2 March 2024

Extempore rilancia la vacanza termale in Slovenia

[ 0 ]

Punta anche sulla Slovenia l’offerta di Extempore Viaggi, operatore fiorentino conosciuto per le sue proposte benessere, alle quali dedica due cataloghi: Thermae bellezza benessere e Le terme slovene. A fianco del tour operator, infatti, vi sono anche le terme Krka, una catena alberghiera che annovera tra le sue cinque strutture tre centri termali: le terme Dolenjske, Šmarješke Toplice e il centro termale costiero di Strunjan (www.terme-krka.si). Il gruppo, noto per i servizi medici di qualità, ha presentato una proposta rinnovata in cui, oltre ai classici servizi dedicati alla salute, figurano programmi di bellezza e relax come il nuovo centro benessere terapeutico Vitarium Spa & Clinique, appunto a Šmarješke Toplice.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462607 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La notizia era nell'aria già dallo scorso maggio, ma ora arriva la conferma ufficiale. Il brand W Hotels di casa Marriott sbarca in Sardegna, a Poltu Quatu, con un nuovo complesso luxury lifestyle da oltre 240 chiavi, di cui circa 150 camere d'albergo e le restanti serviced apartments. La novità è stata comunicata in concomitanza con la chiusura del deal, che ha portato l'asset management company Castello sgr ad acquisire per 70 milioni di euro un importante complesso immobiliare in loco. L'operazione è stata realizzata tramite il fondo di nuova costituzione Gem Fund, che annovera tra i suoi quotisti primari investitori istituzionali e family office. Consiste nel rilancio dell'intera proprietà, composta oggi da un hotel di 139 camere e da oltre 100 unità residenziali. Il progetto si inserisce nel piano di sviluppo per consolidare ulteriormente la presenza di Castello sgr nel settore dell’hospitality e che oggi, grazie all’ingresso nel gruppo Anima, acquista ancora maggior vigore e punta nei prossimi anni a una crescita significativa del suo portafoglio, attualmente pari a circa un miliardo di euro e costituito da 32 strutture e oltre 4 mila camere. “L’operazione avviene in un contesto di grande attenzione verso la Sardegna da parte dei brand luxury internazionali, testimoniata da numerose recenti acquisizioni alberghiere - commenta Giampiero Schiavo, amministratore delegato di Castello sgr -. Nel segmento hospitality, particolarmente attrattivo nell’attuale congiuntura di mercato, noi vantiamo un solido track record con diverse operazioni di tipo value added. Con questa acquisizione ci affianchiamo in maniera sinergica al riposizionamento di diverse strutture nel segmento super luxury, contribuendo a consolidare Arzachena con la costa Smeralda come destinazione leader nel mondo”   [post_title] => Il brand W Hotels sbarca a Poltu Quatu in Sardegna [post_date] => 2024-03-01T12:30:57+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709296257000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462599 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Parma possiede un patrimonio storico e architettonico che regala sempre nuove scoperte ed emozioni: città medievale, rinascimentale, ducale e della musica. Ma anche del Liberty (o Art Nouveau) che si affermò in Italia agli inizi del Novecento, ispirato al mondo floreale, utilizzato nelle decorazioni di palazzi, di ville, di balconi, di mobili e anche in preziosi affreschi per gli interni.  Pasqua e i ponti del 25 aprile e del 1° maggio offrono la possibilità di prendersi una vacanza di qualche giorno e dedicarsi a un “long week end” di relax.  Il viaggio nel Liberty parmigiano non può che iniziare dal centro storico. Alle spalle del Duomo e del Battistero, fra Piazzale Salvo d’Acquisto e Via del Prato, all’ombra del monumentale Complesso di San Francesco si affaccia il Residence Liberty, già Mobilificio Guastalla, progettato da Giorgio Alessi Canosio nel 1907: incanta per i suoi elementi decorativi in ferro battuto e i motivi geometrici e fitomorfi che si intrecciano in un armonico disegno. Pochi passi e sempre a firma dello stesso progettista, un altro palazzo Liberty tutto da ammirare. Attraversata Piazza Duomo e proseguendo verso Via Cavour, si incontra il Palazzo della Riserva dove nell’ingresso principale l’arte floreale è inconfondibile nelle decorazioni di Riccardo Del Prato. Ed è una sorpresa il vicino Palazzo delle Poste Centrali.  Nel vicino Borgo del Parmigianino, al civico 6, si affaccia Palazzo Raboni, dove l’arte floreale ritorna nei decori dei balconi e delle finestre. Mentre in Via Repubblica 43, Palazzo Lusignani è stato (ri)disegnato da Fortunato Morestori nel 1916, e gli interni sono magnificamente arredati secondo i dettami dell’Art Nouveau. Attraversando Piazzale della Pace dove domina il grande Complesso Monumentale della Pilotta, lo sguardo si sofferma sull’Ara del monumento dedicato a Giuseppe Verdi, realizzato nei primi del Novecento, opera di Ettore Ximenes e che faceva parte di un più ampio complesso, danneggiato durate la Seconda Guerra Mondiale. Attraversando Ponte Verdi ci si immerge nel fascino del Parco Ducale e del maestoso ed elegante Palazzo Ducale, per poi passeggiare sul Lungo Parma dove il fascino del Liberty conquista nelle facciate di Case Bormioli, realizzate nel 1905 su progetto dell’architetto Alfredo Provinciali. Proseguendo, all’altezza di Ponte Italia, in Viale Rustici uno degli esempi più importanti di Art Nouveau a Parma: il Villino Bonazzi. Poco lontano, in Via Frugoni, il Liberty parmigiano ritorna nelle facciate delle Case della Cooperativa La Casa, realizzate nel 1915 dall’architetto Massimo Maffei e in Palazzo Malpelli, in Piazzale Corte d’Appello.  Anche l’Oltretorrente ha il suo capolavoro di arte floreale: tutta da ammirare in Via D’Azeglio 6, Casa Valesi, progettata nel 1911 dall’architetto Moderanno Chiavelli (lo stesso “autore” del Palazzo delle Poste), con l’elegante torretta, la facciata impreziosita dalle decorazioni floreali e dei ferri battuti fitomorfi dei balconi.  Appena fuori Parma, a Mamiano di Traversetolo, la Fondazione Magnani Rocca, con l’elegante Villa al cui interno si può ammirare un'importante collezione d'arte e il parco secolare. E per concludere l’affascinante viaggio alla scoperta del Liberty parmense, trasferta a Salsomaggiore, a 35 km da Parma, per ammirare l’imponente facciata delle Terme Berzieri (in attesa della riapertura dei magnifici interni, in via di ristrutturazione), uno dei massimi capolavori Art Déco in Europa. Per tradurre in una bellissima esperienza questo itinerario, si può fare riferimento ai tour guidati in bicicletta, come quello proposto da Pedalart: “Fiori di ferro e di cemento” per andare alla scoperta dei tanti esempi di Art Nouveau sia a Parma sia in provincia, ammirando la sorprendente collezione d’arte raccolta nella villa Magnani Rocca a Mamiano e proseguendo l’itinerario tra Salsomaggiore Terme e Tabiano. Restando in sella, a disposizione anche i tour ideati dal Club di Prodotto Parma by Bike come quello proposto dalla guida Elisabetta Ivaldi: un percorso di un paio d’ore, pedalando tra i viali della città, alla ricerca delle ville e dei villini Liberty, voluti dalle famiglie benestanti per primeggiare sulle altre. Chi invece preferisse scoprire il Liberty a piedi, può richiedere un tour personalizzato.       [post_title] => Welcome Parma, trekking urbano in Stile Liberty nei ponti primaverili [post_date] => 2024-03-01T11:33:08+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709292788000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462593 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_455455" align="alignleft" width="300"] Giuseppe Ciminnisi presidente di Fiavet Confcommercio[/caption] Fiavet-Confcommercio è soddisfatta del recepimento delle sue istanze con il via libera dell’Anac agli istituti per acquisti relativi ai viaggi d’istruzione. Il ministro dell’istruzione, Giuseppe Valditara, ha avviato un  confronto con l’Autorità nazionale anticorruzione che ha dato  parere favorevole ad una deroga dall’8 marzo al 30 settembre per l’autonomia delle scuole nella procedura di acquisto di viaggi d’istruzione, stage linguistici e scambi culturali. Non occorre più, quindi, in questo periodo, la qualifica di stazioni appaltanti per gli istituti scolastici. Con questa deroga si semplifica il lavoro sia delle scuole sia degli operatori turistici che si occupano di viaggi di istruzione. La necessità che le scuole si qualificassero come stazioni appaltanti non aiutava le procedure per l’acquisizione  e l’organizzazione di viaggi di istruzione, importantissimi per il processo formativo degli studenti, ma anche per l’economia del paese.  Il fatturato di settore è infatti stimato intorno ai 3 miliardi di euro l'anno con un comparto che occupa circa 8.000 lavoratori diretti e circa 40.000 indiretti se si considera l'intera filiera (aerei, treni, bus, alberghi, ristoranti, guide turistiche). Una grossa agenzia di viaggi può lavorare anche a 2000 gruppi l’anno, una normale si attesta attorno ai 100. Il turismo scolastico appresenta  dunque un segmento economico di rilievo. «E’ una buona notizia, abbiamo lavorato molto in questa direzione per aiutare la categoria – afferma il presidente Ciminnisi - Le scuole, con il nuovo Codice degli Appalti, devono diventare stazioni appaltanti qualificate per stipulare contratti superiori ai 140.000 euro, questo ha frenato moltissimo il mercato dei viaggi di istruzione che rappresentano un momento formativo e sociale essenziale per il futuro del Paese” afferma ancora il presidente di Fiavet-Confcommercio Giuseppe Ciminnisi. “ La burocrazia  - prosegue il presidente - non dovrebbe mai fermare la crescita né imprenditoriale, né umana; ci auguriamo che questo sia un nuovo dialogo aperto per le diverse riforme richieste ai tavoli di confronto con il governo in merito al turismo scolastico, uno dei settori dove la semplificazione ha un ruolo essenziale. Anche di recente abbiamo ribadito la richiesta di un intervento politico, che possa prevedere, con una norma ad hoc, la esclusone del turismo scolastico del Codice dei contratti pubblici, come già previsto per altri tipologie di affidamenti di beni e servizi. C’è poi bisogno urgente di varare delle linee guida o un Quaderno amministrativo per dare indicazioni di massima uniformi alle scuole sugli affidamenti del turismo scolastico, per mettere ordine in un settore strategico e rilevante per l’economia del turismo e per il mondo della scuola”. [post_title] => Fiavet: I viaggi di istruzione salvati dalla deroga per l'autonomia delle scuole [post_date] => 2024-03-01T10:54:21+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709290461000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462575 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un marchio storico che per ben 41 anni ha rappresentato il viaggio in Turchia per il mercato italiano. Turbanitalia diventa by Start Promotion e si rilancia con un prodotto fatto di tour culturali archeologici, curate da guide specializzate, con partenze spesso settimanali e garantite. «Attualmente la programmazione copre, come da consuetudine, quasi tutto il territorio del paese anatolico. Ultimamente abbiamo aggiunto itinerari anche per la Mesopotamia settentrionale, arricchendo così programmi già interessanti e consolidati, nonché aggiungendo le visite ai reperti archeologici di recente scoperta, come Gobeklitepe», spiega Müge Sakman, che nel 2005 ha rilevato il tour operator a seguito della volontà della precedente proprietà di cessare l'attività. L'operatore, sino allo scoppio della pandemia, poteva contare su una ventina di collaboratori, fornendo pacchetti e servizi ad agenzie e network sia italiani, sia esteri. Ora il suo rilancio passa dalla nuova denominazione Turbanitalia by Start Promotion. "Quest'ultima è una società milanese nata nel 1995, che negli anni ha saputo affiancare l'attività di turismo e incentive a una forte linea congressuale e di event organization - prosegue Müge Sakman -. I nostri prodotti saranno quindi commercializzati da loro nel segno della continuità. La qualità accessibile che ci ha sempre ispirato non sarà infatti solo mantenuta e messa a disposizione delle agenzie con tariffe speciali Pegasus Airlines e Turkish Airlines, strutture alberghiere selezionate, assistenza al cliente a 360 gradi, logistica e altri servizi gestiti da fornitori seri e affidabili, ma aumenterà anche la cura del prodotto sia in programmazione, sia in loco». [post_title] => Turbanitalia diventa by Start Promotion e rilancia il prodotto Turchia [post_date] => 2024-03-01T10:36:49+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709289409000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462527 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ryanair in allungo sul Veneto da dove quest'estate opererà 88 rotte, tra cui 5 nuove per Londra, Tirana, Madrid, Valencia e Reggio Calabria.  L'operativo da record - segnala la low cost - è stato lanciato "nonostante i tagli di capacità a Venezia Marco Polo a causa della decisione illogica della città di aumentare l’addizionale municipale del 38%, danneggiando il turismo locale, l'economia e l'occupazione". Nel dettaglio il network della summer prevede 5 nuove rotte (2 da Treviso per Londra e Tirana; 2 da Verona per Madrid e Valencia e 1 da Venezia per Reggio Calabria) con l'obiettivo di trasportare 7 milioni di passeggeri all'anno. Ryanair crescerà a Treviso e Verona, operando 61 rotte (incluse 4 nuove rotte) e trasportando oltre 4 milioni di passeggeri. Nel frattempo, nella vicina Venezia, il vettore ridurrà i voli e metterà in pausa i suoi piani di crescita, con sole 27 rotte. "Sfortunatamente, la crescita a Treviso e Verona si contrappone alla riduzione di Venezia, dove la decisione illogica della città di aumentare l’addizionale municipale del 38% ha avuto un impatto negativo sui veneziani e sull'industria turistica di Venezia in fase di ripresa, perdendo preziosi pernottamenti in favore di aeroporti limitrofi come Bologna e Trieste - ha commentato Jason McGuinness, chief commercial officer della low cost irlandese. La decisione del Comune di Venezia di aumentare i costi di accesso per i passeggeri è in netto contrasto con quella del Friuli-Venezia Giulia, che ha abolito l’addizionale municipale (tassa sul turismo) dal 1° gennaio 2024. Chiediamo al Comune di Venezia di fermare immediatamente questo aumento assurdo delle tasse per rendere Venezia nuovamente competitiva a vantaggio della propria industria turistica e, in ultima analisi, dei residenti. Ciò consentirà a Ryanair di riprendere i propri piani ambiziosi di crescita per stimolare la connettività annuale, creare posti di lavoro locali e generare benessere locale. Chiediamo inoltre allo Stato italiano di eliminare l’addizionale municipaleda tutti gli aeroporti italiani per stimolare la crescita della capacità e ridurre le tariffe per i passeggeri. Se il Governo italiano abolisse la tassa, Ryanair risponderebbe con un investimento di 4 miliardi di dollari in Italia, aggiungendo 40 nuovi aeromobili, oltre 20 milioni di passeggeri annui e oltre 250 nuove rotte". [post_title] => Ryanair riduce i voli su Venezia per l'estate. Più capacità su Verona e Treviso [post_date] => 2024-03-01T09:36:38+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709285798000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462445 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ryanair rilancia da Pisa per l'estate con un network di 57 rotte, di cui cinque nuove per Kaunas, Porto, Tirana, Oslo-Torp e Zagabria e oltre 570 voli settimanali. La low cost irlandese posizionerà quindi un nuovo aeromobili al Galileo Galilei (investimento aggiuntivo di 100 milioni di dollari) portando la flotta totale basata a Pisa a 9 aeromobili - incluso 1 “Gamechanger” 8-200 (4% di posti in più, 16% di CO2 in meno) - e supportando oltre 2.300 posti di lavoro. Ryanair punta a trasportare oltre 2,8 milioni passeggeri per l’estate 2024, il+13% rispetto alla scorsa summer. "Da oltre 25 anni, Ryanair gioca un ruolo cruciale nello sviluppo e nella crescita dello scalo di Pisa - ha commentato Roberto Naldi, amministratore delegato di Toscana Aeroporti -. Gli annunci delle nuove rotte e l'arrivo di un nuovo aeromobile per la stagione estiva 2024 sottolineano, ancora una volta, l’interesse della compagnia a essere un partner strategico e affidabile e rinforzano la solida partnership con Toscana Aeroporti. Quanto annunciato oggi conferma il crescente impegno di Ryanair verso Pisa e ci spinge a continuare a fornire il miglior servizio possibile e a garantire la massima attrattività e competitività dello scalo anche attraverso il suo sviluppo infrastrutturale.” [post_title] => Ryanair: l'estate da Pisa conta 57 rotte di cui 5 nuove e un altro velivolo basato [post_date] => 2024-02-29T09:17:46+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709198266000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462336 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => "Non è stata trovata alcuna traccia di colera a bordo della Norwegian Dawn". Lo rivela una nota ufficiale di Ncl, a seguito delle voci circolate in questi giorni dopo la messa in quarantena della nave al largo delle coste di Mauritius. Una decisione presa dal governo locale a titolo precauzionale appreso che un un ristretto numero di ospiti aveva accusato "lievi sintomi di mal di stomaco. Sebbene solo sei passeggeri fossero monitorati, le istituzioni hanno richiesto i test con eccesso di cautela, ritardando così lo sbarco della nave previsto per il 25 febbraio 2024. E in seguito ai risultati di tali test, e alla conferma che non è stata trovata alcuna traccia di colera, la Norwegian Dawn è stata autorizzata a entrare a Port Louis, Mauritius. Lo sbarco è già iniziato questa mattina presto (ora locale)". "Ci impegniamo a dare priorità all'esperienza degli ospiti in ogni fase del viaggio - prosegue la nota -, anche in situazioni impreviste e difficili come questa. Sia i nostri team a terra che quelli a bordo hanno mantenuto aperta la comunicazione con i passeggeri, fornendo gli aggiornamenti disponibili in tempo reale. Dato il ritardo nello sbarco, il nostro Ncl Air Team ha riorganizzato il piano rientro senza costi aggiuntivi, per tutti gli ospiti che avevano prenotato con noi i voli (oltre 400 riprogrammati in 24 ore). Abbiamo inoltre fornito a tutti i passeggeri il servizio wifi e telefonico gratuito, in modo che anche coloro che hanno acquistato i voli per conto proprio potessero riorganizzarsi per il rientro. Rimborseremo inoltre ai passeggeri le spese ragionevolmente sostenute a seguito delle modifiche al volo. È stata poi garantita una sistemazione alberghiera gratuita per chi ha un volo di ritorno programmato per il 28 febbraio. Inoltre, per compensare questo inaspettato ritardo di due giorni, è stato fornito un credito da utilizzare per la prossima crociera". "Per gli ospiti che avrebbero dovuto salire a bordo il 25 febbraio - prosegue il comunicato -, l'imbarco è ora previsto per il pomeriggio di oggi (ora locale). Considerato il ritardo della partenza, abbiamo organizzato un soggiorno gratuito in hotel di due giorni a Mauritius per tutti i passeggeri in partenza, che comprende quasi 1.200 camere d'albergo per oltre 2 mila ospiti, che hanno inoltre ricevuto una diaria per coprire il costo dei pasti e altre spese accessorie. Abbiamo quindi organizzato trasferimenti gratuiti per raggiungere il porto. A causa della riduzione della durata della crociera, gli ospiti riceveranno pure un rimborso proporzionale, nonché un credito di bordo e un credito per la prossima crociera. Negli ultimi giorni abbiamo tenuto informati i passeggeri con aggiornamenti regolari attraverso molteplici canali di comunicazione, inclusi messaggi e email. Negli ultimi giorni abbiamo mobilitato rapidamente ulteriore personale sul campo, volando con il team Ncl Care dedicato dai nostri uffici a Miami e in Inghilterra, per fornire maggiore supporto e garantire un processo di sbarco e imbarco regolare. Come sempre, la salute e la sicurezza dei nostri ospiti, dell'equipaggio e delle destinazioni che visitiamo sono la nostra massima priorità. Operiamo secondo i più alti standard di sanità pubblica e igiene e rispettiamo tutte le normative sanitarie locali”. “Apprezziamo la pazienza dei nostri ospiti mentre affrontiamo questa situazione in divenire - aggiunge il presidente di Ncl, David Herrera -. Apprezziamo anche il lavoro del nostro team dirigenziale e del nostro equipaggio di bordo, nonché l’impegno del nostro team globale a terra per garantire il comfort dei nostri ospiti in questa contingenza inaspettata. Crediamo nel fare la cosa giusta e nel fare tutto il possibile per offrire la migliore esperienza di vacanza possibile ai nostri ospiti”. [post_title] => Ncl: niente colera a bordo della Norwegian Dawn. La nave è tornata a operare normalmente [post_date] => 2024-02-27T15:07:17+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709046437000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462317 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Con 70 anni di carriera nel mondo del turismo, Gino Campanella, titolare dell’agenzia palermitana Conca D’Oro Viaggi, non solo ha un’esperienza a 360 gradi ma ha affinato una sensibilità grazie alla quale capisce le necessità del cliente e fa di tutto per farlo crescere culturalmente. Campanella, in occasione della 28 esima edizione dei Protagonisti del Mare di Costa Crociere, ha ricevuto, oltre al riconoscimento per le vendite delle crociere Costa, il Premio “Piero Pagni” alla carriera. «La mia attività comincia 70 anni fa – spiega Gino Campanella – come agente di navigazione della Siosa Line che lanciò con la motonave Ausonia il primo Tour delle 7 Perle del Mediterraneo. Ho iniziato con le provvigioni e dopo ho cominciato a fare attività turistica con i piccoli gruppi. Nel 1980 abbiamo aperto l’agenzia in piazza Indipendenza a Palermo: l’obiettivo era, ed è tuttora, quello di promuovere un turismo qualificato. Per questo abbiamo raccolto una clientela di grande valore umano e sociale. L’agenzia deve essere un Centro Culturale: l’adv con la propria esperienza deve essere in grado di stimolare il cliente, creando un rapporto duraturo di confronto, un rapporto che non sia solo finalizzato alla vendita del viaggio ma alla crescita personale e culturale del cliente stesso». Un’esperienza acquisita sul campo, occupando diversi ruoli, dall’agente di navigazione che assisteva i naviganti/emigranti in tutte le procedure di partenza fino all’organizzazione di piccoli gruppi. «Ci tengo a sottolineare che la mia agenzia si distingue dalle altre – aggiunge Campanella – perché puntiamo subito a capire il motivo per il quale il cliente intende fare la vacanza, in modo tale da dare sempre al viaggio un valore di crescita culturale ed umana. Il rapporto con il cliente è crescita anche per noi agenti: l’obiettivo non deve essere quello di vendere il viaggio ma di arricchire culturalmente chi sceglie di viaggiare. Questa è la giusta dimensione dell’Agente di Viaggio». Per questo l’agenzia di Gino Campanella è un vero e proprio Centro Culturale che rappresenta tutta la passione del suo fondatore per le tradizioni, lo scambio tra culture ed il confronto sempre aperto con chi sceglie di entrare in agenzia. All’interno dell’Agenzia di Piazza Indipendenza c’è una Sala dedicata ai Pupi Siciliani, con una collezione di 350 pezzi e la possibilità di assistere a piccoli spettacoli. Grande l’esperienza di Campanella anche nel settore delle Crociere. «Prima la crociera non apparteneva alla gente media ma solo all’elite – commenta Campanella – Piano piano abbiamo assistito alla trasformazione: la crociera entusiasmava perché dava la possibilità di vedere posti diversi, anche se piuttosto rapidamente. I costi delle crociere sono scesi ed hanno attirato anche le persone con meno possibilità che potevano scegliere di non fare escursioni e godere della nave come di un Villaggio. Per fortuna di anno in anno le tappe nei porti si sono allungate e c’è chi affitta la macchina per visitare meglio e autonomamente le località. Le navi sono vere e proprie opere d’arte, frutto del lavoro di ingegneri ed architetti». [post_title] => Conca D'Oro Palermo, i 70 anni di carriera di Gino Campanella [post_date] => 2024-02-27T13:25:42+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709040342000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462326 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_456296" align="alignleft" width="286"] Leonardo Massa[/caption] Una proposta innovativa, capace di offrire un’esperienza di viaggio unica, frutto della collaborazione tra due consolidati operatori del turismo italiani: Msc Crociere e Veratour. Partita a inizio 2024, la partnership tra le due aziende ha dato il via al progetto “Mix & Cruise”, attraverso cui i clienti possono accedere a una vacanza che combina il meglio di entrambe le realtà: il fascino della crociera Msc abbinato a un periodo a terra presso i villaggi Veratour o le strutture selezionate dal tour operator. «La possibilità di unire l’esperienza in crociera con l’opportunità di trascorrere un periodo all’interno di una delle strutture proposte da Veratour, consente agli ospiti di godere di una vacanza diversificata e stimolante. Con le nostre navi è possibile partire tutto l’anno da Port Canaveral, Miami e New York e raggiungere Ocean Cay Msc Marine Reserve l’isola privata della compagnia situata alle Bahamas. Tutte le nostre crociere offrono standard qualitativi elevati, offrendo ai passeggeri itinerari esclusivi e confort e relax a bordo», ha dichiarato Leonardo Massa, vice president southern Europe della divisione crociere del gruppo Msc. Già disponibili per i viaggiatori più esigenti un’ampia selezione di viaggi combinati che possono prevedere le metropoli più iconiche, i grandi spazi americani e le isole caraibiche, per un mix appassionante in un unico pacchetto. «I clienti sono sempre alla ricerca di nuovi stimoli, senza voler rinunciare ai servizi e all’alta qualità. Msc Crociere rappresenta il mondo delle crociere al meglio, con standard elevati e consolidata esperienza, per questo con loro è stato facile dar vita a questa innovazione. Abbiamo la stessa cura verso gli ospiti e la garanzia del Made in Italy. Siamo certi che questa proposta avrà il successo che merita”, ha sottolineato Stefano Pompili, co-ceo Veratour I pacchetti ad oggi disponibili sono della durata di circa due settimane, con partenze dall’Italia dai principali aeroporti. Otto gli itinerari già disponibili, personalizzabili tra diverse mete degli Stati Uniti, del Centro America e delle isole caraibiche. Crociere di 3, 7 o 11 notti con partenza da New York, Miami e Port Canaveral e stop nell’iconica isola privata di Ocean Cay MSC Marine Riserve, situata nel cuore delle Bahamas. Cinque diverse navi MSC Crociere tutte dotate di ogni comfort e attente all’ambiente grazie all’implementazione di tecnologie pulite. Le strutture Veratour in abbinata sono i Veraclub in Messico, Jamaica, Repubblica Dominicana o altri hotel selezionati. Presto disponibili ulteriori proposte con partenze da Dubai, Abu Dhabi, Doha e dal Giappone [post_title] => Parte la collaborazione su prodotto fra Msc e Veratour [post_date] => 2024-02-27T13:18:57+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709039937000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "extempore rilancia la vacanza termale in slovenia" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":42,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1462,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462607","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La notizia era nell'aria già dallo scorso maggio, ma ora arriva la conferma ufficiale. Il brand W Hotels di casa Marriott sbarca in Sardegna, a Poltu Quatu, con un nuovo complesso luxury lifestyle da oltre 240 chiavi, di cui circa 150 camere d'albergo e le restanti serviced apartments. La novità è stata comunicata in concomitanza con la chiusura del deal, che ha portato l'asset management company Castello sgr ad acquisire per 70 milioni di euro un importante complesso immobiliare in loco. L'operazione è stata realizzata tramite il fondo di nuova costituzione Gem Fund, che annovera tra i suoi quotisti primari investitori istituzionali e family office. Consiste nel rilancio dell'intera proprietà, composta oggi da un hotel di 139 camere e da oltre 100 unità residenziali.\r\n\r\nIl progetto si inserisce nel piano di sviluppo per consolidare ulteriormente la presenza di Castello sgr nel settore dell’hospitality e che oggi, grazie all’ingresso nel gruppo Anima, acquista ancora maggior vigore e punta nei prossimi anni a una crescita significativa del suo portafoglio, attualmente pari a circa un miliardo di euro e costituito da 32 strutture e oltre 4 mila camere. “L’operazione avviene in un contesto di grande attenzione verso la Sardegna da parte dei brand luxury internazionali, testimoniata da numerose recenti acquisizioni alberghiere - commenta Giampiero Schiavo, amministratore delegato di Castello sgr -. Nel segmento hospitality, particolarmente attrattivo nell’attuale congiuntura di mercato, noi vantiamo un solido track record con diverse operazioni di tipo value added. Con questa acquisizione ci affianchiamo in maniera sinergica al riposizionamento di diverse strutture nel segmento super luxury, contribuendo a consolidare Arzachena con la costa Smeralda come destinazione leader nel mondo”\r\n\r\n ","post_title":"Il brand W Hotels sbarca a Poltu Quatu in Sardegna","post_date":"2024-03-01T12:30:57+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1709296257000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462599","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Parma possiede un patrimonio storico e architettonico che regala sempre nuove scoperte ed emozioni: città medievale, rinascimentale, ducale e della musica. Ma anche del Liberty (o Art Nouveau) che si affermò in Italia agli inizi del Novecento, ispirato al mondo floreale, utilizzato nelle decorazioni di palazzi, di ville, di balconi, di mobili e anche in preziosi affreschi per gli interni.\r\n\r\n Pasqua e i ponti del 25 aprile e del 1° maggio offrono la possibilità di prendersi una vacanza di qualche giorno e dedicarsi a un “long week end” di relax. \r\n\r\n Il viaggio nel Liberty parmigiano non può che iniziare dal centro storico. Alle spalle del Duomo e del Battistero, fra Piazzale Salvo d’Acquisto e Via del Prato, all’ombra del monumentale Complesso di San Francesco si affaccia il Residence Liberty, già Mobilificio Guastalla, progettato da Giorgio Alessi Canosio nel 1907: incanta per i suoi elementi decorativi in ferro battuto e i motivi geometrici e fitomorfi che si intrecciano in un armonico disegno.\r\n\r\nPochi passi e sempre a firma dello stesso progettista, un altro palazzo Liberty tutto da ammirare. Attraversata Piazza Duomo e proseguendo verso Via Cavour, si incontra il Palazzo della Riserva dove nell’ingresso principale l’arte floreale è inconfondibile nelle decorazioni di Riccardo Del Prato. Ed è una sorpresa il vicino Palazzo delle Poste Centrali.  Nel vicino Borgo del Parmigianino, al civico 6, si affaccia Palazzo Raboni, dove l’arte floreale ritorna nei decori dei balconi e delle finestre. Mentre in Via Repubblica 43, Palazzo Lusignani è stato (ri)disegnato da Fortunato Morestori nel 1916, e gli interni sono magnificamente arredati secondo i dettami dell’Art Nouveau. Attraversando Piazzale della Pace dove domina il grande Complesso Monumentale della Pilotta, lo sguardo si sofferma sull’Ara del monumento dedicato a Giuseppe Verdi, realizzato nei primi del Novecento, opera di Ettore Ximenes e che faceva parte di un più ampio complesso, danneggiato durate la Seconda Guerra Mondiale. Attraversando Ponte Verdi ci si immerge nel fascino del Parco Ducale e del maestoso ed elegante Palazzo Ducale, per poi passeggiare sul Lungo Parma dove il fascino del Liberty conquista nelle facciate di Case Bormioli, realizzate nel 1905 su progetto dell’architetto Alfredo Provinciali. Proseguendo, all’altezza di Ponte Italia, in Viale Rustici uno degli esempi più importanti di Art Nouveau a Parma: il Villino Bonazzi. Poco lontano, in Via Frugoni, il Liberty parmigiano ritorna nelle facciate delle Case della Cooperativa La Casa, realizzate nel 1915 dall’architetto Massimo Maffei e in Palazzo Malpelli, in Piazzale Corte d’Appello. \r\n\r\n Anche l’Oltretorrente ha il suo capolavoro di arte floreale: tutta da ammirare in Via D’Azeglio 6, Casa Valesi, progettata nel 1911 dall’architetto Moderanno Chiavelli (lo stesso “autore” del Palazzo delle Poste), con l’elegante torretta, la facciata impreziosita dalle decorazioni floreali e dei ferri battuti fitomorfi dei balconi. \r\n\r\n Appena fuori Parma, a Mamiano di Traversetolo, la Fondazione Magnani Rocca, con l’elegante Villa al cui interno si può ammirare un'importante collezione d'arte e il parco secolare. E per concludere l’affascinante viaggio alla scoperta del Liberty parmense, trasferta a Salsomaggiore, a 35 km da Parma, per ammirare l’imponente facciata delle Terme Berzieri (in attesa della riapertura dei magnifici interni, in via di ristrutturazione), uno dei massimi capolavori Art Déco in Europa.\r\n\r\nPer tradurre in una bellissima esperienza questo itinerario, si può fare riferimento ai tour guidati in bicicletta, come quello proposto da Pedalart: “Fiori di ferro e di cemento” per andare alla scoperta dei tanti esempi di Art Nouveau sia a Parma sia in provincia, ammirando la sorprendente collezione d’arte raccolta nella villa Magnani Rocca a Mamiano e proseguendo l’itinerario tra Salsomaggiore Terme e Tabiano. Restando in sella, a disposizione anche i tour ideati dal Club di Prodotto Parma by Bike come quello proposto dalla guida Elisabetta Ivaldi: un percorso di un paio d’ore, pedalando tra i viali della città, alla ricerca delle ville e dei villini Liberty, voluti dalle famiglie benestanti per primeggiare sulle altre. Chi invece preferisse scoprire il Liberty a piedi, può richiedere un tour personalizzato.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Welcome Parma, trekking urbano in Stile Liberty nei ponti primaverili","post_date":"2024-03-01T11:33:08+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1709292788000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462593","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_455455\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Giuseppe Ciminnisi presidente di Fiavet Confcommercio[/caption]\r\nFiavet-Confcommercio è soddisfatta del recepimento delle sue istanze con il via libera dell’Anac agli istituti per acquisti relativi ai viaggi d’istruzione.\r\nIl ministro dell’istruzione, Giuseppe Valditara, ha avviato un  confronto con l’Autorità nazionale anticorruzione che ha dato  parere favorevole ad una deroga dall’8 marzo al 30 settembre per l’autonomia delle scuole nella procedura di acquisto di viaggi d’istruzione, stage linguistici e scambi culturali.\r\nNon occorre più, quindi, in questo periodo, la qualifica di stazioni appaltanti per gli istituti scolastici. Con questa deroga si semplifica il lavoro sia delle scuole sia degli operatori turistici che si occupano di viaggi di istruzione.\r\nLa necessità che le scuole si qualificassero come stazioni appaltanti non aiutava le procedure per l’acquisizione  e l’organizzazione di viaggi di istruzione, importantissimi per il processo formativo degli studenti, ma anche per l’economia del paese. \r\nIl fatturato di settore è infatti stimato intorno ai 3 miliardi di euro l'anno con un comparto che occupa circa 8.000 lavoratori diretti e circa 40.000 indiretti se si considera l'intera filiera (aerei, treni, bus, alberghi, ristoranti, guide turistiche). Una grossa agenzia di viaggi può lavorare anche a 2000 gruppi l’anno, una normale si attesta attorno ai 100. Il turismo scolastico appresenta  dunque un segmento economico di rilievo.\r\n«E’ una buona notizia, abbiamo lavorato molto in questa direzione per aiutare la categoria – afferma il presidente Ciminnisi - Le scuole, con il nuovo Codice degli Appalti, devono diventare stazioni appaltanti qualificate per stipulare contratti superiori ai 140.000 euro, questo ha frenato moltissimo il mercato dei viaggi di istruzione che rappresentano un momento formativo e sociale essenziale per il futuro del Paese” afferma ancora il presidente di Fiavet-Confcommercio Giuseppe Ciminnisi. “\r\nLa burocrazia  - prosegue il presidente - non dovrebbe mai fermare la crescita né imprenditoriale, né umana; ci auguriamo che questo sia un nuovo dialogo aperto per le diverse riforme richieste ai tavoli di confronto con il governo in merito al turismo scolastico, uno dei settori dove la semplificazione ha un ruolo essenziale. Anche di recente abbiamo ribadito la richiesta di un intervento politico, che possa prevedere, con una norma ad hoc, la esclusone del turismo scolastico del Codice dei contratti pubblici, come già previsto per altri tipologie di affidamenti di beni e servizi. C’è poi bisogno urgente di varare delle linee guida o un Quaderno amministrativo per dare indicazioni di massima uniformi alle scuole sugli affidamenti del turismo scolastico, per mettere ordine in un settore strategico e rilevante per l’economia del turismo e per il mondo della scuola”.","post_title":"Fiavet: I viaggi di istruzione salvati dalla deroga per l'autonomia delle scuole","post_date":"2024-03-01T10:54:21+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1709290461000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462575","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un marchio storico che per ben 41 anni ha rappresentato il viaggio in Turchia per il mercato italiano. Turbanitalia diventa by Start Promotion e si rilancia con un prodotto fatto di tour culturali archeologici, curate da guide specializzate, con partenze spesso settimanali e garantite. «Attualmente la programmazione copre, come da consuetudine, quasi tutto il territorio del paese anatolico. Ultimamente abbiamo aggiunto itinerari anche per la Mesopotamia settentrionale, arricchendo così programmi già interessanti e consolidati, nonché aggiungendo le visite ai reperti archeologici di recente scoperta, come Gobeklitepe», spiega Müge Sakman, che nel 2005 ha rilevato il tour operator a seguito della volontà della precedente proprietà di cessare l'attività.\r\n\r\nL'operatore, sino allo scoppio della pandemia, poteva contare su una ventina di collaboratori, fornendo pacchetti e servizi ad agenzie e network sia italiani, sia esteri. Ora il suo rilancio passa dalla nuova denominazione Turbanitalia by Start Promotion. \"Quest'ultima è una società milanese nata nel 1995, che negli anni ha saputo affiancare l'attività di turismo e incentive a una forte linea congressuale e di event organization - prosegue Müge Sakman -. I nostri prodotti saranno quindi commercializzati da loro nel segno della continuità. La qualità accessibile che ci ha sempre ispirato non sarà infatti solo mantenuta e messa a disposizione delle agenzie con tariffe speciali Pegasus Airlines e Turkish Airlines, strutture alberghiere selezionate, assistenza al cliente a 360 gradi, logistica e altri servizi gestiti da fornitori seri e affidabili, ma aumenterà anche la cura del prodotto sia in programmazione, sia in loco».","post_title":"Turbanitalia diventa by Start Promotion e rilancia il prodotto Turchia","post_date":"2024-03-01T10:36:49+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1709289409000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462527","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ryanair in allungo sul Veneto da dove quest'estate opererà 88 rotte, tra cui 5 nuove per Londra, Tirana, Madrid, Valencia e Reggio Calabria. \r\nL'operativo da record - segnala la low cost - è stato lanciato \"nonostante i tagli di capacità a Venezia Marco Polo a causa della decisione illogica della città di aumentare l’addizionale municipale del 38%, danneggiando il turismo locale, l'economia e l'occupazione\".\r\nNel dettaglio il network della summer prevede 5 nuove rotte (2 da Treviso per Londra e Tirana; 2 da Verona per Madrid e Valencia e 1 da Venezia per Reggio Calabria) con l'obiettivo di trasportare 7 milioni di passeggeri all'anno.\r\nRyanair crescerà a Treviso e Verona, operando 61 rotte (incluse 4 nuove rotte) e trasportando oltre 4 milioni di passeggeri. Nel frattempo, nella vicina Venezia, il vettore ridurrà i voli e metterà in pausa i suoi piani di crescita, con sole 27 rotte.\r\n\"Sfortunatamente, la crescita a Treviso e Verona si contrappone alla riduzione di Venezia, dove la decisione illogica della città di aumentare l’addizionale municipale del 38% ha avuto un impatto negativo sui veneziani e sull'industria turistica di Venezia in fase di ripresa, perdendo preziosi pernottamenti in favore di aeroporti limitrofi come Bologna e Trieste - ha commentato Jason McGuinness, chief commercial officer della low cost irlandese.\r\nLa decisione del Comune di Venezia di aumentare i costi di accesso per i passeggeri è in netto contrasto con quella del Friuli-Venezia Giulia, che ha abolito l’addizionale municipale (tassa sul turismo) dal 1° gennaio 2024.\r\nChiediamo al Comune di Venezia di fermare immediatamente questo aumento assurdo delle tasse per rendere Venezia nuovamente competitiva a vantaggio della propria industria turistica e, in ultima analisi, dei residenti. Ciò consentirà a Ryanair di riprendere i propri piani ambiziosi di crescita per stimolare la connettività annuale, creare posti di lavoro locali e generare benessere locale.\r\nChiediamo inoltre allo Stato italiano di eliminare l’addizionale municipaleda tutti gli aeroporti italiani per stimolare la crescita della capacità e ridurre le tariffe per i passeggeri. Se il Governo italiano abolisse la tassa, Ryanair risponderebbe con un investimento di 4 miliardi di dollari in Italia, aggiungendo 40 nuovi aeromobili, oltre 20 milioni di passeggeri annui e oltre 250 nuove rotte\".","post_title":"Ryanair riduce i voli su Venezia per l'estate. Più capacità su Verona e Treviso","post_date":"2024-03-01T09:36:38+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1709285798000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462445","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ryanair rilancia da Pisa per l'estate con un network di 57 rotte, di cui cinque nuove per Kaunas, Porto, Tirana, Oslo-Torp e Zagabria e oltre 570 voli settimanali.\r\n\r\nLa low cost irlandese posizionerà quindi un nuovo aeromobili al Galileo Galilei (investimento aggiuntivo di 100 milioni di dollari) portando la flotta totale basata a Pisa a 9 aeromobili - incluso 1 “Gamechanger” 8-200 (4% di posti in più, 16% di CO2 in meno) - e supportando oltre 2.300 posti di lavoro.\r\n\r\nRyanair punta a trasportare oltre 2,8 milioni passeggeri per l’estate 2024, il+13% rispetto alla scorsa summer.\r\n\r\n\"Da oltre 25 anni, Ryanair gioca un ruolo cruciale nello sviluppo e nella crescita dello scalo di Pisa - ha commentato Roberto Naldi, amministratore delegato di Toscana Aeroporti -. Gli annunci delle nuove rotte e l'arrivo di un nuovo aeromobile per la stagione estiva 2024 sottolineano, ancora una volta, l’interesse della compagnia a essere un partner strategico e affidabile e rinforzano la solida partnership con Toscana Aeroporti. Quanto annunciato oggi conferma il crescente impegno di Ryanair verso Pisa e ci spinge a continuare a fornire il miglior servizio possibile e a garantire la massima attrattività e competitività dello scalo anche attraverso il suo sviluppo infrastrutturale.”","post_title":"Ryanair: l'estate da Pisa conta 57 rotte di cui 5 nuove e un altro velivolo basato","post_date":"2024-02-29T09:17:46+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1709198266000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462336","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\"Non è stata trovata alcuna traccia di colera a bordo della Norwegian Dawn\". Lo rivela una nota ufficiale di Ncl, a seguito delle voci circolate in questi giorni dopo la messa in quarantena della nave al largo delle coste di Mauritius. Una decisione presa dal governo locale a titolo precauzionale appreso che un un ristretto numero di ospiti aveva accusato \"lievi sintomi di mal di stomaco. Sebbene solo sei passeggeri fossero monitorati, le istituzioni hanno richiesto i test con eccesso di cautela, ritardando così lo sbarco della nave previsto per il 25 febbraio 2024. E in seguito ai risultati di tali test, e alla conferma che non è stata trovata alcuna traccia di colera, la Norwegian Dawn è stata autorizzata a entrare a Port Louis, Mauritius. Lo sbarco è già iniziato questa mattina presto (ora locale)\".\r\n\r\n\"Ci impegniamo a dare priorità all'esperienza degli ospiti in ogni fase del viaggio - prosegue la nota -, anche in situazioni impreviste e difficili come questa. Sia i nostri team a terra che quelli a bordo hanno mantenuto aperta la comunicazione con i passeggeri, fornendo gli aggiornamenti disponibili in tempo reale. Dato il ritardo nello sbarco, il nostro Ncl Air Team ha riorganizzato il piano rientro senza costi aggiuntivi, per tutti gli ospiti che avevano prenotato con noi i voli (oltre 400 riprogrammati in 24 ore). Abbiamo inoltre fornito a tutti i passeggeri il servizio wifi e telefonico gratuito, in modo che anche coloro che hanno acquistato i voli per conto proprio potessero riorganizzarsi per il rientro. Rimborseremo inoltre ai passeggeri le spese ragionevolmente sostenute a seguito delle modifiche al volo. È stata poi garantita una sistemazione alberghiera gratuita per chi ha un volo di ritorno programmato per il 28 febbraio. Inoltre, per compensare questo inaspettato ritardo di due giorni, è stato fornito un credito da utilizzare per la prossima crociera\".\r\n\r\n\"Per gli ospiti che avrebbero dovuto salire a bordo il 25 febbraio - prosegue il comunicato -, l'imbarco è ora previsto per il pomeriggio di oggi (ora locale). Considerato il ritardo della partenza, abbiamo organizzato un soggiorno gratuito in hotel di due giorni a Mauritius per tutti i passeggeri in partenza, che comprende quasi 1.200 camere d'albergo per oltre 2 mila ospiti, che hanno inoltre ricevuto una diaria per coprire il costo dei pasti e altre spese accessorie. Abbiamo quindi organizzato trasferimenti gratuiti per raggiungere il porto. A causa della riduzione della durata della crociera, gli ospiti riceveranno pure un rimborso proporzionale, nonché un credito di bordo e un credito per la prossima crociera. Negli ultimi giorni abbiamo tenuto informati i passeggeri con aggiornamenti regolari attraverso molteplici canali di comunicazione, inclusi messaggi e email. Negli ultimi giorni abbiamo mobilitato rapidamente ulteriore personale sul campo, volando con il team Ncl Care dedicato dai nostri uffici a Miami e in Inghilterra, per fornire maggiore supporto e garantire un processo di sbarco e imbarco regolare. Come sempre, la salute e la sicurezza dei nostri ospiti, dell'equipaggio e delle destinazioni che visitiamo sono la nostra massima priorità. Operiamo secondo i più alti standard di sanità pubblica e igiene e rispettiamo tutte le normative sanitarie locali”.\r\n\r\n“Apprezziamo la pazienza dei nostri ospiti mentre affrontiamo questa situazione in divenire - aggiunge il presidente di Ncl, David Herrera -. Apprezziamo anche il lavoro del nostro team dirigenziale e del nostro equipaggio di bordo, nonché l’impegno del nostro team globale a terra per garantire il comfort dei nostri ospiti in questa contingenza inaspettata. Crediamo nel fare la cosa giusta e nel fare tutto il possibile per offrire la migliore esperienza di vacanza possibile ai nostri ospiti”.","post_title":"Ncl: niente colera a bordo della Norwegian Dawn. La nave è tornata a operare normalmente","post_date":"2024-02-27T15:07:17+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1709046437000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462317","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Con 70 anni di carriera nel mondo del turismo, Gino Campanella, titolare dell’agenzia palermitana Conca D’Oro Viaggi, non solo ha un’esperienza a 360 gradi ma ha affinato una sensibilità grazie alla quale capisce le necessità del cliente e fa di tutto per farlo crescere culturalmente.\r\n\r\nCampanella, in occasione della 28 esima edizione dei Protagonisti del Mare di Costa Crociere, ha ricevuto, oltre al riconoscimento per le vendite delle crociere Costa, il Premio “Piero Pagni” alla carriera.\r\n\r\n«La mia attività comincia 70 anni fa – spiega Gino Campanella – come agente di navigazione della Siosa Line che lanciò con la motonave Ausonia il primo Tour delle 7 Perle del Mediterraneo. Ho iniziato con le provvigioni e dopo ho cominciato a fare attività turistica con i piccoli gruppi. Nel 1980 abbiamo aperto l’agenzia in piazza Indipendenza a Palermo: l’obiettivo era, ed è tuttora, quello di promuovere un turismo qualificato. Per questo abbiamo raccolto una clientela di grande valore umano e sociale. L’agenzia deve essere un Centro Culturale: l’adv con la propria esperienza deve essere in grado di stimolare il cliente, creando un rapporto duraturo di confronto, un rapporto che non sia solo finalizzato alla vendita del viaggio ma alla crescita personale e culturale del cliente stesso».\r\n\r\nUn’esperienza acquisita sul campo, occupando diversi ruoli, dall’agente di navigazione che assisteva i naviganti/emigranti in tutte le procedure di partenza fino all’organizzazione di piccoli gruppi.\r\n\r\n«Ci tengo a sottolineare che la mia agenzia si distingue dalle altre – aggiunge Campanella – perché puntiamo subito a capire il motivo per il quale il cliente intende fare la vacanza, in modo tale da dare sempre al viaggio un valore di crescita culturale ed umana. Il rapporto con il cliente è crescita anche per noi agenti: l’obiettivo non deve essere quello di vendere il viaggio ma di arricchire culturalmente chi sceglie di viaggiare. Questa è la giusta dimensione dell’Agente di Viaggio».\r\n\r\nPer questo l’agenzia di Gino Campanella è un vero e proprio Centro Culturale che rappresenta tutta la passione del suo fondatore per le tradizioni, lo scambio tra culture ed il confronto sempre aperto con chi sceglie di entrare in agenzia.\r\n\r\nAll’interno dell’Agenzia di Piazza Indipendenza c’è una Sala dedicata ai Pupi Siciliani, con una collezione di 350 pezzi e la possibilità di assistere a piccoli spettacoli.\r\n\r\nGrande l’esperienza di Campanella anche nel settore delle Crociere.\r\n\r\n«Prima la crociera non apparteneva alla gente media ma solo all’elite – commenta Campanella – Piano piano abbiamo assistito alla trasformazione: la crociera entusiasmava perché dava la possibilità di vedere posti diversi, anche se piuttosto rapidamente. I costi delle crociere sono scesi ed hanno attirato anche le persone con meno possibilità che potevano scegliere di non fare escursioni e godere della nave come di un Villaggio. Per fortuna di anno in anno le tappe nei porti si sono allungate e c’è chi affitta la macchina per visitare meglio e autonomamente le località. Le navi sono vere e proprie opere d’arte, frutto del lavoro di ingegneri ed architetti».","post_title":"Conca D'Oro Palermo, i 70 anni di carriera di Gino Campanella","post_date":"2024-02-27T13:25:42+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1709040342000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462326","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_456296\" align=\"alignleft\" width=\"286\"] Leonardo Massa[/caption]\r\n\r\nUna proposta innovativa, capace di offrire un’esperienza di viaggio unica, frutto della collaborazione tra due consolidati operatori del turismo italiani: Msc Crociere e Veratour. Partita a inizio 2024, la partnership tra le due aziende ha dato il via al progetto “Mix & Cruise”, attraverso cui i clienti possono accedere a una vacanza che combina il meglio di entrambe le realtà: il fascino della crociera Msc abbinato a un periodo a terra presso i villaggi Veratour o le strutture selezionate dal tour operator.\r\n\r\n«La possibilità di unire l’esperienza in crociera con l’opportunità di trascorrere un periodo all’interno di una delle strutture proposte da Veratour, consente agli ospiti di godere di una vacanza diversificata e stimolante. Con le nostre navi è possibile partire tutto l’anno da Port Canaveral, Miami e New York e raggiungere Ocean Cay Msc Marine Reserve l’isola privata della compagnia situata alle Bahamas. Tutte le nostre crociere offrono standard qualitativi elevati, offrendo ai passeggeri itinerari esclusivi e confort e relax a bordo», ha dichiarato Leonardo Massa, vice president southern Europe della divisione crociere del gruppo Msc.\r\n\r\nGià disponibili per i viaggiatori più esigenti un’ampia selezione di viaggi combinati che possono prevedere le metropoli più iconiche, i grandi spazi americani e le isole caraibiche, per un mix appassionante in un unico pacchetto.\r\n\r\n«I clienti sono sempre alla ricerca di nuovi stimoli, senza voler rinunciare ai servizi e all’alta qualità. Msc Crociere rappresenta il mondo delle crociere al meglio, con standard elevati e consolidata esperienza, per questo con loro è stato facile dar vita a questa innovazione. Abbiamo la stessa cura verso gli ospiti e la garanzia del Made in Italy. Siamo certi che questa proposta avrà il successo che merita”, ha sottolineato Stefano Pompili, co-ceo Veratour\r\n\r\nI pacchetti ad oggi disponibili sono della durata di circa due settimane, con partenze dall’Italia dai principali aeroporti. Otto gli itinerari già disponibili, personalizzabili tra diverse mete degli Stati Uniti, del Centro America e delle isole caraibiche. Crociere di 3, 7 o 11 notti con partenza da New York, Miami e Port Canaveral e stop nell’iconica isola privata di Ocean Cay MSC Marine Riserve, situata nel cuore delle Bahamas. Cinque diverse navi MSC Crociere tutte dotate di ogni comfort e attente all’ambiente grazie\r\nall’implementazione di tecnologie pulite. Le strutture Veratour in abbinata sono i Veraclub in Messico, Jamaica, Repubblica Dominicana o altri hotel selezionati.\r\n\r\nPresto disponibili ulteriori proposte con partenze da Dubai, Abu Dhabi, Doha e dal Giappone","post_title":"Parte la collaborazione su prodotto fra Msc e Veratour","post_date":"2024-02-27T13:18:57+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1709039937000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti