25 June 2022

Il 2022 della Francia alza il sipario sugli itinerari “Green & blu”

[ 0 ]

Chateau Royal Amboise – Credit ADT Touraine JC Coutand

La Francia imbocca a grandi passi la rotta della ecosostenibilità con 22 buone ragioni per visitare il Paese nel corso di quest’anno, ciascuna proposta legata a itinerari “Green & blu” che muovono cioè alla scoperta di natura, acqua, arte di vivere e cultura. Ecco alcuni degli itinerari novità del 2022.

Mulhouse, città green e creativa con il museo dall’automobile con 400 modelli e del treno dal 1972 con la prima presentazione ufficiale del Tgv, il circuito in bicicletta su tre paesi Francia, Germania e Svizzera e la navigazione sul Reno. In Normandia tra le molteplici proposte green troviamo il Vecchio Mulin, uno dei punti iconici di Vernon, l’antico mulino ad acqua sull’altra riva della Senna sospeso su due pilastri ruderi del ponte sopravvissuto ai bombardamenti, oggi ristorante, da scoprire attraverso un percorso in bici di 870 miglia lungo la costa tra i luoghi simbolo della Normandia. In bici anche lungo la Senna per 430 chilometri partendo da Le Havre.

La Valle della Loira con la cattedrale di Bourges festeggia il 30° anniversario della sua iscrizione al Patrimonio Mondiale dell’Unesco. In particolare, quest’anno a Chaumont sur Loire si potrà assistere alla prima edizione del Festival Internazionale dei Giardini, laboratorio di creazione contemporanea. Al Castello Reale d’Amboise, fortezza medioevale e luogo di sepoltura di Leonardo da Vinci, è in corso un vasto e spettacolare progetto di restauro cui interverranno i migliori artigiani francesi. Sarà possibile assistere alle varie lavorazioni delle maestranze su vetro e legno di vetrate, della cappella e del campanile. Per il pubblico è stato istituito comunque un percorso, descritto dall’Histopad con la tecnologia della realtà aumentata. Attraverso i percorsi ciclistici è possibile visitare 8 dei 23 più bei castelli della Loira.

A Parigi, Galeries La Fayette si reinventa con nuovo design e nuovi spazi commerciali.

La Provenza e Costa Azzurra si presentano con un nuovo itinerario in 10 tappe sulle tracce di Maria Maddalena, dove si narra vi arrivò via mare a Sainte Maries de la Mer e nella cui cattedrale sono custodite le sue spoglie.

Marsiglia, città green dal patrimonio architettonico tradizionale e moderno, da giugno ospiterà una mostra permanente della Grotta Cosquer con i disegni rupestri degli animali riprodotti a dimensione naturale rispetto all’originale, grotta scoperta a 37 metri di profondità nelle acque Calanques.

Aix en Provence, città d’arte e percorsi green e blu. La città dalle mille fontane e giardini segreti. Luberon e cuore della Provenza offrono percorsi e visite guidate tra vigneti, olio d’oliva e lavanda

Presente all’appuntamento anche la Corsica con il Domaine de Murtoli, hotel di 2,500 ettari, 10 chilometri di spiagge e un campo da Golf. Hotel di Charme realizzato nella tradizionale architettura tipica della costa.

Per la montagna a Le 2 Alpes, la proposta green e Blu, si completa con itinerari in mountain bike. Oltre allo sci l’offerta si arricchisce di itinerari estivi alla scoperta di paesaggi mozzafiato e voli in Hotel parapendio.

Megève invita a scoprire la sua storia legata alla famiglia Rothshild attraverso una mostra fotografica, luogo dove gli sciatori si sono dati appuntamento sulle piste da sci già negli anni ’20 invitati dalla baronessa Noémie de Rothshild. 

Serre Chevalier Vallée Briancon, il più grande comprensorio sciistico del sud, punta sull’impegno ecologico. Si festeggiano quest’anno gli 80 anni della teleferica e i 120 anni della nascita come comprensorio turistico dello sci di questa zona.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti