28 September 2022

Abano Terme riqualifica l’offerta turistica complementare con eventi, mostre e econcerti

[ 0 ]

Una chiacchierata a tutto tondo con l’assessore alla Cultura del comune di Abano Terme, Cristina Pollazzi, ci dà un quadro completo dell’estate alle terme. «Segmentare l’offerta – spiega l’Assessore – è quello che intendiamo fare in questo 2021 della “ripresa”. Consci che, nonostante l’altissimo standard qualitativo delle strutture e del comparto termale di Abano, si debba proporre anche qualche cosa in più, abbiamo dato fondo a un calendario estivo, la nostra “bassa stagione” con molte attrattive culturali e di eventi».
Infatti il focus è sulla cultura: dopo lo stop forzato dei mesi scorsi, Abano Terne torna protagonista della scena italiana con un ricco calendario di appuntamenti all’insegna di arte, cultura e creatività.
Assieme a Padova sarà ospitata la seconda edizione del Festival biennale dedicato alla Street Art internazionale, in partnership fra l’Amministrazione Comunale di Abano Terme e l’Associazione CIMI di Padova, con obiettivo la valorizzazione e riqualificazione dei territori urbani, con la partecipazione di una selezione di autori italiani e stranieri (da Spagna e Olanda) che realizzeranno la propria opera su importanti edifici.

L’Assessore alla Cultura del comune di Abano, Cristina Pollazzi

«Dal 12 a 27 giugno, ai Padiglioni al Montirone – prosegue l’assessore Pollazzi – sarà la volta di Danila Antonello, autrice poliedrica  e Paola Gamba, pittrice. A villa Bassi dal 3 luglio al 30 agosto, in scena la mostra del Contest I’m Hero, un’esposizione che racconta attraverso le opere l’uomo e i suoi bisogni, nata da un’azione di solidarietà tra il museo e artisti nazionali che si è svolta durante i mesi del lockdowm coinvolgendo oltre 200 autori. Ho ritenuto importante questo “contest” che ha visto tantissima partecipazione».
La Mostra avrà il titolo “Arte Eroica. Miti di ritrovata Libertà!”, inno alla ripresa e alla libertà piena che ci attende.
Nel prosieguo della stagione dal 10 settembre al 7 novembre sarà la volta, sempre a Villa Bassi la mostra fotografica “La giusta distanza. Il Veneto del Cinema. Fotografie di scena dal 2000 al 2019”, poi dal 20 novembre al 9 gennaio, l’esposizione dedicata a “Luigi Pellanda”.
«Un fiore all’occhiello del nostro comune sarà, appena iniziato l’anno nuovo, l’attesissima e prestigiosa rassegna fotografica dedicata a “Robert Capa” – aggiunge Pollazzi – una retrospettiva su uno dei più grandi fotografi della storia, dal14 gennaio al 5 giugno 2022. Facendo un passo indietro, nel cuore dell’estate, dal 14 al 29 agosto, alla Galleria al Montirone si potranno ammirare le opere di Luigi Marano, abile nell’interpretare in chiave assolutamente moderna miti classici e icone senza tempo. Sempre alla Galleria al Montirone, si terranno altre attesissime mostre d’arte: dal 25 settembre al 10 ottobre, la personale di Michela Zampiron e, dal 10 ottobre all’1 novembre quella di Chiara Coltro».
Abano non dimentica “libri e lettura”, infatti a partire dal mese di luglio, al Giardino Museo Villa Bassi Rathgeb si terrà LibriAbano, ciclo di Incontri con l’autore (9, 16, 23 e 31 luglio), mentre dopo l’estate, la Festa Della Lettura Inclusiva alla Biblioteca Civica vedrà tre giornate, dedicate rispettivamente a bibliotecari e lettori professionisti, alle associazioni di disabili e volontariato e agli insegnati: tra il 20 e 23 settembre, il 2 e l’8 ottobre. Il 9 e 10 ottobre. Inoltre, si affiancherà alla Festa Della Lettura Inclusiva la Festa della Biblioteca.

L’entrata del parco del Montirone

«Musica, teatro e prosa non sono dimenticati, per offrire a chi ci viene a trovare un intrattenimento culturale completo – aggiunge l’assessore Pollazzi – Il 19 giugno e il 24 luglio, alla Tensostruttura Magnolia, nel 250° anniversario della visita di Mozart in Italia l’Orchestra di Padova e del Veneto, terrà due concerti. La stessa Tensostruttura vedrà il duplice appuntamento con Abano Estate a Teatro, iI 22 luglio, con il nuovo spettacolo di Lella Costa “Intelletto d’amore” e il 6 agosto Marina Massironi e Giovanni Franzoni reciteranno ne “Le verità di Bakersfield”. A novembre si aprirà  la stagione di prosa 2021-22 Abano Teatro. Il 10 luglio sera la magia e la suggestione ci aspettano al Parco di Villa Bembiana con “Sentieri Sonori”, passeggiata da Monteortone a Monterosso e concerto Chiar Di Luna».  
La musica prosegue con il ciclo “Vespri D’Organo”, il 26 settembre, il 3 e il 10 ottobre al Duomo di San Lorenzo; e il 27 dicembre alla Chiesa Sacro Cuore con il “Concerto di Natale”. E ancora musica, ma abbinata alla settima arte, con la rassegna CinemABANO, animata da film diventati celebri proprio per le loro colonne sonore, con incontri con gli autori che illustreranno tutti gli aspetti della creazione musicale nel Gìardino Museo Villa Bassi Rathgeb: 30 giugno; 7, 14,21 e 28 luglio; 4, 11,18, 25 agosto; 1, 8 settembre.

MT




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431165 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una nuova soluzione per rispondere alle richieste dei clienti e un servizio complementare all’offerta del trasporto merci via container. Msc Mediterranean Shipping Company annuncia il via allo sviluppo di Msc Air Cargo e accoglie in squadra Jannie Davel, che ha già ricoperto incarichi important in Delta Cargo, Emirates SkyCargo e Dhl. La nuova nomina è stata effettuata con l’obiettivo specifico di supportare l'avviamento dell’attività di trasporto aereo merci, nonché di costruire il team che se ne occuperà. "Siamo lieti di annunciare lo sviluppo di Msc Air Cargo e di dare il benvenuto a Jannie Davel per guidare questa nuova ed entusiasmante realtà che sarà a disposizione di tutti i clienti Msc - sottoline il ceo di Msc, Soren Toft -. Si tratta del nostro debutto in questo mercato e abbiamo intenzione di continuare a esplorare tutte le strade possibili per sviluppare il settore del cargo aereo e integrare così il nostro core business del trasporto merci via container". [post_title] => Il gruppo Msc punta ancora sui cieli: al via la divisione air cargo [post_date] => 2022-09-27T10:28:27+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => topnews ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Top News ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664274507000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431144 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Non più Sea, Asia, Sudamerica e Australia Explorer, ma un solo nome, World Explorer, a racchiudere l'offerta mondo nata dai 50 anni di esperienza di Africa Explorer, che invece rimane a sottolineare la profonda specializzazione dell'operatore milanese sul continente Nero. Il tutto accompagnato da un cambio, anche visivo, dei rispettivi loghi, che ora racchiudono i colori della terra, del cielo stellato, dei deserti e della savana, con linee pulite unite da un tratto grafico volto sintetizzare la sostanza dei viaggi proposti. La novità nasce dall'esigenza di dare omogeneità all'offerta del to.  “È stata un’estate, quella che si è appena conclusa, di deciso rilancio - racconta il titolare, Alessandro Simonetti, figlio del fondatore Francesco -. Abbiamo lavorato moltissimo e siamo tornati a portare i nostri clienti in Africa e in numerose altre parti del mondo. Abbiamo raccolto apprezzamenti e ringraziamenti, perché in ogni luogo raggiunto i nostri viaggiatori hanno trovato professionalità e servizi eccellenti. Era giunto, quindi, il momento di segnare, anche visivamente, un passaggio tra un prima, vessato dalla crisi pandemica che ci ha quasi messo in ginocchio, e un dopo, che per noi inizia oggi, con un nuovo look e una più netta definizione del nostro prodotto: da un lato la nostra storia, ovvero African Explorer, e dall’altro il nostro futuro prossimo, World Explorer”. [post_title] => World e African Explorer cambiano logo e riposizionano l'immagine della compagnia [post_date] => 2022-09-27T09:53:39+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => nofascione ) [post_tag_name] => Array ( [0] => nofascione ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664272419000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431076 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La sinergia fra Svizzera Turismo e Fiavet Piemonte, siglata con un accordo nel 2021, ha portato a un primo risultato concreto. «Negli ultimi 2 anni abbiamo dovuto ripensare alla nostra strategia verso tour operator e agenzie di viaggi – ha dichiarato Laura Zancolò, Key Account Manager per Svizzera Turismo in Italia - per questo abbiamo pensato di stringere accordi con le associazioni di categoria del settore con l’obiettivo di far conoscere il territorio e promuovere il turismo di prossimità». Grazie alla collaborazione con Gabriella Aires, presidente Fiavet Piemonte, sono stati realizzati dieci itinerari che esplorano altrettante aree di grande fascino del Paese. «Un primo, importante, passo concreto per promuovere questo bel territorio e offrire ai nostri associati una serie di itinerari – afferma Gabriella Aires - programmi per uno o più giorni fruibili per tutti gli associati alla Fiavet, a livello naziionale». Negli scorsi due anni Fiavet Piemonte e Svizzera Turismo hanno organizzato in stretta collaborazione una serie di tre eductour in Svizzera, nel più rigoroso rispetto delle norme sanitarie, utilizzando i periodi di sospensione del lockdown. Un manuale d’uso creato da agenzie e fornitori Spiega inoltre Aires: «Insieme ai colleghi che hanno partecipato ai tour, e ai fornitori che ci hanno accolti, abbiamo elaborato un vero e proprio manuale d’uso del Paese, con i servizi testati sui nostri percorsi, quotati per gruppi in treno e in bus, famiglie e individuali, su una decina di itinerari. La nostra segreteria ha fatto gran parte del lavoro di assemblaggio». Il manuale si intitola appunto ‘La Svizzera di Fiavet Piemonte: «C’è tutta la materia prima necessaria per rispondere a richieste di ogni gusto e per diverse fasce di spesa – chiarisce ancora Aires – tutto destinato all’uso libero, esclusivo e gratuito di tutte le agenzie Fiavet. Per rilanciare ora abbiamo tutti bisogno di prodotto di qualità che ci consenta di valorizzare la nostra professione, offrendo al cliente qualcosa di unico e speciale. Per questo Fiavet Piemonte si è fatta promotrice, grazie alla collaborazione fondamentale di Svizzera Turismo, di un’iniziativa interamente costruita dalle agenzie insieme ai fornitori. E non ci fermeremo qui». 10 itinerari a soggetto, pronti per le agenzie La Svizzera di Fiavet Piemonte presenta dieci itinerari base, per viaggi da una giornata a quattro giorni/tre notti. I pacchetti sono calibrati per partenze in treno o in bus dalle città del Nord, ma ogni agenzia può inserire le partenze da qualsiasi città in Italia, stazioni o aeroporti. Ecco cosa c’è nel manuale: - Zurigo tra arte e cultura (due giorni, in treno) - Berna, il Trenino Verde e il mondo di Kambly, il biscotto più amato (due giorni, in treno da Domodossola) - Zurigo per grandi e piccini (due giorni da Milano, per individuali) - La Lucerna di Guglielmo Tell e il Pilatus (tre giorni da Milano - Berna e la Festa della Cipolla: il 28 novembre, viaggio in giornata, in pullman da Torino. - Lugano, i borghi storici del lago e le funicolari (due giorni, in bus) - Lucerna e il Museo dei Trasporti, con navigazione sul Lago dei Quattro Cantoni (due giorni, in bus o treno) - Lugano e il Monte Generoso (gita di un giorno) - Lugano per gli eventi e le mostre d’arte (due giorni in treno da Milano, programma secondo il programma di eventi in corso) - Zurigo, Berna e Lucerna, le meravigliose città svizzere (quattro giorni, in treno da Milano) [post_title] => Accordo strategico fra Fiavet Piemonte e Svizzera Turismo [post_date] => 2022-09-26T10:57:37+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664189857000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431029 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dopo i primi rumours che davano l'inaugurazione per il quarto trimestre di quest'anno, arriva ora la comunicazione ufficiale che situa in realtà a inizio 2023 il debutto del nuovissimo Six Senses Rome (le prenotazioni sono peraltro già aperte, ndr). L'urban resort capitolino sarà la prima struttura del brand in Italia: un'oasi verde nella frenesia di via del Corso ricavata dalla conversione di palazzo Salviati Cesi Mellini, un edificio del quindicesimo secolo. L'hotel disporrà di 96 camere e suite decorate con la tecnica del cocciopesto: uno speciale intonaco usato nell’antica Roma, con Travertino di origine locale e con elementi grafici che richiamano la natura. Gli spazi ventilati, le terrazze soleggiate, i soffitti alti e le ampie vetrate pongono poi l’accento sul benessere e sulla convivialità. I lavori di restauro dell’hotel hanno quindi portato agli antichi splendori la facciata originale del palazzo e la scala monumentale. Anche il fronte dell’adiacente chiesa di San Marcello al Corso, uno dei migliori esempi del Barocco italiano, è stata recentemente restaurata e rappresenta il primo progetto di sostenibilità di Six Senses Rome, in un’ottica di riqualificazione della zona. Gli interni hanno uno stile contemporaneo caratterizzato da elementi architettonici sostenibili e di design; il tutto arricchito da piante ornamentali e luce naturale in spazi aperti e ariosi. Il concept dell’hotel è frutto della visione di Patricia Urquiola. La strutture includerà pure, al piano terra, il Bivium Restaurant-Café-Bar con cucina a vista, grill Josper e il forno a legna. Curato dall’executive chef Nadia Frisina, il menu proporrà piatti tipici locali e ingredienti rigorosamente stagionali. All’ultimo piano, il Notos Rooftop consente di gustare assaggi e drink con vista a 360 gradi sulla città. La spa interna offrirà poi l'esperienza delle antiche terme romane con tanto di calidarium, tepidarium e frigidarium in un percorso di 60 minuti. Presenti pure un Hammam, aree biohacking e meditazione, sauna, terrazza per yoga all’aperto, fitness center e cinque sale per trattamenti, di cui una per coppie. Grazie all’Alchemy bar ci sarà pure la possibilità di conoscere il potere terapeutico di erbe e piante. Six Senses Rome sta infine preparando per i suoi ospiti delle esperienze esclusive behind-the-scene, alla scoperta di luoghi magici della città come Palazzo Colonna, Galleria Borghese e Doria Pamphilj. A disposizione persino una masterclass di pittura. “Sono onorata per l’opportunità e orgogliosa che il debutto di Six Senses in Italia avvenga proprio nella mia città - sottolinea Francesca Tozzi, general manager della struttura capitolina -. Il nostro obiettivo è quello di rappresentare una nuova concezione di lusso nella città, fatto di esperienze fuori dall'ordinario, nel rispetto e nella valorizzazione della comunità locale, con un approccio divertente e fuori dagli schemi”. [post_title] => Sarà a inizio 2023 il debutto italiano di Six Senses: 96 camere e suite nel centro di Roma [post_date] => 2022-09-23T13:28:26+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663939706000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430932 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuove aperture e restyling importanti per Sandals Resorts che mette a segno anche un traguardo inaspettato raggiungendo gli obiettivi del 2022 già a metà estate. Il tutto, in un anno davvero speciale, visto che la compagnia giamaicana festeggia il suo quarantesimo compleanno. Per quanto riguarda il nostro mercato, gli italiani che raggiungono i Sandals sono solitamente provenienti da un’estensione degli Usa, principalmente da Miami. Virgin con il solo scalo a Londra arricchisce poi l’offerta. Su Curaçao Klm garantisce inoltre il collegamento quotidiano sulla destinazione favorendo il singolo soggiorno balneare dall’Europa. “Il mercato tricolore ha risposto davvero bene – spiega Christian Casagrande, sales manager Southern Europe -. Anche se in termini numerici non si è superato il 2019, poiché è mancata quella parte importante di prenotazioni che va da ottobre a marzo che l’Italia ancora chiusa non poteva effettuare. Malgrado tutto c’è stata una performance inaspettata. In Europa l’Italia è un paese chiave per Sandals; dimostra infatti una capacità di spesa notevole. A oggi i numeri sono incoraggianti”. La preferenza, in generale, è per un soggiorno medio di sei notti dalla spesa media di 4.500 euro per camera. Antigua e Bahamas primeggiano tra i nostri connazionali; Ma sono molto apprezzati anche Turks & Caicos, così come Negril in Giamaica che rimane nell’immaginario italiano. La spiaggia resta l’elemento principale che caratterizza la scelta. Tra i restyling appena effettuati, da segnalare quindi la riapertura lo scorso 27 gennaio del Sandals Royal Bahamian (Bahamas), chiuso per alcuni mesi per un0operazione di rinnovamento multimilionario. Sono state eseguite diverse migliorie, dalle camere ai ristoranti, senza tralasciare il settore delle esperienze per gli ospiti. Sul fronte delle nuove apertura, ci sono il Beaches Resorts a St. Vincent e Grenadine; l’ex Jewel Dunn’s River Beach Resort & Spa a Ocho Rios e il Jewel Runaway Bay Beach Resort & Waterpark. Si aggiungono inoltre 48 nuove suite per il Sandals Royal Caribbean. Il Sandals Royal Curaçao è infine “una curiosa novità: è il primo resort in un’isola non parlante lingua inglese ma è anche il risultato di una scommessa vinta, il resort risulta sempre pieno”, conclude Casagrande. [post_title] => Casagrande, Sandals: l'Italia rimane un mercato chiave dall'elevata capacità di spesa [post_date] => 2022-09-22T11:13:51+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663845231000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430923 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Visit Usa Italy partecipa alla prossima edizione di Ttg Travel Experience confermandosi un punto di riferimento per informazione e formazione al trade. L'associazione è pronta ad affrontare la stagione con una serie di novità e alcune importanti conferme, come il calendario di webinar in programma per i prossimi mesi e per la prima parte del 2023, strutturato dai soci per gli agenti di viaggio e la cui partecipazione contribuisce ad acquisire, o consolidare, la qualifica di“Ambassador” (mentre uscirà di scena quella di “Master Ambassador” sostituita da altra metodologia di certificazione). Tra le novità formative spicca la serie di webinar denominati “My Secret VISIT USA”, che saranno ad uso esclusivo degli agenti Master Ambassador certificati dal 2021 ad oggi e dei TO soci, e che avranno argomenti particolari di approfondimento. La prima serie partirà il 10 Novembre e comprenderà 5 sessioni di 1h 30’ ciascuna concludendosi il 24 Gennaio. L’argomento di questa prima serie verrà “svelato” direttamente con un prossimo comunicato stampa dal socio Visit USA che aprirà questo nuovo corso di approfondimento con un tema di sicuro interesse e di grande attualità. Inoltre, è previsto il ritorno “su strada” di Visit USA con un classico Roadshow che riporta i soci ad incontrare di persona gli agenti di viaggio del centro-nord Italia. 9 tappe a partire dal 22 novembre con Palmanova /Udine e che si concluderà il 23 febbraio a Mantova. Per gli agenti del sud-Italia invece ci sarà l'evento clou dell’anno dedicato alla promozione degli Stati Uniti ovvero lo Showcase Usa Italy 2023, che si svolgerà a Catania dal 3 al 6 marzo. La mattina del 4 marzo sarà dedicata proprio alle agenzie di viaggio. Novità, infine, anche in merito alle certificazioni rilasciate da Visit USA e al maggior coinvolgimento degli agenti di viaggio alla vita associativa: dal 2023 niente più qualifica Master Ambassador ma solo qualifica Ambassador suddivisa in livelli; possibilità di affiliazione “light”a Visit USA Italy da parte delle agenzie di viaggio con numerosi benefit  e l’accesso ad un percorso professionale di altissimo livello.  Non ultimo il riconoscimento, da parte dei viaggiatori, della competenza acquisita dagli agenti affiliati tramite la pubblicazione dei loro profili sul sito della Visit USA. [post_title] => Visit Usa Italy amplia e rinnova la formazione per gli agenti di viaggio [post_date] => 2022-09-22T10:05:09+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663841109000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430773 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Per Corsica Sardinia Ferries un’estate all’insegna dei dati pre-pandemia ed una stagione con alcune sorprese soprattutto per quanto riguarda la Corsica che ha attirato moltissimo l’attenzione dei turisti. «I numeri sulla linea Italia-Corsica – spiega Sebastien Romani, nuovo Chief Sales Officer di Corsica Sardinia Ferries in Italia -hanno superato le migliori aspettative: oltre 550.000 passeggeri hanno viaggiato con le Navi Gialle da giugno a metà settembre e anche per i mesi primaverili i dati sono positivi. L’ile de beauté torna ad attrarre i turisti italiani e tedeschi, diventando una delle mete preferite, soprattutto, per chi cerca una vacanza a contatto con la natura». Per la destinazione Sardegna, si registrano numeri pre-pandemia, sulle linee per Golfo Aranci, in partenza dai porti italiani, e per Porto Torres, in partenza dai porti francesi. «Per quanto riguarda il 2023 – aggiunge Romani – la compagnia conferma la programmazione per Corsica, Sardegna, Elba e Baleari, ottimizzando gli orari, in base alle esigenze del mercato, e la pianificazione delle rotte, per ridurre le emissioni .Una nuova nave, annunciata nel mese di agosto, entrerà a far parte della flotta con il nome di Mega Victoria: luminosa, spaziosa, moderna e confortevole, rispetterà lo stile e gli standard di accoglienza delle Navi Gialle e migliorerà l’offerta commerciale, già dalla primavera 2023». [post_title] => Corsica Sardinia Ferries, un'estate all'insegna dei dati pre-pandemia [post_date] => 2022-09-20T13:13:51+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663679631000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430768 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un'altra svolta interessante per Msc della famiglia Aponte. Secondo fonti accreditate la compagnia starebbe guardando ai treni di Italo per espandere i suoi investimenti nella logistica e nel trasporto passeggeri verso i porti italiani. Un un accordo che potrebbe aggirarsi tra i 6 e i 7 miliardi di euro. È quanto apprende il Corriere della Sera da fonti finanziarie e industriali a conoscenza del dossier. Non è al momento chiaro se ci siano stati dei contatti ufficiali tra Msc e Global Infrastructure Partners, fondo proprietario di Italo. Si apprende che all’alta velocità ferroviaria la famiglia Aponte starebbe pensando dalla scorsa primavera. Piani di espansione I piani potenziali di Msc si incrociano con l’indiscrezione pubblicata dall’agenzia Bloomberg sulla possibilità per Global Infrastructure Partners di vendere la società di trasporto per 4 miliardi di euro, anche se la notizia è stata poi ridimensionata da ambienti interni a GIP. Le fonti finanziarie alzano l’asticella ad almeno 5 miliardi ai quali Msc potrebbe affiancare un «premio» del 25-30%, per un valore complessivo di 6,5 miliardi di euro. Nei progetti dell'azienda di Aponte l’inserimento di Italo nel proprio portafoglio si affiancherebbe alle mire su Ita Airways, la compagnia aerea tricolore che ha preso il posto di Alitalia nell’ottobre 2021. Ma la scelta del Mef di preferire l’offerta rivale di Certares a quella di Msc e Lufthansa ha fatto congelare, al momento, questo piano. Anche se le stesse fonti spiegano che Msc tiene ancora aperto il dossier Ita nella speranza che salti la trattativa dei rivali. [post_title] => Msc non si ferma più e potrebbe puntare decisamente su Italo [post_date] => 2022-09-20T11:43:14+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663674194000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430723 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Carinzia è una regione dell'Austria dove la bellezza della natura incontra la storia e la tradizione culturale e gastronomica, un’affascinante destinazione a corto raggio tanto amata dagli italiani. «Nella nostra regione in questi due anni non si è mai fermato il flusso turistico. - spiega Helmuth Micheler, del Tourismus Verband Klagenfurt - Il 2019 è stato l’anno migliore nella storia del turismo a Klagenfurt, ma nel 2022 il dato delle presenze è cresciuto ancora del 5% rispetto al 2019, perché gli italiani sono tornati in numero sempre maggiore. Se per noi i mercati più importanti sono l’Austria e la Germania, al terzo posto c’è l’Italia. I turisti, in particolare le famiglie, visitano Klagenfurt e la Carinzia per praticare sport, ma anche per seguire spettacoli ed eventi artistici, come il concerto di Andrea Bocelli in programma nel 2023. Inoltre abbiamo fiere e congressi e in città sono disponibili 3000 camere. Per favorire gli ospiti abbiamo pensato anche alla “Wörthersee Pluscard”, una card ricca di sconti e vantaggi». Il visitatore di Klagenfurt am Wörthersee - ospite di strutture alberghiere di eccellenza e uniche, dalle linee futuristiche o di lunga tradizione familiare - potrà praticare diversi sport sui laghi e sulle montagne, ma anche partecipare all’impegnativo “Ironman Austria-Kärnten” che ogni autunno vede sfidarsi gli atleti in tre prove impegnative: 4km di nuoto seguiti da 180km in bicicletta e da oltre 40km di maratona. La Carinzia è terra di gustosi piatti tradizionali e di vini: per questo da 5 anni, nel mese di settembre, ricorrono le Giornate della Cucina Alpe-Adria, che riuniscono chef carinziani, sloveni e friulani per celebrare i prodotti locali. Un territorio dove la storia ha lasciato opere d’arte come la maestosa “Wappensaal” o “Sala degli Stemmi” che, realizzata nel ‘700 all’interno della Landhaus, raccoglie gli stemmi delle famiglie aristocratiche del tempo. Maestose le chiese e i campanili come quello di S.Egidio, sulla cui cima la custode Helene Reichelt partorì 5 figli e vigilò su Klagenfurt dal 1923 al 1966. Nella stessa chiesa si può ammirare la colorata e immaginifica Cappella dell’Apocalisse realizzata tra il 1995 e il 2015 da Ernst Fuchs, esponente della Scuola Viennese del Realismo Fantastico. Infine, simbolo di una città protesa verso il futuro ma legata alla sua tradizione, ecco il Lindwurm: un drago che, secondo la leggenda, divorava i passanti che si lamentavano - “Klagen” - presso un guado - “Furt” – poco lontano e che oggi si può ammirare pietrificato in un'imponente fontana. [post_title] => La Carinzia e Klagenfurt: l’offerta turistica, tra sport e sapori, celebra tradizione e storia [post_date] => 2022-09-20T09:45:58+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663667158000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "abano terme riqualifica lofferta turistica complementare eventi mostre econcerti" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":61,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":956,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431165","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Una nuova soluzione per rispondere alle richieste dei clienti e un servizio complementare all’offerta del trasporto merci via container.\r\n\r\nMsc Mediterranean Shipping Company annuncia il via allo sviluppo di Msc Air Cargo e accoglie in squadra Jannie Davel, che ha già ricoperto incarichi important in Delta Cargo, Emirates SkyCargo e Dhl.\r\n\r\nLa nuova nomina è stata effettuata con l’obiettivo specifico di supportare l'avviamento dell’attività di trasporto aereo merci, nonché di costruire il team che se ne occuperà.\r\n\r\n\"Siamo lieti di annunciare lo sviluppo di Msc Air Cargo e di dare il benvenuto a Jannie Davel per guidare questa nuova ed entusiasmante realtà che sarà a disposizione di tutti i clienti Msc - sottoline il ceo di Msc, Soren Toft -. Si tratta del nostro debutto in questo mercato e abbiamo intenzione di continuare a esplorare tutte le strade possibili per sviluppare il settore del cargo aereo e integrare così il nostro core business del trasporto merci via container\".","post_title":"Il gruppo Msc punta ancora sui cieli: al via la divisione air cargo","post_date":"2022-09-27T10:28:27+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["topnews"],"post_tag_name":["Top News"]},"sort":[1664274507000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431144","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Non più Sea, Asia, Sudamerica e Australia Explorer, ma un solo nome, World Explorer, a racchiudere l'offerta mondo nata dai 50 anni di esperienza di Africa Explorer, che invece rimane a sottolineare la profonda specializzazione dell'operatore milanese sul continente Nero. Il tutto accompagnato da un cambio, anche visivo, dei rispettivi loghi, che ora racchiudono i colori della terra, del cielo stellato, dei deserti e della savana, con linee pulite unite da un tratto grafico volto sintetizzare la sostanza dei viaggi proposti.\r\n\r\nLa novità nasce dall'esigenza di dare omogeneità all'offerta del to.  “È stata un’estate, quella che si è appena conclusa, di deciso rilancio - racconta il titolare, Alessandro Simonetti, figlio del fondatore Francesco -. Abbiamo lavorato moltissimo e siamo tornati a portare i nostri clienti in Africa e in numerose altre parti del mondo. Abbiamo raccolto apprezzamenti e ringraziamenti, perché in ogni luogo raggiunto i nostri viaggiatori hanno trovato professionalità e servizi eccellenti. Era giunto, quindi, il momento di segnare, anche visivamente, un passaggio tra un prima, vessato dalla crisi pandemica che ci ha quasi messo in ginocchio, e un dopo, che per noi inizia oggi, con un nuovo look e una più netta definizione del nostro prodotto: da un lato la nostra storia, ovvero African Explorer, e dall’altro il nostro futuro prossimo, World Explorer”.","post_title":"World e African Explorer cambiano logo e riposizionano l'immagine della compagnia","post_date":"2022-09-27T09:53:39+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["nofascione"],"post_tag_name":["nofascione"]},"sort":[1664272419000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431076","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La sinergia fra Svizzera Turismo e Fiavet Piemonte, siglata con un accordo nel 2021, ha portato a un primo risultato concreto.\r\n\r\n«Negli ultimi 2 anni abbiamo dovuto ripensare alla nostra strategia verso tour operator e agenzie di viaggi – ha dichiarato Laura Zancolò, Key Account Manager per Svizzera Turismo in Italia - per questo abbiamo pensato di stringere accordi con le associazioni di categoria del settore con l’obiettivo di far conoscere il territorio e promuovere il turismo di prossimità».\r\n\r\nGrazie alla collaborazione con Gabriella Aires, presidente Fiavet Piemonte, sono stati realizzati dieci itinerari che esplorano altrettante aree di grande fascino del Paese.\r\n\r\n«Un primo, importante, passo concreto per promuovere questo bel territorio e offrire ai nostri associati una serie di itinerari – afferma Gabriella Aires - programmi per uno o più giorni fruibili per tutti gli associati alla Fiavet, a livello naziionale».\r\n\r\nNegli scorsi due anni Fiavet Piemonte e Svizzera Turismo hanno organizzato in stretta collaborazione una serie di tre eductour in Svizzera, nel più rigoroso rispetto delle norme sanitarie, utilizzando i periodi di sospensione del lockdown.\r\n\r\nUn manuale d’uso creato da agenzie e fornitori\r\n\r\nSpiega inoltre Aires: «Insieme ai colleghi che hanno partecipato ai tour, e ai fornitori che ci hanno accolti, abbiamo elaborato un vero e proprio manuale d’uso del Paese, con i servizi testati sui nostri percorsi, quotati per gruppi in treno e in bus, famiglie e individuali, su una decina di itinerari. La nostra segreteria ha fatto gran parte del lavoro di assemblaggio».\r\n\r\nIl manuale si intitola appunto ‘La Svizzera di Fiavet Piemonte: «C’è tutta la materia prima necessaria per rispondere a richieste di ogni gusto e per diverse fasce di spesa – chiarisce ancora Aires – tutto destinato all’uso libero, esclusivo e gratuito di tutte le agenzie Fiavet. Per rilanciare ora abbiamo tutti bisogno di prodotto di qualità che ci consenta di valorizzare la nostra professione, offrendo al cliente qualcosa di unico e speciale. Per questo Fiavet Piemonte si è fatta promotrice, grazie alla collaborazione fondamentale di Svizzera Turismo, di un’iniziativa interamente costruita dalle agenzie insieme ai fornitori. E non ci fermeremo qui».\r\n\r\n10 itinerari a soggetto, pronti per le agenzie\r\n\r\nLa Svizzera di Fiavet Piemonte presenta dieci itinerari base, per viaggi da una giornata a quattro giorni/tre notti. I pacchetti sono calibrati per partenze in treno o in bus dalle città del Nord, ma ogni agenzia può inserire le partenze da qualsiasi città in Italia, stazioni o aeroporti.\r\n\r\nEcco cosa c’è nel manuale:\r\n\r\n- Zurigo tra arte e cultura (due giorni, in treno)\r\n\r\n- Berna, il Trenino Verde e il mondo di Kambly, il biscotto più amato (due giorni, in treno da Domodossola)\r\n\r\n- Zurigo per grandi e piccini (due giorni da Milano, per individuali)\r\n\r\n- La Lucerna di Guglielmo Tell e il Pilatus (tre giorni da Milano\r\n\r\n- Berna e la Festa della Cipolla: il 28 novembre, viaggio in giornata, in pullman da Torino.\r\n\r\n- Lugano, i borghi storici del lago e le funicolari (due giorni, in bus)\r\n\r\n- Lucerna e il Museo dei Trasporti, con navigazione sul Lago dei Quattro Cantoni (due giorni, in bus o treno)\r\n\r\n- Lugano e il Monte Generoso (gita di un giorno)\r\n\r\n- Lugano per gli eventi e le mostre d’arte (due giorni in treno da Milano, programma secondo il programma di eventi in corso)\r\n\r\n- Zurigo, Berna e Lucerna, le meravigliose città svizzere (quattro giorni, in treno da Milano)","post_title":"Accordo strategico fra Fiavet Piemonte e Svizzera Turismo","post_date":"2022-09-26T10:57:37+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1664189857000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431029","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Dopo i primi rumours che davano l'inaugurazione per il quarto trimestre di quest'anno, arriva ora la comunicazione ufficiale che situa in realtà a inizio 2023 il debutto del nuovissimo Six Senses Rome (le prenotazioni sono peraltro già aperte, ndr). L'urban resort capitolino sarà la prima struttura del brand in Italia: un'oasi verde nella frenesia di via del Corso ricavata dalla conversione di palazzo Salviati Cesi Mellini, un edificio del quindicesimo secolo.\r\n\r\nL'hotel disporrà di 96 camere e suite decorate con la tecnica del cocciopesto: uno speciale intonaco usato nell’antica Roma, con Travertino di origine locale e con elementi grafici che richiamano la natura. Gli spazi ventilati, le terrazze soleggiate, i soffitti alti e le ampie vetrate pongono poi l’accento sul benessere e sulla convivialità.\r\n\r\nI lavori di restauro dell’hotel hanno quindi portato agli antichi splendori la facciata originale del palazzo e la scala monumentale. Anche il fronte dell’adiacente chiesa di San Marcello al Corso, uno dei migliori esempi del Barocco italiano, è stata recentemente restaurata e rappresenta il primo progetto di sostenibilità di Six Senses Rome, in un’ottica di riqualificazione della zona. Gli interni hanno uno stile contemporaneo caratterizzato da elementi architettonici sostenibili e di design; il tutto arricchito da piante ornamentali e luce naturale in spazi aperti e ariosi. Il concept dell’hotel è frutto della visione di Patricia Urquiola.\r\n\r\nLa strutture includerà pure, al piano terra, il Bivium Restaurant-Café-Bar con cucina a vista, grill Josper e il forno a legna. Curato dall’executive chef Nadia Frisina, il menu proporrà piatti tipici locali e ingredienti rigorosamente stagionali. All’ultimo piano, il Notos Rooftop consente di gustare assaggi e drink con vista a 360 gradi sulla città. La spa interna offrirà poi l'esperienza delle antiche terme romane con tanto di calidarium, tepidarium e frigidarium in un percorso di 60 minuti. Presenti pure un Hammam, aree biohacking e meditazione, sauna, terrazza per yoga all’aperto, fitness center e cinque sale per trattamenti, di cui una per coppie. Grazie all’Alchemy bar ci sarà pure la possibilità di conoscere il potere terapeutico di erbe e piante. Six Senses Rome sta infine preparando per i suoi ospiti delle esperienze esclusive behind-the-scene, alla scoperta di luoghi magici della città come Palazzo Colonna, Galleria Borghese e Doria Pamphilj. A disposizione persino una masterclass di pittura.\r\n\r\n“Sono onorata per l’opportunità e orgogliosa che il debutto di Six Senses in Italia avvenga proprio nella mia città - sottolinea Francesca Tozzi, general manager della struttura capitolina -. Il nostro obiettivo è quello di rappresentare una nuova concezione di lusso nella città, fatto di esperienze fuori dall'ordinario, nel rispetto e nella valorizzazione della comunità locale, con un approccio divertente e fuori dagli schemi”.","post_title":"Sarà a inizio 2023 il debutto italiano di Six Senses: 96 camere e suite nel centro di Roma","post_date":"2022-09-23T13:28:26+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1663939706000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430932","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuove aperture e restyling importanti per Sandals Resorts che mette a segno anche un traguardo inaspettato raggiungendo gli obiettivi del 2022 già a metà estate. Il tutto, in un anno davvero speciale, visto che la compagnia giamaicana festeggia il suo quarantesimo compleanno. Per quanto riguarda il nostro mercato, gli italiani che raggiungono i Sandals sono solitamente provenienti da un’estensione degli Usa, principalmente da Miami. Virgin con il solo scalo a Londra arricchisce poi l’offerta. Su Curaçao Klm garantisce inoltre il collegamento quotidiano sulla destinazione favorendo il singolo soggiorno balneare dall’Europa.\r\n\r\n“Il mercato tricolore ha risposto davvero bene – spiega Christian Casagrande, sales manager Southern Europe -. Anche se in termini numerici non si è superato il 2019, poiché è mancata quella parte importante di prenotazioni che va da ottobre a marzo che l’Italia ancora chiusa non poteva effettuare. Malgrado tutto c’è stata una performance inaspettata. In Europa l’Italia è un paese chiave per Sandals; dimostra infatti una capacità di spesa notevole. A oggi i numeri sono incoraggianti”. La preferenza, in generale, è per un soggiorno medio di sei notti dalla spesa media di 4.500 euro per camera. Antigua e Bahamas primeggiano tra i nostri connazionali; Ma sono molto apprezzati anche Turks & Caicos, così come Negril in Giamaica che rimane nell’immaginario italiano. La spiaggia resta l’elemento principale che caratterizza la scelta.\r\n\r\nTra i restyling appena effettuati, da segnalare quindi la riapertura lo scorso 27 gennaio del Sandals Royal Bahamian (Bahamas), chiuso per alcuni mesi per un0operazione di rinnovamento multimilionario. Sono state eseguite diverse migliorie, dalle camere ai ristoranti, senza tralasciare il settore delle esperienze per gli ospiti. Sul fronte delle nuove apertura, ci sono il Beaches Resorts a St. Vincent e Grenadine; l’ex Jewel Dunn’s River Beach Resort & Spa a Ocho Rios e il Jewel Runaway Bay Beach Resort & Waterpark. Si aggiungono inoltre 48 nuove suite per il Sandals Royal Caribbean. Il Sandals Royal Curaçao è infine “una curiosa novità: è il primo resort in un’isola non parlante lingua inglese ma è anche il risultato di una scommessa vinta, il resort risulta sempre pieno”, conclude Casagrande.","post_title":"Casagrande, Sandals: l'Italia rimane un mercato chiave dall'elevata capacità di spesa","post_date":"2022-09-22T11:13:51+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1663845231000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430923","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Visit Usa Italy partecipa alla prossima edizione di Ttg Travel Experience confermandosi un punto di riferimento per informazione e formazione al trade. L'associazione è pronta ad affrontare la stagione con una serie di novità e alcune importanti conferme, come il calendario di webinar in programma per i prossimi mesi e per la prima parte del 2023, strutturato dai soci per gli agenti di viaggio e la cui partecipazione contribuisce ad acquisire, o consolidare, la qualifica di“Ambassador” (mentre uscirà di scena quella di “Master Ambassador” sostituita da altra metodologia di certificazione).\r\nTra le novità formative spicca la serie di webinar denominati “My Secret VISIT USA”, che saranno ad uso esclusivo degli agenti Master Ambassador certificati dal 2021 ad oggi e dei TO soci, e che avranno argomenti particolari di approfondimento. La prima serie partirà il 10 Novembre e comprenderà 5 sessioni di 1h 30’ ciascuna concludendosi il 24 Gennaio. L’argomento di questa prima serie verrà “svelato” direttamente con un prossimo comunicato stampa dal socio Visit USA che aprirà questo nuovo corso di approfondimento con un tema di sicuro interesse e di grande attualità.\r\nInoltre, è previsto il ritorno “su strada” di Visit USA con un classico Roadshow che riporta i soci ad incontrare di persona gli agenti di viaggio del centro-nord Italia. 9 tappe a partire dal 22 novembre con Palmanova /Udine e che si concluderà il 23 febbraio a Mantova.\r\nPer gli agenti del sud-Italia invece ci sarà l'evento clou dell’anno dedicato alla promozione degli Stati Uniti ovvero lo Showcase Usa Italy 2023, che si svolgerà a Catania dal 3 al 6 marzo. La mattina del 4 marzo sarà dedicata proprio alle agenzie di viaggio.\r\nNovità, infine, anche in merito alle certificazioni rilasciate da Visit USA e al maggior coinvolgimento degli agenti di viaggio alla vita associativa: dal 2023 niente più qualifica Master Ambassador ma solo qualifica Ambassador suddivisa in livelli; possibilità di affiliazione “light”a Visit USA Italy da parte delle agenzie di viaggio con numerosi benefit  e l’accesso ad un percorso professionale di altissimo livello.  Non ultimo il riconoscimento, da parte dei viaggiatori, della competenza acquisita dagli agenti affiliati tramite la pubblicazione dei loro profili sul sito della Visit USA.","post_title":"Visit Usa Italy amplia e rinnova la formazione per gli agenti di viaggio","post_date":"2022-09-22T10:05:09+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1663841109000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430773","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Per Corsica Sardinia Ferries un’estate all’insegna dei dati pre-pandemia ed una stagione con alcune sorprese soprattutto per quanto riguarda la Corsica che ha attirato moltissimo l’attenzione dei turisti.\r\n\r\n«I numeri sulla linea Italia-Corsica – spiega Sebastien Romani, nuovo Chief Sales Officer di Corsica Sardinia Ferries in Italia -hanno superato le migliori aspettative: oltre 550.000 passeggeri hanno viaggiato con le Navi Gialle da giugno a metà settembre e anche per i mesi primaverili i dati sono positivi. L’ile de beauté torna ad attrarre i turisti italiani e tedeschi, diventando una delle mete preferite, soprattutto, per chi cerca una vacanza a contatto con la natura».\r\n\r\nPer la destinazione Sardegna, si registrano numeri pre-pandemia, sulle linee per Golfo Aranci, in partenza dai porti italiani, e per Porto Torres, in partenza dai porti francesi.\r\n\r\n«Per quanto riguarda il 2023 – aggiunge Romani – la compagnia conferma la programmazione per Corsica, Sardegna, Elba e Baleari, ottimizzando gli orari, in base alle esigenze del mercato, e la pianificazione delle rotte, per ridurre le emissioni .Una nuova nave, annunciata nel mese di agosto, entrerà a far parte della flotta con il nome di Mega Victoria: luminosa, spaziosa, moderna e confortevole, rispetterà lo stile e gli standard di accoglienza delle Navi Gialle e migliorerà l’offerta commerciale, già dalla primavera 2023».","post_title":"Corsica Sardinia Ferries, un'estate all'insegna dei dati pre-pandemia","post_date":"2022-09-20T13:13:51+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1663679631000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430768","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un'altra svolta interessante per Msc della famiglia Aponte. Secondo fonti accreditate la compagnia starebbe guardando ai treni di Italo per espandere i suoi investimenti nella logistica e nel trasporto passeggeri verso i porti italiani. Un un accordo che potrebbe aggirarsi tra i 6 e i 7 miliardi di euro. È quanto apprende il Corriere della Sera da fonti finanziarie e industriali a conoscenza del dossier. Non è al momento chiaro se ci siano stati dei contatti ufficiali tra Msc e Global Infrastructure Partners, fondo proprietario di Italo. Si apprende che all’alta velocità ferroviaria la famiglia Aponte starebbe pensando dalla scorsa primavera.\r\nPiani di espansione\r\nI piani potenziali di Msc si incrociano con l’indiscrezione pubblicata dall’agenzia Bloomberg sulla possibilità per Global Infrastructure Partners di vendere la società di trasporto per 4 miliardi di euro, anche se la notizia è stata poi ridimensionata da ambienti interni a GIP. Le fonti finanziarie alzano l’asticella ad almeno 5 miliardi ai quali Msc potrebbe affiancare un «premio» del 25-30%, per un valore complessivo di 6,5 miliardi di euro.\r\n\r\nNei progetti dell'azienda di Aponte l’inserimento di Italo nel proprio portafoglio si affiancherebbe alle mire su Ita Airways, la compagnia aerea tricolore che ha preso il posto di Alitalia nell’ottobre 2021. Ma la scelta del Mef di preferire l’offerta rivale di Certares a quella di Msc e Lufthansa ha fatto congelare, al momento, questo piano. Anche se le stesse fonti spiegano che Msc tiene ancora aperto il dossier Ita nella speranza che salti la trattativa dei rivali.","post_title":"Msc non si ferma più e potrebbe puntare decisamente su Italo","post_date":"2022-09-20T11:43:14+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1663674194000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430723","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\r\n\r\nLa Carinzia è una regione dell'Austria dove la bellezza della natura incontra la storia e la tradizione culturale e gastronomica, un’affascinante destinazione a corto raggio tanto amata dagli italiani.\r\n\r\n«Nella nostra regione in questi due anni non si è mai fermato il flusso turistico. - spiega Helmuth Micheler, del Tourismus Verband Klagenfurt - Il 2019 è stato l’anno migliore nella storia del turismo a Klagenfurt, ma nel 2022 il dato delle presenze è cresciuto ancora del 5% rispetto al 2019, perché gli italiani sono tornati in numero sempre maggiore. Se per noi i mercati più importanti sono l’Austria e la Germania, al terzo posto c’è l’Italia. I turisti, in particolare le famiglie, visitano Klagenfurt e la Carinzia per praticare sport, ma anche per seguire spettacoli ed eventi artistici, come il concerto di Andrea Bocelli in programma nel 2023. Inoltre abbiamo fiere e congressi e in città sono disponibili 3000 camere. Per favorire gli ospiti abbiamo pensato anche alla “Wörthersee Pluscard”, una card ricca di sconti e vantaggi».\r\n\r\nIl visitatore di Klagenfurt am Wörthersee - ospite di strutture alberghiere di eccellenza e uniche, dalle linee futuristiche o di lunga tradizione familiare - potrà praticare diversi sport sui laghi e sulle montagne, ma anche partecipare all’impegnativo “Ironman Austria-Kärnten” che ogni autunno vede sfidarsi gli atleti in tre prove impegnative: 4km di nuoto seguiti da 180km in bicicletta e da oltre 40km di maratona. La Carinzia è terra di gustosi piatti tradizionali e di vini: per questo da 5 anni, nel mese di settembre, ricorrono le Giornate della Cucina Alpe-Adria, che riuniscono chef carinziani, sloveni e friulani per celebrare i prodotti locali.\r\n\r\nUn territorio dove la storia ha lasciato opere d’arte come la maestosa “Wappensaal” o “Sala degli Stemmi” che, realizzata nel ‘700 all’interno della Landhaus, raccoglie gli stemmi delle famiglie aristocratiche del tempo. Maestose le chiese e i campanili come quello di S.Egidio, sulla cui cima la custode Helene Reichelt partorì 5 figli e vigilò su Klagenfurt dal 1923 al 1966. Nella stessa chiesa si può ammirare la colorata e immaginifica Cappella dell’Apocalisse realizzata tra il 1995 e il 2015 da Ernst Fuchs, esponente della Scuola Viennese del Realismo Fantastico.\r\n\r\nInfine, simbolo di una città protesa verso il futuro ma legata alla sua tradizione, ecco il Lindwurm: un drago che, secondo la leggenda, divorava i passanti che si lamentavano - “Klagen” - presso un guado - “Furt” – poco lontano e che oggi si può ammirare pietrificato in un'imponente fontana.","post_title":"La Carinzia e Klagenfurt: l’offerta turistica, tra sport e sapori, celebra tradizione e storia","post_date":"2022-09-20T09:45:58+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1663667158000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti