2 October 2022

Isole Cook aperte e più facilmente raggiungibili, grazie ai voli di Air Rarotonga

[ 0 ]

Isole Cook più facilmente raggiungibili grazie al nuovo volo di Air Rarotonga che collega direttamente l’arcipelago con Tahiti e lo rende quindi accessibile anche via Parigi. Oltre alle tradizionali rotte che passano da Nuova Zelanda, Giappone, Singapore, Australia. Il nuovo collegamento è frutto di impegni intergovernativi e di partnership fra Air Rarotonga, Air Tahiti Nui e Air Tahiti. Ulteriori pacchetti come estensioni via Usa, sono in lavorazione.

“Le Isole Cook sono nuovamente aperte. Decadute tutte le restrizioni covid, si viaggia semplicemente con il passaporto – afferma Noeline Mateariki, sales marketing director dell’Ente del turismo delle Cook Islands – e non occorre nessun visto per l’ingresso”.

In questi due anni, grazie agli incentivi del governo, il settore turistico è stato protetto. Le strutture turistiche hanno potuto beneficiare di ristori e soprattutto le strutture alberghiere hanno potuto effettuare un salto di qualità, upgrading in categoria superiore e di conseguenza “l’offerta turistica è stata ampliata – spiega Nicholas Costantini, general manager Southern Europe –. Il settore ha continuato a crescere grazie anche al turismo domestico che in questi due anni di pandemia non si è mai fermato”.

Tutte le isole si sono preparate alla riapertura. Oggi insieme ad Aitutaki e Rarotonga, nell’offerta si aggiungono altre isole, quelle del Sud, tutte spettacolari dal punto di vista naturalistico inserendo nuovi tour alla scoperta della natura e gastronomia. Il gruppo delle isole del Nord fino a quest’anno quasi inaccessibili, è stato aperto al turismo con meravigliose lagune e i pochi abitanti. Tutte isole raggiungibili unicamente attraverso voli domestici considerate le distanze, (15 isole sparse su una superficie di 2,2 milioni di kmq) sono inseriti in tour veramente esclusivi.

“A questo punto abbiamo programmato nuovi tour sulla Coral Route e Island-Hopping anche per pacchetti di pochi giorni” sottolinea Robert Skews managing director della Turama Pacific Travel Group.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431446 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dal 14 al 16 ottobre, a Genova si terrà l’edizione autunnale dei Rolli Days, l’evento che da oltre dieci anni valorizza e racconta il sito Unesco Le Strade Nuova e il Sistema dei Palazzi dei Rolli. Dal 6 ottobre al 23 gennaio 2023, inoltre, Genova ospiterà la grande mostra “Rubens a Genova” che vedrà protagoniste alcune delle principali opere del grande maestro fiammingo a 400 anni dalla stesura del testo “Palazzi di Genova”, voluto dall’artista per raccontare al mondo l’eccezionalità dei palazzi genovesi, attraverso una serie di dettagliate illustrazioni delle facciate, delle piante, della struttura delle più importanti residenze. La concomitanza di questi due eventi di portata internazionale sarà l’occasione per vivere un’esperienza unica: calcare le orme del diplomatico e pittore fiammingo e visitare quei luoghi che ne suggestionarono la mente e il pennello. I Rolli Days, come già avvenuto a primavera per le celebrazioni della Genova Barocca, si articoleranno in sinergia con la mostra, riportando in vita attraverso le parole dei Divulgatori Scientifici i luoghi rubensiani di Genova: racconti che scivoleranno sulle architetture, evocheranno i dipinti, le sculture, gli arazzi, gli argenti di quelle dimore uniche al mondo e daranno corpo alle storie – spesso straordinarie – dei loro proprietari. L’esperienza di visita ai Palazzi dei Rolli rappresenterà l’opportunità di incamminarsi su un itinerario che avrà come sfondo il contesto storico della Genova e dell’Europa del primo Seicento. Per permettere una ancora maggiore immedesimazione, i siti selezionati per l’apertura saranno in gran parte quelli contenuti all’interno dell’edizione del 1652 del volume rubensiano (stampato per la prima volta nel 1622) dove trovano posto 35 tra palazzi, ville suburbane e chiese cittadine. In un viaggio che esplora i palazzi del tardo Cinquecento e del Seicento, saranno aperti al pubblico i monumentali edifici di Via Balbi, dalla Galleria di Palazzo Reale ai palazzi dell’Università; le vie del centro storico con le clamorose opere d’arte conservate nella Galleria Nazionale della Liguria di Palazzo Spinola; le straordinarie ville suburbane d’Albaro e Sampierdarena accompagnate dalla superba Villa Pallavicino delle Peschiere. Non saranno, però, solo i luoghi “di Rubens” a fare da protagonisti: la prossima edizione dei Rolli Days, infatti, ritroverà un rinnovato e riallestito Palazzo Rosso, con la possibilità di visitare il settecentesco Appartamento di Anton Giulio II Brignole Sale, aperto al pubblico per la prima volta da poche settimane. Importante novità dell’edizione di ottobre sarà poi la possibilità di visitare il Conservatorio dei Fieschi. A condurre le visite nella maggior parte dei palazzi e dei siti aperti saranno come sempre i giovani Divulgatori Scientifici, professionisti del settore delle humanities pronti a coinvolgere i visitatori con il loro entusiasmo e la loro competenza. Oltre alle tradizionali visite guidate la manifestazione sarà affiancata da eventi collaterali che accompagneranno il pubblico mostrando a tutti una Genova sempre più vivace dal punto di vista culturale.   [post_title] => Genova, dal 14 al 16 ottobre 2022 l'edizione autunnale dei Rolli Days [post_date] => 2022-09-30T12:00:04+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664539204000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431431 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tornano i fam trip nella Windy City dedicati da Choose Chicago al mercato italiano. Il viaggio è in corso di svolgimento ed è stato organizzato in collaborazione con il tour operator Naar, con l'app GoCity e con Air Canada.  "Non vedevamo l'ora di riprendere le nostre attività di travel trade e media relations nel mercato italiano - spiega Lynn Osmond, presidente e ceo di Choose Chicago -. Essendo l'aeroporto più collegato degli Stati Uniti, la nostra città può essere facilmente raggiunta con voli diretti o con scali da diverse compagnie aeree, tra cui appunto Air Canada". "Vogliamo che Chicago sia sempre più conosciuta e appetibile nel mercato italiano - le fa quindi eco la product manager Usa di Naar, Erica Melegari -. Siamo fortemente convinti che sia la prima destinazione da visitare dopo la classica New York, con un'architettura ancora più grande e un sapore tipicamente americano. Inoltre, è molto ben collegata all'Italia e all'Europa da un lato e all'Ovest americano dall'altro; il che la rende facilmente inseribile in qualsiasi itinerario su misura". Il nuovo fam segna anche l'occasione per il ritorno degli investimenti di Choose Chicago sul mercato italiano, con il supporto di Master Consulting, agenzia di riferimento per i progetti di travel trade e media relations. [post_title] => E' in corso di svolgimento il fam trip Choose Chicago nella Windy City in collaborazione con Naar [post_date] => 2022-09-30T10:53:58+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664535238000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431415 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Al via la seconda edizione del Festival del Turismo Esperienziale. In occasione della 42ª Giornata mondiale del turismo, proclamata dalla Organizzazione mondiale del turismo (Unwto), la manifestazione arriva alla sua seconda edizione con un format ricco di attività e novità, tese a favorire non solo la promozione ma anche la commercializzazione dell'offerta turistica esperienziale  italiana ed internazionale.   «Raccontiamo come il mercato si sta adeguando a rispondere in maniera sempre più positiva e aderente alle richieste di nuovo turismo - spiega Nicola Ucci, creatore e organizzatore della manifestazione -. Oggi il visitatore si sente protagonista, prova delle emozioni e questo non è altro che un modo per creare un passaparola positivo».    Nella due giorni dell'evento, oltre 100 buyers avranno l'opportunità di scoprire l'offerta dei seller ed espositori accreditati e sarà possibile partecipare a workshop, incontri, momenti di networking,  tavole rotonde e opportunità formative.    Tra gli eventi in programma, anche la presentazione del libro "Storie di una antica Caupona" con l'imprenditore Francesco Di Martino, Salvatore Visciano, professore e presidente di Skal Pompei, e lo storico Flavio Russo, segiota dall'incontro "I canali di vendita del turismo esperienziale" con Antonino Percario, former president Skal Roma e Paolo Bartolozzi di Hotel GoGo.   Le opportunità delle esperienze   Il turismo esperienziale risponde alla necessità di ridistribuire i flussi e di destagionalizzare, grazie ad una tipologia di offerta che "è spalmata sul territorio - continua Ucci -, e crea appeal con prodotti pluristagionali".    Tra i prodotti più gettonati, quelli del turismo all'aria aperta, cicloturismo e trekking, oppure i cammini, non più solo spirituali ma di scoperta delle bellezze naturalistiche, degli aspetti tradizionali, degli usi e costumi dei luoghi attraversati. "Si tratta di un'offerta che, paradossalmente, arricchisce sia domanda che offerta se ben organizzata", riflette Ucci.   Tra i mercati stranieri più interessati al prodotto esperienziale, Ucci evidenzia la richiesta del "mercato nordamericano e nordeuropeo, ma anche il Giappone, grazie all'appeal che questo tipo di mercato ha sui turisti repeaters".      Il turismo esperienziale valorizza i territori, anche quelli normalmente poco battuti, e permette di scoprire fino in fondo il territorio, l'ambiente naturale, l'enogastronomia, i piatti tipici, l'artigianato artistico. Un fenomeno importante, che riesce ad attivare nuove economie e nuove figure professionali".   [post_title] => Festival del turismo Esperienziale: a Roma l'Italia delle esperienze [post_date] => 2022-09-30T10:34:00+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664534040000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431336 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_431339" align="alignright" width="300"] Davide Personelli,[/caption] www.hotels-lagons.com è la piattaforma b2b dedicata esclusivamente agli operatori del settore che hanno a disposizione una selezione di 5.500 camere e 411 hotel nelle più esclusive destinazioni tropicali. «Proponiamo un livello tariffario diretto come una tariffa negoziata tour operator – commenta  Dominique Goudin, responsabile progetto e direttore operazioni per Hotels & Lagon - attingendo ai nostri allotment e alla nostra banca dati direttamente e senza intermediari;  le agenzie hanno la possibilità di creare il soggiorno determinando la propria commissione e di conseguenza hanno sotto controllo il loro mark-up. In tutte le destinazioni diamo la possibilità di scegliere in opzione i trasferimenti (alle Maldive sono già inclusi) o il noleggio auto, dove è previsto». Il team tecnologico è in continuo aggiornamento e per il futuro si punta su implementazioni di ulteriori funzionalità nel sito, come le escursioni e probabilmente i voli. Altri investimenti di marketing seguiranno in funzione dell’evoluzione del mercato. «Per chi lo desidera – aggiunge Davide Personelli, rappresentante commerciale per l’Italia -, abbiamo in pianta stabile, tramite la nostra rappresentanza in Italia, un form di richiesta formazione per l’utilizzo della piattaforma; abbiamo già partecipato ad alcuni eventi importanti come il Tove di Milano organizzato ad aprile da Travel Quotidiano a Milano; stiamo preparando un webinar per la presentazione e la formazione del sito; siamo aperti a sviluppare discorsi integrativi coi principali network italiani, avendo già esperienze importanti con partner di primo livello sul mercato francese». [post_title] => Hotels & Lagons investe su marketing e tecnologia [post_date] => 2022-09-30T09:52:32+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664531552000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431391 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Stagione in ripresa per Tahiti, Polinesia e le sue isole che hanno accolto nuovamente i turisti italiani sfruttando i collegamenti da Parigi, Los Angeles e San Francisco. "Abbiamo registrato dati interessanti tenendo conto che abbiamo iniziato a lavorare da aprile-maggio e che i dati sono ancora in ribasso ovviamente sul 2019, nonostante tutto i mesi di ottobre e novembre sono andati molto bene - ha commentato  Gabriele Cavallotti, rappresentante in Italia per Tahiti Tourisme, in occasione del roadshow organizzato a Milano e Roma -. La destinazione è trainata dalla Francia e dagli Usa, ma il mercato italiano potrebbe arrivare intorno ai 4.000 ospiti a chiusura anno; siamo senza dubbio ancora distanti dai livelli passati, ma siamo certi dell'alto potenziale". La promozione punta a nuovi segmenti ma anche su nuovi prodotti, "per esempio sull'accoglienza delle guesthouse, le ville e le pensioni familiari, valorizzando anche le isole minore che richiedono una spesa più ridotta. Quindi andremo a lavorare su nuove fasce di clientela, non possiamo più limitarci ai viaggi di nozze, certamente  strategico, ma soprattutto intendiamo allargare la stagione, tranne febbraio e marzo". Per il 2023 gli impegni dell'ente prevedono investimenti  con campagne verso  determinati segmenti di viaggio per valorizzare le differenti esperienze in destinazione verso gli high-end spenders, famiglie, ai senior e ai clienti LGBTQIA, accanto ad un focus per promuovere turismo sostenibile, ma anche charter nautici e crociere. La capacità ricettiva della destinazione si attesta a 71.400 camere che corrisponde al 93% del 2019.  Al momento gli hotel stanno registrando occupazioni medie dell'84%, mentre è tornata a pieno regime la capacità aerea.  Le agenzie e trade restano al centro delle strategie della commercializzazione. "Il  2023 segnerà una stabilità in termini di numeri dal mercato italiano rafforzando il nostro impegno sul trade - spiega Cavallotti- oggi il 60,5% di emissione biglietteria aerea sulla destinazione proviene dalla adv e questo numero conferma l’importanza che riveste il segmento per la nostra destinazione. Infine, con il Tahiti Specialist Program dedicato alle agenzie abbiamo tra l’altro già raggiunto i 400 iscritti e moltissimi hanno ricevuto la certificazione. [post_title] => Tahiti Tourism punta sul trade per attrarre nuovi target [post_date] => 2022-09-30T09:32:15+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664530335000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431374 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una strategia vincente quella della Repubblica Dominicana negli ultimi due anni che, dati alla mano, hanno registrato ottimi risultati raggiunti. Le mosse giuste? Investimenti in sicurezza, sul rinnovo del ricettivo e delle infrastrutture, in collaborazione con il privato. Il riconoscimento arriva direttamente dal Wttc, per la migliore gestione della ripresa turistica. In visita a Milano nei giorni scorsi, il ministro del turismo, David Collado, è stato accolto anche da Gabriele Burgio, presidente e ad di Alpitour World, insieme ad Aldo Sarnataro, direttore commerciale di Neos, Pier Ezhaya general manager tour operating di Alpitour e presidente di Astoi, oltre che da Carlo Schiavon, country manger di Costa Crociere. “Siamo venuti a riconquistarvi - ha dichiarato il ministro - In 20 anni non era mai successo che un ministro del turismo incontrasse il settore turistico italiano. L’Italia è il sesto mercato più importante per noi e vogliamo che si ricominci da dove siamo rimasti”. Nel 2019 gli italiani hanno rappresentato il 7% dei visitatori del Vecchio Continente per un totale di 93 mila arrivi e per il 2022 è in previsione il sorpasso. Nel complesso i dati hanno mostrato 110 mila turisti nell’agosto 2020 e 700 mila nell’agosto 2022. Nel dicembre 2021 il recupero era già dell’80% e nonostante la guerra si è giunti a un +120% pre-pandemia. I dati parlano di un +7% rispetto ai livelli di pre-pandemia e per il 2022 sono in previsione 7 milioni di turisti complessivi. “Abbiamo aperto al turismo nell’estate del 2020, senza un piano perfetto, ma con il desiderio e la necessità di andare avanti. Il turismo nella Repubblica Dominicana rappresenta il 15% del Pil per un valore di oltre 9 miliardi di dollari. Ci siamo impegnati nella sicurezza e nei protocolli sanitari covid, in un momento in cui neanche le assicurazioni del paese coprivano questa malattia. E' stata lanciata un’assicurazione per la copertura dei turisti e test Pcr covid gratuiti in tutti gli hotel per le richieste di rientro nel proprio Paese". [post_title] => Repubblica Dominicana avanti tutta. Tornano anche i turisti italiani [post_date] => 2022-09-30T09:00:36+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664528436000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431350 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Wizz Air ha aperto oggi il suo primo volo da Roma a Dammam, che sarà con due frequenze alla settimana. La nuova rotta di oggi è una delle 23 rotte verso l'Arabia Saudita annunciate dalla low cost a conferma dell'impegno della compagnia a sostenere il settore turistico in crescita del Paese, portando oltre un milione di passeggeri nel Regno e in linea con il programma saudita, Vision 2030, che mira tra l'altro a triplicare il traffico passeggeri in Arabia entro il 2030. "Quella di oggi è un'importante pietra miliare nello sviluppo della connettività tra l'Italia e l'Arabia Saudita, un mercato con un forte potenziale - ha dichiarato Ivan Bassato, chief aviation officer di Aeroporti di Roma -. La nuova rotta Roma-Dammam è un'opportunità interessante per incrementare il turismo tra i due Paesi e Adr si impegna a offrire la migliore qualità di servizio ai passeggeri che scelgono di volare da e per Roma". Wizz Air, spiega una nota della low cost, ha siglato un Memorandum of Understanding con il Ministero degli investimenti del Regno dell'Arabia Saudita nel maggio 2022. Il MoU è sostenuto da DC1-Internal Data il Saudi National Air Connectivity Programme, un'iniziativa del Ministero del turismo, volta a migliorare lo sviluppo del settore turistico saudita. "Riflette una visione condivisa tra le parti sul potenziale che Wizz Air potrebbe apportare al Regno per stimolare la domanda turistica, contribuendo così in modo significativo alla crescita programmata dell'Arabia Saudita". [post_title] => Wizz Air operativa da oggi sulla Roma-Dammam (Arabia Saudita) [post_date] => 2022-09-29T13:05:00+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664456700000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431327 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Red Sea Development Company ha incaricato Interface Tourism Italy per la promozione di due nuove destinazioni in fase di sviluppo sul territorio dell’Arabia Saudita: Red Sea e Amaala. Per il prossimo biennio l'agenzia integrata di comunicazione, rappresentanza, relazioni pubbliche, social media e marketing specializzata nel settore turistico, svilupperà da un lato una strategia di marketing e comunicazione a 360° per aumentare la visibilità di queste due destinazioni, mentre, dall’altro, un piano organico e strutturato andrà a sostenere le vendite e stabilire contatti strategici con gli stakeholder del settore. Situato sulla costa occidentale dell'Arabia Saudita, a 500 km a nord di Jeddah, Red Sea si propone come una destinazione di lusso, con una vision all'avanguardia rispetto alla transizione ecologica e turistica globale. Circondata dal quarto sistema di barriera corallina più grande del mondo e da foreste di mangrovie, la destinazione si estende per oltre 28.000 km² con un arcipelago di oltre 90 isole, vulcani inattivi, vaste dune desertiche, canyon montani e siti storici e culturali. L’apertura dei primi hotel è prevista per la metà del 2023. Amaala, lungo la costa nord-occidentale dell'Arabia Saudita, con un'estensione di 4.000 km2 nella riserva Nnaturale del principe Mohammad bin Salman, diventerà la prima destinazione olistica e completamente dedicata al benessere al mondo. L’apertura è fissata per il 2024. [post_title] => Red Sea Development Company sceglie Interface per la promozione in Italia [post_date] => 2022-09-29T11:58:57+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664452737000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431326 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Imbarcherà l'equipaggio a Dubai, per poi dirigersi verso l'Australia, dove inizierà il suo primo ciclo di crociere in veste Carnival. La ex Cosa Luminosa ha lasciato in questi giorni il bacino di Fincantieri di Palermo, dove è andata incontro a un processo di restyling che ha visto l'introduzione di una nuova livrea per lo scafo, pur mantenendo lo stile del vecchio fumaiolo i cui colori si sono allineati al rosso, bianco e blu di Carnival. I lavori hanno inoltre interessato anche alcuni spazi interni, per adeguarne i servizi al modello del brand americano. La Luminosa, recita una nota Gioco Viaggi, salperà da Brisbane con una varietà di itinerari stagionali dal 6 novembre 2022 al 13 aprile 2023 da sette e undici notti, proponendo scali in luoghi come Cairns, Nuova Caledonia e le isole Fiji, per poi riposizionarsi a Seattle per la stagione in Alaska a partire da maggio 2023. Con la sua capacità di 2.260 passeggeri, questo trasferimento da Costa a Carnival Cruise Line, aiuterà ad aumentare la capacità del brand Usa dopo che questi ha visto la cessione di sei navi dal 2020 a oggi. Contemporaneamente, Carnival introdurrà anche il marchio Costa by Carnival, unendo l'atmosfera e il design italiano della Venezia e della Firenze, con il servizio, il cibo e l'intrattenimento Carnival, tanto apprezzato dal mercato nordamericano. Le due navi verranno posizionate rispettivamente a New York nella primavera del 2023 e a Long Beach nella primavera del 2024. [post_title] => La Costa Luminosa in rotta verso Dubai: ultima tappa prima del suo debutto in Australia in veste Carnival [post_date] => 2022-09-29T10:53:24+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664448804000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "isole cook aperte e piu facilmente raggiungibili grazie ai voli di air rarotonga" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":96,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":2135,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431446","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Dal 14 al 16 ottobre, a Genova si terrà l’edizione autunnale dei Rolli Days, l’evento che da oltre dieci anni valorizza e racconta il sito Unesco Le Strade Nuova e il Sistema dei Palazzi dei Rolli. Dal 6 ottobre al 23 gennaio 2023, inoltre, Genova ospiterà la grande mostra “Rubens a Genova” che vedrà protagoniste alcune delle principali opere del grande maestro fiammingo a 400 anni dalla stesura del testo “Palazzi di Genova”, voluto dall’artista per raccontare al mondo l’eccezionalità dei palazzi genovesi, attraverso una serie di dettagliate illustrazioni delle facciate, delle piante, della struttura delle più importanti residenze. La concomitanza di questi due eventi di portata internazionale sarà l’occasione per vivere un’esperienza unica: calcare le orme del diplomatico e pittore fiammingo e visitare quei luoghi che ne suggestionarono la mente e il pennello.\r\n\r\nI Rolli Days, come già avvenuto a primavera per le celebrazioni della Genova Barocca, si articoleranno in sinergia con la mostra, riportando in vita attraverso le parole dei Divulgatori Scientifici i luoghi rubensiani di Genova: racconti che scivoleranno sulle architetture, evocheranno i dipinti, le sculture, gli arazzi, gli argenti di quelle dimore uniche al mondo e daranno corpo alle storie – spesso straordinarie – dei loro proprietari. L’esperienza di visita ai Palazzi dei Rolli rappresenterà l’opportunità di incamminarsi su un itinerario che avrà come sfondo il contesto storico della Genova e dell’Europa del primo Seicento.\r\n\r\nPer permettere una ancora maggiore immedesimazione, i siti selezionati per l’apertura saranno in gran parte quelli contenuti all’interno dell’edizione del 1652 del volume rubensiano (stampato per la prima volta nel 1622) dove trovano posto 35 tra palazzi, ville suburbane e chiese cittadine. In un viaggio che esplora i palazzi del tardo Cinquecento e del Seicento, saranno aperti al pubblico i monumentali edifici di Via Balbi, dalla Galleria di Palazzo Reale ai palazzi dell’Università; le vie del centro storico con le clamorose opere d’arte conservate nella Galleria Nazionale della Liguria di Palazzo Spinola; le straordinarie ville suburbane d’Albaro e Sampierdarena accompagnate dalla superba Villa Pallavicino delle Peschiere.\r\n\r\nNon saranno, però, solo i luoghi “di Rubens” a fare da protagonisti: la prossima edizione dei Rolli Days, infatti, ritroverà un rinnovato e riallestito Palazzo Rosso, con la possibilità di visitare il settecentesco Appartamento di Anton Giulio II Brignole Sale, aperto al pubblico per la prima volta da poche settimane.\r\n\r\nImportante novità dell’edizione di ottobre sarà poi la possibilità di visitare il Conservatorio dei Fieschi.\r\n\r\nA condurre le visite nella maggior parte dei palazzi e dei siti aperti saranno come sempre i giovani Divulgatori Scientifici, professionisti del settore delle humanities pronti a coinvolgere i visitatori con il loro entusiasmo e la loro competenza.\r\n\r\nOltre alle tradizionali visite guidate la manifestazione sarà affiancata da eventi collaterali che accompagneranno il pubblico mostrando a tutti una Genova sempre più vivace dal punto di vista culturale.\r\n\r\n ","post_title":"Genova, dal 14 al 16 ottobre 2022 l'edizione autunnale dei Rolli Days","post_date":"2022-09-30T12:00:04+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1664539204000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431431","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Tornano i fam trip nella Windy City dedicati da Choose Chicago al mercato italiano. Il viaggio è in corso di svolgimento ed è stato organizzato in collaborazione con il tour operator Naar, con l'app GoCity e con Air Canada.  \"Non vedevamo l'ora di riprendere le nostre attività di travel trade e media relations nel mercato italiano - spiega Lynn Osmond, presidente e ceo di Choose Chicago -. Essendo l'aeroporto più collegato degli Stati Uniti, la nostra città può essere facilmente raggiunta con voli diretti o con scali da diverse compagnie aeree, tra cui appunto Air Canada\".\r\n\r\n\"Vogliamo che Chicago sia sempre più conosciuta e appetibile nel mercato italiano - le fa quindi eco la product manager Usa di Naar, Erica Melegari -. Siamo fortemente convinti che sia la prima destinazione da visitare dopo la classica New York, con un'architettura ancora più grande e un sapore tipicamente americano. Inoltre, è molto ben collegata all'Italia e all'Europa da un lato e all'Ovest americano dall'altro; il che la rende facilmente inseribile in qualsiasi itinerario su misura\".\r\n\r\nIl nuovo fam segna anche l'occasione per il ritorno degli investimenti di Choose Chicago sul mercato italiano, con il supporto di Master Consulting, agenzia di riferimento per i progetti di travel trade e media relations.","post_title":"E' in corso di svolgimento il fam trip Choose Chicago nella Windy City in collaborazione con Naar","post_date":"2022-09-30T10:53:58+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1664535238000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431415","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Al via la seconda edizione del Festival del Turismo Esperienziale. In occasione della 42ª Giornata mondiale del turismo, proclamata dalla Organizzazione mondiale del turismo (Unwto), la manifestazione arriva alla sua seconda edizione con un format ricco di attività e novità, tese a favorire non solo la promozione ma anche la commercializzazione dell'offerta turistica esperienziale  italiana ed internazionale.\r\n \r\n\r\n«Raccontiamo come il mercato si sta adeguando a rispondere in maniera sempre più positiva e aderente alle richieste di nuovo turismo - spiega Nicola Ucci, creatore e organizzatore della manifestazione -. Oggi il visitatore si sente protagonista, prova delle emozioni e questo non è altro che un modo per creare un passaparola positivo». \r\n \r\nNella due giorni dell'evento, oltre 100 buyers avranno l'opportunità di scoprire l'offerta dei seller ed espositori accreditati e sarà possibile partecipare a workshop, incontri, momenti di networking,  tavole rotonde e opportunità formative. \r\n\r\n \r\nTra gli eventi in programma, anche la presentazione del libro \"Storie di una antica Caupona\" con l'imprenditore Francesco Di Martino, Salvatore Visciano, professore e presidente di Skal Pompei, e lo storico Flavio Russo, segiota dall'incontro \"I canali di vendita del turismo esperienziale\" con Antonino Percario, former president Skal Roma e Paolo Bartolozzi di Hotel GoGo.\r\n \r\nLe opportunità delle esperienze\r\n \r\nIl turismo esperienziale risponde alla necessità di ridistribuire i flussi e di destagionalizzare, grazie ad una tipologia di offerta che \"è spalmata sul territorio - continua Ucci -, e crea appeal con prodotti pluristagionali\". \r\n\r\n\r\n \r\n\r\nTra i prodotti più gettonati, quelli del turismo all'aria aperta, cicloturismo e trekking, oppure i cammini, non più solo spirituali ma di scoperta delle bellezze naturalistiche, degli aspetti tradizionali, degli usi e costumi dei luoghi attraversati. \"Si tratta di un'offerta che, paradossalmente, arricchisce sia domanda che offerta se ben organizzata\", riflette Ucci.\r\n \r\nTra i mercati stranieri più interessati al prodotto esperienziale, Ucci evidenzia la richiesta del \"mercato nordamericano e nordeuropeo, ma anche il Giappone, grazie all'appeal che questo tipo di mercato ha sui turisti repeaters\". \r\n \r\n\r\n \r\n\r\nIl turismo esperienziale valorizza i territori, anche quelli normalmente poco battuti, e permette di scoprire fino in fondo il territorio, l'ambiente naturale, l'enogastronomia, i piatti tipici, l'artigianato artistico. Un fenomeno importante, che riesce ad attivare nuove economie e nuove figure professionali\".\r\n \r\n","post_title":"Festival del turismo Esperienziale: a Roma l'Italia delle esperienze","post_date":"2022-09-30T10:34:00+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1664534040000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431336","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_431339\" align=\"alignright\" width=\"300\"] Davide Personelli,[/caption]\r\n\r\nwww.hotels-lagons.com è la piattaforma b2b dedicata esclusivamente agli operatori del settore che hanno a disposizione una selezione di 5.500 camere e 411 hotel nelle più esclusive destinazioni tropicali.\r\n\r\n«Proponiamo un livello tariffario diretto come una tariffa negoziata tour operator – commenta  Dominique Goudin, responsabile progetto e direttore operazioni per Hotels & Lagon - attingendo ai nostri allotment e alla nostra banca dati direttamente e senza intermediari;  le agenzie hanno la possibilità di creare il soggiorno determinando la propria commissione e di conseguenza hanno sotto controllo il loro mark-up. In tutte le destinazioni diamo la possibilità di scegliere in opzione i trasferimenti (alle Maldive sono già inclusi) o il noleggio auto, dove è previsto».\r\n\r\nIl team tecnologico è in continuo aggiornamento e per il futuro si punta su implementazioni di ulteriori funzionalità nel sito, come le escursioni e probabilmente i voli. Altri investimenti di marketing seguiranno in funzione dell’evoluzione del mercato. «Per chi lo desidera – aggiunge Davide Personelli, rappresentante commerciale per l’Italia -, abbiamo in pianta stabile, tramite la nostra rappresentanza in Italia, un form di richiesta formazione per l’utilizzo della piattaforma; abbiamo già partecipato ad alcuni eventi importanti come il Tove di Milano organizzato ad aprile da Travel Quotidiano a Milano; stiamo preparando un webinar per la presentazione e la formazione del sito; siamo aperti a sviluppare discorsi integrativi coi principali network italiani, avendo già esperienze importanti con partner di primo livello sul mercato francese».","post_title":"Hotels & Lagons investe su marketing e tecnologia","post_date":"2022-09-30T09:52:32+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1664531552000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431391","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Stagione in ripresa per Tahiti, Polinesia e le sue isole che hanno accolto nuovamente i turisti italiani sfruttando i collegamenti da Parigi, Los Angeles e San Francisco. \"Abbiamo registrato dati interessanti tenendo conto che abbiamo iniziato a lavorare da aprile-maggio e che i dati sono ancora in ribasso ovviamente sul 2019, nonostante tutto i mesi di ottobre e novembre sono andati molto bene - ha commentato  Gabriele Cavallotti, rappresentante in Italia per Tahiti Tourisme, in occasione del roadshow organizzato a Milano e Roma -. La destinazione è trainata dalla Francia e dagli Usa, ma il mercato italiano potrebbe arrivare intorno ai 4.000 ospiti a chiusura anno; siamo senza dubbio ancora distanti dai livelli passati, ma siamo certi dell'alto potenziale\".\r\n\r\nLa promozione punta a nuovi segmenti ma anche su nuovi prodotti, \"per esempio sull'accoglienza delle guesthouse, le ville e le pensioni familiari, valorizzando anche le isole minore che richiedono una spesa più ridotta. Quindi andremo a lavorare su nuove fasce di clientela, non possiamo più limitarci ai viaggi di nozze, certamente  strategico, ma soprattutto intendiamo allargare la stagione, tranne febbraio e marzo\".\r\n\r\nPer il 2023 gli impegni dell'ente prevedono investimenti  con campagne verso  determinati segmenti di viaggio per valorizzare le differenti esperienze in destinazione verso gli high-end spenders, famiglie, ai senior e ai clienti LGBTQIA, accanto ad un focus per promuovere turismo sostenibile, ma anche charter nautici e crociere.\r\n\r\nLa capacità ricettiva della destinazione si attesta a 71.400 camere che corrisponde al 93% del 2019.  Al momento gli hotel stanno registrando occupazioni medie dell'84%, mentre è tornata a pieno regime la capacità aerea. \r\n\r\nLe agenzie e trade restano al centro delle strategie della commercializzazione. \"Il  2023 segnerà una stabilità in termini di numeri dal mercato italiano rafforzando il nostro impegno sul trade - spiega Cavallotti- oggi il 60,5% di emissione biglietteria aerea sulla destinazione proviene dalla adv e questo numero conferma l’importanza che riveste il segmento per la nostra destinazione. Infine, con il Tahiti Specialist Program dedicato alle agenzie abbiamo tra l’altro già raggiunto i 400 iscritti e moltissimi hanno ricevuto la certificazione.","post_title":"Tahiti Tourism punta sul trade per attrarre nuovi target","post_date":"2022-09-30T09:32:15+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1664530335000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431374","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Una strategia vincente quella della Repubblica Dominicana negli ultimi due anni che, dati alla mano, hanno registrato ottimi risultati raggiunti. Le mosse giuste? Investimenti in sicurezza, sul rinnovo del ricettivo e delle infrastrutture, in collaborazione con il privato. Il riconoscimento arriva direttamente dal Wttc, per la migliore gestione della ripresa turistica.\r\n\r\nIn visita a Milano nei giorni scorsi, il ministro del turismo, David Collado, è stato accolto anche da Gabriele Burgio, presidente e ad di Alpitour World, insieme ad Aldo Sarnataro, direttore commerciale di Neos, Pier Ezhaya general manager tour operating di Alpitour e presidente di Astoi, oltre che da Carlo Schiavon, country manger di Costa Crociere.\r\n\r\n“Siamo venuti a riconquistarvi - ha dichiarato il ministro - In 20 anni non era mai successo che un ministro del turismo incontrasse il settore turistico italiano. L’Italia è il sesto mercato più importante per noi e vogliamo che si ricominci da dove siamo rimasti”.\r\n\r\nNel 2019 gli italiani hanno rappresentato il 7% dei visitatori del Vecchio Continente per un totale di 93 mila arrivi e per il 2022 è in previsione il sorpasso. Nel complesso i dati hanno mostrato 110 mila turisti nell’agosto 2020 e 700 mila nell’agosto 2022. Nel dicembre 2021 il recupero era già dell’80% e nonostante la guerra si è giunti a un +120% pre-pandemia.\r\n\r\nI dati parlano di un +7% rispetto ai livelli di pre-pandemia e per il 2022 sono in previsione 7 milioni di turisti complessivi. “Abbiamo aperto al turismo nell’estate del 2020, senza un piano perfetto, ma con il desiderio e la necessità di andare avanti. Il turismo nella Repubblica Dominicana rappresenta il 15% del Pil per un valore di oltre 9 miliardi di dollari. Ci siamo impegnati nella sicurezza e nei protocolli sanitari covid, in un momento in cui neanche le assicurazioni del paese coprivano questa malattia. E' stata lanciata un’assicurazione per la copertura dei turisti e test Pcr covid gratuiti in tutti gli hotel per le richieste di rientro nel proprio Paese\".","post_title":"Repubblica Dominicana avanti tutta. Tornano anche i turisti italiani","post_date":"2022-09-30T09:00:36+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1664528436000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431350","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Wizz Air ha aperto oggi il suo primo volo da Roma a Dammam, che sarà con due frequenze alla settimana. La nuova rotta di oggi è una delle 23 rotte verso l'Arabia Saudita annunciate dalla low cost a conferma dell'impegno della compagnia a sostenere il settore turistico in crescita del Paese, portando oltre un milione di passeggeri nel Regno e in linea con il programma saudita, Vision 2030, che mira tra l'altro a triplicare il traffico passeggeri in Arabia entro il 2030.\r\n\r\n\"Quella di oggi è un'importante pietra miliare nello sviluppo della connettività tra l'Italia e l'Arabia Saudita, un mercato con un forte potenziale - ha dichiarato Ivan Bassato, chief aviation officer di Aeroporti di Roma -. La nuova rotta Roma-Dammam è un'opportunità interessante per incrementare il turismo tra i due Paesi e Adr si impegna a offrire la migliore qualità di servizio ai passeggeri che scelgono di volare da e per Roma\".\r\n\r\nWizz Air, spiega una nota della low cost, ha siglato un Memorandum of Understanding con il Ministero degli investimenti del Regno dell'Arabia Saudita nel maggio 2022. Il MoU è sostenuto da DC1-Internal Data il Saudi National Air Connectivity Programme, un'iniziativa del Ministero del turismo, volta a migliorare lo sviluppo del settore turistico saudita. \"Riflette una visione condivisa tra le parti sul potenziale che Wizz Air potrebbe apportare al Regno per stimolare la domanda turistica, contribuendo così in modo significativo alla crescita programmata dell'Arabia Saudita\".","post_title":"Wizz Air operativa da oggi sulla Roma-Dammam (Arabia Saudita)","post_date":"2022-09-29T13:05:00+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1664456700000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431327","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Red Sea Development Company ha incaricato Interface Tourism Italy per la promozione di due nuove destinazioni in fase di sviluppo sul territorio dell’Arabia Saudita: Red Sea e Amaala.\r\nPer il prossimo biennio l'agenzia integrata di comunicazione, rappresentanza, relazioni pubbliche, social media e marketing specializzata nel settore turistico, svilupperà da un lato una strategia di marketing e comunicazione a 360° per aumentare la visibilità di queste due destinazioni, mentre, dall’altro, un piano organico e strutturato andrà a sostenere le vendite e stabilire contatti strategici con gli stakeholder del settore.\r\nSituato sulla costa occidentale dell'Arabia Saudita, a 500 km a nord di Jeddah, Red Sea si propone come una destinazione di lusso, con una vision all'avanguardia rispetto alla transizione ecologica e turistica globale. Circondata dal quarto sistema di barriera corallina più grande del mondo e da foreste di mangrovie, la destinazione si estende per oltre 28.000 km² con un arcipelago di oltre 90 isole, vulcani inattivi, vaste dune desertiche, canyon montani e siti storici e culturali. L’apertura dei primi hotel è prevista per la metà del 2023.\r\nAmaala, lungo la costa nord-occidentale dell'Arabia Saudita, con un'estensione di 4.000 km2 nella riserva Nnaturale del principe Mohammad bin Salman, diventerà la prima destinazione olistica e completamente dedicata al benessere al mondo. L’apertura è fissata per il 2024.","post_title":"Red Sea Development Company sceglie Interface per la promozione in Italia","post_date":"2022-09-29T11:58:57+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1664452737000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431326","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Imbarcherà l'equipaggio a Dubai, per poi dirigersi verso l'Australia, dove inizierà il suo primo ciclo di crociere in veste Carnival. La ex Cosa Luminosa ha lasciato in questi giorni il bacino di Fincantieri di Palermo, dove è andata incontro a un processo di restyling che ha visto l'introduzione di una nuova livrea per lo scafo, pur mantenendo lo stile del vecchio fumaiolo i cui colori si sono allineati al rosso, bianco e blu di Carnival. I lavori hanno inoltre interessato anche alcuni spazi interni, per adeguarne i servizi al modello del brand americano.\r\n\r\nLa Luminosa, recita una nota Gioco Viaggi, salperà da Brisbane con una varietà di itinerari stagionali dal 6 novembre 2022 al 13 aprile 2023 da sette e undici notti, proponendo scali in luoghi come Cairns, Nuova Caledonia e le isole Fiji, per poi riposizionarsi a Seattle per la stagione in Alaska a partire da maggio 2023. Con la sua capacità di 2.260 passeggeri, questo trasferimento da Costa a Carnival Cruise Line, aiuterà ad aumentare la capacità del brand Usa dopo che questi ha visto la cessione di sei navi dal 2020 a oggi.\r\n\r\nContemporaneamente, Carnival introdurrà anche il marchio Costa by Carnival, unendo l'atmosfera e il design italiano della Venezia e della Firenze, con il servizio, il cibo e l'intrattenimento Carnival, tanto apprezzato dal mercato nordamericano. Le due navi verranno posizionate rispettivamente a New York nella primavera del 2023 e a Long Beach nella primavera del 2024.","post_title":"La Costa Luminosa in rotta verso Dubai: ultima tappa prima del suo debutto in Australia in veste Carnival","post_date":"2022-09-29T10:53:24+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1664448804000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti