19 May 2024

Anguilla: Vivian Chambers nuova responsabile vendite e marketing per gli Usa

[ 0 ]

Vivian Chambers della Muse Collection è la nuova responsabile vendite e marketing per gli Stati Uniti dell’Ente del Turismo di Anguilla. La Chambers, in carica dallo scorso 1° febbraio, pianificherà e implementerà le attività di vendita e di destination marketing. Il suo compito è quello di vendere, promuovere i viaggi per Anguilla oltre a mantenere e far crescere il mercato turistico esistente.
“Vivian porta una comprovata esperienza come professionista delle vendite, del marketing e della pianificazione di eventi – ha dichiarato Kenroy Herbert, presidente dell’Ente del Turismo di Anguilla -. Siamo sicuri che la nostra partnership con The Muse Collection porterà ad Anguilla la visibilità e le relazioni necessarie per espandere la nostra clientela, aumentare i nostri arrivi e posizionare la nostra isola come destinazione premium nella regione”.

“È un onore essere stata scelta per rappresentare Anguilla negli Stati Uniti – ha commentato Vivian Chambers -. La gente di Anguilla incarna molti dei valori fondamentali della nostra azienda: la salute, il benessere, la famiglia, la cultura, la storia e le tradizioni. Siamo fiduciosi che insieme faremo crescere la nostra presenza in questo importante mercato”.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467490 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Prenderà il via il prossimo martedì, 21 maggio, il roadshow di Anguilla, organizzato annualmente dall’Ufficio del Turismo per incontrare gli agenti di viaggio più affezionati che avranno l’opportunità di conoscere meglio l'isola caraibica per proporla con più competenza alla propria clientela. La prima tappa sarà a Monza, all’Hotel De La Ville. Il secondo giorno, 22 maggio, il roadshow si sposterà a Treviso al Relais Monaco Country Hotel & Spa. Tappa conclusiva, il 23 maggio, a San Lazzaro di Savena, Bologna alla Villa Valfiore. Insieme all’ufficio del Turismo di Anguilla, rappresentato da Stefano De Paoli e Tiziana Gennari, saranno presenti i rappresentanti di alcuni dei resort più conosciuti dell’isola: per il Belmond Cap Juluca sarà presente Marcello Scaccabarozzi, per il Carimar Beach Club e lo Shoal Bay Villas Patrizia Bilardo e per lo Zemi Beach House Mariapaola Negrini. Anche quest’anno, l’Ufficio del Turismo avrà anche il supporto dell’Aurora Anguilla Resort & Golf Resort, conosciuto da tutti in passato come CuisinArt Golf Resort, che, insieme agli altri resort partecipanti, mette a disposizione soggiorni premio molto apprezzati dai partecipanti. [post_title] => Anguilla incontra gli agenti di viaggio: dal 21 maggio il roadshow in tre tappe [post_date] => 2024-05-16T11:31:23+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715859083000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467486 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Demoskopika lancia l'allarma sul sovraffollamento turistico in molte città italiane. Cinque gli indicatori utilizzati da Demoskopica per generare l’Indice Complessivo di Sovraffollamento Turistico: densità turistica, densità ricettiva, intensità turistica, utilizzazione lorda e quota di rifiuti urbani attribuibili al settore turistico. Il presidente di Demoskopika, Raffaele Rio: «Una gestione poco consapevole e sostenibile dei flussi turistici rischia di trasformare una grande opportunità di arricchimento culturale e sviluppo economico in una preoccupante minaccia per i nostri sistemi locali. Fondamentale monitorare attraverso indicatori territoriali l’evoluzione del fenomeno». Livelli Sono prioritariamente sette le destinazioni provinciali a “soffrire” maggiormente il fenomeno dell’overtourism: Rimini, Venezia, Bolzano, Livorno, Trento, Verona e Napoli. Per loro, il livello previsto dalla scala di valutazione dei ricercatori è “Molto-Alto”. In altri termini, in queste aree il sovraffollamento comincia a essere più che preoccupante con impatti critici sulla qualità della vita locale e sulla sostenibilità delle destinazioni turistiche. Più che rilevante anche il posizionamento di destinazioni turistiche come Roma e Firenze, che si collocano nel livello "Alto" dell’Indice di Demoskopika. In queste destinazioni, in particolare, secondo i ricercatori dell'Istituto, è presente una significativa pressione sulle risorse locali, con evidenti problemi di gestione dei flussi turistici. Sul versante opposto, a subire meno “la massiccia presenza turistica” Benevento, Rieti, Reggio Calabria, Isernia e Campobasso. In queste destinazioni, collocate nel livello “Molto-Basso”, il sovraffollamento turistico è minimo, con impatti limitati su infrastrutture e residenti. E così, ad esempio, si passa dai 64 turisti per residente a Bolzano a meno di un turista per abitante a Benevento. E, ancora, analizzando la concentrazione di turisti per unità di superficie, Venezia registra oltre 14 mila turisti per chilometro quadrato contro gli appena 41 di Enna. E sul versante del contributo del settore turistico alla produzione di rifiuti urbani? In questo caso, il valore dei rifiuti prodotti pro capite, ottenuto dalla differenza tra la produzione pro capite di rifiuti urbani calcolata con la popolazione residente e la produzione pro capite di rifiuti urbani calcolata, invece, con la “popolazione equivalente”, ottenuta aggiungendo alla popolazione residente le presenze turistiche registrate nell’anno e ripartite sui 365 giorni, presenta anch’esso dati fortemente dicotomici: si va dai 71,65 chilogrammi per turista della destinazione provinciale di Rimini ad una valore minimo di 0,92 chilogrammi per turista registrato dal territorio di Isernia. Qualità compromessa L’indice punta a favorire una maggiore evoluzione del fenomeno sui sistemi turistici locali aiutando a comprendere come il turismo incida sulla densità di popolazione, sull'uso delle infrastrutture ricettive, sull'intensità dell'interazione turistica rispetto ai residenti e, infine, sull'impatto ambientale relativo alla gestione dei rifiuti. 1 15 maggio 2024 «L’overtourism – dichiara Raffaele Rio, presidente di Demoskopika - non solo minaccia la sostenibilità delle nostre destinazioni più amate ma rischia anche di compromettere la qualità dell'esperienza per i visitatori e la qualità della vita per i residenti. Il sovraffollamento turistico è un campanello d'allarme che ci chiama ad agire, promuovendo un turismo più responsabile e sostenibile. «È fondamentale – precisa Raffaele Rio - implementare politiche di gestione del turismo che includano limitazioni temporali e numeriche per l'accesso ai luoghi più a rischio, insieme a strategie per promuovere destinazioni alternative meno note ma altrettanto ricche di cultura e bellezza oltre a incentivare il turismo fuori stagione promuovendo i luoghi anche in periodi meno affollati. «In questa direzione, Demoskopika intende supportare i decisori istituzionali ai vari livelli nel monitoraggio dell'impatto turistico, fornendo dati e analisi territoriali per aiutare a bilanciare le esigenze economiche con la sostenibilità ambientale e sociale. È il momento di agire con consapevolezza e responsabilità, per garantire – conclude Raffaele Rio - che il turismo continui a essere una fonte di arricchimento culturale e sviluppo economico senza diventare un peso per le generazioni future». [post_title] => Demoskopika: l'overtourism in Italia può diventare una minaccia [post_date] => 2024-05-16T11:10:54+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715857854000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467169 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ahmed Naufal è il nuovo direttore vendite e marketing del gruppo Sun Siyam Resorts. Nel suo nuovo ruolo, Naufal guiderà le iniziative strategiche di vendita e marketing in tutte e sei le proprietà della compagnia alle Maldive e nello Sri Lanka. Dall’ufficio operativo situato al Sun Siyam Olhuveli, Naufal porta una comprovata esperienza nel settore dell’ospitalità, iniziata 17 anni orsono. La sua collaborazione con il gruppo maldiviano è iniziata in particolare nell'agosto 2021, in qualità di direttore vendite e marketing presso lo stesso Sun Siyam Olhuveli. A marzo 2023 ha quindi assunto il ruolo di cluster director of sales & marketing per i Sun Siyam Iru Veli e Olhuveli. In precedenza, ha ricoperto posizioni chiave in prestigiosi resort alle Maldive, tra cui gli One & Only Kanuhura, Baros Maldives, Milaidhoo, Dhevanafushi Maldives Luxury Resort, Raffles Maldives Meradhoo, Radisson Blu Resort Maldives e Mövenpick Maldives. "La promozione di Naufal dimostra il nostro impegno nel riconoscere e sviluppare talenti eccezionali all'interno del gruppo - sottolinea il ceo di Sun Siyam Resorts, Deepak Booneady -. La sua esperienza e il suo approccio proattivo si allineano perfettamente con gli obiettivi di crescita della nostra azienda. Siamo fiduciosi che la sua leadership spingerà la compagnia verso nuovi traguardi, determinando un aumento delle vendite e della crescita aziendale”. [post_title] => Ahmed Naufal nuovo direttore vendite e marketing Sun Siyam Resorts [post_date] => 2024-05-13T10:32:56+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715596376000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467040 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Archiviato il secondo capitolo andato in scena a Cremona lo scorso 26 marzo, #masterclass, il format territoriale itinerante spin off di Travel Hashtag, è in arrivo nella città di Udine a fine maggio, come evento principale della due giorni di approfondimento sul tema del turismo accessibile e inclusivo, Accessibility for Future, che ospiterà anche i lavori di City Vision. L’iniziativa sarà strutturata in tre diversi momenti: il 30 maggio, al mattino, preview presso l’auditorium Zanon con Nicola Romanelli (presidente Travel Hashtag) e Zaira Magliozzi (co-founder Nebula e content creator) che parleranno di Competenze e Professioni del Turismo di Domani, con i ragazzi di scuole e università impegnati in percorsi di studi legati alla promozione del territorio e all’ospitalità. A introdurre il tema che caratterizzerà la giornata successiva sarà Annalisa Noacco (responsabile Diversity & Inclusion Willeasy), che ingaggerà gli studenti sul valore dell’inclusività in ambito turistico. La giornata del 31 maggio, interamente prevista in sala Valduga presso la sede di Udine della Camera di commercio di Pordenone-Udine, avrà come macro-tema Accessibilità e Inclusione: il turismo per tutti e sarà divisa a sua volta in due parti. Al mattino, Alessandra Priante (presidente Enit), Antonio Bravo (direttore generale PromoTurismoFvg), Miguel Carrasco Hernández (platform director & business development manager Tur4all e membro dello European network for accessible tourism), Gianluca Galimberti (sindaco di Cremona), Roberto Romeo (presidente Anglat), Maria Cristina Schiratti (presidente Anffas Udine e membro del consiglio direttivo di Inclusion Europe), Palmiro Noschese (presidente Confassociazioni turismo, hospitality, food & beverage) e William Del Negro (presidente di Willeasy e fondatore dell’associazione Io ci vado) animeranno un talk dal titolo Turismo inclusivo: meno slogan, più opportunità. Nel primo pomeriggio, tavola rotonda Turismo accessibile, il futuro è appena cominciato: esperti e aziende a confronto, con la partecipazione di Andrea Ferretti (founder Peba Onlus), Paolo Coppola (Professore associato università degli Studi di Udine, membro del board Innovazione tecnologica e trasformazione digitale comune di Milano), Concetta D’Emma (founder Unconventional Hospitality), Andrea Tomasoni (founder Remoove), Giuliana Ganzini (titolare hotel Suite Inn Udine) e Lisa Zancanaro (professionista in ambito forest bathing e terapia forestale). "A Udine proveremo a dare visibilità a un tema di cui non si parla mai abbastanza e che merita un focus continuo e qualificato – spiega Nicola Romanelli, ideatore del format #masterclass e fondatore di Travel Hashtag –: un nuovo capitolo che avrà come obiettivo la condivisione di best pratice, idee e visioni a supporto di uno sviluppo del turismo che si spera diventi sempre più inclusivo, accessibile, oltre che sostenibile anche dal punto di vista sociale”. [post_title] => #masterclass si sposta a Udine a fine maggio: focus sul turismo accessibile [post_date] => 2024-05-10T10:18:05+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715336285000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467049 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Non perde il suo record la Spagna e, per il 30° anno consecutivo, conquista il maggior numero di spiagge nel mondo premiate con la Bandiera Blu. Il riconoscimento per l’ottimo stato dell’acqua e per l’alto livello dei servizi sugli arenili, in particolare l’accessibilità, e la sicurezza di chi le frequenta ne premia quest’anno 638, 11 più dell’anno scorso. Premiati anche 102 porti sportivi, 5 in più del 2023, e 7 imbarcazioni turistiche, 2 in più rispetto all’anno scorso. Il 15% di tutte le Bandiere Blu, dunque, sventola in Spagna. La Comunità Valenciana si riconferma la regione autonoma con più riconoscimenti: 159 tra spiagge e porti, 6 in più rispetto all’anno scorso. Seguono Andalusia con 156 Bandiere Blu, 8 in più rispetto al 2023; Galizia con 125 assegnazioni e Catalogna con 118. Tra le altre Comunità autonome le Bandiere Blu alle Canarie sono 60 come l’anno scorso; 46 alle Baleari (4 in più rispetto al 2023), e 33 a Murcia. E’ dal 1994 che le spiagge spagnole sono saldamente al comando della classifica per le spiagge migliori del mondo. E per quanto riguarda i porti turistici, la Spagna è al terzo posto. Il Segretario di Stato del Turismo Rosario Sánchez Grau ha sottolineato l’importanza della protezione del litorale e ha segnalato che prendersi cura delle destinazioni, rispettare e rigenerare l’ambiente devono essere impegni ad azioni concrete da parte della politica e della società civile. «Siamo una potenza turistica mondiale e dobbiamo esserlo anche nella sostenibilità» ha commentato il Segretario di Stato del Turismo. C’è grande soddisfazione anche nell’Adeac, l’associazione d’educazione ambientale e del consumatore, l’organismo spagnolo responsabile del programma FEE (Foundation for Environmental Education): il record di Bandiere Blu a spiagge e a porti turistici consolida la Spagna come destinazione internazionale di vacanze balneari. José Palacios, presidente dell’associazione, ha sottolineato la qualità delle spiagge e ha elogiato la Comunità di Navarra a cui è stata assegnata per la prima volta una Bandiera Blu nella Bahía de Lerate, a Guesálaz. Sono 7 le spiagge che ricevono per la prima volta l'assegnazione: El Toyo (Almería), Cambriles (Granada), El Encinarejo (Jaén), Banys de Forum (Barcellona), El Torres (Alicante) e le spiagge di Pobla Marina e di Rabdells (Valencia). L’associazione ha premiato anche alcuni comuni con 3 diverse ‘menzioni speciali’ per essersi distinti in educazione ambientale, in soccorso in mare e in accessibilità e inclusività. [post_title] => Bandiere Blu: la Spagna è ancora sul tetto del mondo con 638 spiagge premiate [post_date] => 2024-05-10T09:15:27+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715332527000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467037 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Continua il periodo positivo di Ami Assistance che, dopo aver superato nel 2022 i ricavi registrati nell’ultimo anno pre-Covid di oltre il 20%, chiude il 2023 con un aumento del fatturato del 50% rispetto all’anno precedente. Molto bene anche il primo trimestre del 2024, che segna una crescita del 30%, rispetto allo stesso periodo del 2023. “Siamo estremamente soddisfatti dei risultati ottenuti dall’azienda nel corso del 2023, che si sono dimostrati pienamente in linea con le nostre previsioni di budget e che rappresentano un’ulteriore dimostrazione tangibile della continuità del nostro percorso di crescita degli ultimi anni - spiega Massimo Borelli, responsabile commerciale area Nord Ovest di Ami Assistance -: Un percorso che sta proseguendo nel migliore dei modi anche quest’anno, dato che nei primi tre mesi del 2024 abbiamo superato del 30% i ricavi ottenuti nel primo trimestre 2023, che per noi hanno rappresentato un vero e proprio record rispetto all’anno precedente". Anche nel 2023 le migliori performance in termini di vendita sono state ottenute da Amitravel, la polizza collettiva modulare di Ami Assistance sviluppata su misura per soddisfare le esigenze di tour operator e agenzie di viaggio che organizzano i tour in proprio. “Con l’approssimarsi della stagione estiva effettueremo un vero e proprio restyling della nostra Amitravel, mantenendo inalterate le garanzie molto estese del prodotto che consentono di soddisfare pienamente tutti i bisogni del turista, ma al tempo stesso rinnovandola con ulteriori feature che siamo certi verranno molto apprezzate dagli operatori”.   [post_title] => Ami Assistance: fatturato 2023 a +50%. Restyling in vista per la polizza Amitravel [post_date] => 2024-05-09T13:17:44+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715260664000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466705 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sono Leonardo Massa, vice presidente Southern Europe della divisione crociere di Msc, Danilo Curzi, ceo  e fondatore di Idee per Viaggiare, Maria Paola De Rosa, responsabile vendita corporate, trade e digital di Av Trenitalia, Tommaso Fumelli, vice president sales Italy di Ita Airways, e Domenico Aprea, ceo di Ota Viaggi i  protagonisti del panel in programma in occasione di Obiettivo X: l'evento che lo stesso operatore capitolino Ota Viaggi organizza dal 17 al 19 maggio al CdsHotels Porto Giardino in Puglia. A loro si aggiungerà anche la partecipazione straordinaria di Carlo Alberto Carnevale-Maffè, docente della Bocconi. La convention, giunta alla sua quarta edizione, ha ottenuto inoltre anche quest’anno il sostegno istituzionale da parte dell'Ente nazionale italiano per il turismo (Enit): un patrocinio importante per una manifestazione che si propone di essere un palcoscenico per innovazione, networking e partnership coinvolgendo tutti i protagonisti del panorama turistico italiano. A partecipare alla tre giorni saranno 298 agenzie di viaggi, 123 ospiti e 74 tra componenti dello staff e collaboratori, tutti provenienti da 16 regioni italiane [post_title] => Obiettivo X: tutti i protagonisti del panel dell'evento griffato Ota Viaggi [post_date] => 2024-05-06T10:19:37+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1714990777000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466701 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Delta Air Linesha svelato la livrea personalizzata Team Usa a Tolosa, sede del quartier generale di Airbus e dove quest’anno l’aereo è stato realizzato e dipinto. Il nuovo A350 celebra la partnership di otto anni tra la compagnia aerea e il Comitato Olimpico e Paralimpico degli Stati Uniti, che proseguirà fino ai Giochi Olimpici e Paralimpici di Los Angeles 2028. «La presentazione dell'aeromobile Team Usa per i Giochi Olimpici e Paralimpici di Parigi 2024 segna un'importante traguardo per il sostegno di Delta a Team Usa, in vista dell'inizio delle competizioni tra pochi mesi - ha dichiarato Alicia Tillman, chief marketing officer -. La livrea, ideata dal nostro gruppo creativo interno, rappresenta l'impegno di Delta nei confronti di Team Usa e la nostra partnership per motivare questi atleti ad esprimere il loro massimo potenziale. Quando l'aereo volerà in giro per il mondo nei prossimi mesi e anni, speriamo venga visto come un simbolo del duro lavoro, della dedizione e della spinta verso il meglio che Team Usa e Delta condividono naturalmente».   La livrea personalizzata è stata progettata nel corso di diversi mesi da Alessandra Rabellino e dal team interno di brand design di Delta, Window Seat. Sfoggia i colori rosso, bianco e blu con la scritta “Team Usa” che campeggia sulle fiancate e mantiene gli elementi della livrea dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Pechino 2022, in tributo all'inizio della partnership, ma include al contempo caratteristiche che guardano a Parigi e oltre. In qualità di compagnia aerea ufficiale del Team Usa, il vettore organizzerà i viaggi di tutti gli atleti olimpici e paralimpici statunitensi per i Giochi Olimpici e Paralimpici di Parigi 2024, i Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali di Milano 2026 e i Giochi Olimpici e Paralimpici di Los Angeles 2028, di cui è anche inaugural founding partner. Delta è stata in passato sponsor della sua città natale nei Giochi Olimpici e Paralimpici di Atlanta 1996 e di Salt Lake City 2002. [post_title] => Delta Air Lines: ecco il nuovo Airbus A350 con la livrea dedicata al Team Usa [post_date] => 2024-05-06T10:07:20+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1714990040000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466647 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Commissione europea ha inviato ieri lettere a venti compagnie aeree europee, tra cui Air France, la sua divisione olandese KLM e Brussels Airlines, controllata da Lufthansa, avvertendole di smettere di ingannare il pubblico con le loro dichiarazioni di sostenibilità non dimostrabili. La Commissione elenca nella sua lettera gli inganni a cui le compagnie aeree sottopongono i consumatori e li avverte che devono smettere di farlo. Ad esempio, usano il termine “Sustainable Aviation Fuel” (SAF), senza spiegare l’impatto che ha; o termini come "verde", "sostenibile" o "responsabile", che implicano implicitamente che la propria attività non inquina. Sostenibilità senza prove La Commissione afferma che queste pratiche sono fuorvianti e menziona gli articoli attraverso i quali potrebbe sanzionare le compagnie aeree, ma le avverte solo che devono porre fine a queste pratiche. La lettera spiega che la trasparenza deve prevalere nei rapporti con i consumatori e che per fare ciò i risultati ambientali devono smettere di essere attribuiti. Bruxelles denuncia la pratica di presentare ai consumatori una "calcolatrice" per quantificare le emissioni di CO2 di un volo specifico, senza fornire sufficienti prove scientifiche dell'affidabilità del calcolo e senza informazioni sugli elementi utilizzati per il calcolo stesso. Possibili sanzioni La Commissione europea e le autorità della rete CPC hanno invitato le compagnie aeree a inviare, entro 30 giorni, una risposta che illustri le misure proposte per dissipare le preoccupazioni derivanti dalle loro asserzioni di marketing ambientale ai sensi del diritto dell'UE in materia di tutela dei consumatori. Dopo aver ricevuto le risposte, la Commissione europea organizzerà riunioni con la rete CPC e le compagnie aeree per discutere le soluzioni proposte dalle compagnie stesse e monitorerà l'attuazione delle modifiche concordate. Se le compagnie aeree interessate non adottano le misure necessarie per fugare le preoccupazioni sollevate nella lettera, le autorità della rete CPC possono decidere di adottare ulteriori misure di esecuzione, anche di tipo sanzionatorio. Per chi non lo sapesse CPC  è una rete di autorità responsabili dell'applicazione della legislazione dell'UE in materia di tutela dei consumatori.   [post_title] => L'Europa scrive a 20 compagnie aeree per sospetto greenwashing [post_date] => 2024-05-03T10:38:31+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1714732711000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "anguilla vivian chambers nuova responsabile vendite e marketing per gli usa" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":57,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":534,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467490","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Prenderà il via il prossimo martedì, 21 maggio, il roadshow di Anguilla, organizzato annualmente dall’Ufficio del Turismo per incontrare gli agenti di viaggio più affezionati che avranno l’opportunità di conoscere meglio l'isola caraibica per proporla con più competenza alla propria clientela.\r\n\r\nLa prima tappa sarà a Monza, all’Hotel De La Ville. Il secondo giorno, 22 maggio, il roadshow si sposterà a Treviso al Relais Monaco Country Hotel & Spa. Tappa conclusiva, il 23 maggio, a San Lazzaro di Savena, Bologna alla Villa Valfiore.\r\n\r\nInsieme all’ufficio del Turismo di Anguilla, rappresentato da Stefano De Paoli e Tiziana Gennari, saranno presenti i rappresentanti di alcuni dei resort più conosciuti dell’isola: per il Belmond Cap Juluca sarà presente Marcello Scaccabarozzi, per il Carimar Beach Club e lo Shoal Bay Villas Patrizia Bilardo e per lo Zemi Beach House Mariapaola Negrini.\r\n\r\nAnche quest’anno, l’Ufficio del Turismo avrà anche il supporto dell’Aurora Anguilla Resort & Golf Resort, conosciuto da tutti in passato come CuisinArt Golf Resort, che, insieme agli altri resort partecipanti, mette a disposizione soggiorni premio molto apprezzati dai partecipanti.","post_title":"Anguilla incontra gli agenti di viaggio: dal 21 maggio il roadshow in tre tappe","post_date":"2024-05-16T11:31:23+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1715859083000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467486","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Demoskopika lancia l'allarma sul sovraffollamento turistico in molte città italiane. Cinque gli indicatori utilizzati da Demoskopica per generare l’Indice Complessivo di Sovraffollamento Turistico: densità turistica, densità ricettiva, intensità turistica, utilizzazione lorda e quota di rifiuti urbani attribuibili al settore turistico.\r\n\r\nIl presidente di Demoskopika, Raffaele Rio: «Una gestione poco consapevole e sostenibile dei flussi turistici rischia di trasformare una grande opportunità di arricchimento culturale e sviluppo economico in una preoccupante minaccia per i nostri sistemi locali. Fondamentale monitorare attraverso indicatori territoriali l’evoluzione del fenomeno».\r\nLivelli\r\nSono prioritariamente sette le destinazioni provinciali a “soffrire” maggiormente il fenomeno dell’overtourism: Rimini, Venezia, Bolzano, Livorno, Trento, Verona e Napoli. Per loro, il livello previsto dalla scala di valutazione dei ricercatori è “Molto-Alto”. In altri termini, in queste aree il sovraffollamento comincia a essere più che preoccupante con impatti critici sulla qualità della vita locale e sulla sostenibilità delle destinazioni turistiche.\r\n\r\nPiù che rilevante anche il posizionamento di destinazioni turistiche come Roma e Firenze, che si collocano nel livello \"Alto\" dell’Indice di Demoskopika. In queste destinazioni, in particolare, secondo i ricercatori dell'Istituto, è presente una significativa pressione sulle risorse locali, con evidenti problemi di gestione dei flussi turistici.\r\n\r\nSul versante opposto, a subire meno “la massiccia presenza turistica” Benevento, Rieti, Reggio Calabria, Isernia e Campobasso. In queste destinazioni, collocate nel livello “Molto-Basso”, il sovraffollamento turistico è minimo, con impatti limitati su infrastrutture e residenti. E così, ad esempio, si passa dai 64 turisti per residente a Bolzano a meno di un turista per abitante a Benevento.\r\n\r\nE, ancora, analizzando la concentrazione di turisti per unità di superficie, Venezia registra oltre 14 mila turisti per chilometro quadrato contro gli appena 41 di Enna. E sul versante del contributo del settore turistico alla produzione di rifiuti urbani?\r\n\r\nIn questo caso, il valore dei rifiuti prodotti pro capite, ottenuto dalla differenza tra la produzione pro capite di rifiuti urbani calcolata con la popolazione residente e la produzione pro capite di rifiuti urbani calcolata, invece, con la “popolazione equivalente”, ottenuta aggiungendo alla popolazione residente le presenze turistiche registrate nell’anno e ripartite sui 365 giorni, presenta anch’esso dati fortemente dicotomici: si va dai 71,65 chilogrammi per turista della destinazione provinciale di Rimini ad una valore minimo di 0,92 chilogrammi per turista registrato dal territorio di Isernia.\r\nQualità compromessa\r\nL’indice punta a favorire una maggiore evoluzione del fenomeno sui sistemi turistici locali aiutando a comprendere come il turismo incida sulla densità di popolazione, sull'uso delle infrastrutture ricettive, sull'intensità dell'interazione turistica rispetto ai residenti e, infine, sull'impatto ambientale relativo alla gestione dei rifiuti. 1 15 maggio 2024\r\n\r\n«L’overtourism – dichiara Raffaele Rio, presidente di Demoskopika - non solo minaccia la sostenibilità delle nostre destinazioni più amate ma rischia anche di compromettere la qualità dell'esperienza per i visitatori e la qualità della vita per i residenti. Il sovraffollamento turistico è un campanello d'allarme che ci chiama ad agire, promuovendo un turismo più responsabile e sostenibile.\r\n\r\n«È fondamentale – precisa Raffaele Rio - implementare politiche di gestione del turismo che includano limitazioni temporali e numeriche per l'accesso ai luoghi più a rischio, insieme a strategie per promuovere destinazioni alternative meno note ma altrettanto ricche di cultura e bellezza oltre a incentivare il turismo fuori stagione promuovendo i luoghi anche in periodi meno affollati.\r\n\r\n«In questa direzione, Demoskopika intende supportare i decisori istituzionali ai vari livelli nel monitoraggio dell'impatto turistico, fornendo dati e analisi territoriali per aiutare a bilanciare le esigenze economiche con la sostenibilità ambientale e sociale. È il momento di agire con consapevolezza e responsabilità, per garantire – conclude Raffaele Rio - che il turismo continui a essere una fonte di arricchimento culturale e sviluppo economico senza diventare un peso per le generazioni future».","post_title":"Demoskopika: l'overtourism in Italia può diventare una minaccia","post_date":"2024-05-16T11:10:54+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1715857854000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467169","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ahmed Naufal è il nuovo direttore vendite e marketing del gruppo Sun Siyam Resorts. Nel suo nuovo ruolo, Naufal guiderà le iniziative strategiche di vendita e marketing in tutte e sei le proprietà della compagnia alle Maldive e nello Sri Lanka. Dall’ufficio operativo situato al Sun Siyam Olhuveli, Naufal porta una comprovata esperienza nel settore dell’ospitalità, iniziata 17 anni orsono.\r\n\r\nLa sua collaborazione con il gruppo maldiviano è iniziata in particolare nell'agosto 2021, in qualità di direttore vendite e marketing presso lo stesso Sun Siyam Olhuveli. A marzo 2023 ha quindi assunto il ruolo di cluster director of sales & marketing per i Sun Siyam Iru Veli e Olhuveli. In precedenza, ha ricoperto posizioni chiave in prestigiosi resort alle Maldive, tra cui gli One & Only Kanuhura, Baros Maldives, Milaidhoo, Dhevanafushi Maldives Luxury Resort, Raffles Maldives Meradhoo, Radisson Blu Resort Maldives e Mövenpick Maldives.\r\n\r\n\"La promozione di Naufal dimostra il nostro impegno nel riconoscere e sviluppare talenti eccezionali all'interno del gruppo - sottolinea il ceo di Sun Siyam Resorts, Deepak Booneady -. La sua esperienza e il suo approccio proattivo si allineano perfettamente con gli obiettivi di crescita della nostra azienda. Siamo fiduciosi che la sua leadership spingerà la compagnia verso nuovi traguardi, determinando un aumento delle vendite e della crescita aziendale”.","post_title":"Ahmed Naufal nuovo direttore vendite e marketing Sun Siyam Resorts","post_date":"2024-05-13T10:32:56+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1715596376000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467040","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Archiviato il secondo capitolo andato in scena a Cremona lo scorso 26 marzo, #masterclass, il format territoriale itinerante spin off di Travel Hashtag, è in arrivo nella città di Udine a fine maggio, come evento principale della due giorni di approfondimento sul tema del turismo accessibile e inclusivo, Accessibility for Future, che ospiterà anche i lavori di City Vision.\r\n\r\nL’iniziativa sarà strutturata in tre diversi momenti: il 30 maggio, al mattino, preview presso l’auditorium Zanon con Nicola Romanelli (presidente Travel Hashtag) e Zaira Magliozzi (co-founder Nebula e content creator) che parleranno di Competenze e Professioni del Turismo di Domani, con i ragazzi di scuole e università impegnati in percorsi di studi legati alla promozione del territorio e all’ospitalità. A introdurre il tema che caratterizzerà la giornata successiva sarà Annalisa Noacco (responsabile Diversity & Inclusion Willeasy), che ingaggerà gli studenti sul valore dell’inclusività in ambito turistico.\r\n\r\nLa giornata del 31 maggio, interamente prevista in sala Valduga presso la sede di Udine della Camera di commercio di Pordenone-Udine, avrà come macro-tema Accessibilità e Inclusione: il turismo per tutti e sarà divisa a sua volta in due parti. Al mattino, Alessandra Priante (presidente Enit), Antonio Bravo (direttore generale PromoTurismoFvg), Miguel Carrasco Hernández (platform director & business development manager Tur4all e membro dello European network for accessible tourism), Gianluca Galimberti (sindaco di Cremona), Roberto Romeo (presidente Anglat), Maria Cristina Schiratti (presidente Anffas Udine e membro del consiglio direttivo di Inclusion Europe), Palmiro Noschese (presidente Confassociazioni turismo, hospitality, food & beverage) e William Del Negro (presidente di Willeasy e fondatore dell’associazione Io ci vado) animeranno un talk dal titolo Turismo inclusivo: meno slogan, più opportunità.\r\n\r\nNel primo pomeriggio, tavola rotonda Turismo accessibile, il futuro è appena cominciato: esperti e aziende a confronto, con la partecipazione di Andrea Ferretti (founder Peba Onlus), Paolo Coppola (Professore associato università degli Studi di Udine, membro del board Innovazione tecnologica e trasformazione digitale comune di Milano), Concetta D’Emma (founder Unconventional Hospitality), Andrea Tomasoni (founder Remoove), Giuliana Ganzini (titolare hotel Suite Inn Udine) e Lisa Zancanaro (professionista in ambito forest bathing e terapia forestale).\r\n\r\n\"A Udine proveremo a dare visibilità a un tema di cui non si parla mai abbastanza e che merita un focus continuo e qualificato – spiega Nicola Romanelli, ideatore del format #masterclass e fondatore di Travel Hashtag –: un nuovo capitolo che avrà come obiettivo la condivisione di best pratice, idee e visioni a supporto di uno sviluppo del turismo che si spera diventi sempre più inclusivo, accessibile, oltre che sostenibile anche dal punto di vista sociale”.","post_title":"#masterclass si sposta a Udine a fine maggio: focus sul turismo accessibile","post_date":"2024-05-10T10:18:05+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1715336285000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467049","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Non perde il suo record la Spagna e, per il 30° anno consecutivo, conquista il maggior numero di spiagge nel mondo premiate con la Bandiera Blu. Il riconoscimento per l’ottimo stato dell’acqua e per l’alto livello dei servizi sugli arenili, in particolare l’accessibilità, e la sicurezza di chi le frequenta ne premia quest’anno 638, 11 più dell’anno scorso. Premiati anche 102 porti sportivi, 5 in più del 2023, e 7 imbarcazioni turistiche, 2 in più rispetto all’anno scorso. Il 15% di tutte le Bandiere Blu, dunque, sventola in Spagna.\r\nLa Comunità Valenciana si riconferma la regione autonoma con più riconoscimenti: 159 tra spiagge e porti, 6 in più rispetto all’anno scorso. Seguono Andalusia con 156 Bandiere Blu, 8 in più rispetto al 2023; Galizia con 125 assegnazioni e Catalogna con 118. Tra le altre Comunità autonome le Bandiere Blu alle Canarie sono 60 come l’anno scorso; 46 alle Baleari (4 in più rispetto al 2023), e 33 a Murcia.\r\n\r\nE’ dal 1994 che le spiagge spagnole sono saldamente al comando della classifica per le spiagge migliori del mondo. E per quanto riguarda i porti turistici, la Spagna è al terzo posto. Il Segretario di Stato del Turismo Rosario Sánchez Grau ha sottolineato l’importanza della protezione del litorale e ha segnalato che prendersi cura delle destinazioni, rispettare e rigenerare l’ambiente devono essere impegni ad azioni concrete da parte della politica e della società civile. «Siamo una potenza turistica mondiale e dobbiamo esserlo anche nella sostenibilità» ha commentato il Segretario di Stato del Turismo.\r\n\r\nC’è grande soddisfazione anche nell’Adeac, l’associazione d’educazione ambientale e del consumatore, l’organismo spagnolo responsabile del programma FEE (Foundation for Environmental Education): il record di Bandiere Blu a spiagge e a porti turistici consolida la Spagna come destinazione internazionale di vacanze balneari.\r\n\r\nJosé Palacios, presidente dell’associazione, ha sottolineato la qualità delle spiagge e ha elogiato la Comunità di Navarra a cui è stata assegnata per la prima volta una Bandiera Blu nella Bahía de Lerate, a Guesálaz. Sono 7 le spiagge che ricevono per la prima volta l'assegnazione: El Toyo (Almería), Cambriles (Granada), El Encinarejo (Jaén), Banys de Forum (Barcellona), El Torres (Alicante) e le spiagge di Pobla Marina e di Rabdells (Valencia). L’associazione ha premiato anche alcuni comuni con 3 diverse ‘menzioni speciali’ per essersi distinti in educazione ambientale, in soccorso in mare e in accessibilità e inclusività.","post_title":"Bandiere Blu: la Spagna è ancora sul tetto del mondo con 638 spiagge premiate","post_date":"2024-05-10T09:15:27+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1715332527000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467037","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Continua il periodo positivo di Ami Assistance che, dopo aver superato nel 2022 i ricavi registrati nell’ultimo anno pre-Covid di oltre il 20%, chiude il 2023 con un aumento del fatturato del 50% rispetto all’anno precedente. Molto bene anche il primo trimestre del 2024, che segna una crescita del 30%, rispetto allo stesso periodo del 2023.\r\n\r\n“Siamo estremamente soddisfatti dei risultati ottenuti dall’azienda nel corso del 2023, che si sono dimostrati pienamente in linea con le nostre previsioni di budget e che rappresentano un’ulteriore dimostrazione tangibile della continuità del nostro percorso di crescita degli ultimi anni - spiega Massimo Borelli, responsabile commerciale area Nord Ovest di Ami Assistance -: Un percorso che sta proseguendo nel migliore dei modi anche quest’anno, dato che nei primi tre mesi del 2024 abbiamo superato del 30% i ricavi ottenuti nel primo trimestre 2023, che per noi hanno rappresentato un vero e proprio record rispetto all’anno precedente\".\r\n\r\nAnche nel 2023 le migliori performance in termini di vendita sono state ottenute da Amitravel, la polizza collettiva modulare di Ami Assistance sviluppata su misura per soddisfare le esigenze di tour operator e agenzie di viaggio che organizzano i tour in proprio. “Con l’approssimarsi della stagione estiva effettueremo un vero e proprio restyling della nostra Amitravel, mantenendo inalterate le garanzie molto estese del prodotto che consentono di soddisfare pienamente tutti i bisogni del turista, ma al tempo stesso rinnovandola con ulteriori feature che siamo certi verranno molto apprezzate dagli operatori”.\r\n\r\n ","post_title":"Ami Assistance: fatturato 2023 a +50%. Restyling in vista per la polizza Amitravel","post_date":"2024-05-09T13:17:44+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1715260664000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466705","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sono Leonardo Massa, vice presidente Southern Europe della divisione crociere di Msc, Danilo Curzi, ceo  e fondatore di Idee per Viaggiare, Maria Paola De Rosa, responsabile vendita corporate, trade e digital di Av Trenitalia, Tommaso Fumelli, vice president sales Italy di Ita Airways, e Domenico Aprea, ceo di Ota Viaggi i  protagonisti del panel in programma in occasione di Obiettivo X: l'evento che lo stesso operatore capitolino Ota Viaggi organizza dal 17 al 19 maggio al CdsHotels Porto Giardino in Puglia. A loro si aggiungerà anche la partecipazione straordinaria di Carlo Alberto Carnevale-Maffè, docente della Bocconi.\r\n\r\nLa convention, giunta alla sua quarta edizione, ha ottenuto inoltre anche quest’anno il sostegno istituzionale da parte dell'Ente nazionale italiano per il turismo (Enit): un patrocinio importante per una manifestazione che si propone di essere un palcoscenico per innovazione, networking e partnership coinvolgendo tutti i protagonisti del panorama turistico italiano. A partecipare alla tre giorni saranno 298 agenzie di viaggi, 123 ospiti e 74 tra componenti dello staff e collaboratori, tutti provenienti da 16 regioni italiane","post_title":"Obiettivo X: tutti i protagonisti del panel dell'evento griffato Ota Viaggi","post_date":"2024-05-06T10:19:37+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1714990777000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466701","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Delta Air Linesha svelato la livrea personalizzata Team Usa a Tolosa, sede del quartier generale di Airbus e dove quest’anno l’aereo è stato realizzato e dipinto. Il nuovo A350 celebra la partnership di otto anni tra la compagnia aerea e il Comitato Olimpico e Paralimpico degli Stati Uniti, che proseguirà fino ai Giochi Olimpici e Paralimpici di Los Angeles 2028.\r\n\r\n«La presentazione dell'aeromobile Team Usa per i Giochi Olimpici e Paralimpici di Parigi 2024 segna un'importante traguardo per il sostegno di Delta a Team Usa, in vista dell'inizio delle competizioni tra pochi mesi - ha dichiarato Alicia Tillman, chief marketing officer -. La livrea, ideata dal nostro gruppo creativo interno, rappresenta l'impegno di Delta nei confronti di Team Usa e la nostra partnership per motivare questi atleti ad esprimere il loro massimo potenziale. Quando l'aereo volerà in giro per il mondo nei prossimi mesi e anni, speriamo venga visto come un simbolo del duro lavoro, della dedizione e della spinta verso il meglio che Team Usa e Delta condividono naturalmente».  \r\n\r\nLa livrea personalizzata è stata progettata nel corso di diversi mesi da Alessandra Rabellino e dal team interno di brand design di Delta, Window Seat. Sfoggia i colori rosso, bianco e blu con la scritta “Team Usa” che campeggia sulle fiancate e mantiene gli elementi della livrea dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Pechino 2022, in tributo all'inizio della partnership, ma include al contempo caratteristiche che guardano a Parigi e oltre.\r\n\r\nIn qualità di compagnia aerea ufficiale del Team Usa, il vettore organizzerà i viaggi di tutti gli atleti olimpici e paralimpici statunitensi per i Giochi Olimpici e Paralimpici di Parigi 2024, i Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali di Milano 2026 e i Giochi Olimpici e Paralimpici di Los Angeles 2028, di cui è anche inaugural founding partner.\r\n\r\nDelta è stata in passato sponsor della sua città natale nei Giochi Olimpici e Paralimpici di Atlanta 1996 e di Salt Lake City 2002.","post_title":"Delta Air Lines: ecco il nuovo Airbus A350 con la livrea dedicata al Team Usa","post_date":"2024-05-06T10:07:20+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1714990040000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466647","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La Commissione europea ha inviato ieri lettere a venti compagnie aeree europee, tra cui Air France, la sua divisione olandese KLM e Brussels Airlines, controllata da Lufthansa, avvertendole di smettere di ingannare il pubblico con le loro dichiarazioni di sostenibilità non dimostrabili.\r\n\r\nLa Commissione elenca nella sua lettera gli inganni a cui le compagnie aeree sottopongono i consumatori e li avverte che devono smettere di farlo.\r\n\r\nAd esempio, usano il termine “Sustainable Aviation Fuel” (SAF), senza spiegare l’impatto che ha; o termini come \"verde\", \"sostenibile\" o \"responsabile\", che implicano implicitamente che la propria attività non inquina.\r\nSostenibilità senza prove\r\nLa Commissione afferma che queste pratiche sono fuorvianti e menziona gli articoli attraverso i quali potrebbe sanzionare le compagnie aeree, ma le avverte solo che devono porre fine a queste pratiche. La lettera spiega che la trasparenza deve prevalere nei rapporti con i consumatori e che per fare ciò i risultati ambientali devono smettere di essere attribuiti.\r\n\r\nBruxelles denuncia la pratica di presentare ai consumatori una \"calcolatrice\" per quantificare le emissioni di CO2 di un volo specifico, senza fornire sufficienti prove scientifiche dell'affidabilità del calcolo e senza informazioni sugli elementi utilizzati per il calcolo stesso.\r\nPossibili sanzioni\r\nLa Commissione europea e le autorità della rete CPC hanno invitato le compagnie aeree a inviare, entro 30 giorni, una risposta che illustri le misure proposte per dissipare le preoccupazioni derivanti dalle loro asserzioni di marketing ambientale ai sensi del diritto dell'UE in materia di tutela dei consumatori.\r\n\r\nDopo aver ricevuto le risposte, la Commissione europea organizzerà riunioni con la rete CPC e le compagnie aeree per discutere le soluzioni proposte dalle compagnie stesse e monitorerà l'attuazione delle modifiche concordate. Se le compagnie aeree interessate non adottano le misure necessarie per fugare le preoccupazioni sollevate nella lettera, le autorità della rete CPC possono decidere di adottare ulteriori misure di esecuzione, anche di tipo sanzionatorio.\r\n\r\nPer chi non lo sapesse CPC  è una rete di autorità responsabili dell'applicazione della legislazione dell'UE in materia di tutela dei consumatori.\r\n\r\n ","post_title":"L'Europa scrive a 20 compagnie aeree per sospetto greenwashing","post_date":"2024-05-03T10:38:31+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1714732711000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti