25 June 2022

Napoleon To guarda anche al mercato incoming con il prodotto glamping

[ 0 ]

Obiettivo incoming per Napoleon Tour Operator che, nell’alveo di una strategia di diversificazione del prodotto volta a moltiplicare le opportunità distributive del Mare Italia e offrire nuove occasioni di vendita alle agenzie di viaggio, guarda ora anche a quelle che si rivolgono al mercato straniero. Una domanda in netta ripresa dopo due anni di sostanziale assenza. Nel cuore di una stagione particolarmente promettente, l’operatore toscano accende i riflettori su camping, glamping, camping village e altre tipologie di sistemazione alternative, accanto alla tradizionale offerta di hotel, resort, appartamenti e residence.

Sul prodotto mare Italia e sulla Corsica, l’incoming ha richieste e aspettative diverse rispetto al mercato interno – spiega il responsabile commerciale del to, Marco Rosselli –. Per questo abbiamo integrato l’offerta tradizionale con una serie di strutture particolarmente apprezzate dagli stranieri, come i villaggi con bungalow e case mobili attrezzate. L’obiettivo è di estendere il nostro modello chiavi in mano sia alle agenzie che lavorano con l’estero, sia alle agenzie che sanno cogliere i cambiamenti in atto nella domanda interna: anche il mercato italiano, infatti, si sta abituando a questo tipo di vacanza”.

In totale il tour operator ha inserito una trentina di strutture che si affiancano agli oltre 220 hotel e 265 residence ripartiti nei cinque cataloghi cartacei già nelle agenzie di viaggio di tutta Italia: Mare di Toscana, Sardegna, Corsica, Isola d’Elba, che comprende anche Capraia e l’isola del Giglio, e la raccolta Vacanze con Stile, che raggruppa le strutture per i clienti più esigenti.

La novità si inserisce nel cuore di una stagione decisamente positiva, caratterizzata da un buon luglio e un ottimo agosto, a cui si affianca un mese di giugno in linea con le aspettative, anche se con molte prenotazioni sotto data. “Oggi camping e camping village – conclude Rosselli – scontano ancora un certo pregiudizio da parte degli italiani, che in alcuni casi li percepiscono come alternative low-cost: al contrario esistono strutture straordinarie per qualità e livello dei servizi, che rispondono egregiamente anche alla rinnovata attenzione verso il tema della sostenibilità ambientale. Si tratta di un prodotto spesso ancora disintermediato, che ha ottime prospettive di crescita e che per questo abbiamo deciso di portare nelle agenzie attraverso i nostri cataloghi, rafforzandone la presenza”.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti