21 September 2021

Bolzano: la scoperta della città e dei suoi lati meno noti

[ 0 ]

Piazza delle Erbe Bolzano

Da quando l’Azienda di promozione turistica bolzanina è affidata al team guidato da Roberta Agosti, molte cose sono cambiate. Come lo è la città la cui storia, cultura e  tradizioni ne hanno definito un carattere vivace, ospitale e sempre in evoluzione.

«Abbiamo dato vita a tante visite guidate organizzate dall’Azienda di Soggiorno che per tutta la settimana, e in piccoli gruppi, invitano a scoprire i principali punti di interesse  storico-artistici di Bolzano e di tutto il territorio altoatesino per far conoscere i vari volti della città, i suoi quartieri, i prestigiosi palazzi, le bellissime chiese, i musei – spiega Roberta Agosti –  La città sta vivendo un buon momento legato al turismo per tante ragioni, che ha portato in 10 anni ad un aumento del 30% degli arrivi che restano in città per 1.8 notti, il che dimostra il fatto che i turisti hanno capito che valga la pena fermarsi».

Roberta Agosti

Le proposte di itinerari cittadini sono molteplici:
Bolzano by … evening ( 20 agosto): una promenade serale alla scoperta del centro storico, da piazza Walther, il “salotto buono” della città, a piazza delle Erbe, i Portici e piazza del Grano. Durata 1 ora e mezza circa.
I percorsi dell’acqua (ogni martedì di agosto): un itinerario che si snoda attraverso i corsi d’acqua che “rinfrescano” la città: dal rio Talvera alle numerosissime fontane fino a quello che i bolzanini chiamano “Lido”, la piscina comunale che tutte le estati vede grandi e piccini rinfrescarsi e abbronzarsi sui grandi prati a bordo vasca. Durata 3 ore circa.
Don Bosco, Bozen Melting Pop (ogni primo giovedì del mese fino ad ottobre): un viaggio temporale attraverso la storia di Bolzano e il quartiere che accoglie e condensa aspetti architettonici e stili di vita diversi. Qui si trovano allo stesso tempo le rovine del convento di Santa Maria in Augia, attestato per la prima volta nel 1166 e la Casa Semirurale, una delle ultime case del genere costruite dal regime fascista a metà degli anni ’30. Tra installazioni di arte moderna e una parte del muro dell’ex Lager di transito si trovano bar e negozi in stile “italiano”, hanno luogo i mercati e si possono percorrere le passeggiate lungo il fiume Isarco. Durata 2 ore circa.
L’altra Bolzano (ogni secondo giovedì del mese fino ad ottobre): itinerario attraverso i segreti dei monumenti, degli edifici, delle piazze della Bolzano tra le due guerre mondiali, da piazza Vittoria al Corpo d’Armata, dall’ex Casa del Fascio al palazzo di Giustizia e alla chiesa di Cristo Re. Durata 2 ore circa.
La zona industriale di Bolzano, il quartiere tecnologico (ogni terzo giovedì del mese fino ad ottobre): una panoramica significativa sulle sedi più rappresentative dell’innovazione e sostenibilità – come Technoalpin, Salewa, la sede della Fiera, il centro H2 e Alperia Tower – offerta dalla terrazza dell’Hotel Sheraton, prima tappa di questo percorso. Il tour prosegue tra i coloratissimi Murales di Via Buozzi per concludersi con una visita al NOI Techpark, ex stabilimento per la produzione di alluminio riqualificato e trasformato nel 2017 in un vero e proprio parco scientifico e tecnologico. Durata 2 ore circa.

DB




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti