28 May 2024

Dal 16 maggio la mascherina non è più obbligatoria sugli aerei

[ 0 ]

L’Agenzia dell’Unione europea per la sicurezza aerea (Easa) e il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) hanno annunciato che, a partire dal 16 maggio, l’uso della mascherina sugli aerei non sarà più obbligatorio.

A partire dalla prossima settimana, le mascherine per il viso non saranno più obbligatorie sui viaggi aerei in tutti i casi, in linea con i requisiti in evoluzione delle autorità nazionali di tutta Europa per il trasporto pubblico. 

Raccomandazione

Tuttavia, questa è una raccomandazione, quindi la cosa rimane nelle mani dei governi. Ad esempio, sui voli da o verso un paese in cui l’uso delle mascherine è ancora obbligatorio sui mezzi pubblici, continuerà ad essere necessaria. Allo stesso modo, i passeggeri ad alto rischio devono continuare a utilizzarla.

D’altra parte il suo utilizzo è ancora uno dei modi migliori per ridurre la trasmissione. «Sebbene l’uso obbligatorio delle mascherine non sia più raccomandato, è importante notare che, insieme al distanziamento fisico e alla buona igiene delle mani, è uno dei metodi migliori per ridurre la trasmissione», ha affermato il direttore dell’Ecdc Andrea Ammond.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468275 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] =>   [caption id="attachment_391117" align="alignleft" width="300"] Daniel Caprile[/caption] Un volo charter che collegherà direttamente Genova a Düsseldorf. Costa Crociere e Aeroporto di Genova rafforzano la loro collaborazione per l'estate 2025, grazie a questo nuovo servizio operato da Condor con un Airbus A320 da 180 posti, dedicato agli ospiti tedeschi della compagnia di crociere. Ogni domenica, dal 4 maggio al 19 ottobre 2025, il charter volerà quindi dall’aeroporto di Düsseldorf a quello di Genova, dove atterrerà alle 13.30, consentendo così agli ospiti tedeschi di raggiungere Savona via transfer con un ampio margine di tempo, per imbacarsi a bordo della Costa Toscana. Il volo ripartirà alle 14.20 da Genova, riportando a casa gli ospiti tedeschi che invece avranno terminato la loro crociera, con l’ultimo volo di ritorno previsto il 26 ottobre 2025. Il programma prevede un totale di 26 rotazioni, con una stima di circa 4.700 passeggeri, che andranno a incrementare il traffico dell’aeroporto di Genova. Il collegamento offrirà la possibilità di usufruire dei servizi di inbond e off-airport check-in: gli ospiti potranno consegnare i bagagli a Düsseldorf per ritrovarli nella propria cabina. Al termine della crociera, potranno effettuare il check-in per il volo di rientro e consegnare i loro bagagli direttamente a bordo, per ritirarli poi all’aeroporto tedesco. Nel corso dell’estate 2025 la Toscana offrirà un itinerario di una settimana alla scoperta di Italia, Francia e Spagna, con visite a Savona, Marsiglia, Barcellona, Ibiza, Palermo, Civitavecchia/Roma. “Questo nuovo volo charter conferma il nostro impegno a rendere sempre più accessibili le crociere, grazie a collegamenti aerei comodi e dotati di servizi di qualità - sottolinea il vice president pricing & revenue management, itinerary & transportation di Costa Crociere, Daniel Caprile -. L’aeroporto di Genova rappresenta una soluzione molto interessante per raggiungere questo obiettivo, vista la sua posizione strategica rispetto sia al porto della città della Lanterna sia a quello di Savona, due dei principali scali di imbarco della nostra compagnia nel Mediterraneo". “Siamo lieti e orgogliosi di poter annunciare insieme a un partner di eccellenza come Costa l’avvio, a partire da maggio 2025, di questi voli che segnano l’inizio di una nuova collaborazione - gli fa eco Francesco D’Amico, direttore generale di Aeroporto di Genova – Un primo passo verso la realizzazione del progetto comune di cui si è più volte parlato negli ultimi mesi, che contribuirà alla crescita dei volumi del nostro aeroporto e all’incremento dei flussi turistici verso la Liguria”.     [post_title] => Costa e Aeroporto di Genova: dall'estate 2025 al via un charter da Düsseldorf per il mercato tedesco [post_date] => 2024-05-28T12:42:51+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716900171000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468184 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il sodalizio tra Emirates e l'Italia si esplicita anche attraverso prodotti e cibi che contraddistinguono l'offerta di bordo della compagnia aerea di Dubai.  Emirates celebra l’italianità, mettendo in risalto il gusto unico del Paese nel cibo e nei vini che vengono serviti sui propri voli verso oltre 130 destinazioni. Dagli amenity kit di Bulgari al caffè Lavazza, dall'olio d'oliva e aceto balsamico di Monte Vibiano ai vini italiani: l'esperienza a bordo degli aerei Emirates è all'insegna del lusso Made in Italy. I numeri? Sono 3,2 milioni gli amenity kit Bulgari che, solo nel 2023, sono stati distribuiti a bordo dei voli del vettore; tra la selezioni di vini serviti a bordo, 11 sono italiani: i soli vini italiani hanno un valore complessivo di circa 1,6 milioni di euro nel solo 2023nel 2023, sono state . Complessivamente nel 2023 sono state utilizzate oltre 560.000 confezioni da 70 gr di caffè Lavazza e sono state servite a bordo poco più di 3,7 milioni di cialde (tra caffè espresso e decaffeinato). Ogni anno, la compagnia aerea serve circa 3,5 milioni di bottiglie monodose di olio d'oliva e aceto balsamico Monte Vibiano ai suoi passeggeri di First e Business Class. Emirates vola in Italia da oltre trent’anni, favorendo gli spostamenti di migliaia di passeggeri ogni anno tra i quattro gateway principali di Roma, Milano, Bologna e Venezia e Dubai. Solo lo scorso anno, il vettore ha trasportato oltre 1,4 milioni di passeggeri su più di 1.400 voli di andata e ritorno da e per l'Italia.  “L'Italia ed Emirates condividono un legame profondo - ha dichiarato Flavio Ghiringhelli, country manager di Emirates in Italia -. Il nostro Paese, con il suo impareggiabile patrimonio culturale e la sua bellezza paesaggistica, è un mercato strategico per Emirates, ma allo stesso tempo è anche il partner ideale: la compagnia aerea e il Belpaese sono, infatti, uniti da un insieme di valori che li rendono distintivi e apprezzati in tutto il mondo. Entrambi offrono i migliori prodotti, dispongono di servizi di altissima qualità e regalano esperienze di viaggio uniche. Ad oggi abbiamo partnership attive con prestigiosi marchi italiani come Bulgari, Monte Vibiano, Lavazza e con alcune delle migliori etichette di vino, e ci auguriamo che questo percorso di reciproca collaborazione continui per molti anni a venire”. [post_title] => Emirates: il sodalizio con l'Italia passa anche da prodotti e cibi Made in Italy [post_date] => 2024-05-28T10:10:22+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716891022000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468226 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sunrise Airways amplia il network con l'aggiunta di quattro destinazioni nei Caraibi orientali: Antigua, Dominica, St. Kitts e St. Lucia. I collegamenti sono operati con Embraer 120, con una capacità massima di 30 passeggeri. "Quest'ultima espansione è ancora più speciale perché porta la missione che abbiamo iniziato nei Caraibi occidentali di collegare meglio le nostre isole nell'ambito del nostro concetto di "One Caribbean" ai Caraibi orientali nel modo più grande - ha dichiarato il presidente e ceo di Sunrise Airways, Philippe Bayard -. Come si addice al nostro nome, è davvero l'alba di un nuovo giorno per i viaggi aerei intraregionali nei Caraibi orientali". I nuovi voli saranno attivi sei giorni alla settimana (tutti i giorni tranne il martedì). Due voli giornalieri collegheranno Antigua-Dominica e Antigua-St. Kitts, mentre il servizio Antigua-St. Lucia sarà attivo una volta al giorno. "Con due rotazioni al giorno, i nostri nuovi voli per Antigua, Dominica e St. Kitts offrono ai viaggiatori di questi mercati un'enorme flessibilità - ha sottolineato Bayard -. Allo stesso tempo, il nostro nuovo servizio Antigua-St. Lucia è l'unico volo diretto che collega due delle destinazioni turistiche più popolari dei Caraibi. Questo crea nuove opzioni per viaggi multi-destinazione, combinando per la prima volta Antigua con il savoir-faire creolo di St. Lucia". L'espansione di Sunrise Airways nei Caraibi orientali segue l'annuncio dell'ottobre 2023 dei primi voli del vettore da e per Miami. La compagnia aerea serve inoltre altri 12 gateway in sei destinazioni dei Caraibi e dell'America centrale: Cuba, Repubblica Dominicana, Guadalupa, Haiti, Panama City e St. Maarten. [post_title] => Sunrise Airways: poker di nuove destinazioni nei Caraibi orientali [post_date] => 2024-05-28T09:40:25+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716889225000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468219 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sembra destinato ad arenarsi lungo le sponde dell'Atlantico il matrimonio fra Ita Airways e Lufthansa. Ad oggi, almeno, il decollo dell'acquisizione del 41% del capitale della compagnia aerea italiana da parte dei tedeschi rimane bloccato dalle obiezioni delle autorità antitrust europee sotto la guida di Margrethe Vestager. Non sono stati ritenuti sufficienti neppure gli ultimi rimedi presentati dalle due parti, che prevedono la separazione per due anni delle attività di Ita Airways sul Nord Atlantico da quelle di Francoforte; e l'offerta di convogliare passeggeri in viaggio tra l’Italia e Usa/Canada sugli hub di compagnie competitor - come Air France, Klm, Iberia, British Airways - siglando con loro accordi commerciali. Richieste Dalla Commissione Ue la richiesta a questo punto sarebbe andata ben oltre: come riferisce Il Corriere della Sera, Ita dovrebbe restare fuori, per sempre, dalla joint venture transatlantica A++ (quella che accomuna Lufthansa con United Airlines ed Air Canada), anche quando il gruppo tedesco avrà rilevato il 100% del capitale del vettore italiano. Richiesta difficile da comprendere anche secondo gli esperti consultati dal quotidiano, che viene giudicata addirittura di poco senso sia dal punto di vista industriale sia per la tutela del consumatore. Una barriera non da poco quella che si trova davanti al ceo di Lufthansa, Carsten Spohr, ammesso che il colosso tedesco si sempre disposto a volerla superare o - come affermato settimane fa -, "ci sono linee rosse che non supereremo". [post_title] => Ita-Lufthansa e il muro dell'Ue sull'Atlantico: le rotte della discordia [post_date] => 2024-05-28T08:45:33+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza [1] => topnews ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza [1] => Top News ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716885933000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467986 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Cina si promuove con le sue province in Italia. Il 2024 ha segnato il ventesimo anniversario dell'istituzione del partenariato strategico globale tra la Cina e l'Italia. Per approfondire ulteriormente la cooperazione tra i due paesi e agevolare i flussi turistici, l'ufficio l'Ufficio Nazionale del Turismo Cinese ha supportato l'organizzazione di due eventi, entrambi ospitati a Roma. La provincia di Hainan Il primo è stato dedicato alla provincia di Hainan, nella Cina Meridionale, in cui sono stati coinvolti giornalisti, associazioni di viaggio e operatori turistici per creare una piattaforma di dialogo e cooperazione. Liu Cheng, il vicedirettore del Dipartimento di turismo, cultura, radio, televisione e sport della provincia di Hainan, ha sottolineato in questa occasione l'importanza del mercato italiano per il turismo di Hainan, evidenziando «una crescita costante dei visitatori stranieri, facilitata dalle politiche di esenzione dal visto». L'intenzione è quella di continuare a rafforzare la cooperazione tra Italia e Cina prevedendo l'attrazione di investimenti, l'istituzione di più voli diretti, la semplificazione dei processi di ingresso, specialmente per i cittadini cinesi che visitano l'Italia, e il miglioramento della qualità dei servizi turistici a Hainan, inclusa la segnaletica in inglese e il servizio al cliente. La provincia di Zhejiang  Il secondo evento è stato invece dedicato al racconto delle bellezze della provincia del Zhejiang presso il Westin Excelsior Roma. Insieme alla camera di Commercio Generale di Ningbo in Europa e con il supporto dell'Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese in Italia, l'evento ha rappresentato un'immersione tra gli affascinanti paesaggi fluviali e montani della provincia che incantò anche Marco Polo. [gallery columns="2" ids="467989,467990"] Molti approfondimenti sono stati poi dedicati alla vivacità culturale e commerciale della città di Ningbo, collocata nel cuore della provincia di Zhejiang, vicino a Shanghai. La città, che oggi è un importantissimo porto commerciale e, in passato, è stato crocevia sulla storica Via della Seta, rappresenta un fulgido esempio di come la Cina moderna riesca a fondere la sua storicità con un'energia contemporanea.   [post_title] => La Cina promuove le sue province: Hainan e Zhejiang  [post_date] => 2024-05-24T10:00:07+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716544807000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467948 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Punto di svolta per Wizz Air che ritorna a incassare utili per la prima volta dopo tre anni e, addirittura, prevede profitti più elevanti di quanto stimato finora grazie alla sostenuta domanda di viaggi per l'estate. La compagnia aerea ha beneficiato di una domanda sostenuta anche se ha dovuto affrontare sfide come la cancellazione di voli a causa del conflitto in Medio Oriente, le ispezioni ai motori che hanno bloccato parte della sua flotta e le interruzioni del controllo del traffico aereo. Wizz Air registra quindi un utile netto di 365,9 milioni di euro per l'esercizio chiuso al 31 marzo, rispetto alla perdita netta di 535 milioni di euro dell'anno precedente. Le stime della low cost stessa indicavano invece profitti per 350,8 milioni di euro. Per l'anno fiscale in corso il vettore ungherese punta invece ad un utile netto di 500-600 milioni di euro, con un aumento dei ricavi per ogni posto-chilometro disponibile a due cifre. “Mentre entriamo nell'esercizio 2024-25, la domanda di viaggi aerei rimane robusta e non accenna a diminuire nel breve termine, sostenendo un contesto di rendimenti più elevati mentre la capacità dell'intero settore rimane limitata”, ha dichiarato in una nota il ceo, Jozsef Varadi. [post_title] => Wizz Air torna all'utile dopo tre anni: profitti più elevati di quanto previsto [post_date] => 2024-05-23T13:08:23+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716469703000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467921 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Due luoghi distanti, ma uniti dalla storia millenaria e dall'acqua che rende unici entrambi: così la provincia cinese dello Jiangsu si è presentata a Venezia, con una conferenza dal titolo "Civiltà Fluttuante" - “Charm of Jiangsu”, organizzata congiuntamente dall'Ufficio provinciale della cultura e del turismo di Jiangsu e dall'Ufficio degli affari esteri del governo popolare della Provincia di Jiangsu. Un centinaio di ospiti rappresentanti della cultura, del turismo e dei media di Cina e Italia hanno partecipato all'incontro. L'amicizia tra Jiangsu e Veneto è antica e duratura Quest'anno ricorre il 20° anniversario dell'istituzione della partnership strategica globale tra Cina e Italia, nonché il 700° anniversario della morte di Marco Polo, pioniere degli scambi culturali tra Oriente e Occidente. La Provincia del Jiangsu e la Regione Veneto hanno una lunga storia di amicizia. Come ha detto Xu Ying, membro del Comitato Permanente del Partito e Vice Governatrice della Provincia del Jiangsu, nel suo video discorso, «Nel 1271, Marco Polo, a 17 anni, partì da Venezia, attraversando la Via della Seta e, superando mille traversie, giunse infine in Cina, vivendo nello Jiangsu per oltre dieci anni. Il legame tra lo Jiangsu e la regione Veneto risale quindi a oltre 700 anni fa. Dopo essere diventate città gemellate internazionalmente nel 1998, gli scambi e la cooperazione tra le due città e regioni sono diventati sempre più frequenti e approfonditi, grazie alle loro simili radici culturali e storiche». Geograficamente e storicamente, il Jiangsu e Venezia hanno legami profondi. Liu Kan, Console Generale del Consolato Generale della Cina a Milano, ha ribadito in un video messaggio come Suzhou sia nota come la "Venezia d'Oriente" e il famoso scrittore cinese Zhu Ziqing abbia descritto Venezia come "simile alle città sospese sull’acqua dell’area di Jiangnan".  [gallery ids="467930,467925,467927"] La “Civiltà Fluttuante” raccoglie il consenso del settore culturale e turistico «I grandi fiumi, i laghi e mari, i ponti e ruscelli, la raffinata cucina Huaiyang, il ricco patrimonio culturale, tutto questo lascia un'impressione profonda sui turisti stranieri»: Yang Zhichun, direttore del Dipartimento della Cultura e del Turismo della Provincia del Jiangsu, con il tema "Lasciamo che le civiltà fluttuanti coltivino un'amicizia sincera", ha presentato in dettaglio le risorse culturali e turistiche di "Charm of Jiangsu", che nascono e prosperano grazie all'acqua. E proprio nei giorni scorsi una delegazione turistica italiana di "Charm of Jiangsu" ha visitato la provincia, toccando con mano le bellezze naturali e del patrimonio culturale dell'area. Nuove tecnologie e media avvicinano lo Jiangsu Oggi, l'esperienza immersiva che nasce dalla fusione tra tecnologia digitale e creatività spaziale rappresenta un vero plus per il mercato culturale e del turismo. Di recente, Jiangsu ha proposto misure per promuovere ulteriormente lo sviluppo del turismo inbound, con la creazione di siti web multilingue per le principali destinazioni culturali e turistiche e perfezionando il sistema della segnaletica multilingue, al fine di migliorare il livello dei servizi turistici.  Grazie al progetto online "3D Tour – Charm of Jiangsu" e il lancio ufficiale del sito web multilingue "In Jiangsu" e dell'app (versione italiana), Jiangsu utilizza appieno le nuove tecnologie e i nuovi media per rendere l'esplorazione di Jiangsu "a portata di mano". Il progetto "3D Tour – Charm of Jiangsu" utilizza tecnologie avanzate di realtà virtuale, attraverso panorami, diorami e animazioni 3D, per illustrare su pc e dispositivi mobili i paesaggi naturali, i siti storici, l'arte culturale e la cucina autentica di Jiangsu. Il sito web e l'app "In Jiangsu" offrono supporto sulle politiche, le guide operative e le interfacce di servizio, creando una piattaforma di servizi dedicati all-in-one.  Accordi per promuovere cooperazioni e scambi ancora più intensi Approfondire gli scambi culturali è un'importante via per eliminare le barriere e promuovere la comprensione reciproca tra i popoli. Durante l'incontro veneziano lo Jiangsu e le organizzazioni culturali e turistiche italiane hanno raggiunto numerosi risultati di cooperazione, avviando un nuovo percorso di collaborazione. Con l'obiettivo di promuovere congiuntamente lo sviluppo del turismo di Jiangsu e di stimolare la prosperità economica del turismo locale, il Museo di Nanchino e il Centro di Promozione del Turismo del Jiangsu (Italia) hanno firmato accordi di cooperazione culturale per il 2024 con l'Istituto dell'Enciclopedia Italiana Treccani e il Museo M9. Inoltre, l'agenzia di viaggi italiana I Travel Srl, la Jiangsu Broadcasting International Travel Service e la compagnia aerea italiana Neos hanno firmato un accordo strategico per sviluppare il mercato e attrarre più turisti italiani in Jiangsu. L'incontro ha visto anche l'annuncio di "Misure per promuovere lo sviluppo del turismo inbound nella Provincia di Jiangsu". [gallery ids="467934,467935,467936,467938,467929"] [post_title] => Cina: il fascino dello Jiangsu protagonista di un evento a Venezia [post_date] => 2024-05-23T12:09:05+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716466145000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467905 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Turkish Airlines ha firmato un protocollo d'intesa con l'Unwto volto lavorare a migliorare le iniziative di promozione del turismo sostenibile e dell'aviazione civile su scala globale. La partnership si concentrerà sulla promozione di pratiche turistiche sostenibili favorendo lo sviluppo dell'aviazione e sull'espansione della cooperazione tra settore pubblico e privato per sostenere i progressi dei collegamenti aerei, soprattutto nelle destinazioni emergenti. Entrambe le parti faranno leva sulla loro esperienza e leadership nei rispettivi settori, scambiando competenze e lavorando su casi di studio di argomenti come il carburante per l'aviazione sostenibile. Commentando la firma del Protocollo di Intesa, , ha dichiarato: «Siamo entusiasti di intraprendere un viaggio per forgiare una partnership strategica con Un Tourism al fine di raggiungere i nostri obiettivi condivisi di promozione del turismo sostenibile e di miglioramento dei collegamenti su scala globale - ha commentato il presidente del cda e del comitato esecutivo di Turkish Airlines, Ahmet Bolat -. Questa partnership in fieri sottolinea il nostro impegno per il turismo sostenibile ed evidenzia il nostro ruolo di connettore globale, che unisce persone e culture di tutto il mondo».  «Con questa firma suggelliamo una partnership naturale che porta avanti il nostro impegno per un turismo sostenibile e responsabil - ha aggiunto Ion Vilcu, direttore dei membri affiliati dell'Unwto - Turkish Airlines è pioniere globale nella promozione del turismo e degli scambi culturali. Questa è senza dubbio una giornata storica che ci permetterà di promuovere l'impegno civile e la diversità culturale, oltre a valorizzare il patrimonio locale». [post_title] => Turkish Airlines: partnership con Unwto per lo sviluppo del turismo sostenibile [post_date] => 2024-05-23T11:05:29+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716462329000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467894 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un 2023 decisamente positivo per Air Europa Holding e le sue sussidiarie che hanno registrato un fatturato di 2,75 miliardi di euro, +18,3% rispetto al 2022. Un dato ancor più significativo se paragonato ai dati del 2019, quando il fatturato raggiunse 2,338 miliardi, in crescita quindi del 17,9%. Risultati che hanno permesso ad Air Europa di avere la capacità necessaria per effettuare il rimborso anticipato parziale del prestito bancario di 141 milioni di euro ricevuto nel 2020. Trend positivo che è proseguito nei primi tre mesi del 2024, con ricavi operativi a quota 583 milioni di euro, l'8,3% in più sull'analogo periodo 2023, con previsioni altrettanto buone per i prossimi mesi. Con una disponibilità di posti molto simile a quella dei primi mesi del 2023 (quasi 3,5 milioni di posti), il numero di passeggeri ha superato i 2,8 milioni, +2,5% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. «I risultati eccellenti ottenuti rafforzano ulteriormente la capacità di successo di Air Europa e confermano la nostra capacità di riuscire ad adempiere a tutti i nostri impegni autonomamente» ha dichiarato Juan José Hidalgo, presidente e ceo di Air Europa. L'Ebitda ha raggiunto gli oltre 205 milioni di euro, il 197,5% in più rispetto al 2022 e quasi il 90% in più rispetto al 2019, mentre l'utile netto ha superato i 165 milioni di euro, ben al di sopra della cifra registrata l'anno scorso e oltre i 28,6 milioni di euro raggiunti quattro anni fa. Nel 2023, l'offerta di posti volo Air Europa ha superato i 14,2 milioni di posti, +13,7% rispetto al 2022 e il numero di passeggeri è salito a oltre 11,7 milioni, + 17% in più rispetto all'anno precedente. Il load factor medio è stato dell'82%, 2,9 punti in più rispetto all'anno precedente; questo riflette non solo l'incremento della domanda, ma anche l'aumento dell'efficienza operativa In termini di flotta, la compagnia continuerà ad aumentare il numero di aerei durante tutto l'anno con un totale di quattro nuovi Boeing 787 Dreamliner. «Negli ultimi anni, abbiamo unificato la flotta attorno ai modelli Boeing più avanzati, il che ci ha permesso di ottimizzare le operazioni per bilanciare redditività, efficienza e qualità del servizio. Abbiamo sempre posto il cliente al centro delle nostre decisioni e i risultati che abbiamo raggiunto dimostrano che questa strategia è stata quella giusto» ha sottolineato Richard Clark, direttore generale di Air Europa. [post_title] => Air Europa archivia un 2023 dal fatturato record di 2,75 milardi di euro [post_date] => 2024-05-23T10:46:03+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716461163000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "mascherina dal 16 maggio non piu obbligatoria sugli aerei" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":68,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1155,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468275","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" \r\n\r\n[caption id=\"attachment_391117\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Daniel Caprile[/caption]\r\n\r\nUn volo charter che collegherà direttamente Genova a Düsseldorf. Costa Crociere e Aeroporto di Genova rafforzano la loro collaborazione per l'estate 2025, grazie a questo nuovo servizio operato da Condor con un Airbus A320 da 180 posti, dedicato agli ospiti tedeschi della compagnia di crociere.\r\nOgni domenica, dal 4 maggio al 19 ottobre 2025, il charter volerà quindi dall’aeroporto di Düsseldorf a quello di Genova, dove atterrerà alle 13.30, consentendo così agli ospiti tedeschi di raggiungere Savona via transfer con un ampio margine di tempo, per imbacarsi a bordo della Costa Toscana. Il volo ripartirà alle 14.20 da Genova, riportando a casa gli ospiti tedeschi che invece avranno terminato la loro crociera, con l’ultimo volo di ritorno previsto il 26 ottobre 2025. Il programma prevede un totale di 26 rotazioni, con una stima di circa 4.700 passeggeri, che andranno a incrementare il traffico dell’aeroporto di Genova.\r\n\r\nIl collegamento offrirà la possibilità di usufruire dei servizi di inbond e off-airport check-in: gli ospiti potranno consegnare i bagagli a Düsseldorf per ritrovarli nella propria cabina. Al termine della crociera, potranno effettuare il check-in per il volo di rientro e consegnare i loro bagagli direttamente a bordo, per ritirarli poi all’aeroporto tedesco. Nel corso dell’estate 2025 la Toscana offrirà un itinerario di una settimana alla scoperta di Italia, Francia e Spagna, con visite a Savona, Marsiglia, Barcellona, Ibiza, Palermo, Civitavecchia/Roma.\r\n\r\n“Questo nuovo volo charter conferma il nostro impegno a rendere sempre più accessibili le crociere, grazie a collegamenti aerei comodi e dotati di servizi di qualità - sottolinea il vice president pricing & revenue management, itinerary & transportation di Costa Crociere, Daniel Caprile -. L’aeroporto di Genova rappresenta una soluzione molto interessante per raggiungere questo obiettivo, vista la sua posizione strategica rispetto sia al porto della città della Lanterna sia a quello di Savona, due dei principali scali di imbarco della nostra compagnia nel Mediterraneo\".\r\n\r\n“Siamo lieti e orgogliosi di poter annunciare insieme a un partner di eccellenza come Costa l’avvio, a partire da maggio 2025, di questi voli che segnano l’inizio di una nuova collaborazione - gli fa eco Francesco D’Amico, direttore generale di Aeroporto di Genova – Un primo passo verso la realizzazione del progetto comune di cui si è più volte parlato negli ultimi mesi, che contribuirà alla crescita dei volumi del nostro aeroporto e all’incremento dei flussi turistici verso la Liguria”.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Costa e Aeroporto di Genova: dall'estate 2025 al via un charter da Düsseldorf per il mercato tedesco","post_date":"2024-05-28T12:42:51+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1716900171000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468184","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il sodalizio tra Emirates e l'Italia si esplicita anche attraverso prodotti e cibi che contraddistinguono l'offerta di bordo della compagnia aerea di Dubai. \r\nEmirates celebra l’italianità, mettendo in risalto il gusto unico del Paese nel cibo e nei vini che vengono serviti sui propri voli verso oltre 130 destinazioni. Dagli amenity kit di Bulgari al caffè Lavazza, dall'olio d'oliva e aceto balsamico di Monte Vibiano ai vini italiani: l'esperienza a bordo degli aerei Emirates è all'insegna del lusso Made in Italy.\r\nI numeri? Sono 3,2 milioni gli amenity kit Bulgari che, solo nel 2023, sono stati distribuiti a bordo dei voli del vettore; tra la selezioni di vini serviti a bordo, 11 sono italiani: i soli vini italiani hanno un valore complessivo di circa 1,6 milioni di euro nel solo 2023nel 2023, sono state . Complessivamente nel 2023 sono state utilizzate oltre 560.000 confezioni da 70 gr di caffè Lavazza e sono state servite a bordo poco più di 3,7 milioni di cialde (tra caffè espresso e decaffeinato). Ogni anno, la compagnia aerea serve circa 3,5 milioni di bottiglie monodose di olio d'oliva e aceto balsamico Monte Vibiano ai suoi passeggeri di First e Business Class.\r\nEmirates vola in Italia da oltre trent’anni, favorendo gli spostamenti di migliaia di passeggeri ogni anno tra i quattro gateway principali di Roma, Milano, Bologna e Venezia e Dubai. Solo lo scorso anno, il vettore ha trasportato oltre 1,4 milioni di passeggeri su più di 1.400 voli di andata e ritorno da e per l'Italia. \r\n“L'Italia ed Emirates condividono un legame profondo - ha dichiarato Flavio Ghiringhelli, country manager di Emirates in Italia -. Il nostro Paese, con il suo impareggiabile patrimonio culturale e la sua bellezza paesaggistica, è un mercato strategico per Emirates, ma allo stesso tempo è anche il partner ideale: la compagnia aerea e il Belpaese sono, infatti, uniti da un insieme di valori che li rendono distintivi e apprezzati in tutto il mondo. Entrambi offrono i migliori prodotti, dispongono di servizi di altissima qualità e regalano esperienze di viaggio uniche. Ad oggi abbiamo partnership attive con prestigiosi marchi italiani come Bulgari, Monte Vibiano, Lavazza e con alcune delle migliori etichette di vino, e ci auguriamo che questo percorso di reciproca collaborazione continui per molti anni a venire”.","post_title":"Emirates: il sodalizio con l'Italia passa anche da prodotti e cibi Made in Italy","post_date":"2024-05-28T10:10:22+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1716891022000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468226","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sunrise Airways amplia il network con l'aggiunta di quattro destinazioni nei Caraibi orientali: Antigua, Dominica, St. Kitts e St. Lucia. I collegamenti sono operati con Embraer 120, con una capacità massima di 30 passeggeri.\r\n\r\n\"Quest'ultima espansione è ancora più speciale perché porta la missione che abbiamo iniziato nei Caraibi occidentali di collegare meglio le nostre isole nell'ambito del nostro concetto di \"One Caribbean\" ai Caraibi orientali nel modo più grande - ha dichiarato il presidente e ceo di Sunrise Airways, Philippe Bayard -. Come si addice al nostro nome, è davvero l'alba di un nuovo giorno per i viaggi aerei intraregionali nei Caraibi orientali\".\r\n\r\nI nuovi voli saranno attivi sei giorni alla settimana (tutti i giorni tranne il martedì). Due voli giornalieri collegheranno Antigua-Dominica e Antigua-St. Kitts, mentre il servizio Antigua-St. Lucia sarà attivo una volta al giorno.\r\n\r\n\"Con due rotazioni al giorno, i nostri nuovi voli per Antigua, Dominica e St. Kitts offrono ai viaggiatori di questi mercati un'enorme flessibilità - ha sottolineato Bayard -. Allo stesso tempo, il nostro nuovo servizio Antigua-St. Lucia è l'unico volo diretto che collega due delle destinazioni turistiche più popolari dei Caraibi. Questo crea nuove opzioni per viaggi multi-destinazione, combinando per la prima volta Antigua con il savoir-faire creolo di St. Lucia\".\r\n\r\nL'espansione di Sunrise Airways nei Caraibi orientali segue l'annuncio dell'ottobre 2023 dei primi voli del vettore da e per Miami. La compagnia aerea serve inoltre altri 12 gateway in sei destinazioni dei Caraibi e dell'America centrale: Cuba, Repubblica Dominicana, Guadalupa, Haiti, Panama City e St. Maarten.","post_title":"Sunrise Airways: poker di nuove destinazioni nei Caraibi orientali","post_date":"2024-05-28T09:40:25+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1716889225000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468219","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sembra destinato ad arenarsi lungo le sponde dell'Atlantico il matrimonio fra Ita Airways e Lufthansa. Ad oggi, almeno, il decollo dell'acquisizione del 41% del capitale della compagnia aerea italiana da parte dei tedeschi rimane bloccato dalle obiezioni delle autorità antitrust europee sotto la guida di Margrethe Vestager.\r\n\r\nNon sono stati ritenuti sufficienti neppure gli ultimi rimedi presentati dalle due parti, che prevedono la separazione per due anni delle attività di Ita Airways sul Nord Atlantico da quelle di Francoforte; e l'offerta di convogliare passeggeri in viaggio tra l’Italia e Usa/Canada sugli hub di compagnie competitor - come Air France, Klm, Iberia, British Airways - siglando con loro accordi commerciali.\r\nRichieste\r\nDalla Commissione Ue la richiesta a questo punto sarebbe andata ben oltre: come riferisce Il Corriere della Sera, Ita dovrebbe restare fuori, per sempre, dalla joint venture transatlantica A++ (quella che accomuna Lufthansa con United Airlines ed Air Canada), anche quando il gruppo tedesco avrà rilevato il 100% del capitale del vettore italiano. Richiesta difficile da comprendere anche secondo gli esperti consultati dal quotidiano, che viene giudicata addirittura di poco senso sia dal punto di vista industriale sia per la tutela del consumatore.\r\n\r\nUna barriera non da poco quella che si trova davanti al ceo di Lufthansa, Carsten Spohr, ammesso che il colosso tedesco si sempre disposto a volerla superare o - come affermato settimane fa -, \"ci sono linee rosse che non supereremo\".","post_title":"Ita-Lufthansa e il muro dell'Ue sull'Atlantico: le rotte della discordia","post_date":"2024-05-28T08:45:33+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza","topnews"],"post_tag_name":["In evidenza","Top News"]},"sort":[1716885933000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467986","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La Cina si promuove con le sue province in Italia.\r\n\r\nIl 2024 ha segnato il ventesimo anniversario dell'istituzione del partenariato strategico globale tra la Cina e l'Italia. Per approfondire ulteriormente la cooperazione tra i due paesi e agevolare i flussi turistici, l'ufficio l'Ufficio Nazionale del Turismo Cinese ha supportato l'organizzazione di due eventi, entrambi ospitati a Roma.\r\n\r\nLa provincia di Hainan\r\n\r\nIl primo è stato dedicato alla provincia di Hainan, nella Cina Meridionale, in cui sono stati coinvolti giornalisti, associazioni di viaggio e operatori turistici per creare una piattaforma di dialogo e cooperazione.\r\nLiu Cheng, il vicedirettore del Dipartimento di turismo, cultura, radio, televisione e sport della provincia di Hainan, ha sottolineato in questa occasione l'importanza del mercato italiano per il turismo di Hainan, evidenziando «una crescita costante dei visitatori stranieri, facilitata dalle politiche di esenzione dal visto».\r\n\r\nL'intenzione è quella di continuare a rafforzare la cooperazione tra Italia e Cina prevedendo l'attrazione di investimenti, l'istituzione di più voli diretti, la semplificazione dei processi di ingresso, specialmente per i cittadini cinesi che visitano l'Italia, e il miglioramento della qualità dei servizi turistici a Hainan, inclusa la segnaletica in inglese e il servizio al cliente.\r\n\r\nLa provincia di Zhejiang \r\n\r\nIl secondo evento è stato invece dedicato al racconto delle bellezze della provincia del Zhejiang presso il Westin Excelsior Roma.\r\n\r\nInsieme alla camera di Commercio Generale di Ningbo in Europa e con il supporto dell'Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese in Italia, l'evento ha rappresentato un'immersione tra gli affascinanti paesaggi fluviali e montani della provincia che incantò anche Marco Polo.\r\n\r\n[gallery columns=\"2\" ids=\"467989,467990\"]\r\n\r\nMolti approfondimenti sono stati poi dedicati alla vivacità culturale e commerciale della città di Ningbo, collocata nel cuore della provincia di Zhejiang, vicino a Shanghai. La città, che oggi è un importantissimo porto commerciale e, in passato, è stato crocevia sulla storica Via della Seta, rappresenta un fulgido esempio di come la Cina moderna riesca a fondere la sua storicità con un'energia contemporanea.\r\n\r\n ","post_title":"La Cina promuove le sue province: Hainan e Zhejiang ","post_date":"2024-05-24T10:00:07+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1716544807000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467948","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Punto di svolta per Wizz Air che ritorna a incassare utili per la prima volta dopo tre anni e, addirittura, prevede profitti più elevanti di quanto stimato finora grazie alla sostenuta domanda di viaggi per l'estate.\r\n\r\nLa compagnia aerea ha beneficiato di una domanda sostenuta anche se ha dovuto affrontare sfide come la cancellazione di voli a causa del conflitto in Medio Oriente, le ispezioni ai motori che hanno bloccato parte della sua flotta e le interruzioni del controllo del traffico aereo.\r\n\r\nWizz Air registra quindi un utile netto di 365,9 milioni di euro per l'esercizio chiuso al 31 marzo, rispetto alla perdita netta di 535 milioni di euro dell'anno precedente. Le stime della low cost stessa indicavano invece profitti per 350,8 milioni di euro.\r\n\r\nPer l'anno fiscale in corso il vettore ungherese punta invece ad un utile netto di 500-600 milioni di euro, con un aumento dei ricavi per ogni posto-chilometro disponibile a due cifre.\r\n\r\n“Mentre entriamo nell'esercizio 2024-25, la domanda di viaggi aerei rimane robusta e non accenna a diminuire nel breve termine, sostenendo un contesto di rendimenti più elevati mentre la capacità dell'intero settore rimane limitata”, ha dichiarato in una nota il ceo, Jozsef Varadi.","post_title":"Wizz Air torna all'utile dopo tre anni: profitti più elevati di quanto previsto","post_date":"2024-05-23T13:08:23+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1716469703000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467921","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Due luoghi distanti, ma uniti dalla storia millenaria e dall'acqua che rende unici entrambi: così la provincia cinese dello Jiangsu si è presentata a Venezia, con una conferenza dal titolo \"Civiltà Fluttuante\" - “Charm of Jiangsu”, organizzata congiuntamente dall'Ufficio provinciale della cultura e del turismo di Jiangsu e dall'Ufficio degli affari esteri del governo popolare della Provincia di Jiangsu. Un centinaio di ospiti rappresentanti della cultura, del turismo e dei media di Cina e Italia hanno partecipato all'incontro.\r\n\r\nL'amicizia tra Jiangsu e Veneto è antica e duratura\r\n\r\nQuest'anno ricorre il 20° anniversario dell'istituzione della partnership strategica globale tra Cina e Italia, nonché il 700° anniversario della morte di Marco Polo, pioniere degli scambi culturali tra Oriente e Occidente. La Provincia del Jiangsu e la Regione Veneto hanno una lunga storia di amicizia. Come ha detto Xu Ying, membro del Comitato Permanente del Partito e Vice Governatrice della Provincia del Jiangsu, nel suo video discorso, «Nel 1271, Marco Polo, a 17 anni, partì da Venezia, attraversando la Via della Seta e, superando mille traversie, giunse infine in Cina, vivendo nello Jiangsu per oltre dieci anni. Il legame tra lo Jiangsu e la regione Veneto risale quindi a oltre 700 anni fa. Dopo essere diventate città gemellate internazionalmente nel 1998, gli scambi e la cooperazione tra le due città e regioni sono diventati sempre più frequenti e approfonditi, grazie alle loro simili radici culturali e storiche».\r\n\r\nGeograficamente e storicamente, il Jiangsu e Venezia hanno legami profondi. Liu Kan, Console Generale del Consolato Generale della Cina a Milano, ha ribadito in un video messaggio come Suzhou sia nota come la \"Venezia d'Oriente\" e il famoso scrittore cinese Zhu Ziqing abbia descritto Venezia come \"simile alle città sospese sull’acqua dell’area di Jiangnan\". \r\n\r\n[gallery ids=\"467930,467925,467927\"]\r\n\r\nLa “Civiltà Fluttuante” raccoglie il consenso del settore culturale e turistico\r\n\r\n«I grandi fiumi, i laghi e mari, i ponti e ruscelli, la raffinata cucina Huaiyang, il ricco patrimonio culturale, tutto questo lascia un'impressione profonda sui turisti stranieri»: Yang Zhichun, direttore del Dipartimento della Cultura e del Turismo della Provincia del Jiangsu, con il tema \"Lasciamo che le civiltà fluttuanti coltivino un'amicizia sincera\", ha presentato in dettaglio le risorse culturali e turistiche di \"Charm of Jiangsu\", che nascono e prosperano grazie all'acqua.\r\n\r\nE proprio nei giorni scorsi una delegazione turistica italiana di \"Charm of Jiangsu\" ha visitato la provincia, toccando con mano le bellezze naturali e del patrimonio culturale dell'area.\r\n\r\nNuove tecnologie e media avvicinano lo Jiangsu\r\n\r\nOggi, l'esperienza immersiva che nasce dalla fusione tra tecnologia digitale e creatività spaziale rappresenta un vero plus per il mercato culturale e del turismo. Di recente, Jiangsu ha proposto misure per promuovere ulteriormente lo sviluppo del turismo inbound, con la creazione di siti web multilingue per le principali destinazioni culturali e turistiche e perfezionando il sistema della segnaletica multilingue, al fine di migliorare il livello dei servizi turistici. \r\n\r\nGrazie al progetto online \"3D Tour – Charm of Jiangsu\" e il lancio ufficiale del sito web multilingue \"In Jiangsu\" e dell'app (versione italiana), Jiangsu utilizza appieno le nuove tecnologie e i nuovi media per rendere l'esplorazione di Jiangsu \"a portata di mano\".\r\n\r\nIl progetto \"3D Tour – Charm of Jiangsu\" utilizza tecnologie avanzate di realtà virtuale, attraverso panorami, diorami e animazioni 3D, per illustrare su pc e dispositivi mobili i paesaggi naturali, i siti storici, l'arte culturale e la cucina autentica di Jiangsu. Il sito web e l'app \"In Jiangsu\" offrono supporto sulle politiche, le guide operative e le interfacce di servizio, creando una piattaforma di servizi dedicati all-in-one. \r\n\r\nAccordi per promuovere cooperazioni e scambi ancora più intensi\r\n\r\nApprofondire gli scambi culturali è un'importante via per eliminare le barriere e promuovere la comprensione reciproca tra i popoli. Durante l'incontro veneziano lo Jiangsu e le organizzazioni culturali e turistiche italiane hanno raggiunto numerosi risultati di cooperazione, avviando un nuovo percorso di collaborazione.\r\n\r\nCon l'obiettivo di promuovere congiuntamente lo sviluppo del turismo di Jiangsu e di stimolare la prosperità economica del turismo locale, il Museo di Nanchino e il Centro di Promozione del Turismo del Jiangsu (Italia) hanno firmato accordi di cooperazione culturale per il 2024 con l'Istituto dell'Enciclopedia Italiana Treccani e il Museo M9. Inoltre, l'agenzia di viaggi italiana I Travel Srl, la Jiangsu Broadcasting International Travel Service e la compagnia aerea italiana Neos hanno firmato un accordo strategico per sviluppare il mercato e attrarre più turisti italiani in Jiangsu.\r\n\r\nL'incontro ha visto anche l'annuncio di \"Misure per promuovere lo sviluppo del turismo inbound nella Provincia di Jiangsu\".\r\n\r\n[gallery ids=\"467934,467935,467936,467938,467929\"]","post_title":"Cina: il fascino dello Jiangsu protagonista di un evento a Venezia","post_date":"2024-05-23T12:09:05+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1716466145000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467905","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Turkish Airlines ha firmato un protocollo d'intesa con l'Unwto volto lavorare a migliorare le iniziative di promozione del turismo sostenibile e dell'aviazione civile su scala globale.\r\n\r\nLa partnership si concentrerà sulla promozione di pratiche turistiche sostenibili favorendo lo sviluppo dell'aviazione e sull'espansione della cooperazione tra settore pubblico e privato per sostenere i progressi dei collegamenti aerei, soprattutto nelle destinazioni emergenti. Entrambe le parti faranno leva sulla loro esperienza e leadership nei rispettivi settori, scambiando competenze e lavorando su casi di studio di argomenti come il carburante per l'aviazione sostenibile.\r\n\r\nCommentando la firma del Protocollo di Intesa, , ha dichiarato: «Siamo entusiasti di intraprendere un viaggio per forgiare una partnership strategica con Un Tourism al fine di raggiungere i nostri obiettivi condivisi di promozione del turismo sostenibile e di miglioramento dei collegamenti su scala globale - ha commentato il presidente del cda e del comitato esecutivo di Turkish Airlines, Ahmet Bolat -. Questa partnership in fieri sottolinea il nostro impegno per il turismo sostenibile ed evidenzia il nostro ruolo di connettore globale, che unisce persone e culture di tutto il mondo». \r\n\r\n«Con questa firma suggelliamo una partnership naturale che porta avanti il nostro impegno per un turismo sostenibile e responsabil - ha aggiunto Ion Vilcu, direttore dei membri affiliati dell'Unwto - Turkish Airlines è pioniere globale nella promozione del turismo e degli scambi culturali. Questa è senza dubbio una giornata storica che ci permetterà di promuovere l'impegno civile e la diversità culturale, oltre a valorizzare il patrimonio locale».","post_title":"Turkish Airlines: partnership con Unwto per lo sviluppo del turismo sostenibile","post_date":"2024-05-23T11:05:29+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1716462329000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467894","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\nUn 2023 decisamente positivo per Air Europa Holding e le sue sussidiarie che hanno registrato un fatturato di 2,75 miliardi di euro, +18,3% rispetto al 2022. Un dato ancor più significativo se paragonato ai dati del 2019, quando il fatturato raggiunse 2,338 miliardi, in crescita quindi del 17,9%. Risultati che hanno permesso ad Air Europa di avere la capacità necessaria per effettuare il rimborso anticipato parziale del prestito bancario di 141 milioni di euro ricevuto nel 2020.\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\nTrend positivo che è proseguito nei primi tre mesi del 2024, con ricavi operativi a quota 583 milioni di euro, l'8,3% in più sull'analogo periodo 2023, con previsioni altrettanto buone per i prossimi mesi. Con una disponibilità di posti molto simile a quella dei primi mesi del 2023 (quasi 3,5 milioni di posti), il numero di passeggeri ha superato i 2,8 milioni, +2,5% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.\r\n\r\n«I risultati eccellenti ottenuti rafforzano ulteriormente la capacità di successo di Air Europa e confermano la nostra capacità di riuscire ad adempiere a tutti i nostri impegni autonomamente» ha dichiarato Juan José Hidalgo, presidente e ceo di Air Europa.\r\n\r\n\r\n\r\n\r\nL'Ebitda ha raggiunto gli oltre 205 milioni di euro, il 197,5% in più rispetto al 2022 e quasi il 90% in più rispetto al 2019, mentre l'utile netto ha superato i 165 milioni di euro, ben al di sopra della cifra registrata l'anno scorso e oltre i 28,6 milioni di euro raggiunti quattro anni fa.\r\n\r\n\r\n\r\n\r\nNel 2023, l'offerta di posti volo Air Europa ha superato i 14,2 milioni di posti, +13,7% rispetto al 2022 e il numero di passeggeri è salito a oltre 11,7 milioni, + 17% in più rispetto all'anno precedente. Il load factor medio è stato dell'82%, 2,9 punti in più rispetto all'anno precedente; questo riflette non solo l'incremento della domanda, ma anche l'aumento dell'efficienza operativa\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\nIn termini di flotta, la compagnia continuerà ad aumentare il numero di aerei durante tutto l'anno con un totale di quattro nuovi Boeing 787 Dreamliner. «Negli ultimi anni, abbiamo unificato la flotta attorno ai modelli Boeing più avanzati, il che ci ha permesso di ottimizzare le operazioni per bilanciare redditività, efficienza e qualità del servizio. Abbiamo sempre posto il cliente al centro delle nostre decisioni e i risultati che abbiamo raggiunto dimostrano che questa strategia è stata quella giusto» ha sottolineato Richard Clark, direttore generale di Air Europa.\r\n\r\n\r\n\r\n","post_title":"Air Europa archivia un 2023 dal fatturato record di 2,75 milardi di euro","post_date":"2024-05-23T10:46:03+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1716461163000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti