28 September 2022

Visit Ferrara, dal 9 ottobre al 26 dicembre visita guidata gratuita per chi soggiorna in città

[ 0 ]

Originali percorsi narrativi in regalo per i visitatori che soggiornano a Ferrara. È l’iniziativa organizzata da Visit Ferrara che dal 9 ottobre al 26 dicembre 2021 premia coloro che soggiornano nella città dal centro storico Patrimonio dell’Umanità UNESCO con una visita guidata tra le meraviglie artistiche e le architetture storiche che, in un armonico incontro tra Medioevo e Rinascimento, la rendono unica. Le visite guidate “Raccontare Ferrara” si svolgono ogni sabato alle ore 15.00 ogni domenica alle ore 10.30 con una nuova versione, la Renaissance edition per un’esplorazione dell’anima rinascimentale della città. Per ogni turista che pernotta negli hotel convenzionati, in regalo una visita guidata gratuita a scelta tra quella del sabato e quella della domenica.

Un viaggio straordinario nel cuore del centro storico a partire dallo splendido Castello Estense, simbolo della città, con il suo suggestivo fossato, per continuare lungo l’Addizione rinascimentale, la strada che congiunge il maniero con le mura, e poi nella piazza medievale dove ammirare la Cattedrale romanico-gotica, il Palazzo Municipale ed immergersi nelle antiche vie di San Romano e Delle Volte, scoprire le sinagoghe, e poi tornare nel Rinascimento, tra le vicende di una città intrisa delle storie della Corte Estense. Una Ferrara dai diversi volti, in cui artisti e grandi scrittori, come Ludovico Ariosto e Giorgio Bassani hanno lasciato il segno. Una visita ideale per famiglie, coppie e viaggiatori.

Sono venti le strutture ricettive che offrono questa possibilità, tutte visibili e prenotabili direttamente dal sito di Visit Ferrara – www.visitferrara.eu/it/eventi/dormi-in-citta-e-ti-regaliamo-ferrara – . (Hotel Annunziata, Hotel Astra, Hotel Carlton, Hotel de Prati, Hotel Europa, Mercure Hotel Ferrara, Hotel Maxxim, Hotel Nazionale, Hotel Orologio, Best Western Palace Inn, Hotel Torre della Vittoria, Hotel Touring, R&B Ai Frutti di una volta, R&B Delizia Estense, R&B I Due Orfici, Le Case Cavallini Sgarbi, Piazza Nova Guest House, Agriturismo Delizia d’Este, Agriturismo Lama di Valle Rosa e Agriturismo Principessa Pio). Le visite guidate sono aperte a tutti, anche a coloro che non pernottano o che dormono in strutture non convenzionate, al costo a persona di 8 euro.

 

 
 
 

 
 
 

 

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431184 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuovo capitolo per lo storico treno Venice Simplon - Orient Express che per la prima volta lancia una serie di itinerari nel mese di dicembre, toccando città come Firenze, Parigi, Venezia e Vienna in occasione delle festività. Un'opportunità di scoprire i mercatini di Natale e le tradizioni invernali di ciascuna città. Il convoglio percorrerà l’itinerario classico da Venezia a Parigi il 2 e il 12 dicembre, con ritorno il 20 dicembre. Effettuerà una fermata a Firenze il 7 dicembre (Venezia-Parigi) e l’8 dicembre (Parigi-Venezia), e ripartirà da Parigi in direzione di Vienna il 17 dicembre, per poi ritornare a Parigi il 18 dicembre. Il Venice Simplon-Orient-Express, a Belmond Train è composto da 17 carrozze originali degli anni ‘20 e ‘30, ognuna con il proprio fascino e la propria storia. Il treno si fregia di caratteristiche cabine storiche e di sei Grand suite, quintessenza di eleganza e stravaganza, i cui nomi omaggiano le città che ne hanno ispirato il décor, tra cui le stesse Parigi, Vienna e Venezia. A partire da giugno 2023, saranno inoltre aggiunte otto nuove suite alle due categorie già esistenti a bordo. Queste disporranno tra le altre cose di un bagno privato in marmo e di uno spazio lounge diurno convertibile in letti matrimoniali o singoli durante la notte. [post_title] => La prima volta d'inverno del Venice Simplon-Orient Express a Firenze, Parigi, Venezia e Vienna [post_date] => 2022-09-27T12:18:06+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664281086000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431188 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Thailandia ha esteso fino a 45 giorni  il periodo di soggiorno per i turisti provenienti da paesi/territori aventi diritto all'esenzione dal visto e a 30 giorni per quelli idonei per un visto all'arrivo. La nuova regolamentazione varata dal Centro thailandese per l'amministrazione della situazione Covid-19 su proposta del Tourism Authority of Thailand (Tat) - sarà in vigore dal 1° ottobre 2022 fino al 31 marzo 2023. Tat ha proposto l'estensione per stimolare l’inizio imminente dell’alta stagione, che normalmente va da ottobre a marzo. L'estensione del periodo di soggiorno a 45 giorni sarà valida anche per i cittadini italiani, che possono entrare in Thailandia nell'ambito di un regime di esenzione dal visto turistico.   Il visto può essere richiesto presso l'Ambasciata Reale Thailandese o il Consolato Generale reale nel paese di residenza. I numeri di contatto sono disponibili su www.thaiembassy.org.  Per procedere con le richieste online, i richiedenti possono verificare la propria idoneità sul sito web ufficiale del visto elettronico all'indirizzo www.thaievisa.go.th.   [post_title] => Thailandia: soggiorni fino a 45 giorni per i turisti provenienti da Paese esentati dal visto [post_date] => 2022-09-27T12:05:55+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664280355000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431175 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Le medine acciottolate, i porticcioli pieni di sambuchi profumati, le bianchissime spiagge puntellate di palme e la ricca vegetazione e fauna endemica. Avvolte nel fascino tipico del vecchio mondo che fonde enigmaticamente architettura araba, calore africano ed eleganza francese, le isole Comore sono un territorio ricco di sorprese non ancora colonizzato dal turismo di massa. E’ proprio con questo spirito di scoperta e di rispetto per l’ecoturismo locale che To Destinations propone quindi al trade italiano itinerari diversificati e personalizzati per viaggiatori alla ricerca di una vacanza fuori dai luoghi comuni, avventurosa e rilassante al tempo stesso: dai pacchetti più lunghi e completi, come il Gran Tour Comore e Mayotte (14 giorni/13 notti) e il tour Isola della luna e Mayotte (11 giorni/10 notti), fino al Comore Essential (8 giorni/7 notti) e al minitour Gran Comore (4 giorni/3 notti). I pacchetti, sempre su base individuale ma disponibili anche per piccoli gruppi, puntano a far conoscere le diverse sfaccettature delle quattro isole principali, conosciute con i loro nomi francesi seppur ribattezzate dopo l’indipendenza con nomi swahili: Njazidja (Grande Comore), Mwali (Mohéli), Nzwani (Anjouan), e Mahoré (Mayotte). “I viaggiatori rimarranno ammaliati dal fascino retrò della città di Moroni, capoluogo e sede dell’aeroporto internazionale, con le moschee e le case più antiche che conservano le decorazioni tradizionali, e il mercato che oltre ai prodotti locali offre un tuffo nell’atmosfera vivace e accogliente dell’isola – sottolinea Roberto Cagnasso, general manager di To Destinations, rappresentanza di Adore Comore Dmc -. Ci si potrà inoltre immergere nell’esotica foresta pluviale con i suoi profumi di gelsomino e di ylang-ylang, conquistare la cima del vulcano Karthala per una vista mozzafiato sulla caldera e gli orizzonti sconfinati dell'oceano Indiano, nonché abbandonarsi su spiagge infinite”. Ma To Destinations ha pensato anche ai viaggiatori più sportivi e avventurosi. Da qui la proposta degli itinerari Trekking expedition Karthala e Trekking Grande Comore (con un soggiorno che va da un massimo di 10 a un minimo di 6 giorni) e Diving Comore (di 10 e 8 giorni) per un focus fortemente naturalistico alla scoperta dell’animo selvaggio dell’arcipelago. “Le spedizioni di trekking attraversano paesaggi incredibili, inclusi i siti leggendari di Trou du Prophète, Lac Salé e Dos du Dragon, il magnifico massiccio della Grille e il Monte Karthala con il suo cratere attivo a 2.365 metri – prosegue Cagnasso-. Le immersioni sveleranno invece la vivace vita subacquea di questa biosfera Unesco”. To Destinations Comore sarà presente al Ttg di Rimini: Pad A1 - Box 06 dal 12 al 14 ottobre, per incontrare gli operatori di settore e illustrare la nuova programmazione. [post_title] => To Destinations sarà al Ttg di Rimini con il prodotto Comore [post_date] => 2022-09-27T10:40:26+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664275226000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431118 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Recupero redditività ed individuazione delle leve  per l’ottimizzazione dei margini. Sono due fondamentalmente le emergenze da affrontare per GecoHotels. A fronte di una stagione positiva il problema del caro bollette ha travolto e rischia di far affondare tutto il settore, dagli alberghi ai vettori, fino ai tour operator e gli esercenti. «Città d’arte in forte recupero così come mare, campagna e montagna – commenta Marco Fabbroni Ceo di GeCo - A fronte di una ripresa, la bolletta schizza e certo questo non può essere  scaricato sul prezzo finale del cliente. La ripresa del turismo è evidente ma deve fare i conti con troppi elementi. Il turismo è una cartina tornasole, il primo settore che si muove in senso positivo ma anche negativo». In tale contesto moltissimi albergatori si trovano costretti ad eliminare tutto ciò che è superfluo ed il rischio è che qualcuno diminuisca la qualità del servizio. «Vediamo come si svilupperà la situazione che va continuamente monitorata – aggiunge Fabbroni - Quel che è certo è che la nostra attività non rappresenta un costo ma una leva: cerchiamo di ottimizzare la distribuzione commerciale, con un aumento delle vendite dirette tramite canali online e tradizionali. In poche parole è possibile concretamente diminuire i costi aumentando le vendite dirette. Mai come ora i nostri servizi devono essere visti anche come sistema per risolvere i problemi più impellenti». L’anno scorso GeCo ha avviato un dipartimento di Digital Marketing per offrire agli albergatori nuovi strumenti. «Uno strumento concreto che consente agli albergatori – conclude Fabbroni – di aumentare notevolmente l’incidenza delle vendite dirette. Mi pare evidente infatti che il forte risparmio sui costi di commissione consenta di recuperare notevolmente sull’ aumento delle bollette».           [post_title] => GecoHotels, individuare le leve per l'ottimizzazione dei margini [post_date] => 2022-09-27T10:24:58+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664274298000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431087 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ita Airways ha aperto la data room alla cordata Certares: il fondo statunitense e Delta Air Lines sono stati autorizzati ad accedere ai dati più sensibili della compagnia, come anticipato da Il Corriere della Sera, che cita fonti ministeriali. Air France-Klm, per ora, non sarebbe stato approvato "per questioni documentali relative all’accordo di non divulgazione dei numeri". La mossa di Ita arriva su richiesta di Equita, advisor del ministero dell'Economia e delle finanze (Mef), azionista unico dell'aviolinea. L'apertura della data room, a un mese circa di distanza dalla decisione del Tesoro a favore di Certares (a scapito della cordata Msc-Lufthansa) dovrebbe consentire alla cordata vincitrice di perfezionare i dettagli dell'offerta di acquisizione del 50% del vettore. È ipotizzabile che il 28 settembre, giorno dell’"expert session" tra Certares e Ita (con delegati di Delta e Air France - Klm), il fondo Usa chieda la proroga della trattativa: decisione che, nel caso, spetterebbe al nuovo governo.  [post_title] => Ita Airways: aperta la data room al fondo Certares (e Delta Air Lines) [post_date] => 2022-09-26T11:49:21+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664192961000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431091 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' stato inaugurato lo scorso sabato, dopo un importante operazione di restauro, il Mandarin Oriental Palace, Luzern. La proprietà dispone di 136 camere, incluse 48 suite tra le più grandi di Lucerna, nonché quattro ristoranti e bar sotto la direzione dello chef stellato Gilad Peled, una spa e spazi per eventi. General manager dell'hotel è Christian Wildhaber. Dietro l’elaborata ristrutturazione ci sono gli architetti locali Iwan Bühler Architekten e gli interior designer londinesi Jestico + Whiles, che hanno creato un design contemporaneo, ispirato alla bellezza dei paesaggi svizzeri, pur preservando la storia dell’edificio. Per celebrare l'apertura, l'hotel offre due pacchetti di benvenuto per gli ospiti. A partire da  700 franchi svizzeri a notte, le proposte includono un soggiorno nelle camere con vista lago oppure nelle suite, una ricca colazione per due, un credito di 100 franchi (150 per le suite) per il servizio f&b, nonché una gamma di esperienze per scoprire la destinazione. [post_title] => Ha aperto i propri battenti il Mandarin Oriental Palace, Luzern [post_date] => 2022-09-26T11:49:17+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664192957000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431076 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La sinergia fra Svizzera Turismo e Fiavet Piemonte, siglata con un accordo nel 2021, ha portato a un primo risultato concreto. «Negli ultimi 2 anni abbiamo dovuto ripensare alla nostra strategia verso tour operator e agenzie di viaggi – ha dichiarato Laura Zancolò, Key Account Manager per Svizzera Turismo in Italia - per questo abbiamo pensato di stringere accordi con le associazioni di categoria del settore con l’obiettivo di far conoscere il territorio e promuovere il turismo di prossimità». Grazie alla collaborazione con Gabriella Aires, presidente Fiavet Piemonte, sono stati realizzati dieci itinerari che esplorano altrettante aree di grande fascino del Paese. «Un primo, importante, passo concreto per promuovere questo bel territorio e offrire ai nostri associati una serie di itinerari – afferma Gabriella Aires - programmi per uno o più giorni fruibili per tutti gli associati alla Fiavet, a livello naziionale». Negli scorsi due anni Fiavet Piemonte e Svizzera Turismo hanno organizzato in stretta collaborazione una serie di tre eductour in Svizzera, nel più rigoroso rispetto delle norme sanitarie, utilizzando i periodi di sospensione del lockdown. Un manuale d’uso creato da agenzie e fornitori Spiega inoltre Aires: «Insieme ai colleghi che hanno partecipato ai tour, e ai fornitori che ci hanno accolti, abbiamo elaborato un vero e proprio manuale d’uso del Paese, con i servizi testati sui nostri percorsi, quotati per gruppi in treno e in bus, famiglie e individuali, su una decina di itinerari. La nostra segreteria ha fatto gran parte del lavoro di assemblaggio». Il manuale si intitola appunto ‘La Svizzera di Fiavet Piemonte: «C’è tutta la materia prima necessaria per rispondere a richieste di ogni gusto e per diverse fasce di spesa – chiarisce ancora Aires – tutto destinato all’uso libero, esclusivo e gratuito di tutte le agenzie Fiavet. Per rilanciare ora abbiamo tutti bisogno di prodotto di qualità che ci consenta di valorizzare la nostra professione, offrendo al cliente qualcosa di unico e speciale. Per questo Fiavet Piemonte si è fatta promotrice, grazie alla collaborazione fondamentale di Svizzera Turismo, di un’iniziativa interamente costruita dalle agenzie insieme ai fornitori. E non ci fermeremo qui». 10 itinerari a soggetto, pronti per le agenzie La Svizzera di Fiavet Piemonte presenta dieci itinerari base, per viaggi da una giornata a quattro giorni/tre notti. I pacchetti sono calibrati per partenze in treno o in bus dalle città del Nord, ma ogni agenzia può inserire le partenze da qualsiasi città in Italia, stazioni o aeroporti. Ecco cosa c’è nel manuale: - Zurigo tra arte e cultura (due giorni, in treno) - Berna, il Trenino Verde e il mondo di Kambly, il biscotto più amato (due giorni, in treno da Domodossola) - Zurigo per grandi e piccini (due giorni da Milano, per individuali) - La Lucerna di Guglielmo Tell e il Pilatus (tre giorni da Milano - Berna e la Festa della Cipolla: il 28 novembre, viaggio in giornata, in pullman da Torino. - Lugano, i borghi storici del lago e le funicolari (due giorni, in bus) - Lucerna e il Museo dei Trasporti, con navigazione sul Lago dei Quattro Cantoni (due giorni, in bus o treno) - Lugano e il Monte Generoso (gita di un giorno) - Lugano per gli eventi e le mostre d’arte (due giorni in treno da Milano, programma secondo il programma di eventi in corso) - Zurigo, Berna e Lucerna, le meravigliose città svizzere (quattro giorni, in treno da Milano) [post_title] => Accordo strategico fra Fiavet Piemonte e Svizzera Turismo [post_date] => 2022-09-26T10:57:37+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664189857000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431066 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_431069" align="alignleft" width="300"] Francesco e Riccardo Lazzarini con la director of sales and marketing, Daniela Baldelli[/caption] Dal Donna Laura Palace, il villino affacciato sul Lungotevere nel quartiere Prati che ha appena completato i lavori della facciata e del giardino interno, fino all’hotel Imperiale che darà nuovo lustro a via Veneto, con la facciata totalmente restaurata in fase di ultimazione. Il tutto passando anche dal Rose Garden Palace, il boutique hotel di via Boncompagni, che oltre ai lavori per riportare a nuova luce la facciata, verrà completamente rinnovato negli arredi e nel design, attraverso diverse fasi che interesseranno sia le camere per gli ospiti sia le aree comuni, con una particolare attenzione al giardino interno. Omnia Hotels continua a investire su Roma, nonostante le criticità degli anni recenti, quando la compagnia ha dato peraltro vita pure a una nuova apertura. Da segnalare anche i lavori allo Shangri La Roma Eur che, dopo aver completato la ristrutturazione delle camere e delle aree comuni, ora avvia lo sviluppo dell’area congressuale, con una prima realizzazione di una sala modulare di circa 200 metri quadrati, fruibile per riunioni ed eventi o addirittura come estensione del ristorante, che verrà completata entro metà ottobre. A questa seguirà poi la realizzazione del centro congressi di 1.500 metri quadrati, con piscina e aree esterne per gli ospiti, che vedrà la luce nel 2023. Un ulteriore sviluppo sarà portato avanti nel 2024: prevede un incremento di 70 camere per gli ospiti e la realizzazione del nuovo ristorante Shangri La. “Il nostro gruppo è nato pochi mesi prima del lock down ma non per questo abbiamo smesso di crederci – sottolinea il ceo Francesco Lazzarini, che insieme al fratello Riccardo ha creato Omnia Hotels da un’impresa di famiglia -. Nel 2021 abbiamo aperto un albergo, il St. Martin, a seguito della completa ristrutturazione di un edificio in disuso, riqualificando così anche la zona. Ci siamo impegnati nelle collaborazioni con alcuni dei grandi eventi della città di Roma e ora continuiamo nel nostro percorso di crescita e sviluppo, con una particolare attenzione alla formazione dei collaboratori, fulcro dell’ospitalità, e alla valorizzazione del patrimonio edilizio". Attualmente il portfolio della compagnia comprende sette strutture totali, tutte situate a Roma. [post_title] => Prosegue l'impegno di Omnia Hotels su Roma: quattro gli indirizzi in fase di restyling [post_date] => 2022-09-26T10:14:21+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664187261000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431063 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Hong Kong compie un ulteriore passo sulla strada dell'eliminazione delle restrizioni imposte ai viaggiatori per controllare la diffusione del Covid: niente più quarantena obbligatoria negli hotel e nessun test Covid da effettuarsi prima del volo. Una volta giunti a Hong Kong però, viaggiatori in arrivo dovranno auto-monitorarsi per tre giorni per verificare l'eventuale presenza di un'infezione. In altre parole dovranno evitare strutture come ristoranti o centri commerciali per i primi tre giorni.   La notizia di questo allentamento delle restrizioni di viaggio ha da subito innescato un balzo in avanti delle richieste di viaggio e delle prenotazioni dei voli verso la città, tanto che Cathay Pacific prevede per ottobre l'aggiunta di altri 200 voli verso destinazioni asiatiche e di lungo raggio.   [post_title] => Hong Kong: niente più quarantena in hotel e test prima della partenza [post_date] => 2022-09-26T10:03:01+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664186581000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "visit ferrara dal 9 ottobre al 26 dicembre visita guidata gratuita soggiorna citta" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":53,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":2752,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431184","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuovo capitolo per lo storico treno Venice Simplon - Orient Express che per la prima volta lancia una serie di itinerari nel mese di dicembre, toccando città come Firenze, Parigi, Venezia e Vienna in occasione delle festività. Un'opportunità di scoprire i mercatini di Natale e le tradizioni invernali di ciascuna città. Il convoglio percorrerà l’itinerario classico da Venezia a Parigi il 2 e il 12 dicembre, con ritorno il 20 dicembre. Effettuerà una fermata a Firenze il 7 dicembre (Venezia-Parigi) e l’8 dicembre (Parigi-Venezia), e ripartirà da Parigi in direzione di Vienna il 17 dicembre, per poi ritornare a Parigi il 18 dicembre.\r\n\r\nIl Venice Simplon-Orient-Express, a Belmond Train è composto da 17 carrozze originali degli anni ‘20 e ‘30, ognuna con il proprio fascino e la propria storia. Il treno si fregia di caratteristiche cabine storiche e di sei Grand suite, quintessenza di eleganza e stravaganza, i cui nomi omaggiano le città che ne hanno ispirato il décor, tra cui le stesse Parigi, Vienna e Venezia. A partire da giugno 2023, saranno inoltre aggiunte otto nuove suite alle due categorie già esistenti a bordo. Queste disporranno tra le altre cose di un bagno privato in marmo e di uno spazio lounge diurno convertibile in letti matrimoniali o singoli durante la notte.","post_title":"La prima volta d'inverno del Venice Simplon-Orient Express a Firenze, Parigi, Venezia e Vienna","post_date":"2022-09-27T12:18:06+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1664281086000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431188","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La Thailandia ha esteso fino a 45 giorni  il periodo di soggiorno per i turisti provenienti da paesi/territori aventi diritto all'esenzione dal visto e a 30 giorni per quelli idonei per un visto all'arrivo. La nuova regolamentazione varata dal Centro thailandese per l'amministrazione della situazione Covid-19 su proposta del Tourism Authority of Thailand (Tat) - sarà in vigore dal 1° ottobre 2022 fino al 31 marzo 2023.\r\nTat ha proposto l'estensione per stimolare l’inizio imminente dell’alta stagione, che normalmente va da ottobre a marzo. L'estensione del periodo di soggiorno a 45 giorni sarà valida anche per i cittadini italiani, che possono entrare in Thailandia nell'ambito di un regime di esenzione dal visto turistico.\r\n \r\nIl visto può essere richiesto presso l'Ambasciata Reale Thailandese o il Consolato Generale reale nel paese di residenza. I numeri di contatto sono disponibili su www.thaiembassy.org.  Per procedere con le richieste online, i richiedenti possono verificare la propria idoneità sul sito web ufficiale del visto elettronico all'indirizzo www.thaievisa.go.th.\r\n ","post_title":"Thailandia: soggiorni fino a 45 giorni per i turisti provenienti da Paese esentati dal visto","post_date":"2022-09-27T12:05:55+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1664280355000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431175","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Le medine acciottolate, i porticcioli pieni di sambuchi profumati, le bianchissime spiagge puntellate di palme e la ricca vegetazione e fauna endemica. Avvolte nel fascino tipico del vecchio mondo che fonde enigmaticamente architettura araba, calore africano ed eleganza francese, le isole Comore sono un territorio ricco di sorprese non ancora colonizzato dal turismo di massa.\r\n\r\nE’ proprio con questo spirito di scoperta e di rispetto per l’ecoturismo locale che To Destinations propone quindi al trade italiano itinerari diversificati e personalizzati per viaggiatori alla ricerca di una vacanza fuori dai luoghi comuni, avventurosa e rilassante al tempo stesso: dai pacchetti più lunghi e completi, come il Gran Tour Comore e Mayotte (14 giorni/13 notti) e il tour Isola della luna e Mayotte (11 giorni/10 notti), fino al Comore Essential (8 giorni/7 notti) e al minitour Gran Comore (4 giorni/3 notti). I pacchetti, sempre su base individuale ma disponibili anche per piccoli gruppi, puntano a far conoscere le diverse sfaccettature delle quattro isole principali, conosciute con i loro nomi francesi seppur ribattezzate dopo l’indipendenza con nomi swahili: Njazidja (Grande Comore), Mwali (Mohéli), Nzwani (Anjouan), e Mahoré (Mayotte).\r\n\r\n“I viaggiatori rimarranno ammaliati dal fascino retrò della città di Moroni, capoluogo e sede dell’aeroporto internazionale, con le moschee e le case più antiche che conservano le decorazioni tradizionali, e il mercato che oltre ai prodotti locali offre un tuffo nell’atmosfera vivace e accogliente dell’isola – sottolinea Roberto Cagnasso, general manager di To Destinations, rappresentanza di Adore Comore Dmc -. Ci si potrà inoltre immergere nell’esotica foresta pluviale con i suoi profumi di gelsomino e di ylang-ylang, conquistare la cima del vulcano Karthala per una vista mozzafiato sulla caldera e gli orizzonti sconfinati dell'oceano Indiano, nonché abbandonarsi su spiagge infinite”.\r\n\r\nMa To Destinations ha pensato anche ai viaggiatori più sportivi e avventurosi. Da qui la proposta degli itinerari Trekking expedition Karthala e Trekking Grande Comore (con un soggiorno che va da un massimo di 10 a un minimo di 6 giorni) e Diving Comore (di 10 e 8 giorni) per un focus fortemente naturalistico alla scoperta dell’animo selvaggio dell’arcipelago. “Le spedizioni di trekking attraversano paesaggi incredibili, inclusi i siti leggendari di Trou du Prophète, Lac Salé e Dos du Dragon, il magnifico massiccio della Grille e il Monte Karthala con il suo cratere attivo a 2.365 metri – prosegue Cagnasso-. Le immersioni sveleranno invece la vivace vita subacquea di questa biosfera Unesco”.\r\n\r\nTo Destinations Comore sarà presente al Ttg di Rimini: Pad A1 - Box 06 dal 12 al 14 ottobre, per incontrare gli operatori di settore e illustrare la nuova programmazione.","post_title":"To Destinations sarà al Ttg di Rimini con il prodotto Comore","post_date":"2022-09-27T10:40:26+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1664275226000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431118","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Recupero redditività ed individuazione delle leve  per l’ottimizzazione dei margini. Sono due fondamentalmente le emergenze da affrontare per GecoHotels. A fronte di una stagione positiva il problema del caro bollette ha travolto e rischia di far affondare tutto il settore, dagli alberghi ai vettori, fino ai tour operator e gli esercenti.\r\n\r\n«Città d’arte in forte recupero così come mare, campagna e montagna – commenta Marco Fabbroni Ceo di GeCo - A fronte di una ripresa, la bolletta schizza e certo questo non può essere  scaricato sul prezzo finale del cliente. La ripresa del turismo è evidente ma deve fare i conti con troppi elementi. Il turismo è una cartina tornasole, il primo settore che si muove in senso positivo ma anche negativo».\r\n\r\nIn tale contesto moltissimi albergatori si trovano costretti ad eliminare tutto ciò che è superfluo ed il rischio è che qualcuno diminuisca la qualità del servizio.\r\n\r\n«Vediamo come si svilupperà la situazione che va continuamente monitorata – aggiunge Fabbroni - Quel che è certo è che la nostra attività non rappresenta un costo ma una leva: cerchiamo di ottimizzare la distribuzione commerciale, con un aumento delle vendite dirette tramite canali online e tradizionali. In poche parole è possibile concretamente diminuire i costi aumentando le vendite dirette. Mai come ora i nostri servizi devono essere visti anche come sistema per risolvere i problemi più impellenti».\r\n\r\nL’anno scorso GeCo ha avviato un dipartimento di Digital Marketing per offrire agli albergatori nuovi strumenti. «Uno strumento concreto che consente agli albergatori – conclude Fabbroni – di aumentare notevolmente l’incidenza delle vendite dirette. Mi pare evidente infatti che il forte risparmio sui costi di commissione consenta di recuperare notevolmente sull’ aumento delle bollette».\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"GecoHotels, individuare le leve per l'ottimizzazione dei margini","post_date":"2022-09-27T10:24:58+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1664274298000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431087","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ita Airways ha aperto la data room alla cordata Certares: il fondo statunitense e Delta Air Lines sono stati autorizzati ad accedere ai dati più sensibili della compagnia, come anticipato da Il Corriere della Sera, che cita fonti ministeriali. Air France-Klm, per ora, non sarebbe stato approvato \"per questioni documentali relative all’accordo di non divulgazione dei numeri\".\r\n\r\nLa mossa di Ita arriva su richiesta di Equita, advisor del ministero dell'Economia e delle finanze (Mef), azionista unico dell'aviolinea. L'apertura della data room, a un mese circa di distanza dalla decisione del Tesoro a favore di Certares (a scapito della cordata Msc-Lufthansa) dovrebbe consentire alla cordata vincitrice di perfezionare i dettagli dell'offerta di acquisizione del 50% del vettore.\r\n\r\nÈ ipotizzabile che il 28 settembre, giorno dell’\"expert session\" tra Certares e Ita (con delegati di Delta e Air France - Klm), il fondo Usa chieda la proroga della trattativa: decisione che, nel caso, spetterebbe al nuovo governo. ","post_title":"Ita Airways: aperta la data room al fondo Certares (e Delta Air Lines)","post_date":"2022-09-26T11:49:21+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1664192961000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431091","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' stato inaugurato lo scorso sabato, dopo un importante operazione di restauro, il Mandarin Oriental Palace, Luzern. La proprietà dispone di 136 camere, incluse 48 suite tra le più grandi di Lucerna, nonché quattro ristoranti e bar sotto la direzione dello chef stellato Gilad Peled, una spa e spazi per eventi. General manager dell'hotel è Christian Wildhaber.\r\n\r\nDietro l’elaborata ristrutturazione ci sono gli architetti locali Iwan Bühler Architekten e gli interior designer londinesi Jestico + Whiles, che hanno creato un design contemporaneo, ispirato alla bellezza dei paesaggi svizzeri, pur preservando la storia dell’edificio. Per celebrare l'apertura, l'hotel offre due pacchetti di benvenuto per gli ospiti. A partire da  700 franchi svizzeri a notte, le proposte includono un soggiorno nelle camere con vista lago oppure nelle suite, una ricca colazione per due, un credito di 100 franchi (150 per le suite) per il servizio f&b, nonché una gamma di esperienze per scoprire la destinazione.","post_title":"Ha aperto i propri battenti il Mandarin Oriental Palace, Luzern","post_date":"2022-09-26T11:49:17+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1664192957000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431076","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La sinergia fra Svizzera Turismo e Fiavet Piemonte, siglata con un accordo nel 2021, ha portato a un primo risultato concreto.\r\n\r\n«Negli ultimi 2 anni abbiamo dovuto ripensare alla nostra strategia verso tour operator e agenzie di viaggi – ha dichiarato Laura Zancolò, Key Account Manager per Svizzera Turismo in Italia - per questo abbiamo pensato di stringere accordi con le associazioni di categoria del settore con l’obiettivo di far conoscere il territorio e promuovere il turismo di prossimità».\r\n\r\nGrazie alla collaborazione con Gabriella Aires, presidente Fiavet Piemonte, sono stati realizzati dieci itinerari che esplorano altrettante aree di grande fascino del Paese.\r\n\r\n«Un primo, importante, passo concreto per promuovere questo bel territorio e offrire ai nostri associati una serie di itinerari – afferma Gabriella Aires - programmi per uno o più giorni fruibili per tutti gli associati alla Fiavet, a livello naziionale».\r\n\r\nNegli scorsi due anni Fiavet Piemonte e Svizzera Turismo hanno organizzato in stretta collaborazione una serie di tre eductour in Svizzera, nel più rigoroso rispetto delle norme sanitarie, utilizzando i periodi di sospensione del lockdown.\r\n\r\nUn manuale d’uso creato da agenzie e fornitori\r\n\r\nSpiega inoltre Aires: «Insieme ai colleghi che hanno partecipato ai tour, e ai fornitori che ci hanno accolti, abbiamo elaborato un vero e proprio manuale d’uso del Paese, con i servizi testati sui nostri percorsi, quotati per gruppi in treno e in bus, famiglie e individuali, su una decina di itinerari. La nostra segreteria ha fatto gran parte del lavoro di assemblaggio».\r\n\r\nIl manuale si intitola appunto ‘La Svizzera di Fiavet Piemonte: «C’è tutta la materia prima necessaria per rispondere a richieste di ogni gusto e per diverse fasce di spesa – chiarisce ancora Aires – tutto destinato all’uso libero, esclusivo e gratuito di tutte le agenzie Fiavet. Per rilanciare ora abbiamo tutti bisogno di prodotto di qualità che ci consenta di valorizzare la nostra professione, offrendo al cliente qualcosa di unico e speciale. Per questo Fiavet Piemonte si è fatta promotrice, grazie alla collaborazione fondamentale di Svizzera Turismo, di un’iniziativa interamente costruita dalle agenzie insieme ai fornitori. E non ci fermeremo qui».\r\n\r\n10 itinerari a soggetto, pronti per le agenzie\r\n\r\nLa Svizzera di Fiavet Piemonte presenta dieci itinerari base, per viaggi da una giornata a quattro giorni/tre notti. I pacchetti sono calibrati per partenze in treno o in bus dalle città del Nord, ma ogni agenzia può inserire le partenze da qualsiasi città in Italia, stazioni o aeroporti.\r\n\r\nEcco cosa c’è nel manuale:\r\n\r\n- Zurigo tra arte e cultura (due giorni, in treno)\r\n\r\n- Berna, il Trenino Verde e il mondo di Kambly, il biscotto più amato (due giorni, in treno da Domodossola)\r\n\r\n- Zurigo per grandi e piccini (due giorni da Milano, per individuali)\r\n\r\n- La Lucerna di Guglielmo Tell e il Pilatus (tre giorni da Milano\r\n\r\n- Berna e la Festa della Cipolla: il 28 novembre, viaggio in giornata, in pullman da Torino.\r\n\r\n- Lugano, i borghi storici del lago e le funicolari (due giorni, in bus)\r\n\r\n- Lucerna e il Museo dei Trasporti, con navigazione sul Lago dei Quattro Cantoni (due giorni, in bus o treno)\r\n\r\n- Lugano e il Monte Generoso (gita di un giorno)\r\n\r\n- Lugano per gli eventi e le mostre d’arte (due giorni in treno da Milano, programma secondo il programma di eventi in corso)\r\n\r\n- Zurigo, Berna e Lucerna, le meravigliose città svizzere (quattro giorni, in treno da Milano)","post_title":"Accordo strategico fra Fiavet Piemonte e Svizzera Turismo","post_date":"2022-09-26T10:57:37+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1664189857000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431066","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_431069\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Francesco e Riccardo Lazzarini con la director of sales and marketing, Daniela Baldelli[/caption]\r\n\r\nDal Donna Laura Palace, il villino affacciato sul Lungotevere nel quartiere Prati che ha appena completato i lavori della facciata e del giardino interno, fino all’hotel Imperiale che darà nuovo lustro a via Veneto, con la facciata totalmente restaurata in fase di ultimazione. Il tutto passando anche dal Rose Garden Palace, il boutique hotel di via Boncompagni, che oltre ai lavori per riportare a nuova luce la facciata, verrà completamente rinnovato negli arredi e nel design, attraverso diverse fasi che interesseranno sia le camere per gli ospiti sia le aree comuni, con una particolare attenzione al giardino interno. Omnia Hotels continua a investire su Roma, nonostante le criticità degli anni recenti, quando la compagnia ha dato peraltro vita pure a una nuova apertura.\r\n\r\nDa segnalare anche i lavori allo Shangri La Roma Eur che, dopo aver completato la ristrutturazione delle camere e delle aree comuni, ora avvia lo sviluppo dell’area congressuale, con una prima realizzazione di una sala modulare di circa 200 metri quadrati, fruibile per riunioni ed eventi o addirittura come estensione del ristorante, che verrà completata entro metà ottobre. A questa seguirà poi la realizzazione del centro congressi di 1.500 metri quadrati, con piscina e aree esterne per gli ospiti, che vedrà la luce nel 2023. Un ulteriore sviluppo sarà portato avanti nel 2024: prevede un incremento di 70 camere per gli ospiti e la realizzazione del nuovo ristorante Shangri La.\r\n\r\n“Il nostro gruppo è nato pochi mesi prima del lock down ma non per questo abbiamo smesso di crederci – sottolinea il ceo Francesco Lazzarini, che insieme al fratello Riccardo ha creato Omnia Hotels da un’impresa di famiglia -. Nel 2021 abbiamo aperto un albergo, il St. Martin, a seguito della completa ristrutturazione di un edificio in disuso, riqualificando così anche la zona. Ci siamo impegnati nelle collaborazioni con alcuni dei grandi eventi della città di Roma e ora continuiamo nel nostro percorso di crescita e sviluppo, con una particolare attenzione alla formazione dei collaboratori, fulcro dell’ospitalità, e alla valorizzazione del patrimonio edilizio\". Attualmente il portfolio della compagnia comprende sette strutture totali, tutte situate a Roma.","post_title":"Prosegue l'impegno di Omnia Hotels su Roma: quattro gli indirizzi in fase di restyling","post_date":"2022-09-26T10:14:21+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1664187261000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431063","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Hong Kong compie un ulteriore passo sulla strada dell'eliminazione delle restrizioni imposte ai viaggiatori per controllare la diffusione del Covid: niente più quarantena obbligatoria negli hotel e nessun test Covid da effettuarsi prima del volo.\r\n\r\nUna volta giunti a Hong Kong però, viaggiatori in arrivo dovranno auto-monitorarsi per tre giorni per verificare l'eventuale presenza di un'infezione. In altre parole dovranno evitare strutture come ristoranti o centri commerciali per i primi tre giorni.\r\n\r\n \r\n\r\nLa notizia di questo allentamento delle restrizioni di viaggio ha da subito innescato un balzo in avanti delle richieste di viaggio e delle prenotazioni dei voli verso la città, tanto che Cathay Pacific prevede per ottobre l'aggiunta di altri 200 voli verso destinazioni asiatiche e di lungo raggio.\r\n\r\n ","post_title":"Hong Kong: niente più quarantena in hotel e test prima della partenza","post_date":"2022-09-26T10:03:01+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1664186581000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti