21 September 2021

Avis lancia il podcast Grand Tour 2.0 dedicato ai giovani

[ 0 ]

Grand Tour 2.0 è una serie di podcast promossi da Avis Italia, per promuovere tra i giovani una nuova forma di turismo, più sostenibile, lento e itinerante, alla scoperta delle eccellenze italiane.

L’estate 2021 dovrebbe essere l’estate della ripartenza economica e sociale del nostro Paese. L’Italia riparte anche grazie al turismo di prossimità, un’esperienza del viaggio consapevole e contemporanea alla riscoperta delle eccellenze del Bel Paese. Per questo motivo Avis promuove il Grand Tour 2.0, che nasce e si sviluppa con i territori che attraversa e ne racconta online, in una serie di podcast, tutte le eccellenze che li rendono unici. Cultura, storia, vino e cibo a Km0, sostenibilità; questi gli ingredienti di Grand Tour 2.0, un viaggio digitale, dal 23 Giugno 2021 sulle principali piattaforme di podcast.

Il Grand Tour era il viaggio a tappe che, a partire dal XVII secolo, i giovani nobili europei compivano alla scoperta delle meraviglie del Bel Paese. I Grand Tour erano viaggi di crescita personale, che avevano l’obiettivo di soddisfare la curiosità e conoscenza e rappresentano il primo esempio nella storia di turismo per come lo intendiamo oggi.

Itinerario

Il Grand Tour 2.0 di Avis toccherà Matera, Pistoia, Magione, Rovigo, Mira, San Casciano dei Bagni, Lizzano, Palma Campania e Onore in Val Seriana. Un itinerario composto anche da luoghi insoliti, e a volte sconosciuti, che sarà raccolto in una serie podcast perfetta da gustare in auto. La serie sarà un’esplorazione sotto la regia di Rudy Bandiera, LinkedIn Top Voices 2020, autore, docente e speaker al TEDx, che potrà contare sul supporto di due inviati d’eccezione: Fjona Cakalli, Founder di Tech Princess che vive di tecnologia, viaggi e automobili, e Paolo Campana, founder di Bloggokin.it e dell’ARFestival, food writer.

«“La pandemia ha reso necessaria una riflessione sul tempo e il concetto di viaggio, sulla sua sostenibilità e sicurezza – ha dichiarato Gianluca Testa, managing director Southern Europe, Avis Budget Group. L’automobile, da sempre sinonimo di libertà e vero e proprio motore dell’economia, torna quindi protagonista grazie a nuove motorizzazioni ibride ed elettriche amiche dell’ambiente e a nuove forme di utilizzo, come sharing e noleggio, che si sposano perfettamente con lo stile di vita dei giovani, più consapevoli e attenti alla sostenibilità».

La piena ripartenza del Paese avverrà solo con il pieno coinvolgimento dei giovani della cosiddetta Generazione Z, che Avis incontrerà in autunno nelle principali Università, enti e scuole di formazione, dove si formano e creano le opinioni. I post-millennials, protagonisti della mobilità del futuro, parteciperanno così ad un vero e proprio hackathon in movimento con l’obiettivo di ripensare la mobilità a 4 ruote, partendo dalle esigenze delle prossime generazioni di “movers” per i quali l’auto è pay-per-use, sostenibile e condivisa.

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti