17 August 2022

I consigli di Visit Brescia per insoliti itinerari primaverili in città e nella sua provincia

[ 0 ]

Il castello di Brescia

Siti archeologici, capolavori Unesco, castelli, fortificazioni, parchi: tutti spunti di Visit Brescia per insoliti itinerari primaverili en plein air in città e nella sua provincia, marcate da architetture e testimonianze storico artistiche che vanno dalla Preistoria all’arte contemporanea; un’occasione insomma per trascorrere delle giornate all’aperto, con piacevoli passeggiate tra arte e storia, alla scoperta di tesori forse inattesi.
Tra i tanti esempi, merita così sicuramente citare il piacere di camminare fra boschi e prati, leggendo il più straordinario racconto del mondo preistorico finora scoperto al mondo: le incisioni rupestri istoriate su oltre 2 mila rocce della valle Camonica, nota come la valle dei Segni, sono uniche per numero e importanza, tanto che già nel 1979 l’Unesco le ha dichiarate (primo sito italiano) Patrimonio dell’Umanità. Oltre 200 mila le incisioni catalogate e distribuite in ben 180 siti di 24 comuni, eseguite in un arco di tempo di oltre 12 mila anni, dal Paleolitico al periodo Romano. Vi si legge la storia di un popolo, che potrebbe essere emblematicamente considerata la storia della civiltà europea: una giornata, o ancor meglio un week end, alla loro scoperta può essere quindi uno straordinario viaggio nel nostro passato, piacevole e istruttivo per grandi e bambini. Negli otto parchi archeologici dedicati, una chiara cartellonistica consente di districarsi in questo fantastico e complesso linguaggio figurato su massi di varie forme e dimensioni (alcuni raggiungono i 50 metri e raccolgono fino a 100 figure).

Ma come si diceva la provincia di Brescia, dai monti della stessa valle Camonica alle sponde del lago di Garda, è punteggiata da una fitta rete di imponenti castelli e fortificazioni che ne difendevano un tempo il territorio. Molti di essi, ricchi di preziosi arredi e immersi in una natura rigogliosa e in antichi parchi, aprono le loro porte per visite ed eventi. Anche qui un esempio su tutti: emblema stesso di Brescia, il castello domina la città dall’alto del colle Cidneo, sulle cui pendici si arrampica il più grande vigneto cittadino d’Europa. E’ una delle fortezze più imponenti e meglio conservate d’Italia. Oltre il monumentale portale d’ingresso si apre una vera a propria cittadella, con possenti edifici immersi in un’oasi di verde, dove passeggiare in relax fra giardini, belvedere, bastioni da cui si gode una vista ineguagliabile. Merita una visita anche il museo delle armi Luigi Marzoli: una delle più importanti raccolte europee di armi e armature antiche, ospitato nel mastio Visconteo. I più avventurosi si possono poi inoltrare anche in cunicoli e sotterranei, prenotando una visita guidata con l’Associazione Brescia Underground.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti