3 February 2023

Palermo on ice, riprende l’appuntamento dopo lo stop del Covid

[ 0 ]

Dopo lo stop imposto dalla pandemia, anche quest’anno al Giardino Inglese torna l’appuntamento più atteso da bambini e famiglie. Da giovedì 8 dicembre, parte la nuova edizione di “Palermo on Ice”, la pista di pattinaggio su ghiaccio che da undici edizioni si conferma l’evento natalizio per eccellenza. Aperto fino al prossimo sabato 7 gennaio, il pattinodromo al civico 3 di via Duca della Verdura colorerà non solo le feste ma l’inverno in città. Taglio del nastro l’8 dicembre, nel giorno dell’Immacolata.

Dalla mattina alla sera, dal lunedì alla domenica, bambini e adulti potranno indossare calzini monouso, cuffietta, pattini e casco per pattinare sul ghiaccio. Ad accompagnarli un pattinatore professionista, nel pieno rispetto della sicurezza. Tutti i pattini saranno igienizzati prima e dopo l’uso e avranno lame su misura. All’interno della tensostruttura – realizzata con materiali ecosostenibili il cui ghiaccio viene posato su una superficie di polistirolo espanso che preserva la manutenzione del pavimento esistente – da quest’anno le zone destinate al cambio pattini saranno ancora più confortevoli. Saranno infatti installati alcuni armadietti (a codice univoco, senza lucchetto) che agevoleranno le attese dei pattinatori, resi per il primo anno indipendenti.

La pista quest’anno supera gli 800 metri quadrati di ghiaccio. Interamente al coperto, sonorizzata grazie alla filodiffusione, addobbata a festa, è la prima pista palermitana di pattinaggio formato extralarge. In questo periodo di caro bollette, in cui la sostenibilità la fa da padrone, “Palermo on Ice” strizza l’occhio al risparmio e all’efficienza energetica. All’interno della struttura un chiller ad alta tecnologia, di ultima generazione, molto silenzioso. Una scelta green, a cui la Big Ice, la società che da anni organizza l’evento, non ha rinunciato. Babbo Natale di “Palermo on Ice”, inoltre, porterà i suoi doni ai bambini di una casa-famiglia. Saranno 1.000 i biglietti gratuiti per l’accesso alla pista del Giardino Inglese.

La pista rimarrà aperta ogni giorno fino a sabato 7 gennaio 2023, dal lunedì al giovedì dalle 9 a mezzanotte (il venerdì, il sabato, la domenica e i festivi, apertura estesa fino all’una di notte). L’ingresso costa 7 euro per chi vorrà pattinare mezz’ora, 9 euro invece per un’ora. Il costo include il noleggio di pattini, calze monouso, igienizzazione dei pattini e posto armadietto per le scarpe. Con 1 euro in più si può contare sull’aiuto-pattino.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438570 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Vueling in allungo con un operativo globale che include oltre 300 rotte nel 2023 - 30 delle quali nuove - verso più di 100 destinazioni. Ruolo da protagonista per l'Italia che per l'estate conterà 40 rotte verso 23 destinazioni e 8 Paesi diversi. Nel dettaglio, il la compagnia aerea del gruppo Iag collega l’hub di Roma Fiumicino con 14 destinazioni, che comprendono la Spagna (Alicante, Barcellona, Bilbao, Ibiza, Malaga, Maiorca e Valencia), la Francia (Parigi Orly), la Croazia (Dubrovnik, Spalato), la Grecia (Mykonos, Santorini), il Regno Unito (Londra Gatwick) e l’Italia (Lampedusa). Dalla base di Firenze sono 9 i collegamenti diretti per raggiungere Olanda (Amsterdam), Spagna (Barcellona, Bilbao, Madrid), Francia (Parigi Orly), Danimarca (Copenaghen) e Regno Unito (Londra Gatwick). Non mancano le proposte, anche in questo caso, verso l’Italia, in particolare per Catania e Palermo. Conferme anche per l’aeroporto di Milano Malpensa, dove per tutta l’estate saranno attive le rotte per Barcellona, Bilbao, Ibiza e Parigi Orly, con numerose frequenze settimanali (fino a 34). Numerose le proposte anche dagli altri aeroporti italiani, in particolare da Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Genova, Lampedusa, Napoli, Olbia, Palermo, Torino e Venezia. Tre i punti saldi su cui Vueling si concentra per continuare a consolidare la crescita operativa, in linea con il quadro del piano di trasformazione Vueling Transform: destagionalizzazione, aumento delle frequenze e digitalizzazione totale dell'offerta.   [post_title] => Vueling sull'Italia con oltre 40 rotte per l'estate verso 23 destinazioni [post_date] => 2023-02-02T15:33:09+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675351989000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438534 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’associazione internazionale delle compagnie crocieristiche Clia e Sea Europe chiedono alla Commissione europea che il comparto industriale che sviluppa tecnologie marittime diventi parte integrante del “Green Deal Industrial Plan”. Con il “Fit for 55” l’Ue ha fissato un ambizioso piano di riduzione delle emissioni generate dal trasporto marittimo. Grazie a tale approccio, inoltre, l’Europa può mantenere la leadership mondiale nella cantieristica navale. Le navi da crociera rappresentano circa l’80% del portafoglio ordini complessivo di tutti i cantieri europei e, con oltre 78 nuove navi da crociera in costruzione nei prossimi cinque anni, ciò equivale a investimenti diretti pari a 45 miliardi di euro. «L'industria navale è al centro dei processi di sviluppo di tecnologie pulite e, come tale, deve essere inclusa nella strategia della Commissione - dice Marie-Caroline Laurent, direttrice Clia Europa -. Oltre il 93% delle navi da crociera viene costruito in Europa e le compagnie stanno effettuando investimenti significativi affinché le navi siano dotate di tutte le più moderne tecnologie». I punti del Green Deal «L’industria che sviluppa le tecnologie marittime si impegna nel raggiungere gli obiettivi che l’Unione europea ha fissato con il Green Deal e per la Blue Economy. Includere questo settore nel piano produrrebbe benefici non solo per la competitività del comparto, ma per tutto ciò che riguarda i mari europei» dice Christophe Tytgat segretario generale Sea Europe. Il Green Deal Industrial Plan si articola su quattro pilastri: contesto normativo, finanziamenti, abilità e mercato. Poiché i nuovi sistemi di propulsione navale e i carburanti alternativi rappresentano una delle maggiori opportunità per la decarbonizzazione del trasporto marittimo, Clia e Sea Europe chiedono che il comparto venga incluso nel Temporary Crisis and Transition Framework (TCTF) e nel sistema “EU Fundings”. [post_title] => Clia e Sea Europe: l'obbiettivo comune è emissioni zero [post_date] => 2023-02-02T12:11:13+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675339873000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438427 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’Altra Toscana dove rilassarsi, immersi tra i vigneti, fare un wine tour ed anche un’esperienza di benessere. Alla Tenuta del Buonamico di Montecarlo (Lucca), azienda vitivinicola nata nel 1964, non solo è possibile partecipare 365 giorni all’anno a visite e degustazioni, ma anche optare per una vacanza alla scoperta delle tradizioni locali e del wellbeing. Core business della Tenuta è la produzione del vino. Ogni Wine Tour comprende un’introduzione con cenni storici della Tenuta, visita della cantina con illustrazione del processo di produzione del vino, dalla raccolta delle uve all’imbottigliamento, visita della barricaia e della cantina storica. Il Tour si conclude nelle aree di degustazione con l’assaggio dei vini e degli oli. «Offriamo un’accoglienza a 360 gradi – spiega Eugenio Fontana, co-titolare e responsabile commerciale Tenuta del Buonamico – Da qualche tempo abbiamo lanciato il nostro Resort di Charme con 11 camere, con vista sulle vigne, piscina e centro benessere. Siamo vicini alle principali città Toscane e a soli 25 minuti dalla Versilia». La Tenuta comprende anche il ristorante Syrah che riscopre la tradizione toscana affiancandola alla nuova gastronomia. La Toscana piace molto agli stranieri e la maggior parte dei visitatori della Tenuta proviene da Usa, Canada, Nord Europa. «Gli italiani arrivano soprattutto da aprile ad ottobre – aggiunge Fontana – In estate i soggiorni sono più lunghi ed arrivano fino a sette giorni. In un anno la cantina registra tra le 12 mila e le 15 mila visite guidate. Puntiamo sui piccoli gruppi, ma siamo in grado di soddisfare anche gruppi più grandi. Lucca ha fatto un salto di qualità nel turismo e tutti gli eventi organizzati fanno da attrattori, con ripercussioni positive su tutta la zona». [post_title] => Tenuta del Buonamico, dai wine tour alle vacanze nel Resort di Charme [post_date] => 2023-02-02T10:19:37+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675333177000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438486 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Air India ha riaperto ieri, 1° febbraio, il volo diretto da Milano Malpensa a Nuova Delhi. La compagnia aerea ora sotto l'egida del gruppo Tata, è tornata a collegare le due città dopo l’interruzione dai primi mesi del 2020 a causa della pandemia. E proprio in questo periodo, il vettore indiamo si è fermato e ristrutturato per ripresentarsi oggi più efficiente e competitivo. «Oggi (ieri per chi legge, ndr) riprende un volo e torna a Malpensa un vettore importante che sta crescendo rinnovandosi in modo importante - affermato ha sottolineato Andrea Tucci, vp Aviation Business Development di Sea - Aeroporti di Milano -. Delhi sarà la più grande città raggiungibile da Malpensa con i suoi 30 milioni di abitanti che ne fanno un enorme potenziale di traffico in entrata verso l'Italia. L'investimento di Air India sul nostro aeroporto sarà mirato alla capacità del bacino d'utenza del Nord Italia, intercettando sia la domanda di mercato per i segmenti di viaggio business e turismo che l'ampia presenza della comunità indiana residente». Il collegamento, operato da un Boeing 787-8 Dreamliner configurato con 18 posti in Business Class e 238 in Economy Class, è effettuato quattro volte la settimana (lunedì, mercoledì, venerdì, domenica). «Questo volo rappresenta un momento importante - ha sottolineato Nalin Bhatnagar, deputy general manager di Air India - che unisce due importanti città come Milano e Delhi e che dà la possibilità di fruire di numerose persecuzioni dal nostro hub verso tutta l’Asia e l'Australia». La Milano-Nuova Delhi è soltanto un inizio per Air India che già ha richieste per estendere i collegamenti  da Milano verso altre destinazioni indiane, una su tutte Amritsar, capitale dello stato del Punjab, da cui provengono la maggior parte degli indiami presenti nel nostro paese. [post_title] => Air India è tornata operativa sulla Milano-Nuova Delhi. E studia futuri sviluppi [post_date] => 2023-02-02T10:08:42+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675332522000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438490 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_438491" align="alignleft" width="300"] La Costa Toscana[/caption] Si aprono da oggi le vendite delle crociere 2024 di Costa per gli itinerari in programma da Pasqua a fine novembre, che includono una serie di viaggi nel Mediterraneo e in Nord Europa. Inoltre, nei prossimi giorni sarà disponibile anche la nuova edizione del Giro del mondo, che partirà a dicembre 2024 con un percorso davvero speciale. Tre navi saranno in particolare dedicate al Mediterraneo occidentale, per crociere di una settimana che visiteranno alcune delle più belle destinazioni in Italia, Francia e Spagna. Si tratta delle gemelle di ultima generazione Costa Smeralda e Toscana, nonché della Pacifica. La Smeralda partirà da Genova tutti venerdì, a partire dal 22 marzo, per visitare Marsiglia, Barcellona, Cagliari, Napoli e Civitavecchia/Roma. La Toscana sarà invece a Savona tutti i sabati, da fine marzo, per un itinerario che farà tappa a Marsiglia, Barcellona, Palma di Maiorca, Palermo e Civitavecchia/Roma. Nel corso della stagione estiva al posto di Palma ci sarà invece Ibiza. Dal 5 maggio la Pacifica sarà a Savona ogni domenica, per andare alla scoperta di Civitavecchia/Roma, Ajaccio (Corsica), Palma di Maiorca, Valencia e Marsiglia, con La Spezia che sostituirà Ajaccio in autunno. La Deliziosa navigherà invece nel Mediterraneo orientale, con un itinerario che comprende Marghera/Venezia, Bari, le isole greche di Santorini, Mykonos, e Katakolon. Confermate anche le crociere da Taranto e Catania, dirette nelle isole greche, e a Malta, la cui vendita sarà aperta nelle prossime settimane. In Nord Europa, durante l’estate, navigheranno tre navi, la Favolosa, la Fascinosa e la Diadema. Quest'ultima offrirà crociere di una settimana da Kiel, dirette a Copenaghen e nei fiordi norvegesi. La Favolosa proporrà quattro diversi itinerari da Amsterdam, che visiteranno Groenlandia, Islanda, Inghilterra,Irlanda e le isole Lofoten. La Fascinosa sarà dedicata a crociere di 12 giorni a Capo Nord, e di nove giorni in alcune delle più belle città del Baltico, come Stoccolma, Helsinki, Tallinn e Riga. Per chi ha solo pochi giorni a disposizione, in primavera e autunno sono inoltre in calendario le minicrociere nel Mediterraneo occidentale, di tre e quattro giorni, con la Pacifica e la Fascinosa. In autunno, con la Diadema e la Favolosa si viaggerà nel Mediterraneo e oltre, per visitare le isole Canarie, con un itinerario di due settimane, oppure Lisbona o il Marocco, con crociere di dieci giorni. Da non perdere, in primavera, la crociera della Fascinosa alle isole Azzorre. L’edizione 2025 del Giro del mondo, con la Deliziosa, circumnavigherà infine il globo prevalentemente nell’emisfero australe, visitando Terra del Fuoco, Polinesia, Nuova Zelanda, Australia e Sud Africa. Per la prima volta la partenza sarà a inizio dicembre 2024, per godersi le feste natalizie in crociera. La notte di Capodanno si trascorrerà a Rio de Janeiro, con lo spettacolo dei fuochi d'artificio dalla spiaggia di Copacabana. Con l’apertura vendite degli itinerari 2024, fa anche il suo debutto un nuovo sistema di categorizzazione delle cabine in base alla loro posizione, dimensione, ponte e prossimità alle aree comuni, che insieme al room selector consentirà di scegliere la propria cabina preferita all’interno di ogni nave. [post_title] => Costa: aperte le vendite per la stagione 2024, da Pasqua a fine novembre [post_date] => 2023-02-02T10:03:32+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675332212000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438428 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'Osservatorio Fto segnala gli andamenti del jet fuel per fornire un dato essenziale agli operatori e alle agenzie di viaggio. Il sito Ita, alla scheda jet fuel monitor, pubblica le quotazioni settimanali del jet fuel fino al 27/01. Possiamo fornire i dati relativi al mese di gennaio che si chiude con una media per tonnellata metrica pari a 1089,29 dollari. Rispetto al mese precedente si segnala un incremento pari a 140,35 dollari, pari al +14,8%. La media mensile di gennaio si posiziona nuovamente sopra la barriera dei 1000 dollari. Rispetto al mese di gennaio dell’anno precedente l’aumento è stato di 281,87 dollari pari al +34,91%. Il cambio medio del dollaro a gennaio viene dichiarato dalla BCE pari a 1,0769 dollari per un euro, quindi con un apprezzamento del 1,70% rispetto al mese precedente. Nei grafici che seguono viene mostrato l’andamento dal 2008 al 2022 e quello del 2022-2023, del prezzo del jet fuel espresso in dollari per tonnellata metrica. Nei grafici viene anche indicata la media mobile bimestrale che meglio evidenzia l’andamento del prezzo.   [post_title] => Fto: il prezzo media del jet fuel torna ad una media superiore ai mille dollari [post_date] => 2023-02-01T11:19:34+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675250374000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438336 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il mondo degli Ncc si è riunito a Bologna. Sabato scorso i più importanti imprenditori d’Italia di noleggio con conducente hanno tenuto a Bologna, il loro primo congresso annuale da quando si sono riuniti nella SuperRete, il network nazionale nato nel settembre 2019 a Firenze, che accorpa oggi oltre 300 aziende sparse su tutto il territorio nazionale, per un volume d’affari di oltre 200 milioni di euro. Non esistono quote da pagare, si entra su presentazione e si partecipa alla vita del network in piena libertà. È una rete d'imprese, priva di vincoli statutari e regolamentari, che consente liberamente la creazione di contatti professionali fra gli aderenti, dove l’unico "contratto" è la parola data, seguita da una mail o da un messaggio whatsapp. La cosa interessante è che si sono seduti allo stesso tavolo imprenditori titolari di microaziende con uno o due mezzi Ncc che magari non arrivano a 100 mila euro all’anno di fatturato, e grandi imprese con flotte dai 100 ai 150 mezzi per un fatturato oltre i 7milioni. Il presidente Cna Ncc, titolare di azienda Ncc con flotta ad Ancona, aderente al network della SuperRete, Simone Magellano, ha spostato l’attenzione sul nodo della legge attuale per un autista che deve essere assunto, che deve avere necessariamente sia la patente kb che l’iscrizione a ruolo della provincia di riferimento. «Ma se, in emergenza, agli imprenditori venisse data la possibilità di assumere senza l’obbligatorietà attuale per il dipendente dell’iscrizione a ruolo, solo con il kb, i numeri parlerebbero di un potenziale di 30 mila dipendenti assunti – dice Magellano –. L’argomento è discutibile, ma caldo nell'interesse di chi vorrebbe assumere e non può farlo per i tempi lunghi del ruolo. Da diversi colleghi con dipendenti ci sarebbe voglia di risolvere questa emergenza perché è sicuro che questa stagione sarà più pesante di quella passata». Il presidente Magellano ha annunciato un colloquio che avrà con il ministero dei trasporti, nella direzione di ottenere una deroga temporanea. Gli autisti dipendenti potrebbero così essere utilizzati, sia pure con contratto a tempo determinato per la stagione, che per carenza di autisti rischia di essere una brutta vetrina per l'Italia, oltre che danneggiare migliaia di aziende Ncc per incapacità oggettiva di avere personale. Un altro tema affrontato è quello del caro carburante. Sempre Magellano ha proposto che il governo venga incontro agli Ncc per raggiungere un accordo su un carburante professionale così come esiste per gli agricoli e i marittimi e che costerebbe 1,30 centesimi al litro. Tra tutti quelli che potrebbero beneficiare di questo gasolio speciale si conterebbero tra Ncc e taxi oltre 100mila mezzi. Stessa cosa per una targa professionale che permetterebbe agli Ncc di non chiedere ogni anno, i permessi ztl di ogni Comune e che eviterebbe multe ai mezzi derivanti dai vari regolamenti che ogni Comune ha. Poi c’è il nodo del foglio di servizio, inutile quanto ormai sorpassato, che potrebbe essere benissimo se non abolito del tutto. Insomma, come per ogni settore e come promesso da questo governo, un po’ meno di burocrazia per snellire il lavoro e renderlo più adeguato ai tempi.     [post_title] => Ncc: possibili 30 mila nuovi posti di lavoro. Le richieste al governo [post_date] => 2023-01-31T12:38:35+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675168715000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438292 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Gli aeroporti italiani hanno centrato una ripresa importante nel 2022, con 164,6 milioni di passeggeri, pari all'85% del dato 2019 e più del doppio rispetto al 2021, anno ancora segnato della pandemia e dalle restrizioni alla circolazione. A trainare la ripresa del traffico aereo, come si evince dall'analisi di Assaeroporti, sono stati gli aeroporti medi e piccoli, molti dei quali hanno messo a segno performance eccellenti, superando i livelli del 2019. Tra questi spiccano gli scali di Milano Linate, Bari, Palermo e Napoli per la fascia tra i 5 e i 15 milioni di passeggeri; gli aeroporti di Brindisi, Alghero, Olbia e Torino per la categoria tra 1 e 5 milioni di passeggeri; gli scali di Foggia, Bolzano, Trapani, Grosseto, Cuneo, Perugia, Parma, Taranto, Lampedusa, Comiso, Pescara e Crotone per la classe con meno di 1 milione di passeggeri annui. Proprio il dettaglio dei piccoli scali, con meno di un milione di passeggeri, mostra un vero e proprio boom di traffico: +1.721% per Foggia; + 513,9% per Bolzano; + 116,7 per Trapani; +81,6% per Grosseto e +73,4% per Cuneo. A livello geografico, il 2022 ha premiato gli aeroporti del Sud Italia: oltre a Milano Linate, infatti, Palermo, Bari e Napoli sono gli unici tra i dieci aeroporti di maggiori dimensioni in Italia ad aver registrato un incremento rispetto al 2019. Bari ha segnato una crescita dell'11,9%, con 6,205 milioni di passeggeri; Palermo ha registrato un aumento dell'1,4%, a quota 7,117 milioni. Milano Linate ha avuto un'impennata del 17,5%, a quota 7,719 milioni. La top ten 2022 è dunque la seguente: Roma Fiumicino con 29.360.613, Milano Malpensa con 21.347.652, Milano Bergamo con 13.155.806, Napoli con 10.918.234, Catania con 10.099.441, Venezia con 9.319.156, Bologna con 8.496.000, Milano Linate con 7.719.977, Palermo con 7.117.822 e Bari con 6.205.461. Gli aeroporti con un traffico superiore ai 15 milioni di passeggeri sono caratterizzati da tassi di incremento meno marcati, penalizzati dal recupero più tardivo del lungo raggio: "Il divario sul 2019 - spiega la nota di Assaeroporti - è attribuibile principalmente al segmento intercontinentale che, dopo due anni di pandemia, ha ricominciato a crescere in maniera strutturale solo a partire dai mesi estivi del 2022”. Il recupero del traffico durante il 2022, rispetto ai 193 milioni di passeggeri pre-Covid, è stato progressivo: il gap si è ridotto passando dal -39% del primo trimestre al -12% del secondo, fino al record dei mesi estivi, -7%, seguito dal -9% degli ultimi tre mesi dell'anno. [post_title] => Aeroporti italiani: traffico raddoppiato nel 2022. Exploit dei piccoli scali [post_date] => 2023-01-31T09:48:00+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675158480000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438246 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una conferenza stampa al di fuori del normale: itinerante. Così è stata presentata la Bit 2023, a bordo di un tram nel centro di Milano; presentata e aperta da Simona Greco direttrice manifestazioni FieraMilano. A prendere la parola per primo è stato Luca Palermo amministratore delegato di FieraMilano. Ha annunciato i temi più importanti tra cui: il metaverso, il turismo naturalistico, di Made in Italy, senza spostare l'attenzione dalla grande internazionalizzazione al quale il settore va sempre più in corso. La tanto temuta quanto amata tecnologia, che si pensava potesse rubare lavoro, si è dimostrata invece estremamente utile e efficiente, spingendo verso un utilizzo intelligente di piattaforme e mezzi tecnologici. [caption id="attachment_438254" align="alignleft" width="300"] Luca Palermo[/caption] 500 top buyer «Quest'anno ci si aspetta che le affluenze tornino allo standard pre-pandemia, avremo una grande rappresentanza delle regioni italiane e 45 paesi esteri, in più si presenteranno 500 top buyer dall'estero», afferma l'ad oltre alla grande notizia che la Cina ha recentemente aperto le frontiere. Ha proseguito il discorso Franco Gattinoni presidente Fto:«le agenzie puntano a una maggiore digitalizzazione nel campo delle prenotazioni e dell'assistenza, servono però investimenti importanti , così da poter creare un'assistenza al cliente per emergenze e imprevisti in tempo reale e immediata, ovunque esso sia».  [caption id="attachment_438255" align="alignleft" width="207"] Franco Gattinoni[/caption] Ha aggiunto Gattinoni:« questo è un momento per riallacciare i rapporti e per stravolgere lo standard che la pandemia ha imposto». Il ministro Santanchè inaugurerà la Bit e sarà presente nei giorni della fiera.       [post_title] => Bit 2023: si prevedono affluenze allo standard pre-pandemia [post_date] => 2023-01-30T14:32:29+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675089149000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "palermo ice riprende la tradizione" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":52,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1420,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438570","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Vueling in allungo con un operativo globale che include oltre 300 rotte nel 2023 - 30 delle quali nuove - verso più di 100 destinazioni.\r\n\r\nRuolo da protagonista per l'Italia che per l'estate conterà 40 rotte verso 23 destinazioni e 8 Paesi diversi. Nel dettaglio, il la compagnia aerea del gruppo Iag collega l’hub di Roma Fiumicino con 14 destinazioni, che comprendono la Spagna (Alicante, Barcellona, Bilbao, Ibiza, Malaga, Maiorca e Valencia), la Francia (Parigi Orly), la Croazia (Dubrovnik, Spalato), la Grecia (Mykonos, Santorini), il Regno Unito (Londra Gatwick) e l’Italia (Lampedusa).\r\n\r\nDalla base di Firenze sono 9 i collegamenti diretti per raggiungere Olanda (Amsterdam), Spagna (Barcellona, Bilbao, Madrid), Francia (Parigi Orly), Danimarca (Copenaghen) e Regno Unito (Londra Gatwick). Non mancano le proposte, anche in questo caso, verso l’Italia, in particolare per Catania e Palermo.\r\n\r\nConferme anche per l’aeroporto di Milano Malpensa, dove per tutta l’estate saranno attive le rotte per Barcellona, Bilbao, Ibiza e Parigi Orly, con numerose frequenze settimanali (fino a 34). Numerose le proposte anche dagli altri aeroporti italiani, in particolare da Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Genova, Lampedusa, Napoli, Olbia, Palermo, Torino e Venezia.\r\n\r\nTre i punti saldi su cui Vueling si concentra per continuare a consolidare la crescita operativa, in linea con il quadro del piano di trasformazione Vueling Transform: destagionalizzazione, aumento delle frequenze e digitalizzazione totale dell'offerta.\r\n ","post_title":"Vueling sull'Italia con oltre 40 rotte per l'estate verso 23 destinazioni","post_date":"2023-02-02T15:33:09+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1675351989000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438534","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L’associazione internazionale delle compagnie crocieristiche Clia e Sea Europe chiedono alla Commissione europea che il comparto industriale che sviluppa tecnologie marittime diventi parte integrante del “Green Deal Industrial Plan”.\r\n\r\nCon il “Fit for 55” l’Ue ha fissato un ambizioso piano di riduzione delle emissioni generate dal trasporto marittimo. Grazie a tale approccio, inoltre, l’Europa può mantenere la leadership mondiale nella cantieristica navale. Le navi da crociera rappresentano circa l’80% del portafoglio ordini complessivo di tutti i cantieri europei e, con oltre 78 nuove navi da crociera in costruzione nei prossimi cinque anni, ciò equivale a investimenti diretti pari a 45 miliardi di euro.\r\n\r\n«L'industria navale è al centro dei processi di sviluppo di tecnologie pulite e, come tale, deve essere inclusa nella strategia della Commissione - dice Marie-Caroline Laurent, direttrice Clia Europa -. Oltre il 93% delle navi da crociera viene costruito in Europa e le compagnie stanno effettuando investimenti significativi affinché le navi siano dotate di tutte le più moderne tecnologie».\r\nI punti del Green Deal\r\n«L’industria che sviluppa le tecnologie marittime si impegna nel raggiungere gli obiettivi che l’Unione europea ha fissato con il Green Deal e per la Blue Economy. Includere questo settore nel piano produrrebbe benefici non solo per la competitività del comparto, ma per tutto ciò che riguarda i mari europei» dice Christophe Tytgat segretario generale Sea Europe.\r\n\r\nIl Green Deal Industrial Plan si articola su quattro pilastri: contesto normativo, finanziamenti, abilità e mercato. Poiché i nuovi sistemi di propulsione navale e i carburanti alternativi rappresentano una delle maggiori opportunità per la decarbonizzazione del trasporto marittimo, Clia e Sea Europe chiedono che il comparto venga incluso nel Temporary Crisis and Transition Framework (TCTF) e nel sistema “EU Fundings”.","post_title":"Clia e Sea Europe: l'obbiettivo comune è emissioni zero","post_date":"2023-02-02T12:11:13+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1675339873000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438427","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L’Altra Toscana dove rilassarsi, immersi tra i vigneti, fare un wine tour ed anche un’esperienza di benessere. Alla Tenuta del Buonamico di Montecarlo (Lucca), azienda vitivinicola nata nel 1964, non solo è possibile partecipare 365 giorni all’anno a visite e degustazioni, ma anche optare per una vacanza alla scoperta delle tradizioni locali e del wellbeing.\r\n\r\nCore business della Tenuta è la produzione del vino. Ogni Wine Tour comprende un’introduzione con cenni storici della Tenuta, visita della cantina con illustrazione del processo di produzione del vino, dalla raccolta delle uve all’imbottigliamento, visita della barricaia e della cantina storica. Il Tour si conclude nelle aree di degustazione con l’assaggio dei vini e degli oli.\r\n\r\n«Offriamo un’accoglienza a 360 gradi – spiega Eugenio Fontana, co-titolare e responsabile commerciale Tenuta del Buonamico – Da qualche tempo abbiamo lanciato il nostro Resort di Charme con 11 camere, con vista sulle vigne, piscina e centro benessere. Siamo vicini alle principali città Toscane e a soli 25 minuti dalla Versilia».\r\n\r\nLa Tenuta comprende anche il ristorante Syrah che riscopre la tradizione toscana affiancandola alla nuova gastronomia.\r\n\r\nLa Toscana piace molto agli stranieri e la maggior parte dei visitatori della Tenuta proviene da Usa, Canada, Nord Europa.\r\n\r\n«Gli italiani arrivano soprattutto da aprile ad ottobre – aggiunge Fontana – In estate i soggiorni sono più lunghi ed arrivano fino a sette giorni. In un anno la cantina registra tra le 12 mila e le 15 mila visite guidate. Puntiamo sui piccoli gruppi, ma siamo in grado di soddisfare anche gruppi più grandi. Lucca ha fatto un salto di qualità nel turismo e tutti gli eventi organizzati fanno da attrattori, con ripercussioni positive su tutta la zona».","post_title":"Tenuta del Buonamico, dai wine tour alle vacanze nel Resort di Charme","post_date":"2023-02-02T10:19:37+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1675333177000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438486","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Air India ha riaperto ieri, 1° febbraio, il volo diretto da Milano Malpensa a Nuova Delhi. La compagnia aerea ora sotto l'egida del gruppo Tata, è tornata a collegare le due città dopo l’interruzione dai primi mesi del 2020 a causa della pandemia. E proprio in questo periodo, il vettore indiamo si è fermato e ristrutturato per ripresentarsi oggi più efficiente e competitivo.\r\n\r\n«Oggi (ieri per chi legge, ndr) riprende un volo e torna a Malpensa un vettore importante che sta crescendo rinnovandosi in modo importante - affermato ha sottolineato Andrea Tucci, vp Aviation Business Development di Sea - Aeroporti di Milano -. Delhi sarà la più grande città raggiungibile da Malpensa con i suoi 30 milioni di abitanti che ne fanno un enorme potenziale di traffico in entrata verso l'Italia. L'investimento di Air India sul nostro aeroporto sarà mirato alla capacità del bacino d'utenza del Nord Italia, intercettando sia la domanda di mercato per i segmenti di viaggio business e turismo che l'ampia presenza della comunità indiana residente».\r\n\r\nIl collegamento, operato da un Boeing 787-8 Dreamliner configurato con 18 posti in Business Class e 238 in Economy Class, è effettuato quattro volte la settimana (lunedì, mercoledì, venerdì, domenica). «Questo volo rappresenta un momento importante - ha sottolineato Nalin Bhatnagar, deputy general manager di Air India - che unisce due importanti città come Milano e Delhi e che dà la possibilità di fruire di numerose persecuzioni dal nostro hub verso tutta l’Asia e l'Australia».\r\n\r\nLa Milano-Nuova Delhi è soltanto un inizio per Air India che già ha richieste per estendere i collegamenti  da Milano verso altre destinazioni indiane, una su tutte Amritsar, capitale dello stato del Punjab, da cui provengono la maggior parte degli indiami presenti nel nostro paese.","post_title":"Air India è tornata operativa sulla Milano-Nuova Delhi. E studia futuri sviluppi","post_date":"2023-02-02T10:08:42+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1675332522000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438490","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_438491\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] La Costa Toscana[/caption]\r\n\r\nSi aprono da oggi le vendite delle crociere 2024 di Costa per gli itinerari in programma da Pasqua a fine novembre, che includono una serie di viaggi nel Mediterraneo e in Nord Europa. Inoltre, nei prossimi giorni sarà disponibile anche la nuova edizione del Giro del mondo, che partirà a dicembre 2024 con un percorso davvero speciale.\r\n\r\nTre navi saranno in particolare dedicate al Mediterraneo occidentale, per crociere di una settimana che visiteranno alcune delle più belle destinazioni in Italia, Francia e Spagna. Si tratta delle gemelle di ultima generazione Costa Smeralda e Toscana, nonché della Pacifica. La Smeralda partirà da Genova tutti venerdì, a partire dal 22 marzo, per visitare Marsiglia, Barcellona, Cagliari, Napoli e Civitavecchia/Roma. La Toscana sarà invece a Savona tutti i sabati, da fine marzo, per un itinerario che farà tappa a Marsiglia, Barcellona, Palma di Maiorca, Palermo e Civitavecchia/Roma. Nel corso della stagione estiva al posto di Palma ci sarà invece Ibiza. Dal 5 maggio la Pacifica sarà a Savona ogni domenica, per andare alla scoperta di Civitavecchia/Roma, Ajaccio (Corsica), Palma di Maiorca, Valencia e Marsiglia, con La Spezia che sostituirà Ajaccio in autunno.\r\n\r\nLa Deliziosa navigherà invece nel Mediterraneo orientale, con un itinerario che comprende Marghera/Venezia, Bari, le isole greche di Santorini, Mykonos, e Katakolon. Confermate anche le crociere da Taranto e Catania, dirette nelle isole greche, e a Malta, la cui vendita sarà aperta nelle prossime settimane.\r\n\r\nIn Nord Europa, durante l’estate, navigheranno tre navi, la Favolosa, la Fascinosa e la Diadema. Quest'ultima offrirà crociere di una settimana da Kiel, dirette a Copenaghen e nei fiordi norvegesi. La Favolosa proporrà quattro diversi itinerari da Amsterdam, che visiteranno Groenlandia, Islanda, Inghilterra,Irlanda e le isole Lofoten. La Fascinosa sarà dedicata a crociere di 12 giorni a Capo Nord, e di nove giorni in alcune delle più belle città del Baltico, come Stoccolma, Helsinki, Tallinn e Riga.\r\n\r\nPer chi ha solo pochi giorni a disposizione, in primavera e autunno sono inoltre in calendario le minicrociere nel Mediterraneo occidentale, di tre e quattro giorni, con la Pacifica e la Fascinosa. In autunno, con la Diadema e la Favolosa si viaggerà nel Mediterraneo e oltre, per visitare le isole Canarie, con un itinerario di due settimane, oppure Lisbona o il Marocco, con crociere di dieci giorni. Da non perdere, in primavera, la crociera della Fascinosa alle isole Azzorre.\r\n\r\nL’edizione 2025 del Giro del mondo, con la Deliziosa, circumnavigherà infine il globo prevalentemente nell’emisfero australe, visitando Terra del Fuoco, Polinesia, Nuova Zelanda, Australia e Sud Africa. Per la prima volta la partenza sarà a inizio dicembre 2024, per godersi le feste natalizie in crociera. La notte di Capodanno si trascorrerà a Rio de Janeiro, con lo spettacolo dei fuochi d'artificio dalla spiaggia di Copacabana.\r\n\r\nCon l’apertura vendite degli itinerari 2024, fa anche il suo debutto un nuovo sistema di categorizzazione delle cabine in base alla loro posizione, dimensione, ponte e prossimità alle aree comuni, che insieme al room selector consentirà di scegliere la propria cabina preferita all’interno di ogni nave.","post_title":"Costa: aperte le vendite per la stagione 2024, da Pasqua a fine novembre","post_date":"2023-02-02T10:03:32+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1675332212000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438428","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'Osservatorio Fto segnala gli andamenti del jet fuel per fornire un dato essenziale agli operatori e alle agenzie di viaggio. \r\n\r\nIl sito Ita, alla scheda jet fuel monitor, pubblica le quotazioni settimanali del jet fuel fino al 27/01.\r\n\r\nPossiamo fornire i dati relativi al mese di gennaio che si chiude con una media per tonnellata metrica pari a 1089,29 dollari. Rispetto al mese precedente si segnala un incremento pari a 140,35 dollari, pari al +14,8%. La media mensile di gennaio si posiziona nuovamente sopra la barriera dei 1000 dollari.\r\n\r\nRispetto al mese di gennaio dell’anno precedente l’aumento è stato di 281,87 dollari pari al +34,91%. Il cambio medio del dollaro a gennaio viene dichiarato dalla BCE pari a 1,0769 dollari per un euro, quindi con un apprezzamento del 1,70% rispetto al mese precedente.\r\n\r\nNei grafici che seguono viene mostrato l’andamento dal 2008 al 2022 e quello del 2022-2023, del prezzo del jet fuel espresso in dollari per tonnellata metrica. Nei grafici viene anche indicata la media mobile bimestrale che meglio evidenzia l’andamento del prezzo.\r\n\r\n ","post_title":"Fto: il prezzo media del jet fuel torna ad una media superiore ai mille dollari","post_date":"2023-02-01T11:19:34+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1675250374000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438336","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il mondo degli Ncc si è riunito a Bologna. Sabato scorso i più importanti imprenditori d’Italia di noleggio con conducente hanno tenuto a Bologna, il loro primo congresso annuale da quando si sono riuniti nella SuperRete, il network nazionale nato nel settembre 2019 a Firenze, che accorpa oggi oltre 300 aziende sparse su tutto il territorio nazionale, per un volume d’affari di oltre 200 milioni di euro.\r\n\r\nNon esistono quote da pagare, si entra su presentazione e si partecipa alla vita del network in piena libertà. È una rete d'imprese, priva di vincoli statutari e regolamentari, che consente liberamente la creazione di contatti professionali fra gli aderenti, dove l’unico \"contratto\" è la parola data, seguita da una mail o da un messaggio whatsapp.\r\n\r\nLa cosa interessante è che si sono seduti allo stesso tavolo imprenditori titolari di microaziende con uno o due mezzi Ncc che magari non arrivano a 100 mila euro all’anno di fatturato, e grandi imprese con flotte dai 100 ai 150 mezzi per un fatturato oltre i 7milioni.\r\n\r\nIl presidente Cna Ncc, titolare di azienda Ncc con flotta ad Ancona, aderente al network della SuperRete, Simone Magellano, ha spostato l’attenzione sul nodo della legge attuale per un autista che deve essere assunto, che deve avere necessariamente sia la patente kb che l’iscrizione a ruolo della provincia di riferimento.\r\n\r\n«Ma se, in emergenza, agli imprenditori venisse data la possibilità di assumere senza l’obbligatorietà attuale per il dipendente dell’iscrizione a ruolo, solo con il kb, i numeri parlerebbero di un potenziale di 30 mila dipendenti assunti – dice Magellano –. L’argomento è discutibile, ma caldo nell'interesse di chi vorrebbe assumere e non può farlo per i tempi lunghi del ruolo. Da diversi colleghi con dipendenti ci sarebbe voglia di risolvere questa emergenza perché è sicuro che questa stagione sarà più pesante di quella passata».\r\n\r\nIl presidente Magellano ha annunciato un colloquio che avrà con il ministero dei trasporti, nella direzione di ottenere una deroga temporanea. Gli autisti dipendenti potrebbero così essere utilizzati, sia pure con contratto a tempo determinato per la stagione, che per carenza di autisti rischia di essere una brutta vetrina per l'Italia, oltre che danneggiare migliaia di aziende Ncc per incapacità oggettiva di avere personale.\r\n\r\nUn altro tema affrontato è quello del caro carburante. Sempre Magellano ha proposto che il governo venga incontro agli Ncc per raggiungere un accordo su un carburante professionale così come esiste per gli agricoli e i marittimi e che costerebbe 1,30 centesimi al litro. Tra tutti quelli che potrebbero beneficiare di questo gasolio speciale si conterebbero tra Ncc e taxi oltre 100mila mezzi.\r\n\r\nStessa cosa per una targa professionale che permetterebbe agli Ncc di non chiedere ogni anno, i permessi ztl di ogni Comune e che eviterebbe multe ai mezzi derivanti dai vari regolamenti che ogni Comune ha.\r\n\r\nPoi c’è il nodo del foglio di servizio, inutile quanto ormai sorpassato, che potrebbe essere benissimo se non abolito del tutto. Insomma, come per ogni settore e come promesso da questo governo, un po’ meno di burocrazia per snellire il lavoro e renderlo più adeguato ai tempi.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Ncc: possibili 30 mila nuovi posti di lavoro. Le richieste al governo","post_date":"2023-01-31T12:38:35+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1675168715000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438292","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Gli aeroporti italiani hanno centrato una ripresa importante nel 2022, con 164,6 milioni di passeggeri, pari all'85% del dato 2019 e più del doppio rispetto al 2021, anno ancora segnato della pandemia e dalle restrizioni alla circolazione.\r\n\r\nA trainare la ripresa del traffico aereo, come si evince dall'analisi di Assaeroporti, sono stati gli aeroporti medi e piccoli, molti dei quali hanno messo a segno performance eccellenti, superando i livelli del 2019. Tra questi spiccano gli scali di Milano Linate, Bari, Palermo e Napoli per la fascia tra i 5 e i 15 milioni di passeggeri; gli aeroporti di Brindisi, Alghero, Olbia e Torino per la categoria tra 1 e 5 milioni di passeggeri; gli scali di Foggia, Bolzano, Trapani, Grosseto, Cuneo, Perugia, Parma, Taranto, Lampedusa, Comiso, Pescara e Crotone per la classe con meno di 1 milione di passeggeri annui.\r\n\r\nProprio il dettaglio dei piccoli scali, con meno di un milione di passeggeri, mostra un vero e proprio boom di traffico: +1.721% per Foggia; + 513,9% per Bolzano; + 116,7 per Trapani; +81,6% per Grosseto e +73,4% per Cuneo.\r\n\r\nA livello geografico, il 2022 ha premiato gli aeroporti del Sud Italia: oltre a Milano Linate, infatti, Palermo, Bari e Napoli sono gli unici tra i dieci aeroporti di maggiori dimensioni in Italia ad aver registrato un incremento rispetto al 2019. Bari ha segnato una crescita dell'11,9%, con 6,205 milioni di passeggeri; Palermo ha registrato un aumento dell'1,4%, a quota 7,117 milioni. Milano Linate ha avuto un'impennata del 17,5%, a quota 7,719 milioni.\r\n\r\nLa top ten 2022 è dunque la seguente: Roma Fiumicino con 29.360.613, Milano Malpensa con 21.347.652, Milano Bergamo con 13.155.806, Napoli con 10.918.234, Catania con 10.099.441, Venezia con 9.319.156, Bologna con 8.496.000, Milano Linate con 7.719.977, Palermo con 7.117.822 e Bari con 6.205.461.\r\n\r\nGli aeroporti con un traffico superiore ai 15 milioni di passeggeri sono caratterizzati da tassi di incremento meno marcati, penalizzati dal recupero più tardivo del lungo raggio: \"Il divario sul 2019 - spiega la nota di Assaeroporti - è attribuibile principalmente al segmento intercontinentale che, dopo due anni di pandemia, ha ricominciato a crescere in maniera strutturale solo a partire dai mesi estivi del 2022”.\r\n\r\nIl recupero del traffico durante il 2022, rispetto ai 193 milioni di passeggeri pre-Covid, è stato progressivo: il gap si è ridotto passando dal -39% del primo trimestre al -12% del secondo, fino al record dei mesi estivi, -7%, seguito dal -9% degli ultimi tre mesi dell'anno.","post_title":"Aeroporti italiani: traffico raddoppiato nel 2022. Exploit dei piccoli scali","post_date":"2023-01-31T09:48:00+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1675158480000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438246","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Una conferenza stampa al di fuori del normale: itinerante. Così è stata presentata la Bit 2023, a bordo di un tram nel centro di Milano; presentata e aperta da Simona Greco direttrice manifestazioni FieraMilano.\r\n\r\nA prendere la parola per primo è stato Luca Palermo amministratore delegato di FieraMilano. Ha annunciato i temi più importanti tra cui: il metaverso, il turismo naturalistico, di Made in Italy, senza spostare l'attenzione dalla grande internazionalizzazione al quale il settore va sempre più in corso.\r\n\r\nLa tanto temuta quanto amata tecnologia, che si pensava potesse rubare lavoro, si è dimostrata invece estremamente utile e efficiente, spingendo verso un utilizzo intelligente di piattaforme e mezzi tecnologici.\r\n\r\n[caption id=\"attachment_438254\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Luca Palermo[/caption]\r\n500 top buyer\r\n«Quest'anno ci si aspetta che le affluenze tornino allo standard pre-pandemia, avremo una grande rappresentanza delle regioni italiane e 45 paesi esteri, in più si presenteranno 500 top buyer dall'estero», afferma l'ad oltre alla grande notizia che la Cina ha recentemente aperto le frontiere.\r\n\r\nHa proseguito il discorso Franco Gattinoni presidente Fto:«le agenzie puntano a una maggiore digitalizzazione nel campo delle prenotazioni e dell'assistenza, servono però investimenti importanti , così da poter creare un'assistenza al cliente per emergenze e imprevisti in tempo reale e immediata, ovunque esso sia». \r\n\r\n[caption id=\"attachment_438255\" align=\"alignleft\" width=\"207\"] Franco Gattinoni[/caption]\r\n\r\nHa aggiunto Gattinoni:« questo è un momento per riallacciare i rapporti e per stravolgere lo standard che la pandemia ha imposto».\r\n\r\nIl ministro Santanchè inaugurerà la Bit e sarà presente nei giorni della fiera.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Bit 2023: si prevedono affluenze allo standard pre-pandemia","post_date":"2023-01-30T14:32:29+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1675089149000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti