13 April 2021

Ancora Spagna per Kappa Viaggi con il Club Coralia Ohtels Islantilla

[ 0 ]

Ubicato sulla Costa de la Luz, nella provincia di Huelva, nel Sud-ovest della Spagna, il Club Coralia Ohtels Islantilla è una delle recenti novità di KappaViaggi dedicate al mercato italiano.

A 300 metri dalla spiaggia, dista pochi chilometri dalla città di Huelva, dall’aeroporto di Faro e dallo scalo di Siviglia. Il soggiorno è in formula tutto compreso, con un pacchetto comprendente i voli a/r, i trasferimenti dall’aeroporto all’hotel e viceversa, l’alloggio in camera Standard, il trattamento come da programma, le tasse aeroportuali e le sovrattasse. Sono inoltre inclusi tutti i pasti, gli snack e le bevande. La struttura conta 346 camere, dispone di una piscina esterna, attiva da metà maggio, e di una piscina per bambini. In base alla stagione, a disposizione degli ospiti, anche una piscina coperta con idromassaggio. Completano l’offerta la palestra a ingresso libero, il campo da golf, la spa dell’hotel e una sala giochi con ping-pong, biliardo e calcio balilla. Anche all’Ohtels Islantilla il team di animatori di KappaViaggi offre un programma di intrattenimento giornaliero e serale, integrando attività culturali con i “grandi classici” del club. Una speciale attenzione è infine rivolta ai più piccoli e ai ragazzi con il Coralia Kids Club e il Coralia Club Ado.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353633 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Venti anni fa la prima corsa: era venerdì 28 maggio 1999 quando alle ore 9.45 partì da Milano Cadorna il primo Malpensa Express, destinazione Terminal 1. I passeggeri hanno seguito un trend di crescita costante, arrivando al record di 3 milioni registrato nel 2018, per un totale nell’arco dei 20 anni di 40 milioni di passeggeri, con un indice di soddisfazione della clientela costantemente sopra al 90%, in linea con gli standard dei principali servizi omologhi europei. Il servizio è evoluto, in questi vent’anni, non solo grazie alla nuova flotta di treni Coradia, convogli di ultima generazione totalmente accessibili, entrati in servizio da giugno 2010, ma anche grazie a un’infrastruttura sempre più veloce e performante che si estende su rete Ferrovie Nord. «Malpensa Express -  spiega l'amministratore delegato di Trenord, Marco Piuri - è pronto per accogliere la sfida della chiusura di Linate e del trasferimento dei voli a Malpensa, in occasione della quale offriremo 18.500 posti in più al giorno, con l’obiettivo di intercettare un nuovo pubblico: miriamo a conquistare mezzo milione di viaggiatori in più ogni anno. In questi 20 anni di Malpensa Express abbiamo maturato una competenza che mettiamo in campo anche per il servizio sugli altri scali lombardi, in primis Linate - collegato alla stazione Forlanini del Passante Ferroviario - e Bergamo Orio al Serio - quando l’aeroporto sarà raggiunto dai binari». Per tutto il periodo della chiusura di Linate, Trenord incrementerà quasi del +50% l’offerta di posti al giorno sulle corse Malpensa Express, che passerà da poco più di 39.000 a 58.000 grazie a composizioni allungate dei convogli. Nell’ottica del potenziamento del servizio, Trenord lancerà a giugno il sito malpensaexpress.it completamente rinnovato, ottimizzato per smartphone e tablet e ideale per essere consultato da chi è in viaggio. [post_title] => Trenord: 20 anni e 40 milioni di passeggeri sul Malpensa Express [post_date] => 2019-05-29T12:53:57+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559134437000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353631 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Go Australia presenta alle agenzie di viaggi la nuova collezione di viaggi esclusivi per l’autunno/inverno 2019/2020. Un’opportunità di vendita più flessibile per le agenzie di viaggio che collaborano con Go Australia grazie all’inserimento di nuove proposte adatte al mercato in evoluzione che cerca l’esotico con mete come Vanuatu e Tonga, indimenticabili Isole del Pacifico. Le nuove ed esotiche destinazioni si affiancano naturalmente alle classiche per il mercato italiano ovvero Fiji, Nuova Caledonia, Isole Cook e Polinesia Francese. Sul versante Australia in cantiere itinerari inediti nel South Australia come quello "Sulle orme di Priscilla” (ispirato al famoso film) e nuovi itinerari alla scoperta della fauna e di paesaggi più incredibili del Western Australia tra Quokka, Orche, Canguri e Delfini. «Guarderemo con nuovi occhi – afferma Ludovico Scortichini, Presidente di Go World – anche il Queensland con nuove mete mare e un inedito Outback ed Northern Territory con nuove possibilità di alloggio nell'Outback più rosso». Anche per la nuova Zelanda Go Australia propone nuovi itinerari in Self Drive, vero cavallo di battaglia del tour operator. Tra le migliori proposte due pacchetti da non perdere: Paradisi Remoti, Fiji e Vanuatu (17gg/15 notti quota a persona 4.200€ voli inclusi), un’occasione unica per visitare due arcipelaghi del Pacifico in una volta sola. In Viaggio alle Samoa (13gg/10 notti quota a persona 2.900€ voli inclusi) è un pacchetto pensato per visitare due isole principali delle Samoa: Upolu, e Savai’i con la loro meravigliosa barriera corallina e per provare nei villaggi “Fa’a Samoa”, ovvero la tipica vita Samoana.     [post_title] => Go Australia, Vanuatu e Tonga tra le novità per l'autunno/inverno [post_date] => 2019-05-29T12:42:05+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559133725000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353448 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Prende il via il Roadshow 2019 di Mauritius Tourism Promotion Authority. Si svolgerà in tre tappe serali e rappresenta una nuova occasione di incontro per l’Ente e i suoi partner con i professionisti del turismo in tre città italiane. Si parte oggi, 28 maggio, con la serata inaugurale e Catania, il giorno successivo Mtpa e gli espositori presenti faranno tappa a Napoli, per poi risalire la penisola e concludere il tour a Verona, il 30 maggio. Gli ospiti avranno l’opportunità di confrontarsi direttamente con rappresentanti di compagnie aeree, catene di hotel e dmc, per capire quali sono i nuovi focus e spunti che rendono Mauritius una meta ideale in ogni occasione. Le serate saranno contraddistinte dalla calorosa accoglienza mauriziana e gli ospiti saranno allietati, a chiusura dei lavori, da intrattenimento in puro stile mauriziano.  Saranno presenti quattro vettori che servono la destinazione: oltre alla compagnia di bandiera, Air Mauritius, non mancheranno Alitalia, Emirates e Turkish Airlines. Gli specialisti del segmento accommodation che prenderanno parte al roadshow sono: Beachcomber Resorts & Hotels, Constance Hotels & Resorts, Le Palmiste Resort & Spa, Veranda & Heritage Resorts, Southern Cross Hotels e Sun Resorts. Infine, Promotour permetterà di scoprire e riscoprire numerose opportunità di escursioni ed esperienze in loco. «Vogliamo intensificare il contatto diretto con i professionisti del turismo in tutta Italia - spiega Mia Hezi, account director Italy per Mtpa - grazie alla loro preziosa collaborazione infatti riusciamo a trasmettere la nostra passione per questa incantevole isola, che è una destinazione ideale in ogni periodo dell’anno».    [post_title] => Mauritius inaugura oggi a Catania il roadshow formativo. A seguire Napoli e Verona [post_date] => 2019-05-28T09:38:29+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559036309000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353341 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_184174" align="alignright" width="300"] Emerald Princess[/caption] Princess Cruises, rappresentata in Italia da Gioco Viaggi, Tour & Cruise Operator, lancia una visita nave per agenti di viaggio a bordo di Emerald Princess dedicata a tutta la famiglia, piccoli crocieristi compresi, il 15 giugno a Civitavecchia. Si tratta di un’occasione unica per vivere la magia di una giornata in crociera con Princess. Con una stazza di 113 mila tonnellate e una capacità di 3.080 passeggeri, Emerald Princess, sottoposta a restyling ad aprile di quest’anno, è la nave di punta che la compagnia ha posizionato nelle acque del Mediterraneo per la stagione 2019. Durante la visita nave gli agenti di viaggio e le loro famiglie avranno modo di sperimentare lo speciale stile Princess. I piccoli crocieristi potranno accedere al Camp Discovery, che accoglie le strutture Princess interamente dedicate a bambini e adolescenti e partecipare alle divertenti attività loro dedicate, un piccolo assaggio di quella che potrebbe essere la loro prossima vacanza in crociera. Tutte le unità della flotta Princess, infatti, sono dotate di Kids Club con programmi diversificati per specifici gruppi di età. The Treehouse, per bambini da 3 a 7 anni, propone un accattivante tema “foresta” con tante attività pratiche per il divertimento dei più piccoli. The Lodge (8-12 anni), ispirato ai lodge immersi nella natura, è un luogo confortevole dove i bambini possono esplorare in libertà e dedicarsi ad attività sportive. Ed infine The Beach House per gli adolescenti (13-17 anni), un lounge a tema beach per i più grandi, il luogo ideale per incontrarsi, conoscersi e divertirsi insieme. Per ricevere ulteriori informazioni e richiedere il modulo di  partecipazione inviare un’email a commerciale@giocoviaggi.com     [post_title] => Emerald Princess, family day per adv il 15 giugno a Civitavecchia [post_date] => 2019-05-27T10:56:18+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558954578000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353187 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un aumento di volumi e fatturato del 20% a parità di perimetro. Sono gli effetti più che lusinghieri, generati nei primi tre mesi dal nuovo format Bravo Club lanciato a fine febbraio. Lo ha rivelato, a margine dell'evento sardo del Voi Tanka Resort  per la presentazione dell'ultimo singolo di Giusy Ferreri, il brand manager del marchio di villaggi all inclusive Alpitour, Gianmaria Patti: «I feedback sono stati da subito molto positivi e ci confortano sulla bontà della nostra strategia incentrata sulla creazione di un prodotto a maggior valore aggiunto, per liberarci dalla necessità di competere esclusivamente sulla leva del prezzo». Il brand, che ha chiuso l'anno fiscale novembre 2017 - ottobre 2018 con un fatturato complessivo di 155 milioni di euro, generato da 19 villaggi complessivi, presenta anche per questa stagione un portfolio stabile: 11 resort per la stagione invernale, che salgono a 19 per l'estate. «Il nostro obiettivo è quello di crescere con moderazione, perché vogliamo preservare la promessa del marchio - prosegue Patti -. Per l'anno prossimo posso però già annunciare l'apertura di un nuovo Bravo Club a Kao Lack in Thailandia. Abbiamo infatti chiuso con la proprietà un contratto di commercializzazione, che come sempre punta a instaurare un rapporto di lungo periodo. Anche perché, per portare a regime i nostri villaggi, per far sì in altre parole che tutto il personale sia in grado di interpretare al meglio il nostro format, occorrono almeno due anni. Quando non gestiamo direttamente le strutture, sigliamo perciò sempre accordi di almeno 3 + 3 anni se non 5 + 5». [post_title] => Bravo Club: il nuovo format funziona. In arrivo un resort in Thailandia [post_date] => 2019-05-24T12:28:33+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => bravo-club [1] => gianmaria-patti [2] => in-evidenza [3] => kaolack [4] => thailandia ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Bravo Club [1] => Gianmaria Patti [2] => In evidenza [3] => Kaolack [4] => thailandia ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558700913000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353170 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «E' stato un investimento importante, che ci ha visto impegnati nella parte organizzativa degli spostamenti della troupe e nella fase di individuazione delle location», spiega la responsabile marketing consumer di Alpitour World, Elena Usilla. Il riferimento è  alla partnership tra il to piemontese e Sony Music, per la realizzazione del videoclip del pezzo Jambo, che debutta proprio oggi in radio e in digitale ed è stato ufficialmente presentato ieri notte presso il Voi Tanka Resort. Giusy Ferreri e i produttori Takagi & Ketra sono infatti partiti alla volta di Zanzibar a bordo di un 787 Dreamliner di Neos per realizzare alcune delle riprese lungo la spiaggia del Bravo Club Kiwengwa. «L'anno scorso il video di Amore e Capoeira, curato dagli stessi produttori, ha raggiunto un numero record di 150 milioni di visualizzazioni su Youtube - sottolinea Elena Usilla -. Noi confidiamo che Jambo possa andare anche oltre».  L'idea alla base dell'operazione è quella di lavorare sull'emozione, sul ricordo che gli ospiti si portano a casa da una vacanza. E la partnership con Sony, che ha avuto come corollario anche la realizzazione di una versione speciale di Amore e Capoeira tutta dedicata ai villaggi Bravo Club, si muove proprio in questa direzione: «La musica aiuta a generare il ricordo e soprattutto a farlo riaffiorare persino a distanza di mesi, se non di anni. Ci è sembrato perciò subito l'elemento più immediato su cui lavorare», conclude Elena Usilla. L'iniziativa si inserisce nel contesto del lancio del nuovo form Bravo Club annunciato a fine febbraio, che prevede una lunga serie di iniziative in ambito di intrattenimento e animazione, soprattutto per la fascia più giovane degli ospiti, nonché in fatto di proposte enogastronomiche ed esperienze delle destinazioni in cui i villaggi del brand sono inseriti.     [post_title] => Alpitour e Sony insieme per il lancio del nuovo singolo Jambo con Giusy Ferreri [post_date] => 2019-05-24T12:03:33+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558699413000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353149 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Affaire Atlantide. Appaiono sempre meno chiari i contorni della vicenda relativa all'acquisizione (vera o presunta?) del ramo d'azienda de I Viaggi di Atlantide da parte di Arkus. Dopo un primo annuncio dato per certo dal network Arkus, durante la scorsa edizione della Bmt, sono seguiti una serie di prese di posizioni e passi indietro delle realtà coinvolte nella vicenda. Dalla nota di Enac che annuncia di aver ricevuto ricevuto da parte di Neos una comunicazione relativa alla decisione della compagnia di non proseguire i servizi charter per Partours, al contrattacco di Arkus fino alla recente posizione di Aiav secondo la quale I Viaggi di Atlantide avrebbe operato senza copertura assicurativa. Tanto è stato detto fino ad oggi che il to di Brescia ha deciso di mette nero su bianco, chiarendo la propria versione sui fatti: «Il tour operator bresciano ha, fino ad oggi, onorato tutti i propri impegni verso le agenzie e verso i clienti garantendo agli stessi tutte le partenze charter previste fino alla metà di maggio e, allo stesso modo, per i principi sopra enunciati, per le prenotazioni relative ai viaggi su misura – circa 40 -  sta provvedendo a garantire i servizi coperti dagli acconti versati dalle agenzie e a rimborsare invece le agenzie che hanno versato gli acconti ma alle quali non sono stati, ad esempio, emessi i biglietti aerei. Al di là di ogni dietrologia, questa decisione è maturata a seguito di una situazione di immobilità operativa, dovuta ad inadempienze non certo imputabili a I Viaggi di Altantide ma semmai a chi, tuttora utilizza a seconda dei propri vantaggi, il nome dello stesso come di sua proprietà laddove faccia comodo – leggasi conferenza stampa del 09 Maggio relativa alla presentazione dell’acquisto di un noto club calcistico ndr – mentre si distacca da situazioni più meramente operative. Si riconferma, per correttezza di informazioni, che non è stato formalizzato alcun atto finale di acquisizione di ramo di azienda, ma il preliminare sottoscritto è vincolante con efficacia operativa a partire dai primi giorni di aprile, tanto più che Partours, contrariamente a quanto dichiaro, ha emesso estratti conto recanti la propria ragione sociale ed ha incassato dei pagamenti da parte di alcune agenzie di viaggio. Cosi come risulta siano stati siglati dei contratti con alcune strutture alberghiere. Allo stesso modo, va chiarito che la sospensione dei voli a Partours è derivata dal fatto che la compagnia aerea Neos aveva sottoscritto con Partours il contratto charter per i voli di aprile e maggio e le obbligazioni in esso previste non sono state onorate dalla medesima società e non certo da I Viaggi di Atlantide. Il quale ha, piuttosto, dovuto garantire le partenze stesse alla compagnia che, a quanto risulta, non ha mai in alcuna sede dichiarato che la sospensione dei voli fosse dovuta ad inadempienze di Viaggi di Atlantide, anche perché non avrebbe potuto farlo, bensì sono dichiarazioni di terzi e/o interpretazioni degli organi di stampa i quali, sulla base di “fonti di mercato” non meglio precisate, sono unilateralmente giunti a quella conclusione. Il comparto del turismo che, potrebbe in un futuro non lontano perdere I Viaggi di Atlantide, dovrebbe, in determinati segmenti, forse essere rivisto e ridisegnato se oggi si assiste ad una messa alla gogna di un Tour Operator che nel corso di tutta la sua attività (oltre ad aver portato qualche novità in termini di prodotto e di approccio al mercato) ha svolto il proprio lavoro nel pieno rispetto delle regole vigenti ma, soprattutto, con correttezza, serietà e dedizione, valori che negli anni hanno soddisfatto migliaia di agenzie di viaggio e centinaia di migliaia di clienti.. In merito a quanto dichiarato dal sig. Avataneo, a capo dell’associazione degli agenti di viaggio, che l’azienda aveva già avuto occasione di incrociare qualche anno fa, si precisa che, come accaduto in quell’occasione, lo stesso avrebbe potuto senza alcun problema prendere contatto con i vertici di Viaggi di Atlantide e gli stessi sarebbero stati più che disponibili a fornire ogni qualsivoglia informazione e, apprese le stesse – tutte quante supportate da relative documentazione – avrebbe sicuramente capito e compreso la situazione in maniera adeguata, probabilmente rivedendo alcune considerazioni". [post_title] => Arkus: la versione di Atlantide [post_date] => 2019-05-24T11:31:08+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558697468000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353127 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Mare, divertimento e gastronomia: ecco l'estate tra la Costa Daurada e Terres de l’Ebre. A solo un’ora da Barcellona troviamo la Costa Daurada: oltre ad essere desiderata da chi ama andare in bici, ha delle caratteristiche uniche: Cambrils è di fatto la capitale gastronomica  mentre Calafell è molto apprezzata dalle famiglie. Ottantuno chilometri di costa con 60 spiagge di sabbia fine e dorata formano il versante marittimo. La Costa Daurada è una destinazione ideale per la famiglia anche per la presenza del PortAventura World, uno dei parchi divertimento più grandi d’Europa e di cui fanno parte il PortAventura Park e il PortAventura Caribe Aquatic Park. E poi c’è il il Ferrari Land, l’unico parco in Europa dedicato al cavallino rampante. Il massiccio della Serra del Montsant, nella regione del Priorat, è invece simbolo di turismo sostenibile. Questo comprensorio è una vera e propria Cattedrale del Vino: comprende la DO Montsant e la DOQ Priorat, con prevalenza delle varietà di Cannonau Rosso e Carignana, con cui sono elaborati alcuni dei vini più pregiati del mondo. Ad essi bisogna aggiungere vini e spumanti delle DO Tarragona, Penedès, Conca de Barberà e Cava. Infine Tarragona, città Patrimonio Unesco, ma anche i monasteri cistercensi e Reus, la città di Gaudí e del Vermouth. Scoperta la Costa Daurada, la tappa è d’obbligo nelle Terres de l’Ebre, paradiso per gli amanti della natura, adatte per gli amanti del turismo slow. Le famiglie possono godere della bellezza e della vivacità del Parco Naturale del Delta: tante le attività che possibile svolgere, tra cui il bird watching, tour in bici ed escursioni in battello.  È una zona nota per la produzione del riso del Delta, la cui coltivazione è una delle attività agricole più importanti insieme ad agrumi, miele e vino. Dal 2013 la maggior parte del territorio delle Terres de l’Ebre è stato qualificato “Riserva della Biosfera”, un riconoscimento alla qualità di tutto l’ecosistema di cui l’Ebro è la spina dorsale, un fiume vivo e a tratti navigabile che svolge un ruolo di grande rilevanza. Ha ricevuto inoltre il riconoscimento Top 100 Sustainable Destinations, una delle 100 migliori destinazioni turistiche sostenibili del mondo. [post_title] => Catalunya, l'estate tra Costa Daurada e Terres de L'Ebre [post_date] => 2019-05-24T10:23:41+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558693421000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352982 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Tenerife Walking Festival (fino al 25 maggio) è un vero riferimento per il trekking europeo. In ogni edizione, una selezione dei tour più spettacolari dell'isola attira partecipanti da tutto il continente, desiderosi di prendere parte a un festival unico che respira l'atmosfera e la consapevolezza ambientale, e dove si distingue l'impronta zero , con cui compensa l'emissione di gas inquinanti di ogni edizione. Senza dimenticare un aspetto giocoso importante (visite a musei, discorsi, esempi di cucina tradizionale, ecc.), che rende Puerto de la Cruz, a nord di Tenerife e sede dell'evento, la capitale di questo sport per alcuni giorni (www.tenerifewalkingfestival.com). L'8 giugno sarà la volta del Tenerife Bluetrail. Si tratta della prova più alta della Spagna e la seconda d’Europa, ed è una gara unica grazie al suo tracciato che parte dal livello del mare, superando i 3.500 metri di altitudine durante il suo percorso. Si sviluppa lungo il Parco Nazionale e il vulcano Teide (Patrimonio dell'Umanità) e attraversa l'isola da sud a nord. Prevede varie distanze: Trail, Maratona, Mezza Maratona, Retro e infine l'ultra Trail, la più impegnativa, con un percorso che supera i 100 chilometri. Fin dalla prima edizione ha sempre raggiunto un numero di circa 10.000 corridori, diventando una delle sfide sportive più attese dell'anno per gli appassionati di trail.www.tenerifebluetrail.com. Nei giorni che precedono l'evento si svolgerà la Feria del Deporte (Fiera dello Sport) presso il Centro Internacional de Ferias y Congresos di Santa Cruz, dove i partecipanti potranno ritirare i pettorali, acquistare attrezzature sportive a buon prezzo e godersi delle esibizioni sportive. [post_title] => Tenerife: eventi e festival dedicati al walking e al trail [post_date] => 2019-05-23T09:53:20+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558605200000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti