15 April 2024

Coccia, Futura Vacanze: siamo tra i top player del settore

[ 0 ]

Futura Vacanze inaugura la stagione estiva con una serie di eventi dedicati alle agenzie di viaggio. «A tu per tu è il nome della nostra campagna, che vuole rappresentare un rilancio diretto a contatto con le persone – spiega il direttore vendite, Francesco Maio – Iniziamo da Milano, dove sono presenti circa 80 adv, e proseguiremo poi in tutto il Nord Italia (Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto), per spostarci quindi a marzo nelle regioni del Centro-Sud. Nel frattempo, a gennaio, sono partiti anche diversi educational».

Fra le novità, l’uscita dei nuovi cataloghi: tre cartacei (Mare Italia, Club e Club Estero), a cui se ne aggiungono altrettanti online (Neve, Benessere, Monti Estivi), più un ulteriore in arrivo. Da segnalare pure la new entry del sardo Cala Fiorita, che va a potenziare il prodotto Italia.

«Contiamo su una rete di 3.500 agenzie con cui lavoriamo in maniera meritocratica e per cluster, tramite undici venditori attivi in tutta Italia e quattro in telemarketing, che vanno a coprire ogni regione – aggiunge Maio –. Grazie ai molti feedback positivi beneficiamo di un ottimo trend di advance booking e di una buona percentuale di repeater».

E la pandemia ha in qualche modo accelerato il processo di crescita di Futura. «Oggi è un dato di fatto che stiamo entrando sempre più nel novero dei maggiori player italiani del tour operating per fatturato, numero di prodotti e viaggiatori – sottolinea il direttore commerciale trade, Belinda Coccia –. Da una criticità come la pandemia abbiamo colto un’opportunità: le agenzie avevano bisogno di prodotti, di rassicurazioni… Abbiamo avvicinato non soltanto il cliente del mare Italia, ma anche chi era abituato ai viaggi all’estero e si è ritrovato a riscoprire il nostro Paese».

I costi per l’adeguamento delle strutture ai decreti sull’emergenza sanitaria e i rincari energetici del 2022 sembra non abbiano insomma rallentato il cammino della compagnia, anche se sono andati un po’ a discapito delle marginalità. Le cifre dicono infatti che nel 2022 il to ha trasportato 150 mila passeggeri, ma soprattutto che il suo fatturato è cresciuto del 40% rispetto ai 53 milioni di euro del 2019. E per il futuro l’operatore capitolino conta di migliorare ulteriormente, anche tramite il contributo del prodotto estero, che si punta a portare al 30% del giro d’affari complessivo sfruttando la qualità dell’offerta Egitto e del combinato su Madeira.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "438054" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":5,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":0,"max_score":null,"hits":[]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti