12 April 2024

Speciale Viaggi esperienziali 23-25-30 novembre 2022

[ 0 ]


Scarica il pdf


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465450 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La montagna si conferma strategica per la crescita di Garibaldi Hotels. La stagione invernale si è conclusa con un + 25% rispetto allo stesso periodo del 2023 e mantiene un trend positivo anche per le prenotazioni estive, al momento superiori persino al prodotto mare. “Il Trentino continua a darci grandi soddisfazioni: le abbondanti nevicate della seconda metà di febbraio e l’allungamento della stagione fino a fine marzo, in corrispondenza delle vacanze di Pasqua, hanno permesso ai turisti di sciare in tranquillità e godere delle bellezze della val di Fassa - spiega il direttore generale della compagnia, Fabrizio Prete -. Quest’anno abbiamo riscontrato un forte interesse da parte degli stranieri che sono arrivati numerosi sulle montagne del Trentino. E anche l'estate ci sta dando grandissime soddisfazioni: al momento le prenotazioni che abbiamo per le tre strutture in Trentino superano infatti la Puglia e la Sardegna, che seguono a ruota”. La politica commerciale del gruppo già dallo scorso anno è fortemente improntata verso i mercati internazionali, sviluppando accordi con operatori dell’Est Europa. Ma un forte interesse è arrivato anche da altri paesi come per esempio quello anglosassone. “Il primo test ha portato a risultati positivi e ci siamo attivati con riconferme anche per il prossimo anno attraverso operazioni in garantito”, continua Prete. Oltre al fatturato registra il segno positivo anche la tariffa media con una crescita del 5%, mentre le vendite sono ripartite tra gruppi (+20%), dirette (+ 25%), to e adv (+60%). Sul fronte mare le prenotazioni di Garibaldi Hotels sono partite leggermente prima rispetto allo scorso anno: “Sul pari data siamo a +32%, con un 28% in crescita sulle presenze. Dati che arrivano soprattutto da Puglia e Sardegna, mentre ancora deve decollare la Sicilia che rimane indietro rispetto alle altre proposte mare", conclude Prete. Per quanto riguarda le novità di prodotto dopo la nuova struttura in Sardegna, l’hotel Diana a Santa Teresa di Gallura, il 2024 vedrà il raddoppio di Garibaldi Hotels anche su Roma con un nuovo city hotel.   [post_title] => La montagna spinge le performance di Garibaldi Hotels. In arrivo un nuovo hotel a Roma [post_date] => 2024-04-12T12:48:53+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712926133000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465442 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_434346" align="alignleft" width="300"] La Odyssey of the Seas[/caption] Fino a gennaio 2025, i crocieristi che salperanno da Ravenna e da Civitavecchia potranno prenotare un trasferimento in treno usufruendo di sconti fino all’ 80% sui prezzi base per l’acquisto del biglietto di Frecce, Intercity e Intercity Notte.  Si rinnova la partnership tra Royal Caribbean International e Trenitalia, estendendo le agevolazioni anche a chi va in crociera con i brand Celebrity Cruises e Silversea, parte dello stesso gruppo Royal, e a chi arriva o parte dagli aeroporti di Bologna e Roma. Quest’anno, a maggio, i viaggiatori potranno inoltre imbarcarsi anche per vacanze a tema Eurovision. Oltre alle speciali partenze di maggio dedicate allo show musicale, la scelta delle vacanze è molto ampia nei diversi periodi dell'anno, come la crociera Isole Greche di sette notti, andata e ritorno da Ravenna, a bordo di Explorer che tocca Santorini, Mikonos, Atene e Cefalonia; oppure la crociera Grecia, Italia e Turchia di 12 notti, andata e ritorno da Civitavecchia, a bordo di Odyssey, con un itinerario che permette di visitare Creta, Mikonos, Efeso, Limassol, Rodi, Santorini, Atene e Capri. [post_title] => Si rinnova la partnership tra Rcl e Trenitalia [post_date] => 2024-04-12T12:24:42+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712924682000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465417 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Come preannunciato la scorsa estate, Msc ha chiuso lo scorso 7 aprile la sua isola privata alle Bahamas. Ocean Cay riaprirà il prossimo 23 maggio dopo una serie di aggiornamenti volti a migliorare l'esperienza degli ospiti, spiega ShipMag. Tra gli interventi in programma, l'aggiunta di centri di escursioni per attività di sport acquatici e tour sull'isola, un'aera riservata alle immersioni e allo snorkeling, nonché nuovi locali f&b. La chiusura temporanea dell'isola ha portato alla modifica dei programmi di oltre 30 crociere, spostate in destinazioni alternative tra cui Nassau e Freeport. La destinazione riprenderà a essere attiva con il ritorno della Msc Meraviglia, alla quale seguiranno la Magnifica, la Seascape e la Seashore. [post_title] => Msc Ocean Cay chiusa per lavori di rinnovamento fino al 22 maggio [post_date] => 2024-04-12T11:21:46+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712920906000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465409 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sono 56,8 milioni le presenze legate al fenomeno cicloturismo registrate nel 2023, per un impatto economico di oltre 5,5 miliardi di euro, in crescita del 35% sul 2022 e del 19% sul 2019 (4,6 miliardi). Questi i dati principali del quarto rapporto Isnart - Legambiente, in collaborazione con Bikenomist, Viaggiare con la bici. Lo studio è stato presentato in occasione del forum di apertura della fiera del Cicloturismo, realizzata a Bologna dal 5 al 7 aprile dalla stessa Bikenomist. L'indagine ha anche tracciato il profilo del cicloturista medio: millennial e alto-spendente (95 euro al giorno contro i 59,6 euro al giorno del turista tradizionale, con un reddito che nel 76% dei casi è medio o medio-alto). Il forum ha offerto uno sguardo dal locale all’internazionale, grazie alle esperienze di Toscana, Fiandre e Gran Canaria, nonché alla presenza di 15 buyer europei. Il focus è stato pure sullo sviluppo di nuovi modelli di business e momenti  di formazione dedicati agli hotel, che vogliono aumentare la propria attrattività nei confronti di chi pedala. Per l’occasione è stata anche creata la Guida del Cicloturismo: un elenco di oltre 100 operatori presenti all’evento per favorire il contatto tra i professionisti. Il forum ha quindi successivamente lasciato spazio alla vera e propria fiera, che ha registrato 15 mila partecipanti, confermandosi anche quest’anno piattaforma di incontro tra territori, operatori e per chi sceglie la bicicletta per le proprie vacanze. Un pubblico attento proveniente da tutta Italia quello che ha frequentato i padiglioni dello spazio DumBo e colto spunti dalle aree espositive delle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia-Giulia, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, Veneto e degli oltre 80 operatori intervenuti per proporre nuovi itinerari, servizi e infrastrutture a misura di cicloturismo. Tra le destinazioni estere, Spagna, Catalogna, Gran Canaria, Algarve in Portogallo, Turchia, Fiandre, Croazia, Slovenia, Fiandre in Belgio e Giordania. [post_title] => Alla fiera del Cicloturismo i numeri di un settore in crescita [post_date] => 2024-04-12T11:00:20+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712919620000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465398 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «Stiamo rispondendo alle obiezioni che l’Europa sta sollevando e studieremo anche le remedies legate alle sovrapposizioni, che non esistono tra noi e Lufthansa»: Antonio Turicchi, presidente di Ita Airways, risponde così in merito alle preoccupazioni espresse dalla commissione Ue sulle tratte tra Roma e il resto del mondo: «Lì non c’è il problema». In altre parole la risposta si concentrerà sulle rotte europee in sovrapposizione. L'affermazione di Turicchi, ripresa da Il Sole 24 Ore (a margine del convegno su “Modalità e sfide future tra sviluppo delle reti e crescente instabilità globale” organizzato da Regione Lombardia nell’ambito del G7 dei Trasporti a Milano), arriva in vista dell'attesa risposta della Commissione europea che nello Statement of objections inviato lo scorso 25 marzo al Mef e a Lufthansa aveva dato un mese di tempo per rispondere ai rilievi mossi sull’acquisizione da parte del colosso tedesco di una quota del 41% della compagnia aerea italiana. Le rotte Oggetto del contendere sono le rotte a corto raggio tra l'Italia e i paesi dell’Europa centrale, dove i competitor sono principalmente le low cost; le rotte di lungo raggio fra l’Italia e Stati Uniti, Canada e Giappone, considerando le attività di Ita, Lufthansa e dei suoi partner in joint venture un’unica entità (comprese, dunque, United Airlines, Air Canada e All Nippon Airways); infine, la posizione dominante di Ita nel city airport di Milano Linate. Dopo la risposta del Mef e di Lufthansa, si attende entro il 6 giugno il pronunciamento di Bruxelles: Turicchi ha precisato che Lufthansa manderà alla Commissione europea le sue proposte «prima di maggio» per avere il via libera «prima» della scadenza. Il presidente di Ita ha sottolineato che «l’operazione di consolidamento che abbiamo fatto non è di salvataggio ma per far crescere la compagnia». Dopo aver raggiunto quasi 15 milioni di passeggeri nel 2023, per quest’anno il vettore punta ai 20 milioni. «Nel 2023 la perdita è stata azzerata e abbiamo chiuso l’anno con 450 milioni in cassa, ciò ci ha permesso di guadagnare credibilità sui mercati internazionali». [post_title] => Ita Airways, Turicchi: «Entro maggio le risposte di Lufthansa all'Ue» [post_date] => 2024-04-12T10:39:32+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => topnews ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Top News ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712918372000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465371 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => All Nippon Airways, da quest'estate, introdurrà il wi-fi gratuito per i passeggeri di business class che viaggiano sui voli internazionali. I passeggeri della Premium Economy e della Economy Class avranno la possibilità di inviare messaggi di testo gratuiti con il servizio wi-fi di Ana sui voli internazionali entro la fine di marzo 2025. Il servizio wi-fi sui voli internazionali è stato introdotto nel 2014, consentendo ai passeggeri di accedere a Internet, alle e-mail e alle piattaforme dei social media. Da allora, l'offerta è stata ampliata per includere l'accesso wi-fi gratuito sui voli domestici e il wi-fi gratuito per i passeggeri di first cClass sui voli internazionali. «Ana si impegna a migliorare continuamente l'esperienza di viaggio, e l'ulteriore miglioramento del wi-fi, utile in volo sia per motivi personali che di lavoro, è l'ultima offerta in ordine di tempo che proponiamo ai nostri passeggeri - ha dichiarato Tomoji Ishii, executive vice president, customer experience management and planning di Ana -. I nostri continui sforzi per potenziare i servizi di bordo sono mirati a fornire ai nostri clienti un'esperienza ancora più piacevole e connessa quando viaggiano». [post_title] => Ana: wi-fi gratuito per i passeggeri di business class sulle rotte internazionali [post_date] => 2024-04-12T10:25:52+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712917552000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465345 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => "Era venuto il momento di fare una scelta diversa, perché la vita è fatta anche di famiglia". Sergio Testi a luglio lascia la carica di direttore generale del gruppo Gattinoni. Lo fa con queste parole sincere, dopo dieci anni importanti e soprattutto dopo una vita nel mondo del travel. "Durante la mia carriera ho avuto uffici in tanti posti diversi. La mia famiglia vive a Cuneo. A volte è riuscita a seguirmi, altre no. Per me il lavoro è sempre stato al primo posto". Era tempo, insomma, di cambiare almeno in parte priorità. Almeno in parte, perché Testi non lascerà completamente il gruppo. Rimarrà come consigliere del cda prima di tutto, ma anche con una collaborazione in materia di sviluppo: "Avevo assicurato al presidente (Franco Gattinoni, ndr) che se avessi deciso di cambiare, glielo avrei comunicato con 12 mesi di anticipo. Così è stato. Ma abbiamo pensato di continuare a collaborare, seppure in una forma diversa. La mia preoccupazione era quella che i colleghi vivessero il futuro con serenità". Diversificare D'altronde per Testi il gruppo Gattinoni si basa sostanzialmente su due punti: "Uno è il presidente; l'altro è una squadra che ha sempre saputo integrarsi superando qualsiasi problema: un’azienda che ha saputo investire, sviluppare e innovare persino nei momenti difficili. Altrimenti non avremmo fatto questi numeri (il riferimento è al bilancio 2023, presentato nella stessa occasione, ndr). Oggi siamo un’azienda diversificata con tre business che sembrano simili ma in realtà sono molto differenti: un approccio al mercato lungimirante, che consente di non andare in crisi di fronte a rallentamenti parziali di uno dei settori". [post_title] => Rivoluzione Gattinoni 2: Sergio Testi lascia la direzione generale [post_date] => 2024-04-11T14:25:37+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712845537000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465341 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un giro d'affari di quasi 700 milioni di euro (precisamente 686,9 mln), per una crescita del 40% sull'anno precedente, con la sezione travel che ha contribuito con 295 mln (+40,1%), quella business travel con 254 mln (+3.,2%), gli eventi con 61 mln (+71,8%), più le società partecipate e controllate che hanno pesato per 76,9 mln (+51,6%). Il tutto corroborato da margini operativi lordi per 14,62 milioni, pari al 40% in più rispetto all'obiettivo di budget originario. Sono i numeri del 2023 di Gattinoni, a cui si devono inoltre aggiungere i 922 milioni del network (+33,4%). "Dopo l'acquisizione nel 2022 di Robintur e la coda lunga della pandemia, lo scorso è stato il primo anno in cui abbiamo potuto tracciare un bilancio completo - spiega il presidente e amministratore delegato, Franco Gattinoni - Si tratta di cifre importanti. E proprio per questo abbiamo deciso che fosse venuto il momento di mettere mano all'organizzazione: semplificandola per continuare a crescere". Da qui la decisione di creare tre distinte aree di business che opereranno tutte sotto la supervisione della capogruppo: travel (prodotto e agenzie), business travel ed events. La semplificazione riguarderà peraltro anche l’aspetto societario: l'idea è infatti di raggruppare le numerose aziende del gruppo in tre sole realtà: "Dal 1°gennaio 2025 avremo una società per ciascuna delle nostre business unit, nelle quali  confluiranno progressivamente tutte le altre", sottolinea Gattinoni. L'obiettivo è quella di dare la massima importanza a ognuna delle nostre specializzazioni, nella consapevolezza che abbiano necessità sia sinergiche, sia distinte e specifiche per ciascun segmento di mercato". A tal fine sono stati quindi nominati tre nuovi amministratore delegati: per la divisione Gattinoni Travel diventa a.d. Mario Vercesi, già direttore prodotto e regista della piattaforma tecnologica; Gattinoni Events riconferma al timone la già managing director, Elisa Presutti, mentre la divisione Business Travel si avvarrà del nuovo ingresso di Piergiulio Donzelli, che curerà il completamento della fusione fra Gattinoni Business Travel e BtExpert. Alla luce di tali cambiamenti, anche il resto dell'organigramma societario varia leggermente con una serie di conferme e alcune new entry: il cda della capogruppo è in particolare ora composto da Franco Gattinoni, presidente, Stefano Dall'Ara, vicepresidente (senza incarichi operativi, per dare continuità al retaggio Robintur, ndr), nonché Sergio Testi, Amanda Shupbach e Valeria Vaghi, consiglieri. La stessa Valeria Vaghi è poi chief financial officer, mentre responsabile del controllo di gestione e compliance è Claudio Passuti, al timone della divisione risorse umane c'è Amanda Shupbach, all'It e servizi generali, Mattia Tieghi, e al marketing, comunicazione e digital, Isabella Maggi. Infine una parola sul budget 2024: "L'anno in corso ci vedrà impegnati in questo importante processo di riorganizzazione e consolidamento, con la conclusione della fase d'integrazione con Robintur - conclude Gattinoni -. Ma prevediamo comunque di proseguire lungo il nostro percorso di espansione, stimando un incremento del giro d'affari del 12% circa, sino a quota 774,3 milioni. Salirà anche l'ebitda di una percentuale ancora maggiore. Anzi, proprio la riorganizzazione in corso mira tra le altre cose a supportare una crescita delle marginalità, puntando ad allinearle a quelle di altri settori merceologici tradizionalmente più profittevoli del mondo travel".   [post_title] => Rivoluzione Gattinoni che si riorganizza in tre business unit [post_date] => 2024-04-11T13:56:54+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712843814000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465332 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => “La bellezza è di casa”: è questo lo slogan della nuova campagna di comunicazione e promozione del Valdarno Aretino, ideata da circa 50 studenti delle scuole secondarie di secondo grado nell’ambito del progetto didattico “Close To Home”, con l’obiettivo di rendere cittadini e operatori turistici consapevoli del valore del proprio territorio e dell’importanza dell’Ambito Turistico. La campagna di comunicazione prevede, in particolare, la diffusione di speciali biglietti da visita e manifesti, con la scritta “La bellezza è di casa” elaborata graficamente con diversi lettering sul caratteristico sfondo rosso, la creazione di contenuti digitali, testi, foto e video promozionali, fino a una campagna di coinvolgimento della community sui social media, che con il semplice invito “Dillo tu” invita i cittadini a fotografare e condividere i loro luoghi del cuore nel Valdarno Aretino. Ad occuparsi degli aspetti di progettazione, ideazione, realizzazione creativa e gestione della campagna, affiancati dall’agenzia di comunicazione Studiowiki, sono stati in particolare i diplomandi in Grafica e Comunicazione dell’Istituto Superiore B. Varchi di Montevarchi e gli allievi delle classi I e II dell’I.S.I.S. di San Giovanni Valdarno e delle classi IV del Liceo “Giovanni da San Giovanni” di San Giovanni Valdarno, con i loro docenti. Organizzati in gruppi di lavoro che replicano la struttura dell’agenzia – direzione creativa, marketing, art direction, content creation, digital, ufficio stampa – gli studenti, in costante coordinamento con i professionisti del settore, hanno lavorato insieme per definire le strategie di comunicazione, a partire da una SWOT analysis e dalla valutazione di possibili eventi di richiamo e coinvolgimento di comunità locale e turisti, hanno elaborato l’immagine grafica e creato i contenuti testuali e visivi della campagna di promozione, da veicolare anche attraverso i canali digitali, per arrivare a organizzare, infine, la conferenza stampa di lancio della campagna stessa. «Con il progetto Close To Home volevamo mettere i giovani al centro della valorizzazione e della promozione del territorio e penso che con la campagna di comunicazione ‘La Bellezza è di casa’ ci siamo riusciti – ha spiegato Nicola Benini, Sindaco di Bucine, Comune capofila dell’Ambito Turistico del Valdarno Aretino. – È la conferma che la promozione turistica di un territorio è un fatto collettivo, che deve vedere il coinvolgimento attivo della comunità locale in tutte le sue dimensioni, pubbliche e private». «Lavorare in questi mesi accanto ai giovani del Valdarno, insieme ai loro docenti, ha portato a risultati davvero inaspettati – ha commentato Federico Alberto, direttore creativo dell’agenzia di comunicazione Studiowiki. – La campagna che ne è scaturita, corale e plurale, con una forte componente di attivazione locale, non è stata un semplice esercizio di scuola: l’abbiamo fatta a scuola, per offrire un’opportunità di crescita e formazione professionale per gli studenti, ma con l’obiettivo, riuscito, di realizzarla per davvero». Parallelamente alla campagna di comunicazione “La Bellezza è di casa”, per coinvolgere gli operatori e la comunità locale del Valdarno Aretino, sono inoltre previsti tre Open Day tematici: dal 15 al 21 aprile Open week cultura, con visite gratuite ad alcuni musei e attrazioni culturali del territorio; il 5 maggio Open day natura, alla scoperta dei punti panoramici delle Balze; il 13 maggio Open day enogastronomia, evento di networking rivolto agli operatori della filiera turistica del Valdarno. [post_title] => La Bellezza è di Casa, la nuova campagna del Valdarno Aretino [post_date] => 2024-04-11T12:30:05+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712838605000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "speciale viaggi esperienziali 23 25 30 novembre 2022" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":55,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":7830,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465450","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La montagna si conferma strategica per la crescita di Garibaldi Hotels. La stagione invernale si è conclusa con un + 25% rispetto allo stesso periodo del 2023 e mantiene un trend positivo anche per le prenotazioni estive, al momento superiori persino al prodotto mare. “Il Trentino continua a darci grandi soddisfazioni: le abbondanti nevicate della seconda metà di febbraio e l’allungamento della stagione fino a fine marzo, in corrispondenza delle vacanze di Pasqua, hanno permesso ai turisti di sciare in tranquillità e godere delle bellezze della val di Fassa - spiega il direttore generale della compagnia, Fabrizio Prete -. Quest’anno abbiamo riscontrato un forte interesse da parte degli stranieri che sono arrivati numerosi sulle montagne del Trentino. E anche l'estate ci sta dando grandissime soddisfazioni: al momento le prenotazioni che abbiamo per le tre strutture in Trentino superano infatti la Puglia e la Sardegna, che seguono a ruota”.\r\n\r\nLa politica commerciale del gruppo già dallo scorso anno è fortemente improntata verso i mercati internazionali, sviluppando accordi con operatori dell’Est Europa. Ma un forte interesse è arrivato anche da altri paesi come per esempio quello anglosassone. “Il primo test ha portato a risultati positivi e ci siamo attivati con riconferme anche per il prossimo anno attraverso operazioni in garantito”, continua Prete. Oltre al fatturato registra il segno positivo anche la tariffa media con una crescita del 5%, mentre le vendite sono ripartite tra gruppi (+20%), dirette (+ 25%), to e adv (+60%).\r\n\r\nSul fronte mare le prenotazioni di Garibaldi Hotels sono partite leggermente prima rispetto allo scorso anno: “Sul pari data siamo a +32%, con un 28% in crescita sulle presenze. Dati che arrivano soprattutto da Puglia e Sardegna, mentre ancora deve decollare la Sicilia che rimane indietro rispetto alle altre proposte mare\", conclude Prete. Per quanto riguarda le novità di prodotto dopo la nuova struttura in Sardegna, l’hotel Diana a Santa Teresa di Gallura, il 2024 vedrà il raddoppio di Garibaldi Hotels anche su Roma con un nuovo city hotel.\r\n\r\n ","post_title":"La montagna spinge le performance di Garibaldi Hotels. In arrivo un nuovo hotel a Roma","post_date":"2024-04-12T12:48:53+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1712926133000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465442","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_434346\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] La Odyssey of the Seas[/caption]\r\n\r\nFino a gennaio 2025, i crocieristi che salperanno da Ravenna e da Civitavecchia potranno prenotare un trasferimento in treno usufruendo di sconti fino all’ 80% sui prezzi base per l’acquisto del biglietto di Frecce, Intercity e Intercity Notte.  Si rinnova la partnership tra Royal Caribbean International e Trenitalia, estendendo le agevolazioni anche a chi va in crociera con i brand Celebrity Cruises e Silversea, parte dello stesso gruppo Royal, e a chi arriva o parte dagli aeroporti di Bologna e Roma.\r\n\r\nQuest’anno, a maggio, i viaggiatori potranno inoltre imbarcarsi anche per vacanze a tema Eurovision. Oltre alle speciali partenze di maggio dedicate allo show musicale, la scelta delle vacanze è molto ampia nei diversi periodi dell'anno, come la crociera Isole Greche di sette notti, andata e ritorno da Ravenna, a bordo di Explorer che tocca Santorini, Mikonos, Atene e Cefalonia; oppure la crociera Grecia, Italia e Turchia di 12 notti, andata e ritorno da Civitavecchia, a bordo di Odyssey, con un itinerario che permette di visitare Creta, Mikonos, Efeso, Limassol, Rodi, Santorini, Atene e Capri.","post_title":"Si rinnova la partnership tra Rcl e Trenitalia","post_date":"2024-04-12T12:24:42+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1712924682000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465417","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Come preannunciato la scorsa estate, Msc ha chiuso lo scorso 7 aprile la sua isola privata alle Bahamas. Ocean Cay riaprirà il prossimo 23 maggio dopo una serie di aggiornamenti volti a migliorare l'esperienza degli ospiti, spiega ShipMag. Tra gli interventi in programma, l'aggiunta di centri di escursioni per attività di sport acquatici e tour sull'isola, un'aera riservata alle immersioni e allo snorkeling, nonché nuovi locali f&b.\r\n\r\nLa chiusura temporanea dell'isola ha portato alla modifica dei programmi di oltre 30 crociere, spostate in destinazioni alternative tra cui Nassau e Freeport. La destinazione riprenderà a essere attiva con il ritorno della Msc Meraviglia, alla quale seguiranno la Magnifica, la Seascape e la Seashore.","post_title":"Msc Ocean Cay chiusa per lavori di rinnovamento fino al 22 maggio","post_date":"2024-04-12T11:21:46+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1712920906000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465409","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sono 56,8 milioni le presenze legate al fenomeno cicloturismo registrate nel 2023, per un impatto economico di oltre 5,5 miliardi di euro, in crescita del 35% sul 2022 e del 19% sul 2019 (4,6 miliardi). Questi i dati principali del quarto rapporto Isnart - Legambiente, in collaborazione con Bikenomist, Viaggiare con la bici. Lo studio è stato presentato in occasione del forum di apertura della fiera del Cicloturismo, realizzata a Bologna dal 5 al 7 aprile dalla stessa Bikenomist. L'indagine ha anche tracciato il profilo del cicloturista medio: millennial e alto-spendente (95 euro al giorno contro i 59,6 euro al giorno del turista tradizionale, con un reddito che nel 76% dei casi è medio o medio-alto).\r\n\r\nIl forum ha offerto uno sguardo dal locale all’internazionale, grazie alle esperienze di Toscana, Fiandre e Gran Canaria, nonché alla presenza di 15 buyer europei. Il focus è stato pure sullo sviluppo di nuovi modelli di business e momenti  di formazione dedicati agli hotel, che vogliono aumentare la propria attrattività nei confronti di chi pedala. Per l’occasione è stata anche creata la Guida del Cicloturismo: un elenco di oltre 100 operatori presenti all’evento per favorire il contatto tra i professionisti.\r\n\r\nIl forum ha quindi successivamente lasciato spazio alla vera e propria fiera, che ha registrato 15 mila partecipanti, confermandosi anche quest’anno piattaforma di incontro tra territori, operatori e per chi sceglie la bicicletta per le proprie vacanze. Un pubblico attento proveniente da tutta Italia quello che ha frequentato i padiglioni dello spazio DumBo e colto spunti dalle aree espositive delle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia-Giulia, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, Veneto e degli oltre 80 operatori intervenuti per proporre nuovi itinerari, servizi e infrastrutture a misura di cicloturismo. Tra le destinazioni estere, Spagna, Catalogna, Gran Canaria, Algarve in Portogallo, Turchia, Fiandre, Croazia, Slovenia, Fiandre in Belgio e Giordania.","post_title":"Alla fiera del Cicloturismo i numeri di un settore in crescita","post_date":"2024-04-12T11:00:20+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1712919620000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465398","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"«Stiamo rispondendo alle obiezioni che l’Europa sta sollevando e studieremo anche le remedies legate alle sovrapposizioni, che non esistono tra noi e Lufthansa»: Antonio Turicchi, presidente di Ita Airways, risponde così in merito alle preoccupazioni espresse dalla commissione Ue sulle tratte tra Roma e il resto del mondo: «Lì non c’è il problema». In altre parole la risposta si concentrerà sulle rotte europee in sovrapposizione.\r\n\r\nL'affermazione di Turicchi, ripresa da Il Sole 24 Ore (a margine del convegno su “Modalità e sfide future tra sviluppo delle reti e crescente instabilità globale” organizzato da Regione Lombardia nell’ambito del G7 dei Trasporti a Milano), arriva in vista dell'attesa risposta della Commissione europea che nello Statement of objections inviato lo scorso 25 marzo al Mef e a Lufthansa aveva dato un mese di tempo per rispondere ai rilievi mossi sull’acquisizione da parte del colosso tedesco di una quota del 41% della compagnia aerea italiana.\r\nLe rotte\r\nOggetto del contendere sono le rotte a corto raggio tra l'Italia e i paesi dell’Europa centrale, dove i competitor sono principalmente le low cost; le rotte di lungo raggio fra l’Italia e Stati Uniti, Canada e Giappone, considerando le attività di Ita, Lufthansa e dei suoi partner in joint venture un’unica entità (comprese, dunque, United Airlines, Air Canada e All Nippon Airways); infine, la posizione dominante di Ita nel city airport di Milano Linate.\r\nDopo la risposta del Mef e di Lufthansa, si attende entro il 6 giugno il pronunciamento di Bruxelles: Turicchi ha precisato che Lufthansa manderà alla Commissione europea le sue proposte «prima di maggio» per avere il via libera «prima» della scadenza.\r\nIl presidente di Ita ha sottolineato che «l’operazione di consolidamento che abbiamo fatto non è di salvataggio ma per far crescere la compagnia». Dopo aver raggiunto quasi 15 milioni di passeggeri nel 2023, per quest’anno il vettore punta ai 20 milioni. «Nel 2023 la perdita è stata azzerata e abbiamo chiuso l’anno con 450 milioni in cassa, ciò ci ha permesso di guadagnare credibilità sui mercati internazionali».","post_title":"Ita Airways, Turicchi: «Entro maggio le risposte di Lufthansa all'Ue»","post_date":"2024-04-12T10:39:32+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["topnews"],"post_tag_name":["Top News"]},"sort":[1712918372000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465371","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"All Nippon Airways, da quest'estate, introdurrà il wi-fi gratuito per i passeggeri di business class che viaggiano sui voli internazionali. I passeggeri della Premium Economy e della Economy Class avranno la possibilità di inviare messaggi di testo gratuiti con il servizio wi-fi di Ana sui voli internazionali entro la fine di marzo 2025.\r\n\r\nIl servizio wi-fi sui voli internazionali è stato introdotto nel 2014, consentendo ai passeggeri di accedere a Internet, alle e-mail e alle piattaforme dei social media. Da allora, l'offerta è stata ampliata per includere l'accesso wi-fi gratuito sui voli domestici e il wi-fi gratuito per i passeggeri di first cClass sui voli internazionali.\r\n\r\n«Ana si impegna a migliorare continuamente l'esperienza di viaggio, e l'ulteriore miglioramento del wi-fi, utile in volo sia per motivi personali che di lavoro, è l'ultima offerta in ordine di tempo che proponiamo ai nostri passeggeri - ha dichiarato Tomoji Ishii, executive vice president, customer experience management and planning di Ana -. I nostri continui sforzi per potenziare i servizi di bordo sono mirati a fornire ai nostri clienti un'esperienza ancora più piacevole e connessa quando viaggiano».","post_title":"Ana: wi-fi gratuito per i passeggeri di business class sulle rotte internazionali","post_date":"2024-04-12T10:25:52+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712917552000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465345","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\"Era venuto il momento di fare una scelta diversa, perché la vita è fatta anche di famiglia\". Sergio Testi a luglio lascia la carica di direttore generale del gruppo Gattinoni. Lo fa con queste parole sincere, dopo dieci anni importanti e soprattutto dopo una vita nel mondo del travel. \"Durante la mia carriera ho avuto uffici in tanti posti diversi. La mia famiglia vive a Cuneo. A volte è riuscita a seguirmi, altre no. Per me il lavoro è sempre stato al primo posto\". Era tempo, insomma, di cambiare almeno in parte priorità.\r\n\r\nAlmeno in parte, perché Testi non lascerà completamente il gruppo. Rimarrà come consigliere del cda prima di tutto, ma anche con una collaborazione in materia di sviluppo: \"Avevo assicurato al presidente (Franco Gattinoni, ndr) che se avessi deciso di cambiare, glielo avrei comunicato con 12 mesi di anticipo. Così è stato. Ma abbiamo pensato di continuare a collaborare, seppure in una forma diversa. La mia preoccupazione era quella che i colleghi vivessero il futuro con serenità\".\r\nDiversificare\r\nD'altronde per Testi il gruppo Gattinoni si basa sostanzialmente su due punti: \"Uno è il presidente; l'altro è una squadra che ha sempre saputo integrarsi superando qualsiasi problema: un’azienda che ha saputo investire, sviluppare e innovare persino nei momenti difficili. Altrimenti non avremmo fatto questi numeri (il riferimento è al bilancio 2023, presentato nella stessa occasione, ndr). Oggi siamo un’azienda diversificata con tre business che sembrano simili ma in realtà sono molto differenti: un approccio al mercato lungimirante, che consente di non andare in crisi di fronte a rallentamenti parziali di uno dei settori\".","post_title":"Rivoluzione Gattinoni 2: Sergio Testi lascia la direzione generale","post_date":"2024-04-11T14:25:37+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1712845537000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465341","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un giro d'affari di quasi 700 milioni di euro (precisamente 686,9 mln), per una crescita del 40% sull'anno precedente, con la sezione travel che ha contribuito con 295 mln (+40,1%), quella business travel con 254 mln (+3.,2%), gli eventi con 61 mln (+71,8%), più le società partecipate e controllate che hanno pesato per 76,9 mln (+51,6%). Il tutto corroborato da margini operativi lordi per 14,62 milioni, pari al 40% in più rispetto all'obiettivo di budget originario. Sono i numeri del 2023 di Gattinoni, a cui si devono inoltre aggiungere i 922 milioni del network (+33,4%).\r\n\r\n\"Dopo l'acquisizione nel 2022 di Robintur e la coda lunga della pandemia, lo scorso è stato il primo anno in cui abbiamo potuto tracciare un bilancio completo - spiega il presidente e amministratore delegato, Franco Gattinoni - Si tratta di cifre importanti. E proprio per questo abbiamo deciso che fosse venuto il momento di mettere mano all'organizzazione: semplificandola per continuare a crescere\".\r\n\r\nDa qui la decisione di creare tre distinte aree di business che opereranno tutte sotto la supervisione della capogruppo: travel (prodotto e agenzie), business travel ed events. La semplificazione riguarderà peraltro anche l’aspetto societario: l'idea è infatti di raggruppare le numerose aziende del gruppo in tre sole realtà: \"Dal 1°gennaio 2025 avremo una società per ciascuna delle nostre business unit, nelle quali  confluiranno progressivamente tutte le altre\", sottolinea Gattinoni. L'obiettivo è quella di dare la massima importanza a ognuna delle nostre specializzazioni, nella consapevolezza che abbiano necessità sia sinergiche, sia distinte e specifiche per ciascun segmento di mercato\".\r\n\r\nA tal fine sono stati quindi nominati tre nuovi amministratore delegati: per la divisione Gattinoni Travel diventa a.d. Mario Vercesi, già direttore prodotto e regista della piattaforma tecnologica; Gattinoni Events riconferma al timone la già managing director, Elisa Presutti, mentre la divisione Business Travel si avvarrà del nuovo ingresso di Piergiulio Donzelli, che curerà il completamento della fusione fra Gattinoni Business Travel e BtExpert.\r\n\r\nAlla luce di tali cambiamenti, anche il resto dell'organigramma societario varia leggermente con una serie di conferme e alcune new entry: il cda della capogruppo è in particolare ora composto da Franco Gattinoni, presidente, Stefano Dall'Ara, vicepresidente (senza incarichi operativi, per dare continuità al retaggio Robintur, ndr), nonché Sergio Testi, Amanda Shupbach e Valeria Vaghi, consiglieri. La stessa Valeria Vaghi è poi chief financial officer, mentre responsabile del controllo di gestione e compliance è Claudio Passuti, al timone della divisione risorse umane c'è Amanda Shupbach, all'It e servizi generali, Mattia Tieghi, e al marketing, comunicazione e digital, Isabella Maggi.\r\n\r\nInfine una parola sul budget 2024: \"L'anno in corso ci vedrà impegnati in questo importante processo di riorganizzazione e consolidamento, con la conclusione della fase d'integrazione con Robintur - conclude Gattinoni -. Ma prevediamo comunque di proseguire lungo il nostro percorso di espansione, stimando un incremento del giro d'affari del 12% circa, sino a quota 774,3 milioni. Salirà anche l'ebitda di una percentuale ancora maggiore. Anzi, proprio la riorganizzazione in corso mira tra le altre cose a supportare una crescita delle marginalità, puntando ad allinearle a quelle di altri settori merceologici tradizionalmente più profittevoli del mondo travel\".\r\n\r\n ","post_title":"Rivoluzione Gattinoni che si riorganizza in tre business unit","post_date":"2024-04-11T13:56:54+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1712843814000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465332","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" “La bellezza è di casa”: è questo lo slogan della nuova campagna di comunicazione e promozione del Valdarno Aretino, ideata da circa 50 studenti delle scuole secondarie di secondo grado nell’ambito del progetto didattico “Close To Home”, con l’obiettivo di rendere cittadini e operatori turistici consapevoli del valore del proprio territorio e dell’importanza dell’Ambito Turistico.\r\n\r\nLa campagna di comunicazione prevede, in particolare, la diffusione di speciali biglietti da visita e manifesti, con la scritta “La bellezza è di casa” elaborata graficamente con diversi lettering sul caratteristico sfondo rosso, la creazione di contenuti digitali, testi, foto e video promozionali, fino a una campagna di coinvolgimento della community sui social media, che con il semplice invito “Dillo tu” invita i cittadini a fotografare e condividere i loro luoghi del cuore nel Valdarno Aretino.\r\n\r\nAd occuparsi degli aspetti di progettazione, ideazione, realizzazione creativa e gestione della campagna, affiancati dall’agenzia di comunicazione Studiowiki, sono stati in particolare i diplomandi in Grafica e Comunicazione dell’Istituto Superiore B. Varchi di Montevarchi e gli allievi delle classi I e II dell’I.S.I.S. di San Giovanni Valdarno e delle classi IV del Liceo “Giovanni da San Giovanni” di San Giovanni Valdarno, con i loro docenti.\r\n\r\nOrganizzati in gruppi di lavoro che replicano la struttura dell’agenzia – direzione creativa, marketing, art direction, content creation, digital, ufficio stampa – gli studenti, in costante coordinamento con i professionisti del settore, hanno lavorato insieme per definire le strategie di comunicazione, a partire da una SWOT analysis e dalla valutazione di possibili eventi di richiamo e coinvolgimento di comunità locale e turisti, hanno elaborato l’immagine grafica e creato i contenuti testuali e visivi della campagna di promozione, da veicolare anche attraverso i canali digitali, per arrivare a organizzare, infine, la conferenza stampa di lancio della campagna stessa.\r\n\r\n«Con il progetto Close To Home volevamo mettere i giovani al centro della valorizzazione e della promozione del territorio e penso che con la campagna di comunicazione ‘La Bellezza è di casa’ ci siamo riusciti – ha spiegato Nicola Benini, Sindaco di Bucine, Comune capofila dell’Ambito Turistico del Valdarno Aretino. – È la conferma che la promozione turistica di un territorio è un fatto collettivo, che deve vedere il coinvolgimento attivo della comunità locale in tutte le sue dimensioni, pubbliche e private».\r\n\r\n«Lavorare in questi mesi accanto ai giovani del Valdarno, insieme ai loro docenti, ha portato a risultati davvero inaspettati – ha commentato Federico Alberto, direttore creativo dell’agenzia di comunicazione Studiowiki. – La campagna che ne è scaturita, corale e plurale, con una forte componente di attivazione locale, non è stata un semplice esercizio di scuola: l’abbiamo fatta a scuola, per offrire un’opportunità di crescita e formazione professionale per gli studenti, ma con l’obiettivo, riuscito, di realizzarla per davvero».\r\n\r\nParallelamente alla campagna di comunicazione “La Bellezza è di casa”, per coinvolgere gli operatori e la comunità locale del Valdarno Aretino, sono inoltre previsti tre Open Day tematici: dal 15 al 21 aprile Open week cultura, con visite gratuite ad alcuni musei e attrazioni culturali del territorio; il 5 maggio Open day natura, alla scoperta dei punti panoramici delle Balze; il 13 maggio Open day enogastronomia, evento di networking rivolto agli operatori della filiera turistica del Valdarno.","post_title":"La Bellezza è di Casa, la nuova campagna del Valdarno Aretino","post_date":"2024-04-11T12:30:05+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1712838605000]}]}}

Lascia un commento