26 May 2024

Adlernest: dall’ospitalità della Val Senales al gin artigianale una storia di famiglia

[ 0 ]

La storia di questo albergo è legata alla famiglia Gamper che da oltre 70 anni si dedica a questa attività: dall’iniziatore Matthias, al figlio maggiore Adolf che ne ha fatto un business moderno e lungimirante, passando per l’incendio dell’allora Schwarzer Adler, fino agiungere alla ricostruzione e alla gestione del figlio Armin, fino ad oggi, con l’attuale “Aktiv und Familienhotel Adlernest” gestito dall’omonimo bis nipote.
«Abbiamo 27 stanze di cui sono 16 Suite e 11 doppie – racconta Matthias – ma la cosa che mi rende più orgoglioso è la parte della ristorazione, affidata allo chef Daniel Rainer.  Ogni giorno, sveliamo con passione la bellezza e l’autenticità del nostro territorio a famiglie giovani e moderne, per offrire una straordinaria esperienza di vacanza in Val Senales, esaudendo i desideri di grandi e piccini. Uno per tutti, tutti per uno: questo è il nostro motto»!

Mattihas Gamper e il NEST gin

Tornando alla cucina, che nella valle è “presidio slow food” Rainer  ha scoperto la sua passione per la cucina fin da piccolo. Dopo la formazione in Alto Adige, ha viaggiato il mondo, portando con sé, oltre all’interpersonale, un mondo di gusto unico. «Per me la cosa più importante è ancora “conservare il vecchio” – spiega Rainer – quelle gustose e spesse ricette dalla nonna, i metodi di cucinare e conservare i prodotti. Mi piace interpretare i piatti classici in un modo completamente nuovo, adattandoli in modo colorato con sapori internazionali.  La regola dei 100 km si applica rigorosamente nella mia cucina. Il 90% degli ingredienti proviene dall’Alto Adige e soprattutto dalla Val Senales». 

Un’attività molto sentita è quella legata alla produzione artigianale di gin. «La tradizione non è conservare le ceneri, ma trasmettere la fiamma”- precisaMatthias Gamper – proprio come il nome della distilleria: Traditionalum = tradizione. Assieme a Peter Paul ci siamo impegnati a conservare le vecchie ricette e a renderle nuovamente presentabili. La capacità di Peter, commerciante di bevande di Latsch e sommelier di liquori raffinati e la mia esperienza di “oste” (mi piace definirmi un virtuoso quando si tratta di gin) hanno portato a questa idea: il primo prodotto, il NEST Gin. 
Prima solo un’idea nella nostra testa, poi abbiamo incontrato trovato un partner ed assieme al mastro distillatore Helmut Oberhofer della distilleria Roner, l’idea è stata realizzata e portata dalla carta alla bottiglia. Il risultato è questo nostro NEST Gin, un vero oro liquido, fatto per “gintleman” e per i “ginster” nella città  e naturalmente per i veri rednecks in montagna». 

Un’altra perla che la Val Senales ha da offrire.

 

MT

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "adlernest" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":8,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":0,"max_score":null,"hits":[]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti