3 October 2022

Finale Ligure, la web serie “The perfect place” racconta il territorio e la sua cultura

[ 0 ]

Dopo le video storie sull’outdoor e la natura, è online sui canali digitali di Visit Finale Ligure il terzo di cinque episodi che raccontano il territorio e le sue peculiarità. La serie fa parte dalla campagna di comunicazione “My Perfect Place”. Protagonisti i cittadini finalesi che, con le loro storie e le loro passioni, rendono Finale Ligure un “posto perfetto”.

Affacciato sul Mediterraneo e aperto all’Italia settentrionale, Finale è luogo di culture condivise e terra di passaggi: merci, uomini, cultura, briganti. Peculiarità e identità del territorio trovano nella Pietra di Finale il punto di coesione tra paesaggio antropico e paesaggio naturale. Una fotografia che si ripete sempre nuova a se stessa e al mondo da oltre 350 mila anni e si riconosce nelle immagini raccolte dal regista Samuele Wurtz e nei racconti di Elisa Bianchi, conservatrice del museo Archeologico del Finale, don Gianluigi Caneto, parroco della parrocchia S. Biagio di Finalborgo, Giovanni Murialdo, presidente della sezione finalese dell’Istituto internazionale di studi liguri, e Giuseppe Testa, studioso di storia locale.

Online sui canali digital di Visit Finale Ligure – sito internet e social media – la video storia dedicata alla cultura del Finale è stata realizzata con la collaborazione del Mudif – Museo diffuso del Finale.

La serie è prodotta dal comune di Finale Ligure, con la direzione creativa di Studiowiki – agenzia di comunicazione savonese aderente a Una – Aziende della comunicazione unite e membro di Dede -Destination design, la rete di imprese assegnataria del servizio di gestione turistica della destinazione Finale Ligure – ed è realizzata da Artescienza, con la regia di Samuele Wurtz.

Con una diffusione degli episodi a cadenza mensile, la web serie costituisce parte integrante della più ampia campagna di comunicazione “My Perfect Place”, insieme al progetto Persone, 30 ritratti del fotografo Corrado Murlo per raccontare altrettante storie finalesi; Persone – Visit Finale Ligure

 

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431519 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Torna Gardaland Magic Halloween e per la sua ventesima edizione il parco gardesano ha deciso di aggiungere ulteriori date all'evento: l’inaugurazione ufficiale, con ospiti del mondo dello spettacolo e dello sport, avverrà sabato 8 ottobre ma a dare il via all’evento sarà invece il primo dei cinque Venerdì da paura, il 7 ottobre, a cui seguiranno il 14, il 21, il 28 ottobre e il 4 novembre. Gli appuntamenti continueranno poi tutti i sabati e domeniche del mese: nel lungo weekend dal 29 ottobre al 1° novembre e, per l’ultimo weekend dell’evento, il 5 e il 6 novembre. Tante le novità dei Venerdì da paura, a partire dalla foresta Maledetta, una rivisitazione della foresta Incantata, per l’occasione infestata dalle creature più mostruose dei film più noti, fino all’area Hawaii, trasformata nel perfetto setting industriale in cui si aggirano zombie, vampiri e creature di ogni genere. Nei pressi di piazza Mammut si potrà inoltre assistere al Carrozzone degli Orrori: il nuovo show arrivato a Gardaland per presentare fenomeni da baraccone e strane illusioni. Per concludere i Venerdì da paura, un dj dalle fattezze mostruose e le sonorità da brivido si esibirà ogni settimana in un horror dj set, dalle ore 20 fino a chiusura del parco, sullo sfondo di un lugubre cimitero in piazza Jumanji. A Gardaland non mancheranno ovviamente proposte di cibo e bevande rigorosamente a tema Halloween, mentre il divertimento da paura continuerà anche il sabato e la domenica: a dare il via alle giornate l’immancabile Welcome show con protagonisti Prezzemolo e gli spaventapasseri che si esibiranno sulle note di una nuova canzone Vent’anni di paura, pensata ad hoc per celebrare questo importante traguardo. Infine all'ingresso di oltre 40 attrazioni disponibili nel parco si nasconderanno per l'occasione alcuni mostri che i visitatori dovranno scovare… Un indizio? Ai mostri piace l’adrenalina! Per il Gardaland Magic Halloween, il parco sarà aperto dalle 17 alle 22 durante i Venerdì da paura, tutti i sabati dalle 10 alle 20 e le domeniche dalle 10 alle 19. Il 31 ottobre, per la grande notte di Halloween, apertura speciale dalle 10 a mezzanotte.   [post_title] => Venerdì 7 ottobre parte la ventesima edizione di Gardaland Magic Halloween [post_date] => 2022-10-03T10:44:44+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664793884000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431475 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Lumiwings protagonista a Foggia con l’apertura del primo volo diretto a Milano Malpensa, decollo che ha coinciso con la riapertura ai voli civili – dopo 11 anni – del ‘Gino Lisa’. Una scommessa impegnativa quella della compagnia aerea greca, portata avanti con Aeroporti di Puglia, che vede così coronato il sogno mai sopito di completare il network degli scali pugliesi con Foggia. Lumiwings opera sulla Foggia-Milano con un Boeing 737-300 da 139 passeggeri, con quattro frequenze a settimana fino a dicembre, quando saliranno a cinque; a questa prima rotta si affiancano gli altri tre collegamenti per Torino, Catania e Verona “primo step di un futuro ampliamento” dichiara Chiara Rebughini, direttore commerciale del vettore (nella foto, insieme all'equipaggio). Una scommessa che ha preso forma dopo uno “studio mirato sulla potenziale catchement area, che ha evidenziato elevate potenzialità e come l'utenza sia mutata rispetto al passato, privilegiando ora il viaggio in aereo a quello in bus o in treno. Significativo poi l'interesse del segmento business, viste le numerose aziende del Nord Italia che qui hanno una sede secondaria. L'aeroporto è un'alternativa molto interessante non soltanto per il foggiano e la Puglia, ma per il Molise, una parte di Basilicata, Campobasso e Avellino". Traffico Vfr, business, studentesco e, naturalmente leisure per le quattro rotte, tutte annuali, "e già nel periodo dei prossimi ponti e festività notiamo un forte incremento delle prenotazioni”. La stima di passeggeri “che è una proiezione conservativa” punta al "50% in questi primi mesi e al pieno riempimento in tre anni, per tutte le tratte". Ruolo preciso per il trade all’interno dei canali distributivi: “Siamo presenti sui gds tramite Worldticket, con cui abbiamo un agreement commerciale. E contiamo molto sul contributo degli agenti di viaggi che ritengo siano importantissimi, anche per il ruolo di fiducia che sono in grado di instaurare con il cliente finale”. Attualmente gli adv possono aprire il loro account sul sito di Lumiwings “e gestire le loro prenotazioni, ma vogliamo creare un’affiliazione a loro dedicata e stiamo definendo l’offerta da proporre: in base al venduto beneficeranno di agevolazioni esclusive”. [gallery ids="431478,431479,431477"] [post_title] => Lumiwings protagonista della riapertura dell’aeroporto di Foggia con il volo per Milano [post_date] => 2022-10-03T09:30:26+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664789426000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431464 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «La Martinica è Francia, quindi le indicazioni sanitarie sono le stesse: tutto è aperto e si può viaggiare senza alcuna restrizione - sottolinea François Jock, responsabile del Coordinamento marketing e stampa dell’isola -. Siamo felici di accogliere i nostri visitatori dall’Italia. Non serve il passaporto, è sufficiente la carta d’identità, e la moneta corrente è l’euro. Gli ospiti italiani sono circa l’11% del totale e aumentano ogni anno. Tanti viaggiatori arrivano poi con le crociere: molte navi iniziano il loro viaggio nei Caraibi partendo dalla Martinica». L’isola, un melting-pot di culture e tradizioni dove si registrano 28 gradi da gennaio a dicembre, sta vivendo un’interessante ripresa dopo la pandemia. Stanno aprendo nuovi hotel e sono disponibili sempre più posti letto. Le differenti location hanno circa 30 camere ciascuna; ci sono molti boutique hotel, affascinanti lodge realizzati con materiali naturali (Kréol’lodge a Cap Cabaret), strutture con una ventina di appartamenti immersi nel verde e la possibilità di raccogliere e cucinare ortaggi e frutta a km.0 (Village Pomme Cannelle) e hotel 3 stelle (Hotel Bambou). «Tante sono le attività da praticare, anche in famiglia, come il kayak o il trekking, le immersioni e il surf - prosegue il responsabile della comunicazione -.  La Martinica è un’isola dove si può viaggiare da soli, in coppia e in famiglia in tutta sicurezza. È la perfetta destinazione per i viaggi di nozze». Per completare la propria esperienza sensoriale a Martinica, bisogna scoprire il rum locale, prodotto in 15 diverse cantine. Efficienti, infine, i collegamenti: i voli Air France partono da Milano, Roma, Venezia e Bologna già intorno alle 6 del mattino e fanno scalo a Parigi Charles De Gaulle - dove è disponibile un volo diretto per Martinica 3 volte a settimana con partenza alle 16:10 e atterraggio dopo circa 8 ore - oppure è possibile spostarsi con un rapido transfer all’aeroporto di Orly da dove ogni giorno alle 10:20 parte un volo diretto con arrivo alle 13. [post_title] => Martinica: un incantevole pezzetto di Francia nel mar dei Caraibi [post_date] => 2022-10-03T09:00:52+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664787652000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431446 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dal 14 al 16 ottobre, a Genova si terrà l’edizione autunnale dei Rolli Days, l’evento che da oltre dieci anni valorizza e racconta il sito Unesco Le Strade Nuova e il Sistema dei Palazzi dei Rolli. Dal 6 ottobre al 23 gennaio 2023, inoltre, Genova ospiterà la grande mostra “Rubens a Genova” che vedrà protagoniste alcune delle principali opere del grande maestro fiammingo a 400 anni dalla stesura del testo “Palazzi di Genova”, voluto dall’artista per raccontare al mondo l’eccezionalità dei palazzi genovesi, attraverso una serie di dettagliate illustrazioni delle facciate, delle piante, della struttura delle più importanti residenze. La concomitanza di questi due eventi di portata internazionale sarà l’occasione per vivere un’esperienza unica: calcare le orme del diplomatico e pittore fiammingo e visitare quei luoghi che ne suggestionarono la mente e il pennello. I Rolli Days, come già avvenuto a primavera per le celebrazioni della Genova Barocca, si articoleranno in sinergia con la mostra, riportando in vita attraverso le parole dei Divulgatori Scientifici i luoghi rubensiani di Genova: racconti che scivoleranno sulle architetture, evocheranno i dipinti, le sculture, gli arazzi, gli argenti di quelle dimore uniche al mondo e daranno corpo alle storie – spesso straordinarie – dei loro proprietari. L’esperienza di visita ai Palazzi dei Rolli rappresenterà l’opportunità di incamminarsi su un itinerario che avrà come sfondo il contesto storico della Genova e dell’Europa del primo Seicento. Per permettere una ancora maggiore immedesimazione, i siti selezionati per l’apertura saranno in gran parte quelli contenuti all’interno dell’edizione del 1652 del volume rubensiano (stampato per la prima volta nel 1622) dove trovano posto 35 tra palazzi, ville suburbane e chiese cittadine. In un viaggio che esplora i palazzi del tardo Cinquecento e del Seicento, saranno aperti al pubblico i monumentali edifici di Via Balbi, dalla Galleria di Palazzo Reale ai palazzi dell’Università; le vie del centro storico con le clamorose opere d’arte conservate nella Galleria Nazionale della Liguria di Palazzo Spinola; le straordinarie ville suburbane d’Albaro e Sampierdarena accompagnate dalla superba Villa Pallavicino delle Peschiere. Non saranno, però, solo i luoghi “di Rubens” a fare da protagonisti: la prossima edizione dei Rolli Days, infatti, ritroverà un rinnovato e riallestito Palazzo Rosso, con la possibilità di visitare il settecentesco Appartamento di Anton Giulio II Brignole Sale, aperto al pubblico per la prima volta da poche settimane. Importante novità dell’edizione di ottobre sarà poi la possibilità di visitare il Conservatorio dei Fieschi. A condurre le visite nella maggior parte dei palazzi e dei siti aperti saranno come sempre i giovani Divulgatori Scientifici, professionisti del settore delle humanities pronti a coinvolgere i visitatori con il loro entusiasmo e la loro competenza. Oltre alle tradizionali visite guidate la manifestazione sarà affiancata da eventi collaterali che accompagneranno il pubblico mostrando a tutti una Genova sempre più vivace dal punto di vista culturale.   [post_title] => Genova, dal 14 al 16 ottobre 2022 l'edizione autunnale dei Rolli Days [post_date] => 2022-09-30T12:00:04+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664539204000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431433 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una fiera o un workshop virtuale organizzato con la tecnologia. Una realtà con l’obiettivo di rivoluzionare il settore degli incontri del mondo Travel. Per TravelMeetHub, una piattaforma alimentata da un software proprietario denominato 360Realistic3D® che permette la generazione di ambienti digitali immersivi e coinvolgenti, è questo il futuro. I fondatori di TravelMeetHub, Patrizia Allara e Luca Simoni, supportati da un team di esperti, dopo aver lanciato la start up Italy Wow nel 2019, hanno virato sugli eventi virtuali. Al TTG di Rimini Travel Meet Hub presenterà i primi due ambienti virtuali del turismo. «Dopo aver debuttato in diversi settori – spiega Patrizia Allara - puntiamo sul turismo sia perché lì ci siamo formati e siamo cresciuti sia perché crediamo che la nuova forma di marketing sia quella legata agli ambienti virtuali». Il primo Ambiente Virtuale è un vero e proprio Market Place 3d con una grafica molto realistica. «Si entra e si sceglie la struttura, il t.o., la destinazione o il comune da visitare – aggiunge Allara – Si può scaricare materiale, parlare con un assistente virtuale in lingua e prenotare direttamente strutture o servizi. Dal 2023 si potranno creare work shop virtuali, eventi, insomma diventerà un vero villaggio virtuale. Ogni partner potrà sfruttare i servizi a 360 gradi». Il secondo Ambiente Virtuale è il Tiramisù Land, un metaverso della Tiramisu World Cup. Sarà presente Stefano Serafini, campione internazionale di Tiramisù. Nel metaverso della Tiramisù World Cup sarà possibile preparare il tiramisù con i prodotti (brandizzati) della ricetta originale. Ci sarà la possibilità di partecipare a gare di allenamento all'interno dell'orangerie ; il partecipante avrà la possibilità di scegliere/selezionare il panorama (città di Treviso, Colline del Prosecco, Venezia, ecc.) e di accedere nonché interagire con i contenuti turistici proposti (ricette, siti, storie, ecc.). Pad. A3, stand 054. [post_title] => TravelMeetHub, la piattaforma lancia due nuovi ambienti virtuali per il turismo [post_date] => 2022-09-30T10:59:22+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664535562000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431415 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Al via la seconda edizione del Festival del Turismo Esperienziale. In occasione della 42ª Giornata mondiale del turismo, proclamata dalla Organizzazione mondiale del turismo (Unwto), la manifestazione arriva alla sua seconda edizione con un format ricco di attività e novità, tese a favorire non solo la promozione ma anche la commercializzazione dell'offerta turistica esperienziale  italiana ed internazionale.   «Raccontiamo come il mercato si sta adeguando a rispondere in maniera sempre più positiva e aderente alle richieste di nuovo turismo - spiega Nicola Ucci, creatore e organizzatore della manifestazione -. Oggi il visitatore si sente protagonista, prova delle emozioni e questo non è altro che un modo per creare un passaparola positivo».    Nella due giorni dell'evento, oltre 100 buyers avranno l'opportunità di scoprire l'offerta dei seller ed espositori accreditati e sarà possibile partecipare a workshop, incontri, momenti di networking,  tavole rotonde e opportunità formative.    Tra gli eventi in programma, anche la presentazione del libro "Storie di una antica Caupona" con l'imprenditore Francesco Di Martino, Salvatore Visciano, professore e presidente di Skal Pompei, e lo storico Flavio Russo, segiota dall'incontro "I canali di vendita del turismo esperienziale" con Antonino Percario, former president Skal Roma e Paolo Bartolozzi di Hotel GoGo.   Le opportunità delle esperienze   Il turismo esperienziale risponde alla necessità di ridistribuire i flussi e di destagionalizzare, grazie ad una tipologia di offerta che "è spalmata sul territorio - continua Ucci -, e crea appeal con prodotti pluristagionali".    Tra i prodotti più gettonati, quelli del turismo all'aria aperta, cicloturismo e trekking, oppure i cammini, non più solo spirituali ma di scoperta delle bellezze naturalistiche, degli aspetti tradizionali, degli usi e costumi dei luoghi attraversati. "Si tratta di un'offerta che, paradossalmente, arricchisce sia domanda che offerta se ben organizzata", riflette Ucci.   Tra i mercati stranieri più interessati al prodotto esperienziale, Ucci evidenzia la richiesta del "mercato nordamericano e nordeuropeo, ma anche il Giappone, grazie all'appeal che questo tipo di mercato ha sui turisti repeaters".      Il turismo esperienziale valorizza i territori, anche quelli normalmente poco battuti, e permette di scoprire fino in fondo il territorio, l'ambiente naturale, l'enogastronomia, i piatti tipici, l'artigianato artistico. Un fenomeno importante, che riesce ad attivare nuove economie e nuove figure professionali".   [post_title] => Festival del turismo Esperienziale: a Roma l'Italia delle esperienze [post_date] => 2022-09-30T10:34:00+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664534040000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431406 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dopo un’assenza forzata di due anni la European tourism association è tornata con un evento in persona a Roma, nel nuovo hotel capitolino griffato Mama Shelter. Tra gli invitati, membri dell’associazione e colleghi del settore turistico italiano. L’evento è cominciato con una presentazione offerta da collaboratori e partners, tra cui Francesco Riggio, senior sales manager dmo Europe, Amadeus, Valentina Gualtieri, senior director of sales Italy & Malta, Amadeus, Martin Sapori, vice president sales Southern Europe, Accor, Luca Perfetto, ceo and co-Founder, To Italy Group, nonché Rino Vitelli, head of Eu projects and partnerships, Federturismo Confindustria. Temi dell'incontro, un excursus sulla stagione estiva 2022 e le opportunità per il 2023. Il segretario generale di Etoa, Tim Fairhurst, ha per parte sua fatto una breve introduzione sulle attività dell'associazione a livello locale ed europeo, mentre Danja Nebuloni, country representative Italy di Etoa, ha indicato i prossimi appuntamenti per il 2022. Dopo il panel, gli ospiti sono stati invitati sul rooftop dell’albergo per un aperitivo e una sessione di networking. [post_title] => A Roma un evento Etoa per fare il punto della situazione e valutare le opportunità del 2023 [post_date] => 2022-09-30T10:12:57+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664532777000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431374 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una strategia vincente quella della Repubblica Dominicana negli ultimi due anni che, dati alla mano, hanno registrato ottimi risultati raggiunti. Le mosse giuste? Investimenti in sicurezza, sul rinnovo del ricettivo e delle infrastrutture, in collaborazione con il privato. Il riconoscimento arriva direttamente dal Wttc, per la migliore gestione della ripresa turistica. In visita a Milano nei giorni scorsi, il ministro del turismo, David Collado, è stato accolto anche da Gabriele Burgio, presidente e ad di Alpitour World, insieme ad Aldo Sarnataro, direttore commerciale di Neos, Pier Ezhaya general manager tour operating di Alpitour e presidente di Astoi, oltre che da Carlo Schiavon, country manger di Costa Crociere. “Siamo venuti a riconquistarvi - ha dichiarato il ministro - In 20 anni non era mai successo che un ministro del turismo incontrasse il settore turistico italiano. L’Italia è il sesto mercato più importante per noi e vogliamo che si ricominci da dove siamo rimasti”. Nel 2019 gli italiani hanno rappresentato il 7% dei visitatori del Vecchio Continente per un totale di 93 mila arrivi e per il 2022 è in previsione il sorpasso. Nel complesso i dati hanno mostrato 110 mila turisti nell’agosto 2020 e 700 mila nell’agosto 2022. Nel dicembre 2021 il recupero era già dell’80% e nonostante la guerra si è giunti a un +120% pre-pandemia. I dati parlano di un +7% rispetto ai livelli di pre-pandemia e per il 2022 sono in previsione 7 milioni di turisti complessivi. “Abbiamo aperto al turismo nell’estate del 2020, senza un piano perfetto, ma con il desiderio e la necessità di andare avanti. Il turismo nella Repubblica Dominicana rappresenta il 15% del Pil per un valore di oltre 9 miliardi di dollari. Ci siamo impegnati nella sicurezza e nei protocolli sanitari covid, in un momento in cui neanche le assicurazioni del paese coprivano questa malattia. E' stata lanciata un’assicurazione per la copertura dei turisti e test Pcr covid gratuiti in tutti gli hotel per le richieste di rientro nel proprio Paese". [post_title] => Repubblica Dominicana avanti tutta. Tornano anche i turisti italiani [post_date] => 2022-09-30T09:00:36+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664528436000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431317 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sono i viaggi di alta gamma a trainare le performance di Azimut Tour Operator & Dmc, che si appresta a chiudere l'anno con fatturati sopra i livelli del 2019. Crescono infatti sensibilmente i numeri di Az Travel Luxury Club, il brand lanciato dal to di San Marino solo un anno fa. "Al prodotto dedichiamo partenze progettate sulle esigenze di questa tipologia di viaggiatori con ampie disponibilità economiche e con un ventaglio di servizi complementari aggiuntivi - spiega il ceo, Luca Ruco -. Ed è anche grazie a questa proposta, che stiamo riuscendo a voltare pagina dopo la crisi innescata dal Covid-19". Forte di tali risultati, l'operatore si presenta quindi al prossimo Ttg di Rimini, dal 12 al 14 ottobre, con uno stand tutto suo (Pad. C5 Corsia 1 Stand 011), con tante novità e la presentazione del consueto catalogo multimediale 2023/2024 (biennale) tradotto in ben dieci lingue (francese-inglese-ungherese-polacco-bulgaro-rumeno-finlandese-danese-norvegese-svedese). La proposta includerà moltissimi Escorted tour e i Sighseeing tour inediti: i primi sono itinerari regolari, con partenze garantite, che faranno vedere le eccellenze dell’Italia e di San Marino. Gli altri saranno proposte in vendita al cliente finale già a destinazione, con la possibilità di provare esperienze vere cambiando sempre più il modo di viaggiare tramite il tour operating. [post_title] => Il prodotto luxury traina Azimut sopra i livelli del 2019. Molte le novità in arrivo [post_date] => 2022-09-29T10:04:00+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664445840000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "finale ligure la web serie the perfect place racconta territorio la sua cultura" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":70,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1617,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431519","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Torna Gardaland Magic Halloween e per la sua ventesima edizione il parco gardesano ha deciso di aggiungere ulteriori date all'evento: l’inaugurazione ufficiale, con ospiti del mondo dello spettacolo e dello sport, avverrà sabato 8 ottobre ma a dare il via all’evento sarà invece il primo dei cinque Venerdì da paura, il 7 ottobre, a cui seguiranno il 14, il 21, il 28 ottobre e il 4 novembre. Gli appuntamenti continueranno poi tutti i sabati e domeniche del mese: nel lungo weekend dal 29 ottobre al 1° novembre e, per l’ultimo weekend dell’evento, il 5 e il 6 novembre.\r\n\r\nTante le novità dei Venerdì da paura, a partire dalla foresta Maledetta, una rivisitazione della foresta Incantata, per l’occasione infestata dalle creature più mostruose dei film più noti, fino all’area Hawaii, trasformata nel perfetto setting industriale in cui si aggirano zombie, vampiri e creature di ogni genere. Nei pressi di piazza Mammut si potrà inoltre assistere al Carrozzone degli Orrori: il nuovo show arrivato a Gardaland per presentare fenomeni da baraccone e strane illusioni. Per concludere i Venerdì da paura, un dj dalle fattezze mostruose e le sonorità da brivido si esibirà ogni settimana in un horror dj set, dalle ore 20 fino a chiusura del parco, sullo sfondo di un lugubre cimitero in piazza Jumanji.\r\n\r\nA Gardaland non mancheranno ovviamente proposte di cibo e bevande rigorosamente a tema Halloween, mentre il divertimento da paura continuerà anche il sabato e la domenica: a dare il via alle giornate l’immancabile Welcome show con protagonisti Prezzemolo e gli spaventapasseri che si esibiranno sulle note di una nuova canzone Vent’anni di paura, pensata ad hoc per celebrare questo importante traguardo. Infine all'ingresso di oltre 40 attrazioni disponibili nel parco si nasconderanno per l'occasione alcuni mostri che i visitatori dovranno scovare… Un indizio? Ai mostri piace l’adrenalina!\r\n\r\nPer il Gardaland Magic Halloween, il parco sarà aperto dalle 17 alle 22 durante i Venerdì da paura, tutti i sabati dalle 10 alle 20 e le domeniche dalle 10 alle 19. Il 31 ottobre, per la grande notte di Halloween, apertura speciale dalle 10 a mezzanotte.\r\n\r\n ","post_title":"Venerdì 7 ottobre parte la ventesima edizione di Gardaland Magic Halloween","post_date":"2022-10-03T10:44:44+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1664793884000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431475","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Lumiwings protagonista a Foggia con l’apertura del primo volo diretto a Milano Malpensa, decollo che ha coinciso con la riapertura ai voli civili – dopo 11 anni – del ‘Gino Lisa’. Una scommessa impegnativa quella della compagnia aerea greca, portata avanti con Aeroporti di Puglia, che vede così coronato il sogno mai sopito di completare il network degli scali pugliesi con Foggia.\r\n\r\nLumiwings opera sulla Foggia-Milano con un Boeing 737-300 da 139 passeggeri, con quattro frequenze a settimana fino a dicembre, quando saliranno a cinque; a questa prima rotta si affiancano gli altri tre collegamenti per Torino, Catania e Verona “primo step di un futuro ampliamento” dichiara Chiara Rebughini, direttore commerciale del vettore (nella foto, insieme all'equipaggio). Una scommessa che ha preso forma dopo uno “studio mirato sulla potenziale catchement area, che ha evidenziato elevate potenzialità e come l'utenza sia mutata rispetto al passato, privilegiando ora il viaggio in aereo a quello in bus o in treno. Significativo poi l'interesse del segmento business, viste le numerose aziende del Nord Italia che qui hanno una sede secondaria. L'aeroporto è un'alternativa molto interessante non soltanto per il foggiano e la Puglia, ma per il Molise, una parte di Basilicata, Campobasso e Avellino\".\r\n\r\nTraffico Vfr, business, studentesco e, naturalmente leisure per le quattro rotte, tutte annuali, \"e già nel periodo dei prossimi ponti e festività notiamo un forte incremento delle prenotazioni”. La stima di passeggeri “che è una proiezione conservativa” punta al \"50% in questi primi mesi e al pieno riempimento in tre anni, per tutte le tratte\".\r\n\r\nRuolo preciso per il trade all’interno dei canali distributivi: “Siamo presenti sui gds tramite Worldticket, con cui abbiamo un agreement commerciale. E contiamo molto sul contributo degli agenti di viaggi che ritengo siano importantissimi, anche per il ruolo di fiducia che sono in grado di instaurare con il cliente finale”. Attualmente gli adv possono aprire il loro account sul sito di Lumiwings “e gestire le loro prenotazioni, ma vogliamo creare un’affiliazione a loro dedicata e stiamo definendo l’offerta da proporre: in base al venduto beneficeranno di agevolazioni esclusive”.\r\n\r\n[gallery ids=\"431478,431479,431477\"]","post_title":"Lumiwings protagonista della riapertura dell’aeroporto di Foggia con il volo per Milano","post_date":"2022-10-03T09:30:26+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1664789426000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431464","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\r\n\r\n«La Martinica è Francia, quindi le indicazioni sanitarie sono le stesse: tutto è aperto e si può viaggiare senza alcuna restrizione - sottolinea François Jock, responsabile del Coordinamento marketing e stampa dell’isola -. Siamo felici di accogliere i nostri visitatori dall’Italia. Non serve il passaporto, è sufficiente la carta d’identità, e la moneta corrente è l’euro. Gli ospiti italiani sono circa l’11% del totale e aumentano ogni anno. Tanti viaggiatori arrivano poi con le crociere: molte navi iniziano il loro viaggio nei Caraibi partendo dalla Martinica».\r\n\r\nL’isola, un melting-pot di culture e tradizioni dove si registrano 28 gradi da gennaio a dicembre, sta vivendo un’interessante ripresa dopo la pandemia. Stanno aprendo nuovi hotel e sono disponibili sempre più posti letto. Le differenti location hanno circa 30 camere ciascuna; ci sono molti boutique hotel, affascinanti lodge realizzati con materiali naturali (Kréol’lodge a Cap Cabaret), strutture con una ventina di appartamenti immersi nel verde e la possibilità di raccogliere e cucinare ortaggi e frutta a km.0 (Village Pomme Cannelle) e hotel 3 stelle (Hotel Bambou).\r\n\r\n«Tante sono le attività da praticare, anche in famiglia, come il kayak o il trekking, le immersioni e il surf - prosegue il responsabile della comunicazione -.  La Martinica è un’isola dove si può viaggiare da soli, in coppia e in famiglia in tutta sicurezza. È la perfetta destinazione per i viaggi di nozze». Per completare la propria esperienza sensoriale a Martinica, bisogna scoprire il rum locale, prodotto in 15 diverse cantine. Efficienti, infine, i collegamenti: i voli Air France partono da Milano, Roma, Venezia e Bologna già intorno alle 6 del mattino e fanno scalo a Parigi Charles De Gaulle - dove è disponibile un volo diretto per Martinica 3 volte a settimana con partenza alle 16:10 e atterraggio dopo circa 8 ore - oppure è possibile spostarsi con un rapido transfer all’aeroporto di Orly da dove ogni giorno alle 10:20 parte un volo diretto con arrivo alle 13.","post_title":"Martinica: un incantevole pezzetto di Francia nel mar dei Caraibi","post_date":"2022-10-03T09:00:52+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1664787652000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431446","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Dal 14 al 16 ottobre, a Genova si terrà l’edizione autunnale dei Rolli Days, l’evento che da oltre dieci anni valorizza e racconta il sito Unesco Le Strade Nuova e il Sistema dei Palazzi dei Rolli. Dal 6 ottobre al 23 gennaio 2023, inoltre, Genova ospiterà la grande mostra “Rubens a Genova” che vedrà protagoniste alcune delle principali opere del grande maestro fiammingo a 400 anni dalla stesura del testo “Palazzi di Genova”, voluto dall’artista per raccontare al mondo l’eccezionalità dei palazzi genovesi, attraverso una serie di dettagliate illustrazioni delle facciate, delle piante, della struttura delle più importanti residenze. La concomitanza di questi due eventi di portata internazionale sarà l’occasione per vivere un’esperienza unica: calcare le orme del diplomatico e pittore fiammingo e visitare quei luoghi che ne suggestionarono la mente e il pennello.\r\n\r\nI Rolli Days, come già avvenuto a primavera per le celebrazioni della Genova Barocca, si articoleranno in sinergia con la mostra, riportando in vita attraverso le parole dei Divulgatori Scientifici i luoghi rubensiani di Genova: racconti che scivoleranno sulle architetture, evocheranno i dipinti, le sculture, gli arazzi, gli argenti di quelle dimore uniche al mondo e daranno corpo alle storie – spesso straordinarie – dei loro proprietari. L’esperienza di visita ai Palazzi dei Rolli rappresenterà l’opportunità di incamminarsi su un itinerario che avrà come sfondo il contesto storico della Genova e dell’Europa del primo Seicento.\r\n\r\nPer permettere una ancora maggiore immedesimazione, i siti selezionati per l’apertura saranno in gran parte quelli contenuti all’interno dell’edizione del 1652 del volume rubensiano (stampato per la prima volta nel 1622) dove trovano posto 35 tra palazzi, ville suburbane e chiese cittadine. In un viaggio che esplora i palazzi del tardo Cinquecento e del Seicento, saranno aperti al pubblico i monumentali edifici di Via Balbi, dalla Galleria di Palazzo Reale ai palazzi dell’Università; le vie del centro storico con le clamorose opere d’arte conservate nella Galleria Nazionale della Liguria di Palazzo Spinola; le straordinarie ville suburbane d’Albaro e Sampierdarena accompagnate dalla superba Villa Pallavicino delle Peschiere.\r\n\r\nNon saranno, però, solo i luoghi “di Rubens” a fare da protagonisti: la prossima edizione dei Rolli Days, infatti, ritroverà un rinnovato e riallestito Palazzo Rosso, con la possibilità di visitare il settecentesco Appartamento di Anton Giulio II Brignole Sale, aperto al pubblico per la prima volta da poche settimane.\r\n\r\nImportante novità dell’edizione di ottobre sarà poi la possibilità di visitare il Conservatorio dei Fieschi.\r\n\r\nA condurre le visite nella maggior parte dei palazzi e dei siti aperti saranno come sempre i giovani Divulgatori Scientifici, professionisti del settore delle humanities pronti a coinvolgere i visitatori con il loro entusiasmo e la loro competenza.\r\n\r\nOltre alle tradizionali visite guidate la manifestazione sarà affiancata da eventi collaterali che accompagneranno il pubblico mostrando a tutti una Genova sempre più vivace dal punto di vista culturale.\r\n\r\n ","post_title":"Genova, dal 14 al 16 ottobre 2022 l'edizione autunnale dei Rolli Days","post_date":"2022-09-30T12:00:04+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1664539204000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431433","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Una fiera o un workshop virtuale organizzato con la tecnologia. Una realtà con l’obiettivo di rivoluzionare il settore degli incontri del mondo Travel. Per TravelMeetHub, una piattaforma alimentata da un software proprietario denominato 360Realistic3D® che permette la generazione di ambienti digitali immersivi e coinvolgenti, è questo il futuro.\r\n\r\nI fondatori di TravelMeetHub, Patrizia Allara e Luca Simoni, supportati da un team di esperti, dopo aver lanciato la start up Italy Wow nel 2019, hanno virato sugli eventi virtuali.\r\n\r\nAl TTG di Rimini Travel Meet Hub presenterà i primi due ambienti virtuali del turismo. «Dopo aver debuttato in diversi settori – spiega Patrizia Allara - puntiamo sul turismo sia perché lì ci siamo formati e siamo cresciuti sia perché crediamo che la nuova forma di marketing sia quella legata agli ambienti virtuali».\r\n\r\nIl primo Ambiente Virtuale è un vero e proprio Market Place 3d con una grafica molto realistica. «Si entra e si sceglie la struttura, il t.o., la destinazione o il comune da visitare – aggiunge Allara – Si può scaricare materiale, parlare con un assistente virtuale in lingua e prenotare direttamente strutture o servizi. Dal 2023 si potranno creare work shop virtuali, eventi, insomma diventerà un vero villaggio virtuale. Ogni partner potrà sfruttare i servizi a 360 gradi».\r\n\r\nIl secondo Ambiente Virtuale è il Tiramisù Land, un metaverso della Tiramisu World Cup. Sarà presente Stefano Serafini, campione internazionale di Tiramisù. Nel metaverso della Tiramisù World Cup sarà possibile preparare il tiramisù con i prodotti (brandizzati) della ricetta originale. Ci sarà la possibilità di partecipare a gare di allenamento all'interno dell'orangerie ; il partecipante avrà la possibilità di scegliere/selezionare il panorama (città di Treviso, Colline del Prosecco, Venezia, ecc.) e di accedere nonché interagire con i contenuti turistici proposti (ricette, siti, storie, ecc.). Pad. A3, stand 054.","post_title":"TravelMeetHub, la piattaforma lancia due nuovi ambienti virtuali per il turismo","post_date":"2022-09-30T10:59:22+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1664535562000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431415","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Al via la seconda edizione del Festival del Turismo Esperienziale. In occasione della 42ª Giornata mondiale del turismo, proclamata dalla Organizzazione mondiale del turismo (Unwto), la manifestazione arriva alla sua seconda edizione con un format ricco di attività e novità, tese a favorire non solo la promozione ma anche la commercializzazione dell'offerta turistica esperienziale  italiana ed internazionale.\r\n \r\n\r\n«Raccontiamo come il mercato si sta adeguando a rispondere in maniera sempre più positiva e aderente alle richieste di nuovo turismo - spiega Nicola Ucci, creatore e organizzatore della manifestazione -. Oggi il visitatore si sente protagonista, prova delle emozioni e questo non è altro che un modo per creare un passaparola positivo». \r\n \r\nNella due giorni dell'evento, oltre 100 buyers avranno l'opportunità di scoprire l'offerta dei seller ed espositori accreditati e sarà possibile partecipare a workshop, incontri, momenti di networking,  tavole rotonde e opportunità formative. \r\n\r\n \r\nTra gli eventi in programma, anche la presentazione del libro \"Storie di una antica Caupona\" con l'imprenditore Francesco Di Martino, Salvatore Visciano, professore e presidente di Skal Pompei, e lo storico Flavio Russo, segiota dall'incontro \"I canali di vendita del turismo esperienziale\" con Antonino Percario, former president Skal Roma e Paolo Bartolozzi di Hotel GoGo.\r\n \r\nLe opportunità delle esperienze\r\n \r\nIl turismo esperienziale risponde alla necessità di ridistribuire i flussi e di destagionalizzare, grazie ad una tipologia di offerta che \"è spalmata sul territorio - continua Ucci -, e crea appeal con prodotti pluristagionali\". \r\n\r\n\r\n \r\n\r\nTra i prodotti più gettonati, quelli del turismo all'aria aperta, cicloturismo e trekking, oppure i cammini, non più solo spirituali ma di scoperta delle bellezze naturalistiche, degli aspetti tradizionali, degli usi e costumi dei luoghi attraversati. \"Si tratta di un'offerta che, paradossalmente, arricchisce sia domanda che offerta se ben organizzata\", riflette Ucci.\r\n \r\nTra i mercati stranieri più interessati al prodotto esperienziale, Ucci evidenzia la richiesta del \"mercato nordamericano e nordeuropeo, ma anche il Giappone, grazie all'appeal che questo tipo di mercato ha sui turisti repeaters\". \r\n \r\n\r\n \r\n\r\nIl turismo esperienziale valorizza i territori, anche quelli normalmente poco battuti, e permette di scoprire fino in fondo il territorio, l'ambiente naturale, l'enogastronomia, i piatti tipici, l'artigianato artistico. Un fenomeno importante, che riesce ad attivare nuove economie e nuove figure professionali\".\r\n \r\n","post_title":"Festival del turismo Esperienziale: a Roma l'Italia delle esperienze","post_date":"2022-09-30T10:34:00+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1664534040000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431406","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Dopo un’assenza forzata di due anni la European tourism association è tornata con un evento in persona a Roma, nel nuovo hotel capitolino griffato Mama Shelter. Tra gli invitati, membri dell’associazione e colleghi del settore turistico italiano. L’evento è cominciato con una presentazione offerta da collaboratori e partners, tra cui Francesco Riggio, senior sales manager dmo Europe, Amadeus, Valentina Gualtieri, senior director of sales Italy & Malta, Amadeus, Martin Sapori, vice president sales Southern Europe, Accor, Luca Perfetto, ceo and co-Founder, To Italy Group, nonché Rino Vitelli, head of Eu projects and partnerships, Federturismo Confindustria.\r\n\r\nTemi dell'incontro, un excursus sulla stagione estiva 2022 e le opportunità per il 2023. Il segretario generale di Etoa, Tim Fairhurst, ha per parte sua fatto una breve introduzione sulle attività dell'associazione a livello locale ed europeo, mentre Danja Nebuloni, country representative Italy di Etoa, ha indicato i prossimi appuntamenti per il 2022. Dopo il panel, gli ospiti sono stati invitati sul rooftop dell’albergo per un aperitivo e una sessione di networking.","post_title":"A Roma un evento Etoa per fare il punto della situazione e valutare le opportunità del 2023","post_date":"2022-09-30T10:12:57+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1664532777000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431374","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Una strategia vincente quella della Repubblica Dominicana negli ultimi due anni che, dati alla mano, hanno registrato ottimi risultati raggiunti. Le mosse giuste? Investimenti in sicurezza, sul rinnovo del ricettivo e delle infrastrutture, in collaborazione con il privato. Il riconoscimento arriva direttamente dal Wttc, per la migliore gestione della ripresa turistica.\r\n\r\nIn visita a Milano nei giorni scorsi, il ministro del turismo, David Collado, è stato accolto anche da Gabriele Burgio, presidente e ad di Alpitour World, insieme ad Aldo Sarnataro, direttore commerciale di Neos, Pier Ezhaya general manager tour operating di Alpitour e presidente di Astoi, oltre che da Carlo Schiavon, country manger di Costa Crociere.\r\n\r\n“Siamo venuti a riconquistarvi - ha dichiarato il ministro - In 20 anni non era mai successo che un ministro del turismo incontrasse il settore turistico italiano. L’Italia è il sesto mercato più importante per noi e vogliamo che si ricominci da dove siamo rimasti”.\r\n\r\nNel 2019 gli italiani hanno rappresentato il 7% dei visitatori del Vecchio Continente per un totale di 93 mila arrivi e per il 2022 è in previsione il sorpasso. Nel complesso i dati hanno mostrato 110 mila turisti nell’agosto 2020 e 700 mila nell’agosto 2022. Nel dicembre 2021 il recupero era già dell’80% e nonostante la guerra si è giunti a un +120% pre-pandemia.\r\n\r\nI dati parlano di un +7% rispetto ai livelli di pre-pandemia e per il 2022 sono in previsione 7 milioni di turisti complessivi. “Abbiamo aperto al turismo nell’estate del 2020, senza un piano perfetto, ma con il desiderio e la necessità di andare avanti. Il turismo nella Repubblica Dominicana rappresenta il 15% del Pil per un valore di oltre 9 miliardi di dollari. Ci siamo impegnati nella sicurezza e nei protocolli sanitari covid, in un momento in cui neanche le assicurazioni del paese coprivano questa malattia. E' stata lanciata un’assicurazione per la copertura dei turisti e test Pcr covid gratuiti in tutti gli hotel per le richieste di rientro nel proprio Paese\".","post_title":"Repubblica Dominicana avanti tutta. Tornano anche i turisti italiani","post_date":"2022-09-30T09:00:36+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1664528436000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431317","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sono i viaggi di alta gamma a trainare le performance di Azimut Tour Operator & Dmc, che si appresta a chiudere l'anno con fatturati sopra i livelli del 2019. Crescono infatti sensibilmente i numeri di Az Travel Luxury Club, il brand lanciato dal to di San Marino solo un anno fa. \"Al prodotto dedichiamo partenze progettate sulle esigenze di questa tipologia di viaggiatori con ampie disponibilità economiche e con un ventaglio di servizi complementari aggiuntivi - spiega il ceo, Luca Ruco -. Ed è anche grazie a questa proposta, che stiamo riuscendo a voltare pagina dopo la crisi innescata dal Covid-19\".\r\n\r\nForte di tali risultati, l'operatore si presenta quindi al prossimo Ttg di Rimini, dal 12 al 14 ottobre, con uno stand tutto suo (Pad. C5 Corsia 1 Stand 011), con tante novità e la presentazione del consueto catalogo multimediale 2023/2024 (biennale) tradotto in ben dieci lingue (francese-inglese-ungherese-polacco-bulgaro-rumeno-finlandese-danese-norvegese-svedese).\r\n\r\nLa proposta includerà moltissimi Escorted tour e i Sighseeing tour inediti: i primi sono itinerari regolari, con partenze garantite, che faranno vedere le eccellenze dell’Italia e di San Marino. Gli altri saranno proposte in vendita al cliente finale già a destinazione, con la possibilità di provare esperienze vere cambiando sempre più il modo di viaggiare tramite il tour operating.","post_title":"Il prodotto luxury traina Azimut sopra i livelli del 2019. Molte le novità in arrivo","post_date":"2022-09-29T10:04:00+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1664445840000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti