoli Portopiccolo ufficializza le partnership con Terme di Saturnia e i club Purobeach","post_date":"2024-07-23T12:34:47+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1721738087000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"472028","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Continuano le proteste anti-turismo a Palma de Mallorca. Domenica erano 25 mila nelle strade a reclamare meno turisti e più case per la popolazione. Meno ubriachi per le strade, meno chiasso. Insomma meno tutto. Per carità non si può dire che abbiano torto. Le destinazione che sono diventate di massa vivono durante l'estate una sorta di trauma. Una forma di lotta continua, un disagio evidente.\r\n\r\nNaturalmente se la prendiamo esclusivamente dal punto di vista economico, queste proteste sono un danno. Perché creano una frattura fra la domanda e l'offerta. E quindi fanno da cuneo fra i due contendenti. Ma se la vediamo dal punto della Sostenibilità (lo scrivo con la maiuscola per tutte le aziende di turismo parlano a gran voce di Sostenibilità, ma non si accorgono che poi la Sostenibilità delle destinazioni è messa a dura prova), allora il quadro è oscurato, il calcolo non torna.\r\nSostenibilità\r\nI residenti hanno un motivo per protestare e il motivo è la Sostenibilità di un luogo rispetto a centinaia di migliaia di persone che si riversano su quel luogo in poche settimane. Travolgendo ogni uso e ogni costume sempre di quel luogo e quindi rendendo quel posto più affollato, meno ecologico, più inquinato, e quindi meno vivibile.\r\n\r\nOra c'è da dire che il turismo è una forma mondiale che rappresenta il 10% del Pil mondiale. Cercare di fermare o di attenuare un fenomeno del genere è molto complicato. Si dovrebbe allora intervenire cercando di deflazionare alcune mete e di spostare verso altre destinazioni queste masse innumerevoli che assediano sempre le stesse località.\r\n\r\nL'impresa è difficile. Il costo è alto. Non so.\r\n\r\nGiuseppe Aloe\r\n\r\n ","post_title":"Ancora proteste anti-turismo a Palma (25 mila persone). Chi ha ragione e chi no","post_date":"2024-07-23T11:26:53+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1721734013000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"472016","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' stata ancora una volta stampata in 17 mila copie la guida in cinque lingue e 120 pagine sulla Costa degli Dei, che torna questa estate per  la sua quindicesima edizione. Terza volta invece per il volume sulla Costa Viola: 10 mila copie per 80 pagine in tre lingue. \"È in periodi come questi che si misurano le forze e le capacità di resistenza delle destinazioni di vacanza\", spiegano i responsabili della rivista calabrese. Il riferimento è agli effetti delle varie crisi politiche (ucraina e israeliana su tutte) ed economiche (inflazione e perdita del potere di acquisto) e alla concorrenza sempre più spietata tra le località turistiche (nazionali e non), ma anche al fallimento del colosso turistico tedesco Fti, che ha cancellato di punto in bianco decine di migliaia di turisti d’oltralpe.\r\n\r\n\"La comunicazione generale (e d’insieme) dell’offerta turistica di un determinato luogo è quindi fondamentale, soprattutto quando la competizione si fa più dura. È in quest’ottica che i prodotti cartacei e digitali Pronto Estate si inseriscono nella stagione estiva 2024 dei territori della Costa degli Dei e dalla Costa Viola: per ribadire ancora una volta che il turista può trovare in loco una variegata gamma di offerte e servizi che gli permetteranno di trascorrere al meglio la propria vacanza (e di suggerirla poi ai suoi conoscenti)\".\r\n\r\nNel dettaglio, all'interno della guida Costa degli Dei sono state confermate le sezioni informative principali: dalle mappe sempre aggiornate e presentate con una veste grafica elegante e di facile comprensione, alle sezioni dedicate alle dieci cose che il turista deve fare assolutamente. E poi i migliori piatti da assaggiare, gli sport da praticare, i souvenir da acquistare e le attività per famiglie e bambini. E ancora escursioni, aziende, spiagge, luoghi e informazioni utili. Anche per il 2024, nella sezione Experiences sono inoltre descritte le attività dove il semplice fare qualcosa vuole trasformarsi in una esperienza di vita. Per quanto riguarda la Costa Viola confermate anche qui le mappe 3d, le varie top10, i posti da visitare, le escursioni, il food, le spiagge, la sezione Experiences, a cui si aggiunge la novità del focus sulla città metropolitana di Reggio Calabria.\r\n\r\nMa Pronto Estate è pure un portale web, che richiama il nome della guida cartacea ed è realizzato con una struttura html5 in grado di renderlo mobile e responsive: un portale dinamico, dunque, che consente di pianificare una vacanza a 360 gradi. Il sito, raggiungibile all’indirizzo www.prontoestate.it, può essere considerato un’evoluzione della guida turistica cartacea. \"La nostra vision - concludono i responsabili della rivisti - si rispecchia nella capacità di attivare una vera e propria rete virtuale tra sponsor, privati e pubblici, collaboratori, lettori, sostenitori, enti e associazioni, che attraverso la guida e i social network contribuiscono a far conoscere al turista-viaggiatore le bellezze calabresi, sotto tutti i punti di vista\".","post_title":"Le guide Pronto Estate 2024: uno strumento di resilienza della destinazione Calabria","post_date":"2024-07-23T11:05:40+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1721732740000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti