29 January 2023

Press Tours guarda ai Caraibi e cresce ad Oriente

[ 0 ]

rognoni 1Si è concluso un anno positivo per Press Tours, che continua a puntare sulle agenzie di viaggio organizzando eventi di formazione in tutta Italia. Ieri è stata la volta di Roma dove, in collaborazione con Sandals Resorts International, l’operatore ha realizzato una serata di presentazione per adv, durante la quale si è parlato della programmazione Caraibi. «Press Tours conferma il trend positivo di crescita tra il 10-15% annuo – ha spiegato Moreno Rognoni, events & media relations di Press Tours -. Cuba è sempre il nostro cavallo di battaglia, ma con Sandals, Antigua e Giamaica sono le principali isole vendute. Molto rilievo hanno anche i combinati Usa: grazie ad un lungimirante investimento sul personale degli anni scorsi, e alla collaborazione con partner come Sandals, possiamo dire che ora il nostro prodotto Usa e Canada è molto competitivo, con proposte particolari che dimostrano la reale conoscenza della destinazione». Lo scorso anno Press Tours ha trasportato circa 80 mila passeggeri sul lungo raggio, anche grazie alla collaborazione con le agenzie di viaggio. «Questi sono momenti importanti per sottolineare il rapporto esclusivo che abbiamo con le agenzie – ha continuato Rognoni -. Il cliente finale può realizzare il suo preventivo on line, ma alla fine del processo sarà indirizzato nella agenzia di viaggio a lui più vicina, che riceverà il preventivo». Sono 14 i cataloghi di Press Tours in distribuzione nei mesi scorsi, con validità annuale, con la novità dell’Oriente «passato alla stampa dopo un anno di ‘rodaggio’ solo on line».




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438106 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tutte le novità della prossima stagione estiva, i progetti e la filosofia di Ota Viaggi. Sono stati questi i temi affrontati nella conferenza stampa di Ota Viaggi che si è tenuta stamattina a Roma presso Palazzo Ripetta. Un incontro che ha visto Domenico Aprea, ceo, Mario Aprea, cfo, e Massimo Diana, direttore commerciale del to, raccontare a una platea di giornalisti del settore gli obiettivi raggiunti e i piani di sviluppo del prossimo triennio. Un triennio che sarà cruciale per tutta la filiera e per il Mare Italia, su cui la realtà focalizza da anni i suoi impegni, insieme alla destinazione Sardegna a cui riserva un focus importante della sua offerta. “Le prospettive sono buone per chi come noi ha la voglia e la forza di investire - esordisce il ceo Domenico Aprea -. Durante la pandemia molti sono stati i viaggiatori che sono rimasti in Italia, la sfida futura è riuscire a intercettare questa domanda con servizi e prodotti giusti”.  Una delle problematiche principali da affrontare sarà sicuramente l’aumento dei prezzi: “Si tratta della sfida principale - spiega Aprea -, perché la capacità di spesa di oggi non è quella di prima e l’inflazione nel prossimo triennio marcerà forte. Probabilmente il 2024 sarà l’anno più complesso del prossimo triennio, anche se la voglia di viaggiare c’è e si sente”. I numeri e le sfide  Una sfida da affrontare partendo da leve commerciali strategiche e da autorevolezza e solidità del brand ormai consolidati sul mercato.  “Il turismo dal 2020 è ripartito con nuove dinamiche e nuove problematiche - spiega Massimo Diana, direttore commerciale -, è inutile continuare a fare confronti con il periodo prepandemico. Nel 2020 siamo riusciti incredibilmente ad avere 69.424 pax, numeri che ad aprile sembravano impossibili. Nel 2021 abbiamo avuto altri 12 mesi di incognita e abbiamo quasi raddoppiato i numeri (110.683) e questo dato continua a crescere in un 2022 molto difficile: 137.134 passeggeri, nonostante la guerra e la pandemia”.  Nel raffronto tra il 2022 e il 2020, il t.o. ha registrato un incremento di passeggeri di circa il 98%, un aumento di pratiche di circa l'87% e di fatturato di circa il 117%. Risultati di cui andar fieri, ma che sono diretta conseguenza, secondo Diana, di una strategia precisa che il t.o. porta avanti da anni anche sul fronte fornitori e distribuzione.   Gli impegni con la distribuzione “La nostra forza è quella di riuscire a mettere a disposizione delle adv una capacità alberghiera importante - spiega -, utile a garantire loro la possibilità di fare business. Inoltre, scegliamo strutture alberghiere che possano darci esclusiva o disponibilità importanti e su cui attuare policy che coinvolgono il fornitore come un vero e proprio partner”.  In merito al rapporto con la distribuzione, Diana evidenzia che il numero delle agenzie di viaggio che hanno codici attivi e che lavorano con Ota (4.800) è molto vicino al numero degli agenti che hanno lavorato almeno una pratica con il tour operator.  “Nel 2022 il 75% delle agenzie attive ha prodotto fatturato con Ota Viaggi - aggiunge Diana - segno evidente che accogliamo le loro esigenze e riusciamo ad essere vicino alla distribuzione. Per noi il rapporto con le adv e prioritario e non abbiamo nessuna intenzione di seguire il percorso fatto da altri, che hanno deciso di scavalcare l’intermediazione e andare sul al cliente finale".  Le novità di prodotto Sul fronte prodotto, il 2023 continua a vedere la predominanza della stagione Sardegna, seguita da Sicilia e Puglia.  “Arriviamo sul mercato con un catalogo di 72 strutture - spiega Diana -, di cui almeno 40 hanno visto investimenti importanti. Tra le novità, le più importanti riguardano la Sicilia, che vanterà 10 strutture tra cui il Mangia's Club Lipari, il Kamarina Resort e il Falconara resort. La Sardegna continua ad avere la maggior parte della nostra attenzione, ma continuiamo a investire in maniera crescente anche su Sicilia e Puglia”.  Confermate le leve commerciali principali, tra cui il ‘prenota prima’, il ‘pacchetto nave’ e e il 'più volo e trasferimenti', rielaborate per rilanciare l'advance booking. Diana pone l'accento anche sullo strumento chiamato ‘più trasferimenti’ che prevede la possibilità di scegliere un trasporto in intermodalità: “Mettiamo a disposizione del cliente trasferimenti dagli aeroporti o dalle stazioni ferroviarie al nostro villaggio”.  Per valorizzare ulteriormente la fase della vendita in early booking, Ota ha confermato la mancanza di penali sull’eventuale cancellazione dei viaggi prenotati da gennaio a marzo e annullati entro 30 giorni dalla partenza. “Inoltre, confermiamo il ‘blocca la tua vacanza’: un vantaggio che diamo all’agenzia di viaggio, perché il cliente finale può fermare la vacanza con il 10 per cento di anticipo che noi non richiediamo al punto vendita, garantendo un cash flow a chi chiude la prenotazione”.  Tra i progetti a medio e lungo termine del t.o., un rinnovato impegno sul turismo accessibile, grazie a un progetto di analisi e valutazione delle strutture attraverso uan partnership con LPtour, e un’adesione alla filosofia green con la riduzione delle copie catalogo prodotte e inviate in agenzia, cui seguiranno altre forme digitali di proposta basate su Qr code.  Il tour operator sarà inoltre presente ai più importanti appuntamenti del settore, tra cui BIT, BMT e TTG Travel Experience, oltre ai roadshow e ai Travel Open Day del Gruppo Travel. Inoltre, nel mese di maggio, avrà luogo il nuovo appuntamento con "Obiettivo X", probabilmente a Roma. I contratti inviati alle agenzie A partire dalla stagione estiva, nei contratti verrà integrata un'apposita clausola riguardante l'adesione al progetto Adv Overview al quale anche Ota Viaggi ha aderito. La novità è stata illustrata da Mario Aprea, cfo e consigliere di Astoi delegato del progetto Adv Overview: "Abbiamo avuto il regolare mandato per gestire a cura di Astoi la centralizzazione dei dati e delle informazioni necessarie per l'aggiornamento all'interno del portale  dei 3 documenti fondamentali per operare: licenza di esercizio, polizza di responsabilità civile e fondo di garanzia. Parteciperemo a dei webinar per spiegare alle adv l'importanza di questa iniziativa".   [post_title] => Ota Viaggi: tutte le novità del 2023 [post_date] => 2023-01-27T14:37:04+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674830224000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438089 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Volotea amplia il network da Cagliari da dove,  dal 7 aprile, decollerà il volo per Barcellona, mentre dal 27 maggio verranno attivati 2 nuovi collegamenti in esclusiva per Atene e Brindisi. La rotta per Barcellona (con 3 frequenze a settimana nei periodi di più intenso traffico) prevede un’offerta complessiva di oltre 30.200 posti, pari a 168 voli. Le altre 2 tratte avranno entrambe frequenza bisettimanale, con un’offerta di oltre 14.000 posti e circa 80 voli ciascuna. Infine, sempre dal 27 maggio, verrà ripristinato il collegamento dallo scalo cagliaritano alla volta di Ancona, mentre dal 7 aprile sarà riattivata la tratta Cagliari-Torino. Queste novità si affiancheranno ai classici collegamenti Volotea in partenza dal Mameli, per un totale di 16 destinazioni collegate, 7 all’estero e 9 in Italia. Volotea si attesta così come seconda compagnia per numero di collegamenti disponibili a Cagliari e presso lo scalo scende in pista con un totale di 325 mila posti in vendita. “L’apporto di Volotea, che nel 2023 continuerà ad investire su Cagliari, sarà fondamentale per continuare ad ampliare il nostro network, con un importante focus sul segmento internazionale in particolare su Francia, Spagna e Grecia ma anche con le importanti conferme e novità sul segmento domestico” ha commentato David Crognaletti, Chief Commecial Officer di Sogaer, società di gestione dell'aeroporto sardo. [post_title] => Volotea investe su Cagliari con tre novità: Barcellona, Atene e Brindisi [post_date] => 2023-01-27T12:52:22+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674823942000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438079 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si è tenuto presso il Mercato Centrale di Firenze del gruppo Human Company il primo roadshow dedicato alla selezione delle startup che prenderanno parte al progetto Argo: un acceleratore per startup e pmi innovative che sviluppano soluzioni o servizi dedicati a turismo e l’ospitalità. Parte della Rete nazionale acceleratori di Cassa Depositi e Prestiti, Argo è stato lanciato a dicembre da Cdp Venture Capital in collaborazione con il ministero del Turismo. Il programma è gestito da Lventure Group, tra i principali acceleratori di startup in Europa (che co-investe assieme a Cdp Venture Capital nelle imprese selezionate) e VeniSia, l’ecosistema di innovazione sostenibile di Università Ca’ Foscari Venezia. Assieme a Human Company, Argo è sostenuto dai main partner Intesa Sanpaolo e Intesa Sanpaolo Innovation Center mentre la Scuola italiana di ospitalità è il partner tecnico: si tratta di un network specificatamente creato per lo sviluppo di startup specializzate in un mercato, quello del turismo, a maggior potenziale di crescita. Lo scopo del programma è individuare e selezionare le più promettenti startup traveltech italiane o internazionali che intendano aprire una sede operativa sul mercato tricolore. Ogni anno, per i prossimi tre, verranno scelte dieci startup e pmi con prodotti o servizi: queste realtà riceveranno un investimento pre-seed di circa 75 mila euro per un’equity dal 3% all’8%, con possibilità di accedere a successivi finanziamenti post-selezione, tra cui un contributo a fondo perduto di 25 mila euro erogato dal dicastero del Turismo. “Il supporto a tutte quelle startup e pmi che stanno muovendo i primi passi nel settore del turismo, in particolare open-air ma non solo, è una questione di primaria importanza per noi, impegnati come siamo oggi in un importante percorso di digital transformation dell’azienda - spiega il ceo di Human Company, Luca Belenghi -. Crediamo nello sviluppo di un ecosistema di nuove imprese innovative a livello nazionale per la crescita di un turismo sostenibile, in grado di accogliere le sfide di un settore in grande trasformazione: nuove esigenze dei turisti, nuove tecnologie e nuove opportunità. Individuare le soluzioni più innovative in un comparto così centrale per il nostro paese, dal punto di vista sia economico, sia occupazionale, permette infatti a tutti i player di crescere di conseguenza”. La fase di selezione del progetto Argo si svilupperà attraverso tre roadshow: momenti di incontro dedicati in cui verranno approfondite le 30 proposte più interessanti con ulteriori colloqui da parte del team dell’acceleratore. Il primo di questi si è tenuto dunque a Firenze il 25 gennaio; ne seguiranno altri due, rispettivamente il 1° e l’8 febbraio. Solamente 16 startup verranno poi invitate a partecipare al Selection day: l’ultimo step che si terrà il 20 marzo di fronte a un’audience di partner del programma. Il programma permetterà infine alle 10 startup selezionate, a partire da aprile e per i successivi cinque mesi,  di crescere attraverso un percorso di formazione con esperti del settore, nonché di validare il prodotto e il modello di business per il go-to-market. [post_title] => Human Company ha ospitato a Firenze il primo roadshow Argo per le startup del turismo [post_date] => 2023-01-27T11:49:33+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674820173000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438081 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_438082" align="alignleft" width="300"] Carlos Muñoz[/caption] Notizie positive sul fronte del ricettivo. Hotelbeds e NH Hotel Group celebrano il positivo primo anno della loro alleanza. L'associazione ha trainato una crescita delle vendite nel 2022 fino al 69% rispetto a quelle pre-pandemia, con punte del +76% nell'ultimo quadrimestre. Il direttore commerciale del gruppo alberghiero, Carlos Muñoz, evidenzia che "nonostante alcuni venti contrari nel settore nel 2022, il primo anno della nostra associazione con NH è stato un clamoroso successo, con gli ultimi quattro mesi dell'anno particolarmente incoraggianti.”. Un esempio di globalizzazione Da parte sua, il direttore commerciale di NH, Fernando Vives, si è complimentato : "Hotelbeds che ha sostenuto la crescita di NH Group in tutto il mondo, ma soprattutto nelle regioni Asia-Pacifico e Medio Oriente, Africa e India, aiutandoci ad accedere a mercati e segmenti difficili da raggiungere”. L'accordo fornisce ai clienti di Hotelbeds l'accesso alle 355 proprietà di NH Hotel Group in 31 paesi in tutto il mondo come parte del loro status di partnership privilegiata. Ha inoltre fornito al gruppo alberghiero spagnolo l'accesso a 60.000 acquirenti di viaggi con sede in oltre 140 mercati di origine in tutto il mondo, inclusi canali di alto valore come agenzie di viaggio, tour operator, compagnie aeree e programmi di riscatto punti. [post_title] => Hotelbeds e NH Hotel Group: positivo il primo anno [post_date] => 2023-01-27T11:32:36+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674819156000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437994 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuova organizzazione interna per i Grandi Viaggi, che presenta un team di product manager inedito, composto per ben cinque sesti da new entry. "Dopo esserci lasciati alle spalle anni tanti difficili – spiega l’amministratore delegato iGv, Corinne Clementi – era giusto ricominciare da una squadra come questa: con grande professionalità e passione". Gabriella Miranda e Federica Ferrara, l'una pm Australia, Nuova Zelanda e isole del Pacifico, l'altra pm Oriente, vantano una lunga esperienza in Australian Travel (20 anni la prima; 11 la seconda). Insieme hanno gestito la responsabilità proprio del prodotto Australia, Nuova Zelanda e isole del Pacifico. L’ultimo incarico prima di iGv di Daniela Pennati, responsabile Giappone, è stato invece in Master Explorer. Per circa due decadi ha pianificato e organizzato viaggi in massima parte nel Nord America, ma anche nel Sud-Est Asiatico, in Australia e nelle isole del Pacifico. Nadia Maggioni, pm Africa sub-equatoriale, viaggia all’estero da quanto ha 18 anni. Ha cooperato con numerosi tour operator, tra cui Gastaldi, Kuoni, Caleidoscopio e Alidays, con un focus particolare sul segmento del lusso. Anche la responsabile prodotto, programmazione e booking oceano Indiano, Emirati Arabi, Medio Oriente, India e Mediterraneo, Paola Omboni, ha lavorato a lungo lontano dall’Italia, principalmente tra Medio Oriente e oceano Indiano. Si è inoltre occupata di programmazione Africa e Oriente presso vari to e incentive house. Cesare Ferrari, storico pm Nord America, rappresenta infine l'unica figura di continuità del team prodotto: in iGv da oltre 30 anni, da 20 è product manager Nord America. Sul numero di Travel Quotidiano in uscita in occasione del prossimo Tove / Bit, il 12 febbraio, verrà pubblicata un'intervista a più voci dedicata a tutto il team prodotto dei Grandi Viaggi [post_title] => iGv rivoluziona il team prodotto: tutte le new entry del to [post_date] => 2023-01-26T11:43:24+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674733404000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437989 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_437990" align="alignleft" width="300"] Edmund Bartlett ministro del turismo jamaicano[/caption] I crescenti legami tra Jamaica e Sierra Leone segnalano un bisogno da parte di entrambi i paesi di ingrandire i propri bacini d’utenza turistica oltre che alle regioni più tradizionali. E il momento perfetto per buttare reti più grandi, poiché le regioni caraibiche e africane stanno rinnovando e riconfigurando i propri settori turistici a seguito delle massicce interruzioni dovute al Covid-19. La Sierra Leone ha legami storici molto importanti con il Nord America, la popolazione ha molti legami familiari negli Stati Uniti, dove sono note le attrazioni Jamaicane e Caraibiche. Edmund Bartlett ministro del turismo jamaicano afferma : "Con la forte associazione storica e culturale tra Jiamaica e Sierra Leone, è strategico collaborare e rafforzare la nostra cooperazione turistica" e aggiunge : "Entrambi i paesi hanno molto da offrire nel turismo e possiamo capitalizzare su questo per costruire nuove esperienze per i nostri visitatori" Il ministro del turismo Sierraleonense Memunatu Pratt ha recentemente discusso di molti temi con il ministro Bartlett, parlando di connettività aerea, formazione e sviluppo, attività di marketing e promozionali, scambi culturali, diversificazione turistica, crescita e resilienza. Oltre al turismo, la cooperazione Sud-Sud di tecnologia e innovazione dovrebbe essere utile per entrambi gli stati, dato che il dinamismi dell'innovazione africana sta iniziando interessare l'attenzione dei paesi più ricchi dell'occidente. L'operazione di resilienza della Jamaica, insieme a tutti gli stati caraibici, andrá a beneficio di tutte le economie nascenti africane, che si muovono verso l'indipendenza economica. La crescita sostenibile nel turismo e in altri settori dipende fortemente dalla resilienza e dallo spazio fornito per l'innovazione e per lo sviluppo incentrato sulla comunità. "La pandemia è stata l'esempio più tangibile della vulnerabilità del turismo, quindi una delle principali aree di interesse sarà la resilienza e la costruzione della resilienza per garantire il futuro del settore. È fondamentale costruire la capacità nel turismo di resistere e recuperare e tornare più forti per i prossime interruzioni che potremmo incontrare". commenta il ministro Barlett. Entrambi i ministri parteciperanno alla prossima Global Tourism Resilience Conference a Kingston presso la sede regionale dell'Università West Indies' dal 15 al 17 di febbraio 2023. Ulteriori discussioni per finalizzare un memorandum d'intesa tra i due paesi si terranno a margine dell'incontro sul turismo. [post_title] => Intesa per il turismo fra la Jamaica e la Sierra Leone [post_date] => 2023-01-26T11:16:43+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674731803000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437979 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Cresce l'appeal della formula Buy now pay later. A dimostrarlo anche una recente case-history del tour operator online Alla Tours, che nel 2022, nel solco della ripresa generale del turismo, ha registrato un incremento del 43% di pratiche di nuovi clienti rispetto al 2021, crescita su cui Scalapay, società specializzata nella rateizzazione dei pagamenti, ha inciso per il 20%. La penetration media di Scalapay, sul totale delle prenotazioni, si attesta inoltre al 12% con un picco nei mesi di giugno e agosto. La pratica media è aumentata del 9% e, nell’80% dei casi, Scalapay è stato utilizzato sul saldo della vacanza: gli utenti hanno in altre parole bloccato la prenotazione pagando un piccolo acconto all’inizio, pari al 10% del costo del soggiorno. La prima rata è stata addebitata al momento del saldo, le successive due con cadenza mensile. Per quanto riguarda il target, l’80% degli ordini effettuati con Scalapay ha visto protagonista la fascia di età 35-54 anni, seguito al 12% dai clienti compresi in quella 25-34, mentre più distaccato al 6% si attesta il segmento 55-64. “Con la possibilità di dilazionare il pagamento, i clienti hanno scelto soluzioni di fascia più alta, quali, per esempio, camere di categoria superior, con un conseguente aumento dello scontrino medio - spiega il ceo di All Tours, Ciro Di Maso -.  Scalapay si è rivelato uno strumento di marketing molto incisivo: abbiamo riscontrato un incremento di conversione al sito pari al +15% e abbiamo dimezzato le percentuali di carrelli abbondonati. Lo scontrino medio è passato da 1.890 a 2.030 euro”. [post_title] => Case-history All Tours - Scalapay: il Buy now pay later dimezza i carrelli abbandonati [post_date] => 2023-01-26T10:27:36+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674728856000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437971 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'anno migliore di sempre. Il rimbalzo post-pandemia ha fatto particolarmente bene ad ao Hostels, che nel 2022 ha frantumato tutti i propri record storici, registrando 5,55 milioni di pernottamenti totali e un volume d'affari pari a 172 milioni di euro, il migliore di sempre, nonché di 100 milioni superiore ai livelli del 2021. “Abbiamo salutato un 2022 particolarmente dinamico - commenta il ceo del gruppo, Oliver Winter -. C’è stata un’importante crescita a livello di assunzioni, ampi investimenti nella digitalizzazione e sostenibilità, ma anche tanti premi e riconoscimenti che ci hanno dato energia e motivazione per guardare con ottimismo verso l’anno nuovo.” Nel corso dell'anno appena terminato ao Hostels ha in particolare assunto circa 600 nuovi profili, mentre per il prossimo triennio l'intenzione è quella di investire circa 20 milioni di euro in misure volte alla sostenibilità. Solo ad agosto scorso sono stati peraltro impiegati 4 milioni per la riqualificazione energetica dell’ostello a&o Munich Hackerbrücke. Un altro punto da evidenziare per il 2022 è stata l’acquisizione dell’ostello di Berlino Hauptbahnhof, preso in affitto diversi anni fa. Ma i piani di espansione dell’azienda non si fermano: in programma prossimamente ci sono infatti le aperture del primo ostello a Barcellona e del terzo in Italia, per la precisione a Firenze, nella prima parte del 2024. “Stiamo valutando e studiando la possibilità di aprire i nostri ostelli anche a Roma e Milano, oltre che ad Atene, Lisbona, Glasgow e Stoccolma", aggiunge sempre Winter.   [post_title] => Ao Hostels chiude un 2022 da record. Oltre a Firenze (2024) ora si punta anche su Milano e Roma [post_date] => 2023-01-26T09:52:12+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674726732000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437925 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => A partire dall'inizio del 2023, Finnair implementerà gradualmente la continuità dei prezzi nei canali di vendita attraverso Finnair.com e l'App mobile Finnair, nonché i canali Ndc per gli agenti partner. Ciò si traduce in prezzi più competitivi sui canali moderni rispetto a quelli offerti con il precedente sistema Edifact. Inoltre, nell’ottica di accelerare ulteriormente la trasformazione tecnologica del vettore, eliminerà gli itinerari nazionali finlandesi dalla distribuzione Edifact. I voli nazionali saranno disponibili ai clienti da maggio sui canali diretti della compagnia e nei punti vendita abilitati Ndc di Finnair. Questi cambiamenti non influiscono sui viaggi intercontinentali che partono dalla Finlandia verso un altro Paese o sulle rotte che partono all’estero per la Finlandia. Afferma Jenni Suomela, vice president, global sales and channel management del vettore. "Invitiamo i nostri partner b2b a unirsi a questo viaggio, cosicché i nostri clienti possano usufruire di questi vantaggi e siamo pronti a sostenere e aiutare i nostri partner in questa trasformazione". Digitalizzazione Questi cambiamenti sono fondamentali nel percorso dell'azienda verso la modernizzazione dei canali di vendita. Nel settembre 2021, infatti, l'aviolinea ha annunciato di voler adottare una distribuzione digitale entro la fine del 2025, eliminando gradualmente lo standard Edifact utilizzato finora. Dopo aver investito per anni nei canali diretti e nell'Ndc, Finnair aspira a passare alla distribuzione digitale moderna. Nel dicembre 2022, la compagnia ha annunciato un investimento informatico a lungo termine per rafforzare le capacità di vendita al dettaglio attraverso una gestione delle offerte e degli ordini all’avanguardia. Lo scorso anno, inoltre, Finnair ha introdotto il supplemento Edifact per le rotte dall’Europa, in diversi mercati dell'Asia (viaggi in partenza da Hong Kong, India, Giappone, Corea, Singapore, Thailandia e mercati offline) ma anche del Medio Oriente (viaggi che partono da Israele, Qatar ed Emirati Arabi Uniti) e ha rimosso il marchio Finnair Light da Edifact. [post_title] => Finnair rafforza gradualmente le nuove modalità di vendita [post_date] => 2023-01-25T12:10:14+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674648614000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "press tour guarda ai caraibi cresce ad oriente" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":73,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":2193,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438106","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Tutte le novità della prossima stagione estiva, i progetti e la filosofia di Ota Viaggi. Sono stati questi i temi affrontati nella conferenza stampa di Ota Viaggi che si è tenuta stamattina a Roma presso Palazzo Ripetta.\r\n\r\nUn incontro che ha visto Domenico Aprea, ceo, Mario Aprea, cfo, e Massimo Diana, direttore commerciale del to, raccontare a una platea di giornalisti del settore gli obiettivi raggiunti e i piani di sviluppo del prossimo triennio.\r\n\r\nUn triennio che sarà cruciale per tutta la filiera e per il Mare Italia, su cui la realtà focalizza da anni i suoi impegni, insieme alla destinazione Sardegna a cui riserva un focus importante della sua offerta.\r\n\r\n“Le prospettive sono buone per chi come noi ha la voglia e la forza di investire - esordisce il ceo Domenico Aprea -. Durante la pandemia molti sono stati i viaggiatori che sono rimasti in Italia, la sfida futura è riuscire a intercettare questa domanda con servizi e prodotti giusti”. \r\n\r\nUna delle problematiche principali da affrontare sarà sicuramente l’aumento dei prezzi: “Si tratta della sfida principale - spiega Aprea -, perché la capacità di spesa di oggi non è quella di prima e l’inflazione nel prossimo triennio marcerà forte. Probabilmente il 2024 sarà l’anno più complesso del prossimo triennio, anche se la voglia di viaggiare c’è e si sente”.\r\n\r\nI numeri e le sfide \r\n\r\nUna sfida da affrontare partendo da leve commerciali strategiche e da autorevolezza e solidità del brand ormai consolidati sul mercato. \r\n\r\n“Il turismo dal 2020 è ripartito con nuove dinamiche e nuove problematiche - spiega Massimo Diana, direttore commerciale -, è inutile continuare a fare confronti con il periodo prepandemico. Nel 2020 siamo riusciti incredibilmente ad avere 69.424 pax, numeri che ad aprile sembravano impossibili. Nel 2021 abbiamo avuto altri 12 mesi di incognita e abbiamo quasi raddoppiato i numeri (110.683) e questo dato continua a crescere in un 2022 molto difficile: 137.134 passeggeri, nonostante la guerra e la pandemia”. \r\n\r\nNel raffronto tra il 2022 e il 2020, il t.o. ha registrato un incremento di passeggeri di circa il 98%, un aumento di pratiche di circa l'87% e di fatturato di circa il 117%. Risultati di cui andar fieri, ma che sono diretta conseguenza, secondo Diana, di una strategia precisa che il t.o. porta avanti da anni anche sul fronte fornitori e distribuzione.  \r\n\r\n\r\n\r\nGli impegni con la distribuzione\r\n\r\n“La nostra forza è quella di riuscire a mettere a disposizione delle adv una capacità alberghiera importante - spiega -, utile a garantire loro la possibilità di fare business. Inoltre, scegliamo strutture alberghiere che possano darci esclusiva o disponibilità importanti e su cui attuare policy che coinvolgono il fornitore come un vero e proprio partner”. \r\n\r\nIn merito al rapporto con la distribuzione, Diana evidenzia che il numero delle agenzie di viaggio che hanno codici attivi e che lavorano con Ota (4.800) è molto vicino al numero degli agenti che hanno lavorato almeno una pratica con il tour operator.  “Nel 2022 il 75% delle agenzie attive ha prodotto fatturato con Ota Viaggi - aggiunge Diana - segno evidente che accogliamo le loro esigenze e riusciamo ad essere vicino alla distribuzione. Per noi il rapporto con le adv e prioritario e non abbiamo nessuna intenzione di seguire il percorso fatto da altri, che hanno deciso di scavalcare l’intermediazione e andare sul al cliente finale\". \r\n\r\nLe novità di prodotto\r\n\r\nSul fronte prodotto, il 2023 continua a vedere la predominanza della stagione Sardegna, seguita da Sicilia e Puglia.\r\n\r\n “Arriviamo sul mercato con un catalogo di 72 strutture - spiega Diana -, di cui almeno 40 hanno visto investimenti importanti. \r\n\r\nTra le novità, le più importanti riguardano la Sicilia, che vanterà 10 strutture tra cui il Mangia's Club Lipari, il Kamarina Resort e il Falconara resort. La Sardegna continua ad avere la maggior parte della nostra attenzione, ma continuiamo a investire in maniera crescente anche su Sicilia e Puglia”. \r\n\r\nConfermate le leve commerciali principali, tra cui il ‘prenota prima’, il ‘pacchetto nave’ e e il 'più volo e trasferimenti', rielaborate per rilanciare l'advance booking. Diana pone l'accento anche sullo strumento chiamato ‘più trasferimenti’ che prevede la possibilità di scegliere un trasporto in intermodalità: “Mettiamo a disposizione del cliente trasferimenti dagli aeroporti o dalle stazioni ferroviarie al nostro villaggio”. \r\n\r\nPer valorizzare ulteriormente la fase della vendita in early booking, Ota ha confermato la mancanza di penali sull’eventuale cancellazione dei viaggi prenotati da gennaio a marzo e annullati entro 30 giorni dalla partenza. “Inoltre, confermiamo il ‘blocca la tua vacanza’: un vantaggio che diamo all’agenzia di viaggio, perché il cliente finale può fermare la vacanza con il 10 per cento di anticipo che noi non richiediamo al punto vendita, garantendo un cash flow a chi chiude la prenotazione”. \r\n\r\nTra i progetti a medio e lungo termine del t.o., un rinnovato impegno sul turismo accessibile, grazie a un progetto di analisi e valutazione delle strutture attraverso uan partnership con LPtour, e un’adesione alla filosofia green con la riduzione delle copie catalogo prodotte e inviate in agenzia, cui seguiranno altre forme digitali di proposta basate su Qr code. \r\n\r\nIl tour operator sarà inoltre presente ai più importanti appuntamenti del settore, tra cui BIT, BMT e TTG Travel Experience, oltre ai roadshow e ai Travel Open Day del Gruppo Travel. Inoltre, nel mese di maggio, avrà luogo il nuovo appuntamento con \"Obiettivo X\", probabilmente a Roma.\r\n\r\nI contratti inviati alle agenzie\r\n\r\nA partire dalla stagione estiva, nei contratti verrà integrata un'apposita clausola riguardante l'adesione al progetto Adv Overview al quale anche Ota Viaggi ha aderito. La novità è stata illustrata da Mario Aprea, cfo e consigliere di Astoi delegato del progetto Adv Overview: \"Abbiamo avuto il regolare mandato per gestire a cura di Astoi la centralizzazione dei dati e delle informazioni necessarie per l'aggiornamento all'interno del portale  dei 3 documenti fondamentali per operare: licenza di esercizio, polizza di responsabilità civile e fondo di garanzia. Parteciperemo a dei webinar per spiegare alle adv l'importanza di questa iniziativa\".\r\n\r\n ","post_title":"Ota Viaggi: tutte le novità del 2023","post_date":"2023-01-27T14:37:04+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1674830224000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438089","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Volotea amplia il network da Cagliari da dove,  dal 7 aprile, decollerà il volo per Barcellona, mentre dal 27 maggio verranno attivati 2 nuovi collegamenti in esclusiva per Atene e Brindisi. La rotta per Barcellona (con 3 frequenze a settimana nei periodi di più intenso traffico) prevede un’offerta complessiva di oltre 30.200 posti, pari a 168 voli. Le altre 2 tratte avranno entrambe frequenza bisettimanale, con un’offerta di oltre 14.000 posti e circa 80 voli ciascuna. Infine, sempre dal 27 maggio, verrà ripristinato il collegamento dallo scalo cagliaritano alla volta di Ancona, mentre dal 7 aprile sarà riattivata la tratta Cagliari-Torino. Queste novità si affiancheranno ai classici collegamenti Volotea in partenza dal Mameli, per un totale di 16 destinazioni collegate, 7 all’estero e 9 in Italia. Volotea si attesta così come seconda compagnia per numero di collegamenti disponibili a Cagliari e presso lo scalo scende in pista con un totale di 325 mila posti in vendita.\r\n“L’apporto di Volotea, che nel 2023 continuerà ad investire su Cagliari, sarà fondamentale per continuare ad ampliare il nostro network, con un importante focus sul segmento internazionale in particolare su Francia, Spagna e Grecia ma anche con le importanti conferme e novità sul segmento domestico” ha commentato David Crognaletti, Chief Commecial Officer di Sogaer, società di gestione dell'aeroporto sardo.","post_title":"Volotea investe su Cagliari con tre novità: Barcellona, Atene e Brindisi","post_date":"2023-01-27T12:52:22+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1674823942000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438079","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si è tenuto presso il Mercato Centrale di Firenze del gruppo Human Company il primo roadshow dedicato alla selezione delle startup che prenderanno parte al progetto Argo: un acceleratore per startup e pmi innovative che sviluppano soluzioni o servizi dedicati a turismo e l’ospitalità. Parte della Rete nazionale acceleratori di Cassa Depositi e Prestiti, Argo è stato lanciato a dicembre da Cdp Venture Capital in collaborazione con il ministero del Turismo. Il programma è gestito da Lventure Group, tra i principali acceleratori di startup in Europa (che co-investe assieme a Cdp Venture Capital nelle imprese selezionate) e VeniSia, l’ecosistema di innovazione sostenibile di Università Ca’ Foscari Venezia.\r\n\r\nAssieme a Human Company, Argo è sostenuto dai main partner Intesa Sanpaolo e Intesa Sanpaolo Innovation Center mentre la Scuola italiana di ospitalità è il partner tecnico: si tratta di un network specificatamente creato per lo sviluppo di startup specializzate in un mercato, quello del turismo, a maggior potenziale di crescita. Lo scopo del programma è individuare e selezionare le più promettenti startup traveltech italiane o internazionali che intendano aprire una sede operativa sul mercato tricolore. Ogni anno, per i prossimi tre, verranno scelte dieci startup e pmi con prodotti o servizi: queste realtà riceveranno un investimento pre-seed di circa 75 mila euro per un’equity dal 3% all’8%, con possibilità di accedere a successivi finanziamenti post-selezione, tra cui un contributo a fondo perduto di 25 mila euro erogato dal dicastero del Turismo.\r\n\r\n“Il supporto a tutte quelle startup e pmi che stanno muovendo i primi passi nel settore del turismo, in particolare open-air ma non solo, è una questione di primaria importanza per noi, impegnati come siamo oggi in un importante percorso di digital transformation dell’azienda - spiega il ceo di Human Company, Luca Belenghi -. Crediamo nello sviluppo di un ecosistema di nuove imprese innovative a livello nazionale per la crescita di un turismo sostenibile, in grado di accogliere le sfide di un settore in grande trasformazione: nuove esigenze dei turisti, nuove tecnologie e nuove opportunità. Individuare le soluzioni più innovative in un comparto così centrale per il nostro paese, dal punto di vista sia economico, sia occupazionale, permette infatti a tutti i player di crescere di conseguenza”.\r\n\r\nLa fase di selezione del progetto Argo si svilupperà attraverso tre roadshow: momenti di incontro dedicati in cui verranno approfondite le 30 proposte più interessanti con ulteriori colloqui da parte del team dell’acceleratore. Il primo di questi si è tenuto dunque a Firenze il 25 gennaio; ne seguiranno altri due, rispettivamente il 1° e l’8 febbraio. Solamente 16 startup verranno poi invitate a partecipare al Selection day: l’ultimo step che si terrà il 20 marzo di fronte a un’audience di partner del programma. Il programma permetterà infine alle 10 startup selezionate, a partire da aprile e per i successivi cinque mesi,  di crescere attraverso un percorso di formazione con esperti del settore, nonché di validare il prodotto e il modello di business per il go-to-market.","post_title":"Human Company ha ospitato a Firenze il primo roadshow Argo per le startup del turismo","post_date":"2023-01-27T11:49:33+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1674820173000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438081","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_438082\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Carlos Muñoz[/caption]\r\n\r\nNotizie positive sul fronte del ricettivo. Hotelbeds e NH Hotel Group celebrano il positivo primo anno della loro alleanza. L'associazione ha trainato una crescita delle vendite nel 2022 fino al 69% rispetto a quelle pre-pandemia, con punte del +76% nell'ultimo quadrimestre.\r\n\r\nIl direttore commerciale del gruppo alberghiero, Carlos Muñoz, evidenzia che \"nonostante alcuni venti contrari nel settore nel 2022, il primo anno della nostra associazione con NH è stato un clamoroso successo, con gli ultimi quattro mesi dell'anno particolarmente incoraggianti.”.\r\nUn esempio di globalizzazione\r\nDa parte sua, il direttore commerciale di NH, Fernando Vives, si è complimentato : \"Hotelbeds che ha sostenuto la crescita di NH Group in tutto il mondo, ma soprattutto nelle regioni Asia-Pacifico e Medio Oriente, Africa e India, aiutandoci ad accedere a mercati e segmenti difficili da raggiungere”.\r\n\r\nL'accordo fornisce ai clienti di Hotelbeds l'accesso alle 355 proprietà di NH Hotel Group in 31 paesi in tutto il mondo come parte del loro status di partnership privilegiata.\r\n\r\nHa inoltre fornito al gruppo alberghiero spagnolo l'accesso a 60.000 acquirenti di viaggi con sede in oltre 140 mercati di origine in tutto il mondo, inclusi canali di alto valore come agenzie di viaggio, tour operator, compagnie aeree e programmi di riscatto punti.","post_title":"Hotelbeds e NH Hotel Group: positivo il primo anno","post_date":"2023-01-27T11:32:36+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1674819156000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437994","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuova organizzazione interna per i Grandi Viaggi, che presenta un team di product manager inedito, composto per ben cinque sesti da new entry. \"Dopo esserci lasciati alle spalle anni tanti difficili – spiega l’amministratore delegato iGv, Corinne Clementi – era giusto ricominciare da una squadra come questa: con grande professionalità e passione\".\r\n\r\nGabriella Miranda e Federica Ferrara, l'una pm Australia, Nuova Zelanda e isole del Pacifico, l'altra pm Oriente, vantano una lunga esperienza in Australian Travel (20 anni la prima; 11 la seconda). Insieme hanno gestito la responsabilità proprio del prodotto Australia, Nuova Zelanda e isole del Pacifico. L’ultimo incarico prima di iGv di Daniela Pennati, responsabile Giappone, è stato invece in Master Explorer. Per circa due decadi ha pianificato e organizzato viaggi in massima parte nel Nord America, ma anche nel Sud-Est Asiatico, in Australia e nelle isole del Pacifico.\r\n\r\nNadia Maggioni, pm Africa sub-equatoriale, viaggia all’estero da quanto ha 18 anni. Ha cooperato con numerosi tour operator, tra cui Gastaldi, Kuoni, Caleidoscopio e Alidays, con un focus particolare sul segmento del lusso. Anche la responsabile prodotto, programmazione e booking oceano Indiano, Emirati Arabi, Medio Oriente, India e Mediterraneo, Paola Omboni, ha lavorato a lungo lontano dall’Italia, principalmente tra Medio Oriente e oceano Indiano. Si è inoltre occupata di programmazione Africa e Oriente presso vari to e incentive house. Cesare Ferrari, storico pm Nord America, rappresenta infine l'unica figura di continuità del team prodotto: in iGv da oltre 30 anni, da 20 è product manager Nord America.\r\n\r\nSul numero di Travel Quotidiano in uscita in occasione del prossimo Tove / Bit, il 12 febbraio, verrà pubblicata un'intervista a più voci dedicata a tutto il team prodotto dei Grandi Viaggi","post_title":"iGv rivoluziona il team prodotto: tutte le new entry del to","post_date":"2023-01-26T11:43:24+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1674733404000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437989","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_437990\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Edmund Bartlett ministro del turismo jamaicano[/caption]\r\n\r\nI crescenti legami tra Jamaica e Sierra Leone segnalano un bisogno da parte di entrambi i paesi di ingrandire i propri bacini d’utenza turistica oltre che alle regioni più tradizionali.\r\n\r\nE il momento perfetto per buttare reti più grandi, poiché le regioni caraibiche e africane stanno rinnovando e riconfigurando i propri settori turistici a seguito delle massicce interruzioni dovute al Covid-19.\r\n\r\nLa Sierra Leone ha legami storici molto importanti con il Nord America, la popolazione ha molti legami familiari negli Stati Uniti, dove sono note le attrazioni Jamaicane e Caraibiche.\r\n\r\nEdmund Bartlett ministro del turismo jamaicano afferma : \"Con la forte associazione storica e culturale tra Jiamaica e Sierra Leone, è strategico collaborare e rafforzare la nostra cooperazione turistica\" e aggiunge : \"Entrambi i paesi hanno molto da offrire nel turismo e possiamo capitalizzare su questo per costruire nuove esperienze per i nostri visitatori\"\r\n\r\nIl ministro del turismo Sierraleonense Memunatu Pratt ha recentemente discusso di molti temi con il ministro Bartlett, parlando di connettività aerea, formazione e sviluppo, attività di marketing e promozionali, scambi culturali, diversificazione turistica, crescita e resilienza.\r\n\r\nOltre al turismo, la cooperazione Sud-Sud di tecnologia e innovazione dovrebbe essere utile per entrambi gli stati, dato che il dinamismi dell'innovazione africana sta iniziando interessare l'attenzione dei paesi più ricchi dell'occidente.\r\n\r\nL'operazione di resilienza della Jamaica, insieme a tutti gli stati caraibici, andrá a beneficio di tutte le economie nascenti africane, che si muovono verso l'indipendenza economica. La crescita sostenibile nel turismo e in altri settori dipende fortemente dalla resilienza e dallo spazio fornito per l'innovazione e per lo sviluppo incentrato sulla comunità.\r\n\r\n\"La pandemia è stata l'esempio più tangibile della vulnerabilità del turismo, quindi una delle principali aree di interesse sarà la resilienza e la costruzione della resilienza per garantire il futuro del settore. È fondamentale costruire la capacità nel turismo di resistere e recuperare e tornare più forti per i prossime interruzioni che potremmo incontrare\". commenta il ministro Barlett.\r\n\r\nEntrambi i ministri parteciperanno alla prossima Global Tourism Resilience Conference a Kingston presso la sede regionale dell'Università West Indies' dal 15 al 17 di febbraio 2023.\r\n\r\nUlteriori discussioni per finalizzare un memorandum d'intesa tra i due paesi si terranno a margine dell'incontro sul turismo.","post_title":"Intesa per il turismo fra la Jamaica e la Sierra Leone","post_date":"2023-01-26T11:16:43+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1674731803000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437979","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Cresce l'appeal della formula Buy now pay later. A dimostrarlo anche una recente case-history del tour operator online Alla Tours, che nel 2022, nel solco della ripresa generale del turismo, ha registrato un incremento del 43% di pratiche di nuovi clienti rispetto al 2021, crescita su cui Scalapay, società specializzata nella rateizzazione dei pagamenti, ha inciso per il 20%.\r\n\r\nLa penetration media di Scalapay, sul totale delle prenotazioni, si attesta inoltre al 12% con un picco nei mesi di giugno e agosto. La pratica media è aumentata del 9% e, nell’80% dei casi, Scalapay è stato utilizzato sul saldo della vacanza: gli utenti hanno in altre parole bloccato la prenotazione pagando un piccolo acconto all’inizio, pari al 10% del costo del soggiorno. La prima rata è stata addebitata al momento del saldo, le successive due con cadenza mensile. Per quanto riguarda il target, l’80% degli ordini effettuati con Scalapay ha visto protagonista la fascia di età 35-54 anni, seguito al 12% dai clienti compresi in quella 25-34, mentre più distaccato al 6% si attesta il segmento 55-64.\r\n\r\n“Con la possibilità di dilazionare il pagamento, i clienti hanno scelto soluzioni di fascia più alta, quali, per esempio, camere di categoria superior, con un conseguente aumento dello scontrino medio - spiega il ceo di All Tours, Ciro Di Maso -.  Scalapay si è rivelato uno strumento di marketing molto incisivo: abbiamo riscontrato un incremento di conversione al sito pari al +15% e abbiamo dimezzato le percentuali di carrelli abbondonati. Lo scontrino medio è passato da 1.890 a 2.030 euro”.","post_title":"Case-history All Tours - Scalapay: il Buy now pay later dimezza i carrelli abbandonati","post_date":"2023-01-26T10:27:36+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1674728856000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437971","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'anno migliore di sempre. Il rimbalzo post-pandemia ha fatto particolarmente bene ad ao Hostels, che nel 2022 ha frantumato tutti i propri record storici, registrando 5,55 milioni di pernottamenti totali e un volume d'affari pari a 172 milioni di euro, il migliore di sempre, nonché di 100 milioni superiore ai livelli del 2021.\r\n\r\n“Abbiamo salutato un 2022 particolarmente dinamico - commenta il ceo del gruppo, Oliver Winter -. C’è stata un’importante crescita a livello di assunzioni, ampi investimenti nella digitalizzazione e sostenibilità, ma\r\nanche tanti premi e riconoscimenti che ci hanno dato energia e motivazione per guardare con ottimismo verso l’anno nuovo.”\r\n\r\nNel corso dell'anno appena terminato ao Hostels ha in particolare assunto circa 600 nuovi profili, mentre per il prossimo triennio l'intenzione è quella di investire circa 20 milioni di euro in misure volte alla sostenibilità. Solo ad agosto scorso sono stati peraltro impiegati 4 milioni per la riqualificazione energetica dell’ostello a&o Munich Hackerbrücke. Un altro punto da evidenziare per il 2022 è stata l’acquisizione dell’ostello di Berlino Hauptbahnhof, preso in affitto diversi anni fa. Ma i piani di espansione dell’azienda non si fermano: in programma prossimamente ci sono infatti le aperture del primo ostello a Barcellona e del terzo in Italia, per la precisione a Firenze, nella prima parte del 2024. “Stiamo valutando e studiando la possibilità di aprire i nostri ostelli anche a Roma e Milano, oltre che ad Atene, Lisbona, Glasgow e Stoccolma\", aggiunge sempre Winter.\r\n\r\n ","post_title":"Ao Hostels chiude un 2022 da record. Oltre a Firenze (2024) ora si punta anche su Milano e Roma","post_date":"2023-01-26T09:52:12+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1674726732000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437925","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"A partire dall'inizio del 2023, Finnair implementerà gradualmente la continuità dei prezzi nei canali di vendita attraverso Finnair.com e l'App mobile Finnair, nonché i canali Ndc per gli agenti partner. Ciò si traduce in prezzi più competitivi sui canali moderni rispetto a quelli offerti con il precedente sistema Edifact.\r\n\r\nInoltre, nell’ottica di accelerare ulteriormente la trasformazione tecnologica del vettore, eliminerà gli itinerari nazionali finlandesi dalla distribuzione Edifact. I voli nazionali saranno disponibili ai clienti da maggio sui canali diretti della compagnia e nei punti vendita abilitati Ndc di Finnair. Questi cambiamenti non influiscono sui viaggi intercontinentali che partono dalla Finlandia verso un altro Paese o sulle rotte che partono all’estero per la Finlandia.\r\n\r\nAfferma Jenni Suomela, vice president, global sales and channel management del vettore. \"Invitiamo i nostri partner b2b a unirsi a questo viaggio, cosicché i nostri clienti possano usufruire di questi vantaggi e siamo pronti a sostenere e aiutare i nostri partner in questa trasformazione\".\r\nDigitalizzazione\r\nQuesti cambiamenti sono fondamentali nel percorso dell'azienda verso la modernizzazione dei canali di vendita. Nel settembre 2021, infatti, l'aviolinea ha annunciato di voler adottare una distribuzione digitale entro la fine del 2025, eliminando gradualmente lo standard Edifact utilizzato finora. Dopo aver investito per anni nei canali diretti e nell'Ndc, Finnair aspira a passare alla distribuzione digitale moderna. Nel dicembre 2022, la compagnia ha annunciato un investimento informatico a lungo termine per rafforzare le capacità di vendita al dettaglio attraverso una gestione delle offerte e degli ordini all’avanguardia.\r\n\r\nLo scorso anno, inoltre, Finnair ha introdotto il supplemento Edifact per le rotte dall’Europa, in diversi mercati dell'Asia (viaggi in partenza da Hong Kong, India, Giappone, Corea, Singapore, Thailandia e mercati offline) ma anche del Medio Oriente (viaggi che partono da Israele, Qatar ed Emirati Arabi Uniti) e ha rimosso il marchio Finnair Light da Edifact.","post_title":"Finnair rafforza gradualmente le nuove modalità di vendita","post_date":"2023-01-25T12:10:14+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1674648614000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti