30 June 2022

La città di Genova inaugura il Museo dell’Emigrazione Italiana

[ 0 ]

E’ stato inaugurato a Genova il MEI, il Museo Nazionale dell’Emigrazione italiana che si sviluppa su 3 piani per un totale di mq 2800  all’interno della Commenda di San Giovanni di Pré, un “ospitale” del XII secolo, la cui storia è fortemente intersecata alla mobilità: dai pellegrini alle crociate, all’emigrazione dell’Ottocento, la Commenda è stata per secoli luogo di accoglienza e punto di passaggio per una umanità in transito.

Il Museo è articolato su 16 “Aree”, spazi piccoli o grandi, attraverso le quali i visitatori potranno ripercorrere le molteplici storie, delle migrazioni italiane dall’Unità d’Italia (e ancora prima) alla contemporaneità. Il messaggio del Museo è che le migrazioni in Italia, infatti, non si sono mai fermate; sono aumentate o diminuite nel corso del tempo, hanno cambiato destinazione, ma l’Italia è stata e continua a restare un luogo da cui si parte verso il mondo, in cui si torna e in cui si arriva.  

I visitatori e le visitatrici lungo il percorso incontreranno migranti di epoche diverse, ascolteranno le loro storie, testimoni sia della loro povera casa contadina, come dei contesti attuali, e così affronteranno il delicato momento della scelta di partire, riflettendo su quanto l’immaginario di nuove terre e nuove opportunità sia stato determinante nella scelta di lasciarsi alle spalle il lavoro, la casa e la famiglia di origine.

Le storie di vite dei migranti sono narrate attraverso fonti di prima mano, come le autobiografie, i diari, le lettere, le fotografie, oppure attraverso i giornali, i documenti conservati da enti, istituzioni statali e locali, archivi, musei, associazioni di emigrati, che fanno parte della grande rete di collaborazione che il MEI ha costruito in oltre 4 anni di lavoro di ricerca, nello sforzo di costruire – insieme, con molti soggetti diversi un grande mosaico, dove i “tasselli” sono appunto, le storie individuali e comunitarie della migrazione.

Al secondo piano c’è uno spazio attrezzato che sarà dedicato all’attività educativa per le scuole dei diversi cicli e per le attività con le famiglie, per coinvolgere anche i più giovani in questo percorso.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti